Maran sollevato dall’incarico

 Scritto da il 6 aprile 2014 alle 22:10
Apr 062014
 

Pellegrino_Maurizio_

Il Calcio Catania S.p.A. comunica di aver sollevato dall’incarico di allenatore della prima squadra il signor Rolando Maran, con un sincero ringraziamento per il lavoro svolto e l’augurio delle migliori fortune, personali e professionali. La conduzione della prima squadra viene affidata al signor Maurizio Pellegrino.

  42 Commenti per “Maran sollevato dall’incarico”

  1. Ip Address: 87.18.66.134

    Ma sta società è impazzita, a cosa serve farlo adesso 😯 😯
    Troppo tardi si doveva fare molto prima….

  2. Ip Address: 2.232.17.48

    con tutto il rispetto ma chi è costui?

  3. Ip Address: 46.64.119.24

    A che serve? Ma Pulvi perche’ fai sta mascherata? Coraggio Nino, l’hai fatta andare cosi’, e va be’, comincia a pianificare un degno campionato di serie B cominciando a sbarazzarti della maggior parte degli argentini, Izco escluso. Non perdere tempo, dai. Non ci fare credere che è solo colpa di Maran.

  4. Ip Address: 151.27.227.172

    Se non si sono fumati roba di quella forte, questa decisione significa due cose:
    una (positiva ma che vale poco), PLV ancora ci crede e vuole battersi.
    la seconda (tragica): la società non ha alcun polso dello spogliatoio, non c’è alcun collegamento fra team e società. Perché certo a 6 giornate l’unica cosa che cerchi è la scossa, ma allora non potevi non accorgerti già che Maran non è capace di questa scossa, e allora – se avessi un minimo di comunicazione con la squadra – lo esoneravi di nuovo dopo Chievo.

  5. Ip Address: 87.18.66.134

    Ci stiamo preparando per la B
    ex calciatore del Catania anni 94-97

    Carriera da allenatore:

    1999-2001 Viterbese vice
    2001-2003 Catania
    2003-2004 Paterno
    2004-2005 Lanciano
    2005-2007 Padova
    2007-2008 Martina
    2009 Lecco
    2009-2010 Cassino
    2011 Sudtirol-Alto Adige
    2011-2012 Lecco

  6. Ip Address: 79.2.151.197

    Ma a che serve questa mossa? Solo si creerà confusione e adesso li aspetta il Milan. Cosa c’ e’ sotto? Chi ha deciso? Un allenatore con poca storia che entrerà in uno spogliatoio demotivato per fare che? Forse la mossa serve a qualcuno che pur di difendere la sua poltrona vuole scaricare le colpe sull’allentore? Anziché l’allenatore perché non hanno preso una prima punta a gennaio? E questo mister senza storia chi lo ha scelto e perché’? Quanti misteri attanagliano questa dIrigenza!

  7. Ip Address: 87.18.66.134

    Abbiamo una dirigenza allo sbaraglio 😳 😳 Non sa più cosa fare….
    Semu pessi.

  8. Ip Address: 2.38.228.180

    Maran allenatore fallimentare:bisognava sostituirlo molto tempo prima:ormai siamo in B e nessuno ci può salvare!

  9. Ip Address: 31.188.187.170

    Società allo sbando tutte queste mosse senza senso non so dove ci vogliono portare. Bhoooo

  10. Ip Address: 82.145.217.161

    Ora iucamo come tichi taca ni savvamu ie arrivamu in Europa legue!!!! Semu pessi ie ancora pulvirenti non si naccuggiutu….

  11. Ip Address: 93.70.207.77

    Il vostro presidente a volte prende decisioni più stupide di Zamparini. Se ormai dovete andare in B tanto vale tenervi Maran che quella categoria la conosce benissimo!

  12. Ip Address: 80.181.42.200

    Questa e’ la riprova che tutta la dirigenza non ha saputo gestire sin dall’inizio il campionato diventando l’unica responsabile di questo fallimento.

  13. Ip Address: 79.27.29.196

    …mah…qst esonero é una mossa da pazzi…o lo cambiavano DP Chievo o niente…mossa solo x distrarre la folla…non c SN parole ..da un tifoso siciliano

  14. Ip Address: 71.99.223.178

    Nessuno poteva pensare. a un tracollo simile.A questo punto,sarebbe meglio che il campionato finisse stasera,Si puo’ infatti perdere ma non in questa maniera.Anche io non capisco a cosa possa servire il licenziamento di Maran ……..Quest’anno sono molte le decisioni incomprensibili da parte della societa’.In ogni caso,Sempre Forza Catania

  15. Ip Address: 151.54.94.170

    Avranno avuto qualche scontro personale, per forza, altrimenti non si capisce.
    Ricordiamo le parole a corner di Pulvirenti verso Maran; certe ruggini non si spengono, lo ha fatto ritornare perché era sotto contratto e messo a tacere momentaneamente le incomprensioni; ieri sera l’epilogo, scontato forse.
    Prima Russo, ora Maran, qualche altro repulisti lo attendiamo anche se il massimo artefice del tracollo sei mesi l’anno sta a Miami….anche se da un anno si dice che stia lavorando per il Catania; no grazie, lavori per se.

  16. Ip Address: 79.7.191.96

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore rossazzurro per questa mossa alle ultime giornate non ho parole ma forza catania sempre

  17. Ip Address: 79.7.191.96

    Pellegrino uomo simbolo. Se “di rinascita” si vedrà
    E alla fine è arrivato anche l’ultimo atto di questa stagione maledetta: via Maran, dentro Pellegrino. Conosciamo meglio il nuovo allenatore del Catania, un uomo vicino alla società e all’ambiente catanese. Terza volta in “maglia” rossoazzurra in 20 anni.

  18. Ip Address: 151.54.94.170

    Riporto un editoriale di Criscitello su TMW, letto poc’anzi:

    ……..Infine torniamo su un nostro cavallo di battaglia. Premesso che diciamo e scriviamo tante fesserie (ad esempio che Muriel avrebbe fatto 20 gol in questa stagione e, invece, non ha fatto neanche 20 presenze) abbiamo beccato, casualità, che il Catania dalla quasi Europa League dello scorso anno quest’anno avrebbe rischiato la retrocessione. Hanno ri-esonerato Maran!!! Ma qualcuno gli ha spiegato che il problema non è l’allenatore? A Catania abbiamo avuto sempre un gran consenso popolare; dopo questa previsione estiva la città si è ribellata. Chiedemmo scusa, giustificando la previsione e spiegando che siamo e restiamo amanti del nostro amico Liotru. Si può mai fare calcio senza un Direttore Sportivo o Direttore Generale e affidare le chiavi del mercato e dello spogliatoio ad un procuratore che per 6 mesi all’anno ha sempre vissuto a Miami? Ci sembrava strano, con una squadra da guidare e un centro sportivo da gestire. Conseguenza: una querela di Pulvirenti e una serie di offese dai catanesi. Ma chi me l’ha fatto fare… ho più volte pensato in questo campionato. Mi sono dato una risposta da solo, alla Gigi Marzullo. Per la verità! Catania non merita questa improvvisazione e neanche questa rassegnazione. A gennaio abbiamo dato un consiglio ad Antonino: prendi un Dg e cambia marcia, ti puoi ancora salvare. Nulla! Allora fai come vuoi e non piangere se il prossimo anno ti vediamo a giocare con l’Entella. Gli errori di Pulvirenti, adesso che la B rischia di essere davvero dietro l’angolo: 1) l’ingaggio di Cosentino. 2) Non aver fatto chiarezza sull’addio di Lo Monaco. 3) Non aver sostituito degnamente Sergio Gasparin. 4) Aver venduto Gomez a 6,5 milioni di euro, l’unico capace di saltare l’uomo e creare la superiorità numerica in fase offensiva. 5) Aver trattenuto calciatori che a Catania avevano perso ogni tipo di motivazione 6) Aver cambiato Maran con De Canio e De Canio con Maran. 7) Aver creduto, tutto ad un tratto, che i meriti del miracolo Catania fossero i propri. 8) Aver esonerato, per la seconda volta, Maran…….”

    Non c’è alcuna alchimia nascosta;
    Il catania con il suo atteggiamento dirigenziale ha scritto la parola B a luglio, buttando fumo negli occhi con l’affermazione che ” la rosa era la più forte di tutti i tempi “e perpetuando lo sfascio a gennaio.

  19. Ip Address: 79.7.191.96

    “Ringrazio la società ed il direttore Bonanno. Per me è un ritorno in questa famiglia, in questa società in cui ho vissuto momenti intensi ed importanti. Spero di portare il mio contributo con metodologie nuove apprese nella mia carriera da allenatore. Vogliamo far cose innovative. L’obiettivo è formare, crescere, sviluppare le capacità dei ragazzi per renderli idonei alla prima squadra“. Queste sono le parole con cui si presentò Maurizio Pellegrino nella conferenza stampa post suo ingaggio come coordinatore degli allenatori delle giovanili. Parlava di “rendere idonei i ragazzi per il salto in prima squadra“. E alla fine, invece, è stato trasformato lui in “idoneo” per la prima squadra.

    Una rivoluzione, una delle tante in questa maledetta stagione. Una rivoluzione che, questa volta, sa’ onestamente molto di resa. Qualcuno parla dell’inizio della programmazione per la nuova stagione, ma, tuttoggi, è improbabile capire il perchè di questa sostituzione in panca. Maran termina così, in maniera definitiva (ma ancora è sotto contratto), la sua avventura a Catania condita dallo storico ottavo posto della scorsa annata, e da ben due esoneri nel corso di pochi mesi. Rolando Maran rimarrà comunque nella storia del Catania, se non altro per essere stato forse il primo a provarci anche in momenti di difficoltà.

    Maurizio Pellegrino, che fino ad oggi ha avuto il compito di coordinare e seguire la progettualità base per la crescita dei giovani del settore giovanile, è nato a Siracusa il 1 Marzo 1966. Ha calcato i campi di gioco dal 1982 al 1999: Siracusa, Catanzaro (4), Carbonia, Francavilla (2), Vis Pesaro (2), Catania (3), Viterbese (2). E’ stato un centrocampista. A Catania ha giocato dal 1994 al 1997 (Serie D-C2) come giocatore. Sul campo, a Gangi, conquista il ritorno nel professionismo nella squadra condotta da Angelo Busetta, che festeggia insieme al Cav.Massimino, sul campo, un traguardo reso storico per i trascorsi che avevano costretto il Catania a ripartire, l’anno prima, dal campionato di Eccellenza. In seguito è stato allenatore dal 2001 al 2003, sotto la presidenza Gaucci, al fianco di Ciccio Graziani. A loro due fu affidata la squadra lasciata da Vierchowod. A Taranto, il 9 Giugno del 2002, conquista l’altrettanto storico ritorno in serie B che a Catania mancava dal 1987. La stagione successiva resta solo in panchina, ma solo 12 giornate. Nonostante le richieste dei giocatori, viene esonerato restando sempre nell’orbita rossazzurra come opinionista televisivo a cui alterna altre esperienze da tecnico.

    Ha allenato in seguito diverse squadre nelle serie inferiori: Paternò, Lanciano, Padova, Martina, Lecco, Cassino, SudTirol-Alto Adige, Lecco. Non allena dal 17 gennaio 2012, quando venne sostituito a Lecco da mister Giacomo Modica. Nel 2005-06 ha vinto il premio come miglior tecnico della serie C1. Ha più volte dichiarato che il suo modulo preferito è il 4-3-3.

    Maurizio Pellegrino torna dunque a Catania per la terza volta, la seconda da allenatore della prima squadra.

  20. Ip Address: 79.7.191.96

    Riportiamo parte dell’editoriale del direttore di Tuttomercatoweb, Michele Criscitiello, in cui prende una posizione netta sulla situazione del Catania, assai complicata, con la squadra all’ultimo posto in classifica.

    Infine torniamo su un nostro cavallo di battaglia. Premesso che diciamo e scriviamo tante fesserie (ad esempio che Muriel avrebbe fatto 20 gol in questa stagione e, invece, non ha fatto neanche 20 presenze) abbiamo beccato, casualità, che il Catania dalla quasi Europa League dello scorso anno quest’anno avrebbe rischiato la retrocessione. Hanno ri-esonerato Maran!!! Ma qualcuno gli ha spiegato che il problema non è l’allenatore? A Catania abbiamo avuto sempre un gran consenso popolare; dopo questa previsione estiva la città si è ribellata. Chiedemmo scusa, giustificando la previsione e spiegando che siamo e restiamo amanti del nostro amico Liotru. Si può mai fare calcio senza un Direttore Sportivo o Direttore Generale e affidare le chiavi del mercato e dello spogliatoio ad un procuratore che per 6 mesi all’anno ha sempre vissuto a Miami? Ci sembrava strano, con una squadra da guidare e un centro sportivo da gestire. Conseguenza: una querela di Pulvirenti e una serie di offese dai catanesi. Ma chi me l’ha fatto fare… ho più volte pensato in questo campionato. Mi sono dato una risposta da solo, alla Gigi Marzullo. Per la verità! Catania non merita questa improvvisazione e neanche questa rassegnazione. A gennaio abbiamo dato un consiglio ad Antonino: prendi un Dg e cambia marcia, ti puoi ancora salvare. Nulla! Allora fai come vuoi e non piangere se il prossimo anno ti vediamo a giocare con l’Entella. Gli errori di Pulvirenti, adesso che la B rischia di essere davvero dietro l’angolo: 1) l’ingaggio di Cosentino. 2) Non aver fatto chiarezza sull’addio di Lo Monaco. 3) Non aver sostituito degnamente Sergio Gasparin. 4) Aver venduto Gomez a 6,5 milioni di euro, l’unico capace di saltare l’uomo e creare la superiorità numerica in fase offensiva. 5) Aver trattenuto calciatori che a Catania avevano perso ogni tipo di motivazione 6) Aver cambiato Maran con De Canio e De Canio con Maran. 7) Aver creduto, tutto ad un tratto, che i meriti del miracolo Catania fossero i propri. 8) Aver esonerato, per la seconda volta, Maran.

  21. Ip Address: 151.54.94.170

    Infine riportiamo l’articolo di Favide Tommasi, estrapolato da tmw.

    Se il Catania avesse battuto il Torino, la vittoria sarebbe potuta essere paragonata ad una scarica elettrica data da un defibrillatore ad un infartuato. Al contrario, durante la partita contro i granata si è assistito ad un nuovo, l’ennesimo, funerale in campo. Doveva essere il match della svolta per ridare linfa alla speranza di una salvezza, che oggi appare ancora più lontana, e invece è stata la domenica della capitolazione. Al Massimino ancora una pessima prestazione della squadra che brilla solo per una manciata di minuti e poi si spegne. La solita fiammata ha illuso tutti e come succede spesso, la ripresa ha messo a nudo tutte le lacune tecniche, tattiche e psicologiche di questa squadra colabrodo.
    Paga Maran- Alla fine a pagare è stato nuovamente il tecnico Rolando Maran che è stato esonerato per la seconda volta. Il trentino colpe ne ha per una gestione tecnica non sempre perfetta e oculata, ma forse non è il colpevole principale di questa ormai inevitabile retrocessione. Lo spogliatoio infatti era sempre in ebollizione e Maran ha camminato sulle mine. L’ex del Varese da quando è stato richiamato, ha cercato di prendere decisioni tecniche senza farsi influenzare da suggerimenti dirigenziali. Probabilmente avrà anche pagato per aver alzato questo muro o per aver messo lingua sul mercato. Maran non scorderà facilmente questo orrendo campionato così come la bellissima stagione dei record.
    Pulvirenti come Zamparini- Pulvirenti si è “Zamparinizzato” in questa stagione. Come il suo collega mangia-allenatori del Palermo, anche il massimo dirigente etneo ha cambiato molti tecnici. Con Pellegrino siamo al terzo (quarto se si considera il Maran-bis). Se le precedenti decisioni sembravano più orientate nel disperato tentativo di dare una scossa, quella di Pellegrino sembra una soluzione tampone per chiudere la stagione e anche una mossa della società per far passare Maran come il capro espiatorio della fallimentare stagione rossazzurra. Intanto Pulvirenti, invitato a gran voce dai tifosi ieri ad andare a fine partita sotto la curva, deve ancora dare una risposta al popolo rossazzurro che attraverso una lettera aperta firmata dallo storico capo ultras della curva Nord, Michele Spampinato, ha sollevato alcuni dubbi sulle scelte della dirigenza.
    Semplice imperizia e negligenza o frutto di una precisa strategia imprenditoriale questa tragica stagione?
    Chiarimento riguardo la singolare coincidenza che ci sarebbe tra una nostra probabile retrocessione in B ed il recente accordo (dell’importo di 100 milioni di euro) tra l’Istituto del Credito Sportivo e la Lega di B inerente la costruzione di 5 o 6 nuovi stadi nel nostro Paese.
    Chiarimento riguardo l’attuale stato del bilancio societario, riguardo l’ultimo chiacchierato acquisto del terreno in contrada Jungetto e quindi un chiarimento sulla costruzione del nuovo stadio
    Chiarimento riguardo un’altra singolare coincidenza che ci sarebbe tra una nostra probabile retrocessione in B ed il maxi rimborso da parte della Lega di Serie A . Quanto può influire questo cosiddetto“paracadute di solidarietà”?
    Chiarimento riguardo le eccellenti cessioni estive ed il più che scadente calciomercato invernale.
    Chiarimento riguardo il programma che la società adotterà dalla prossima stagione in poi.
    Queste alcune delle domande formulate dai tifosi della Curva Nord ancora senza risposte.
    La gloriosa storia del Calcio Catania è ricca di momenti esaltanti e altri difficili. Negli anni passati si sono assaporate retrocessioni, anche piuttosto dolorose, ma quella vissuta quest’anno è sicuramente la più amara. Bastava poco per rimanere nella massima categoria. Bastava un attaccante motivato e di categoria per cambiare le sorti di questa funesta stagione. Al contrario, sono stati compiuti errori su errori, sia in estate che in inverno, che costringono l’Elefante ad essere umiliato ed abbattuto anche da piccole realtà del nostro campionato.

  22. Ip Address: 91.253.227.214

    Buongiorno a tutti ,come al solito con l’amaro in bocca ormai un classico del lunedì

  23. Ip Address: 87.13.145.163

    non si capisce più niente.. ❓

  24. Ip Address: 79.4.15.37

    Buongiorno a tutti…..
    Penso che Maran è stato esonerato per non seguire il diktat di Pulvirenti, ha infranto il silenzio stampa rilasciando due interviste.
    Il presidente poteva anche chiudere un occhio visto che Maran è un buon conoscitore della serie B. Ma come il solito ha fatto di testa sua….

  25. Ip Address: 79.7.191.96

    in sei giornate un sogno puo diventare realta ❓

  26. Ip Address: 82.55.239.153

    Buongiorno raga’!!!

    Ciao angelo, Perplesso, Salvatore grasso, Mexxican e elefante rossoazzurro!!!

    Apprendo stamattina, l’ennesima sostituzione di Maran!!! 😯
    Non commento perche’ non so cosa scrivere!!! 😐

    Sta arrivando la S. Pasqua e come sapete ci sara’ la settimana Santa, assisteremo alla presentazione della Via Crucis che sono 12 stazioni.
    Ad ogni stazione ci si sofferma a pregare e contemplare, mentre per noi tifosi rosso e azzurro le stazioni c’e’ ne restano 6 (partite).
    Saranno 6 stazioni da soffrire molto per il Nostro Catania e che niente possiamo fare per questo anno disgraziato.
    Vorrei che tutto finisse domani senza altre sofferenze, perche’ quando e’ troppo e’ troppo!!!
    Si sta veramente male in questa situazione calcistica del Catania.

    Buona giornata a tutti!!!

  27. Ip Address: 82.55.239.153

    Ciao joe!!! 😥

  28. Ip Address: 151.54.81.93

    siamo proprio all anno zero 🙄

  29. Ip Address: 178.12.230.54

    Attenti che l’esonero di Maran è soltanto uno specchietto per le allodole, l’ultimo tentativo di convogliare le ire dei tifosi su un ennesimo capro espiatorio. Io Maran non l’ha mai considerato allenatore da serie A, ma vederlo trattato così come un sacchetto di munnizza mi dispiace. Un po’ come il personale della Wind Jet, se ricordate…

  30. Ip Address: 91.252.127.166

    La serie B ci può stare visto quello che abbiamo fatto nel corso della stagione, ma da qua a fare dei paragoni assurdi in questo momento così delicato mi sembra un po’ banale e ridicolo . Io ripeto sempre che abbiamo vissuto otto anni indimenticabili e non è per una cattiva e maledetta stagione si può buttare via tutto, non dimentichiamo i che in questi anni abbiamo assisto a delle retrocessioni di squadre come Parma Atalanta Sampdoria Palermo Chievo e per non parlare propio del Torino che nonostante i tanti investimenti si è fatto più anni in cadetteria che nella massima serie. Forza CATANIA

  31. Ip Address: 79.7.191.96

    ORE 18.33 – Autore: Livio Giannotta

    Catania sconfitto dal Toro. Questo il verdetto sancito dal campo. La squadra rossoazzurra, per l’ennesima volta, ha disputato una gara ben al di sotto delle sue possibilità perdendo un altro treno per la salvezza. Tante opportunità sprecate nel corso della stagione dal Catania nel contesto di un campionato mediocre nei bassifondi della classifica. Questo non fa che aumentare il rammarico tra i tifosi, sempre molto pazienti. Quando c’è stata la contestazione si è mantenuta nei canoni della civiltà e della correttezza, tesa a spronare un gruppo di giocatori che avrebbe dovuto fare molto di più. La lettera ufficiale di Mariano Izco rivolta alla tifoseria sembrava un segnale che la squadra avrebbe dato risposte importanti sul campo. Invece Catania-Torino ha dimostrato non solo che i rossoazzurri, perdendo, si allontanano sensibilmente dalla Serie A. Ma anche, soprattutto, che la promessa di garantire impegno e dedizione totale al sacrificio non è stata mantenuta in una partita importantissima per il futuro etneo.

    Solo alcuni giocatori hanno rispettato i patti, tra i pochi lo stesso capitano argentino che non ha lesinato sforzi sin dal primo minuto. La quasi totalità della squadra ha perso la partita ma specialmente la faccia verso i propri sostenitori, che avevano riposto massima fiducia in loro. Il gol di Bergessio è stata solo una pura illusione, perché nei successivi minuti di gioco il Catania si è praticamente consegnato ad un avversario normalmente motivato, che al cospetto di una squadra realmente “affamata” avrebbe incontrato notevoli difficoltà. Troppo facile, invece, per un Torino per nulla trascendentale portare a casa i tre punti. La figuraccia non l’hanno fatta i tifosi, che vanno esclusivamente elogiati, bensì i giocatori, che avrebbero dovuto sbranare il Toro anziché mostrarsi così timidi ed impacciati. Questo significa prendere in giro i tifosi, chi soffre per i colori rossoazzurri e non fa mancare il proprio sostegno alla maglia in qualsiasi categoria. Loro sono il Calcio Catania e non retrocederanno. Mai. (TuttoCalcioCatania)

  32. Ip Address: 82.145.209.2

    Buongiorno a tutti pari!! Per me non è così, u me sangu addivintau acitu.
    Mi aspetto una conferenza stampa da parte del presidente se ha le palle!!!
    Adesso vogliamo spiegazioni su tutto!!!!! Ormai è finita, e impensabile che questa specie di giocatori vadano a vincere a Milano e soprattutto deveono ancora affrontare la Roma in piena battaglia scudetto!!!!!
    Nesci i conna pulvirenti…….

  33. Ip Address: 82.79.198.250

    Sono tifosissimo del Palermo ma non sono “anti-catanese” per principio preso (ho anche amici a Catania). La quasi certa retrocessione della societa’ rossazzurra non mi intristisce per il semplice fatto che, dopo quello che avete fatto con noi lo scorso anno, era il minimo che potesse capitarvi. Un buon bagno di umilta’ e’ quello che vi serve. Detto questo, vi auguro sinceramente di risalire in serie A per poter giocare di nuovo il derby di Sicilia. Ma quest’anno dovete retrocedere ingloriosamente! Senza rancore…

  34. Ip Address: 212.14.141.175

    Ormai il dado è tratto. Questa squadra non potrà recuperare i punti che ci separano dalla quartultima,ma la Società invece di fare il mea culpa esonera Maran. Che BUFFONATA. PRESIDENTE ABBII IL CORAGGIO DI DIRE CHE HAi SBAGLIATO . Ormai siamo in B anche se la matematica ancor non ci da da spacciati, mandiamo via chi ha creato cio , in primis COSENTINO e poi certi giocatori che pensano di essere dei campioni non degni del Catania , in primis Barrientos (spero di non vederlo più in campo per le ultinme partite) . Il muovo Mister faccia giocare i giovani che l’anno prossimo saranno l’ossatura della squadra (Ficara- Fedato- Pechtovic- –
    ECC.).

  35. Ip Address: 94.160.43.49

    Ciao Giovanni tifoso del Palermo ti ricordo che gli sfottò soppratutto nel calcio ci sono sempre stati ,e ti posso assicurare che non fanno male a nessuno se poi tu tieni rancori per lo scorso anno non dimenticare mai gli anni passati che propio di umiltà non sapevate che cosa era. Detto questo al prossimo super derby di Sicilia speriamo sempre in A , un saluto e complimenti per la vostra risalita in A W la Sicilia

  36. Ip Address: 79.7.191.96

    ciao mexxican digli pure quando e successo il caso raciti quante ce ne anno dette proprio lui parla di umilta ma mi faccia il piacere 🙄 🙄

  37. Ip Address: 94.160.43.49

    Giusto come si dice in giro una conferenza stampa da parte del presidente ci vuole , farsi un mea culpa gli farebbe onore però ……..ognuno e libero di fare quello che vuole, e poi capire cosa vuole fare in futuro che tipi di progetti a in mente .aspettiamo con ansia sue risposte

  38. Ip Address: 82.79.198.250

    @Mexxican Non ho rancore verso nessuno (l’ho anche scritto), gli sfotto’ vanno benissimo ma l’anno scorso (a parer mio) avete superato il limite del buon gusto (con il funerale). Spero i tifosi rosanero abbiano l’eleganza di non “vendicarsi” utilizzando la stessa moneta (anche se i cafoni non hanno colore)…
    L’anno prossimo fatevi una meritata serie B e cercate di risalire immediatamente proprio per gustare tutti il vero derby di Sicilia, con gli annessi reciproci sfotto’.

  39. Ip Address: 195.66.9.200

    via anche De Bellis.
    certo che questa stagione del Catania si tinge davvero di giallo. Un giorno qualcuno scriverà un libro. Dietro le porte di Torre del Grifo sono accadute (e forse accadono) cose che con il calcio giocato non hanno molto a che vedere.
    Ho una serie di domande da fare agli amici (giuro, sono domande vere non retoriche):
    1) chi sono secondo voi i “senatori” che hanno reso meno quest’anno?
    Io dico: Andujar, Barrientos, Almiron, Spolli.

    2) De Bellis chi lo portò qui a Catania? Lo Monaco o Gasperin?

    3) chi è che in società ha voluto De Canio? possibile che non sia mai trapelato nulla?

  40. Ip Address: 37.100.55.155

    maran a finito di soffrire almeno si evita la pesante condanna in b. le responsabilita’ lo sanno tutti di chi sono

  41. Ip Address: 37.116.34.153

    e comprare un attaccante a gennaio e due difensori , compreso il portiere era difficile
    al posto di esonerare maran , addio catania , ci aspettano le paludi della b

  42. Ip Address: 151.54.89.161

    cari amici tifosi,ricordiamoci che siamo terroni,avete visto la farsetta di Atalanta – Sassuolo?vi debbo insegnare io che il calcio italiano è il piu’ corrotto d’europa?paragonabile solo a quello Columbiano e di altri stati del cartello di medelin?cominciate a capire da quando il catania è retrocesso,ve lo dico io: da quando Pulvirenti è entrato in guerra contro la mafia del calcio,cioè la yuventus.Sono catanese fino al collo ,ma ho simpatia per quel pazzo di zamparini,schizzofrenico,testa di cazzo, ma quando decide di andare avanti investe e cambia tutto.pulverenticchio o come lo chiamate voi ,ninuzzo,c’è l’ha fatto finire come la Wind yet in mezzo alla merda,è un uomo senza….sta zitto e non parla mai.Lo Monaco,arrocante o prezzolato,non deve essere rimpianto,ma tutti sappiamo perché andato via,pilu e solo questione di pilu,quell’anno hanno sbolognato anche l’acchiappa farfalle Anducar,vi ricordate,anche Lui era entrato nella telenovellas del pilu.L’unico signore e artefice dell’ottavo posto è stato Gasparin,grande manager e grande Signore.la colpa maggiore la do al nostro grande giornale e i suoi giornalai de la Sicilia che per tutto l’anno hanno enfatizzato quel bidone di Barrientos,lento, mediocre,mezzo giocatore e mingherlino,si è creduto Messi,ai miei tempi poteva fare la riserva in C,giocatore inconcludente e che rallenta l’azione,in estate non voleva piu’ rimanere a Catania si sentiva da Champion,era meglio che lo davano agli arabi.cari amici tifosi,Lo Monaco vedrete che ritornerà,perchè era l’unico con tutti i suoi difetti che faceva cagare i giocatori,che come noi sono dipendenti e no dii.Forza sempre Catania.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu