Pioggia e freddo a Torre del Grifo

 Scritto da il 16 novembre 2011 alle 19:46
Nov 162011
 

Doppia seduta a Torre del Grifo: in mattinata, forza funzionale in palestra e trasformazione in campo, con approfondimenti tecnico-tattici; nel pomeriggio, concluso il riscaldamento, il gruppo si è dedicato alla cura del possesso palla e allo svolgimento di esercitazioni a tema, con porte piccole. Infine, sfida in famiglia su campo ridotto, conclusa sull’1-1: a segno Barrientos per la squadra in maglia rossa, Lopez per la formazione in casacca gialla. Differenziato per Izco, in palestra Suazo. Giovedì alle 14.15, in sala stampa, Pablo Barrientos e Gonzalo Bergessio risponderanno alle domande dei cronisti. Alle 15.00, allenamento a porte chiuse.

  27 Commenti per “Pioggia e freddo a Torre del Grifo”

  1. Ip Address: 95.235.45.248

    buonasera a tutti amici rossoazzurri grazie redazione x gli aggiornamenti forza catania sempre 😈 😈

  2. Ip Address: 79.2.33.101

    Buonasera a tutti i tifosi rossazzurri di ogni tempo!!

    Ho appena finito di pagare on-line una multa per l’autovelox (tra l’altro sono venuto male nella foto) e non sono di buonumore (180 euri sich!). 😕

    Ma come dicevano i nostri vecchi “futtèmanninni”!!

    Rosso come il fuoco, azzurro come il mare, l’amore per il Catania non si può spiegare!!

  3. Ip Address: 95.245.225.183

    Buonasera raga’!!!
    Ciao angelo e mongibello!!!
    mongibello io invece ho avuto una multa dall’Angenzia delle Entrate, altro che 180 Euro!!! Sono un pensionato e mi avevano detto che le tasse se li prendevano alla fonte, colpa del patronato che non mi avevano fatto fare il 730 (che si faceva solo se avevi casa o altri redditi), mi e’ arrivata una multa di 3.128 Euro ed ho dovuto fare un prestito in banca!!! 😐 😐 😐
    Piu’ inguaiato di cosi si muore!!! 😥 😥 😥

    Pensiamo al Nostro Catania che e’ meglio!!!
    Battere la “bestia nera” Chievo!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    Sogni rossoazzurri a tutti e forza catania!!!

  4. Ip Address: 95.245.225.183

    Solo pochi mesi fa Catania viveva con ansia e preoccupazione l’approdo sulla panchina rossoazzurra di Vincenzo Montella. L’umore dei tifosi, altalenante per natura, stonava con la calda estate siciliana e somigliava più ad un autunno gelido, testimone di incertezza e un pizzico di pessimismo. L’esordio al Massimino contro il Siena alimentava la diffidenza verso l’Aereoplanino e quelle reti bianche dello zero a zero finale prendevano il colore di banchi di nebbia pericolosi per chiunque volesse scorgere più in là, nella strada irta di insidie della Serie A. Come è noto, però, gli aereoplani sono destinati a volare oltre le foschie e dopo aver aggirato con maestria il temporale, Vincenzo Montella ha iniziato a scaldare i motori del suo Catania per portarlo lì dove nessuno aveva pronosticato nei giorni precedenti. Domenica dopo domenica i supporters etnei hanno imparato a conoscere la squadra, ammirandone pregi e punti di forza, coraggio e caparbietà. Vittorie in casa e pareggi esterni, in perfetta media inglese, con solo due debacles, a Marassi e San Siro, da contrapporre a due imprese contro Napoli e Inter tra le mura amiche. Se ci si soffermasse su tali dati non ci si renderebbe conto, tuttavia, del prezioso lavoro di Montella ai piedi dell’Etna. Le gioie regalate ai tfosi passano senza ombra di dubbio da un’oculata gestione del gruppo attuata dall’allenatore, capace di scelte impopolari e mosse decisive, pur nell’emergenza di un’infermeria affollata e di una difesa da inventare. Il recupero di calciatori come Delvecchio, Bellusci, Marchese e Barrientos è solo la ciliegina su una torta ancora in via di preparazione.

    In vista del match interno contro il Chievo Montella avrà a disposizione per la prima volta quasi tutto il gruppo, con le sole eccezioni di Izco e Suazo, ancora fermi ai box, ma decisi a tornare in breve tempo. Se l’emergenza rende obbligatorie certe scelte, poi rivelatesi vincenti, l’abbondanza costringe un’accurata selezione degli uomini da mandare in campo e di quelli destinati alla panchina o addirittura alla tribuna. I principali grattacapi per il trainer campano riguarderanno l’out mancino, nel quale si candidano per una maglia da titolare Marchese, autore di un encomiabile inizio di campionato, Capuano e Llama, pronti a soffiare il posto al terzino nisseno nell’ideale 3-5-2 adottato di recente. Le caratteristiche dei tre calciatori sono molto diverse e rendono in un certo senso più facile la scelta di Montella, che ha il vantaggio di poter mandare in campo uno dei tre a seconda del tipo di partita e di avversario che ci si attende. Stesso discorso sul fronte opposto, che diventerà nuovamente affollato, dopo i recuperi di Potenza e Alvarez, in attesa di Izco. Con il ritorno a pieno regime di Biagianti e Ledesma, invece, è tutto da vedere il duello per l’assegnazione dei tre posti in mezzo al campo, fin qui occupati dagli inamovibili Lodi e Almiron e dagli uomini della staffetta Delvecchio e Ricchiuti. Il fiorentino scalpita e vuole dimostrare di valere la Nazionale raggiunta qualche stagione fa, ragion per cui darà il meglio per indossare nuovamente la fascia da capitano dal primo minuto. L’ex Boca, invece, assieme a Sciacca e Paglialunga non sembra essere tra le priorità del tecnico e quindi dovrà sudare e giocarsi le carte nei minuti a disposizione, oltre che durante gli allenamenti. Il reparto avanzato è l’unico che manterrà pressoche inalterati gli equilibri, con Bergessio e Gomez in pole position e Maxi Lopez, Barrientos e Catellani a fungere da wild card da giocare in corso d’opera per rompere gli equilibri. Le voci di un possibile trasferimento di Lopez al Milan non turbano l’allenatore, che ha più volte ribadito di credere nel recupero di Suazo, ma non è da escludere che qualcosa si faccia in sede di mercato, se a gennaio dovessero partire sia il numero 11 che il giovane numero 32, richiesto in prestito da parecchie squadre della cadetteria.

    La situazione attuale testimonia quanto saranno complicate le scelte di formazione di Vincenzo Montella d’ora in poi, che godrà di almeno due giocatori per ruolo, fatta eccezione per la difesa, unico reparto che necessiterebbe di un innesto per scongiurare situazioni spiacevoli in caso di infortuni o squalifiche. Il ciclo terribile è terminato, e nelle settimane a venire i rossoazzurri affronteranno squadre dai valori simili, Chievo, Lecce e Cagliari in primis, che diranno che genere di campionato disputerà il Catania. L’Aereoplanino è pronto a decollare, ma data l’abbondanza di alternative a disposizione, saprà scegliere gli ingranaggi giusti per far rombare i motori alla massima potenza? Non rimane che assistere fiduciosi alle prossime gare, incrociando le dita.

  5. Ip Address: 95.245.225.183

    Roma16 nov. (TMNews) – Riccardo Gaucci è stato assolto dall’accusa di appropriazione indebita nel procedimento penale sulla cessione del Catania avvenuta nel maggio 2004 a favore di Antonino Pulvirenti, attuale numero uno della società etnea. Ne dà notizia il legale di Gaucci, l’avvocato Francesco Giuseppe Catullo. Figlio di Luciano, ex presidente del Perugia che gli affidò la guida del Catania una volta rilevato il club siciliano, Gaucci jr era stato denunciato nel novembre 2005 dallo stesso Pulvirenti e da Pietro Lo Monaco, amministratore delegato del Catania. Ma né Pulvirenti né Lo Monaco – ha ricordato l’avvocato Catullo – si sono presentati alle udienze al Tribunale di Roma per testimoniare e successivamente il patron delCatania ha manifestato l’intenzione di rinunciare a perseguire penalmente l’imputato. Gaucci ha già preannunciato che procederà nelle sedi giudiziarie contro i suoi ex accusatori, per essere risarcito dei danni di immagine ed economici subiti. “Finalmente è venuta a galla la verità, ovvero che la vendita del CataniaCalcio era sempre stata regolare, a differenza di quanto denunciato da talune persone”, ha detto Gaucci commentando con soddisfazione la sua assoluzione. “I tifosi devono saperlo: la mia famiglia a Catania si è sempre comportata bene, non ha portato via nulla, né rubato nulla. La famiglia Gaucci ha preso una squadra dalla Serie C e l’ha portata in Serie B, lavorando con serietà e costanza. La cosa importante è che i catanesi sappiano che la compravendita della società è avvenuta nella massima trasparenza e regolarità. Era molto importante che il mio nome fosse riabilitato, a Catania e non solo, dove abbiamo dato la vita e abbiamo sempre lavorato con professionalità. Era giusto finisse così, con un’assoluzione. Però non ho subito sei anni e mezzo di processo per rimanere con le mani in mano: ora passerò al contrattacco e mi adopererò per effettuare le azioni che mi sono possibili, nelle sedi opportune, come del resto farebbe chiunque altro al mio posto”.

  6. Ip Address: 79.2.33.101

    Ciao Giorgio ed Angelo.

    Che ti devo dire, caro Giorgio,””” ‘u cani mùzzica sempri u strazzàtu!”””, pazienza!!

    Salutoni a tutti.

  7. Ip Address: 80.181.204.132

    Buongiorno raga’!!!
    Ciao mongibello!!! 😉 😉 😉
    Il cane mozzica sempre lo stracciato, hai scritto bene!!! 😐 😐 😐

    Buona giornata a tutti!!! 😀 😀 😀

  8. Ip Address: 80.181.204.132

    ANTENUCCI (TO)

    PDF Stampa E-mail

    Scritto da Redazione Giovedì 17 Novembre 2011 10:37
    TORINO – Mirko Antenucci, attaccante a metà tra Catania e Torino che disputa in granata la sua seconda stagione consecutiva, dalla pagine de “La Stampa” parla così della sua esperienza in rossazzurro e del suo futuro:

    “Certo che penso alla serie A. Sarei bugiardo se dicessi di no, nella mia carriera l’ho fatta solo due volte con il Catania, ma a spezzoni. Non mi hanno mai dato l’opportunità di potermi esprimere. Sarebbe bello poterla disputare con il Toro, ma la strada è ancora lunga. Qui sto bene e spero di rimanere, visto che l’altra metà del mio cartellino è comunque di proprietà del Catania. Amo questo club e la città. Vivo in centro, adoro le lunghe passeggiate. E mi piace anche il cielo grigio. Infine sono ambizioso, molto. È la base per il nostro lavoro. Anche in passato sono stato dirottato sulla fascia, a Catania lo facevo con Giampaolo, ma nel suo 4-5-1 avevo qualche problema in più”.

  9. Ip Address: 79.27.23.171

    Buongiorno a tutti. Ciao Giorgio, e Angelo. Un abbraccio a Mario e Matteo e saluti affettuosi a Lux, Chiarezza, Joe, Simone, Beppe, Peppe, insomma a tutti.

    Abbiamo sempre capito che Antenucci a Catania non è mai stato bene e che non ha mai amato la nostra città. Pensate ha detto “e mi piace anche il cielo grigio”, ma come cavolo si fa a dire una cosa del genere? Proprio per screditare ancora di più una splendida città come la nostra. Ingrato!

  10. Ip Address: 95.252.166.70

    Buongiorno a tutti gli amici rossazzurri,ciao Giorgio,Mongibello,Angelo e tutti quelli che verrano dopo 😉 .

    Solo i pensionati e i lavoratori dipendenti sono sempre sotto la lente di ingrandimento,tutti gli altri,la fanno quasi sempre franca,anch’io per un errore (mio 😳 ),ho dovuto pagare 980 € 😯 all’agenzia delle entrate,però,me li sono fatte rateizzare,150 € ogni tre mesi,almeno piango con un occhio 🙄 .
    Bando alle ciance :mrgreen: meglio pensare al Catania.

    Contro il Chievo sarà una partita complicata,soprattutto per l tipo di gioco dei gialloblu,difendono in nove dietro la palla e ripartono velocissimi in contropiede.Ci vorrà il Catania visto prima della partita con il Milan,partita che spero sia andata in archivio (sono sicuro che è stato fatto,ma dopo un’accurata analisi da parte di tutti),perchè a S.Siro il Catania dopo 10 minuti era già nello spogliatoio,ma con i rossoneri ci può anche stare.
    L’importante,è,che “le partite contro squadre dello stesso livello o inferiore al Catania,per caratura tecnica” e che rappresentano la vera maturità da raggiungere,siano approcciate con la giusta determinazione e concentrazione.

    Il Catania deve riuscire a raccogliere quanto più possibile contro le cosidette parigrado,o piccole. Questo vorrerrebbe dire che Montella & Company, sarebbero sulla strada giusta verso quella personalità e maturità che già da qualche anno ci aspettiamo. 😆 😆

  11. Ip Address: 80.181.204.132

    Salve raga’!!!
    Ciao peppe58!!!
    Per colpa della posta, la legge non ammette ignoranza, perche’ dovevo io andare all’Agenzia per fare i conti ma la notifica mi era stata cambiata con una cifra inferiore, aggiustata dal Patronato e aspettare che mi arrivasse a casa. Mi e’ arrivata con 4 giorni di ritardo!!! Devo pagare il ritardo di 4 giorni dico 4 giorni per 5 volte 450 Euro piu’ altre cifre inferiori all’Equitalia, altra cagata italiana!!! 😳 😳 😳 ù 😥 😥 😥 😐 😐 😐 🙁 🙁 🙁

    Badiamo al Catania che e’ molto meglio!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    Antenucci, dovrebbe ringraziare il Calcio Catania che la preso dal Venezia, che non mi ricordo in quale serie era, se e’ andato al Torino!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    Buon pomeriggio a tutti!!! 😀 😀 😀

  12. Ip Address: 85.41.235.41

    Buon pomeriggio a tutti…..

    CATANIA, Bergessio: “Sogno un gol al Palermo nel derby”
    17.11.2011 15:51 di Manuela Puglisi

    L’attaccante del Catania, Gonzalo Bergessio, è intervenuto in conferenza stampa a Torre del Grifo. Queste le dichiarazioni raccolte da Itasportpress.it: “Ci stiamo preparando da due settimane per la sfida contro una diretta concorrente come è il Chievo. Proprio contro queste squadre dobbiamo fare risultato, scendere domenica in campo con la stessa determinazione che abbiamo dimostrato fino a qui. Il Chievo è una squadra che pressa tanto ed è determinata, noi dobbiamo avere più cattiveria, giochiamo in casa e possiamo conquistare questi 3 punti. A Milano abbiamo commesso degli errori che una squadra come il Milan non ci perdona. Non possiamo prendere goal i primi minuti di gioco, questa è una cosa da sistemare. La difesa nonostante questo sta facendo bene, al resto ci pensiamo noi attaccanti. E’ inutile pensare adesso alla classifica da qui a Natale, l’obbiettivo nostro è arrivare prima possibile alla salvezza. Suazo? L’ho visto spesso giocare, ha fatto tanto nel campionato italiano. Gomez? Abbiamo giocato insieme al San Lorenzo, c’è intesa e insieme siamo una buona coppia offensiva. Qui a Catania devo ancora dimostrare il mio valore. Tutti gli attaccanti a disposizione in questo gruppo sono importanti. Con Maxi, potremmo giocare insieme, ma le scelte le fa il tecnico. Sogno di fare in goal contro il Palermo, è una gara che conta per l’ambiente e che ha sempre il suo fascino.”
    ;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;

    CATANIA, Barrientos: “Posso dare molto di più a questa squadra”
    17.11.2011 15:49 di Manuela Puglisi

    Il trequartista del Catania, Pablo Barrientos, è intervenuto in conferenza stampa a Torre del Grifo. Queste le dichiarazioni raccolte da Itasportpress.it: “Finalmente sto bene dopo aver superato l’infortunio. L’unica cosa che devo fare è allenarmi e continuare su questa strada. Sicuramente devo migliorare su tanti aspetti, soprattutto l’atteggiamento in campo e con i compagni, devo riuscire a controllare alcune mie reazioni ed aver pazienza. Rispetto a mister Giampaolo, con Montella sto giocando di più, solo così posso conoscere meglio, a poco a poco, il calcio italiano. Nessun giocatore in questo gruppo è insostituibile, per tutti è importante la fiducia del mister e anche dei compagni di squadra, tutto questo prima forse mi mancava, adesso invece sento la giusta fiducia nei mie riguardi. Non so se contro il Chievo giocherò, spero sempre in una maglia da titolare, ho una grande voglia di giocare. Il ruolo non è importante, ci sono altri fattori che contano. Non ho giocato tanto, credo nelle mie potenzilità e credo di aver raggiunto la mentalità giusta. Posso dare molto di più a questo Catania. Ricchiuti? Siamo ottimi amici e spesso mi dà anche consigli su come muovermi in campo, lui ha più esperienza di me. Si, non sono alto, ma nel calcio non conta. Credo di poter far bene nel campionato italiano.”
    ;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;

    NOVARA, operato al ginocchio Morimoto
    17.11.2011 15:46 di Redazione ITA Sport Press

    Alla luce dell’intensificarsi del dolore negli ultimi tre giorni, la Società Novara Calcio informa che domani, venerdì 18 novembre, l’attaccante giapponese Takayuki Morimoto verrà operato dal Prof. Priano nella Clinica San Gaudenzio di Novara, per la rimozione di una cisti para-meniscale al ginocchio destro. Per il calciatore azzurro sono previste circa tre settimane di stop.

  13. Ip Address: 95.235.45.248

    buonasera amici rossoazzurri un saluto a giorgio mongibello peppe58 joe e tutti gli altri che postano giorgio che ci vuoi fare l’italia e cosi piove sempre sul bagnato ma a parte tutto tanto anno sempre raggione loro . una bella vittoria contro il chievo e un toccasana x noi forza catania sempre 😉 😉

  14. Ip Address: 95.246.42.242

    Buonasera a tutti Voi.

    Equitalia? Potrebbe essere una bella denominazione, ma è tutt’altra cosa! Chiuso l’argomento! 👿

    Torniamo a noi. Bergessio mi piace sempre di più. Dire che gli piacerebbe fare un gol al Palemmo gli dà un non so che di catanesità! :mrgreen:

  15. Ip Address: 95.235.45.248

    tanti auguri di una pronta guarigione x morimoto

  16. Ip Address: 80.181.204.132

    Buonasera raga’!!!

    Non ne parliamo piu’ raga’ di tasse!!!

    Dispiace per Mori, managgia questo ragazzo e’ proprio sfortunato!!!

    Sogni rossoazzurri a tutti!!!

  17. Ip Address: 80.181.204.132

    Buongiorno raga’!!!
    Ninete da commentare?

    Buona giornata a tutti!!!

  18. Ip Address: 80.181.204.132

    Salve raga’!!!
    Ci saranno molte partite e quindi ci servono tutti i giocatori!!!
    Ma chi e’ quel pazzo che ha calcolato cosi male il campionato!!!

    34 giorni di fila in campo (Inchiesta – La Gazzetta dello Sport)

    “Da oggi al 21 dicembre almeno 135 gare tra Serie A, B, Europa e Coppa Italia. E c’è una domenica pomeriggio con solo tre partite

    “C’era una volta Tutto il calcio minuto per minuto, trasmissione mitica che teneva incollati alla radioline milioni di appassionati. Era davvero tutto il calcio, la Serie A e la SerieBsi giocavano soltanto la domenica pomeriggio, senza anticipi e posticipi, ed era una goduria. In questo mese da pazzi, invece, anche la storica trasmissione di Radiorai perderà le caratteristiche che l’hanno resa celebre. Alle 15 di domenica 27 novembre e domenica 4 dicembre, infatti, ci saranno soltanto quattro campi collegati, alle 15 di domenica 11 dicembre le partite saranno addirittura tre (Atalanta-Catania, Bologna-Milan e Udinese-Chievo). Chissà, magari il caporedattore Riccardo Cucchi deciderà di inserire in trasmissione anche la Lega Pro. Ma non sarà la stessa cosa”.

  19. Ip Address: 80.183.39.168

    Buongiorno a tutti.

    Ormai sappiamo con certezza che sono le televisioni che stabiliscono sia gli anticipi che i posticipi. Tutto è vincolato alle loro esigenze (purtroppo)!
    Non ci sono altre spiegazioni. La Lega e i rappresentanti delle telivisioni si siedono al tavolo e stabiliscono il tutto.

    Auguri a Morimoto, che personalmente, anche se è andato via da Catania, seguo con interesse!

  20. Ip Address: 85.41.235.41

    Buon pomeriggio….

    La seduta pomeridiana ha confermato la piena disponibilità di tutti i giocatori dell’organico ad eccezione di Izco e Suazo, impegnati in un lavoro differenziato, e Lanzafame, squalificato. Attivazione, ‘torello’ ed allungo nelle fasi di riscaldamento, seguite da esercitazioni sui calci piazzati a favore e da una sessione di tiri in porta. Infine, partitella su campo ridotto. Sabato alle 9.30, in sala stampa, mister Montella risponderà alle domande dei cronisti. Alle 10.30, rifinitura a porte chiuse, quindi convocazioni e nel pomeriggio trasferimento in ritiro.

    quindi vedremo nella mediana Biagianti con Ledesma e nella fascia il grande Llama 😉 😉 😉

    Forza Catania contro una diretta cocorrente per la salvezza bisogna fare i 3 punti 😈 😈 😈
    Forza ragazzi……

  21. Ip Address: 79.13.101.233

    Buona sera a tutti gli amici rossazzurri,certo,con la sosta di fatto non c’è stato molto da commentare,però nel contempo,magari qualcuno di noi avrà avuto modo di dedicarsi a qualche attività alternativa (sto parlando di me,eheheheh :mrgreen: ).Oggi mi sono dato alla campagna 😆 ,ho raccolto un bel pò di fichidindia,secale,’nzuraga, ‘caddedda e broccoli,questa è la provvista per la dieta 😥 😥 .

    Bando alle ciance,contro il Chievo si deve “vincere”,adesso che l’infermeria piano,piano si sta svuotando,il gruppo acquisirà più forza.Come al solito,nei vari siti sportivi,ci sonovarie formazioni,io propongo la mia:

    3-4-2-1
    Andujar,

    Bellusci-Legrottaglie-Spolli,

    Biagianti-Lodi-Almiron-Marchese,

    Barrientos-Gomez,

    Bergessio.

    A turno quando il Catania non è in possesso palla,Barrientos e Gomez,rientrano fino alla propria metà campo così da trasformare il modulo in 3-5-2.In alternativa a Marchese per ogni evenienza,può subentrare Llama.

  22. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Peppe,
    non penso che Vincenzino giochera con il tuo modulo 😉 😉 😉
    adesso può ritornare al 4-3-3

    con Barrientos o Gomez da trequartista dietro le punte ( Bergessio e Lopez).

  23. Ip Address: 82.61.71.27

    Chievo, Andreolli: “Col Catania sarà difficile”
    Fonte: Chievoverona.tv

    Il difensore del Chievo Marco Andreolli è intervenuto al sito ufficiale della società per parlare del momento dei gialloblù e della prossima sfida contro il Catania: “E’ stato per me un inizio di stagione difficile. Ora sto cercando di recuperare per poter avere tutti i novanta minuti nelle gambe. L’importante è comunque aver ritrovato i tre punti contro la Fiorentina per mettersi alle spalle il periodo di crisi. Il gruppo ha vissuto con rabbia il momento nero e questa voglia ci ha permesso di riscattarci. La sconfitta di Siena ci è servita per toglierci dal torpore. Catania? E’ una squadra importante che in casa sa fare benissimo. Sarà una gara difficile contro una diretta concorrente per la salvezza”.

  24. Ip Address: 80.181.204.132

    Buongiorno raga’!!!
    Ecco gli argomenti per discutere!!!
    Buona giornata a tutti!!!

    Che fatica cari giovani (La Gazzetta dello Sport)

    “In A debutta un italiano ogni quattro stranieri

    “Sorpasso in A: il 51,4% dei giocatori impiegati viene dall’estero I nostri costano di più e sono sempre chiusi: guardate Caldirola

    “Un po’ perché costano troppo, come quei prodotti biologici che dovrebbero essere il massimo della naturalezza ma proprio per questo li paghi due volte; logico che poi un Catania si serva al supermercato argentino. Un po’ perché i dirigenti dei nostri grandi club si taglierebbero un braccio pur di non lanciare un ragazzo. Nella bella intervista di due giorni fa, Ciro Ferrara ha raccontato il caso del difensore Luca Caldirola, pilastro dell’Under (nel giro di un anno ha affrontato Inghilterra, Germania, Francia…) che nell’Inter non viene considerato nemmeno se si fanno male tutti i centrali.

    Solo 15 italiani debuttanti in A, 4 del Cesena (La Gazzetta dello Sport)

    “Soltanto 15 giocatori italiano hanno avuto l’onore di debuttare in A in questa stagione (56 gli stranieri). L’oscar va al Novara, che ne ha lanciati 4: Giorgi, Lisuzzo, Ludi, Mazzarani. Poi il Siena: Grossi, Pesoli e Vitiello. Due per il Cesena: Ravaglia e Ricci. Uno a testa per Atalanta (Pettinari), Bologna (Vantaggiato), Catania (Catellani), Palermo (Pisano), Roma (Borini) e Udinese (Fabbrini). Nessun «deb» per Cagliari, Chievo, Fiorentina, Genoa, Inter, Juventus, Lazio, Lecce, Milan, Napoli e Parma.

  25. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno a tutti….. oggi e domani finalmente un abbuffata di calcio 😉 😉 😉

    CATANIA, Montella: ” Contro il Chievo siamo mentalmente pronti. Io, mi tengo stretto la mia panchina… ”
    19.11.2011 10:59 di Manuela Puglisi

    Il tecnico del Catania, Vincenzo Montella stamani è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Chievo in programma domani alle ore 15 allo stadio Massimino. Queste le dichiarazione del mister raccolte da Itasportpress:
    “Il ciclo di partite che arriverà adesso, a partire da domani contro il Chievo, credo sia più importante del “ciclo terribile” concluso. Indubbiamente è sempre una immensa gioia e soddisfazione battere una grande, ma per la classifica è meglio prendere i 3 punti con una squadra del nostro livello che lotta per la salvezza. Quello che abbiamo fatto fino ad ora ci dovrà rendere più consapevoli dei nostri mezzi e scendere in campo con la stessa convinzione mostrata con le squadre di livello superiore al nostro. Dopo la batosta presa contro il Milan siamo mentalmente pronti a ripartire e le risposte arriveranno domani. Il Chievo è un avversario compatto, ordinato e ostico, che lotta sempre, per spuntarla su loro dobbiamo mettere in campo tutte le nostre qualità, sia tecniche che mentali. Saranno bravi e veloci nelle ripartenze, ci vorrà anche pazienza, è una squadra difficile da dover affrontare, Pellissier ma anche Moscardelli per loro sono giocatori importanti. Ho già deciso chi scenderà in campo contro i clivensi. Durante gli allenamenti monitoriamo tutti i giocatori, e come è già successo, spesso dobbiamo forzare qualcuno che non è ancora al meglio. Dei recuperati solo uno è in grado di fare uno spezzone di partita in questo momento. Prendiamo l’esempio di Legrottaglie, si allena con regolarità e le sue condizioni stanno crescendo, quando spingi oltre il limite, è normale che una partita possa andare anche male. A Milano volevo maggior ritmo e cercare di far restare alta la squadra. Ho fatto giocare Lanzafame per questo, adesso c’è Potenza che sta crescendo di condizione e che potrebbe anche giocare, ma in quel ruolo potrebbe giocare chiunque, anche Catellani o Bellusci. Barrientos? Deve ancora crescere , ha talento, volontà e disponibilità, cose che deve riuscire a mantenere. Lopez? Nessuno ha intenzione di preservarlo per il mercato di Gennaio, gioca chi sta meglio. E’ un nostro giocatore, da qui a Gennaio tutto può succedere. Biagianti? Appena si rimetterà del tutto i dubbi su chi schierare in campo saranno maggiori. La scelta degli interni di centrocampo dipendono anche dalla scelta da fare per gli esterni. Llama? Si può adattare sia come esterno che interno di centrocampo.Gli allenatori lanciati dal Catania non hanno più una panchina in questo momento? Solo una coincidenza. Io mi tengo stretto la mia.”

  26. Ip Address: 95.235.45.248

    buonpomeriggio amici rossoazzurri bravo montella che si tiene stretta la sua panchina domani diamo la paghetta al chievo e poi avanti cosi forza catania sempre 😈 😈

  27. Ip Address: 80.181.204.132

    Salve raga’!!!
    Finalmente si fa sul serio!!!
    Llama non convocato, managgia!!!

    Questi gli atleti a disposizione:
    Portieri –
    21 Andujar, 30 Campagnolo, 1 Kosicky.
    Difensori –
    14 Bellusci, 33 Capuano, 6 Legrottaglie, 12 Marchese, 2 Potenza, 3 Spolli.
    Centrocampisti –
    4 Almiron, 28 Barrientos, 27 Biagianti, 24 Delvecchio, 10 Lodi, 19 Ricchiuti, 20 Sciacca.
    Attaccanti –
    18 Bergessio, 32 Catellani, 17 Gomez, 11 Maxi Lopez.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu