PAGELLE CAMPIONATO CALCIO CATANIA 2012/2013

 Scritto da il 22 maggio 2013 alle 07:30
Mag 222013
 

Squadra

PORTIERI:
Andujar: voto 8 – Il portiere argentino in questa stagione ha
riscattato le stagioni precedenti dove,pur meritando nel complesso la
sufficienza, non aveva mai dato l’impressione di essere quel quid in
più per il Catania. Sicuramente avrà influito anche il cambio dello
staff tecnico e dei preparatori dei portieri, oltre al cambio
dirigenziale (con Lo Monaco non ha mai avuto un buon idillio). Quest’
anno,Andujar  ha messo in mostra qualità quasi “sconosciute” al tifoso
rossazzurro, molto preciso nelle uscite, autorevole nel guidare la retroguardia del
Catania e attento tra i pali, facendosi apprezzare per alcuni
interventi risolutivi ai fini del risultato per la propria squadra.

Frison: voto 6,5 – è arrivato a Catania con la speranza di potersela
giocare con il suo “antagonista”, ma ben presto, ha capito che il suo
ruolo sarebbe stato quello di secondo portiere. Ha accettato con
serenità e professionalità la scelta del tecnico rossazzurro,
continuando ad allenarsi con serietà e senza mai considerarsi un
secondo. Utilizzato in Coppa Italia,dopo una partenza così così,ha poi
messo in mostra qualità non indifferenti,confermandosi nella
sostituzione di Andujar,quando quest’ultimo si è dovuto fermare per tre
giornate di squalifica .Il futuro di Frison è più che roseo.

DIFENSORI:
Alvarez: voto 7 – Inizia la stagione a fasi alterne, mettendo in mostra
qualche eccesso di agonismo,pian piano trova la sua giusta dimensione
facendo della fascia destra “off limit” per gli avversari. Fa della
forza la sua arma migliore,ma anche l’anticipo non è da meno. Durante
il campionato fa intravedere anche qualche bella scorazzata avanti e
indietro per la fascia,forse dovrebbe osare di più,ma non sappiamo
quali siano le direttive del tecnico al riguardo. Buona riconferma di Alvarez.

Bellusci: voto 6,5 – Il difensore del Catania che, quando
arrivò alle pendici dell’Etna era considerato il nuovo Cannavaro, ha
dovuto fare i conti con la propria irruenza agonistica che non sempre
riesce a controllare spesso si perde l’avversario nella marcatura. In questo campionato ha alternato prestazioni eccellenti, mettendo in mostra qualità agonistiche e tattiche di un certo spessore che gli hanno fatto guadagnare in qualche occasione la palma del
migliore del reparto, a prestazioni mediocri che spesso hanno compromesso
il risultato, facendogli meritare il rovescio della medaglia, cioè, il
peggiore in campo. Apprezzabile il suo attaccamento alla maglia, per
questo meriterebbe 8, ma per arrivare a questo risultato nella sua
totalità, dovrà prima trovare un certo equilibrio psico-fisico.

Capuano: voto 6 – “relegato” come sostituto di Marchese, ha accettato
questo ruolo,forse aiutato anche dal cambiamento personale con la guida
di Legrottaglie. L’exploit del giocatore di Delia, non gli ha consentito
molte occasioni per mettersi in mostra e riscattare le ultime
prestazioni dello scorso anno non proprio esaltanti. Solo nel finale di
stagione ha avuto qualche occasione e tutto sommato la sufficienza l’
ha sempre meritata.

Legrottaglie: voto 7 – non ripete la stagione
esaltante dello scorso anno,ma la sua esperienza e caparbietà lo mettono
sempre tra i migliori. Non sempre parte da titolare, ma il suo apporto
non cambia di una virgola anche quando rimane in panchina. Unico neo,la
reazione spropositata che gli è costata tre giornate di squalifica a
Parma,dopo avere subito un fallo di Amauri che aveva portato alla rete
del 1-2 i ducali. Ha rinnovato per un altro anno con la società
rossazzurra e si prospetta una carriera da dirigente nelle file del
Catania appena appese le scarpe al chiodo,questa continuità sarà un
bene per lui ma anche per il Catania.

Marchese: voto 7,5 – a  valorizzare le qualità di Marchese e fargli acquisire più fiducia nei  propri mezzi, è stato Montella, però con Maran non solo ha confermato le esaltanti prestazioni dello scorso campionato,ma le ha migliorate. Il
difensore rossazzurro si è distinto anche per la sua ecletticità nell’
adattarsi a più ruoli, dalla difesa a quattro, a un centrocampo a cinque,
ha fatto l’esterno di difesa, ma anche l’esterno di centrocampo e in
qualche occasione anche il centrale difensivo,non scendendo quasi mai
sotto la sufficienza, anzi, mantenendo sempre standard abbastanza alti.

Potenza: S.V. quasi mai utilizzato per problemi fisici e scelte tecniche, le sue
rarissime apparizioni non risultano giudicabili.

Augustjn: S.V. stesso discorso come sopra, una sola presenza.

Rolin: voto 6,5 – Ha davanti a sè tre difensori centrali,Spolli, Legrottaglie e Bellusci,
questo da una parte dà a Maran più tempo per farlo adattare al
campionato italiano,dall’altra non permette al centrale sudamericano di affermarsi molte volte nell’undici titolare. Nei casi di emergenza viene impiegato in
sostituzione dell’indisponibile di turno,non sempre fornisce
prestazioni di alto contenuto,ma nel suo complesso non demerita. Forse,
il prossimo anno potrà ritagliarsi maggiore spazio.

Spolli: voto 8 – Si può definire il perno portante della retroguardia etnea,ha
continuato a migliorarsi di anno in anno facendosi apprezzare dagli
addetti ai lavori del campionato italiano e dai media nazionali.                                 Alla soglia dei trent’anni,aspirerebbe a una squadra che competa in Europa,
ma non gli dispiacerebbe continuare la sua carriera con il Catania,
sicuramente ne avrebbero molto a piacere i tifosi rossazzuri che
apprezzano il giocatore,ma anche l’uomo.

CENTROCAMPISTI:

Castro: voto 7 – Il giocatore acquistato l’estate scorsa,è stato la vera rivelazione di questo Catania,sconosciuto ai più,è partito in sordina,man mano che
veniva utilizzato,si è mostrato prezioso per le aspettative di Maran.
Dotato di ottima tecnica e di un buon dribbling,spesso nella gara ha
dato la spinta per cambiare positivamente il risultato della squadra.
Dispone anche di un buon tiro,per il prossimo campionato potrebbe
essere una bella riconferma.

Biagianti: voto 6 – La molteplicità dei suoi problemi fisici gli anno impedito di riprendersi definitivamente. Quando è stato impiegato,oltre alle non brillanti
prestazioni,ha sempre avuto delle ricadute,sicuramente questo fattore è
stato la causa maggiore della sua relegazione ai margini della squadra.
Nel finale di torneo,impiegato a più riprese,è sembrato riprendere
quell’atteggiamento tecnico-tattico che in passato l’ha fatto
apprezzare oltre che dai tifosi,anche dai media nazionali.

Izco: voto 8 – E’ diventato la vera anima di questa squadra,dopo il gravoso
infortunio di qualche tempo fa che l’ha fatto faticare a riprendere i
suoi standard migliori,è uscito fuori alla grande,migliorandosi anche
sotto il profilo tecnico. Preziosissimo sotto l’aspetto tattico per
Maran,che può avvalersi della collaborazione dell’argentino su più aspetti.
Oltre al suo ruolo naturale di esterno destro,viene impiegato anche da
interno,ma anche da terzino e da metodista nei due davanti alla difesa
nel centrocampo a cinque. Spesso promosso a capitano (dal cuore grande) per l’assenza di Biagianti,è diventato uno dei principali beniamini dei tifosi rossazzurri.

Keko: voto 6 – utilizzato pochissimo da Maran, si è fatto trovare pronto quando è stato chiamato in causa, tant’è che esordisce siglando una rete. Il ragazzo mostra una
discreta tecnica, una buona visione tattica ed è molto veloce. La giovane età sta dalla sua parte, nel Catania del futuro potrà ritagliarsi quello spazio che non ha potuto avere in questo campionato e che non gli ha fatto superare la sufficienza.
Lodi: voto 7 – ormai si è consacrato in serie “A”, non per niente voci di mercato lo danno richiesto dalle squadra più blasonate del nostro campionato. Quando arriva a Catania, il suo ruolo è di esterno di centrocampo, ma un’intuizione di Lo Monaco, avallata da Simeone prima e Montella poi, fa sì che il centrocampista rossazzurro cambi ruolo e venga dirottato davanti alla difesa come “regista” di centrocampo, diciamo il metronomo (aggettivo che Lippi coniò per Pirlo) del Catania. Il suo adattamento alla nuova collocazione non fu veloce, ma avendo al suo fianco un giocatore di esperienza come Almiron, la sua crescita è sta esponenziale, dando il meglio di sè in questo campionato. Assieme a Pirlo, è stato ritenuto il migliore tiratore dai calci da fermo di tutta l’Europa. Nel finale di questa stagione, ha avuto una piccola flessione, vuoi per la straordinaria performance della squadra, vuoi per le sirene di mercato che lo hanno un po’ distratto, nelle ultime gare ha mostrato poca brillantezza, senza però intaccare la sua splendida annata.
Almiron: voto 6 – Questo campionato,per lui, è stato molto travagliato, non ha ripetuto le splendide prestazioni del torneo scorso. Ha avuto molteplici infortuni, ma avrà influito anche il fatto che a gennaio il Torino  voleva portarlo sotto la Mole Antonelliana,anche con suo gradimento. Perfino il rinnovo del contratto non è stata cosa facile. Si spera di rivedere il giocatore che ha fatto innamorare delle sue giocate il tifoso catanese nel primo anno alle pendici dell’Etna.
Ricchiuti: voto 9 – Nel cinema danno i l’oscar alla carriera, noi diamo il voto ad Adrian in onore della sua carriera nel Catania. Abbiamo già apprezzato nei campionati scorsi il suo valore tecnico e l’apporto che ha dato a questa squadra. In questo campionato non ha avuto spazio, però, pur conscio che davanti a lui ci fossero giocatori più quotati, è voluto rimanere lo stesso, continuando a lavorare da vero professionista e da persona seria qual è. Onore al giocatore e all’uomo. Buona fortuna Adrian.

Sciacca: voto S.V. –  Una sola gara in tutto il campionata, è preferibile giudicarlo senza voto, anche perché la prestazione di Torino lascia molto a desiderare.

Gomez: voto 8,5 – Assieme a Barrientos, è il giocatore del Catania dalle più alte qualità tecniche, in certi momenti di questo campionato ha strabiliato per le sue giocate, per i suoi dribbling funambolici e si è pure permesso di fare un gol di testa, che assieme agli altri 7 fanno un bottino (8) niente male per l’attaccante rossazzurro. Si dice che da tempo ( già a gennaio doveva vestire la maglia nerazzurra, ma Pulvirenti non ne ha voluto sapere) l’Inter abbia messo gli occhi sul giocatore, ma anche l’Atletico Madrid ha avanzato le sue richieste, anzi, sembra che il club madrileno sia in vantaggio su quello milanese. Se Gomez dovesse, come sembra, svestire la maglia rossazzurra, a Catania ci si ricorderà per un bel po’ di tempo le sue gesta calcistiche.

Barrientos: voto 8,5  IlPitu ha una qualità tecnica straordinaria, esterno alla propensione offensiva, Può giocare sia da ala destra che sinistra o al centro,fa la differenza ovunque. Giocatore dalla alta classe tecnica e raffinata, dai suoi piedi partono sempre i maggiori pericoli per la difesa avversaria. Riesce a sfornare tanti passaggi utili per i compagni e si è rivelato fondamentale nel recupero di palloni in fase di copertura, facendosi apprezzare anche per la combattività con gli avversari. Regala assist con numeri da campione, peccato solo per la mancanza di freddezza sotto porta, avesse anche quella, staremmo parlando di Messi due.
Salifu: voto 5,5 – Arrivato in prestito nell’”affare” Montella, è stato impiegato in qualche occasione, nella prima parte del campionato ha avuto maggiore spazio, meno nel girone di ritorno, comunque senza impressionare più di tanto. Non penso che ci siano le intenzioni di riscatto da parte del Catania.

ATTACCANTI:

Bergessio: voto 8 – Bergessio, è un attaccante con delle caratteristiche atipiche, non si potrebbe definirlo prima punta, ma neanche seconda punta, perché spesso, riesce a fare l’uno e l’altro. Svolge una mole impressionante di lavoro, facendo spesso reparto da solo nel pressing, ha realizzato 13 reti e 3 annullate ingiustamente, perciò il bottino sarebbe stato di 16 realizzazioni stagionali, senza contare (giustamente) le occasioni che sottoporta avrebbero potuto ingrandire il suo bottino. Non gli si può rimproverare niente, non ci sono molti attaccanti che riuscirebbero a mantenere lucidità sotto porta dopo l’immane lavoro che svolge in campo e ti accorgi dalla sua importanza, soprattutto quando non c’è in campo.

Cani: voto S.V. – arrivato a gennaio, solo qualche apparizione ma niente più.
Doukara: voto 5 – il salto di categoria (dai semiprofessionisti) è stato troppo arduo per il giocatore originario del Senegal e naturalizzato francese. Nel girone di andata, Maran lo ha spesso impiegato nelle sostituzioni di Bergessio, doveva essere il suo naturale sostituto in effetti, inoltre in qualche circostanza gli è stata data qualche chance in più rispetto a qualche altro giovane, ma non ha lasciato il segno. Spesso si è denotata la differenza tecnica tra lui ed i suoi compagni. Sarebbe la cosa migliore se andasse a farsi le ossa in qualche categoria inferiore.

 

Allenatore: Maran: voto 9 – Arrivato ai piedi dell’Etna in sordina e accompagnato dallo scetticismo generale, il tecnico rossazzurro ha dimostrato qualità tecniche e umane sopra ogni aspettativa. Ad inizio campionato le valutazioni delle maggiori testate giornalistiche sportive e di molti addetti ai lavori e dei tifosi etnei, erano che Maran stava ereditando una “macchina” già elaborata e collaudata dal precedente collega, cioè Montella. Di questo, si capiva che Maran era un po’ stizzito,tuttavia cercava di non darlo a vedere e lavorava a testa bassa. Man mano che il cammino del Catania diventava sempre più produttivo e bello da vedere, si incominciavano ad intravedere le qualità del suo lavoro che si differenziano non poco da quelle di Montella. Abile nel tenere il gruppo unito, eclettico nell’applicare più sistemi di gioco, dal 4-3-3 nel DNA dei rossazzurri al 4-2-3-1, al 3-5-2 senza disdegnare il 4-1-4-1, cosa dire? Record di punti del Catania nella massima serie, battuto nella corsa all’Europa League  a tre giornate dalla fine, seconda miglior difesa in casa, e cosa da non sottovalutare, se escludiamo quattro partite a partire da Catania-Inter 2-3, finale di stagione della squadra agonisticamente mai visto a Catania. La riconferma del tecnico da parte del Catania, è il primo mattone per la costruzione del prossimo campionato.

P.S. le pagelle li avevo stilate prima della gara Torino-Catania 2-2, ho fatto solo piccolissime modifiche, soprattutto per i subentrati.

 

  19 Commenti per “PAGELLE CAMPIONATO CALCIO CATANIA 2012/2013”

  1. Ip Address: 95.247.11.235

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Qui Napoli e dintorni, cielo nuvoloso con il sole e temperatura buona.
    Buon commento Peppe!!! 😉 😉 😉

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  2. Ip Address: 79.4.15.37

    Buongiorno a tutti….
    Ciao Giorgio, qui la primavera tarda ad arrivare 😉 😉

    Peppe, voti onesti per tutti, un pò esagerati per Maran secondo me ha fatto bene benissimo, ma poteva fare meglio in zona cesarini, senza quei gol presi oggi potevamo parlare di un altra cosa :sciarpa:

  3. Ip Address: 212.195.241.127

    Buongiorno a tutti pari

    Caro Beppe come non posso essere d’accordo con te, hai rispecchiato il mio pensiero al 99%, certo un mezzo punto in più lo avrei dato a Biagianti , Almiron e Keko e un 7 pieno a Paglialunga che spero ritorni, riguardo il 9 di Ricchiuti gli avrei dato 10 è significativa la corsa di Almiron verso di lui dopo aver segnato al Torino, quell’uno in più non per la carriera ma bensi perché sicuramente faceva gruppo nello spogliatoio. :ciao: :ciao: :ciao:

  4. Ip Address: 212.195.241.127

    Dimenticavo Bergessio anche a lui avrei dato come minimo 9 e di questo 9 deve ringraziare Maran che lo ha saputo impiegare nel modo migliore, non dimentichiamoci che ha fatto 13 gol effettivi e 16 validi e si ni mangiau altrettanti, e se Cavani vale 80 ml lui una ventina li vale?

  5. Ip Address: 95.247.11.235

    Ciao joe e Chiarezza!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    joe, abbiamo una pazza primavera, qui da poco ha piovuto ma la temperatura e’ sempre fresca anche se a volte e’ freddina.
    Chiarezza mi trovo d’accordo su Ricchiuti grande uomo, peccato di non averlo preso in piena gioventu’.
    Anche su Bergessio, e’ migliorato moltissimo quest’anno quando tira in porta e che gol ha fatto l’ultimo contro il Torino.
    Tu sarai d’accordo che quel tiro era imparabile per qualsiasi portiere e’ tirato con tecnica sopraffina.

  6. Ip Address: 88.53.188.210

    Buongiorno a tutti gli amici :sciarpa: :salve: :ciao:

    Ciao Joe,il nove di Maran lo reputo frutto di un complesso di cose,l’aver smentito uno scetticismo quasi totale,aver migliorato il rendimento del “gruppo”(forse grazie anche all’aiuto di Gasparin) e sottolineo gruppo,a dispetto di quello che ha fatto Montella,aver fatto concludere la stagione alla squadra con un atteggiamento agonistico sopra la sufficienza,cosa che fin’ora non era capitato con nessuno tecnico,ma cosa molto importante,aver mantenuto sempre un profilo molto “distaccato” pur essendo sempre presente e professionale.Joe,se il Catania avesse avuto la possibilità di evitare la così detta “zona Cesarini”,a quest’ora il Catania avrebbe lottato per la Champions e Maran,sarebbe stato perfetto,ma nessuno è perfetto. :incavolato:

    Vittorio,Da tifoso concordo al 100% con te,ma volendo fare un ragionamento strettamente tecnico e “professionale”,penso mi è doveroso essere andato a vedere un pò tutta la stagione e comunque,come ben mi ‘insegni,le pagelle hanno la ,soggettività di chi scrive,ma deve anche trovare una certa oggettività che,spero averla messa.Su Ricchiuti,hai ragione,avrei dovuto da 10,mea culpa 😳

    Comunque,mi fa piacere che,nel tuo commento e in quello di Joe,le pagelle nel suo complesso trovano concordia. Ciao a tutti,ciao Giorgione 😉

  7. Ip Address: 79.4.15.37

    CATANIA, Cosentino e Bonanno subito a caccia. Le ultimissime in esclusiva
    22.05.2013 12:13 di Redazione ITA Sport Press Twitter: @ItaSportPress

    Il Catania dei record è già in vacanza. Il “rompete le righe” è già stato dato dalla società e molti giocatori argentini hanno già chiuso la valigia e tra oggi e domani torneranno a casa ad abbracciare genitori, altri parenti e amici. Intanto si muove il mercato in casa Catania e oggi il vice presidente Pablo Cosentino si è spostato all’estero per chiudere questa mattina un’operazione ma già domani sarà nuovamente in sede a Torre del Grifo per fare il punto della situazione con il dt Bonanno. Quello di Pablo Cosentino è un vero coup de théâtre del presidente etneo Antonino Pulvirenti perchè ha scelto non bene ma benissimo. Cosentino da molti addetti ai lavori è definito un vero stratega del mercato per la sua riconoscità capacità manageriale. Farà un grande Catania insieme al responsabile dell’area tecnica Pippo Bonanno che lavora a fari spenti ma anche lui è un dirigente di grande spessore.

    Le ultime:

    MARAN – Si ripartirà dal tecnico trentino dei record. Non dovrebbe succedere nulla visto che Guidolin non lascerà Udine per andare a Napoli e di conseguenza tutto bloccato.

    PORTIERE – Andujar andrà via per lasciare spazio a Frison.

    DIFESA – Dopo l’addio di Marchese, il Catania deve subito colmare il vuoto sulla fascia sinistra. Arriverà un giovane elemento con Capuano a fare da maestro. Biraghi, Vitale, Grillo e Avelar sono in prima fila ma potrebbe esserci una sorpresa dall’Argentina. Da Torino sono pronti a dare D’Ambrosio per avere Maxi Lopez. Al centro della difesa arriva Gyomber ma non è detto che resti a Catania. Cosentino e Bonanno potrebbero cambiare le strategie tecniche portate avanti dall’ex ad Gasparin. Vergini del Newell’s è un obiettivo visto il basso costo del cartellino e la scadenza contrattuale.

    CENTROCAMPO – Se parte Lodi serve un centrocampista dai piedi raffinati. Calello del Siena si è candidato anche se ha più quantità che qualità. Almiron resta così come Biagianti. Nessun dubbio per Izco. No al ritorno di Moretti dal Modena così come a Martinho da Verona.

    ATTACCO – Maxi Lopez e Mirco Antenucci non saranno riscattati da Sampdoria e Spezia e torneranno alla base ma non resteranno a Catania. Cani sarà ceduto in prestito o a titolo definitivo. In entrata tutto gira sulla eventuale cessione di Bergessio. Ardemagni piace molto ma il colpo potrebbe essere argentino. Via Doukara e Gomez con Leto che sostituirà quest’ultimo.

    ADDII – Oggi sarà l’ultimo atto ufficiale dell’ex ad del Catania, Sergio Gasparin che incontrerà i giornalisti a Torre del Grifo per i saluti. Già fuori il ds Nicola Salerno.

  8. Ip Address: 72.226.121.41

    Sono d’accordo con i voti anche se credo che l’unico giocatore che ha veramente deluso[le cause possono essere tante….]e’ stato Almiron ,troppo lontano dagli standard di rendimento dell’anno precedente e che non penso possa meritare la sufficienza.I timpasti,ovunque si verificano,sono sempre col pumto interrogativo e ho sempre presente il detto siciliano che chi cambia il vecchio col nuovo,potrebbe pentirsene ma come ho detto recentemente finora e’ andata bene e percio’ potrebbe continuare ad andare bene..Malgrado il nostro presidente faccia il pompiere[;giustamente’]’ per non alimentare pericolosi entusiasmo,sara’ difficile convincere i tifosi ad accontentarsi della sola salvezza.SEMPRE FORZA CATANIA

  9. Ip Address: 95.247.11.235

    Buonasera raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Dopo aver letto le dichiarazioni di Gasparin, rinnovo la mia stima per l’uomo, per il dirigente e amico del Calcio Catania.
    Gli auguro buona fortuna in altre sedi.

    Sogni rosso e azzurro a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  10. Ip Address: 79.16.37.97

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Qui Napoli e dintorni, cielo nuvoloso con pioggia e temperatura un po’ freddina.

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  11. Ip Address: 79.16.37.97

    Il Calcio Catania S.p.A. è lieto di comunicare che venerdì 24 maggio alle 16.00, nella Sala Congressi della sede sociale di Torre del Grifo, il Presidente Pulvirenti presenterà alla stampa ed agli operatori dell’informazione il nuovo Consiglio di Amministrazione. Nel corso della conferenza interverranno il Vice Presidente Pablo Cosentino ed il Consigliere Giuseppe Bonanno.

    (fonte: calciocatania.it)

  12. Ip Address: 79.4.15.37

    Buongiorno a tutti….
    Ciao Giorgio,
    CATANIA – Ormai è cosa certa: Giovanni Marchese la prossima stagione non indosserà la casacca del Catania. La società del presidente Pulvirenti ha scelto di non rinnovare il contratto all’esterno basso di Caltanisetta. Marchese, classe 1984, dovrebbe trasferirsi con ogni probabilità in Liguria, sponda Genoa, operazione a parametro zero. Per la corsia sinistra, al suo posto, il Catania sta pensando a Luigi Vitale che gioca nella Ternana e ha siglato 10 gol in questa stagione in Serie B, per un difensore è una statistica che fa notizia. Vitale, però, è di proprietà del Napoli. Così la società umbra potrebbe esercitare il diritto di riscatto della metà del cartellino (per 500 mila euro) ma i rossazzurri sono pronti ad inserirsi nella trattativa.

  13. Ip Address: 79.4.15.37

    Il Calcio Catania S.p.A. comunica di aver definito il prolungamento del rapporto contrattuale con il calciatore Mariano Gonzalo Andujar fino al 30 giugno 2015. L’estremo difensore della Nazionale argentina, 122 presenze in Serie A Tim e 2 in Tim Cup dal 2009 ad oggi con la maglia rossazzurra, rafforza il legame con il club al termine di una stagione brillantissima anche sul piano personale: 12 delle 34 partite di campionato giocate da Andujar si sono concluse senza reti al passivo per il Catania. Il portiere argentino affida il primo commento, in esclusiva, a calciocatania.it: “Sono molto contento di poter rimanere per un anno in più e poter confermare, a partire dalla prossima stagione, tutto ciò che è stato fatto di buono fin qui. Sappiamo che da ora in avanti sarà tutto molto più difficile ma siamo fiduciosi di poter migliorare ancora. Sul piano personale mi auguro di avere un rendimento ancora superiore e di poter andare al Mondiale grazie al Catania”.

  14. Ip Address: 92.139.214.63

    Ciao Joe
    Il rinnovo di Andujar è una buona mossa della società, sia se lo volessero vendere, (spero di no specialmente con i mondiali del prossimo anno) sia se lo volessero confermare, (spero di si!!! Frison per me è ancora un incognita ed affidargli il posto di titolare il prossimo anno sarebbe un gioco d’azzardo :ciao: :ciao:

  15. Ip Address: 79.16.37.97

    Ciao joe e Chiarezza!!!
    Faccio un copia e incolla dal giornale sportivo argentino Ole’, con la traduzione di Google.

    Sta andando in Sicilia?

    Olé
    Giovedi 23.05.2013, 14:32 am

    Calcio

    QUILMES / ITALIA
    Sta andando in Sicilia?

    Elizari mettere il 1-0 a Quilmes.

    Secondo i media italiani, Fernando Elizari essere vicino a diventare giocatore di Catania, ha già dieci argentini. Il volante Quilmes contratto scade il 30 giugno.

    L’emergere di Fernando Elizari ha dato freschezza al Quilmes. E quindi impostare rapidamente i loro occhi su di lui. Secondo i media italiani, il piano di Catania per prendere la ruota da 22 anni per la prossima stagione. Il giocatore ha un contratto fino al 30 giugno e che, oltre alle sue qualità, ha attirato team leader siciliani come pensano di poter chiudere un buon affare. Secondo SiciliaToday.net, i negoziati sono iniziati e Catania riuscita a posizionarsi davanti a San Lorenzo in gara per il giocatore.

    Per il computer sul quale militano dieci argentini (Spolli, Almiron Bergessio Izco, Papu Gomez, Lucas Castro, Andujar, Pablo Alvarez, Ricchiutti e Barrientos), la Melli Elizari potrebbe svolgere le funzioni in posizioni ora occupate Almirón e Lodi . Importanti anche “velocità, avanzamento, dribbling e midrange pugno”, ma nota che ancora deve migliorare fisicamente. Arma? Valigie?

  16. Ip Address: 79.16.37.97

    Copia e incolla da sicilia today

    ESCLUSIVA- Catania, in arrivo dall’Argentina Elizari del Quilmes (Video)

    Pubblicato: 23 May 2013 11:56

    olpo di mercato in dirittura d’arrivo per il Catania. Il centrocampista argentino annunciato dal presidente Pulvirenti dovrebbe rispondere al nome di Fernando Elizari, 22enne giocatore del Quilmes. Secondo accreditare informazioni raccolte in Sud America da SiciliaToday.net, Elizari si libererà a giugno dal vincolo contrattuale con il Quilmes per sbarcare a Catania. La dirigenza segue questo calciatore dallo scorso mese di Febbraio e avrebbe già trovato l’intesa verbale con il ragazzo che naturalmente sogna il trasferimento in Italia. Sulle tracce del giovane talento si era messo nei mesi scorsi anche l’ex ad rossazzurro Pietro Lo Monaco che avrebbe voluto portare Elizari al Palermo. Nonostante l’interesse del San Lorenzo, il Catania sarebbe attualmente in pole position e aspetta solo la conclusione del Torneo Final argentino per mettere nero su bianco l’operazione. Elizari che è nato a Quilmes il 5 aprile del 1991, è cresciuto nelle giovanili dell’Independiente. Con il “Rojo” ha collezionato tre presenze nel Clausura 2012, tutte partendo dalla panchina. In estate passa al Quilmes con cui colleziona 7 presenze nel Torneo Inicial e 14 presenze e 3 gol nel Torneo Final ancora in corso. Alto 175 centimetri, ambidestro, Elizari è un centrocampista offensivo che nel Catania potrebbe ricoprire il ruolo di Almiron o Lodi, viene segnalato infatti per la sua duttilità a metà campo. Le sue qualità sono: velocità, progressione, dribbling e precisione nei passaggi a breve e lunga distanza. Fisicamente forse lascia ancora a desiderare ma in Argentina è considerato uno dei migliori giovani in circolazione. Per il Catania si tratterebbe di un importante investimento per il futuro.

  17. Ip Address: 72.226.121.41

    Tornando ai bilanci di fine campionato,si riscontra che il CATANIA di Maran ha conquistato 8 punti in piu’ del CATANIA marcato Montella perche’ ha ottenuto 4 vittorie in piu’.L’anno scorso,infatti avevamo subito lo stesso numero di sconfitte [12] subite quest’anno ma avevamo ottenuto una caterva di pareggi. e l’anno scorso avevamo mollato dopo il raggiungimento della salvezza matematica mentre quest’ anno abbiamo giocato e tentato di ottenere il risultato fino all’ultimo minuto dell’ultima partita.E ancora si deve sottolineare che quest’anno abbiamo segnato 50 reti e con solo due rigori a favore,di cui uno fallito.SEMPRE FORZA CATANIA

  18. Ip Address: 87.6.27.197

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Ciao Salvatore!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    Qui Napoli e dintorni, cielo grigio con pioggia e temperatura un po’ freddina.

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  19. Ip Address: 79.4.15.37

    Ciao Giorgio,
    Siamo in pieno mercato, penso che un nome sarà svelato oggi nella presentazione di Cosentino 😉 😉

    Catania, Maran e il mercato: “Sono in sintonia col club”
    23.05.2013 20.08 di Raimondo De Magistris

    “Ci sono contatti costanti con la dirigenza per capire quali possano essere le strade da seguire. Il mio lavoro non è fare il mercato, ma ci muoviamo in assoluta sintonia. Se l´ottavo posto di questa stagione cambia qualcosa? La nostra identità è chiara. Noi dobbiamo sempre pensare alla salvezza. Se poi saremo bravi a far qualcosa di più tanto di guadagnato. Il nostro Scudetto è mantenere la categoria”. Parole firmate da Rolando Maran, tecnico del Catania che ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Radio Sportiva. “Quando si fanno grandi stagioni – prosegue – è normale finire nel mirino di squadre importanti. Il Catania deve essere preparato ad affrontare queste situazioni, ma su questo non ho il minimo dubbio perché la società ha dimostrato in passato di sapersi muovere al meglio. Un singolo che mi ha colpito? Spendo una parola per Castro, perché alla sua prima esperienza ha dimostrato grande valore”

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu