Peggio di un pronto soccorso

 Scritto da il 8 luglio 2016 alle 22:27
Lug 082016
 

Lo-monaco10

 In questi ultimi giorni più che parlare di nuove pedine ritenute idonee a compensare le partenze dei calciatori etnei della passata sofferta stagione o per arruolare altri giocatori necessari a completare la rosa sotto il profilo tecnico e umano, siamo tutti chiamati ad ascoltare da scarni e freddi comunicati le nuove penalizzazioni  disposte per varie motivazioni alla società  di via Magenta.

Oramai Torre del Grifo sembra lontana dall’essere quella superba struttura invidiata anche da club di prima fascia, quella accademia del calcio destinata a far crescere giovani speranze offrendo loro servizi e coccole come meglio non potrebbe fare una brava mamma, ed invece indossa le sembianze di un mastodontico pronto soccorso  nei cui ambulatori  fissa punti di sutura anno dopo anno. Punti che fanno male, deturpano il corpo portando sconforto, rabbia e paura facendo  piangere anche il più stoico dei tifosi. Basta, non se ne può più.

L’ultima grana legata al caso Castro con il ricorso al consiglio federale dell’Uefa rappresenta, se ce ne fosse ancora bisogno, una ulteriore conferma delle insufficienti qualità manageriali che amministravano e gestivano la società calcistica tanto da noi amata che sa più di strafottenza che di incompetenza, di disprezzo per i nostri colori più che di amore, di presunta furbizia che acume gestorio. Sappiamo tutti a chi assegnare il cappello dell’asino ma visto che il colpevole  è assente o meglio presente in altri lidi intesi come spiagge americane e lontano dalla nostra terra e dalla nostra vista e speriamo anche dal calcio,  così quel cappello dovremmo destinarlo soltanto a colui che lo ha voluto, difeso, coccolato avallando ogni sua mossa e facendone pure altre , insane, che ci hanno condannato all’obbrobrio  collettivo e alla gogna.

O forse ce lo meritiamo noi tifosi per aver sempre creduto, perdonato, stretto in mano il nostro nuovo abbonamento convinti che quello sarebbe stato finalmente l’oggetto da tramandare ai posteri avendo accompagnato fedelmente la nostra squadra rinata verso la promozione.

Anche quest’anno il nuovo nocchiere, stavolta affidabile per competenza ed esperienza gestionale, in conferenza stampa si ritiene fiducioso che almeno 10.000 tifosi risponderanno all’appello dimenticando di come oramai sono fioche le speranze di coloro i quali dovrebbero con il loro sostegno accompagnare la squadra in ogni uscita. Si sperava in un inizio di stagione tranquillo ed in una partenza senza handicap e penalizzazioni per poter dire la nostra anche contro squadre che nel girone stanno strette come Lecce o Foggia solo per citarne alcune.

Assorbito senza traumi apparenti il punto di penalizzazione inflitto per ritardi nei pagamenti della scorsa stagione, come se chi era preposto a ricordare il giorno di scadenza non sapesse che gli impegni contrattuali vanno onorati o come  se la casa madre Finaria non supponesse che anche un giorno di ritardo avrebbe portato a  questo e che, comunque, doveva pagare e basta. Perché allora non farlo nei tempi previsti? Incuria, pressappochismo, mancanza  di liquidi o il direttore della filiale già in ferie? Questo non ci è’ dato saperlo, i tifosi destinati solo a sentire della penalizzazione dalla voce pacata di un Lo Monaco in veste di ultimo agnello sacrificale in un ara di falsi profeti.

Chi paga per questo? Anche un punto, un misero punto è importante se si vuol salire di categoria e per un punto, oltre che martin perse la cappa, si può perdere una stagione, un campionato intero.

Assorbita questa notizia ma fiduciosi nell’accorta opera del risanatore di Torre Annunziata siamo rimasti fedeli al suo appello ma veniamo nuovamente storditi e sconvolti dalla notizia di ulteriori sei , dico sei punti di penalizzazione per mancati pagamenti a favore del Racing legati alla vendita di Castro. Ma stiamo scherzando? Questa partita debitoria sta in bilancio? Perché non averla onorata allora? Non sta in bilancio? Allora è’ peggio. E quante magagne sotto il tappeto potrebbe trovare l’attuale amministratore delegato colpevole, per il troppo amore verso quella sua creatura di rischiare un infarto al giorno? Cosa chiedere di più a quest’uomo che in questo momento dovrebbe costruire la squadra della promozione diretta invece di sprecare le sue migliori energie per risolvere situazioni da altri create? Come risponderanno i tifosi a questo ulteriore schiaffo? Ritengo non abbiano altre guance da porgere ed il baricentro del proprio corpo l’anno già offerto nella stagione appena conclusa.

Adesso vogliono fatti, risultati ed in primis che le capacità del nuovo a.d. Ulteriormente messe alla prova, riescano a porre rimedio a questa  nuova  penalizzazione cancellandola prima che arrivi.

  19 Commenti per “Peggio di un pronto soccorso”

  1. Ip Address: 87.30.123.18

    Buongiorno a tuttial Club Nacional de Football
    9 luglio 2016 alle ore 00:57
    Scritto da Nicolò Marchese
    Termina una lunga telenovela in casa Catania. Infatti, è ormai ufficiale l’approdo di Alexis Rolin al club uruguaiano del Nacional. La cessiome avviene a titolo definitivo e permette agli etnei di liberarsi di un i contratto pesante oltremodo.

  2. Ip Address: 151.57.33.24

    Che cosa aggiungere a quello che ha scritto in maniera ,al solito, molto precisa l Redazione? Avete presente il famosi crescenti rossiniani? Nella musica lirica, sono famosi per il progressivo aumentare del tema musicale! Non trovò più paragoni ,per descrivere questa tragica situazione! Un crescendo di imprevisti impegni , di nuove magagne che vengono fuori di continuo. Giusta la descrizione del signore che si gode il sole nelle coste americane ,dopo averne combinate di tutti i colori, apprezzabile la descrizione di quell ‘altro che ha avvallato,con leggerezza estrema e con perfetta incoscienza tutte le scelleratezze combinate! Le conseguenze? Le tocchiamo con mano! Non bastano dieci Lo Monaco per salvare questa povera società ,portata a tale stato di degrado e di amoralità completa! E si vuole 10.000 abbonamenti! Con quale coraggio ,adesso,con questa evidente crisi economica,si chiedono ancora sacrifici a questi scoraggiati tifosi! Si il tifoso etneo è sempre pronto per aiutare la propria squadra,ma per quale obiettivo? Aiutare ad annullare qualche punto di penalizzazione ,per poi vedersene appati

  3. Ip Address: 151.57.33.24

    Scusate un disguido non mi ha fatto continuare. :per poi vedersene appioppati degli altri! Si,siamo partiti da un ottimismo ad oltranza,ma francamente, siamo scoraggiati dai tanti salti ad ostacoli che il Catania deve compiere! Quattro anni per la serie A? Ma il nostro Pietro non sapeva ancora in che statosi trovava la Società !

  4. Ip Address: 5.168.51.1

    Questa nuova batosta rappresenta davvero la goccia che fa traboccare il vaso. Ma quale giocatore vorrà venire a Catania in questa situazione? Se tutto va bene e vincendo tre partite saremo a due punti mentre altre squadre di punti ne avranno 9. Alla lunga pagheremo dazio, come per lo scorso anno e ricordo che, con le nuove regole, se non arrivi primo nel tuo girone, la promozione per l’unica dei tre gironi sarà sl termine di quasi un altro campionato tra 24 squadre con sicuro dispendio di energie e con l’insicurezza che un Palo o un autogol possono cambiare le cose . N credibile come ci hanno ridotti.

  5. Ip Address: 151.35.43.142

    LaRedazione,con grande spirito di ottimismo ,auspica che Lo Monaco possa far togliere quest’ultima penalizzazione prima che arrivi ! Crediamo molto bravo il nostro Pietro ,però ricordiamoci ,che qui si tratta dei veri e propri miracoli e che rappresenta una Società discreditata e alla quale, da anni,non perdonano nulla!

  6. Ip Address: 93.37.182.125

    Ho molta fiducia in Pietro Lo Monaco, ma di fronte a ostacoli insormontabili non può fare miracoli! Aspettiamo che ingaggi i giocatori giusti per poter vincere il campionato e che sia supportato da una società “seria e lungimirante” .I tifosi debbono essere fiduciosi e costruttivi. Mi aspetto un Massimino gioioso e colorato.

  7. Ip Address: 151.36.59.179

    Caro Giuseppe,sono sicuro che fino a che ci saranno dei tifosi etnei, il Catania sopravviverà sempre! Però ,vedi,bisogna essere purtroppo realisti. Stando così le cose ,è molto difficile ( cercando il fondo dell’ ottimismo a tutti i costi ) che il Massimino si mostri come hai detto tu! Anche i giocatori che forse verranno a Catania saranno ben coscienti della precarietà della situazione economica e cerchieranno altre sistemazioni e poi,avranno la serenità giusta ? Vedi il nostro Pietro,poco a poco ha scoperto questo vaso di Pandora. ,dal quale spuntano debiti,situazioni gestite in maniera orrenda,dai così detti responsabile di questi,terribili e squallidi anni! Se ci fosse ,anche qualche migliaio di tifosi,come Giuseppe,io penso che sarebbe il massimo. Ricordiamoci che gli abbonamenti che sono stati fatti all’ inizio dello scorso campionato,sono avvenuti,anche perché ben pochi erano a conoscenza dei debiti enormi societari!

  8. Ip Address: 2001:0b07:02ee:12bd:4c56:cfcf:1b87:a3db

    Analisi perfetta ma rivangare il passato serve solo a farci arrabbiare,quest’anno come ho detto altre volte è un anno di transizione Lo Monaco prima di ritornare a Catania sapeva benissimo che c’era tanto da sistemare non aspettiamoci miracoli,ma sono fermamente convinto che si farà bene e quest’anno servire da base per creare la società modello che molti ci invidiavano anni fa.Quindi -1 o -7 che sia,da adesso in poi vedo solo discesa

  9. Ip Address: 151.36.53.6

    Gaetano e Giuseppe ,vorrei tanto,che tutti i sostenitori della nostra quadra fossero come voi ! Vi definirei ,non lo zoccolo duro che è costituito da coloro che contestano e basta,ma di quella parte dei tifosi che vive sempre ,avendo come obiettivo la rinascita del Catania a tutti i costi ! In fondo avete ragione. A che serve recriminare? Io spero proprio che la penalizzazione resti non troppo onerosa ,però occorre tutta l ‘ abilità,la competenza,l ‘autorità di Lo Monaco per cercare di allestire una compagine competitiva. Se riuscirà a far questo l ‘A D allora ,forse ,almeno gli scettici ( che, non hanno del tutto torto ) torneranno al Massimino,se non come lo scorso anno,almeno con uno spirito meno critiche meno depresso! Vedete ,io credo che basti poco per ridare un po’ di entusiasmo ai tifosi ,ancora sofferenti e delusi! Fa tanto caldo,comunque,buona domenica a tutti!

  10. Ip Address: 5.169.158.99

    Armando fare peggio dell’anno scorso è praticamente impossibile, ma ciò che mi rende ottimista è il ritorno di Lo Monaco con lui perlomeno ritorneremo ad essere una società di calcio certo non ci voleva il caso Castro ma non è detta l’ultima, ma se anche fosse pazienza e non dimentichiamoci che ancora con Vergara non è finita, secondo me il cambio di proprietà avverrà

  11. Ip Address: 87.7.151.159

    Si ragazzi . Cimw stanno le cose o meglio per come le ha messe chi ha gestito, anzi che non ha gestito in precedenza la società la promozione è’ un miraggio alm

  12. Ip Address: 87.7.151.159

    (Scusate mi ricollego a prima)Almeno per quest’anno . Mentre Matera, Foggia Lecce si rinforzano noi cediamo per far cassa . Ma dov’è il piano di rilancio di Finaris? I buoni propositi di reinvestire in societa’ ? Ma che belle parole peccato che i fatti sono a zero. Bravini Franco, hai messo a capo della società l’anello sacrificale per fermare la contestazione, ma anche un professionista serio senza soddi non può far nulla. E quelli chissà in tre anni che vie che hanno preso !

  13. Ip Address: 151.35.5.82

    Sempre in tema confronti,si può dire che le nozze. Non si possono fare con i fichi secchi! E ,quindi c ‘e Lo Momaco,con tutto il suo carisma la sua enorme capacità di mediazione ,ma se non ci sono i soldi ,queste doti dell’ A D servono a ben poco! Adesso siamo in retta di arrivo è tra qualche giorno deve essere presentata la squadra ! Francamente è un rebus! Non possiamo aspettarci granché e vedremo dei giocatori( unica novità ,forse ), con motivazioni diverse! In questo abbiamo fiducia nel nostro Pietro! Dobbiamo accontentarci,ed in questo il tifoso catanese può insegnare,maestro dell ‘ adattamento.tutto af gli altri tifosi !Tirem innanzi amici non ci resta che questo!

  14. Ip Address: 87.7.151.159

    Ciao ragazzi Si ma la sopportazione ha un limite. Di cosa dobbiamo accontentarci? Di essere stati gestiti da incompetenti che hanno distrutto quella splendida realtà da tutti ammirata? Dal dopo Gasparin che già aveva fiutato qualcosa non si è’ capito più niente. Il povero lo Monaco è’ tornato con buoni propositi ma troppo fiele sta ingurgitando e speriamo che non mandi tutti al diavolo. Anziché costruire la squadra sta tentando di non far crollare i solai e le fondamenta. La tegola dei meno 7 è’ un pugno in faccia ai tifosi e bene farebbe il gitante di Taormina a togliersi dai piedi. Altro che voler farsi perdonare dai tifosi. Questo meno sette lo tiene sulla coscienza.

  15. Ip Address: 87.30.123.18

    Buon pomeriggio Vagliasindi – Nelle prossime ore l’ufficialità del ritorno di Biagianti. Pronta la fascia di capitano
    Marco Biagianti a Catania, un ritorno pronto da settimane e confermato più volte da Pietro Lo Monaco cui sono mancati, fino ad ora, soltanto i crismi dell’ufficialità. Che però arriveranno presto. Come riportato su twitter dal giornalista di Repubblica Alessandro Vagliasindi, è attesa per le prossime ore l’ufficialità del ritorno a Catania del centrocampista fiorentino.
    Per il ritorno di Marco Biagianti al Catania nelle prossime ore è attesa l’ufficialità. Per lui fascia di capitano e maglia numero 27. — AVagliasindi (@AVagliasindi) 11 luglio 2016

    Per lui pronta la vecchia maglia, la numero 27, e la fascia di capitano. Biagianti che riprenderà anche il suo vecchio ruolo in mezzo al campo, quello di centrocampista davanti alla difesa. Il Catania ritrova uno dei suoi condottieri della sua storia recente. Biagianti è pronto a rivestirsi di rossazzurro. Fonte foto: calciocatania.it

  16. Ip Address: 151.37.19.255

    Oltre il gradito ritorno di Biagianti,non si sa altro? Caro Catanese a Napoli,forse io ho sbagliato verbo. Accontertarci! Che cosa altro possiamo fare? Come abbiamo visto,dalla prima conferenza stampa di Lo Monaco,troppe cose sono cambiate ! Pietro aveva esposto un programma ed aveva fatto capire che stava per iniziare in progetto di rinnovamento ,progetto che via,via è stato sconvolto dai buchi finanziari che,a mano ,a mano venivano fuori come funghi! Partire da – 7 ,allora non è possibile ,fare altro che prenderne atto e che sarà un altro anno di sofferenze! Biagianti come sta fisicamente? E poi,dove sono questi nuovi acquisti? Penso,che Lo Monaco si stia ,già chiedendo se ha fatto la scelta giusta nel suo ritorno a Catania.Prendiamone atto,cari amici,ci può essere un Catania con SOLO Lo Monaco? Poi,volevo scrivere,che da tempo,non si fanno sentire dei cari commentatori,come avvilito,che,io credo lo sia ancora di più,poi perplesso ed altri! Il sito non è andato in vacanza,però,forse la verità sta nel fatto,che molti sono rimasti allibiti davanti al marciume che è venuto fuori e non trovano le parole! Povero Catania, non hai pace ,eppure hai ,dietro le spalle una storia gloriosa da raccontare. Adesso ci è rimasta solo questa!

  17. Ip Address: 87.30.123.18

    Mercoledì verrà presentata la campagna abbonamenti
    11 luglio 2016 alle ore 18:05
    Scritto da Stefano Auteri
    L’inizio della nuova stagione è alle porte e dunque è arrivato il momento di dedicarsi alla campagna abbonamenti. Ecco il comunicato ufficiale:

    “Mercoledì 13 luglio alle 16.00 il Catania presenterà ufficialmente ai giornalisti ed agli operatori dell’informazione la Campagna Abbonamenti 2016/17. Nell’occasione, l’Amministratore Delegato Pietro Lo Monaco illustrerà i contenuti degli accordi contrattuali che legano il Calcio Catania alle aziende co-sponsor EcoGruppo Italia e Bacco”

  18. Ip Address: 93.37.182.125

    Povero Catania mio come ti hanno ridotto! Ogni giorno una novità !! Si parla di tutto tranne che di calcio. Anziché parlare di bravi calciatori si parla di debiti, di penalizzazioni,di futuro nebuloso. Ma possiamo resistere a questo continuo stress!.Spero in Lo Monaco,che essendo un profondo conoscitore del mondo del calcio possa imprimere una svolta DECiSiVA..e vedere i colori rossazzurri primeggiare e conquistare le mete che ci competono.

  19. Ip Address: 79.43.147.125

    Mentre le altre squadre del girone si rafforzano, ultimo acquisto il passaggio al Francavilla del bomber ex casertana de angelis, noi festeggiamo il ritorno di Marco biagianti. Si, una bandiera e uomo spogliatoio ma in campo vista la non più giovane età riuscirà a prevalere sui tanti ragazzi tutto forza e polmoni? Presentare una campagna abbonamenti offrendo solo il nuovo portiere, il vecchio biagianti , la giovane promessa djorgevic è un bel meno sette, non è’ il massimo per poter sperare nei 10.000 abbonati. Mi spiace per lo Monaco, ma dovrebbe fare di tutto per accelerare il passaggio di proprietà o chiedere fondi a finaria necessari per farci tornare nel calcio che conta perché in queste sabbie mobili sarà sempre peggio portare utili alla società con gravame del mutuo di torre sulle spalle.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu