O Capitano, mio Capitano

 Scritto da il 14 novembre 2016 alle 23:28
Nov 142016
 

biagianti

Prendo spunto dal titolo della poesia di Walt Whitman per tessere le lodi del nostro Marco Biagianti che a mio parere, insieme a Pisseri, ma quello non è più una novita’, ha trascinato alla vittoria la squadra rossazzurra spiegando a qualche compagno in panchina come deve essere indossata la maglia rossazzurra sui terreni di gioco.  Difficile vedere un giocatore che per tanti anni ha militato in serie A ritornare su campi più polverosi con la grinta di sempre, come se dovesse dimostrare ancora a qualcuno le sue doti tecniche e caratteriali.

Quella fascia gialla al braccio portata con la dignità di chi, malgrado le primavere siano tante e a cui il calendario vorrebbe che stesse relegato in panchina per offrire delle comparse in momenti difficili della partita per dare esperienza al gruppo, si sta rivelando essere un siero della giovinezza atteso  come  riesce a correre ininterrottamente  per tutti i novanta minuti recupero escluso, segnare la prima rete contro il Catanzaro con un micidiale diagonale, fornire gli assist per i gol a Mazzarani e Di Grazia,  provocare una espulsione di un difensore avversario e sostituirsi al centrale di turno ribattendo con gli stinchi almeno due conclusioni avversarie dirette nello specchio di porta.

Trascinatore in campo ed esempio fuori, sta dimostrando di possedere quelle qualità che auspichiamo riesca a trasmettere a tutti i componenti della rosa, panchinari compresi. Lui, protagonista di sfide con i più forti centrocampisti del campionato italiano degli ultimi dieci anni, non ha perso l’umiltà che lo ha sempre contraddistinto in questo lungo percorso il più delle volte a tinte rossazzurre per poi continuare in altra maglia perché giudicato non più utile alla causa rossazzurra da quella piaga che fu quell’amministratore delegato straniero ma che al risorgere del sole non ha avuto dubbi nel chiedere di rientrare per abbracciare ancora quei colori tanto amati e mai abbandonati in cuor suo.

Questa giocata domenica scorsa segna l’apice di tredici prestazioni superbe ma stavolta, rispetto al passato, ha dovuto scacciare anche quei fantasmi nascosti che si annidavano sul terreno di gioco a seguito delle due espulsioni che hanno privato la squadra di entrambi i centrali titolari e del terzino di fascia uscito anzitempo per un problema muscolare. Da quel momento è stato il factotum degli etnei e ha trascinato alla vittoria finale il gruppo.

Finalmente possiamo usare questo termine perché una squadra di calcio è un complesso armonico nel quale ciascun componente si fonda all’altro completandosi  come  tante  cellule che si uniscono per formare una parte distinta di un organo. Da quanto tempo che non vedevamo questo! Da quante partite che  chiedevamo coesione .

Sarà il merito di Rigoli, di Lo Monaco , dello stesso Biagianti o di chicchessia, ma adesso finalmente vediamo una squadra in campo con elementi che si  aiutano vicendevolmente e danno tutto in campo. Non siamo  ancora al top perché l’attacco e’ un po’ leggero e manca di un  centravanti forza e sostanza ma arriverà, ne siamo certi, perché già il Direttore si è sbilanciato e manca solo il nome e l’ufficialità .

Adesso godiamoci la zona play off con la speranza di non abbandonarla e di conquistare ulteriori posizioni in avanti. Se lo meritano, ce  lo meritiamo tutti noi.

  14 Commenti per “O Capitano, mio Capitano”

  1. Ip Address: 87.30.123.18

    Ottimo il commento di raggio libero ❤️💙

  2. Ip Address: 79.4.15.37

    Buongiorno a tutti….
    Bravo Marco, continua cosi, sei stato ad un passo dalla Nazionale.

  3. Ip Address: 151.37.122.235

    Il commento della Redazione è molto esplicativo ! Proprio quando il nostro capitano ,qualche settimana fa ,sembrava appannato,stanco , improvvisamente ,quasi a volersi ricordare quello che era stato per il Catania dei tempi belli ,si è ritrovato e dopo la partita magistrale di domenica scorsa , ci ha dato nuove speranze ! Con un Biagianti così ,esempio per tutti gli altri giocatori ,il Catania comincia ad entrare in una nuova dimensione e cominciare a fare quella strada che tutti i tifosi rosso azzurri si auguravano sin dall’ inizio campionato! Attenzione ,però, io non voglio fare ,assolutamente ,il guasta feste a tutti i costi ,però dopo aver visionato la partita di ieri dove il Francavilla ha vinto a Taranto, mi sono venuti dei pensieri ,non proprio tranquilli ! Non è un allarme ,però per la partita di domenica , proprio a Francavilla bisogna fare molta attenzione ! La squadra che noi incontreremo e’. quadrata, con giocatori veloci dotati di una discreta tecnica. Hanno vinto meritatamente contro una squadra un po’ malmessa come il Tarannto di adesso! Ma,noi non dobbiamo dimenticare che a Taranto abbiamo pareggiato! Però. Io sostengo ,che il Catania di adesso è un’ altra cosa! Con questa forma potrebbe arrivare la prima vittoria esterna, Sarebbe l’ ora! Anche se,in questo momento ,ci tocca incontrare una delle squadre più in forma ! Ma questo Catania non deve guardare in faccia nessuno e deve continuare la sua marcia! A patto che si abbia sempre la mentalità vincente e si vada ,in qualsiasi campo e con qualunque squadra con lo spirito giusto! Un appello a Rigoli e se questo ,dovesse essere squalificato ,al suo sostituto,si studi la giusta tattica e le giuste contromisure perché incontreremo una squadra tosta ,desiderosa di continuare la sua striscia positiva ,e di fare bella figura contro una squadra blasonata !

  4. Ip Address: 62.2.176.13

    Caro Armando

    penso che il Catania di adesso sia anche tosto ,desideroso di continuare la sua striscia positiva ,e di fare bella figura, dunque ci aspettiamo una bella partita e se possibile VINCENTE 😛

  5. Ip Address: 62.2.176.13

    E PER IL CAPITANO

    Questo si che é un capitano!

    Il “signore” argentino insieme a Pulvirenti ha veramente fatto danno solo danno 👿 👿

  6. Ip Address: 5.169.98.79

    Vero jamajama purtroppo quei delinquenti ci hanno portato in questo caos

  7. Ip Address: 79.22.29.69

    Si, e pensare che era stato ritenuto non più adatto al progetto. E che progetto! Quello della lega pro . Che grande dirigente che ha smobilitato una squadra vera prendendo i sostituti Monzon, Peruzzi, e Leto, Piermanteri spacciato per nuovo Passarella e altri che preferisco non ricordare . Finalmente un po’ di luce sembra sorgere e speriamo che la lucina diventi una bella e calda fiamma che scaldi nuovamente i cuori di noi tifosi

  8. Ip Address: 82.59.162.117

    Ho conosciuto Marco Biagianti qualche anno fa durante un ritiro ad Assisi, ottimo ragazzo che allora come adesso è un esempio insostituibile per tutta la squadra – Grande Capitano – Buon pomeriggio a tutti

  9. Ip Address: 82.57.108.200

    Una giornata a Bergamelli e due a Gil. Il “signor” Prestia una giornata dopo le frasi vergognose rivolte alla curva nord . Sicuramente l’arbitro non avrà scritto nulla di questo sul referto confuso com’era di quella situazione che si era venuta a creare. Anche per questo inadeguato a gestirla e ne ha fatto le spese pure bergamelli senza motivo. Adesso Lo Monaco farà ricorso per Gil in quanto con le nuove regole quel fallo non è’ passibile di espulsione diretta ma solo di ammonizione . Oggi Djordjevic si è allenato in gruppo e speriamo che già domenica Possa tornare in campo

  10. Ip Address: 151.18.60.93

    fuori casa e quello il zoccolo duro..non si vince da anni.. e li che dobbiamo far valere lo spessore di qualita’…tabella alla mano le disfatte del fuori casa sono molteplici.. un paio di vittorie ci vogliono….per risalire la china ..

  11. Ip Address: 5.168.163.20

    Lo scorso anno abbiamo le prime due partite a Matera e Monopoli , dopo di che buio totale

  12. Ip Address: 87.30.123.18

    Vinto

  13. Ip Address: 87.30.123.18

    Buongiorno a tutti Lega Pro, Gravina: “Torre del Grifo è un fiore all’occhiello per Catania”
    16.11.2016 23.34 di Simone Lorini
    Lega Pro, Gravina: “Torre del Grifo è un fiore all\’occhiello per Catania” A “Passione Rossazzurra” è intervenuto il presidente della Lega Pro Gabriele Gravina, parlando dell’ipotesi di giocare la fase playoff in Sicilia: “Torre del Grifo è un fiore all’occhiello per Catania ed è un punto a favore. Ci sono delle difficoltà negli spostamenti, a priori non possiamo scartare nulla, le proposte saranno valutate con attenzione. Lo Monaco è un dirigente responsabile, vogliamo il bene delle nostre società. Il rapporto tra me e lui è di affetto e stima, è una persona leale e schietta, da lui ho avuto non solo il plauso ma anche le critiche ed è solo così che si migliora. Catania è una città all’avanguardia, ha sofferto tanto ma ha dimostrato dignità, capacità di reagire e per me è un emblema della Lega Pro. Catania rappresenta una specificità da tutelare. Come tutte le famiglie bisogna essere attenti e sensibili”, le sue parole a RadioSmile.

  14. Ip Address: 62.18.149.33

    CATANIA, piacciono Perez ed Eusepi per l’attacco
    17.11.2016 17.48 di Veronica Celi
    Secondo quantto riportato da tuttolegapro.com, il Catania sembra aver messo gli occhi su due attaccanti che al momento giocano in Serie B. Si tratta di Leonardo Perez dell’Ascoli, ed Umberto Eusepi del Pisa, personalità che ben conoscono il campionato di Lega Pro. Prossimamente ulteriori sviluppi.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu