Poker rossazzurro alla Lazio

 Scritto da il 7 novembre 2012 alle 15:56
Nov 072012
 

 

Quattro “assi” alla Lazio portano il Catania alla ribalta dei commentatori  che contano. La compagine catanese, lasciandosi alle spalle ingiustizie ed ingenuità passate, ha riversato sul tappeto verde del Massimino tutta la carica nervosa accumulata nel corso della settimana, tirando fuori dal cilindro quella prestazione alla quale tutto l’ambiente rossazzurro, con in primis i suoi sostenitori, si aspettavano di assistere per  allontanare  dalla propria mente “sospetti” e polemiche che non sono proprie della Dirigenza della squadra etnea.

Una vittoria, questa  contro la Lazio, che per la sua “portata” e,soprattutto, per il modo in cui i giocatori etnei sono pervenuti  a tale risultato, ha portato la squadra di Mister Maran alla ribalta delle rubriche calcistiche  più accreditate nel panorama calcistico Nazionale. La rotonda vittoria dei rossazzurri sulla squadra capitolina, ha destato maggiore attenzione da parte del giornalismo calcistico nazionale  perché giunge alla vigilia dello “scontro” tutto romano o, per la contemporanea sonora affermazione della  Roma nei confronti del Palermo.? Vogliamo pensare positivo ed affermare che forse, a  furia d“ingiustizie subite”  e “ gran bel gioco” finalmente conducono al riconoscimento ufficiale delle  qualità tecniche dei giocatori che il Catania annovera nel proprio organico i quali, a questo punto del campionato, hanno allietato le “domeniche” dei tifosi catanesi con un  gioco espressione di un calcio che, pur  esaltando le qualità tecnico – tattiche dei singoli, trova la sua massima applicazione del concetto di “collettivo”.

Una squadra, quella rossazzurra che non obbedisce solo a  singoli schemi tattici, ma che  rivela la capacità dei singoli atleti di rispondere alle sollecitazioni del proprio allenatore ad adattarsi alla bisogna.

E’ poca cosa cogliere, tra le righe l’affermazione della “prima donna” della Domenica Sportiva che forse,ad oggi, alla formazione etnea è stato dedicato poco spazio. Non soffriamo di edonismo ma pensiamo che è doveroso, parlando di calcio, dare la giusta visibilità a calciatori come Gomez, Barrientos ed ai vari Legrottaglie, Marchese ,Izco, Spolli, Lodi e cosi via che, nel panorama calcistico, non solo isolano, rappresentano un patrimonio, oltre che del Presidente Pulvirenti, di tutta una città che, per altri versi trova spazio nelle rete nazionali e nei  canali privati TV  solo per trasmettere messaggi  oltremodo negativi relativi a tutti i settori della vita pubblica isolana.

Noi non pretendiamo niente, ma desideriamo soltanto non passare assolutamente inosservati  o essere tenuti da conto solamente perché  squadra  che ottiene gli  attuali risultati grazie all’assetto designato da Montella il campionato passato. Noi diciamo grazie a Montella per quanto ha saputo fare a Catania e gli auguriamo di fare ancora meglio a Firenze però è… acqua passata.

Noi diciamo “Bravo” al nostro presidente e ai suoi collaboratori, i quali hanno avuto la costanza di mantenere un organico già collaudato e di non aver ceduto alle sirene del calcio mercato, di aver dato continuità con Maran al progetto che avevano costruito e che metteva al centro la persona di Montella che, in ogni caso, a suo tempo, rappresentava solo una scommessa.

Non vogliamo essere polemici ma rendere giustizia ad un allenatore Maran, che del lavoro e della serietà sta facendo il suo credo.

Andiamo a Cagliari con la stessa carica agonistica con la quale abbiamo affrontato i biancocelesti e ricordiamoci che le partite durano novantacinque minuti.

 

 

  11 Commenti per “Poker rossazzurro alla Lazio”

  1. Ip Address: 85.41.235.41

    Buon pomeriggio a tutti…..
    Speriamo di giocare a Cagliari da CATANIA, non dico come abbiamo fatto contro la Lazio, ma almeno cercare di strappare i tre punti 😉 😉 😉

    La prima vittoria fuori casa….

  2. Ip Address: 85.41.235.41

    Il Napoli fa sul serio nella trattativa con il Catania per Alejandro Gomez, indicato come l’erede naturale di Ezequiel Lavezzi. L’argentino, secondo quanto riportato da Panorama.it, resterà con tutta la probabilità a Catania fino a fine stagione per poi finire sotto il Vesuvio. Trattativa non semplice, Pulvirenti chiede almeno 15 milioni di euro, sull’operazione peserà molto la volontà del giocatore di arrivare in azzurro.

  3. Ip Address: 82.55.101.155

    Buonasera raga’!!!
    Buon commento Rosario!!! 😉 😉 😉
    Ciao joe!!! 😉 😉 😉
    Joe, se non perdiamo a Cagliari saremo consapevoli del salto di qualita’ da noi sempre sperato dai Nostri ragazzi!!!

    Sogni rosso e azzurro a tutti!!!

  4. Ip Address: 79.51.178.67

    buonasera fratelli dal cuore rosso e azzurro ciao prof buon commento Stampa: Gomez è un vulcano. Montella “benedice” Maran

    La rassegna dei quotidiani in edicola: Gomez in cima alle classifiche di rendimento. La contrattura di Bergessio mette in allarme Maran ed in preallarme Doukara e Morimoto. Izco carico sa che il Catania non può sbagliare a Cagliari. Bellusci riprende a girare insieme al gruppo.

  5. Ip Address: 79.51.178.67

    Che favola Maran Meglio di Montella (La Gazzetta dello Sport)

    “E il tecnico viola si complimenta: «La squadra è anche in crescita»

    “Il volo del Catania continua. E non si è interrotto neanche dopo la partenza dell’aeroplanino Montella che sedeva in panchina fino a 6 mesi fa. Va avanti da diversi anni, un passo alla volta la classifica ha sempre compiuto un balzo in avanti. Gli applausi più calorosi la formazione rossazzurra li aveva ricevuti lo scorso campionato quando fu definito addirittura il piccolo Barcellona, anche se l’impresa migliore rimane quella di Mihajlovic che centrò una salvezza quasi disperata nel 2010. Montella aveva migliorato di un paio di punti la graduatoria del precedente campionato (condotto prima da Giampaolo e poi da Simeone) da 46 a 48, ma non la classifica finale rimasta invariata all’undicesimo posto. Oggi l’attuale tecnico viola fa i complimenti al suo sostituto: «Sono contento per il Catania, gioca un ottimo calcio anche quest’anno. Pure di più rispetto all’anno scorso. Significa che c’è una crescita dei giocatori e che potrà esserci un vantaggio in termini economici per la società».

    Izco, l’uomo in più nel Catania che vola (La Gazzetta dello Sport)

    “Da comprimario a protagonista del centrocampo «Merito di Maran. Ci vuole il colpaccio a Cagliari»

    “Izco, visto che il Catania aveva accarezzato il sapore di una vittoria esterna importante, spera di recuperare i punti perduti proprio in Sardegna: «Quella di Cagliari potrebbe diventare una svolta esterna definitiva. Le nostre prestazioni sono all’altezza sempre, bisognerebbe aggiungere un pizzico di attenzione in più e il gioco sarà fatto. Rispetto alla stagione passata, ci conosciamo meglio, ci sono stati cambi e i nuovi arrivati si sono già adattati al cento per cento. Doukara? Lo ammiro, si è speso per la squadra, quando è entrato gli ho detto semplicemente di ripetere quel che mette in mostra negli allenamenti». Che duello in mezzo A centrocampo, Cagliari-Catania diventerà anche una sfida strategica tra i portatori di palla Lodi e Conti. Mariano Izco s’intromette a ragione e ammette: «Conti è un atleta importante per il Cagliari, anche Lodi lo è. Il nostro avversario fa girare la squadra e dovremo fare in modo di arginare, bloccare le sue iniziative». Nonlo dice, Mariano, masi fa comprendere al volo: considera Lodi più forte e determinante del figlio di Bruno Conti. Lodi segna di più, tira le punizioni, fa filtro, accelera il ritmo delle azioni offensive. Conti parte da una zona più arretrata.

    Spolli e Lodi all’inseguimento di Bergessio (La Sicilia)

    “Voti alti per i rossazzurri protagonisti di un campionato di qualità nonostante le clamorose sviste arbitrali dell’ultimo periodo. Ma fischietti e bandierine a parte, il Catania c’è e i suoi giocatori veleggiano con medie importanti. Dopo undici turni si conferma al primo posto Gonzalo Bergessio che non sbaglia un colpo, si mette sempre al servizio dei compagni per sgretolare con la corsa e la tecnica le difese avversarie. Incalza il primato del centravanti il difensore Spolli, tornato su grandi livelli dopo un breve periodo di flessione accusato la passata stagione. Al centro della difesa gioca al fianco di Legrotteglie che sta scalando la speciale classifica nelle ultime giornate è stato capace di rimontare posizioni per accomodarsi sulla nona poltrona

    E Izco va sempre di fretta «A Cagliari cerco tre punti» (La Sicilia)

    “Manca un gol con la firma di Izco, ma quel rigore, procurato domenica scorsa nel match con la Lazio, è un segnale di vitalità offensiva, tipica del centrocampista argentino, che va veloce. Talmente veloce da indurre gli avversari a fermarlo in maniera fallosa. Il Catania ha beneficiato del primo penalty e Marianito, di questo particolare, va orgoglioso: «È servito alla squadra, quell’episodio. Meritato, tra l’altro». Meritata anche la vittoria del Catania. «Vuol dire che abbiamo reagito nella giusta maniera di fronte alle avversità delle tre partite precedenti». Adesso bisognerà dare continuità, anche se il Cagliari non sembra l’avversario giusto. «E, aggiungo, non è la squadra che ha perso a Firenze, pur giocando benino». Che cosa bisogna aspettarsi? «Un Cagliari battagliero, fra l’altro recupera Conti e non soltanto lui». Vincere si può. «Tenteremo, come avevamo fatto a Udine».

    Bergessio in dubbio, Bellusci riprende (La Sicilia)

    Verso Cagliari-Catania. Contrattura al polpaccio per il centravanti. Il difensore s’è già allenato

    “Bergessio rischia di non giocare a Cagliari. Il centravanti, che ieri è naturalmente rimasto fermo, dopo la sostituzione chiesta a metà del primo tempo durante Catania-Lazio, ieri è stato sottoposto ad accertamenti dallo staffmedico rossazzurro. Ufficialmente, si parla di contrattura al polpaccio: le condizioni dell’attaccante saranno rivalutate giorno dopo giorno per far decidere in tempo Maran se impiegarlo o meno. Oggi (e la situazione potrebbe non mutare, entro sabato), Bergessio è in forte dubbio e, dunque, in Sardegna il centravanti titolare potrebbe essere Doukara. Bergessio, comunque, sta seguendo un lavoro differenziato, che potrebbe diventare utilissimo qualora i medici dovessero notare miglioramenti e, dunque, decidano di metterlo a disposizione dello staff tecnico.

    Primavera: oggi in Coppa il Catania ospita il Napoli (La Sicilia)

    “Ecco il Napoli, ancora una volta, la terza in tre settimane, al cospetto della Primavera del Catania di Giovanni Pulvirenti. Oggi, alle 11, a Torre del Grifo la squadra rossazzurra è chiamata a rimontare lo 0-2 di mercoledì scorso (stesso risultato ottenuto in campionato dai partenopei), nell’andata della gara di Coppa Italia impresa ardua ma non impossibile visto che Brugaletta e compagni hanno messo sotto in casa sul piano del gioco Palermo e Lazio.

    Gomez, che vulcano (Tuttosport)

    “Il centrocampista fa meglio di tutti. Bene anche Lamela e Totti

    “Un catanese sul tetto del mondo, almeno quello della Tuttosport League. E Alejandro Gomez che grazie ad una doppietta alla Lazio si prende la soddisfazione di essere il migliore della classifica dei punteggi dellundicesima giornata. Meglio dei divi, meglio di Cristiano Ronaldo e Lionel Messi . Giornata di grazia anche per la Roma che porta tra i primi due suoi gioielli: Totti e Lamela . Vola alto anche Milito sfrutta al meglio la serata di Torino.

  6. Ip Address: 79.51.178.67

    secondo il mio modesto parere il catania a cagliari fara la sua prima vittoria in trasferta forza catania sogni rosso e azzurri a tutti 😉 😉 😉

  7. Ip Address: 79.51.178.67

    Vladimir Petkovic, tecnico della Lazio, interviene in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Panathinaikos. “La sconfitta a Catania ci può stare. Non poteva starci invece, e non si ripeterà, l’atteggiamento con cui abbiamo affrontato la squadra rossoazzurra – dichiara – Dopo una sconfitta così pesante serve dimostrare carattere. In questo senso è positivo che la squadra abbia ripreso gli allenamenti con rabbia, ma voglio vederla anche e soprattutto in partita. Deve sempre esserci cattiveria in campo”. (.)

  8. Ip Address: 95.238.23.4

    Buongiorno raga’!!!
    Ciao Angelo (che verrai dopo)!!! 😉 😉 😉

    Auguri a Maxi per la pronta guarigione.
    Non dimentichiamo che appartiene ancora al Catania (anche se non verra’ piu’) ed e’ un patrimonio per il Calcio Catania.

    Buona giornata a tutti!!!

    L’U.C. Sampdoria informa che questa mattina a Villa Stuart, Roma, il calciatore Maxi López è stato sottoposto ad intervento chirurgico per la regolarizzazione del menisco esterno del ginocchio sinistro. All’intervento, eseguito dal prof. Pier Paolo Mariani e perfettamente riuscito, ha assistito il dott. Guido Damiani dell’equipe medica del prof. Claudio Mazzola, consulente ortopedico della società blucerchiata. Nei prossimi giorni Maxi inizierà l’iter riabilitativo del caso“.

    Maxi Lopez dovrebbe restare fermo ai box per 40 giorni e, con buona probabilità, tornerà in campo nel 2013.

  9. Ip Address: 95.234.107.195

    Un caro saluto a tutti gli amici tifosi.
    Tanto per continuare la serie utile nella gara esterna contro il Cagliari mi accontenterei anche di un pareggio.

  10. Ip Address: 79.51.178.67

    buonasera fratelli dal cuore rosso e azzurro un caloroso saluto a giorgio prof mongibello joe peppe58 catanista chiarezza lux e tutti gli assenti La “Pulga” ha fatto bene al Cagliari
    Dopo aver conquistato il settimo posto a suon di gol contro la Lazio, il Catania affronterà la formazione più in forma del mese di Ottobre che insieme all’Inter e alla Juventus ha racimolato più punti in assoluto nel mese passato,ben 12. Nel’ultima sfida i sardi si sono dovuti arrendere ai viola di Montella che puntano dichiaratamente al…

  11. Ip Address: 79.51.178.67

    puntano dichiaratamente all’Europa che conta, visto i risultati ottenuti fino ad oggi.

    Le partite precedenti per i rossoblu erano state tutte vittoriose, nei confronti delle dirette concorrenti alla salvezza: Torino, Bologna, Sampdoria e Siena. Il match di sabato potrebbe servire ai sardi per scavalcare il Catania al settimo posto, che viaggia a +1. Per difenderlo dovrà scendere in campo una squadra siciliana assetata di punti, essendo ancora a secco di successi esterni.
    Ivo Pulga, nuovo allenatore dei cagliaritani in coppia con Lopez, da Ottobre, da mister con poca esperienza si è trasformato in una sorpresa macina punti. La sua squadra si schiera spesso in campo con un 4-3-1-2 con la velocità di Cossu al supporto di un attacco mixato fra potenza e imprevedibilità con Nené e Sau. Per l’incontro di sabato, l’ex vice allenatore del Modena, avrà a disposizione anche i rientranti dopo la squalifica Nainggolan e Conti che rafforzeranno non poco il centrocampo, rispetto alla partita di Firenze. Il Catania spera che l’effetto non sia poi molto diverso da quello riscontrato al Massimino, col ritorno di Hernanes e Ledesma nel centrocampo laziale.
    Fra le fila delle due compagni non c’è nessun ex, ma è da sottolineare che ogni qual volta il Cagliari affronta il Catania, il colombiano Victor Ibarbo, che ha già segnato in carriera due gol ai rossazzurri, con la sua velocità ha spesso messo in difficoltà l’intero assetto difensivo etneo.
    Il Cagliari di questo campionato era partita veramente male, fino a inizio Ottobre occupava le ultimissime posizioni, ma con l’avvento del nuovo allenatore, si è risollevato alla grande inanellando 4 vittorie consecutive, e una sola sconfitta, segnando 8 gol e subendone 7, sommando anche le partite pre-Pulga, i gol subiti sono ben 18 e fatti 11.
    I punti in campionato dei sardi sono distribuiti equamente fra fuori casa e dentro casa; con la formazione rossoblu che è arrivata alla vittoria esterna per ben 2 volte ed ha lo stesso conteggio per le vittorie interne. Contro il Catania inoltre, il Cagliari dovrebbe poter contare sull’apporto caloroso dei propri tifosi, che finora hanno potuto popolare solo una tribuna del nuovo stadio Is Arenas di Quartu, costruito in fretta e furia dalla società per far fronte all’indisponibilità del Sant’Elia ed alla volontà di tifosi e squadra di scartare l’ipotesi Nereo Rocco come alternativa definitiva. In occasione della sfida di Sabato si prevede l’apertura di almeno una delle due curve. puntano dichiaratamente all’Europa che conta, visto i risultati ottenuti fino ad oggi.

    Le partite precedenti per i rossoblu erano state tutte vittoriose, nei confronti delle dirette concorrenti alla salvezza: Torino, Bologna, Sampdoria e Siena. Il match di sabato potrebbe servire ai sardi per scavalcare il Catania al settimo posto, che viaggia a +1. Per difenderlo dovrà scendere in campo una squadra siciliana assetata di punti, essendo ancora a secco di successi esterni.
    Ivo Pulga, nuovo allenatore dei cagliaritani in coppia con Lopez, da Ottobre, da mister con poca esperienza si è trasformato in una sorpresa macina punti. La sua squadra si schiera spesso in campo con un 4-3-1-2 con la velocità di Cossu al supporto di un attacco mixato fra potenza e imprevedibilità con Nené e Sau. Per l’incontro di sabato, l’ex vice allenatore del Modena, avrà a disposizione anche i rientranti dopo la squalifica Nainggolan e Conti che rafforzeranno non poco il centrocampo, rispetto alla partita di Firenze. Il Catania spera che l’effetto non sia poi molto diverso da quello riscontrato al Massimino, col ritorno di Hernanes e Ledesma nel centrocampo laziale.
    Fra le fila delle due compagni non c’è nessun ex, ma è da sottolineare che ogni qual volta il Cagliari affronta il Catania, il colombiano Victor Ibarbo, che ha già segnato in carriera due gol ai rossazzurri, con la sua velocità ha spesso messo in difficoltà l’intero assetto difensivo etneo.
    Il Cagliari di questo campionato era partita veramente male, fino a inizio Ottobre occupava le ultimissime posizioni, ma con l’avvento del nuovo allenatore, si è risollevato alla grande inanellando 4 vittorie consecutive, e una sola sconfitta, segnando 8 gol e subendone 7, sommando anche le partite pre-Pulga, i gol subiti sono ben 18 e fatti 11.
    I punti in campionato dei sardi sono distribuiti equamente fra fuori casa e dentro casa; con la formazione rossoblu che è arrivata alla vittoria esterna per ben 2 volte ed ha lo stesso conteggio per le vittorie interne. Contro il Catania inoltre, il Cagliari dovrebbe poter contare sull’apporto caloroso dei propri tifosi, che finora hanno potuto popolare solo una tribuna del nuovo stadio Is Arenas di Quartu, costruito in fretta e furia dalla società per far fronte all’indisponibilità del Sant’Elia ed alla volontà di tifosi e squadra di scartare l’ipotesi Nereo Rocco come alternativa definitiva. In occasione della sfida di Sabato si prevede l’apertura di almeno una delle due curve.tutto il resto e noia 😉 😉 😉 😉

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu