Roma – Catania

 Scritto da il 5 gennaio 2011 alle 06:00
Gen 052011
 

 

 

Roma – Catania..la sfida comincia a tavola!

 

Si apre con oggi una nuova rubrica che ci preparerà alla sfida di campionato attraverso un aspetto insolito ma che, almeno credo, non lascerà del tutto indifferenti i frequentatori del sito: la sfida gastronomica.

Sdrammatizzando ed abbandonando per  un attimo atleti e pallone, dirigenti e procuratori, Europa League e salvezza, analizziamo e degustiamo con attenzione due primi piatti che contraddistinguono da secoli la tradizione gastronomica delle due città: I bucatini alla Amatriciana ed i  Maccheroni alla Norma.

L’accattivante contrasto tra guanciale e pecorino stagionato e l’illuminante assist che la ricotta salata offre alla melanzana fritta ….

Ci troviamo comunque di fronte a due fuoriclasse del primo piatto all’interno dei quali protagonista comune è il pomodoro, rosso, come uno dei colori delle reciproche maglie, dalla tradizione popolare dei monti Sibillini alla suprema opera di Vincenzo Bellini così ben descritta dall’altro catanese Nino Martoglio.

Bucatini all‘Amatriciana 

I bucatini all’Amatriciana sono uno dei piatti popolari più noti in Italia e nel mondo.
Il nome deriva dalla città di Amatrice, un paese che si trova nel Lazio, in provincia di Rieti, ai confini con l’Abruzzo, le Marche e l’Umbria, stretto tra i monti Sibillini a nord e il massiccio del Gran Sasso e dei Monti della Laga a sud.

 

Ingredienti per 4 persone:

– 400 g di bucatini;
– 400 g di pomodori;
– 100 g di guanciale stagionato;
– 60 g di pecorino stagionato;
– vino bianco secco;
– sale e pepe;
– peperoncino (facoltativo);

Preparazione: tagliare il guanciale a cubetti e cuocerlo a fuoco basso in una padella antiaderente di 28 cm, quando il grasso è diventato trasparente aggiungere mezzo bicchiere di vino bianco secco e far evaporare, aggiungere quindi i pomodori tagliati a pezzetti e il peperoncino e cuocere per 5 minuti a fuoco vivace. Lessare la pasta in abbondante acqua salata, quindi unirla al sugo insieme al pecorino grattugiato, mescolare bene per condire uniformemente la pasta e servire. Volendo, il guanciale può essere rimosso prima di unire i pomodori e rimesso in padella prima di condire la pasta, per evitare che diventi troppo croccante e che

assuma lo sgradevole aroma di bruciato.

Maccheroni alla Norma

I Maccheroni alla Norma, o Pasta alla Norma è un piatto tradizionale della cucina siciliana e di  Catania. L’ingrediente principale è la melanzana. Si dice che si chiami così perché il commediografo catanese Nino Martoglio, davanti ad un piatto di pasta così condito esclamò: “È una Norma!” ad indicarne la suprema bontà, paragonandola all’opera di Vincenzo Bellini.

Ingredienti per 4 persone:

– Mezzo kg di maccheroni rigati

– 2 melanzane

– 1 kg di pomodori da sugo – uno spicchio di aglio

– basilico

– un pezzo di ricotta cotta al forno

olio extra vergine di oliva

– sale

Preparazione:Sbucciare le melanzane e tagliarle a fette spesse poco più di un cm, Lasciarle scolare in un colapasta dopo averle cosparse di sale grosso per circa un’ora, Pelare i pomodori e preparare una salsa a cui si aggiunge a fine cottura il basilico, Strizzare bene le melanzane e tagliarle a cubetti, soffriggere lo spicchio di aglio nell’olio abbondante e toglierlo quando imbiondisce, quindi gettare nell’olio le melanzane, una volta fritti i cubetti di melanzana asciugarli con carta da cucina, cuocere al dente i maccheroni, scolarli e condirli con la salsa di pomodoro e le melanzane, grattugiare sulla pasta la ricotta e completare con un filo di olio e qualche foglia di basilico.

Credo che i  due piatti descritti rappresentino splendidamente il temperamento ed il calore di entrambe le terre, ovviamente come potrei non propendere per la mia adorata melanzana fritta ma è certo che anche i romani con i loro bucatini non sono certamente da meno.

In pieno tourbillon di pranzi e cene di Natale e Capodanno credo che migliaia di persone avranno degustato in questi giorni entrambe le pietanze, dal Lazio alla Sicilia, auguriamoci, ritornando inevitabilmente sulla sfida per noi più sentita che i coltelli si trasformino sempre più in forchette e che gli ormai consolidati dissapori, magari col tempo, si tramutino soltanto in reciproci e campanilistici sfottò e che così come a tavola … vinca il migliore.

Per quel che riguarda i colori rossazzurri auguriamoci che la streghetta sulla scopa ci regali se non proprio un pranzo completo, magari una sana mezza consumazione ….

  14 Commenti per “Roma – Catania”

  1. Ip Address: 78.15.7.6

    Buongiorno a tutti e ben ritrovati!
    Per rimanere in clima festivo propongo per l’Epifania la mia formazione ad albero di Natale:

    4 – 3 – 2 – 1

    Andujar
    Alvarez – Bellusci – Silvestre – Capuano
    Ledesma – Carboni – Martinho
    Gomez – Llama
    Lopez

    Saluti a tutti e buona giornata!

  2. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno popolo rossazzurro….

    domani spero che alla Rometta li facciamo mangiare una bella abbuffata di Norma….

    ma personalmente vorrei dividere i piatti con un pareggio assaggiando un pò di Bucatini all‘Amatriciana

    ——————————————FORZA CATANIA——————————-

  3. Ip Address: 95.246.102.181

    Buongiorno a tutti,non mi dispiace la formazione di Marcello,con una sola variante;Sciacca al posto di Ledesma.Per quanto riguarda le prelibatezze dei due piatti gastronomici,sono due ottimi primi,farei la norma da servire ai romani con due o tre grattate di ricotta salata.

  4. Ip Address: 90.12.219.50

    Buongiorno a tutti,
    Marcello la tua formazione mi piace, ma nisba Giampaolo schiererà un’altra formazione 😥 😥 😥 😥

    ma oggi scrivo per fare un po di chiarezza su alcune dichiarazioni (Tutti parlano solo Terlizzi viene punito) di vari giocatori e allenatore del Catania cioè ” l’importante è il risultato è non il gioco” bene d’accordo su questa tesi ma ci sono piccoli particolari Chievo, Lecce, Bologna, Cagliari etc etc dove il Catania fitiu ed in più non ha fatto risultato!!! Vero Spolli, Potenza e Macari Martinho per la serie macari i ……….parranu!!!
    Poi per tornare a Terlizzi stiamo facendo la fortuna del Cesenan speriamo non a nostro discapito!!!
    OCCHIO PULVIRENTIIIIII!!!!!!!!!!!!!!

  5. Ip Address: 85.41.235.41

    Verso Roma-Catania: 20 i rossazzurri convocati dal tecnico Marco Giampaolo

    Al termine di un’intensa seduta d’allenamento, svolta in mattinata a porte chiuse a Belpasso e seguita dalla consueta conferenza pre-gara (a breve disponibile nella Sezione Interviste), il tecnico del Catania Marco Giampaolo ha convocato 20 giocatori. Rossazzurri in ritiro dal pomeriggio a Roma, in vista della sfida in programma domani alle 15.00 allo stadio “Olimpico” contro la Roma, valida per la diciottesima giornata del Campionato Serie A Tim 2010/11.

    Questi gli atleti a disposizione:
    Portieri –
    21 Andujar, 30 Campagnolo, 1 Kosicky.
    Difensori –
    22 Alvarez, 14 Bellusci, 33 Capuano, 12 Marchese, 6 Silvestre, 3 Spolli.
    Centrocampisti –
    5 Carboni, 4 Delvecchio, 17 Gomez, 8 Ledesma, 16 Llama, 20 Martinho, 24 Pesce, 26 Sciacca.
    Attaccanti –
    9 Antenucci, 7 Mascara, 11 Maxi Lopez.

  6. Ip Address: 85.41.235.41

    buon pomeriggio,

    vedo che mancano alla convocazione:
    Terlizzi e Ricchiuti
    deduco quindi che verranno ceduti …
    ma a Delvecchio lo teniamo 😀 😀 😀

  7. Ip Address: 85.41.235.41

    invito l’amico della California a unirsi a noi…

  8. Ip Address: 95.238.23.140

    Buonasera raga!!! 😀 😀 😀
    Terlizzone e Ricchiuti non convocati!!! 🙁 🙁 🙁
    Terlizzi ormai andra’ via e mi dispiace ma che parte Ricchiuti proprio no porca vacca!!! 🙁 🙁 🙁
    Speriamo che i nostri ragazzi domani contro la Roma entrino determinati.

    Buona serata a tutti!!! 😉 😉 😉

  9. Ip Address: 95.246.102.181

    Buon pomeriggio a tutti,volevo integrare con un mio pensiero,il discorso su Terlizzi evidenziato da chiarezza(che saluto con simpatia).Penso che la decisione di dare via terlizzi nella sessione di mercato invernale,non sia dovuta solo al fatto che dopo la partita di Cagliari abbia rilasciato dichiarazioni “lesive” all’immaggine di qualche compagno o della società,ma ci sono anche altre ragioni,che vorrei analizzare assieme a voi:
    Terlizzi ha 31 anni,non si può dire che sia sulla via del tramonto,ma non è neanche giovanissimo,qualche mese fa non ha trovato l’accordo con la società per il rinnovo del contratto,da parte dei dirigenti del Catania è stato detto che non ha voluto rinnovare,visto che è in scadenza a giugno e questo potrebbe essere stato un elemento di incrinatura fra le parti,la non buona prestazione assieme a Silvestre nella gara interna con la Juventus,le susseguenti alte percentuali di responsabilità nei gol subiti a Cagliari culminate dalle famose dichiarazioni post-gara,hanno composto un mosaico di natura complessa e di rottura definitiva,che a mio avviso è stato completato all’interno dello spogliatoi e che a noi non ci è dato a sapere.Concludo con una mia riflessione finale,la carriera rossazzurra di Terlizzi è stata abbastanza travagliata e spesso e volentieri per colpa del calciatore,per sua stessa ammissione.Terlizzi ha anche avuto diversi infortuni(qua nessuna colpa da addebbitare),che hanno privato delle sue prestazioni il Catania,quando è stato chiamato a dare una mano hai compagni,ha degnamente e con professionalità messo tutto l’impegno in campo,ma non dobbiamo neanche dimenticare certe topiche per eccesso di sicurezza,o mancanza di concentrazione che hanno fatto perdere dei punti preziosi alla squadra etnea.Diciamo che l’esperienza del romano alle pendici dell’etna,è stata contornata da alti e bassi,con una discreta supremazia dei momenti bassi.A questo punto,con tutti i ringraziamenti a Terlizzi,se dovesse andare al Cesena non so se farà le fortune della squadra romagnola,ma da tifoso,a Cristian,in qualunque squadra dovrebbe approdare gli auguro tutte le fortune possibili,tranne se dovesse incontrare il Catania.

  10. Ip Address: 95.246.102.181

    Dal giornale argentino Olè:
    ESTUDIANTEs: La squadra campione della Libertadores, che ha vinto nel 2009,pensa di aumentare il proprio prestigio con l’arrivo di Pablo Barrientos (in prestito dal Catania).

  11. Ip Address: 85.41.235.41

    quoto Peppe58, e dico se va via Terlizzi con tutto il rispetto non mi strapperò i capelli….

  12. Ip Address: 90.12.219.50

    Terlizzi capocannoniere e tutto dire 😉 😉 😉 😉

  13. Ip Address: 90.12.219.50

    sto scherzando ma la verità è una ci sono clan nel Catania e Terlizzi non è uno che sa stare zitto, e nel frattempo una delle squadre migliori al mondo incoron

  14. Ip Address: 90.12.219.50

    a Barrientos!!! 😉 😉 😉 mi scappau 🙄 🙄

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu