Ricominciamo

 Scritto da il 18 Agosto 2020 alle 11:14
Ago 182020
 

                        

Un passo alla volta la Sigi, dopo aver  provveduto nei termini previsti alla iscrizione della squadra al prossimo campionato di serie C, continua a lavorare, in silenzio e alacremente, alla costruzione della nuova rosa per affrontare una stagione che, si spera, dia più soddisfazioni delle precedenti,

Non era semplice dopo la scelta di mister Lucarelli di separarsi dai rossoazzurri per accasarsi al fresco delle cascate umbre, trovare un altro allenatore disposto a scommettere su una nuova società che ha ereditato blasone ma anche debiti ed invece il direttore dell’area sportiva Maurizio Pellegrino e’ riuscito a portare alle falde dell’Etna mister Raffaele che in quel di Potenza si è reso protagonista di belle stagioni, facendo disputare ai suoi ragazzi partite gagliarde pur con elementi a disposizione talvolta poco conosciuti ai più ma motivati, veloci e di categoria.

Entro oggi, gli attuali elementi reduci dalla stagione appena conclusa ed i giovani convocati, si ritroveranno a Torre del Grifo per iniziare il ritiro pre campionato, non prima di effettuare i previsti tamponi anti Covid.

Giorni fa è stato annunciato il passaggio in rossazzurro di Alessandro Arena, un esterno d’attacco classe 2000 che ha mosso i primi passi tra i giovani del vivaio catanese, passando poi al Marina di Ragusa e lo scorso anno in quarta serie ad Acireale.

Penso che questi anni bui trascorsi in lega pro, hanno battuto il mito dei grandi nomi: ben vengano ragazzi che vogliono emergere e sgomitare per raggiungere mete più prestigiose perché in serie C i nomi contano poco ed i loro trascorsi, magari in categorie superiori, non assicurano campionati di vertice e gol a raffica, come dimostrano le prestazioni in questi ultimi anni di valenti attaccanti che, davanti ai portieri avversari, si sono squagliati come neve al sole.

Non sappiamo chi della attuale rosa andrà via e coloro che rimarranno e sembra ancora prematuro stilare tabelle  con previsioni e certezze della squadra che verrà.

Positivo avere il nome del mister  che guiderà  dalla panchina i calciatori etnei e si è appreso del ritorno di Pantanelli quale preparatore dei portieri per la prossima stagione.

Una stagione che vede ai blocchi di partenza squadre di città capoluoghi di provincia ed alcune addirittura capoluoghi di regione che non baderanno a spese per risalire in fretta in categorie più consone alla loro storia.

Sarà il prossimo un campionato estremamente difficile su cui incombe la spada di Damocle delle restrizioni anti Covid, in particolare in termini di apertura degli stadi il cui rinvio potrebbe compromettere la più importante fonte di introiti per le società che non godono di sostanziosi contributi per diritti televisivi.

Potrebbe quindi rilevarsi difficile per i presidenti delle società di lega pro, riuscire quanto meno a bilanciare i costi con entrate che si preannunciano sempre più scarse.

La terza serie ha assoluto bisogno di quegli aiuti che solo la FIGC può garantire, spostando un po’ di risorse dalle serie maggiori a quella che potrebbe implodere, determinando la fine di tante storiche società attualmente in lega pro.

Le sopra citate difficoltà sono tangibili anche nella Sigi che ha avuto il merito ma anche il coraggio, di salvare storia e matricola rossazzurra in un sol colpo, scongiurando quel fallimento che giorno dopo giorno sembrava inevitabile.

Diamo fiducia agli imprenditori che la compongono, in primis stando ad essi vicini e per iniziare non vorrei più usare quella ragione sociale con la quale si sono presentati al Tribunale, ma da adesso in poi dobbiamo pensarla e definirla Calcio Catania matricola 11700: il nostro cuore che continua a battere malgrado tutto e tutti, come sempre avvenuto dalle nostre parti.

 

  61 Commenti per “Ricominciamo”

  1. Ip Address: 2001:b07:644f:d0c7:dc2:898e:c250:de6a

    Bell’articolo, bella anche la foto.. Finalmente è tornato il sorriso in sede, e in qualsiasi modo vada questa stagione NOI SIAMO IL CALCIO CATANIA

    CASCAMU SEMPRI ADDITTA COMU E JATTI

  2. Ip Address: 79.18.20.241

    Bravo Sempreforzact giusto così. Nessuno ci toglierà la prox stagione la serie c . Spero solo che il coronavirus non rovini la stagione come avvenuto quest’anno.
    Facciamo lavorare in pace Pellegrino e Guerini ed ovviamente mister Raffaele. Pian piano si costruirà La Rosa per la stagione 2020/21 .

  3. Ip Address: 87.15.26.10

    Ottimo articolo raggio libero, come sempre ben preciso. D’accordo con voi per quando riguarda la nuova proprietà che tra mille difficoltà è riuscita a a iscriversi al campionato dove piano piano sta assemblando la nuova squadra ❤️💙 e finalmente si rivede l’entusiasmo dei vecchi tempi

  4. Ip Address: 2.44.178.89

    Ho la sensazione che il prossimo campionato sarà più imprevedibile di quello appena chiuso e questo vale per tutte le squadre.
    Covid a monte in primis che non permetterà la presenza dei tifosi ed a cascata meno incassi al botteghino e sponsor e questo provocherà durante la stagione il ritiro di qualche club. Altra causa di imprevedibilità la rosa formata di 22 giocatori giocando una partita ogni tre giorni e con qualche infortunio, squalifica o positività Covid il numero dei giocatori si ridurrà ai minimi termini.
    Il Catania ha già 25 atleti e per puntellare con tre/quattro giocatori i ruoli più carenti dovrebbe prima piazzare sei o sette calciatori e poi prendere atleti fisicamente integri e che non si fanno espellere ogni due tre partite come Dall’Oglio. Pellegrino e Raffaele hanno un compito difficile e dovranno trovare la quadratura del cerchio visto che da una parte ci sono giocatori da piazzare con contratti pesanti e dall’altra il tempo stringe per arruolare i nuovi calciatori. Guerini credo che darà una grossa mano.

  5. Ip Address: 151.37.205.242

    Ciao a tutti, mio parere il centrocampo del Catania e abbastanza assortito e forte x la categoria abbiamo dentro tutto tecnica inserimenti combattivita io li confermerei tutti Vicente Salandria Welbek Angiulli Dall’oglio, e confermerei pure con un nuovo contratto anche Biagianti come uomo spogliatoio, prenderei solo un’altro centrocampista uno tra Kosovan e Pitarresi entrambi del Picerno e poi saremmo a posto, sugli esterni di centrocampo e punta centrale bisogna intervenire, in difesa basterebbe un centrale da aggiungere a Noce Silvestri e Mbende, Luigi Silvestri del Potenza non sarebbe male, Ciro Panico come riserva di Pinto e un giovane come riserva di Calapai e potremmo giocarcela x il 3 4 posto, x quest’anno, poi prossimo anno si deve x forza salire se no i 54 milioni di debiti aumenteranno non essendoci introiti in C

  6. Ip Address: 151.37.205.242

    X Vincenzo Dall’oglio potrebbe essere disciplinato da Raffaele, e secondo me Angiulli x il gioco di Raffaele é perfetto

  7. Ip Address: 87.15.26.10

    Buongiorno a tutti ❤️💙 Contatti con il Pescara per Andrea #DiGrazia.

    Ritorno possibile ma ancora nulla di concreto. Intanto merito alla notizia di presunte riunioni dirigenziali dirette all’entrata in S. I. G. I. Spa di Joe Tacopina la stessa proprietà del Calcio Catania smentisce.
    https://idearossazzurra.wordpress.com/2020/08/22/incontro-con-tacopina-s-i-g-i-smentisce/

  8. Ip Address: 2.44.178.89

    La Sigi ha ritenuto opportuno rilasciare il comunicato dopo aver appreso che forse la prossima settimana Tacopina tornerà a Catania per restarci una decina di giorni. La smentita precisa solo che ad oggi la Sigi non ha mai discusso un eventuale ingresso di Tacopina e non poteva essere diversamente visto che dopo la manifestazione d’interesse non sono stati altri passi avanti. Dopo i primi contatti verso una certa direzione è naturale che la Sigi dovrà riunirsi e decidere se rifiutare o meno una eventuale offerta.

  9. Ip Address: 93.44.87.90

    Ciao ragazzi, vabbè che Tacopina viene 10 giorni a Catania non ci vedo niente di strano, ci piaciu a granita cioccolatta e mandolla e si voli inchiri a panza.. 😀

  10. Ip Address: 93.44.87.90

    Anche io non vedo l’ora di tornare dopo 2 anni lontano dalla mia amata città, stavolta per rimanere e spero che mi diano la possibilità di tornare allo stadio..
    FOZZA CATANIA

  11. Ip Address: 2001:b07:645a:c57c:dd7b:51b6:41e4:f4a1

    Un mese fa ci lasciava il nostro grande Amico e Tifoso Armando. Ci manca tanto……… Un abbraccio a tutti e sempre Fozza Catania

  12. Ip Address: 2.44.178.89

    Sempreforzact ti auguro un pronto ritorno in città ma per il resto, al momento, non mi sembra che esistono le condizioni per tornare tutti allo stadio. Purtroppo esistono delle realtà che non spariscono per magia ed una di questa è che gli attuali Soci della Sigi, con le loro forze, non potranno affrontare in eterno i gravosi impegni della società e questo problema la Sigi dovrà affrontarlo e risolvere prima possibile. Sembra che stavolta Tacopina non verrà da solo ma con altri personaggi che di solito investono nei suoi progetti quindi trattasi di viaggio d’affari con contorno di granite ed arancini.

  13. Ip Address: 2001:b07:644f:d0c7:3dfd:f6e3:fe66:d6a8

    Quindi Vincenzo tu dici che l’affare lo faranno Tacopina e Co.
    Se ho capito bene..!?

  14. Ip Address: 2.44.178.89

    Sempreforzact dico che la Sigi con Tacopina o con Altri dovranno potenziare l’azionariato diffuso con personaggi forti come del resto loro stessi hanno sempre affermato. Se Tacopina accettasse le regole sposando il progetto Sigi sarebbe un errore girargli le spalle e gli attuali Soci rifiutando l’eventuale ingresso dovrebbero essere consapevoli che dovranno mettere le mani al portafoglio ogniqualvolta necessitano risorse per il calcio Catania.

  15. Ip Address: 87.15.26.10

    Buongiorno a tutti ❤️💙 Fabio Pagliara è giunto a Catania.Direzione TdG.qualcuno scrive che vuole lasciare cosa c’è di vero?

  16. Ip Address: 2.44.178.89

    Mexxican è risaputo che Pagliara ha una sua idea su come intende portare avanti il progetto ed oggi è venuto a TDG per ribadirlo a quelli che forse lo ritengono futuristico e conoscono come modello aziendale solo chi mette i soldi comanda. E’ naturale che una persona seria come Pagliara di fronte ad un ripensamento sul progetto da lui professato da sempre potrebbe fare un passo indietro. In altri termini non sarebbe Pagliara ad abbandonare l’idea originale ma i Soci della Sigi che nel tempo avrebbero cambiato la loro idea. In ogni caso quello che qualcuno ha scritto sono solo supposizioni e fughe in avanti ma non è detto che si avvera.

  17. Ip Address: 195.31.204.114

    Vincenzo.E allora ritorniamo al passato? 😡😡😡

  18. Ip Address: 2.44.178.89

    Mexxican. Qualora accadesse esiste questo potenziale rischio.

  19. Ip Address: 195.31.204.114

    Infatti……..

  20. Ip Address: 79.18.20.241

    Buongiorno ragazzi . Un pensiero ad Armando giustamente ricordato da Filippo. Riguardo al Catania…… aspettiamo.,se non arriva settembre poco si muove.
    Spero che Mbende venga convinto a rimanere. Capirei lasciasse il Catania per una squadra di B ma andare a Vercelli o Terni perché non rimanere almeno un altro anno a Ct e farsi le ossa? Possibile che ogni anno perdiamo il miglior difensore centrale della squadra? Riguardo ai fatti societari e’ indubbio che qualche altro deve entrare nella società per dividere i debiti pregressi ed anche logico che chi più investe più vuole avere peso ma si deve entrare nella logica dell’azionariato diffuso che non prevede un padre padrone ma un consiglio direttivo. Buone vacanze a chi ancora ha questa possibilità e a chi si accinge a tornare nella nostra bella Catania.

  21. Ip Address: 2.44.178.89

    Cataneseanapoli infatti in un modello ad azionariato diffuso la nomina della Governance è il momento più delicato e da questa scelta dipenderà il destino della società e non è un caso che ancora non sia stata nominata che lascia immaginare diversità di vedute. Per capire quanto sia delicata questa materia necessita prima fare una panoramica dei Pro e Contro delle società che usano tale modello con le relative aspettative dei Soci che mettono i soldi.
    I Pro delle società ad azionariato diffuso con una Governance composta di manager capaci sono ben viste dagli investitori e quindi facilitate a raccogliere capitali in qualsiasi parte del mondo ma solitamente sono sempre molto liquide ed i Soci che l’hanno capitalizzata guardano solo la remunerazione dei dividendi annuali che di solito è sempre generosa. Altro punto fondamentale è che con tale modello separa i Soci dalla Gestione e le società superano più facilmente le crisi di qualsiasi natura, compresi i mal di pancia di qualcuno, e quindi hanno una vita quasi eterna.
    I Contro sono che sbagliando nella scelta della Governance specialmente sull’argomento onestà potrebbero verificarsi delle distorsioni tra aspettative dei Soci ed interessi privati dei Manager nominati. Altro Contro importante è che di fronte alla necessità di un cambiamento strategico immediato per questo tipo di modello i tempi per attuarli diventano più lunghi e qualche volta capita anche di perdere il treno.
    Ora vediamo cosa ha in comune la Sigi con la panoramica che di solito distingue il modello azionariato diffuso dalle altre; la prima cosa che emerge è che la società non è altamente liquida e questo allunga i tempi della raccolta finanziaria nei confronti degli investitori istituzionali e l’altro punto fondamentale è che i Soci anche di fronte al conseguimento di utili non vedranno alcuna remunerazione per almeno per 15 anni per poter pagare i Debiti pregressi.
    Come potete desumere il progetto è ambizioso ma ci sono alcune criticità che vanno risolte ma per fortuna, in questo specifico caso, il calcio Catania a differenza della Sigi non è una società ad azionariato diffuso e la Governance una volta insediata di fronte ad una estrema ed improrogabile necessità potrebbe anche deviare il percorso e renderlo più appropriato all’azienda da gestire.

  22. Ip Address: 151.82.212.208

    Il Calcio Catania rende nota la risoluzione consensuale del legame contrattuale con il calciatore Federico Angiulli, che conclude così la sua esperienza in maglia rossazzurra. Al centrocampista lombardo, che con il nostro club ha collezionato 26 presenze e realizzato una rete, l’augurio delle migliori fortune personali e professionali.

  23. Ip Address: 82.53.35.103

    Ciao a tutti mi associo per salutare il nostro Armando.
    Speriamo bene per questa società che è nata per salvare il calcio catania,che si sbrighino,adesso gestirla sta diventando un problema perchè sono tanti i lavori da svolgere in tutti i settori.
    Vincenzo ci spiega molto bene diverse dinamiche burocratiche,certamente il non avere proclamato un presidente con la lista di tutti i ruoli ci fa capire che dentro c’è un fermento in atto e che ancora non hanno deciso. Speriamo che tutto si sbocchi ,perche senza nomine ufficiali non si riesce a sviluppare nulla,un saluto

  24. Ip Address: 2.44.178.89

    avvilito ma non sconfitto, non sono solo dinamiche burocratiche e tutto quello che viene dopo sul piano sportivo dipende dalla bontà di queste scelte. In questi casi necessità saggezza da parte di tutti non perdendo mai di vista l’obbiettivo primario che sarebbe fare prosperare la società che poi coincide con gli interessi di tutti i Soci. La Sigi potrebbe continuare con il suo progetto originario dell’azionariato diffuso per farsi trovare sempre pronta in qualsiasi momento a finanziare le necessità del calcio Catania e non diminuire la partecipazione del 95%. Dall’altra parte un Cda nel calcio Catania formato anche da Soci della Sigi ma con ampi poteri statuari (se occorre modificarli) di poter deliberare in autonomia anche aumenti di capitale senza dover passare prima dall’assemblea dei Soci Sigi. Bisogna lavorare in questa direzione per conciliare le necessità di tutti creando un modello societario Ibrido. Già per il solo fatto che esiste nel Cda un socio Sigi il classico azionariato diffuso è stato snaturato quindi continuare su questa strada e si troverà un compromesso.
    Un affettuoso pensiero per Armando che ci guarda da lassù.

  25. Ip Address: 195.31.204.114

    Un pensiero sempre al nostro Armando ❤️💙

  26. Ip Address: 62.18.177.59

    Vediamo quello che verrà prenderemo, questo sarà un anno particolare, di rinnovamento e spese opinate, certo vedo che obiettivi del Catania o firmano nuovi contratti o si a casa o altrove, però sarà vero che erano nostri obiettivi?
    Stanno lavorando a fari spenti, ed è meglio così, ci sorprenderanno o no? Aspettiamo

  27. Ip Address: 62.18.177.59

    Accasano

  28. Ip Address: 2.38.251.98

    Vi leggo sempre con piacere, purtroppo il peso dei debiti pregressi, la gestione del club e del personale è un impegno gravoso,da questo la necessità di reperire nuovi soci è evidente. Sicuramente ai nuovi soci/investitori interessano i dividendi, ma in un contesto di lega Pro o in prospettiva serie B e estremamente difficile avere un ritorno economico significativo. E allora dopo la spinta emotiva e di orgoglio adesso è il momento di trovare nuovi personaggi che abbiano le spalle larghe e convincere gli attuali soci ha continuare a rilanciare altrimenti al momento dell’All-in dovremmo passare la mano. Per quanto riguarda la gestione della squadra per adesso non mi preoccuperei poiché mister Raffaele penso stia vagliando i giocatori che ha disposizione e poi tenendo conto delle risorse a disposizione si farà il mercato. Squadre come il Palermo ad esempio ha bisogno di fare mercato poiché hanno un organico di una serie inferiore ma con prospettive ambiziose. Ma speriamo che li aspetti un bel po’di purgatorio😁😁😁😁

  29. Ip Address: 79.18.20.241

    Sempre puntuali e precisi i chiarimenti di Vincenzo. Riguardo alla squadra si apre un buco con l partenza di Angiulli per poter inserire un giocatore tenendo conto della lista bloccata.ho letto della proposta contrattuale a Biagianti che ritengo un giocatore oramai anziano per poterci dare una mano. Io l’avrei lasciato nel team ma come uomo immagine ed esempio per i compagni, liberando cosi un altro posto anche per giocatori che potrebbero arrivare anche in prestito. Comunque chi meglio della società può saperne e quindi fiducia piena a chi ci ha salvato dal fallimento con la speranza di trovare altri soci.

  30. Ip Address: 2.44.178.89

    Sicuramente piena fiducia a chi ci ha salvato dal fallimento ma ora gli stessi proprio per salvaguardare lo scopo che giustifica l’investimento e sacrifici dovrebbero mettere da parte gli individualismi ed essere disponibili a rivedere qualche propria idea adattandola alla necessità ambientale attuale. Un atto di saggezza !!
    Sono il primo a sostenere che l’azionariato diffuso rappresenta il modello societario del futuro e la Sigi fa bene a portarlo avanti ma con la consapevolezza che la strada della ricerca di nuovi Soci è lunga e che i loro tempi potrebbero non coincidere con le necessità finanziarie del calcio Catania. E’ difficile che un investitore assume rischi nella Sigi non liquida che oltre a non remunerare al 99% potrebbe essere chiamato a sottoscrivere aumenti di capitale per sostenere il calcio Catania. Pertanto per salvaguardare il bene di tutti il Cda del calcio Catania dovrebbe avere libertà di manovra statuaria per poter cercare quelle risorse anche verso Altri qualora la Sigi non fosse in condizioni di poterlo fare. Personalmente al posto di Nicolosi per salvaguardare la faccia ed il buon nome della propria azienda non accetterei mai la nomina di Presidente senza aver ottenuto prima quella libertà di manovra da Statuto che permette di coinvolgere Altri Investitori direttamente dentro la società calcio Catania.
    In questo momento non mi sento di parlare della squadra ma con il format 22 giocatori con tutta la stima verso Biagianti lo lascerei fuori e magari affidargli qualche altro ruolo.

  31. Ip Address: 2.44.178.89

    Con l’abbandono del concordato preventivo imposto dalla Federazione i tempi per aggredire i Debiti si sono drammaticamente ridotti ed i rischi notevolmente aumentati e chi aveva in tasca un progetto che richiedeva una tempistica di medio lungo tempo dovrebbe prendere atto che potrebbe non essere più adeguato.Girarci attorno crea solo danni ed IMPONE urgenti iniziative collaterali ed a sostegno del progetto originario .
    L’ingresso di nuovi Soci è la strada più semplice e meno onerosa ma come abbiamo già visto è un percorso lento e non tutti disponibili a farlo a determinate condizioni; pertanto, qualora perdurasse tale difficoltà ed in particolare un niente di fatto con Tacopina o Altri URGONO alternative realizzabili in tempi brevi per dare tutto quel tempo necessario al progetto originario di decollare..
    Un niente di fatto conTacopina non è dramma a condizione che il buon Pagliara subito dopo faccia deliberare alla Sigi un prestito Obbligazionario Convertibile in Azioni di 5 milioni (oltre non è possibile) con cedola decente e fissare tempi e rapporto conversione per coloro che preferiscono convertire Obbligazione in Azione. Il buon Pagliara visto che ha agganci in alternativa o in aggiunta potrebbe anche studiare di vendere TDG al Credito Sportivo e contestualmente ricomprarlo tramite leasing (classica operazione Lease Back )e questa operazione potrebbe farla direttamente in autonomia il calcio Catania Spa semprechè il Cda venga investito di pieni poteri.Insomma diamoci una smossa e guardiamo avanti e non fasciamoci la testa se non si concluderà niente con Tacopina !!!!!!!!

  32. Ip Address: 176.201.9.3

    Speriamo che i mattoni e le travi di debiti accumulati non crollino di colpo in testa ai vertici del calcio Catania. Concordo con quanto ha scritto Vincenzo e speriamo che si parta con la campagna abbonamenti con l’Augurio di stipulare tantissimi abbonamenti anche a stadi chiusi perché vuol dire aiutare e dare un segnale a questa nuova società che ha salvato matricola e storia. Ho letto che l’attaccante Sarao e’ stato accostato da qualcuno al Catania. Qualcosa si muove anche sotto l’aspetto prettamente calcistico

  33. Ip Address: 2.44.178.89

    La Sedia, ha bisogno 4 piedi, una spalliera per la schiena ed una seduta dove poggiare il popò a prescindere dei materiali usati. Idem per il percorso da seguire su come reperire risorse finanziarie nelle aziende di qualsiasi settore di appartenenza che si trovano nelle stesse condizioni del calcio Catania. Nulla da inventare poiché gli strumenti sono identici per tutti e necessita solo filtrare quelli fattibili a secondo della composizione dell’Attivo e del Passivo di ogni azienda e dalla forza economica della proprietà.
    Come Attivo da smobilizzare esiste solo TDG quello che potrebbe portare in sei mesi 10/15 milioni di liquidità con determinate operazioni poi non esiste altro. Non è realistico sperare in affidamenti bancari di una certa misura per vari motivi e nutro qualche perplessità che gli attuali Soci potranno fa fronte alle esigenze di liquidità del calcio Catania specialmente per il primo anno. Pertanto le risorse dovrebbero arrivare da fonti esterne e personalmente ritengo un azzardo pensare che, nel breve periodo, arrivassero solo dal progetto marketing di Pagliara. Alla lunga il progetto decollerà ma bisogna studiare delle operazioni ponte per non correre il rischio del disallineamento della tempistica tra le esigenze del calcio Catania e risorse incamerate con il progetto Pagliara.
    Con un nulla di fatto con Tacopina le operazioni ponte di 2/3 anni faciliterebbero il compito a Pagliara ed in fin dei conti qualora la sua iniziativa si rilevasse vincente fin dalle prime battute NULLA vieterebbe il rimborso anticipato, senza alcuna penalità, di un eventuale prestito Obbligazionario Convertibile. Certe operazioni non sono da leggere contro Pagliara ma a supporto del suo stesso progetto e non sarebbe saggio rifiutarle ed aver sotto pesato tutte le incognite e rischi che esistono sempre in tutti i progetti ed in particolare quelli di una Sedia con tre piedi. Alcuni architetti hanno tentato nel tempo di fare qualcosa di diverso ma i fatti dicono che per non ribaltare al minimo movimento falso è più prudente avere sotto il popò una Sedia con 4 piedi.
    Gli abbonamenti a perdere dei Tifosi sarebbero sicuramente graditi ed anche nella migliore delle ipotesi che se ne facessero 10.000 (che non credo) alla media di 150 cad. la cifra anche se non trascurabile sicuramente sarebbe molto lontana alle esigenze del primo anno.

  34. Ip Address: 151.46.221.180

    Buongiorno a tutti ❤️💙 Calcio Catania, sono ore decisamente bollenti!
    34 minuti ago Redazione

    Joe Tacopina ha incontrato SIGI a Torre del Grifo per parlare di Calcio Catania. Non filtrano ancora informazioni dettagliate relativamente all’esito dell’interlocuzione tra le parti, durata circa due ore, ma potrebbero essere state gettate le basi per una collaborazione d’affari in rossazzurro. Vigili in attesa di novità rilevanti dunque sul fronte societario, va rilevata anche la cessione non ancora ufficiale ma ufficiosa viste alcune recenti dichiarazioni per mano di dirigenti della Viterbese, dell’addio al Catania del difensore Emmanuel Mbende, che si accasa proprio col club laziale.. qualcuno mi può spiegare meglio?

  35. Ip Address: 176.200.211.21

    E così anche quest’anno il nostro miglior difensore centrale si è trasferito ad altra squadra . Una giallo blu. Pensate sia il Verona? Il Parma? Il Chievo ? Ebbene no! Alla viterbese che con tutto il rispetto non è accostabile al calcio Catania per numero di tifosi e storia.
    Apprenderlo poi dal presidente della squadra laziale senza che ci sia stato un comunicato ufficiale sella società mi pare lontano ai proclami di trasparenza che la nuova società si e’ promessa.
    Peccato . Si sta continuando con il vecchio andazzo della passata gestione confermato dall’organo gramma societario che vede ancora cariche affidate a persone che facevano capo alla Finaria.
    Mbende dopo la cura Lucarelli si stava avviando a diventare uno dei centrali più forti della categoria e la società non lo ha convinto a rimanere. Che ci spieghi il DS il perché e chi ha intenzione di portare a Ct al suo posto

  36. Ip Address: 62.2.176.13

    credo che senza soldi non si canta messa. e come sembra soldi non ci sono. ci sono tante idee………………
    Vediamo l’evolversi della vicenda

  37. Ip Address: 2.44.178.89

    Da quello che si dice per l’idea di gioco di Raffaele ed in particolare giocando con tre centrali Mbende non avrebbe tutte le caratteristiche ritenute necessarie per occupare quel ruolo. I Tifosi conoscono il passato ed ognuno ha maturato la propria idea però avendo dato finalmente carta bianca al tecnico di consigliare i profili più adatti bisogna solo prendere atto. Il vero guaio è non poter fare lo stesso ragionamento per altri giocatori con stipendi pesanti e difficile da collocare.

  38. Ip Address: 2.44.178.89

    E’ discutibile che la Federazione ha deferito e sanzionato solo Astorina ed il calcio Catania per non aver pagato stipendi e non presentato documenti entro maggio 2020. Esisteva un Direttore Generale che rappresentava la massima figura della società che avrebbe dovuto intervenire per colmare le disattenzione di Astorina ma stranamente la Federazione non ha preso nessun provvedimento contro di lui.
    E’ risaputo che la Giustizia Sportiva può fare e disfare come meglio crede ma in quella Ordinaria esistono i codici da fare rispettare ed è interessante vedere se la Sigi approverà “senza riserve” il bilancio 1/7/2019 al 30/6/2020.Entro fine settembre vedremo o fuochi d’artificio o tutto sereno e risolto.

  39. Ip Address: 2a01:cb19:773:5b00:812c:b31f:a4d6:8258

    Solo per capire…i famosi (almeno) 2 punti di penalita’ per il prossimo campionato ci saranno o esiste qualche remota possibilita’ che non ce li diano ? 😀

  40. Ip Address: 2.44.178.89

    Vale purtroppo i 2 punti di penalizzazione restano e già siamo stati fortunati che con l’ultimo deferimento hanno scelto la strada della sanzione amministrativa e non quella di togliere altri punti. Forse con un ricorso si potrebbe ridurre solo a uno ma non ho idea se i termini sono scaduti e neanche se ci sono ragioni valide per ottenere un atto di clemenza. Spero solo che questi 2 punti risultassero ininfluenti nella classifica finale del prossimo campionato.

  41. Ip Address: 82.55.152.207

    buongiorno ragazzi. penso che i due punti di penalità oramai siano scontati. E’ ufficialmente arrivato il terziono sx andrea Zanchi che spero non rappresenti un addio a Pinto ma solo ua alternativa al nostro giocatore in rosa. aspettiamo in attesa del calendario la cui data e’ stata rinviata in attesa di conoscere la sentenza per il Picerno che potrebbe essere penalizzato e scensere in D con il foggia pronto a subentrare al suo posto.oggi alle 15,30 presentazione dello staff tecnico

  42. Ip Address: 62.2.176.13

    L’avv. italo-americano Joe Tacopina, tramite il sito ufficiale del Calcio Catania, ha inoltrato un suo messaggio dove ha manifestato il chiaro interesse ad acquisire quote del club. Questa la nota ufficiale apparsa sul sito etneo:

    Con la massima chiarezza nei confronti dei tifosi del Catania e in segno di rispetto nei confronti dei numerosi giornalisti che mi hanno contattato, concludo il mio breve ma intenso viaggio in Sicilia con questa nota, ringraziando la SIGI, il Calcio Catania e in particolare Gaetano Nicolosi per l’apertura e l’accoglienza che ho ricevuto.

    Non c’è alcun mistero e non sono stati necessari fiumi di parole per capirci. Ho manifestato chiaramente alla SIGI il mio interesse ad acquisire quote del Calcio Catania.

    Torre del Grifo è un gioiello, ho avuto modo di visitare la struttura ed è davvero un’eccellenza, ma il mio interesse non si limita al centro sportivo, riguarda il club e non semplicemente un suo asset.

    Credo fermamente nelle potenzialità del Calcio Catania e ne conosco la storia, sono ambizioso ma un investitore serio, e il calcio ha bisogno di investitori seri. Il processo di revisione della situazione finanziaria è molto complicato a causa dei debiti assunti in passato, dunque ogni aspetto deve essere valutato con estrema attenzione, prima di formulare una proposta concreta.

    Una proposta può prevedere molte opzioni. Per capire quale sia quella giusta si tratta di comprendere a fondo tutti i risvolti economici necessari per valutare un piano di rilancio. Per questo non abbiamo ancora formulato un’offerta ma, con la piena disponibilità della SIGI e del Calcio Catania, stiamo svolgendo la due diligence.

    In un mese circa a partire da oggi, il mio team coordinato dall’avvocato Salvo Arena analizzerà tutte le questioni di rilievo relative all’azienda e infine mi prospetterà la situazione nella sua globalità. A quel punto, formulerò la mia proposta.

    Nel frattempo, noi e la SIGI lavoreremo in silenzio, rispettando un patto di riservatezza che è stato firmato non per nascondere ma per agire con senso di responsabilità e per rispettare gli equilibri intorno al Calcio Catania e alla squadra, evitando un eccessivo clamore.

    Il dialogo con Gaetano Nicolosi, con l’avvocato Giuseppe Augello e con gli altri componenti della SIGI è sempre cordiale e prezioso al fine di trovare insieme la soluzione migliore. È mia grande intenzione, insieme a Gaetano Nicolosi e alla SIGI, riportare il Catania agli alti livelli del calcio italiano.

    La Sicilia è da sempre nel mio cuore, non solo per le mie origini ma anche perché i siciliani sono genuini e passionali. In questi giorni, ho ricevuto tanti messaggi e attestati di stima che mi hanno reso orgoglioso e molto felice, toccandomi profondamente. Non lo dimenticherò. Voglio essere chiaro, il mio interesse, entusiasmo e passione sono rivolti esclusivamente al progetto Calcio Catania.

    Grazie, Catania
    Joe Tacopina

  43. Ip Address: 2.44.178.89

    Tacopina dimostra di essere un uomo d’affari serio che rispetta stile e discrezione come tutti coloro che rientrano in questa sempre più rara categoria. Poteva benissimo inviare quanto scritto alla stampa visto che un Socio della Sigi qualche giorno lo aveva chiamato in causa rilasciando dichiarazioni fuori luogo ma ha preferito prima chiedere il permesso alla Sigi e calcio Catania, infatti, il comunicato è stato inviato alla stampa dal Catania e non da Tacopina. Questo modo di fare per un personaggio in cerca di visibilità è fantascienza.
    Certi discorsi tipo “Tacopina una volta fatto l’affare ed averci guadagnato scappa e ritorniamo al punto di prima” danno la misura che ci sono persone compresi tanti giornalai che non hanno la minima idea della distanza che separa dalla realtà con i loro discorsi; non riescono a capire neanche le cose i concetti più elementari che per fare un affare prima un bene deve rivalutarsi e secondo che per realizzare una plusvalenza deve esserci un compratore disposto a pagare il prezzo richiesto. A tutte queste persone che soffrono di miopia cronica non gli bastano neanche le prove della Roma, Bologna e Venezia dove Tacopina ha indubbiamente guadagnato ma ha venduto a Gruppi rispettabilissimi che stanno portando avanti le società forse meglio di Lui. Un giorno potrebbe anche succedere che di fronte ad un buon margine di guadagno Tacopina decidesse di vendere ma se nessuno sarebbe disposto a comprare al prezzo richiesto non potrà mai liberarsi né potrà fuggire portando via TDG con un tir.
    Dovremmo invece pregare che la società prosperasse con o senza Tacopina fino a tal punto di creare le premesse delle plusvalenze per coloro che intendessero vendere. Solo così i Tifosi e del Catania potrebbero ritrovarsi nelle medesime condizioni dei Tifosi della Roma. Bologna e Venezia e non sparando discorsi che non hanno testa e coda.

  44. Ip Address: 62.18.174.242

    Amici a parte tacopina o no, la società sta lavorando a 360 gradi, e se teniamo conto quello che abbiamo sfiorato, e quello che stanno facendo dobbiamo dire mille volte grazie, non dobbiamo che parlare finalmente di calcio, di calciomercato di calcio giocato.
    Lavorano in silenzio ma lavorano e a noi interessano i fatti.
    Sempre forza Catania 46 un saluto a tutti i tifosi o simpatizzanti per i nostri colori ciao

  45. Ip Address: 2001:b07:5d2e:3854:e417:ea03:7952:6a36

    Sicuramente i fatti li hanno fatti hanno salvato il Catania per me è sufficiente e non pretendo altro.Tutto ciò che faranno sarà tutto di guadagnato

  46. Ip Address: 2001:b07:5d2e:3854:e417:ea03:7952:6a36

    😛 i fatti li hanno fatti non suona bene

  47. Ip Address: 151.46.56.131

    Tacopina o no. Tanto di cappello alla SIGI stanno facendo un buon lavoro

  48. Ip Address: 2.44.178.89

    Eravamo spacciati e nessuno poteva immaginare di rimanere in vita ed iniziare un altro campionato in serie C. La Sigi merita rispetto e va solo elogiata e concordo con Gaetano che tutto quello che viene è tutto di guadagnato. Naturalmente si spera che dopo aver toccato il fondo ricomincia la risalita anche in forma lenta e graduale e sembra che la volontà non manca..

  49. Ip Address: 151.36.196.232

    Tutti vogliono accapararsi Vano. Certo ci sarebbe un appartamento più grande. :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  50. Ip Address: 176.201.7.163

    Sono d’accordo con voi. Per ora la nuova società ha salvato il Catania e noi vivremo un campionato in questa serie anziché perdere tutto.
    Speriamo che i giocatori che rimarranno a Catania ed i nuovi lottino e si impegnino ma ancora serve qualcosa specialmente in attacco e tra i difensori centrali.
    Attendiamo con fiducia le prossime mosse ma va da se che i debiti Non si cancellano con un colpo di spugna. Speriamo nel l’arrivo di nuovi soci all’interno del gruppo

  51. Ip Address: 151.19.28.22

    Grazie Sigi per aver salvato il Catania.
    Finalmente abbiamo persone serie e non più il ferroviere dei treni del goal e il tibetano campano dai modi rozzi e villici
    Mai più sceneggiate alla Mario Merola nelle conferenze stampe dove spesso i giornalisti meno servili venivano insultati e cacciati!

  52. Ip Address: 2.44.178.89

    Dalle ultime notizie,anche se ancora non ufficiali, sembra che la Sigi abbia nominato direttore marketing Santagati (credo uno dei Soci). Non è chiaro se questa scelta sia frutto di un possibile passo indietro di Pagliara; se la notizia venisse confermata o qualcuno non spiega il motivo di questa scelta sembra evidente che i Soci della Sigi siano orientati a prendere la strada che si allontana sempre di più al progetto Pagliara e che si avvicina invece all’ingresso direttamente nel calcio Catania di Tacopina o Altri imprenditori forti. .

  53. Ip Address: 151.82.187.186

    Il Palermo prenderà in questo dí.. Vano. E noi gli faremo salire il Gatto. :mrgreen: :mrgreen:

  54. Ip Address: 2.44.178.89

    Dopo aver visto la presentazione della Card le perplessità manifestate in questi giorni trovano tante conferme. Ormai è evidente che il progetto Pagliara non è la prima scelta per una questione di tempi ed i Soci della Sigi hanno urgenza di capire quale strada percorrere nell’immediato. I componenti della Sigi si aspettano dalla città ed in particolare dai Tifosi lo stesso gesto di follia fatto da loro e dall’esito di questa iniziativa presentata oggi si faranno una idea quale posizione prendere prima nei confronti di Tacopina e poi di fronte ad eventuali altri esborsi. il messaggio di Nicolosi è chiarissimo quando dice ” conquistati o conquistatori “. Non entro nel merito sulla validità dell’iniziativa in quanto trattasi solo di un gesto d’amore verso la matricola ed ogni considerazione di convenienza o meno da parte dei Tifosi diventerebbe fuori luogo ed anche inopportuna.

  55. Ip Address: 62.18.154.106

    Vincenzo concordo per ciò che hai scritto, la tua disamina mi trova in linea, certamente vogliono vedere dove arriva il tifoso catanese, anche se personalmente non condivido a pieno ma rispetto, intanto la società continua le sue trattative e aquisti e cessioni, certo siamo tutti più rilassati, ma dobbiamo sperare sempre che tutto vada bene,perché non ci scordiamo che i creditori bussano sempre,anche se il peggio è passato.
    Un cordiale saluto a tutti e buona serata

  56. Ip Address: 62.18.154.106

    Vincenzo hai avuto un presentimento,
    hai ragione un saluto

  57. Ip Address: 2.44.178.89

    Avvilito ma non sconfitto secondo il mio modesto parere la Card non potrà mai trovare tutte quelle risorse che la Sigi chiede in un contesto sociale, economico ed anche caratteriale dei Catanesi abituati a giudicare e comandare con i soldi degli altri. Ritengo che i Soci della Sigi l’hanno già messo nel conto e speriamo che Tacopina si faccia avanti prima di fine mese. Intanto Pagliara ha già fatto un passo indietro in modo ufficiale sempre con stile e garbo.

  58. Ip Address: 2.38.248.12

    Le Card non sono state ideate per risolvere i problemi di liquidità della società,ma bensì dper avvicinare e rendere partecipi i tifosi della nascita di ardua impresa. Nel contempo a ottemperare alle minime spese gestionali che sarebbero anch’esse difficili da gestire ,visto il perdurare della chiusura degli stadi. Ed infine (forse) a invogliare un nuovo investitore se ci sarà una risposta cospicua della tifoseria.. io nelle mie possibilità la farò , per appartenenza e riconoscenza.

  59. Ip Address: 62.18.154.106

    Purtroppo dispiace non potere assistere allo sviluppo delle idee di Pagliara

  60. Ip Address: 79.31.255.112

    Io posso capire Pagliara, si tira indietro e non sembra d’accordo con l’iniziativa della tessera del tifoso. Ma i soci SIGI ritengono urgente il coinvolgimento del catanese per il Catania. A mio avviso non ricaveranno un grosso successo, ma comunque sarà un sondaggio per capire tante cose. Fermo restando che chi ha fondi cospicui può richiedere di far parte di SIGI. Spero comunque che Pagliara non prenda le distanze e rimanga a sostegno, come di fatto ha dichiarato. Bella la frase “chi none é catanese non agisce col cuore agisce col calcolo” … Tacopina aspetta tempi sicuri quando i rischi sono minimi. Comunque se riescono a fare la squadra con gli svincolati devo dire che certo sono cauti e oculati. La cosa che fa più paura a questo punto è la formula delle promozioni con contagocce in lega pro.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu