Pronostico rebus

 Scritto da il 1 marzo 2012 alle 14:44
Mar 012012
 

Generalmente quando si stila un pronostico su un avvenimento sportivo, o in genere in qualunque campo sociologico, ci si attiene a tre componenti ritenuti fondamentali: probabilità matematica, probabilità statistica e attendibilità.

Soltanto una corretta analisi di queste tre componenti può legittimare qualsiasi pronostico come “pronostico tecnico”, a prescindere della realizzazione o meno dello stesso.

Per quanto riguarda gli incontri di calcio, ovviamente è più facile pronosticare la vittoria il pari o la sconfitta di una squadra rispetto al risultato esatto della gara.

Per esempio, alla vigilia di Catania-Novara avevo affermato a più riprese vincerà il Catania 2-0 e quel pronostico significava “amici miei, con tutto il rispetto che ho per il Novara, in questo momento, fra il Catania e il Novara ci sono due reti di scarto”.

Il fatto che la partita sia finita poi 3-1 e non 2-0 non inficia la bontà del pronostico, anzi, se vogliamo proprio essere pignoli, il campo ha dimostrato che la differenza fra Catania e Novara è ben più ampia di quanto dica il punteggio finale.

Domenica il Catania sarà di scena a San Siro contro l’Inter nel posticipo serale e devo confessare che quest’anno, per la prima volta, dopo 24 gare disputate dal Catania, non sono in grado di stilare nessun pronostico.

Procediamo con ordine: dal punto di vista matematico non ci sono dubbi. Trattandosi di un incontro di calcio è aperto a tre possibili soluzioni, come tutte le partite singole partite di calcio, le probabilità matematiche non si considerano, poiché le probabilità matematiche sono del 33,33 periodico sia per il segno 1 che indica la vittoria casalinga, sia per il pareggio, sia per la vittoria esterna.

Dal punto di vista statistico la situazione è completamente diversa: l’Inter proviene in campionato da quattro sconfitte consecutive, che diventano cinque se aggiungiamo la sconfitta beffa maturata nell’ultimo minuto a Marsiglia nella gara di Champions.

Non mi risulta che l’Inter, in tutta la sua storia centenaria abbia mai perso sei partite consecutive. Voi direte c’è sempre la prima volta, e anche questo è vero.

Piuttosto l’Inter ha fatto registrare solo un pareggio nelle ultime 17 partite disputate, il 4-4 pirotecnico contro il Palermo, contro 10 vittorie e 6 sconfitte, mentre il Catania non pareggia da quattro gare (3 vittorie e 1 sconfitta).

Dal punto di vista statistico le percentuali mi dicono 34 per la vittoria dell’Inter 60 per il pareggio e solo 6 per cento per la vittoria del Catania a San Siro.

Ma è dal punto di vista dell’attendibilità, quella che determina maggiormente un pronostico, che la partita mi manda in “tilt” e diventa un rompicapo, rendendo ogni previsione un vero e proprio rebus.

Per prima cosa spieghiamo cosa si intende nelle probabilità statistiche con il termine di attendibilità. L’attendibilità è quel grado di probabilità che si assegna alla realizzazione di un evento che si ricava analizzando  le diverse situazioni del passato, le quali presentano fra di loro delle analogie con l’evento presente pronosticato.

In parole molto più povere l’analisi delle situazioni passate mi dice che una squadra bisognosa di punti per salvarsi al 90% , almeno nel campionato italiano, batte sempre la squadra che è tranquilla e non ha obiettivi da raggiungere. Sempre l’attendibilità mi dice che se una squadra potenzialmente forte incontra in casa una squadra più debole, a parità di motivazioni, al 90% vince sempre la squadra più forte.

Fermiamoci proprio su quest’ultimo punto: se una squadra potenzialmente forte incontra in casa una squadra più debole a parità di motivazioni. Mi chiedo : ma oggi fra Inter e Catania chi è la squadra più forte e chi è la squadra più debole ?

L’analisi delle ultime quattro partite disputate dalle due squadre non lascia spazio ad alcun dubbio : la squadra più forte, ma molto più forte, è il Catania e non l’Inter.

Nelle ultime quattro partite l’Inter ha subito una pesante sconfitta per 4-0 a Roma, dove praticamente non è scesa in campo, poi ha perso davanti al pubblico amico giocando una gara squallida con il Novara, allora ultimo in classifica, ed era lo stesso Novara strapazzato domenica scorsa dal Catania. Tornata nuovamente in casa ha subito un umiliante 0-3 dal Bologna e infine, ha perso di misura a Napoli in pratica, non tirando mai in porta e non dando mai l’impressione di poter uscire imbattuta dal San Paolo.

In sintesi: negli ultimi quattro incontri l’Inter ha fatto registrare quattro sconfitte, punti zero in classifica con zero reti fatte e ben nove subite.

Da parte sua il Catania nelle ultime quattro gare disputate ha travolto il Genoa per 4-0, poi ha messo in serie difficoltà la Juventus andando sotto solo a venti minuti dalla fine, quando era in inferiorità numerica, per un gol palesemente irregolare e dopo aver sfiorato clamorosamente il vantaggio. Dopo la sfortunata gara di Torino, il Catania ha vinto il delicato  recupero di Siena per 1-0 e ha spento le ultime residue speranze del Novara, proprio lo stesso che aveva vinto a Milano contro l’Inter, dominandolo largamente e concedendo solo la rete della bandiera sul 3-0.

In sintesi: nelle ultime quattro partite tre vittorie e una sconfitta, nove punti con ben nove reti segnate e quattro subite. Ma c’è di più, se allarghiamo l’analisi statistica alle ultime sette partite disputate dalle due squadre mentre nel Catania troviamo altri tre pareggi, tutti con reti, nell’Inter troviamo la sconfitta per 1-0 di Marsiglia in Champions League, il pari casalingo per 4-4 contro il Palermo, che fuori casa ha segnato solo 8 reti, 4 all’Inter e 4 nelle rimanenti dodici trasferte, e la sconfitta per 1-0 di Lecce, contro una squadra allora al penultimo posto.

Insomma, l’analisi del momento ci dice che fra Catania e Inter attualmente non esiste paragone, la quadra più forte è il Catania.

Dato che le due squadre sono entrambe motivate e giocheranno per vincere, dal punto di vista dell’attendibilità la percentuale stravolge nuovamente tutto perché mi dà 32 % per la vittoria dell’Inter 8% per cento per il pareggio e ben 60 %  per la vittoria del Catania.

Ebbene, se sommiamo le percentuale statistiche con l’attendibilità e dividiamo per 2 (cosa che faccio sempre) otteniamo 33 % per la vittoria dell’Inter, 34 % per il pareggio e 33 % per la vittoria del Catania, un vero e proprio rebus, anche perché la statistica mi dice che è quasi impossibile che l’Inter possa perdere nuovamente, mentre l’attendibilità, l’analisi della situazione del momento, mi dice che è quasi impossibile che possa vincere contro questo Catania.

Naturalmente non la penseranno così i quotisti che partono dal presupposto che l’Inter è più forte del Catania. Ma chi dice che i vari Ranocchia, Pazzini, Obi,  Poli e Palombo, quest’ultimi meritatamente retrocessi in B con la Sampdoria, siano veramente più forti di giocatori come Spolli, Bergessio, Almiron, Barrientos e Lodi ? certo ci sono anche i vari Zanetti, Samuel, Lucio, Cambiasso, Snejder e Milito, giocatori di primissimo piano, non si discute, nessuno si sogna di paragonare l’intera rosa dei neroazzurri con quella del Catania. La classifica attuale, però, non conferma questa superiorità dell’Inter nei confronti degli etnei, anzi ci dice che le due squadre sono potenzialmente alla pari, dal momento che l’Inter ha 36 punti e il Catania ne ha 33, ma deve recuperare la gara di Cesena contro una squadra che è ultima in classifica e ha meno della metà dei nostri punti, pertanto non è vietato pensare che possa vincerla.

Se consideriamo il momento di forma delle due squadre il Catania attuale, contro l’Inter attuale, a Milano dovrebbe vincere con facilità, o per lo meno non dovrebbe assolutamente perdere, ma c’è la statistica che depone a favore dell’Inter.

Pertanto, non riesco proprio a sbilanciarmi e fare un pronostico, ma se mi chiedessero per forza di cose di farlo direi 1-1 con reti di Milito e Gomez, perché Milito difficilmente rimane sei partite di fila senza segnare e perché Gomez, a bersaglio domenica, potrebbe ripetersi avendo ancora segnato solo due reti delle sei-sette che potenzialmente ne dovrebbe segnare in un anno.

Nella speranza che l’Inter non risorga proprio contro il Catania.

 

  37 Commenti per “Pronostico rebus”

  1. Ip Address: 85.41.235.41

    Speriamo che a Milano non facciamo beneficenza come il solito 😈 😈

    è uno scontro diretto che non capita tutti i giorni, quindi occhio, onoriamo la maglia….

  2. Ip Address: 79.44.7.158

    Ciao Joe, la classifica attuale dice proprio questo: si tratta di uno scontro diretto.

  3. Ip Address: 79.51.179.79

    BENE TINO OTTIMA DISAMINA DEGNA DI UN GIORNALISTA IL FISCHIETTO SARA CELI FORZA CATANIA

  4. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Prof e Angelo….

    Finalmente ci sono tutti, hanno svuotato l’infermeria all’infuori di Biagianti a Roma per le visite mediche, ma io non mi strapperò i capelli 😯 😯 😯

    Venerdì alle 14.15 Capuano e Seymour in sala stampa

    Riscaldamento, esercitazioni tattiche nelle due fasi e partite a tema: questi i contenuti principali dell’allenamento pomeridiano in casa Catania. Quattro rientri in gruppo: Barrientos, Gomez, Izco e Suazo hanno lavorato con i compagni. Venerdì alle 14.15, in sala stampa, Ciro Capuano e Felipe Seymour risponderanno alle domande dei cronisti. Alle 15.00, allenamento a porte chiuse.

  5. Ip Address: 79.44.7.158

    Ciao Angelo, Celi di Campobasso come arbitro non è male. per quanto riguarda Biagianti sono affezionato al ragazzo, ma subisce continui infortuni, qualcosa non va più.

  6. Ip Address: 85.41.235.41

    Fortuna che possiamo contare su Seymour che si è dimostrato all’altezza del compito assegnato d’avanti la difesa a fare il mediano 😉 😉 e tira anche in porta….

  7. Ip Address: 95.235.32.108

    Buonasera raga’!!!
    Buon commento Tino!!! 😉 😉 😉
    Contento per i rientri di tutti gli infortunati salvo Biagianti e Potenza.
    Veramente sara’ un “Rebus” il pronostico per Inter-Catania.
    Per la prima volta nella Nostra storia, specialmente a Milano, non sara’ 1 fisso, vuoi perche’ il Catania gioca meglio e l’Inter come dice Barrientos in un’intervista a Sky e’ un leone che dorme.

    A me interessa che giochi bene il Catania e non ci fanno sempre il c…o, poi se viene un risultato positivo ben venga!!!

    Sogni rossoazzurri a tutti!!!

    Forza Cataniaaaaaaaaaaaaa!!!

  8. Ip Address: 94.167.28.12

    Buonasera a tutti …

    Ottimo Prof, veramente ottimo articolo con un’analisi dettagliata e ricca di contenuti su cui riflettere (Prima o poi una schedina insieme ce la giochiamo) … 😉 😉 😉
    Debbo dirti in tutta onestà che anch’io ho parecchie difficoltà a stilare un pronostico per Domenica sera, anche se condivido con te il fatto che attualmente il Catania è molto più forte dell’Inter come squadra.
    Se a tutto questo aggiungiamo la differenza di forma fisica e mentale fra le due squadre la bilancia pende tutta dalla parte del Catania. Non mi ricordo se mai abbiamo vinto a S.siro (così a mente credo di no), bene! E’ arrivato il momento di sfatare un’altro tabù! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    Forza Catania!

  9. Ip Address: 79.44.7.158

    Una buona serata a tutti i tifosi del Catania. San Siro, da parte Inter, è l’unico campo di serie A che il Catania non ha mai espugnato. Contro il Milan abbiamo vinto a San Siro in Coppa Italia, ma contro l’Inter al massimo un 1-1. Come dice Mario, che affettuosamente saluto, sarebbe ora di sfatare questo tabù. A domani.

  10. Ip Address: 87.3.67.156

    domenica sarà tutto il mondo a guardare Inter – Catania dato l’orario, quindi dobbiamo fare bella figura 😈 😈 Forza ragazzi…. io penso che si può fare.

  11. Ip Address: 95.232.25.48

    Buonasera gente. A me Celi non piace. Non molto tempo fa contro il Catania ne ha combinate una più del diavolo. Come si dice a Pavia: “avi chiu’ corna iddu ca ‘mpanaru di vaccareddi”.

    Sogni rossazzurri a tutti.

  12. Ip Address: 87.3.67.156

    A Pesaro si dice:
    “Avi cchiu corna di na lapa china di crastuni”

  13. Ip Address: 95.235.33.251

    BUongiorno ragha’!!!
    Qui Napoli e dintorni, cielo sereno e temperatura mite.
    Sicuramente Mister Montella non fara giocare qualche titolare per tenerlo fresco fresco contro il Cesena il 7 Marzo.

    Buona giornata a tutti e forza Cataniaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!

  14. Ip Address: 95.235.33.251

    Mi correggo “raga’!!!

    Prossimi incontri:

    04/3/12
    Inter-Catania

    7/3/12
    Cesena-Catania

    11/3/12
    Catania-Fiorentina

    18/3/12
    Catania-Lazio

    25/3/12
    Napoli-Catania

  15. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno a tutti…

    Prevedo in queste 5 partite almeno 11 punti per arrivare subito alla salvezza 😉 😉 😉
    senza patemi d’animo…..

  16. Ip Address: 2.10.112.227

    Buongiorno a tutti pari
    Ciao prof, di matematica? sei la mente statistica del Catania!! ❗ ❗
    la definizione di Barrientos per me è quella giusta ” Un leone che dorme” allora lasciamolo dormire, entriamo piano piano, con grinta e umiltà, senza presunzione e vediamo cosa succede!!! Certo che se l’Inter schiera a centrocampo, Cambiasso, Stankovic e Poli in questo momento siamo più forti!! prevedo un partitone di Lodi se gioca avanti come le ultime partite!! l’Inter a centrocampo non è un fulmine di guerra e Lodi andrà a nozze!!
    Ciao Joe, se facciamo 11 punti in 5 partite siamo in Europa :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
    a vo finiri di parrari sempri di salvezza!!!! :mrgreen: :mrgreen:

  17. Ip Address: 79.47.31.4

    Buongiorno a tutti,Tino,complimenti per l’articolo,bello e completo,dai numeri delle statistiche,all’analisi tecnica. 😆

    Io la settimana scorsa,su Cataniagol,avevo pronosticato il 3-1,con primo marcatore avevo messo Gomez e fascia di tempo,16-30.Ho sbagliato il primo marcatore,però,ho fatto 9 punti,non è male :mrgreen:

    In questi giorni,tutti a dire(da parte interista),che l’Inter ripartirà con il Catania e questo mi porta a due riflessioni.

    Primo: chi viene intervistato da parte interista,non penso che possa dire altro,quanto meno per darsi coraggio.

    Secondo: il Catania,in queste sei anni di serie “A”,è stato il benefattore di tante squadre,o giocatori,che venivano da lunghe astinenze di vittorie,o gol.

    Potrei fare un lungo elengo degli “omaggi” 😥 fatti dai rossazzurri,ma la lista,è lunga,forse,il professore,abile in queste cose,potrebbe fare una ricerca. 😆

    Comunque,sono fiducioso,però spero,che il Catania non sia in vena di fare regali. :mrgreen:

  18. Ip Address: 79.47.31.4

    Dimenticavo,hanno avuto benefici dal Catania,anche chi doveva raggingere dei record,o traguardi,i 100 gol in serie “A”,in carriera,con la stessa maglia e chi più ne ha,più ne metta.
    Ma quanto è buono il Catania. :mrgreen: :mrgreen:

  19. Ip Address: 79.47.31.4

    Noooooo,’và ‘bbeni ‘và. 😈 😈 ‘ccià ‘stanu ‘ittannu. 😈

    “L’Inter un mese senza gol!! “il gol perduto dell’Inter!!!” “col Catania,l’inter si riscatterà!!!”

    ‘Ma ‘iù ‘ricu, ‘ma ‘picchì ‘non ‘s’attaccunu,’tutti,’na ‘mazzira ‘ndò ‘coddu ‘iè ‘sì ‘iettunu ‘ammari ??? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  20. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Peppe,

    All’Inter la paura fa novanta 😀 😀 😀 è ovvio che devono parlare cosi!!!!
    mica possono dire che con il Catania possono perdere…
    mi sa che domenica sera scriviamo “clamoroso al S.Siro”

  21. Ip Address: 79.51.179.79

    BUONGIORNO FRATELLI DELLA COSTA ROSSAZZURRI IL CATANIA NON DEVE FARE BENEFICENZA A NESSUNO TANTO MENO AI NEROAZZURRI DEVE ANDARE LA PER FARE LA SUA PARTITA E FARE PUNTI FORZA CATANIA SEMPRE 😈 😈 😈 😈

  22. Ip Address: 79.51.179.79

    BUONGIORNO FRATELLI DELLA COSTA ROSSAZZURRI IL CATANIA NON DEVE FARE BENEFICENZA A NESSUNO TANTO MENO AI NEROAZZURRI FORZA CATANIA SEMPRE 😈 😈 😈 :: :: :

  23. Ip Address: 79.51.179.79

    CIAO JOE NON MI AVEVA ACCETTATO IL PRIMO POST PER QUESTO E SUBENTRATO IL SECONDO 😯 😯

  24. Ip Address: 79.51.179.79

    CATANIA SEYMOUR UNA VITTORIA A MILANO POTREBBE CAMBIARE LA NOSTRA STAGIONE

  25. Ip Address: 79.51.179.79

    CAPUANO E SEYMOUR A MILANO SENZA PAURA

  26. Ip Address: 79.44.7.158

    Un caro saluto a tutti gli amici del sito, vi ringrazio degli elogi (esagerati) siete troppo gentili. Chiarezza, non non sono professore di matematica, insegno Filosofia, Storia e altre discipline, ma mi interesso di statistica e, soprattutto, come tutti voi amo il calcio e il Catania.

  27. Ip Address: 2.10.119.3

    Ciao prof,
    Dicevo matematica solo per dire, visto le tue sempre puntuli ed esaustive statistiche :mrgreen: :mrgreen:

  28. Ip Address: 79.44.7.158

    Per Peppe 58. La lista è veramente lunga e non è il caso di pubblicarla, ma c’è un’altra interessante lista da non trascurare : il Catania in questi sei anni è in assoluto la squadra che ha fatto licenziare più allenatori e a Palermo ne sanno qualcosa. Allunghiamo la lista con Ranieri, che ne dite ?

  29. Ip Address: 79.44.7.158

    Secondo me fra Inter e Catania, oltre che dal punto di vista fisico, il Catania sta meglio dal punto di vista psicologico. Loro sono obbligati a vincere, per noi tutto quello che viene è ben accetto, la nostra classifica in ogni caso resterebbe ottima. In questi casi il nervosismo potrebbe fare all’Inter un brutto scherzo, il Catania però dovrà giocare con impegno senza prendere l’incontro alla leggera. Una buona serata a tutti, a domani.

  30. Ip Address: 95.235.33.251

    Buonasera raga’!!!
    Bravo Prof!!! 😉 😉 😉
    Volevo far notare proprio questo, Il Catania ad alcuni allenatore porta sfiga!!! 😆 😆 😆
    Senza problemi affrontiamo l’Inter, “o la va o la spacca” cioe’ se va bene o.k. se no pazienza!!!

    Sogni rossoazzurri a tutti!!!

    Forza cataniaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!

  31. Ip Address: 82.60.37.12

    Buonasera a tutti…..

    vedo che siamo tutti a meditare, ci siamo immersi a pensare e a fare supposizioni….
    ce la facciamo a battere l’Inter o ci accontentiamo di un misero punticino 😯 😯 😯
    non ci pensiamo più ragazzi andrà come deve andare (vinceremo) 😀 😀

    CATANIA, Lo Monaco: “Con Montella avviato piano di valorizzazione”
    02.03.2012 21:57 di Redazione ITA Sport Press

    Pietro Lo Monaco, amministratore delegato del Catania ai microfoni di Radio Manà Manà Sport 24 ha parlato del tecnico Montella e del portiere Carrizo confermando le stesse indicazioni date a Itasportpress due giorni fa. “Ho già detto che il nostro allenatore Montella rimane, non c’è discussione su questo aspetto. Abbiamo fatto insieme un piano di valorizzazione. Un altro anno da noi gli farebbe bene ma ha tutto per allenare un grande club. Non lo lascerei neanche per la Lazio o per l’Inter”. Chiosa finale sul portiere argentino Juan Pablo Carrizo, arrivato a gennaio in prestito dalla Lazio: “Lo conosco da 5-6 anni, so qual è il suo valore. Il giocatore voleva mettersi in discussione, abbiamo parlato dalle 3 del mattino in poi. Ha voglia di fare e spero si possa riprendere al massimo. Lui aveva una concezione del ruolo del portiere sbagliata, la casa del portiere è l’area di porta non l’area di rigore. Se lui sta tra i pali ha tutto per diventare un gran portiere”.

  32. Ip Address: 95.245.15.190

    Buongiorno raga’!!!
    Qui Napoli e dintorni, cielo coperto e temperatura buona.
    Ciao joe!!! 😉 😉 😉
    La penso come te e cioe’ “o la va o la spacca”!!! Che ce frega!!!
    I punti importanti saranno contro il Cesena mercoledi e la Fiorentina Domenica prossima!!!

    Buona giornata a tutti!!!

  33. Ip Address: 79.51.179.79

    BUONGIORNO A TUTTI FRATELLI DELLA COSTA ROSSAZZURRI UN SALUTO PARTICOLARE AL BOTTEGAIO DEL SITO CIAO GIORGIO UNA BUONA GIORNATA E FORZA CATANIAAAAAAAAAAA

  34. Ip Address: 95.245.15.190

    Ciao Angelo!!! 😉 😉 😉
    Dal bottegaio del sito!!! 😆 😆 😆

  35. Ip Address: 2.10.119.3

    Buongiorno a tutti pari

    Mi sveglio e leggo che per Lo Monaco il calciomercato non finisce mai 😈 😈 😈 😈

    Catania, Lo Monaco: “Se il Milan non riscatterà Maxi…”

    L’amministratore delegato delCataniaPietro Lo Monaco, è intervenuto ai margini dell’assemblea di Lega. Il dirigente del club etneo, fra le altre cose, parla del futuro di Maxi Lopez: “Credo che al termine della stagione il Milan riscatterà Maxi, ma se così non fosse troveremo un’altra soluzione per il ragazzo, perché difficilmente potrebbe tornare da noi dopo aver indossato la maglia del Milan”. Queste le parole dell’AD catanese, riportate dal Corriere dello Sport

    Potrebbe arrivare un’offerta al Catania per Gomez firmata Inter: secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, le due squadre, che domenica sera si affronteranno a San Siro, potrebbero presto parlare del futuro di Gomez. Il calciatore è stato sponsorizzato direttamente da Lo Monaco, che lo ha consigliato al presidente nerazzurro Moratti. Quella di domani sarà certamente l’occasione giusta per il presidente dell’Inter di vedere da vicino le qualità del calciatore del club etneo.

  36. Ip Address: 95.245.15.190

    Salve raga’!!!
    Copia e incolla da La Sicilia.
    Articolo parzialmente ridotto.

    Un legame, un’amicizia che s’erano già
    consolidati ai tempi del Catania…
    SOTTIL: «In verità, ancora prima. Ci siamo
    conosciuti nella Reggina, quando lui arrivava
    dalla Juve e io dall’Udinese. A Reggio
    è nato un rapporto che è maturato
    negli anni. Poi ci siamo divisi calcisticamente,
    pur rimanendo sempre in stretto
    contatto: lui è tornato a Perugia, io sono
    andato a Genova. Quindi sono arrivati
    due momenti professionali difficili: lui
    ha vissuto il fallimento del suo club,
    mentre io ho subìto una retrocessione in
    C1 per una delle tante vicende che con il
    pallone non c’entrano nulla… Così ci siamo
    ritrovati a spasso. Proprio in quel
    frangente maturava un progetto importante
    a Catania: lui ha firmato per primo.
    Ha parlato con la società e mi ha coinvolto.
    Io ho accettato e siamo tornati tornati
    a essere compagni di squadra. Abbiamo
    vinto un campionato e poi ancora assieme
    due anni in serie A. Io sono andato
    via, lui è rimasto a Catania: ma il filo
    che ci unisce non si è spezzato, a riprova
    che nella vita quando trovi un vero amico
    te lo tieni ben stretto. Adesso è arrivata
    questa nuova, grande avventura».
    «In certi momenti, all’inizio mi è sembrato
    un po’ strano: perché siamo passati
    dal ruolo di compagni di squadra e di
    camera a quello di allenatore e giocatore.
    Insomma, mi veniva anche da sorridere.
    Ma Davide è troppo bravo e professionalmente
    troppo serio. Lui rispetta
    assolutamente il mio ruolo. Altrettanto
    faccio io: lui non è solo un giocatore
    del Siracusa, ma è anche un allenatore in
    campo, un uomo spogliatoio, un leader
    assoluto. Perché lo merita e lo dimostra.
    In campo è ancora fresco come un ragazzino
    e fuori del campo è sempre pronto
    a dare consigli ai più giovani».
    E il vostro rapporto con la Sicilia?
    BAIOCCO: «Per quanto mi riguarda, non
    c’è alcun segreto. Io ho dichiarato il mio
    amore per questa terra da tanto tempo.
    Vivo a Catania. Ho maturato un legame
    molto forte con questa terra e con la sua
    gente. Sentimenti che ritrovo anche nel
    mister, sentimenti che lo hanno spinto a
    condividere il progetto Siracusa».
    C’è stato un momento in cui sembrava
    che il suo futuro professionale dovesse
    continuare a Catania, magari come dirigente.
    Poi, invece, qualcosa è andato
    storto e lei è stato costretto a lasciare la
    Sicilia…
    BAIOCCO: «Anche questo non è un segre-
    Io contavo di chiudere la mia carriera
    ai piedi dell’Etna, progetto che però non
    fu possibile realizzare. Tanti motivi… Ma
    nel calcio queste cose succedono. Loro
    sono la società, prendono le loro scelte,
    sempre per il bene del club. Io ci sono rimasto
    male e gliel’ho detto apertamente…
    Ma la cosa importante è che io sia rimasto
    legato alla città di Catania…».
    Ma non si può immaginare un giorno
    un vostro futuro nel Calcio Catania?
    BAIOCCO: «Mai dire mai. Certo, dipende
    assolutamente dalla società. Per quanto
    mi riguarda, io oggi sono felicissimo d’avere
    abbracciato il progetto Siracusa che
    ho intenzione di portare avanti. Il tempo
    del Catania, calcisticamente parlando,
    c’è stato, è passato. Non so se tornerà in
    futuro. Il presente dice Siracusa. Io ho
    scelto la città aretusea non solo per avere
    un risultato immediato sul campo,
    ma anche e soprattutto per costruire un
    futuro con il Siracusa. Spero che questo
    possa avverarsi, al di là dei risultati del
    campo».
    E come allenatore. In un futuro a medio
    termine, dopo l’éra Montella, Sottil si
    vedrebbe sulla panchina del Catania?
    SOTTIL: «Spesso me la fanno questa domanda
    perché, come Davide, io ho imparato
    ad amare questa terra; le nostre vacanze
    le facciamo sempre qui. Mi piace
    girare, mi piace la passione di questa
    gente, il modo di vivere anche al di là del
    calcio. E poi c’è il fatto che siamo stati
    giocatori del Catania e vissuto stagioni
    esaltanti. A chi non piacerebbe allenare
    una squadra come il Catania… Però, oggi
    sono il tecnico del Siracusa e assieme a
    Davide abbiamo sposato questo progetto
    in cui crediamo molto. Sono concentrato
    e penso a finire alla grande questa
    stagione. Ovvio che nessuno può ipotecare
    il futuro: e allora, come dice Davide,
    mai dire mai…».

  37. Ip Address: 79.51.179.79

    MI GUSTA IL TRIDENTE 😈 😈 😈

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu