Ricchiuti: Felice per il Pitu

 Scritto da il 2 dicembre 2011 alle 10:53
Dic 022011
 

Arriva il Cagliari e Adrian Ricchiuti rispolvera un vecchio splendido gioiello: “Contro la squadra sarda realizzai il mio primo gol in Serie A, fu la prima vittoria della gestione Atzori: ricordo bene quella giornata felice. Al di là dell’incidente di percorso col Novara in Coppa Italia, anche a Lecce abbiamo dimostrato che la nostra forza è il collettivo. Provo grande gioia per la prodezza del ‘Pitu’ Barrientos, un giocatore dalla qualità straordinaria ed un ragazzo splendido: mi sono fatto ammonire, addirittura, dopo il suo gol. Adesso dobbiamo riprenderci ciò che abbiamo perso in casa contro il Chievo: la prestazione sul piano del gioco fu ottima, la sconfitta nacque dagli errori che stavolta dovremo evitare”. Alessandro Potenza sottolinea: “Dopo due mesi difficili, sono contento di poter lavorare regolarmente in gruppo. Nel 3-5-2 meglio da centrale che da esterno, per me. Siamo dispiaciuti per l’eliminazione patita martedì sera, la sconfitta brucia perchè per 70 minuti abbiamo avuto la partita in mano: credo che dobbiamo migliorare sul piano dell’equilibrio, difesa e centrocampo devono essere sempre compatti. Penso che il Cagliari giocherà a viso aperto, vengono da un periodo difficile e giocheranno al meglio delle loro possibilità. Non esiste partita più importante di questa, per il Catania: vincendo saremmo a metà della quota salvezza già alla prima settimana di dicembre”.

  27 Commenti per “Ricchiuti: Felice per il Pitu”

  1. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno a tutti….
    ESCLUSIVA ITASPORTPRESS- San Lorenzo, Rinaldi: “Il mio amico Papu Gomez mi ha fatto innamorare di Catania”
    02.12.2011 10:00 di Antonino Bulla

    Leonel Rinaldi, centrocampista argentino classe ’87 cresciuto nelle file del San Lorenzo, in esclusiva ai microfoni di Itasportpress.it, ha concesso una intervista nella quale si è raccontato e ha parlato della grande amicizia che lo lega al calciatore del Catania, Alejandro “Papu” Gomez.

    Leonel, presentati agli sportivi italiani. Quali sono le tue caratteristiche e chi ti ha trasmesso la passione per il calcio?

    “Sono un volante offensivo e da quando avevo 14 anni ho sempre giocato con il San Lorenzo de Almagro. Oggi faccio parte della formazione Primavera ma ho già collezionato due presenze con la prima squadra nella Primera Division argentina. E’ difficile dire a quale giocatore mi ispiro ma ho sempre riposto grande stima per Riquelme, Aimar, D’Alessandro e i vari Zidane e Totti. La passione per il calcio mi è stata trasmessa da mio padre che è stato un calciatore professionista per molto tempo. Lui ha giocato con Boca Juniors, River Plate, San Lorenzo e Sporting Gijon. Fin da piccolo l’unica cosa che faccio è giocare a calcio”.

    Come giudichi il campionato argentino di oggi? E secondo te cosa serve alla Seleccion per tornare a vincere qualcosa di importante?

    “Credo che il campionato argentino è molto competitivo anche se oggi è sceso un po’ di livello. Quello di oggi lo considero un campionato molto più fisico e sono sempre meno le squadra che propongono un gioco prettamente offensivo. Sono poche infatti le squadre che rispetto al passato attaccano per tutta la partita. Riguardo alla Nazionale credo che la rosa sia composta dai migliori giocatori in circolazione. In passato ci è mancato uno staff tecnico all’altezza. Speriamo che il nuovo allenatore adesso riesca a farci tornare grandi”.

    Tu sei molto amico di Papu Gomez. Da quanto tempo vi conoscete e come è nata la vostra amicizia?

    “E’ vero siamo grandi amici. Ci siamo conosciuti quattro anni fa al San Lorenzo e da allora abbiamo mantenuto un rapporto speciale. Abbiamo condiviso tante esperienze e quando possiamo stiamo sempre insieme. I momenti più belli sono certamente quelli vissuti nei nostri viaggi a Ibiza, Barcellona, Cancun, Mendoza e Pinamar. Abbiamo formato un bel gruppo e basta che stiamo insieme il divertimento è assicurato”.

    Sei stato a Catania? Ti è piaciuta la città e con quali altri giocatori del Catania hai fatto amicizia?

    “Sono stato a Catania in due occasioni. La vostra gente è speciale. La città mi è piaciuta molto soprattutto nel periodo estivo. A Catania si sta bene e poi ci sono così tanti argentini che sembra di stare a casa. Ho fatto amicizia in modo particolare con Mariano Izco mentre conosco da tempo il Pitu Barrientos. Siamo stati compagni al San Lorenzo fin dalle giovanili. Sono stato pure allo stadio Massimino ad assistere ad alcune partite. Ho visto Catania-Brescia finita 1-0 e Catania-Cagliari 2-0. A quanto pare ho portato fortuna alla squadra rossazzurra”.

    Qual è il sogno nel cassetto di Leonel Rinaldi? Ti piacerebbe giocare nel Catania, magari con il Papu?

    “Il mio sogno innanzitutto è quello di riuscire a vincere in Primera Division. Voglio fare bene in Argentina ma naturalmente mi piacerebbe giocare in Europa. Giocare in Serie A e nel Catania sarebbe veramente il massimo. Con Papu ci diciamo sempre che un giorno giocheremo insieme, ovunque sia”.

    Sveliamo un piccolo retroscena. Tu in realtà hai già indossato la maglia del Catania anche se non in maniera ufficiale nel torneo Norte Champ di questa estate. Raccontaci come è andata?

    “Il torneo North Champ è dedicato ai giovani calciatori argentini. Chiunque può parteciparvi. Noi abbiamo formato una squadra di buoni elementi tra cui Gomez e Francisco Conchez. Personalmente in quel periodo giocavo poco nel San Lorenzo e quindi mi è servito per mantenermi in forma. Abbiamo indossato le maglie del Catania perché ci sono state regalate da Gomez. Ci ha spedito diversi completini che abbiamo indossato durante il torneo. La cosa ha creato molto stupore visto che gli avversari non capivano di quale maglia si trattasse”.

    Leonel, dall’Argentina segui il Catania? Come giudichi il campionato fin qui dei rossazzurri?

    “Mi informo sempre dei risultati della squadra perché ormai sono un tifoso del Catania. Credo che la società abbia allestito un organico molto competitivo. Già lo scorso anno ha dimostrato buone cose e questa stagione è iniziata molto bene. Sono fiducioso sul fatto che quest’anno la squadra possa ottenere un piazzamento per l’Europa. Sarebbe un risultato storico e me lo auguro di cuore per Papu, per il Catania e per i suoi tifosi”.

    P.s Giorgio per aggiornare fai F5 fino a quando si aggiusta spero presto

  2. Ip Address: 87.6.107.100

    Buongiorno a tutti gli amici rossazzurri.

    L’Opinione – Il calcio non è solo nomi e lustrini: ecco perchè Maxi Lopez sarebbe un rinforzo perfetto per l’attacco del Milan
    L’attaccante del Catania ha tutto per poter essere l’uomo che fa al caso del Milan. Gli ultimi mesi non brillantissimi non devono far dimenticare il suo valore assoluto…
    Gol.Com-di Renato Maisani

    “Preferirei essere il primo in un villaggio piuttosto che il secondo a Roma”. Questa frase, pronunciata da Giulio Cesare, è vecchia più di 2000 anni ma continua a far discutere e a generare opinioni biunivoche. E’ meglio vivere un’esperienza meno esaltante, ma da protagonisti, o una indimenticabile, ma da comprimari? Insomma, per collegarci al calcio, è preferibile essere la stella di una squadra in lotta per la salvezza o ‘uno dei tanti’ in un club che disputa la Champions League e punta allo Scudetto?

    Una risposta a questo interrogativo, non esiste. C’è chi – leggasi Di Natale – ha rifiutato persino la Juventus per restare ad Udine da stella indiscussa e chi, al contrario, non ha saputo resistere al richiamo dei grandi club. A gennaio questa decisione potrebbe spettare a Maxi Lopez, beniamino del pubblico del Catania e corteggiato dal Milan dove, apparentemente, sarebbe però confinato al ruolo di comprimario.

    Tra le righe, il biondo attaccante rossazzurro, le sue intenzioni le ha lasciate intendere: “Giocare nel Milan sarebbe un sogno”, ha dichiarato il numero 11 a Catania da due anni. Poco gli importa, dunque, se da comprimario o da protagonista. Anche perché, il ruolo da protagonista, Maxi Lopez da qualche mese a questa parte non lo ricopre più nemmeno in Sicilia.

    I NUMERI DI MAXI LOPEZ IN ITALIA
    2009/10
    17 Presenze
    11 Goal
    2010/11
    37 Presenze
    10 Goal 2011/12
    10 Presenze
    4 Goal
    I dati tengono conto anche delle gare di Coppa Italia.

    Dopo lo straordinario impatto col calcio italiano, con 11 reti messe a segno in 17 gare e decisive per la salvezza del Catania, Maxi ha faticato a ripetersi l’anno successivo, prima perché “incastrato” negli schemi di Giampaolo, poi perché un po’ oscurato dal compagno di reparto Bergessio. Proprio Gonzalo Bergessio, nei piani di Vincenzo Montella, è il “numero 9” titolare di questo Catania e il buon Maxi, finora, ha avuto a disposizione soltanto le briciole.

    Non sta rendendo come sa, ma il valore di Maxi non va dimenticato
    La notizia di un suo passaggio al Milan ha fatto un po’ storcere il naso ai tifosi rossoneri, desiderosi di ammirare, magari, una stella consacrata come Carlitos Tevez. Il quesito da porre, però, è questo: se il Milan avesse trattato l’acquisto di Maxi Lopez nell’estate del 2010, i tifosi del ‘Diavolo’ avrebbero reagito allo stesso modo? Sicuramente no.

    Dopo aver vissuto i 6 mesi forse più esaltanti della sua carriera da calciatore, il bomber argentino era diventato l’oggetto del desiderio di tante big e nessun tifoso avrebbe disdegnato di vederlo con la maglia della propria squadra. Adesso, la situazione si è capovolta. Ma perché? Maxi Lopez rimane un attaccante di primissimo ordine e se Galliani e Braida hanno messo gli occhi su di lui un motivo – forse più di uno – ci sarà.

    In un calcio che vive eccessivamente di momenti, in molti si sono già dimenticati del reale valore del 27enne attaccante di Buenos Aires, quasi snobbandolo. Per caratteristiche umane e tecniche, però, Maxi Lopez sembra proprio l’uomo giusto per l’attacco del Milan.

    Tevez perfetto per il Milan. Maxi chi? Quello biondo del Catania? E’ bravo anche lui, ma San Siro vuole i Tevez…
    Kevin Prince Boateng

    Il biondo centravanti, infatti, si presenterebbe a Milano senza alcuna pretesa, sarebbe utilizzabile anche in Champions League e la sua capacità di entrare subito in partita, anche a gara in corso, potrebbe essere ‘manna dal cielo’ per Massimiliano Allegri.

    Il fatto che sia un nome economico, non equivale
    a bollarlo come ripiego i termini economici dell’operazione, poi, sono più che convenienti per il club rossonero e, a conti fatti, Galliani e Braida potrebbero persino produrre una plusvalenza qualora il prezzo fissato per il riscatto – si parla di circa 8 milioni – fosse inferiore rispetto al valore di mercato che Maxi potrebbe assumere a fine stagione, dopo aver vestito per 6 mesi la maglia del Milan.

    In queste settimane, qualcuno ha addirittura paragonato questa operazione a quella portata a termine due anni fa dalla Juventus con il ritorno in bianconero di Michele Paolucci. Questo “qualcuno”, probabilmente, non ha mai seguito con troppa attenzione Maxi Lopez e preferisce i nomi da copertina agli acquisti più funzionali, anche in relazione al fattore economico e degli equilibri di uno spogliatoio.

    Tuttavia, il fatto di avere un prezzo meno oneroso, non fa di Maxi Lopez un ripiego. Anche in maglia rossonera, la ‘Gallina’ farebbe la sua figura. Persino in Champions. E chi non ne è convinto, si informi su cosa accadde il 23 febbraio del 2005 al ‘Camp Nou’ di Barcellona…

  3. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Angelo,
    Fatti coraggio ti sono vicino con infinito affetto…..

  4. Ip Address: 85.41.235.41

    Giorgio, adesso funziona ed è anche più veloce 😉 😉 😉

  5. Ip Address: 87.6.27.186

    Buonasera raga’!!!
    angelo anch’io ti sono vicino come scrive joe. 😉 😉 😉

    Ciao joe!!! 😉 😉 😉
    Vedo che funziona l’aggiornamento automatico!!! 😀 😀 😀

    Sogni rossoazzurri a tutti!!!

  6. Ip Address: 80.183.38.81

    grazie ragazzi

  7. Ip Address: 80.183.38.81

    buongiorno a tutti amici rossoazzurri qui modena e dintorni temperatura sui 6 gradi adesso pensiamo a battere il cagliari cosi andiamo a meta classifica forza catania sempre

  8. Ip Address: 94.165.147.156

    Buongiorno a tutti,

    un pensiero affettuoso al nostro fratello rossazzurro Angelo al quale faccio le mie più sentite condoglianze …

  9. Ip Address: 94.165.147.156

    Buongiorno a tutti,

    Un abbraccio forte e un saluto affettuoso al nostro Angelo al quale faccio le mie più sentite condoglianze …

  10. Ip Address: 80.181.168.24

    Buongiorno raga’!!!
    Ciao angelo!!! Sii forte!!!

    Qui Napoli e dintorni, cielo parzialmente nuvoloso con pioggia fittissima e temperatura fredda.

    Domani senza se e senza ma battiamo il Cagliari!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    Buona giornata a tutti!!!

  11. Ip Address: 79.13.101.187

    Buongiorno a tutti gli amici rossazzurri.
    Un saluto affettuoso e sentite condoglianze ad Angelo,apprendo solo ora del tuo lutto,non avevo letto il post nella pagina precedente,un abbraccio affettuoso Angelo.

  12. Ip Address: 79.13.101.187

    Ciao Giorgio,quà cielo sereno,giornata quasi primaverile 😆

    La partita di domani,si presenta,come spesso abbiamo detto in passato,come la partita della ormai famosa “maturità”,io invece,visti i “fallimenti”passati,direi di considerarla una gara importante,come difatto lo sono tutte, ma senza assillo di questo passaggio alla maturità.
    Giochiamo partita dopo partita con la stessa indensità,con l’obbiettivo di migliorarsi ogni settimana,a fine campionato,vedremo se il Catania,avrà fatto,oppure no,il salto di qualità.

  13. Ip Address: 80.183.38.81

    il mio ringraziamento va ai miei fratelli rossoazzurri forza catania sempre

  14. Ip Address: 80.183.38.81

    angelo da modena senza s

  15. Ip Address: 80.183.38.81

    ciao peppe58 sono in sintonia con te riguardo il tuo post n.12 forza catania

  16. Ip Address: 80.181.168.24

    Salve raga’!!!
    La penso anch’io come te peppe58, molte delusioni ci sono state, pensiamo di vincerla con il c…o, di fianco e di lato, basta prenderci i 3 punti!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    Buona giornata a tutti!!! 😀 😀 😀

  17. Ip Address: 80.181.168.24

    Per me fa bene Mister Montella a guardare giu’ e non sopra!!!

    03-12-2011 QUI TORRE DEL GRIFO: Le parole di Vincenzo Montella in sala stampa

    ORE 10.56 – Autore: Redazione tuttocalciocatania

    Vincenzo Montella alla vigilia di Catania-Cagliari. Il tecnico rossoazzurro chiede concentrazione totale alla sua squadra dopo l’inatteso passo falso in Coppa Italia contro il Novara. TuttoCalcioCatania evidenzia le dichiarazioni più significative di Montella a Torre del Grifo, di seguito riportate: “La classifica rispecchia fedelmente i valori espressi in campo dal Catania. Quando abbiamo perso punti è stato solo per demeriti nostri. Sappiamo che bisogna migliorare in certe situazioni, stiamo lavorando per questo. La partita con il Cagliari sarà difficile perchè la formazione rossoblu ha un buon organico, è un avversario davvero ostico, dotato di un centrocampo forte a cui peserà l’assenza di Nainggolan. Mi aspetto che i sardi vengano a Catania per vincere, adotteranno un pressing alto, dovremo farci trovare pronti. Siamo attesi da una sfida molto insidiosa, i rossoblu stanno giocando bene nonostante non vincano da diverse gare. Izco? E’ un giocatore importante per il nostro modo di giocare, anche se deve migliorare in fase difensiva. Oggi ho soltanto lui che può ricoprire efficacemente il ruolo di esterno di centrocampo pronto a comporre la difesa a cinque quando necessario. Sia Lanzafame che Potenza possono interpretare quel ruolo, anche se in maniera differente. Maxi Lopez? Si allena con impegno e disponibilità totale, questo è molto importante. Come dico sempre, deciderò chi far giocare in base a numerosi fattori. Maxi potrebbe scendere in campo dall’inizio oppure a partita in corso, vedremo. In generale, quando parlo di formazione mi piace confondere chi cerca di capire come giocheremo. Biagianti? Sta bene, gli manca la continuità ma potrebbe essere in grado di scendere in campo dall’inizio, non so se fisicamente riuscirebbe a finire la partita. Catellani? Ha ottime doti, vorrebbe spaccare il mondo e questo lo porta a sbagliare, necessita di un gol per sbloccarsi. Dovrebbe essere meno emotivo. Obiettivo Europa? Io guardo verso il basso, il distacco sulla terz’ultima”. (TuttoCalcioCatania.com)

  18. Ip Address: 82.145.208.97

    buongiorno a tutti pari!!!!
    Ho letto solo adesso , Angelo sono dispiaciuto per la tua perdita e vi sono vicino fratello.Sentite condoglianze.

    Abbattiamo il Cagliari e conquisteremo le metà dell’obbiettivo prefissato e poi il resto verrà da se………

  19. Ip Address: 212.195.241.127

    Ciao Angelo e sentite condoglianze di cuore!!

    Ciao Giorgio
    Come vedi anche Montella come me guarda giù e non su, spero che domenica faccia giocare i più forti e soprattutto, giochi senza paura!!

    Ciao Matteo sarebbe bellissimo avere tipo diciamo 29 punti alla fine del girone d’andata!! :mrgreen: :mrgreen:

  20. Ip Address: 85.41.235.41

    Buon pomeriggio a tutti….
    scusate per l’interruzione, Oggi come avrete notato il sito non si collegava dalle ore 14:31 fino alle 16:34 Questo era dovuto al provider che sta aggionando di nuovo il server 😉 😉 😉 ma ancora non ha finito quindi ci saranno altri casini ancora… speriamo bene 😈 😈 almeno che lo facciano di notte……

  21. Ip Address: 95.245.10.47

    Buonasera raga’!!!
    Ciao chiarezza!!! Vero guardiamo giu’ e non su’!!!
    Si joe!!! 😉 😉 😉
    Il sito non si aggiornava e l’avviso era che non si connetteva con il server!!! 😐 😐 😐
    Per domenica, se avete letto l’intervista di Montella, dice che un sostituto di Izco non c’e’ in squadra quindi? Cambiera’ modulo cosi per dire? Speriamo di vincere!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    Sogni rossoazzurri a tutti!!! 😀 😀 😀

  22. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Giorgio… è sull’altra pagina nuova.

  23. Ip Address: 79.13.101.187

    Al tecnico Davide Ballardini,preoccupa la trasferta di Catania,nella conferenza stampa pre partita,l’allenatore dei sardi,evidenzia le insidie della gara di domani al “Massimino” di Catania:
    “Sarà una partita difficilissima, contro un avversario forte, che sta facendo benissimo ed un allenatore che stimo molto. E’ una gara importante come lo sono tutte. La squadra comunque sa cosa fare. Stiamo bene, anche Biondini e Rui Sampaio, nonostante siano leggermente indietro rispetto agli altri“.
    Ancora da decidere la formazione: “Giocherà uno tra Perico e Ceppelini. Quest’ultimo è un ragazzino che ha fatto bene quando è stato chiamato in causa e ha delle notevoli qualità. In attaco, tre giocatori sono in lizza per due maglie“.

    Ballardini chiede soprattutto una bella prestazione ai suoi ragazzi: “Solitamente quando giochi bene ottieni anche il risultato. In modo particolare in questo campionato“.

  24. Ip Address: 79.13.101.187

    Le mie formazione: 4-2-3-1

    Andujar,

    Alvarez-Spolli-Legrottaglie-Capuano

    Biagianti-Lodi

    Gomez-Barrientos-Almiron

    Lopez.

    Oppure:3-5-2

    Andujar

    Bellusci-Legrottaglie-Spolli

    Alvarez-Lodi-Almiron-Barrientos-Marchese

    Bergessio-Gomez

    Buona notte a tutti,a domani.

  25. Ip Address: 212.195.241.127

    🙁 🙁 🙁 🙁 🙁 🙁 🙁 🙁 🙁

    I TITOLARI!!!!!!!!!

    LOPEZ E BARRIENTOS dove sono?

    MONTELLA 4 pauroso anche in casa!!!

  26. Ip Address: 212.195.241.127

    MONTELLA PAUROSO Voto 0

    Lopez in panchina x 60 minuti solo uno scienziato lo puo’ fare!!

    formazioni sballate da sempre e la smettese con questo 5-4-1 anche in casa!!
    Pulvirenti prendi provvedimenti prima che sia troppo tardi e domenica a Bergamo 😐 😐 😐

  27. Ip Address: 212.60.66.201

    That hits the target prefctely. Thanks!

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu