PAGELLE CATANIA-CAGLIARI

 Scritto da il 3 maggio 2011 alle 08:10
Mag 032011
 

IL CAGLIARI SPRECA, IL CATANIA NO!

Andujar – 6,5: In due occasioni Acquafresca gli risparmia di raccogliere la palla dentro il sacco, però non ci sarebbero state colpe da addebitargli. La partita non gli offre l’occasione di compiere interventi particolarmente importanti però gestisce con sicurezza e personalità le uscite al limite dell’area e una in particolare rinviando di testa. Dà un segnale forte a tutta la squadra, come per dire,io ci sono.

Alvarez – 5: Nel primo tempo svolge il suo compito senza infamia e senza lode ma mantenendosi sotto la sufficienza e senza dare il giusto apporto a Gomez nel proporsi in avanti, sembrava spaventato dalla presenza di Cossu che staziona dalle sue parti. Nella ripresa sbaglia in varie circostanze alcuni passaggi e alcuni tempi di chiusura, due volte su Nainggolan e altrettante su Cannini, fino ad arrivare al fallo su Cossu da ultimo uomo con conseguente espulsione. Il guerriero rossazzurro avrà la possibilità di rifarsi contro la Roma.

Silvestre – 7: Sblocca una partita che si stava complicando più di quello che si poteva pensare. Importantissimo il gol nel momento più difficile del Catania e già questo gli vale il buon voto in pagella. Nel primo tempo la sua gara si mantiene su buoni livelli, tranne che in un’occasione durante la quale Acquafresca riesce a divincolarsi dalla sua morsa e che, da due passi, sbaglia un gol quasi fatto. Nell’arco della gara gestisce bene tutti i palloni che partono dai suoi piedi per dare inizio all’azione del Catania, da buon capitano chiude la gara spadroneggiano in difesa.

Spolli – 6: Nella prima parte della gara non deve fare molta fatica nel contenere le avanzate degli avanti della Cagliari, anche perché questi ultimi non sembrano molto concentrati. Nella ripresa si fa trovare impreparato in qualche ripartenza dei sardi, non accorgendosi della mancata copertura dei centrocampisti però nel complesso si può dire sufficiente la prova del centrale rossazzurro ma può fare molto di più.

Capuano – 6,5: Dopo Torino, un’altra prova positiva del terzino sinistro rossazzurro. Presidia più che bene la fascia di competenza e, in talune occasioni, si propone con convinzione in avanti. Nella ripresa anche lui è attanagliato dalla tensione e limita le sue folate in avanti, dopo l’espulsione di Alvarez e la rete messa a segno da Silvestre, eregge una guardia spietata nella sua zona, presidiando con attenzione ed efficacia la sua fascia, in alcuni momenti sembra il Capuano di quando arrivò a Catania.

Carboni – 6,5: Si potrebbe dire, solito lavoro oscuro, ma non è così, contro il Cagliari, il vichingo ha sfoderato una prestazione tutta cuore e fatica. Il centrocampista rossazzurro costruisce una diga davanti alla difesa con risultati più che apprezzabili, non sempre riesce a tenere botta ai vari, Biondini, Conti e Lazzari ma in certe occasioni si ritrova a dovere rintuzzare anche su Nainggolan,perciò perde un po’ di lucidità. In alcuni momenti della gara riesce anche a far ripartire l’azione dai suoi piedi, sbagliando pochissimo. Solo in due occasioni si è trovato in difficoltà, quando i cagliaritani ripartendo hanno creato non pochi grattacapi alla difesa etnea e dove ne è scaturita l’espulsione di Alvarez, però rivedendo le due azioni, forse gli è mancato l’apporto di qualche compagno?

Ledesma – 5,5: La sua gara è alternata da buone cose a cose meno buone. Molto densa la sua dinamica nella fase d’interdizione, anche se in certi casi un pò confusionaria e un pò impreciso in fase di costruzione, sbaglia alcuni facili passaggi e in certe situazioni non riesce ad attaccare bene lo spazio sulla trequarti per creare superiorità numerica nella metà campo avversaria, gioca una partita a fasi alterne. Rispetto alla prova opaca di Torino, c’è stato un lieve miglioramento ma ancora è lontano dai suoi standard.

Gomez – 6: Un passettino indietro rispetto alla gara contro la Juventus. E’ sempre abbastanza attivo e dinamico però stavolta tiene più palla, facendo così schierare la difesa avversaria, nel primo tempo con la collaborazione di Ricchiuti, riesce a creare, qualche azione pericolosa nei paraggi dell’area avversaria. Nella ripresa è calato vistosamente, Simeone lo sostituisce con Schelotto e i fatti gli danno ragione.

Bergessio – 7.5: Nel primo tempo dal suo piede nasce l’azione più pericolosa del Catania, purtroppo la conclusione di Lopez non è fortunata. Riesce discretamente ad assurgere il compito affidatogli da Simeone, cioè creare con Ricchiuti azioni ficcanti sulla sinistra, non dare punti di riferimento agli avversari e quando ne ha l’occasione, mette in area palloni che creano ansia alla retroguardia cagliaritana. Nella ripresa, quando la squadra rimane in inferiorità numerica, diventa il protagonista dell’incontro. Con un grande stacco di testa, e complice il velo di Lopez, ne nasce la rete del vantaggio del Catania, subito dopo fa un uno-due con Lodi,con quest’ultimo che tira in porta, sulla corta respinta di Agazzi si avventa come un avvoltoio sul pallone ribadendo in rete e portando il risultato sul 2-0.

Ricchiuti – 7: Che cosa dire, il vero faro di questa squadra, non assomiglia nemmeno lontanamente a quel Ricchiuti che lo scorso anno veniva sostituito a 20” dalla fine perché a corto di fiato. Oggi instancabile cursore della trequarti rossazzurra, da lui iniziano le azioni più illuminanti e pericolose del Catania. Così come si era già visto contro la Juventus, mette in mostra un’ottima intesa con tutto il reparto avanzato rossazzurro, riesce anche a essere efficace in fase di copertura, nel finale di gara spesso si è visto,in collaborazione con Capuano, andare a chiudere su Astori e Cossu e far ripartire velocemente il contropiede, immenso.

Lopez – 6: Ormai è diventata una consuetudine vederlo lottare da solo contro i due centrali di difesa delle squadre avversarie. Oggi aveva a guardia della sua persona due “mastini” niente male, Astori e Canini ma lui riesce in alcune occasioni a smarcarsi e concludere a rete. In altre circostanze sfugge alla morsa dei due e defilandosi sulla fascia destra mette in mezzo due palloni per i compagni niente male, non riesce ad andare a rete però mette in difficoltà la retroguardia avversaria.

Schelotto – 7: Simeone preferisce lasciarlo inizialmente in panchina. Entra al posto di Gomez, subito si pone sulla fascia destra mettendo costantemente in ambasce il difensore dei sardi Perico e tutta la retroguardia ospite. Su quel versante cambia la velocità e il ritmo della gara, da un’azione caparbia dell’esterno etneo arriva la rete del 2-0 che mette in cassaforte il risultato per il Catania.

Lodi – 6,5: Simeone lo butta nella mischia a metà della ripresa e fornisce un prezioso contributo alla vittoria del Catania. Calcia il corner da cui ne scaturisce la prima rete dei rossazzurri, da un suo tiro in porta esce la respinta del portiere del Cagliari per la ribattuta di Bergessio e il 2-0 finale. Non disdegna di dare una mano quando c’è da difendere nei minuti finali. Sarà pure coincidenza ma con lui in campo i risultati arrivano.

Potenza – s.v. Entra per pochi minuti a risultato ormai acquisito

All. Simeone – 6: Lascia perplessi vedere in panchina Lodi e Schelotto all’inizio della gara, entrambi i giocatori rossazzurri potrebbero rappresentare quella freccia in più nell’arco del tecnico in questo finale di stagione, come dimostrato nella gara con la Juventus e confermato in quella di domenica scorsa, soprattutto quando si gioca in casa. Il tecnico del Catania inizialmente si affida a un atteggiamento a trazione anteriore, poi costretto dagli eventi, trova in corsa d’opera le giuste correzioni che permettono al Catania di cambiare le sorti della gara. La fortuna gli dà una mano, prima che gli etnei sbloccassero il risultato, i sardi hanno sprecato un bel pò. Continuano a ripetersi le ripartenze avversarie,trovandoci in difesa 1 contro 3 e forse più per gli errori degli altri che per meriti propri non si ripetono strafalcioni come quelli con la Lazio. Bisognerebbe capire come mai il tecnico del Catania non sia riuscito a risolvere questo problema. All’inizio del secondo tempo ci si aspettava la sostituzione di Alvarez, che aveva faticato non poco per tutto il primo tempo. L’espulsione del terzino destro rossazzurro, su un’ennesima ripartenza cagliaritana, rischia di compromettere la partita e quando tutto sembrava avviarsi per il peggio, i soliti innesti di Schelotto e Lodi risultano determinanti per la vittoria del Catania. C’è ancora qualcosa da rivedere a centrocampo, soprattutto sulle ripartenze che si continuano a concedere agli avversari. Le correzioni in corsa del tecnico del Catania si rivelano quasi sempre azzeccate, però mi chiedo, non è un peccato regalare un tempo agli avversari?

Arbitro e collaboratori – 6,5: La gara non offre spunti particolari da poter mettere in difficoltà la terna arbitrale, la partita fila via con una certa facilità, nessuna sbavatura della terna. Giuste le due decisioni di maggior rilievo, l’espulsione di Alvarez e l’annullamento, per evidente posizione di fuorigioco, del gol di Gomez. Abbastanza equa anche la gestione dei cartellini.

  38 Commenti per “PAGELLE CATANIA-CAGLIARI”

  1. Ip Address: 94.37.27.78

    Buongiorno a tutti, belli e brutti…
    La mia assenza dal sito in questi ultimi giorni è motivata, come spesso ultimamente mi accade, da impegni di lavoro, soprattutto nella città dei rosella e la cosa mi disturba due volte, pazienza…scusatemi. 🙄
    Ho letto con attenzione la diatriba di ieri tra Chiarezza a Peppe58, non voglio commentare per due motivi, uno non mi va di aggiungere benzina sul fuoco, due per palese conflitto d’interessi essendo stato contemporaneamente anch’io oggetto delle medesime critiche di natura personale cui fa riferimento Peppe.
    Mi auguro per tutti che il buon senso prevalga sempre soprattutto nell’interesse del sito che, a mio parere assolutamente disinteressato, è il più moderato della sfera web tra quelli che parlano di Catania e nel rispetto di coloro che con sacrificio e passione (Ben e Mario) si impegnano per il suo sviluppo e la sua diffusione.
    Auspicherei sempre più confronti d’opinione e sempre meno giudizi gratuiti sulle persone che spesso nemmeno conosciamo.
    Sulle pagelle di Peppe due soli personalissimi appunti:
    1) Alvarez merita la sufficienza perchè si è immolato per il Catania ed il suo intervento su Cossu risulta ancor più determinante ai fini del risultato dell’errore di Acquafresca, colpevolmente lasciato libero di calciare da qualcuno che ha avuto voti più altini….
    2) Ledesma merita la sufficienza perchè, sempre a mio modesto avviso, nel primo tempo è stato il migliore in campo.
    Saluti a tutti e vado a lavurà…..
    FORZA CATANIA SEMPRE!!SQUADRA E CITTA’!!

  2. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno a tutti…..

    anche per me Ledesma si merita qualcosa di più, ha fatto un lavoro oscuro di rottura, si è sacrificato per la squadra.

    spero che il Catania gioca sempre con questa grinta e la cattiveria agonistica per le rimanenti partite del campionato. …

  3. Ip Address: 95.251.49.98

    Buongiorno a tutti,ciao Marcello,ciao Joe e tutti quelli che verranno dopo.Marcello,penso che sia scontato dire che mi trovi d’accordo su come questo sito sia un’isola felice a confronto del resto del Web e per come hai trattato l’argomento.Detto questo adesso litighiamo per gli appunti che mi hai fatto.. :mrgreen: :mrgreen: ,sto scherzando ovviamente.Cerco di dare una spiegazione hai due appunti che hai evidenziato,non perchè quello che ho scritto io deve passare per verità assoluta,anzi ma perchè possiamo aprire un confronto e dare diversi punti di vista,nulla più.Parto da Ledesma perchè giustamente anche Joe avrebbe dato qualcosina in più,allora,visto che sono un suo fan sfegatato ma anche il suo primo critico,avrei dato col cuore almeno 6,5,siccome come ho detto sono anche il suo primo critico,penalizzo alcune sue incertezze che ha messo in serie difficoltà Carboni,qualche imprecisione su alcuni semplici passaggi e un pò di confusione che per la voglia di fare, in certi momenti della gara si impossessa del buon Pablo.Indubbiamente io cerco di analizzare il complesso della gara e da questo ne nasce il voto,anche perchè ritengo Pablo un giocatore di alto tasso tecnico e pretendo qualcosa in più,però nel giudizio tuo,Marcello e in quello di Joe,nel sunto mi trovate d’accordo.Discorso un pò diverso su Alvarez,anch’io inizialmente ero portato ad alzare un pochino il voto,però volutamente mi sono andato a rivedere la partita registrata,che è diversa da quella vista allo stadio,però dà modo di vedere con diverse sfaccettature la gara.Vero è che si è immolato su Cossu ma, a parte il ritardo di Ledesma nella metà campo avversaria,sul lancio di Acquafresca(se non erro è lui che ha lanciato Cossu) che gira quasi al volo su Cossu,Alvarez in quel momento sta guardando la palla il Cagliaritano è a circa 15-20 metri più indietro di lui,eppure se lo perde,Cossu parte largo e lui si accorge in ritardo della partenza del cagliaritano,perdento il tempo e facendosi superare in velocità,lo rivisto più volte,se fosse stato attendo lui aveva più campo rispetto a Cossu sulla palla,sarebbe arrivato in anticipo,però questa è la mia impressione e non è detto che sia giusta.Il resto della gara del terzino sinistro,pur mettendo la solita grinta(solo per questo darei 8 ogni partita),ha fatto alcuni strafalcioni che normalmente non fanno parte delle sue caratteristiche,dicamo che il mio metro di giudizio è un pò severo,soprattutto con quei giocatori che ritengo tecnicamente qualche spanna superiori agli altri.Mentre su Andujar,visto che ieri ho cercato di dare una spiegazione a Morra&Barlassina,del perchè l’ho avevo “elogiato”,ribadisco che lo reputo un portiere di media levatura per la serie “A” e il voto che gli ho dato,è anche da leggere tra le righe.Comunque se mi permettete, voglio chiudere con un FORZA CATANIA A VITA.
    P.S. Siccome sono convinto che il Catania sia già salvo,più che la partita di Brescia,anche se non l’ha trascuro,mi stò proiettando alla gara del Massimino contro la Roma,spero con tutto il cuore,che saremo noi a non farli andare in Champions… :mrgreen: :mrgreen:

  4. Ip Address: 95.251.49.98

    Mamma mia che strafalcione,mi dò un 3-,voleva scriversi ai e non hai. 😳 😳 😳 😳 .
    Chiarisco:quando affermo che io per dare il voto analizzo tutta la partita,non significa che voi non l’ho fate,in questo caso mi riferisco a Marcello e Joe ma che l’ho facciamo in modo diverso. 😉 😉 😉

  5. Ip Address: 151.54.59.178

    Buongiorno a tutti…

    Ciao Marcello,Joe e Peppe.

    Quoto il pensiero di Marcello persona sempre equilibrata nei giudizi e nelle sintesi dei discorsi.

    Sono anche d’accordo su Alvarez e Ledesma: Pablo per me nel primo tempo e’ stato uno dei migliori anche se ha avuto qualche sbavatura ma, solo per la grande voglia di fare.
    Andiamo a Lopez che merita almeno mezzo punto in piu’: Da solo lotta contro i due centrali e li mette in grosse difficolta’. Arriva un paio di volte a tirare in porta e da’ un assist favoloso a Bergessio non finalizzato per la grande chiusura di Naingolan.

    Simeone merita un sette.
    Considerando che ha avuto il coraggio di fare giocare Ledesma dopo che lodi era stato decisivo a Torino. Che, doveva giocare con due punte, (da qui l’esclusione di Schelotto). Nel momento topico della partita ha avuto la lucidita’ di fare i cambi giusti che, in quel momento a tutti noi che assistevamo alla partita sembravano quantomeno azzardati… ha cambiato Ledesma per Lodi capendo la difficolta’ di Pablo nel dare le giuste geometrie alla squadra. Gomez (stava giocando bene) per Schelotto e, sopratutto ha fatto una scelta difficile da fare togliere Lopez invece di Bergessio: i fatti gli hanno dato ragione in tutto e per tutto.

    Le pagelle sono soggettive e ognuno di noi ha il suo modo di vedere il calcio. Peppe, tu dici ad esempio:
    “La fortuna gli dà una mano, prima che gli etnei sbloccassero il risultato, i sardi hanno sprecato un bel pò. Continuano a ripetersi le ripartenze avversarie,trovandoci in difesa 1 contro 3 e forse più per gli errori degli altri che per meriti propri non si ripetono strafalcioni come quelli con la Lazio”.

    Questo e’ il punto centrale del discorso Lodi-Ledesma.
    Ledesma da’ piu’ di Lodi in copertura, forse meno in fase propositiva ma, se abbiamo visto che le ripartenze del Cagliari erano pericolosissime i due mediani servivano proprio per coprire quei buchi. Non vedendo riscontro, Simeone ha fatto il cambio Ledesma-Lodi, e poi, Gomez-Schelotto. Proprio per avere piu’ copertura a centrocampo rispetto ai due atleti che erano gia’ sul tappeto verde del Massimino. Quando il Catania e’ passato in vantaggio ha messo un terzino togliendo un attaccante: non Bergessio ma Maxi. Perche’ Bergessio si sacrifica piu’ di Maxi in copertura…

    Per vedere certe cose non ci vuole una preparazione particolare, (ad esempio se un calciatore non e’ all’altezza della categoria); ma, se dobbiamo giudicare l’operato di un allenatore dobbiamo guardare il suo lavoro nella sua interezza.

    1) Simeone ha preso in mano una squadra in chiare difficolta’ di identita’ e, gliela’ data.
    2) veniva da un campionato completamente diverso da quello italiano quindi, si doveva calare nella nuova realta’.
    3) Aveva il compito di dare quel carattere e quel cuore che la pattuglia Rossazzurra aveva smarrito nella precedente gestione del signor Giampaura: cosa fatta alla grande!

    Forza Catania!

  6. Ip Address: 88.45.219.230

    amici rossazzurri buonasera.
    Peppe, noto con piacere che hai desistito dal tuo proposito di abbandonare il “gruppo”, del resto non credo che scrivere del catania faccia ballare dei piccioli per cui si fa per puro piacere e attaccamento alla squadra. detto questo, nei limiti dell’educazione , è lecito fare e ricevere critiche. per tua stessa ammissione nessuno di noi è tenutario della verità assoluta. si scrive della propria squadra secondo quelle che sono le proprie convinzioni e il proprio aggradamento e chi più chi meno con competenza calcistica.
    per il mio soggiornare per lavoro praticamente su tutta la penisola posso dire che di tifosi ne esistono due specie, quelli pro e quelli contro. relativamente a quest’ultimi c’è ancora una distinzione da fare. i contro che si ravvedono nel caso che le cose migliorino salvo tornare immediatamente sui propri passi al primo risultato negativo e i contro che sono sempre e solo contro.. per cui perchè il tifoso catanese dovrebbe fare eccezione?
    domenica allo stadio ho fatto notare a mio figlio “i contro” aspettare al varco anduhar , ledesma e c… che tristezza…
    ritornando alle pagelle, che ritengo uno dei momenti di confronto più interessanti fra soggetti attivi dei vari siti, discordo su ledesma autore a mio parere di un ottimo primo tempo ed alvarez senza il quale mio caro peppe sul 1-0 per il cagliari non so se saremmo qui a parlare in tranquillità della ns squadra del cuore. discorso a parte per Simeone. per il tecnico personalmente la mia considerazione accresce di partita in partita. è criticabile la sua strategia ormai palese di calare l’asso nella seconda parte della partita, strategia che porta con coerenza sin dalla sua prima conduzione in rossazzurro. sempre sul cholo tiene bene il gruppo , trasmette una carica alla squadra non indifferente (vedi Torino) .con lui il catania non molla sino al 95. e nota non trascurabile è modesto. io tifo per lui.
    FORZA CATANIA
    Giampiero

  7. Ip Address: 85.41.235.41

    Catania, i dirigenti dell’Estudiantes aspettano risposte per Barrientos
    03.05.2011 10:00 di Antonino Bulla

    Il centrocampista argentino di proprietà del Catania, Pablo Barrientos, attualmente in prestito all’Estudiantes, definirà nei prossimi mesi il suo futuro. Il club etneo a gennaio aveva girato il “Pitu” al club di La Plata con la formula del prestito con diritto di riscatto del cartellino. Secondo le informazioni trapelate in Argentina, il ‘Pincha’ vuole riscattare il trequartista che fin qui ha collezionato 12 presenze e 2 gol nel torneo di Clausura e 2 presenze e 2 gol in Copa Libertadores. Il presidente dell’Estudiantes, Ruben Filipas, ha infatti spiegato alla stampa argentina di aver avviato già un discorso con il Catania dal quale spera di ottenere uno sconto sul prezzo del cartellino. “Abbiamo una trattativa aperta per negoziare il passaggio di Barrientos – ha dichiarato Filipas – Aspettiamo una risposta del Catania”.

    TORNA A CASA PITU 😈 😈 😈

  8. Ip Address: 85.41.235.41

    Catania, in Francia accostano l’argentino Delgado del Lione
    03.05.2011 09:44 di Antonino Bulla

    Il centrocampista argentino del Lione, Cesar Delgado, secondo quanto riportato da diversi portali francesi tra cui “mercato365” e “footmercato”, sarebbe finito sul taccuino di mercato dei dirigenti del Catania. Il 29enne trequartista di Rosario che all’occorrenza può giocare anche da esterno d’attacco, ha un contratto in scadenza a giugno con il club transalpino. Fino ad oggi il calciatore non ha ricevuto la proposta per il rinnovo contrattuale ed è quindi possibile che al termine della stagione si liberi a parametro zero. Oltre al Catania sulle tracce dell’ex giocatore di Rosario Central e Cruz Azul, ci sarebbe anche l’Atletico Madrid, il Malaga e i greci del Olympiakos. Dal 2008 al Lione, Delgado, ha maturato in esperienza sia in Ligue1 che nelle competizioni europee tra cui la Champions League.

  9. Ip Address: 212.195.241.127

    Ciao A tutti
    Mario tu hai le scuole e sai scrivere, se io potessi farlo scriverei il 100% di quello da te detto, ma se ogni tanto insieme a Joe, Lux (unni si) facciamo degli errori ti prego di scusarci 😉 😉 😉 Logicamente a Simeone lo abbiamo perso a Madrid o Valencia star bene?

  10. Ip Address: 151.54.59.178

    Ciao Me frati Vittorio: Iaiu i Scoli iauti? cettu! a’me classi era o tezzu pianu dill’edificiu unni mi diplomaiii! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    La societa’ ha fatto al Cholo un contratto biennale. Personalmente sarei contento della sua riconferma ma, voci di corridoio dicono dell’interessamento dell’atletico Madrid per Simeone e dell’approccio del catania a Marcolin: sara’ vero?

    Domando anch’io: me frati Lux unni sii? 🙄 🙄 🙄

  11. Ip Address: 80.181.168.222

    Salve raga’!!!
    De Rossi e Perrotta si sono beccati 3 turni di squalifica!!! 😀 😀 😀
    2 in meno contro di noi!!! 🙂 🙂
    Mentre i Nostri 1 giornata Alvarez e Ledesma, mentre la societa’ Calcio Catania 10.000 Euro (minghia!!!).

    Buona serata a tutti!!! 😉 😉 😉

    Forza Catania!!! 😈 😈

  12. Ip Address: 79.52.96.105

    Buon pomeriggiuo a tutti,Mario il tuo discorso non fa una grinza,però come hai ben capito su Simeone difficilmente ci troveremo in totale sintonia,cerco di spiegarmi: non penso assolutamente che Simeone sia un allenatore scarso,però il fatto che la squadra “regali” quasi sempre un tempo agli avversari non mi aggrada molto,o meglio ancora,forse non ha trovato i giusti meccanismi del centrocampo rossazzurro nella fase di contenimento.Il fatto che riesce a correggere il tiro in corsa mi sembra che l’ho sottolineato in più occasioni, che io lo preferisca a Giampaolo,non ci sono discussioni,anche se in passato in qualche occasione(vedi Napoli-Catania) ho affermato(in un momento di rabbia) che speravo di non “rimpiangerlo” ma quella è acqua passata.Su Ledesma e Alvarez,nel post precedente ho cercato di dare la mia motivazione, che non devono sembrare giustificazioni ma solo un modo più chiaro di esprimermi. Come dice Giampiero e io confermo,le pagelle possono essere quel momento per aprire più confronti e perchè no,apprendere anche da altri.Penso sia normale, che per certi aspetti ognuno di noi possa rimanere sulle proprie posizioni nel giudicare tatticamente un aspetto della gara che per altri è diverso ma fa parte del disquisire di calcio.Quello che io sto leggendo da parte di tutti voi,non ritengo che siano critiche ma un modo diverso di interpretare una partita,la prestazione di un giocatore, o la gestione della gara dell’allenatore,ecco,questo mi da modo di “vedere”, o “ascoltare” più e diverse opinioni,alcune possono trovare la mia condivisione,altre un pò meno,però il tutto è consequenziale al confronto,nel rispetto delle opinioni altrui.Come ho già scritto precedentemente,forse sono un pò troppo severo nel giudizio di qualche giocatore,però ho già spiegato il perchè,sarà anche sbagliato,però in questo sito mi è consentito. 😉 😉 .
    Poi volevo fare una piccola considerazione: se la pensassimo tutti alla stessa maniera,non sarebbe noioso? :mrgreen: :mrgreen:
    Giampiero,sul fato di chi critica a prescindere,ti posso garantire che in certe occasioni ho dovuto affrontare interi eserciti,ancora oggi c’è gente che ha la sfrontatezza di criticare questa dirigenza,è specifico,solo la dirigenza,perchè se tocchi il tasto del lavoro fatto da questa società,non sanno cosa rispondere.Comunque come si dice dalle parti nostre,u cavaddu ‘bbonu si viri a ‘ccussa longa e fino a questo momento,Pulvirenti e tutto il suo staff è in testa. 😆 😆

  13. Ip Address: 79.52.96.105

    A proposito,ciao Giorgio,mi hai ricordato che per me la battaglia delle battaglie da vincere è quella contro la Roma. 👿 👿 👿 👿

  14. Ip Address: 79.52.96.105

    Catania, ag. Maxi Lopez: “A breve parlerò con la società del futuro”
    03.05.2011 – 17.24 di Ivan Cardia articolo letto 741 volte

    Intervistato da itasportpress.it, l’agente di Maxi Lopez (27), Dario Bombini, fa il punto sulla situazione del suo assistito, che a fine stagione potrebbe lasciare il Catania, magari per approdare a Napoli: “Nei prossimi giorni sarò a Catania per parlare con la società etnea. Dobbiamo trovare una soluzione che soddisfi il mio assistito e il Catania. Finora tanti sondaggi e rumors che leggo sui giornali e su internet ma nulla più. Il Napoli? Con me nessun contatto, poi non so se la società partenopea ha avviato un pour parler con il club etneo. Comunque per Maxi Lopez vedo bene un futuro in Italia

  15. Ip Address: 79.52.96.105

    ESCLUSIVA ITASPORTPRESS- Catania, Lo Monaco:
    “Un punto a Brescia e siamo salvi.
    Sono 4 gli incedibili. Marcolin non verrà. Stracqualursi? Costa troppo ma…”
    02.05.2011 19:36 di Marco Platania

    Itasportpress.it ha raggiunto in esclusiva l’amministratore delegato del Catania Pietro Lo Monaco, per fare il punto sul campionato dopo la vittoria rigenerante contro il Cagliari. Il dirigente plenipotenziario ha parlato della trasferta di Brescia ma anche di mercato.

    Direttore dopo la vittoria fondamentale ottenuta con il Cagliari, si può dichiarare chiuso il discorso salvezza?

    “No assolutamente. I giochi sono ancora apertissimi, abbiamo solo effettuato un deciso passo avanti verso il traguardo. Se riuscissimo a fare un punto a Brescia questa società sarebbe ancora più orgogliosa del proprio operato visto che centrerebbe la salvezza con due turni d’anticipo. Chiudere i conti anzitempo sarebbe molto importante anche in vista delle ultime due giornate che si presentano piuttosto proibitive (Roma e Inter)”.

    Diceva della gara col Brescia. Che insidie si attende?

    “Tante. Per loro sarà una gara da ultima spiaggia, da dentro o fuori, e la giocheranno con il coltello fra i denti. E’ una gara aperta a tutti i risultati ma a noi basterebbe un pareggio per ritenerci soddisfatti. La squadra deve affrontare questa partita “all’arma bianca”, con tutte le motivazioni possibili e immaginabili e con grande determinazione”.

    Come vedrebbe Dario Marcolin sulla panchina del Catania?

    “Innanzitutto tengo a precisare che il nostro allenatore è e sarà Diego Pablo Simeone perché sta facendo bene, perché lo supporteremo fino all’ultimo e perché è contrattualizzato con il Calcio Catania. Poi se a campionato concluso ci chiedesse di andare via saremmo costretti a guardarci intorno. Marcolin? Non credo proprio…..Però è un tecnico bravo e preparato che farebbe bene in qualunque panchina di serie A”.

    Stracqualursi le piace?

    “Noi non lo abbiamo cercato e poi trovo assurdo che basti mezza stagione fatta bene e qualche golletto per far lievitare il costo di un giocatore che ha appena iniziato a segnare con continuità. È troppo reclamizzato”.

    Conferma che, se si eccettuano Llama e Biagianti, tutti gli altri sono sul mercato?

    “Il Catania vuole solo gente motivata. Chi indossa la casacca rossoazzurra deve sentirsi al Real Madrid. Il Catania non deve essere trattato come un trampolino di lancio ma come un punto d’arrivo. Rimarrà solo chi si sente orgoglioso di vestire questa maglia, chi ha tutti i crismi giusti per farlo. Comunque il fatto che tutti gli altri per quanto mi riguarda sono sul mercato, non vuole essere una bocciatura ma solo un monito. Solo Llama e Biagianti incedibili? No, aggiungerei anche Sciacca e Spolli”.

  16. Ip Address: 94.37.27.78

    Buonasera a tutti, belli e brutti…
    Ho un’idea sulle pagelle: aumentiamole di un voto a ciascun atleta del Catania e ci troveremmo tutti soddisfatti.. 😉
    Caro Giorgio, Perrotta e De Rossi avranno uno sconto, sono convinto che almeno uno dei due sarà al Massimino; in fin dei conti si risparmierebbero una sconfitta sonante che è quella che infliggeremo comunque ai giallorossi.
    Ragazzi, comunque prima della Roma abbiamo il Brescia!!
    Quest’anno il Catania non ha ancora vinto in trasferta, vuoi vedere che mentre i bresciani ci attaccheranno con veemenza non ci scappi il contropiede di Schelotto e Gomez?
    Vuoi vedere che ci salviamo già domenica?

  17. Ip Address: 80.181.168.222

    Buonasera raga’!!!
    😉 😉 E’ si peppe58 ci fecero 7 reti con due espulsioni, vendicare si puo’ sportivamente pero’!!! 👿 👿 👿

    😉 😉 Ciao Marcello 😉 😉
    Caro mio Marcello e’ qui che ti sbagli!!! Ti ho beccato(una volta tanto pero’)!!
    De Rossi e’ uno s….o sara’ pure un campione, mentre a Perrotta gli possono togliere un turno ma ne rimangono sempre due e quindi salta quella del Catania!!! 😆 😆 😆

    Forza Catania!!!:twisted: 😈 😈

    Buona serata a tutti!!!:wink: 😉 😉

  18. Ip Address: 94.37.27.78

    Un’altra cosa.
    Qualsiasi dirigente di qualsiasi squadra di calcio – ha detto il presidente del Catania Pulvirenti – in questo momento del campionato, se ha un po’ di amor proprio o di dignità non parla di queste cose, perchè non è assolutamente il momento di poterlo fare e se lo fa lo fa soltanto per mettersi al centro dell’attenzione. E siccome io oltre ad essere un dirigente, sono anche il presidente di questa squadra, e sottolineo il presidente, non lo faccio”.
    Vi dice nulla questa affermazione del Presidente (e sottolineo Presidente) mentre Lo Monaco, pur se pungolato dai soliti giornalisti che hanno fiutato il momento di non brillante intesa fra i nostri dirigenti, continua a parlare di mercato?

  19. Ip Address: 94.37.27.78

    Heilà Giorgio!!
    Buon per entrambi allora, si risparmieranno la delusione!! 😈

  20. Ip Address: 79.52.96.105

    Ammenda di € 10.000,00 : alla Soc. CATANIA per avere suoi sostenitori, nel corso della gara,
    lanciato nel recinto e sul terreno di giuoco numerosi rotoli di carta da ufficio uno dei quali, al 7°
    del secondo tempo, colpiva al capo un fotografo presente nel recinto di giuoco, che doveva
    ricorrere alle cure dei sanitari; entità della sanzione attenuata ex art. 14 comma 5 in relazione
    all’art. 13 comma 1 lettere a) e b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze
    dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.

    Inchia, ‘pì tannicchia ri ‘catta, chi stanu facennu… :mrgreen: :mrgreen:

    Giorgio47,sono d’accordo,la vendetta sulla Roma ci deve essere ma solo sportiva. Penso che il ricorso sarà parzialmente accettato,potrebbero utilizzare lo stesso metro di giudizio di Ibraimovic, da 3 a 2 giornate, sia per Perrotta, sia per De Rossi.

  21. Ip Address: 79.52.96.105

    Ciao Marcello,volutamente in questi giorni ho evitato di addentrarmi in questi discorsi che vedono una sintonia meno brillante che in passato fra il Presidente e il direttore,almeno da quello che sembra trasparire dai media.Però è strana questa cosa,devo essere sincero,sarò un pò tardo ❗ ma non riesco a cogliere 😯 la finalità di questa presunta querelle fra i massimi esponenti del Catania. E’ strana la puntualizzazione di domenica scorsa di Pulvirenti,ho avuto l’impressione che voleva significare parla nuora per sentire suocera e oggi,come tu stesso hai fatto notare,Lo Monaco ritorna a parlare di mercato,d’altronde,le domande dei cronisti sono lecite ma le risposte possono essere di cortesia.Booohhh…speriamo solo in qualcosa di passeggero,oppure, di studiata a tavolino, anche se mentre scrivo non ne sono convinto.Però visto che hai posto il quesito,Marcello, tu cosa ne pensi”” 😆 😆

  22. Ip Address: 94.37.27.78

    Penso che la querelle ci sia e sia reale.
    Penso che Pulvirenti abbia fino ad oggi vissuto all’ombra delle esternazioni di Lo Monaco ma che improvvisamente senta la necessità di far intendere che è lui che caccia i soldi.
    Credo che Lo Monaco stia un pò esagerando dopo aver provato a silenziare Pulvirenti a fine gara contro la Lazio.
    Fino ad oggi è sempre stato Lo Monaco a rassegnare le dimissioni e Pulvirenti sempre pronto a respingerle.
    Che devo dirti…tutto lascia presagire un divorzio….. speriamo di no…

  23. Ip Address: 79.52.96.105

    Marcello,speriamo bene.adesso saluto tutti,vado a presto… 😆 😆

  24. Ip Address: 94.37.27.78

    Ciao Peppe.
    Approfitto per salutare tutti anch’io, ci vediamo presto.
    Buona cena!!

  25. Ip Address: 79.52.96.105

    Non ho resistito
    😆 😆 Fiocco azzurro in casa Catania, è nato Vito Andujar
    03.05.2011 14:50 di Antonino Bulla

    Fiocco azzurro in casa Catania per la nascita di Vito, figlio di Mariano Andujar, portiere del Catania. Il piccolo è nato oggi a Catania e gode di ottima salute. Al portiere argentino e alla moglie tante felicitazioni e infiniti auguri da parte di tutta la redazione di Itasportpress.it.

    Auguri alla famiglia Andujar. 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆

  26. Ip Address: 151.33.42.250

    Se Pulvirenti decide di divorziare da Lomonaco mi dispiacera’ ma non mi fascero’ certo la testa. In Italia gente competente c’e’ ne tanta non e’ il nostr AD il solo a sapere fare campagne acquisti.
    Credo sia importante a prescindere, solo la figura del nostro amato Nino.
    Ha fatto bene a rimproverarlo velatamente, questo signore non ha mai avuto rispetto dei Catanesi e’ giunta l’ora che inizi a fare un po’ di sana autocritica ma, a quanto pare da quello che si legge in giro il personaggio non cambiera’ mai …

  27. Ip Address: 79.52.96.105

    Ahuuu,a stasira ‘no ‘minni ‘ì ‘cchiù,questa l’ho presa da facebook…non sò se fa ridere,comunque,ogni tanto qualche minchiata fa bene alla salute :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    L’orgasmo femminile ha sei fasi:

    1) Asmatica:(ah, ah, ah!!!)
    2) Geografica:(qui, qui, qui!!!)
    3) Matematica:(di+, di+, di+!!!)
    4) Religiosa:(ooh miiioo, Diooo!!!)
    5) Suicida:(mi sento morire!!!)
    6) Omicida:(se ti fermi t’ammazzo!!!)

    Adesso vado veramente,buona cena a tutti. 😉 😉

  28. Ip Address: 79.52.96.105

    Scrivevo mentre postavi,ciao Mario,i miei mi stanno uccidento :mrgreen: :mrgreen: ,è pronto a tavola e io sono ancora quì.Ciao Mario.

  29. Ip Address: 151.33.42.250

    Ciao Peppe vado anch’io a magnare… 😉 😉 😉

  30. Ip Address: 92.135.86.86

    Sia Pulvirenti che Lo Monaco sono stati sempre in sintonia, con tutto il rispetto e l’ammirazione per Pulvirenti , Lo Monaco è l’unico ed il vero artefice della squadra, e Pulvirenti ha fatto grazie a lui grosse plusvalenze, ed io sono contento di cio’ e spero che Pulvirenti continui a guadagnare ed il Catania continui in serie A, ma detto tutto cio’ non vorrei che quello che io pavento da molto tempo si avveri, cioè la partenza di Lo Monaco, ho incominciato a sospettare da gennaio nella campagna acquisti e cessioni, con tutto il bene non si cede Mascara al Napoli e Barrientos all’Estudiantes con i 2 in squadra eravamo già salvi da molto!!! Perché tutto questo? favori? giochi di potere? io ti do tu mi dai, altre esternazioni gratuite, il carattere di Pulvirenti, padre padrone, che ti lascia libero fino a quando………..poi ti getta!!! vedi Wind Jet e altre sue aziende!!! Ora se noi litighiamo o ci arruffiamo tra di noi non succede niente, ma se i due litigano, OCCHIO PRESIDENTE, e questa volta puo’ essere lui che sbaglia, Mario sono d’accordo e arrogante, presuntuoso e tutto quello che vuoi, ma è Lo Monaco e per il Catania e Pulvirenti è il top, Vuoi il ns. Angelozzi?

  31. Ip Address: 92.135.86.86

    – 5 dal record 3 a Brescia 3 con la Roma e 1 con l’Inter alla fine + 2 dal record 😉 😉 😉

  32. Ip Address: 79.35.42.232

    Buonasera a tutti i frequentatori di questo sito, che ancora una volta hanno dimostrato di essere “persone perbene” (anche se non c’era da dubitarne!). 😉

    Esprimo le mie felicitazioni alla famiglia per la nascita del piccolo Vito Andujar, orgoglio di tutti, perchè è nato a Catania (quindi, perlomeno sarà tifoso rossazzurro). :mrgreen: :mrgreen:

    Per quanto riguarda le pagelle, la mia valutazione personale, s’intende, è quella che bisognava dare un mezzo voto in più ad Alvarez, perchè, qualcuno ha detto, ha fatto un fallo tattico senza il quale staremmo tutti a parlare di retrocessione; Ledesma perchè ha faticato tanto contrastando e spezzando le trame offensive degli avversari (correndo a più non posso); Simeone, perchè, ormai si vede bene, ingiunge grinta e determinazione ai suoi uomini; perchè ha letto bene la partita, facendo i cambi con le persone giuste e nei tempi giusti, tra l’altro cala sempre l’asso che ha nella manica, insomma, la sorpresa.

    Ultima considerazione: haia spenniri sulu cincu euru pì ghiri a Brescia ahahahahahah!! Ogni vota m’hannazziccatu u palettu! :mrgreen:

  33. Ip Address: 79.35.42.232

    Ciao Chiarezza.
    Nooooooo, Angelozzi no! :mrgreen:

  34. Ip Address: 151.33.42.250

    Ciao Pippuzzu…

    Vittorio, quello che noi tutti vogliamo e’ un Catania serio, fin’ora lo e’ stato fino ad un certo punto… Lo sai quanto io abbia sempre sostenuto il nostro Ad da moooolto ma moooolto tempo. l’ho sempre difeso, sempre sostenuto perche’ indubbiamente il suo mestiere lo sa far bene …ma, c’e’ sempre il rovescio della medaglia come in tutte le cose della vita.

    1)Parla sempre a sproposito
    2)non rispetta il pubblico Catanese
    3) e’ arrogante e presuntuoso
    4)non ha mai ammesso di aver sbagliato
    5)ha sempre detto che a Catania lotteremo solo ed esclusivamente perla salvezza-

    Scusa Vittorio ma tutto questo non mi sta piu’ bene.

    1)Il pubblico Catanese, i tifosi meritano piu’ rispetto
    2)Non puo’ parlare come se Catania fosse una piccola Citta’ di provincia
    3)mai nessuno ha chiesto alla societa’ di vincere lo scudetto
    4)Non e’ lui che puo’ venirci a dire cosa vogliamo dalla nostra squadra
    5)Non e’ lui il presidente del Catania e non puo’ permettersi di zittire pubblicamente chi caccia fuori i soldi.
    6) Se Nino deve ringraziare lui, e anche vero che Lui deve dire mille volte grazie a Nino, perche’ gli ha sempre dato carta bianca nella conduzione del Catania.
    6) Se va via lui non verra’ certo Guido Angelozzi a fare l’Ad del Catania (con tutto il rispetto per Angelozzi) ma, un Ad che possa continuare sulla falsariga del vecchio cioe’ quella di fare crescere proporzionalmente alle ambizioni della citta’ ma, sopratutto del presidente la nostra squadra…

  35. Ip Address: 92.135.86.86

    tutto ok Mario, ma io preferirei che restasse, riguardo i tifosi perchè contro il Palermo 25000 e il Cagliari? e credimi non è solo anche se in parte e vero questione di soldi!!! poi ti ricordi Pulvirenti quando a detto 5 anni per l’europa e molti tifosi già dopo 1 anno già la pretendono??? siamo come l’anno scorso a punti e sembra per molti che stiamo o stavamo retrocedendo e non parlo solo di qui!!!iao

  36. Ip Address: 79.35.42.232

    Ciao Mario. Condivido pienamente, però, anch’io vorrei che restasse.

    Sono anche d’accordo con Chiarezza sul fatto che già da subito, tutti, o quasi, volevamo andare in Europa. Piano piano, ogni cosa a suo tempo. La scala non puoi farla saltando 4 o 5 gradini per volta.

    Buena noche a todos!!

  37. buongiono amici rossoazzurri dico io ma ha cavallo pazzo non lo ha nominato nessuno va bene alvarez si e sacrificato va bene ledesma ma e anche grazie a lui che ce stato il secondo goal forza catania e buona giornata a tutti 😀 😀

  38. catanista lai nominato ho riletto il tuo articolo perche cera qualcosa che mi era sfugita riguardo ha schelotto un saluto forza catania sempre

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu