Retrocessi: Catania, Bologna, Livorno

 Scritto da il 11 maggio 2014 alle 20:06
Mag 112014
 

serie-B
I Rossazzurri passano al Dall’Ara in dieci dopo l’espulsione di Peruzzi,  hanno lottato su ogni pallone, hanno giostrato bene la partita,  ma l’orgoglio in extremis non basta per ottenere la salvezza.  E’ la vittoria di Pirro per il Catania che conquista il suo primo successo esterno della stagione,  perchè le vittorie di Sassuolo e Chievo li condanna alla retrocessione con gli emiliani.

Ringraziamo tutti i giocatori che con la gestione Pellegrino si sono svegliati,  ma era una sveglia tardiva per una squadra formata quasi a metà da calciatori nazionali.

Il Catania adesso deve fare autocritica per una serie A gettata al vento a causa di una stagione fallimentare, dall’inizio alla fine.

rimarrà impresso nei nostri cuori il Mister Pellegrino,  Le lacrime di chi ci ha messo la stessa passione ma non è riuscito a coronare il suo sogno, un vero motivatore  al quale va il nostro ringraziamento.

Nessuna dichiarazione post partita del Catania dopo la vittoria col Bologna.  La retrocessione amara cuce le bocche a tutti tranne a Pulvirenti.  “Non molliamo, torneremo ancora più forti”.

  96 Commenti per “Retrocessi: Catania, Bologna, Livorno”

  1. Ip Address: 79.27.46.106

    e speriamo che quello che dice il presidente sia cosi forzacatania comunque e ovunque

  2. Ip Address: 79.27.46.106

    BOLOGNA -I rimpianti più grandi, per l’esito di questa partita, in questa specifica partita che è Bologna-Catania 1-2, sono senza dubbio dei padroni di casa: pali, traverse, decisioni arbitrali (a proprio dire), Frison. Tutto si frappone al gol tanto tifato. La beffa ancor più grande è che, una volta arrivato, con una sventagliata di Morleo, ebbene non basterà: il Catania, in dieci uomini, non solo torna in vantaggio a pochi minuti dalla fine ma rischia, con Izco, persino il 3-1. Il risultato è Bologna retrocesso.

    I rimpianti più grandi, in questo campionato, in cui Bologna-Catania è solo l’ultima partita, in cui una manciata di punti (in meno, persi) avrebbero significato salvezza forse contro la Roma, di certo contro il Bologna, sono tutte e solo del Catania. Passa in vantaggio, resiste in dieci uomini, subisce il pareggio, trova la forza di metter dentro un altro pallone e vince. Una squadra così, chissà quanti punti avrà fatto in trasferta? Due, finora. Il risultato è Catania vittorioso, e retrocesso.

    Gli applausi dei tifosi del Bologna a fine gara, verso i giocatori del Catania che escono a capo chino, dicono questo. La rabbia e la tristezza dei tifosi del Catania rivolte verso i propri giocatori, che per la prima volta si presentano (allenatore compreso, ma non tutti) sotto la curva, dicono il resto. Il Catania è questo: una squadra capace di imporre risultato e retrocessione sul campo del Bologna (come da programma del Presidente), ma non di salvarsi, ed in questo, l’aver vinto a al Dall’Ara questo dice:

    La squadra non è retrocessa a Bologna. A Bologna anzi, ha mostrato per la prima volta di meritare davvero la salvezza. Troppo tardi.

  3. Ip Address: 93.65.69.196

    ahahahahahahahah :mrgreen:

  4. Ip Address: 91.252.84.107

    A tutti i veri tifosi del Catania auguro una pronta risalita !!!!!
    Di vero cuore
    Forza palermo e vai catania

  5. Ip Address: 79.2.68.46

    Pulvirenti, hai rovinato tutto quello che di buono avevi fatto, ci hai portato all’inferno della serie B, altro che Europa in 5 anni, solo parole, parole, promessi …..
    Ci hai preso in giro quest’anno, la colpa è solo la tua…..

  6. Ip Address: 79.37.3.1

    Il miracolo non c’è stato. O, per meglio dire, il miracolo l’hanno fatto Chievo e Sassuolo, con partite vinte fuori casa contro squadre già in vacanza, (limitiamoci a dire questo). Peccato, come dice Angelo, adesso, dopo i rimpianti per una stagione che potevamo portare al termine senza patemi, ma che la sfortuna e la mancanza di una punta da gettare nella mischia nei momenti più caldi, hanno contribuito a renderla disastrosa. Uso il termine disastrosa e non fallimentare, in quanto, spero, che ci siano i presupposti per ripartire, presidente, procuratori e giocatori permettendo. Infatti, questa giovane difesa che si e fatta le ossa in questa stagione, potrebbe rappresentare le radici su cui risorgere. Che dire del noto guerriero eroico capitano che rappresenterebbe l’anima dello spogliatoio; il centrocampo da studiare con gente motivata, magari della categoria, e un attacco da reinventare qualora Bergessio non rimanga. Ho apprezzato il lavoro, la grinta e l’attaccamento alla maglia di mister pellegrino ma adesso la palla passa alla dirigenza, con la speranza che dagli errori si impari la lezione . Adesso non rimane che aspettare con ansia le notizie del mercato, con la speranza che la dirigenza faccia le scelte giuste per portare i nostri colori nuovamente nella serie a che ci appartiene.comunque, ho già fatto un accordo con mia moglie: l’anno prossimo si esce la domenica. Che serie A e’ senza i rossazzurri in campo?

  7. Ip Address: 188.220.51.51

    Troppo strana sta retrocessione, troppo.

    Ora quel tifoso s’assuppari a soggira a duminica. Ninooooo…

  8. Ip Address: 93.46.108.79

    Non preoccupatevi che se avete cosi tanta voglia di rigiocare la domenica…….la Lega Pro è pronta ad accogliervi. ………….ahahahahahahah…….in B in B in B in B in B ve ne andate ve ne andate ve ne andate i serie B

  9. Ip Address: 2.193.213.211

    Alè ooooo Alé oooooo Alé ooooo Alé ooooo RAGAAAAAAAAAA 🙂 finalmente avete smesso di soffrire GODOOOOOOOOOOOOO. Catania in serie BBBBBBBBBBBBBBB
    Braviiiiiiiiiii avete fatto un capolavoro SIIIIIIIIIIIIIIIII siete in serie BBBBBBBBBBBBB
    Amici dove siete a piangere disperatamente ??????? Ricordate lo scorso anno ???? Ora dovete godereeeeeeeeeee di culo e piombare in serie BBBBBBBBBBBBB
    Festeggiavate ??? Niente da fareeeeeee RETROCESSIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

  10. Ip Address: 79.22.46.7

    Affio Gufo ecc. ……. i veri palermitani non siete voi……i veri palermitani non godono perché il Catania è andato in B!

    Comunque, sembra che in tanti siamo d’accordo…. si ricomincia da Pellegrino!

  11. Ip Address: 82.57.45.95

    ho tanta rabbia e amarezza per tutto quello che è accaduto quest’anno…ci ho sempre creduto anche nei momenti peggiori,e ora non riesco a capacitarmene di quanto successo oggi….spero che la mia rabbia e la mia delusione siano placate almeno un pò dalle parole del presidente,dalle sue scuse e dalle sue risposte…

    FOZZA CATANIA!!! non mi vergogno a gridare il nome della città e della squadra che amo!!!

  12. Ip Address: 2.193.213.211

    Sarà sempre peggioooooooo ogni giornoooooo più dolorosoooooooooe niente ti potrà placare la rabbia caro elefante roses azzurro 🙂
    Soffrireteeeeeeee ogni giorno é appena iniziataaaaaaaaaaaaaaa la vostra serie BBBBBBBBBBB è appena iniziataaaaaa e durerà a lungooooooooooooooo
    LUNGA VITA in bbbbbbbbbbbbbbb

  13. Ip Address: 82.57.45.95

    alfio ritirati in qualche grotta

  14. Ip Address: 79.44.50.129

    Solo per dirvi che la B se affrontata con serenità e sempre calcio che conta e che ricompatta, ma dipenderà tutto dal vostro presidente se avrà la capacità seria di riprogrammare con una squadra rinnovata.
    Lo scoprirete solo vivendo.
    Arrivederci Elefante Rossoazzuro e ai veri sportivi di catania.

  15. Ip Address: 83.224.71.148

    Giusto premio per uno sprovveduto presidente! Grazie di cuore per averci illuso sig. Pulvirenti! Spero che la sua testardaggine mostrata quest’anno non si ripeta e che si dia da fare per riconquistare la A subito !

  16. Ip Address: 151.54.96.168

    Risveglio tardivo, i risultati degli altri campi prevedibilissimi, ogni anno é così, anzi, pensavo che la Fiorentina regalasse la partita al Livorno come ha fatto col Sassuolo.
    Risalire subito sarà difficilissimo, bisognerà vedere quale squadra si allestirà , il grado di smobilitazione e la forza della società ad affrontare la B.
    Troppo dispiacere, una retrocessione annunciata già a gennaio quando non si è fatto nulla per cercare di salvare una stagione, il Sassuolo ci ha provato e per rotta di collo ce l’ha fatta.
    Vedremo, ci aspettano mesi di passione adesso, tante parole, tante promesse, tante speranze, siamo qui.
    Gli sfottó ce li meritiamo tutti ma……. come quest’anno i catanesi stiamo pagando quelli fatti lo scorso anno ai palermitani, occhio che il prossimo anno potrebbero invertirsi i ruoli…..anche se due siciliane stabilmente in A è la naturale posizione delle due città.

  17. Ip Address: 212.14.141.175

    Poveri Palermitani godete ora che l’anno prossimo tornerete in BBB.
    Siete così scarsi che non avete nemmeno un sito per voi e venite a rompere in quello del Catania.

  18. Ip Address: 151.74.173.2

    Si Salvano il Chievo con 33 Punti e il Sassuolo con 34 Punti . Retrocedono in Serie B il Catania , il Bologna , il Livorno.

  19. Ip Address: 212.14.141.175

    Siamo in B e sappiamo a chi lo dobbiamo. Ora la Società e il Presidente facciano un esame di coscienza perchè risalire sara duro. Si tengano solo giocatori motivati a giocare in B.
    Un appunto: sarebbe bello, anzi giusto e sportivo che tutte le squadre giocassero con impegno fino alla fine del campionato. Certi risultati sono stati regali fatti da squadre già in vacanza. Anche gli arbitri deveno essere attenti fino alla fine del campionato. Non voglio fare polemica ma ieri al Cagliari sono stati negati due rigori di cui uno a pochi passi dall’arbitro e il primo gol del Sassuolo era in fuori gioco.

  20. Ip Address: 79.19.41.152

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore rossazzurro Il Catania prenota il ritorno in serie A (Corriere dello Sport)

    “Dopo l’amarezza, Pulvirenti pensa già al domani

    “Chance di conferma per Pellegrino ma al presidente piacciono anche Drago e Marino. Peruzzi rischiesto in Inghilterra, il tesoretto per ricostruire una squadra da B

    Game over. A 90’ dalla fine della partita chiamata serie A, il Catania perde l’ultima vita disponibile e si tira definitivamente fuori dai giochi insieme con Livorno e Bologna. Dall’anno prossimo l’impegno sarà dirottato verso altre esperienze: verso la serie B, e in questo caso, non saranno ammesse sconfitt. Chiaro, la promozione andrà guadagnata passo dopo passo, senza pensare che tutto sarà dovuto solo perché ci si chiama Catania, ma se ci si sbraccerà per tempo, se si organizzerà tutto per tempo così come intende fare il presidente Pulvirenti con l’amministratore Pablo Cosentino, forse fra dodici mesi questo momento che si sta vivendo amaramente oggi potrà risultare soltanto uno sbiadito ricordo.

    Il presidente sicuro: “Ci rivedremo presto!” (Il Corriere dello Sport)

    “Antonino Pulvirenti non si fa trovare impreparato. La serie B per il Catania era prevista da alcune settimane. Veniva dalla striscia più lunga di permanenza in serie A della storia del club ed ancora non aveva vissuto l’onta di una retrocessione con la sua gestione. Vero che con le due ultime vittorie una piccola speranza si era aperta, ma un dirigente capisce quando una stagione nasce male e difficilmente è recuperabile solo giocando bene tre partite su trentasette: “Non molliamo – le sue prime parole dopo la delusione – torneremo ancora più forti”. A Livello societario ha già l’idea della costruzione di un nuovo stadio e il riordino dei quadri della società […] il Catania ha sicuramente tutte le forze per ricominciare dalla cadetteria.

  21. Ip Address: 2.157.9.212

    Salve ragazzi con un pozzico di fortuna in piu saremmo ancora a giocarcela…peccato..certo e che qualcosa di strano e avvenuto…poi che non si puo cercare la salvezza a 3 gionate dalla fine…al catania mancano i 2 punti persi col genoa al 93 girone andata autorete di legrotteglie…cmq ormai e andata ..ripartiamo..

  22. Ip Address: 79.19.41.152

    Cala il sipario. Sono passati esattamente 2905 giorni da quando Umberto Del Core, ex attaccante del Catania, il 28 Maggio 2006, spinse in rete un pallone che valse la promozione del club etneo in Serie A, dopo ben 23 anni di attesa dal lontano ‘83. Da quel sabato di 8 anni fa, la squadra dell’elefante ha scritto pagine di una favola avvincente terminata a Bologna ieri pomeriggio, nonostante l’impresa al Dall’Ara (prima ed unica vittoria in trasferta del campionato) in cui tutti speravano per restare ancora aggrappati al sogno chiamato salvezza. Tuttavia, le vittorie di Chievo e Sassuolo hanno condannato i rossazzurri in maniera definitiva alla cadetteria, scrivendo così un finale diverso.

    Adesso, se dovessimo soffermarci un momento a riflettere sulla stagione che sta per concludersi, alzi la mano chi pensa che questo Catania avrebbe meritato la tanto agognata salvezza. Facendo un passo indietro, l’annata 2013/14 sembra stregata sin dall’inizio: gli acquisti del mercato estivo, condotto dalla new entry Pablo Cosentino, non danno i frutti sperati, le cessioni di pezzi importanti come Gomez, Lodi e Marchese pesano in parte sul groppone, i punti in campionato stentano ad arrivare ed i continui cambi in panchina non offrono garanzie future. Le contestazioni si susseguono, tra Torre del Grifo e Fontanarossa, quando la gente inizia a prendere coscienza del dramma sportivo che si sta concretizzando sotto i suoi occhi. A poche giornate dal termine del campionato, quando la strada verso la B sembra oramai segnata, la dirigenza decide di affidare l’organico a una vecchia conoscenza del club, Maurizio Pellegrino. Con lui qualcosa sembra davvero migliorare, tanto da concedere ai tifosi rossazzurri la possibilità di sperare ancora in un miracolo che, purtroppo per loro, non arriverà mai.

    Può, però, una stagione maledetta cancellare dalla memoria dei tifosi i più bei ricordi di un cammino calcistico lungo otto anni? Gioie, lacrime, dolore ed emozione hanno segnato i volti di migliaia di persone con una sola passione, il Catania appunto. In ordine cronologico, la vittoria a Cagliari con un gol di Corona nella prima partita della massima serie, lo spareggio-salvezza del 2007 sul neutro di Bologna contro il Chievo (con lacrime annesse di Pulvirenti, Spinesi e Caserta a bordo campo), le serpentine di Jorge Martinez da far girar la testa, la semifinale di Coppa Italia contro la Roma, la salvezza raggiunta da Zenga all’ultima giornata, tra le mura amiche del Massimino, contro il club capitolino, i mancini esplosivi del peruviano Juan Manuel Vargas, il derby vinto 0-4 al ‘Barbera’ di Palermo con un gol da centrocampo di Mascara, le convocazioni in Nazionale di quest’ultimo e Biagianti, il successo esterno a Torino sulla Juventus, la straordinaria vittoria sotto una pioggia battente contro l’Inter del Triplete guidata da Mourinho, l’inaugurazione di un centro sportivo all’avanguardia quale Torre del Grifo, il traguardo delle 500 gara in Serie A, la scissione del sodalizio Pulvirenti-Lo Monaco fino allo storico record dei 56 punti in campionato con Maran in panchina. E tanto altro ancora…

    Ma, allora, davvero vale la pena disperarsi così tanto? Il calcio è un gioco e questo lo si sa già. Per qualcuno però veder rotolare la palla sul rettangolo verde del Massimino ha sempre rappresentato molto di più. E vedere il club etneo calcare i campi della Serie B non è detto che non possa consolidare ancora di più il rapporto tra la città di Catania ed il Catania. Cosa cambia quindi? Semplicemente vi unirete con amici e parenti il sabato anziché la domenica ma vi unirete ancora, urlerete ancora e gioirete ancora perché, statene certi e non abbiate paura, cadere viene prima di volare.

  23. Ip Address: 79.19.41.152

    rlino85

    Si pensa subito alla ricostruzione in casa Catania. La retrocessione è arrivata dopo un’amara vittoria contro il Bologna e il sodalizio etneo è ormai con la mente alla prossima stagione. Il presidente Pulvirenti è all’opera con l’amministratore delegato Cosentino per allestire una squadra competitiva e tornare da subito nella massima serie. Tanti giocatori andranno via, altri verranno. La prima casella da riempire sarà quella dell’allenatore: più che dignitosa è stata la parentesi sulla panchina rossazzurra di Maurizio Pellegrino che vede aumentare le sue chance di riconferma, ma è probabile che Pulvirenti voglia scegliere un altro profilo con cui aprire un ciclo in prospettiva futura. I nomi papabili al momento sono Pioli, Liverani, Di Francesco, Beretta e Di Carlo. In lizza anche il tecnico del Crotone, Drago e l’ex Marino.

    Per quanto riguarda il parco giocatori ecco la situazione: resteranno Gyomber, Capuano, Fedato e Petkovic cosi come Frison. Lodi è incerto mentre sembra difficile trattenere Bergessio. Potrebbe restare Izco. Potrebbero tornare giocatori come Catellani e Moretti, ottimi profili per la serie cadetta (oltre ad avere accumulato buona esperienza nella categoria). In dubbio Bellusci, Castro e Spolli Andranno via anche Andujar (già al Napoli), Alvarez, Plasil, Biraghi, Barrientos, Peruzzi ed Almiron così come Keko e Boateng oltre a Maxi Lopez se la Sampdoria non dovesse confermarlo.

  24. Ip Address: 79.47.8.96

    Bongiorno raga’ anche se con un pizzico di malinconia!!! 😐

    Ciao Rosanero, sei una bella persona dentro e dai tuoi commenti signorili si evince che sei un vero sportivo.

    Raga’ non tormentiamoci dentro se no ci portano tutti al manicomio!!! :mrgreen:

    Buona giornata a tutti!!!

  25. Ip Address: 178.5.177.249

    Sarei davvero contento se restasse il mister Pellegrino, ha dimostrato di avere quelle capacità che sono mancate tutto il campionato a Maran e a de cantro. Credo che sia stato semplicemente in grado da un alto di dare un gioco a questa squadra, che finalmente vinceva palloni a centrocampo e calava in attacco che era un piacere,e dall’altro di azziccaricci i scappi ndo c..u a tutti quelli che facevano gli splendidi in campo.
    Decisamente, se fosse arrivato prima sono sicuro che la storia sarebbe finita diversamente. Pazienza: spero che restino lui, Frison e il capitano Marianone, ma anche Bergessio, che secondo me è ottimo per la serie B. Rinaudo deve imparare a controllarsi, non se ne può che si fa ammonire sempre. Prima c’era solo Bellusci, oggi abbiamo anche lui. Peccato che Biraghi parta, ma il resto della squadra è da rifondare.
    Forza Catania sempre

  26. Ip Address: 79.47.8.96

    Dimenticavo di salutarvi con un ciao ad angelo, JR, Mongibello, Perplesso, alberto, elefante rossoazzurro, milk, alberto e alws.

  27. Ip Address: 79.22.46.7

    Buongiorno a tutti.

    Ciao Pietro Paolo…. sono d’accordo su quasi tutto del tuo post n. 25. Ho detto quasi, perché Rinaudo in campo è un leone e ci mette l’anima… per queste sue qualità purtroppo qualche ammonizione ci può scappare…..ma è il suo temperamento, insieme a quello di Izco, che fa in modo che anche gli altri ci mettano impegno e concentrazione….in pratica è un trascinatore….
    Per quel che riguarda Biraghi, per la serie B speriamo che vada bene…..ma sbaglia troppi passaggi e lanci…..

    Rosanero …grazie.

    Buona giornata a tutti…..

  28. Ip Address: 79.22.46.7

    …..in ogni caso ….siamo andati in serie B……ma a testa alta!

    Era questo quello che volevamo noi tifosi del Catania……. senza umiliazioni.

  29. Ip Address: 212.14.141.175

    Per quanto riguarda il prossimo campionato in B dovrebbero rimanere Frison- Gyomber- Fedato- Cabalceta- Petkovic- Bellusci-Izco- Inoltre dovrebbero rientrare dai prestiti Catellani (Spezia)- Moretti (Padova)- Terraciano (Avellino)- Kani (Bari)-
    Antenucci(Ternana)- Donnaruma-
    Ci sono inoltre altri giocatori dell’attuale rosa con contratti in scadenza nel 2015/16 e 17.
    Via Andujar (Napoli)- Alvarez-Keko- Boateng-Plasil- credo anche Rinaudo e Biraghi.
    Spolli e Rolin sono richiesti da squadre tedesche.

  30. Ip Address: 2.235.41.180

    Dopo aver visto quest’ultima partita, non capisco le battute di arresto “disarmanti” col Chievo, con il Sassuolo e con il Verona…bastavano tre pareggi (o quanto meno perdere con onore).
    Il Catania sarebbe rimasto nella serie A,se non avesse perso gli scontri decisivi con Chievo e Sassuolo e non avesse avuto “la paura di vincere con il Torino”.
    Ma con i se e con i ma non si cambia il presente di una retrocessione gia’ annunciata,da tempo, da “strani e incomprensibili eventi-decisioni”. Troppo tardi il risveglio…per i miracoli ancora non ci siamo attrezzati (locandina di un artigiano).

  31. Ip Address: 79.19.41.152

    L’OCCHIO DEL GABBIANO – G. SPINESI: “Catania, stavolta Bologna ci ha regalato amarezze. Pulvirenti, bisogna dare certezze ai tifosi”
    12.05.2014 12:25 di Redazione ITA Sport Press Twitter: @ItaSportPress

    L’ex calciatore del Catania, Gionatha Spinesi, prosegue la sua collaborazione con Itasportpress.it curando la rubrica “L’occhio del Gabbiano”.

    Stavolta il Dall’Ara non ha portato fortuna al Catania. Vedere i rossazzurri ieri con capo chino e volto triste abbandonare il rettangolo di gioco , lo stesso che 7 anni fa ci regalò un grande momento di felicità che personalmente non scorderò mai essendo stato presente allo stadio, mi ha profondamente rattristato davanti alla tv e mi ha fatto venire un nodo alla gola che mi è rimasto fino a sera. Come tutti sanno non giocai lo spareggio col Chievo Verona a causa di uno strappo muscolare all’inguine, ma in quella storica partita tutto l’organico era presente anche i tanti squalificati e ancora oggi ricordo i momenti fantastici del post match.

    Rimpianto- Il Catania visto nelle ultime partite fa crescere ancora di più la rabbia per aver perso la Serie A in maniera assurda. D’accordo che le ultime giornate sfuggono a ogni logica e spesso le squadre attardate rinascono, ma i rossazzurri sono decisamente molto più forti di Sassuolo e Chievo e non sarebbero dovuti mai arrivare a giocarsi la A in questo modo a 180’ minuti dalla fine sperando nei passi falsi delle avversarie. Bastava poco insomma per mantenere la categoria. Si è ripartiti tardi quando la stagione era ormai compromessa. Il Catania ieri ha lottato, sofferto e reagito così come aveva fatto vedere lo scorso anno e in rare occasioni in questo campionato. Non mi va di scrivere quanto sottolineato nelle precedenti settimane relativamente agli errori commessi dalla dirigenza. Dico solo che gli sbagli più grandi sono stati non aver rinforzato la squadra a gennaio e il non aver inserito un uomo di campo che facesse da collante con società e giocatori. Il Catania retrocede nell’anno più povero di spunti tecnici di Serie A. Tra l’altro Livorno e Bologna hanno anche avuto gravi problemi societari con presidenti quasi sempre contestati.

    Adesso bisogna voltare pagina e a riguardo la società deve dare certezze e chiarimenti. Bisogna capire meglio i ruoli dirigenziali, chi è il reale proprietario del club, chi sarà il nuovo allenatore, quali giocatori saranno confermati. Pulvirenti deve spiegare al popolo rossazzurro tutto senza lasciarsi andare a promesse. La dirigenza però ha il dovere di ricucire il rapporto con la tifoseria che in questa stagione non ha mai ricevuto dalla società messaggi chiari con Pulvirenti che ha sempre schermato tutto.

    Un abbraccio

    Gionatha

  32. Ip Address: 79.19.41.152

    CATANIA, DALLA GIOIELLERIA ALLA BOTTEGA. LA VALUTAZIONE DEI CARTELLINI AGGIORNATA DOPO LA B. CRACK ARGENTINI
    12.05.2014 09:20 di Redazione ITA Sport Press Twitter: @ItaSportPress

    La retrocessione ha portato tanta tristezza ai tifosi del Catania che da 8 anni assaporavano il calcio di Serie A. Perdere la categoria avrà anche un forte impatto sulle proiezioni di bilancio per il prossimo campionato. Il salasso del mancato introito dei diritti tv è un duro colpo alla contabilità della società rossazzurra, da tamponare con il «paracadute» di 15 milioni, il fondo che la Lega mette a disposizione delle retrocesse. L’altro buco nero, però, è quello della svalutazione della rosa. Con la discesa in serie B i giocatori rossazzurri hanno perso buona parte del loro valore. Alcune centinaia di migliaia di euro o addirittura qualche milione. Di solito le squadre che retrocedono subiscono un deprezzamento intorno al 20 per cento anche se nel caso del Catania la percentuale potrebbe essere più alta. Questo perché, ad inizio stagione la retrocessione del Livorno era ipotizzabile e di conseguenza i cartellini dei giocatori toscani non saranno svalutati di molto, mentre quelli del Catania perderanno valore perché nessuno si aspettava che i rossazzurri avrebbero potuto fare un campionato così negativo culminato con la perdita della categoria. Il Catania potrebbe avere difficoltà a vendere proprio perché il valore dei suoi pezzi migliori ha perso quota. In tal senso Cosentino potrebbe essere una risorsa perché essendo un ex agente sa come lavorare sul mercato dove risulta più bravo a operare rispetto alla programmazione e gestione di un club. Uno che vedrà ridimensionarsi notevolmente il proprio valore economico è Barrientos che quest’anno ha fatto poco. Il suo attuale valore si aggira sul milione di euro. Bergessio invece ha mantenuto quasi il suo valore nonostante la retrocessione mentre crollano a dismisura i cartellini di Spolli, Bellusci, Monzon, Peruzzi Castro e Rolin.

    SCHEDA VALORE CARTELLINO DEI GIOCATORI DEL CATANIA:

    FRISON 900 MILA EURO

    BELLUSCI 500 MILA EURO

    CAPUANO 0 MILA EURO

    GYOMBER 800 MILA EURO

    MONZON 1,5 MILIONI DI EURO

    LEGROTTAGLIE 0 MIL (SVINC.)

    ALVAREZ 0 MIL (SVINC.)

    PERUZZI 2,5 MILIONI DI EURO

    ROLIN 2 MILIONI DI EURO

    SPOLLI 800 MILA EURO

    ALMIRON 200 MILA EURO

    BARRIENTOS 1 MILIONE DI EURO

    CASTRO 1 MILIONE DI EURO

    IZCO 200 MILA EURO

    LODI 200 MILA EURO

    BERGESSIO 2 MILIONI DI EURO

    FEDATO 300 MILA EURO

    KEKO 0 MILA EURO (SVINC.)

    LETO 300 MILA EURO

    NON CONSIDERATI I GIOCATORI CEDUTI E QUELLI ARRIVATI IN PRESTITO A GIUGNO E GENNAIO

  33. Ip Address: 212.14.142.12

    PUTTATILI A FERA DI CATANIA E VI VINNITI NTE BANCARELLE!!

  34. Ip Address: 79.42.95.113

    buon giorno a tutti…spero che la bella frase,”cadere viene prima di volare” nel post. 22,si avveri veramente….io punterei su pellegrino per l’anno prossimo…

  35. Ip Address: 151.54.96.168

    Discorsi prematuri, vogliamo prima sapere la verità, chi ha la gestione della società, chi deciderà quale squadra allestire, chi allenerà etc etc.
    abbiamo già fatto i conti senza l’oste lo scorso anno, l’oste poi ci ha dato una bella randellata alla faccia nostra e dei discorsi fatti.
    Adesso, ormai la frittata è fatta , la B è realtà, dica il presidente la verità, quella vera non quella sua.

  36. Ip Address: 2.193.130.152

    Il Cagliari potrebbe rischiare di non iscriversi alla prossima Serie A. E’ questo il quadro che emerge da un’intervista al sindaco del capoluogo sardo, Massimo Zedda, pubblicata da L’Unione Sarda.“Abbiamo fatto tutto quello che era di nostra competenza – ha dichiarato ieri il primo cittadino – abbiamo depositato i documenti richiesti dalla commissione. Spero che la prossima settimana possa essere quella decisiva”.Il nuovo regolamento della FIGC, infatti, richiede un impianto da ventimila posti per i club di Serie A con una possibile deroga per gli stadi da sedicimila posti. Per l’iscrizione potrebbe bastare l’approvazione del progetto presentato ormai sei mesi fa alla commissione provinciale di vigilanza. Ma il tempo scorre e, al momento attuale, il Sant’Elia ha l’OK per ospitare soltanto 4.798 spettatori.E’ probabile che nelle prossime settimane la dirigenza riesca a trovare una soluzione, ma nel caso in cui il club sardo dovesse essere escluso dalla massima divisione, sarebbe ripescata la formazione classificata terzultima nella stagione in corso.

  37. Ip Address: 79.42.95.113

    ESCLUSIVA – FRISON, l’agente: “Giusto Andujar a settembre titolare ma a gennaio Alberto meritava il posto. Futuro? Vedremo…”
    11.05.2014 19:24 di Redazione ITA Sport Press Twitter: @ItaSportPress

    In questa infausta stagione del Catania, uno dei pochi a salvarsi è il portiere Alberto Frison che quando è stato chiamato in causa ha meritato senza dubbio di poter giocare stabilmente nel massimo campionato. A Bologna, l’ex del Vicenza è stato superlativo salvando la squadra etnea con interventi prodigiosi. Forse con Frison in campo per l’intera stagione, il Catania si sarebbe potuto salvare. Silvio Pagliari, agente del numero 1 etneo ai microfoni di Itasportpress.it spiega: “Difficile ipotizzare se con il mio assistito in campo il Catania si sarebbe salvato. Quando si retrocede la colpa è di tutti indistintamente. Certo se all’inizio della stagione la conferma di Andujar tra i pali era giusta visto quanto fatto dall’argentino nella passata annata, la conferma dopo la sua cessione al Napoli a gennaio, è stata a dir poco sorprendente. Alberto oggi ha confermato le sue capacità salvando in più di una occasione la sua squadra. Futuro? E’ presto per parlarne, vedremo nelle prossime settimane cosa succederà”

  38. Ip Address: 79.42.95.113

    ciao fozza catania,significherebbe che potremmo restare in serie a se il cagliari non paga l’iscrizione…sarebbe un pò brutto se giocassimo l’anno prossimo al posto del cagliari…

  39. Ip Address: 79.42.95.113

    CATANIA, Criscitiello: “Follia dirigenziale”
    12.05.2014 08:06 di Redazione ITA Sport Press Twitter: @ItaSportPress

    Questo il giudizio sul Catania del direttore di Tuttomercatoweb.com, Michele Criscitiello:

    Catania, voto 3
    Vorrei lasciare lo spazio in bianco. Vorrei scrivere sui muri sotto casa di Pulvirenti se fossi tifoso del Catania, ma non provo neanche pena per chi ha deciso di far fare questa fine ad una piazza così gloriosa come il Catania. Ha distrutto il lavoro di Lo Monaco in un anno e mezzo. Il Presidente pensava di aver capito il calcio ed invece di calcio non sa nulla. L’arrivo di Cosentino è stato peggio di un gatto nero che ti trovi davanti mentre stai passando sotto una scala. Maran e De Canio vittime della follia dirigenziale. Tutto quello che tocca Pulvirenti va in fumo. Riparte dalla serie B e rafforza la posizione di Cosentino. Due sono le cose: o è impazzito completamente, il Presidente, oppure non abbiamo capito le regole di un gioco stranissimo autodistruttivo. Dispiace per la piazza. Ai tifosi del Catania va il mio saluto.

  40. Ip Address: 2.193.130.152

    Elefante, da una parte a me non dispiacerebbe affatto. Alla fine è vero che sono stati fatti tanti errori in casa nostra..ma penso anche che se si fosse giocato pulito nelle ultime partite il catania si sarebbe salvato. Tra Mapei e paluani il campionato è stato falsato..parliamo chiaro!!!

  41. Ip Address: 2.232.110.184

    Se succede che escludono il Cagliari io sarò felice ,perché lo stesso Cagliari a giocato sporco ………. Dunque speriamo!!!!!

  42. Ip Address: 2.193.130.152

    Appunto… io lo spero, non mi illudo molto perché quel delinquente di cellino lo troverà il modo….

  43. Ip Address: 212.14.141.175

    Per quanto riguarda il Cagliari ha avuto molti aiuti per quanto riguarda la situazione del campo. Ora sarebbbe giusto che la federazione prendesse una decisione.
    X ANGELO : la svalutazione di Lodi mi sembra troppa: da €. 6.500.000 a €. 200.000.
    Lo stesso per Spolli (tra l’altro mi risulta un interessamento da squadre tedesche)
    da €. 6.000.000 a €. 800.000

  44. Ip Address: 79.42.95.113

    ok raga,ma chi fra noi e il bologna è terzultimo?nelle classifiche che ho visto risulta essere il bologna… 😐

  45. Ip Address: 91.252.207.175

    Ciao a tutti con tanta tristezza e amarezza ma anche un po’ di rassegnazione accettiamo il verdetto del campo . Da adesso bisogna guardare avanti e pensare al prossimo campionato(speriamo da protagonisti)

  46. Ip Address: 79.42.95.113

    CATANIA, l’ex De Canio: “La retrocessione conferma che non era tutta colpa mia”
    12.05.2014 17:48 di Stefano Ricci

    Intervistato dalla redazione diTuttomercatoweb.com l’ex tecnico del Catania Gigi De Canio ha commentato la retrocessione degli etnei certificata dai risultati di ieri pomeriggio: “Le ultime tre hanno fatto meno punti di tutti , ognuna per le proprie ragioni che bisognerebbe conoscere dall’interno. Mi sono fatto un’idea solo sul Catania avendoci lavorato, per le altre non mi sono fatto un’idea”.

    Al Bologna è pesato non aver sostituito Diamanti?
    “Non si può entrare nel dettaglio, da uomo di calcio capisco che dietro ogni decisione c’è sempre una spiegazione logica e razionale che magari però sfugge a chi è fuori da un certo ambiente”.

    Ai tifosi del Catania cosa si sente di dire?
    “Non devo dire nulla di particolare se non che questa retrocessione dimostra a molti che non ero io il responsabile. Sono arrivato con una squadra in difficoltà, con molti infortunati e ho lavorato per recuperarli. Bergessio, Almiron, Monzon, Bellusci avevamo sempre otto-nove giocatori out. Stavamo cercando di fare il nostro campionato per recuperare condizione e mentalità. Poi si è deciso per l’esonero e non mi è piaciuta l’idea che è passata che fosse colpa mia. Quanto successo dopo che sono andato via ha dimostrato qual era la verità. Consigli? Non mi sento di darne, non è il mio compito”.

  47. Ip Address: 5.86.156.190

    la retrocessione e arrivata a gennaio ,cosi a voluto il presidente non rafforzando la squadra, si assuma le sue responsabilita’, l’unica partita vinta fuori casa dopo la maledizione… scendiamo in b….

  48. Ip Address: 91.252.207.175

    E’ certo !ora cosa vuoi che dica quest altro fenomeno che non era colpa,sua ma ………. Secondo me a CATANIA a dimostratop di non essere all’altezza

  49. Ip Address: 79.42.95.113

    di maran non si è saputo più niente?

  50. Ip Address: 151.54.96.168

    Chissà come ha goduto DeCanio per la retrocessione del Catania, così da poter dire che lui non ha colpe……ci ha dato una grossa spinta lui, non c’è che dire.
    Una sciagura il suo avvento.

  51. Ip Address: 151.54.96.168

    Maran sono certo che si sia dispiaciuto per la B, non ci ha capito nulla, ma da gran signore scommetto che sarebbe stato tra coloro che avrebbero gioito se il catania avesse raggiunto la salvezza

  52. Ip Address: 151.74.199.137

    Sicuramente ora si dispiacerà, battendosi il petto, contrito, magari gli scapperà la lacrimuccia. Poi, come un leone ferito, incomincerà a promettere una pronta riscossa sui campi della serie cadetta, condendo il tutto con qualche “mea culpa”, tanto per non lasciare delusi i presenti che non aspettano altro da parecchio tempo. Dopo, quando le acque si saranno calmate, ricomincerà a distribuire i suoi tipici sorrisetti a destra e a manca cercando di ricucire lo strappo con la tifoseria, così, come se niente fosse successo. Ma, purtroppo per lui, i tifosi non credo che questa volta si lasceranno abbindolare facilmente, anche perché la maggior parte di loro ne mastica più di lui di calcio. Quindi, caro presidente, prima di parlare si assicuri che il cervello sia in funzione e non sottovaluti il prossimo.

  53. Ip Address: 93.96.99.102

    Mi sa che aquila rosanero ha ragione, i iucaturi do Catania puttatili a fera, ca fossi ne volunu mancu a fera.

    Una cosa sola, non mi propinate Bellusci l’anno prossimo, per favore.

  54. Ip Address: 79.42.95.113

    comunque alla fine ha avuto ragione chi diceva che leto ci sarebbe servito e ci avrebbe regalato buone prestazioni in queste ultime gare…

  55. Ip Address: 79.42.95.113

    ma che gli passa per la testa a questi ❓ ❓ ❓

    CATANIA, curve contro l’Atalanta a 15 euro
    12.05.2014 19:02 di Stefano Ricci

    Resta da giocare una sola partita di campionato al Catania, un torneo finito con la retrocessione in B della squadra di Pellegrino. Al Massimino domenica prossima arriverà l’Atalanta che insegue il record di punti in Serie A. Intanto la società etnea ha comunicato i prezzi dei biglietti di fascia C. Una decisione che stupisce visto che sarebbe stato opportuno regalare i tagliandi per farsi perdonare delle scelte sbagliate, come hanno fatto a Bologna. La curva a 15 euro per salutare la squadra reduce da una retrocessione incredibile è una scelta non condivisibile. Questo il comunicato del sodalizio di via Magenta: Il Calcio Catania S.p.A. rende noto che martedì 13 maggio, alle ore 10.00, avrà inizio la prevendita dei biglietti validi per assistere alla gara Catania-Atalanta, in programma allo stadio “Angelo Massimino” domenica 18 maggio alle 20.45, valida per la trentottesima giornata del Campionato Serie A Tim 2013/14.

    I biglietti saranno disponibili on line, seguendo le indicazioni riportate sul sito http://www.ticketone.it, presso tutte le rivendite autorizzate, elencate nella Sezione Biglietteria (http://www.ilcalciocatania.it/page.php?page=biglietteria) e nelle due sedi del Catania Point, in via Etnea 394 a Catania ed a Torre del Grifo Village.
    Si ricorda inoltre che i botteghini di Piazza Spedini non sono abilitati alla vendita dei tagliandi. Di seguito, le indicazioni dettagliate.

    CATANIA-ATALANTA– 18/05/2014 ore 20.45
    Prezzi (fascia C)
    Tribuna Elite € 120
    Tribuna A € 65
    Ridotto Under 14 Tribuna A € 35
    Tribuna B € 30
    Curve € 15
    Settore Ospiti € 15. I tagliandi del Settore Ospiti sono riservati ai possessori di Tessera del Tifoso e saranno in vendita, ai sensi della normativa vigente, fino alle ore 19.00 di sabato 17 maggio.

  56. Ip Address: 2.193.130.152

    Ciceri, io fossi in te starei zitto. Che macari fossero tutti come a bellusci. La disfatta è stata tutta colpa del caro cosentino e della sua prole argentina. E non entriamo nei dettaglia ca è meglio.

  57. Ip Address: 91.255.89.209

    Buonanotte a tutti , con il CATANIA nel cuore

  58. Ip Address: 79.47.8.96

    Forza Catania sempreeeeeeeeee!!!

    Notte a tutti!!!

  59. Ip Address: 93.96.99.102

    Se avessimo 11 giocatori come Bellusci avremmo 11 cartellini gialli a partita, lasciando stare i rossi. Bellusci ha fatto il suo tempo a Catania. E non è certo solo lui il responsabile della disfatta catanese ovviamente, anche se a volte ci ha messo del suo in alcune partite con i suoi atteggiamenti attaccabrighe. Su Cosentino ed i clan argentini…stiamo scoprendo l’acqua calda. A Pulvirenti poi dove lo mettiamo? Nessuno è esente da colpe se non probabilmente noi tifosi.

    E dopo di cio’ sto zitto, scusa.

  60. Ip Address: 79.47.8.96

    Ciao elefante rossoazzurro!!! 😉
    E’ l’amico e fratello rossoazzurro “chiarezza” che aveva ragione. 😉

  61. Ip Address: 2.193.213.211

    Ciao RETROCESSI … 🙂 mi fate un po’ pena guardo i vostri post e nonostante odi il Catania e voi catanesi devo ammettere che mi fate un po’ di pena ….
    L’anno scorso quando festeggiavate la nostra retrocessione non credo che tra di voi qualche mente sopraffina si poneva il problema degli sfottò .. Adesso cari Catanesi state soltanto pagando la vostra superbia per altro basata sul nulla dato che storicamente siete sempre venuti dopo il Grande Palermo 🙂
    Ora affrontare una retrocessione sarà dura scoprirete a poco a poco quanto sia facile ritrovarsi in uno stadio sempre più vuoto .. La BBBBBBBBBBBBBBBBBBB fa brutti scherzi e molti di voi si perderanno giustificheranno la mancata presenza allo stadio dicendo che soldi a Pulvirenti non ne vuole dare … In poche parole cari…… Si vedrà quest anno che tifosi sarete…..é facile riempire gli stadi in serie A vi dovrete fare il culo cari …Carpi Cittadella Virtus Entella Latina Lanciano saranno giorni bui e partite orrende …partite in cui non ci sarà traccia del gioco del calcio:) DIVERTITEVI CARI
    Un ultima cosa IO seguo il Palermo da 37 anni e in tutti questi anni non ho mai goduto sulle disgrazie calcistiche di altri club …
    Quello che avete fatto un anno fa vi si è ritorto contro INFAMI e adesso invece di mendicare comprensione invece di ergervi a simboli di sportività abbiate le palle per andare a vedere quello scempio che è la serie B riempite quel cato di munnizza che chiamate stadio .. Vedremo che grande tifoseria siete 🙂
    Alla maggior parte di voi .. Il mio più profondo disprezzo.. A pochi pochissimi di voi auguro di ritrovare stimoli che per quanto una retrocessione può seriamente smorzare rimangono nel sangue di chi COME ME AMA LA PROPRIA MAGLIA LA PROPRIA STORIA …. Fate tesoro omuncoli ( mi riferisco a chi di voi l’anno scorso festeggiava la B del Palermo) fate tesoro oppure sguazzate ancora nella vostra miseria gente come voi è la rappresentazione della codardia

  62. Ip Address: 79.2.68.46

    Caro Affio rosanero,
    tu viene a fare il moralista qui, ma perchè quello che avete fatto domenica sera non è la stessa cosa, non è lo stesso funerale….INFAME
    Almeno stai zitto capra.

  63. Ip Address: 79.2.68.46

    me dispiace, la tua colpa è che fai di tutta l’erba un faccio, ma è possibile che non capisci niente? riposati, vai a dormire.

  64. Ip Address: 78.15.52.189

    da Palermo e da un palermitano rosa sino al midollo un grosso in bocca al lupo per una pronta risalita. il derby mi mancherà, gente. ma leggo sul vostro sito le stesse cose che leggevo lo scorso anno su quelli rosanero. la verità è che ogni anno ne retrocedono 3 e questa volta è toccato a voi. nel calcio succede di perdere non è un dramma. non bisogna mai esagerare nei complimenti ne nelle critiche. ricompattarsi e ripartire. sul dolore poi non si ride ne si specula. A Palermo si dice: “cu augura u mali all’avutri, u suo l’havi rarrieri a puarta!”, ovvero “chi augura il male agli altri il suo ce l’ha dietro la porta” dunque niente casse da morto o funerali da parte mia, ma solo un affettuoso in bocca al lupo. il liotro non muore con questa serie B.

  65. Ip Address: 94.222.10.166

    CIceri & Malaman, condivido pienamente il tuo post 59 e chi non è d’accordo vuol dire che le partite del Catania non se le è viste (come quelli che dicevano che quello di quest’anno era il Catania più forte di tutti i tempi). Purtroppo ho l’impressione che RInaudo, se non viene punito e presto dalla società, prenderà la stessa strada di Bellusci, e questo può essere solo negativo per la squadra perché unu ca si fa squalificari ogni du pattiti crea solo malumore.e rovina gli assetti tattici. Ma questo alcuni non lo capiscono, fossi ci pari ca unu je masculu picchi si fa jttari fora…

  66. Ip Address: 151.54.96.168

    È il suo modo di caricarsi, essere attaccabrighe, scarica la sua tensione agonistica, Bellusci e fatto così, lo sappiamo.
    Ci sono temperamenti e temperamenti, Bellusci e Rinaudo fanno dell’agonismo la loro benzina per giocare la partita.
    Certi atteggiamenti sono penalizzanti per la squadra, come Bergessio che contro la Juve se ne è fregato della squadra ed è sceso in campo solo per vendicarsi di Chiellini.
    Bellusci, Rinaudo, Peruzzi domenica, ci sono giocatori che intendono la carica agonistica in questo modo, un esplosione di carica nervosa e adrenalinica.
    Ma per la B uno come Bellusci potrebbe essere assai utile ma bisogna mettere in conto che una bella serie di rossi e gialli li beccherà , che fare?

    Palermitani avete ragione, al posto vostro e a parti invertite anche noi catanesi saremmo venuti nei vostri “muri” a vendicarci delle offese e angherie subite l’anno prima.
    Ma attenzione ai corsi e ai ricorsi storici, non vorrei che il prossimo anno si invertano di nuovo i ruoli….anche se onestamente non ve lo auguro.
    Fa parte del campanilismo forse esagerato, anzi sicuramente esagerato, ma in cuor nostro fa piacere che ci sia il Palermo il prossimo anno in A.
    Per due motivi, un derby in B è sempre squallido, una pretendente in meno per la A e infine é giusto che la Sicilia sia rappresentata in A.

    Quei campi citati sono un incubo, me li metto davanti da mesi, Entella , Latina etc etc…..altro che San Siro e lo Juventus Stadium……avete perfettamente ragione.

    Purtroppo noi non sappiamo se la nostra dirigenza sarà capace di fare come Zamparini che ha saputo fare tesoro dei propri errori e far si che si allestisse – con l’aiuto di “validi” professionisti – una squadra di B che è immediatamente risalita;
    noi di contro abbiamo promosso con poteri maggiori coloro che hanno contribuito in maniera determinante a distruggere il lavoro fatto in sette anni, è stato promosso l’artefice della costruzione della squadra di quest’anno, visto il buon lavoro fatto e anzi, c’è rammarico perché poteva fare di più e non gli è stato consentito!

    Fa rabbia essere retrocessi nel campionato in cui con 36 punti si restava in A.
    Ancora non ci credo ma purtroppo è realtà.

  67. Ip Address: 79.50.47.168

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore rossazzurro e inutile recriminare quello che si poteva e non si e fatto guardiamo in faccia la realta Pellegrino è retrocesso con un passo da Europa (La Gazzetta dello Sport)

    Tre vittorie in 5 gare: mediapunti che gli vale il 4° posto fra i tecnici. Si potrebbe ripartire da lui o dal sogno Stramaccioni

    ” Il Catania l’aveva inseguita per quasi 15 mesi e quando alla fine questa benedetta (o maledetta) vittoria in trasferta è arrivata ormai non serviva più. I paradossi del calcio, si potrebbe dire, ma non solo del calcio. Eppure i 3 punti di Bologna qualcosa hanno dato. Per esempio che la squadra rossazzurra avrebbe avuto tutti i mezzi per tirarsi fuori dai guai, solo che si fosse svegliata in tempo. Ma il successo esterno agguantato all’ultima uscita stagionale oltre ad avere riempito in extremis una casella tristemente vuota, ha detto soprattutto che il Catania ha una base solida dalla quale ripartire. A cominciare proprio da Maurizio Pellegrino, allenatore sconosciuto ai più fino ad un mese fa che con equilibrio e buon senso ha sistemato alla bell e meglio ciò che era ancora possibile mettere a posto. Media Europa Ha rimesso intanto la squadra nelle condizioni di inseguire fino alla fine una salvezza che al suo arrivo sembrava ormai più che compromessa. Ha ridato «dignità» ad una retrocessione che in questo modo è più digeribile anche se forse più dolorosa e ha riappacificato la squadra con la tifoseria come si è visto nel dopopartita del Dall’Ara con i sostenitori che applaudivano e i giocatori che lanciavano verso la tribuna i loro indumenti. Senza mosse da stratega della panchina, Pellegrino ha ridato al Catania la sua vecchia anima di squadra indomita perché solo così si spiega la vittoria di Bologna in inferiorità numerica (a parte quel briciolo di fortuna che era mancata in tante precedenti occasioni). Tre vittorie in 5 partite e ne manca ancora una che danno alla squadra di Pellegrino un’impronta da Europa League, altro che salvezza. Sebbene limitata a questi ultimi 450 minuti, la media del tecnico etneo è da quarto posto, dietro solo a Juve, Roma e Napoli.

    Il Catania programma il futuro, il sogno è Pioli (Il Corriere dello Sport)

    “Per la panchina etnea in lizza anche Di Francesco, Nicola, Marino e Drago. Da decidere il futuro di Pellegrino

    “Ed ora come la mettiamo? Chi siederà nel prossimo campionato di serie B sulla panchina del Catania? Sono i primi e impellenti interrogativi che è lecito porsi alla vigilia di una nuova annata che, per forza di cose, sarà diversa dalle altre-. Non soltanto perché si è reduci da un colpo dolorosissimo come la retrocessione, ma perché tante cose dovranno cambiare anche nella testa dei giocatori – che rimarranno alla base – nell’approcciarsi ad una categoria diversa, tanto diversa dalla serie A. Certo, la nuova ‘rosa’ avrà la sua importanza, ma la necessità di avere un manico all’altezza, pure nella gestione di certi problemi che possono sorgere all’interno dello spogliatoio non può passare in socond’ordine. E allora, giusto provare a prendere il meglio che c’è su piazza. Provare e non esserne sicuri, perché per quanto Catania sia piazza particolarmente allettante per il campionato di serie B, non è detto che gli obiettivi della società coincidano con i papabili. Anche se, ad onor del vero, sembra che fra i papabili ci sia già qualcuno che abbia detto realmente di sì e che potrebbe firmare da un momento all’altro. Unica incognita quella legata a Maurizio Pellegrino […] ha resuscitato una squadra morta […] Ci si può sbarazzare a cuore leggero di un tecnico che ha fatto, per quanto in un periodo limitato di tempo, così bene ai piedi con questa squadra? E’ su questo che riflette la società. Che pare abbia avvicinato Eusebio Di Francesco e il tecnico del Crotone Massimo Drago (fra l’altro a Catania qualche stagione fa pure come calciatore), che ha fatto dei sondaggi per Liverani e per l’allenatore del Livorno, Nicola.un caro saluto al fratello rossazzurro chiarezza 😉 😉

  68. Ip Address: 79.50.47.168

    CATANIA, per Lodi c’è ancora il Palermo
    13.05.2014 08:26 di Redazione ITA Sport Press Twitter: @ItaSportPress

    Lascerà Catania il centrocampista Francesco Lodi che dal suo ritorno a gennaio non ha incantato la platea. Il giocatore pare che avrebbe confidato ad un suo amico di non essere disposto a scendere di categoria anche perchè non riscuote la stessa stima della piazza molto critica nei suoi confronti. Tra l’altro il Catania senza Lodi in campo ha ottenuto due vittorie consecutive con Rinaudo regista. Il Palermo dopo aver cercato il giocatore a dicembre scorso è tornato alla carica.

  69. Ip Address: 87.6.111.240

    Affio..non sei un tifoso…resti rilegato nelle 4 mura che ti sei costruito attorno al tuo cer vello da idiota..

  70. Ip Address: 87.6.111.240

    Affiu…ma come mai il tuo squadrone cerca sempre a catania i giocatori e tecni i?

  71. Ip Address: 2.235.41.180

    Nel mondo del calcio come nella vita ci sono uomini di “sciasciana” memoria ,’mPricochi ‘mballaccheri,Donchisciotti della Mancia e Ponzii Pilato.
    Ci sono quelli che riconoscono gli errori e rimediano, quelli che continuano a raccontare frottole con sceneggiate napoletane, quelli che,seguiti dai fidi sancho pancia,a spada tratta difendono le proprie idee lottando contro i mulini al vento(tifosi),quelli che non prendono decisioni e lasciano fare agli eventi.
    A Palermo, lo scorso anno,hanno sbagliato ma hanno subito rimediato.
    A Catania si ha la capacita’ di fare un “mea culpa” e risorgere o si continuera’ a …

  72. Ip Address: 91.253.110.166

    Buongiorno a tutti , da oggi inizia il Toto allenatori tra sogni chiacchiere e smentite staremo a vedere

  73. Ip Address: 79.50.47.168

    L’impresa purtroppo non è riuscita, ma se c’è qualcuno che c’è l’ha messa davvero tutta e che ha fatto il possibile per tentare l’impossibile, questo ha il nome di Maurizio e il cognome di Pellegrino…ed è per questo che insieme intoniamo in coro: Grazie lo stesso, grazie di cuore Mister!

  74. Ip Address: 94.222.10.166

    Condivido in pieno Angelo. E onestamente vorrei tanto che restasse ad allenare la squadra.

  75. Ip Address: 79.47.174.227

    Joe scusami ma non puoi proprio parlare di infamia perchè quella schifezza di funerale lo avete fatto voi per primi quindi che venga contraccambiato non è che la conseguenza.
    Nessuno è infame a Palermo per questa cosa dai.
    Se mi auguri di morire e lo fai per primo , il minimo è augurarti il doppio anzi il triplo.
    Non rivangate , andate in B e risalite immediatamente non ci sono altre strade.
    Poi che sia un derby sano finalmente.

  76. Ip Address: 87.11.106.229

    buon giorno,buon pomeriggio e buona sera a tutta la sicilia 😀

  77. Ip Address: 87.11.106.229

    CATANIA-ATALANTA: gara spostata domenica alle 15
    13.05.2014 12:39 di Andrea Carlino Twitter: @acarlino85
    © foto di Alessio Alaimo/TuttoMercatoWeb.com

    Catania-Atalanta, gara valida per la 19ma giornata di ritorno di serie A, è stata anticipata alle ore 15 di domenica prossima 18 maggio, anzichè alle 20.45, come inizialmente previsto. Lo comunica la Lega calcio della massima divisione.

  78. Ip Address: 93.46.8.75

    Catania 2014 15
    All.Pellegrino
    Portieri:Frison.Messina.Ficara
    Difensori:Peruzzi.Monzon.Rolin.Gyomber.Cabalceta.Legrottaglie.Capuano.Calapai
    Centrocampisti:Lodi.Izco.Rinaudo.Almiron.Sciacca.Moretti.Katsetis.Garufi
    Attaccanti:Castro.Catellani.Fedato.Marcellinho.Caruso.Litteri.Petkovic
    4.3.3
    Frison
    Peruzzi.Gyomber.Rolin.Monzon
    Izco.Lodi.Rinaudo
    Marcellinho.Litteri.Castro
    Questo il Catania del prossimo anno saluteranno Bergessio,Barrientos,Bellusci e Leto,arriverà il solo catanese Litteri e dei rientri dai prestiti il resto sarà confermato quasi in toto.

  79. Ip Address: 91.253.210.154

    Anche Peruzzi ci saluterà , ha molte richieste nel campionato inglese in più pare che sia corteggiato dall Udinese staremo a vedere

  80. Ip Address: 79.50.47.168

    CATANIA – Alle scuse, aggiunge una promessa in prima persona plurale. Così Gonzalo Bergessio su twitter il giorno dopo la retrocessione del Catania in serie B. Un messaggio diffuso attraverso il social network più in voga tra i calciatori:

    “Chiedo scusa a tutti i tifosi per questo fallimento,mi dispiace tanto. Abbiamo fatto il massimo possibile, torneremo presto”.

    Che sia tra i giocatori che resteranno anche il prossimo anno, per realizzare quella che adesso è solo una promessa?

  81. Ip Address: 87.11.106.229

    ma bergessio non diceva di voler rimanere?

  82. Ip Address: 87.11.106.229

    CATANIA, Fedato resta ma a una condizione
    13.05.2014 18:06 di Redazione ITA Sport Press Twitter: @ItaSportPress

    Prelevato dal Bari a gennaio, l’attaccante Francesco Fedato a Catania ha giocato pochissimo in questa seconda parte di stagione. Sia Maran che Pellegrino non gli hanno dato spazio e adesso c’è da capire se il giocatore resterà alle pendici dell’Etna la prossima stagione in Serie B. Da quanto appreso da Itasportpress.it, il giocatore a metà tra Catania e Sampdoria, resterà in maglia rossazzurra per un altro anno ancora ma solo se avrà garanzie del suo impiego in pianta stabile.

  83. Ip Address: 87.1.153.201

    Buonasera raga’!!! 😉
    Ciao angelo,aquila rosa,pietro paolo, joe, Perplesso, alws, Salvo, Rosanero,elefante rossoazzurro, cataniaxsempre e Mexxican!!! 😉

    Devo dire la verita’ mi manca tanto “chiarezza” che non scrive da tempo!!! 😯

    Caro aquila rosa, grazie per gli auguri di una pronta risalita!!! 😉
    Caro Rosanero, joe si sara’ sbagliato perche’ gli infami sono tutti di un’altra razza.
    Caro joe, non si augura a nessuno di morire perche’ ne abbiamo solo una e dobbiamo viverla al meglio.

    Ci possono stare anche i funerali se noi del Catania l’anno scorso li abbiamo fatti al Palermo.
    Come si dice ” chi la fa l’aspetti ” cioe’ chi fa qualcosa di negativo deve aspettarsi una reazione uguale.
    Certamente non coinvolge tutti i tifosi da ambo le parti.
    Poi vi dico che da giovane marinaio sono stato in Sicilia per parecchi mesi e me la sono girata tutta ed era una bella regione, adesso non lo so.

    Buona serata a tutti!!!
    Auguro al Palermo un buon campionato di Serie A

  84. Ip Address: 79.45.122.101

    Ieri ero ancora troppo incazz… per lasciare un commento tuttavia ormai si va avanti lo stesso, sempre comunque ed ovunque! Solidarieta’ fraterna a tutti i tifosi Catanesi! Non vedo l’ora inizi il prossimo campionato dalla distante Genova ogni sabato pomeriggio ,salvo anticipi e posticipi, smart phone alla mano collegamento ad internet fisso per i risultati in tempo reale del Grande Catania. Vai Elefante Forza Catania il prossimo anno distruggili tutti!!!. Salutoni a tutta Catania!!

  85. Ip Address: 87.1.153.201

    Ciao Sandrone!!! 😉
    L’incazzatura a me e’ passata ma resta il mio animo da tifoso di una tristezza infinita per come abbiamo affrontato il campionato.
    Notte a te.

  86. Ip Address: 87.1.153.201

    Copia e incolla da La Sicilia di Lunedi 12 Maggio 2014

    IL SUPERTIFOSO
    di GINO ASTORINA

    S’avissa partecipato u’ dopolavoro di l’Amt, avissa fattu 33 punti

    Non starò qui a parlare di rimorsi o
    di rimpianti, non è stata decretata
    ieri a “calata” do Catania. Da
    qualche mese (settembre 2013?) non c’era
    la quadratura del cerchio, l’entusiasmo
    giusto per una cavalcata tranquilla nella
    massima Serie. D’altronde, u bellu unn’è?,
    siamo stati capaci di retrocedere giusto
    l’anno in cui, su avissa partecipato a
    squatra do dopolavoro di l’Amt, avissa
    fattu 33 punti cu l’occhi chiusi. Ci vuole
    impegno anche in questo. Basta, ci siamo
    tenuti in vita ccu n’filu d’ossigeno, e che
    fila da bombola non sulu ‘mpurugghiati,
    N ma cu qualche puttusiddu.
    Non voglio parlare più di questo scellerato
    campionato, ci saranno “scinziati” molto
    più titolati e competenti di me, che
    avranno la triste mansione di far sapere
    picchì ni finiu accussì. Desidero parlare
    solo della partita vista ieri al Dall’Ara.
    Eroici! Vorrei conservare questo ricordo a
    futura memoria, per quello che sarà il
    prossimo Catania. Si passa in vantaggio, il
    direttore di gara decide che sarebbe stato
    troppo facile per i rossazzurri e, vestendosi
    da “etoile”, s’inventa due gialli per Peruzzi
    che, sommati, addiventunu una doccia
    anticipata. In altri tempi, gli etnei, avissuna
    finutu “scafazzati” de gol di l’avversari. E,
    invece, chi succeri? Il primo tempo si
    chiude con il Catania in vantaggio e spatti
    senza affanni. Mister Maurizio Pellegrino
    lancia un segnale chiaro e forte: nessun
    arretramento, non toglie nessun attaccante
    per supplire all’assenza del difensore. La
    coerenza paga e, nonostante il calibro e a
    “puttata” di Barrientos, ha il coraggio (io,
    visto che si parla di calcio, direi, ha le
    palle!) di richiamarlo in panchina, vabbè
    no salutau, chistu ammenzu all’autri.
    Averlo avuto prima unu ca non talìa ‘nta
    facci a nuddu?!? Dagli altri campi, nel
    frattempo, arrivavano notizie sconfortanti
    e il mio pensiero correva al signor
    Ballardini e allo stupore di domenica
    scorsa, quando dal Massimino arrivava la
    notizia di un Catania vittorioso sulla Roma.
    Cu sapi su martedì si visti Fiorentina-
    Sassuolo? E su i notizii che in
    contemporanea arrivavano da Cagliari gli
    avranno fatto cambiare idea, sul valore
    effettivo degli etnei, anche perché i suoi
    uomini, nonostante la superiorità
    numerica e il pareggio raggiunto,
    s’ammuccanu un golletto dal Toro
    lavandina, che
    ristabiliva il vantaggio
    rossazzurro. È vero, nel
    calcio bisogna parlare
    meno e giocare di più.
    Assurdo, il giorno in cui
    siamo riusciti a cancellare lo zero dalla
    casella delle vittorie in trasferta, si
    cancellano contemporaneamente otto
    anni di permanenza nella massima Serie.
    Abbiamo gioito, sofferto, esultato, siamo
    stati sempre coinvolti emotivamente.
    Bisogna ripartire da questo, nel frattempo:
    game over.

  87. Ip Address: 91.255.95.224

    Ho seguito la serie B ,mi sono accorto che in campionato molto strano

  88. Ip Address: 67.238.13.124

    Da Messinese all’estero ho segiuto la vostra squadra come l’unica del sud in serie A. spero che il prosimo anno ritornerete nell massima serie. buana Fortuna

  89. Ip Address: 91.255.95.224

    Grazie Giovanni celeste

  90. Ip Address: 79.2.68.46

    Buona sera a tutti….
    @ Giorgio e Rosanero, ho scritto quel commento dopo aver letto un post di Affio rosanero offensivo e pieno di insulti a tutti i tifosi Rossazzurri, per fortuna la Redazione ha provveduto a cancellarlo, io mi sono limitato a rispondere solo a lui senza offendere nessun altro tifoso rosanero.
    Personalmente non ho mai partecipato a manifestazioni contro i Palermitani o esibito cartelli con la scritta serie B, sono un tifoso Rossazzurro fino al midollo, ma sto male se una squadra Siciliana retrocede, perchè è un dramma per tutta la Sicilia.

  91. Ip Address: 87.1.34.216

    Buongiorno angelo, Mexxican e joe!!! 😉

    joe, mi pareva strano il tuo commento su rosanero e ti chiedo scusa di aver capito male!!! 😐
    Caro giovanni celeste, grazie per gli auguri per il Catania e ti auguro che il tuo Messina sia promosso in Serie B e poi la Serie A.

    Auguro una buona giornata a tutti!!!

  92. Ip Address: 82.145.211.98

    Buongiorno a tutti pari!! Io soffro dall’inizio del campionato e da quando, bene o male ho capito che andava a finire così, la disperazione non mi ha abbandonato più!!!!
    Tuttora sono distrutto, specialmente nel vedere il teatrino delle ultime giornate, la squadra e la più forte di sempre e poteva battere chiunque!!! E l’abbiamo visto, ma se l’obbiettivo non è quello giusto per noi, per loro era importante raggiungerlo, non c’entrano
    Gli allenatori che sono passati ma la colpa è di chi ha impostato la stagione con degli obiettivi molto diversi rispetto l’anno scorso!!
    La colpa è sicuramente anche di chi scende in campo e non gioca per come è stato insegnato nella gioventù da calciatore con la dignità giusta che in base a quello che gli viene detto dal padrone deve fare!!!
    E andata così lo dobbiamo accettare, ma non credo nemmeno a una sola parola di quello che dicono i giocatori che vogliono restare e che questa maglia la amano!!!!!
    Adesso domenica ci sarà la sfilata di mercato, diventeranno tutti campioni in vista del mercato,
    Che schifo…….

  93. Ip Address: 79.50.47.168

    buongiorno a tutti fratelli dal cuore rossazzurro ciao giorgio e matteocifalotu ciao chiarezza ormai i giochi sono fatti torna a scrivere Resta chi ha voglia di essere al centro di un vero piano che rilanci Catania

    “Via tutti. Devono andarsene tutti. Distanti anni luce da Catania. I pensieri del giorno dopo sono di questo tenore. Anche peggio di così. Perché se il Catania perde in casa col Torino a causa di due cappellate confezionate nel finale e, poi, umilia la Roma e, in dieci contro undici per un’ora, resiste a Bologna, becca il pari, ma vince di slancio, qualcosa non torna. Non ha funzionato l’atteggiamento nelle partite cruciali, alcune scelte strategiche della società non hanno portato benefici, anzi involontariamente hanno incrementato la crisi di risultati e la crisi d’identità. Si deve ripartire? Ma certo. E anche subito. Se la società, come dice, è prontissima e più forte di prima (ce lo spiegheranno a giorni, hanno detto dopo la retrocessione maturata a Bologna) il parco giocatori deve essere rinnovato radicalmente e adattato a un campionato differente dai precedenti otto. Chi parte? Devono andare via tutti. Resta qualcuno? Sì, qualcuno resterà perché è vero che un ciclo si deve rifondare partendo da zero, ma se possibile lasciando una piccola ossatura di calciatori che hanno cuore, età dalla loro e voglia di riemergere. DIFESA. Abbiamo parlato a lungo di Andujar, ma adesso non ne parliamo più. Ceduto e tanti saluti. Frison è stato riscattato in avvio di stagione e, per quel che ha fatto vedere non solo nelle ultime partite, merita una riconferma. Affidarsi a un portiere giovane e con una buona esperienza tra i cadetti, oltre alle partite disputate in A, è un buon avvio. In difesa potrebbe restare Gyomber, nazionale under 21 slovacco, convocato in Nazionale A. Al di là del curriculum, è un altro giovane che ha margini di miglioramento enormi. E, soprattutto, ha una serietà che garantisce una graduale crescita tecnica e legata alla personalità. CENTROCAMPO. Eccoci al nodo cruciale. Nella stagione scorsa s’è perso tempo per decidere. Lodi via, poi Lodi ripreso a furor di popolo. Intanto arrivava a destinazione anche Rinaudo. La società, stando alle ultime partite disputate, potrebbe confermare l’argentino come punto di riferimento del centrocampo, a parte che ci sia un regista avanzato dietro le punte o un fantasista che possa sviluppare tutto ciò che riesce a conservare l’ex capitano dello Sporting Lisbona. Il ragazzo deve essere riscattato dal suo club, ma la cifra dell’operazione sfiora i 5 milioni. Da quel che trapela, questo è un affare possibile, perché il calciatore ha convinto grazie al suo impegno e alle qualità tecniche. Resta da stabilire il destino di Lodi. Che aveva chiesto di restare. I due possono convivere? Rivoluzionando l’assetto tattico sì, ma non è detto che alla fine ci sia posto anche per un Lodi che ha richieste importanti in Serie A, così come le aveva a gennaio. C’è da risolvere, prima di ipotizzare, la compartecipazione con il Genoa, club che aveva mollato a Catania quel… bellimbusto di Tachtsidis. Resta Izco e qui il discorso è complicato. L’argentino ha estimatori in A, ma mai s’è voluto allontanare da Catania. Qui è legato a mille episodi di calcio vissuto con tanto di graduale crescita. Se restasse in B, da capitano, non sarebbe male. ATTACCANTI. Via, via tutti quanti. Però se si potesse provare a convincere Bergessio. Al di là dei nove gol realizzati in questa stagione, il centravanti ha sempre più convinto per l’impegno e per il sacrificio a cui s’è sottoposto per amore del Catania: recuperato dopo l’infortunio, in campo solo grazie alle infiltrazioni, ha corso finché ha avuto forze. Ora sta meglio e si vede. Non solo perché segna. Se restasse Bergessio, il Catania partirebbe da una base ipotetica di gol che supererebbe quota 15. Se, poi, dovesse accoppiargli Castro, il Castro della stagione scorsa, il conto sarebbe completo.

  94. Ip Address: 176.206.69.189

    Buonpomeriggio a tutti

  95. Ip Address: 151.18.225.227

    BUONASERA A TUTTI I TIFOSI ROSSAZZURRI….PURTROPPO IL MIRACOLO NON E’ AVVENUTO ANCHE SE CI HO CREDUTO FINO ALLA FINE….. 😥 PAZIENZA NON E’ SUCCESSO NULLA. L’IMPORTANTE NON E’ CADERE MA RIALZARSI…. 😉
    FORZA CATANIA SEMPRE COMUNQUE E OVUNQUE.

  96. Ip Address: 2.193.213.211

    Quanto sei falso Joe .. Il post cancellato era rivolto esclusivamente a te…e tu ed io lo sappiamo benissimo.. Te lo riscrivo se vuoi Joe magari questa volta la redazione non lo cancella 🙂 mi piacerebbe vedere se l’anno prossimo sarai allo stadio a seguire la tua squadra anche in serie B o sarai tra i codardi che abbandoneranno subito 🙂 io credo la seconda Joe…

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu