Sant’Ambrogio a Catania

 Scritto da il 10 agosto 2017 alle 15:56  Aggiungi commenti
Ago 102017
 

Vostra Eccellenza, che mi sta in cagnesco

perche’  non gradisce il nostro dissenso

su questo incontro senza senso

e mi gabella per anti europeo e fuori da ogni civile contesto

o senta il caso avvenuto di fresco

a me che, girellando in serata,

capito al Massimino della mia citta’,

In quello stadio vecchio, ma zeppo di sacralita’.

 

M’erano compagni tanti amici,

ultras ma anche semplici tifosi

quelli che han famiglia e non son pericolosi

portano nel petto scolpito il rossazzurro

unici colori, se non hai un cuor di burro.

 

Entro, e ti trovo un pieno di infiltrati,

gente  dei paesi qui arrivati,

come sarebbe nisseni e palermitani,

dentro il  nostro tempio a far da pali,

difatto, se ne stavano impalati

come sogliono far davanti al televisore,

co’ strisce rossonere in faccia e con quei musi,

entro la nostra arena come fusi.

 

Mi tenni indietro; che’ piovuto in mezzo

di quella maramaglia, io non lo nego

d’aver provato un senso di ribrezzo,

che lei non prova in grazia dell’impiego.

Sentiva un’afa, un alito di lezzo:

susi Eccellenza, mi parean puzzare

pure i mattoni di quegli anelli

come fiori appassiti ai tre cancelli.

 

Ma in quella che s’appresta l’arbitro a fischiare

l’inizio della disfida in terra Etnea,

di’ subita schifezza mi percuote un coro

che insulta la mia gente e il mio retaggio.

 

Era un coro di vergogna forse di qualche ennese

diceva “chi non salta è catanese” e a sentir questo pietà provai

pensare se qualche arribbattuto di casa nostra

a udir tal coro si fosse alzato

e al solo pensiero chiusi gli occhi nauseato.

E quando tacque, mi lasciò pensoso

di pensieri piu’ forti e più gravi.

“Costor”, diceva tra me “ catanesi non son,

perche’ legarsi ad una diversa bandiera,

cedere la loro culla ed di loro retaggio

per poter un di’ festeggiare uno scudetto

che a loro non appartiene, non lo ammetto: e’ un oltraggio!

 

Oltraggio per le città dove hanno aperto gli occhi,

siano  esse Catania, Palermo, Messina o Caltagirone,

metto tutte del resto nel calderone.

Per me da siciliano tifare per una strisciata del nord tremendo

equivale ad autoaccusarmi di alto tradimento.

 

E quando poi l’ola e’ partita su quel  campo,

orribilmente colorato di verde pisello,

pensavo ai poveri tifosi di vecchio stampo

costretti a guardare le partite casalinghe

senza  nessuno a mettere i teloni

ma usciti tutti i giardinieri all’arrivo dei mangia meringhe,

milanisti di casa, assessori e vari buontemponi.

 

Ma si sa che dall’alto qualcun ci ha pensato

forse il presidentissimo sarà stato!

quella serata non poteva finire a festa

e i milanisti dovean tornare a casa con aria mesta.

Il Betis travolto ha le maglie rossonere

loro han raccolto dal sacco due belle pere.

 

I milanisti del sud mortificati stanno,

il Massimino a loro non porta bene

andar in altri stadi forse a lor conviene,

che’ non ricordate  della leggenda l’ammonimento,

quel NOPAQUE che fece tremare l’imperatore

un raggio di fuoco sul suo breviario come avvertimento

A voi e a chi per voi vi serva da insegnamento.

 

Con umiltà mi sono permesso di modificare parte della poesia del grande poeta Giuseppe Giusti inserendo alcune parole in quella metrica perfetta diventando uno sgradito ospite nei suoi versi, come sgraditi ai miei occhi sono apparsi ieri i tifosi milanisti. Perdonatemi.

  43 Commenti per “Sant’Ambrogio a Catania”

  1. Ip Address: 151.37.28.94

    Grazie Redazione! Non potevi fare di meglio! Una umiliazione per inotri colori è stata trasformata in una satira ( abile adattamento della poesia del Giusti ) . Nel nostro Massimino sentire urlare la sacrilega frase ” chi non salta con noi Catanese e ‘ ” Perché sostenevo che il precampionato di questo anno è peggiore dello scorso anno ? Si sono permesse queste umiliazioni ai nostri tifosi oltre a danneggiare un campo già mal tenuto dai cosiddetti responsabili ! Cari ottimisti la sentite voi questa vergogna ! Siate realisti ! Dove vogliamo andare con questi dirigenti?

  2. Ip Address: 151.37.28.94

    Scusate……….da leggere. …. i nostri colori

  3. Ip Address: 62.18.127.224

    Ciao Armando , la cosa più Assurda e vedere il primo cittadino con la maglia del Milan mi sa che c’era anche lui a saltellare ………….

  4. Ip Address: 95.238.35.45

    Grande raggio libero un saluto a tutta la redazione

  5. Ip Address: 151.38.43.63

    Ottimo, Radio libero!
    Proprio quel che ho pensato.
    Arribattuti ….. tanti. Uomini pochi.

  6. Ip Address: 79.8.103.196

    ma avete letto quello che è successo fuori dallo stadio siamo sempre noi non cambieremo mai purtroppo questa è la nostra cultura questi episodi bisogna condannare non il fatto che gioca il milan con un’altra squadra e non il nostro Catania

  7. Ip Address: 62.18.127.224

    Gianni 57 sono solo cazzate , scritte dagli stessi giornalisti che non fatto altro che elogiare la serata di ieri come un evento, e buttare fango su i tifosi rossazzurri . E una vecchia storia che non ci credo più

  8. Ip Address: 79.8.103.196

    ma scusa i giornalisti vanno contro la propria città per difendere per difendere quelli di Ragusa

  9. Ip Address: 151.37.20.103

    Caro giaani57 , si condannnano sempre gli atti di violenza da qualsiasi parte giungano. E naturalmeente anche quelli dei nostri tifosi ,ma tu,scusami,ma forse non hai letto bene la poesia del Giusti,magistralmente adattata da Raggio Libero! Visi legge tutta la condanna dei responsabili di una cosa assurda e scellerata ! Avrebbero potuto giocare nel nostro campo il Milan e tante altre squadre ma la cosa che a me,e penso manderebbe anche tutti i tifosi rossoneri azzurri su tutte le furie ,è il fatto che a casa nostra si è sentita l’ ignominiosa frase” chi non salta con noi Catanese è ” Dunque siamo arrivati anche a questo ! A casa nostra ! Al Glorioso Massimino ! Sono molto più anziano di te,Giannied ho visto molte cose brutte e storte, ma questa umiliazione supera tutto ! BravoRaggio libero ,non hai niente da farti perdonare

  10. Ip Address: 151.43.134.234

    Ciao a tutti amici rosazzurri.. ma non gli diamo tutta questa importanza.. purtroppo questa gente ce sempre stata e ci sarà sempre.. io onestamente ieri sera non ho acceso nemmeno la tv e non me ne frega niente manco di Montella l allenatori vengono e se ne vanno esiste solo il CALCIO CATANIA 1946 tanto verranno i tempi per riprenderci le nostre soddisfazioni contro tutti sti paesani.. accuminciannu dell’ acitani.. che ci volete fare loro uno stadio x ospitare una partita del genere non ce l hanno e siccome noi catanesi sappiamo ancora che significa l ospitalità lasciamoli cuocere nel loro brodo sempre FOZZA CATANIA

  11. Ip Address: 95.235.140.51

    Non confondiamo la lana con la seta. La microcriminalità e quella organizzata purtroppo ci stanno ma non hanno nulla a che fare con il pallone. Quella di ieri una rapina a tutti gli effetti come tante che avvengono in tutta Italia grazie a delle leggi che non permettono più nemmeno di portare in carcere i delinquenti. Ricordo che a Lodi gli rubarono a Napoli l’orologio e che la nostra squadra e’ stata derubata lo scorso anno negli spogliatoi di una squadra avversaria . Poi ci sono le rapine in villa, ai furgoni blindati, alle gioiellerie ……. colpa dei tifosi? Io ho invece apprezzato la compostezza e l’intelligenza degli ultrà catanesi nel non reagire alle provocazioni e questa partita lo e’ stata indubbiamente. Adesso aspettiamo giorno 13 per vedere finalmente la nostra squadra giocare una partita ufficiale. Buona notte a tutti

  12. Ip Address: 151.43.134.234

    Poverini a me fanno solo pena.. 17.000 persone che devono aspettare un amichevole ogni 10 anni per vedere la loro squadra che non gli appartiene nemmeno e non li rappresenta per niente.. contenti loro

  13. Ip Address: 78.15.9.23

    Il calcio è un gioco e dovrebbe rimanere tale, idealizzarlo spesso fa uscire fuori binari perché alcuni credono veramente che sia una questione di vita o di morte.
    Il simpatico articolo della redazione ha sottolineato alcuni punti importantissimi che riguardano la generalità di tutti i tifosi del mondo e non solo per i tifosi siciliani catanesi, ennesi, palermitani e messinesi che vanno a vedere la loro squadra del cuore in questo caso il milan. Le stesse cose viste ieri sera con gli stessi sfottò li abbiamo già visti quando il Catania giocava in casa con le grosse squadre e le stesse cose si vedono in Calabria, in Puglia, in Campania, in Emilia Romagna ed in tutte le regioni d’Italia, anche nelle città dove convivono due squadre in occasione dei derby arrivano negli stadi una marea di persone della stessa o altre regioni per tifare per una o l’altra squadra. Pertanto il punto centrale su cui riflettere è; come è possibile che alcune persone nate per esempio a Siracusa o Udine possano tifare per il Milan o Juventus ? oppure come è possibile che tante persone nate in sicilia vivendo nel nord spesso rinnegano le loro origini ? sicuramente trattasi di individui odiosi e superficiali facilmente manipolabili dalla stampa e non hanno nel loro dna nessun rispetto delle loro origini ed appartenenza. Piuttosto di sentirsi offesi ed oltraggiati secondo me sarebbe preferibile prendere atto che esistono al mondo questi individui, fare una guerra santa contro costoro è una guerra persa già in partenza perché oltre al discorso di dna le grandi multinazionali della comunicazione li sponsorizza, a loro fanno comodo questi tipacci perché con poche partite che trasmettono hanno milioni e milioni di ascolti ricavando profitti impensabili dagli spot pubblicitari che le multinazionali pagano anche 100 volte in più rispetto ad un passaggio di una partita per esempio come Atalanta Chievo. .
    Ricordo da piccolo una partita Catania Juventus persa malamente in casa con i gol di Sivori e company che ho pianto vedendo esultare nell’allora Cibali i tifosi avversari e ci sono state tante altre partite dove il tempio è stato profanato dagli infedeli: E’ un gioco e dimostrando indifferenza la vita va avanti lo stesso.
    Nota bene: ho goduto come un porcospino in calore per la sconfitta del Milan.
    Forza Catania

  14. Ip Address: 2001:b07:645a:c57c:b802:6696:f8d8:e49

    Da domenica prossima ricominceremo a parlare (spero bene) delle partite del nostro Catania. Buona nottata a tutti

  15. Ip Address: 87.5.255.21

    La civilta’ e indice di maturita’. A Catania, non si puo’ inneggiare contro I catanesi. Ma scusate non si puo’ nemmeno infangare le persone civili di Catania, con grandi razzie e botte di capodanno a quelle persone che arrivano in citta’ , perché tifano per un’altra squadra.

  16. Ip Address: 2.238.18.189

    Ma no qui la colpa è dei dirigenti come si fa ad essere ottimisti? Peccato che questi odiati personaggi sono gli stessi che dopo aver portato trascorso un millennio il Catania in serie A, sono rimasti alla guida dopo che si sono visti il campo squalificato per tutto il girone di ritorno il primo anno di A della loro gestione, strano che a quei tempi nessuno si lamentasse, ora basta un soffio di vento

  17. Ip Address: 151.35.123.46

    Un soffio di vento? Qui si stanno commettendo schifezze su schifezze ! Mi fa tanto specie che voi del sito minimizzate così quando il primo a sollevare il problema è stato Raggio Libero e mi meraviglio molto che amici ,sorvolano su questi fatti ed aspettano di parlare della discesa in campo del Catania con il grande scoglio della Leonzio! Comodo ,evitare di commentare l’ articolo della Redazione ! Parlare solo di calcio! Cara Redazione mi dispiace che il tuo lavoro sia stato( volutamente ,tenendo la resta sotto la sabbia ) ! Con queste schifezze continuate ad avere cauto ottimismo? Sono rimasto molto dispiaciuto ! Caro Raggio Libero il tuo migliore commento ed il più emblematico è stato da molti snobbato ! Si rimane spasmodicamente in attesa di parlare di Catania Leonzio ! Certo,vi confesso che ,in questa occasione ,importante per l’ onore e la rispettabilità di Catania Il sito mi ha deluso ! C’ è da riflettere,cara. Redazione ! Se tu avessi scritto un commento sulla grande partita ed aspettativale Catania Leonzio avresti avuto una più grande attenzione ! Ma in fondo la colpa di tutta questa confusione di valutazione è della Società ed i commentatori tra cauto ottimismo immotivato ed altre valutazioni fuorviate finiscono per non capirci più niente ! Povero calcio Catania !

  18. Ip Address: 151.35.123.46

    Scusate. Volevo. Scrivere. ……sia stato sottovalutato. (

  19. Ip Address: 2001:b07:2ee:12bd:25ef:6d4e:fde5:2ff6

    Armando qui si tenta di salvare la barca che rischia di affondare e gli unici rimasti per poterlo fare sono il mostro e l’arrogante se io fossi stato al loro posto avrei mollato la società già dal primo anno per giocarmi la permanenza in A col campo squalificato per tutto il girone di ritorno a quell’epoca nessuno mi sembra si sia lamentato della dirigenza

  20. Ip Address: 2001:b07:2ee:12bd:25ef:6d4e:fde5:2ff6

    Per ciò che riguarda i cori e gli sfottò che centra la dirigenza?La cosa più vergognosa non credere che io sia giovane anzi ti ringrazio che lo pensi,sono i fattacci capitati il 3 febbraio del 2007,non quelle stupidate,dai non siamo dei ragazzini che ci offendiamo per cose che accadono in tutti gli stadi,al limite abbiamo l’occasione di essere per una volta almeno, superiori

  21. Ip Address: 151.37.91.43

    Caro Gaetano d’ accordo ,allora sono stati degli. “. Eroi. ‘”. ma qui stiamo saltando di pala in frasca ! La faccenda ,adesso ,è tutta un’altra cosa ! L’ hai capito cosa ha scritto Raggio Libero o fai finta di non capirlo ! Ti prego,non giustificare una cosa gravissima tirando in ballo cose remotissime e che non c’ entrano niente ! Dai il giusto peso a quello che ha scritto Raggio Libero e se ci riesci discutilo con la Redazione ! Finiamola con le polemiche inutili ! Il caso qui è di una chiarezza inequivocabile!

  22. Ip Address: 151.43.134.234

    Buongiorno a tutti.. se parliamo dei cori offensivi.. Non so voi ma io sono andato a San Siro contro l Inter (Che gol ho visto fare a mascara mamma mia) e non è che siamo stati accolti benissimo anzi.. ci tiravano secchiettate d acqua urlandoci dietro “lavate terrun” ma noi felici di esserci rinfrescati ci siamo messi tutti a braccetto cantando “noi siamo terrun terrun” (bei tempi) quindi non capisco cosa vi aspettavate da questi Finti milanisti siciliani arribbattuti.. voglio dire che c era d aspettarselo che qualche paesano avrebbe cantato contro di noi secondo me è solo invidia.. e il vero problema è che noi siamo qui a parlarne e a dargli tutta questa importanza bastava cambiare canale e non andare allo stadio.. io non ho visto niente di nuovo lo sapevo già che sarebbe andato così basta spostarsi ad Aci Castello o Acireale a pochi km da ct per vedere scritto sui muri ct mer.. sempre FOZZA CATANIA 46

  23. Ip Address: 151.37.93.64

    Allora caro Mimmo,anche a te ,e non me ne volere ,debbo dire che non hai centrato il problema ! Questo è semplicemente che i cosiddetti cori ci sono sempre stati ma nelle tribune esterne di altre città ! Quel famoso coro ” del saltarello ” ( fatto unico ) si è sentito ,per la prima volta al Massimino! Questo grazie sempre all LUNGIMIRANZA. sempre illuminata degli sprovveduti dirigenze ! provocazioni di questo genere ai tifosi sono inammissibili ! Che poi qualche tifoso pseudo etneo abbia eseguito qualche azione delinquenziale fuori dello stadio e’ un altra cosa che tutti noi. fermamente condanniamoUna volta per tutte., cari amici non ci girate attorno! Raggio Libero ha stigmatizzato questo fatto ! Si tratta “. soltanto ” che è stato offeso ilMassimino , Vogliamocapirlo una buona volta!

  24. Ip Address: 151.43.134.234

    Ciao Armando tu hai perfettamente ragione il fatto è che non possiamo farci niente a parte che polemizzare e ti dico di più non è la prima volta che succedono queste cose mi ricordo ai tempi del Milan di capello ci fu un amichevole sempre qui al Cibali sarà stato il 95 o 96 credo.. (e all’ epoca non c erano ne plm ne plv) io ero un picciriddu ma mi ricordo benissimo mio zio che tornò a casa incazzato come una bestia xché appunto c erano stati cori offensivi contro i catanesi al Massimino e vorrei sottolineare che il Cibali purtroppo non è di proprietà del calcio catania ma del comune Non dimentichiamo questa cosa quindi anche volendo la società non credo che avrebbe potuto fare molto per evitare questo schifo

  25. Ip Address: 151.43.134.234

    Ma te lo ripeto avete tutte le ragioni d incazzarvi.. anche se a dirvi la verità “chi non salta catanese è” detto da un ragusano o da un ennese non mi fa ne caldo né freddo quello che mi fa incavolare e sentire ragazzi catanesi della mia stessa età che godono delle disgrazie avute della nostra squadra e credetemi ce ne sono davvero tanti bastava l anno scorso entrare in un centro scommesse e vedevi la gente tifare contro il nostro ct x una bolletta di 40€ e poi esultare come forsennati al primo gol della rubentus.. questo mi fa veramente INCAZZARE

  26. Ip Address: 151.35.97.255

    Semplicemente ,finiamola qui però ,come aveva scritto Raggio Libero questa è stata la partita del non senso! Questo schifo la Società poteva evitarlo non organizzando quella pantomima di partita andata poi di traverso ai sostenitori milanisti ! E terminiamo poi con scrivere che come ti giri e giri abbiamo. una società che fa acqua da tutte le parti, non ha un minimo di rispetto per i propri tifosi,! Con la leggerezza ,con l’ incompetenza e l’ arroganza non si va da nessuna parte!

  27. Ip Address: 151.43.134.234

    E allora la finisco anche io scrivendo che come la società non ha rispetto per i catanesi.. una buona parte dei Catanesi non ha rispetto per questa maglia.. scusate se sono ripetitivo ma questa cosa proprio non mi cala!!! Ciao e buona giornata a tutti voi veri tifosi ROSSAZZURRI

  28. Ip Address: 95.235.140.51

    Caro Gaetano, personalmente io il vento lo vorrei, magari più una bora, e spererei si portasse via il proprietario. Quando si privo’ prima di Lo Monaco e poi di Gasparin mostro’ tutte le sue qualità che prima chi gestiva oculatamente non fece intravedere. Mi spiacerebbe solo per la matricola, ma se si ripartisse senza di lui, magari dalla serie D o dall!’ eccellenza, con una gestione oculata affidata anche a lo Monaco o ad altri competenti e con una presidenza che dia stimoli e quattrini, come il parma, in due anni potremmo tornare nel calcio che conta. Mi auguro di no ma ritengo che questo Catania stia ancora dietro ad almeno tre /quattro squadre del girone e ad altrettante negli altri. Insomma, sarà un’altra stagione di lega pro a mio parere e vi assicuro che vorrei essere smentito dai fatti. Purtroppo gli arribbattuti ci stanno in ogni città. Non potete immaginare quanti napoletani tifano juve a Napoli, e quelli che stanno a Torino sono i primi ad augurare un pronto risveglio del Vesuvio. Povera gente, non sono ne’ carne e ne’ pesce e preferiscono piu’ sentirsi piemontesi e lombardi che Meridionali. Tanti di loro cercano di mutare anche il loro accento e se qualcuno gli domanda se sono terroni loro rispondono di no. “Pietro, prima che il gallo canti mi tradirai tre volte”.

  29. Ip Address: 78.15.9.23

    Non credo che il patriottico Giuseppe Giusti avesse trovato l’ispirazione per scrivere quella bellissima poesia se l’arrogante l’autorità imperiale fosse venuta a Milano semplicemente per assistere ad una prima alla scala di Milano rilasciando qualche sfottò verso i milanesi e poi tornarsene a casa da dove erano arrivati Giusti ha scritto quei versi con ironia di cui era maestro perché il suo istinto si ribellava all’impero asburgico che opprimeva e rendeva schiavi da anni tutti i territori che occupava soffocandoli con la forza e tirannia. Lui conosceva bene quel tipo di oppressione perché ebbe modo subire personalmente quel clima poliziesco durante i suoi studi. Pertanto Giusti aveva tutti i suoi nobili motivi per ritenersi offeso ed oltraggiato dalla presenza di quei soldati cò baffi di capecchio e con què musi.
    Caro Armando quel coro ritenuto offensivo si sente in tutti gli stadi quando arrivano grossi club con un numero impressionante di tifosi e voler dare un significato ideologico ed esclusivo per i catanesi solo per il fatto che sia stato urlato al Massimino appare come una forzatura perché già parlavate di offesa ed oltraggio prima che questi cori arrivassero veramente. Altro discorso è sulla’opportunità di fare giocare questa partita a Catania, su questo argomento potremmo discutere per anni senza mai trovare una opinione condivisa perché non bisogna solo guardare verso una sola direzione. Scusatemi ma è questo il mio pensiero !!!!!!
    Forza Catania

  30. Ip Address: 95.235.140.51

    Diamo il giusto merito al Direttore: poco fa arrivato Ripa . Un contratto biennale X lui. adesso si che la squadra potrebbe lottare anche per il primo posto qualira si amalgami e ja difesa faccia il suo . Spero che domenica il Massimino sia gremito sebbene ci sia tanta gente in ferie.

  31. Ip Address: 62.18.127.224

    Buon pomeriggio a tutti. Ufficiale – Catania, preso Ripa. Contratto fino al 2019. Subito a disposizione di Lucarelli
    Colpo a sorpresa del Catania che si aggiudica le prestazioni dell’esperto attaccante

  32. Ip Address: 62.18.127.224

    Direi una boccata d’ossigeno

  33. Ip Address: 2.238.18.189

    No non ci sto Lo Monaco è stato un gran maleducato doveva

  34. Ip Address: 2.238.18.189

    Avvisarci come fanno in tutte le squadre del mondo solo da noi accadono queste cose

  35. Ip Address: 5.90.139.2

    Ripa a plm si è illuminata a pignata senza questa mossa altro che abbonamenti…..u direttore è furbo molto furbo fozza catania

  36. Ip Address: 95.235.140.51

    Gaetano, lo Monaco secondo me è stato un grande marpione. Fino a tre giorni fa ne aveva dette di cotte e crude al giocatore e in particolar modo al suo procuratore. Ha fatto capire che non gli interessava più, ha dichiarato che eravamo a posto così ed invece…… ha abbassato le pretese al procuratore e allo stesso Ripa e concluso il passaggio in silenzio. A me sta bene così. Che sia tornato finalmente quello di una volta? Riguardo a quello che ho letto nei riguardi della direzione che non si è espressa ne’ pro ne’ contro la
    Discesa dei barbari al Massimino, ritengo che lo abbia fatto per sensibilità verso le opposte fazioni che anche su questo sito si sono fronteggiate. Questo più che un sito agganciato alle varie correnti, è da sempre un muro sul quale liberamente noi visitatori esprimiamo le nostre idee. Un salotto, insomma,nel quale persone perbene ed educate partecipano alle discussioni con i toni del garbo e dello stile, confrontandosi in maniera civile anche con chi la pensa diversamente. E’ da più di quattro anni che sono presente in questo “muro”, e per me è come stare in famiglia. Grazie a tutti di condividere questa mia esperienza.

  37. Ip Address: 78.15.9.23

    I soldi per la cessione di Gomez sono sfumati, calciatori ceduti o per scadenza di contratto o per risoluzione consensuale e abbonamenti che vanno a rilento. Visto che Petrus non potrà più impegnare il suo orologio perchè perso con la scommessa con Lucarelli, penso che esistono tutte le condizioni per fare diventare i pali delle porte bacheca dove affiggere il logo di altri 10 o 15 sponsor.
    Forza Catania

  38. Ip Address: 178.39.222.16

    Gaetano non ho capito

  39. Ip Address: 151.35.159.157

    Caro Catanesea Napoli ti sei espresso in maniera perfetta! Il nostro è un magnifico sito dove tutti esprimono le loro opinioni liberamentema ,sopratutto ,con grande educazione oserei dire con gentilezza ! Anche se la pensiamo diversamente su molte cose ,rispettiamo quello che dicono gli altri,ma quello che ci accomuna e’ il grande amore che nutriamo per il nostro Catania ! Una grande famiglia ,magistralmente guidata da Raggio Libero ! E poi vi è tra noi amici una solidarietà non comune ed io ne so qualcosa per vicenda della mia mano e sopratutto in occasione della dolorosa scomparsa del caro Giorgio ! Per quanto riguarda l’arrivo d Ripa , bene così ! Stile LoMonaco! La cosa importante è che si tratta di un attaccante di peso edi buon rilievo ! Buon lavoro a Lucarelli e la speranza è che la squadra acquisisca presto quell’amalgama ( di commovente e famoso è chiaro ricordo del grande presidente )

  40. Ip Address: 2001:b07:645a:c57c:7d7c:bcc6:971b:3a86

    Ciao Armando e Catanese a Napoli, è vero la nostra è una bellissima grande Famiglia. FOZZA CATANIA con infinita passione, orgoglio e profondo senso di appartenenza…………un caro abbraccio a tutti

  41. Ip Address: 62.18.127.224

    Serie C: Catania, esordio al Massimino contro il Fondi, poi Casertana e Lecce
    È stato reso noto il calendario delle prime tre giornate del campionato di Serie C 2017/18. Nel corso di una cerimonia tenutasi a Pescara sono state comunicate le prima gare della nuova stagione.

    Il Catania giocherà la prima di campionato sabato 26 agosto in casa contro il Racing Fondi. Seconda giornata in trasferta contro la Casertana il 2 settembre, mentre per la terza giornata, in programma il 9 settembre, i rossazzurri affronteranno al Massimino il Lecce.

    Il resto del calendario, a seguito del ripescaggio del Rende, stabilito oggi dal Coni, sarà comunicato il 24 agosto.

  42. Ip Address: 62.18.127.224

    Concordo con te catanese a Napoli dove in questo sito si può scrivere liberamente bravo Armando a ricordare il buon Giorgio che è e rimane sempre con noi , jamajama unni si?

  43. Ip Address: 2.238.18.189

    Niente Jama mi si è spezzato il messaggio in 2 pezzi

 Lascia un commento

ATTENZIONE: I contenuti dei commenti rappresentano ESCLUSIVAMENTE il punto di vista dell'autore. Nei commenti e' vietato compiere o indurre a compiere qualsiasi tipo di reato, ed e' vietato Danneggiare, lesionare in alcun modo i diritti altrui. E che il commento non abbia contenuto razzista o sessista, non sia offensivo, calunnioso o diffamante. La Redazione si riserva il diritto di rimuovere i commenti che violino le precedenti regole a suo insindacabile giudizio. Gli IP sono registrati ed utilizzati in caso di controversie per intraprendere percorsi legali contro i molestatori.


(Richiesto)

(Richiesta. Non sarà pubblicata)

Question   Razz  Sad   Evil  Exclaim  Smile  Redface  Biggrin  Surprised  Eek   Confused   Cool  LOL   Mad   Twisted  Rolleyes   Wink  Idea  Arrow  Neutral  Cry   Mr. Green

su
giu