Napoli Catania 2 – 0

 Scritto da il 3 febbraio 2013 alle 00:11
Feb 032013
 

Hamsik

Maran, il gol annullato a Bergessio, Le immagini parlano da sole.parla di buona prestazione nonostante sia mancato qualcosa negli ultimi 16 metri: “Il Catania ha fatto la partita che doveva fare, col Napoli che ha saputo sfruttare le poche occasioni che gli abbiamo concesso. Nella ripresa siamo partiti bene, segnando anche un gol, ma non siamo riusciti a rimontare contro una grande squadra come il Napoli. Non siamo stati bravi a capitalizzare quanto creato. Negli episodi decisivi non siamo stati fortunati, ma ai ragazzi non posso rimproverare nulla. Non mi va di commentare gli episodi, cosa che è successa troppo spesso in questa stagione, andiamo avanti che le immagini si commentano da sole. Insigne? C’è stato un equivoco, ma nulla di che. Sono cose che capitano nei finali di gara quando si perde e i nervi sono ancora tesi”.

Cosa vi è mancato in avanti?
“Non voglio colpevolizzare i miei attaccanti. Negli ultimi 16 metri dovevamo però essere più decisi e cattivi, invece abbiamo tergiversato troppo anche a causa di un campo non perfetto. Serviva quel qualcosa in più che può fare la differenza. Merito anche del Napoli che ha chiuso bene ogni spazio nella loro metà campo”.

Cosa pensa dell’errore nel primo gol del Napoli?
“Credo che Capuano sia stato tradito anche dalla deviazione sul cross, ma è vero che abbiamo perso la palla in uscita dalla difesa e non abbiamo difeso in maniera decisa sul traversone”.

Che idea si è fatta sull’esonero di Zeman?
“E’ difficile farsi un’idea dell’esterno. Mi spiace per l’esonero di un collega che ha sempre dato il massimo per la Roma. Ma si sa che gli allenatori sono i primi a pagare certe situazioni”.

Ciro Capuano, difensore del Catania, ai microfoni di Sky Sport si dice deluso per la sconfitta decisa da alcuni episodi dubbi: “La sensazione era più che buona e credo che la squadra abbia  fatto un ottimo secondo tempo contro questo Napoli e su questo campo.  Il Napoli non ha tirato tantissimo in porta. Noi invece non siamo stati lucidi in area di rigore. Poi ci sono stati alcuni episodi non favorevoli e andiamo a casa sconfitti tra virgolette. Credo però che ci siano due episodi come il mani di Zuniga e l’ammonizione a Grava che potevano cambiare il corso della gara. Purtroppo tante volte siamo tornati a casa a mani vuote per certi episodi e questo dispiace. Io auguro che il Napoli possa competere fino alla fine contro la Juventus per il titolo. Penso che i bianconeri abbiano qualcosa in più, ma dobbiamo sperare, e qui parlo da tifoso azzurro, che la Juve vada avanti in Champions in modo da pagare qualcosa sul piano fisico in campionato.

 

  64 Commenti per “Napoli Catania 2 – 0”

  1. Ip Address: 109.112.239.83

    Accantoniamo sta sconfitta e meglio pensare da adesso all’Atalanta, dove speriamo di fare i punti persi…..

  2. Ip Address: 72.226.121.41

    Dalla lontana New York,ho visto la partita in diretta e posso testimoniare senza ombra di essere smentito che il CATANIA ha confermato ancora una volta di essere la realta’ piu’ bella di questo campionato.il Napoli,dal canto suo,ha sfruttato le occasioni nel migliore dei modi e ha vinto una partia che indubbiamente non meritava di vincere.Non voglio parlare degli episodi che ,come al solito,ci sono stati sfavorevoli,ma per onor di cronaca debbo ammettere che il gol di Bergessio era da annullare per una evidente spinta a Zuniga.Per gli altri episodi,potrei essere tacciato di essere di parte e lascio a chi e’ di compentenza ,di esprimere un giudizio onesto…..FORZA CATANIA………

  3. Ip Address: 93.46.46.115

    Un caro saluto a Joe, a Salvatore Grasso e a tutti gli amici che interverrano in seguito. Certe partite vanno come devono andare ed il Catania ci ha messo di suo. Noi non abbiamo visto questo Napoli trascendentale. Un Catania “diverso” sia nella formazione, ma le assenze erano forzate, che nella concretezza, avrebbe potuto determinare un altro tipo partita e di risultato. A mio avviso, episodico il primo gol, anche se Hamsik da solo… il secondo, una maldestra applicazione del fuori gioco e scarsa copertura dalla destra della difesa catanese. Certo, con Legrottaglie, Castro, Marchese ed il primo Almiron, sarebbe stata tutt’altra musica. Sfortunato Barrientos in un paio di occasioni. Gli episodi su Zuniga e Grava ? Lasciamo perdere. Oneste le dichiarazioni di Mazzarri e signorili quelle di Maran. Possibilmente, alla fine della giornata, si determineranno quei risultati a noi favorevoli ai fini del mantenimento del posto in classifica e ci consoleremo con Stock 2013. Giusto come suggerisce il caro Joe, pensiamo alla prossima. :piangere: :diavolo: :incavolato: ma sempre :catania: :catania: :sciarpa: :sciarpa: ed un :salve: 😉 agli amici tutti.

  4. Ip Address: 95.239.52.97

    un caro saluto a tutti fratelli dal cuore

  5. Ip Address: 95.239.52.97

    un caro saluto a tutti fratelli dal cuore :catania: stamattina sono un poco rimbambito di come e avvenuta la sconfitta ciao joe saretto salvatore grasso il direttore di gara doveva arbitrare un film comico il napoli a vinto con l’aiuto del direttore di gara e capuano ci a messo del suo anche barrientos era in serata no rimane l’amarezza di altri episodi che e inutile citare ora pensiamo ai bergamaschi forza catania sempre un saluto a tutti i fratelli che vengono dopo :catania: :catania: :salve: :salve: :salve: :sciarpa: :sciarpa: :ciao: :ciao:

  6. Ip Address: 95.239.52.97

    La rassegna dei quotidiani in edicola: Non c’è fortuna per il Catania, quest’anno, con le direzioni arbitrali. Calvarese indirizza a favore del Napoli una gara equilibrata. Mancano un rigore ed un’espulsione, rilevabili e non sanzionate. Napoli più cinico e determinato, alla lunga le ambizioni più forti dei partenopei emergono, ma il Catania esce a testa alta”. :catania: :catania: :sciarpa: :sciarpa: :salve: :ciao:

  7. Ip Address: 212.195.241.127

    Buongiorno a tutti pari

    Una parola sintetizza tutto SCHIFO.

    Schifosi i giornali.
    Schifosi gli arbitri.
    Schifosi i commenti in televisione
    Schifose le partite di serie A
    Schifosi in Lega ( Presidente hai iniziato in malo modo, fatti sentire o….sono guai)

    Qui i commendatori “imparziali” hanno giudicato Calvarese come il vero artefice della sconfitta del Catania nel primo tempo nessuno parla dell’abbraccio su Bergessio in area, primo rigore sullo 0 a 0 , poi Rigore fallo di mano nettissimo di Zuniga in area, la mano va verso il pallone e due espulsioni Grava e Bherami, e se è poco aggiungiamoci il gol quasi fatto da Barrientos ed il gol validissimo di Bergessio. di contro 3 azioni di cui 2 fortuite (inutile dare la croce su Capuano) la seconda Izco non intercetta , per quel maledetto terreno, e nella prima , Hamsik segna su svirgolata in piena area di Rolin, e la traversa di Cavani.

    Ora io dico se una buona squadra come il Catania, tiene in scacco Juve, Milan Inter e Napoli, che vincono solo grazie agli arbitri, si vede come il campionato italiano sia arrivato a livelli scadenti e che i veri giocatori, sia per una questione economica che per visione, SCAPPANO

    Detto tutto questo, si e rivisto Lodi, e si è rivista la lentezza del Catania nel manovrare, ieri giocavamo a Napoli seconda in classifica a 3 punti dalla Juve, cosa siamo andati a fare a insegnare calcio spettacolo? sarà un caso, ma contro Roma e Fiorentina ed a Genova abbiamo vinto senza Lodi e Almiron, il Catania con quei 3 davanti se non ha un centrocampo fisico e di rottura contro certe squadre specialmente tipo Napoli che giocano in contropiede, soffrira sempre, Maran u vo capiri o no?

  8. Ip Address: 79.12.109.69

    Buongiorno e buona domenica a tutti gli amici :catania: :catania: ciao Angelo.

    Ho archiviato questa sconfitta con un pò di amarezza in meno rispetto a qualche altra in precedenza,perchè,consapevole che,è avvenuta non per demeriti della squadra(su questo poi ci torno),ma per colpe altrui,come ormai di consueto quando il Catania incontra squadre di più alta caratura politica.

    Ormai mi sono abbituato allo schifo di quest’Italia,l’arbitraggio di ieri sera(e di altre occasioni analoghe)rispecchia la facciata di chi ci ha governato negli ultimi 30 anni e purtoppo,per noi pecoroni italiani,le prospettive non sono delle più rosee.

    Anche la maggior parte dei media nazionali confermano il servilismo verso i più potenti,buttando nel fango l’etica professionale.

    Per ciò che riguarda la partita,seppur falsata,si è verificato quello che più volte ho evidenziato,cioè,affrontare un girone di ritorno con Capuano,è quanto meno masochistico.

    Lui,è il maggior responsabile delle due reti napoletane,con una piccola partecipazione di uno scivolata di Izco,ma questo può succedere.
    Nel primo gol,rimarcato da tutti i commentatori televisivi(io ho anticipato subito dopo la rete subita),guarda più volte Hamsik,ma lo lascia passare,cosa che ha sempre fatto con altri avversari in passato.

    Nel secondo gol,non sale assieme ai compagni,tenendo tutti in gioco,facile a quel punto per Cannavaro.

    Allora vorrei chiedere,dando per scontato che sto dalla parte della società per ciò che riguarda Marchese,non sarebbe stato il caso di intervenire?
    Poi mi faccio qualche domanda,come mai sul mercato nessun giocatore in uscita-Capuano-Potenza-Augustjn-Keko-Ricchiuti e qualcun’altro che non ricordo,non riescono alla fine a trovare una sistemazione?

    Intendiamoci,non sto colpevolizzando la società,però penso sia legittimo per il tifoso porsi alcune di queste domande.

    Adesso vado sul pezzo forte,in questo mercato non si è fatto altro che parlare dei “pezzi pregiati” che il Catania non ha messo in uscita,e dalle dichiarazioni di Gomez,Barrientos,Bergessio e Castro,la scelta è condivisibile,mentre non lo è altrettando per Lodi e Almiron.

    Da quando si è sparsa la voce che Inter e Milan erano interessate a Lodi,non ha mai fatto una dichiarazione pro Catania nel voler restare fino a giugno e dalle ultime prestazioni,c’è molto da riflettere,detto alla catanese,”‘mi ‘cascau ‘ddò ‘cori”.

    Per Almiron,reputo una vergogna il suo comportamento come professionista,ha smesso di giocare da un bel pezzo,anzi,quest’anno forse non ha mai iniziato il campionato,forse tranne per la gara della doppietta(dopo un schifo di primo tempo),allora mi chiedo,perchè trattenere chi non vuole restare con entusiasmo?

    Su Bellusci ormai mi sono rassegnato,vuole strafare,rovinando quello che di buono sa fare,qualc’uno dirà che la sua prestazione di ieri è nella sufficienza,io rispondo,che,per le potenzialità che ha come difensore,potrebbe fare tutte le partite da sette,perciò,reputo negativa la sua prestazione e dovessi dargli un voto per ieri sera,non andrebbe oltre il 5,5.

    Su Maran,non penso potesse fare molto di più di quello che ha fatto,anzi,mi è piaciuto il cambio di modulo nel secondo tempo,almeno ha cercato di motivare ancor di più la squadra e non fosse stato per lo schifo che abbiamo visto,numeri alla mano,ci sarebbe riuscito.

    Un’ultima annotazione doverosa da parte mia,ma forse non solo da parte mia,ieri Andujar ha fatto una parata che,per i più può sembrare di normale amministrazione ma invece è stata un pò complessa,non ricordo chi ha tirato,un tiro rasoterra prendendo quasi in controtempo Andujar,ma il nostro portiere si è disteso bene fermando il pallone.

    Oltre questo,è molto più sicuro di se,da sicurezza a tutto il reparto,è molto preciso nei rinvi e cosa molto importante,guida i compagni urlando con personalità.
    In passato ho criticato il giocatore tecnicamente e come comportamento,sempre come giocatore,oggi posso dire,che abbiamo uno dei migliori portieri della serie “A” e se qualche errore capita,oggi,ci può stare,specialmente da quello che si sta vedendo i giro e non solo in Italia.

    Comunque,forza Catania sempre :catania: :catania: :sciarpa: :sciarpa:

  9. Ip Address: 79.12.109.69

    Ciao Vittorio,scrivevemo in contemporanea.

  10. Ip Address: 93.46.46.115

    Vittorio glielo hai detto con Chiarezza. A Maran non resta altro che recepire il messaggio. Il campionato italiano sarebbe(ipoteticamente) il migliore del mondo , solo perchè lo vorrebbero così i giornalisti, la stampa, gli opinionisti, i quali sono gli stessi che, giorno dopo giorno, occasione dopo occasione, prendono atto che così non è perchè, quello del Calcio, è un mondo che è lo specchio dell’Italia di oggi.
    In tutta sincerità, ti confesso che, alla fine del primo tempo, ho preferito fare compagnia alla mia signora, collegata in altro canale TV, che lasciarla da sola per assistere a quello spettacolo indecente. Caro Vittorio, ci illudiamo che attraverso il Calcio, possiamo trovare quella sana distrazione dai problemi di ogni giorno, anzi a giudicare dallo stato di nervosismo che ci contagia, non è affatto vero.Personalmente, con il tempo, ho imparato a dare la giusta importanza alle cose e concedere spazi mentali e fisici, laddove ne vale la pena. Trovo importante il dialogo a distanza che esiste tra noi, per la forma e la sostanza che diamo al nostro scambio di opinioni.Credo che noi :salve: :ciao: 😉 :catania: :sciarpa: occupiamo il primo posto nel campionato della “comunicazione”. Sinceri ed affettuosi saluti

  11. Ip Address: 212.195.241.127

    Ciao Beppe :ciao: :ciao:

    Inutile dire che sono d’accordo con te, ma lo dico lo stesso, riguardo i giocatori in uscita, Keko grande acquisto di Lo Monaco, mi sembra che gli ha messo una clausula rescissoria di 30ml ma nu volunu mancu a gratis, lo stesso Potenza e Augustyn per Ricchiuti sai gli voglio bene e vedrai che servirà ancora e poi e caro 😆 😆
    per Capuano sono d’accordo ma dove lo trovi un esterno? io avrei fatto tornare Llama
    :ciao: :ciao:

  12. Ip Address: 79.12.109.69

    Vittorio,a Ricchiuti gli voglio bene anch’io e lo sempre detto,ha dato sempre il massimo per la maglia,anche quando viene chiamato in causa,lui ci mette sempre tutto,certo,la forma non è delle migliori,però,mai messo in dubbio la sua professionalità.

    A questo punto,spero che le parole di Pulvirenti vengano messe in atto,”Marchese ha gli stessi diritti e doveri di tutti gli altri”,nella speranza che,se dovesse essere chiamato in causa,metta in campo la professionalità vista sinoa prima del “fattaccio”.

    Adesso vado,auguro a tutti una splendida domenica.

    :salve: :salve: :ciao: :ciao: 😉 😉 :sciarpa:

  13. Ip Address: 95.239.52.97

    Equilibrio in campo ma due disattenzioni del Catania innestano i due goal del Napoli. Ottima prestazione del Catania nell’arco dei 90 minuti, recrimina un rigore non concesso, un’espulsione a Grava e diversi falli di mano. Goal annullato a Bergessio per fallo su Zuniga. Napoli più cinico.

  14. Ip Address: 212.195.241.127

    Ciao Rosario

    Quando o scelto il mio nik ” Chiarezza” lo fatto perché in altri siti dove mi divertivo a scrivere, leggevo sempre valutazioni discordi e sempre critiche negative sulla squadra anche se questa era in ottima posizione, difendevo Sardo e facevo chiarezza sul suo stato momentaneo, come si fà a giovare quando ancora prima di prendere il pallone già ti fischiano? oggi Sardo è un buon giocatore di serie A, poi non parliamo di Izco battaglie pure li e cosi via, poi insieme a Joe e Catanista Lux Mongibello e qualcun’altro che poi si è ritirato abbiamo trovato questa oasi, dove serenamente e qualche volta anche sopra le righe, abbiamo discusso , litigato, sofferto, ma sempre in fondo con sincera stima.

    Io trovo che oggi siamo pochi in questo sito, ma sono arci d’accordo con te che siamo primi nella comunicazioni.

    Salutamu :salve: :salve: :salve:

  15. Ip Address: 79.46.30.99

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Anche se abbiamo perso su la testa raga’!!! :catania: :catania: :catania:
    Alle 12,30 c’e’ Chievo-ru(ba)-giuventus, tutti i tifosi napoletano si metteranno incollati alla Tv per vedere la partita e sperare che perdano.

    Buona domenica a tutti!!!

    Forza Cataniaaaaaaaaa!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :catania:

  16. Ip Address: 87.19.163.226

    Un caro saluto a tutti gli amici tifosi.
    Ciao Vittorio, è il calcio in se stesso che fa schifo.
    Questa partita era una partita che il Catania doveva perdere, in tutti i i modi l’avrebbe persa. Il calcio non ha più niente di sport.
    Prima hanno eliminato tutte le avversarie della Juventus con decisioni arbitrali scandalose, poi hanno creato un’avversaria per tenere vivo l’interesse del campionato nella Lazio che grazie agli errori arbitrali ha una classifica gonfiata, poi visto che la Lazio al massimo vale il sesto posto hanno sostenuto la vera avversaria della Juventus che è il Napoli, così alla 8^ di ritorno ci sarà Napoli-Juventus e gli italiani saranno distratti dai veri problemi della Nazione.
    Pertanto, Vittorio ribadisco ciò che scrivi fa tutto schifo.
    Io per la prima volta dopo tre anni ho giocato in una bolletta singola la sconfitta del Catania stavolta sapevo che in um modo o nell’altro avrebbe perso.

  17. Ip Address: 212.195.241.127

    Ciao Giorgio :salve: :salve:

    Mi fà piacere solo per i tuoi figli, oggi spero che la Juve perda ma mi dispiace che cio’ favorisca il Napoli, ma dopo c’è la Lazio che come dice il Prof è stata aiutata a più non posso, ma se vincesse possiamo affermare di aver battuto i Campioni d’Italia 4 A 0 😆 😆 e dopo Inter e Milan e Fiorentina….. 😐 😐 😐 😐 quindi ne deduco che chi vince vince non me ne frega niente, ma la meno antipatica mi sta la Lazio per quello detto prima, speriamo che gli arbitri continuano ad aiutarla, e w il calcio.

    Per oggi spero che la classifica non cambi in testa, e spero che l’Atalanta vinca a Palermo, sempre per fare un favore a Lo Monaco e stiano più sereni domenica prossima :catania: :catania: :catania: :catania:

  18. Ip Address: 212.195.241.127

    Oggi tifiamo per questi diffidati dell’Atalanta : 😆 😆 😆

    Moralez, Bonaventura, Cigarini, De Luca, Biondini, Consigli

    speriamo anche noi negli arbitri :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  19. Ip Address: 87.19.163.226

    Vittorio, tu dici parlando di Sardo come si fa a giocare quando ti fischiano prima di entrare in campo?
    A Roma è successa la stessa cosa con alcuni giocatori che Zeman, sbagliando, aveva scelto.
    Subito dopo Bologna-Roma mi sono collegato con alcuni siti della Roma e Zeman era stato già licenziato, eppure veniva da due vittorie. A Firenze in coppa Italia, pari casalingo in campionato con l’Inter, vittoria in coppa con la stessa Inter e pari di Bologna.
    Prima di perdere a Napoli e a Catania, dove si può perdere, la Roma aveva fatto sei vittorie e una sconfitta (scandalosa contro il Chievo Verona dove era stata veramente derubata) nelle ultime sette gare ufficiali. Aveva chiuso l’anno travolgendo il Milan e allora?
    Zeman non ha pagato per i risultati (la sua media finale nonostante la sconfitta in casa con il Cagliari rimane di 57 punti più di quellli fatti alla fine da Luis Enrique), ha pagato per aver detto prima di Bologna-Roma che una società seria avrebbe dovuto prendere decisioni su Stekelemburg e che la società era assente (ed è vero).
    Era già stato licenziato prima dell’incontro con il Cagliari non l’hanno fatto subito nella speranza che le cose si rimettessero a posto, ma con il Cagliari dopo un buon primo tempo all’inizio della ripresa cìè stata l’autore del secolo e la squadra è crollata.
    Vittorio mi chiedi se io l’avrei voluto come allenatore del Catania ti rispondo:
    il gioco di Maran non mi è mai piaciuto quello di Zeman sempre, ma sono contento del Maran come uomo e come professionista quindi mi tengo stretto Maran però Zeman come allenatore lo vorrei sempre perchè ovunque vada moltiplica per 1000 il valore dei calciatori e fa spettacolo, purtroppo non tiene la bocca chiusa e ne paga sempre le conseguenze.
    Per esprimere meglio il mio pensiero farò qualche nome recente: Insigne (Napoli), Sau (Cagliari) Salamon (Milan), Romagnoli (ex Pescara) Regini (Empoli) Kone (Varese) erano tutti con Zeman a Foggia e guadagnavano 800 euro al mese.

  20. Ip Address: 212.195.241.127

    Ciao Prof
    La tua analisi avvalla la mia in toto, ho detto anche a me piace Zeman e non Montella, ma è testa dura e non potrà mai allenare una squadra che lotta per il titolo, ieri ho sentito il Presidente del Pescara che conosce benissimo Zeman e affermava: Zeman a bisogno di tempo ( ed in Italia non c’è stato mai, nemmeno nelle piccole squadre pensa a Roma) e completa dedizione dei giocatori, questo lo puoi avere in serie b in squadre senza nessunissima ambizioni, come Foggia e Pescara, in serie a io vedrei bene Zeman solo al Chievo

    Certo poi se lui lascia in panchina De Rossi “Capitan futuro” e che la Roma ha rifiutato 30 ml dal Manchester city, se ci fai caso e il valore quasi di titti i giocatori che tu hai citato.

    Aspettando Chievo Juve nella tv francese c’è un anteprima e hanno parlato della partita di ieri, c’è solo una parola che predomina arbitraggio a dir poco scandaloso, anche se il Catania non è che abbia fatto molto, ma le mazzate dell’arbitro hanno scoraggiato e demoralizzato i giocatori del Catania.

  21. Ip Address: 109.112.35.167

    Buongiorno a tutti…..
    Ho passato un nottata senza dormire con tanto nervoso, io ci credevo fino all’ultimo almeno in un pareggio 🙁 🙁 🙁
    Sono d’accordo con voi sull’insistere a tenere in squadra giocatori che volevano andar via tipo Lodi, Almiron e Marchese andavano ceduti di corsa, perchè in campo non stanno facendo nulla, anzi secondo me rovinano il collettivo della squadra, quindi il ns. carissimo Presidente con tanto di cappello per quel che sta facendo sta volta ha toppato di brutto.
    Poi a prescindere sappiamo tutti che ci volevano almeno 2 innesti per rendere la squadra più competitiva: un terzino sx e una prima punta, mi domando perchè non si è intervenuto durante il calcio mercato, io non penso che Doukara o Cani sono all’altezza di fare gol…. acqua passata gli sbagli si pagano, comunque ieri si poteva osare di più, eravamo tutti a difendere la palla nella ns. meta campo Barrientos e Gomez erano sotto tono poi Capuano mi fa venire la febbre solo a vederlo giocare, indeciso, manda sempre la palla in dietro invece di portarla avanti :incavolato: :incavolato: :incavolato:
    alle ore 15:00 mi guarderò Meusa contro l’Atalanta tifando per i bergamaschi.

    ————————————————FORZACATANIA——————————————

  22. Ip Address: 87.19.163.226

    Scusate va l’ apostrofo al posto della I e la parola completa è autorete.
    Mi rivolgo ancora a Vittorio e a tutto il resto che cordialmente saluto.
    Tifiamo per i diffidati dell’Atalanta: Moralez, Bonaventura, Cigarini, Biondini, Consigli e De Luca (che non conta niente perchè Colantuono non lo fa mai giocare), ma pensate veramente che anche senza questi calciatori il Catania possa vincere facilmente a Bergamo?
    Io no. Io non ho più fiducia nel calcio “onesto” il Catania è una bella realtà ma non potrà mai andare oltre del settimo posto e sapete perchè ?
    Finalmente sono costretto a dire ciò che penso: perchè nessuno lo vuole in Europa.
    Per le alte sfere mille volte meglio la Fiorentina, la Lazio o la Roma in Europa, visto che il licenziato Zeman l’ha portata con un piede in finalissima di Coppa Italia.
    I giochi, in linea di massima sono fatti ancor prima che inizi il campionato, poi si aspetta l’evoluzone e il peso specifico di ogni società vale tantissimo.
    Per questo vi dico che non retrocederanno nè il Palermo, nè il Genoa, devono solo individuare dopo Siena e Pescara la terza squadra da mandare giù, poi con molta probabilità le posizioni finali saranno quelle previste da me nell’articolo estivo che le pronosticava.
    Allora il Catania?
    Con molta amarezza e molta consapevolezza dico che il Catania fra 5 partite sarà fuori dalla lottA per l’ Europa, ma non perchè la squadra non vale, perchè così vogliono, cercate di capirmi. Sono affermazioni molto pesanti e me ne assumo tutte le responsabilità, si tratta di bacino d’utenza, di ritorno in termini di immagini, alla stessa maniera che se il Catania si fosse trovato in difficoltà, ad esempio fra una squadra come l’Empoli e una come il Catania a salvarsi sarebbe stata 9 volte su 10 la nostra.
    Quando io pubblico le classifiche virtuali (del resto sono quasi identiche a quelle pubblicate da tre grosse testate giornalistiche) e ci si accorge che la Lazio ha una classifica gonfiata e sta sotto della Roma si capisce che Lotito ha un peso diverso della società americana che in Italia non esiste, si capisce che il Chievo non retrocederà e si capisce che il Catania, penalizzato nei momenti topici, non arriverà mai in Europa.
    Per noi alla fine ci potrebbe essere un onorevole ottavo posto, a patto che la squadra non si sbrachi alla fine e che certi equilibri non ci costringano a sconfitte evitabilissime sul campo

  23. Ip Address: 87.19.163.226

    A tutti un buo pranzo.
    Sulla base delle mie convinzioni vi dò il pronostico di Palermo- Atalanta: vincerà il Palermo per 3-1, il punteggio potrei anche sbagliarlo, ma secondo me (che comunque non sono infallibile) vincerà il Palermo.
    A tutti una buona domenica.

  24. Ip Address: 212.195.241.127

    Prof quello che dici e vero a parte Bergamo dove il Catania non parte battuto anzi, ma io dell’Europa me ne frego altamente e credo che sarebbe anche deleterio, quello che mi da fastidio e SCHIFO sono soprattutto i giornalisti anche quelli siciliani vedi Cannavo pace all’anima sua, e soprattutto le ingiustizie, ieri parlavo di par condicio, col Catania l’hanno attuata alla perfezione, Juve, Napoli, Milan e Inter

  25. Ip Address: 79.46.30.99

    Salve raga’!!!
    Ciao Chiarezza, i miei figli e parenti ci tengono tanto a vincere lo scudetto anche se dico che e’ difficile. Su Zeman dico che e’ molto bravo con i giovani.
    Su Almiron e Lodi mi trovo d’accordo con te, ne basta uno dei due e ai fianchi solo giocatori che fanno “legna”.

    Non penso che a Bergamo partiamo battuti.
    Se ho letto bene Marchese non e’ fuori rosa quindi puo’ giocare, rientrano Castro, Alvarez e Lagrottaglie contro l’Atalanta.
    Ciao joe, io invece ho dormito tranquillo perche’ il Catania visto a Napoli e’ veramente forte credimi.

  26. Ip Address: 95.239.52.97

    ciao prof concordo in toto il tuo post n. 22 ormai i giochi sono fatti e in europa ci andranno le solite ma comunque il catania avra un ottimo piazzamento alla faccia di chi ci vuol male forza :catania: sempre :sciarpa: :sciarpa: :salve: :ciao:

  27. Ip Address: 95.239.52.97

    Milan

    Udinese
    03.02. 15:00 Finale
    Fiorentina
    2 – 0
    Parma
    03.02. 15:00 Finale
    Genoa
    3 – 2
    Lazio
    03.02. 15:00 Finale
    Palermo
    1 – 2
    Atalanta
    03.02. 15:00 Finale
    Pescara
    2 – 3
    Bologna
    03.02. 15:00 Finale
    Siena
    3 – 1
    Inter
    03.02. 12:30 Finale
    Chievo
    1 – 2
    Juventus
    02.02. 20:45 Finale
    Napoli
    2 – 0
    Catania
    02.02. 18:00 Finale
    Torino
    0 – 0
    Sampdoria
    01.02. 20:45 Finale
    Roma
    2 – 4
    Cagliari

  28. Ip Address: 87.19.163.226

    Un caro saluto a tutti gli amici tifosi.
    I risultati di oggi mi hanno confermato quanto sia stato ingiusto l’esonero di Zeman.
    Del Neri ha avuto la possibilità di fare un danno enorme a Gevova 8 punti in 13 partite prima di essere esonerato, Gasperini ha fatto malissimo a Palermo 16 punti 1n 20 partite e squadra all’ultimissimo posto che rischia veramente la B.
    Pensavo che il Palermo reagisse battendo l’Atalanta, invece mi sono sbagliato in pieno.
    Ho contestato spesso i cambi degli allenatori fatti da Zamparini ritenendoli inutili, stavolta ha l’obbligo di mandare via Gasparini e richiamare Sannino.
    Che dire poi del tanto osannato Stramaccioni e dell’Inter umiliata a Siena ?
    Zeman. come titti, aveva il diritto do lavorare, invece ad ogni minimo episodio gli hanno rotto di continuo le scatole.
    Comunque, torniamo a ciò che mi interessa di piu, il Catania, se l’Udinese non vincerà a Milano contro il Milan per un’altra settimana il settimo posto l’abbiamo mantenuto.
    Io non ho detto che il Catania parte battuto a Bergamo, ho detto che vincere sarà difficilissimo, mi accontenterei anche del pareggio, ma con qualsiasi risultato non ne farei un dramma, tanto ormai il nostro obiettivo minimo l’abbiamo centrato, anche senza Lomonaco il quale da grandissimo manger non è riuscito a risollevare le sorti del Palermo, evidentemente i risultati conseguiti dal Catania negli anni precedenti non erano solo frutto dei suoi meriti (che ci sono).

  29. Ip Address: 88.66.62.226

    Posso intromettermi nella vostra interessante discussione
    basta con questo lo Monaco che vada a farsi un bagno
    nelle bellissime spiagge palermitane e gli auguro di mettere un piede ni na fossa ri cozzuli

  30. Ip Address: 151.54.32.188

    condivido m’bare Lux … :salve: :salve: :salve:

  31. Ip Address: 88.66.62.226

    no ne dubittavo m’are Chiarezza :salve: :salve: :salve:

  32. Ip Address: 93.46.43.119

    In concreto, come dicevo prima. Solo se vince l’Udinese a Milano il Catania scende di un posto in classifica. Son convinto che quest’anno, quello di ritorno sarà un girone tutto da godersi. Mi sembra e sarà un’altro campionato.Il Catania, contrariamente a quanto vogliano le alte sfere, saprà farsi valere sul campo. Con Legrottaglie, Castro e Marchese, il Catania non avrebbe perso mai contro il Napoli. Lodi e Almiron ? credo che è nel loro interesse dimenticare il calcio mercato e mettere la testa a partito(a). Chiarezza, fermo restando che il rendimento dei giocatori deve essere sempre valutato, non bisogna dimenticare che questo,a volte, può essere altalenante e il rispetto per l’uomo non deve mancare mai.In ogni caso, il giocatore è patrimonio della squadra a 360 gradi. Maran, ha una grossa qualità: il senso della misura in tutte le cose che dice e la sua finta pacatezza aiuta rendere sereno l’ambiente. Signori si nasce. A volte si dicono più cose con il silenzio che con le parole. Un affettuoso saluto a tutti, compreso Catanista60. :ciao: :ciao: :salve: :salve: 😉 😉 :catania: :catania: :sciarpa: :sciarpa:

  33. Ip Address: 2.2.99.247

    Mbari Lux era mbari Catanista ca era d’accordo con te e iu sugnu raccordu cu tutti rui :salve: :salve:

  34. Ip Address: 88.66.62.226

    ma porc… annuvai au era convintu
    m’ha scusari Mariu
    ma perlomeno si e capito che siamo in tre a pensarla allo stesso modo 😀 😀 😀
    Mario :salve:
    Chiaré :salve:
    resto della cumacca :salve:

  35. Ip Address: 79.46.30.99

    Buonasera raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Un solo grido forza Cataniaaaaaaaaaaaaaaaaa!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :catania:

    Sogni rosso e azzurro a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  36. Ip Address: 87.17.71.125

    I Meusa con LoMo andranno in serie B, mi dispiace tanto, ha rinnovato tutta una squadra, ma non ha considerato il tempo di ambientamento dei giocatori 🙁 🙁 🙁
    LoMo porta iella…..

  37. Ip Address: 2.2.99.247

    Ciao Joe

    Finalmente Lo Monaco dice la verità!!!! La salvezza è ul nostro obiettivo 😛 😛 😛 😛

    Peccato che non ci riuscirà!!

  38. Ip Address: 87.21.64.166

    Ciao Chiarezza, ho letto che Zampalesta vuol mandar via LoMo e Gasperini.

    ESCLUSIVA- PALERMO, Lo Monaco potrebbe lasciare dopo confronto con Zamparini
    03.02.2013 18:31 di Redazione ITA Sport Press

    E’ veramente difficile la situazione a Palermo. La squadra dopo la sconfitta interna con l’Atalanta è ultima in classifica e tra l’altro con un distacco di 4 punti dalla quart’ultima in classifica. In questo momento il presidente Maurizio Zamparini sta prendendo delle decisioni sul futuro del tecnico Gianpiero Gasperini. Secondo quanto appreso da Itasportpress.it a Palermo, tra il presidente e il nuovo amministratore delegato Pietro Lo Monaco c’è stato un confronto aspro dopo la partita e il dirigente di Torre Annunziata, che non ha ancora ottenuto le azioni societarie promesse dal patron rosanero, starebbe pensando di abbandonare il sodalizio di via del Fante. Tutto può succedere nelle prossime ore.

  39. Ip Address: 95.239.52.97

    intanto il milan e in vantaggio e se continua cosi noi manteniamo il 7mo posto forza :catania: :catania: :sciarpa: :sciarpa: 😆 😆 :ciao: :ciao:

  40. Ip Address: 88.66.62.226

    e veru cu sinni va ri catania viene
    colpito dalla vendetta del liotru
    ma si lomonicchio fai ritorno a torre di non so che
    i tuoi paesani ti stanno aspettando

  41. Ip Address: 95.239.52.97

    19.01 Il futuro di Gasperini è appeso ad un filo. Questo il comunicato del presidente del Palermo Zamparini: “Pur essendo consapevole della difficile situazione che la squadra sta attraversando, sono certo di avere una squadra forte che si salverà. Prenderò una notte di riflessione per poter decidere ciò che è meglio per le sorti del Palermo”.

    18.30 Secondo quanto appreso da Calciomercato.com, da domani il Palermo sarà in ritiro alla Borghesiana di Roma per preparare la gara casalinga di domenica contro il Pescara. La storia insegna: ogni qualvolta la squadra rosanero si è allontanata dalla città, è arrivato il cambio in panchina. Gasperini ha le ore contate. L’indennizzo da 300mila euro in caso di esonero non spaventa Zamparini.

    Poche le strade da percorrere. Reja rifiutò la proposta del Palermo addirittura prima dell’approdo di Gasperini, e nemmeno adesso sarebbe troppo convinto all’idea di tentare la mission impossible della salvezza. Poco praticabile la pista Sannino, che non si è lasciato in buoni rapporti con la squadra. Resta Pasquale Marino, che da tempo si propone ai piani alti di viale del Fante. Al momento, però, non ci sarebbe stato nessun contatto con il tecnico marsalese.ciao joe

  42. Ip Address: 72.226.121.41

    Il Milan con un rigore all’ultimo minuto[alquanto dubbio e chissa’ se al Catania l’avrebbero dato….]ha vinto contro l’Udinese e il Catania ha conservato almeno per un’altra giornata il settimo posto.I risultati non ci sono stati sfavorevoli a conferma che con un minimo di costanza,l’Europa non e’ un miraggio.Tra l’altro la Lazio ha confermato di essere una formazione mediocre e che la sua alta classifica e’ stata figlia della fortuna.Anche l’inter non merita la classifica che si ritrova e sta tornando indietro come le si conviene[per i neroazzurri solo un momento di gloria…la vittoria di Torino contro la JUVE.E domenica ci aspetta l’Atalanta che forse ha mandato in B IL Palermo[Io da siciliano,mi auguro che esistano ancora i margini per una salvezza che a questo punto avrebbe del miracoloso.FORZA CATANIA………

  43. Ip Address: 2.2.99.247

    E lo schifo continuaaaa; l’arbitro regala al 95 un ‘rigore al Milan, a onor del vero il Milan ha meritato di vincere

  44. Ip Address: 93.46.39.182

    Buon giorno a tutti. Joe :ciao: :catania: :sciarpa: Tino :catania: :sciarpa: :ciao: Angelo :catania: :sciarpa: :ciao: Giorgio :catania: :sciarpa: :ciao: Vittorio :catania: :sciarpa: :ciao: Beppe :catania: :sciarpa: :ciao: Lux :catania: :sciarpa: :ciao: Val :catania: :sciarpa: :ciao: Salvatore :catania: :sciarpa: :ciao: Mongibello :catania: :sciarpa: :ciao: Catanista60 :catania: : :sciarpa: ciao: Non è passatempo ma il piacere di confermare che il Catania ha conservato il suo posto in graduatoria. Affettuosamente… ma villae diri: accuminciau a festa di Sant’Aita e cca pari primavera. :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  45. Ip Address: 80.116.248.69

    Buongiorno raga’!!!
    Qui Napoli e dintorni, cielo sereno e temperatura freddina.

    Forza Cataniaaaaaaaaaaaa!!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

    Buona giornata a tutti!!! :catania: :catania: :catania:

  46. Ip Address: 151.54.32.69

    Buongiorno a tutta la Fratellanza Rossazzurra …

    A parità di condizioni, il Catania non sarebbe mai uscito battuto dal S. Paolo. A prescindere da questo, la squadra a Napoli ha dimostrato che la sua classifica non è frutto del caso e che merita ampiamente la posizione che occupa.
    Se uno spettatore occasionale avesse avuto modo di vedere l’incontro, si sarebbe sicuramente chiesto chi delle due contendenti in campo fosse l’antagonista reale della Rubentus, e con un arbitro degno di questo nome alla fine della gara sicuramente staremmo a parlare di ben altro risultato…
    Sia come sia, la squadra è veramente competitiva tosto che, – escludendo a priori che Marchese sia definitivamente fuori da qualsiasi recupero alla nostra causa – e nulla togliendo all’impegno del buon Ciro Capuano, il mister non decida in maniera definitiva di puntare sulla fascia sx sul fortissimo e promettente Rolin…
    Detto questo, aspetto con la giusta ansia da tifoso la riprova di Domenica in quel di Bergamo, dove, l’imparzialità della giacchetta nera chiamata a dirigere l’incontro non dovrebbe essere messa in discussione, – o almeno ci si augura da tifosi, che sia veramente così. –

    A SOSTEGNO DI UNA FEDE : ” FORZA CATANIA!”

  47. Ip Address: 87.19.163.226

    Un caro saluto a tutti gli amici
    Gli ultimi risultati hanno confermato in pieno (ma non necessitavano conferme) quello che sostengo da tempo: nelle alte sfere fanno ciò che vogliono.
    Rigore regalato al Milan al 95′ perchè il Milan deve andare in Europa di riffe o di raffe, lasciamo da parte il fatto che ha meritato la vittoria.
    L’ennesimo rigore regalato alla Lazio, anche se come avevo pronosticato ci ha lasciato lo stesso le penne.
    Se il Catania, la Fiorentina o la Roma avessero avuto gli stessi aiuti che ha avuto la Lazio starebbero in classifica ben sopra la Lazio.
    Mettiamoci il cuore in pace c’è una linea oltre la quale non si può andare perchè esiste un mostruoso divieto d’accesso ed è la linea del settimo posto.
    Il Catania potrebbe anche fare miracoli oltre quel posto non arriverebbe mai.
    Qualunque squadra martoriata da continui arbitraggi infelici perde entusiasmo ed autostima e alla fine paga questa situazione nella classifica finale.
    Lodi espulsione e tre giornate di squalifica, Zuniga un semplice giallo…

  48. Ip Address: 2.2.99.247

    Buon pomeriggio a tutti pari,

    Io aspetto su Grava la prova TV se veramente non gli fanno niente e non credo………….allora ci sarà guerra in lega, cioè i Lotitiani e gallianesi con alleati altri 12 tra cui pulvirenti e gli altri, e assecondo dell’arbitro che sia di una fazione o dell’altra si deciderà il campionato, e triste ma penso dopo le ultime partite che sia cosi…..speriamo bene!!!!

    Ma ora vengo alla goduria ATTILA DOVE PASSA LUI LASCIA TERRA BRUCIATA 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆

    ESCLUSIVA TMW – Ribaltone Palermo, anche Lo Monaco verso l’addio: le ultime
    04.02.2013 16.45 di Alessio Alaimo Twitter: @alaimotmw articolo letto 1000 volte
    © foto di Daniele Buffa/Image Sport

    Giorgio Perinetti è pronto a riabbracciare il Palermo. Mancano ancora le conferme definitive, ma i segnali portano alle dimissioni di Pietro Lo Monaco, che si sarebbe sentito delegittimato dalla scelta di Zamparini, che ha puntato su Alberto Malesani. La figura di Perinetti è ben vista da squadra e società. Non è ancora uffficiale, ma i segnali sono questi. Zamparini è tornato indietro sui suoi passi, vuole salvare il Palermo e così starebbe decidendo di affidarsi di nuovo a Giorgio Perinetti. Tra poco la decisione finale, in attesa delle ufficialità.

  49. Ip Address: 2.2.99.247

    E dopo che zampalesta ha visto gli ultimi acquisti di Lo Monaco 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 ACQUA DAVANTI E VANTU D’ARRERI

    Dal Giornale di Sicilia

    Zamparini ha comunicato la decisione al tecnico intorno a ora di pranzo. Accordo con Malesani fino a giugno. Lo Monaco lascia i rosanero. Per sosituirlo, ecco il dirigente che aveva lasciato quattro mesi fa

    di GIUSEPPE LEONE
    PALERMO. È terminata l’avventura sulla panchina del Palermo di Gian Piero Gasperini. Il destino era apparso ormai segnato dopo la sconfitta di ieri in casa contro l’Atalanta. La decisione definitiva è arrivata stamattina verso ora di pranzo, quando il presidente, Maurizio Zamparini ha comunicato la sua scelta al tecnico piemontese ed è stata ufficializzata dalla società. Lo stesso presidente ha deciso di prendere completamente in mano la situazione e si è accordato con Alberto Malesani, che si lega ai rosanero fino a giugno. Proprio questa scelta segna anche la fine del rapporto tra Zamparini e Pietro Lo Monaco. L’amministratore delegato, che voleva l’esonero di Gasperini e il conseguente ingaggio di Pasquale Marino col quale ha condiviso l’esperienza a Catania, lascia dunque dopo quattro mesi i colori rosanero. E per sostituire il dirigente, ecco un altro ritorno. Con Malesani, infatti, si apre anche il Perinetti bis. Con l’ex direttore sportivo i contatti sono stati continui nelle ultime settimane

    Ma come non era diventato socio di Zampalesta?
    Comunque tra Genoa e Palermo ed i giocatori che ha comprato “a pagnotta sa vuscau” Prossimo processo insegna 🙄 🙄 🙄 🙄 🙄 🙄 🙄

  50. Ip Address: 2.2.99.247

    Dopo che Lo Monaco sia partito auguro al Palermo di salvarsi; e poi leggendo il loro blog li trovo persino con humor english :salve: :salve:

    Ufficiale (tra non molto) esonerato Malesani arriva…
    ci portiamo avanti col lavoro, fuori i nomi che freghiamo tutte le testate giornalaistiche
    __________________
    Le tre strisciate sono il cancro del calcio e brienza mi disgusta. Perchè non si indaga sui patrimoni degli arbitri? I leghisti? dimostrazione delle teorie di Darwin.

    Ecco il futuro:

    Palermo 2013-2014 in Serie B

    Presidente: Zamparini
    Vice-Presidente: Miccichè (aka Zamparini)
    Direttore Sportivo: Perinetti (aka Zamparini) e Cattani (aka Incompetente)
    Allenatore: Zamparini

    Squadra 3-4-3:

    Pippa
    Pippa Pippa Pippa
    Pippa Pippa Pippa Pippa
    Pippa Pippa Pippa

    Il nuovo allenatore? Eccomi!

    mi rendo conto che non è corretto parlare in anticipo di certe questioni, perchè non è giusto interferire con i lavori di illustri colleghi quali Gasperini e Malesani, con cui ho condiviso momenti indimenticabili appresso ai migliori panellari della città e nei peggiori Pub del posto. Diciamo subito che il problema della squadra è psicologico; non c’entra nulla il fatto che Gasperini abbia confuso il calcio vero con PES o il fantacalcio, così come non ha importanza se garcia non abbia imparato i fondamentali a scuola calcio perchè è fortissimo e bellissimo dentro e Gasp ha fatto bene a puntare su di lui.
    Adesso arriverà Malesani per farsi due settimane di ferie pagate, poi inizierò il mio lavoro che consisterà nel mettere i giocatori nei loro ruoli, che a palermo pare essere una scienza, e magari proverò a mettere qualche attaccante in più giusto per far provare al nostro meraviglioso pubblico il brivido di un gol ogni tanto (o di un tiro che becchi lo specchio della porta).

    La partita che attendo di più è sicuramente quella contro la juve…stabia, che si giocherà il prossimo anno. So che i tifosi la sentono molto. Per l’occasione spero che questa società così importante continui nella sua iniziativa di prezzi ridotti perchè abbiamo bisogno del sostegno del pubblico.
    Sarà emozionante allenare al barbera; mi hanno detto che c’è una bella vista.
    __________________
    “..e se la follia della vita dovesse lasciare un mondo deserto agli scarafaggi, da qualche parte ci sarà sempre un Palermitano che frigge panelle.”

    Ho appena letto il CV di Malesani su Mediagol, dove su 6 squadre che ha guidato per evitare la retrocessione, ben 4 sono andate in B…ecco siamo nelle mani di Santa Rosalia

    Simâtici vi auguro di salvarvi :ciao: :ciao: :ciao:

  51. Ip Address: 95.239.52.97

    buona sera saretto giorgio peppe58 catanista che leggo con piacere chiarezza lux salvatore grasso joe mongibello prof e tuttu u restu da cumacca dei fratelli dal cuore :catania: :catania: A che gioco giochiamo?

    Giusto per non falsare la lotta scudetto, dopo Gervasoni arrivò Calvarese. Quest’ultimo, almeno, con l’attenuante di esser “giovane ed inesperto”. Si dice così, no? Tante volte lo si è detto che dir così è diventato gergo, costume, abitudine. Brutta abitudine, che porta in evidenza gli effetti, non le cause. Che induce a… :sciarpa: :sciarpa: :ciao: :ciao:

  52. Ip Address: 95.239.52.97

    parlare solo di chi può vantare delle attenuanti, in giudizio, e non di chi queste attenuanti le ha perdute da tempo e che adesso meriterebbe un giudizio severo.

    Come, ad esempio, chi permette ad un arbitro di 37 anni di esser ancora tanto inesperto da sembrar giovane. Incapaci, da capi, loro per primi, di strutturare un regolamento chiaro, normativo e non interpretativo, tale da consentire una preparazione teorica salda, immutabile, che divida la condotta regolare da quella irregolare e con essa l’arbitro capace (di ravvisarla) da quello incapace. Con chiarezza, univocità ed obiettività. Così non è, e non può esser dacché invece di tutelare i clienti (le squadre, che li pagano e profumatamente), la classe arbitrale ha deciso di tutelar solo sé stessa introducendo la “discrezionalità”, in gergo una regola, in realtà la scusa, l’alibi perfetto per sbagliare senza dover ammettere l’errore, quindi, senza pagare le conseguenze ad esso commisurate.

    Come, ad esempio, chi conoscendo le pecche del sistema, e soprattutto le pecche di ogni singolo arbitro, designa un “giovane inesperto” ad arbitrare la partita sbagliata, nel posto sbagliato, al momento sbagliato. Come lo è mandare un arbitro con meno di 20 partite in serie A a dirigere un anticipo serale che vale la vetta del campionato, che si prospetta talmente equilibrato da poter esser deciso da minuzie (come una svista arbitrale o non), che lo vede esordiente in uno stadio “complicato” per le pressioni che esercita, in un ambiente che aspetta questa gara da 23 anni, per di più contro una squadra (il Catania) che in stagione ne ha subito “di ogni”. Altri sbagli dei capi, a monte, da sommare, che non giustificano ma spiegano e fanno il totale di quelli commessi a valle, degli impiegati, quei direttori di gara mandati allo sbaraglio, armati con lo scudo della discrezionalità che anche stavolta fa come unica vittima il Catania.

    In un sistema in cui ammettere d’aver sbagliato è una vergogna, continuare a sbagliare no, si continuerà inevitabilmente a sbagliare. In un sistema in cui esistono solo le dismissioni, non le dimissioni, nulla cambierà a seguito di uno sbaglio, semmai alla prima decisione giusta che verrà non solo promessa, anche intrapresa. Fatto sta che finora, nulla è cambiato. Nulla è migliorato. Tutto anzi, senza Moggi, è persino più evidente. Quest’anno tocca al Catania costatarlo. L’elenco dei torti subiti è fin troppo lungo ed inaccettabile per la vittima costretta a pagare, sorridere e tacere.

    Manca uniformità di giudizio, nella stessa partita e di partita in partita. Non è equo considerare fallo di reazione lo scappellotto di Lodi a Meggiorini, sanzionato col rosso e tre giornate, e sventolare solo il giallo a Grava per una manata in pieno volto a Gomez. Contro la Juventus l’intera panchina juventina si alza a protestare, abbandonando l’area tecnica per accerchiare il guardalinee. In Catania-Torino, Maran viene allontanato per aver oltrepassato di pochi passi l’area tecnica.

    Manca lucidità di giudizio. De Sanctis mette in angolo su tiro di Barrientos, rimessa dal fondo. Entrata in anticipo di Rolin su Cavani, fallo invertito. Piedi uniti di Inler sulla caviglia di Bellusci, non visto. Cavani a terra, fallo sistematico. Bergessio a terra, fallo sistematico, a sfavore. Limitandoci alla partita col Napoli.

    Manca capacità di giudizio. Tocco di mano in area di Zuniga, tre arbitri sul pallone non possono non aver visto, solo giudicato involontario. Ed è un errore gravissimo. Fallo di Guarin su Gomez a San Siro, altro rigore visto dall’addizionale Romeo e giudicato contatto regolare. Rigore su Izco al Dall’Ara di Bologna, l’addizionale giudica anche in questo caso contrasto regolare. Ad Udine, basta molta meno evidenza per concedere rigore ai padroni di casa. Quindi la saga dei guardalinee: Goal annullato a Bergessio al Franchi sullo 0-0; goal annullato sempre a Bergessio, fuorigioco inesistente, contro il Parma; goal annullato ad Almiron, fuorigioco inesistente, a Bologna; goal convalidato al Milan, netto fuorigioco di El Shaarawy, al Massimino; goal convalidato a Vidal nonostante il fuorigioco di Bendtner, al Massimino, goal regolare annullato a Bergessio: episodi che decideranno la partita.

    Manca comunicazione. Tre arbitri possono essere sul pallone che Zuniga stoppa di mano in area, nessuno vede o nessuno parla. Il quarto uomo segnala rosso per Grava, giusto che la decisione la prenda l’arbitro, meno che non ponderi col giusto peso la versione di chi, per dislocazione in campo e ruolo può aver visto certamente meglio di lui. Mentre a volte, vedi Catania-Juventus, di comunicazione ce n’è fin troppa e coinvolge anche i non aventi diritto, come i giocatori della panchina, ed i non facenti funzione, come l’addizionale invitato a segnalare un fuorigioco che non può aver visto perché non è tenuto a farlo.

    Manca personalità. Non può esser un caso che il Catania si trovi a recriminare sempre a seguito di direzioni arbitrali “sudditanti” avvenute sempre contro squadre di blasone o di vertice quali Juventus, Milan, Inter, adesso anche Napoli.

    Orsato, Gervasoni, Russo, Calvarese, Giacomelli, Doveri.. dovesse vigere la regola del “veto” sul precedente (come accadde con Farina, dopo Catania-Inter non diresse più i rossazzurri) sarebbero davvero pochissimi gli arbitri che potrebbero dirigere il Catania senza sentirsi in imbarazzo od in “dovere” di compensare i torti perpetrati. Inutile prendersela con gli arbitri, chiederne la dismissione. Bisognerebbe, dopo un torneo così falcidiato dagli errori di fischietti e bandierine, pretendere le dimissioni di chi forma questi arbitri, e di chi con presunzione o superficilità li manda ad arbitrare in contesti in cui l’errore c’è da aspettarselo, altro che temerlo.

    Loro dicono (altro alibi sconfortante), che le decisioni dell’arbitro facciano parte del “bello” del gioco. Resta ancora da capire a che gioco stiamo giocando.

    Commenti tutto il resto e 8) :catania: :sciarpa: :salve: :ciao:

  53. Ip Address: 85.41.235.41

    Buonasera a tutti…..
    ahahahahaha Lo Zar, voleva mettersi contro il Catania, la vendetta Rossazzurra 😀 😀
    Alberto Malesani è il nuovo allenatore dei Meusa….

  54. Ip Address: 95.239.52.97

    CATANIA – Il presidente Antonino Pulvirenti, dalle pagine odierne del quotidiano “La Sicilia” parla della situazione di Giovanni Marchese

    “Marchese è un giocatore che ha gli stessi diritti degli altri. La sua assenza a Napoli è dovuta al fatto che l’allenatore ha confermato, a parte l’emergenza, i protagonisti della partita precedente. Non dimenticate che il giocatore ha toccato corde delicate nel rapporto col gruppo e con l’allenatore” :sciarpa: :ciao: :catania:

  55. Ip Address: 95.239.52.97

    Serie A: Settimi, con tre punti in meno

    Fattore interno ed esterno si equivalgono. Nella 23^ giornata quattro successi interni, quattro esterni almeno fino al 93° del posticipo tra Milan ed Udinese. Dal dischetto, tra le proteste dei friulani, Balotelli mette a segno la sua prima doppietta in rossonero che vale la vittoria al Milan, la quinta interna. A segno 16 squadre sulle venti impegnate.…

  56. Ip Address: 95.239.52.97

    Catania
    Nonostante la sconfitta il Catania tiene a distanza Roma, Parma ed Udinese. Perdono tutte le inseguitrici, scappa il Milan che torna quinto, a cinque punti, quattro ne dista la Fiorentina, sesta. Gli etnei restano settimi. Il margine sulla zona salvezza si riduce a 15 punti.

    Atalanta
    La formazione di Colantuono si scuote da torpore delle ultime giornate, tre sconfitte ed un pareggio, ritrovando le reti di Denis ed il contributo, determinante anche in termini di prestazione, del proprio attaccante principe. Assorbite le numerose cessioni, i bergamaschi cercheranno contro il Catania la conferma della solidità ritrovata. A disposizione ci sarà anche Brienza, da poco arrivato tramite Palermo e tenuto in panchina al Barbera per accordi con i rosanero.

    Protagonista
    In negativo stavolta, il portiere della Roma Goicoechea. Un autogol spiana la strada al Cagliari ed all’esonero di Zeman, che con tanta forza l’ha voluto a Roma prima, ed in porta al posto di Stekelenburg poi. Il progetto tattico degli americani è alla seconda bocciatura in due anni. Dopo Luis Enrique via anche Zeman, stavolta a metà campionato, con la squadra affidata al collaboratore tecnico Andreazzoli. Segno che il problema non fosse né prima Luis Enrique né adesso Zeman, ma ciò di cui entrambi erano espressione, proprio il progetto tecnico della Roma, mandato in fallimento poiché incompatebile, per indole, carattere e caratteristiche dell’organico allestito.

    Lotta scudetto
    Lazio definitivamente fuori. La sconfitta contro il Genoa estromette moralmente più che matematicamente i biancocelesti dal duello riservato ormai tra Napoli e Juventus. I partenopei passano contro il Catania. Capolista per una notte, vengono distanziati nuovamente con la vittoria che la Juventus matura sul Chievo Verona.

    Zona Europa
    La Lazio, conquistata la Coppa Italia, mantiene la terza posizione grazie anche ai risultati delle altre concorrenti: solo l’inter, che perde clamorosamente, a Siena, restando a tre punti. A quattro risale la Fiorentina, interrotta la striscia negativa (coincisa con la fine di Gennaio, mese orribile per Montella) contro il Parma i viola tornano al successo ritrovando le reti di Toni e Jovetic. Non è un caso. Il Milan, vincendo all’ultimo istante contro l’Udinese nel posticipo si rimette davanti alla viola agguantando l’Inter a quota 40.

    Alla rincorsa
    Perdono sia Roma che Catania. Cede anche il Parma e pure l’Udinese. Il gruppetto delle inseguitrici vede allontanarsi la zona europa ed avvicinarsi, numericamente, più il drappello di centro che non quello di bassa classifica. Quota quaranta è vicina per tutte.

    Centro classifica
    Il Bologna, corsaro a Pescara, raggiunge la Sampdoria che si accontenta del pareggio sul campo del Torino. Doriani scavalcati dall’Atalanta, corsara anch’essa a Palermo. In cima al gruppetto, il Torino che raggiunge il Chievo, sconfitto dalla Juventus, ed avvicina il Parma, fermo a quota 31.

    Zona salvezza
    Disastro Palermo. Tanti i nuovi acquisti in campo, contro l’Atalanta serviva una vittoria, arriva invece una sconfitta tonante che mette in discussione la panchina di Gasperini nella settimana che porta al secondo impegno casalingo consecutivo, potenzialmente determinante, contro la terzultima, il Pescara. A remar contro i rosanero anche i risultati delle altre concorrenti. Vince il Genoa, all’ultimo istante, dopo esser stato rimontato sul 2-2 dalla Lazio. Funziona la cura Ballardini, dopo il pari contro la Juventus arriva la prima vittoria della sua gestione. Vince anche il Siena, 3-1 sull’Inter deciso ben prima dell’espulsione di Chivu che procura il rigore che fissa il risultato. I rosanero vengono così agganciati dai senesi all’ultimo posto in classifica. Il Pescara, rimontato in casa dal Bologna, è terzultimo a tre punti, quattro dal fondo ne dista il Genoa, in questo momento salvo. Si allontana anche il Cagliari, che “esonera” Zeman imponendo il 2-4 all’Olimpico. Sapore di vendetta per lo 0-3 a tavolino dell’andata.

    :sciarpa: :salve: :ciao:

  57. Ip Address: 79.22.96.54

    Buona sera tutti gli amici :catania: :catania: :sciarpa: :salve: :ciao: :ciao:

    Oggi c’è di che parlare,dagli “errori” arbitrali 😯 😯 😯 all’esonero(‘ava ‘fattu ‘assai) di Gasperini per passare alle ormai imminenti dimissioni di Lo Monaco,per non dire dell’assenza in lega ‘dè ‘ttì ‘dà ‘vaniddazza(rubentus,rubinter e RomaLadrona).

    In fin dei conti però,voglio uscire un pò fuori argomento e dedicare quattro righe alla splendida squadra e a tutto lo staff della primavera del Catania che,mai nella sua storia,aveva raggiunto il primato in classifica.

    Riporto uno stralcio di un’intervista di un dirigente del settore giovanile:

    “Lavoriamo per il Catania dell’oggi e del domani”: i confini del tempo diventano sempre meno netti, grazie alla crescita esponenziale della principale formazione del Settore Giovanile guidato dal Responsabile Dario Scozzari, allenata da Giovanni Pulvirenti. Dopo 17 giornate, per la prima volta nella storia, il Catania è infatti primo in classifica nel gruppo C del Campionato Primavera Tim – Trofeo “Giacinto Facchetti”, avendo scavalcato il Napoli, costretto al 2-2 dal Pescara. Per il nostro club è una soddisfazione straordinaria, così come le cifre che descrivono l’escalation: 7 vittorie consecutive, 10 successi ed un pareggio nelle ultime 11 partite, soltanto una sconfitta nell’arco del torneo e la miglior difesa del girone. Sei dei “quasi pronti” per il grande calcio hanno già vissuto, quest’anno, l’emozione della convocazione in prima squadra: Addamo, Aveni (bomber rossazzurro con 12 gol), Barisic, Cabalceta, Messina e Petkovic. Ad entusiasmare, però, è la consapevolezza del valore del gruppo, a prescindere dai singoli in evidenza. Ai nostri giovani calciatori, complimenti e congratulazioni: Torre del Grifo è già “canteri”, il Catania del domani bussa con forza e convinzione alla porta dorata dell’oggi. Conservate questo spirito, ragazzi, e riuscirete ad ottenere altre soddisfazioni, perfino maggiori e migliori di questo luccicante primo posto.

    Cosa dire,forse col tempo anche il Catania avrà la sua “Cantera”(tradoto,cantiere) come il Barcellona,così,potrà far crescere i propri campioncini in casa.

    :catania: :catania: :sciarpa: :sciarpa:

  58. Ip Address: 95.239.52.97

    Partiamo da una considerazione di fondo. Dopo tanti anni in serie A, deve essere motivo di orgoglio pensare di venirsi a giocare la partita al San Paolo contro una pretendente allo scudetto. Se non mi sbaglio, nella storia questo match non ha mai registrato un numero di spettatori cosi alto. Questa considerazione dà una dimensione all’importanza di questa serata di grande calcio. Sul campo, è vero, il Catania perde ma non fa la figura della vittima sacrificale. La tensione di una partita sempre in bilico, anche quando i partenopei raddoppiano, e gli episodi sottolineati dalle bordate di fischi all’indirizzo dei rossazzurri sono il segno che il Napoli temeva l’Elefante e la sua pericolosità. Visto da questa prospettiva il bicchiere sembra tutt’altro che vuoto.

    Catania sfortunato negli episodi e nelle scelte arbitrali. Cosa ha pesato di più?

    La sensazione è che il Napoli avrebbe vinto questa partita comunque, l’occasione era troppo ghiotta. Il calcio è fatto di motivazione e giocare davanti a cinquantamila tifosi, avidi di agganciare l’odiata Signora, è difficilissimo per chiunque. Chiamiamolo “fattore San Paolo”, pensando a sponde invertite cosa succede quando è il Catania a giocare tra le mura amiche.

    Sommaci anche che dopo trenta minuti di equilibrio stagnante, nel quarto d’ora che porta all’intervallo si concentrano tutti gli episodi decisivi del match. Per sbloccare la partita c’è voluto un passaggio sporco, uno di quei palloni che vagano in area raccolti dal guizzo del giocatore più in forma e concentrato, tra tutti quelli in area, difensore ed attaccanti, vince Hamsik.

    Di certo questo non basta a giustificare la prestazione “casalinga” di Calvarese e i suoi. Ma c’è da aspettarselo: questa classe arbitrale passa sulla bocca di tutti e affronta la fase calda dell’anno, quella che assegna punti pesanti per la classifica. Con tutti gli occhi puntati addosso Calvarese a mio parere non trova il coraggio di fischiare nessuno degli episodi dubbi a favore degli etnei, “salvando” il Napoli. Tutto sommato gli errori, presi uno ad uno, non sembrano gravi. È la loro somma che lascia un po’ l’amaro in bocca. Unica nota stonata è la disparità di giudizio: Grava reagisce, pur non con le intenzioni di un pugile che vuole stendere l’avversario, con la stessa intensità di Lodi contro il Torino ma a differenza dell’etneo Grava riceve “solo” un giallo. Insomma se giochi al San Paolo e ci si mette anche l’arbitro, fare l’impresa diventa impossibile.

    Cosa è davvero mancato a questa squadra?

    Il Catania ha giocato una grande partita, quasi alla pari di un avversario tosto e ben organizzato. Anche quando il risultato è tale da tirare i remi in barca, il Catania va all’assalto, guadagna corner su corner e occasioni per rimettere in piedi il risultato. Alza la bandiera bianca solo quando le forze mancano e il campo è quasi diventato un acquitrino. In una partita così, se vuoi portare a casa punti e l’avversario è deciso a concederti poco o nulla, tu devi fare altrettanto. La concentrazione e l’attenzione è a tratti mancata. Lo si vede dall’indecisione di alcuni interventi, vedi Bellusci e Capuano che lasciano troppa libertà agli inserimenti e ai dribbling di Zuniga e Mesto. I gol subiti sono il risultato di piccole disattenzioni che fatte contro una squadra di alta classifica si pagano care. Ma l’effetto “testa altrove” è una costante di tanti piccoli episodi: le ripartenze subite da calcio d’angolo a favore, le punizioni concesse ai limiti dell’area per la troppa foga di recuperare il pallone sono piccoli errori che nel conto finale si pagano salate. E poi, che peccato quell’errore di Barrientos che avrebbe riequilibrato il punteggio. L’istinto del Killer? Non pervenuto.

    Promossi e rimandati. Facciamo una valutazione di chi scende e chi sale.

    Nonostante il 2-0 è la coppia centrale ad uscire promossa. Rolin è cauto e preciso nelle chiusure, non sbamda e non crolla. Chiude bene Pandev e non concede particolari occasioni. È senza dubbio un giocatore sul cui ordine tattico lavorare perché è giovane ed è, per potenziale, il candidato numero uno a vestire da titolare la maglia del Catania. Da educare. Spolli è un baluardo. Compie almeno tre interventi decisivi. Ormai di lui tutti parlano bene come si parlava di Silvestre qualche anno fa. Non crolla mai, mantiene la linea della difesa. E si adatta ad un campo scivoloso come il San Paolo. Niente male per un colosso da 1,93.

    Rimandati i due rientranti. Cosa avrà fatto male a Lodi non si sa. Ma qualcuno tra le vacanze, gli elogi, le voci di mercato e la squalifica sarà il colpevole di una serie di insoliti errori in fase di impostazione a cui il mancino napoletano non ci ha abituato. Da recuperare. Cosa non si è visto ieri sera al San Paolo è stata la proverbiale grinta di Bergessio. E dire che le attese erano tante anche alla luce delle assenze dietro tra le fila dei partenopei. Gonzalo non morde, stretto nella morsa di Cannavaro, che alla fine, quasi per la legge del contrappasso, risulterà tra i migliori azzurri.

    Maran perde una battaglia. Adesso cosa serve per ripartire?

    Perdere. Bagno di umiltà. Se doveva essere sconfitta, contro il lanciatissimo Napoli fa meno male. L’occasione di rifarsi è vicina ed è un’altra trasferta, quella di Bergamo, ad offrire la chance a Maran di confermare le ambizioni europee di questo Catania. Per ripartire serve lavorare sull’attenzione e far leva sullo spirito di rivalsa. Questa squadra ha tutte la carte per riprendere il passo e dimenticare presto una serata storta. Gli errori di Calvarese non possono rappresentare un alibi e bisogna allontanare qualsiasi forma di vittimismo, non utile alla crescita psicologica di questo gruppo. Sicuri che Maran lo sappia già. :catania: :sciarpa: :salve: :ciao:

  59. Ip Address: 95.239.52.97

    Sta di fatto, esonero o non esonero, ritiro o non ritiro, che ad oggi il Palermo ha un piede e mezzo in Serie B. Adesso ci vuole un miracolo ma, si sa, nel calcio questi non si presentano. Bisogna lavorare, sudare e sputare sangue per novanta minuti. Chissà se i tesserati ne hanno voglia….

  60. Ip Address: 80.116.248.69

    Buonasera raga’!!!

    Dispiace da napoletano/catanese che il Palermo si trovi nei guai, spero che si salvino ma con Zampadilegno e’ dura .

    Sogni rosso e azzurro a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  61. Ip Address: 2.2.99.247

    Ciao Beppe
    Non è vero che il Catania Primavera non sia stato mai primo nella sua storia…….allievi anni 61-62 primi con 24 vittorie su 24 partite o quasi non mi ricordo bene , ma furono tutte vittorie, la primavera penso anni 63-64 o poco prima o dopo finali nazionali, allenatore il compianto Gigi Valsecchi……..solo che all’epoca gli allenamenti erano solo il martedi ed il giovedi nel campetto dietro lo stadio e la Domenica la partita in casa al Cibali, segretario dott Mineo presidente Marcoccio, un po di ricordi offuscati ma ……………..Oggi c’è più attenzione sui giocatori, ma credimi che allora il Catania aveva degli ottimi ragazzi di cui qualcuno al giorno d’oggi se fosse stato bene allenato poteva giocare tranquillamente in serie A, ti faccio solo 1 nome Mario Malerba :catania: :catania:

  62. Ip Address: 87.19.163.226

    Un caro saluto a tutti gli amici tifosi.
    Alla fine degli anni 60 il Catania Primavera ha conteso lo scidetto alla Lazio e di quella squadra poi qualcuno è arrivato in serie A come il compianto Guido Biondi. :sciarpa:

  63. Ip Address: 87.19.163.226

    Hio sempre criticato Zamparini, ma stavolta non gli posso rimproverare nulla.
    Cosa doveva fare? La squadra è all’ultimissimo posto e Gasperini ha totalizzato 16 punti in 20 gare, anzi ha avuto grande pazienza.
    Per quanto riguarda Lo Monaco si può sempre rilanciare, magari in Lega Prof con la quasi promossa Salernitana per poi tornare nel calcio che conta. :catania:

  64. Ip Address: 87.19.163.226

    Nell’augurare a tutti una buona serata io non parlerei di errori di Calvarese ma di qualcosa che nel calcio italiano ormai succede da troppi anni (almeno 50) e che spiego in maniera molto dettagliata nel prossimo articolo.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu