Messina – Catania 0-0

 Scritto da il 15 novembre 2015 alle 18:45
Nov 152015
 

messina-catania

Finisce a reti inviolate l’atteso derby fra Messina e Catania. I rossazurri hanno disputato una partita tutt’altro che entusiasmante e conquistano un punto che non muove la classifica.
Un risultato tutto sommato giusto, anche se il Catania ha cercato più del Messina la via del gol, l’occasione più ghiotta capita sui piedi di Plasmati che da pochi passi manda a lato. Il Catania prova soprattutto con Calderini, il migliore in campo.
I maggiori pericoli per i rossazzurri sono arrivati dal settore di destra dove Parisi si è trovato in difficoltà. Ancora da rivedere il portiere Bastianoni, che continua a non riuscire a dare sicurezza al reparto arretrato, numerosi i rinvii sbagliati e su una sua respinta il Messina ha creato la più nitida palla gol.
Gli etnei tornano a fare punti fuori casa dopo le due sconfitte di fila, ma la classifica rimane deficitaria, terz’ultimo a quota 8 punti, in piena zona playout.

Pancaro: una prestazione molto positiva. Nel primo tempo abbiamo avuto qualche occasione, ma non ci siamo riusciti. Secondo me meritavamo di vincere la gara. Abbiamo provato a vincerla fino alla fine, ma niente di fatto. Russotto? E’ un problema, lo perdiamo per tanto tempo. Già dopo Falcone, è una brutta botta. Plasmati ha fatto bene finché ha potuto. Calil invece, mi ha soddisfatto perché può fare tutti i ruoli dell’attacco.

  14 Commenti per “Messina – Catania 0-0”

  1. Ip Address: 87.18.67.22

    Buonasera a tutti….
    Ma Pancaro è sempre soddisfatto anche se siamo in piena zona play out ….
    Calil oggi era l’ombra di se stesso.
    Caro allenatore io non sono soddisfatto.

  2. Ip Address: 151.44.204.122

    Dopo aver visto la partita con il Messina, non condivido diverse espressioni di soddisfazioni di alcuni giocatori. Manca la brillantezza delle partite iniziali! Non sarà che la consapevolezza di aver annullato l handicap così presto abbia appannato il gioco? Ci sono stati tanti infortuni ,lo posso capire però non riusciamo ad uscire ancora dalle zone basse della classifica. Addirittura il mister del Messina parla che raggiungeremo presto la zona alta della classifica!

  3. Ip Address: 94.167.33.198

    i punti di penalizzazione condizionano tutti i giocatori e qualcuno a buttato gia la spugna…l’impressione e che se non si esce subito dalla zona calda si rischia di essere risucchiati e addirittura finire in serie d.

  4. Ip Address: 91.253.32.111

    Dopo la sconfitta con la Juve Stabia ho l’impressione che regna un po’ di nervosismo , comunque la salvezza tranquilla e il traguardo che dobbiamo raggiungere

  5. Ip Address: 91.253.32.111

    CATANIA, le condizioni di Russotto
    15.11.2015 20:31 di Redazione ITA Sport Press
    articolo letto 365 volte

    Comunicato del Calcio Catania sulle condizioni di Andrea Russotto: “Andrea Russotto, costretto oggi da un infortunio a lasciare il campo anzitempo, è stato sottoposto ad esami diagnostici all’Ospedale Policlinico di Messina: i controlli hanno evidenziato la lussazione dell’articolazione acromion claveare della spalla sinistra. Previsti ulteriori accertamenti, nei prossimi giorni. Ad Andrea, un augurio di pronta e completa guarigione”.

  6. Ip Address: 95.250.27.204

    Buonasera raga!

    Oggi si e’ perso anche Russotto per un infortunio alla spalla se non erro
    stiamo proprio a posto.

    Piccola soddisfazione, abbiamo pareggiato con una delle prime della classe in casa sua. Tanti deboli non siamo.

    Sogni rosso e azzurri a tutti!

  7. Ip Address: 79.46.247.115

    Si ragazzi, io la penso come Giorgio. Considerati gli infortuni che ci stanno decimando, non siamo una brutta squadra, sebbene, con la stessa onesta’ devo riconoscere che non abbiamo la mentalità necessaria per distruggere il campionato. Come organico complessivo possiamo competere con i posti alti della classifica ma portiamo su ogni campo la maglia del Catania e le squadre cercano di batterci perché rappresentiamo una vittoria di prestigio, mentre con le altre hanno paurosi cali Di tensione come l’Akragas ieri in casa contro la casertana od il Foggia contro il Monopoli. Come si è’ scritto e detto la classifica dobbiamo cominciare a guardare al giro di boa del campionato ma purtroppo quegli 11 punti ci penalizzano tanto in questa stagione. Se a ciò uniamo gli infortuni pesanti occorsi a gente importante per il gioco di Pancaro, come quello a Falcone nelle ultime partite il migliore in campo o a Castiglia che faceva un lavoro sporco ma redditizio completiamo questo quadro non proprio esaltante.

  8. Ip Address: 62.2.176.13

    Buongiorno a tutti

    Io la penso come Joe. Di cosa é soddisfatto il Mister Pancaro?

    Non giochiamo a pallone. Ogni giocatore prende la palla e va da solo. Ma dove va non si sa! Passare la palla al compagno e tirare da lontano é vietato? E quando si fa prendere la porta é altrettanto vietato?

    Queste sono lacune del Mister! Ho capito che ci sono giocatori infortunati. Ma imparare a questi signori, che il calcio si gioca in 11 é il dovere del Mister!

    In 11 partite abbiamo fatto la media di 1.72 (punti 19) punti su 34 partite sarebbero 59 punti tolti 11 di penalizazzione rimangono 48 punti.

    Ragazzi io la lega pro non la conosco. La domanda con 48 punti ci salviamo o no?

    Sempre forza Catania.

  9. Ip Address: 151.19.52.188

    Buonasera a tutti i tifosi rossoazzurri. L’unica frase che speravo di non sentire da Mr. Pancaro e’ ” Calil puo’ giocare tutti i ruoli dell’attacco”. Forse ha ragione, lui sta facendo quello che puo’ con quello che gli hanno dato e lo sta facendo bene. Ma con quella frase e’ stato troppo ondivago. Faccia fare a chi gli sembra piu’ adatto l’attaccante centrale, quello che piu’ di tutti si deve occupare di fare goal, si trova nell’area avversaria e in tutti i modi cerca di fare goal. Prima pero’ saranno le ali ,se hanno iniziativa, ad arrivare alla linea di fondo, seguirla dribblando gli avversari,sin quasi alla porta per passare indietro e breve al compagno smarcato ( generalmente la seconda punta) che cosi’ non rischia il fuorigioco… Caro Mr. ad ognuno il suo ruolo ben definito, secondo me ovviamente. Con una rosa ridotta ai minimi termini causa infortuni, credo che anche gli arbitri svolgano un ruolo importante su cio’. Il calcio e’ uno sport di contatto,daccordo,ma non un’arte marziale né rugby. Ci sono regole precise che indicano le linee guida da tenere soprattutto agli arbitri affinche’ gli interventi tra calciatori non mettano a rischio la salute degli stessi, pena sanzione con cartellino giallo e rosso. Se gli arbitri lasciano picchiare non si tutela la salute dei calciatori e un contrasto quanto scorretto non sanzionato puo’ creare disfunzioni che alterano la dinamica del movimento calcistico corretto, in pratica si pongono le basi oltre ai traumi diretti per traumi indiretti come le lesioni muscolari.
    Un punto a Messina a me non scandalizza. Anzi…

  10. Ip Address: 91.253.94.218

    Buonanotte a tutti

  11. Ip Address: 2.226.180.6

    Dai non è tutto nero. Sono bravi giocatori. Gran lottatori. Sosteniamoli col tifo. Questa è un’altra storia serve umiltà, ma anche grinta in campo. Forza CT.

  12. Ip Address: 151.18.71.109

    Tutti i commenti letti dopo l ultima partita sono più o meno espressioni di moderata soddisfazione ma anche di convinzione che il fardello del gravoso handicap condizioni in maniera ancora pesante il gioco della squadra,D accordo sosteniamoli con nostro tifo! Però ,se si cominciano a fare i calcoli dei punti che occorrono per raggiungere la salvezza,questo è un sintomo di stato d animo depresso!Cerchiamo di reagire ,noi tifosi e compattiamoci attorno alla squadra! Lo dice un fedelissimo di sempre ,che ha seguito i rossoazzurri dalla serie A ed a tutte le serie inferiori

  13. Ip Address: 91.253.42.130

    Buongiorno a tutti, CATANIA, la frenata dopo il grande inizio. Contro il Foggia serve vincere
    17.11.2015 07:38 di Andrea Carlino
    articolo letto 377 volte

    Dopo un ottimo inizio di campionato il Catania si è inceppato. L’analisi de ‘La Gazzetta dello Sport’ focalizza l’andamento lento dei rossazzurri. In una sola settimana la squadra di Pancaro è stata capace di annullare la penalità di nove punti (poi arrivata a undici) grazie ai successi contro Matera, Monopoli e Ischia.

    Poi nelle ultime cinque partite solo cinque punti. L’ultimo successo risale al 25 ottobre (contro il Martina Franca), poi due pareggi nei derby (Akragas e Messina) e due sconfitte in Campania (Casertana e Benevento). Solo un calo fisiologico dopo la partenza iniziale o un calo derivato dagli infortuni e dalla preparazione fisica non ottimale? Infatti – come segnala il giornale milanese nelle sue pagine regionali – i rossazzurri hanno iniziato il campionato in ritardo e la condizione fisica ne sta risentendo.

    Gli ultimi infortuni, però, non sono legati al lavoro svolto in preparazione: Falcone (distorsione al ginocchio) e Russotto (lussazione alla spalla sinistra) non tornerà subito a disposizione del tecnico Pancaro. Una perdita non indifferente nel reparto offensivo degli etnei. Si tenterà di recuperare Castiglia, out per un infortunio muscolare patito proprio il giorno dell’ultima vittoria rossazzurra. Si spera, inoltre, che Ferrario, Musacci e Plasmati, tre elementi di valore e di categoria superiore dell’organico a disposizione di Pancaro, possano finalmente avere una condizione adeguata per dare il loro importante contributo.

    Il Foggia dell’ex De Zerbi incombe. E non sarà una sfida semplice, anzi. I ‘satanelli’ sono reduci dall’inatteso stop casalingo contro il Monopoli. Iemmello e compagni vogliano rifarsi e al ‘Massimino’, sabato sera alle 20.30, servirà il pubblico delle grandi occasioni per supportare i rossazzurri. Un successo darebbe nuova linfa alla squadra, servirebbe tantissimo per mettersi da parte il periodo grigio e darebbe un chiaro segnale alle principali squadre del girone: il Catania c’è e continuerà a lottare per le posizioni di vertice della classifica.

  14. Ip Address: 5.169.15.106

    Verremo a Catania a fare la nostra partita.Rispetto per il Catania ma timore di nessuno.Forza Foggia

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu