Mosse vincenti

 Scritto da il 10 Novembre 2019 alle 22:45  Aggiungi commenti
Nov 102019
 

Immaginavamo alla vigilia un altro spirito da parte dei rossazzurri che, invece, nel primo tempo e per metà della ripresa, hanno dato il peggio di loro  stessi.

Difficile trovare il migliore perché tanti, tutti, sono  stati i  peggiori.

Si è avuta addirittura l’impressione che non avessero voglia neppure di giocare, lenti come non mai e dribblati spesso come birilli dagli avversari.

I pazienti pochi spettatori che hanno dovuto fra l’altro fare i conti con l’inesperienza dei nuovi steward ai cancelli d’ingresso, hanno cercato di dare la scossa alla squadra regalando qualche immeritato applauso agli spaesati calciatori etnei, capaci di subire una rete dopo solo cinque minuti dalla squadra bianconera che non era la Juve ma neppure lo Spezia e nemmeno l’Ascoli, ma una squadra dello stesso girone che naviga al diciannovesimo penultimo posto, con nove punti e ventidue gol subiti prima di questo incontro, ma che, davanti ai timidi piedini dei tizi in maglietta rossazzurra, sembravano essere effettivamente la Juve di Ronaldo e Higuain. E i nostri? Le belle statuine!

I meritati fischi alla fine del primo tempo, hanno accompagnato nello spogliatoio i rossazzurri e si sperava in un inizio di ripresa più battagliero con il cambio di modulo disposto a Lucarelli che passava dal 3/5/2 al 4/3/1/2 con Lodi spostato in posizione di trequartista e con Biondi al posto di un poco incisivo Calapai.

Dopo il nulla,  al cinquantottesimo  triplo cambio del Catania  con Mazzarani, Di Molfetta e Catania a sostituire Lodi, Biagianti e Curiale, apparso oramai l’ombra di se stesso.

D’incanto la musica è cambiata e la squadra è apparsa in palla e  trasformata.

Infatti, solo dopo quattro minuti dall’entrata sul terreno di gioco, Mazzarani da dentro l’area, raccoglieva un pallone sporco che scagliava con forza in rete.

Il pareggio stordiva gli avversari che perdevano le sicurezze iniziali, mentre il Catania acquisiva la sicurezza per ribaltare il risultato che, al minuto settantadue, arrivava per merito di Di Piazza che con un preciso diagonale trafiggeva Polverino.

Il vantaggio, ovviamente, provocava la reazione avversaria ma priva di efficacia.

A nove minuti dal novantesimo, Bucolo rimpiazzava uno stanco Dall’Oglio e dopo quattro minuti di recupero, il Catania raccoglieva i tre punti pieni preziosi per il prosieguo del suo campionato, mentre la Sucula Leonzio dovrà attendere i successivi impegni per togliersi dalle sabbie mobili nelle quali si trova al momento.

Complimenti a mister Lucarelli per aver saputo individuare gli elementi non entrati oggi in partita, a partire da Lodi non a suo agio in posizione più avanzata ed a parte qualche buon pallone smistato sulle fasce, benché libero da marcature importanti, non è stato in grado di assicurare una prestazione convincente ed alla sua altezza.

È stato anche oggi confermato che in serie C si corre e si pressa ed una squadra che difetta in questi fondamentali,  non può aspirare alle posizioni di alta classifica.

Oggi è stato proposto dall’inizio il 3/5/2 con Esposito, Biagianti e Silvestri in difesa, Calapai e Pinto sulle fasce, Dall’Oglio, Lodi e Rizzo centrali di centrocampo ed in avanti Di Piazza e Curiale.

Si spera che il tecnico, col passar del tempo, si affidi agli elementi più adeguati per la serie C e più in forma, perché il tempo della fiducia verso qualcuno dei titolari scesi in campo dall’inizio, pare sia finito.

Ai microfoni, il tecnico si è complimentato con la squadra per aver avuto la forza di ribaltare la partita. Conferma di non poter far giocare insieme Mazzarani e Lodi ed ha affermato che con l’atteggiamento del primo tempo si fa fatica pure a fare una passeggiata ad Aci Trezza. Forse, scherzando, i ragazzi pensavano si giocasse alle 18,30.

Anche Di Piazza ha espresso la sua soddisfazione per la vittoria che dimostra la forza del gruppo ma si deve giocare dal primo minuto evitando di regalare un tempo agli avversari. Il gol lo ha dedicato alla sua famiglia e al patron Pulvirenti che gli ha predetto che avrebbe segnato.

Tommaso Silvestri si scusa per la prestazione vergognosa del primo tempo ma è contento di essersi ritrovato nel secondo tempo insieme alla squadra con il giusto spirito di abnegazione e la fame necessaria per ribaltare il risultato.

Continuiamo ad andare avanti partita dopo partita senza guardare chi sta davanti per non scoraggiarci.  Non possiamo far altro.

 

 

  16 Commenti per “Mosse vincenti”

  1. Ip Address: 62.2.176.13

    Bellissimo articolo Raggio Libero.
    Ma Pinto che non sa giocare a pallone. E solo una mia convinzione o é veramente cosi? Marchese é di nuovo infotunato?

    Gaetano mi hai spiazzato :mrgreen: :mrgreen:

  2. Ip Address: 87.17.28.107

    Un Catania inguardabile nel primo tempo trasformatosi quando in campo tre senatori hanno lasciato il terreno di gioco. Casualità mistero o è la vecchiaia che fa il suo corso?

  3. Ip Address: 2a04:cec0:1139:78e1:0:65:c2be:6f01

    La condizione atletica e’ quella che e’…..ho visto personne anziane con ritmi superiori…….non vanno mai ad aiutare il compagno senza palla…e non sanno fare il gioco senza palla………si fanno trovare sempre in fuorigioco e…non capitera’ spesso di avere un passaggio da un avversario quando si e’ un fuorigioco ( vd azioni dei 2 goals)

  4. Ip Address: 2001:b07:5d2e:3854:bc8c:3de7:c602:53f4

    Io so solo che il Catania non può fare a meno di lele catania di Sarno e di Molfetta non a caso senza di loro siamo andati male. Lodi deve andare in pensione Curiale può giocare solo negli ultimi 15 minuti per il resto possiamo giocarcela con chiunque

  5. Ip Address: 95.252.169.251

    Partita orribile dominata dalla Leonzio che sembrava il Real Madrid contro una squadra di perecottari stanchi di vivere.
    Se non fosse per i due gentili regali offerti dalla squadra dei “munnizzari” saremmo qui a
    parlare dell’ ennesima vergognosa sconfitta contro una derelitta.
    Lucarelli viene lodato per i cambi ma e’ stato lui a sbagliare inizialmente la formazione!

  6. Ip Address: 93.48.247.89

    Curiale è l’ombra di se stesso, oramai è un capitale a fondo perduto basta perseverare!!

  7. Ip Address: 151.36.99.145

    Buona sera a tutti ❤️💙 per motivi familiari non ho visto la partita , leggo da più parti che c’è stato un primo tempo a dir poco vergognoso solo nel secondo tempo siamo riusciti a ribaltare il risultato contro la penultima in classifica di buon solo i tre punti per la salvezza

  8. Ip Address: 151.66.158.16

    Bruttissimo primo tempo al punto da essere schifato e nauseato da una squadra dominata da una modestissima Leonzio. Meno male dei cambi azzeccati di Lucarelli nel 2^tempo. Comunque con un’altra squadra appena meno scarsa della Leonzio forse avremmo perso!

  9. Ip Address: 62.2.176.13

    Dai ragazzi
    che nelle interviste di Pulvirenti e di Lucarelli siamo una squadra da primi posti………………………

    E dopo ce chi dice che siamo noi tifosi che vogliamo la luna. Dopo 14 partite si é capito che siamo una squadra mediocre se non da retrocessione e questi pazzi dicono che siamo da primi posti.

    Giusto non possono dire che facciamo schifo……………..ma almeno si stiano ziti!

    Non si vede nessuna luca allla fine del tunnel……………………… 👿 👿

  10. Ip Address: 62.2.176.13

    da itasport
    Il Rieti Calcio ha evitato il fallimento qualche settimana fa, ma la situazione non è affatto migliorata. Regna il caos assoluto a livello societario, è fortemente a rischio la presenza della squadra per il match contro la Reggina di domenica 17 novembre: i giocatori hanno annunciato lo sciopero, e se non si presentassero per due gare di fila allora diverrebbe automatica l’esclusione dal campionato di Serie C, sulla scia di tanti altri club delle edizioni passate della terza serie (e non). D’altronde, il contesto lavorativo si è fatto altamente complicato: il campo d’allenamento è chiuso dal comune per i 7mila euro di bollette non pagate, mensilità ai tesserati non pagate per luglio, agosto e settembre. Finora la squadra è comunque scesa in campo in questo avvio di Lega Pro, totalizzando 12 punti in 14 partite, ma ora la situazione pare proprio irreparabile.

    In ottobre le quote del presidente Curci erano passate a Italdiesel, ma nulla sembra sistemato.

  11. Ip Address: 62.2.176.13

    Al confronto stiamo bene anzi benissimo :mrgreen: :mrgreen:

  12. Ip Address: 2001:b07:5d2e:3854:c042:8e03:d3c1:2913

    Io non vi capisco abbiamo pareggiato in casa contro una squadra che avrebbe dovuto ammazzare il campionato e se avessimo vinto non avremmo rubato nulla ora leggo che per fortuna abbiamo incontrato la Leonzio che è penultima con qualsiasi altra squadra avremmo perso. Io non voglio offendere nessuno ma se cambiaste squadra a me non dispiacerebbe se proprio desiderate partire dalla serie d o eccellenza fate pure tanto la media spettatori non sarà tanto diversa da quella che c’era in serie A quando il Catania era in A e lo stadio era pieno solo con juve Inter e Milan ma persino Pescara e Lecce che lottavano per non retrocedere aveva più pubblico di noi che vergogna

  13. Ip Address: 151.37.51.246

    Buon pomeriggio a tutti ❤️💙hai ragione jamajama oramai siamo diventati una barzelletta dove prendiamo scoppole ovunque non dimentichiamoci Vibo Valentia , non ho commentato la partita contro la leonzio perché non l’ho vista ma mi sembra di capire che è sempre pane e cucuzza ora capisco perché i tifosi incominciano a disertare lo stadio nonostante il numero degli abbonamenti……..tutto questo per una squadra che lotta solo per la salvezza non ci resta che guardare le immagini degli anni passati stadio sempre pieno e colorato la nostra tifoseria sempre invidiata da tutti

  14. Ip Address: 93.46.56.84

    Scusate il mio sfogo avete ragione bisogna riempire lo stadio e sostenere la squadra solo quando si è in Serie-A e le cose vanno bene se no non ci resta che fare i professoroni spacciandoci per allenatori e direttori sportivi speriamo di non vincere il ricupero con la Paganese se no saremmo al 6 posto in classifica con un badget da 4 soldi. Io mi auguro che non accada questo così sentirò la solita filastrocca tediosa a cui ormai mi avete abituato

  15. Ip Address: 62.2.176.13

    Gaetano amico mio ma che dici?

    Noi non speriamo che il CT va in D e nemmeno in eccellenza. Noi speriamo che il CT vada in A! Ma le partite le vediamo e le commentiamo. Con la Leonzio abbiamo fatto schifo! E lo stesso tifiamo e tiferemo sempre Catania!

    E le minghiate di Pulvirenti e Lucarelli che siamo da primi posti li abbiamo letti e non ce li siamo inventati!

    A me fa più piacere vedere il Catania in serie A che in serie C ma come te anche se sono in C li gaurdo lo stesso. (I miei figli mi hanno preso per pazzo, perché in contemporanea giocavano Liverpool-Man City).

    Mexxican il telefonino non te lo sei portato? Elevensport si vede anche sul telefonino :mrgreen: :mrgreen:

  16. Ip Address: 151.18.75.45

    Intanto- Paganese – Catania sarà recuperata mercoledì 11 dicembre, ore 14:30.,😩😫🥺niente male come orario 🙄. Certamente jamajama il telefonino me lo porto sempre dietro 😉 pensa che tante partite le ho viste mentre che mi trovavo tra i grigioni e il Ticino, purtroppo stavolta non potevo collegarmi con eleven

 Lascia un commento

ATTENZIONE: I contenuti dei commenti rappresentano ESCLUSIVAMENTE il punto di vista dell'autore. Nei commenti e' vietato compiere o indurre a compiere qualsiasi tipo di reato, ed e' vietato Danneggiare, lesionare in alcun modo i diritti altrui. E che il commento non abbia contenuto razzista o sessista, non sia offensivo, calunnioso o diffamante. La Redazione si riserva il diritto di rimuovere i commenti che violino le precedenti regole a suo insindacabile giudizio. Gli IP sono registrati ed utilizzati in caso di controversie per intraprendere percorsi legali contro i molestatori.


(Richiesto)

(Richiesta. Non sarà pubblicata)

Question   Razz  Sad   Evil  Exclaim  Smile  Redface  Biggrin  Surprised  Eek   Confused   Cool  LOL   Mad   Twisted  Rolleyes   Wink  Idea  Arrow  Neutral  Cry   Mr. Green

su
giu