PRESENTAZIONE DI SIENA-CATANIA

 Scritto da il 20 febbraio 2012 alle 19:29
Feb 202012
 

Il Siena, pur consapevole, che l’obiettivo del suo campionato sarebbe stato il raggiungimento della salvezza, a sprazzi non ha disdegnato un ottimo gioco di squadra e con più continuità, ha messo in campo la grinta che riesce a trasmette il suo allenatore, Sannino, ai più sconosciuto, ma con un ottimo score nelle categorie inferiori. Alla fine le cose che contano di più, sono i risultati sul campo e la classifica. I toscani vengono dalla brutta sconfitta di Lecce e sono vogliosi di riscatto, anche perché, il campionato, è entrato nel vivo della sua fase più importante e la squadra senese vuole rialzare la testa e portare a cinque i punti di vantaggio sulla terzultima dai due attuali, cercando nel recupero di mercoledì, la vittoria contro i rossazzurri.

La squadra di Sannino va elogiata per coraggio e valore quando scende in campo. Nella gara di Lecce, ci si chiede in terra toscana, come possa essersi sfaldato nella ripresa il Siena, dopo l’ottima prima parte di gara, di una squadra ben messa in campo e che era riuscita a imbrigliare la squadra di Cosmi. Sannino di norma, schiera un 3-4-3 mascherato da 5-4-1 ma ben ordinato e coeso, il pressing e l’attenzione del Siena sono fondamentali dalla metà campo in su, riescono a rendere poco fluida la manovra degli avversari. I toscani, in porta, possono contare su Pegolo, un portiere che si sta mettendo in mostra e che, è già nel mirino di parecchie società della massima serie. In difesa, sarà assente per squalifica il terzino Del Grosso, assenza pesante, visto il buon momento del giocatore. Rossettini, Terzi e Contini, dovrebbero far parte del reparto difensivo. A centrocampo, dovrebbero essere riconfermati, Angelo, che potrebbe entrare in ballottaggio per una maglia con il giovane Destro (ragazzo dotato di ottime qualità tecniche), Gazzi, che vorrà riscattarsi della prova opaca di Lecce, quando Sannino l’ha chiamato in causa a partita in corsa, Vergassola e Parravicini. Dovrebbero completare gli undici bianconeri, Brienza, Calaiò e Reginaldo.

Il Catania, oltre a voler riscattare la sconfitta di Torino con la Juventus, è chiamato a un piccolo tour de force di quattro partite, di cui, due recuperi, il tour inizia mercoledì a Siena, poi Novara in casa, Inter a Milano e Cesena in terra emiliana. Queste partite, dovrebbero servire, a fare da sparti acque di questo campionato per cercare di blindare la salvezza. Al momento la squadra di Montella e a più sei punti dal Lecce, (terz’ultimo in classifica) ma con due gare da recuperare. I rossazzurri, seppur sconfitti a Torino, hanno confermato, per buona parte della gara, quello che di buono si era visto al Massimino contro il Genoa, solo alcuni episodi, che non si possono concedere alla più blasonata Juventus, hanno fatto sì, che gli etnei siano tornati in Sicilia con il borsino dei punti vuoto. Il Catania, sta riuscendo a catalizzare l’attenzione degli addetti ai lavori su di se, per una condizione psicofisica invidiabile, e, che sta riuscendo far leva sulla tanta mole di buon calcio giocato ed espresso dai ragazzi di Montella. Non a caso, il termine usato da Sky è, “piccolo Barcellona”, che rispecchia ampiamente il lavoro fin qui svolto dal tecnico etneo.

Montella, mercoledì, dovrà fare a meno di Motta squalificato, che un’ottima impressione aveva destato contro il Genoa ma che di contro, nella sfida con la Juventus, è prevalso il nervosismo e l’ingenuità del terzino rossazzurro. Il tecnico del Catania, non avrà a disposizione, neanche il centrocampista Barrientos, per uno stiramento al collaterale della gamba e che stava dando ai rossazzurri, quella classe e valore tecnico in più, tanto da esaltare i conoscitori più fini del calcio. Mancando anche Potenza (per lui campionato già finito), come esterno basso di destra, non rimane che adattare Bellusci, oppure cosa meno probabile, Izco, per mantenere la difesa a quattro, ma ci viene più facile pensare, che l’allenatore etneo opti per il 3-5-2. Il Catania, dovrebbe operare anche un altro cambio, cioè, quello del portiere, Carrizo per Kosicki, quest’ultimo, ha dimostrato di avere alcune buone capacità tecniche, però, forse come diceva qualche settimana fa Montella, non ha quella giusta “cattiveria” agonistica, che possa dare sicurezza alla difesa rossazzurra, pesano su di lui, tutti e tre i gol bianconeri. Per Carrizo, forse sarà l’ultima occasione di riscatto per la sua carriera, dovesse fallire anche a Catania, per lui si aprirebbe il baratro del fallimento totale, perciò, è “d’obbligo”, iniziare a fornire delle buone, se non ottime, prestazioni alle pendici dell’Etna.

In difesa, dovrebbero occupare i posti nel tri-ruolo centrale, Bellusci, Legrottaglie e Spolli, anche se quest’ultimo, terrà fino all’ultimo con il fiato sospeso tutti i sostenitori del Catania, per le sue non perfette condizioni fisiche, tant’è, che a Torino, inizialmente, è andato in panchina e solo per esigenze, Montella, l’ha mandato in campo a gara in corso. A centrocampo, vista l’assenza di Barrientos, e l’eventuale centrocampo a cinque, dovrebbero trovare posto, due tra Biagianti, Ricchiuti e Seymur. Dipende da quale impostazione tattica vorrà imprimere inizialmente il tecnico del Catania, se più prudente, allora vedremo in campo Biagianti e Ricchiuti sin dall’inizio, viceversa, Ricchiuti e Seymur, considerando anche, che difficilmente Llama sarà disponibile per Mercoledì, però, non è da scartare un’altra opzione, cioè Biagianti e Seymur, assieme in campo con Ricchiuti che prenderebbe posto in panchina. Perciò, i cinque di centrocampo dovrebbero essere partendo da destra, Izco, Biagianti, Lodi, Almiron, Ricchiuti(Sejmur), a completare gli undici etnei nel reparto avanzato, Gomez e Bergessio.

Per il Catania, inizia un percorso immediato di un totale di quattro partite che probabilmente diranno quale possa essere nel prossimo futuro, il reale obiettivo degli etnei, al crocevia della strada del Catania si presentano due scelte tra campionato tranquillo e salvezza da conquistare. Sicuramente ci sarà da lottare, correre e da giocare ma siamo sicuri, che Montella e la sua troupe non si tireranno indietro.

 

  16 Commenti per “PRESENTAZIONE DI SIENA-CATANIA”

  1. Ip Address: 95.245.222.172

    Salve raga’!!!
    Copia e incolla da Repubblica

    Calcioscommesse al via,
    la serie A sarà sconvolta?

    Dalla serie A alla Lega Pro, i campionati rischiano un fine stagione con molte, troppe, brutte sorprese: la storia del calcioscommesse non va assolutamente sottovalutata, sono oltre una quarantina i calciatori coinvolti che adesso potrebbero mettere nei guai seri non solo se stessi ma anche i loro club, o ex club. Vige infatti il concetto della responsabilità oggettiva: c’è chi vorrebbe cambiarlo, per non penalizzare troppo le società, ma il presidente del Coni, Giovanni Petrucci, ha appena ribadito che si tratta di un “caposaldo dell’ordinamento sportivo”. Comunque, c’è e se ne terrà conto in quest’altra ondata di calcioscommesse. La scorsa estate il superprocuratore Stefano Palazzi fu molto severo coi calciatori, e i tesserati in genere, attenuando invece le richieste di condanna (poi, puntualmente, confermate in giudizio) nei confronti dei club. L’Atalanta, tradita da Doni, pagò più di altre, sei punti di penalizzazione che con uno splendido campionato ora è riuscita ad annullare. Lo stesso “schema” sarà applicato anche in questo caso da Palazzi. Ma ciò non toglie che molte società tremano. In serie A sotto indagine la posizione di tantissimi tesserati (in arrivo radiazioni a raffica, a meno che qulcuno si penta…) e di ben otto club: Lecce, Lazio, Genoa, Chievo, Novara, Siena, Atalanta, Bologna. In B pare molto compromessa la posizione del Bari. Alcune società rischiano davvero la penalizzazione (da tre punti in su); per altre si tratta solo, almeno per ora, di sospetti, con poche prove.

    Palazzi, dopo aver tenuto lunedì pomeriggio a Roma un vertice con il suo pool, inizierà presto il lavoro con gli interrogatori. Il primo ad essere sentito, il 28 febbraio, sarà Carlo Gervasoni (vedi www. figc. it), giocatore della Cremonese. Il giorno dopo Cristiano Doni e Carobbio. Il calendario delle audizioni va avanti sino al 15 marzo. Ma quando finirà l’inchiesta? Non è facile prevederlo: potrebbe non interrogare tutti i tesserati ma utilizzare il materiale che gli è stato consegnato dalla procura di Cremona. Il pm Di Martino gli ha dato i via libera per sentire anche chi è ai domiciliari. I processi (sportivi) potrebbero iniziare verso fine aprile, o, più probabile, a maggio. Il lavoro che aspetta Palazzi e c. è immane. E manca ancora il materiale della Procura di Bari: non è stato dato nulla al procuratore Figc perché l’indagine è in corso e riguarda il 416 bis. Silenzio invece da Napoli: fra la Procura e Palazzi i rapporti non sembrano idilliaci. “Fino a quando la prossima stagione non sarà iniziata le eventuali sanzioni della giustizia sportiva dovrebbero avere effetto per questo campionato”, così ha spiegato l’avvocato, uno dei maggiori esperti di diritto sportivo, intervenuto a Radio “Anch’io lo Sport” su Radio Uno. “Ci saranno decine di tesserati che saranno sentiti molto velocemente – continua – Ci sono tre Procure della Repubblica che stanno indagando, lo scenario è di grande preoccupazione, le responsabilità per alcuni tesserati sembrano probabili. Difficile fare pronostici, certo in base al principio della responsabilità oggettiva se dovessero venire fuori fatti nuovi le società, anche se già penalizzate (il caso dell’Atalanta, ndr), verrebbero tirate nuovamente in ballo. Lo scenario è fosco, la stagione 2012-2013 potrebbe essere contraddistinta da asterischi e penalizzazioni”. Di sicuro, il presidente Giancarlo Abete ha chiesto a Palazzi di fare in fretta e fare bene. “Potrebbero esserci effetti sulla classifica, ma lo spartiacque è il momento dell’iscrizione ai campionati e bisognerà valutare se l’afflittività di eventuali sanzioni siano da riferire alla stagione in corso o a quella futura”, ha detto il presidente Figc nella trasmissione di Radio Rai, “Gr Parlamento. La politica nel pallone”. ”E’ già stata fatta una prima tranche di indagini e ce ne sarà una seconda, ma il sistema calcio non può aspettare anni prima di emettere sentenze”.

  2. Ip Address: 87.18.143.116

    Buongiorno raga’!!!
    Qui Napoli e dintorni, cielo parzialmente coperto con raggi di sole e temperatura non da brrrrrrrrrrrrrrr!!!

    15 posto e due partite da recuperare, speriamo bene!!!

    Buona giornata a tutti!!!

  3. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno a tutti….

    Archiviamo la sconfitta con la rubentus e andiamo a Siena per il riscatto contro una diretta concorrente per la salvezza.

    dobbiamo fare punti per staccarci da questa scomodo posizione.

  4. Ip Address: 87.18.143.116

    Ciao joe!!! 😉 😉 😉

    IL SUPERTIFOSO
    GINO ASTORINA

    Niente
    mezze
    misure
    Il numero uno dei rossazzurri non conosce
    mezze misure, come il tifoso etneo, e così nel
    giro di pochi giorni è passato dagli scudi a
    “larigghia” da via Plebiscito! Più nobili
    commentatori avrebbero tirato fuori il “cadde,
    risorse e giacque” ma le mie umili origini mi
    suggeriscono una meno dotta, ma più efficace
    citazione.
    È chiaro che non si può addossare tutta la
    colpa al portierino catanese. Come cambiano
    le cose, una settimana fa lo chiamavamo
    portierone, ma per rimanere in tema canoro se
    Belen ci ha deliziato la vista con una “farfalla”,
    Kosicky ne ha sfoggiate ben tre.
    La partita contro la “Signora” è stata
    preceduta da una serie di dichiarazioni di
    Conte che sapevano tanto di una “Misa di
    manu avanti”, vengo e mi spiego: il neo
    capellone bianconero per tutta la settimana
    aveva tirato fuori il tormentone (comune
    anche a Mazzarri) “gli arbitri ci trattano male e
    se non vinciamo è perché loro non ci
    assegnano i rigori”.
    Una sorta di timore reverenziale, ma al
    contrario. Abbiamo perso, ed il signor
    Montella non ha fatto alcun riferimento ai
    metri conquistati da Pirlo nel battere la
    punizione o al fatto che poco prima l’azione
    doveva essere interrotta per un fallo subìto
    dagli etnei. Nessuno si sognerà mai di
    evidenziare “ammuttuni” di Chiellini ai danni di
    Bergessio al momento del gol e quant’altro
    potrebbe pendere a favore del Catania.
    Certo al momento della designazione il mio
    amico Ignazio mi ha prontamente telefonato e
    divertito mi ha detto: “Brighi da Cesena
    arbitrerà il Catania, è come se Di Pietro fosse
    chiamato a difendere Berlusconi” e giù a ridere.
    Il grande Giulio Andreotti era solito dire “A
    pensar male si fa peccato, ma il più delle volte
    si azzecca”.
    Rimbocchiamoci le maniche, a Torino si è
    accarezzata l’impresa, si è vista una squadra
    tosta, viva ma poco cinica, in fondo abbiamo
    avuto lo stesso numero di occasioni dei
    bianconeri, ma con esito diverso. Mercoledì si
    ritorna in campo per recuperare la prima delle
    due partite che mancano agli etnei, si gioca
    contro un’altra bianconera può essere una
    ghiotta occasione per mettersi alle spalle
    questa sconfitta.
    Un’ultima curiosità: “Sapiti cosa su l’allenatore
    del Siena ha fatto dichiarazioni, s’è
    lamentato?….”

  5. Ip Address: 95.238.47.96

    BUONGIORNO A TUTTI FRATELLI DELLA COSTA ROSSAZZURRA COME SEMPRE BELLA DISAMINA PEPPE DOMANI IL NOSTRO CATANIA DEVE DARE UNA RISPOSTA POSITIVA FORZA CATANIA SEMPRE 😉 😉

  6. Ip Address: 79.52.95.214

    Un caro saluto a tutti i tifosi. Alla precisa domanda di Gino Astorina una precisa risposta: sì, si è lamentato il direttore sportivo Perinetti reclamando un calcio di rigore che ha visto solo lui. Anzichè prendersela con i suoi giocatori per l’inguardabile prestazione fornita contro il Lecce si sono lamentati dell’arbitro. Sarebbe ora, una buona volta per tutte, di finirla, le partite si vincono con le prestazioni non con le lamentele.

  7. Ip Address: 2.10.105.187

    Formazione anti Siena per me

    ———Kosincky( se non si vuole rovinarlo, per me ha capacità, sfido chiunque a giocare contro la Juve in quello stadio con 30.000 contro ti fischiano, poi gli errori li fanno tutti, anche Buffon e Casillas!!
    Bellusci—-Lergrottaglie—Spolli—Marchese
    —Izco—-Almiron—Biagianti—
    Gomez—-Catellani—Bergessio–

    per Montella a soffrire

    —————Carrizo
    ——Bellusci–Legrottaglie–Spolli
    -Izco–Almiron-Lodi–Biagianti—-Marchese
    ———Gomez—Bergessio

  8. Ip Address: 87.18.143.116

    Salve raga’!!!
    Ciao Prof!!! 😉 😉 😉
    Gino Astorino de “La Sicilia”” e’ veramente bravo!!!
    Ho fatto una domanda tramite mondocatania (mi perdoni joe?) al nostro Mister.

    Tom, il difensore brasiliano annunciato in Gennaio, ha avuto modo di vederlo e valutarlo? (domanda suggerita da Gabriele Gurgone e Giorgio 47)

    Risposta di Mister Montella;

    No, non l’ho ancora visto. Se lo conoscete ditegli che lo sto aspettando.

    La Societa’ manco pa capa!!! Vuoi vedere e’ solo per la contabilita’ amministrativa?
    Oppure si e’ perso nella neve in Italia che in quei giorni era da Siberia?
    Veramente un mistero per Sherlock Holmes!!!

  9. Ip Address: 85.41.235.41

    CATANIA, i convocati per il Siena. Indisponibile Barrientos.
    21.02.2012 12:51 di Manuela Puglisi

    Il tecnico del Catania, Vincenzo Montella ha diramato la lista dei convocati in vista del recupero di domani contro il Siena alle ore 18.30, valido per la seconda giornata del girone di ritorno del Campionato Serie A Tim 2011/12.

    Questi i 20 atleti convocati:

    Portieri –
    20 Carrizo, 1 Kosicky, 29 Terracciano.

    Difensori –
    14 Bellusci, 34 Calapai 6 Legrottaglie, 12 Marchese, 3 Spolli.

    Centrocampisti –
    4 Almiron, 27 Biagianti, 13 Izco, 16 Llama, 10 Lodi, 19 Ricchiuti, 8 Seymour.

    Attaccanti –
    18 Bergessio, 32 Catellani, 22 Ebagua, 17 Gomez, 7 Lanzafame.

  10. Ip Address: 85.41.235.41

    CATANIA, Montella: “Contro il Siena sarà uno spareggio. Portiere? Ci sto pensando”
    21.02.2012 12:51 di Manuela Puglisi

    Il tecnico del Catania, Vincenzo Montella stamani è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del recupero di domani alle ore 18.30 contro il Siena. Queste le dichiarazione del mister raccolte da Itasportpress:
    “La sfida di domani vale più di tutte le altre partite, è come uno spareggio. I tre punti potrebbero farci allontare dalla zona calda. La miglior arma del Siena è la pazienza, sanno aspettare il momento giusto.Hanno la propria idea di gioco, e sanno cosa vogliono, merito del loro mister, Sannino.
    Barrientos? Mi dispiace non averlo a disposizione, ma sono contento di averlo sostituito in tempo per evitare guai peggiori. Vedrò come sostituirlo in base al modulo che adotteremo, punteremo sulla velocità che possono darci i nostri attaccanti, come Catellani.
    Cambiamenti a centrocampo? Izco è in forma in questo momento e non vorrei spostarlo, Seymour è un giocatore con qualità importanti.Biagianti non è al 100% e sto cercando di farlo crescere, deve fare di più, gli serve il ritmo partita, punto molto su di lui. Questo spiega anche perchè è stato inserito in alcuni spezzoni di partita. Lodi può adattarsi meglio come interno di centrocampo, è bravo anche in fase offensiva. Come sempre non posso pensare al singolo giocatore, le scelte del modulo dipenderanno anche da queste considerazioni.
    Ebagua? Sta bene e ci sono probabilità che possa avere la sua opportunità sin dai primi minuti o a gara in corso.
    Spolli? E’ a disposizione e si allena con il gruppo.
    Kosicky o Carrizo? Le scelte che farò contro il Siena non saranno condizionate dalla prestazione offerta da Tomas contro la Juventus, ho dimostrato di aver fiducia nelle sue potenzialità.Deve migliorare in tante cose, ha commesso degli errori,deve essere più spavaldo e guidare i compagni che sono davanti a lui. La società non ha mai fatto pressioni sulla scelta dei portieri, Kosicky ha bisogno di giocare un pò più spesso e non è detto che contro il Siena non giochi lui”.

  11. Ip Address: 79.44.7.158

    Buona serata a tutti. Mi chiedo ma Siazo quando ritornerà l’anno prossimo?

  12. Ip Address: 82.48.144.104

    Buonasera a tutti i soci dei colori rossazzurri. 😉

    Un abbraccio a Mario, Beppe, Joe, Matteo, Angelo, Giorgio, Vittorio, insomma, a tutti pari. :mrgreen:

    Per la partita con il Siena, calerei questa formazione:

    —————Carrizo
    ——Bellusci–Legrottaglie–Spolli
    -Izco–Almiron-Seymour–Ricchiuti—-Marchese
    ———Gomez—Bergessio

    in alternativa, questa:

    ———Carrizo
    ——Bellusci–Legrottaglie–Spolli–Marchese
    -Izco–Almiron-Seymour–
    ——Gomez—
    Bergessio ——- Catellani (o Ebagua)

    offensiva al massimo, ma con una discreta copertura.

  13. Ip Address: 87.13.239.178

    buonasera a tutti….
    nel recupero della 21° giornata il Bologna ha battuto la Fiorentina 2-0 e cosi siamo scesi al 16° posto in classifica 😈 😈 😈 😈
    Con il Sena dobbiamo fare risultato per forza….

  14. Ip Address: 87.18.143.116

    Buonasera raga’!!!
    Ciao joe!!! 😉 😉 😉
    Siamo in piena bagarre, domani a Siena dobbiamo fare la partita della vita!!!

    Sogni rossoazzurri a tutti!!!

  15. Ip Address: 95.238.47.96

    BUONGIORNO FRATELLI DELLA COSTA ROSSAZZURRA OGGI SEGUIRO I COMMENTI IN DIRETTA FORZA CATANIA SEMPRE 😈 😈

  16. Ip Address: 95.238.47.96

    GIORGIO MI RACCOMANDO A TE NON USCIRE DALLA VASCA DA BAGNO SE NON PRIMA FINISCE LA PARTITA CATANIA NEL CUORE

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu