Pulvirenti: Credo alla salvezza

 Scritto da il 10 marzo 2014 alle 19:35
Mar 102014
 

presidente
Oggi il presidente Pulvirenti è intervenuto in sala stampa per indicare la strada che porta alla salvezza.

INFORTUNATI- Siamo stati appiedati da una lunga serie di infortunati. Molti di questi sono stati di origine traumatica e per questo dico che questa è un’annata sfortunata. Spero di recuperare tutti gli elementi in organico per il finale di campionato perché questa squadra a pieno organico può battere Juve e anche la Roma.

MERCATO- Maxi Lopez per motivi tecnici, ma soprattutto personali, ha deciso di andare via a gennaio. Per tutto il girone di andata non ha dato grande apporto alla squadra. Ha detto che non rientrava nei piani tecnici? E’ arrivato in ritiro con 10 kg. in più. Maxi ha perso un’occasione per stare zitto appena arrivato a Genova. Comunque scelta giusta quella di cederlo. A gennaio abbiamo preso Fedato perché in quel ruolo avevamo anche Leto che al Panathinaikos aveva fatto benissimo. Avevamo anche Castro sulla corsia esterna che poteva fare anche l’attaccante come l’anno scorso quindi non c’era l’esigenza di acquistare un’altra punta. Poi avevamo Petkovic che ha esordito quest’anno e ci sentivamo coperti per il reparto avanzato. Purtroppo a febbraio Bergessio ha avuto la pubalgia e Castro si è infortunato e queste situazioni sono successe dopo la chiusura del mercato. Bergessio è un leone ma qualcuno l’ha definito una “signorinella” ingiustamente. Lui è un punto fermo della squdra e un vero combattente, la vera anima del gruppo. Castro ci è stato chiesto dal Genoa, Fenerbhace, Cska Mosca ma l’abbiamo tenuto. Antenucci? Ci credevamo in lui ma in A non ha fatto mai bene. Valuteremo nel momento opportuno se farlo tornare. Comunque in estate tutti hanno detto e scritto che avevamo fatto il miglior calciomercato della A.

TACHTSIDIS- Abbiamo preso il greco come alternativa ad Almiron che doveva essere il centrale di centrocampo. Guarente doveva sostituire Salifu e Plasil Biagianti. Purtroppo il centrocampo del Catania è diventato Tachtsidis-Guarente-Plasil  causa gli infortunati. Poi è successo che abbiamo perso alcune partite e siamo andati in difficoltà e tutti ne hanno pagato le conseguenze Tachtsidis compreso.

CAGLIARI- E’ stata una grande prestazione quella di sabato scorso con 7/8 palle gol ma non siamo stati fortunati. Purtroppo si cerca sempre il capro espiatorio quando non si vince e posso dire che noi abbiamo fatto di tutto per battere gli avversari.I ragazzi stanno mettendo grande spirito di sacrificio e vanno aiutati.

DISFATTISMO- Appena c’è una sconfitta escono fuori i soliti discorsi con illazioni su società e altro. Non voglio ripeterle le parole ed evito in questa sede di parlarne. Sono deluso dai giornalisti che mettono troppa superficialità quando scrivono e non dai tifosi che ci hanno sostenuto sempre. Stiamo tutti uniti e alla fine facciamo i processi se sarà il caso. Questa squadra ha sbagliato solo col Genoa. Col Chievo dovevamo vincere così come col Cagliari. Siamo forti e dobbiamo crederci.

SASSUOLO- Per noi diventa una tappa fondamentale e il Catania non sbaglierà questa occasione. Poi avremo le big ma ripeto che se saremo al completo potremmo battere anche la Juve

ALVAREZ- Gli abbiamo proposto l’allungamento del contratto ma non c’è accordo finora. Andremo avanti con o senza di lui. Alvarez è fuori per scelta tecnica e non per vicende contrattuali. Maran non mette fuori squadra chi è in scadenza.

COSENTINO- Ha fatto un ottimo lavoro e un ottimo mercato. Non ama andare in tv e parlare con la stampa.

DE CANIO- Se ho sbagliato lo dirò solo a fine campionato sulla scelta del tecnico. Possiamo sbagliare non siamo infallibili.

SALVEZZA- C’è anche il Chievo e sono in 5 a lottare per la salvezza. Faremo la corsa su noi stessi e abbiamo la forza per poterci tirare fuori dai guai. Ci serve però una vittoria importante che sono convinto arriverà nelle prossime tre giornate.

FUTURO- Catania ha numeri ottimi con bilanci sani e ci siamo consolidati anche patrimonialmente. Abbiamo anche trovato il terreno per il nuovo stadio. Il futuro è roseo.

LAZIO CONTESTATA- Le contestazioni ci stanno, lo facevo anch’io con Massimino. A Roma però sono andati oltre visto che sono stati toccati temi importanti. Lotito gira con la scorta e questo è davvero pesante. Forse bisogna fare un passo indietro Lotito per primo ma lui non lo farà mai conoscendolo.

KEKO- Stiamo parlando con il suo agente che è con noi oggi a Torre del Grifo. Vediamo se troviamo l’accordo.

ARBITRI- Non abbiamo subito grossi torti arbitrali. Chievo si è lamentato ed è stato premiato? Sì ma i rigori di ieri ci stavano tutti e due

  19 Commenti per “Pulvirenti: Credo alla salvezza”

  1. Ip Address: 91.255.120.208

    Grande presidente ,ho sempre avuto grande stima e fiducia nei suoi confronti e grazie a questo signore se ci stiamo godento per tanti anni la A ,dice giusto che tutti possiamo sbagliare e nessuno è infallibile

  2. Ip Address: 91.255.120.208

    Ora tutti uniti a remare verso la salvezza (stringiamo i denti)

  3. Ip Address: 82.145.209.158

    Ahahah Ahahah Ahahah, come a zamparini l’anno scorso a fatto, stesso discorso, punto e basta!!!!!! D’altronde che deve fare, mica può spifferare ai 4 venti i problemi veri!!!!!! Io sono tifoso da morire per il mio Catania, ma purtroppo sono sfinito sia mentalmente che fisicamente!!!! Mi sta vinennu nesaurimento!!!!!!!!! A cama fari SUFFREMUU!!!!

  4. Ip Address: 82.145.209.158

    Tantu ie di natura nostra catanisi sapiri SOFFRIRIII!!!!

  5. Ip Address: 2.198.184.81

    farnetica

  6. Ip Address: 79.37.146.90

    Caro Preidente, la stimo come uomo e come primo tifoso. Se posso fare un appunto, non credo che questo Catania attuale possa battere Juve, Roma Napoli; mi basterebbe vincere con le altre, ma con questo attacco (quale?) sinora non è’ stato possibile. Sperare che Almiron o lelgrottaglie tenessero un altro anno e’ stato un azzardo, così’ come sperare ad un ritorno a settembre del figliuol prodigo Lopez. La cosa che non capisco ancora è’ il mancato acquisto di una punta centrale. Mi sarebbe bastato uno sforzini, mari lungo, belfodil, ardemagni…….niente di tutto questo. Sono stato impressionato dall’arrivo d i Rimaudo, anche da Peruzzi, ma una punta me la aspettavo davvero, anche poteva andare bene Paolucci che dopo la partita di coppa italia in Tv aveva espresso sincero interesse a vestire nuovamente rossazzurro. Pensare che squadre alla nostra portata possano tenere in panchina uomini come cala io, mi fa smuovere i nervi. Siamo l’unica squadra di serie A a poter contare solo su una punta per tutta la stagione. Complimenti, non ci resta che sperare nel miracolo!

  7. Ip Address: 95.235.31.2

    Buonasera raga’!!!
    Ciao Mexxican,matteocifalotu,peppe61 e Catanese a Napoli!!!

    Raga’ che deve dire il Presidente che ha sbagliato e stiamo precipitando in Serie *******?

    E’ normale che difende il Catania e i suoi giocatori come noi tifosi, perche’ ancora stiamo a 3 punti dal Bologna e mancano ancora 11 partite anche se vuoi la sfortuna e i problemi strutturali della squadra ci fa pensare il peggior risultato.

    Sogni rosso e azzurro a tutti!!! 😛

  8. Ip Address: 82.55.21.134

    Non so che pensare! Fino ad oggi il presidente ha sempre mantenuto le promesse. Anche nei campionati precedenti, nei periodi bui, aveva promesso la salvezza. Stavolta non l’ha promessa, ma ha detto: “””credo alla salvezza”””….
    Non è convinto come le altre volte. ?!?!?!?

    Rosso come il fuoco, azzurro come il mare, l’amore per il Catania non si può spiegare!!

  9. Ip Address: 151.54.101.210

    Nessun giornalista ha fatto qualche domanda del tipo…..
    1) Mi pare di aver capito che abbiamo in casa il realizzatore sostituto di Bergessio, ovvero i Leto e i Petkovic ma …… Ma quando manca Bergessio non gioca ne Leto ne Petkovic ma gioca centravanti Plasil 😯 😯 😯

    2) Taxidis / Almiron – Guarente/Salifu – Plasil / Biagianti. Finalmente spiegato il mercato.
    E allora Lodi, Presidente, chi è il suo sostituto? Come mai non si è pensato il suo sostituto? Forse ecco spiegato 4 mesi senza un ideatore di gioco e uno ch sappia battere calci piazzati dove abbiamo fatto ridere prima del di ritorno di Lodi;

    3) della Lazio e dei suoi problemi, mi perdoni presidente, sarà lei amico di Lotito, ma personalmente non me ne può fregare de meno…..fattacci loro, ognuno sapi i so cosi!

    4) giusto mandar via Lopez ma non ha preso il sostituto visto che ne Leto ne Petkovic sono punte.

    5) Cosentino ha lavorato bene? Infatti le sue scelte le ha smentite, vedi Lodi vedi Maran, vedi Freire, e mettiamo una pietra sopra su Guarente e Monzon! Mi candido io a fare il mercato del Catania il prossimo anno, farò peggio sicuramente 😀

    Presidente, fa bene a dare la carica, fa benissimo a spronare lei per primo l’ambiente, difendere tutto e tutti anche i timidoni dalla TV e dalla stampa, ma per favore, ci risparmi resoconti grotteschi che offendono l’intelligenza della gente.
    Speriamo di salvarci, ma per favore, certe cose le tenga per se o non le dica affatto.
    Siamo seri…..

  10. Ip Address: 151.54.101.210

    Correggo, Pekovic è punta ma non gioca nemmeno quando manca l’unica punta…..quindi è come non averlo.

  11. Ip Address: 80.116.200.227

    Buongiorno raga’!!!

    Ciao angelo!!! 😉

    Qui Napoli e dintorni, cielo grigio e temperatura da brrrrrrrr!!!

    Buona giornata a tutti!!! 😛

  12. Ip Address: 80.116.200.227

    Copia e incolla da La Sicilia di Lunedi 10 Marzo 2014

    Il
    Supertifoso
    GINO ASTORINA

    Spero che Bobby
    non abbia ragione
    e che ci sia ancora
    qualcosa da… fare

    Non c’è più niente da fare e’
    stato bello sognare la vita ci ha
    regalato dei lunghi giorni felici
    qualcosa che il tempo non cambierà mai”.
    No, non sono ne pessimista tantomeno
    addivintai poetico. Non lo so perché, ma il
    mio vicino di seggiola, dopo il pareggio
    soffertissimo, non perché raggiunto a
    fatica, ma perché a palla do dui a uno non
    vuleva trasiri mancu su ammuttavunu che
    manu! Accuminciau a cantare questo
    motivetto, infatti il virgolettato di sopra
    non è altro che il testo di una canzone di
    Bobby Solo, dal titolo non c’è più niente da
    fare, appunto. Spero non sia la colonna
    sonora dei rossazzurri, ma molte analogie
    con le peripezie che stiamo attraversando
    quest’anno le trovo. Questa era la sigla
    finale di una trasmissione dal titolo “Tutto
    Totò”, aveva come protagonista il principe
    della risata Antonio de Curtis che ci
    deliziava con i suoi sketch, ed
    immancabilmente finiva per spernacchiare
    verbalmente i suoi antagonisti con la
    celeberrima frase “ Ma mi faccia il
    piacere…”. Mi putissuru obiettare con:
    “ma chi centra co nostru Catania? ” spero
    niente! E lo dico con tutto il cuore, ma nel
    mondo dello spettacolo i meccanismi
    comici nascono quando i personaggi
    svolgono un ruolo che non viene quasi mai
    rispettato. Mi spiego meglio, il pazzo che fa
    il medico, l’accattone che si improvvisa
    nobile, la soubrette che si finge educanda.
    È chiaro che alla fine della farsa, si viene
    scoperti per via degli scarsi risultati
    ottenuti ed il più delle volte, lo scaltro paga
    pegno ed al buggerato viene riconosciuto il
    torto ricevuto. Vulissi parrari da pattita, ma
    non ce la faccio, mi rende triste, non ci
    proverei gusto nell’addossare la croce a
    questo o a quell’altro, siamo tutti nella
    stessa barca. Non ho detto “sono”, ma
    “siamo nella stessa barca” perché perdere
    la categoria non riguarda solo i calciatori o
    le casse della proprietà. Il Catania è la gioia
    di chi sacrifica l’uscita del sabato, per girare
    i soddi ca avissa spinnutu ppa pizza per un
    biglietto di curva o per chi ha dovuto
    lasciare la propria città e affrontare la
    nebbia ed il freddo del nord nell’attesa di
    vedere almeno una volta l’anno, le maglie
    rossazzure scendere in campo al Meazza o
    allo Juventus stadium. È chiaro che da qui
    al 18 maggio tutto può succedere e come
    nei migliori film d’azione ci sta pure il
    colpo di scena che ribalta la storia, nel
    frattempo proviamole tutte, non lasciamo
    nulla di intentato. Senza fare proclami ne
    dichiarazioni di guerra, mettiamoci il
    cuore, le gambe e la faccia. In una sola
    parola, non bisogna mollare. Alberto
    Cigalini ha titolato un suo articolo “
    Catania, la sagra dei rimpianti”, non vorrei
    che per qualcuno i rimpianti possano
    trasformarsi in “rimorsi”.

  13. Ip Address: 82.145.218.110

    Buongiorno a tutti pari!!!
    Perplesso concordo con quello che hai scritto!!! E aggiungo, se vedi le ultime partite la punta che abbiamo, l’unica tra l’altro, fa tutta la partita a testa bassa fin quando non entra negli spogliatoi!! Segno che sta a dire tante cose, cose che non sapremo mai!!! Cosa succede negli spogliatoi non lo sapremo mai!!! Vorrei essere una mosca!!! Poi va sotto i microfoni e si mette a ridere e spacchiarisilla che gioca da settimane con infiltrazioni per causa della pubalgia !!!! E normale che lui non riesce a dare il massimo perché non al 100% e in automatico i problemi a livello di concentrazione vengono fuori e se la società avesse preso un suo sostituto puro, lui sarebbe stato più tranquillo sia fisicamente che mentalmente e non si sarebbe caricato di un macigno che lo sta perseguitando perché è l’unico che in attacco deve fare i gol!!!!!!
    E comunque è una minchiata bella e buona che è bergessio che vuole giocare a tutti i costi, si è visto benissimo a Verona che per trovare un po di respiro si è fatto ammonire gratuitamente sapendo che sarebbe stato squalificato per la partita successiva……
    Pi mia su tutti chacchiri.

  14. Ip Address: 79.18.41.205

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore rossazzurro ciao giorgio remiamo tutti nella stessa barca vogliamo che il catania si salvi “Il centrocampista arrivato a gennaio dallo Sporting Lisbona, nella prima porzione di gara, è stato l’unico combattivo. Sembrava d’acciaio, perché dalle sue parti non si riusciva a passare. Come al solito, ha fatto tanta legna in mezzo al campo, dando prova delle sue numerose qualità, ma non ha nelle sue corde la possibilità di cambiare le partite da solo. E i suoi compagni di reparto non l’hanno aiutato. Leto, invece, è entrato a gara in corso, riuscendo a compiere ciò che non era riuscito a fare Bergessio: dare fastidio ai difensori avversari. L’ex Panathinaikos ha creato tanti spazi, aiutando gli etnei a trovare il gol del pari, ma non la rete della vittoria. Se dovesse giocare con questo piglio da qua a fine stagione, potrebbe guadagnarsi un posto da titolare. Ma quanto durerà? La via crucis, iniziata lo scorso 26 agosto con la sconfitta di Firenze, non è ancora finita. Il Catania, per continuare a sperare, ha bisogno di ritrovare i tre punti. La trasferta con il Sassuolo e le gare interne off limits con Juventus e Napoli ci offriranno un punto della situazione più chiaro sull’itinerario, non spirituale ma calcistico, della formazione allenata da Rolando Maran.

  15. Ip Address: 79.18.41.205

    Non so, e nessuno potrà prevedere, come finirà questa stagione. Il Catania si salverà? È un’incognita ancora tutta da scoprire. Delusione e rabbia tra i tifosi è prevedibile. Ciò che non lo è, e non sarebbe nemmeno giustificato, è l’abbandonare la propria squadra del cuore nel momento di massima difficoltà, di crisi, proprio quando ha bisogno del dodicesimo uomo in campo e della sua carica instancabile, come è sempre stato. Sarebbe come abbandonare la propria sposa quando questa si ammala o è triste. L’amore eterno va oltre le difficoltà. Siamo soliti dire ‘Finchè morte non ci separi’. Allora torniamo ad essere i tifosi di una volta. Non abbandoniamo il Catania proprio adesso. Onoriamolo nella gioia della vittoria così come nel dolore, incondizionatamente, se davvero ci crediamo.

  16. Ip Address: 91.253.166.112

    Buongiorno a tutti , credo solo in una cosa che ci sarà da soffrire fino all’ultimo secondo dell’ultima giornata purtroppo come andrà a fine non lo sapremo , visto che la concorrenza per la salvezza e più o meno hai nostri livelli .Anche se sarà difficile raggiungere la salvezza crederci non costa nulla

  17. Ip Address: 37.182.57.221

    Angelo….bisogna crederci. Concordo sino all’ultimo istante di appoggiare i nostri calciatori e Maran, perché la colpa di questa situazione non è loro. Ieri ho visto i tifosi della Juve Stabia tifare per la loro squadra sotto di 3 a O , pur essendo anche all l’ultimo posto in serie B. Almeno noi tifosi non molliamo, stiamo con l’acqua alla gola ma alle narici non è ancora arrivata e se arrivasse, alziamoci sulle punte. Spero che condividiate che i nostri colori, unici e più belli del mondo, devono avere sempre il nostro sostegno. A PRESCINDERE.

  18. Ip Address: 212.14.141.175

    Sono d’accordo sul fatto che bisogna lottare – soffrire e salvarci ma su alcune cose , mi spiace ma non sono d’accordo con quanto detto dal Presidente:
    1) Cosentino ha sbagliato il mercato ( vedi Monzon- Freire).
    2) Castro- Keko- Leto non sono giocatori che segnano a raffica e quindi serviva una punta.Petkovic ha giocato pochissimo.
    3) Per quanto riguarda Antenucci ecco quanto mi risulta:
    preso dal Catania nel 2007 e prestato al Venezia (27 partite – 6 reti)
    2008/2009 4 partite col Catania e poi prestato al Pisa ( 20 partite – 1 rete)
    nel 2010 16 presenze col Catania e una rete
    poi al Torino 60 presenze e 16 reti
    Possibile che solo col Catania non sappia segnare ?

  19. Ip Address: 91.253.145.45

    Ciao Alberto – ricordati che Antenucci la possibilità di segnare con il Catania la ha avuta ,ma la seria A non è la B e in più se ti ricordi bene la piazza di Catania non è mai stata di suo gradimento . .Ma allora c’era un certo sig. lomonaco a dirigere l’orchestra e tutto filava per il verso giusto ,propio quello che ci manca oggi in società

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu