Piccolo Catania

 Scritto da il 14 Dicembre 2018 alle 14:48
Dic 142018
 

 Anche mercoledì il Catania impegnato contro la Virtus Francavilla ha dato il peggio di se.

Schierato dal primo minuto privo di Lodi, Scaglia e Silvestri ma ancora con il consueto 4/2/3/1 con Pisseri protetto dai difensori centrali Esposito ed Aya con ai lati Ciancio e Baraye, gli immancabili Biagianti e Rizzo in mediana ed in avanti retrocesso sulla tre quarti Marotta con Vassallo e Barisic e la punta Curiale in avanti, per tutto l’arco della partita non e’ riuscito a creare in campo azioni importanti e trame di gioco efficaci.

Partito con la voglia di far bene, il Catania col passare dei minuti, ha cominciato ad imbrigliarsi da solo con inconcludenti lanci che si perdevano nel nulla su quel campo che altri tacchetti hanno calpestato in quegli anni nei quali si parlava di “piccolo Barcellona”.

Adesso è rimasto solo l’aggettivo piccolo accanto al Catania, tanto piccolo da risultare inconcludente, confusionario, sconclusionato e privo di un minimo di manovra corale.

Solo la mano galeotta di Vrdoljak ha permesso al Catania di spuntarla in pieno recupero, consentendo a Francesco Lodi di piazzare dal dischetto il tiro che ha permesso a tutta la panchina rossazzurra di esultare e che forse ha anche salvato il tecnico da un possibile avvicendamento, qualora non si fosse portata a casa l’intera posta.

Il pubblico non ha gradito le vibranti manifestazioni di esultanza che hanno sottolineato il tiro vincente, perché di più ci si aspettava da questa squadra che anche quest’anno si è presentata come la corazzata da battere e che invece stenta a trovare la propria strada in un campionato molto equilibrato non fosse per la Juve Stabia che sta facendo da apripista, con importanti margini di vantaggio sulle dirette inseguitrici.

Il silenzio stampa deciso dalla Società al termine e delle ostilità potrebbe aiutare il team a preparare la delicata trasferta di Lentini senza dover dare risposte sul perché la squadra non giri e non riesca a fare qualcosa in più del solletico alle avversarie.

Oramai non resta che aspettare il mercato di riparazione con la speranza di acquisti mirati e di valore e con esperienza in questa serie C ben diversa da altre categorie, nelle quali la tecnica ha spesso il sopravvento sulla corsa.

Non dimentichiamo, tuttavia, che in questa fase di mercato i colpi buoni si contano sulle punte delle dita, perché nessuna Società, in questa fase delicata del campionato, si priva con leggerezza di tesserati che potrebbero ancora essere determinanti per il prosieguo della stagione, mentre si danno via molto facilmente calciatori fuori rosa o con problemi fisici e magari solo da adattare a quei ruoli che interessano.

Altro problema per gli etnei è quello di piazzare i calciatori che non si sono adattati prima di prendere altri over, atteso che la lista impone di non averne più di 14 in rosa oltre una bandiera, posto coperto dal capitano Biagianti.

Tuttavia non possiamo restare ancora senza calciatori di fascia: siamo passati dai tre della scorsa stagione (Di Grazia, Russotto e Caccavallo ) a zero esterni di ruolo, neppure aiutati dalla velocità dei terzini in quanto lenti e più votati alla fase difensiva, con l’incognita del settore sinistro dove si alternano un adattato Scaglia, il giovane Baraye e talvolta Ciancio, mentre a destra e’ nebbia fitta con Barisic, Brodic e Vassallo che non possiedono le qualità fisiche che un esterno dovrebbe avere.

Anche centrocampo ed attacco hanno bisogno di rinforzi, magari prelevando qualcosa in serie c dove non mancano giocatori che potrebbero fare al caso nostro.

Altra nota dolente il sistema di gioco che non sembra adeguato a questo Catania lento e compassato e che necessita della velocità di Baraye e Manneh, possibilmente impiegati nei loro ruoli naturali che potrebbero, con la loro freschezza atletica, svegliare un complesso in evidente difficoltà motorie.

Sappiamo bene che le scelte sono prerogativa dell’allenatore e ci auguriamo che riesca già da domenica a trovare il bandolo in questa matassa ingarbugliata perché non se ne può più di assistere ad incontri che vedono il nostro Catania privo di idee e di quei meccanismi che una squadra all’alba della diciassettesima giornata deve possedere. Non se ne può più di fare brutte figure in campi dove non pensavamo più di giocare ed uscirne con le ossa rotte esaltando le qualità degli avversari.

Non se ne può più di formazioni che vengono schierate per ancora provare questo e quello in vari ruoli.

Domenica la Sicula Leonzio non ci farà nessun regalo e, con il neo allenatore Torrente, giocherà la partita col coltello tra i denti come ha sempre fatto contro di noi e forse anche di più, dovendo cancellare la brutta sconfitta subita a Castellammare. Non ci sarà Narciso tra i pali perché espulso mercoledì, ma la rosa vorrà far bene, specialmente quegli elementi che a Catania non hanno lasciato buoni ricordi.

Ci sarà folta rappresentanza di tifosi locali stuzzicati sia dall’impegno con la vicina città dell’elefante che dalla giornata bianconera organizzata per l’evento dalla Società di casa.

Non sarà solo neppure il Catania che potrà contare su più di mille tagliandi messi a disposizione dalla Società bianconera.

Che si diano una scossa i nostri e non rendano ancora più piccolo questo Catania più di quanto fatto sinora.

  16 Commenti per “Piccolo Catania”

  1. Ip Address: 151.38.158.237

    Bravo, raggio libero è proprio così , purtroppo sì tratta di un piccolo anzi piccolissimo Catania dove neanche a casa Massimino riesce a farsi più rispettare , domani si va a Lentini speriamo che non sia l’ennesima trasferta tipo bisceglie

  2. Ip Address: 37.159.100.28

    Partita a lentini tutta in salita si spera nel provare il 433 ….forse è la volta buona…c’è tanto da lavorare …diamo una scossa vincendo altrimenti ..c sicura b 🌃

  3. Ip Address: 95.236.1.182

    Buongiorno a tutti bella disamina raggio libero un Catania cosi inconcludente non lo si e visto Mai speriamo sempre che si rialzi da questo torpore

  4. Ip Address: 79.41.192.251

    Molte colpe vanno alla dirigenza, che anche con anni di esperienza, sbaglia gli acquisti purtroppo

  5. Ip Address: 2001:b07:5d2e:3854:4906:63e8:2ef6:3a44

    C è poco da dire questa squadra è stata costruita male e andrà sempre peggio quindi mettiamoci il cuore in pace anche per quest’anno possiamo solo sperare nei playoff

  6. Ip Address: 93.56.72.137

    CATANIA NEWS
    15 dicembre 2018 – 18:40
    Catania, per il derby con la Sicula Leonzio Sottil ne convoca 22
    Il tecnico rossazzurro ancora senza Llama
    di Redazione ITASportPress

    Al termine della rifinitura, svolta nel pomeriggio, l’allenatore del Catania Andrea Sottil ha convocato 22 giocatori per la sfida alla Sicula Leonzio, in programma domenica 16 dicembre alle 20.30 al “Sicula Trasporti Stadium” e valevole per la diciassettesima giornata del girone C del campionato Serie C 2018/19. Biagianti e compagni, in ritiro pre-gara da stasera, sosterranno domani alle 10.30 una seduta di risveglio muscolare. Martedì alle 15.00, a Torre del Grifo, primo allenamento in vista di Catania-Cavese, in calendario domenica 23 dicembre alle 14.30.
    Questi gli atleti a disposizione:
    PORTIERI
    12 Matteo Pisseri
    1 Guido Pulidori
    DIFENSORI
    4 Ramzi Aya
    17 Joel Baraye
    26 Luca Calapai
    23 Simone Ciancio
    28 Andrea Esposito
    3 Dragan Lovric
    8 Luigi Alberto Scaglia
    5 Tommaso Silvestri
    CENTROCAMPISTI
    6 Federico Angiulli
    27 Marco Biagianti
    21 Rosario Bucolo
    10 Francesco Lodi
    19 Kalifa Manneh
    18 Giuseppe Rizzo
    ATTACCANTI
    7 Maks Barisic
    14 Fran Brodic
    11 Davis Curiale
    9 Alessandro Marotta
    24 Adis Mujkic
    20 Andrea Vassallo

  7. Ip Address: 93.56.72.137

    Speriamo che questo piccolo Catania non ci regala un’altra bisceglie , perché questi fenomeni sono capaci di tutto

  8. Ip Address: 95.252.89.155

    Anche io per domani spero che per la terza volta consecutiva non ci fanno assistere ad uno spettacolo indegno per i nostri colori.
    La serie B oramai è un miraggio e da come giocano lo hanno capito pure i calciatori ma che ci lascino l’orgoglio di avere una squadra che si batte e corra sudando la maglia e facendo bella figura in campo

  9. Ip Address: 2a01:e0a:2:e540:8a5:48a0:5763:e1d5

    per una volta che la juve stabia subisce un goal al 94esimo minuto…..beh ne fa uno del pareggio al 97esimo!!!
    vinciamo stasera e rosicchiamo 2 punti!!

  10. Ip Address: 2001:b07:5d2e:3854:693e:d191:92dc:8ebc

    Vale ancora ci credi?

  11. Ip Address: 151.82.26.36

    Questo piccolo Catania non si smentisce mai, un pareggio ridicolo e scialbo squadra inesistente e senza idee di gioco per un 0-0 che sta stretto solo hai lentinesi . Ma dov’è che vogliamo andare? Notte a tutti

  12. Ip Address: 79.49.166.44

    Squadra ridicola quella catanese da retrocessione:anche la Leonzio viene risuscitata:sempre primi sulla palla i bianconeri che meritavano la vittoria per le molteplici occasioni avute!

  13. Ip Address: 62.10.125.174

    L’enciclopedia Treccani descrive il significato “ARMATA BRANCALEONE” e corrisponde alla lettera al Catania. Ecco cosa riporta:
    La locuzione sostantivale femminile armata Brancaleone sta a indicare, con intento scherzoso (ma anche, volendo, apertamente derisorio e dispregiativo) un qualsiasi gruppo di persone volenterosamente associate in una qualche impresa, attività, lavoro, missione, che mostra evidenti limiti di organizzazione ed efficienza. Insomma, si parla di una squadra raccogliticcia e male assortita.

  14. Ip Address: 5.90.153.224

    Concordo vincenzo qua le cose sono 2 o via sottil o mezza squadra da cambiare cose da pazzi sottil è diventato…lucarelli cu sti brocchi se non si cambia registro x me rischiamo anche la….c possibile che si deve continuare cosi? Di questo passo si rischia sia con la cavese che con il…rieti veramente il 27 ci prendono a palle di ….neve b 🌃

  15. Ip Address: 2001:b07:5d2e:3854:b1b5:6552:38e8:a198

    Ma se siamo riusciti nell’impresa di fare appena 4 punti con squadre scarse come Bisceglie Francavilla e Leonzio come possiamo pensare di vincere con Rieti e cavese. Io cambierei il titolo non piccolo Catania ma inesistente Catania e LoMonaco la smetta di prendere in giro i tifosi. Ma dove arriviamo primi? Ci vuole una gran faccia tosta per dire simili sciocchezze a questo punto per prima cosa va cambiato il tecnico per lo meno per dare una scossa

  16. Ip Address: 62.10.125.174

    Gaetano i mali del Catania si possono sintetizzare su questi due punti che elenco per ordine di importanza:
    1) Rosa vistosamente incompleta ma tecnicamente sufficiente per esprimersi contro quelle squadre che permettono di giocare un calcio dove la tecnica prevale sull’agonismo ed in serie C sono rare queste squadre;
    2) Che alcuni calciatori si considerano un lusso per la serie C, Curiale è uno di quelli che spesso l’ha detto ma ci sono anche tanti altri come lui.
    Lo Monaco non è stupido e se continua a dire che abbiamo una squadra forte e che andremo in B lo fa per ribaltare il SUO errore verso giocatori ed allenatore. Lo Monaco non è scemo quindi fino a quando ci saranno questi giocatori se esonerasse Sottil si butterebbe la zappa nei piedi perchè sa benissimo che anche quando arrivasse Allegri non cambierebbe nulla ed il Suo errore verrebbe a galla.
    Il secondo punto ha anche la sua importanza ma quando i pilastri della squadra sono tutti con età avanzata e non hanno più benzina nelle gambe anche se li carichi mentalmente al 100% arrivano cmq dove possono.
    Personalmente penso che per il Catania è perfettamente inutile oggi cambiare Sottil e credo che Lo Monaco non lo farà ma per altre ragioni.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu