Samba o Tango

 Scritto da il 16 settembre 2010 alle 12:34
Set 162010
 

Terza giornata di campionato. Dopo Lecce in casa e Cesena in trasferta è la volta del Catania. Nuovamente tra le proprie mura. Per la squadra isolana si tratta del 14° campionato di serie A. L’ulitma promozione risale al 2006, dopo 22 anni di assenza. Il miglior piazzamento della storia risale alle stagioni ’61, ’64 e ’65, quando la squadra arrivò all’ottavo posto.

Tutto sommato si tratta di una sfida affascinante e senza dubbio interessante per diversi aspetti. Primo tra tutti va considerato che il Milan arriva a questa sfida dopo soli 3 giorni dall’esordio in Champions League. Oltre a questo fatto c’è anche quello relativo alla mentalità delle due squadre. Per entrambe vale il concetto del bel gioco, senza pensare troppo a coperture e barricate davanti alla propria area di rigore.

Questo tipo di mentalità è ormai parte integrante del club rossazzurro. Forse anche per il grande numero di argentini che indossano la maglia degli “elefantini”: ben 12! Un modo di vedere il calcio che è quasi tutto sudamericano, da spettacolo, con la voglia di attaccare, osare rispettando sempre e comunque l’avversario. Arrivare dalla terra di Maradona significa essere consci delle proprie qualità e proprio la tecnica è uno dei punti forti della squadra di mister Giampaolo.

Ci sono giovani affermati e altri che cercano la consacrazione e la cercano anche attraverso stimoli come quelli che possono dare partite come quella di sabato sera contro il Milan. Fino ad ora la politica portata e applicata dalla società del presidente Pulvirenti ha dato i suoi frutti, facendo trovare grandi motivazioni ai vari giovani che hanno indossato la maglia del Catania.

Una prova evidente è il piazzamento conseguito nello scorso campionato: una salvezza arrivata dopo una rimonta incredibile voluta fortemente e con carattere. Quello stesso carattere che non mancherà nemmeno contro i rossoneri e che viene aumentato anche dall’atteggiamento del nuovo tecnico Marco Giampaolo. Per lui una scommessa con una realtà importante. L’allenatore nato in Svizzera potrebbe creare quel giusto mix tra la mentalità offensiva radicata nella squadra e la sua filosofia di curare molto la fase difensiva.

Tra i giocatori di maggior spicco c’è senza dubbio Maxi Lopez, arrivato a metà stagione scorsa e autore di ben 11 reti in 17 presenze. l’uomo simbolo della squadra, invece, è il veterano Giuseppe Mascara, fantasista e rifinitore.

  10 Commenti per “Samba o Tango”

  1. Ip Address: 88.66.23.207

    Cari amici tifosi del Catania avete letto o sentito cosa a detto lomonaco ?
    lui a detto che l’affermazione di Pulvirenti “tra 5 anni in Europa leauge”
    e solo una minchiata ❓ 🙁
    sono esterefatto ma dico per quanto gli dobbiamo essere grati
    per tutto il lavoro da lui fin qui fatto:D ma che sono cose da dire
    cioè in privato a quattr’occhi con Pulvirenti gli puó dire quello che vuole
    ma in pubblico in conferenza stampa ma come si permette 😳
    troppa arroganza 👿 secondo me io gli consiglierei di fare mente locale
    di scusarsi con il Presidente per la sfortunata frase 😥
    e possibilmente evitare conferenze stampa nelle prossime settimane:roll:
    voi che ne dite?:?

  2. Ip Address: 85.41.235.41

    ciao Lux,

    riporto l’intervista di Lo Monaco ma “l’affermazione di Pulvirenti “tra 5 anni in Europa leauge è solo una minchiata” non c’è !!!!!!

    io l’ho letta solo su un sito che mi sembra strano che Lo Monaco dica una cosa del genere……

    Conferenza Stampa Lo Monaco

    Martedì 14 Settembre 2010 15:00

    MASSANUNZIATA – Inizia la conferenza stampa dell’a.d. Pietro Lo Monaco. Folto drappello di giornalisti.

    A difesa di Giampaolo

    “Sin da subito si critica Giampaolo, addirittura paragondnadolo ad Atzori. E’ un atteggiamento distruttivo, l’anno scorso evidentemente non ci ha insegnato nulla. Se non avessimo vinto col Parma avremmo subito visto le prime contestazioni. Tutto il gioco del Parma non l’ho visto, abbiamo avuto 20 minuti di sbandamento; Andujar ha fatto solo due parate, delle quali una su palla inattiva.

    “Quest’anno in serie A c’è un livellamento pazzesco. Il Parma ha speso milioni di euro, battiamo un signor avversario, e commentiamo la vittoria dicendo che non c’è gioco. Lasciassero stare Giampaolo, così non andiamo da nessuna parte. Anche l’aver stretto i denti, riuscendo a far fronte a quei 20 minuti di pressione del Parma è un merito. Il risultato dice 2-1.

    “Ai supercritici, a quelli che citano il presidente parlando di europa in 5 anni dico che il Presidente è un tifoso e pensa in grande, io mantengo i piedi per terra. L’Europa del Catania è la salvezza, far progressi in ambito organizzativo. Una volta messo a regime il centro sportivo per il Catania significherà aver vinto la coppa dei Campioni. Se non abbiamo l’attrezzatura per arrivare alla luna non possiamo pensare di arivarci. Se pensiamo fin da adesso di mirare all’Europa League non ci godremo tutte le gioie che questo campionato potrà darci.

    Obiettivi della Stagione

    “Il nostro compito è salvarci, godere dei risultati che otterremo, senza criticare persino delle vittorie, senza mettere in discussione l’allenatore. Se riusciremo ad aggiungere al nostro “scudetto” anche l’Europa League sarà tutto di guadagnato.

    Caso Lopez “Il Catania ha una rosa di 29 giocatori, tutti di buon livello. A noi interessa far risultato; il bene del Catania va innanzi a tutto, l’allenatore ha il diritto di scegliere la formazione più opportuna ed il dovere di mandare in campo i giocatori più in forma. Fermo restando l’importanza di Lopez per il Catania, Maxi ha sempre sofferto gli inizi di preparazione. Anche l’anno scorso nelle prime due partite non ha fatto vedere grandi cose; in più venerdì ha avuto un problema che dal punto di vista dinamico l’ha penalizzato.

    La Tattica di Giampaolo

    “Giampaolo vuole un Catania che si muova come colettivo, non c’è alcun sconvolgimento tattico. Purtroppo non è una cosa che s’instaura dall’oggi al domani. Il gioco dipende sempre dai giocatori che vano in campo ed i nostri sono di assoluto valore. Non è un discorso di moduli, è cambiata la maniera di difendere e non è facile applicarsi sul movimento della linea difensiva, che dev’essere accompagnata dal movimento del resto della squadra. Sarà il tempo che ci porterà a migliorare. Sono fisiologici adesso momenti di gioco dove si soffre, ed in questi casi subentra l’ardore della squadra che stringe i denti e porta a casa il risultato. Noi come dirigenza siamo contenti; vogliamo continuare su questa strada.

    Clima Rovente, Arbitri di Sinistra

    “Addirittura abbiamo visto il preisdente del consiglio che si permette di contestare gli arbitri definendoli come magistrati di sinistra. Si vuol dare un indirizzo preciso alle prossime giornate. Non penso sia stato questo l’intento ma se la sarebbe potuta evitare, per il ruolo che ha e per i problemi che ha. Sabato, buttandola sull’ironia, vorrei avere un arbitro di sinistra che arbitri in maniera obiettiva. Ho sempre sostenuto che la classe arbitrale italiana sia la migliore al mondo, abbiamo tanti giovani bravi, di prospettiva, che lavorano in maniera giusta nonostante la pressione. Ne è la prova la direzione di Domenica scorsa dove c’erano entrambi i rigori assegnati anche se, per rispondere a Marino e Leonardi, ha graziato Paci sulla gomitata a Lopez, era un rosso diretto. Questo campionato non ha bisogno di polemiche futili, sempre sugli arbitri.

    “Se Galliani ha attacco Braschi (desginatore arbitrale, ndr) e non è stato deferito, allora è una cosa grave”.

    Perfezionista

    “Giampaolo anche dopo aver segnato 4 reti al Barcellona di Guardiola avrebbe qualcosa da eccepire al gioco. E’ un perfezionista ed è un merito.

    Sciopero Calciatori

    “E’ un atto preventivo senza logica; il sistema ha bisogno di un cambiamento. Il calciatore è un lavoratore dipendendente con stipendio da mirialrdario, questo è anacronistico per un paese ed un sistema in crisi come il nostro.

    La Partita di Milano

    “La partita di Sabato è importante sia dal punto di vista della classifica che dal punto di vista emotivo. Noi andiamo a Milano coscienti della nostra forza. Avremo davanti l’avversario più forte, insieme all’Inter, di questo campionato ma sappiamo di poterli mettere in difficoltà. Penso che già Domenica la squadra abbia dato una risposta importante al secondo tempo di Chievo.

  3. Ip Address: 88.66.23.207

    ciao Joe la frase e stata detta io stesso lo ascoltata l’altro ieri su cataniacom
    sulla weblasicilia.it c’era l’articolo che riportava il passaggio della sua intervista con la frase da me citata e credo anche che Mario possa confermare visto che lui vive a CT
    e non può essergli sfuggita questa notizia
    io spensieratamente penso che Lomo abbia bisogno di staccare per un pò la spina
    e vorrei aggiungere che tranne Pulvirenti nessuno e indispensabile al Catania
    se lo ricordi questo il signor Lomonaco cmq lasciamo perdere senò mi arrabbio ancora di piu poi magari qualcuno pensa che sono una cucca mentre invece io
    pretendo solamente rispetto per il Catania e i suoi tifosi

  4. Ip Address: 151.33.47.93

    Ciao Lux e Joe

    Confermo la frase detta da Lomonaco … Alcune volte il nostro Ad esce fuori dal seminato, non credo proprio che si scusera’ pubblicamente ma sicuramente avra’ chiarito tutto con il Presidente. Sembra proprio adattata a lui la frase “prima di parlare conta fino a venti” …

    😯 😯 😯 speriamo che in futuro non faccia altre gaffe di questo tipo.

    FORZA CATANIA!

  5. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Catanista,

    A megghiu parola e’ chidda ca non si dici…….

    Lo Monaco ha sbagliato…..

  6. Ip Address: 79.2.36.90

    Buonasera a tutti i rossazzurri provenienti da ogni parte di Catania, cioè dò Futtinu, dà Playa, di San Cristofuru, di Picaneddu, dò Cussu, dò Viali, di Cifuli, di San Birillu, dò Caitu, di l’Ognina, dà Barrera, dò Dumila, dò Passareddu, dà Scogliera, dò Canalicchiu, dè Cappuccini, dà Civita, di Monte Po’, dò Pignu, dò Villaggiu, di Santa Maria Goretti, di l’Angilu Custode, dà Zà Lisa, dà Vaddia, dà Piscarìa, dà Fèra, di San Gregoriu, di San Giuseppi a Rina, dò Tunniceddu, ecc. ecc. 8) 8) 8)

  7. Ip Address: 95.236.5.172

    Personalmente penso che Lo Monaco sappia che la squadra possa raggiungere un obiettivo importante ma non vuole nè illudersi nè illudere, oppure da “buon napoletano” qual’è tratta l’argomento con la dovuta “superstizione” :mrgreen: :mrgreen: ah! mariuolo! :mrgreen:

  8. Ip Address: 151.33.42.212

    M’bare Pippo mi fai moriri … ahahahahahaha

  9. Ip Address: 212.195.241.127

    Buongiorno a tutti
    La mia spiegazione sull’intervista ” Sono minchiate” l’avevo data ieri e la ripeto spiegandomi meglio.
    Lo Monaco non né cretino è dicendo questa frase la concordata prima con Pulvirenti, il quale promettendo l’Europa entro 5 anni genera illusioni e preoccupazioni, soprattutto a quei tifosi che i 5 anni per loro sono diventati 365 giorni, molti vogliono l’Europa già da quest’anno!!!! Ecco queste sono minchiate!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Poi con una frase del genere , cioè ad effetto, lascia la squadra ed il suo allenatore tranquilli di preparare la partita di sabato, ed non è poco , perchè anche vincendo le critiche ed i malumori contro la squadra cominciavano ad infastidire….ho sentito parlare di liti in campo ed anche di giocatori con tifosi, se continua cosi altro che Europa!!
    Bravo allora Lo Monaco a prendere in mano la situazione!!

  10. Ip Address: 94.246.126.67

    Buongiorno a tutti nessuno escluso! Concordo con chiarezza e aggiungo, ma sti tifosi che vogliono subito l’europa sono pronti ad un eccessivo costo del biglietto in una partita di competizione europea? Ho si lamenteranno pure li? Sicuramente una risposta alle domande citate non ci sarà! Lo monaco ha fatto bene , non è al momento un traguardo raggiungibile per tanti motivi di cui il più importante e la mancanza di uno stadio adeguato! E poi e inutile creare cose che al momento potrebbero solo infastidire la squadra , perché invece di cercare sempre il pelo nell’uovo non si pensa solo ed esclusivamente a sostenere e amare il Catania ?! Ecco un altro motivo la mentalità! Bisogna cambiare…………….. Forza Catania SEMPRE!

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu