Prove di accensione

 Scritto da il 24 luglio 2016 alle 23:21
Lug 242016
 

marco-michele

Dopo la prima vittoria dei giorni scorsi contro l’Equipe Sicilia, la formazione rossazzurra è  scesa in campo affrontando il Biancavilla, una squadra appena promossa  in Eccellenza che ha dimostrato di essere, almeno nel primo tempo, un complesso ben disposto in campo che è riuscito a farsi apprezzare per la coralità del gioco a tratti  espresso e che non ha demeritato davanti a calciatori più esperti e di categoria superiore.

Nel secondo tempo, come era prevedibile, i 36 gradi centigradi hanno influito sugli sviluppi della manovra ed il Catania è riuscito a prevalere proprio con due degli uomini entrati nella ripresa , Paolucci e Di Grazia, più freschi dei loro rivali che non potevano contare su una panchina più lunga e di qualità come quella etnea.

Al fischio di inizio il Catania si è schierato con il solito modulo dei quattro in difesa con Nava e Djordjevic rispettivamente a destra e sinistra, centrali un inedito e sontuoso Longo sostituito al trentasettesimo da Bergamelli a fianco dell’esperto Bastrini; a centrocampo Biagianti in cabina di regia con gli alfieri De Cecco e Bombaci ai lati e in avanti Russotto a destra con Calil centrale e Basiric a sinistra .

Gli avversari, come detto in precedenza, dalle prime battute dimostravano di voler vendere cara la pelle mentre la squadra ospitante non riusciva a rendersi pericolosa per la buona vena espressa dagli sfidanti che addirittura, sul finire del primo tempo, colpivano la traversa su di una pericolosa incursione in area dopo essere riusciti a mostrarsi pericolosi anche in avvio di match a causa di uno sfortunato rinvio del portiere Martinez che calciava il pallone sugli stinchi di un avversario con la sfera che si perdeva a mezzo metro dal palo rischiando la beffa.

Nel secondo tempo la squadra di casa partiva a buon ritmo e i cambi in successione portavano nuove energie al complesso e così un fresco Paolucci sostituiva uno spento Calil e Matosevic in porta a fare staffetta con Martinez. Paolucci si dimostrava subito in palla e il suo tiro sottoporta su bel passaggio di Basiric portava in vantaggio i rossazzurri che avevano anche provveduto ai cambi di Bombaci per Di Grazia e Di Cecco per Sessa . Tre minuti dopo , al diciassettesimo della ripresa, su un bel tiro in diagonale di Di grazia il Catania raddoppiava fiaccando le speranze della volenterosa squadra ospite che riusciva comunque nel finale a siglare il gol della bandiera su improvvido tocco di mano di Parisi entrato al posto di Bastrini che causava un calcio di rigore trasformato da Licciardello lesto a spiazzare Matosevic.

Prima del gol del Biancavilla altri cambi si succedevano in casa etnea con Da Silva al posto di Biagianti, Rossetti  per Russotto che si era fatto apprezzare per i suoi guizzi sulla destra e Anastasi per Basiric artefice del passaggio per il gol  di Paolucci ma apparso in talune circostanze impreciso sotto porta.

Malgrado la vittoria di misura, si è visto un Catania ancora con qualche zavorra da smaltire dovuta probabilmente ai carichi di lavoro di questi giorni che è riuscito ad accendere il motore ed in avanti sembra  supportato da parecchi cavalli, alcuni di razza pura, come Russotto, Paolucci e Di Grazia mentre Calil, purosangue di lusso per la categoria è apparso oggi , così come Basiric , appesantito a  causa della stazza fisica che richiede tempi più lunghi per lo smaltimento dei pesi sostenuti. Il centrocampo in fase di impostazione può’ contare sul l’esperienza  del capitano Biagianti rimasto in campo sino al ventunesimo della ripresa mentre Di Cecco e Bombaci come lo stesso Da Silva sembrano più utili in fase di contenimento ma impacciati nella costruzione di trame di gioco offensive. Ecco quindi la necessità di un regista che possa affiancarsi o sostituirsi al capitano rossazzurro durante il lungo scorrere della nuova stagione. La difesa, da rivedere contro avversari di calibro maggiore, sembra un reparto già ben oleato ed esperto seppur in certi momenti del match non ha peccato di qualche ingenuità e leggerezza. In definitiva, un Catania da rivedere oggi sufficiente nel complesso e con le positive sorprese di Longo e Djodjevic nei due incontri sinora disputati e di Nava oggi apparso maggiormente inserito nello scacchiere rispetto al precedente incontro disputato.

Con i limiti imposti dalla preparazione un organico che ha da poco acceso  quel motore la cui chiave avviata dall’a.d. Lo Monaco ha anche oggi trovato parecchi sostenitori sugli spalti di Torre del Grifo pronti a sostenere con sonori applausi ed incoraggiamenti il rombo di questo motore ancora in rodaggio ma già ansioso di ruggire sui numerosi campi di lega pro del girone.

  10 Commenti per “Prove di accensione”

  1. Ip Address: 151.68.70.66

    Naturalmente siamo ancora in fase di rodaggio! Gli allenamenti sono appena cominciati! Dal commento della Redazione ,comunque si ricavano queste impressioni . Positive per quanto riguarda l ‘ attacco ,sopratutto per quanto riguarda Paolucci sempre lucido e svelto sotto porta. Naturalmente Calil ,data la stazza,ancora ha bisogno di molto lavoro! Dal commento ,si ricava anche la necessità che il Catania ha bisogno ,ancora di un elemento di peso a centro campo,sopratutto per far respirare Biagianti. Non si può pensare che un elemento,si di esperienza come Biagianti,ma non di primo pelo,possa sostenere dallo il logorante campionato che sta pe cominciare . Bene la difesa ,anche se bisogna pensare che di fronte si aveva una squadra come il Biancavilla !

  2. Ip Address: 151.68.70.66

    Scusate. Volevo scrivere. ………. Possa sostenere da solo………

  3. Ip Address: 87.7.196.150

    Buondì ragazzi. Il 2-1 col Biancavilla non è’ un grande risultato ma speriamo solo dovuto alla preparazione pesante di questi giorni. Attendiamo fiduciosi gli inserimenti in squadra di Piscitella e Scoppa che potrebbero alzare l’asticella dei valori di questa squadra

  4. Ip Address: 62.18.98.106

    Buongiorno a tutti pienamente d’accordo con voi , aspettiamo …. comunque sono fiducioso per il nuovo proseguimento

  5. Ip Address: 62.18.98.106

    UFFICIALE: Catania, risoluzione contrattuale per Ramos
    Juan Manuel Ramos non è più un calciatore del Catania. Il difensore uruguayano e il club rossazzurro, infatti, hanno raggiunto l’accordo per la risoluzione contrattuale. A comunicarlo è stata la stessa società etnea, con la seguente nota apparsa sul sito ufficiale:

    “Juan Manuel Ramos si congeda dal Catania: risolto il rapporto con il nostro club e conclusa così l’esperienza in maglia rossazzurra, il calciatore è libero di accordarsi con altra società per la stagione sportiva

  6. Ip Address: 2.238.18.189

    Queste partite secondo me servono solo a mettere minuti nelle gambe, nessuno giustamente rischia le gambe e compromettere il campionato, il risultato conta ben poco così come la prestazione, non mi sarei esaltato se avessimo vinto con largo margine e non mi preoccupo per questa vittoria striminzita

  7. Ip Address: 158.148.210.67

    Si Gaetano giusto quello che dici anche se come gioco non ne è’ stato espresso in maniera efficace. Certo è presto per giudicare ma sarebbe bello confrontarci contro una squadra di pari categoria o superiore per vedere la tenuta . Comunque fiducia alla squadra e al suo a.d.

  8. Ip Address: 5.169.36.110

    Buongiorno a tutti
    @AVagliasindi) ha twittato alle 1:45 PM on Mar, Lug 26, 2016:
    Semplici impressioni ed al momento nulla di più, ma chi ha visto in allenamento Scoppa è rimasto più che favorevolmente colpito.

  9. Ip Address: 5.169.36.110

    fficiale: Scoppa è del Catania
    26 luglio 2016 alle ore 14:38
    Scritto da Nicolò Marchese
    Altro colpo di mercato in casa Catania: è ufficiale, infatti, l’arrivo alle falde dell’Etna di Federico Scoppa. Il centrocampista argentino, nativo di San Nicolás, si trasferisce in rossoazzurro a titolo definitivo, firmando un contratto fino al giugno del 2018; il classe ’87, nella scorsa stagione, ha vestito la maglia dell’Atletico Rafaela, nella serie A albiceleste.

  10. Ip Address: 82.61.137.197

    Scoppa mi sembra un ottimo acquisto. Difficilmente Lo Monaco sbaglia. Buona nottata a tutti

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu