Partecipazione da rinnovare

 Scritto da il 7 giugno 2014 alle 11:26
Giu 072014
 

Elefante

La Lega Serie A ha pubblicato l’elenco completo degli accordi di partecipazione, da rinnovare per una stagione (per effetto di quanto stabilito dal Consiglio Federale del 27 maggio 2014, che ha disposto l’abrogazione dell’istituto) o risolvere entro le ore 19.00 di venerdì 20 giugno. In caso di mancato accordo tra le parti, la definizione avverrà tramite offerta in busta chiusa, da depositare comunque entro le ore 19.00 di venerdì 20 giugno (dalle 20.30 in poi dello stesso giorno è prevista l’apertura delle buste). In caso di mancato deposito, ai sensi della normativa vigente, il calciatore rimarrà tesserato a titolo definitivo per la società già titolare del tesseramento.

14 riguardano il Catania, attualmente titolare del tesseramento del calciatore Panagiotis Tachtsidis (partecipazione Genoa Cricket and Football Club), tra i convocati della Grecia per i Mondiali. Il Calcio Catania dispone inoltre del diritto di partecipazione in merito alle prestazioni sportive dei calciatori: Mariano Gonzalo Andujar (con l’Argentina ai Mondiali, tesseramento S.S. Calcio Napoli), Rocco Benci (Sorrento Calcio), Luca Calapai (Modena F.C.), Roberto Cappai (Castel Rigone Calcio), Andrea Catellani (Spezia Calcio), Alfredo Donnarumma (A.S. Cittadella), Francesco Fedato (U.C. Sampdoria), Francesco Lodi (Genoa Cricket and Football Club), Gianluca Maran (Bassano Virtus 55 Soccer Team), Raphael Alves De Lima Martinho (Hellas Verona F.C.), Giuseppe Messina (Aurora Pro Patria), Francesco Nicastro (A.C. Rimini) e Giordano Pantano (Sorrento Calcio).

  115 Commenti per “Partecipazione da rinnovare”

  1. Ip Address: 95.252.133.225

    Ri-ciao Mexxican! 😉

    Allora ho indovinato il tuo silenzio stampa, pero’ io che sono un testardo e leggo anche le punteggiature sulla nostra squadra cerco in modo indiavolato sul web le notizie.
    Saranno pure “briciole” sulla nostra squadra ma non si puo’ mai sapere se sono “bla bla bla” oppure un po’ di verita’.

    Buon appetito a tutti!

  2. Ip Address: 91.253.184.67

    Finalmente hanno aggiornato la nuova pagina

  3. Ip Address: 79.56.96.246

    ESCLUSIVA-CATANIA, se Pellegrino parte male c’è un piano B
    07.06.2014 10:36 di Redazione ITA Sport Press Twitter: @ItaSportPress

    Ha ridato dignità al Catania l’allenatore Maurizio Pellegrino da quando si è accomodato sulla panchina degli etnei. Nel finale di campionato di A, la squadra rossazzurra, con l’ex del Sudtirol, ha sempre vinto in casa fornendo una prestazione dignitosa sul piano dell’impegno, della voglia e della cattiveria agonistica. Qualcuno sostiene che Sampdoria, Roma e Atalanta, caduti al Massimino, non erano affamati, ma Pellegrino ha avuto il merito di non affondare tenendo in vita un malato moribondo. Questo atteggiamento positivo, unito ad una corretta metodologia di lavoro, ha convinto la società etnea a rinnovargli la fiducia. Pellegrino dovrà portare il Catania in Serie A e non sarà un’impresa facile visto che l’esperienza non sta dalla sua parte. Ma c’è un piano B: secondo quanto appreso da Itasportpress.it, la dirigenza si sarebbe cautelata mettendo in preallarme Pasquale Marino. L’ex del Pescara è un tecnico molto vicino alla scuderia Gea e a Giampiero Ventrone nuovo preparatore atletico del Catania. Marino infatti quando allenava il Pescara teneva un filo diretto col professore utilizzando linea telefonica, sms e anche la posta elettronica. Insomma, se le cose per Pellegrino non dovessero andare bene nelle prime giornate, Marino prenderebbe il suo posto con l’ok di Cosentino, Alessandro Moggi e Ventrone. Per Pellegrino però ci sarebbe sempre il settore giovanile del Catania dove aveva svolto un ottimo lavoro prima di subentrare a Maran.

  4. Ip Address: 95.250.154.57

    Notte a tutti! 😉

  5. Ip Address: 109.115.77.153

    Notte a tutti, si, meglio che ci andiamo a cuccare. Adesso in b si sono aggiunte la pro Vercelli e il Frosinone. Speriamo di fare il pieno di punti con entrambe, in attesa del ritorno del signor cosentino dal suo viaggio a Miami. Ma quanto miama il Catania il signor cosentino? Presidente, a vulemu fare sta’ squadra? È poi, neanche abbiamo iniziato e già’ si parla di un piano B cioè marino al posto di Pellegrino? Spero che siano voci infondate, perché se fosse vero, che credibilità potrebbe ottenere l’attuale mister nello spogliatoio?

  6. Ip Address: 91.253.15.119

    In questo momento della stagione visto che i vari campionati si sono conclusi non ci sono partite in corso , il mercato non è iniziato parlo di (quello ufficiale)di cosa si deve parlare? Chiacchiere da bar ossia pane per i giornalisti che non fanno altro che sparare caxxate una dietro l’altra . Certo ,siamo inattesa che il signor AD Cosentino si faccia vivo !!!!!!!!

  7. Ip Address: 93.48.222.141

    Semi pessi pi tri punti di cacca

  8. Ip Address: 91.253.78.119

    Notte a tutti

  9. Ip Address: 82.145.211.130

    Buongiorno a tutti pari!!!
    Catania ASSENTE perenne!!!!!
    Quando si allestirà la squadra???
    Il 17 agosto ci sarà la prima ufficiale in coppa Italia, ci riusciremo ad avere una buona squadra????
    Mha..

  10. Ip Address: 79.42.16.99

    Buongiorno raga’!!!

    Ciao angelo, Mexxican e matteocifalotu!

    Stamattina giornata piena di sole con un venticello che rinfresca l’aria.
    matteo, nulla di nuovo sul fronte acquisti e cessioni ma il 20 Giugno oppure il giorno dopo sapremo delle comproprieta’ di diversi giocatori del Catania.

    Accontentiamoci dei copia e incolla che faccio da La Sicilia di Catania.

    Buona domenica a tutti!

  11. Ip Address: 79.42.16.99

    Copia e incolla da La Sicilia di Sabato 7 Giugno 2014

    Il Milan vuole Ciccio Lodi
    Catania, decidi se tenerlo
    Molto dipenderà anche dall’eventuale conferma di Rinaudo
    GIOVANNI FINOCCHIARO
    Un fine settimana di calma apparente,
    in casa Catania. Si attende il ritorno
    in sede di Pablo Cosentino, attualmente
    a Miami, per pianificare innanzitutto
    le situazioni di comproprietà
    e di prestito con diritto di riscatto.
    Ma a parte i calciatori in bilico,
    monta sempre di più un’ipotesi suggestiva,
    quella del passaggio di Lodi al
    Milan. L’infortunio di Montolivo, ha
    fatto suonare, in casa rossonera, più di
    un campanello d’allarme. E, allora, i
    rossoneri si sono guardati attorno,
    tornando a considerare una vecchia
    pista, tra le molte: quella di Francesco
    Lodi che già la scorsa estate, s’era ipotizzato
    vicino a un colloquio. Apprezzamenti,
    interessamenti, ma una vera
    trattativa, alla fine, non è decollata.
    Ma se Montolivo, come sembra,
    non recupererà prima di sei mesi, ecco
    che servirà un uomo, a centrocampo,
    che riesca a dirigere il gioco nelle
    due fasi. Lodi è soltanto una delle idee
    che girano nell’ambiente rossonero.
    Sul calciatore c’è sempre un occhio
    attento del Palermo, nonostante il suo
    netto rifiuto a trasferirsi nell’altro club
    siciliano di vertice. Chi ha sposato la
    causa Catania, l’idea di Lodi, non può
    trasferirsi al Palermo. Una questione
    di… bandiera, anche se Lodi non è detto
    che rimanga al Catania. In questo
    caso non è soltanto l’ipotesi Milan a
    mettere in dubbio la conferma del
    calciatore. Che, di fatto, sarà riscattato
    per intero dal club etneo, perché al
    Genoa non sembra interessare. Ma
    dovrà, quindi, decidere Pellegrino il
    dafarsi.
    C’è ancora, in bilico, l’«affaire» Rinaudo,
    con l’argentino, incluso nei
    trenta selezionati del premondiale,
    poi non inserito nei 23 che vorrebbe
    restare in Serie A, dall’altra parte c’è lo
    Sporting Lisbona che lo tira per la
    giacca. Infine, il Catania. Primo incontro,
    che risale al 24 maggio, a Lisbona,
    tra i dirigenti dello Sporting, Cosentino
    e Pulvirenti. Quindi l’appuntamento
    rinviato, previa pausa di riflessione,
    a fine mese.
    Certo che entro il 20, il Catania dovrà
    risolvere alcune comproprietà. Tra
    le più importanti, quelle di Tachtsidis
    col Genoa, di Catellani con lo Spezia,
    di Andujar con il Napoli (ma andrà ai
    partenopei che non è detto che lo tengano,
    ma in rossazzurro non tornerà),
    Fedato con la Samp, Martinho con il
    Verona. Lodi è praticamente riscattato,
    ma manca l’ufficialità.
    Sulla questione legata a Calaiò, le
    notizie anticipate nell’edizione di ieri,
    trovano ancora più fondamento. Il ragazzo
    di Palermo è vicinissimo al Catania,
    mentre su Piovaccari, elemento
    della Samp, in prestito alla Steaua Bucarest,
    si tratta di un nome speso dalla
    Samp, che vuole impiegarlo come
    pedina di scambio (non piace a Mihajlovic)
    magari per avere in cambio Bergessio.
    Fedato? Ancora in bilico, ma la
    Samp potrebbe anche tenerlo come
    riserva o ancora come pedina di
    scambio.
    COPPA ITALIA. Stabilite le date della
    Coppa Italia per la stagione ventura.
    Il Catania esordirà il 17 agosto, secondo
    turno eliminatorio, saltando
    ovviamente – da ex formazione di Serie
    A – la prima tornata in calendario il
    10 agosto. Tanto per saperlo: gli Ottavi
    si giocheranno il 14 gennaio 2015, i
    quarti il 4 febbraio, le semifinali, unico
    turno con partite di andata e ritorno,
    il 4 marzo e l’8 aprile, la finale il 20
    maggio o il 7 giugno.
    RITIRO. Da ufficializzare, comunque
    il ritiro del Catania potrebbe partire
    il 14 luglio, mentre il raduno dello
    staff tecnico avverrà l’8 dello stesso
    mese, come ci aveva rivelato il tecnico
    Pellegrino l’altro giorno dopo i premi
    Ussi ritirati a Milo. Prima amichevole
    tra il 19 e il 20 luglio, fuori dalla
    Sicilia perché Pellegrino vuole un impatto
    forte, vuole affrontare squadre
    di livello superiore alle selezioni provinciali
    dilettantistiche.

  12. Ip Address: 94.161.67.10

    Buongiorno a tutti pari

  13. Ip Address: 79.33.107.241

    Ormai il mondo calcistico ha perso tutta la sua veridicità,dato che tutto gira solo intorno ai soldi,al business personale,ecc…..
    il calcio,come altri sport,non è più passione,sentimento vero,gioia e tristezza,ma solo un pretesto per fare soldi su soldi…un mondo marcio volto all’inganno di chi crede,di chi spera che tutto sia veritiero e che non abbia nulla a che fare con i soldi ed il benessere personale di chi “comanda”….io mi auguro sia veramente così,ma è difficile azzeccarci…

    in passato abbiamo avuto molti esempi di mondiali truccati,come quelli del 2002 dove i paesi ospitanti furono il giappone e la corea del sud.
    Un torneo caratterizzato da partite dove gli arbitri sono stati i veri protagonisti(vedi Italia-Corea Del Sud e Corea Del Sud-Spagna).QUESTO è DIVENUTO FAMOSO COME “IL MONDIALE PIù TRUCCATO DI SEMPRE!”
    un altro esempio di mondiale truccato potrebbe essere quello del 1934,vinto dall’italia(paese ospitante),sotto il regime fascista di mussolini…di questo però non esistono prove ne “denuncie”,ma si tratta solo di una mia considerazione.

    vi lascio due link contenenti articoli che parlano di possibili imbrogli in questo mondiale brasiliano e in quello più futuro in qatar.

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/06/01/mondiali-brasile-2014-allarme-partite-truccate-la-fifa-giocatori-gia-avvicinati-da-bande-criminali/1008540/

    http://www.fantagazzetta.com/calcio-estero/mondiali-in-qatar-truccati-platini-se-verra-dimostrato-rivoteremo-187507

    questo post non c’entra nulla con il catania,ma con il calcio in generale..

    buona giornata a tutti 😐

  14. Ip Address: 91.252.18.182

    Ciao elefante rossazzurro, non so quanti anni hai, ma ha mia memoria non non ricordo mai un mondiale pulito e trasparente e così come tutti i vari campionati e tornei c’è sempre di mezzo la mano dell’uomo ( business soldi affari) lo sport si va a fare benedire

  15. Ip Address: 79.33.107.241

    sono più giovane di quanto si pensi mexxican,ho 15 anni 😉

  16. Ip Address: 91.252.18.182

    Come ti invidio

  17. Ip Address: 87.16.42.61

    buonpomerigio a tutti fratelli dal cuore rossazzurro ciao giorgio mexxican matteocifalotu mongibello elefantino rossazzurro il piu giovane fra di noi e tuttu u restu da cumacca che sono assenti forza catania sempre 😉 😉

  18. Ip Address: 91.253.4.204

    Ma oggi iil mercato è chiuso ?? Niente acquisti bho !!!!

  19. Ip Address: 79.49.91.232

    Buonasera raga’!
    Ri-ciao anelo, Mexxican e elefante rossoazzurro! 😉

    Mexxican oggi e domenica e tutti staranno a mare con le ch…e bianche! 😀
    Cani ha segnato anche oggi, peccato per il Bari farsi raggiungere al 90° dal Latina.

    elefante rossoazzurro, beato te che sei giovane solo un consiglio, se posso, non perderti nelle nefandezze pensa di motivarti sempre nella vita per raggiungere il tuo scopo.

    Notte a tutti.

  20. Ip Address: 109.115.162.98

    In attesa dei famosi acquisti rossazzurri, di compartecipazioni varie e del ritorno di Cosentino, vedo che non ci resta che parlare di mondiali. Io personalmente mi sONO appassionato ai mondiali guardando per la prima volta in tv il mitico 4-3 dell’atzeca. Il giorno dopo, visto che non avevo i soldi per combrarmi la maglietta, me ne feci una con la busta della spesa disegnandomi lo scudetto tricolore davanti ed il mitico 14 di Gianni Rivera sulla schiena. Che tempi, ragazzi poi il dispiacere del 74, i 2 tiri parabilissimi che ci fecero uscire nel 78, la grande gioia dell’82, la schifezza di prestazione dell’86 puniti da Platini, la maledizione di Maradona del 90, la rabbia della finale persa i rigori del 94, l’errore sempre i rigori di di Biagio nel 98, lo scandalo del 2002 in orea, la gioia del 2006 contro l’odiata Germania, la vergognosa uscita del 2010 e siamo i giorni nostri. E il tempo che passa……..inesorabile……….

  21. Ip Address: 91.253.18.76

    Notte a tutti pari

  22. Ip Address: 79.12.43.153

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore rossazzurro presenti e assenti “Tra poche ore parte il mondiale, ma l’Italietta ammirata – si fa per dire- l’altra sera contro il modestissimo Lussemburgo non promette niente di buono, altro che finale. Solo una buona dose di coraggio, misto a spregiudicatezza e un pizzico di sana incoscienza calcistica potrebbero salvarci dal solito mesto, sofferto cammino cui gli azzurri ci hanno abituato negli ultimi anni: è una bestemmia pensare di schierare contemporaneamente Cerci Insigne e Immobile, classe freschezza e gioventù al potere, piuttosto che insistere coi triti e ritriti Cassano e Balotelli? Riuscirà Prandelli a stupirci con effetti speciali? Mah, ne dubito, lo scopriremo solo vivendo, nel frattempo diamo un’occhiata alle cose di casa nostra:quella rossoazzurra per intenderci. Bene la conferma di Maurizio Pellegrino, ragazzo serio, preparato, gran motivatore parecchio sfortunato finora, merita una chance, se l’è guadagnata ma per favore, non partiamo col piede sbagliato: o gli diamo fiducia incondizionata e lo mettiamo in condizione di ammazzare il campionato, o rischiamo seriamente di perdere e bruciare un’altra stagione. Quindi lasciamolo lavorare, non mettiamolo sotto pressione, non prefiguriamo tutoraggi o peggio improbabili salvatori della patria da interpellare nel caso di partenze stentate, per carità, Pellegrino basta e avanza. “Assupecchia” oserei, se la societá rompe gli indugi e ci fa finalmente capire (prima dei mondiali del Qatar 2022 possibilmente) che tipo di campionato intende disputare, quali sono i programmi nel breve e medio periodo, se e quali sono le nuove strategie e/o sinergie (vedi Gea World) del pianeta rossoazzurro, quali le reali intenzioni e i tempi di realizzazione del nuovo stadio, insomma a noi piacerebbero patti chiari e amicizia, lunga, duratura, infinita. Conditio sine qua non, un campionato da “la capolista se ne va”, di quelli da corazzata da battere costruita per tempo con testa, cuore ma sopratutto mano generosa al portafoglio, sguardo vigile e lungimirante e zero esperimenti. Quindi, speriamo sotto l’ombrellone di non sfogliare le solite margherite appassite (dal caldo) Piovaccari si, Cacia no, Ardemagni si, Pavoletti no. Si confermino uomini disposti a sputare l’anima per la nostra maglia, non si “tarpino le ali” ai più gettonati (lasciateli partire, non sia mai…) si acquisti gente seria, giovane, motivata e possibilmente di categoria e, naturalmente si prendano DUE BOMBER di razza, tipo Ardemagni e Pavoletti ad esempio, insomma una coppia da 38/40 gol senza la quale “non cce trippa ppe gatti” a meno che non si voglia passare dalle forche caudine dei playoff. Noi siamo il Calcio Catania, è bene non dimenticarlo mai, e fra due anni vorremmo rigiocare il derby, in serie A con il Palermo naturalmente.

  23. Ip Address: 79.53.155.231

    Buongiorno raga’!

    Ciao angelo, Catanese a Napoli e Mexxican! 😉

    Stamattina cielo leggermente nuvoloso e la temperatura e’ calda e’ ovvio che tutti siamo in camicia e maglietta con maniche corte.

    Caro Catanese, ricordo che l’Italia del 1978 era fortissimo, perdemmo la finale con due siluri degli olandesi che Zoff manco li vide.

    Ricordo quando in Spagna ci qualificammo a c..o la prima fase e poi vincemmo la finale contro la Germania e diventammo campioni del mondo.

    Ieri ho visto l’amichevole con il Fluminense, il risultato 5 a 3 per noi ma i brasiliani hanno giocato bene mentre noi siamo ancora imballati.

    Buona giornata a tutti!

  24. Ip Address: 37.227.163.93

    Cari tifosi buongiorno a tutti per quando mi riguarda l’Italia ne sono altamente indifferente lo ero quando vivevo giù in provincia lo sono ancora di più da quando vivo nord’italia . W il regno delle due Sicilie forza catania

  25. Ip Address: 82.145.211.78

    Buongiorno a tutti pari!!!!

    CATANIA, Maxi Lopez in ritiro a Torre del Grifo!!!!!

    Giorgio aieri signau macari scicchignho!!!!!

  26. Ip Address: 79.53.155.231

    Ciao matteocifalotu! 😉
    Hihihihihihihihi! 😆
    Ti sei dimenticato di Biro Biro! 😆

  27. Ip Address: 79.47.41.73

    Bergessio: “Potevamo ripetere l’8° posto… “

    Gonzalo Bergessio ha parlato dell’ultima sfortunata stagione del Catania ai microfoni di ‘Tyc Sport’, facendo trasparire un notevole rimpianto per come si è concluso il campionato dei rossazzurri, con la retrocessione in Serie B.

    “Retrocedere in Serie B è stato davvero un peccato perché avevamo tutte le carte in regola per confermare quanto di eccellente fatto nella precedente stagione – assicura Bergessio – , chiudendo il campionato nella prima metà della classifica”.

    “E’ stata un’annata particolare quella di recente trascorsa, un’annata caratterizzata da svariati infortuni. Io stesso ne ho pagato le conseguenze non potendo mai giocare al 100% della condizione”, conclude infine Bergessio, che deve ancora chiarire se il suo futuro sarà ancora o meno alle pendici dell’Etna.

  28. Ip Address: 82.145.218.244

    Vero Giorgio……..

  29. Ip Address: 37.227.72.58

    Buonpomeriggio a tutti quanti , con queste belle giornate di sole si ci sente più in forma peccato essere al lavoro . Ma il calcio CATANIA ??

  30. Ip Address: 79.12.43.153

    ormai su tutte chiacchere e tabaccheri di lignu o munti di santaituzza non si mpignunu come scriveva l’amico chiarezza ormai siamo retrocessi e inutile dire le stesse cose speriamo in una pronta risalita forza catania sempre 😉 😉

  31. Ip Address: 212.14.141.175

    Buongiorno.
    Unica novità odierna: sembra che Miha voglia tenere Max Lopez alla samp.

  32. Ip Address: 37.183.67.240

    Speriamo che miha faccia le dovute pressioni in società per tenerselo. Ovvio che quelli della Samp cerchino di averlo con forte ribasso, magari gratis. Io sono del parere che Pulvirenti non debba cadere nel tranello, perché sotto il milione di euro non si può scendere. Poi, se maxi scaccia i mail pensieri dalla testa e finalmente decide di impegnarsi a giocare a pallone, allora il giocatore vale molto ma molto di più. Riguardo alla nazionale, l’ultima trovata di Prandelli si chiama Perin. Ma che se l’e’ portato a fare? Papere come quella di ieri non l’ha fatta nemmeno Andujcar. Ma non abbiamo portieri bravi in Italia? Di giovane mi piace molto scuffett. Saluti a tutti

  33. Ip Address: 79.53.155.231

    Notte a tutti!

  34. Ip Address: 91.253.42.214

    Buonanotte a tutto il popolo rossazzurro

  35. Ip Address: 79.36.39.234

    Ciao a tutti…Angelo , Giogio, Matteocifalotu, Mexxican, e tutti gli altri.

    Ancora poche notizie dal fronte…….sempre forza catania.

    Buonanotte a tutti.

  36. Ip Address: 79.18.41.70

    Lodi-Palermo, ci siamo. L’affare è vicinissimo alla conclusione. Noi di Sudpress l’avevamo anticipato lo scorso 27 maggio, quando rivelammo in esclusiva di un’intesa raggiunta tra il diesse dei rosanero Ceravolo e l’attuale regista del Catania (che lo riscatterà dal Genoa essendo il cartellino a metà ndr). Adesso esiste pure l’offerta ufficiale presentata dalla società rosanero al club di Pulvirenti. Tre milioni cash per portare dall’altra sponda della Sicilia il centrocampista campano. Già a gennaio il club di Viale del Fante provò ad acquistare Lodi, con l’ex direttore generale Perinetti che stava per realizzare il colpo. Poi, però, è prevalsa la volontà dello stesso Lodi di provare a salvare la squadra etnea. Scenario totalmente cambiato, con i rosanero che l’anno prossimo disputeranno il campionato di A, mentre i catanesi cercheranno di risalire dalla cadetteria. Da Torre del Grifo riflettono, valutano. Ma ormai sanno che è un’impresa ardua tenersi uno dei loro migliori elementi della rosa in B. Per questo sono disposti a cederlo, che sia la rivale di sempre a chiederlo poco cambia. Lodi ha già scelto, ha accettato le avances dei rosa. Non resta che aspettare, quindi, le ultime schermaglie, piccoli dettagli di una trattativa già in stato avanzato. Sarà lui molto probabilmente il prossimo perno del reparto nevralgico di Iachini, a meno di clamorosi ribaltoni dell’ultim’ora.

  37. Ip Address: 79.18.41.70

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore rossazzurro ciao giorgio mongibello e tuttu u restu da cumacca forza catania sempre

  38. Ip Address: 212.14.141.175

    Buongiorno a tutti.
    Notizia di calcio mercatoweb: sondaggio della Roma per Rolin. Il Catania ha valutato il giocatore 4 milioni di euro.

  39. Ip Address: 79.49.90.126

    Buongiorno raga’!
    Ciao angelo, Mongibello, alberto e Mexxican che verra’ dopo! 😉
    Stamattina giornata piena di sole. 😆

    Diciamo che la notizia “non notizia” riportata da La Sicilia di Catania Calaio’ sara’ un nuovo attaccante del Catania.

    Buona giornata a tutti.

  40. Ip Address: 82.145.217.63

    Buongiorno a tutti pari!!!
    Mi sa ca stavota si vinnunu appiddaveru macari i peri do tavolino!!!!
    C’è solo mercato in uscita, non mi piace……

  41. Ip Address: 37.182.199.104

    Buongiorno ragazzi, caldo cane oggi. anche radio sportiva da per certo calaio’ al Catania. Certe anche le cessioni di Barrientos e Bergessio.

  42. Ip Address: 37.227.219.91

    Buonpomeriggio a tutti e finalmente un po’ di movimento anche se per ora sono solo chiacchiere

  43. Ip Address: 79.49.90.126

    Salve raga’!

    Ciao Catanese a Napoli! 😉

    Io abito a Mariglianella vicino Marigliano da non confondere con Marianella, diciamo sull’asse Pomigliano d’Arco e tu (sempre se lo vuoi scrivere)?

    Buon appetito a tutti! 😉

    Copia e incolla da La Sicilia di Lunedi 9 Giugno 2014.

    IL CATANIA CHE VERRÀ
    Mercato tra voci e trattative
    Lodi al Palermo?
    Il fantasista dice no
    Calaiò, firma vicina

    La «rosa» sarà definita tra dieci giorni
    dopo la chiusura delle comproprietà

    Frison piace a tutti.
    Anche la Samp si
    prenota per avere il
    portiere. Piovaccari
    parziale contropartita?

    GIOVANNI FINOCCHIARO

    Quando c’è di mezzo un fantomatico
    (e poco probabile) asse Catania-Palermo,
    puntualmente rispolverato quando
    si lanciano le voci di mercato o presunte
    trattative, gli animi si surriscaldano.
    Così, ciclicamente, nelle ultime due
    settimane, riemergono gli apprezzamenti
    del Palermo nei confronti di Ciccio
    Lodi. Che sono reali, perché a Iachini
    Lodi piace molto. E visto che il Palermo
    si doterà di esterni molto veloci, ai
    quali serve l’assist di prima intenzione,
    se possibile, ecco che all’allenatore della
    promozione in Serie A, le caratteristiche
    di Lodi vanno a genio.
    C’è un particolare, sul quale il giocatore
    non sembra tornare indietro. Ciccio,
    legato al Catania da un contratto,
    soprattutto da un affetto particolare,
    ogni qual volta si presenta una voce,
    un’ipotesi, rifiuta l’idea di passare all’altro
    club siciliano.
    C’è da dire che il Catania dovrà ancora
    decidere la comproprietà con il Genoa,
    trattativa che sembra virtualmente
    conclusa a favore del club rossazzurro.
    Ma anche se, alla fine, Pellegrino
    dovesse decidere di affidare le chiavi
    del centrocampo ad altri, Lodi al Palermo
    non giocherà. Questa, almeno, è la
    sua intenzione reale.
    Un’intenzione comunicata, già, a
    gennaio quando il mercato attorno al
    fantasista di Frattamaggiore infuriava
    e quando si era ancora presentato alla
    porta il Palermo. I colloqui con il procuratore
    di Ciccio e con il Genoa furono
    infruttuosi, ma involontariamente
    provocarono la reazione del Catania
    che accelerò la trattativa condotta in
    gran segreto dal presidente Pulvirenti,
    fino a chiudere l’accordo.
    Lodi, adesso, è nel mirino del Milan,
    ma non è la sola firma autorevole che
    la società rossonera sta vagliando per
    sostituire Montolivo, che potrà rientrare
    fra sei mesi. Non è detto che vada via
    da Catania, ribadiamo, ma questa è
    una decisione che dovrà essere adottata
    magari entro il 20, quando saranno
    risolte le comproprietà e la società rossazzurra,
    rientrato in sede Cosentino
    (adesso a Miami) si muoverà per tempo
    in modo da completare l’organico
    tra riconferme attese (e auspicate) e
    novità di rilievo.
    L’ultima linea che sembra prevalere
    è quella di mantenere quanti più calciatori
    possibili, quelli motivati e che
    hanno una sete di riscatto fuori dal
    normale. Messi ko dalla retrocessione,
    molti dei rossazzurri hanno chiesto di
    restare per firmare una rivalsa che agli
    occhi dei tifosi deve essere doverosa.
    Ed ecco che Izco, Spolli, lo stesso Rolin,
    Frison, Castro, ovviamente Lodi potrebbero
    costituire, con i confermati
    Leto e Capuano, l’ossatura per un campionato
    di Serie B tutt’altro che anonimo.
    Arriveranno anche volti nuovi, non
    in quantità industriale, ma arriveranno.
    L’impressione, dopo la retrocessione,
    era di una totale rivoluzione.
    Che ci sarà, a livello mentale, perché la
    Serie B è un altro mondo rispetto alle
    otto stagioni vissute al piano di sopra.
    Serviranno giocatori abili a interpretare
    il pensiero del Catania e a calarsi
    nella parte. I dirigenti, gli operatori
    di mercato hanno già bloccato Calaiò,
    considerato obiettivo principale
    per il nuovo attacco che tenga conto
    della partenza di Bergessio, ormai certa,
    anzi certissima.
    La società si muoverà in attesa delle
    conferme, ma senza trascurare quel
    che si agita in Serie B, soprattutto. Tenendo
    conto della disponibilità di Piovaccari,
    che non resterà alla Steaua ed,
    essendo in quota Samp, potrebbe rientrare
    nel pacchetto di trattative che
    coinvolgono Lopez, Bergessio (che piace
    a Mihajlovic), Fedato e anche lo stesso
    Castro che a Sinisa non dispiace affatto.
    A proposito di preferenze, c’è un altro
    giocatore che potrebbe stuzzicare
    la fantasia dei dirigenti blucerchiati: è,
    come non immaginarlo, il portiere Frison.
    A turno, in quest’ultimo mese, il
    numero uno rossazzurro è stato accostato
    a quasi tutti i club di seconda fascia
    che lotteranno per emergere in
    Serie A.
    L’arrivo di Stramaccioni e Udine potrebbe
    accelerare una discussione che
    riguarda Peruzzi, terzino che va molto
    a genio all’ex allenatore dell’Inter. Ma il
    laterale destro ha altri estimatori sia in
    Argentina che in Italia. In questo caso,
    come nel caso di Bergessio, il Catania
    non ha eccessiva fretta nel concludere
    le trattative, perché si tratta di calciatori
    che hanno mercato e che, anche nei
    giorni conclusivi potranno far lievitare
    le proprie quotazioni. Quando, cioè, le
    frenesie di chi non trova i tasselli giusti
    per rinforzarsi porteranno a far crescere
    i prezzi di cartellino e ingaggio. E
    in questo senso anche il probabile passaggio
    di Barrientos al San Lorenzo
    non sarà stimolato da fretta alcuna.

  44. Ip Address: 212.14.141.175

    Sera.
    Vorrei riprendere il discorso delle regoledel campionato di serie B per ciò che riguarda la rosa dei giocatori ovvero:
    Illimitati under 21 – 18 over 21 e due giocatori bandiera.
    Attualmente nella rosa ci sono solo sette under 21 : Ficara-Cabalceta-Petkovic-Garufi-Caruso-Lovric-Aveni
    Gli over 21 sono già diciotto senza contare coloro che rientreranno da prestiti :Max Lopez-Catellani-Sciacca-Moretti-
    Occorre quindi spoltire molti over 21 e acquistare giovani.
    Come over 21 potrebbero partire: Bergessio-Barrientos- Lodi-Peruzzi-Rinaudo-Rolin-
    Spolli-Biraghi-Fedato (nove )

  45. Ip Address: 82.54.126.240

    Buonasera a tutto il popolo rossoazzurro!.. mi manca il gelo invernale! 36gradi a 1200mt.s.l.m. Santo Stefano d’Aveto Alta,il paese col mare verde.. Bravo! Elefante rossoazzurro! Spero solo che chiunque venga a giocare a Catania ci metta 1/3(esagero!..) della passione che ci mettiamo noi tifosi!.. Calaio’ e’ un buon elemento, ha carattere magari non e’ un grande campione ma c’e’ da fidarsi sicuramente.
    Buonaserata a tutti e.. speriamo bene…

  46. Ip Address: 94.163.47.111

    Buonanotte a tutti

  47. Ip Address: 82.51.92.81

    Bonasera raga’!

    Ciao alberto e Sandrone! 😉

    alberto, e’ vero quello che scrivi ergo avremo “un’altra squadra quest’anno”.

    Sandrone piacere di sentirti scrivere. Calaio’ come ho scritto in altre pagine e’ un buon elemento, molto pericoloso in attacco ma non e’ quello che segna molto,

    Come scrive “alberto” non ci possono essere molti “vecchietti” nella futura squadra del Catania.

    Notte a tutti.

  48. Ip Address: 82.54.126.240

    La temperatura si sta lentamente abbassando, ora si puo’ andare a dormire..
    Buonanotte a tutto il popolo rossoazzurro.. Il popolo.. Come disse il Caro Franco Scoglio.. (una volta mi disse: “te non sei un tifoso…Te sei due tifosi..)

  49. Ip Address: 93.46.26.67

    Frison
    Izco.Gyomber.Rolin.Monzon
    Rinaudo.Almiron
    Leto.Castro.Martinho
    Calaio

  50. Ip Address: 37.159.121.184

    Catania sempre, credo che sia prematuro giocare a fare la formazione non conoscendo ancora le mosse e strategie del signor cosentino. Infatti, risolte le comproprietà dovrebbe parlare con l’allenatore, i vari procuratori e giocatori e costruire un organico degno i questo nome, fatto da gente motivata e pronta al riscatto da subito. Comunque, tanto per giocare, non credo che Izco possa reggere il peso di una stagione da difensore dx ; in quel ruolo solo per l’emergenza; poi ti affidi ancora ad Almiron in B? Grande giocatore, ma gli anni pesano, magari una 1/2 ora quando in certe partite ci sarà da ragionare.non vedo nella tua fanta formazione il nuovo acquisto polacco. Comunque, per adesso divertiamoci in attesa dei giochi di mercato, infatti tutto tace, Miami e’ lontana.Giorgio47: appago la tua legittima curiosità’, io vivo a Caserta e lavoro a Napoli: pendolare cronico. Buona giornata a tutti pari.

  51. Ip Address: 79.27.20.97

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore rossazzurro Arriva Ventrone, si parte (La Sicilia 10 Giugno 2014)

    Organizzazione e logistica. Si cominciano a definire i passaggi che segneranno l’avvio di questa stagione e il suo svolgimento. Dalla campagna acquisti al ritiro sino alla campagna abbonamenti

    “Si aspettava anche lui. Non solo lui, ovviamente, ma la parte che dovrà intestarsi Giampiero Ventrone nel rilancio e nel riscatto del Catania è fondamentale, dunque si attendeva, certamente, il suo arrivo a Catania e il primo vertice. Sarà oggi. Il preparatore atletico che il Catania ha scelto per gestire un aspetto nevralgico di tutto il progetto, peraltro non soltanto limitato alla prima squadra, sarà da oggi in città ed è previsto subito un primo vertice a Torre del Grifo con i vertici della società, in testa il presidente Pulvirenti e l’amministratore delegato Pablo Cosentino e, naturalmente, con il tecnico Maurizio Pellegrino. Sarà una prima riunione che servirà a gettare le basi per tutto il lavoro comune che dovrà partire adesso e che interesserà a 360° il progetto del Catania, sia organizzativo che logistico, sia legato alla programmazione di tutta la stagione, a partire dal ritiro, sino a tutte le scelte operative che verranno fatte da qui in avanti. E’ chiaro, infatti, che la retrocessione ha lasciato quale segno, anche più segni, anzi e anche pesanti. Il contrario, del resto, sarebbe stato impossibile, perché la botta c’è stata. Ma proprio partendo dal colpo subìto la società ha voluto imprimere un cambio di marcia, di linea rispetto al passato, pur mantenendo una continuità importante dal punto di vista della filosofia delle scelte tecniche, sia per quanto riguarda l’allenatore cui è stata affidata la squadra, sia per quanto riguarda e riguarderà la scelta dei giocatori. Sotto questo profilo nessuna follia, nessuna soluzione d’immagine, niente che serva a creare aspettative nel pubblico, nei tifosi, portando avanti la politica di nomi altisonanti, magari gente che potrebbe venire a svernare a Catania. Sul solco di quel che si è sempre fatto il Catania cercherà di confermare della rosa attuale i giocatori che hanno davvero voglia di restare e di ricominciare da dove si sono bruscamente fermati, cioé dalla retrocessione. Ma nessuna forzatura, nessuno che possa o debba rimanere per puro romanticismo, magari in attesa che arrivi qualche altra chiamata da un migliore altrove. Chi resta a giocare nel Catania deve farlo perché ha un conto in sospeso e non può e non vuole stare lì a fare, invece, troppi conti e di altra natura. Così per quanto riguarda chi arriverà, stesse motivazioni, stesso spirito, stessa determinazione. Del resto bisogna anche partire dal fatto che il Catania, assorbito quel colpo, ha già tracciato il percorso che dovrebbe portarlo ad essere protagonista in questo campionato. Fatta la scelta di vertice societario e di gestione del gruppo con Pablo Cosentino e fatta, senza nessuna esitazione, quella tecnica, affidando convintamente la squadra a Maurizio Pellegrino, anche avere cercato e trovato l’accordo con Giampiero Ventrone è un segnale preciso della volontà che ha la società di far ripartire nel migliore dei modi il progetto. Probabilmente l’effetto retrocessione, assolutamente doloroso effetto, ha fatto per il momento spegnere un po’ l’interesse sui movimenti del Catania. Ma l’ingaggio di Giampiero Ventrone è stato abbondantemente affrontato e trattato con curiosità da molte testazione nazionali, perché la scelta che ha fatto l’ex uomo della Juventus degli anni delle grandi vittorie in serie, ha destato molto interesse.

  52. Ip Address: 79.27.20.97

    Catania, problema Maxi Lopez (Calcio News 24)

    “ L’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport (fascicolo siciliano) parla del problema Maxi Lopez per il Catania. L’attaccante, infatti, rientrerà in Sicilia dopo l’esperienza alla Sampdoria: il club blucerchiato ha fatto capire che non riscatterà il biondo argentino, dunque servirà un nuovo trasferimento. STAGIONE DIFFICILE – Per Maxi Lopez, tra problemi sentimentali e problemi in campo, è stata una stagione davvero difficile: con la Samp è andato in gol ma non è riuscito a convincere del tutto. Adesso dovrà riscattarsi, il problema è che al momento non ci sono tantissime squadre interessate. Anzi, il quotidiano sportivo, dice che il Catania non ha ricevuto proposte concrete. Un bel problema per una squadra che deve vendere e ricostruire un gruppo capace di tornare subito in serie A.

  53. Ip Address: 87.7.26.105

    Buongiorno raga’!!
    Ciao angelo, sandrone, cataniaxsempre e Catanese a Napoli! 😉

    Stamattina cielo azzurro con piccole nuvole qua’ e la’, la temperatura e’ un po’ fresca.

    Ieri nel pomeriggio c’e’ stato un acquazzone tremendo con fulmini e tuoni, le strade si sono tutte allagate, diciamo ci voleva un canotto per attraversare le strade.

    Caro Catanese a Napoli, minkia! 😐
    Il pezzetto di autostrada che fai la mattina da Caserta a Napoli e ritorno e’ veramente infernale.
    Mi raccomando guida piano.

    Buona giornata a tutti!

  54. Ip Address: 87.7.26.105

    Salve raga’!

    Siete anche campioni del Mondo , calcisticamente, come avvocati! 😆

    TRIONFO A BUDAPEST
    Dopo due scudetti è arrivato il titolo contro gli argentini del San Juan
    I principi del foro diventano principi del gol
    gli avvocati catanesi Campioni del mondo.

    Un trionfo. Un gruppo di atleti, ma soprattutto di amici: ecco le
    foto degli avvocati-calciatori di Catania scattate dopo la vittoria a
    Budapest del titolo di campioni del mondo. tanto entusiasmo e,
    immancabile, anche una bandiera rossazzurra per ricordare Catania.

  55. Ip Address: 87.7.26.105

    Salve raga’

    “Eppur si muove”!

    Copia e incolla da La Sicilia del 10 Giugno 2014

    Arriva Ventrone, si parte

    Oggi il primo vertice società, tecnico e preparatore
    per cominciare a delineare il programma di lavoro

    Organizzazione e logistica. Si
    cominciano a definire i passaggi
    che segneranno l’avvio di questa
    stagione e il suo svolgimento.
    Dalla campagna acquisti al ritiro
    sino alla campagna abbonamenti

    ANDREA LODATO
    Si aspettava anche lui. Non solo lui, ovviamente,
    ma la parte che dovrà intestarsi
    Giampiero Ventrone nel rilancio e
    nel riscatto del Catania è fondamentale,
    dunque si attendeva, certamente, il suo
    arrivo a Catania e il primo vertice. Sarà
    oggi. Il preparatore atletico che il Catania
    ha scelto per gestire un aspetto nevralgico
    di tutto il progetto, peraltro
    non soltanto limitato alla prima squadra,
    sarà da oggi in città ed è previsto
    subito un primo vertice a Torre del Grifo
    con i vertici della società, in testa il presidente
    Pulvirenti e l’amministratore
    delegato Pablo Cosentino e, naturalmente,
    con il tecnico Maurizio Pellegrino.
    Sarà una prima riunione che servirà a
    gettare le basi per tutto il lavoro comune
    che dovrà partire adesso e che interesserà
    a 360° il progetto del Catania, sia
    organizzativo che logistico, sia legato alla
    programmazione di tutta la stagione,
    a partire dal ritiro, sino a tutte le scelte
    operative che verranno fatte da qui in
    avanti.
    E’ chiaro, infatti, che la retrocessione
    ha lasciato quale segno, anche più segni,
    anzi e anche pesanti. Il contrario, del resto,
    sarebbe stato impossibile, perché la
    botta c’è stata. Ma proprio partendo dal
    colpo subìto la società ha voluto imprimere
    un cambio di marcia, di linea rispetto
    al passato, pur mantenendo una
    continuità importante dal punto di vista
    della filosofia delle scelte tecniche, sia
    per quanto riguarda l’allenatore cui è
    stata affidata la squadra, sia per quanto
    riguarda e riguarderà la scelta dei giocatori.
    Sotto questo profilo nessuna follia,
    nessuna soluzione d’immagine, niente
    che serva a creare aspettative nel pubblico,
    nei tifosi, portando avanti la politica
    di nomi altisonanti, magari gente
    che potrebbe venire a svernare a Catania.
    Sul solco di quel che si e’ sempre fatto
    il Catania cercherà di confermare
    della rosa attuale i giocatori che hanno
    davvero voglia di restare e di ricominciare
    da dove si sono bruscamente fermati,
    cioé dalla retrocessione. Ma nessuna
    forzatura, nessuno che possa o
    debba rimanere per puro romanticismo,
    magari in attesa che arrivi qualche
    altra chiamata da un migliore altrove.
    Chi resta a giocare nel Catania deve
    farlo perché ha un conto in sospeso e
    non può e non vuole stare lì a fare, invece,
    troppi conti e di altra natura. Così per
    quanto riguarda chi arriverà, stesse motivazioni,
    stesso spirito, stessa determinazione.
    Del resto bisogna anche partire
    dal fatto che il Catania, assorbito quel
    colpo, ha già tracciato il percorso che
    dovrebbe portarlo ad essere protagonista
    in questo campionato. Fatta la scelta
    di vertice societario e di gestione del
    gruppo con Pablo Cosentino e fatta, senza
    nessuna esitazione, quella tecnica,
    affidando convintamente la squadra a
    Maurizio Pellegrino, anche avere cercato
    e trovato l’accordo con Giampiero
    Ventrone è un segnale preciso della volontà
    che ha la società di far ripartire nel
    migliore dei modi il progetto.
    Probabilmente l’effetto retrocessione,
    assolutamente doloroso effetto, ha fatto
    per il momento spegnere un po’ l’interesse
    sui movimenti del Catania. Ma
    l’ingaggio di Giampiero Ventrone è stato
    abbondantemente affrontato e trattato
    con curiosità da molte testazione
    nazionali, perché la scelta che ha fatto
    l’ex uomo della Juventus degli anni delle
    grandi vittorie in serie, ha destato
    molto interesse.
    Ventrone avrebbe potuto scegliere
    altre piazze ed altre destinazioni, anche
    fuori dall’Italia, perchè certamente non
    gli mancavano offerte. Ha scelto Catania,
    invece, perché ha deciso di far incrociare
    il suo destino con il progetto
    rossazzurro che riparte dopo lo scivolone
    in B ed è, confermano i vertici societari,
    un progetto ambizioso.
    Ecco perché il vertice di oggi sarà il
    primo che servirà a delineare tutte le
    strategie della stagione, dal ritiro pre
    campionato all’organizzazione delle
    amichevoli, ma anche della campagna
    abbonamenti. Una campagna che, nelle
    intenzioni della società, servirà quest’anno
    a cercare di ritrovare sintonia e
    feeling con i tifosi. Con quelli di sempre
    non ci sono dubbi che la sintonia, se piacerà
    la squadra, se ci sarà affinità di
    pensieri e volontà, si troverà come sempre
    perché il Catania, a prescindere dai
    nomi e dalle facce, viene prima di tutto
    e dovunque. Con il resto del pubblico,
    invece, sarà proprio la campagna abbonamenti
    il momento per provare a costruire
    insieme quel progetto di riscatto
    che tutti, ognuno per la propria parte
    deve intestarsi.

  56. Ip Address: 79.43.108.137

    Lodi col cuore: dice no al Palermo

    Nelle ultime settimane si è parlato moltissimo del possibile trasferimento di Francesco Lodi al Palermo, con tanto di aspre critiche da parte dei tifosi del Catania nei confronti del regista napoletano.

    Tuttavia – secondo quanto riportato oggi dal quotidiano La Sicilia – Lodi avrebbe deciso di ascoltare le ragioni del cuore e dire no al Palermo: troppo forte il legame affettivo col Catania e con Catania per accettare di trasferirsi ad un altro club siciliano.

    Ma oltre al legame affettivo c‘è anche quello contrattuale: Lodi è a metà tra Catania e Genoa, ed entro il 20 giugno dovranno essere risolte tutte le comproprietà. Per quella data sarà tornato in sede anche Cosentino, attualmente a Miami.

    Non è ancora chiaro se Lodi resterà o meno a Catania, quel che è certo – almeno nelle sue intenzioni – è che non andrà al Palermo. Su di lui è tornato anche il Milan, che deve trovare un sostituto dell‘infortunato Montolivo, ma al momento la risoluzione della comproprietà rimane la priorità.

    La linea del Catania è invece chiarissima: tenere in rosa quanti più ‘big’ possibile, a patto che siano motivati. Lodi sarà tra questi?

  57. Ip Address: 2.156.28.236

    Buongiorno a tutta a cumacca

  58. Ip Address: 212.14.141.175

    Buongiorno a tutti.
    Mentre già le altre squadre si muovono sul fronte Catania tutto tace. Dov’è Cosentino? Per ora non sono state risolte nemmeno le comproprietà.
    Unica notizia di calciomercato Bergessio interessa a Roma e Torino.
    L’ex Marchese interessa a Inter e Napoli.

  59. Ip Address: 87.7.26.105

    Ciao alberto! 😉

    Ho scritto “eppur si muove”, non la terra come disse Galileo Galilei ma il Catania.
    Nella giornata di ieri……………..leggi il post 56.

    Buon appetito a tutti!

  60. Ip Address: 82.145.216.91

    Buongiorno a tutti pari!!!!
    Giorgio quell’articolo e di circostanza e per scrivere Qualcosa visto che non c’è niente!!!!
    Solite notiziette, pulvirenti e latitante???
    Cosentino che cia l’estradizione?????
    E sempre a miami, cettu da c’è un pacchiu!!!! Ora capisciu!!!
    Insomma su tutti a sciaquarisi i baddi a moddu e nuatri aspittari a iddi…..
    Mha….

  61. Ip Address: 87.7.26.105

    Ciao matteocifalotu! 😉

    Cosentino a Telecolor, disse che avrebbe fatto la residenza con tutta la famiglia a Catania. Poi se non ci credi non posso manco smentirti.

    I miei articoli postati in questa pagina e nelle altre precedenti de La Sicilia scritte da Andrea Lodato, inviato.
    Giovanni Finocchiaro corrispondente da Catania del maggior quotidiano sportivo, La Gazzetta dello Sport per la quale segue il Catania e collaboratore de La Sicilia.

    Leggo i loro articoli da anni magari non fanno critiche pesanti al Calcio Catania ma
    da tifoso rossoazurro li seguo molto perche’ riescono a convincermi per quello che scrivono.
    Magari i loro articoli saranno tutti dei “bla bla bla” ma un pizzico di verita’ c’e’ sempre.

    Buon pomeriggio a tutti!

  62. Ip Address: 79.38.111.114

    Buongiorno a tutti pari! 🙂

    Ciao Giorgio, Catanista, Angelo, Matteocifalotu (mmmmmhhh! Anch’io penso che troppo mercato in uscita non vada bene!!), Mexxican, Catanese a Napoli, Elefante, Joe, Cataniaxsempre, Sandrone…….ed insomma, a tutti gli altri che scrivono e scriveranno su questo sito.

    Aspettiamo buone nuove!!! Speriamo bene!!

  63. Ip Address: 79.38.111.114

    Cosentino a Miami…….

  64. Ip Address: 93.46.243.174

    Avaia cosentino chi ci fai nelle belle spiagge di Miami??? O pigghiti npochi i suli a spiaggia libera nummeru 1!!!

  65. Ip Address: 93.46.243.174

    Ultima notizia di calciomercato.. il calciocatania s.p.a. comunica di aver acquistato a titolo definitivo i calciatori Turi dell ogghiu-Giuvanni u finicchiu- e pippu da fera

  66. Ip Address: 80.181.178.83

    Buonasera raga’!

    Ciao mongibello (scrivi un po’ piu’ spesso, mi raccomando!), e maccaliotru (hihihihihi!!) 😉

    Notte a tutti!

  67. Ip Address: 91.252.25.163

    Serena Notte a tutti forza CATANIA

  68. Ip Address: 151.74.175.163

    Buongiorno a tutti, non sono sparito, vi leggo sempre ma partecipo meno, non ho smaltito il dispiacere per la massima serie perduta malamente e sapere che la mia squadra adorata non farà più parte del calcio che conta è ancora uno choc forte.
    Ma attendo i movimenti del mercato, con pazienza e speranza, altro non si può fare.
    Per ora mi limito ad attendere, ma il dispiacere non è per nulla sopito, tuttaltro.
    Buona estate a tutti gli amici.

  69. Ip Address: 109.115.198.154

    Bentornato Perplesso. Ultima notizia tuttomercatoweb: ” il Catania fissa il prezzo del suo attaccante Bergessio a cinque milioni di euro”. Che ne pensate? Mi pare che lo vogliano svendere. Un attaccante come lui, lottatore in campo ed esempio nello spogliatoio, che per me non ha nulla da invidiare a bomber più blasonati, perderlo per poi acquisire un altro centravanti a non meno di 4 milioni (se dobbiamo prenderlo discreto!) non mi pare una scelta giusta. Per far muovere il mercato, visto che ci sono squadre interessate a lui, la richiesta almeno doveva essere sugli 8 milioni, e poi via con le aste. Vi immaginate in B Calaio insieme a Bergessio? Presidente, ma vogliamo risalire o no? Avete visto? L’anno prossimo in B ci sarà anche il Bari, col dente avvelenato ed accomagnato da oltre 40 mila spetta tori al San Nicola. La B si fa veramente difficile. Per non soffrire sino a giugno inoltrato occorre risalire tra le prime 2. Ma per esserci, bisogna costruire una squadra competitiva, e gli addii a Bergessio e Barrintos oltre ai Peruzzi, (ricordo che al momento il questo ruolo a parte Izco adattato, non abbiamo alternative) e ai probabili Gyomberg, Rinaudo, Frison , mi rattristano, vieppiù che la ternana è riuscita anche a soffiarci Antenucci. La dirigenza dovrebbe imparare dal Palermo che è stato capace i trattenere i suoi migliori uomini pure in B. Cosentino, ti spicci a Tunnari a Catania?

  70. Ip Address: 80.183.91.226

    Buongiorno raga’!
    Ciao angelo, Mexxican, Perplesso (noi tifosi dobbiamo pensare subito al “domani”) e Catanese a Napoli.

    Qui c’e’ una giornata di sole con aria fresca.

    IL piccolo Chievo primavera e’ Campione d’Italia.
    Ma questi che hanno piu’ di noi? Mah!

    Buona giornata a tutti!

  71. Ip Address: 80.183.91.226

    Copia e incolla da La Sicilia di Mercoledi 11 Giugno 2014.

    CATANIA

    Nelle mani di chi lotta

    Ieri al primo vertice ufficiale società-staff tecnico
    dettate le linee guida per una stagione di riscatto

    Il progetto. Dopo la delusione
    dello scorso anno, con un
    rendimento atletico non brillante,
    ci sarà grande attenzione sin
    dall’inizio della preparazione. E guai
    ad affrontare con presunzione la B

    ANDREA LODATO

    Che cosa si saranno detti ieri quelli del
    Catania al primo vero vertice ad alto livello
    tra società e staff tecnico? Tante
    cose, alcune naturali, alcune scontate
    persino, molte essenziali per avviare la
    partenza del nuovo Catania. Altre, diciamo,
    un po’ più riservate, cioè rimaste
    circoscritte a quella stanza, a quelle
    orecchie, a quei soggetti che a vario titolo
    si sono intestati questa battaglia del
    riscatto. La società, il presidente Pulvirenti,
    l’amministratore delegato Cosentino
    ma anche tutti gli uomini dello
    staff, l’allenatore Maurizio Pellegrino e
    Giampiero Ventrone, il nuovo preparatore
    atletico e coordinatore di tutto questo
    settore nevralgico.
    Che cosa si saranno detti? Per quel
    che se ne sa, oltre l’ufficialità, si è parlato
    un po’ della stagione balorda conclusa,
    anche perché Ventrone ne sapeva
    poco, ovviamente ed era importante fare
    il punto per comprendere anche la linea
    che la società e Pellegrino hanno
    scelto di seguire per la ricostruzione
    della squadra.
    Retropassaggio obbligato, rilettura
    importante perché l’anno scorso il patatrac
    è stato provocato anche da una serie
    di concause e fattori strettamente o
    direttamente legati alla preparazione
    atletica della squadra, dal ritiro ai mesi
    che sono seguiti. Mesi in cui, obiettivamente,
    sono state più le partite in cui il
    Catania ha passeggiato che quelle in cui
    ha corso.
    Scegliendo di mantenere grosso modo
    parte di quell’organico, per garantire
    una continuità legata alla qualità che
    molti giocatori avevano espresso soprattutto
    nella stagione precedente, non
    si può, però, prescindere da quell’analisi:
    perché il Catania dell’anno scorso ha
    balbettato così tanto? Che cosa serve
    per varare un gruppo che corra, che
    combatta, che sia competitivo sotto il
    profilo agonistico, muscolare, del rendimento
    atletico e non solo, come ci si augura,
    sotto l’aspetto più squisitamente
    tecnico?
    La risposta se la sono data ieri i protagonisti
    di questo primo vertice e se pure
    era abbastanza scontata, se vogliamo,
    è stato importante ripartire da parole e
    concetti chiari e da una coesione totale
    ed unità di intenti conclamata tra società
    e staff tecnico. Dunque lottare.
    Dunque massima disciplina. Dunque rigore.
    Dunque impegno costante, sette
    giorni su sette.
    Si partirà subito con questa ricetta,
    dal ritiro di Torre del Grifo. Alla squadra,
    come sempre, poche ma precise parole:
    reduce da una retrocessione dolorosa e
    beffarda, che si sarebbe potuta evitare
    con un piccolo sforzo e un’applicazione
    diversa cominciando a fare sul serio
    qualche settimana prima, guai adesso a
    chi non recepisce il messaggio.
    Serve un gruppo che sappia coniugare
    ogni giorno ed in ogni momento il
    verbo lottare, affiancando il concetto di
    soffrire, condito da rabbia e coraggio.
    Non è pensabile distrarsi un solo istante,
    inimmaginabile partire per questo
    campionato di Serie B con la presunzione
    della squadra da battere. Come ha
    detto Maurizio Pellegrino, anzi, essere la
    squadra da battere renderà tutto molto
    più difficile e chiederà un impegno al
    quadrato, forse anche al cubo. Per non
    sbagliare.
    Ecco che cosa si sarebbero detti ieri in
    quel vertice gli uomini che devono far
    decollare il progetto di riscatto. Ed ecco
    quello che diranno alla squadra. L’anno
    scorso qualcuno non ha offerto il rendimento
    che avrebbe potuto e dovuto,
    probabilmente anche perché l’approccio
    al campionato è stato falsato da quel
    maledetto ottavo posto che ha fatto
    sbandare tutti. Ora bisognerà ben evitare
    che una quota di presunzione da
    squadra appena retrocessa faccia correre
    il rischio di un errore analogo. Che, diciamolo
    subito, sarebbe pericoloso se
    non fatale nel rapporto che la squadra
    deve ripristinare con l’ambiente.
    Nessun tifoso si aspetta una semplice
    passeggiata in B ed il ritorno automatico
    in A. Tutti sanno quanto sarà difficile,
    ma nessuno accetterebbe una falsa
    partenza, terreno perduto per superficialità,
    distrazione, presunzione, arroganza.
    Catania nelle mani di chi lotta. Abbiamo
    scelto una foto emblematica del capitano
    di lungo corso, Mariano Izco, per
    sintetizzare il senso di un appello e di
    una filosofia. Izco che non ha mai mollato,
    anche quando giocava in condizioni
    fisiche approssimative. Un modello,
    tanto per essere chiari. E anche l’unico
    modello per aggredire subito il campionato
    e spiegare come stanno le cose.

  72. Ip Address: 212.14.141.175

    Buona giornata a tutti.
    Ultime notizie calciomercato relative al Catania.
    1) Bergessio valutato dalla Società 5 milioni di euro. Mi sembra troppo poco. non si faccia lo stesso errore fatto con Gomez.
    2) Il Verona vuol confermare e tenersi Martinho.
    3) Barrientos è quasi sicuro che tornerà al San Lorenzo (si parla di prestito).

  73. Ip Address: 95.235.41.183

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore rossazzurro ciao giorgio Stampa: Prima la riunione, Sabato il colpaccio?
    Il Catania può arrivare a Piovaccari, ci proverà già Sabato. Classe 1984, l’attaccante è reduce dall’esperienza con la Steaua Bucarest. A Torre del Grifo intanto, fianco a fianco col nuovo preparatore atletico, Ventrone, si lavora al ritiro che prenderà il via nei primi giorni di Luglio.

  74. Ip Address: 95.235.41.183

    Il Sabato del Colpaccio (La Sicilia Web)

    Cosentino nel fine settimana a Milano per rinforzare l’attacco del Catania: il nome giusto potrebbe essere Piovaccari, a segno nella scorsa stagione in Champions League. Ventrone impressiona subito tutti

  75. Ip Address: 91.253.142.168

    Buongiorno a tutta a cumacca, secondo me arriverà qualcuno che non abbiamo mai citato stare ma vedere

  76. Ip Address: 212.14.141.175

    La Gazzetta dello Sport riporta di un interesse del Catania per Marco Fossati
    (centrocampista classe 92) del Milan – nazionale under 21, reduce da un ottimo campionato col Bari.

  77. Ip Address: 212.14.141.175

    Domanda: Quante squadre di serie A e Serie B ecc. sono in regola col bilancio?
    La federazione dovrebbe dire in anticipo di eventuali esclusioni e non aspettare l’ultimo momento.
    Dico questo perchè si parla di cessioni di società- subentri ecc.

  78. Ip Address: 82.145.211.79

    Buongiorno a tutti pari!!!

    PALERMO, dopo Lodi è caccia aperta ad altri
    due top del Catania
    12.06.2014 12:35 di Redazione ITA Sport
    Press Twitter: @ItaSportPress
    Se si concretizzasse sarebbe un vero scippo. Il
    Palermo vuole rinforzare la squadra
    sottraendo al Catania tre top players. Dopo
    aver messo (da lungo tempo) nel mirino Lodi
    e avere ottenuto anche l’ok dal giocatore, la
    società di Viale del Fante, secondo quanto
    riporta oggi il Corriere dello Sport, starebbe
    pensando a prelevare anche l’attaccante
    Gonzalo Bergessio e il difensore Nicolas
    Spolli. Questi ultimi due però non sono
    convinti del trasferimento nella parte opposta
    della Sicilia anche se un aumento di ingaggio
    potrebbe far cambiare idea.

  79. Ip Address: 82.145.211.79

    Alberto, alla lega gli conviene perché sono già stati chiari, non ripescheranno nessuno per il motivo che vogliono ridurre le squadre sia in A è B!!!!!

  80. Ip Address: 82.145.211.79

    CHIEVO: per la difesa piacciono Gyomber e
    Bellusci

  81. Ip Address: 2.156.10.146

    Per Gyomber ci vogliono 10 milioni di euro detto da Cosentino non credo che il Chievo possa fare un’ investimento del genere, poi questo sono solo chiacchiere per riempire i giornali

  82. Ip Address: 151.74.175.163

    Beh per dirla tutta non mi piace che non esista una lista di incedibili, non mi piace che finora solo chiacchiere e intenzioni sulla carta, non mi piacciono le mille destinazioni a cui i nostri migliori sembrano accostarsi ogni giorno a una nuova squadra.
    I nostri giocatori sono scesi in B con la squadra, evidentemente sono retrocessi anche loro, ed è giusto che loro, principali artefici della debacle e del declassamento, vengano confermati dando così loro la possibilità di riscattarsi.
    Bergessio in B potrebbe fare 15 – 20 gol, lo abbiamo in casa, sa segnare e vuole restare, perché dobbiamo darlo via?
    Perché cercare un altro attaccante quando lo abbiamo in casa?
    Hernandez ha dimostrato questo a Palermo quest’anno.
    Ecco questo è solo uno dei punti che mi lascia un po’ così….
    Ma è giusto attendere e poi cercare di capire le intenzioni, il Palermo ha confermato, come fece la Juve a suo tempo, che l’intelaiatura di A NON VA TOCCATA…..
    Sapremo fare altrettanto?

  83. Ip Address: 109.113.33.117

    Bravo Perplesso. Stamani ho fatto un commento simile al tuo (n*70). Poi se Per Zamparini 15 milioni di euro per Hernandez non bastano, fatemi capire chi è’ colui del Catania che può aver fatto una valutazione di 5 mil di euro per Bergessio. Poi adesso il Chievo vuole gyomberg e Bellusci ma a quanto? Ci vogliamo regalare questi due difensori pure a Loro? Per piovaccari, continua anche la lotta serrata tra Lazio e Torino ergo dedicarsi che…… Cambiamo obiettivo. È se non fosse Cacia? Sembra che voglia lasciare la sua attuale squadra ma, vedremo, intanto fra poco ci vedremo il Brasile in Tv.
    Buona serata mondiale a tutti

  84. Ip Address: 94.160.184.34

    TuttoCalcioCatania.net
    Calcio Catania Calciomercato NEWS FAN ZONE Multimedia CHI SIAMO Wallpaper Links SPECIALE DERBY
    CATANIA, IL PROGETTO DI RILANCIO HA INIZIO: ora riconquistare i tifosi

    12-06-2014

    ORE 20.53 – Autore: Livio Giannotta

    Archiviata la disastrosa stagione 2013/2014 il Catania è immediatamente concentrato su presente e futuro. Si riparte dalla Serie B, categoria che nemmeno il più pessimista dei tifosi pensava di disputare alla vigilia del campionato recentemente concluso. Giusto così per quanto evidenziato in questi mesi, troppi errori commessi a livello tecnico, societario e di squadra. Retrocedere significa farsi un bel bagno di umiltà comprendendo fino in fondo gli sbagli e lavorando per restituire il sorriso a quei tanti tifosi etnei che non meritavano un epilogo simile. Catania è una piazza importante e rimane una realtà consolidata nel panorama calcistico nazionale anche nonostante la retrocessione. Strutture d’allenamento all’avanguardia, progetto di realizzazione di uno stadio moderno e funzionale, bilancio economico sano, sguardo verso modelli europei efficienti e ben strutturati sono elementi necessari per gettare le basi in un’ottica migliorativa del percorso di sviluppo. Il Catania lavora in questo senso, non si è fatto minimamente scalfire dalla retrocessione e punta ad allestire un organico pronto a disputare subito un campionato di vertice.

    Obiettivo riportare Catania in Serie A nel brevissimo periodo avviando un progetto orientato al progressivo innalzamento del livello di competitività della squadra fino alla scalata verso l’Europa nel giro di pochi anni. C’è tanta voglia di trasformare le critiche più che legittime dei tifosi in applausi scroscianti che consentano al Catania di riappropriarsi dell’amore totale del popolo rossoazzurro. Per raggiungere lo scopo esiste solo un modo: vincere e convincere nella prossima stagione, tornare a macinare gioco e risultati. Le premesse ci sono, la società ha umilmente ammesso di avere sbagliato ma adesso i tifosi si aspettano fatti, non parole. Gli stessi fatti che non cancellano il lavoro proficuo svolto in questi anni, eccezion fatta per la passata stagione che passerà alla storia come una delle più negative dell’era Pulvirenti. Ci sarà da lottare, da soffrire per l’immediato ritorno in Serie A. La voglia di rivalsa del Catania può fare la differenza con diversi giocatori dell’organico attuale che hanno manifestato l’intenzione di dare il proprio contributo per il rilancio rossoazzurro. Nessuna smobilitazione perché in molti hanno capito che c’è un onore da difendere e una missione da compiere: riconquistare sul campo il massimo rispetto dei tifosi. (TuttoCalcioCatania)

  85. Ip Address: 94.160.184.34

    Nel frattempo il Bologna non neanche i soldi per poter iscriversi nel campionato di B

  86. Ip Address: 94.160.184.34

    Buonanotte a tutti tifosi rossazzurri

  87. Ip Address: 80.183.91.226

    Buonasera raga’!

    La Croazia e’ forte e il Brasile ha qualcosa in piu’ e’ cioe’ la fantasia, loro credono di essere super giocatori ma come al solito perdono sempre per colpa della difesa.

    Notte a tutti!

  88. Ip Address: 151.74.175.163

    Prima vaccata fatta, a favore dei padroni di casa.
    Incredibile il rigore, sceneggiata tra l’altro fatta male.
    O incapacità dell’arbitro o c’è dell’altro.
    Mah.

  89. Ip Address: 151.74.175.163

    Brasile lontano parente del Brasile di un tempo, carenza di talenti anche li.

  90. Ip Address: 82.145.218.214

    Buongiorno a tutti pari!!

  91. Ip Address: 82.145.218.214

    Mexxican perfavore non diciamo fesserie, Gyomber dove lo vedi il valore di 10mln?? Dai siamo seri!!!! Cosentino stesso valuta a partire di 2,5mln.

    Perplesso il problema è che non vuole rimanere nessuno in B!!! Quelle solo parole di circostanza sono.
    I procuratori stanno lavorando più della società per portarli via da Catania e onestamente controvoglia non è la migliore scelta. E poi bisogna guardare pure alle nuove regole della B per non fare degli errori che possono costare caro in un campionato così lungo……

  92. Ip Address: 82.145.218.214

    MERCATO: Catania, c’è un ostacolo per
    arrivare a Piovaccari
    12-06-2014
    ORE 18.56
    Radio mercato accosta con sempre maggiore
    insistenza Federico Piovaccari al Catania.
    L’attaccante fa parte dell’elenco di giocatori
    graditi alla società etnea ma intavolare una
    trattativa con la Sampdoria non è così
    semplice. I blucerchiati sono ben disposti a
    cedere il cartellino. Quest’anno Piovaccari si è
    trasferito allo Steaua Bucarest a titolo
    temporaneo con la Samp impegnatasi a
    pagare gran parte dello stipendio percepito
    dal diretto interessato (500mila dei 700
    complessivi). In caso di trasferimento a
    Catania il calciatore dovrebbe ridursi
    sensibilmente l’ingaggio adeguandosi ai
    parametri della Serie B. Altrimenti la Samp
    potrebbe venire in soccorso degli etnei
    rinnovando il contratto in scadenza per poi
    cedere Piovaccari in prestito sostenendo
    economicamente il Catania. I doriani, però,
    preferirebbero liberarsi del contratto oneroso
    cedendo l’attaccante a titolo definitivo.

  93. Ip Address: 82.145.218.214

    A un altra cosa, c’è il problema maxi Lopez che purtroppo sarà un grosso macigno da togliere!!!!!

  94. Ip Address: 82.145.218.214

    Multimedia CHI SIAMO Wallpaper Links
    SPECIALE DERBY
    GIANLUCA DI MARZIO: “Chrapek, firmato
    quadriennale col Catania”
    12-06-2014
    ORE 18.43
    Il noto esperto di calciomercato Gianluca Di
    Marzio rivela che il duttile centrocampista
    polacco Michal Chrapek ha sostenuto questa
    mattina le visite mediche di rito a Torre del
    Grifo e firmato il suo nuovo contratto col club
    etneo. Il giocatore proviene dal Wisla Cracovia
    e si lega al Catania per i prossimi quattro
    anni. (

  95. Ip Address: 95.250.106.67

    ciao a tutti ragazzi,siamo solo alla prima partita e già succede il finimondo…protagonisti?l’arbitro e forse qualc’un altro di cui però non si sa nulla…. 😀 😆

    Mondiale, Brasile-Croazia, Kovac infuriato: “Rigore Fred? Una vergogna”
    La rabbia del c.t. dopo la sconfitta: “Non è calcio, diamoci al basket. Non siamo stati rispettati: se questo è il Mondiale, meglio andare a casa”

    La polemica è scoppiata in tutto il mondo non appena l’arbitro giapponese Nishimura ha fischiato il rigore dopo la caduta di Fred: il Mondiale non è partito nel migliore dei modi. Tutti a gridare allo scandalo. Contro il direttore di gara e il Brasile. Che lo facesse anche Niko Kovac, il c.t. della Croazia, era inevitabile: “Una vergogna”.

    KOVAC — Il c.t. ostenta una certa calma davanti alla tv: “Abbiamo fatto un’ottima impressione, mi tolgo il cappello davanti ai ragazzi. È un onore allenarli”. Poi si sfoga, senza mai alzare i toni: “Se quello è rigore, non possiamo più giocare a calcio. Piuttosto diamoci al basket. È una vergogna. Parliamo di rispetto e noi non siamo stati rispettati. Se questo è il modo per cominciare il Mondiale, meglio mollare e andare a casa”.

    BRASILIANI — Umore diverso, chiaramente, in casa Seleçao: “Un debutto migliore di quello che potevo sognare. Speravo nella vittoria ma la doppietta mi dà una grande felicità”. Oscar si dice “molto felice” anche se aggiunge che “la squadra dovrà prestare più attenzione alle azioni difensive”, mentre David Luiz ricorda che i verdeoro “dovranno affrontare partite difficili come quella di oggi”. Da ultimo Marcelo, autore dello sfortunato autogol: “Fa piacere li sostegno dei miei compagni, ero tranquillo perché sapevo che se mi fossi buttato giù sarei stato ancora più dannoso per la mia squadra”.

  96. Ip Address: 95.246.45.50

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore rossazzurro la societa’ parla di una pronta risalita e di europa league inportante non fare come i politici solo belle parole e risultati nisba forzacatania sempre solo la maglia 😉 😉

  97. Ip Address: 109.113.33.117

    Matteocifalotu, non capisco: fai il gioco di Cosentino? Sarà pur vero che potrebbero essere esagerati 10 mil. Di euro x Gyomberg, ma di certo Bergessio non vale 5 mil.. Certo, per te che come me diamo il giusto peso ai quattrini, così dovrebbe essere. Purtroppo, però nel mercato del pallone non è così. Guardati attorno e vedi le valutazioni che ci sono in giro. Pertanto, considerato che Gyomberg e’ un giovane che può solo crescere, l’offerta alla fine non è esagerata (magari come asta di partenza e poi andiamo a vedere chi realmente e’ intenzionato). Hai visto la valutazione di Zamparini su Hernandes? 19 mil. Di euro. Per quindici non lo da.

  98. Ip Address: 95.246.45.50

    Stampa: Lodi resta; per il resto? Bisogna chiudere in fretta!
    Lodi non andrà via, il suo futuro è in rossazzurro. La rassegna stampa quotidiana riafferma la volontà del giocatore di vestire ancora la maglia del Catania nella stagione che dovrà esser quella del riscatto. Punto due, serve l’attaccante, che sia un bomber di razza. I nomi ci sono, bisogna però chiudere in fretta.

  99. Ip Address: 95.246.45.50

    Catania, conferme per Rolin e Spolli Gyomber resta? (La Sicilia 12 Giugno 2014)

    La società in questa fase si sta concentrando sul capitolo delle conferme. E valuta la posizione dei giocatori che potrebbero essere lo zoccolo duro

    “La telenovela Lodi Né Milan, né Palermo Futuro in rossazzurro

    “Obiettivo conferme. Al di là delle comproprietà da risolvere, dei prestiti da valutare, il Catania guarda con priorità assoluta ai calciatori motivati che vorrebbero tentare la risalita dalla Serie B. Gente molto fidata, che si possa anche sposare tecnicamente con le idee di Maurizio Pellegrino e con la filosofia della società. In questo senso, in cima alla lista dei… candidati c’è ovviamente Nicolas Spolli, attualmente in Argentina per le vacanze. Spolli, prima di andare via, aveva manifestato l’intenzione di rimanere. Ci sono condizioni da valutare. Quelle fisiche, innanzitutto, visto che il giocatore, non più ragazzino, ha concluso la stagione in infermeria. Ma da qui all’inizio della preparazione, miglioramenti ce ne saranno, anche perché Nicolas si sta anche curando a casa, con un programma da seguire. C’è pure la condizione, essenziale, di trovare una squadra che possa battagliare in cima alla graduatoria. E, qui, non sembrano esserci dubbi, perché il Catania vuole risalire e riconquistare quella Serie A persa in maniera balorda. A proposito dei centrali, altri due calciatori su cui la società sembra puntare, e non solo perché di proprietà, sono Alexis Rolin e Norbert Gyomber. Le indiscrezioni di mercato abbondano. Per Rolin si è addirittura arrivati ad accostarlo alla Roma, per Gyomber s’era anche parlato di Udinese. In realtà, il Catania sembra averli bloccati e in questa prima fase del mercato, prima dell’apertura ufficiale, al di là delle voci, la certezza è che i due cominceranno il ritiro. Se, poi, dovessero arrivare offerte di fronte alle quali non si potrà rinunciare, allora i dirigenti si muoveranno di conseguenza. Partire con alcune certezze è uno degli obiettivi di cui ha sempre discusso Pellegrino, con l’avallo della società. Risulta fondamentale ripartire da conferme che possano dare una spinta all’ossatura della squadra. Conferme di uomini guida di cui fidarsi nonostante la retrocessione. Chi si lega a una maglia e contribuisce al fallimento di una stagione, non è detto che non possa risalire e consumare sul campo una rivalsa sportiva in piena regola. Spolli, Rolin, Gyomber potrebbero rappresentare l’ossatura della difesa. Legrottaglie sarà lontano dai campi di gioco, almeno da Catania, da valutare Bellusci, che ha estimatori in casa Genoa, ma anche dall’altra parte del… fiume, cioè nella Sampdoria. Ancora la difesa: Peruzzi andrà via, il suo mercato comincerà presto, ma non subito: dopo i Mondiali. Biraghi dovrebbe tornare al Cittadella, mentre Monzon è in bilico tra conferme e cessione, magari in Argentina, dove continua ad avere estimatori. E dall’Argentina continuano a pressare per Barrientos. Il San Lorenzo, in particolare, è pronto a sferrare un attacco decisivo a giorni per assicurarsi la fantasia del Pitu. Un altro elemento gettonatissimo, in Patria, è Bergessio, che però preferirebbe rimanere in Italia, in una squadra di Serie A non necessariamente di prima fascia. Perché, giusto per fare un esempio, nella Roma non avrebbe lo spazio che spera di conquistarsi. Avanzando a centrocampo, tutte le voci sono concentrati su Lodi e su Rinaudo. L’argentino è ancora al centro di discussioni relative al possibile riscatto del ragazzo entrato nei 30 che hanno sostenuto il pre ritiro prima del Mondiale. Una trattativa che andrà avanti a piccoli passi, ma che non è ancora definita. Lodi, invece, è in comproprietà tra Genoa e Catania: è quasi certo che Lodi possa tornare alla base e, dunque, mettersi a disposizione di Pellegrino che ha stima del centrocampista e vorrebbe metterlo al centro del gioco.

  100. Ip Address: 95.246.45.50

    Cataniamania: bisogna ‘chiudere’ in fretta (Calciomercato.com)

    “In B è così, tutto il contrario della Serie A, prima bisogna pensare a far goal e poi a non prenderne. E’ chiaro che ci vuole sempre e comunque un minimo di equilibrio, ma nel pacchetto arretrato il Catania sembra comunque avere le possibilità di presentarsi con un duo di grande qualità. Al momento quindi è giusto puntare tutto sull’attacco e i nomi di Calaiò e Piovaccari stanno davvero infiammando le chiacchierate tra i tifosi rossazzurri. Sembra tutto vero, addirittura per Calaiò sarebbe già fatta da settimane, e in tal caso la prima pietra posta sarebbe già di grandissima qualità. E’ chiaro poi che anche Piovaccari permetterebbe a tutti di far dormire sonni tranquilli, ma pare che arrivare all’attaccante della Steaua sia un pò più dura. Chiaramente nulla è impossibile e sembra proprio che nelle prossime ore Pablo Cosentino farà un vero e proprio assalto, per cercare di portarlo immediatamente al Catania. L’intenzione è giusta, perchè non bisogna perdere un attimo. Anzi, si deve proprio giocare d’anticipo e cercare di chiudere al più presto le trattative che possono risultare determinanti per diventare subito competitivi, ponendo le basi per un campionato d’alta classifica. Non si può perdere tempo o attendere che si sblocchino per inerzia come magari si è sperato invano nello scorso mercato di gennaio. Bisogna far tesoro degli errori commessi, ma sicuramente questo è un processo che appare già in atto. Ricordarlo però non guasta, un consiglio per il bene dei colori che si amano non fa mai male.

  101. Ip Address: 87.16.3.245

    Buongiorno raga’!

    Ciao angelo, Perplesso (mattiniere), Catanese a Napoli, matteocifalotu e elefante rossoazzurro! 😉

    Stamattina giornata di sole con caldo quasi infernale.

    Che dire del rigore regalato al Brasile, tutto il mondo e’ paese!

    Buona giornata a tutti!

  102. Ip Address: 91.253.218.76

    Buongiorno a tutta cumacca

  103. Ip Address: 87.16.3.245

    UFFICIALE- CATANIA, ecco Chrapek

  104. Ip Address: 87.16.3.245

    Ciao Mexxican! 😉

    E’ sono due cioe’ Chrapek e Leto diciamo quelli sicuri di giocare.

    Michal Chrapek al Catania: trasferimento a titolo definitivo
    Diego Caniggia illustra le caratteristiche di Chrapek: “È un interno di centrocampo che abbina qualità e quantità, ha una buona visione di gioco e può crescere moltissimo”.

    Dati di Nascita: 03/apr/1992 in Jaworzno Polonia
    Età: 22
    Nazionalità: Polacca
    Altezza: 1,78 m
    Nella Squadra Dal: 01/lug/2009

    RUOLO naturale:
    Centrale
    ALTRI Ruoli:
    Mediano
    Trequartista

    14/15 01/lug/2014 Wisla Cracovia Polonia Calcio Catania Italia 650 mille €
    Riscatto 1,40 mln €

  105. Ip Address: 82.145.217.188

    Catanese a Napoli io mo riferivo a Gyomber, 10 mln non esiste, non esageriamo, non ha giocato costantemente!!! Per me la valutazione e giusta sui 2,5mln.
    Su bergessio sono d’accordo come dici tu 5mln sono pochi………
    Invece quello che hai scritto su hernandez non sono d’accordo, li vale 17 mln perché a vinto con la nazionale u20-21 e nell’ultima confederation cup se non ricordo male ha fatto 5gol di cui 3 in una sola partita a un curriculum di tutto rispetto per la sua giovane età!!!!!

  106. Ip Address: 82.145.217.188

    Ciao Giorgio, mi sa che sono 3 Rinaudo e stato rinnovato il prestito ancora per una stagione!!!!

  107. Ip Address: 82.145.217.188

    CATANIA, idea Maicon per la difesa
    13.06.2014 11:32 di Andrea Carlino Twitter: @
    acarlino85
    Il Catania è sempre più attivo sul mercato.
    Dopo aver chiuso per il centrocampista
    polacco Chrapek dal Wisla Cracovia cerca un
    rinforzo per la difesa. L’ultima idea, come
    riporta la Gazzetta dello Sport, riguarda il
    terzino brasiliano Maicon (classe ’93) della
    Reggina, omonimo del calciatore connazionale
    della Roma e della nazionale brasilana.
    Maicon può giocare sia da esterno nel 3-5-2
    che da ala destra nel 4-1-4-1, con gran
    contributo sia in termini atletici che tecnici.

  108. Ip Address: 95.246.45.50

    CATANIA – Le prime parole del centrocampista polacco, Michal Chrapek, da rossazzurro. Il giovane nuovo acquisto parla al sito ufficiale del club, calciocatania.it

    “Sono molto contento di essere qui e sono consapevole di avere una straordinaria opportunità per diventare un giocatore migliore. Spero di dare un contributo importante per tornare in Serie A e sono convinto di poter riuscire ad affermarmi in Italia. Lavoreremo in uno splendido Centro Sportivo: una struttura come Torre del Grifo Village è davvero preziosa, per la crescita di un calciatore. In questi giorni ho già conosciuto il Presidente, l’Amministratore Delegato, i dirigenti, mister Pellegrino ed il professor Ventrone: ho notato massima disponibilità e piena fiducia da parte di tutti e li ringrazio, non vedo l’ora di cominciare ad allenarmi con i miei nuovi compagni”.

  109. Ip Address: 87.16.3.245

    Ciao Catanese a Napoli ( mattiniero anche tu) e matteocifalotu ( non ho nessuna fonte ufficiale riguarda a Rinaudo e mi piacerebbe che rimanesse senza fare troppi falli)! 😉

    E sono tre!!!

    Risoluzione degli accordi di partecipazione: Lodi è del Catania, Tachtsidis del Genoa!!

  110. Ip Address: 87.16.3.245

    Tachtsidis non ha avuto nessuna gratitudine per noi tifosi, magari aveva ragione negli scarsi allenamenti che faceva nel Catania e si e’ visto.

    Io vi dico meglio un “vecchietto” come Lodi che lui.

    In futuro, magari se cambia la testa, potrebbe diventare un bravo giocatore.

  111. Ip Address: 87.16.3.245

    Salve raga’!

    Dal 31 gennaio 2014 risulta dal sito legaseriea.it preso un giocatore.

    Definitivo Catania: depositato contratto di Juan Manuel Ramos

    Dal Montevideo Wanderers, club uruguaiano. Si tratta di un giovane centrocampista classe ’93.

    Lo sapevate?
    Io no! 😯

  112. Ip Address: 91.252.43.44

    Ciao Matteocifalotu ,ricordati che la valutazione di un calciatore non la facciamo né io è ne tu ma i procuratori noi riportiamo solo quello che leggiamo .A D Cosentino sa il fatto suo e quindi……,..,,

  113. Ip Address: 82.145.210.71

    Ciao mexxican, infatti cosentino a valutato Gyomber 2,5 mln e non 10mln!!! Dove hai letto che Cosentino ha fatto sta valutazione??

  114. Ip Address: 91.252.69.44

    L’ho letto A pagina 233 di televideo Rai non ricordo la data , mi ricordo soltanto che era subito dopo l’amichevole giocata con la sua nazionale e si parlava 10 mln vero o non vero non lo so

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu