Questione di mentalità

 Scritto da il 19 aprile 2014 alle 09:01
Apr 192014
 

Verso-Samp

Il match del Massimino che opporrà Catania e Sampdoria apparentemente è una semplice cornice nel quadro del finale del campionato. Da una parte gli etnei, ormai con un piede e mezzo in B anche per stessa ammissione del Presidente Pulvirenti, dall’altra i blucerchiati, ormai salvi e giustificatamente in atmosfera pre-vacanziera.

Il tema portante della sfida è il grande ritorno di Mihajlovic e Maxi Lopez ai piedi dell’Etna, mesi o anni dopo gli addii, più o meno contraddittori. I ragazzi di Pellegrino hanno l’obbligo di chiudere dignitosamente il torneo, con la flebile speranza di un miracolo clamoroso da rendere reale e l’amara realtà del fanalino di coda della graduatoria. Potrebbe rivedersi, dopo l’ennesima contestazione ad Andujar, Alberto Frison tra i pali, quasi a preparare il portiere di Mirano al prossimo delicato campionato, probabilmente in cadetteria. In molti saluteranno Torre del Grifo al suono del gong di Giugno, alcuni senza rimpianti, altri visibilmente commossi. Di certo la prossima dovrà essere necessariamente la stagione della riscossa e in tal senso, date le recenti dichiarazioni di Pulvirenti in favore di Cosentino, la dirigenza sarà chiamata alla prova del nove dopo il drammatico torneo che sta pian piano volgendo al termine.
Tornando a Catania-Sampdoria, Sinisa sembra intenzionato a gettare in mischia molte seconde linee, tra cui Fiorillo, Salamon, Wszolek e Renan, anche per tappare le falle provenienti dall’infermeria colma. Il modulo che il serbo adotterà per l’occasione sarà presumibilmente il 4-3-3 già sperimentato a Catania, quando la geniale invenzione di Ricchiuti schierato a centrocampo diede il via all’impresa salvezza. Dal canto suo Pellegrino riproporrà il 4-4-1-1 camouflage, all’occorrenza 4-3-2-1 o 4-2-3-1 a seconda delle fasi di gioco, come del resto si è visto a Milano contro i rossoneri di Seedorf. Nella formazione tipo dovrebbero rientrare Lucas Castro e Gino Peruzzi, con la riconferma di Monzon a sinistra e Plasil al posto dello squalificato Rinaudo.

Credere nel miracolo salvezza è ormai un mero esercizio per ottimisti inarrestabili. Ciò che tuttavia deve spingere i rossazzurri alla partita della vita è quantomeno chiudere con orgoglio e dignità un campionato sfortunato, ma al contempo ricco di errori e inesattezze. Al termine del torneo ci sarà tempo per riflessioni e correzioni, ma adesso a parlare sarà solo il campo, unico giudice possibile nello sport più entusiasmante e crudele mai inventato dall’uomo.

 

  19 Commenti per “Questione di mentalità”

  1. Ip Address: 2.193.204.23

    non ci sono parole….il quadro (e la foto) è fallimentare.

  2. Ip Address: 80.180.150.25

    Salve raga’!!!

    Sono “azzi amari” per il Calcio Catania!!! 😐

    Copia e incolla da itasportpress.
    Articolo ridotto.

    E quanto costa, d’altro canto, a un club retrocedere? A queste domande ha provato a dare delle risposte il Report Calcio2014 di PwC, Figc e Arel, con un focus sulla media dei bilanci delle società interessate da questi eventi sportivi nell’ultimo quinquennio. Partendo dalla retrocessione dalla Serie A alla Serie B, e tenuto presente che nel corso degli anni si è modificato il “paracadute” garantito dalla Lega di Serie A alle società scivolate nella serie inferiori, il rapporto rileva come sia maggiore l’impatto economico della promozione in A rispetto a quello negativo della retrocessione in B. Una società che sale nella massima serie fa mediamente registrare un aumento del valore della produzione di circa 21 milioni, l’81% dei quali garantiti dall’incremento dei ricavi da diritti radio-televisivi, mentre il costo della produzione cresce in una misura soltanto leggermente inferiore (+20,5 milioni), causato per più del 50% dall’aumento del costo del lavoro. Una società che dalla Serie A scende in B vede invece diminuire il valore della produzione mediamente di15,6 milioni, il 95% dei quali dovuti alla diminuzione dei ricavi da diritti radiotelevisivi, mentre il costo della produzione scende solo di 11,6 milioni a causa del peso dei contratti pluriennali dei calciatori, per un impatto negativo medio sul risultato netto di oltre 4 milioni.

  3. Ip Address: 2.38.229.36

    Se non si vince con una Sampdoria decimata da squalifiche e infortuni vuol dire che siamo davvero una pessima squadra!

  4. Ip Address: 82.145.218.192

    Ciao Giorgio, ma lai letto il mio post nell’articolo precedente!??? Ecco la strategia di cosentino e questa creare il presupposto di prendere una società a basso costo!!! Se hai letto il mio post precedente capisci quello a cui mi riferisco…….

  5. Ip Address: 82.145.218.192

    Eccolo lo riporto qui:

    21. matteocifalotu
    19 aprile 2014 alle 09:22
    Ip Address: 82.145.218.3
    Buongiorno a tutti pari!!!!
    Ciao lux, non hai capito???
    Ne sta approfittando in primis perché la
    società che scende perde in prezzo di
    vendibilita e se ci sono problemi
    monetari da parte di chi la vende il
    prezzo scende ancora perché chi la
    vende con acqua alla gola si
    accontenta!!! Poi devi mettere che se
    cosentino ha messo dei soldi per
    pareggiare i bilanci allora pulvirenti
    fin’ora ha fatto il burattino perché già
    si può dire che se le presa la società e
    se fai 2+2 non ci vuole niente a far
    diventare dei leoni un branco di muli.
    Metti che la discesa serva solo ha
    rientrare al progetto dello stadio visto
    che ci sarà l’aiuto della lega che ha
    varato con lo stato la legge sugli stadi
    (Cosa che ancora in serie A sembra un
    miraggio) che darebbe alla società la
    bellezza di 40mln di euro solo per
    costruire!!!!!
    Metti che i diritti tv spettanti + qualche
    arretrato che faranno un altro bel
    gruzzoletto, che per forza devono
    liquidare, vuol dire soldi freschi aggiunti
    al cosiddetto paracadute che viene dato
    per chi retrocede dalla A per non fare
    fallire le società, mettiamo anche il
    patrimonio che aquisirebbe con il centro
    sportivo più i giocatori da vendere, mica
    stiamo parlando di niente!!!!! Queste
    sono manovre da volpi ma qui è
    evidente di un lupo assetato e spietato
    che alla fine si riempirà la pancia con
    niente e sopratutto grazie al suo branco
    di argentini……..

  6. Ip Address: 79.33.47.235

    ciao matteocifalotu e giorgio crederci sempre mollare mai forzacatania

  7. Ip Address: 79.33.47.235

    che che se ne dica oggi abbiamo vinto forzacatania sempreeeeeeeeeeeeeee 😉 😉 tremate squadre che lottate il catania e ancora vivo

  8. Ip Address: 79.3.71.81

    Poteva giocare cosi durante il campionato :mrgreen: :mrgreen:
    Che rabbia….. Anche il Sassuolo si è allungato, la salvezza si complica ancora di più.
    Mancano 5 punti per agganciare la quartultima….

  9. Ip Address: 88.66.57.152

    lasciamo perdere che oggi si e vinto tanto non ci salviamo lo stesso ormai
    hanno deciso cosi
    praticamente senza tirarla troppo per le lunghe
    pulvirenti se ne esce senza debiti e con un gruzzoletto quanto bo non si sa
    e l’argentino prende quello che cÈ da prendere e poi se la squaglia col malloppo
    o capito bene si o no
    in caso contrario siccome non so leggere e scrivere
    rispiegatemela sta cosa

  10. Ip Address: 176.200.153.21

    @matteocifalotu ti facisti un film, secondo me
    @joe non ti illudere: ha giocato così oggi perché la Samp non c’era, il Catania del campionato è quello con il Sassuolo.

  11. Ip Address: 79.33.47.235

    CATANIA – Al termine della gara contro la Sampdoria, queste sono state le parole rilasciate dall’allenatore del Catania, Maurizio Pellegrino, in sala stampa.

    “Dal punto di vista personale è stata una grandissima emozione. Abbiamo dato una risposta importante davanti ad un pubblico straordinario. L’atteggiamento è quello giusto non perché abbiamo vinto ma perché ci siamo impegnati. E’ giusto continuare a lavorare in funzione di questo. Dal punto di vista mentale dobbiamo fare ancora di più. Non voglio lasciare nulla di intentato.

    “Andujar ha avuto una settimana non facile. Poi ha subito un’infiammazione al tendine. E’ stato fermo qualche giorno, poi c’è ricaduto.

    “Se io per primo non credessi nell’impresa non potrei trasmettere la giusta voglia. E poi stiamo comunque giocando un campionato di serie A. Non potevo pensare di esser solo un barcaiolo, finché ci sono punti in palio vanno conquistati a tutti i costi.

    “La reazione della squadra al gol è significativa. Rispecchia l’essenza della squadra che reagisce di fronte alle difficoltà. Sul gol subito dovevamo esser più decisi nell’uno contro uno. Ma è bene soffermarmi di più sulla reazione ottima.

    “Accosto un pensiero alle parole del presidente. Ovvero, abbiamo la consapevolezza della classifica, di andare in B ma c’è la percezione di aver già un progetto per riscattarsi subito. I tifosi sono delusi, il presidente è amareggiato: sono due elementi fondamentali per il futuro del Catania. La società sta preparandosi per tornare più forte. Bisogna guardare con più fiducia il futuro, mettendo nel conto che un’annata difficile ci sta.

    “Leto ha realizzato un gol bellissimo. Ha sbagliato davanti alla porta, una volta. Abbiamo creato tantissimo davanti a Fiorillo, siamo stati imprecisi ma abbiamo fatto un gol in più rispetto all’avversario e nel calcio è quello che conta. Il nostro rammarico e la nostra delusione è quello di non esser riusciti a trovar specchio nella classifica alle qualità dei nostri giocatori. Alcuni giocatori dovevano emergere prima. Leto ha fatto una grande gara, un grande gol.

    “Vivremo una settimana diversa, adesso. Le partite sono poche, dobbiamo vincere domenica a Verona. Non possiamo far diversamente. Voglio esser fiducioso. Non c’è motivo di pensarla diversamente. Non credo nelle sfide di attesa, e non andremo così a Verona. Loro dovranno alla stessa maniera vincere per avvicinarsi all’Europa. Noi dovremo aver più voglia di vincere di loro.

    “Il presidente ha manifestato la voglia di mettercela tutta, di conquistare quanti più punti possibile. Tutta italia oggi ha visto un esempio di affetto indipendentemente dalla classifica dato dai tifosi del Catania. I fischi sulle sostituzioni sono un modo per esprimere quel che si prova. Li si accetta. L’obbligo dei giocatori in campo è di esser professionisti.

    “In quattro giornate? Da quando ci sono io, considerato che contro il Milan non meritavamo di perdere, i miglioramenti ci siano stati. Tattici, psicologici, tecnici. Fino al 95° siamo stati vivi, abbiamo giocato con grande lucidità e senso di equilibrio. Mi sembra di aver visto un buon Catania.

    “Alla squadra ho sempre parlato in maniera chiara. La risposta la dà sempre il campo. Stiamo lavorando bene.

  12. Ip Address: 79.33.47.235

    CATANIA – Estratti dalla conferenza stampa di Sinisa Mihajlovic al termine di Catania-Sampdoria

    “Penso che il Catania abbia vinto meritatamente. Per infortuni e squalifiche abbiamo cambiato 9/11 rispetto all’ultima partita. Abbiamo avuto risposte positive e negative. Fiorillo è stato bravo, molto bravo ma deve anche ringraziare i suoi compagni di reparto che gli hanno permesso di esaltarsi.

  13. Ip Address: 151.54.87.234

    Troppi treni sono passati e abbiamo perso occasione per uscire dal fondo, non credo che ce la possiamo fare, vincere tutte le restanti partite mi pare un utopia.
    E poi, siamo certi che le altre davanti mollino?
    Peccato davvero.

  14. Ip Address: 80.180.150.25

    Buonasera raga’!!!

    Finalmente abbiamo vinto!!! 😆

    Ciao matteocifalotu!!! 😉
    Tu come me hai la facolta’ di criticare.
    Su Cosentino ho solo scritto che sapremo tutto a fine campionato.

    Oggi il Catania ci ha regalato un uovo di Pasqua pero’ senza la sorpresa dentro
    mi accontento del cioccolato.

    Buona notte a tutti!!! 😀

  15. Ip Address: 82.145.211.56

    Ciao morra, credimi non mi fici un film!!!! Adesso la maggioranza delle squadre già salve regaleranno le partite, vedi oggi Chievo e Atalanta, se stasera la Roma vince, regalerà punti a tinchite, adesso noi se vinciamo tutte le partite e anche la altre le vincono, non andiamo da nessuna parte ma scendiamo in B.
    Queste partite il Catania doveva farle prima, negli scontri diretti e non adesso che abbiamo l’acqua alla gola, adesso non prendono più in giro a nessuno……

  16. Ip Address: 91.253.74.73

    Salve ragzzi forse se avessimo giocato sempre cn questa cattiveria nn saremmo in fondo alla classifica ma il calcio è strano nn si puo sapere mai come finira FORZA CATANIA SEMPRE buona pasqua a tutti

  17. Ip Address: 176.200.153.21

    “Se avessimo giocato sempre così” è – scusatemi – una frase senza senso. Abbiamo giocato SEMPRE così (anche oggi, prendi un gol su errore a centrocampo e giocatore che salta come birilli i nostri e va a segnare senza che nessuno lo fermi). Solo che oggi non c’era avversario e altre volte si.
    Semmai, semmai, la frase giusta sarebbe: “avessimo avuto un portiere, durante il campionato…”

  18. Ip Address: 109.223.242.37

    Bravo Morra&Barlassina …finalmente un altro che la pensa come me……molte delle nostre disgrazie sono nate da quella sottospecie di portiere argentino……ricordo tanti litigi in altri forum con gente che lo vedeva come intoccabile perché tra i migliori portieri al mondo !

  19. Ip Address: 188.102.99.151

    Morra & Barlassina pienamente d’accordo con te. oggi abbiamo vinto perché la sampdoria era per 9/11 fatta di riserve. Certo se avessimo avuto un portiere valido e tutte le altre squadre fossero state fatte di riserve, ast’ura jerumu nda champions!

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu