Ricominciamo dall’Udinese

 Scritto da il 12 marzo 2013 alle 19:00
Mar 122013
 

ForzaCatania

Personalmente, con tutta la rabbia che ho in corpo, non so da dove e come cominciare. Invece no, non è vero, smentisco me stesso,e dico subito , per inciso, che desidero ringraziare i nostri giocatori tutti, per le energie profuse nelle ultime due partite e per l’impegno messo in campo per raggiungere risultati che non solo dovevano essere finalizzati alla conquista di un traguardo che guardava  verso l’Europa, ma che, oltre tutto  rappresentavano due occasioni per  dare maggiore sostanza ad un campionato che tante soddisfazione ha regalato noi catanesi e che non mancherà di regalarci nel suo prosieguo. Un grazie di cuore, va all’allenatore e al suo Staff, per quanto prodotto fino adesso e per come ha cercato di dare concretezza alle esibizione dei  giocatori a sua disposizione.

Noi siamo convinti che, in queste ultime due esibizioni, Inter e Juventus, ad avere inciso in modo determinante,sia stato, per un verso, la voglia di fare propria la partita, e, nel secondo caso,abbia avuto il suo peso la carenza di organico per indisponibilità, a vario titolo, di alcuni componenti l’organico . Esaminando taluni episodi a mente fredda, è certo che se ci siamo rimasti male noi tifosi, se la rabbia ci ha impedito persino di ascoltare commenti e servizi televisivi e non, immaginiamo la delusione e lo sconforto che  hanno subito i giocatori e tutto l’ambiente, al di la del fatto che loro sono professionisti e quello è il loro lavoro, noi non giustifichiamo Legrottaglie o Spolli ma, i momenti di tensione sono terribili. Magari fai la “fesseria”, un secondo dopo te ne rendi conto e ti penti amaramente per avere aggiunto la beffa al danno. Ma, forse, tutto questo è determinato dalla carica agonistica che ti porti dentro che è sinonimo della voglia di far bene e al tanto reclamato  attaccamento alla maglia. Certo  è che anche il  Presidente Pulvirenti, a proprio modo, dà libero sfogo alla sua delusione e alla sua rabbia, per l’esito finale delle due ultime prestazioni della squadra .

Nei confronti del Presidente Pulvirenti , noi nutriamo la massima stima e il più alto grado di gratitudine per i risultati raggiunti,però, quando afferma che manchiamo di “maturità”, vogliamo interpretare la sua affermazione proprio  come conseguenza logica di una “sentimento ” passeggero dettato dalla delusione del momento. Per conto nostro, potremmo concordare con lui solo se la sua affermazione avesse l’intenzione di considerare che al suo Catania mancano “dei contenuti di ordine e di carattere generale” e non intendesse soffermarsi solo sulla capacità di reggere il peso della partita oltre il novantesimo, perché e nostra opinione che gli uni( i contenuti) sono la causa e l’altro l’effetto. Nel senso che i contenuti di ordine e di carattere generale in possesso della Società Calcio Catania, in termini soprattutto economici,quindi le capacità di investimento, sono tali da permettere alla squadra, e più strettamente al suo organico, di raggiungere un grado di “maturità”, calcisticamente parlando, da 100 e lode, laddove l’esame verte nella “collocazione tra le provinciali del Campionato”. Abbiamo raggiunto  e siamo “maturi” per primeggiare tra le squadre di un certo “livello”, non siamo “maturi” per competere con le “grandi”, tranne che episodicamente.

Non abbiamo un sostituto di Bergessio e la sua assenza costringe l’allenatore a strategie non dico di contenimento ma che, gioco forza, costringono i giocatori degli altri reparti a compiti di interscambiabilità che li portano ad esaurire prima del tempo le loro energie, non solo fisiche ma, soprattutto psicologiche, cioè all’appannamento delle idee. Non sappiamo gestire  e tenere la calma necessaria per non subire provvedimenti disciplinari ? ma anche questo fa parte del grado di “pressione” che subisci in campo, quando non hai più energie da spendere.

Noi non possiamo competere quali appartenenti alla   casta delle “grandi”  perché abbiamo limiti ben precisi nelle capacità di investimento e in qualcos’altro ed altro. Però quest’anno, consapevoli  che con i se e i ma non si arriva da nessuna parte,nonostante l’infortunio di Barrientos, la grossa fesseria fatta da Legrottaglie, le condizioni a dir poco sconfortanti di Almiron, l’assenza forzata di Bergessio, Biagianti a mezzo servizio e quanto altro, del quale vogliamo tacere, ed i risultati degli incontri con Inter e Juventus , siamo ancora lì ad occupare un posto in classifica di tutto rispetto e siamo convinti, o quanto meno speranzosi  che , qualche volta, il livello di “ maturità”  può anche costituire l’ eccezione che costituisce la regola. Il Verona ha vinto il campionato, il Cagliari ha vinto il campionato.

Noi non pretendiamo di vincere il campionato, ma ci rendiamo conto che,a giudicare delle prestazioni, che noi giudichiamo positive, messe in campo dai giocatori del Catania  negli ultimi incontri, dalla, a dir poco penosa, girandola di risultati negativi a cui, domenica dopo domenica,   vanno incontro le pretendenti alla partecipazione ai tornei europei, la loro mancanza di continuità di risultati, che due delle dirette concorrenti a posti di riguardo in classifica, cioè Udinese e Lazio, saranno le nostre prossime avversarie e, a guardar bene il resto del calendario, le ultime otto partite non presentano particolari ostacoli al commino verso traguardi migliori degli anni passati,  ci lasciano ancora la porta aperta per il conseguimento di un posto in classifica che andrà ben oltre l’ottavo posto attuale.

Mettiamo punto a quanto è successo fino adesso e, cominciamo daccapo. Affrontiamo l’Udinese di Guidolin, il quale prima afferma di non sopportare il Catania collocato in un posto migliore in classifica della sua Udinese e dopo, in vista dello scontro diretto, tesse l’elogio della squadra catanese, affermando che gli ultimi risultati non fanno giustizia alle prestazioni della squadra di Maran, confrontiamoci con la Lazio e dopo… le rimanenti otto partite affrontiamole con il piglio giusto. Magari solo per facilitarci la partecipazione alla Coppa Italia Tim dell’anno prossimo. Certo, noi abbiamo avuto modo di apprezzare la professionalità di Mister Maran che consideriamo un bella persona, però…le voci di mercato già circolano e se ci lasciamo distrarre, diventa quasi inutile vedere le partite. Chiaro?

 

  112 Commenti per “Ricominciamo dall’Udinese”

  1. Ip Address: 85.41.235.41

    Buona sera a tutti….
    è da 2 settimane che sento parlare di speranza 😉 😉
    i giocatori e l’allenatore dicono sempre dopo la sconfitta ( Inter, Juve ), adesso ci rifacciamo nella prossima partita….
    Noi vogliamo i fatti non le chiacchiere, perchè ancora nella mente abbiamo presente il campionato scorso con Montella, raggiunta la salvezza la squadra ha mollato di brutto.

    —————————————-FORZACATANIA————————————–

  2. Ip Address: 85.41.235.41

    Catania-Legrottaglie, un anno di contratto poi allenatore delle giovanili
    12.03.2013 15.11 di Antonio Vitiello

    Secondo indiscrezione raccolte da TMW, la settimana prossima ci sarà un incontro tra la dirigenza del Catania e il difensore Nicola Legrottaglie per il rinnovo contrattuale che dovrebbe essere sulla base di un anno. Dopodiché l’ex Juve potrebbe essere inserito all’interno del settore giovanile come allenatore.

  3. Ip Address: 79.2.101.87

    Ciao Saretto complimenti per l’articolo.
    Sulla partita contro la Juventus non ho nessun rimprovero da muovere né alla squadra né a Maran: non siamo stati fortunati e basta.
    Per quanto riguarda l’incontro contro l’Inter ancora non l’ho digerito, almeno il pari Maran lo doveva tenere, ha perso ( assieme alla squadra) perchè ha cercato a tutti i costi di vincere e in certi frangenti bisogna sapersi accontentare, anche se con Legrottaglie e Bellusci disponibili il Catania non avrebbe mai perso.
    La mia rabbia è stata maggiore perchè la nostra sconfitta è avvenuta contro una squadra che in questo momento non vale il Catania e Tottenham e poi il Bologna l’hanno confermato.
    Ciao Joe, tre settimane fa quando scrivevo vediamo quanti punti avrà il Catania dopo le partite contro Parma, Inter e Juventus volevo sottolineare che temevo un calo mentale e psicologico, per fortuna non c’è stato. A Parma abbiamo vinto e contro Inter e Juventus, nonostante le sconfitte la squadra si è espressa su livelli apprezzabili.

  4. Ip Address: 79.2.101.87

    Un caro saluto a Peppe e Mario ( la prossima volta quando capiterà l’occasione il caffè lo dobbiamo prendere davvero) a Giorgio, Ben, Saretto, Salvatore Grasso, Angelo, Vittorio, Pippo “Mongibello”, Lux e a tutti coloro che amano il Catania.
    A tutti una buona serata. :sciarpa:

  5. Ip Address: 79.55.59.30

    buona sera a tutti fratelli dal cuore :catania: ciao saretto ottimo commento ciao joe condivido in toto il tuo post n.1forza catania sempre e sabato vediamo landazzo cosi capiamo se la nostra squadra vuole raggiungere o quanto meno superare i 50 punti sogni rossazzurri a tutti :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :salve:

  6. Ip Address: 72.226.121.41

    Mancano dieci minuti all’inzio della partita del lMILAN.Per una volta,cerchiamo di essere solamente italiani e gridiamo insieme FORZA MILAN


    i

  7. Ip Address: 82.55.239.146

    Buonasera raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Ciao joe, Angelo, Prof, Saretto (uon commento) e Salvatore!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    Salvatore anche se il Milan e’ una squadra italiana e’ molto odiata da una parte di tifosi napoletani e non.
    Qui in Italia la partita Barcellona-Milan viene trasmessa solo a pagamento e non in chiaro.
    Comunque in questo momento il Barca vince per 3 a 0.

    Sogni rosso e azzurro a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  8. Ip Address: 72.226.121.41

    Niente da dire sulla vittoria del Barcellona perche’ c’e’stata solo una squadra in campo e quindi gli spagnoli accedono meritatamente ai quarti di finale.E’ facile individuare il momento chiave della partita[the turning point come di dice qui in America] perche’ dopo che Niang ha fallito il gol del pari,messi ha segnato la rete del 2 a zero.Troppo forti i catalani,troppo timidi i milanisti.SI Puo’ solamente ,da parte dei milanisti,iimprecare al sorteggio che li ha fatti ancora una volta capitare con la squadra che probabilmente vincera’ il torneo.SEMPRE FORZA CATANIA

  9. Ip Address: 95.245.182.159

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Qui Napoli e dintorni, cielo grigio e freddo accettabile.
    Mazziatone del Barcellona al Milan!!!

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  10. Ip Address: 212.195.241.127

    Buongiorno a tutti pari

    Ciao Giorgio, oggi te la do’ io la meteo dopo un quasi febbraio ed inizio primaverile, tra Domenica e Martedi qui si è sviluppata una tempesta di neve che ha paralizzato tutto il nord della Francia :incavolato: :incavolato: :incavolato: :incavolato:

    Riguardo Milan Barcelona Allegri ha le sue colpe, non puo’ andare a sfidarli in casa loro lasciando in panchina Nocerino e Muntari a centrocampo e poi schierare 2 ragazzini senza esperienza in questo genere di partite in avanti.

    Se schierava Robinho e Bojan forse…….tutte le volte (quasi niente) che il Milan attaccava, c’erano i presupposti del gol……ma i se ed i ma… pero’ debbo dire che il Barça di ieri sera era incontenibile, e Mascherano ha fatto la differenza con Milano, con i suoi lanci lunghi obbligava i milanisti a difendersi 15 metri indietro ed è li che si è decisa la partita, ma lasciatemelo dire, il Barça principalmente per me è Iniesta.

    Ciao Saretto

    se io sapessi scrivere, avrei scritto tutto quello che dici nel tuo ottimo articolo :salve: :salve: :salve:

  11. Ip Address: 72.226.121.41

    L’essere sportivi comporta necessariamente accettare anche la sconfitta ,quando e’ meritata.Il Milan ,ieri sera,non e’ mai stato in partita e all’infuori dei minuti finali dove poteva scapparci il gol che avrebbe capovolto la situazione[ma sarebbe stato un furto in piena regola[ha giocato da vittima predestinata e apparendo anche piu’ brutto di quanto era.Si,potevano essere schierati altri giocatori ma sono sicuro che il risultato non sarebbe cambiato.Ho notato una nota positiva ed e’ stata la direziione arbitrale.Nessuna delle due squadre si e’ lamentata e questo fa bene al calcio in generale.Vorrei poi parlare delle squadre in lotta per evitare la retrocessione e spendere due parole per il Siena che secondo me,sta facendo un grande campionato e che non merita di scendere nella serie inferiore.Forse per la compagine del Palio,e’ stata nociva la sconfitta interna contro l’Atalanta ma ancora si puo’ salvare E ora prepariamoci a tifare rosanero perche; i cugini cercheranno di espugnare il Meazza…..C’e poco da ridere perche’ si sa che nel calcio tutto e’ possibile ed e’ per questo che e’ lo sport piu’ bello del mondo.SEMPRE FORZA CATANIA

  12. Ip Address: 79.55.59.30

    buona sera a tutti fratelli dal cuore :catania: Stampa: Pulvirenti ed il “patto” per l’Europa

    La rassegna delle notizie inerenti il Catania: A Gomez brucia ancora la sconfitta contro la Juventus e la condotta dell’arbitro Giannoccaro. Il presidente Pulvirenti pensa già all’Europa. Maran solleticato dall’offerta del Napoli “per ora penso solo al Catania”.

  13. Ip Address: 79.2.101.87

    Un caro saluto a tutti gli amici.
    Ciao Salvatore Grasso, la superiorità del Barcellona nei confronti del Milan è stata evidente e non si può discutere, tuttavia concordo con Chiarezza (ciao Vittorio) quando afferma che Allegri ha le sue colpe, infatti, secondo me, il tecnico dei rossoneri oltre alla formazione ha sbagliato l’approccio mentale alla gara.
    Nel campionato spagnolo il Barcellona ha subito reti in ben 21 gare delle 27 disputate e il Milan poteva e doveva segnare.
    Non dimentichiamo che una sconfitta per 3-1 o 4-2 avrebbe qualificato la squadra di Allegri.
    Riguardo al Siena ribadisco ciò che ho scritto a settembre: per me alla fine faranno sul campo dai 40 ai 42 punti che con la penalizzazione diventano 36 punti.
    Credo che per i toscani alla fine arriverà un’amara retrocessione, fermo restando che i nostri sono solo pronostici e non sentenze.
    A tutti una buona serata.

  14. Ip Address: 79.2.101.87

    Ciao Angelo, mentre scrivevo è apparso il tuo ultimo post.
    Ma da Giannoccaro di Lecce cosa ci aspettavamo? Questo è l’arbitro che non ha visto ( o ha fatto finta di non vedere) in Fiorentina- Catania 2-2 un pallone di Barrientos dentro più di un metro, per fortuna nostra poi ribadito in rete da Max Lopez.
    Nuovamente a tutti una buona sera.

  15. Ip Address: 79.55.59.30

    CATANIA, GOMEZ: “BRAVA JUVE, MA CHE ERRORE L’ARBITRO” (La Gazzetta dello Sport)

    L’attaccante argentino sulla sfida persa coi bianconeri: “Brutta sconfitta ma quella con l’Inter brucia di più”

    “Alejandro Gomez torna sulla sfida persa dal suo Catania allo Stadium contro la Juventus. L’attaccante argentino è molto deluso del risulato: “Domenica scorsa l’arbitro ha sbagliato: abbiamo delle colpe sul gol subito – spiega, ma prima c’era un fallo netto su Castro. Complimenti alla Juventus, gioca bene ed è prima in classifica con merito, ma l’errore arbitrale è stato determinante, così come altre decisioni”. Dopo l’avvicinamento alla zona Europa, il Catania si è imbattuto in due sconfitte consecutive pesanti, con Inter e Juventus: “Noi possiamo ancora lottare per l’Europa League e siamo molto motivati – osserva il calciatore argentino -, in classifica non è cambiato tanto, con l’Udinese sarà uno scontro diretto. Le parole di Guidolin? Sì, saremo motivati anche da quelle: è un bravo tecnico e ha una grande squadra, dovrebbe preoccuparsi della sua formazione”.

    El Papu trascina tutti Pulvirenti: “Europa, crediamoci” (Live Sicilia)

    “Le due sconfitte consecutive bruciano ancora tanto ed, in particolare quella contro l’Inter, ma siamo già pronti a riprenderci ciò che abbiamo lasciato per strada”, spiega Alejandro Gomez. Il patron: “Europa? Non è un obbligo arrivarci ma un dovere provarci. Noi ci crediamo”.

    “Il Catania riparte! Ingoiato l’amaro boccone delle due sconfitte consecutive contro Inter e Juventus (condite dalle immancabili recriminazioni arbitrali), i rossazzurri si concentrano sulla prossima gara casalinga contro l’Udinese in programma sabato pomeriggio in anticipo alle ore 18,00. Per allora, il tecnico Maran spera di recuperare qualcuno degli infortunati tra Barrientos e Bergessio mentre sarà certamente disponibile Legrottaglie che ha scontato il doppio turno di squalifica. Non ci sarà, invece, Spolli sul quale è piovuta un’ulteriore doppia squalifica per qualche parola di troppo forse volata nel dopopartita dello “Juventus Stadium”. E proprio contro i campioni d’Italia, domenica scorsa, Alejandro Gomez si è caricato sulle spalle l’intero peso dell’attacco rossazzurro, tenendo costantemente impegnata la retroguardia avversaria sin tanto che è stato in campo.

    Catania, Pulvirenti: “Europa? Proviamoci” (La Gazzetta dello Sport)

    I campanelli d’allarme riguardano quattro rossazzurri che restano in bilico in vista del match interno con l’Udinese, antcipato a sabato. Il Catania, intanto per oggi, ha dovuto fare a meno di Bergessio, Barrientos (ed era messo in conto, visto che hanno saltato le ultime due sfide), Ricchiuti e Alvarez. La novità è proprio il terzino argentino, uscito zoppicante al termine del match di Torino, perso in extremis contro la Juventus. Da domani saranno valutate le condizioni fisiche dei quattro giocatori. Il presidente Antonino Pulvirenti, prima dell’allenamento di ripresa, ha incontrato la squadra a pranzo nel ritiro di Torre del Grifo con uno slogan: “Europa? Non è un obbligo arrivarci ma un dovere provarci”. Nel pomeriggio, l’amministratore delegato, Sergio Gasparin, ha presieduto la presentazione dell’amichevole tra prima squadra e vecchie glorie, in programma sabato 23, al Massimino, il cui ricavato servirà ad aiutare una Onlus che opera negli ospedali palestinesi.

    MARAN: “ALLENARE IL NAPOLI? SAREBBE UN SOGNO MA ORA PENSO SOLO AL CATANIA” (Canale Napoli)

    “Rolando Maran, allenatore del Catania rivelazione di quest’anno, ha espresso i suoi apprezzamenti nei confronti del Napoli in un’intervista concessa a Radio Onda Libera. Ecco la sua risposta in merito alle voci che vorrebbero il Napoli interessato a lui per il dopo Mazzarri: “Essere accostati al Napoli è motivo di soddisfazione, però in questo momento mi sento solo di dire grazie al presidente Pulvirenti per avermi dato l’occasione di allenare in serie A. Ora come ora non ho che in testa il Catania.”

    CALCIO, CATANIA; PULVIRENTI, EUROPA? NON OBBLIGO MA PROVIAMOCI (Repubblica)

    “Europa? Non e’ un obbligo arrivarci ma un dovere provarci”. Questo il breve messaggio che il presidente del Catania, Antonino Pulvirenti, ha fatto trovare a calciatori, tecnici e dirigenti in occasione del pranzo che ha preceduto la prima sessione d’allenamento settimanale della squadra di Maran. Ne da’ notizia il sito internet del Catania che aggiunge: “noi ci crediamo. Ancora e tanto, forse piu’ di prima”. I rossazzurri sono reduci da due sconfitte consecutive con Inter e Juventus, ma ancora in corsa per un posto in Europa League.

    Gomez: «Ko con la Juve? Arbitro determinante» (Tuttosport)

    “L’attaccante del Catania: «Complimenti ai bianconeri, ma domenica il direttore di gara ha commesso molti errori»

    “Dopo i due stop di fila, c’è tanta voglia di riprendere a marciare verso l’Europa per il Catania, anche per mettersi alle spalle l’amarezza della due sconfitte contro altrettante “big” italiane, la Juve e l’Inter. Proprio dallo stop con i bianconeri Alejandro “El Papu” Gomez inizia la propria analisi del campionato: «Spesso nei minuti finali perdiamo la concentrazione. Ma nell’ultima partita è stato un caso. Il goal è stato colpa nostra, però prima dell’azione c’è stato un fallo su Castro: era gioco pericoloso e se fosse stato fischiato il risultato sarebbe stato differente. La Juve gioca bene, ma penso che sia stata aiutata. Ora però pensiamo alla partita contro l’Udinese. Sarà importante: se vinciamo possiamo continuare a lottare per l’Europa. Speriamo che lo stadio sia pieno come contro l’Inter: ci darebbe grandi motivazioni. Anche le parole di Guidolin ci caricano. Penso che sia un grande allenatore ma non dovrebbe pensare al Catania, ma alla sua squadra. Dobbiamo essere intelligenti e accorti nel non lasciare loro spazi»

    Catania, Gomez: “Juve, complimenti. Ma l’arbitro ha sbagliato sul gol” (Gazzetta.it)

    “L’argentino: “I bianconeri giocano bene e sono primi con merito, ma sono stati aiutati da Giannoccaro. Noi possiamo puntare ancora all’Europa League”

    “Il Papu Gomez non ha ancora superato al delusione per la sconfitta del Catania con la Juve, arrivata al 91′ e su azione, secondo i siciliani, viziata da un fallo di Pogba su Castro. “Domenica scorsa l’arbitro ha sbagliato: abbiamo delle colpe sul gol subìto, ma prima c’era un fallo netto su Castro. Complimenti alla Juventus, gioca bene ed è prima in classifica con merito, ma l’errore arbitrale è stato determinante, così come altre decisioni”.Gomez comunque non ridimensiona il Catania: “Possiamo ancora lottare per l’Europa League e siamo molto motivati – osserva l’argentino – in classifica non è cambiato tanto, con l’Udinese sarà uno scontro diretto”. Per l’attaccante del Catania le ultime due sconfitte consecutive “bruciano, in particolare quella con l’Inter. Ma siamo già pronti a riprenderci: nello spogliatoio vedo grande determinazione”.

    Catania, Gomez: ”Guidolin pensi all’Udinese, sabato vinciamo noi” (Repubblica)

    “L’argentino punge il tecnico dei friulani: ”Le sue parole ci danno ancora maggiori motivazioni. Le due sconfitte con Inter e Juve non cambiano il nostro obiettivo, ora bisogna fare una grande gara”

    “Ha realizzato un gol (contro la Roma) nelle ultime undici partite: per uno del suo livello è francamente poco. Papu Gomez ha più di un motivo per attendere con trepidazione l’anticipo di sabato con l’Udinese. “La scorsa stagione, contro di loro, ho commesso il primo errore dal dischetto della mia carriera – dice l’attaccante del Catania – ed ancor oggi è un pensiero che mi disturba ed allo stesso tempo mi carica. Non nascondo che anche il fatto che Guidolin abbia dichiarato di provare fastidio nel vedere il Catania davanti l’Udinese, è un qualcosa che mi trasmette ancora più motivazioni in vista di sabato. Lui è un grande allenatore ma dovrebbe preoccuparsi più della sua squadra che non del Catania. Stiamo facendo un bel campionato e magari a qualcuno fa invidia”. Il due ko con Inter e Juve non modificano i ragionamenti che quotidianamente il gruppo rossazzurro sviluppa a Torre del Grifo. “Non è cambiato molto in classifica – aggiunge l’argentino, al centro di tante voci di mercato, l’ultima delle quali lo accosta alla Juventus – dobbiamo continuare a migliorare ripartendo dalle certezze che ci hanno portato così in alto. C’è rabbia, più per la sconfitta con l’Inter, che per quella contro la Juventus. Potessi, rigiocherei la partita contro l’Inter, dal 2-0 per noi difficilmente la perderemmo. A Torino tatticamente siamo stati perfetti, anche se in attacco è mancato qualcosa. Peccato, perché il pareggio sarebbe stato importante”.

    A tavola col patron È patto per l’Europa (La Gazzetta dello Sport)

    Pulvirenti porta il gruppo a pranzo «Siamo obbligati a puntare in alto»

    “Dopo due sconfitte consecutive, per altro discusse e discutibili, ieri è sceso in campo il presidente Pulvirenti. A dimostrazione del fatto che il Catania all’Europa League ci tiene eccome, il massimo dirigente rossazzurro ha voluto lanciare un preciso messaggio a squadra e staff tecnico. Insolito anche il fatto di invitare la squadra a pranzo alla ripresa degli allenamenti. È accaduto ieri, primo giorno di lavoro in vista della gara casalinga contro l’Udinese. Pulvirenti ha parlato dell’obiettivo continentale: «L’Europa? Per noi non è un obbligo arrivarci ma un dovere provarci». Così il presidente ha accolto calciatori, tecnici e dirigenti in occasione del pranzo che ha preceduto la prima sessione d’allenamento settimanale. Nel pomeriggio, subito dopo, in conferenza stampa, Papu Gomez ha risposto presente: «Noi ci crediamo eccome nell’obiettivo europeo e siamo consapevoli di avere lasciato per strada quattro punti nelle ultime due partite contro Inter e Juventus, come sappiamo di giocarci quasi tutto nello scontro diretto di sabato contro l’Udinese».

    Pulvirenti dà la carica (La Sicilia Web)

    “Messaggio del presidente a calciatori, tecnici e dirigenti alla ripresa degli allenamenti: “Europa? Non è un obbligo arrivarci ma un dovere provarci”. Differenziato per Alvarez, Barrientos, Bergessio e Ricchiuti

    “”Europa? Non è un obbligo arrivarci ma un dovere provarci”. Questo il breve messaggio che il presidente del Catania, Nino Pulvirenti, ha fatto trovare a calciatori, tecnici e dirigenti in occasione del pranzo che ha preceduto la prima sessione d’allenamento settimanale della squadra di Maran. Un modo di caricare il gruppo dopo le due beffarde sconfitte con Inter e Juventus che hanno comunque lasciato in corsa i rossazzurri per l’Europa League. Nella sessione odierna, caratterizzata da lavoro atletico e conclusa da una partitella in famiglia su campo ridotto, programma individualizzato per quattro: Alvarez, Barrientos, Bergessio e Ricchiuti. Nei prossimi giorni verranno verificate in particolare le condizioni di Barrientos e Bergessio, entrambi costretti a saltare la sfida con la Juventus per problemi muscolari.

    Castro: L’Europa? il Catania non molla (La Sicilia 12.03.2013)

    «Sul piano personale sono più che soddisfatto, ma devo ancora imparare molto da tutti quanti: società, compagni del gruppo, allenatore e dirigenti»

    “Un altro rilancio, un’altra accelerazione, per lasciarsi alle spalle la seconda partita di fila persa all’ultimo istante. Lucas Castro ha ancora una faccia un po’così, che poi diventa furente quando, ieri sera, il Catania incassa anche la notizia della squalifica di Spolli per due turni, oltre che le ammende a Maran e a Gomez. Come descriverla, la faccia del «Pata», durante il nostro colloquio in esclusiva? Una faccia a metà fra il triste e l’incavolato nero: «Abbiamo perso una grande occasione, avremmo meritato il pareggio, a Torino, per la resistenza che abbiamo messo in mostra durante l’intero arco del match». E anche perché, vale la pena ribadirlo dopo i commenti a caldo, il gol di Giaccherini nasce da un fallo commesso proprio nei suoi confronti. «Sì, lo ribadisco una volta di più, ho subìto una scorrettezza, non l’unica del match che il Catania ha dovuto subire, ma adesso non possiamo che guardare avanti, senza piangerci addosso perché questo è l’atteggiamento che nessuno di noi ha e vuole, come si dice… ». Fare trasparire, Castro. Nessuno vuole portare all’esterno l’immagine di un Catania… piagnone. «Ecco, il concetto è quello, non ci lamentiamo tanto per fare scena. Anzi, stiamo zitti, incavolati e guardiamo alle prossime partite». Però, come si giustifica una gamba tesa nei suoi confronti non sanzionata? «Il fallo c’era, ma che posso dirvi? Non è stato ravvisato; peggio per noi che, altrimenti, non avremmo fatto arrivare gli avversari in area, allontanando l’ultima insidia che stava nascendo». Limitare Pirlo è stato un altro compito che Maran le ha cucito addosso in pochi giorni.

    Spolli punito (due turni) Si completa così la beffa dopo il duro ko di Torino (La Sicilia 12.03.2013)

    Maran diffidato (e multato) sabato contro l’Udinese potrà comunque dirigere la squadra dalla panchina

    “Il punto è: riuscirà il Catania a giocare con tutti gli uomini a disposizione da qui alla fine del campionato? Insomma, certi scontri «diretti» per l’Europa, perché quello di Udine rimane tale, al di là dei sentimenti di pessimismo e delusione, affiorati dopo le ultime due partite, e tale deve essere considerato da qui a sabato. BEFFA SPOLLI. La risposta, arrivata in serata è no: il Catania sarà ancora incompleto perché i due turni di squalifica inflitti a Nicolas Spolli, suonano come una punizione ulteriore nei confronti del Catania. Il comunicato approfondisce il perché della squalifica: «Comportamento scorretto nei confronti di un avversario (Settima sanzione); per avere, al termine della gara, al rientro negli spogliatoi, assunto un atteggiamento intimidatorio, rivolgendosi ripetutamente all’arbitro espressioni insultanti». Pagano anche Maran (5 mila euro e la diffida: ma sabato potrà sedersi in panca) e Gomez (2 mila). Con l’organico al completo, i rossazzurri avrebbero potuto offrire a Maran un maggior ventaglio di scelte da operare anche in corsa. Tra infortunati, convocati per le Nazionali e squalifiche, il tecnico trentino non ha avuto la possibilità di imbarazzarsi e lasciare fuori presunti titolari.

    Commenti tutto il resto e noia un solo grido forza :catania: :catania: :sciarpa: :sciarpa: :salve:

  16. Ip Address: 93.46.38.203

    Una buona serata a tutti e… la pioggia non ci lascia scampo. Speriamo che domenica sia più clemente. Ciao Giorgio :ciao:
    Ciao Vittorio. Ognuno di noi, facendo quello che sà meglio fare, contribuisce al miglior andamento del sito e a dare qualcosa di se agli altri. Personalmente, condivido appieno quanto hai affermato riguardo al Milan. Probabilmente non sarebbe stata la soluzione, ma almeno era la più credibile. Un saluto a Joe, a Tino, ad Angelo, a Peppe a Val a Lux a Catanista60 e a Salvatore che mi ha scritto una bellissima Mail, alla quale ho risposto con immenso piacere. Speriamo che il bianco nero, questa volta ci porti fortuna. Ha dimenticavo, Joe non vuole più speranze ma…maccarruni, pirchi su chiddi ca jncunu a panza. :catania: :sciarpa:

  17. Ip Address: 79.10.2.45

    cari amici tifosi del ct.stiamo giocando bene,siamo solo sfortunati.peccato per i minuti finali.
    :catania:

  18. Ip Address: 79.10.2.45

    scusate amici,ma se il palermo,siena pescara,credono alla salvezzA.perchè noi non crediamo al’europa.udinese e lazio non mi fanno paura.siamo noi che facciamo paura a loro.

  19. Ip Address: 79.10.2.45

    ciao Joe sn. salvo vedrai che da sabato si ricomincia a mangiare,i pupetti.

  20. Ip Address: 95.238.6.76

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:

    Habemus Papam Francesco I
    Per la prima volta nella storia della Chiesta avremo un Papa argentino figlio di immigrati italiani e tifoso del San Lorenzo dove hanno giocato Bergessio, Gomez, Andujar e Barrientos.

    Qui Napoli e dintorni, cielo coperto con pioggerellina e temperatura fredda.

    Ciao Chiarezza!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    C’e’ stato in Francia brutto tempo nel Nord Ovest il 12-03-2013, proprio nel tuo compartimento e ve la siete vista brutta.
    In Italia se succedeva quello che avete vissuto voi sarebbero stati “azzi amari”!!!

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  21. Ip Address: 93.46.45.53

    Un caro saluto a tutti gli amici, Da Joe ad Angelo a Vittorio a Lux a Val a Peppe a Catanista60 e mi scuso se ne dimentico qualcuno.
    Salvatore, il tuo non è ottimismo ma senso della realtà. In genere ha ragione l’allenatore quando dice che qualche volta bisogna guardare alla prestazione, nonstante l’amarezza che procura il risultato. Credo che noi siamo pronti a ripartire.
    Giorgio, oggi il sole splende alto nel cielo azzurro e dal mio cuore trabocca sangue rosso.Due colori che cancelleranno il Bianco e il Nero friulano. :catania: :sciarpa:

  22. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno a tutti…
    Ciao Saretto, Giorgio, Salvatore, Chiarezza, Angelo, Prof e a tutti gli altri amici…..

    Mancano solo 2 giorni per dare una valutazione reale del potenziale della nostra squadra e dove vuole arrivare. L’Udinese è una squadra tosta ma penso in casa possiamo superarla agevolmente con il sostegno dei ns. tifosi…

    ForzaCatania sempre. :sciarpa:

  23. Ip Address: 79.55.59.30

    buona sera a tutti presenti e assenti fratelli dal cuore :catania: Undici: Di nuovo Pitu-Pata-Papu
    Arriva l’Udinese ed anche in questa occasione scendiamo in campo per schierare l’undici che meglio vedremmo opportuno per fronteggiare l’avversario bianconero. Senza Spolli, col dubbio Alvarez, dentro nuovamente Rolin. In attacco, non recuperasse Bergessio, ci affidiamo al tridente senza punti di riferimento.
    :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :salve:

  24. Ip Address: 79.55.59.30

    Stampa: Con Pitu c’è più gusto, “sarà una bella partita”

    La rassegna delle notizie riguardanti il Catania: Maran ritrova Barrientos giusto in tempo per la sfida contro l’Udinese. Da Udine analizzano l’avversario e ricordano i felici precedenti della sfida. Intanto il presidente Pulvirenti scuote il gruppo in vista della sfida che può valere buona parte delle speranze rossazzurre.
    :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  25. Ip Address: 79.55.59.30

    Maran riabbraccia Barrientos (Blog Sicilia)

    “La corsa europea del Catania ritrova uno dei principali protagonisti della splendida cavalcata rossazzurra. Pablo Barrientos è ritornato ad allenarsi con il gruppo a Torre del Grifo. Il Pitu, che ha dovuto saltare gli ultimi impegni di campionato per un problema muscolare ha lavorato regolarmente con i compagni e sarà dunque un’ulteriore freccia nell’arco di Rolando Maran nell’anticipo casalingo di sabato prossimo con l’Udinese di Guidolin. L’odierna seduta di allenamento si è conclusa con la classica partitella di metà settimana, anticipata di un giorno, disputata con la formazione Primavera, superata per 6-0. Le marcature sono state realizzate da Keko (2), Cani, Petkovic, Castro e Bellusci, a segno con una spettacolare rovesciata. Ancora avoro differenziato per Alvarez, Bergessio, Capuano e Ricchiuti.

    Pulvirenti scuote i suoi: «Proviamoci ancora» (Il Corriere dello Sport)

    “Il presidente del Catania dà la scossa ad un ambiente depresso dalla sconfitta in extremis con la Juve: «Raggiungere l’Europa non è di certo un obbligo però non dobbiamo smettere di crederci»

    ” Il presidente del Catania, Antonino Pulvirenti, vuole continuare a credere nell’obiettivo europeo e lo ribadisce alla squadra alla ripresa degli allenamenti: la sconfitta contro la Juve ha demoralizzato i rossazzurri ma il numero uno etneo non molla. Semplice e chiaro il suo messaggio al gruppo, secondo un ormai noto stile di comunicazione: «Non può essere un obbligo qualificarsi per l’Europa però ritengo sia un dovere provarci con tutte le nostre forze». Il popolo catanese ancora ci spera, le sconfitte con Inter e Juve non devono cancellare quanto di buono fatto da Maran ed il suo staff finora, la controprova ci sarà subito contro l’Udinese, una compagine dello stesso livello di forza.

    Udinese-Catania, stili di gioco a confronto (Udinese – Sito Ufficiale)

    La sfida del Massimino sarà ricca di spunti interessanti

    “Catania Udinese accenderà il sabato pomeriggio, tifosi e appassionati di calcio, siate pronti ad assistere a quella che sicuramente sarà una bella partita. Perché altrimenti non potrebbe essere, date le filosofie calcistiche delle due squadre in causa. Da una parte, l’Udinese targata Guidolin, dall’altra il Catania di Maran. Due tecnici che sanno il fatto loro, due allenatori caparbi, tenaci, capaci di rendere la propria squadra equilibrata, di trarre fuori tutte le forze e le energie possibili dall’organico a loro disposizione. Dal 2010 alla guida dei bianconeri in quello che è il suo secondo mandato in Friuli, Guidolin è oramai un punto fermo, un perno per un’Udinese che con lui in panchina propone un gioco divertente, secondo molti il più bello visto in Italia negli ultimi anni. Grinta e corsa, velocità e tecnica, unite in uno stile di gioco votato all’attacco ma assolutamente attento in difesa. Discorso piuttosto simile per Maran, che ha raccolto l’eredità lasciata da Montella nel migliore dei modi; il suo Catania è una macchina da gol, il suo 4-3-3 è un modulo oramai rodato, che però con l’Udinese, a causa dell’indisponibilità di Bergessio, e della condizione precaria di Barrientos, potrebbe mutarsi un 3-5-2 comunque offensivo, ma più equilibrato in mediana. Di certo, Catania-Udinese proporrà grandi spunti tattici, si prevedono gol, e ogni scelta di quei due lì in panchina può essere decisiva. Guidolin e Maran stanno studiando le strategie da adottare: anche dalla loro sagacia, dal loro intuito, si deciderà la sfida del Massimino.

    Fumate bianche e nere (udineseblog.it)

    “Da Catania a Catania, quasi un anno è passato eppure sembra un’eternità. Il calcio è strano, mutevole negli umori dei tifosi e nelle forze in campo. Chi avrebbe scommesso che l’Udinese terza oggi si sarebbe dovuta confrontare con un magnifico Catania che le sta sopra in classifica? Chi avrebbe detto che le promesse estive dei Pozzo sarebbero state solo un manipolo di discreti giocatori, tra cui solo Muriel e Allan in prospettiva (sempre che mantengano le premesse) sono emersi? CHi avrebbe detto che dopo Catania Guidolin esternasse un malessere forse mai sopito? Chi avrebbe detto che a seguirlo sarebbe stato anche Di Natale, che oggi ha confermato la sua volontà di lasciare a fine anno? Con Lodi, che l’Udinese si è fatta scappare troppo in fretta, e che si sta conquistando perfino la fiducia di Prandelli che in Confcup dovrebbe portarlo come vice Pirlo, proprio quel ruolo che manca tanto al gioco dell’Udinese. I bianconeri hanno palesato un gioco che non è il peggiore d’Italia, ma che non è stato di certo spettacolare, nemmeno nelle vittorie […] Il Catania ha fatto quello che l’Udinese ha fatto per anni: venduto quello che c’era da vendere, ma cambiando con logica i giocatori. Almiron, per esempio sembrava spacciato, al gioco di Maran fa comodo. Possiamo dire lo stesso di Maicosuel per Guidolin perso nell’eterna ricerca di un modulo schiavo di Totò? […] Tra Catania e Udine c’è un abisso: Gasparin sta lavorando bene sotto le pendici dell’Etna, evidentemente a Udine il ruolo di Ds è visto in maniera un po’ diversa. Certo ha avuto la fortuna di lavorare su quanto fatto da quell’uomo di calcio che è Lo Monaco, ma comunque le scelte lo hanno premiato. A Udine era considerato il peggiore Ds mai arrivato o quasi: oggi di Larini i tifosi che pensano? […] Contemporaneamente il Catania, mentre qui si parlava di salvezza dopo i proclami festosi di piazza a giugno, Pulvirenti è chiaro: “Europa? Non è un obbligo arrivarci ma un dovere provarci”. Magari aver sentito fin dall’inizio un po’ di ottimismo a Udine, ma il profumo della vita sembra cosa per altri. I friulani devono accontentarsi, essere felici di quello che hanno, mettere via i soldini per tempi di grama: guai fare spese normali, ma che darebbero un po’ di godimento. Parsimonia, incertezze, incoerenza. E pensare che un anno fa l’Udinese aveva ritrovato la forza di volare. Sabato ha l’ultimo tram per tentare di arrivare in Paradiso: ma poi deve anche onorarlo, perché di piazzarsi e poi uscire nelle coppe al primo turno non serve a nessuno, nemmeno alla squadra che non ha il tempo necessario per preparare le partite.

    Castro ha voglia di bis «Catania, stavolta vinci» (La Gazzetta dello Sport)

    “Al Friuli la prima rete in A: «Da allora noi siamo migliorati tanto Con l’Udinese è sfida diretta per l’Europa. Vietato sbagliare»

    “«Bisogna rimediare alla sconfitta in casa con l’Inter, e il 2-2 del Friuli ancora ci pesa»

    “Comunque vada a finire la stagione, il Catania potrà sempre vantarsi si aver scoperto e lanciato un altro argentino di valore nel campionato italiano. Perché Lucas Castro, mediano, fantasista, all’occorrenza trequartista e pure attaccante centrale, ogni qual volta viene messo in campo conferma la duttilità e l’adattabilità agli schemi rossazzurri. I due k.o. rimediati con Inter e Juve hanno deluso il gruppo che ha fatto autocritica ma che si è detto pronto a rilanciarsi sul tavolo del campionato. «Abbiamosbagliato alcune cose, in altri episodi siamo stati sfortunati— ha ammesso Castro—in altri ancora non sono stati ravvisati falli da parte di chi dirige. E mi riferisco alla scorrettezza che ho subito in occasione dell’azione del gol bianconero. In ogni caso, la prestazione offerta contro la Juventus in parte ci ripaga dal secondo tempo negativo messo in mostra contro l’Inter. Insomma, quello è un capitolo chiuso che speriamo di non riaprire». Spareggio Catania-Udinese diventa uno spareggio per l’Europa, ne è convinto il jolly rossazzurro. «In classifica i cinque punti di ritardo dalla zona europea si potrebbero colmare, e comunque il Catania, finchè avrà una sola possibilità di recuperare il ritardo dalle grandi, si dannerà l’anima pur di rimontare. In questo senso, dopo le due cocenti sconfitte, la partita contro i friulani diventa importante, uno spareggio per l’Europa league che non vorremmo fallire. Anche perché, giocando di fronte al nostro pubblico, speriamo di rimediare alla sconfitta con l’Inter, offrendo ai tifosi una prestazione produttiva, come il primo tempo sostenuto contro i nerazzurri. Sarebbe bello trovarsi di fronte a uno stadio pieno zeppo di sostenitori come è accaduto due settimane fa».

    Il Catania sfida le Vecchie Glorie per aiutare il progetto Palestina (La Sicilia 13.03.2013)

    ” Lo slogan che campeggia dietro i protagonisti, schierati in conferenza stampa nella sala grande di Torre del Grifo, è d’impatto: «I grandi del passato incontrano i grandi di oggi». Così, sabato 23 marzo, approfittando del turno di riposo del campionato di A, il Catania sfiderà in un’esibizione, le Vecchie Glorie rossazzurre: «Lo scopo è nobile – accenna l’ad rossazzurro, Sergio Gasparin – aiutare, tramite l’ospedale Garibaldi, una onlus che supporta gli ospedali in Palestina». Il dott. Angelo Pellicanò, direttore generale del Garibaldi, un passato di arbitro, fondista praticante, s’è messo a disposizione: «La collaborazione fra mondo e dello sport e l’azienda Garibaldi nasce da un momento di solidarietà nei confronti di una struttura che opera in Paesi tormentati come la Palestina, nella quale operare in questo momento storico, è davvero difficile. Il calcio, a Catania, sensibilizza, coinvolge». Curve a 2 euro, tribuna B a 3, la A a 5, la elité a 10. Francesco Santocono, addetto alle pubbliche relazioni del Garibaldi, sottolinea come entrare allo stadio sabato 23, alle 15, non sarà dispendioso. A nome delle Vecchie Glorie hanno parlato Nino Leonardi: «Vestire il rossazzurro di nuovo sarà un’emozione» e Gino Maltese, storico massaggiatore: «Quando dovevo sollevare Cantarutti infortunato, c’era da… ridere e faticare: io alto 80 centimetri, lui 190… ».

    Commenti tutto il resto e noia :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :salve: :salve:

  26. Ip Address: 85.41.235.41

    Buonasera a tutti…
    Bella notizia 😀 😀

    Antonio Di Natale, non giocherà contro il Catania. Ha una lesione muscolare di 1° grado alla coscia sinistra.

  27. Ip Address: 79.55.59.30

    molto bene joe perche di natale e stato sempre la bestia nera per noi allora abbiamo un punto in piu per vincere questa partita forza catania sempre :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :salve:

  28. Ip Address: 72.226.121.41

    Incredibile ma la tanto vituperata inter ha sfiorato la rimonta…….Sembrava impossibile ma quasi ci riusciva…Anche questa volta,la svolta della partita e’ stata costituita da un gol che si poteva fare e non e’ stato realizzato.Cambiasso come Niang col Milan,ha fallito un gol che poteva dare il 4 a zero e la qualificazione ai neroazzurri. io desIdero andare indietro e pensare al gol mancato di Bergessio che poteva chiudere l’incontro con l’inter.Questo a ulteriore dimostrazione che il calcio e’ fatto di episodi…..SEMPRE FORZA CATANIA

  29. Ip Address: 93.46.38.20

    Nuona Notte a tutti, belli e brutti, giovani e vecchi, vovvi,sciancati, suddi e….Udinesi :catania: :salve: :sciarpa:

  30. Ip Address: 93.46.38.20

    Hanno anticipato di molti mesi il regalo “Di Natale” :salve: :salve:

  31. Ip Address: 95.238.6.76

    Buonasera raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Ho saputo che Di Natale (la notizia e’ stata nascosta) non gioca, solita nostra bestia nera, ma attenzione agli altri. Mettendoci l’ intelligenza il cuore e la grinta c’e’ la possiamo fare!!! :bizzarro: :bizzarro: :bizzarro:
    Sogni rosso e azzurro a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :catania:

  32. Ip Address: 79.2.35.138

    Buonasera a tutti, amici miei! :salve:

    Ricambio i saluti del Prof.m di Peppe, Catanista e saluto con piacere Angelo, Giorgio, Saretto, Lux, Chiarezza, Salvatore, Joe, e ….. insomma, a tutti pari 😀

    Riflettevo sul comportamento di alcuni giocatori, ultimamente, vedi Legrottaglie e Spolli. Sappiamo benissimo che gli arbitri e tutto il sistema calcio in Italia, soffrono di una sudditanza psicologica cronica e che con noi soprattutto, basta un decimo di quello che fanno i giocatori o gli allenatori delle altre squadre, perchè si scaglino con sanzioni vergognose. Pertanto, auspico che per le prossime partite nessuno si faccia cogliere da scene isteriche e proteste varie onda evitare ullteriori danni.

    Tra l’altro, sarà una mia convinzione, ma con Legrottaglie negli undici avremmo vinto con l’Inter e non avremmo perso con la rubentus! :incavolato:

    Rosso come il fuoco, azzurro come il mare, l’amore per il Catania non si può spiegare!

  33. Ip Address: 87.18.143.2

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Qui Napoli e dintorni, cielo grigio con pioggia e temperatura da brrrrrrrrrr!!!
    C’e’ la neve sulle montagne.

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  34. Ip Address: 79.55.59.30

    buon giorno a tutti presenti e assenti fratelli dal cuore :catania: Stampa: Il “tesoretto” europeo di Pulvirenti, la rivelazione di Gasparin
    La rassegna delle notizie inerenti il Catania: La sfida contro l’Udinese sarà determinante lungo il cammino del Catania verso l’Europa. Il presidente Pulvirenti, secondo la stampa, pensa già al tesoretto da stanziare per l’ingresso nella manifestazione internazionale, si abbozzano già le cifre. Intanto l’addì Gasparin presenta sfida con l’Udinese di cui fu “a capo” per una stagione.

  35. Ip Address: 79.55.59.30

    «Anche tutti i giocatori sanno che abbiamo le nostre chance» (La Sicilia 14.03.2013)

    «Le sconfitte che abbiamo subìto con Inter e Juve mi hanno fatto capire che si può centrare il traguardo europeo». «Con l’Udinese ci giochiamo molto ma saranno decisive in realtà anche le altre partite da qui alla fine della stagione»

    “«Non è un obbligo arrivarci, ma un dovere provarci». Nino Pulvirenti si riscopre “copywriter” – o, se preferite, “art director” – e conia lo slogan per il suo Catania formato europeo. Un segnale preciso e inequivocabile: la società rossazzurra si giocherà tutte le carte di cui dispone per cercare di conquistare, alla fine del campionato, uno dei primi sei posti della classifica. «Possiamo farcela – garantisce il presidente con un tono di voce a dir poco convincente – ormai ne sono convinto». Cosa ha fatto scattare questa molla? «Volete proprio saperlo? Va bene, questa volta ve lo dico: le ultime due sconfitte che abbiamo subìto». […] Presto? Sarà accontentato: la prossima gara con l’Udinese si giocherà in anticipo…. «Meglio. I friulani si troveranno un Catania voglioso di fare bene e motivatissimo. Ripeto, dalle sconfitte con Inter e Juve siamo venuti fuori addirittura rafforzati: vedrete che prestazione farà la squadra contro l’Udinese». Bisogna dare delle risposte a Guidolin, cui dà fastidio ritrovarsi dietro al Catania. «Ma Guidolin ha chiarito il significato delle sue parole. Io credo che volesse farci più o meno indirettamente un complimento». E l’arbitro no… E Guidolin no… Che ha intenzione di avviare una carriera da diplomatico? «Per niente. A parte che sono fermamente convinto di quel che vi ho dichiarato, io credo che non sia necessario caricare una partita che il Catania affronterà concentrato e determinato all’inverosimile proprio per i motivi che vi ho detto. Qui non è soltanto il presidente che parla di Europa: anche i giocatori sanno che possono giocarsi fino in fondo questa chance». Udinese crocevia per l’Europa league? «Ne sono convinto. In realtà lo saranno anche le altre partite che andremo a disputare da qui alla fine della stagione, ma intanto il calendario ci propone questa. E si tratta di una gara che vogliamo vincere ad ogni costo per riprendere la nostra corsa in campionato. Così come abbiamo sempre fatto dopo sconfitte brucianti. E se non sono brucianti le ultime due, arrivate in pieno recupero… ». E dai tifosi che risposte si attende? «Le solite. Il Catania non ha di sicuro mollato, credo proprio che non abbiamo mollato neanche loro. Sarebbe straordinario vedere uno stadio pieno come contro l’Inter. Io garantisco che loro vedranno il “solito” Catania: quello che gioca per fare propria la partita. E per andare in Europa… ».

    Gasparin: l’Udinese un modello il Catania la rivelazione in A (Il Messaggero Veneto)

    L’ex dg bianconero, oggi uomo società in Sicilia, promuove il lavoro delle due società che stanno tenendo alto il calcio provinciale in A. «L’Europa? Viviamo alla giornata, ma ci proviamo»

    “«L’Europa? Viviamo alla giornata, ma comunque ci proviamo». Il dg del Catania Sergio Gasparin non nasconde le ambizioni del club siciliano. Conquistata quota 40 punti, era stato lo stesso presidente etneo Pulvirenti a puntare in alto. «Siamo la rivelazione di questo campionato – spiega Gasparin -, in noi c’è soddisfazione per il percorso fatto ma anche un pizzico di amaro in bocca per i punti persi nelle ultime due giornate». Il riferimento è ai gol subiti nei minuti di recupero con Inter e Juventus e che sono costati due sconfitte brucianti: «Però – fa notare Gasparin – abbiamo dimostrato di saper reggere il confronto». L’Udinese, quindi, è avvertita. Tra l’altro il Catania ha costruito soprattutto al Massimino la sua splendida classifica e l’Udinese si presenterà in Sicilia con una formazione largamente rimaneggiata. «Se è per questo anche noi dovremo fare i conti con qualche assenza – replica l’ex dirigente bianconero -. Va detto che sia noi che l’Udinese anche quando abbiamo dovuto rinunciare a qualche giocatore siamo riusciti a offrire delle prestazioni importanti. Bisogna vedere queste assenze non come dei problemi ma come delle occasioni per mettere in mostra altri calciatori». Gasparin, che lavorò in coppia con Guidolin nei quattro magnifici anni del Vicenza dei miracoli, spende parole importanti per il tecnico bianconero che qualche settimana fa aveva detto di essere infastidito dal fatto di vedere il Catania in classifica davanti all’Udinese. In Sicilia non l’hanno presa bene: «Ho dovuto fare il difensore d’ufficio di Francesco: lo conosco e so che dietro quelle sue parole c’era soprattutto stima e considerazione per il lavoro che stiamo facendo a Catania».

    Catania culla il sogno Europa, Pulvirenti ci crede e ammette: “Ho già stanziato il tesoretto, vogliamo provarci!” (Goal.com)

    “Il presidente etneo carica la truppa in vista della volata finale, il Dg Gasparin intima: “Dimentichiamo le sconfitte contro Inter e Juve, mi aspetto riscatto contro l’Udinese”.

    “Missione Europa League, il Catania ci crede. Ad ammetterlo adesso è il presidente Pulvirenti in persona che spiega di aver già stanziato un tesoretto per l’eventuale premio da assegnare alla truppa di Maran in caso di raggiungimento dell’obiettivo finale. “Ci sarà un premio se si andrà in Europa League, ma premi andranno ai giocatori anche in base alla dotazione di punti raggiunta alla fine di questo campionato e al piazzamento “- aveva assicurato già qualche settimana fa Pulvirenti. Rispedite al mittente le accuse di approccio mordibo mosse alla squadra in occasione delle partite perse contro Inter e Juventus: “Abbiamo in ballo l’Europa e ci mettiamo a fare calcoli? Noi vogliamo conquistare questo obiettivo. Ci proveremo giocando una gara dopo l’altra e proveremo ad agguantarlo anche se di fronte abbiamo avversarie titolatissime. Avversarie che hanno un budget dieci volte il nostro. Però vogliamo provarci… “. L’ingresso in Europa League vale subito centomila euro, che aumentano in base al cammino della società in questa manifestazione. Ogni passaggio di turno poi vale centomila euro. Nella fase a gironi invece ogni vittoria vale duecentomila euro, ogni pareggio centomila, mentre il passaggio ai sedicesimi di finale come prima del girone vale quattrocentomila euro e quello come seconda duecentomila euro.

    Commenti e allora provacci ancora tuttu il resto e noia :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :salve:

  36. Ip Address: 79.55.59.30

    Ridare fiducia ai tifosi:

    Dopo la sberla morale subita dal pubblico di Catania contro l’Inter e la sconfitta con la Juventus, gli etnei dovranno far tornare il sorriso e la speranza ai propri sostenitori. La speranza del sogno europeo è ancora viva ma per ridare l’ottimismo sarà d’obbligo la vittoria. Allora sì che in casa si ricomincerà a guardare con trepidazione le partite che mancheranno alla fine, ed all’obiettivo sognato da un’intera città.

  37. Ip Address: 79.55.59.30

    Oltre Catania nessuno scontro diretto per L’Europa:

    A Catania si giocherà l’unico scontro diretto della 29esima giornata, due squadre affronteranno le più pericolanti del campionato e questo potrebbe essere insidioso, la Fiorentina ospiterà il Genoa, il Milan “accoglierà” il Palermo. Le altre squadre in lotta per l’Europa avranno incontri sulla carta facili, contro squadre che non hanno più molto da chiedere al campionato a parte gli ultimi punticini salvezza, Sampdoria – Inter, Torino – Lazio e Roma – Parma. Sarà proprio per questo che la sfida del Massimino sarà quasi da ultima spiaggia per le due compagini.

    :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :salve:

  38. Ip Address: 79.55.59.30

    Lasciare Guidolin dietro:

    L’Udinese è una squadra abituata negli ultimi anni a partecipare alle coppe europee e Guidolin soffre la situazione di classifica, lo si evince dalle dichiarazioni, ripetute, che lo vogliono infastidito dal fatto che una squadra come il Catania sia più in alto in classifica rispetto alla propria. Domenica la partita del Massimino sarà fondamentale per poter delineare la classifica, chi dovesse perdere questo scontro diretto potrebbe probabilmente uscire definitivamente dalla corsa europea e terminare il campionato con delle partite da vetrina. :catania: :catania: :catania: :salve:

  39. Ip Address: 79.13.101.57

    Buongiorno a tutti gli amici :catania: :catania: :salve: :ciao: :ciao:

    Sono un pò in ritardo,ma va bene lo stesso 😀 hai ragione Saretto (complimenti per l’articolo ),ripartiamo dall’Udinese,speriamo con una vittoria,specie per non andare a finire come negli anni precedenti e anche per zittire qualche mala lingua,sia di casa nostra (qualche pseudo tifoso del Catania) che, di altre tifoserie,dove iniziano ad insinuare che il Catania sta iniziando a regalare (per non dire vendere) dei punti a chicchessia.

    Oltre alle dichiarazioni di “circosatnza da parte di tutto lo staff catanese,bisogna dimostrare sul campo di finire il campionato dignitosamente impegnandosi fino all’ultima partita,questo è interesse di tutti.

    Io,fino adesso non ho mai visto mancare l’impegno dei ragazzi,se ho fatto qualche critica,è stata solo di carattere tecnico-tattico,ma si sa,in Italia siamo tutti allenatori :incavolato:

    Comunque,spero che domani si possa ripartire con una bella vittoria,così possiamo mettere il bavaglio a qualche deficiente che,non si trova in questo sito,questo è interso.

    Un caro saluro a tutti gli amici :catania: :catania: :salve: :salve: :ciao: :ciao: nessuno escluso.

  40. Ip Address: 79.55.59.30

    ciao pippuzzu quello che ai scritto e sacrosanto che il catania non e abbituato a lottare per l’europa e un conto ma che ci deve provare fino all’ultimo e sacrosantoforza catania sempre :sciarpa: :sciarpa: :salve:

  41. Ip Address: 79.55.59.30

    bilancio delle sfide giocate al massimino :catania: :catania: :catania: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:
    La prima della sei affermazioni etnee risale nel lontanissimo 3 ottobre 1954: roboante 5-0 con reti di Ghiandai (tripletta), Bassetti e Spikowski, nonché primo storico successo in serie A del Catania, giunto dopo le sconfitte di Firenze e Bologna. Il bis nella stagione 1960/61: Calvanese (doppietta) e Prenna per un secco 3-0. La stagione seguente bastano le marcature di Calvanese e Benaglia per regolare i friulani. In tempi ‘moderni’ ecco le vittorie del 2006/07 (Spinesi), del 2007/08 (doppietta Mascara) e della stagione 2010/11. Il 10 novembre 2010 una rete di Maxi Lopez regala al Catania di Giampaolo una delle poche gioie sulla panchina rossazzurra.

    L’unico pareggio tra le due compagini risale alla stagione 2009/10: 1 a 1 in virtù delle reti di Floro Flores e Biagianti.

    Le tre vittorie bianconere in terra catanese hanno in comune il risultato: lo 0-2. Nell’amara annata 1983/84 decisiva una fantastica doppietta di Zico. Il 29 ottobre 2008 in rete Sanchez e Quagliarella. Il terzo 0-2, nonché ultimo precedente tra le due compagini risale allo scorso 13 maggio: Di Natale e Fabbrini le reti che regalano all’Udinese tre punti d’oro per la conquista del terzo posto finale.

    Nel dettaglio:

    1954/55: Catania-Udinese 5-0
    1960/61: Catania-Udinese 3-0
    1961/62: Catania-Udinese 2-0
    1983/84: Catania-Udinese 0-2
    2006/07: Catania-Udinese 1-0
    2007/08: Catania-Udinese 2-0
    2008/09: Catania-Udinese 0-2
    2009/10: Catania-Udinese 1-1
    2010/11: Catania-Udinese 1-0
    2011/12: Catania-Udinese 0-2

    :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :salve: :salve:

  42. Ip Address: 79.55.59.30

    Catania-Udinese: arbitra De Marco
    Sarà Andrea De Marco di Chiavari a dirigere la sfida del “Massimino”. Il ‘fischietto’ ligure sarà coadiuvato dagli assistenti Peretti e Meli. Quarto uomo il signor La Rocca. Arbitri Addizionali Borriello e Di Paolo. [ :salve: :sciarpa: :salve: :sciarpa: ]

  43. Ip Address: 79.55.59.30

    Gioia argentina
    Grande atmosfera nella sala stampa del “Torre del Grifo Village”.Quest’oggi a precedere la programmata conferenza stampa di Marianito Izco sono stati i commenti positivi di Gonzalo Bergessio e del papu Gomez sull’elezione del nuovo Papa:” Siamo tutti molto contenti di accogliere questo nuovo papa perché porta nel cuore i nostri stessi colori. Sappiamo che è un grande appassionato del San Lorenzo ed è per noi motivo di orgoglio. In Argentina sono tutti molto onorati di questa nuova presenza religiosa che guida l’Italia ma che è importante nel mondo”.

    La conferenza continua in seguito con le dichiarazioni di Mariano Izco. Il centrocampista e colonna portante di questo Catania dopo aver commentato anche lui l’elezione del neo Papa, ci proietta con le sue parole verso l’incontro che vedrà la squadra etnea impegnata contro l’Udinese di Guidolin: “Sono contento di sapere che il Papa scelto ieri sia argentino. È un motivo in più d’orgoglio per tutti noi. Per quanto riguarda il Catania ad oggi penso che meritiamo di lottare per l’Europa dopo tanti anni di salvezza. Il presidente ci incoraggia perché sa che possiamo giocarcela. Adesso non possiamo pensare al passato ma soltanto all’ Udinese. Sabato dovremo fare assolutamente bene”.

    Pericolo Di Natale …
    “Di Natale? Dobbiamo stare tutti attenti perché conosciamo le sue qualità e sappiamo quanto può essere pericoloso. Spero di poter aiutare i miei compagni e chissà anche di segnare un goal. Sono convinto che questa partita darà qualcosa in più, rilanciandoci al meglio in campionato. Purtroppo i punti persi con la Juve sono amari da digerire ma nel calcio queste cose capitano, dovevamo stare più attenti. Io comunque ritengo che la partita contro l’Udinese sia la più importante in questo momento perchè lottiamo per l’Europa. Non so ancora quale sarà il modulo di gioco che utilizzeremo ma qualunque schema sceglierà il mister andrà sicuramente bene. Gli antagonisti principali per l’Europa? Sicuramente sono quelli che ci stanno davanti”.

    Mi sento catanese
    “Sono contento della mia stagione ma devo crescere ancora tanto. Giocare per il Catania mi aiuta molto perché è una squadra di ottimi giocatori. Io mi sento a casa qui e sto bene. Da quando sono in Italia non ho mai giocato in altre squadre quindi mi sento davvero parte di questa città e in fondo catanese”.
    grande izco come persona e come giocatore :sciarpa: :salve: :catania: :salve: 😉

  44. Ip Address: 2.12.50.214

    Buongiorno a tutti pari

    Izco per me è la più grande soddisfazione del Catania era Pulvirenti, cioè il primo di quella lunga lista che verrà di giocatori prodotti in casa, sono se non il primo uno dei primi, tifoso di strada, che ha creduto in lui e sono tante le critiche che alcuni anni fà mi facevano, a parte qualche amico che era d’accordo ma con molte riserve, Izco non è un campione ma un FUORICLASSE per abnegazione ed impegno, oggi con il suo duro lavoro quotidiano, il suo impegno costante e la sua devozione alla maglia lo considero l’apripista del nuovo corso che il Catania si appresta ad intraprendere dopo questo campionato!!!

    Ora io desidero con tutto il cuore che sabato vinciamo, ma altresi desidero che Maran
    specialmente in casa faccia giocare qualche primavera, ECCO PER ME E PIU IMPORTANTE DELL”EUROPA!! :ciao: :ciao:

  45. Ip Address: 2.12.50.214

    Chiedo al sindaco ed a tutti i tifosi che facciano pressione per dargli la cittadinanza onoraria, logicamente ad Izco 💡 💡 💡 💡 💡

  46. Ip Address: 79.55.59.30

    Sarà una Udinese abbastanza rimaneggiata quella che questo sabato, nell’incontro che aprirà la 29esima giornata di campionato, farà visita al Catania nello scontro diretto per l’Europa. I friulani, nonostante le assenze importanti, venderanno cara la pelle ai rossazzurri anzi, cercheranno di fare risultato con l’impiego di diverse seconde linee. Andiamo a conoscere meglio il prossimo avversario del Catania in una scheda di presentazione.

    ANDAMENTO STAGIONALE Per la terza volta nella sua storia l’Udinese ha disputato i preliminari per accedere al tabellone principale della Champions League, ma la possibilità di giocare il massimo torneo continentale si è conclusa ai rigori con il Braga. In Friuli non pochi temevano una stagione al ribasso da parte della squadra bianconera e in parte ciò si è verificato. Dopo un inizio lento, la macchina di Guidolin ha iniziato a correre sino a guadagnarsi l’opportunità di giocarsi fino alla fine l’accesso in Europa. La sfida con i rossazzurri arriva in un momento non proprio positivo, poiché al “Massimino” mancheranno numerosi uomini chiave, uno su tutti il trascinatore della squadra Totò Di Natale, che nel corso della stagione ha festeggiato i 150 gol con questa maglia e nelle ultime settimane ha alimentato le voci di un suo addio al calcio a fine stagione.

    L’11 TITOLARE Guidolin sta dovendo rivedere in queste ore l’assetto tattico su cui aveva iniziato a lavorare in settimana: dal 4-4-1-1 vista l’assenza di Di Natale potrebbe ripiegare sul 3-6-1, affidandosi a Luis Muriel come terminale d’attacco. A difesa della porta di Brkic ci sarà un terzetto difensivo molto forte fisicamente composto da Danilo, Benatia e Angella. Il primo era uno dei migliori centrali del campionato brasiliano che l’Udinese ha messo sotto contratto nel 2011, il secondo fu prelevato addirittura da un club della serie B francese (il Clermont), mentre il terzo è un classe ’89 (scuola Empoli), dalle ottime qualità anche se sta trovando poco spazio in squadra (appena otto presenze in campionato). A centrocampo ci sarà Faraoni, uno dei migliori prodotti del settore giovanile dell’Inter, arrivato in Friuli nell’operazione che ha portato Handanovic in nerazzurro la scorsa estate. Il ghanese Badu con la sua fisicità e la progressione è uno punti di forza della squadra e si completa molto bene con il mediano Allan, che l’Udinese ha dovuto assicurarsi versando circa 3 milioni di euro alle casse del Vasco da Gama. Dovrebbe giocare anche l’ex milanista Merkel, sul quale il Genoa sembrava puntare molto la scorsa estate ma poi ha preferito cederlo all’Udinese in cambio di Floro Flores. Sulla corsia sinistra dovrebbe agire l’ex laterale del Palmeiras Gabriel Silva, uno dei migliori Under 20 brasiliani. L’Udinese per tradizione punta molto a scovare giovani talenti con una rete di osservatori sparsi in tutto il mondo, pagandoli a poco prezzo e valorizzandoli al massimo. Una formula rmai consolidata da tanti anni che sta dando risultati importanti.

    IL TECNICO Francesco Guidolin, 57 anni, per la terza stagione è al timone dell’Udinese. Da giocatore ha legato la sua carriera principalmente alla maglia del Verona, con cui ha giocato dal 1975 al 1984. Comincia la sua carriera da allenatore nella squadra che lo ha visto muovere i primi passi nel mondo del calcio (il Giorgione), allenando dapprima le formazioni giovanili e poi la prima squadra in C2. Da 1989 al 92 allena diversi team di serie C (Treviso, Fano, Empoli) fino a farsi notare con la promozione del Ravenna in serie B nella stagione 1993/94. L’impresa non passa innosservata e l’Atalanta gli da l’opportunità di allenare in Serie A, ma la stagione inizia male e viene esonerato dopo dieci partite. Guidolin riparte dalla cadetteria guidando il Vicenza in uno dei periodi d’oro del calcio berico, culminato nella vittoria della Coppa Italia nel 1997 e nell’esaltante cammino in Coppa delle Coppe 1997/98, concluso in semifinale con il Chelsea. Nel suo Palmarès ci sono anche la promozione con il Palermo in Serie A nel 2004, dopo ben trentadue anni, e quella con il Parma nel 2009. Con 507 panchine è al settimo posto nella classifica degli allenatori più presenti in serie A.

  47. Ip Address: 79.55.59.30

    il ritorno di sannino al palermo questo anno il palermo e tutta una farsa 😆 😆 😆 😆 :salve:

  48. Ip Address: 72.226.121.41

    Chi ha visto le due ultime partite dell’inter in EUROPA LEAGUE,sara’ rimasto sbalordito dalla metamorfosi della squadra neroazzurra.A Londra gli interisti furono travolti dagli inglesi e ando’ anche bene perche’ subirono solo tre reti al passivo.Cassano fu nullo e quasi tutta la squadra gioco’ da vittima predestinata.Queste sensazioni ebbero modo di ripetersi nella partita casalinga dove il Bologna sembrava l’inter e l’inter sembrava ik Bologna.Alla fine della partita di domenica,ci furono i consueti processi e l’allenatore era considerato all’ultima spiaggia.Ieri,invece la situazione si e’ capovolta e l’inter ha giocato da squadrone.Senza contare che Cassanp,oltre a segnare due reti,e’ stato l’ispiratore di tutte le manovre neroazzurre e solo la sfortuna[;vedi occasione sprecata da Cambiasso all’ultimo minuto dei tempi regolamentari]ha evitato una rimonta che sarebbe stata ben piu’ clamorosa di quella del Barcellona.Ci si chiede,ora,quale inter vedremo domenica sera contro la samp e l’attesa e’ spasmodica anche per noi catanesi perche’ il risultato ci interessa alquanto….SEMPRE FORZA CATANIA

  49. Ip Address: 79.2.101.87

    Un caro saluto a tutti gli amici tifosi.
    Scusate la momentanea assenza.
    L’Udinese verrà a Catania senza l’esterno Pasquale e senza Di Natale…speriamo di farle la festa

  50. Ip Address: 79.2.101.87

    Questa è l’occasione giusta per zittire Guidolin e staccare in maniera più evidente l’Udinese.
    Con il rientro (prevedibile) di Barrientos e la grinta mostrata domenica scorsa ce la dovremmo fare.
    Una cosa almeno è sicura: Di Natale stavolta non ci potrà segnare.

  51. Ip Address: 87.18.143.2

    Buonasera raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Ciao Angelo, Chiarezza, Peppe58 e Prof.!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    Che dire Prof, senza Di Natale (nostra bestia nerissima) l’Udinese avra’ una bocca di fuoco in meno, comunque bisogna stare attenti agli altri giocatori ma se giochiamo con il sangue negli occhi e zittire Guidolin sarebbe un gran risultato.

    Devo preparare la cena raga’!!!
    Sogni rosso e azzurro a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  52. Ip Address: 79.2.101.87

    Ciao Giorgio, fra una cosa e l’altra riesco a dare un’occhiata ai commenti.
    Ben detto Di Natale è la nostra bestia nerissima.
    Ci sono altre “bestie nere del Catania, qualcuno non gioca più, qualcuno è ancora in attività.
    Per nostra fortuna da qui alla fine del campionato calciatori che sono la nostra “bestia nera” ne dobbiamo affrontare solo uno, che è nero in tutti i sensi ed è una “bestia nera” diciamo recente.
    Incontrare l’Udinese senza Di Natale è un vantaggio per tutte le squadre, dovrebbe esserlo anche per noi. credo che l’unico pericolo potrebbe venire da Muriel, ma la presenza di Legrottaglie, nonostante manchi Spolli, mi rende un po’ più tranquillo, credo che con il buon Nicola in campo tutto questo veleno me lo sarei risparmiato.

  53. Ip Address: 79.2.101.87

    Scusatemi, non volevo fare il misterioso.
    La “bestia nera” è Ibarbo del Cagliari il quale l’anno scorso ci ha segnato al Massimino nel modo che tutti noi ben ricordiamo e al ritorno a Cagliari, oltre a segnare la terza rete, è stato devastante.
    A tutti una buona serata :sciarpa:

  54. Ip Address: 93.46.20.187

    Forza e coraggio. Noi di sogni in bianco e nero non ne abbiamo voglia. Il rosso della lava vulcanica, che abbiamo dentro il cuore, e l’azzurro mare Jonio che rinfresca le nostre calde membra d’estate, sono i colori che accompagnano la nostra vita da tifosi. :salve: :ciao: :catania: :sciarpa:

  55. Ip Address: 95.238.35.73

    Buonasera a tutti, nessuno escluso.. :salve:

    Chiarezza, sono d’accordo con te… la cittadinanza onoraria ad Izco sarebbe opportuna e potrebbe essere un segno della stima dei catanesi verso di lui!! :catania:

  56. Ip Address: 79.55.59.30

    buon giorno a tutti presenti e assenti fratelli dal cuore :catania: ciao giorgio occhio alla spesa un solo grido forza cataniaaaaaaaaaaaaaaaaaaa :sciarpa: :sciarpa: :salve: :salve: :catania: :catania: :ciao: :ciao:

  57. Ip Address: 80.181.178.67

    BUongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Ciao Angelo ( :ciao: ), la spesa la faccio io e non so cosa devo comprare!!! :piangere: :piangere:
    Qui Napoli e dintorni, cielo parzialmente coperto con il sole e temperatura ancora con il brrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr!!!

    Buona giornata a tutti e forza Cataniaaaaaaaaaaa!!!

  58. Ip Address: 93.46.44.31

    Buon giorno a tutti, Salvatore, Vittorio, Tino, Lux, Val, Mongibello, Peppe, Catanista60, Angelo e…Giorgio, qui il cielo è azzurro come le nostre speranze. Joe, tu vuoi certezze? ci sentiamo stasera.
    Qualche mattina, involontariamente, ascolto l’oroscopo. Alla fine una voce afferma:vuoi sapere come andrà la tua giornata ? Consulta… ma io, precedendo la risposta, affermo: Aspetta che venga stasera. E’ proprio l’unico modo certo per sapere come andrà a finire, ma… se o poeta diceva “anche la speme fugge i Sepolcri”, io dico:la speranza è l’ultima a morire. Vi ho annoiato ?spero di no 😉 . Era solo per esorcizzare il risultato :salve:

  59. Ip Address: 88.66.22.155

    Buondì a tutti
    Saro il tuo post n 54
    lo condivido appieno
    Giorgio se posso darti un consiglio riguardo la spesa compra cose facili da cucinare
    a tal proposito qualche anno fa mia moglie con prole al seguito e stata a Catania
    io rimasi solo soletto
    be per uno che non ha mai cucinato in vita sua me la sono cavata non male
    mangiavo maccheroni e altri tipi di pasta già precotti nelle buste un po di acqua 5 minuti a riscaldare et voilà il pranzo era servito
    risparmiavo anche nel fare la cucina avevo piatti di carta plastificata e anche le posate erano di plastica finito di mangiare accartociamento e canestro nel secchio della spazzatura 8)
    mi ricordo in 2 settimane dimagrii di 10 chili 😐

  60. Ip Address: 79.55.59.30

    ciao lux io penso che stasera il catania dara spettacolo un cordiale saluto e forza catania :sciarpa: :salve: :catania: :ciao: 😉

  61. Ip Address: 88.66.22.155

    Ciao Angelo ne sono convinto anch’io
    1 fisso su questo non ci piove

  62. Ip Address: 93.46.44.31

    Lux, allora hai messo a punto un nuovo tipo di dieta ? Lontani dalla moglie e figli, solo pasta e piatti, cucchiai, forchette e coltelli di plastica ? mi chiedevo: e i denti ? i propri o la dentiera? Comunque, alle 18.00, azzanneremo la preda.Un caro saluto.
    Ciao Salvatore.

  63. Ip Address: 88.66.22.155

    Saro i denti ci sono ci sono :incavolato: vedi che ci sono 😆 😆
    per quanto riquarda la preda ebbene si ne sono convinto
    la azzanneremo e la sbraneremo :bizzarro: con questa faccia qui
    salutamos :ciao: e :sciarpa: :catania:

  64. Ip Address: 88.66.22.155

    Saro dimenticavo la pasta faceva schifo lo ammetto
    ma dai non era di plastica si poteva mangiare
    certo ci voleva un po di coraggio a mangiarla .. ma si poteva rischiare
    ei sono ancora vivo
    cmq fu un’esperienza interessante ma che non mi sento più di ripetere
    la prossima volta Burger King oppure Mc Donald

  65. Ip Address: 80.181.178.67

    Salve raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Ciao di nuovo Angelo (stamattina mi son messo ha cucinare il cavolfiore e fra pochi minuti scendo per la spesa), Saretto (bella la parabola!!! 😆 😆 😆 ) Lux (mi arrangio ha cucinare e credimi il cibo che compro e’ quello normale, spendo quando basta e senza fronzoli!!! :piangere: :piangere: :piangere: ) :ciao: :ciao: :ciao:
    Cerchiamo di vincere contro l’Udinese, che gioca senza alcuni titolari, se non stasera quando?

    Forza Cataniaaaaaaaaaaaa!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :catania:

  66. Ip Address: 72.226.121.41

    Qualche minuto fa ho finito di parlare via SKIPE,,,con SARETTO FARO. ed e’ stato un piacere e un’emozione incredibile………mi auguro che altri fratelli rossoazzurri possano mettersi in contatto con me..E’ proprio vero che le distanze non esistono piu’…….Sono d’accordo,poi.che oggi si deve solo vincere e non perche’ l’incontro sia facile[nella massima serie non esistono confronti di tal genere]ma perche’ siamo stanchi di complimenti e vogliamo conquistare punti….SEMPRE FORZA CATANIA’

  67. Ip Address: 95.239.57.173

    Buongiorno a tutti. Buongiorno Catanista, Saretto, Angelo Salvatore, Vittorio, Tino, Lux, Val, Giorgio,Peppe, e, insomma tutti! :salve:

    Giorgio, Lux e Saro….menu mali ca mangiai, se no mi facevuru passari ‘a fami! 😆

    Grande Salvatore! Hai ragione, ormai le distanze sono quasi annullate!

    Per stasera sono molto fiducioso! Però sarei molto cauto e ……occhio a Muriel!

    Forza ragazzi!!!! :catania:

  68. Ip Address: 80.181.178.67

    Salve raga’!!!!!
    Ciao Mongibello :ciao: :ciao: :ciao:
    Ti devo dire la verita’ il cavolfiore con la pasta mista mi e’ andata bene perche’ il nipotino l’ha mangiata ed era la prima volta!!! 😆 😆 😆
    Ciao Salvatore!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    Purtroppo non ho tempo per mettermi su Skipe, mi dispiace!!! :piangere: :piangere: :piangere:
    Ciao Lux!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    Per lavoro sono stato in Asia e precisamente in Malaysia. Ho mangiato pesce e delle insalate buonissime.
    Ci si arrangiava andando ai Burger King e i Mc Donald, quando ci andavo mangiavo solo pizza (un biscotto sembrava) con mozzarella (non so da dove veniva) e altro, ma i cetrioli dentro mi davano molto ma molto fastidio.

    Forza Catania sempre!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :catania: .

  69. Ip Address: 2.12.50.214

    4-2-3-121 M. ANDUJAR 22 P. ALVAREZ 14 G. BELLUSCI 6 N. LEGROTTAGLIE 12 G. MARCHESE 10 F. LODI 4 S. ALMIRON 13 M. IZCO 19 L. CASTRO 28 P. BARRIENTOS 17 A. GOMEZ

    Ecco i ns. Eroi :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania:

  70. Ip Address: 79.55.59.30

    chiarezza si prontu

  71. Ip Address: 79.18.70.128

    :salve: ragazzi….
    eccomi qua finalmente e FORZACATANIA SEMPRE :sciarpa:

  72. Ip Address: 2.12.50.214

    Prontissimo :catania: :catania: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :catania: spero che il Massimino sia pieno 😉 😉

  73. Ip Address: 2.12.50.214

    Pronti via
    Oggi sarà la partita di Almiron :catania: :catania: :catania: :catania:

  74. Ip Address: 2.12.50.214

    Queste sono le partite deggli allenatori, molto tattiche e quando entrano in gioco loro, il calcio scompare, Guidolin ha paura e schiera 7 centrocampisti il Catania ha difficoltà a fare gioco e cerca con lanci lunghi (inutili) di superare il centrocampo, io farei uscire Barrientos o Castro (non in forma) e fare entrare una punta vera Cani che puo’ fare da boa ai ns. attaccanti, e passare al 4-3-3

    Comunque il Papa con tutti questi argentini tifa per noi 😉 😉 e ora ci aiuterà :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  75. Ip Address: 87.10.98.146

    Un saluto agli amici :catania:

    Poi dice che non mi devo incazz…con Maran,è dalla partita con l’Inter che sta facendo lo scienziato.Dopo la cattiva lettura del secondo tempo contro l’Inter e avere giocato in nove(Almiron e Castro insufficienti) contro la rubentus,adesso vorrei capire che cosa centra Gomez centravanti,Izco alto a sinistra e Castro che non ci ha capito un cazz….di dove deve giocare,per non parlare del rientro dal primo minuto di Barrientos dopo un mese di stop e al rientro da un infortunio.

    Fare le cose semplici no??????

  76. Ip Address: 79.55.59.30

    ciao peppe vediamo se nel secondo tempo cambia qualcosa

  77. Ip Address: 87.10.98.146

    Vittorio,scrivevamo assieme.sono d’accordo con te che Guidolin ha paura di perdere,ma tatticamente al momento sta avendo ragione lui.non sono daccordo che sta giocando con 7 centrocampisti,penso che il suo 3-5-1-1,in non possesso palla si trasformi in un 4-5-1,perchè resta solo Muriel in avanti,ma non si può vedere Gomez spalle alla porta e Izco alto a sinistra,è un pesce fuor d’acqua,per non parlare di Castro che si pesta i piedi con Izco.

    A sinistra,vista la non ancora perfetta condizione di Barrientos,Merkel sta facendo il brutto e il Cattivo tempo,non pensoi che sia ora di spostare Izco a destra,castro in avanti e Gomez a destra,

    Cioè,

    Andujar

    Alvarez-Legrottaglie-Bellusci-Marchese

    Izco-Lodi-Almiron-

    Barrientos-Castro-Gomez.

    Ciao a dopo.

  78. Ip Address: 2.12.50.214

    Ciao Beppe ti sembrerà strano ma sono d’accordo con te 😉 😉 ma Guidolin e un cacasotton e spera in un colpo di culo, solo quello per vincere la partita e non la gioca…..allora è difficile per i nostri!!
    Ma vedrai che il buon Maran (spero) abbia letto bene la partita, per Barrientos ha fatto bene a farlo giocare, se non gioca quando rientra? :ciao:

  79. Ip Address: 87.10.98.146

    Ciao Angelo,vado a vedere la ripresa a dopo. :catania: :catania:

  80. Ip Address: 87.10.98.146

    Si Vittorio,ci può stare il rientro di Barrientos,ma nello scacchiere giusto,come tu ben mi insegni. 😉 :catania:

  81. Ip Address: 79.55.59.30

    e golllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllll :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania:

  82. Ip Address: 2.12.50.214

    GGGGGGGGGGGGGOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLL
    e ora il SECONDDDDDDDDOOOOOOOOOOO
    GUIDOLINNNNNNNNNNNN difenditi

  83. Ip Address: 79.55.59.30

    che carambolaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  84. Ip Address: 2.12.50.214

    Minkia ma c’è ndu Bellusci ca nun si ni teni una 😆 😆 😆 😆

  85. Ip Address: 79.55.59.30

    bellusci dovrebbe stare piu calmo

  86. Ip Address: 79.55.59.30

    ecco bellusci se le cercata

  87. Ip Address: 2.12.50.214

    Minkia di culo espulso Potenza :catania: :catania: :catania:

  88. Ip Address: 2.12.50.214

    Non capisco perchè Maran non puo’ parlare è il Kakasotto si§§§ :diavolo: :diavolo: :diavolo: :diavolo:

  89. Ip Address: 2.12.50.214

    Quà i giornalisti diconio che Muriel èn un attore :diavolo: :diavolo: :diavolo:

  90. Ip Address: 79.55.59.30

    si ciarezza muriel e un primo attore 😆 😆 😆

  91. Ip Address: 2.12.50.214

    E DDDDDDDDDDDDDDDDUUUUUUUUUUUUEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

    SCUSSSSSSA MARAN

  92. Ip Address: 79.55.59.30

    e vaiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: che golllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllll

  93. Ip Address: 79.55.59.30

    barrientos si e svegliato

  94. Ip Address: 79.55.59.30

    e vaiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 😆 :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  95. Ip Address: 2.12.50.214

    IIIIIIIIIIIIEEEEEEEEEEEEEEEEEEB TREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGOOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLL

    Non appena abbiamo fatto il primo Guidolin si squagghiauuu :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  96. Ip Address: 88.66.22.155

    Oggi niente regali oggi si vince

  97. Ip Address: 88.66.22.155

    accuminciamu che minchiati auuuuu e basta

  98. Ip Address: 2.12.50.214

    Ricomincia la corsa, a dopo sono invitato è mi aspettano, :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania:

  99. Ip Address: 79.55.59.30

    e vaiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii vittorio vittoria giorgio affacciati catari’ ca l’aria e doooooooooooooce :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :catania: :catania: :catania:

  100. Ip Address: 88.66.22.155

    e riecocci qua vivi e vegeti e più incazzati che mai
    Fozza Cataniaaaaaaaaaa

  101. Ip Address: 88.66.22.155

    Angelo , guidolino adesso schiumerá rabbia nel vedere che gli siamo sopra di 4 punti :incavolato: :incavolato: :incavolato: :incavolato:

  102. Ip Address: 79.2.101.87

    Sìììììììììì, col Pitu in campo è tutta un’altra musica.
    Geniale nel lancio che ha originato l’azione del primo gol, illuminante nel cross del secondo. :catania: :catania: :catania:

  103. Ip Address: 79.2.101.87

    A tutti un caro saluto.
    Guidolin non si sapeva spiegare perchè il Catania in classifica sta sopra l’Udinese, adesso forse l’ha capito !!! 😆 :sciarpa:

  104. Ip Address: 79.2.65.156

    Grande Catania nel secondo tempo Bravi tutti, anche senza una prima punta si riesci a segnare 3 gol 😀 😀
    Non ci voleva quel Muriel dai tempi del Lecce sempre lui….
    Guidolin, predi e porta a casa :sciarpa: :sciarpa:

  105. Ip Address: 79.2.101.87

    Un caro saluto a Saretto, Ben, Vittorio, Peppe 58, Giorgio da Napoli Angelo, Salvatore Grasso, Mario, Lux, Pippo Mongibello e a tutti gli altri tifosi.
    Abbiamo asfaltato l’Udinese. Dopo un primo tempo così così nella ripresa non c’è stata partita e il 3-1 ci sta persino stretto.
    Mi dispiace che uno solo (Muriel) ci poteva dare fastidio ed è stato messo in condizione di battere l’incolpevole e buon Mariano.
    Secondo me tutta la squadra nella ripresa si è espressa ad ottimi livelli, per me da 8 Gomez, non fosse altro per le due reti e da 7 pieno Barrientos e Castro.
    Molto bene anche Izco.
    A tutti una buona serata, a me sicuramente, finalmente una buona domenica. :sciarpa: :catania:

  106. Ip Address: 87.10.98.146

    Allora,era così difficile mettere ognuno al proprio posto??? 😀 😀

    Stavolta Maran ha fatto le correzioni giuste ,e i fatti si sono concretizzati in una bella vittoria.
    Lux,le dichiarazioni di Guidolin su Sky fanno rabbrividire,è scandaloso,però questo significa,’ccà ‘stà ‘rusicannu…. :incavolato: :incavolato:

    Amici,vi auguro una buona serata a tutti e una buona domenica.

    :catania: :catania: :sciarpa: :sciarpa: :salve: :ciao: :ciao: :ciao:

  107. Ip Address: 79.55.59.30

    vittoria meritata di un catania desideroso di riscatto :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :catania: :salve: :salve:

  108. Ip Address: 79.55.59.30

    Guidolin: “Eravamo in difficoltà, abbiamo messo in difficoltà il Catania”guidolin ma vai a cagher rosica rosica :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :salve: :salve:

  109. Ip Address: 79.55.59.30

    Maran: “Una vittoria che ci fa sognare”
    In diretta dalla sala stampa dello stadio Massimino, le parole del tecnico del Catania, Rolando Maran, al termine di Catania-Udinese

  110. Ip Address: 79.55.59.30

    Rolando Maran (allenatore Catania): “Sapevamo della pericolosìtà di questa partita. Chiudeva tutti gli spazi, ripartiva. Abbiamo avuto pazienza, e siamo stati premiati nel secondo tempo. I goal sono stati splendidi. Merito ai ragazzi, potevamo segnare solo grazie a dei goal splendidi.

    “Eravamo in difficoltà. Avevo cominciato a far scaldare Bergessio, poi i goal ci hanno spianato la strada. Portiamo a casa una vittoria bellissima, meritata, che ci fa tornare a sognare. Dopo il goal si sono create delle condizioni ideali per far bene,

    “Rimpianti cerchiamo di non averne. Non abbiamo portato a casa punti nelle ultime due gare. La rabbia l’abbiamo trasformata in convinzione e forza.

    “Cani? Giocherà quando lo riterrò opportuno.

    “Dopo due partite finite in quel modo potevamo subire ripercussioni. La dice lunga sulla mentalità di questa squadra. Dobbiamo essere propositivi, andare alla ricerca del proprio destino.

    “Quello che vogliamo è provare fino in fondo a dar continuità a quel che stiamo facendo.

    “Sicuramente la Lazio è una partita importante. C’è una partita di Coppa Italia che spero porti ulteriore rabbia da trasformare positivamente.

    “Almiron? Solo fatica la ragione del cambio. :catania: :catania: :catania: :catania:

  111. Ip Address: 79.55.59.30

    Catania 4-3-3: Andujar; Alvarez, Legrottaglie, Bellusci, Marchese; Lodi, Almiron, Izco; Gomez, Castro, Barrientos. All. Maran (a disp. Frison, Terracciano, Rolin, Potenza, Keko, Ricchiuti, Salifu, Bergessio, Cani, Biagianti, Doukara, Petkovic, Bergessio).

    Udinese 3-5-2: Brkic; Benatia, Danilo, Angella; Faraoni, Badu, Allan, Merkel, Gabriel Silva; Pereyra, Muriel. All. Guidolin (a disp. Padelli, Pawlowski, Campos Toro, Zielinski, Rodriguez, Ranegie, Berra).

    Arbitro: De Marco di Chiavari
    Assistente: Peretti, Meli
    Quarto uomo: La Rocca
    Addizionali: Borriello, Di Paolo

    Buon pomeriggio da Giuseppe Puglisi a tutti i tifosi rossazzurri. In diretta dalla tribuna stampa dello stadio Angelo Massimino.
    Speaker da in benvenuto a tutti e da lettura delle formazioni che stanno per scendere in campo.

    Striscione al centro del campo “Espelli il razzismo dal Calcio”

    Primo Tempo

    Squadre appena entrate in campo. Catania in maglia rossazzurra, Udinese in maglia bianca strisce nere.
    Giocatori in campo con uova di pasqua.
    Catania che attaccherà da destra a sinistra dei vostri immaginari teleschermi.

    Partita iniziata

    1 Punizione per l’Udinese lato sinistro d’attacco.
    Battuta al centro dell’aria, testa del difensore ospite, para Andujar.
    3′ Punizione per il Catania.
    Punizione battuta, la difesa respinge recupera almiron che guadagna un angolo.
    Angolo battuto nulla di fatto.
    5′ Gomez subisce un brutto fallo. Nessuna ammonizione.
    5′ Marchese si guadagna una punizione dal limite del fallo laterale, limite sinistro dell’area di rigore.
    Batte Lodi uno schema incomprensibile, parte l’Udinese in contropiede Andujar costretto ad uscire.
    7′ Bellusci cade male per terra ed entrano i sanitari in campo
    10′ Lodi perde palla, l’Udinese costruisce un’azione d’attacco. Molto possesso palla, lancia sulla sinistra, Legrottaglie spazza.
    15′ Punizione per l’Udinese.
    Nulla di fatto. Sugli sviluppi dell’azione seguente, Legrottaglie perde palla e per fortuna Muriel non riesce ad approfittare.
    17′ Ammonito Alvarez. Punizione dal limite dell’area di rigore lato sinistro.
    Un super Andujar manda in corner la punizione battuta forte e precisa sul primo palo. Angolo.
    Angolo battuto tiro dalla distanza, fuori.
    20′ Punizione per il Catania lato sinistro metà campo.
    Batte Lodi, nulla di fatto.
    22′ Gomez subisce l’ennesimo fallo. Punizione per il Catania lato sinistro.
    Batte Lodi cross al centro dell’area, testa di Castro alto sopra la traversa.
    24′ Ennesimo fallo commesso su Gomez l’arbitro sorvola.
    25′ Contropiede dell’Udinese esce bene Andujar e para.
    26′ Alvarez atterrato. Punizione lato destro limite dell’area di rigore.
    Batte Lodi, pennella al centro, il portiere ribatte con i pugni, raccoglie Barrientos che prova a scavalcare il portiere ma finisce di un soffio sopra la traversa.
    29′ Gomez entra in area di rigore cross basso ma il portiere è attento e para a terra.
    30′ Azione confusa del Catania in area di rigore. Alvarez crossa al centro ma la difesa spazza. Peccato!
    32′ Azione dell’Udinese, tiro dal limite dell’area di rigore, Attento Andujar che para.
    33′ angolo per l’Udinese.
    Batte l’angolo. Il Catania riparte in contropiede ma Gomez viene fermato dalla difesa ospite.
    34′ Muriel contropiede dell’Udinese per fortuna svirgola il pallone e Bellusci manda in corner.
    Corner battuto, Pereyra crossa al centro testa del difensore ospite alto sopra la traversa.
    35′ Faraoni commette l’ennesimo fallo. Punizione per il Catania.
    Batte Lodi, para il portiere in uscita.
    38′ Tiro di Castro telefonato per il portiere.
    39′ Angolo per l’Udinese.
    Nulla di fatto.
    41′ Tiro dalla distanza per l’Udinese. Alto sopra la traversa.
    43′ Ancora Udinese in avanti, Alvarez anticipa tutti passaggio per Lodi che lancia Izco ma il passaggio è troppo lungo.
    1 minuto di recupero.

    Dopo un minuto di recupero l’arbitro manda tutti a riposo con il risultato parziale di Catania Udinese 0 -0

    Fine Primo tempo

    Secondo Tempo

    Squadre appena entrate in campo.
    Calcio d’inizio affidato all’Udinese
    Partiti.
    Si riscaldano Biagianti, Bergessio e Keko
    45′ Benatia ammonito.
    47′ Almiron ci prova dalla distanza, tiro ribattuto dalla difesa.

    RETEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE, bellissima rete del Catania Barrientos ruba palla e lancia Gomez, triangola con Castro si libera in area del difensore, ripassa a Gomez che solo davanti il portiere colpisce il palo interno e insacca.

    51′ Confusione in area di rigore del Catania, Andujar para un tiro sporcato dal difensore rossazzurro.
    53′ Punizione per l’Udinese
    Nulla di fatto.
    55′ Ammonito Bellusci. Espulso Potenza.
    57′ Punizione per l’Udinese
    Nulla di fatto.
    58′ Punizione per il Catania. Limite area di rigore zona sinistra.
    58′ Cambio per l’Udinese esce Faraoni per Campos Toro.
    62′ Quarto uomo richiama la panchina dell’Udinese.
    64′ Rimessa laterale per il Catania, Alvarez cambia zona di campo, Bellusci lancia Gomez ma riparte l’Udinese.

    65′ RETEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE GOMEZ, Azione fantastica di Castro e Barrientos che fanno i giocolieri in area di rigore, cross al centro per Gomez che in velocità di testa insacca.

    69′ ammonito Izco.
    Tutto lo stadio in piedi a cantare “Salta con noi Guidolin”.

    70′ RETEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE, Punizione di Lodi dal limite, che insacca alla grandeeeeeeeeeeeeeee. Pallone deviato leggermente dalla barriera

    74′ Almiron a terra per crampi. Cambio immediato per il Catania.
    Nessun cambio Almiron si rialza e continua a giocare.
    76′ Punizione per l’Udinese.
    Pallone al centro, para Andujar.
    78′ Pronti 2 cambi uno per parte.
    78′ Per l’Udinese Merkel per Ranegie. Il Catania sostituisce Almiron per Biangianti.
    80′ Punizione per l’Udinese.
    Para Andujar in uscita.

    RETE per l’Udinese tiro di Muriel in diagonale sul secondo palo Andujar non arriva.

    82′ Punizione dal limite per l’Udinese, la barriera respinge.
    83′ Biagianti lancia Castro la la difesa è attenta.
    Catania che ora controlla la gara.
    86′ Cambio per l’Udinese Benassia per Zielinski.
    88′ Biagianti tiro dalla distanza, alto sopra la traversa.
    89′ Esce Gomez per Doukara. Stadio in piedi ad applaudire.
    4 minuti di recupero.

    90+1′ Udinese in possesso palla, nulla di fatto.
    90+2′ Entra per il Catania Keko per Castro

    Dopo 4 minuti di recupero l’arbitro manda tutti a casa con il risultato di Catania 3 Udinese 1.

    Commenti e come dico sempre tutto il resto e noia grande catania buona serata a tutti :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :salve: :salve:

  112. Ip Address: 72.226.121.41

    Certo non si puo’ assolutamente criticare una vittoria e quindi godiamoci in pace questa vittoria che ci ha consentito finalmente di lasciare quota 42. indubbiamente,pero’,non e’ stata una delle migliori prestazioni della nostra squadra,specie nella prima parte della contesa. Confesso che dopo l’incredibile rete dell’udinese[incredibile perche’ eravamo 3 contro uno’],ho cominciato a temere che un’altra beffa si potesse ripetere e sono sicuro che non sono stato il solo.In ogni caso,e’ bene tutto quel che finisce benee ora la sosta ci servira’ a ricaricare le batterie e a ricuperare Bergessio[la sua assenza si nota e si rimpiange solo quando non gioca]SEMPRE FORZA CATANIAi

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu