PAGELLE BOLOGNA CATANIA

 Scritto da il 8 febbraio 2011 alle 09:16
Feb 082011
 

 “ALVAREZ E BANTI AFFONDANO IL CATANIA”

Simeone deve fare ancora a meno di Bergessio in attacco per il mancato arrivo del transfert dalla Francia,però schiera Schelotto fra i titolari e riconferma Lodi. L’ex bianconero del Cesena parte dal primo minuto nei tre alle spalle di Maxi Lopez, insieme a lui,sulla stessa linea,agiscono Ricchiuti e Gomez, davanti alla difesa Ledesma e Lodi. I quattro della linea arretrata sono invece Alvarez,al rientro a destra, Spolli e Silvestre centrali e Marchese a sinistra, tra i pali Andujar. Per i rossazzurri si ripete lo schieramento visto a Cesena, un 4-2-3-1, il Bologna di Malesani si contrappone con un 4-3-1-2, le punte sono Di Vaio e Meggiorini, a supporto c’è Della Rocca, a centrocampo Mudingayi,Perez ed Ekdal e infine in difesa troviamo Moras, Britos,Portanova e Rubin, in porta il solito Viviano.

Ci risiamo,ancora una sconfitta fuori casa per il Catania. La classifica incomincia a farsi preoccupante,i tifosi,mischiando il sacro con il profano, non sanno più a che Santo votarsi! Sebbene la gara era iniziata con il piglio giusto per i rossazzurri, che ben messi in campo da Simeone stavano mettendo in difficoltà il Bologna,oltre a tanto carattere e volontà da parte degli etnei,si vedeva anche qualche trama di gioco interessante.

Poi l’espulsione di Alvarez ha complicato tutto,in inferiorità numerica per quasi tutta la gara, i rossazzurri,hanno dato tutto per portare a casa almeno un punto ma senza riuscirci,complice anche qualche giocatore sottotono. La posizione occupata dagli uomini di Simeone è il  quart’ultimo posto in classifica e con una sola lunghezza sul Brescia. La salvezza incomincia a essere in seria discussione,ma non bisogna perdersi d’animo e vincere con il Lecce domenica è obbligatorio per dare slancio e fiducia alla squadra ed a tutto l’ambiente rossazzurro. La fiducia del tecnico del Catania per il raggiungimento della salvezza non è stata scalfita da questa sconfitta,così almeno ha fatto trasparire dalle interviste dopo la gara.

Andujar: 6- Poco da fare sul gol di Portanova che calcia a rete da due passi. Graziato in altre due nitide occasioni dagli attaccanti avversari su errori marchiani della difesa etnea. Per il resto è ordinaria amministrazione.

Alvarez: 4- Rientrato dall’infortunio,si vede sin dai primi minuti che non è ancora in una forma ottimale,sbaglia agli inizi un passaggio in orizzontale che per poco non manda Di Vaio in gol. Si fa saltare come un pivellino la prima volta da Meggiorini, beccando la prima ammonizione e dopo dieci minuti si ripete con  Ekdal,facendosi espellere e lasciando per quasi settanta minuti la squadra in dieci. Scombussola tutti i programmi del proprio tecnico.

Spolli: 5,5- Non è ancora il difensore roccioso e sicuro che abbiamo ammirato prima dell’infortunio,ci mette tanta buona volontà e grinta ma non sempre riesce a essere efficace. In qualche occasione si lascia scappare Di Vaio che, per fortuna del Catania, grazia Andujar. Spesso ricorre a falli inutili con l’attaccante avversario spalle alla porta e salta in ritardo,facendosi anticipare di testa. Quando Simeone schiera la difesa a tre,pur soffrendo in qualche diagonale,sembra più attento e deciso ma non migliora più di tanto il suo voto.

Silvestre: 5- Sbaglia il tempo nell’uscita in occasione del gol di Portanova,sale colpevolmente mentre gli avversari venivano da dietro,pur avendo un discreto inizio, limitando le offensive avversarie,è quasi sempre in ritardo nei raddoppi. Dopo l’espulsione di Alvarez non ha saputo prendere per mano il reparto difensivo e guidarlo con decisione. Sbaglia alcune facili diagonali sulle ripartenze del Bologna e nel finale compie una leggerezza in area di rigore che per poco non costa la seconda rete per i felsinei. Paradossalmente fa meglio con la difesa a tre.  

Marchese: 5,5- Si limita a fare il minimo e indispensabile. Controlla la sua zona d’appartenenza e in qualche occasione trova qualche difficoltà a farsi valere,non si propone mai ai compagni in fase d’attacco,non supera quasi mai la propria metà campo.Simeone più volte gli urla di avanzare il suo raggio d’azione ma il terzino rimane inchiodato in venti metri di campo.

Ledesma: 5- Non ci siamo proprio,se dovessi dargli un voto per impegno e carattere meriterebbe otto,però se a questi due caratteristiche non si aggiunge la testa,il tutto viene vanificato. Era partito bene ma subito dopo l’espulsione del compagno si innervosisce,becca un’ammonizione per proteste e rischia l’espulsione per un fallo su Di Vaio,anche se involontario. Nella ripresa,da metodista,riesce a migliorare ma la sua prestazione rimane mediocre.

Lodi: 6- Fin quando resta in campo riconferma ciò che di buono aveva fatto vedere a Cesena. Dà ordine al centrocampo e riduce lo spazio a Della Rocca,che solo dopo l’uscita dell’etneo riesce a farsi notare. L’ex giocatore del Frosinone in un’occasione fa esaltare le qualità di Viviano costringendolo ad una difficile parata. Nella ripresa Simeone lo sostituisce,perché?

Gomez: 6- Parte dalla fascia sinistra e ci mette una decina di minuti a carburare,poi si fa vedere con qualche azione ficcante e un tiro dalla distanza che sorvola la traversa. Sbaglia un tiro da dentro area quasi come un rigore in movimento. Nella ripresa dovrà sacrificarsi a causa dell’inferiorità numerica,una volta tornato a destra fa un po’ meglio,riesce a portare avanti qualche pallone e guadagna alcune punizioni. Rimane uno dei più propositivi. 

Schelotto: 6- Nei venti minuti iniziali,nella fascia destra,asfalta tutto quello che si trova davanti,dà brìo e velocità alla manovra del Catania. Spesso dialoga con Ricchiuti ridicolizzando Rubin e Mudingayi. Dopo l’espulsione di Alvarez,Simeone, gli affida il ruolo del compagno e lui non sfigura per niente. Ritorna esterno alto nella ripresa ma dovrà uscire per infortunio. Dimostra grande personalità nell’approccio alla gara. 

Ricchiuti: 6,5- Parte come un forsennato,prende palla e detta la manovra avanzata del Catania,cerca spesso Lopez non facendolo sentire abbandonato,spesso ruba palla ai centrocampisti avversari facendo ripartire la propria squadra. Quando i rossazzurri rimangono in dieci si sacrifica anche lui allineandosi in un centrocampo a quattro e cercando di ricucire tra difesa e attacco,che in quel caso era formato solo da Lopez. Regge anche per tutta la ripresa ed è uno dei pochi ad non arrendersi,peccato per quel pallone in area avversaria che di testa non riesce ad indirizzare in rete.

Lopez : 6.5- Forza fisica,carattere e tanta volontà,in mezzo a tutta la difesa avversaria riesce a non far dormire sonni tranquilli al reparto difensivo bolognese. Rimasto da solo lì davanti non può fare altro che inseguire tutto ciò che è inseguibile e lo fa con ardore e passione. Quando ne ha la possibilità cerca di inventarsi qualcosa di importante dal nulla ma a volte è difficilissimo inventare anche cose semplici senza l’aiuto dei compagni.

Martinho: 5 Entra al posto di Lodi nella ripresa piazzandosi a sinistra ma non riesce quasi mai a rendersi pericoloso, sbaglia le cose più facili e non è intraprendente come in altre occasioni. Il suo ingresso in questa gara è risultato un flop.

Llama: 4,5- Rileva Schelotto nella ripresa,sbaglia tutto quello che c’era da sbagliare e forse qualcosa di più. Si dimostra arruffone e confusionario,spesso gira a vuoto e tenta dei tiri da lontano invece che servire il compagno vicino o mettere la palla in area dove tre o quattro dei suoi compagni aspettavano il cross,riesce ad irretire Lopez e company.

Morimoto: s.v.- Gioca 15 minuti di partita nel finale ma non incide sulla gara.  

All. Simeone: 5,5 Propone una formazione,nel modulo,identica a quella di Cesena e i presupposti facevano ben sperare,poi Alvarez si fa espellere e saltano tutti i programmi del tecnico etneo. Arretra Schelotto nella zona bassa di sinistra e mette un centrocampo a 4 aspettando la fine del primo tempo. Nella ripresa propone una difesa a tre,mostrando coraggio e personalità ma non è aiutato dalla fortuna e dalle sostituzioni. Ci si chiede il perché della sostituzione di Lodi.

Terna arbitrale: 5- Se giusta appare l’espulsione di Alvarez,non altrettanto sembra la gestione dei cartellini gialli che vedono sfavorire il Catania. Arbitra sfacciatamente in modo casalingo,fischia tutto ciò che i giocatori del Bologna invocano. La sua è una gara chirurgicamente provocatoria per i rossazzurri che in certe occasioni ci cascano. Non fischia due falli netti su Ricchiuti di cui almeno in uno ci stava l’ammonizione su Ekdal. Non ammonisce Britos per una gomitata da dietro a Lopez,e altri due gialli erano netti per due falli su Gomez e Ledesma. Se il Bologna ha impacchettato la vittoria,Banti ha messo il fiocco.

  35 Commenti per “PAGELLE BOLOGNA CATANIA”

  1. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno popolo rossazzurro…..
    trovo le pagelle di Siciliano equilibrate come sempre …. complimenti
    ma cambiando argomento mi domando perchè Simeone ha fatto uscire a Lodi e non Ledesma che era nervoso, falloso e rischiava di essere espulso 😯 😯

    giocatori con la mentalità sbagliata, non sanno più come si gioca a calcio !!!!

  2. Ip Address: 95.245.223.76

    Salve raga’!!!
    joe mi sa che hai ragione!!! 😉 😉 😉

    Forza Catania!!! 😕 😕 😕

  3. Ip Address: 88.64.180.34

    joe la mentalità non e sbagliata domenica scorsa le hanno provate in tutti i modi per troovare il pareggio
    Ma le qualità sono quelle che sono e inutile illudersi dell’incontrario sono scarsi lo monaco credo abbia concluso il suo ciclo da noi , che se ne vada mi a rotto i maroni con la sua tircheria con le sue scommesse del cavolo io al posto suo avrei fatto meglio solo che a me non mi da nessuno la possibilità di essere manager di una squadra di calcio

  4. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Lux,
    è vero non era questione di allenatore neanche prima, sono i giocatori che non vanno bene quest’anno….
    speriamo solo in una salvezza miracoloso come sempre 😳 😳

  5. Ip Address: 87.21.102.107

    Buogiorno a tutti voi,finalmente ho un pò di tempo per leggere e scrivere qualche opinione,un saluto a Joe,Giorgio47 da Napoli e Lux,penso che le pagelle in linea di massima rispecchiano l’andamento della gara.Non sono d’accordo con il pensiero di Lux e condiviso da Joe,che la rosa del Catania non sia formata da grandi campioni mi sembra scontato ma per quelle che sono le possibilità economico finanziario della società e per gli obbiettivi prefissati,non hanno nulla da invidiare a squadre come il Parma,Chievo,Genova,Bologna,Cagliari e le attuali Fiorentina e Sampdoria.Ritengo che sia superiore a Brescia,Cesena,Barie e Lecce.A volte riusciamo a guardare solo con gli occhi da tifosi,che comunque trovo giusto,però bisogna anche analizzare ad ampio raggio i pro e i contro dell’andamento di una stagione.Penso che la società quest’anno abbia fatto due,tre errori(che ci stanno) che adesso sta pagando più del dovuto,cerco di essere più chiaro,anche se abbiamo già dibattuto tanto sulla questione allenatore:Ad inizio stagione la società a optato(in buona fede) per un allenatore che potesse sposare un progetto a lungo termine,un allenatore che pur non avendo un curriculum invidiabile,sulla carta dai più era dato fra i più preparati e seri nel suo lavoro e su questo la società etnea ha basato la sua certezza che la scelta potesse essere quella giusta ma non ha considerato che l’aspetto del carattere e della personalità dell’uomo non potessero coincidere con le caratteristiche tecniche,di personalità e caratteriali dei giocatori del Catania,senza scordare i tifosi rossazzurri che sono parte integrande del progetto,Giampaolo è stato un allenatore che sin da subito ha snaturato tutti i valori tecnici e tattici della squadra appiattendo la stessa in personalità e qualità tecniche,l’errore della società sta nel fatto che pur sentendo i malumori della piazza e cosa più importante,quelli di alcuni giocatori di una certa importanza all’interno dello spogliatorio,per l’ennesima volta hanno deciso di intervenire con colpevole ritardo.Ecco su questo posso concordare con chi sostiene che la società possa avere sbagliato per l’ennesima volta la scelta e poi il ritardo dell’allontanamento del tecnico.Però non mi si può dire che i giocatori sono scarsi,allora mi si deve spiegare come la stessa squadra avrebbe fatto 45 punti l’anno scorso,facendone 36 in tutto il girone di ritorno più due partite e per chi dice che c’era Martinez,rispondo che quei punti non li ha fatti solo l’uruguaiano,l’acquisto di Gomez lo reputo all’altezza di Martinez,consideranto anche che l’argentino fa più partite dell’ex rossazzurro.La colpa maggiore sta nel fatto che il Catania abbia avuto per sei mesi un allenatore inadeguato a questa rosa(che manca di un terzino sinistro di qualità) e a questa città,noi e la squadra viviamo il calcio in modo sanguigno e passionale,Giampaolo e riuscito a involvere tutto quello che di buono aveva questa squadra,con la sua mania di difendere e cosa peggiore senza creare alternative in fase d’attacco,ha proprio snaturato le uqlità di tutti i giocatori,come ho detto in passate circostanze,non vorrei sembrare di avere un atteggiamento da professore ma il nocciolo del problema sta soprattutto in questo.Per continuare a disquisire di questo forse ci vorrebbe una giornata intera e seduti ad un tavolino a gustarsi un bel caffè,nelle pagine del sito possiamo solo in parte spiegarci per il meglio.Chiudo sull’argomento di Lo Monaco,che abbia fatto il suo tempo a Catania,potrebbe anche darsi,ma c’è qualcuno che saprebbe proporre,se non qualcosa di meglio,almeno qualcuno all’altezza.
    N.B. Pur non condividnto alcune opinioni,riserbo il massimo rispetto.

  6. Ip Address: 87.21.102.107

    Queste le decisioni del Giudice Sportivo dott. Gianpaolo Tosel, assistito da Stefania Ginesio e dal Rappresentante dell’A.I.A. Eugenio Tenneriello, nel corso della riunione del 7 febbraio 2011, ha squalificato per un turno 10 giocatori di serie A dopo la 24.a giornata. Si tratta di Alvarez (Catania), Burdisso (Roma), Bacinovic (Palermo), Britos e Della Rocca (Bologna), Fabiano (Lecce), Jimenez (Cesena), Morrone (Parma), Volta (Sampdoria) e Fernandes (Chievo). Due turni di squalifica per il vice allenatore della Lazio, Giovanni Lopez. Entrano i diffida, Spolli, Mantovani, Krasic, Maggio, Pastore e De Rossi.

    Queste le ammende per le società: Ammenda di € 15.000,00 al Cagliari per avere suoi sostenitori, prima dell’inizio
    della gara, lanciato sul terreno di giuoco cinque fumogeni, che determinavano un ritardo di circa due minuti nell’inizio della gara; per avere inoltre, al 13° del primo tempo, lanciato un altro fumogeno nell’area di rigore della squadra avversaria; ammenda di € 2.000,00 al Bari per avere omesso di impedire l’ingresso e la permanenza nel recinto di giuoco di un proprio calciatore non autorizzato.

  7. Ip Address: 88.64.180.34

    che ti devo dire Peppe e evidente che abbiamo due modi differenti nel valutare la squadra io vedo purtroppo e ribadisco purtroppo molta mediocrità nel parco giocatori penso sarebbe interessante se magari un giorno si potesse vedere insieme una partita del catania allo stadio per potersi confrontare meglio sui diversi punti di vista da parte mia quello che vedo fare ai giocatori del catania mi lascia l’amaro in bocca sia sul piano tecnico che su quello atletico però io come tu saprai vivo all’estero e vedo le partite solo in streaming e non dal vivo può darsi che , vedendole dal vivo mi convinca del contrario , forse , ma per adesso rimango sulle mie valutazioni per quando riguarda l’anno scorso il Catania ha fatto un miracoloso girone di ritorno grazie a miha che a dato alla squadra la tattica perfetta che ha messo tutti i giocatori nelle condizioni di esprimersi al meglio e stato qulacosa di magico dobbiamo ammetterlo il vero valore dei giocatori e quello che vediamo domenica dopo domenica in questo campionato che a me mi fa solo incavolare a parte Lomo sarà bravo sarà quello che volete voi , ma che si sia fossilizato e si interstadisca a prendere al 90% solo giocatori argentini non lo gratifica anzi mi delude molto e mi fa avere forti dubbi sulle sue capacità di scovare talenti

  8. Ip Address: 87.21.102.107

    Lux lo spero anch’io di potere vedere un giorno qualche partita assieme,se non altro per avere il piacere di passare una bella giornata allo stadio.Il tuo post che ho appena letto,se rivedi la terza parte e lo confronti con quello che ho scritto,vedrai che diciamo le stesse cose,confermi che quello che hanno fatto con Mjhialivoc sono gli stessi giocatori di quest’anno.Credimi,loro hanno le proprie responsabilità,ma Giampaolo di danni ne ha fatti e non pochi.Momentaneamente ti saluto,a più tardi.

  9. Ip Address: 90.12.235.244

    Cari amici buon pomeriggio,
    Per me oramai i chiacchiari stanu a zero!! di tabbaccheri i lignu semu tutti che taschi chini…..ora solo una cosa col Lecce un vittoria convincente.
    Riguardo la squadra, dico a Joe che Simeone ha fatto uscire Lodi, semplicemente perché non ci capiva più niente, ed anche un Ledesma al 60% ne vale 2!!
    Scusatemi ma per me Gomez, che reputo forse all’altezza di Sanchez dell’Udinese, ieri si meritava un 3 in pagella, e sicuro che se Lo Monaco prenderà ancora 12 milioni sarà più facile con lui che con Maxi Lopez, ma se non gli danno un poco di panchine e di cazzotti in faccia si perderà, e sarebbe un peccato, lui si che si deve adattare al calcio italiano, non si puo’ andare orizzontalmente per l’80% del tempo, e se facesse più velocemente uno due con RICCHIUTELLO, piccolo grande giocatore , ieri per inciso meritava 8 in pagella, avanti ed indietro per 90minuti, vero Beppe 58 ? 😉 😉
    dicevo se facesse uno due con Lopez la davanti………….
    Poi faccio notare, una cosa semplice che dico dall’inizio del campionato, vediamo il Milan inizio campionato o l’anno scorso 4-2 e fantasia, il Catania se ci fate caso lo fa adesso ma anche in minor parte con Giampaolo e questo non va!!!
    Alvarez—Silvestre—Spolli–Marchese
    Gomez Schelotto, Ledesma,Lodi,Ricchiuti
    ……………..Lopez

    Mi sapete dire perché il Catania non segna ed è per questo che non vince?
    semplicissimo
    Carboni—-Biagianti e Izco, carusi no Milan da quando è rientrato Gattuso e Ambrosini vola, strano si è infortunato Gattuso ed il Milan non vince, carusi questo è il calcio Italiano ed è tutta colpa di questi mediocri allenatori!!

  10. Ip Address: 85.41.235.41

    Domani conferenza stampa Simeone ore 11.45. Potenza in gruppo

    Ha ripreso questa mattina ad allenarsi il Catania, in vista dell’importantissima gara di domenica contro la formazione del Lecce. I rossazzurri, dopo il consueto riscaldamento hanno svolto un lavoro defaticante in palestra. A seguire mister Simeone ha diviso la squadra in due gruppi, il primo ha lavorato sulle situazioni tattiche mentre il secondo gruppo si è dedicato ai tiri in porta. Per finire, partitelle a pressione. Rientrato in gruppo Alessandro Potenza.
    Prevista per domani una seduta mattutina di allenamento. A seguire ,alle 11.45, mister Simeone risponderà alle domande dei cronisti presso la sala stampa del centro sportivo di Torre del Grifo.
    fonte: calciocatania.it

    poveretti Gli eroi sono stanchi :mrgreen: :mrgreen:
    adesso anche la partita contro il Lecce è diventata importantissima sembra che dobbiamo giocare contro il Barcellona 😳 😳

  11. Ip Address: 85.41.235.41

    Chiarezza, Carboni Biagianti e Izco erano infortunati e lo saranno ancora per molto….
    ma Simeone come deve giocare a centrocampo a questo punto non lo so neanche io ❓ ❓ ❓

  12. Ip Address: 90.12.235.244

    Si lo so Joe , era solo per dire perché siamo arrivati a questo punto!! 😐 😐 😐

    Come giocare Bhoooo!! se la società dicesse come stanno gli infortunati, ma ho fiducia in Simeone!! Ci salviamo facile, lo diceva il più grande attore Italiano di tutti i tempi Edoardo de Filippo….”A da passà ‘a nuttata” vero Giorgio?

  13. Ip Address: 85.41.235.41

    Alessandro Potenza in conferenza stampa ha analizzato il momento poco felice che sta attraversando il Catania.
    “La classifica dimostra che le squadre che ci precedono hanno recuperato punti importanti, si sono svegliate e fanno la corsa su di noi. E’ arrivato il momento di cambiare marcia, occorre fare risultato al più presto. Vincere è sempre la medicina migliore. Purtroppo stiamo raccogliendo poco e questo influisce in negativo sotto l’aspetto psicologico. Ma se consideriamo le prestazioni, la squadra si è espressa bene e fisicamente sta bene. Al di là del piano tattico, credo si debba lavorare prevalentemente sulla testa dei giocatori. Segnamo con il contagocce e prima subivamo pochi gol, adesso invece qualcosa non va nemmeno in chiave difensiva. Sapremo risollevarci, non temiamo di retrocedere perchè siamo consapevoli che l’organico attuale è di qualità ma ora servono punti, quelli che le dirette rivali nelle ultime settimane hanno raccolto a differenza nostra”.

  14. Ip Address: 95.245.223.76

    Buonasera raga’!!!
    Quanto ottimismo hai “Chiarezza” ma come fai? 😉 😉 😉
    Io non so come andra’ domenica ma ho la pelle rossazzurra che non la togliero’ mai!!!
    Si e’ vero’ “A da passà ‘a nuttata” come disse Edoardo, ma quanto finisce non ho manco una pallida idea.
    Ma su Bergessio nessuno sa nulla?
    Ho visto sul sito della lega calcio le formazioni delle squadre della Serie A e Bergessio e’ iscritto con la nostra.
    Forse mi sto’ allarmando per poco, mah!!!

    Comunque e ovunque forza Catania!!! 😕 😕 😕

  15. Ip Address: 87.21.102.107

    Buona sera a tutti,chiarezza capisco la tua ironia(almeno così l’ho interpretata :mrgreen: )al mio indirizzo per quanto riguarda Ricchiuti,penso che il voto in pagella sia più che giusto per ciò che ha fatto per tutta la gara,è riuscito a tenere per tutti i 90 minuti e non mi è dispiaciuto per come ha interpretato la gara,se i meriti ci sono è giusto darli,rimane il fatto che non è in perfetta forma fisica,tanto è vero che non rientrava quasi mai,questo però mi starebbe bene si in fase d’attacco riuscirebbe a fare la gara che ha fatto a Bologna,ne sarei ben felice,ne beneficerebbe la squadra.

  16. Ip Address: 95.246.103.135

    Buogiorno a tutti gli amici del sito.
    ESCLUSIVA ITASPORTPRESS- Mazzone: “Su Totti cannibalismo mediatico. Mascara non è un traditore. Il Catania con Simeone si salverà”
    09.02.2011 09:06 di Redazione ITA Sport Press articolo letto 37 volte

    Carlo Mazzone, ex allenatore di tante importanti squadre, ha analizzato in esclusiva ai microfoni di Itasportpress.it il campionato di serie A per quanto concerne la lotta per lo scudetto e la retrocessione. L’ex tecnico della Roma ha iniziato l’intervista parlando di Totti. “A Francesco –attacca Mazzone- lo stanno massacrando. La critica non gli perdona niente, continuamente gli dicono che ormai è finito essendo prossimo alla pensione. Se fossi il suo tecnico gli direi di stare calmo e tranquillo e vivere alla giornata. Io ho fatto così con Baggio e Signori quando erano vicini ad appendere le scarpette al chiodo. Ranieri non ha colpe, ma farebbe bene a trasmettergli più entusiasmo e fiducia. Lo dico col cuore: giù le mani dal capitano vera bandiera del club giallorosso. Poteva andare all’estero a guadagnare tanti soldi ma alla fine è rimasto per amore della sua gente. Adesso finiamola con questo cannibalismo mediatico nei suoi confronti”. Dopo la difesa d’ufficio di Totti, Mazzone parla di calcio giocato. “Per lo scudetto vedo l’Inter in grande ripresa. La Juve ha perso il treno ma per un giudizio oculato bisogna aspettare la fine del campionato. Il Milan è vivo. Comunque c’è grande equilibrio per lo scudetto ma anche per la salvezza. Mi dispiace che il Bari sia così staccato. Gioca bene ma è sfortunato visto che subisce gol pazzeschi. Cesena, Brescia, Lecce e Catania se la giocheranno sino alla fine. Gli etnei sono in difficoltà anche se con Simeone sono in buone mani. L’argentino lo conosco per averlo trovato da avversario quando allenavo. E’ un grande professionista e persona seria, come Giampaolo, ma il Catania con tutti questi argentini non deve temere la retrocessione. Io ne ho allenati tanti e sono calciatori grintosi e di temperamento. Mascara ingrato? Ha fatto una scelta di vita, forse per soldi o per vincere qualcosa a Napoli. Non va condannato”

  17. Ip Address: 88.66.25.97

    sapete dirmi se è arrivato il Transfert di Bergessio :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  18. Ip Address: 88.66.25.97

    dopo aver letto l’intervista di Mazzone dove dice che il Catania non deve temere una retrocessione grazie a l fatto che giocano più argentini da noi che nel river plate mi sento molto più tranquillo e rilassato

  19. Ip Address: 88.66.25.97

    ha ha chiarezza anche tu presente?
    non cinnai vavvi ri fari :mrgreen: :mrgreen:

  20. Ip Address: 90.12.95.157

    Ciao Lux
    Ogni tanto passu pi viriri…pi Bergessio :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
    Se son rose fioriranno, ma come sempre, comunicazione zero, anzi no…..a Sig.ra Pappalardo ci rissiru ca u centru spotivu ie apettu a marzo…accussi si po fari a sauna ie i massaggi dopu na natata a piscina 😥 😥 😥 😥 😥

    Mi scuso con i puristi per il mio siciliano maccaronicato!!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  21. Ip Address: 88.66.25.97

    a me il tuo siciliano maccaronicato piace :mrgreen: :mrgreen:
    penso per bergessio ormai non c’è più niente da fare il transfert si e trasferito da se stesso in altro loco loco segreto e sconosciuto anche per il nostro direttore

  22. Ip Address: 85.41.235.41

    Buon giorno a tutti….
    ciao Lux, Chiarezza il transfert è stato mandato con una slitta atraverso la siberia 😀 😀
    tarderà ad arrivare, se siamo fortunati arriverà a fine campionato :mrgreen: :mrgreen:

  23. Ip Address: 85.41.235.41

    L’infermeria si svuota..
    Notizie confortanti quelle che giungono dalla sessione di allenamento, svoltasi nella mattinata di oggi, al quartier generale di Torre del Grifo. Dopo il rientro di Potenza, ecco quello di Ciro Capuano tornato nuovamente in gruppo. Due rientri importanti per la difesa rossazzurra considerando, anche, che nella partita contro il Lecce, in programma domenica 13 febbraio al “Massimino”, sarà assente per squalifica Pablo Alvarez. Questo il programma di lavoro di oggi: dopo il riscaldamento, lavoro di pliometria, esercitazioni tattiche differenziate per difensori da una parte, centrocampisti ed attaccanti dall’altra; allenamento concluso con una partita a tema. Lavoro differenziato per Carboni, in procinto di aggregarsi al resto della squadra, mentre Bellusci, Biagianti ed Izco hanno lavorato in palestra.

  24. Ip Address: 82.55.102.46

    Buonasera raga’!!!
    Notizie sul Transfert di Bergessio!!!!!!

    E’ stata rubata la valigetta diplomatica di zio Petrus!!!

    Gli organi di stampa devono restare muti!!!

    Trattative in corso………….!!!

  25. Ip Address: 85.41.235.41

    Clamoroso: Barrientos potrebbe tornare al Catania
    09.02.2011 18:15 di Redazione ITA Sport Press

    Clamorose notizie rimbalzano in queste ore dall’Argentina che vedono protagonista il trequartista dell’Estudiantes, Pablo Barrientos. Sembrerebbe infatti che non sia ancora giunta da Catania la documentazione idonea per il debutto ufficiale del “Pitu” con il suo nuovo club di La Plata previsto per venerdì prossimo, 11 febbraio, contro il Newell’s Old Boys. I dirigenti del “Pincha” attendono l’autorizzazione con ansia anche se traspare un certo ottimismo. Ma c’è chi invece prevede anche un finale grigio visto che senza il transfer il giocatore tornerebbe nuovamente a Catania dove ad accoglierlo a braccia aperte ci sarebbe il tecnico Diego Pablo Simeone. Barrientos ha già disputato alcune gare amichevoli segnando anche diversi gol con la maglia dell’Estudiantes. Ma come detto per le gare ufficiali occorre il transfer che tarda ad arrivare.

  26. Ip Address: 85.41.235.41

    transfer anche per il Pitu, speriamo che la societa non lo manda mai :mrgreen: :mrgreen:

    ————————————-FORZA CATANIA—————————

  27. Ip Address: 82.55.102.46

    joe, il transfert del Pitu e’ affondato nell’Oceano Atlantico!!!
    Mentre Zio Petrus sta cercando quello di Bergessio nel Golfo del Leone , nel tratto di mare fra una regione spagnola e la citta’ di Tolone in Francia!!!

  28. Ip Address: 85.41.235.41

    Giorgio, spero che quello di Bergessio arriva prima di sabato almeno lo vediamo giocare….
    quello di Barrientos no cosi ritorna a catania 😀 😀

  29. Ip Address: 88.66.25.97

    bravo direttore dicci a quelli dell’estudiantes che il transfert si e perso nei nuovi ed enormi uffici del centro sportivo e non c’è verso di trovarlo

  30. Ip Address: 93.46.0.97

    Buonasera a tutti
    Dopo i giorni dedicati alla nostra “Santa” eccomi di nuovo tra voi
    Non ho visto la gara tra bologna e catania e quindi non commento la nuova sconfitta e le pagelle
    Ho letto anche io del mancato transfer di Barrientos
    Quando c’è di mezzo il calcio catania succede pure questo 🙂
    Spero a questo punto che Barrientos torni e dimostri con Simeone che giampollo e la società si son sbagliati a mandarlo via :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  31. Ip Address: 93.46.0.97

    ESCLUSIVA ITASPORTPRESS- Catania, Lo Monaco: “Ecco la situazione sui transfer mancanti di Bergessio e Barrientos”

    Itasportpress.it ha raggiunto in esclusiva l’ad del Catania, Pietro Lo Monaco per interrogarlo sulla questione dei transfer mancanti. Uno è quello dell’attaccante argentino Gonzalo Bergessio, prelevato dal Saint-Etienne nelle battute finali del mercato invernale, l’altro è quello atteso dall’Estudiantes che ha ingaggiato ‘El Pitu’ Barrientos dal Catania senza mai poterlo schierare in partite ufficiali, notizia anticipata in esclusiva dalla nostra redazione poche ore fa. Ecco le dichiarazioni di Lo Monaco sulla questione dei documenti mancanti: “In merito al transfer di Bergessio -spiega l’ad etneo- posso confermare che dovrebbe arrivare domani o al massimo dopodomani, quindi appena in tempo per la delicata gara che ci apprestiamo a giocare contro il Lecce. Noi, ovviamente, ci auguriamo di poterlo avere in tempo utile perché Bergessio è un tassello molto importante per questa squadra. Il transfer di Barrientos? Non è certo per causa nostra se l’Estudiantes non avrà la possibilità di schierarlo in campionato. Le possibilità che torni al Catania sono pari a zero. Al 100% rimane a La Plata”. La percentuale che Lo Monaco ha dato per Barrientos è la stessa di “Mascara rimane al Catania” o di “Bergessio non arriva”. L’astuzia dell’ad rossazzurro e i giochi di prestigio per confondere verità e bugia sono da sempre le armi migliori dell’ad etneo. Dietro una certezza di Lo Monaco si può sempre celare una mezza verità.

    Si autorizza l’uso dei contenuti ai fini di cronaca a condizione di citare Itasportpress.it come fonte, legge n. 633/1941 sul diritto d’autore

  32. Ip Address: 90.12.208.150

    ma u voliti capiri!!!!!!
    Barrientos, Vendu vendito Sold, VENDUTO non torna!! 🙁 🙁 🙁 🙁 🙁

  33. Ip Address: 93.46.0.97

    allura unu menu.. però spero per lui che dimostri di essere davvero un campione e non un fuoco di paglia :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  34. Ip Address: 82.61.4.189

    Catania, Simeone: “Siamo in crescita anche se è difficile dimostrarlo”
    09.02.2011 19.39 di Marco Gori
    Riportate da Radio Sportiva le dichiarazioni rilasciate dal tecnico del Catania, Diego Pablo Simeone, nel corso della conferenza stampa odierna: “Stiamo migliorando, anche se è difficile farlo capire visto che qui in Italia conta soprattutto il risultato. A Bologna siamo stati condizionati dall’espulsione, ma anche in dieci abbiamo fatto bene. Ora ci attende una gara impegnativa contro il Lecce, ma per fortuna esiste la domenica col calcio giocato”.

  35. Ip Address: 82.61.4.189

    Simeone: con Lecce gara importantissima
    Tecnico Catania: squadra cresce, potrei anche cambiare modulo
    09 febbraio, 19:38

    (ANSA) – CATANIA, 9 FEB – ”Una partita importantissima, loro sono davanti a noi di un punto e noi abbiamo bisogno di fare risultato. Io vedo un Catania in continua crescita, Cosi’ Diego Simeone valuta la gara di domenica prossima del suo Catania con il Lecce al Massimino. ”L’unico modo di progredire – sottolinea il tecnico – e’ segnare e vincere, ma occorre maggiore cattiveria nelle due aree. Non sono legato a un modulo fisso, potrei cambiare anche con il Lecce.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu