Questioni di vedute e dati oggettivi

 Scritto da il 23 marzo 2012 alle 12:21
Mar 232012
 

Secondo un’opinione  volutamente diffusa da coloro che tendono a screditare il gioco offensivo per vincere lo scudetto, o raggiungere qualsiasi obiettivo calcistico, una squadra deve avere un’ottima difesa. Io dico questioni di vedute, secondo me non è importante subire pochi reti, è importante segnare una rete in più degli avversari. Meglio vincere 4-2 anziché pareggiare 0-0. Comunque, anche se non ho mai condiviso l’ affermazione dei fautori del gioco difensivista ad oltranza accetto questa opinione. Ciò che non tollero e non posso assolutamente accettare è l’ipocrita mistificazione dei dati oggettivi da parte di qualche giornalista, oppure l’ assoluta mancanza di conoscenza degli stessi. Così fra le tante inesattezze che settimanalmente sono generosamente distribuite a chi segue il calcio, da giornalisti e opinionisti validi e improvvisati, di tanto in tanto mi capita di sentire lo stesso stupido e banale ritornello : “La squadra che vince lo scudetto è quella che ha sempre la miglior difesa”. Ora, siccome le parole sono parole e i fatti sono fatti basta aprire gli archivi e consultarli. Io ho il mio archivio personale che parte dalla stagione 1953-54, ma i dati che cito sono facilmente riscontrabili in qualsiasi buon almanacco. Ebbene dal 1953-54 ad oggi, escluso quello in corso, sono stati disputati 58 campionati di serie A e per evitare di specificare uno per uno i vari casi, mi limiterò soltanto alla cifre per dimostrare quanto sia fasulla ed errata l’affermazione che ormai circola da anni. Tanto per fare un esempio, nel campionato 1953-54 lo scudetto lo vinse l’Inter che con 67 reti fece registrare il miglior attacco, mentre la Fiorentina, con soli 27 reti subite, di gran lunga con la miglior difesa, finì solo quarta. Il campionato successivo lo vinse il Milan segnando la bella cifra di 81 reti e subendone 35, l’Atalanta con appena 38 reti subite evitò la retrocessione per miracolo.

Ebbene su 58 campionati analizzati la squadra che ha vinto sul campo per ben 31 volte su 58 ha fatto registrare il miglior attacco, certo è capitato che oltre al miglior attacco la stessa squadra ha anche avuto la difesa meno battuta, ma la solidità difensiva da sola non ha quasi mai fatto vincere i campionati.; poche le eccezione, una  nella stagione 1993-94 quando il Milan vinse lo scudetto con l’undicesimo attacco con appena 36 reti segnate, ma con una difesa di ferro con soli 15 reti subite. Senza un valido attacco la sola difesa non basta, ben lo appresero la Sampdoria nel campionato 1989-90 che con sole 26 reti subite finì quinta, il Milan nel 1990-91, al quale non bastò per vincere il titolo aver subito sole 19 reti e il Torino nel 1991-92 che subì appena 20 reti ma non andò al di là del terzo posto. Ci sono poi casi singolari nei quali non è bastato per vincere il titolo nemmeno avere contemporaneamente sia il miglior attacco che la miglior difesa, come la Roma 2003-2004 miglior attacco con 68 reti e miglior difesa con 19 reti subite o il recente Milan edizione 2005-2006 che pur realizzando 85 reti e subendone 31, appena uno in più dell’Inter, è rimasto con le mani vuote.

Vincere dipende da tanti fattori, ma, dati statistici alla mano, affermare che per vincere è necessario aver la migliore difesa è una colossale bugia.

Nel campionato attuale la miglior difesa, di gran lunga è quella della Juventus con soli 17 reti subite, ma in testa c’è il Milan che ha il miglior attacco con 57 reti realizzate. In serie B, per i risultati ottenuti sul campo, la miglior difesa è quella di Torino, Sassuolo e Sampdoria con soli 23 reti subite, ma la squadra che ha fatto più punti è il Pescara che ha la quattordicesima difesa, ma ha segnato 64 reti, più di due a partita, mentre il Torino senza l’assurdo 0-3 a tavolino di Padova sarebbe terzo per confronti diretti col Verona, il Sassuolo è quarto e la Sampdoria, addirittura nona, ben fuori dai play off.

Quindi meglio puntare a segnare una rete in più della squadra avversaria, almeno ne guadagna lo spettacolo, se poi non ci riesci, pazienza.

Segnare una rete in più degli avversari è riuscito per due gare consecutive al Catania di Montella che con due 1-0 ha liquidato prima la Fiorentina e poi la Lazio, alimentando fra i tifosi insperate speranze europee. Passo dopo passo il Catania è arrivato al settimo posto, ma adesso viene il difficile perché nello spazio di soli sette giorni i rossazzurri dovranno affrontare prima il Napoli al San Paolo e poi il Milan al Massimino e secondo il mio parere, discutibile e opinabile come tutti i pareri, si tratta in assoluto delle due squadre più forti di tutta la serie A. Addirittura, prendendo in esame solo l’undici titolare, ritengo il Napoli ancora più forte del Milan.

Alcuni giorni fa ho voluto fare un giochino assegnando i miei voti personali alle due formazioni titolari, utilizzando anche i decimali, considerando sia la potenzialità dei giocatori che il rendimento espresso fin adesso in questo campionato. Sulla formazione titolare del Napoli ci sono pochi dubbi: De Sanctis 7,5 ; Cannavaro 6,8 (che è la media del 7 che può dare e del 6,5 che ha dato);Campagnaro 7: Aronica 6,3; Dossena 6,8; Gargano 7,8 ; Inler 7,3; Maggio 8; Hamsik 8; Lavezzi 8,5 e Cavani 9. Vi risparmio il conteggio, il totale fa 83,00. Un po’ più problematico è capire qual è la formazione titolare del Milan, in questo caso ho dato priorità alle presenze in campionato: Abbiati 7,5; Abate 7,3; Thiago Silva 8,5 ; Bonera (ha più presenze sia di Nesta che di Mexes ) 6 ; Antonini 6; Van Bommel 7,3 ; Ambrosini 6,5; Emanuelson 6,8; Nocerino 8,5; Robinho 6,8 e Ibrahimovic 8,8. Il totale fa 80,00. Senza considerare che in tema di allenatori per me l’eterno piagnucolante Mazzarri ( a Catania direbbero “chianci chianci”) vale qualcosa in più di Allegri. Tuttavia, fuori dall’undici titolare il Napoli ha soltanto tre valide alternative: Dzemaili, Zuniga e Pandev, mentre il Milan, che ha già schierato ben 32 giocatori, ha gente del calibro di Amelia, Nesta, Zambrotta, Boateng, El Shaarawy, Max Lopez, Seedorf, Pato, Aquilani, Mexes, Gattuso, Muntari, tanto per citarne alcuni. Insomma fra le due rose non c’è paragone, ma con l’undici titolare è un’altra musica, tanto che il Milan le ha buscate al San Paolo (1-3) e al ritorno non è andato oltre lo 0-0. Voi direte che i voti assegnati sono soggettivi, che ho dato 8,8 a Ibrahimovic e 9 a Cavani, vero, questione di vedute. Si tratta di due grandi campioni, ma personalmente fra Ibrahimovic e Cavani dico Cavani tutta la vita, in ogni caso ciò che non può essere smentito è il dato oggettivo, ovvero che negli ultimi due campionati, quello scorso e quello in corso, fin ora, Ibrahimovic ha segnato 34 reti (10 rigori) e Cavani ben dieci in più, 44 (8 rigori).

Comunque sia, il Catania è atteso da due prove difficilissime. Uscire imbattuto dalla bolgia del San Paolo, in questo momento, con il Napoli fuori dalla Champions e tutto proteso alla caccia del terzo posto mi sembra molto arduo. Io sono preparato al peggio. Diverso sarà il discorso quando al Massimino arriverà il Milan perché si giocherà davanti al pubblico amico e perché i rossoneri potrebbero essere concentrati più sul Barcellona.

Se il Catania in questo momento riuscisse a tornare indenne da Napoli significherebbe che l’organico vale molto ma molto di più di quanto si possa pensare e forse più di quanto gli stessi calciatori credono. Aumenterebbero ancor di più i rimpianti per le due occasioni banalmente sciupate contro l’Inter e a Cesena, perché significherebbe aver avuto, forse senza rendersene nemmeno completamente conto, l’organico per competere anche per il terzo posto.

A me basterebbe anche una prova dignitosa.

 

  58 Commenti per “Questioni di vedute e dati oggettivi”

  1. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno a tutti….

    Io sinceramente non ho mai creduto alle statistiche sul calcio 😉 😉 😉 so sempre che vince la squadra che gioca meglio la partita in quell’incontro….
    Il Catania secondo me in questo momento sta meglio del Napoli e non ha nulla da perdere quindi abbiamo una probabilità su due di vincere o pareggiare.

    Spero che sia una vittoria per raggiungere quel sesto posto tanto desiderato……

  2. Ip Address: 79.44.7.158

    Un buon pomeriggio a tutti gli amici tifosi. Ciao Joe, spesso la ragione e i sentimenti sono in contrasto fra di loro. Quando faccio un pronostico utilizzo più la ragione che i sentimenti. Col cuore io vorrei che il Catania vincesse a Napoli, con la ragione so che è quasi impossibile.

  3. Ip Address: 79.44.7.158

    Aggiungo che, come tutti, io son mortale pertanto il mio cervello può anche sbagliare. Di tanto in tanto mi capita di non azzeccare l’analisi di una partita, spero che questa sia una di quelle volte.

  4. Ip Address: 94.166.228.163

    Buonasera a tutti … Ciao Joe.

    Ciao Prof, condivido il tuo articolo in quanto io sono totalmente d’accordo sull’affermazione che una squadra che ha un attacco forte sia più avvantagiata rispetto ad una squadra con un attacco mediocre, gli esempi che hai portato sono emblematici di questo nostro convincimento condiviso.
    Rispetto al paragone che fai su Milan e Napoli dico invece che la squadra Rossonera è più forte di quella Partenopea che (considerando solo l’undici titolare), si fa preferire nel reparto difensivo …
    Quanto alla partita che il Catania affronterà al S.Paolo credo che anche noi abbiamo molte frecce al nostro arco e la difesa del Napoli non mi sembra poi così invulnerabile.
    Dovremo stare attenti a non fare l’errore di farli ripartire, loro, sono letali in contropiede ma, anche da parte loro ci dovrà essere molta accortezza nell’affrontarci.
    Il signor “chianci chianci”, lo sa bene … 8) 8) 8)

    Forza Catania!

  5. Ip Address: 2.38.136.220

    Buongiorno a tutti! Belli e brutti!
    Pochi minuti rubacchiati qua e là, come al solito… 🙄
    Tino, la disamina come sempre è precisa e finemente articolata.
    Condivido su tutto a partire dal titolo ed a tal fine dissentirei, e ciò, come ben dici è opinabile (oltre che per me dolente..), dal sostenere che Milan e Napoli siano le squadre più forti della Serie A.
    Ho visto la Juve contro il Milan ma anche in campionato contro la Fiorentina, almeno fino a quando esisteva la parità numerica in campo, e devo ammettere che l’impianto di gioco ormai consolidato ed il rinnovato desiderio di raggiungere il massimo risultato in ogni suo atleta, cosa che non ravvedo in tutti gli uomini di Milan e Napoli, mi fanno addirittura pensare che la Juventus possa già da quest’anno vincere il torneo.
    Naturalmente come dici tu, punti di vista, ovviamente.
    Il Napoli è una buona squadra ma con tanti difetti soprattutto nella fase difensiva, non per niente ha beccato 4 reti dal Chelsea che non è il Real Madrid, nè il Barcellona nè, probabilmente, lo stesso Milan.
    Per me i partenopei possono essere battuti, Mazzarri lo sa ed ha già messo le mani avanti con i soliti piagnistei ma soprattutto deve essere il Catania ad averne convinzione; solo così potremmo raggiungere un risultato positivo a Napoli, forse anche il più desiderato.
    I numeri sono tali e valgono tanto, io ci lavoro con i numeri e mi rendo conto che risulta indispensabile non tenerne conto, spesso però un Maggio in meno rappresenta in percentuale quell’ impennata dei valori che non t’aspetti ed è proprio in quella circostanza che i freddi numeri lasciano il passo all’imprevedibilità del fattore umano.
    Per questo sono convinto che con la squadra che ci troviamo ed un Napoli in non perfette condizioni mentali (prima o poi la sconfitta inglese lascerà il segno…) il segno due a mio parere sembra il più probabile. Ne sono convinto. 😈
    FORZA CATANIA SEMPRE! SQUADRA E CITTA’!!

  6. Ip Address: 2.38.136.220

    Ciao Mario, scrivevamo in contemporanea.
    Mi sa che faremo la prossima settimana, questa è volata ricca di impegni.
    Allo stadio per il Milan?

  7. Ip Address: 79.44.7.158

    Ciao Mario, sì per il reparto difensivo hai ragione il Milan è più forte, ma io non ho potuto inserire Nesta che in pratica ha saltato quasi tutto il campionato.
    Comunque il Napoli rispetto al Milan è penalizzato perchè è senza ricambi, non possono essere considerati tali un Grava o un Lucarelli.
    Riguardo la partita del San Paolo, vorrei tanto sbagliarmi, ma, purtroppo, vedo il Catania sconfitto.

  8. Ip Address: 2.38.136.220

    …nchia… 🙄

  9. Ip Address: 94.166.228.163

    Telefonami Marcello …

  10. Ip Address: 94.166.228.163

    Non sono d’accordo Prof, la vedo come Marcello …

  11. Ip Address: 79.44.7.158

    Ciao Marcello, riguardo la forza mentale della Juventus sono perfettamente d’accordo con te. Antonio Conte è un grande allenatore, perchè un allenatore non deve essere soltanto un preparatore atletico o un esperto di tattica ci vuole di più e Antonio Conte, organico a parte, (ha in più Pirlo e Vucinic per citarne due) da questo punto di vista non è Del Neri. Ti dirò che credo ancora che la Juventus possa vincere lo scudetto e non mi dispiacerebbe. Per quanto riguarda le partite di coppa lo sai meglio di me che si giocano sull’ottica dei 180 minuti. Il Napoli è vero ha beccato quattro reti dal Chelsea ma il Milan ne ha presi tre dall’Arsenal e solo per miracolo ha evitato di prenderne quattro. Spero che tu abbia ragione, ma ribadisco vedo il Catania battuto per tutta una lunga serie di motivi.

  12. Ip Address: 79.44.7.158

    Mario e Marcello mi state rianimando un po’. In quanto a competenza siete di primo livello e lo avete più volte dimostrato, pertanto, se entrambi ritenete che il Catania possa fare risultato per me si rafforza la speranza di aver sbagliato la mia analisi ed è quello che vorrei. A stasera.

  13. Ip Address: 80.181.42.152

    Buon pomeriggio a tutti,Mario,hai ragione e che volevo prendermi il merito tutto io,ahahah… :mrgreen: un abbraccio.

    Joe,mi dispiace ma ti devo contraddire,anche per esperienza vissuta sul campo e non,non sempre vince la squadra che gioca meglio e proprio quest’anno,ne abbiamo due esempi,Catania-Chievo e Catania-Cagliari,ma potrei citarne una caterva di partite del genere,vince la squadra che fa un gol più dell’avversario,spesso il tutto si associa al buon gioco,ma non sempre.

    Tino,i complimenti per i tuoi articoli,penso che,ormai siano scontati.leggendo con piacere quest’ultimo,ho voluto dividerlo in due tronconi,il primo,fatto di numeri e statistiche seguito da una certa oggettività.
    Il secondo,mi sembra più soggettivo.

    La media dei voti da te elengati,penso venga dal risultato delle varie pagelle dei media sportivi e come tu ben sai,questo e soggettivo,io faccio,”impropriamente :mrgreen: le pagelle”.

    Sinceramente mi stupiscono i voti così alti del Napoli,in un campionato che,ancora per i partenopei non è decollato del tutto,con prestazioni da alti e bassi pur essendo quarto in classifica,le prestazioni della squadra non sono state sempre all’altezza e spesso la fortuna,è stata dalla loro parte,ma non voglio soffermarmi sulla squadra partenopea,invece m’intrica il discorso sulla miglior difesa.

    Anch’io penso che la miglior difesa sia l’attacco,ma la cosa fondamentale da cui non si può prescindere,è l’equilibrio,puoi avere un attacco atomico,ma senza equlibrio nelle due fasi e fra i reparti, non conterebbe niente il tipo di attacco che possiedi e viceversa.

    Non starò quì a fare tecnica o tattica,anche perchè siete abbastanza preparati,tornando al punto principale dell’articolo,cioè,smentire chi asserisce che per vincere bisogna avere una buona difesa,penso che la stessa cosa si potrebbe dire dell’attacco,non sempre si può vincere se si ha un buon attacco e una cattiva difesa,in ogni caso,se hai l’una e ti manca l’altra,ti manca l’equilibrio e il tutto riferito con la zona centrale compresa.

  14. Ip Address: 2.38.136.220

    ….. 😐 ……………………

  15. Ip Address: 80.181.42.152

    Ciao Marcello,Mario e Tino,scrivevamo in contemporanea.

  16. Ip Address: 2.38.136.220

    Good morning Peppe!

  17. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Prof, Catanista, Marcello….

    Penso che il pensiero del Prof, è una provocazione 😉 😉 😉
    in cuore suo pensa alla vittoria, mi auguro di non perdere perchè sarebbe una battuta di arresto pericolosa…. visto che l’Inter gioca contro la Rubentus e la Rometta contro il Milan spero con zero punti….

  18. Ip Address: 2.38.136.220

    Ciao Joe, anch’io spero che le ultime righe degli utlimi due post del Prof. rapprsentino una provocazione…
    Dirò di più, il Catania vince a Napoli 2 a 1! 😀 😀

  19. Ip Address: 94.166.228.163

    Ciao Me frati Peppe, prossimamente caffè con il caro Marcello… :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  20. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Peppe,

    ho letto il tuo post, penso che con il Chievo e Cagliari non abbiamo fatto una bella partita 😯 😯 😯 abbiamo sbagliato tanto in attacco….

    condivido in pieno vinci quello che segna un gol in più, speriamo di farlo con il Napoli….

  21. Ip Address: 94.166.228.163

    La squadra ha raggiunto ormai una sua precisa identità e appare equilibrata in tutti i reparti. Se gira Sergio Almiron il Catania farà il colpaccio al S. Paolo …

  22. Ip Address: 85.41.235.41

    Mario, sta arrivando il giorno di Bergessio visto che da molto tempo che è a secco…
    bagnerà il becco proprio al s. Paolo
    Il tridenti con Pitu, Lavandina e Papu gelerà lo stadio 😈 😈 😈

  23. Ip Address: 85.41.235.41

    Non potete prendere il caffè senza di me :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: altrimenti faccio la rivolta dei forconi 8) 8) 8)

  24. Ip Address: 80.181.42.152

    Prof.vorrei fare una mia riflessione su Conte,premetto che non simpatizzo per nessuna delle squadre nordiste,anzi.
    Avendo io l’abbonamento a Sky,spesso vedo le altre partite,ho seguito anche la rubentus,(considero tali anche le due milanesi).

    E’ mia opinione,che Conte non è un grande allenatore,forse lo diventerà,magari,è un grande motivatore,ma di errori ne ha già fatti ed evidenti,ti cito due partite pareggiate in casa,Juventus-Cagliari 1-1 e Juventus siena 0-0,gli ho visto fare sostituzioni che,non stavano ne in cielo ne in terra,anche alcune scelte iniziali a volte laciano perplessi e non solo me,tipo Bonucci per Caceres.

    Poi,per ciò che riguarda la preparazione atletica,ai tempi attuali,gli allenatori si avvalgono di staff preposti alla preparazione collettiva del gruppo ed individuale di ogni atleta,oltre alle varie tecnologie,la maggior parte degli allenatori,in questo campo fa da “osservatore”,si ocupa solo della fase tecnico-tattica.

    Ormai,i tempi sono cambiati,spesso ritrovo in giro,allenatori che hanno avuto l’esperianza calcistica di calciatore e per questo,pensano di avere le qualità per allenare,oppure,anche gente “sconosciuta”,te la ritrovi in panchina anche tra i professionisti,oggi va di moda l’allenatore-motivatore,Mourinho docet,ma solo se alleni l’Inter del dopo calciopoli o il Real Madrid,puoi fare risultato,giocando male,faccio un esempio negativo su tutti,Cosmi,non ho mai visto una sua squadra giocare a calcio.

    Voglio fare un altro esempio,stavolta positivo,Allegri,come a Cagliari,e, con le debite proprorzioni,anche al Milan sta ottenendo dei buoni risultati facendo giocare la squadra.Avrei potuto dire Guardiola,ma lì,è tutto il complesso funzionale.

    Un ultimo esempio,mi è doveroso,per ciò che si è visto ad oggi,Montella,riesce a motivare la squadra con i metodi di trent’anni fa,si,non vi meravigliate,gli studi di psicologia che ha fatto Montella,una volta te li ritrovavi nel corso allenatori,come quelli di medicina,preparazione atletica,oltre alla teoria e pratica della tecnica e della tattica, e all’esame finale,dovevi avere la sufficienza in tutte le materie.

    Oggi,basta seguire le lezioni con sufficiente impegno dare una “tesi” sull’argomento dove più ti senti preparato e il più,è fatto.Tutto questo,in linea di massima.

    Chiederei a tanti tifosi del campionato di serie “A”,se fino a qualche anno fa,conoscessero i vari Sannino,Ballardini,Ficcadenti,Pioli,Di Carlo,Di Francesco
    Tesser(noi lo conosciamo perchè è stato a Catania) e Bisoli,tanto per citarne alcuni della massima serie,forse neanche come giocatori se li ricordano.

    Potreste dirmi,come si fa allora a sostituire il “vecchio” col nuovo,semplice,fare i corsi da allenatore da Coverciano in giù,con una preparazione globale e se non raggiungi la sufficienza in tutte le materie,ritorni da dove sei venuto.

    Un buon allenatore,deve avere una preparazione a 360 gradi,a prescindere da quello che la società ti mette a disposizione,l’allenatore,deve sempre avere chiaro il polso della situazione su tutto,sullo staff per la preparazione atletica,sullo staff medico,sullo staff organizzativo e cosa più importante,sullo spogliatoio.

    Preciso come sempre,mia personale opinione. 😆

  25. Ip Address: 80.181.42.152

    Me frati Mario,ora sto meglio,quando siete disponibili tu e Marcello,sarei ben felice di condividere una caffeinata. 😆

    Joe,te lo facciamo sapere un giorno prima,così prendi l’aereo e scendi. :mrgreen:

    Vado,un saluto a tutti.

  26. Ip Address: 80.181.42.152

    ESCLUSIVA ITASPORTPRESS- Walter Beron: “Vi parlo del Boca Juniors e dei suoi talenti. Lo scoop è che Mouche è di nuovo un obiettivo del Catania” 23.03.2012 10:14 di Antonino Bulla

    La redazione di Itasportpress.it tiene sempre alta l’attenzione sul calcio sudamericano e le notizie di mercato che interessano i club italiani ed europei. Il lavoro certosino della nostra redazione nel cercare informazioni, interviste esclusive e curiosità sui talenti sudamericani, è stata da sempre una prerogativa editoriale che in questi anni ha regalato soddisfazioni a chi ci lavora e per chi legge le nostre pagine. Oggi ai microfoni di Itasportpress.it direttamente da Buenos Aires, ha parlato in esclusiva ai nostri microfoni Walter Beron, noto giornalista argentino, conduttore del programma radiofonico “Boca de Selecciòn” sulle frequenze AM 1050 di Radio Concepto, simpatizzante del Boca Juniors e grande esperto di calciomercato argentino. Beron ha concentrato le attenzioni sull’attuale momento della formazione xeneizes e ha rivelato importanti notizie di mercato che riguardano soprattutto il Catania.

    Walter, benvenuto ai microfoni di Itasportpress.it

    “E’ un piacere parlare con voi della redazione di Itasportpress ai quali rivolgo un grosso abbraccio da Buenos Aires”.

    Parliamo prima di tutto del campionato del Boca Juniors. Finalmente dopo anni di buio, il Boca è tornato a vincere. Dopo aver conquistato il torneo di Apertura adesso sta lottando per il Clausura e la Coppa Libertadores. Quale è stato il segreto della rinascita della formazione argentina?

    “Il Boca è tornato finalmente ad alti livelli perché è riuscito ad avere quella continuità di risultati che mancava negli anni passati. La compattezza di un gruppo già solido sta portando ai risultati. Il Boca sta lottando su tutti i fronti. Dopo aver vinto l’Apertura, adesso è secondo in classifica alle spalle del Tigre, avanti di un solo punto. In Coppa Libertadores ha vinto l’ultima partita contro l’Arsenal de Sarandì ed è secondo in classifica nel suo girone alle spalle della Fluminense che deve affrontare nella gara di ritorno. Ci sono buone possibilità che il Boca passi agli ottavi di finale”.

    Quali altre squadre vedi favorite insieme al Boca Juniors per la conquista del titolo di Clausura 2012?

    “Il Tigre è la sorpresa di questa stagione visto che la squadra viene dal campionato di seconda divisione argentina anche se credo che il loro obiettivo principale è quello di evitare prima di tutto la retrocessione. Il Boca è lì che lotta per prendersi il primo posto e se non perderà la sua continuità avrà pochi rivali. Quest’anno ha risolto alcuni problemi soprattutto in fase difensiva. A centrocampo inoltre può contare su un grande giocatore come Pablo Ledesma, arrivato dal Catania, che sta facendo molto bene. Non sta giocando come titolare fisso ma sta dimostrando di attraversare un magnifico momento di forma”.

    Quanto si sente la mancanza del River Plate nel massimo campionato argentino?

    “L’assenza del River dalla Primera Division è sicuramente qualcosa che non si aspettava nessuno e che non giova allo spettacolo del campionato. Si tratta di un grande club che ha fatto la storia così come il San Lorenzo, l’Independiente o il Racing. Adesso la squadra di Almeyda sta facendo molto bene e si spera possa tornare presto in Primera. C’è una grande rivalità con il Boca Juniors e sicuramente il ‘superclasico’ tra le due squadre è qualcosa che manca al campionato argentino”.

    Il Boca Juniors ha in squadra tanti giovani calciatori di prospettiva di cui parliamo molto bene anche in Italia. Puoi darci la tua opinione su qualcuno di loro?

    “Uno dei migliori giovani del Boca è Nicolas Colazo. Attualmente sta recuperando da un infortunio ma quando ha giocato ha sempre fatto bene. Il Boca Juniors spera di recuperarlo presto perché è un valido elemento per la squadra di Falcioni. In questo momento un giovane che va segnalato è Juan Sánchez Miño. Gioca da laterale sinistro, ha soli 22 anni e ha una prospettiva calcistica enorme. Un altro calciatore interessante è Sergio Araujo un attaccante che ha trovato spazio soprattutto lo scorso anno e che è stato cercato dal Barcellona”.

    Parliamo di Pablo Mouche. Si è detto nei mesi scorsi dell’interesse di diversi club italiani per l’attaccante. Erano vere le voci di mercato che lo volevano ad esempio al Catania?

    “Lo scorso anno è vero che il Catania era interessato a Pablito Mouche. Anche qui in Argentina avevamo registrato l’interesse del club italiano. Adesso posso anticiparvi una notizie che abbiamo dato l’altra notte nel corso del programma radiofonico ‘Boca de Seleccion’. Secondo le accreditate indiscrezioni che abbiamo raccolto, Mouche sarebbe nuovamente un obiettivo di mercato del Catania per giugno. A differenza dello scorso anno, il Boca adesso è disposto a negoziare il cartellino del giocatore. Il ragazzo ha sempre detto di stare bene a Buenos Aires ma sta distutando una grande stagione ed in estate è probabile che cambi squadra. La dirigenza xeneizes ha inoltre il bisogno di cedere due o tre giocatori per risollevare la situazione economica del club. Uno dei giocatori che potrebbe lasciare il Boca Juniors è proprio Pablo Mouche”.

    Facundo Rocanglia è un altro giocatore che piace in Italia. Ci sono le possibilità di vedere pure lui dalla prossima estate in una squadra di Serie A?

    “Roncaglia sta attraversando una situazione complicata. Ha un contratto in scadenza a giugno con il Boca Juniors. Se non rinnoverà il suo contratto è un altro di quei giocatori che potrebbe cambiare squadra in estate. C’è stata una riunione tra il presidente e il giocatore. La prossima settimana probabilmente si incontreranno nuovamente. Tutti gli indizi portano a pensare che rinnoverà il suo vincolo contrattuale con il Boca ma se questo non accadrà, andrà a giocare in Europa”.

    Il Catania in Argentina è stato ribattezzato come la “Segunda Selecciòn”. Esiste un grande interesse da parte dei media argentini per la formazione rossazzurra. E’ vero che ci sono tanti sportivi sudamericani che seguono le vicende del club più “argentinizzato” d’Europa?

    “Il Catania ha molti giocatori argentini in squadra ed è inevitabile che i quotidiani sportivi parlino della squadra italiana. Noi in particolare abbiamo seguito il Catania perché ci ha giocato Pablo Ledesma ma anche altri ex giocatori del Boca Juniors. Conosciamo la relazione che ha il club con l’agente Cyterszpiller. E’ una cosa molto bella che ci stuzzica sia a noi cronisti ma anche ai tifosi del Boca Juniors ad informarci sempre sulle vicende del Catania”.

    Walter, la redazione di Itasportpress.it ti ringrazia per la tua disponibilità e ricambia con un forte abbraccio.

    “Da Buenos Aires, è stato un piacere parlare ai microfoni di Itasportpress. Grazie e ci risentiremo presto”.

  27. Ip Address: 2.2.21.54

    Salutamu a tutti pari, entro e scappo veloce , questione di tempo 😉 😉

    Avrei tantissime cose da dirvi su quello da voi scritto, mi limitero’ a dire sono d’accordo su tutto, non condividento niente 😉 😉 😉

    Cioeè per fare un esempio, si vince senza subendo meno gol? lapalissiano ❗ ❗
    Si vince segnando di più ? inoppugnabile, ed allora?

    Capitolo coverciano ed allenatori vari, caro Beppe 30 e passa anni fà, l’allenatore faceva tutto, certo con la società che pagava, era Preparatore atletico, era tattico, sceglieva i giocatori,etc etc, il buon Carmelo Di Bella insieme al quel grande manager che era il Dott, Mineo che rapportatto al giorno d’oggi ne vale 1000 di Lo Monaco, decidevano chi comprare è poi il Buon Marcoccio firmava le cambiali :mrgreen: :mrgreen: Giocatori comprati all’epoca che rapportandoli ad oggi è praticamente impossibile? Vavassori, Zymanyak Cinesinho, Fogli Calvanese Prenna Danova e potrei continuare, ma mi cala il magone, ma questo era il Catania, L’Inter all’epoca era il Real di oggi ed il Catania ci battagliava, ma come dicevo nun c’era na lira,. Mi direte il calcio oggi è cambiato, d’accordo ma la classe no, ed il Sig. Lomonaco in quanto classe zero!! poi voi lo sapete che per me l’allenatore oggi vale solo un 25% sul risultato della gara quando va bene e l’80% quando va male, con gli esempi che faceva Beppe su Conte, ma ti chiedo caro Beppe perchè se sbaglia Conte è colpa sua mentre se sbaglia Montella è colpa dei giocatori che non fanno gol, come dice Joe contro Chievo e Cagliari il Catania ha giocato MALE senza grinta è con una difesa a 5 cosa cercava il sig. Montella? ha lasciato perplessi in molte partite con le sue formazioni ed i suoi cambi, cosa detta sia da te che da Mario è forse da tutti quelli che scriviamo, allora perchè negare l’evidenza, quando anche Montella ammette che ci mancano punti, signori miei non si puo’ dire se perdiamo è colpa dei giocatori che non segnano è se vinciamo è merito di Montella!! siamo obbiettivi da quyando Montella a sottoscritto il 4-3-3 e facendo giocare finalmente sempre la stessa squadra, il Catania ha preso il volo!!

    Riguardo Lippi degno compare di Moggi è circondato da imbroglioni al pari suo, ha vinto anche un Mondiale che tutti sappiamo come, affermava che Torre del Grifo portava 10 punti BUMM allora il Catania oggi avrebbe 31 punti!! poi tutta la schiera di pseudo allenatori che Beppe citava prima…………….stendo un velo pietoso!!!

  28. Ip Address: 2.2.21.54

    Qualcuno mi puo’ spiegare queste cifre? 😯 😯 😯 😯 😯 😯

    DATI SOCIETARI (fonte Gazzetta dello Sport)
    2010/11 (relativi ai bilanci chiusi al 30 giugno 2011)
    NAPOLI ricavi 122,4; plusvalenze 9,1; costi 114,4; debiti 34; patrimonio netto 29,3; risultato netto +4,2 (+0,3) (24 giocatori, 13 stranieri)
    Valore rosa: 194 milioni di euro
    CATANIA ricavi 39,6; plusvalenze 15,7; costi 44,2; debiti 45,9; patrimonio netto 25,6; risultato netto +6,4 (+2,5)
    Valore rosa: 40 milioni di euro (27 giocatori, 15 stranieri)

  29. Ip Address: 82.58.128.132

    Buon pomeriggio a tutti.

    Un abbraccio a Mario, Marcello, Joe, Giorgio, Angelo, Beppe, Il Prof., Chiarezza …..e tutti quelli che non ho “muntuatu”! :mrgreen:

    Gran bell’articolo Prof., che naturalmente condivido!

    Per l’argomento trattato, voglio esternare il mio parere:

    1) Il Napoli con i suoi titolari è fortissimo, e lo ritengo alla pari di Milan e Juve, se vuoi con le sue prerogative (tipo di gioco, difesa, allenatore), però la panchina non è all’altezza. Vedo giocatori come Britos, Dossena, Fernandez e gli altri a seguire, che sono un po’ scarsi;
    2) Il nostro Catania deve cercare di mantenere l’attuale posizione in classifica fino alla fine del campionato e per farlo non dovrà perdere con il Napoli e possibilmente vincere con il Milan, altrimenti, nonostante la speranza nostra, sarà veramente difficile giungere in questa posizione e figuriamoci se potrà ambire ad un posto in Europa. Bisogna tener presente che tra le partite rimanenti, oltre Napoli e Milan, abbiamo il Palermo fuori, la Roma (ladrona) fuori e l’Udinese in casa.

    Rosso come il fuoco, azzurro come il mare, l’amore per il Catania non si può spiegare.

  30. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Chiarezza, Pippo….
    anche io non ci ho capito niente 😉 😉 😉 o i numeri sono sbagliati o qualcosa non torna:

    CATANIA
    ricavi 39,6;
    plusvalenze 15,7;
    patrimonio netto 25,6;
    Valore rosa: 40 milioni

    totale: 120.3 milioni

    costi 44,2;
    debiti 45,9;

    totale: 90,1 milioni

    risultato netto +30,2 milioni

  31. Ip Address: 85.41.235.41

    Attivazione ed esercitazioni tattiche specifiche in vista del confronto in programma domenica a Napoli, i contenuti più rilevanti dell’allenamento svolto oggi dal Catania. La “perla” del pomeriggio è uno splendido colpo di tacco vincente di Gonzalo Bergessio, abilissimo a coordinarsi al meglio in corsa. Completato positivamente il recupero di Almiron. Lavoro differenziato per Motta. Wellington aggregato alla Primavera, in vista del derby con il Palermo in programma sabato alle 14.30 a Torre del Grifo (Campo 3, ingresso libero). Sabato alle 9.30 la conferenza pre-gara di mister Montella. Alle 10.30, rifinitura a porte chiuse e convocazioni. Nel pomeriggio, partenza per la Campania.

  32. Ip Address: 79.13.8.208

    buonasera a tutti fratelli della costa rossazzurra grande tino bella disamina ma non sono in sintonia con te su un tuo post che dice il catania sconfitto anche se e vero che sara una partita difficile ma sono convinto che il catania al s.paolo uscira a testa alta e si portera qualche punto ricambio il saluto a mongibello forza catania sempre un abbraccio rossazzurro a tutti 😉 😉 😉

  33. Ip Address: 79.44.7.158

    Un caro saluto a tutti gli amici rossazzurri. per rispondere a qualche post ho dovuto prendere degli appunti.
    Risposta al post n.13 di Peppe : Grazie per i complimenti- Ottima analisi dell’articolo è proprio diviso in due tronconi.
    I voti elencati non sono il risultato delle varie pagelle dei quotidiani sportivi, come ho indicato fra parentesi nel voto di Cannavaro si tratta della media di ciò che potenzialmente avrebbero potuto fare e ciò che hanno fatto secondo il mio metro di giudizio che, con tutto il rispetto non è nfluenzato né da amicizie personali con i calciatori né dai procuratori.
    Le tue pagelle non hanno nulla in meno di quelle di un giornalista sportivo.
    Non c’è dubbio che la cosa fondamentale in una squadra è rappresentata dall’equilibrio, l’ho scritto in conclusione della prima parte dell’articolo, ho voluto dimostrare che, equilibrio a parte, secondo le statistiche la fase offensiva rende più di quella difensiva. In Spagna, nonostante la recente vittoria per 5-3 sul Granada la migliore difesa è del Barcellona, ma in testa c’è il Real Madrid che ha segnato di più, in Germania il Borussia Moe. ha subito soli 16 reti ma ha segnato poco ed è terzo, in Inghilterra la miglior difesa è del Manchester City di Mancini ma ha perso 1-0 contro l’Everton, per 1-0 contro il Sunderland e per 1-0 contro lo Swansea ed in testa c’è il Manchester United che ha segnato di più. In Francia la miglior difesa è del Tolosa con 24 reti subite, ma hanno segnato solo 30 reti e sono quarti.
    fra Italia, Germania, Spagna, Inghilterra e Francia nessuna delle attuali capoliste ha la miglior difesa.

  34. Ip Address: 79.44.7.158

    Risposta al post n.17 di Joe . certo che in cuor mio penso e spero nella vittoria, ma la mia ragione esclude la vittoria del Catania, spero di sbagliarmi.
    In serie A a Napoli abbiamo vinto solo una volta e poi 9 sconfitte, l’unica speranza è che non abbiamo mai pareggiato. Non credo che un’eventuale sconfitta possa essere una battuta d’arresto pericolosa, l’Inter non conta più nulla e in ogni caso le possibilità che esca indenne da Torino sono minori di quante ne abbia il Catania a Napoli, la “rometta” dovrebbe perdere 1-0 o di misura, io punterei sull’Udinese nella speranza che il Palermo non si metta nei guai. Non facciamoci ingannare al Napoli mancherà Maggio e cambieranno gli equilibri in campo, ma datemi retta non sono né in crisi né “scoppi”, anzi anche se non sembra stanno attraversando un periodo di ottima forma fisica.

  35. Ip Address: 79.44.7.158

    Al post n.18 di Marcello, sei un eccellente interlocutore. Purtroppo la mia non è una provocazione escludo la vittoria del Catania e basta, Chiamiamola scaramanzia, intanto mi preparo al peggio e preferisco non illudermi. Al post 24 di Peppe : il tuo post ribadisce ciò che dico io : l’allenatore non è un preparatore atletico e Conte è bravo perchè è un ottimo motivatore, gli errori tattici li hanno commessi tutti.
    Al post 27 di Vittorio, caro Vittorio non è così evidente come pensi, nell’articolo è insita una filosofia di gioco: meglio attaccare esporsi, correre rischi e cercare la vittoria o cercare con la difesa di limitare i danni ? Io sono per la prima ipotesi. Ti correggo una piccola imperfezione Romano Fogli arrivò al Catania in serie A nel 1970-71 con la gestione di Angelo Massimino. Al post 29 di Mongibello la penso come te, grazie per i complimenti.

  36. Ip Address: 79.44.7.158

    Una buona serata a tutti, un grazie ad Angelo. Mi piacerebbe domani, tornando da Scuola poter leggere qualche altro commento.

  37. Ip Address: 80.181.42.152

    Hai,ahi,Vittorio, :mrgreen: non ho mai detto che Montella non sbaglia,tant’è vero,che nel finale dell’articolo di Lippi,è riportato questo passaggio,

    “Questo risultato è stato raggiunto per gradi, non senza qualche difficoltà, dice Lippi, ma proprio per questo immagino più duraturo. In qualche circostanza Montella ha commesso errori di gioventù, ma è soltanto questione d’esperienza, dagli errori si impara”.
    Se ho condiviso l’articolo per intero,cosa sicnifica? :mrgreen:

    Da e che cosa fa parte Lippi,sinceramente non ho prove tale per affermare certezze sulla sua “onesta”,però se volessi entrare,ma ci esco subito :mrgreen: nel discorso calciopoli,dico che è stata fatta pulizia solo per metà.

    Per qunato riguarda gli allenatori,ho detto 30 anni fa perchè volevo coprire uno spazio di tempo che andasse fino al 2000,dei giocatori da te elengati,solo Fogli,è quello che riesco a ricordare nitidamente,seppur ho iniziato a frequentare lo stadio da quando avevo 5 anni,gli altri,li ricordo più per aver letto la loro storia di quel periodo.
    Ho due ristampe di album panini,uno del 68 e l’altro del 70,più,un’enciclopedia di tutti i giocatori professionisti,dagli anni 60 fino agli anni 80.

    Prof.con la mia riflessione sui voti,pensavo fossero la media delle varie pagelle, l’articolo non fa una grinza e vista la completezza,mi ha dato lo spunto per cercare di rendere più ampia la discussione. 😆

  38. Ip Address: 80.181.42.152

    Anch’io saluto e auguro a tutti una buona serata. 😉

  39. Ip Address: 95.245.222.110

    Sogni rossoazzurri a tutti e forza Catania!!!

  40. Ip Address: 79.13.8.208

    buongiorno a tutti fratelli della costa rossazzurra napoli catania cu joca joca basta ca vincemu forza catania sempre 😉 😉 😉

  41. Ip Address: 79.13.8.208

    catania bergessio che colpo di tacco 😈 😈 😈 😈

  42. Ip Address: 88.66.47.185

    sono contento della salvezza e come ho già scritto i sogni vanagloriosi li lascio a voi
    e poi non hanno l’elmetto e mancano di feroce determinazione
    salutamu

  43. Ip Address: 87.13.247.68

    Buongiorno raga’!!!
    Qui Napoli e dintorni, cielo coperto e temperatura mite.

    Buona giornata a tutti!!!

  44. Ip Address: 87.13.247.68

    Salve raga’!!!
    Domani dalle ore 15 alle 17 ci sara’ una pioggiorellina fine su Napoli-Catania, bene!!! Saremo freschi e bagnati!!! 😀 😀 😀 😆

  45. Ip Address: 79.19.96.80

    Buongiorno a tutti,ciao Angelo e Giorgio 😉

    Fatto spesa ‘a ‘fera’ ‘ò ‘luni,faviìani ‘spicchiati ‘e ‘savvati,preparato ‘capunatina ‘ò ‘funnu e adesso eccomi quà :mrgreen: :mrgreen:

    Ragazzi,quanta ansia nell’attesa della partita,non so cosa darei per battere ‘chianci-‘chianci Mazzarri. :mrgreen:

    23-03-2012 Catania, Lo Monaco: “Secondo me vinceremo a Napoli, Barrientos azzurro lo vedrei bene”

    Pietro Lo Monaco si dice pronto a valutare eventuali proposte del Napoli per Pablo Barrientos, come sempre non parla del proprio futuro, commenta le voci di Montella al Napoli e pensa che il Catania possa vincere anche al San Paolo. “Siamo settimi in classifica, oltre più ogni rosea previsione – dice a napolisoccer.net – Secondo il mio modo di vedere il Catania è lì per meriti, poiché abbiamo una squadra molto molto competitiva. Ora dobbiamo andare avanti e giocare ogni partita come fosse una finale di coppa del mondo, tanto abbiamo tutto da guadagnare e nulla da perdere, chissà magari ci ritroveremo in Europa. Che partita sarà Napoli-Catania? Mi aspetto una partita bella e combattuta. Napoli e Catania sono due squadre che stanno attraversando un grandissimo periodo di forma. Gli azzurri partono inevitabilmente da favoriti ma secondo me vince il Catania perché abbiamo spesso messo in difficoltà le grandi. Cosa c’è nel mio futuro? Non ne parlo, ma al momento c’è inevitabilmente solo il Catania. Mi concentro solo unicamente ed esclusivamente nel club nel quale sto, poi quando sarà se ne parlerà. Da napoletano mi affascina non poco l’idea Napoli, è una bella società, che sta facendo benissimo in Italia e in Europa, però del mio futuro non parlo. Sento in giro voci sul possibile arrivo di Montella al Napoli come sostituto di Mazzarri, sta di fatto che se sbarcherà all’ombra del Vesuvio, lo farà solo nel 2014, dato che il suo contratto scade nel 2014. Le dicerie sulla clausola rescissoria (prevedente la restituzione dell’anno di contratto qualora si voglia svincolare), sono solo minchiate dell’altro mondo. Come vedrei Barrientos alla corte di Mazzarri? Si è proposto al Napoli e onestamente lo vedrei bene, anzi benissimo. E’ un ottimo giocatore: rapido, veloce e dinamico; insomma un calciatore che farebbe benissimo a Napoli, anche perché come tutti gli argentini, ha uno stimolo in più a giocare nella città che fu di Maradona. Se dovesse arrivare una telefonata o un’offerta da parte di qualcuno della società partenopea, prenderemmo in considerazione la proposta”. (TuttoCalcioCatania.com)

  46. Ip Address: 212.195.241.127

    Buongiorno a tutti pari

    Oggi faccio anch’io lo “scienziato” se Motta non recupera io giocherei cosi!!

    ——————Carrizo
    ——–Bellusci—-Legrottaglie—-Spolli
    —Izco—Seymour—–Almiron–Marchese
    ————————Lodi
    —————Barrientos—Bergessio

    si cari miei a volte il 3-4-1-2 ci vuole :mrgreen: :mrgreen:

    Se per caso siamo in svantaggio Gomez per Seymour :mrgreen: :mrgreen:
    ie nun ci ne pi nunnu!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  47. Ip Address: 212.195.241.127

    Leggendo vari articoli sulla partita di domani sugli infortunati e squalificati del del Napoli, Maggio, Gargano o Inler in panchina stanchi ???? mi sta venendo un’altra idea, e se domani Montella si prende un’altra rivincita su tutti me per primo e schiera Lanzafame? quasi quasi ci credo!! :mrgreen: :mrgreen: se gioca Dossena con Campagnaro a dx?????

    Domani è una di quelle partite dove l’allenatore è fondamentale, dai Montella facci sognare

    Ciao Beppe e buon appetito :mrgreen: :mrgreen:
    Il calciomercato per Lo Monaco è sempre aperto!!

  48. Ip Address: 212.195.241.127

    Mu scuddai :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: Lanzafame o Suazo? domani Montella farà una mossa a sorpresa, analizzandolo bene ne sono quasi sicuro!! :mrgreen: :mrgreen:
    speriamo che vada bene!!

  49. Ip Address: 87.13.247.68

    Salve raga’!!!
    Ciao Peppe58 e Chiarezza!!!
    Penso anch’io a qualche sorpresa di Mister Montella, che sono stanchi i napoletani non ci credo.

    Nota di servizio per joe!!! 😉 😉 😉
    Tutto fatto!!!

    Forza Cataniaaaaaaaaaaaa!!!

  50. Ip Address: 87.13.247.68

    Verso Napoli-Catania: 20 convocati –

    Montella: ‘La qualità della prestazione è il primo obiettivo’

    Questi gli atleti a disposizione:
    Portieri –
    20 Carrizo, 1 Kosicky, 29 Terracciano.
    Difensori –
    14 Bellusci, 33 Capuano, 6 Legrottaglie, 12 Marchese, 3 Spolli.
    Centrocampisti –
    4 Almiron, 28 Barrientos, 13 Izco, 16 Llama, 10 Lodi, 19 Ricchiuti, 8 Seymour.
    Attaccanti –
    18 Bergessio, 32 Catellani, 22 Ebagua, 17 Gomez, 7 Lanzafame.

  51. Ip Address: 109.114.83.123

    Grazie assai Giorgio,

    Domani voglio vincere 😈 😈 😈 😈 😈
    ma oggi voglio che il Milan umilia la rometta con almeno 6 gol di scarto 😀 😀 😀 😀
    intanto sarà una difesa a 4 con
    Bellusci, Legrottaglie, Spolli, Marchese, ma a mi cu joca joca basta vincere con un goal di scarto :mrgreen: :mrgreen:

  52. Ip Address: 79.13.8.208

    ciao peppe58 ma dimmi il signor costa e sempre nel chiosco? buon pranzo a tutti forza catania :mrgreen: 😆 😆

  53. Ip Address: 79.44.7.158

    Un buon pomeriggio a tutti i tifosi del sito. Mi sa che Suazo fra poco lo vedremo a una famosa trasmissione che ha per titolo “chi l’ha visto ? “.

  54. Ip Address: 79.19.96.80

    Buon pomeriggio a tutti,ciao Vittorio,in ritardo ma grazie :mrgreen: ho mangiato bene. 😆

    Angelo,il sig. Costa ultimamente non l’ho più visto,però,per quanto ne so io,continua la gestione della famiglia,la mia bevanda preferita dopo una bella mangiata era…..’tamarindu ‘ccò ‘bbìcabbonatu :mrgreen:

    Vittorio,per quanto riguarda la formazione,tutte valide e stuzzicanti le tue idee,”tranne” quella di Lanzafame,vorrei rivederlo in qualche spezzone più lungo della gara,anche se ho apprezzato qui pochi minuti contro la Lazio,tant’è,che,sono stato uno di rari “paggellari” a dare un voto e la sufficienza,gli altri hanno dato S.V.

    Sinceramente,visto l’eventuale “rusc finale” che dobbiamo affrontare,andrei inizialmente più sul collaudato e,magari durante la gara fare le opportune modifiche e alla bisogna,continuerei sulla base della mentalità di imporre il mio gioco,senza farmi condizionare dall’avversario,mi ripeto,almeno inizialmente.

    Il 3-4-1-2,correggimi se sbaglio,passerebbe al 3-5-2 in non possesso,solo che,ci sarebbe la tua variante di Lodi più avanti.
    Attualmente,penso,che Lodi,sia la persona giusta per dare quella continuità di equilibrio e nel dettare i tempi della squadra,spostarlo più avanti e in una partita così delicata,mi sembra un pò azzardato,però,tutto è possibile.

    Dovessi fare io la formazione,inizialmente confermerei il 4-3-3,poi mi adeguerei di conseguenza.

    Carrizo,

    Bellusci-Legrottaglie-Spolli-Marchese

    Izco-Lodi-Almiron

    Barrientos-Bergessio-Gomez

    Condivido la tua impressione su Lanzafame e terrei in seria considerazione lui e Llama,quest’ultimo,nello spezzone di gara contro la Lazio,ha mostrato una notevole crescita atletica e tecnica.

    Vittorio,il bello del calcio e che,possiamo fornire tante opzioni,tutte giuste e nel contempo tutte sbagliate,ma tutte rispettabili. :mrgreen: :mrgreen:

  55. Ip Address: 2.2.21.54

    Ciao Beppe

    la tua formazione con il 4-3-3- è anche la mia :mrgreen: :mrgreen: solo che io mi aspetto è lo sottoliniato un cambiamento di Montella, non so perchè ma………..e questo potrebbe essere Lanzafame, Lodi in avanti con Almiron più dietro , per me tutta la vita, quando non gioca Almiron Lodi è sempre il migliore in campo!!
    Comunque cu joca joca basta ca vincemu ed io ci credo!!! 8) 8) 8)

  56. Ip Address: 79.44.7.158

    Prima di vedere Milan-Roma vorrei dire che: non penso sia il caso di far giocare Lanzafame in una partita delicata come quella di Napoli.

  57. Ip Address: 79.13.8.208

    la rometta e stata messa sotto dal milan 😆 😆 😆

  58. Ip Address: 79.3.47.73

    Buonasera a tutti.
    Pensavo: ma è possibile che con un Suazo guarito, così almeno dicono, venga convocato Evacua? Sinceramente sono perplesso!
    Sogni rossazzurri a Voi tutti.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu