Paura di vincere

 Scritto da il 30 dicembre 2016 alle 19:52
Dic 302016
 

Dopo le meritate sberle stabiesi condite di sberleffi al peperoncino, ci aspettavamo una grande prova di carattere da parte della nostra squadra impegnata, classifica alla mano, a dare il meglio di se contro una compagine ostica, coriacea ma non irresistibile ed ampiamente alla portata dei rossazzurri sia dal punto di vista dei valori in rosa che per il fattore campo.

Il team era chiamato a voltare pagina dopo la batosta del giovedì precedente sia per continuare la risalita in classifica che per   godere e far godere a chi ha a cuore le sorti della squadra etnea un capodanno sereno in attesa di radio mercato e delle notizie che per tutto  il lungo mese di gennaio ci accompagneranno.

Nulla di tutto questo. Scesi in campo in emergenza per via di assenze di rilievo a cominciare dal capitano Biagianti, del centrale Gil e del suo sostituto Bastrini come anche di Nava, mister Rigoli ha  proposto un inedito Mbodj accanto a Bergamelli e, travestitosi da  veterano, ha sfoggiato interventi di pregio pur alla prima da titolare in campionato, dimostrando, come se ce ne fosse bisogno, la garanzia sulle qualità di Bergamelli che riesce a fornire  sontuose prestazioni  individuali ma anche sicurezza a tutto ll reparto e che la sua assenza rende non solo più debole, ma psicologicamente più vulnerabile, Castellammare di Stabia docet. Mi auguro che le tarantelle connesse con il suo rinnovo si risolvano nel modo migliore e che il  nostro Direttore non si faccia scappare questa pedina determinante puntando su  alternative che potrebbero essere solo delle scommesse non confortate poi da prestazioni e risultati. La proprietà Finaria, bontà sua, ha fatto sapere che finanzierà la campagna di rafforzamento: che lo inizi a fare puntellando gli elementi in rosa che hanno sino ad ora dimostrato carattere, impegno e professionalità.

Non dobbiamo essere noi a dare indicazioni al direttore in merito a quei settori che necessitano di interventi: troppo navigato e competente il dirigente rossazzurro per non sapere cosa manca a questo Catania partito sulla carta con uno degli attacchi più micidiali della categoria ma apparso alla prova dei fatti evanescente sottoporta. Troppe occasioni gettate al vento, troppi legni colpiti quasi a superare i gol siglati , troppe le non conclusioni a rete per chiamare solo la sfortuna sul banco degli imputati delle interviste post partita, quasi ripetitive, identiche cantilene che ci sciroppiamo da quattro anni da giocatori sempre diversi e da tecnici sempre differenti. Diamo il giusto merito a Lo Monaco di essere riuscito in poco tempo a creare una rosa competitiva per la categoria anche se la scelta del tecnico non sembra la migliore per quello che ha potuto mostrare sul campo malgrado gli uomini a disposizione che appaiono, in certi casi, non adatti al suo modulo preferito, quel 4-3-3 che diventa inutile se privo di un ariete d’area che raccolga i cross dalle fasce.

Anche ieri, come a Castellammare, non riusciamo a capacitarci di come non abbia avvertito la necessità di anticipare dei cambi, specialmente a centrocampo, reso debole dall’ottima impostazione tattica avversaria. Fare i cambi dall’ottantesimo minuto dopo essere stati alla mercé degli avversari e solo dopo che essi si sono ritrovati in 10 dimostra poca attitudine a cercare la vittoria ed esalta il suo principio del primo non prenderle. Obiettivo questo giusto e lecito per una squadra che si approccia ad un campionato con intenzioni di salvare la categoria e non da società che non fa mistero di ambire ai play off per la promozione in serie B.

Anche la scelta dei titolari schierati di volta in volta in partita non ha riscosso pienamente il plauso dagli spalti, così come il non aver schierato in frangenti dei match uomini che per caratteristiche potevano essere ampiamente utili per non alterare Il tanto suo decantato equilibrio tattico che appare  più un decotto annacquato dopo le ultime prestazioni e non solo. Dispiace essere duri con un uomo che merita rispetto e sicuramente grande professionista e tecnico di qualità, ma anche allenatori di prima fascia in campo europeo  hanno steccato cambiando Società, non ultimo Benitez a Napoli o Mancini all’Inter. Probabilmente per il gioco che ha proposto, quello delle ripartenze micidiali in contropiede, può fare grandi fortune in club che aspirino a salvezze tranquille e che non dispongano di rose importanti, ma allenare una squadra che fino a quattro anni fa dava filo da torcere a team di primo livello non è la stessa cosa.

Qui chi viene deve sapere che i tifosi hanno ancora nelle narici le essenze che emanano gli stadi di serie A dove i tornelli sono di obbligo, le immagini arrivano nitide e chiare e i riscaldamenti pre partita non vengono infastiditi da supporter che scavalcano le scarne protezioni nell’indifferenza generale. Chi viene a Catania sappia che li si deve tornare: in serie A e presto, in fretta perché la retrocessione dalla serie maggiore ci ha colto di sorpresa solo all’ultima di campionato pur avendo vinto in esterna grazie a un contemporaneo generoso pareggio di altra pericolante. In B ci ritrovammo catapultati e resi partecipi vittime di mal di pancia che la società non seppe gestire  o meglio la sua cura a campionato finito e salvi sui campi servi a farci trovare retrocessi e quasi radiati. Ecco perché adesso miriamo oltre la salvezza e pretendiamo di tornare dove eravamo. Che si faccia in fretta,  la pazienza dura da quattro lunghe stagioni.

Basta con la salvezza risicata all’ultima giornata; occorre acquisire mentalità vincente e per prima deve acquisirla la società stessa affidando la rosa ad un tecnico che ce l’abbia nel suo dna. Le vittorie ti portano tre punti e i pareggi  equivalgono a mezza sconfitta. Basta con le paure di perdere: vogliamo che si giochi a testa alta su tutti i campi e solo per la vittoria.

Auguri e Felice Anno Nuovo a tutti.

  25 Commenti per “Paura di vincere”

  1. Ip Address: 181.224.129.12

    Buonasera a tutti…
    Anche con nuovi giocatori, per fare il salto di qualità bisogna cambiare l’allenatore.
    Auguro a tutti un buon anno…

  2. Ip Address: 87.30.123.18

    Un Grazie sempre alla redazione che ci da la possibilità di esprimere le nostre considerazioni valutazioni, speriamo 🤞 in un 2017 migliore così non si può più continuare

  3. Ip Address: 151.43.57.243

    Mi unisco anche io nel ringraziare la Redazione che ci dà lo spazio per esprimere le proprie opinioni liberamente ed,oserei dire, appassionatamente! Siamo attaccati alla nostra squadra e perciò ,in questo momento , siamo molto critici e soffriamo nel vedere che le nostre speranze di risalire in classifica si vanificano! Tutti siamo d’ accordo che con l’ attuale allenatore non si riuscirà a fare di meglio ! Si spera ,a questo punto,che il nuovo anno possa portare chi di dovere a compiere quelle riflessioni che permetterebbero un sostanziale miglioramento della situazione che comincia a diventare insostenibile !

  4. Ip Address: 79.56.150.77

    Si siamo stAnchi e delusi dalla prestazione di ieri. L’allenatore ha suonato la carica troppo tardi e non si vincono così le partite e se queste non si vincono non si fanno i punti e senza punti non si sale ma si scende. Ma come è’ possibile che non si faccia un tiro in porta anche da fuori area . Siamo stati sopraffatti fino sll’espuldione salvo qualche contropiede dando l’impressione che la squadra di casa fosse l’Andria. In po più di coraggio. Senza di quello la risalita sarà non difficile ma impossibile. Buona fine e buon 2017 a tutti iniziando dalla direzione

  5. Ip Address: 5.90.181.18

    Ci vogliono almeno 2 giocatori come si deve e un allenatore valido fare con questa squadra i playoff al 10 posto non serve a nulla,speriamo che la società si sbrighi a prendere decisioni valide pena se no finire come l’anno scorso carusi rigoli non è cosa.buon anno ai tifosi rosso 💙

  6. Ip Address: 2001:0b07:645a:c57c:3c18:500a:f33d:6749

    Auguri di Buon Anno a tutti voi cari amici, alla Redazione ed in particolare ai Famigliari del nostro GRANDE Giorgio

  7. Ip Address: 5.169.32.100

    Auguri a tutti i nostri tifosi e alla redazione ❤💙Buon 2017

  8. Ip Address: 5.169.32.100

    E sempre solo un forza Catania ❤💙❤💙❤💙❤💙❤💙❤💙❤💙

  9. Ip Address: 95.239.151.202

    Auguro a tutti i frequentatori del gruppo un fantastico 2017 sperando che regali anche soddisfazioni al nostro Catania. Da radio Torre si alza la voce di una probabile firma di Marchese per ripartire alla grande. Auguriamoci che arrivi la tanto attesa punta, un vero regista, un terzino destro e un altro esterno

  10. Ip Address: 178.39.222.16

    Buon anno a tutti. La redazione non ha capito che siamo in LegaPro? Quale fantastico allenatore vorrebbe venire a Catania? E LoMonaco senza soldi non farà miracoli!
    Se arriviamo ai playoff ci proveremo….. ma niente più. Prossimo campionato sarà serie C. Pulvirenti ci sei?! Quale idea hai per il nostro Catania????????

  11. Ip Address: 2001:0b07:02ee:12bd:4c56:cfcf:1b87:a3db

    Un felice anno nuovo a tutti gli utenti di questo sito e un augurio per la nostra squadra che possa regalarci qualche soddisfazione

  12. Ip Address: 95.239.151.202

    Io spero che arrivi un allenatore che dia fiducia ai ragazzi spronandoli a vincere mediante schemi e tattiche che esaltino le qualità di ognuno di loro. Che faccia cambi al momento giusto inserendo le pedine ritenute più efficaci per trovare i tre punti, magari cambiando moduli in corsa e facendosi sentire dalla panchina. Non occorre andare lontano: ho vIsto tecnici anche nello stesso girone nostro che possiedono queste qualità ma purtroppo già sono sotto contratto . Mi augurerei un cosmi oggi a spasso anche se lui è un allenatore di altro livello calcistico. Odio gli allenatori che non fanno stimoli e non lottano per i tre punti .

  13. Ip Address: 5.169.103.151

    Giusto catanese a Napoli, ma oltre ad un nuovo allenatore, vorrei che sparisca per sempre dal calcio Catania colui che il vero artefice di questo disastro Puvvirenti

  14. Ip Address: 95.239.151.202

    Hai ragione mexxican. Lui il vero bubbone . Sarebbe bello iniziare quest’anno con una nuova proprietà che si affidi comunque a Lo Monaco. Purtroppo questa cosa a breve è un sogno e quindi dobbiamo rassegnarci e doerarebprima nel riassestamento societario e poi si vedrà

  15. Ip Address: 178.39.222.16

    Ragazzi diciamolo come stanno le cose! Nessuno vuole il Catania e Pulvirenti non vuole vendere!!!!! Dunque niente. Stiamo in legapro e sogniamo i tempi passati……..

  16. Ip Address: 151.57.138.232

    Carissimi amici,con l’arrivo del nuovo anno ,dopo qualche giornata di riflessione , oltre che porgere gli auguri più sentiti a tutti voi ed alle vostre famiglie ed alla Redazione ,cerco sempre con umiltà e serenità , di fare il punto della situazione della nostra amata Società e relativa squadra . Al momento ,e mettiamoci il cuore in pace ,ci sono due fatti che sembrano inevitabili : Resteranno ( purtroppo ) sia Pulvirenti che Rigoli. Malgrado che da diversi mesi non si scrive altro ,cioè via l’ uno e via l’ altro e di ciò siamo tutti d’accordo ,rimarrà tutto come prima ! Assodato questo fatto, io penso ,e credo che si una cosa fattibile , la società deve ,in questo mese cercare di reperire un giocatore regista ! Noi parliamo di attaccanti ,di punte. di difensori ,ma quello che serve,come il pane,è un giocatore che ,in mezzo al campo possa lanciare le punte ,registrare il gioco in attacco e in difesa! Un giocatore,inoltre ( vi ricordate Lodi.? ). che sappia tirare bene i calci piazzati ed i calci d’ angoli! Vi siete accorti che tutti i calci d’ angoli calciati , adesso ,dai nostri giocatori ,risultano sempre preda dei nostri avversari,con possibili pericolosi contropiedi ? Ed allora ,va bene qualche buona punta ,ma la squadra ha assolutamente bisogno di un giocatore dalle caratteristiche sopra dette ! Anche l’ amico Filippo ,sentito al telefono ,questi giorni la pensa allo stesso modo ! Non so se vi ho convinto ( ognuno ha ,giustamente la propria opinione ) però ,per il bene della nostra squadra, faremo bene a rassegnarci a quelle due presenze a tutti noi sgradite e sperare che il nostro Lo Monaco abbia individuato ,con la sua esperienza e con la sua competenza ,quali sono le necessità urgenti per il nostro Catania !

  17. Ip Address: 151.38.14.3

    rigoli non si tocca..lo monaco lo difende a spada tratta..dice che e un grande allenatore….ma i fatti pero’ danno semmai il contrario…la tattica messa in campo fuori casa e stata disastrosa..per non dire pietosa…ovvio che ci sono pedine da cambiare….ma adesso vediamo con gli innesti se rigoli cambia direzione..ma se i risultati non cambiano bisogna agire subito..fuori casa siamo una schiappa…lo dico spassionatamente sono anni che fuori li prendiamo in tutte le maniere..e ovvio che i commenti garibaldini non hanno sortito l’effetto sperato..e una vera e propria maledizione che attanaglia il catania un male cronico avverso…senza sconti, persino quando c’era maran fuori si perdeva, poi il crocevia dei allenatori..ma e rimasto un comportamento irresponsabile sia in tattica..sia di impegno di squadra…adesso vediamo se cambiera’ la storia….

  18. Ip Address: 87.6.143.252

    Vero zu pinu. Il bubbone esiste e ha nome e cognome e come soprannome la causa e il perdurare dei nostri guai. Concordo su chi dice chiesta è a zita. Rigoli per ora non si tocca pur avendo individuato che non spicca per capacità tattiche degne Fi una squadra che vorrebbe risalire. I giocatori scelti dalla società non sono adatti per quel suo unico modo di affrontare le partite. Cambi colpevolmente in ritardo, scarsa attitudine a cercare la vittoria a tutti i costi, confusione per le pedine da schierare in campo dimostrano che è’ un buon sllenatore per una squadra che lotta per non retrocedere. Lo vuole tenere lo Monaco? Finaria non gli dà i soldi per orenderbe un altro? Bene, allora dica chiaro e tondo che lotteremo per un campionato anonimo o al massimo per raggiungere una risicata qualificazione ai play off per poi perdere subito in esterna come le nostre recenti figuracce raccontano. Per concludere ho personalmente sentito il figlio del nostro grande e sempre presente Giorgio che ringrazia quanti di noi portano il suo papà nel cuore ed in questo periodo è’ stato vicino alla madre perché per loro è’ stato il primo Natale senza di lui

  19. Ip Address: 79.33.98.231

    Grazie cataneseanapoli per quello che ci fai sapere per il nostro grande Giorgio47,lo ricordiamo con tanto affetto,ci mancano i suoi commenti.
    Salutaci suo figlio a nome di tutti noi, e sempre forza catania 46

  20. Ip Address: 87.30.123.18

    Buongiorno a tutti ❤💙

  21. Ip Address: 62.18.101.241

    Buongiorno a tutti Calciomercato Catania: è Rolando Bianchi il sogno per l’attacco?
    Pietro Lo Monaco nel corso dell’intervista concessa due giorni fa al quotidiano La Sicilia ha ammesso di voler rafforzare il reparto avanzato con un centravanti di peso.

    Secondo TuttoMercatoWeb, il club rossazzurro avrebbe effettuato un sondaggio per Rolando Bianchi. L’attaccante del Perugia non starebbe trovando lo spazio desiderato tra le fila dei Grifoni e già nell’attuale sessione di mercato potrebbe cambiare aria.

  22. Ip Address: 79.52.235.70

    Buondì ragazzi. Sembra che la befana abbia ufficialmente portato Marchese a Catania. Le parti hanno trovato l’accordo ed adesso auguriamoci che arrivi la punta, un esterno un regista e un terzino destro

  23. Ip Address: 62.18.101.241

    Ciao catanese a Napoli praticamente tutta la a squadra

  24. Ip Address: 62.18.101.241

    Intanto pare che Vagliasindi: Catania, Bergamelli vicino al rinnovo
    Il Catania sonda il mercato alla ricerca di opportunità per rafforzare il proprio organico, ma nel frattempo deve occuparsi di risolvere alcune questioni “interne”.

    Una di queste, ve ne abbiamo parlato anche ieri, è il rinnovo contrattuale di Dario Bergamelli. Il contratto del difensore centrale scade infatti nel prossimo giugno e la dirigenza rossazzurra dovrà trovare un accordo con il giocatore se non vuole perderlo a parametro zero.

    Secondo quanto riportato dal giornalista di Repubblica Alessandro Vagliasindi, le due parti si stanno confrontando ed il rinnovo di Bergamelli sembra essere vicino.

  25. Ip Address: 87.18.139.185

    Rinnovare a Bergamelli equivarrebbe acquistare un giocatore . Dai lo Monaco fai scucire i soldi a Finaria

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu