Roma – Catania 4-2

 Scritto da il 7 gennaio 2011 alle 00:20
Gen 072011
 

Roma Ladrona

E’ stata probabilmente la migliore prestazione stagionale del Catania, il primo tempo dei rossazzurri è stato praticamente perfetto e soltanto una papera di Andujar ha consentito alla Roma di passare immeritatamente in vantaggio con un gol, fra l’altro fortunoso, di Borriello.

Dopo la rete della Roma soltanto Catania. Abile a sfruttare come al solito i calci da fermo mette in evidenza le capacità realizzative di Silvestre che già al 10° dopo aver sbagliato incredibilmente di testa il pareggio ed aver sfiorato giungendo in ritardo ancora il gol sull’ennesimo calcio da fermo di Llama, colpisce al 29° su corner calciato ancora una volta da Llama, il pallone sbatte contro il palo e supera nettamente la linea di porta nonostante l’estremo tentativo di Simplicio; inutili ed immotivate le proteste dei giallorossi. Prima del pareggio da segnalare un palo esterno colpito da maxi Lopez sempre più nel vivo del gioco del Catania.

Il predominio del Catania si concretizza con il meritatissimo vantaggio siglato da Lopez dopo un pregevole lancio di Gomez, Maxi, scattato in posizione regolare, supera Julio Sergio e deposita il pallone in fondo al sacco.

Ancora un contropiede dei rossazzurri 5 contro 2 mal sfruttato dai nostri giocatori a legittimare quanto verificatosi sino ad allora sul terreno di gioco.

I romanisti sono furibondi con arbitro e guardalinee per i presunti torti subiti sulle due reti del Catania, la solita pressione psicologica esercitata dai giallorossi sui giudici di gara cambierà le sorti della gara.

Ranieri cambia il suo centrocampo ma non saranno gli uomini messi in campo dal mister a mutare in maniera determinante l’andamento della partita, Greco, subentrato al febbricitante De Rossi, lancia Riise sulla sinistra, Alvarez si fa superare dal pallone e dall’avversario, Andujar va a farfalle in un improbabile tentativo di chiudere lo specchio al traversone del giocatore giallorosso che crossa in mezzo con pallone abbondantemente al di là del terreno di gioco, Borriello, lasciato nella circostanza indisturbato dal nostro Silvestre nell’unico errore della sua gara, colpisce di testa e pareggia.

E’ già uno scandalo il dover subire il pareggio, registrare l’ennesimo favore arbitrale nei confronti della Roma a danno del Catania assume le dimensioni di una colossale beffa.

E’ sintomatico di quanto fossero persuasive le lamentele dei giallorossi il fuori gioco fischiato al minuto 8° a Maxi Lopez che si trovava pericolosamente lanciato verso la porta della Roma  in posizione assolutamente regolare. Llama e Ledesma subiscono entrambi due falli da giallo mentre il cartellino viene sbattuto in faccia al nostro Ledesma, durante il primo tempo, nell’unico intervento falloso della sua buona gara per altro alla ricerca del pallone.

Il Catania controlla molto bene la gara e si rende pure pericoloso in alcuni contropiede non sfruttati dove si vede che alcuni giocatori, Llama in particolare, non hanno ancora la giusta lucidità in fase di possesso palla e di propensione offensiva. Probabilmente anche alcuni schemi di Giampaolo sono ancora in fase di apprendimento da parte dei nostri atleti.

Tiro alto di Lopez, salvataggio di Andujar su Borriello dopo clamorosa distrazione di Bellusci (fosse stato Terlizzi sarebbe andato fuori rosa subito).

Ma la beffa, la rapina a mano armata, viene perpetrata dal duo Brighi – Musolino che non segnalano la posizione di off-side di Vucinic che al 40° su tiro sbilenco dell’ex calciatore Totti deposita in rete nonostante la trattenuta di Silvestre; a mente fredda se non lo avesse trattenuto e supponendo la buona fede del direttore di gara forse il fuorigioco sarebbe stato più evidente.          

Dire che il risultato è bugiardo rappresenta la sintesi della falsità umana; il gol del 4 a 2 della Roma non fa testo e non merita alcun commento se non quello dei supporters romanisti che farebbero bene a vergognarsi di gioire per cotanta generosità concessa nei confronti della propria squadra; oggi il Catania esce sconfitto da Roma a testa alta, i giallorossi portano a casa i tre punti ma confido nel fatto che il tempo sarà galantuomo.

Questa Roma non è certamente da scudetto, giustizia divina e debiti faranno il resto, questo, almeno, è quanto mi auguro finalmente per loro.

Il presidente Pulvirenti oggi  si è espresso con veemenza nei confronti della terna arbitrale, non era mai arrivato a tanto negli anni di gestione del Catania, ha detto a chiare lettere che Brighi ha siglato una doppietta e verrà certamente squalificato dal giudice romanista Tosel proteggendo squadra e tecnico che oggi davvero non hanno nulla da rimproverarsi se non un maggior cinismo in fase offensiva ed una maggiore attenzione in fase difensiva.

Ancora indietro Llama, abile a calciare da fermo ma ancora impreciso nei dribbling e nei cross in movimento; Pablo Alvarez non è ancora il difensore insuperabile della passata stagione, colpevolmente in ritardo sul pareggio della Roma e spesso in difficoltà nell’uno contro uno sia con Menez che con Riise; peccato per la topica sull’uno a zero di Andujar, per il resto sembra sempre più sicuro anche nelle uscite; ottimo Maxi Lopez, qualità e quantità, per me il migliore in campo insieme a Silvestre che ha sbagliato solo sul pareggio della Roma, a sua parziale scusante il fatto che, come tutti, aveva già battezzato fuori il pallone di Riise; bene Ledesma, Gomez, Bellusci e Carboni, vera diga del centrocampo; buona gara di Capuano e Pesce nell’insolito ruolo di interno di centrocampo.

Il Catania ha davvero sfiorato il colpaccio a Roma e l’avrebbe pure meritato; speriamo che la buona prestazione complessiva di oggi sia di buon auspicio per il nostro futuro che ci regalerà il pieno recupero di alcuni atleti fondamentali come Biagianti, Spolli e Mascara e che sembrerebbe aver finalmente regalato a mister Giampaolo la convinzione di avere a disposizione davvero un gruppo di atleti di buon livello.

Domenica prossima è in programma la pañolada spagnola, ovvero lo sventolio, da parte di ogni tifoso che si recherà al Massimino per vedere Catania – Inter, di un fazzoletto bianco, al momento dell’ingresso delle squadre, in segno di disapprovazione verso i tanti, troppi torti arbitrali, ma non potrà sempre andare male al nostro Catania, magari ripartendo da una convincente vittoria contro i nerazzurri bissando la gioia della passata stagione.

  32 Commenti per “Roma – Catania 4-2”

  1. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno a tutti….

    da quello che leggo mi sa che a Catania per la partita contro l’Inter dobbiamo mettere il fazzoletto verde!!!!! scusate l’off topic…..
    ci hanno rubato la partita.

  2. Ip Address: 79.44.21.97

    Buongiorno a voi tutti,ieri dopo la partita,volutamente mi sono sottratto a qualsiasi tipo di informazione,riflessione o confronto calcistico,perchè poco lucido per la troppa arrabiatura,causa il furto subito per l’ennesima volta dalla squadra,statisticamente maggiormente favorita in casa,che ai danni del Catania continua a perpretare ingiustizie con la collaborazione di personaggi(dicasi terna arbitrale)poco trasparenti e di dubbia onestà.Condivido in toto l’articolo di Marcello,momentaneamente stacco,ci rileggiamo presto.

  3. Ip Address: 85.41.235.41

    buongiorno
    hanno dato Un anno di condanna per il furto da 30 euro. Rubarono generi alimentari. ieri Brighi si merita di essere radiato per quel che ha fatto.

  4. Ip Address: 82.55.100.188

    Buongiorno popolo rossazzurro
    Che dire ancora sono incazzato nero
    Ecco cosa scrive oggi la gazzetta dello sport riguardo all’arbitraggio di ieri

    ROMA-CATANIA 4-2 — “L’arbitro Brighi ha segnato una doppietta per la Roma” dice arrabbiatissimo il presidente Pulvirenti. Peccato per gli errori del primo assistente Musolino. Proprio lui che era stato bravo nel primo tempo, al 29’ sul pareggio del Catania: sul colpo di testa di Silvestre, la palla viene respinta da Juan, ma ha superato interamente la linea di porta. Bene Musolino anche sul 2-1 di Maxi Lopez, che scatta in posizione regolare. Nella ripresa, invece, il guardalinee sbaglia sul 2-2 della Roma: Riise recupera il pallone oltre linea di fondo (vedi foto) prima di servire Borriello che segna. Difficile da vedere, ma il gol era da annullare. Altro errore al 41’ della ripresa: Vucinic segna il 3-2, ma l’attaccante parte in fuorigioco sul passaggio di Totti.

    Alla fine per “demeriti” dei nostri ragazzi la partita sarebbe come giusto finita 2 a 2 e sarebbe stato stretto per il catania come risultato, non siamo riusciti a fargli il 3 a 1 ma non meritavamo certo di perdere

  5. Ip Address: 85.41.235.41

    hai ragione, purtroppo nel calcio italiano il pesce grande mangia il piccolo !!!!!

  6. Ip Address: 85.41.235.41

    quoto peppe78, ma la rometta ha vinto sempre cosi con l’aiuto della terna arbitrale… che vergogna.

  7. Ip Address: 85.41.235.41

    Lo Monaco convoca i giornalisti per parlare degli errori arbitrali di Roma-Catania
    07.01.2011 11:32 di Giulia Spiniello
    Fonte: Italpress

    Il Catania ha convocato una conferenza stampa in programma per oggi alle 16. A incontrare i giornalisti sara’ l’amministratore delegato del club rossazzurro, Pietro Lo Monaco, che presumibilmente tornerà sulla sconfitta di ieri sul campo della Roma. Un ko condizionato dagli errori della terna arbitrale. Ieri c’era già stato lo sfogo del presidente Pulvirenti che ha detto “Mi prenderò una squalifica perchè ho detto all’arbitro che è stato bravo a fare una doppietta: siamo stati penalizzati, parliamo di una partita falsa”. Oggi eè probabile che sull’argomento torni anche l’amministratore delegato del Catania, Pietro Lo Monaco.

  8. Ip Address: 79.3.100.96

    Salve raga’!!!
    Spero che non sia squalificato anche zio Petrus!!! 😐 😐 😐

    Forza Catania!!! 😈 😈 😈

  9. Ip Address: 90.1.194.74

    Ragazzi Buongiorno, io oggi sono felice ho rivisto il Catania di Mihajlovic, CLASSE e GRINTA e come dico dall’inizio del campionato giocxando cosi siamo da lato sx della classifica ad occhi chiusi, ora per me Lo Monaco sbaglia a convocare i giornalisti!! per che cosa ? pi fare fumu o per anteporsi a Pulvirenti il quale con grande ironia a già risposto ed ieri in trasmissioni tipo contro campo o la DS gli davano ragione al 100% arrivando a dire che non dovrebbe nemmeno essere squalificato, ed io penso che non lo sarà, ma anche se….cu si ni futti!!! la sua figura con classe la fatta!!! ed allora che c’hazzecca Lo Monaco, stai zitto ed invece approfittatene tu e Giampaolo dell’occasione che vi si ripresenta, ieri si abbiamo perso 3 punti……, ma abbiamo rivisto il Catania dell’anno scorso è questo vuol dire 10 punti in più alla fine!!!!!

    O SOLO CHE GIAMPAOLO LO ABBIA CAPITO!!!!!!!!!!!!!!!!

    LUX UNNI SIIII e gli altri?

  10. Ip Address: 90.1.194.74

    SPERO SOLO CHE GIAMPAOLO LO ABBIA CAPITO!!!!!!!!!!!!!!!!

  11. Ip Address: 85.41.235.41

    Secondo me Lo Monaco fa bene a protestare contro l’arbitraggio di ieri…
    a dir poco era scandaloso, la societa si deve far sentire. basta subire e stare zitti.

  12. Ip Address: 85.41.235.41

    Se lo aspettava anche Pulvirenti e puntuale è arrivato il provvedimento da parte del Giudice Sportivo. Il presidente del Catania è stato inibito fino al 31 di Gennaio “per avere, al termine della gara, al rientro negli spogliatoi, contestato l’operato degli Ufficiali di gara, rivolgendo loro reiteratamente espressioni ingiuriose e provocatorie”.
    Nel post partita di Roma-Catania il presidente del club siciliano, Antonino Pulvirenti, ha rilasciato parole dure nei confronti della terna arbitrale che ha diretto la sfida. Le parole del numero uno del Catania: “Sono molto arrabbiato, ho sempre parlato bene degli arbitri ma stavolta mi risulta molto difficile: la Roma ha segnato due gol irregolari. Al­l’inizio eravamo meritatamente in vantaggio, purtroppo non è di­peso dai ragazzi, ma da due enormi errori arbitrali. Al triplice fischio finale ho detto all’arbitro che ha fatto una doppietta, forse verrò squalificato. Però non mi interessa perché non ho detto parole offensive, sola­mente la verità.”

    TOSEL FAI SCHIFO……

  13. Ip Address: 85.41.235.41

    Inter, Moratti: “Il Catania ieri meritava di vincere a Roma”

    Ricordando la scorsa stagione, quella di domenica a Catania può essere una trasferta insidiosa?

    “Si è visto anche ieri. Credo che il Catania meritasse di vincere, ha disputato una gran partita e noi sappiamo di andare a giocare una gara difficile, ma il campionato è così”.

  14. Ip Address: 90.1.194.74

    Joe Joe Joe, 8) 8) 8)

    Ma perché una volta che sono positivo a ragion veduta, tolgo dal mio Nick Via Giampaolo ma quasi ci rimettu e macari….. 😉 😉
    Tu mi vuoi spiegare perché dopo l’ottimo intervento di Pulvirenti, Lo Monaco debba ancora parlare? fino ad ora con gli arbitri non è che sia andata molto male e io credo alla buona fede, se no il gol di Silvestre non lo convalidavano, certo poi hanno ceduto alle pressioni dei giocatori della Roma con in testa quella merda di Perrottino 👿 👿 ma nell’arco del campionato siamo stati trattati bene, vedi molte squadre a cominciare del Bari quante ne hanno viste, ma ripeto basta pensare alla Roma anzi……………..

  15. Ip Address: 85.41.235.41

    Chiarezza prima di tutto io non posso sapere di cosa parlerà Lo Monaco !!!!
    può anche darsi che si dimetti dalla lega ?????

    ieri l’arbitraggio era scandaloso….
    fai bene ad essere positivo verso Giampaolo sta cambiando modo di giocare.
    la vittoria contro l’Inter è d’obbligo…..

  16. Ip Address: 79.3.100.96

    GIUDICE SPORTIVO: DIFFIDATO LO MONACO, INIBITO PULVIRENTI

    Scritto da Andrea Mazzeo il 07 Gen 2011 alle 02:49 pm | Argomento: Giudice Sportivo

    Mano pesante nei confronti del Catania da parte del Giudice Sportivo, Gianpaolo Tosel, dopo la gara di ieri contro la Roma. Ammonizione con diffida ed ammenda di € 5 mila inflitta all’amministratore delegato rossazzurro Pietro Lo Monaco “per avere, al termine della gara, negli spogliatoi, rivolgendosi al Quarto Ufficiale, contestato l’operatore arbitrale con un’espressione ingiuriosa“; inibizione a svolgere ogni attività in seno alla Figc a ricoprire cariche federali ed a rappresentare la società nell’ambito federale a tutto il 31 gennaio 2011 per il presidente Antonino Pulvirenti. Stesso provvedimento adottato nei confronti del dirigente del Parma, Pietro Leonardi, ma fino al 25 gennaio. Ammonizione ed ammenda di € 2 mila per il giocatore del Brescia, Eder.

    Per quanto riguarda i calciatori, squalificato per tre giornate Felipe Melo (Juventus), mentre un turno di stop è stato comminato a Giacomazzi (Lecce), Pinzi (Udinese), Ambrosini (Milan), Belmonte (Bari), Dias (Lazio), Kroldrup (Fiorentina) e Vass (Brescia).

    Multe di € 7mila alle società di Cagliari e Juventus.

    Mah!!! Ch parla “muore”!!! 😡 😡 😡

  17. Ip Address: 85.41.235.41

    ECCO COSA HA DETTO LO MONACO:

    Venerdì, 07 gennaio 2011 ore 16.37.07
    CATANIA, LO MONACO: ´C´è una sudditanza psicologica. Il guardalinee, insultato dai giocatori della Roma dopo il nostro gol, non ha poi visto la palla fuori di Riise´
    L’amministratore delegato del Catania Pietro Lo Monaco ha espresso il suo giudizio in merito agli episodi arbitrali che hanno deciso Roma-Catania di ieri. Queste le parole, durante la conferenza stampa odierna, del dirigente etneo:
    “Non contestiamo i singoli episodi e non ce l’abbiamo con la Roma, ma rimarchiamo che esiste una sudditanza psicologica. Lo stesso guardalinee che aveva convalidato il nostro gol, nonostante le proteste dei giocatori della Roma, ha fatto finta di non sentire gli epiteti tipo “figlio di” che alcuni giocatori gli hanno rivolto, e ha poi decretato che la palla controllata da Riise non fosse uscita.”

  18. Ip Address: 90.1.194.74

    Bene Joe e dopo che ha detto questo ? Se lo poteva risparmiare a convocato una conferenza stampa per dire questo? spero di no !!! oggi doveva stare zitto a che serve ribadire un giorno dopo quello che ieri hanno visto tutti? perché non mi parla di Barrientos? e Ricchiuti? se ieri c’era lui …………..non mi fate tornare !!!!!cattivo….. 👿 👿 😉 😉

  19. Ip Address: 85.41.235.41

    Lo Monaco getta BENZINA SUL FUOCO: “Ieri in Roma-Catania ha vinto la SUDDITANZA psicologica”
    “La notra è una denuncia contro il sistema”
    07/gen/2011 17.54.00

    All’indomani della sconfitta contro la Roma, l’amministratore delegato del Catania, Pietro Lo Monaco, torna sugli errori arbitrali che hanno caratterizzato il match dell’Olimpico. “Ieri abbiamo perso la partita a causa della sudditanza psicologica della terna arbitrale nei confronti della Roma. La sudditanza psicologica ha rovinato la partita che è stata irregolare. La nostra è una denuncia contro il sistema. Non voglio fare polemica con la Roma società con cui abbiamo buoni rapporti ma non possiamo però assistere alle sceneggiate di diversi giocatori giallorossi che insultavano la terna arbitrale come se nulla fosse”.

    Per Lo Monaco, poi, “gli arbitri sono condizionati non solo dai grandi giocatori ma anche dai media. Proprio i media nazionali, poi, hanno minimizzato quando di ingiusto avvenuto ieri all’Olimpico. Ci sentiamo defraudati e gradiremmo lo stesso peso, la stessa misura per tutte le squadre. Con la vittoria di ieri oggi saremmo ottavi con una posizione di classifica prestigiosa. Poi, come si dice dalle nostre parti siamo stati anche ‘cornuti e mazziati’, oggi sappiamo, infatti, di dover pagare anche una multa”.

  20. Ip Address: 90.1.194.74

    U tuccanu na sacchetta 5000€ maronna e ora comu fa, da un tifoso da salotto mio malgrado!! 😉 😉

  21. Ip Address: 90.1.194.74

    E vi dico di più se perdiamo il vantaggio e la simpatia che ieri abbiamo avuto da tutti, compreso il Corriere dello Sport, è colpa di Lo Monaco;;; BASTAAAAA CRITICHE PENSIAMO SOLO, SIAMO FORTI E POSSIAMO VINCERE CON TUTTI!!!!!!!!!!!!!!!!!! 👿 👿 👿 👿 👿 👿 ancora non ho sentito parlare della grande VOGLIA di vincere che ieri avevano i ragazzi e Giampaolo si anche lui, lo visto diverso, anche se alla fine Del Vecchio 🙄 🙄

  22. Ip Address: 85.41.235.41

    delvecchio ha la valigia pronta 😀 😀 😀 per l’atalanta 😆 😆

  23. Ip Address: 79.44.21.97

    Buon pomeriggio a voi tutti,concordo solo in parte con i post di chiarezza,per ciò che riguarda la parte tecnica,le critiche a Lo Monaco non le condivido ma le rispetto.Troppe volte a Roma succedono cose come quelle viste ieri,ed è anche vero che i romanisti si permettono di trattare gli arbitri come degli straccioni per cercare di metterli in soggezione,non ci dimentichiamo che il sig. Totti in passato si è permesso di apostrofare per ben tre volte l’arbitro Rizzoli dandogli dello str….nzo senza essere espulso.In seguito ha rimediato una giornata di squalifica con multa a seguito della prova tv,con questo non voglio dire che dobbiamo fare del vittimismo a vita,ritengo però doveroso una presa di posizione della società e se ieri il presidente Pulvirenti ha rilasciato delle dichiarazioni,si possono considerare post-gara,mentre la conferenza stampa convocata da Lo Monaco,da voce ufficiale alla società.Detto questo è giusto pensare alla gara di domenica prossima,sperando che la rabbia si trasformi in energia positiva e contro l’Inter si possa rivedere la squadra che abbiamo visto contro la Roma.

  24. Ip Address: 90.1.194.74

    Ciao Peppe 58
    Mi piacerebbe sapere quello che non condividi dei post nella parte tecnica.

  25. Ip Address: 90.1.194.74

    ma forse tu parli di Ricchiuti, bene male non faceva e se io che lo sempre dall’inizio criticato oggi se siamo arrivati al ca^plinea gli dico Grazie tante Piccolo grande uomo!!!

  26. Ip Address: 90.1.194.74

    Minkia lo dicevo ieri che anche i 4 gol era da annullare!!!!!!!!!!!!!!!!! 👿 👿 👿 👿 👿 👿 👿 👿

    Cataniamania: L’acquisto? Un guardalinee
    19:01 del 07 gennaio
    Leggi anche…
    17:21 del 07 gennaio
    Catania, Lo Monaco: ‘Perso per sudditanza’
    Di:
    Antonio
    Costa

    Un errore assurdo, anzi due, forse addirittura tre. Si, perchè nessuno ne parla e le immagini di certo non aiutano, perchè tutto risulta comunque ininfluente. Ma i più attenti dicono che oltre alle due clamorose sviste del guardalinee Musolino sui goal del 2-2 e del 3-2 dei giallorossi, lo stesso assistente sul quarto goal segnato ieri dalla Roma contro il Catania non avrebbe notato che, nel momento in cui veniva lanciato prima di servire Vucinic, Totti si trovava in fuorigioco.

    Inutile fare vittimismo, per carità, anche perchè a fine primo tempo i rossazzurri hanno pure sciupato l’occasione di segnare il 3-1. Contro la Roma, però, il Catania ha dato certamente dimostrazione a tutti di essere tornato dalla pausa natalizia in grande forma fisica e tecnica, a dispetto delle tante assenze per infortunio e delle continue e legittime voci di mercato che allo stesso tempo dovrebbero snellire e rinforzare ulteriormente la rosa rossazzurra. Il Catania visto all’Olimpico, per freschezza atletica e irriverenza, ha persino ricordato a tutti quello del girone di ritorno dello scorso anno, guidato da quel Mihajlovic che ha portato i suoi a schiacciare alcune delle squadre più forti del calcio italiano. La prova del nove per i giocatori in partenza e per capire la reale valenza della rosa a disposizione di Giampaolo sarà senz’altro la gara di Domenica prossima contro l’Inter e forse lo sarà anche quella della settimana successiva contro il Chievo. E se dal campo, a prescindere dal risultato, dovessero arrivare delle prove simili a quella di ieri, allora sarà facile capire che magari questa squadra non ha bisogno di cedere o acquistare nessuno, ma solo di utilizzare i giocatori a disposizione scegliendo di volta in volta chi è più in forma e mettendolo in condizione di attaccare l’avversario di turno.

    E in tal caso, se proprio si vorrà fare qualcosa di utile, giusto per sdrammatizzare e scherzarci un pò su, si potrebbe dire che l’acquisto giusto per il Catania nel mercato di riparazione in corso potrebbe essere un guardalinee.

  27. Ip Address: 79.44.21.97

    Ciao chiarezza,forse mi sono espresso male,la parte tecnica del tuo post la condivido,cioè avere rivisto una squadra con carattere e personalità,ma soprattutto un Giampaolo che ha guidato i giocatori dal primo all’ultimo minuto con convinzione e giudizio.Per quanto riguarda Ricchiuti,io ho sempre espresso un giudizio positivo sulle sue qualità tecniche,un pò meno su quelle fisiche,sappiamo tutti che l’argentino non ha più di quaranta minuti di autonomia nelle gambe e mi associo al tuo ringraziamento per quello che ha fatto con la maglia del Catania ma condivido la sua cessione.Il discorso Barriento mi sembra che ne abbiamo disquisito abbastanza in passato e ritornarci non mi sembra che possa sortire cose nuove.Spero di essere stato più chiaro.

  28. Ip Address: 79.44.21.97

    Allo schifo che sto assistendo oggi da parte dei media nazionali è di un indecoroso indescrivibile,ho cercato di mandare qualche E-mail ma ritornano indietro con la dicitura “errore”,ci ho rinunciato.

  29. Ip Address: 90.1.194.74

    Ecco ho appena postato un’articolo che la pensa esattamente come me….cioè anche contro la juve, non è che il Catania mi aveva convinto, ma ieriiii siii!!
    Forza in alto le proboscide come dice Giorgio che saluto, e che non si deve preoccupare più, perché anche Giampaolo ( spero) ha capito che squadra ha in mano!!!

  30. Ip Address: 79.3.100.96

    Buonasera raga’!!!
    Vero chiarezza!!! 😉 😉 😉
    Da domani non pensiamoci piu’ perche’ sarebbe deleterio per la societa’ calcio Catania e per noi.
    Abbiamo l’Inter di Leonardo adesso pimpante e dobbiamo cercare di non perdere.

    Alte le proboscide Liotru (come dici tu chiarezza)!!! 😈 😈 😈

    Sogni rossazzurri a tutti!!! 😉 😉 😉

  31. Ip Address: 87.13.130.210

    ciao Giorgio,
    la vittoria è d’obbligo contro l’inter altrimenti ci troviamo in fondo al baratro !!!!
    ———————-FORZA CATANIA SQUADRA E CITTA’—————————–

  32. Ip Address: 87.13.130.210

    ESCLUSIVA ITASPORTPRESS- Ricchiuti dice addio al Catania, a ore firmerà col Padova.
    07.01.2011 19:59 di Redazione ITA Sport Press

    43 partite in serie A e 5 gol con la maglia del Catania. E’ questo lo score di Adrian Ricchiuti in maglia rossazzurra in un anno e mezzo di permanenza ai piedi dell’Etna. Per l’italo-argentino quella con il Brescia al Massimino dello scorso 19 dicembre è l’ultima gara giocata col Catania e nel massimo campionato perchè dalla prossima settimana la sua nuova squadra sarà il Padova. La trattativa è quasi giunta alle battute conclusive e secondo le ultimissime informazioni raccolte da Itasportpress.it si puo’ ipotizzare che già fra qualche ora la società veneta ufficializzerà il trasferimento. Il Catania alla fine si accorderà per una cifra vicina ai 500 mila euro.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu