Questione di feeling

 Scritto da il 18 dicembre 2012 alle 19:10
Dic 182012
 

Legrottaglie

Questione di feeling, così cantava Riccardo Cocciante in un noto e fortunato brano di qualche anno fa.

Nei rapporti sociali suscitare questa simpatia negli altri è determinante per aver successo, anche se nella vita, sosteneva in una vecchia intervista il grande Domenico Modugno sono importanti tre cose: la prima è la fortuna, la seconda è ancora la fortuna e la terza è sempre la fortuna.

Nello sport più popolare in Italia, il calcio, il feeling e la fortuna, ancor più dei reali meriti, sono determinanti per ottenere il successo sperato.

Evidentemente non riesce mai a stabilire un feeling con gli altri e non ha fortuna il bravo Serse Cosmi, licenziato ingiustamente dal Siena con un comunicato sintetico di circostanza:

«L’Ac Siena ha sollevato dall’incarico l’allenatore Serse Cosmi.

La società ringrazia il mister e il suo staff per il lavoro svolto in questi mesi con dedizione e grande professionalità».

Ma a Siena cosa pretendevano?

Quest’estate nel presentare il nuovo campionato di calcio mi sono sbilanciato pronosticando le squadre cha avrebbero lottato per le due retrocessioni dicendo: «due, perché il Siena con 6 punti di penalizzazione è da considerare già retrocesso».

La mia era un’analisi tecnica perché con quella rosa a disposizione Serse Cosmi, a fare un miracolo, non avrebbe mai potuto ottenere più di 42-43 punti e col meno 6 avrebbero significato 36-37 punti e inevitabile retrocessione.

Serse Cosmi nella sua carriera miracoli non ne ha mai fatti, con nessuna squadra, è un onesto lavoratore, dà l’impressione di potercela fare (come l’anno scorso con il Lecce) e poi cade sempre.

Con lui in panchina il Siena sarebbe retrocesso lo stesso, ma il suo licenziamento da parte della società è una grande ingiustizia per due motivi fondamentali: senza la penalizzazione la squadra in classifica avrebbe avuto sotto Genoa, Pescara e Palermo (momentaneamente le tre retrocesse) e in più Cagliari e Torino e a pari punti la Sampdoria.

Il secondo motivo è dato dal fatto che l’intera rosa lavorava e lo seguiva.

Per capire ancor di più come nella vita il concetto di giustizia non sia uniforme vale la pena pubblicare la classifica relativa alle ultime 9 giornate di campionato.

Era il 21 ottobre, il Genoa era stato sconfitto in casa dalla Roma per 4-2 e il cervellotico e sconcertante Preziosi allontanava (altra grande ingiustizia) dalla panchina Gigi De Canio che aveva ottenuto 9 punti in 8 giornate.

Ebbene da allora nelle 9 successive giornate vediamo cosa è accaduto ( l’ordine della classifica tiene conto della differenza reti maturata nelle nove giornate):

1) Fiorentina 20 alla pari con il Milan 20; terza Juventus 19; quarta Inter 16; quinta Roma 15; sesta Lazio 15; settimo il Napoli 14; ottavo il Catania sempre con 14, poi al nono posto Parma 14; decima l’Udinese 14; undicesimo il Chievo ancora con 14; dodicesima Atalanta 13; tredicesimo Bologna 11; quattordicesimo il Palermo con 9 e quindicesimo il Siena con 9; sedicesimo il Cagliari 8; al diciassettesimo posto Sampdoria e Torino con 7; diciannovesimo il Pescara sempre con 7 e ultimo, staccato e più volte umiliato il Genoa con soli 4 punti frutto di 1 vittoria, 1 pareggio e ben 7 sconfitte.

Allora perché Gasperini che con il suo Palermo nelle ultime 9 gare ha fatto gli stessi punti di Cosmi continua ad essere elogiato?

E perché Pulga del Cagliari che ne ha fatto uno in meno passa come un eroe e Ferrara e Ventura che ne hanno fatto 2 in meno non sono messi in discussione?

E che dire del pessimo Del Neri che con soli 4 punti in nove gare ha preso il Genoa al nono posto e lo sta trascinando dritto dritto in serie B?

Per la regolarità del campionato mi auguro che il Siena non molli definitivamente ( con Cosmi non sarebbe mai avvenuto) e non falsi ancor di più un torneo ancora una volta macchiato da clamorose sviste arbitrali sulle quali ritornerò nel prossimo articolo.

Proprio la classifica delle ultime 9 giornate è significativa circa l’andamento delle squadre in relazione alle loro potenzialità:

Sta facendo benissimo la Fiorentina di Montella che nelle ultime 9 giornate ha perso solo la gara esterna contro la Roma.

In forte risalita il Milan il quale, beneficiando di alcune clamorose sviste arbitrali, ha fatto gli stessi punti dei viola perdendo solo una gara, proprio contro i toscani.

Costante nel bene la Juventus che comunque in queste nove gare ha scippato la vittoria al Catania e ha perso contro Inter e Milan.

In calo l’Inter che ha perso tre volte e non riesce a reggere il passo della Juventus.

Discretamente bene Lazio e Roma, con quest’ultima clamorosamente danneggiata dagli errori arbitrali.

Male il Napoli, in base a potenzialità e aspirazioni e benissimo il Catania che ha totalizzato gli stessi punti degli azzurri subendo, fra l’altro il furto della Juventus al Massimino.

Per gli uomini di Maran nelle ultime 9 giornate 4 vittorie 2 pareggi e 3 sole sconfitte.

Si chiedeva di accelerare in discesa ed è stato fatto alla grande.

Dopo la bella vittoria di Siena si sperava in 7-8 punti nelle successive 4 gare, ebbene i primi 3 sono venuti.

La vittoria in rimonta (l’ennesima) contro la Sampdoria ha dimostrato che la squadra vale per intero il posto che occupa in classifica.

Dopo due sconfitte per 3-1 sono venute due vittorie con lo stesso punteggio.

Il Catania, rafforzato da Castro, ha ripreso a marciare meglio dell’anno scorso.

I tifosi sono incontentabili e hanno bisogno di sognare, nella prossima gara di campionato se il Catania vincesse a Pescara e la partita Roma – Milan venisse arbitrata senza i recenti grossi favoritismi per i rossoneri e senza i costanti grossi danni per i giallorossi il Milan potrebbe benissimo perdere all’Olimpico e il Catania come regalo di Natale per i suoi tifosi lo scavalcherebbe in classifica riportandosi al settimo posto.

Per adesso godiamoci la bella vittoria sulla Sampdoria, anche se una cosa mi ha molto amareggiato.

Nel dopo gara l’allenatore dei blucerchiati Ciro Ferrara, anziché riconoscere i meriti degli avversari e i limiti della sua squadra ha dato la colpa della sconfitta non a qualche errore arbitrale, come spesso avviene, ma alle minacce (a suo dire) che l’arbitro avrebbe ricevuto nel sottoassaggio da parte di qualche esponente del Catania.

Le parole di Ferrara sono sembrate a tutti meschine e prive di qualsiasi fondamento logico, anche perché l’arbitraggio di Giacomelli, giovane esordiente in serie A già macchiatosi del gravissimo errore in Inter – Cagliari non concedendo allo scadere un nettissimo rigore su Ranocchia, non ha influito per niente sul risultato.

Pensi Ferrara dopo la seconda sconfitte consecutiva con due reti di scarto a non fare la terza, la quarta e poi la quinta, dal momento che nelle prossime tre gare giocherà contro Lazio, Juventus e Milan.

Non so se dopo averlo tenuto in panchina dopo sette sconfitte consecutive i dirigenti della Sampdoria sarebbero disposti a tollerare altre cinque sconfitte consecutive.

Ringrazi Ferrara, dopo sette “scoppole” di seguito ad aver incontrato all’ottava Del Neri.

Entrambi, fin adesso, hanno salvato la panchina: questione di feeling.

 

  41 Commenti per “Questione di feeling”

  1. Ip Address: 79.43.108.127

    Buona sera a tutti gli amici del sito :bye: Giorgio :good: non è che a me Maran non piace,ho detto che non mi stimola più di tanto e che non condivido alcune sue scelte,ho anche precisato che c’è del suo nei risultati del Catania,ma c’è anche molto di chi lo ha preceduto e del lavoro della società,di quest’ultimo ne hanno usufruito tutti,compreso Montella,solo qualche “asino” non ha saputo sfruttare l’organzzazione di una società come il Catania,per il resto,come dice Vittorio(che saluto),l’allenatore bravo,è quello che fa meno errori,poi,è questione di gusti personali.
    Comunque,Maran si fa apprezzare per carattere,ma visto dall’esterno(solo da quello posso “giudicare”),mi sembra un pò distante da Simeone e Sinisa per quanto riguarda la grinta.
    Concludo dicendo,che a dispetto di qualche allenatore più navigato della massima serie,Maran,è andato oltre le aspettative e gli auguro di fare sembre meglio.

    Rosario :good: oltre a condividere con Tino la tua proposta che,indecende non la definirei,ma,”avveniristica” :good: condivido in toto il tuo post N. 27,con una precisazione,che,Montella lo apprezzo come allenatore,per come si è comportato con la città di Catania sportiva invece no,anzi,alcuni miei precedenti post dicono cosa penso di lui in tal senso.

    Adesso vado,auguro una splendida serata a tutti voi,a presto. :rose: :heart: :yahoo: :good: :bye:

  2. Ip Address: 79.43.108.127

    Tino,sempre ottimi i tuoi articoli,spero di poterlo commentare domani,comunque,quanto meno,sarà un piacere leggerlo.Adesso sono di fretta. Ciao :good:

  3. Ip Address: 79.9.143.192

    Ciao Peppe58!!! :bye: :bye: :bye:
    Lo sai che ti stimo e ogni opinione e’ soggettivo quindi……… :rose: :rose: :rose:
    Notte raga’!!! :bye: :bye: :bye:

  4. Ip Address: 79.9.143.192

    P.S.
    Peppe scusami volevo mettere il cuoricino della smile, managgia!!! 😥 😥 😥
    :good: :good: :good:

  5. Ip Address: 82.57.88.212

    :bye: a tutti fratelli dal :heart: rosso e azzurro ottimo commento prof Fuori dal tunnel

    Giacomelli minacciato verbalmente nel tunnel degli spogliatoi tra primo e secondo tempo. Le indagini della procura federale si concentrano sul Babbo Natale presente al Massimino.

    Qua la mano!
    A proposito di Fair-play. La Sampdoria come tecnico aveva scelto proprio una personcina alla mano.. e con Delio Rossi ha scelto una persona “di mano” più che di polso.

    Pressioni sull’arbitro?
    Ora, va bene che il Catania è a ridosso della grandi squadre. Ma da qui a competere anche lontanamente con la Juventus..

    Giacomelli
    E così Giacomelli avrebbe condizionato l’esito della partita? Ti prego, raccontami di quella volta tu, Iuliano, Ronaldo e l’arbitro…

    All’improvviso
    Scordato in Argentina, scordato a Torre del Grifo, scordato in Primavera, scordato in panchina, scordato dalla Sampdoria… ecco Paglialunga.

    Numero 16
    No ma… bellu goal fici Llama.

    Ritorsioni
    Ma non è che ora la Sampdoria s’arrabbia e ci rispedisce indietro Maxi Lopez?

    Bisogna saper..
    Ferrara dimostra di non sa perdere. Bel problema visto che non riesce neanche a vincere..

    Uomo a terra
    Il Catania segna con l’uomo a terra.. Costa nella fattispecie, che resta inchiodato al suolo mentre Bergessio spicca il volo…

    Blucerchiati
    Hanno blu-cerc(hi)ato di vincere.. non ci sono riusciti.

    Polo..
    Con l’uscita d(e)i Poli la Sampdoria ha perso la bussola.

    Rom-ero titolare
    Comunque, per chi anche nei periodi bui criticava Andujar. Ricordatevi che alla Sampdoria c’è persino di peggio.

    “Giacomello”
    Le proteste del Catania hanno fatto fare Giacomelli Giacomelli alle gambe dell’arbitro?

    Imprendibile
    Kristicic imprendibile. Nessuno è mai riuscito a pronunciarne il nome per chiamare la marcatura.

    Pescara
    Durante la gara di venerdì prossimo si temono improvvise interruzioni dovute alla fine del mondo.

    SKY
    Come da accordi presi con SKY il Giudizio Universale verrà trasmesso in posticipo serale.

    Tattica
    Se la tattica offensiva della Sampdoria era solo quella entrare in area ed aspettare un rigore certo.. l’arbitraggio ha inciso profondamente nel secondo tempo. Però anche loro.. almeno avrebbero potuto entrarci in area. Tanto per facilitare le cose..

    Rel-Azione pericolosa
    Lodi stizzito… Non riesce proprio a capacitarsi. Adesso su azione ha segnato persino Paglialunga, Paglialunga! Ed al primo tentativo!

    Che ridi?
    Quando ad inizio partita è comparsa la foto di Paglialunga, sul maxischermo, molti si saranno chiesti cosa mai avesse avuto da ridere fino a quel momento… Poi..

    Troppo buona!
    Attenzione alla scadenza sulle confezioni dello yogurt “Danette”.. potrebbe farvi acido.

    Fuori-Luogo
    Polemiche, gesti, accuse..fuori luogo: ma del resto il Fair-Play Village era a Villa Bellini.. mica al Massimino.

    Panchina lunga
    Ferrara aveva chiesto la panchina del Catania, nel primo tempo, così da poter star in 28, massaggiatori compresi, dietro la linea del pallone.

    Te la sei cercata
    Dopo le polemiche del Massimino arriva, come sollecitato dal tecnico, da la presa di posizione della società blucerchiata: Ferrara esonerato…!

    Panettone
    Ferrara non mangerà il panettone.. si è già abbuffato con tre cannoli siciliani.

    Rossi
    La Sampdoria ha tirato fuori il Rossi in faccia a Ferrara.. espulso! :yahoo: :yahoo: :yahoo:

  6. Ip Address: 82.57.88.212

    MASCALUCIA (CT) – Una battuta dell’intervista rilasciata da Francesco Lodi a margine della cena societaria tenutasi lunedì sera a Torre del Grifo.

    “Dopo la sconfitta contro il Milan ci siamo parlati. Ci siamo detti che se avessimo voluto svoltare avremmo dovuto fare almeno sette punti prima dell’inizio del girone di ritorno. Ne abbiamo fatti sei. Scendiamo in campo per vincere. Venerdì cercheremo di chiudere l’anno in bellezza. :good: :good: sogni rosso e azzurri a tutti :bye: :bye:

  7. Ip Address: 79.10.2.123

    Ciao peppe, grazie.
    Ciao Angelo, grazie perchè mi metti di buon umore con i tuoi post.
    Ho scritto l’articolo subito dopo la fine di Catania- Sampdoria e non sapevo del licenziamento di Ferrara.
    I dirigenti della Sampdoria hanno tenuto un comportamento signorile e dopo averlo tenuto dopo sette sconfitte consecutive lo hanno licenziato (oltre per i risultati, ma nelle ultime 5 gare aveva fatto 7 punti) per le sue dichiarazioni meschine.
    Ferrara alla fine è un buon tecnico l’esperienza gli servirà per evitare di calunniare in seguito le persone.
    A tutti buonanotte.

  8. Ip Address: 88.53.188.210

    Buongiorno a tutti gli amici :bye: :good: Giorgio,la stima è reciproga :yahoo: :good:

  9. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno a tutti…..
    Speriamo che da Pescara torniamo con i tre punti, sarà molto difficile perchè combatteranno fino alla fine ma la speranza è l’ultima a morire :yahoo: :yahoo:

    Sarebbe per noi un bel regalo sotto l’albero di natale :bye: :bye:

  10. Ip Address: 85.41.235.41

    :salve: A TUTTI QUANTI :salve:

    :catania: :catania: FORZACATANIA :catania: :catania:

  11. Ip Address: 88.53.188.210

    Ciao Joe :salve: La partita di Pescara non è semplice per come può sembrare,anche se,il Catania volendo,ha la possibilità di farla diventare meno difficile di come si presenta.

    Tino,sulla fortuna ci sarebbe da disqusire e non poco,perchè spesso viene citata(non è il tuo caso)dai più a sproposito,specialmente quando si vuole nascondere la propria “deficienza”,oppure,sminuire il valore degli altri.

    Si dice anche che,la fortuna ce la creiamo noi stessi,ma poi,la fortuna,riusciamo a vederla almeno noi? Visto che lei è bendata. :yahoo:

    A parte le battute,hai ragione,come si fa a licenziare Cosmi(un’altro non nelle mie grazie :unsure: ) che,ha fatto fino adesso 17 punti,tanti quanti la Sampdoria,se aggiumgiamo i 6 di penalizzazione,ma questo,è il calcio.

    Comunque,la tua analisi sugli allenatori e di conseguenza i loro presidenti,minimizzando la cosa,posso dire che,quello che ho scritto precedentemente sulla soggettività di ognuno di noi sugli allenatori,va riportata anche lle società,ma sto minimizzando allo stremo.

    Faccio un esempio e chiudo,Conte,viene incensato da più parti,adesso,non dico che è scarso,ma da parte mia,gli riconosco un grande merito per essere un ottimo trascinatore e un grande coalizzatore del gruppo,che,non è poco,anzi,ma tatticamente non è che mi faccia impazzire,spesso a mio avviso fa errori marchiani nel leggere la partita e di conseguenza nell’operare le sostituzioni del caso.

    Comunque,adesso mim concentrerò alla trasferta di venerdì,nella speranza che,’a ‘scacciata ‘ppì ‘natali,’non ‘mi ‘và ‘dì ‘ttravessu…. :yahoo: :yahoo:

    un :bye: :salve: a tutti a presto.

  12. Ip Address: 87.6.27.254

    Salve raga’!!!
    Anche se in ritardo buona giornata a tutti!!!
    :salve: :salve: :salve: :catania: :catania: :catania:

  13. Ip Address: 88.66.18.109

    :salve:
    a tutti

  14. Ip Address: 82.57.88.212

    :bye: a tutti fratelli dal :heart: : :catania: Maran: “Assenze importanti. Diamo il massimo, vogliamo il massimo”

    Così mister Rolando Maran anticipa i temi della sfida che impegnerà il Catania a Pescara, venerdì. Ultima gara del 2012 prima della pausa natalizia: “Mancherà Bergessio ma abbiamo dimostrato che chiunque scenda in campo dà il suo contributo. Ci godiamo questa classifica ma non poniamoci limiti. Dobbiamo dare il massimo per ottenere il massimo”. :good: :good: :

  15. Ip Address: 82.57.88.212

    ciao prof non ce di che un caro :bye: a peppe58 giorgio joe saretto val lux chiarezza mongibello catanista e tutti gli assenti MASCALUCIA (CT) – Così mister Rolando Maran anticipa i temi della sfida che impegnerà il Catania a Pescara, venerdì. Ultima gara del 2012 prima della pausa natalizia.

    “Ci vuole mentalità. Vogliamo continuare così. Veniamo da vittorie venute con cuore e qualità. Il pubblico è stato un tutt’uno con noi. Sintomo che andiamo in campo col piglio giusto. Siamo sempre i soliti, magari incappiamo in qualche pausa che deve farci capire i nostri pregi ed i nostri difetti. Ogni partita fa storia a sé.

    “Purtroppo avremo assenze pesanti a Pescara. Ci concentreremo su chi andrà in campo anche se le defezioni sono tante ed importanti.Sono contento per Paglialunga. Gratifica il suo impegno, che non è mai mancato.

    “La nostra posizione in classifica è strameritata. Facciamo i conti con questa classifica, a prescindere degli errori arbitrali. Il risultato è merito di tutti, come tecnico mi sento espressione di una società che dà il massimo per ottenere il massimo.

    “Passerò il Natale in trentino, con i miei figli. Abbiamo regalato un Natale sportivo con i fiocchi ai nostri tifosi. Speriamo che il 2013 riparta allo stesso modo di come va concludendosi questo 2012.

    Commenti tutto il resto e :scratch: :scratch: :scratch:

  16. Ip Address: 82.57.88.212

    inShare
    digg
    MASCALUCIA (CT) – Torna in campo Alejandro Gomez. E’ la grande sorpresa dell’allenamento odierno. Il “Papu” è rientrato a lavorare col gruppo dalla seduta odierna. Continua a lavorare in differenziato Salifu, terapie per Salifu. Bergessio va ricordato, salterà la sfida di Pescara. :good: :good: 🙁 🙁

  17. Ip Address: 82.57.88.212

    inShare
    digg
    Nel corso della cena natalizia della società, svolta lunedì a Torre del Grifo, il presidente Nino Pulvirenti e l’a.d. Sergio Gasparin, durante hanno consegnato un assegno di solidarietà a favore del comitato “Un sorriso per Sofia”, costituito per aiutare una bimba di 3 anni, residente a Taormin, nata con una gravissima forma di scoliosi. La piccola Sofia, dopo quattro interventi insoddisfacenti, potrà così esser sottoposta ad un delicato e costoso intervento chirurgico in USA.

    :good: :good: :good: :heart: :heart:

  18. Ip Address: 82.57.88.212

    La sfida con la Sampdoria alla vigilia di Natale mi riporta indietro nel tempo. Era l’ultima partita del Catania del 2006 e al Massimino affrontavamo proprio la squadra blucerchiata. Io feci tre gol e il match finì 4-2 per noi. In classifica marcatori con 11 gol stavo dietro Totti. Ero molto felice in quel periodo pre-natalizio e appena rincasai la sera mi venne incontro il mio babbo che mi disse: “Gionatha, non potevi farmi regalo più bello per Natale”.
    Ma torniamo al mio Catania, quello di oggi che mi sta regalando tante gioie: la gara con la Sampdoria è stata dai due volti come succede spesso. La squadra di Maran però sembra voler scherzare con gli avversari perché gli concede un tempo e poi dopo aver preso una sberla, li schiaccia con la solita carica , grande freschezza atletica e grande qualità in avanti. Nella ripresa ha legittimato la vittoria la formazione rossazzurra non solo per i tre gol fatti, ma anche con una prestazione ottima di quasi tutti gli elementi utilizzati da Maran. E’ una squadra che non ha paura di niente e se la può giocare con tutti. Adesso il girone di andata potrebbe anche chiudersi con 31 punti. Sarebbe un risultato fantastico e se così fosse potrebbero anche cambiare gli obiettivi. Una squadra che vince 4 partite di seguito è una grande squadra e allora se fossi il presidente del sodalizio etneo dopo aver messo sotto anche Pescara e Torino metterei tutti seduti attorno a un tavolo e proverei il colpo grosso chiamato Europa. Servirebbero però degli elementi in più in grado di dare ulteriore qualità a due reparti. Un’ alternativa a Bergessio, oltre Morimoto, e due esterni bassi in modo da poter eventualmente sostituire in caso di bisogno Marchese e Alvarez che stanno facendo benissimo.

    Un abbraccio

    Gionatha Spiensi :heart: :heart: :heart: :catania: :catania: :catania:

  19. Ip Address: 85.41.235.41

    Buonasera a tutti….. :heart: :catania:

    La Lazio ha eliminato il Siena su calci di rigore 5-2 quindi tocca a noi eliminarla nella coppa del nonno :good: :good:

    ESCLUSIVA- L’ag. Fifa Cicchetti: “Confermo Catania su Gracian, a gennaio arriva uno tra Aristeguieta e Del Valle, piace anche Aguirre”
    19.12.2012 15:28 di Antonino Bulla

    Lavorano a maniche rimboccate i dirigenti del Catania in vista della sessione di gennaio del calciomercato. L’ad. Gasparin e il ds. Salerno stanno scandagliando il mercato sudamericano alla ricerca di calciatori promettenti da inserire nel già competitivo organico rossazzurro. Ieri Itasportpress.it aveva anticipato in esclusiva la notizia dell’interesse del Catania per il centrocampista argentino Leandro Gracian di proprietá del Boca Juniors ma attualmente in prestito al Cobreloa. L’anticipazione della nostra redazione è stata confermata dal noto agente FIFA Gianfranco Cicchetti che ai nostri microfoni ha descritto le caratteristiche di Gracian ma anche di altri talenti sudamericani nel mirino di mercato degli etnei. “Anche a me risulta che il Catania è interessato a Gracian – ha spiegato Cicchetti – I dirigenti rossazzurri sono sulle tracce dell’argentino. Per gli etnei si tratterebbe di un bel colpo di mercato. Gracian è un calciatore ormai esperto e pronto per il calcio europeo, tra l’altro ha già giocato nel Vecchio Continente con i greci dell’Aris Salonicco. Parliamo di un centrocampista offensivo, con caratteristiche simili a quelle di Barrientos. Potrebbe essere una alternativa al Pitu anche se il Catania ha già Lucas Castro che sta dimostrando ampiamente di essere un ottimo calciatore. Gracian potrebbe dunque arrivare a gennaio così come sono convinto che i dirigenti del Catania all’anno nuovo porteranno in rossazzurro uno tra Fernando Aristeguieta e Yonathan Del Valle. I due calciatori venezuelani da tempo sono seguiti dagli scout del Catania. Del Valle lo conosco molto bene perchè qualche anno fa avevo ricevuto il mandato per portarlo in Italia. Viene considerato uno dei migliori calciatori sudamericani in circolazione. Si è messo in luce soprattutto nel Mondiale Under20 in Nigeria. Dopo un avvio difficile con i francesi dell’Auxerre, sta dimostrando in questa stagione quanto vale in prestito ai portoghesi del Rio Ave. Del Valle sarebbe un altro bel rinforzo per il Catania. Si tratta di un attaccante forte fisicamente, agile e dotato di buona tecnica. Aristeguieta è invece un centravanti vecchio stampo, uno di quei giocatori che oggi è difficile da trovare. Vanta giá diverse presenze con la Nazionale maggiore e in campionato con il Caracas ha messo a segno molti gol. Per il futuro potrebbe essere una valida alternativa a Bergessio e con Del Valle formerebbe una coppia d’attacco molto interessante. Il Catania tuttavia è sempre molto attento a Beric del Maribor che potrebbe diventare già subito l’alternativa a Bergessio per il quale ci sono numerose richieste in Italia e all’estero. Il nome nuovo sempre per l’attacco è quello di Rodrigo Aguirre, attaccante uruguaiano de Liverpool Montevideo. Anche lui è un osservato speciale del Catania (Itasportpress.it aveva dato notizia il 23 ottobre LEGGI LA NOTIZIA).Insieme a Mastriani e Gonzalo Bueno, Aguirre è uno dei migliori del campionato uruguaiano”.

  20. Ip Address: 82.57.88.212

    chi a scritto questo articolo stava dormendo scusatelo non spiensi ma spinesi 😥 😥 😥

  21. Ip Address: 79.10.2.123

    A tutti un caro saluto.
    Rientrando ho appreso che la Lazio ha eliminato il Siena ai calci di rigore, vuol dire che ai quarti di finale elimineremo la Lazio (magari sempre ai calci di rigore).
    La «Coppa Italia» è l’unica strada percorribile per arrivare in Europa.
    Mi collego subito per vedere Udinese-Fiorentina.
    A tutti una buona serata.

  22. Ip Address: 82.57.88.212

    :bye: prof udinese fuori fiorentina si incontrera con la roma :bye: :bye:

  23. Ip Address: 87.6.27.254

    Buonasera raga’!!!

    Sogni rosso e azzurro a tutti!!! :salve: :salve: :salve: :catania: :catania: :catania:

  24. Ip Address: 85.41.235.41

    :salve: Ragazzi……
    Anche il Napoli è fuori dalla coppa del nonno per mano del Bologna……
    è in crisi profonda dopo la penalizzazione -2 punti e la squalifica per 6 mesi a Cannavaro e Grava ….

  25. Ip Address: 79.55.198.207

    BUongiorno raga’!!!
    Ciao joe!!! :bye: :bye: :bye:
    Il Napoli fuori per colpa di Kone (giocatore cercato anche dal Catania)!!! :wacko: :wacko: :wacko:
    Ho visto le partite Lazio-Siena, Udinese-Fiorentina e Napoli- Bologna.
    Il Siena meritava di piu’ e anche l’Udinese.
    Come si dice chi segna vince.

    Buona giornata a tutti!!! :salve: :salve: :salve: :catania: :catania: :catania:

  26. Ip Address: 92.135.74.14

    Buongiorno a tutti pari

    Inutile continuare a far vedere cosa ha fatto Maran, che batate bene io non lo difendo anzi se a Pescara non va con umiltà e la convinzione che non vanno a fare una passeggiata rischiano grosso, dico solo che i risultati sono sotto gli occhi di tutti, il Catania è la vera rivelazione PULITA del campionato, si perchè mai e stato sfiorato da uno scandalo, vedi Juve, Inter, Lazio, Napoli, Fiorentina etc etc ed è strano che ho citato le prime cinque della classe?, come se non gli bastassero gli aiuti arbitrali ma le poltrone sono importanti ed allora Abete si ripresenta ed ha bisogno dei voti di queste squadre per gli arbitri lo stesso discorso, e dall’inizio del campionato che dico che il Catania quest’anno e meno che zero negli occhi degli arbitri e della lega, ed allora essere lassu in classifica è merito in primis della società, poi dei giocatori e dopo di Maran il quale ha avuto il merito di non fare esperimenti sulla pelle della squadra e si vede con quale cuore giocano principalmente le cosidette riserve e se i nostri fanno punti nelle prossime due
    partite Pescara e Torino …..allora ci sarà veramente da ridere, e pensare seriamente prima dell’Europa a fare lo stadio nuovo e dopo si l’Europa

  27. Ip Address: 79.55.198.207

    Salve raga’!!!
    Ciao Chiarezza!!! :bye: :bye: :bye:
    Spero che i ragazzi del Catania non faccino gli “sbruffoni” a Pescara!!!
    Non dimentichiamoci negli anni scorsi abbiamo avuto sconfitte dolorose dalle squadre che retrocedevano.

    Forza Catania sempre!!! :catania: :catania: :catania:

  28. Ip Address: 79.55.198.207

    CATANIA, i 23 di Maran per Pescara

    Questi i convocati del tecnico del Catania Rolando Maran in vista della sfida in programma domani alle 18.00 allo stadio “Adriatico – Giovanni Cornacchia” contro il Delfino Pescara, gara valida per la diciottesima giornata del girone d’andata del Campionato Serie A Tim 2012/13.

    Questi gli atleti a disposizione:

    Portieri –
    21 Andujar, 1 Frison, 29 Terracciano.
    Difensori –
    22 Alvarez, 18 Augustyn, 14 Bellusci, 33 Capuano, 6 Legrottaglie, 12 Marchese, 2 Potenza, 5 Rolín, 3 Spolli.
    Centrocampisti –
    4 Almiron, 28 Barrientos, 19 Castro, 13 Izco, 10 Lodi, 16 Paglialunga, 24 Ricchiuti.
    Attaccanti –
    35 Doukara, 17 Gomez, 26 Keko, 15 Morimoto.

    :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania:

  29. Ip Address: 92.135.74.14

    Visti i convocati io giocherei cosi 🙂 🙂

    —————–Andujar
    Alvarez—–Legrottaglie—Spolli—-Capuano
    —-Izco——–Lodi——Paglialunga
    ———Castro—–Almiron(Barrientos)
    ————-Barrientos(Morimoto)

  30. Ip Address: 92.135.74.14

    :wacko: :wacko: :wacko:
    Marchese e non Capuano 🙂 🙂

  31. Ip Address: 85.41.235.41

    Buonasera a tutti :salve: :salve:
    questa la mia formazione:

    Andujar

    Alvarez – Legrottaglie – Spolli – Marchese

    Izco – Lodi – Paglialunga

    Castro – Almiron – Keko

  32. Ip Address: 82.57.88.212

    :bye: a tutti fratelli dal :heart: :catania: Stampa: Gomez in campo, ma i goal di scorta chi li fa?

    La rassegna dei quotidiani in edicola: Grande momento di forma per Castro e Rolin, i due volti nuovi del Catania danno ragione alle strategie di mercato della società. Maran ha fatto meglio di Montella. Ballottaggio Doukara – Morimoto per il ruolo di vice Bergessio.

  33. Ip Address: 82.57.88.212

    Gomez torna in gruppo verso Pescara (Il Giornale di Sicilia)

    “Il vento è stato il grande protagonista ieri mattina, a Torre del Grifo, ma non ha impedito al Cataniadi allenarsi regolarmente sul rettangolo verde, agli ordini dello staff tecnico, conintensità doppia in vista della trasferta di venerdì a Pescara. Alejandro Gomez si è finalmente riaggregato ai compagni, superandoipostumi diuna contusione.

    Così Maran ha stregato Catania (Tuttosport)

    “il tecnico ha già superato Montella

    “Conquistati 3 punti in più del predecessore. Legrottaglie: «Il segreto? Qui c’è una visione unica»

    “«Sapevo che per confermare quanto fatto di buono negli anni passati – Montella è stato bravissimo – avrei solo duvuto essere me stesso. Dovevo mettere le mie idee e la consapevolezza in quello che faccio e poi c’è la bravura di questi ragazzi che stanno lavorando in modo esemplare per arrivare a questi risultati che in questo momento ci sorridono parecchio». È il pensiero di Rolando Maran , che riconosce i meriti del suo predecessore. Non era facile fare meglio dell’ Aeroplanino – decollato con destinazione Firenze – eppure “Rolly da Trento” ci sta riuscendo. Ripartendo da un organico consolidato, che ha saputo cancellare le sconfitte con Palermo e Milan, infilando un filotto di 4 vittorie consecutive, tra campionato e Coppa Italia (dove affronterà la Lazio) e mostrando anche di avere grinta e carattere per rovesciare situazioni negative.

    CATANIA (Tuttosport)

    Gomez in gruppoIl vento è stato il grande protagonista, ieri mattina, a Torre del Grifo. Il Catania si è allenato comunque, svolgendo esercitazioni tattiche, una partitella e tiri in porta. Gomez si è riaggregato al gruppo, superando i postumi di una contusione. Differenziato per Salifu (la risonanza magnetica ha escluso lesioni), terapie per Biagianti. Stamane la rifinitura a porte chiuse.

    CHE PERIODO DI FORMA PER ROLIN E CASTRO! (Il Corriere dello Sport)

    Catania, due gioielli

    “Il duo Pulvirenti- Gasparin si gode il doppio colpo sudamericano di mercato che sta contribuendo al momento magico

    “Attenti a quei due! No, non si tratta di una replica del vecchio telefilm di successo in onda sulla rete nazionale ormai tanto tempo fa. Quei due, infatti, sono Alexis Rolin e Lucas Castro, ovvero i calciatori extracomunitari che il Catania dell’accoppiata Pulvirenti-Gasparin ha portato in Sicilia per il campionato edizione 2012-2013. Acquisti azzeccati – appare evidente a questo punto della stagione – visto che entrambi hanno inciso notevolmente sul rendimento in campionato della formazione di Rolando Maran. Rolin, in verità, non ha giocato tantissimo, anche perché Maran e lo staff tecnico rossazzurro hanno preferito inserirlo lentamente nel tessuto della squadra. Se a questo aggiungiamo che in rosa, per il ruolo di centrale difensivo, il Catania presenta attualmente anche tre giocatori del calibro di Nicola Legrottaglie, Nicolas Spolli e Giuseppe Bellusci (uno che ha vestito fino ad un paio di stagioni addietro la maglia della nazionale under 21, non dimentichiamolo), beh, il quadro diventa chiarissimo

    Catania pronto allo sprint per il suo titolo d’inverno (La Sicilia)

    Il primato è di 29 punti ottenuto con Marino in panchina

    Per la squadra di Rolando Maran, che attualmente è ottava in classifica, ci sono da affrontare le gare di domani a Pescara e quella interna con il Torino del 6 gennaio

    Maran si asside tra le grandi e, con due giornate ancora da giocare, può migliorare il record dei punti totalizzati nel girone d’andata che risale alla stagione 2006-07, la prima dell’era Pulvirenti in Serie A, chiusa al quarto posto con ventinove punti: a prescindere dall’esito finale della stagione, sarebbe il migliore risultato nei gironi di Serie A a venti squadre, inferiore soltanto a quello conseguito nella stagione ‘60-’61 – altri tempi, altro calcio – quando i rossazzurri di don Carmelo Di Bella chiusero al secondo posto alle spalle dell’Inter dopo essere stati in corsa per il titolo d’inverno. Stagione 2006-07 – In panchina, Pasquale Marino, il tecnico che ha firmato il ritorno nella massima Serie e che s’è meritato la conferma alla guida della formazione rossazzurra. Buon avvio (exploit a Cagliari, gol di Giorgio Corona), seguito dal pari interno con l’Atalanta e, subito dopo, dalla sconfitta nel derby con il Palermo. Fatica a prendere quota, il Catania, che dopo il pari interno con il Messina, cade sia a Firenze sia a Milano (sponda Inter), prima di tornare al Massimino: 3-1 sulla Lazio, è la svolta. Sostenuta dai gol di Gionatha Spinesi (11 nel girone d’andata, 17 in stagione) il Catania gira la boa a 29 punti, preceduta soltanto da Inter, Roma e Palermo. Fu quella la stagione segnata dai tragici fatti del 2 febbraio, dalla lunga squalifica del Massimino, dalla salvezza conquistata sul filo di lana, nello “spareggio” di Bologna con il Chievo di Del Neri: 41 punti e tredicesimo posto.

    Gomez disponibile per Pescara Salifu ritornerà dopo la sosta (La Sicilia)

    “La notizia più lieta, che affiora tra le righe del comunicato stampa diffuso dal Catania a conclusione della seduta di allenamento di ieri mattina, riguarda le condizioni di Amidu Salifu, il giovane centrocampista ex Fiorentina che, nel secondo tempo della partita con la Sampdoria, era stato costretto a lasciare anzitempo il terreno di gioco dopo uno scontro di gioco con il sampdoriano Maresca. La risonanza magnetica alla quale il ragazzo è stato sottoposto ha escluso lesioni: Salifu, che anche ieri ha svolto lavoro differenziato, salterà la trasferta di Pescara ma il suo recupero sarà più veloce del previsto. Altra notizia che trova il crisma dell’ufficialità riguarda Alejandro Gomez che è tornato in gruppo e sarà incluso nella lista dei convocati per la trasferta di domani a Pescara (con inizio alle 18). A parte Bergessio, già rientrato in Argentina, Salifu e Biagianti (terapie, ieri, per il centrocampista fiorentino), tutti i rossazzurri, nella mattinata di ieri, hanno lavorato intensamente sotto lo sguardo attento di Rolando Maran e dei suoi collaboratori senza farsi condizionare più di tanto dal forte vento che spirava al Torre del Grifo Village.

    I goal di scorta (La Gazzetta dello Sport)

    “Doukara & Morimoto è un’occasione d’oro

    “Con Bergessio out, Maran a Pescara punterà su uno dei due Il senegalese: «Cerco la prima rete con la maglia del Catania»

    “I gol di scorta: un discorso che riguarda Taka Morimoto e Souleymane Doukara. All’ombra di Bergessio, principe del gol rossazzurro, non è facile distinguersi. E il Catania che prepara la trasferta di Pescara questo lo sa. Ma è anche vero che Bergessio è ormai rientrato in patria per un infortunio (nulla di grave, un malanno a un piede) e per l’ultima partita dell’anno solare, il tecnico Maran si dovrà affidare a uno degli attaccanti centrali già utilizzati part time tra campionato e Coppa. Perchè Morimoto In campionato, il giapponese ha disputato 4 incontri, per un totale di 107 minuti, in Coppa conta tre presenze per un totale di 165 minuti. Poca cosa, ovvio, perché anche se Morimoto è partito titolare nel derby di Palermo ha avuto poche e rare occasioni per mettersi in mostra. Ma il tempo stringe, i tifosi diventano esigenti, tanto da chiamare a gran voce Bergessio, quand’era ancora in panchina, nel corso degli ottavi di Coppa, altra partita che Morimoto aveva cominciato dal primo minuto, salvo poi lasciare spazio e campo all’argentino. È una fase cruciale del mercato e se il giapponese vuole riscattarsi, ecco arrivato il momento giusto. Un gol a Pescara potrebbe farlo riemergere dall’apatia, anche se il tecnico Rolando Maran lo difende: «Non ha segnato, ma nei movimenti è stato utilissimo alla squadra, a Parma l’ho visto in crescita»

    :good: :good:

  34. Ip Address: 82.57.88.212

    CATANIA – Ultima trasferta del 2012 per il Catania che affronta la neopromossa Pescara.

    In serie positiva da quattro partite, tra campionato e coppa Italia, i rossazzurri godono di un’ottima posizione di classifica, a ridosso del gruppo delle migliori. Gli abruzzesi, di contro, stentano parecchio in particolare in trasferta e presumibilmente lotteranno fino all’ultimo per mantenere la categoria.

    Malgrado le differenti posizioni di classifica ed il gap tecnico tra le due squadre, la trasferta presenta non pochi rischi, soprattutto se presa sotto gamba dagli uomini di Maran. Il Pescara è cosciente di giocarsi tra le mura amiche gran parte delle speranze di salvezza e farà il possibile per conquistare i tre punti. Il Catania deve confermarsi anche in trasferta dopo l’importante vittoria ottenuta a Siena.

    Problemi di formazione per entrambe le squadre. In particolare, i rossazzurri devono rinunciare a Bergessio e Salifu, ancora infortunati, e sperano di poter contare dall’inizio sull’apporto di Gomez, che ha appena ripreso ad allenarsi.

    Prendendo in considerazione queste defezioni proviamo a disegnare la migliore delle formazioni possibili.

    Confermiamo Andujar a difesa dei pali e schieriamo una difesa a quattro con Alvarez e Marchese sulle fasce e la coppia Legrottaglie-Rolin centrali. Nonostante la buona prova offerta da Bellusci contro la Sampdoria, ci affidiamo all’uruguagio che bene ha impressionato quando chiamato in causa.

    A centrocampo diamo spazio al rientrante Almiron, confermando Lodi al timone della manovra. A dare il consueto contributo in termini di dinamismo chiamiamo Izco, che non ha demeritato al rientro contro i doriani.

    Vista la sicura assenza di Bergessio, non abbiamo molte alternative in avanti e quindi confermiamo Castro, da tue turni in rete, e Barrientos, in crescendo di rendimento. Per completare il trio d’attacco, speriamo in un completo recupero di Gomez, spesso decisivo per le sorti dei rossazzurri.

    Riassumendo, il nostro undici da schierare a Pescara è il seguente:

    Catania (4-3-3) Andujar 6, Alvarez 7.5, Legrottaglie 6, Rolin s.v., Marchese 7, Izco 6, Lodi 6.5, Almiron s.v., Castro 7, Gomez s.v., Barrientos 6.5

    A disposizione: Frison s.v., Terracciano s.v., Potenza s.v., Capuano s.v., Bellusci 6.5, Spolli s.v., Paglialunga 7, Morimoto s.v., Keko s.v., Doukara s.v.

  35. Ip Address: 82.57.88.212

    :bye: :bye: :bye:

  36. Ip Address: 79.55.198.207

    Buonasera raga’!!!

    Sogni rosso e azzurro a tutti!!! :salve: :salve: :salve:

    Forza Catania sempreeeeeeeeee!!! :heart: :heart: :heart: :rose: :rose: :rose: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania:

  37. Ip Address: 79.10.2.123

    Ho solo il tempo per augurare a tutti una buonaserata.
    A presto.

  38. Ip Address: 95.251.10.235

    Buonasera a tutti! Che bella sorpresa queste emoticon! 🙂
    Io calerei questa formazione:

    Andujar

    Alvarez – Legrottaglie – Rolin – Marchese

    Izco – Lodi – Almiron

    Castro – Morimoto – Barrientos

    :catania: Forza Catania!!!

  39. Ip Address: 88.53.188.210

    Buongiorno a tutti :salve:

    Vittorio,sposo in pieno il tuo post N.26,in linea di massima abbiamo lo stesso pensiero anche su Maran,nel senso che,tu hai stilato una classifica di meriti che,rispecchia quello che ho espresso io :yes: Maran ci metterà sicuramente del suo nell’ottimo cammino del Catania,ma grazie anche ai meriti degli altri soggetti che tu hai citato.

    Quando io dico non non mi stimola molto il suo operato,va ricercato nel saper trasferire alla squadra il giusto approccio e determinazione con certe squadre(come dici tu,a Pescara senza umiltà,si rischia parecchio) e poi,non avere il coraggio di uscire da certi schemi.Continuare a utilizzare Morimoto e Doukarà in assenza di Bergessio e non cercare alternative diverse,è desolante,noi tutti,da semplici tifosi,stiamo “fornendo” con le nostre probabili formazioni,soluzioni che nonm sfigurerebbero di sicuro,o quanto meno,ci hai provato.
    La stessa cosa,continuare a mettere Capuano in campo,facendo continuare a subire gol dalla sua zona.
    Comunque,mi piacciono un pò tutte le vostre formazioni,Vittorio,la tua formazione,togliendo Morimoto e Capuano,è ottima. :good:

    Buona giornata a tutti. :salve: :heart: :good: :bye:

  40. Ip Address: 87.4.155.216

    Carissimi catanesi , purtroppo anche quest’anno dobbiamo subire le sviste(?) della “cinquina arbitrale, perchè quando non vogliono ( o non devono) vedere gol validi, possiamo solamente contestare le ingiustizie subite, chiedendo, tutti la moviola in campo! pensate: è l’unica arma efficace per smascherare fuorigioco, falli da rigore, falli da espulsione immediata e non a fine partita, quando i giochi sono stati fatti compreso i torti subiti, che poi ,guarda caso, sbagliano Sempre a discapito delle squadrette, fateci caso ! Il bello è che illustri competenti dicono: ma con la moviola in campo si perde troppo tempo. Il che non è vero, anzi si evitano tante sceneggiate.Altri dicono che non è più calcio, come se questo, al giorno d’oggi è calcio! dover subire il gol di Bergessio annullato contro la Juve,quello al Milan, in fuorigioco, convalidato! Che ingiustizie! Comunque, parlando invece della nostra squadra,fa sempre il bello e il cattivo tempo con grandi parate del nostro portiere e grandi papere! ( E pensare che alla villa Bellini le hanno tirete via).Speriamo bene in un maggiore impegno ( e giustizia sportiva) contro il Torino: Ciao a tutti e , naturalmente Forza Catania!!!

  41. Ip Address: 87.4.155.216

    carissimi catanesi, si dice che i contenuti dei commenti che scriviamo, rappresentano esclusivamente il nostro punto di vista. Ma certo! Anche se poi , il mio punto di vista è correttamente esternato come quello di molta gente che sicuramente la pensa come me ma il suo pensiero è ingiustamente, immoralmente, incomprensibilmente,astutamente,vigliaccamente nascosto.Diceva un noto avvocato: ” …pare che quell’individuo sia un poco di buono,pare che quella donna sia molto accondiscendente, o il tizio abbia intascato una mazzetta…A me ” pare” che ce l’abbiano con le squadrette! E’ una mia supposizione, un mio pensiero. ne ho ancora qualcuno,principalmente una onesta dignità,cerco di rispettare le persone , non offendo nessuno, ne, però, lo risparmio, solo cosi’ si ha la coscienza a posto . Buona serata a tutti.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu