Musacci al Catania

 Scritto da il 9 settembre 2015 alle 18:35
Set 092015
 

Gianluca-Musacci

Il Calcio Catania S.p.A. comunica di aver acquisito a titolo definitivo il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Gianluca Musacci. Il centrocampista, nato a Viareggio (Lucca) il 1° aprile 1987, ha sottoscritto un contratto annuale con opzione per il prolungamento fino al 30 giugno 2017. Nella stagione sportiva 2014/15, in Serie B, Musacci ha collezionato 26 presenze, indossando le maglie del Frosinone e della Pro Vercelli.

  69 Commenti per “Musacci al Catania”

  1. Ip Address: 79.13.63.49

    Benvenuto Musacci, con lui il centrocampo dovrebbe ragionare. Adesso caccia al portiere e alla punta pesante da 20 gol. Sarà difficilissimo risalire la china quest’ anno, ma sognare non costa nulla. Domenica potremo già guardare due squadre a 6 punti e noi ancora a meno nove. Aveva ragione Nada: “ma che freddo fa”.

  2. Ip Address: 91.253.150.116

    Speriamo catanese a Napoli

  3. Ip Address: 95.251.153.35

    Buonasera raga’!

    Speriamo bene Catanese a Napoli!

    Notte a tutti i tifosi del Catania vicini e lontani!

  4. Ip Address: 95.251.153.35

    mercoledì 9 settembre 2015

    Aggregati il portiere classe 1991 Elia Bastianoni, libero da contratto, ed il difensore classe 1992 Kastriot Dermaku, in possesso di “nulla osta” concesso dall’Empoli Football Club

    Bye bye!

  5. Ip Address: 87.13.247.50

    Buongiorno raga’!

    Stamattina cielo nuvoloso con la temperatura fresca.

    Parziale articolo:

    CALCIOSCOMMESSE, processo bis per Genoa e Lecce il 17 settembre
    10.09.2015 07:40 di Andrea Carlino Twitter: @acarlino8

    Il legale di Ferrario, attualmente al Catania, Stefano De Rensis, ha chiesto un rinvio perchè impegnato nell’arringa finale in un altro processo). Si tratta della discussione del ricorso del procuratore federale Palazzi e relativo alle ipotesi di illecito sportivo per Lazio-Genoa e Lecce-Lazio. La Corte d’Appello Federale dovrà decidere sulla richiesta di 3 punti di penalizzazione per le due società, e 3 anni e mezzo per i giocatori incolpati per illecito sportivo.

    Buona giornata a tutti!

  6. Ip Address: 62.2.176.13

    Buongiorno a tutti.

    Ancora non ho trovato un sceicco che vuole comprare il Catania! Allora ci teniamo lo scecco (pulvis)!

  7. Ip Address: 79.4.15.37

    Buongiorno a tutti…..
    Costa troppo con 30 milioni si compra una squadra di serie A.
    rassegnamoci, non ci sarà nessuno se il Pulvi non abbassa il prezzo.

  8. Ip Address: 87.13.247.50

    Ciao jamajama e joe! 😉

    E’ vero nessuno comprera’ il Catania e ci troviamo un delinquente presidente 😡 😡 😡

    Buon appetito a tutti!

  9. Ip Address: 87.13.247.50

    Salve raga’!

    Lega Pro, le regole per le rose della prossima stagione
    L’assemblea di Lega Pro, ha stabilito le regole per la formazione delle rose che andranno ad affrontare la stagione 2015/2016.

    L’assemblea di Lega Pro, tenutasi oggi a Firenze ha stabilito le nuove indicazioni per le rose che affronteranno il terzo campionato italiano nella prossima stagione.
    Secondo quanto riportato da Tuttomercatoweb le rose dovranno essere formate da 24 giocatori. Per accedere ai contributi previsti dalla Legge Melandri, 8 giocatori della rosa dei 24 dovrà essere under 21. Con questo numero si incasserà il massimo degli introiti.
    I club avranno la possibilità di avere anche solo quattro under 21, ma in questo caso non saranno previsti i contributi della Legge Melandri, mentre chi ne avrà più di quattro disporrà di un minor numero di contributi, il massimo come detto prima si otterrà con la presenza di otto under.

  10. Ip Address: 91.253.119.224

    Buon pomeriggio a tutti

  11. Ip Address: 91.253.119.224

    L’infame non ha nessuna intenzione mollare l’osso ,

  12. Ip Address: 87.13.247.50

    Salve raga’!

    Le possibili date del campionto del Catania

    Ecco il nuovo calendario del Catania in base alle modifiche approntate. Sono state posticipate le gare della prima giornata (contro il Monopoli) e della seconda (contro il Cosenza). Rossazzurri in trasferta per le prime due partite contro Matera e Monopoli, poi due gare casalinghe con Ischia e Cosenza.
    3 GIORNATA (20 settembre 2015)
    Matera-Catania
    1 GIORNATA (23 settembre 2015 – gara in attesa di ufficializzazione)
    Monopoli-Catania
    4 GIORNATA (27 settembre 2015)
    Catania-Ischia
    2 GIORNATA (30 settembre 2015 – gara in attesa di ufficializzazione)
    Catania-Cosenza
    5 GIORNATA (4 ottobre 2015)
    Lecce-Catania
    6 GIORNATA (11 ottobre 2015)
    Catania-Catanzaro
    7 GIORNATA (18 ottobre 2015)
    Casertana-Catania
    8 GIORNATA (25 ottobre 2015)
    Catania-Martina Franca
    9 GIORNATA (1 novembre 2015)
    Juve Stabia-Catania
    10 GIORNATA (8 novembre 2015)
    Catania-Akragas
    11 GIORNATA (15 novembre 2015)
    Messina-Catania
    12 GIORNATA (22 novembre 2015)
    Catania-Foggia
    13 GIORNATA (29 novembre 2015)
    Lupa Castelli Romani-Catania
    14 GIORNATA (6 dicembre 2015)
    Catania-Benevento
    15 GIORNATA (13 dicembre 2015)
    Melfi-Catania
    16 GIORNATA (20 dicembre 2015)
    Catania-Paganese
    17 GIORNATA (10 gennaio 2016)
    Fidelis Andria-Catania
    18 GIORNATA (17 gennaio 2016)
    Catania-Monopoli
    19 GIORNATA (24 gennaio 2016)
    Cosenza-Catania
    20 GIORNATA (31 gennaio 2016)
    Catania-Matera
    21 GIORNATA (7 febbraio 2016)
    Ischia-Catania
    22 GIORNATA (14 febbraio 2016)
    Catania-Lecce
    23 GIORNATA (21 febbraio 2016)
    Catanzaro-Catania
    24 GIORNATA (28 febbraio 2016)
    Catania-Casertana
    25 GIORNATA (06 marzo 2016)
    Martina Franca-Catania
    26 GIORNATA (13 marzo 2016)
    Catania-Juve Stabia
    27 GIORNATA (20 marzo 2016)
    Akragas-Catania
    28 GIORNATA (24 marzo 2016)
    Catania-Messina
    29 GIORNATA (3 aprile 2016)
    Foggia-Catania
    30 GIORNATA (10 aprile 2016)
    Catania-Lupa Castelli Romani
    31 GIORNATA (17 aprile 2016)
    Benevento-Catania
    32 GIORNATA (24 aprile 2016)
    Catania-Melfi
    33 GIORNATA (1 maggio 2016)
    Paganese-Catania
    34 GIORNATA (8 maggio 2016)
    Catania-Fidelis Andria

  13. Ip Address: 91.253.1.59

    Dai prima di Natale inizieremo

  14. Ip Address: 87.13.247.50

    Sera raga’!

    Amichevole contro il Noto e nessuno sapeva niente! 😡
    Incominciamo bene ❗

    CATANIA, tre reti al Noto al ‘Massimino’. A segno Calil, Falcone e Schisciano
    10.09.2015 17:18 di Andrea Carlino Twitter: @acarlino85
    CATANIA, tre reti al Noto al ‘Massimino’. A segno Calil, Falcone e Schisciano
    Il Catania ha disputato un test match al ‘Massimino’ contro il Noto finito per 3-0 con reti di Calil, Falcone e Schisciano.

    La società, con una nota apparsa sul sito ufficiale, comunica che la sceltà di giocare nell’impianto cittadino è stata causata dall’impraticabilità dei campi del centro sportivo di Torre del Grifo, sede degli allenamenti della squadra diretta da Pippo Pancaro.

    CATANIA-NOTO 3-0

    MARCATORI: pt 38′ Calil; st 18′ Falcone, 35′ Schisciano

  15. Ip Address: 87.13.247.50

    Sogni rossi e azzurri a tutti! 😉

  16. Ip Address: 79.13.63.49

    Purtroppo sono riuscito a vedere su Facebook solo le tre reti , tutte di buona fattura. Ho notato discreti automatismi che confermano il lavoro svolto e la ricerca degli scambi anche dentro l’area avversaria. Ovviamente abbiamo giocato contro il Noto, ma a Matera sarà diverso. Quella squadra viene dai play off dello scorso anno e già è’ partita col piede giusto conquistando tre punti alla prima di campionato. Ci vorrà un Catania battagliero ed in palla per riuscire a cogliere la vittoria esterna che porterebbe morale e punti importanti.

  17. Ip Address: 87.1.34.115

    Buongiorno raga!

    Stamattina cielo nuvoloso con la temperatura fresca.

    Ciao Tullio! 😉

    Buona giornata a tutti!

  18. Ip Address: 79.13.63.49

    Buongiorno a tutti. Siamo in attesa di novità sul fronte portiere e centravanti. Speriamo bene

  19. Ip Address: 91.253.34.45

    Buongiorno a tutti

  20. Ip Address: 87.1.34.115

    Ciao Catanese a Napoli e Mexxican! 😉

  21. Ip Address: 91.253.60.173

    CATANIA, in vista della sfida di Matera l’11 probabile e l’analisi dei reparti
    11.09.2015 15:29 di Beppe Castro
    articolo letto 796 volte

    In attesa degli ultimi botti di mercato, la dirigenza del Catania trae le definitive conclusioni in vista dell’inizio del campionato fissato per domenica 20 settembre a Matera. Sicuramente arriveranno un portiere, un difensore centrale e una punta anche se per il reparto avanzato c’è abbondanza. Tra nuovi arrivati e giovani che si sono messi in evidenza durante le partite amichevoli pre campionato, il tecnico Pippo Pancaro ha sette elementi per tre maglie in attacco. A centrocampo le cose vanno anche bene visto che quattro giocatori si giocano il posto con uno solo che a Matera partirà dalla panchina. Pochi dubbi in difesa visto che tra infortuni e la squalifica di Ferraro, il mister è in emergenza anche se potrebbe arrivare una buona notizia dal mercato.

    A più di una settimana dalla sfida del “XXI Settembre-Franco Salerno” di Matera, azzardiamo l’11 titolare che esordirà in campionato:

    CATANIA (4-3-3): Liverani; Parisi, Bacchetti, De Rossi, Nunzella; Castiglia, Agazzi, Scarsella; Russotto, Calil, Falcone.

    Analisi reparto per reparto per Matera:

    Portiere: Liverani a Matera partirà titolare anche se l’eventuale arrivo di Ciro Polito cambierebbe le cose.

    Difesa: obbligate le scelte dell’allenatore del Catania. Novità potrebbero arrivare dal mercato ma al centro Bacchetti e De Rossi hanno il 99% di partire dal 1’ minuto

    Centrocampo: Pancaro potrebbe far giocare assieme Agazzi e Musacci ma in questo caso uno tra Castiglia e soprattutto Scarsella dovrebbe accomodarsi in panchina. Probabile però che il mister etneo tenga pronto per la ripresa l’ex Parma visto che nelle gambe non ha ancora i 90’ minuti.

    Attacco: scalpitano i giovani rampanti Di Grazia, Rossetti, Barisic e Tortolano ma vista la squalifica di Calderini, Pancaro, secondo le indicazioni emerse dopo i test con Gela e Noto, si affiderà al trio Russotto, Calil e Falcone.

    Squalificati: Ferrario (d) e Calderini (a)

    Cosa va: la squadra in fase di non possesso palla dà segnali incoraggianti al mister

    Cosa non va: bisogna migliorare la fase di costruzione visto che la manovra a volte è farraginosa. La condizione fisica non è al 100% a 9 giorni dalla sfida di Matera ma la squadra mostra progressivi miglioramenti.

  22. Ip Address: 95.239.107.242

    Buonasera raga’!

    Proviamo a fare la squadra titolare:

    Liverani
    Nunzella Bastrini (da recuperare) Ferrario Parisi
    Castiglia Musacci Scarsella
    Calderini Calil Russotto

    Squadra delle riserve
    Ficara
    Ramos Bacchetti De Rossi (ne manca uno)
    Russo Agazzi Lulli (Piermateri, Sessa)
    Falcone Rossetti (Di Grazia) Tortolano (Barisic)

    La rosa e’ di 25 giocatori.

    Ci sono pero’ solo due portieri.

    Attualmente i difensori del Catania ne sono sette.

    I centrocampisti ne sono nove.

    Gli attaccanti ne sono sette.

    Totale 25 giocatori, per le regole di Lega Pro i titolari ne devono essere 24.

    Quindi ci manca un portiere e un terzino. Un giocatore, anche se tesserato per il Catania, non dovrebbe essere nella lista dei ventiquattro.

    Sogni rosso e azzurro a tutti! 😉

  23. Ip Address: 79.42.95.91

    Anche se non invio commenti,vi seguo sempre.
    Ancora la squadra non è al completo,e non ha i 90 minuti ed è ovvio,speriamo bene non vedo l’ora che inizi il campionato,da parte della società per la cessione tutto tace.
    Salutoni a tutti voi e sempre Forza Catania

  24. Ip Address: 91.253.114.190

    Buongiorno a tutti pari , Un’altro week end senza calcio !!!!!!!!

  25. Ip Address: 87.16.3.52

    Salve raga’!

    Ciao avvilito ma non sconfitto e Mexxican ………. (pulvirenti dimettiti)! 😉

    Ancora fermo il calciomercato del nostro amato Catania.

    Buon appetito a tutti!

  26. Ip Address: 79.13.63.49

    Ciao ragazzi, penso sia un azzardo ipotizzare una formazione in vista della sfida col Matera, in quanto nella prossima settimana si dovrebbe definire il portiere ( sembra Polito), il terzino/centrale e la punta. Si parla di Pesoli e Stanco, il ventottenne in forza al Modena di 1’91 che col cittadella lo scorso anno mise dentro la palla del 2-3 aggiudicando la sfida ai granata. Masucci dovrebbe avere le chiavi del centrocampo, ma sembra non abbia i 90 minuti e dovrebbe partire nel secondo tempo. Certo che ci mancano le partite, stasera mi consolerò con il tennis.

  27. Ip Address: 95.250.26.170

    Sogni rosso e azzurro a tutti! 😉

  28. Ip Address: 80.116.200.92

    Buongiorno e buona domenica a tutti! 😉

    Nulla da segnalare sul calciomercato!

  29. Ip Address: 91.253.85.225

    Non capisco tutto questo accanimento, da parte di pochi tifosi, verso il nostro ex presidente. Alla fine ha tentato di imbrogliare senza riuscirci, e giustamente sta pagando per il suo sbaglio. Vi ricordo che viviamo nella patria dell imbroglio dove i politici sono dei gran maestri. Ahimè mi piacerebbe essere smentito per questo mio pensiero. Buona domenica a tutti da Siderno marina.

  30. Ip Address: 80.116.200.92

    Ciao Catanese a Siderno.

    In un primo momento pensavo che l’avesse fatto per amore verso il Catania squadra ma poi le conseguenze sono state catastrofiche.
    Ha macchiato la nostra bandiera con un atteggiamento da delinquente, in Lega Pro con 9 punti di penalizzazione. I pagamenti in ritardo ai giocatori e quindi altri punti di penalizzazione, speriamo solo che con l’appello c’e’ li riducono.
    Con il patteggiamento ci siamo salvati dalla Serie D.
    Le regole ci sono per tutti e’ ovvio se non hai le spalle coperte sono azzi suoi. Ci e’ caduto come un cretino e fesso e ancora dobbiamo scoprire chi sono i corrotti.

    Per me ha fatto una cosa gravissima e se amava il Catania non l’ha doveva fare, piuttosto scendere il Lega Pro con onore. Adesso ha perso parecchi soldini con i giocatori regalati a dx e manca e deve pagare ancora altri soldini per l’immagine del campionato che abbiamo fatto.

    Buon appetito a tutti!

  31. Ip Address: 37.227.187.164

    Buona domenica a tutti

  32. Ip Address: 37.227.187.164

    Ciao catanese a siderno , la verità di quando è successo al nostro CATANIA non la sapremo mai …….. Basta vedere che chi ha venduto non è stato nemmeno punito

  33. Ip Address: 176.244.68.250

    Ciao a tutti godiamoci questa ultima domenica tranquilli e rilassati prima dell’inferno. Catanese a siderno , il problema non è’ solo legato alle ultime megagalattiche fesserie compiute dal signor Pulvirenti che hanno imperversato sulla stampa nei mesi estivi, ma l’assenza di dialogo con i tifosi per due anni, l’affidamento totale della società nelle mani di un procuratore incompetente a gestirla, due campagne acquisti assurde ed elementi di valore tra quadri societari, allenatori e giocatori fatti fuori con difese ad oltranza di uomini che per mera arroganza e per non peccare di incompetenza sono stati difesi e confermati Sino all’ultimo. Ti basta? Ci sarebbe ancora da scrivere ma lasciamo perdere!

  34. Ip Address: 187.61.160.150

    salve, su in sito dei rosella ho letto che venerdi notte e successa una mega rissa tra gruppi della nord e gruppi della falange,in quanto molti ultras della nord vogliono sporsarsi nella sud, sapete voi qualche alta cosa su questo che e successo

  35. Ip Address: 151.37.73.119

    Buonasera a tutti i tifosi rossoazzurri. Imprenditore. Per fare l’imprenditore non bisogne essere necessariamente un fuorilegge,ma neanche un curato di campagna. Bisogna essere fondamentalmente onesti ma non fessi. Bisogna avere il fiuto per gli affari e soprattutto sapere chi hai davanti con il quale tratti. Poi per prendere delle decisioni bisogna pensarci non una ma mille volte. Io la penso cosi’. Ora, sappiamo tutti benissimo cosa succede nel calcio, ci siamo. Ma se io vinco barando e tutti fanno finta di non sapere che lo faccio, saro’ comunque etichettato come quello che vince perché in un modo o nell’altro lo fanno vincere. Agli occhi del mondo vorrei vincere o perdere in modo naturale, perché che si voglia o no, d’ora in poi saremo etichettati come bari ,inteso come truffatori. Pare ancora che il Sig. Pulvirenti fosse pure loquace con gli arbitri…Adesso grazie a costui e collaboratori come lui, siamo stati costretti a raccogliere gente che corre, qua e la’, ad iniziare con un bel -9 in lega pro e dover chiedere scusa a mezzo mondo. Questi signori, per me possono fare le valigie e sparire. Il mondo e’ grande.

  36. Ip Address: 93.56.76.13

    CATANIA, seduta pomeridiana a Torre del Grifo. Lunedì presentazione di Agazzi, Liverani e Russotto
    13.09.2015 20:17 di Andrea Carlino
    articolo letto 390 volte

    Domenica di lavoro a Torre del Grifo, per il Catania. Come riporta la società rossazzurra, con una nota apparsa sul sito ufficiale, Bastrini, Bacchetti, Russotto e Sessa hanno svolto nuovamente programmi individualizzati. Lunedì, rossazzurri a riposo. Martedì pomeriggio la ripresa in vista di Matera-Catania, in programma domenica prossima. Domani, presso la sala conferenze di Torre del Grifo il Catania presenterà ufficialmente alla stampa ed agli operatori dell’informazione i neo-rossazzurri Davide Agazzi, Luca Liverani ed Andrea Russotto. Al termine della presentazione, i calciatori risponderanno alle domande dei giornalisti.

  37. Ip Address: 82.53.46.236

    Buongiorno raga’!

    Qui e’ una bella giornata con la temperatura buona anzi un po calda.

    Ciao paolo di acireale! 😉

    E’ successo davvero! Non ci credevo! Ancora non inizia il nostro campionato e i nostri si azzuffano per motivi a me incomprensibili! Roba da matti! 😡

    Castello Ursino, rissa tra tifosi del Catania
    «Erano un centinaio con caschi e bastoni»

    CASSANDRA DI GIACOMO, MARCO DI MAURO 12 SETTEMBRE 2015

    CRONACA – Lo scontro è iniziato intorno alle 22. Protagonisti due gruppi opposti di sostenitori rossazzurri che per lunghi minuti si sono affrontati lanciando anche oggetti in metallo. «È cominciato quasi all’improvviso – afferma un testimone – ero a cena in uno dei ristoranti della zona e abbiamo sentito delle urla incredibili». Guarda le foto
    Una rissa ha coinvolto almeno un centinaio di persone in piazza Castello Ursino, intorno alle 22. Protagonisti dell’episodio due gruppi di sostenitori del Calcio Catania. Lo scontro è avvenuto davanti la sede della Falange d’assalto, nei dintorni di piazza Federico di Svevia. Quasi tutti i partecipanti, raccontano in molti, indossavano il casco e avevano dei bastoni. Una violenza culminata con un fitto lancio di oggetti in metallo. «Si lassaru curriri cosi pazzesche – commenta un residente – Anche le transenne».
    «È cominciato quasi all’improvviso – afferma un testimone – ero a cena in uno dei ristoranti della zona e abbiamo sentito delle urla incredibili». «Erano circa un centinaio, sono arrivati in motorino, avevano caschi e bastoni e se le sono date di santa ragione», fa eco un residente. «Tutto è durato due-tre minuti». Qualcuno ha cercato di intervenire, degli abitanti hanno lanciato una sedia da un balcone. «L’abbiamo fatto noi, per cercare di dividerli», conferma una donna.
    Per qualche minuto il centro storico è diventato un vero e proprio campo di battaglia. Alcune auto sono state danneggiate, a terra anche uno specchietto e un fanale di qualche scooter. La rissa è durata fino all’arrivo delle forze dell’ordine. «Sono arrivate quattro pattuglie tra polizia e carabinieri – spiega un cittadino – ma non l’ambulanza, perché chissi su di chiddi ca si curunu suli».
    PrecedenteSuccessiva
    Il Castello Ursino è considerato territorio della Falange d’assalto, il primo movimento ultras etneo nato nel 1979. Un gruppo della Nord che – dopo alcuni dissidi avuti con altri tifosi rossazzurri di base in piazza Dante – quest’anno ha deciso di spostarsi in curva Sud. Una scelta netta di dissenso rispetto al passato, tenendo in considerazione che l’organizzazione della Nord era stata fondata proprio dalla Falange. Quelle viste questa sera sono scene accadute anche qualche anno fa, quando in piazza Carlo Alberto si erano affrontati due gruppi ultras.
    Pochi minuti dopo lo scontro, circa 50-70 tifosi del gruppo A sostegno di una fede si trovavano davanti al giardino di via Biblioteca, nel loro territorio. Discutevano a gruppetti, in maniera molto concitata; tra loro anche i leader della Nord. Secondo alcune testimonianze, le prime avvisaglie della rissa sarebbero partite proprio da piazza Dante. In piazza Castello Ursino restano a terra grosse pietre, qualche maglietta, pezzi di legno e frammenti di sedie. «Basta distrarsi dieci minuti e vedi cosa succede a Catania – commenta un’abitante – Un centinaio di persone sotto casa che si lanciano di tutto».

  38. Ip Address: 82.53.46.236

    Questo articolo e’ piu’ chiaro.

    Catania: rissa tra ultras etnei, venerdì scontri e tensione in piazza. I dettagli

    Minuti di panico. Venerdì 11 settembre alle ore 22 si è consumata una vera e propria battaglia che ha visto coinvolte due fazioni opposte di Ultras del Calcio Catania. Gli scontri sono avvenuti davanti la sede della Falange d’Assalto, storico club ultras etneo: circa un centinaio di tifosi sarebbero giunti in Piazza Federico di Svevia a bordo di motorini, muniti di caschi e bastoni. La causa? Forti dissapori tra diversi gruppi ultras presenti sul territorio etneo. Una parte di sostenitori rossazzurri, infatti, avrebbe deciso di spostarsi dalla curva nord alla curva sud del Massimino. Secondo quanto riportato da oggimedia.it – la scelta non sarebbe piaciuta ai leader del movimento ultras ‘A Sostegno di Una Fede’ che comandano la maggiore curva del tifo organizzato etneo e che, ultimamente, hanno preso una forte posizione di protesta nei confronti della dirigenza del Catania e di Antonino Pulvirenti. La rissa ha causato anche diversi danni alle auto e alle moto parcheggiate in zona. I disordini sono cessati soltanto all’arrivo delle forze dell’ordine.

    Buona giornata a tutti!

  39. Ip Address: 91.252.95.188

    Buongiorno a tutti pari
    MATERA, tutte le info per i tifosi del Catania in trasferta
    14.09.2015 09:03 di Veronica Celi
    articolo letto 505 volte

    Tra pochi giorni ci sarà finalmente l’esordio in campionato per il Catania. Domenica 20 settembre destinazione: Matera. Per i tifosi che non hanno intenzione di perdersi la prima in Lega Pro della propria squadra del cuore, raggiungere il suggestivo capoluogo della Basilicata non è un gioco da ragazzi. È necessario armarsi di tempo e pazienza. E organizzarsi adeguatamente.

    MEZZI DI TRASPORTO – Nessuna linea ferroviaria attraversa Matera. Per chi decidesse, infatti, di andare in treno, l’arrivo è fissato presso la piccola frazione di Metaponto. Da lì si procederebbe in autobus. Quest’ultimo rappresenterebbe, poi, un’alternativa da non sottovalutare. La durata del tragitto, con partenza da Catania, la stessa: 10-11 ore. Si tratterebbe della linea 354, che comprende una prima fermata a Cantinella o Novasiri Scalo, e una seconda a Policoro, prima di giungere definitivamente nella cittadina lucana.

    Per i più temerari, amanti dei viaggi in macchina, notevole il risparmio di tempo: 480 km da percorrere in 6 ore circa. Lieviterebbero, però, i costi, tra benzina e traghetto. Non è da escludere la tratta aerea, preferibile per velocità. L’aeroporto più vicino: quello di Bari. IBERIA, Vueling Airlines e Alitalia tra le compagnie che coprono la tratta interessata. Ma anche in questo caso è necessario ricorrere a navette e bus per arrivare in Basilicata.

  40. Ip Address: 95.235.94.89

    Mentre i tifosi si azzuffano fra di loro,nulla si ode per trattative di cessione,voglio dire all’amico catanese a siderno che anch’io ho pensato come lui,poi aggiungo un’altra mia personale considerazione….e se si è fatto trovare con la marmellata fra le mani per motivi che a noi sfuggono? Mi spiego meglio lui ormai subiva passivamente da cosentin… e dalla gea …moggi eccc…si era ridotto a non avere voce in capitolo.unica soluzione chissà consigliata da qualcuno era di accusarsi personalmente facendo la biscarata di farsi trovare al telefono….Se qualunque persona che subisce intimidazioni telefoniche denuncia ai carabinieri o altra arma è normale che viene tenuto sotto controllo specialmente telefonicamente.Vorrei sapere cosa ne pensate.Ricambio i Saluti a Giogio 47 da Napoli all’amico di siderno,Mexxican,Sandrone,Catanese a Napoli e a tutti gli altri e forza Catania sempre

  41. Ip Address: 95.235.94.89

    Scusate solo cosi si è potuto sbarazzare di tutti, e comandare da dietro solo lui.

  42. Ip Address: 95.235.94.89

    Continuando dico che certamente non lo giustifico,ci ha tremendamente feriti,come tifoso umiliato e al lavoro criticato.ci sentiamo distrutti

  43. Ip Address: 82.53.46.236

    Salve raga’!

    Ciao Mexxican e avvilito ma non sconfitto! 😉

    avvilito, siamo veramente scioccati da quel cretino e la sua banda.a
    Ancora non e’ finita, subiremo gli strascichi nel futuro di questo campionato di Lega Pro. Adesso siamo a quindici punti dalle due prime. Ricordo che sola lal prima va direttamente in Serie….. e poi ci saranno ply-off per un’altro posto.
    Minkia raga’ sono gia’ “avvilito” 😥

    Buon appetito a tutti!

  44. Ip Address: 93.39.226.99

    D’accordo con Avvilito, qualcosa di strano sotto c’è, peraltro tutti sapevano che il Parma con i suoi 30 min non si sarebbe salvato dal fallimento per cui , le due dei play out non sarebbero mai scese….. . quindi dov,era tutta questa decantata paura di scendere.

  45. Ip Address: 91.252.52.188

    Ciao la sesta e quello che ci stiamo chiedendo un po’ tutti

  46. Ip Address: 91.252.52.188

    Quello che c’è sotto non lo sapremo mai , purtroppo. …….. Le partite comprate sono solo una scusa , basti vedere che non è stato punito nessuno dei presunti venditori la dice lunga

  47. Ip Address: 82.53.46.236

    Buonasera raga’!

    Ciao La Sesta e Mexxican! 😉

    Copia e incolla da cat.46

    Nel corso della conferenza stampa di presentazione di Agazzi, Liverani e Russotto, spazio anche per il direttore sportivo del Catania Marcello Pitino. Il dirigente etneo ha parlato di diversi argomenti, compreso il mercato.

    Si comincia da Felice Evacuo, attaccante che il Catania segue da settimane: “Fino a stamattina – ha dichiarato Pitino – il Novara ci ha riferito che il giocatore non è in uscita. Anche Evacuo stesso, fino a ieri, non mi ha comunicato nulla in tal senso. Noi cerchiamo una prima punta, a Evacuo eravamo interessati, ma ci hanno detto che non si muove. Se seguiamo Sforzini? Possibile, ma non credo sia un’opzione attuabile“.

    Capitolo portiere. “Bastianoni e Polito? La nostra prima scelta è Liverani, i giocatori che stiamo cercando sono liberi dunque possono arrivare anche a mercato chiuso. Per Bastianoni stiamo valutando, lui ci ha dato la sua disponibilità, anche se sottolineo che non è in prova, perché non ha bisogno di prove. L’allenatore sta valutando, appena siamo convinti della scelta la faremo, nel ruolo però ci sentiamo coperti“.

    Pitino ha poi parlato degli altri possibili rinforzi, a cominciare dal terzino Desiderio Garufo, e delle eventuali uscite: “Garufo dal Novara? Non è ancora stato completato l’iter burocratico, ma lui dovrebbe arrivare domani. Dipende dalla Lega, non da noi. Dermaku? Ha avuto un problema fisico, stiamo valutando le sue condizioni perché ci servono giocatori pronti. Nessun dubbio, però, sulle sue qualità, il giocatore potrebbe essere disponibile fra un mese. Pesoli? Potrebbe tornare d’attualità così come altri, nel giro di 2-3 giorni contiamo di definire qualcosa in entrata. Costa Ferreira è un profilo gradito, ma l’Entella non vuole cederlo. Guazzo potrebbe interessarci. Qualche nostro giocatore potrebbe essere ceduto, abbiamo un problema di rispetto delle liste. Tortolano è uno dei più richiesti, potrebbe andar via. Stiamo valutando gli altri“.

    “Punti penalizzazione? Per adesso la situazione è in stand-by, ci vorrà ancora un po’ per conoscere l’esito del ricorso. L’esperienza ci dice che tanti in passato hanno usufruito di “sconti”. Ritardi nei pagamenti? Abbiamo cercato di essere molto umili, crediamo nella giustizia sportiva ma io penso che il Catania rispetto alle altre squadre giudicate sia stato ancora più penalizzato. Speriamo tengano conto di questo. La gara di Matera? L’inizio è sempre un punto interrogativo. Il punto è più tattico che fisico perché molti giocatori si sono preparati da altre parti. L’inizio è sempre difficile. La Fidelis Andria doveva fare da sparring partner con il Matera, ma è andata diversamente“.

    Pitino ha poi fatto due annunci riguardanti i tifosi: “Da quest’anno, annuncio che il Catania tornerà ad allenarsi al Massimino nel corso della settimana e a porte aperte. Vogliamo dare ai tifosi la possibilità di tornare a seguire gli allenamenti della squadra, anche a Torre del Grifo. Proprio riguardo la tifoseria, comunico che abbiamo toccato quota 4000 abbonamenti“.

    Buona cena a tutti! 😉

  48. Ip Address: 95.239.35.91

    Buongiorno a tutti!

    Aggiornato martedi 15 Settembre 2015-09-15

    Portieri
    Ficara Liverani

    Terzini
    Bacchetti Bastrini De Rossi Ferrario Nunzella Parisi Ramos

    Centrocampisti
    Agazzi Castiglia Lulli Musacci Piermarteri Russo Russotto Scarsella Sessa

    Attaccanti
    Barisic Calderini Calil Di Grazia Falcone Rossetti

    Tolto Terracciano alla Salernitana e Tortolano al Melfi.

    Secondo le norme della Lega Pro la rosa deve essere di 24 giocatori.
    Manca un portiere, un terzino e uno che la butti dentro.
    Ci saranno altre uscite di giocatori.

    Buona giornata a tutti.

  49. Ip Address: 95.239.35.91

    Salve raga’! 😉

    Il Catania per prendere i contributi della terza serie deve avere nella rosa minimo 5 Under 21.

  50. Ip Address: 91.253.197.28

    Buongiorno a tutti CATANIA, Lulli, Bacchetti e Tortolano in uscita
    15.09.2015 07:29 di Andrea Carlino
    articolo letto 507 volte

    Il Catania non è attivo solo sul fronte acquisti con diverse trattative in atto (CLICCA QUI per i dettagli), ma anche per quanto riguarda le cessioni (ricordiamo che esiste il tetto di 24 giocatori in Lega Pro con numero minimo di Under 21 (almeno 5 per per prendere i contributi della terza serie). I rossazzurri, così come scrive ‘La Gazzetta dello Sport’, sono vicini alla cessione del centrocampista Luca Lulli al Lumezzane così come l’attaccante Emiliano Tortolano vicinissimo al Melfi dove potrebbe arrivare anche un altro rossazzuro, Loris Bacchetti.

  51. Ip Address: 93.39.237.179

    A proposito di scommesse, ho azzeccato facile rigore si alla Juve anche se invece di pagarlo a 3 dovevano quotarlo a 6 visto che al Chievo non l,avrebbero mai dato…comunque è così …questo è il calcio in Italia….peccato che non quotavano gol annullato alla squadra ospite avrei preso anche quello…ma in questi casi tutti fanno finta di non vedere

  52. Ip Address: 79.13.63.49

    Buongiorno ragazzi, se fosse un palazzo, a 5 giorni dalla data di consegna degli appartamenti, si dovrebbe lavorare sulle rifiniture, sulla pulizia nelle camere, qualche piccolo ritocchino qua e la, invece siamo ancora a lavorare nelle fondamenta. Mandano via Bacchetti, Lulli e Tortolano, uno per ruolo, per non parlare della confusione con i portieri dove due ragazzi si faranno gli sgambetti a vicenda per la maglia da titolare. Per non farli litigare, occorrerebbe il portiere di esperienza e navigato ma quando? Sembra anche che Dermaku sia out non sisa per quanto tempo, magari tipo il Gyomberg della scorsa stagione.
    Non conosco sti ragazzi ormai mandati via che hanno fatto tutta la preparazione ed anche le amichevoli col Catania, ma se erano scarsi o infortunati nessuno lo sapeva? Ma allora che li hanno presi a fare? Per fare mucchio? Adesso a -5 dal calcio di inizio che in 2 settimane dovremo affrontare 4 partite di fila, siamo ancora in cerca della prima punta, del difensore e del portiere? Lo stanno vedendo che siamo a -15 dalle prime due? Ma chi di dovere si dia una mossa !

  53. Ip Address: 79.42.25.125

    E si siamo a -15 gli altri giocano e noi ….aspettiamo, con la speranza che tutto proceda per il meglio.Confusione totale ancora mercato entrata e uscita.
    Che brutto sentire e vedere le altre squadre di A B,e noi dove siamo andati a finire per colpa di chi sappiamo….i miei post precedenti erano considerazioni perchè è assurdo tutto quello che è successo,caro Giorgio dispiace a tutti sapere la situazione che abbiamo e hai ragione, non sappiamo quando ne usciremo fuori da questa categoria che non ci piace..saluti a tutti sempre avvilito ma non sconfitto

  54. Ip Address: 91.253.88.80

    Secondo me stiamo facendo la stessa programmazione declino fatta negli ultime due stagioni

  55. Ip Address: 151.54.86.9

    Ciao a tutti.
    Mexxican la tua riflessione possiede in se già la risposta; ma chi è sempre a capo della società? Colui che ci ha portato fin qui, come poter pretendere un cambio di rotta?
    Quindi, siamo fortunati se riusciremo a mantenere la serie; facciamo pena a tutti, ci guarderanno come appestati, come le vittime sacrificate.
    E non parliamo delle condizioni arbitrali…..già lo scorso anno in B alcune gare erano palesemente contro di noi.
    Vedremo quest’anno.

  56. Ip Address: 93.39.231.22

    Sandrone ho sentito in TV della Val Trebbia e Val nure , da voi in Val d’aveto tutto a posto, avendo lavorato per qualche anno a Marsiglia e Bobbio, desidererei conoscere meglio da te la situazione in quei paesi…grazie

  57. Ip Address: 91.253.0.50

    Ciao perplesso , come tutti quanti tifosi del CATANIA siamo inattesa che pulvirenti ( L’infame )molli losso

  58. Ip Address: 91.253.0.50

    Scusate l’osso

  59. Ip Address: 82.53.88.13

    Buonasera raga’!

    Ma dico io Angelo Scaltriti responsabile comunicazione e stampa che cacchio ci sta a fare per comunicare questa novita’? Ma dorme! 😡

    Leggetevi questa novita’ per noi poveri tifosi della Lea Pro

    domenica 28 luglio 2013
    Priviamo a capire qualcosa della supporters card o tessera del tifoso
    La supporters card ovvero quella che sostituisce la vecchia tessera del tifoso per far credere agli ultras che hanno vinto. Fa parte del progetto sicurezza che tende ad eliminare le barriere negli stadi rendendoli più accessibili e protetti.
    La “Supporter Card” (denominata anche S-Card
    Lega Pro) rappresenta un’evoluzione della “Tessera del Tifoso”. La differenza sostanziale sta nel fatto che la “Supporter Card” non è legata ad alcun circuito finanziario, viene richiesta esclusivamente per via telematica senza più la compilazione di moduli cartacei da inviare ad organi di controllo e non è più dotata del microchip e del sistema di lettura RFID.
    La “Supporter Card” viene emessa direttamente dalla Lega Pro, nell’ambito di un progetto centralizzato, di raccordo con tutte le società che si impegnano a verificare ed inserire i dati del richiedente, nel rispetto delle norme e direttive contenute nel programma “Tessera del Tifoso”. Si ottiene presentandosi presso la società sportiva, la quale inserirà i dati personali e foto del richiedente in un’apposita piattaforma, messa a disposizione dalla Lega Pro, collegata direttamente con il CEN di Napoli per la verifica in tempo reale di eventuali motivi ostativi. Successivamente si procederà al rilascio della S-Card Lega Pro che verrà spedita alla società richiedente.
    La “Supporter Card” è valida in tutti gli stadi nazionali, senza distinzione tra i vari campionati. Può essere rilasciata a tutti i supporter che ne facciano richiesta ad una qualsiasi società sportiva. I più appassionati potranno avere anche S-CARD Lega Pro di differenti squadre. La Lega Italiana Calcio Professionistico si impegna a garantire il rilascio della “Supporter Card” entro trenta giorni dalla richiesta e ad assicurare la diffusione presso le singole società.
    La “tessera del tifoso” è uno strumento di fidelizzazione adottato dalle società di calcio italiane, dopo l’emanazione, il 14 agosto 2009, di una direttiva del Ministro dell’Interno del quarto Governo Berlusconi, Roberto Maroni, in cui si prevedono verifiche della Questura al fine identificare i tifosi di una squadra calcistica o della Nazionale di calcio dell’Italia. Nella quasi totalità dei casi è rilasciata dalle banche o dal circuito Lottomatica. La smart card, oltre a costituire titolo di accesso allo stadio, è una carta di credito ricaricabile con una validità di 5 anni. Il 14 dicembre 2011 è stata dichiarato illegittimo l’abbinamento della tessera con l’acquisto di carte di credito elettroniche, proposte da alcune società, tramite una pronuncia del Consiglio di Stato che ha accolto il ricorso del Codacons. In alcuni casi è rilasciata direttamente dalle società calcistiche. La tessera non ha un costo fisso: è generalmente gratuita per gli abbonati o per coloro che l’hanno richiesta entro un certo tempo utile, mentre ha un prezzo di 10 euro per i non abbonati e per coloro che decidono di sottoscriverla in un qualsiasi momento.
    È utilizzata per seguire la propria squadra in trasferta ed entrare nei settori dello stadio riservato agli ospiti, ma può servire anche per snellire il controllo dei documenti ai varchi, o dalle società per incrementare il merchandising. Spesso ai possessori vengono riservati un paio di giorni nei quali hanno diritto alla prelazione sui biglietti di un evento.
    Il rapporto che si instaura tra la società sportiva e il tifoso sottoscrivente è analogo a quello che c’è nel mondo commerciale, dove i dati sensibili e personali sono conservati solo dalle società e utilizzati nel rispetto della legge sulla privacy.
    Il costo si aggira mediamente intorno ai 10 euro. Ha le dimensioni di una normalissima carta di credito, con i condannati per reati da stadio (anche con sentenza non definitiva) entro i 5 anni successivi alla condanna e coloro che sono sottoposti a Daspo.
    micro-chip e foto del possessore. Condizioni per il possesso Secondo il Ministero dell’Interno, sono esclusi dal programma
    Permette di “costituire” la categoria degli spettatori “ufficiali”.
    Garantisce più sicurezza, perché esclude i soggetti sottoposti a Daspo o a condanne per reati da stadio.
    Nel tempo determinerà la costituzione dei così detti “dipartimenti dei tifosi”, applicazione già apprezzata in altri paesi europei(non è vero). Vi si può caricare direttamente l’abbonamento allo stadio.
    Una forte opposizione c’è stata dal mondo degli ultras, rappresentati dall’avvocato Lorenzo Contucci, il quale sostiene che «è l’anticamera della carta sui diritti civili, un provvedimento da Ventennio».
    Numerose sono state poi le proteste e le iniziative personali prese dai singoli gruppi di tifosi sparsi in tutto lo stivale. I gruppi ultras dell’Atalanta, della Ternana e della Lazio scelgono di sciogliersi in gesto di estrema protesta e molti si sono detti pronti a uno sciopero del tifo a oltranza. Una netta posizione contraria arriva anche da molti protagonisti del mondo del calcio. Tra le voci contrarie vi è quella di Marcello Lippi, ex CT della Nazionale italiana, e quella di Michel Platini, presidente della UEFA. Sono contrari anche Renzo Ulivieri, presidente dell’AIAC, Urbano Cairo, presidente del Torino, Maurizio Zamparini presidente del Palermo, Zdeněk Zeman e il Cosenza Calcio. Reazioni negative sono arrivate anche dai calciatori con Daniele De Rossi, Fabrizio Miccoli, Angelo Palombo e Francesco Totti. Appoggiano l’uscita di De Rossi anche Beppe Grillo e Michelangelo Fournier, segretario generale regionale Lazio Consap. Anche la politica dice la sua. A guidare il fronte dei “no” è Paolo Cento, coordinatore nazionale di Sinistra e Libertà; rilasciano interviste al riguardo anche Enrico Pavanetto, assessore alla sicurezza della Provincia di Padova e Luciano Masieri, assessore allo Sport del Comune di Ferrara. C’è anche spazio per una polemica tra i giornalisti e le società. Infatti la Roma avverte che anche i giornalisti dovranno tesserarsi cosa che scatena numerose polemiche da parte dell’USSI e da parte dell’ordine dei giornalisti. Contrari si dichiarano anche l’attore Claudio Amendola, Cristiano Militello inviato di Striscia la Notizia, Massimo Fini e la Fondazione Giovanni Paolo II.
    Nonostante l’opposizione piuttosto ampia, la posizione del Ministro dell’Interno Roberto Maroni non è cambiata. Sul fronte dei favorevoli si trovano invece Pietro Lo Monaco, ex amministratore delegato del Catania, inizialmente contrario, il presidente della Lazio Claudio Lotito, il Prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro, il presidente della Provincia di Savona Angelo Vaccarezza, il segretario generale del sindacato di Polizia SAP Nicola Tanzi e il presidente della Regione Veneto Luca Zaia.

    Sogni rosso e azzurro a tutti!

  60. Ip Address: 79.13.63.49

    Scusate ragazzi chi sa darmi una risposta: per coloro i quali sono già in possesso di tessera del tifoso in corso di validità devono provvedere ugualmente a richiedere questa supporter card? Non si sta capendo più niente, e poi si lamentano che allo stadio la gente non va più .

  61. Ip Address: 79.13.63.49

    Ho curiosato tra vari siti e molte società di lega pro danno utili informazioni per la sottoscrizione di questa supporter card. Purtroppo la società calcio Catania non l’ho trovata tra di esse. Mi associo pertanto a quanto sopra detto da Giorgio 47. Se esiste un responsabile della comunicazione in casa Catania, aspetto notizie al riguardo unitamente a chiarimenti circa l’obbligatorietà di questa nuova tessera o alternativa alla tessera del tifoso qualora ancora in corso di validità. Ragazzi, le trasferte si avvicinano e noi sempre arriviamo ultimi al riguardo.

  62. Ip Address: 91.253.23.199

    Buongiorno a tutti , -4 dal l’esordio

  63. Ip Address: 87.10.155.213

    Buongiorno raga!

    Ciao Catanese a Napoli e Mexxican ………. (pulvirenti Vattene)!

    Catanese a Napoli, e’ un casino. Ci manca chi ci suggerisce “dove andare” per quest’altra card.

    Secondo i nuovi criteri stabiliti dalla Lega Pro, è possibile tesserare fino ad un massimo di 24 calciatori professionisti e la lista deve comprendere, al termine di ciascun periodo dei trasferimenti, un numero minimo di calciatori Under 21 (nati negli anni 1994 e seguenti) di 5 unità se si desidera beneficiare dei contributi della Lega. Ebbene, in termini di Under, l’organico si presenta ben coperto. Per il resto, invece, c’è un sovrannumero di giocatori. Che s’intensificherebbe con l’ingaggio di ulteriori atleti professionisti.

    Questa, al momento, la rosa del Catania:

    PORTIERI: Ficara (Under), Liverani e Terracciano (non ancora ufficializzato il passaggio alla Salernitana)

    DIFENSORI: Bacchetti, Bastrini, De Rossi (Under), Ferrario, Nunzella, Parisi (Under), Ramos (Under)

    CENTROCAMPISTI: Agazzi, Castiglia, Lulli, Musacci, Piermarteri (Under), Russo, Scarsella, Sessa (Under)

    ATTACCANTI: Russotto, Tortolano (non ancora ufficializzato il suo passaggio al Melfi), Barisic (Under), Calderini, Calil, Di Grazia (Under), Falcone, Rossetti (Under).

    Buona giornata a tutti! 😉

  64. Ip Address: 62.2.176.13

    Buongiorno a tutti

    un paio di giorni non ci sono e guarda qua……………. tutto al solito!!

    Non si capisce niente nesssuno sa niente. Ragazzi niente di niente.

    Purtroppo si continua a sbagliare. Voi dite -15 dalle prime.

    Non pensate in grande io dico -10 dal 9° posto (salvezza tranquilla)

    Salutoni a tutti

  65. Ip Address: 87.10.155.213

    Ciao jamajama! 😉

    Dovremo vedere la Covisoc quanti punti di penalizzazione ci dara’ per ritardo nei pagamenti ai giocatori! 🙁

    Buon appetito a tutti!

  66. Ip Address: 91.253.104.129

    2313552) CICCIBELLI
    Wednesday, 16 September 2015 13:55 Host: net-2-32-229-71.cust.dsl.teletu.it
    Sport Sicilia ‏@SportSicilia · 60 sec60 secondi fa
    Preso dall’Ascoli a titolo definitivo Carlo Pelagatti, dif centrale adattabile a terz destro, cl. 89. Difesa completata.Adesso la punta.A.V.

  67. Ip Address: 91.253.104.129

    ESCLUSIVA – CATANIA, acquistato Pelagatti
    16.09.2015 13:53 di Redazione ITA Sport Press
    articolo letto 404 volte

    Colpo del Catania per la difesa. Come anticipato dalla nostra redazione (LEGGI QUI) arriva in maglia rossazzurra Carlo Pelagatti, nato ad Arezzo l’8 gennaio 1989, di proprietà dell’Ascoli con un passato vincente col San Marino e col Bassano del Grappa. Operazione conclusa pochi minuti fa e adesso il mister Pippo Pancaro potrà contare su due difensori forti come Pelagatti e Bergamelli arrivato da Novara. Per il reparto difensivo mercato chiuso.

  68. Ip Address: 151.99.242.130

    Pelagatti è un buon difensore per la legapro e credo che se confermato avete fatto un buon acquisto.

    Ho visto che state discutendo della Supporters Card. Provo a rispondere in base a quanto avvenuto da noi: la vecchia tessera è stata valida fino alla sua naturale scadenza. Non è stato necessario passare dalla vecchia tessera alla supporters per rinnovare gli abbonamenti dello scorso anno o per andare in trasferta lo scorso anno. Ovviamente i nuovi tesserati hanno fatto direttamente la supporters card.

  69. Ip Address: 93.48.217.29

    buonasera signori…..
    ogni tanto ,quando posso vi leggo volentieri….
    un saluto

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu