SCOMMETTIAMO

 Scritto da il 27 maggio 2016 alle 11:21
Mag 272016
 

scommesse

Le ultime notizie apparse sui quotidiani rilanciano il tema delle partite truccate, sistema oramai consolidato e  semplice per garantire ad associazioni criminali unitamente col riciclaggio di denaro anche consistenti profitti. Restiamo  indignati nell’apprendere che in quella data partita che tanto ci ha fatto soffrire nel vedere la nostra squadra stranamente soverchiata  dagli avversari che c’erano accordi sottobanco e tutto era già scritto ancor prima di iniziare, ancora prima delle coreografie e dello sventolio di bandiere e sciarpe sugli spalti.

Ci indigniamo  verso quei calciatori colpevoli di aver tradito la maglia e la nostra fiducia. Ci ribelliamo assistendo talvolta alle disparità di trattamento adottate dalla giustizia sportiva dimenticando gli interessi che ruotano attorno a quella sfera di cuoio dove lo stesso maggiore organo decisionale riceve, per la sua stessa sopravvivenza , fiumi di denaro da società attraverso sponsor, contratti, partecipazioni e quant’altro.

E mentre la nostra rabbia Investe il calciatore di turno poco ci si sofferma su questo cancro una volta denominato “scommesse clandestine” che nel 1980  portò all’arresto direttamente in campo di alcuni giocatori laziali, subito però accaparrato e fatto proprio dai Monopoli di stato che, con lungimiranza, capirono che quel gioco, reso legale, poteva diventare il coinvolgente gioco scommesse del futuro, mandando in pensione il totocalcio, oramai inadatto alla frenetica corsa verso la felicità dell’italiano medio, tutto computer e voglia di vincere.

Abilmente sottratto alla  diretta gestione dei Monopoli di stato ed affidato con concessioni a società private con sedi legali molto spesso nei paradisi equatoriali che tutti invidiamo, questo nuovo coinvolgente gioco scommesse si è radicato così forte in tutto il territorio e nelle nostre menti affidando ad agenzie sparse in ogni dove la raccolta del denaro volontariamente consegnato loro dagli scommettitori appartenenti ad ogni ceto sociale e, purtroppo, anche a clan malavitosi.

Cosa accade al denaro raccolto ? Parte di esso è indubbiamente restituito ai pochi e fortunati vincitori, il resto l’utile ,  defalcate le spese fisse e di gestione, deve essere sottoposto al prelievo fiscale affinché lo Stato, cioè tutti noi che lo rappresentiamo (dovrebbe essere così) abbia un tornaconto e ritorno in servizi essenziali per la collettività.

Ma è così? Sia la trasmissione  Report che Valerio Valentini in un articolo apparso su byoblu hanno denunciato che allo stato italiano tornano  pochi spiccioli su quanto dovuto  o stimato in circa 98 miliardi di euro dei quali lo stato sembra non essere interessato a riscuotere. Collusioni? Connivenze? Sono altri gli Organi deputati ad accertare eventuali danni erariali.

In tutto questo, anche le società hanno nel tempo avviato sistemi interni di controllo atti a controllare il verificarsi di certe concentrazioni di scommesse su singoli incontri diciamo sospetti che potrebbero far pensare ad eventuali combine. Certo che se un considerevole plafond di scommesse intervenisse su esiti quasi impensabili ad esempio vittoria dell’ultima squadra di A contro una delle prime fuori casa ci può pure stare ma poi prendersela per scommesse intervenute  su partite dagli esiti quasi scontati  tipo 1-1 tra squadre della stessa forza e categoria diventa più’ difficile da ipotizzare.

Allora perché non evitare di far conoscere in anticipo la percentuale di vittoria su di un dato incontro  ma renderla inversamente proporzionale alla entità delle giocate ricevute su quel dato evento , punteggi e  condizioni ? Maggiori le puntate minori le vincite. La percentuale uscirebbe fuori solo al fischio di inizio e renderebbe forse inutile o quanto meno non proporzionata al rischio il ricorso alla combine. Basterebbe poco, i computer ed elaboratori elettronici ce lo consentirebbero , ci vorrebbe solo  la volontà di farlo .

  36 Commenti per “SCOMMETTIAMO”

  1. Ip Address: 151.36.89.90

    Ha perfettamente ragione Raggio Libero! Il sistema per evitare questi scandali ci sono ma ,non si sa perché non lo attuano. O meglio ,forse ,lo si sa fin troppo ! Che affari potrebbero fare ,se no,i malavitosi ed i truffaldini di mestiere? Io non dico che prima dell’avvento delle scommesse il gioco del calcio sia stato tutto rose e fiori ! Però ,con queste dannate scommesse( dal quale lo Stato ricava ben poco).la corruzione è dilagata e tutti gli anni ,in tutti i campionati,si assistono aspettacoli che con il calcio hanno poco a che fare , Le scommesse sono benedette da camorra ,mafia, e via dicendo Mi domando ,dove si arriverà con questo andazzo!

  2. Ip Address: 91.253.163.157

    Buongiorno cari amici
    Escl. Francesco Baranca (Federbet) a Catanista: “Riscontrati movimenti anomali; adesso tocca alla Procura”
    27 maggio 2016 alle ore 10:04
    Scritto da Nicolò Marchese
    Durante la puntata di “Catanista”, andata in onda ieri sulle frequenze di Radio Smile alle ore 13.00, è intervenuto il Segretario Generale di Federbet, Francesco Baranca, che ha così spiegato le ultime vicissitudini legate al calcio-scommesse:

    “Finché non ci sarà la volontà concreta di cambiare, tutto rimarrà immutato, è ovvio. Stiamo riscontrando la poca volontà di modificare questo trend in determinate categorie; quando ci muoviamo non lo facciamo per caso, sono sensazioni dettate solamente dall’andamento di alcuni numeri, non siamo contro nessuno, facciamo semplicemente il nostro lavoro. Continuiamo, inoltre, a ripetere che, nella maggior parte dei casi, sono le società ad essere vittime del comportamento dei propri giocatori. Per quel che riguarda quest’ultimo caso, si tratta di una denuncia presentata ormai due mesi fa e riguarda undici partite di Lega Pro; alcune delle partite in esame erano già state messe sotto la nostra lente d’ingrandimento e riguardavano, in particolare, il Messina. Poi, è venuto fuori il nome del Catania ma credo che la società etnea sia emersa solo perché alcune delle partite che la vedevano protagonista sparivano dai palinsesti a causa di alcuni movimenti di scommesse anomali.

    Non c’è nessun accanimento contro il Catania, è una squadra che, addirittura, mi sta particolarmente simpatica. Tutto è dettato dai numeri, lo scorso anno ci fu una reazione veemente nei nostri confronti ma tutto, poi, ci ha dato ragione. Abbiamo notizia di undici partite incriminate, il Catania potrebbe essere presente in alcune di queste.

    Non ho la bacchetta magica per risolvere il problema, comunque vada abbiamo la soluzione perché il problema non si riproponga. In Serie B, da quest’anno in poi, seguiamo un protocollo che ci permette di allertare le società prima del fischio iniziale della partita in caso di movimenti anomali. Se avessimo seguito questo iter lo scorso anno, il Catania avrebbe potuto fare quello che ha fatto solo, magari, nella prima partita di quelle incriminate, non anche nelle successive quattro/cinque. Lo stesso identico protocollo lo seguiamo per la Serie A e per la Lega Spagnola. Il nostro è un principio molto semplice. Le società devono essere coinvolte, se queste sono pulite non hanno nulla da temere ed hanno il diritto di proteggersi“.

  3. Ip Address: 91.253.163.157

    Armando ciao , Mi sa così facendo non si va da nessuna parte

  4. Ip Address: 62.2.176.13

    Ciao ragazzi

    Una cosa strana!! Sempre e solo in ITALIA!! Io mi domando ma qui in ITALIA ci sono o ci fanno……? Germania / Inghilterra / Spagna etc. non si sentono quasi mai queste cose. PERCHE??
    Si ruba solo in ITALIA??? O non si controlla solo in ITALIA??

    Purtroppo facciamo una pessima immagine in tutto il mondo.

    Saluti a tutti

  5. Ip Address: 91.253.211.93

    Ciao jamajama , purtroppo la nostra e una republica delle banane

  6. Ip Address: 91.253.211.93

    Cessione club: Bacco si ritira dalla trattativa
    La trattativa tra Bacco srl e il Catania salta prima di entrare nel vivo. Ad annunciarlo è la società brontese attraverso un comunicato: “A seguito dell’incontro avvenuto in data odierna tra i nostri consulenti dello Studio Sciuto e l’avvocato Salvatore Abramo, consulente incaricato dal Calcio Catania S.p.A., comunichiamo che questa società non considera sussistente alcuna condizione per avviare trattativa di qualsiasi tipo per l’acquisizione delle azioni costituenti il capitale sociale del Calcio Catania S.p.A”. “Da veri, sinceri e appassionati tifosi, auguriamo alla Società Calcio Catania S.p.A., ogni fortuna e successo nel prosieguo delle attività”. Nonostante il patto di riservatezza firmato due giorni fa dunque, la trattativa si ferma ancor prima di iniziare. Probabile che l’ostacolo maggiore sia stata la valutazione della società fatta dallo studio Abramo. Dalla società ancora nessun comunicato sulla questione. A questo punto ci si chiede quali potranno essere i prossimi scenari.

  7. Ip Address: 151.47.95.151

    Amici,continua la storia infinita! A mano,a mano quei pochi che si fanno avanti si ritirano,in buon ordine. Segno che le valutazioni della società sono assai rilevanti, e ,purtroppo è anche una precisa indicazione ,che in realtà non esiste nessuna volontà di cedere la proprietà . Andando avanti in questo modo ,sappiamo tutti cosa ci aspetta!

  8. Ip Address: 2001:0b07:02ee:12bd:4c56:cfcf:1b87:a3db

    Secondo me non vi è neanche la volontà di comprare e tutte queste persone che si presentano lo fanno solo per farsi pubblicità,d’altronde pulvirenti non può di certo regalare la società,lo sa benissimo anche lui che ormai il feeling con i tifosi e la città si è rotto da tempo e non conviene nemmeno a lui ostinarsi a restare

  9. Ip Address: 2.156.189.5

    Mi sa che il fallimento e dietro l’angolo , purtroppo

  10. Ip Address: 79.33.145.231

    Caro Gaetano, non vorrei che il nostro incubo diventasse il salvatore della patria o meglio del Catania unico , poverino, a sobbarcarsi l’onere non più l’onore in quanto quello si è’ perso in una mattina di inizio estate e poi anche in campo con le retrocessioni a raffica la cui terza appena sfiorata grazie al Matera che ha permesso il nostro galleggiamento boccheggiante ancora in lega pro. Vengo e mi spiego. Due compratori Esteri , uno fugge precipitosamente l’altro quasi svanito nel nulla, una società già sponsor con a capo tifosi appassionati che ci mette la faccia e a cui viene fatto firmare un “patto di riservatezza” per iniziare a parlare, della serie se spifferi ti denuncio , e dopo solo un giorno da questo evento il presunto compratore annuncia che “non sussistono le condizioni per acquisire le azioni del calciocatania”. Tutto solo dopo un giorno? Capisco il patto di riservatezza capestro, ma almeno capire sommariamente cosa è’ successo questo lo ritengo doveroso per la trasparenza sia del mancato acquirente che dell’attuale proprietà . Allora nel silenzio di questa farsa spettrale o tragicomica che dir si voglia non resta a noi tifosi ipotizzare i possibili nodi che si sono venuti a creare in una sola giornata se non di trattative di scambi di vedute e letture di condizioni. Prezzo troppo alto? Oppure altra ipotesi la nuova cordata ha chiesto di acquisire solo le azioni e il titolo sportivo del calciocatania senza Torre? Oppure la vecchia proprietà ha scaraventato sul piatto della bilancia la spada di Brenno rappresentata da quella fideiusdione milionaria da depositare in un istituto di credito a scelta del venditore prima di far vedere i bilanci e, quindi, impedendo di fatto la trattativa non disponendo di adeguate garanzie l’istituto di credito garante rappresentate dalle voci di bilancio che potrebbero essere consultate solo dopo il versamento della fidejussione? E quale banca al buio è’ disposta ad impegnarsi con una società che naviga in acque quantomeno non tranquille senza garanzie? o ancora hanno letto passività paurose e sono scappati? Oppure altri impedimenti? Perché tacere? A chi conviene? Cosa bolle in quella pentola ? E noi qui a distruggerci dentro e a leggere mezze notizie da interpretare magari sbagliando . Poveri noi !

  11. Ip Address: 79.47.106.157

    Amici è chiaro,non vogliono cedere il Calcio Catania.Sono furbi probalbilmente mettono dei cavilli,delle condizioni che per chi deve comprare sono ostacoli rilevanti,tutto fatto apposta per scoraggiare chi deve comprare.
    Certamente i tifosi catanesi sono fessi pensano loro,e faranno gli abbonamenti come sempre,basta comprare un paio di giocatori ed è tutto fatto.NO NO NO NO non ci stiamo,dovete andare tutti via.
    Un caro saluto a tutti voi e che dire Mexxican,Cataneseanapoli,Armando,jamajama i vostri commenti sono i pensieri di tutti noi,non ci resta che aspettare non so cosa ma siamo bloccati da un incapace che ha distrutto tutto….

  12. Ip Address: 79.33.145.231

    E il peggio lo dobbiamo ancora vedere caro avvilito (haime il tuo pseudonimo è’ da tempo anche il nostro) . Sarà il fallimento? Avranno i soldi per iscriversi? Magari questi li racimoleranno, ancora per questa stagione, dalle vendite di petkovic, Rolin , Rinaudo e Leto . Rimane qualcosa per gli stipendi ma penso che dagli abbonamenti otterranno poca cosa. Se non li faranno piazzeranno calil sul mercato e con quelli i soldi per gli stipendi almeno fino a Natale sono coperti. Ecco fatto tutto sistemato per una stagione da media classifica nelle intenzioni e si scaglieranno contro i tifosi indegni che non meritano nulla perché allo stadio non ci vanno. Ci trascineremo verso il baratro tra appena un anno da oggi quando quello che c’era da spolpare si è’ mangiato e il fisa ammortamento del Catania sarà totale con il fallimento ad un passo. Questo per come la vedo io .

  13. Ip Address: 79.33.145.231

    Disainnamoramento del Catania sara’ totale (scusate la tastiera perde colpi)

  14. Ip Address: 79.33.145.231

    Che poi s vederla lunga non è’ che sotto sotto conviene la squadra in lega pro? Andare in b comporta fare una squadra attrezzata con acquisti di una certa caratura con tanti rischi viste le concorrenti agguerritissime e pochi soldi in entrata mentre in lega pro pochi gli oneri , molti giocatori hanno contratti sino al 2017 e il proprietario può sempre dire di essere il proprietario del cslciocatania, squadra dal blasone importante che rappresenta per la città lo sport numero uno in Italia . Chi vivrà vedrà

  15. Ip Address: 151.37.94.9

    Cari amici,mi permetto di dare un consiglio. Visto,che prima di tutto ,dobbiamo pensare alla propria salute,forse ,conviene ,non dare peso a tutte le notizie che i giornalisti ( loro mestiere ) cercano in tutti modi di dare ,per quanto riguarda il passaggio di proprietà . Dobbiamo avere pazienza , ed aspettare e non credere tutte queste girandole ,cioè Luca, Bacco ….e via di seguito ! Questa continua ansia,peraltro,giustificata e comprensibile ,cerchiamo di reprimerla ed attendiamo l’esito di questa telenovela ? Vogliamo ,alla fine ,sentire ” Il Catania calcio ha un nuovo proprietario ed ha questo nome “

  16. Ip Address: 79.47.106.157

    Giusto Armando ma pesa tanto,ci hanno eliminato un nostro passatempo, un nostro svago, la gioia di tifare di raccogliere notizie quotidiane sul nostro Calcio Catania dobbiamo solo sperare e aspettare.Saluti a tutti voi e buon fine settimana.

  17. Ip Address: 2001:0b07:02ee:12bd:4c56:cfcf:1b87:a3db

    Purtroppo si presenteranno solo avvoltoi che se gli va bene comprano per 4 lire vedi Bacco e company e in più ora si aggiunge l’inevitabile spaccatura tra tifosi e società,chissa perchè non dicono mai le cifre e chissa perchè il signor Bacco si è presentato solo adesso e non la passata stagione

  18. Ip Address: 151.38.27.49

    Cari amici,giusto per non parlare ,sempre,delle stesse cose volevo commentare l ‘ esito dei play-out del nostro girone di Lega Pro. Imprevedibilità ! Perché sembravano scontati. Ed ,invece ,proprio perché sono sempre delle trappole retrocede il Melfi che nei confronti del Martina Franca aveva terminato il campionato con dieci punti di vantaggio! Quindi,significa che tra tanti guai,il Catania ,ha avuto ,almeno , il vantaggio di riuscire ad evitare queste partite imprevedibili!

  19. Ip Address: 93.37.184.254

    Unica soluzione: togliere il calcio scommesse per qualche anno.

  20. Ip Address: 151.43.4.202

    Le vicende della vita! Il Trapani sta sulla buona strada per andare per la prima volta in serie A. La ruota che gira ! Quando la nostra squadra viveva gli anni belli dell’anno della ultima seriA ,i cugini granata arrancavano nelle serie minori! In questi ultimi anni tante squadre ,serie ,dai buoni programmi si sono affacciate nelle serie superiori,vedi Crotone,Carpi,Frosinone ed adesso forse il Trapani! Tutto capovolto! La tristezza rimane la nostra e non si vedono ancora spiragli di luce!

  21. Ip Address: 79.33.145.231

    Eh già Aramando, la ruota gira; per chi non è’ tanto giovane ed ha i miei anni ricorderà squadre come il Varese che ogni anno cambiava la squadra di 11/11 sfruttando un vivaio nel quale arrivavano ragazzini in erba che volevano sfondare provenienti da tutta Italia, il Vicenza, la Spal, e la serie A rappresentata solo da città capoluoghi di province ma la ruota gira ed oggi assistiamo in otto anni al passaggio del Trapani dal l’eccellenza ai vertici della B o altre realtà come Crotone, Frosinone Sassuolo e Carpi per non parlare del miracolo Chievo. Alla base società serie, dirigenti oculati, presidenti accorti. Noi abbiamo fatto la nostra parte finché il proprietario si è’ limitato a fare il presidente lasciando la conduzione della società a figure preparate ed esperte. Ed adesso da quando il sole ci arrideva e baciava in fronte ci ritroviamo nel chiuso delle catacombe a leggere di inciuci, mezze verità e bugie senza fine. Adesso, con una società anello di un gruppo che ha altri guai per la testa, dovremo affrontare un altro campionato di Lega pro senza progetti per il futuro perché con un fallimento che incombe nell’aria già ritengo oro colato racimolare i soldi per onorare i contratti per l’iscrizione e garantire la lega con le fidejussioni richieste. E come sperare la risalita con uno stadio disertato dai quei 25.000 sempre presenti? Che spinta dare ai calciatori nel silenzio tombale di un Massimino deserto? Non avverte la società che per il bene del Catania sia arrivato il momento di passare la mano ad altri che rivitalizzino una piazza tanto delusa da tre stagioni disgraziate dove oltre sul campo si è’ perso l’onore a causa della tentata combina di incontri da parte del suo massimo rappresentante? Qualcuno timidamente ma con interesse ha bussato alla porta ma i difensori del castello di carta hanno probabilmente eretto barricate gettando olio bollente dalle torri traballanti anziché accogliere a braccia aperte qualcuno che almeno avrebbe avuto il merito di infiammare nuovamente la piazza e con essa sicuramente I singoli componenti del team che scenderà in campo con i nostri colori addosso. Questione di soldi? Di fidejussioni mancate? Di Approccio alla trattativa? Dissapori? Contrasti? Diversità di vedute? Perché tutti questi segreti? Perché non far uscire le motivazioni di questa trattativa saltata? Questo ovviamente per non far nascere sospetti che ledono, ovviamente, la trasparenza dell’attuale proprietà e del mancato acquirente. Quanto vale il calciocatania in termini di soldoni? Ovviamente adesso perché questo non è’ più il Catania del 2011 /12 ma del 2016 con l’ultimo bilancio nel quale il passivo supera i 15 milioni e che ha sul groppone un mutuo di rate da ancora onorare per circa 22 milioni di euro ( numeri che spero esatti perché racimolati qua e là ) .Quanto viene valutata la proprietà di torre già acquisita? Quanto il titolo sportivo e la matricola? Quanto il blasone? Il parco giocatori? E quali le spese per la gestione di quel complesso fiore all’occhiello per una società di serie A ma palla al piede per una di lega pro? Perché non essere chiari con la città? Si vuole vendere? Ci si vuole speculare su? Potrebbe essere anche accettabile , ma quanto ? E, domanda forse più importante: sino a quando? Avere una nave con le toppe nello scafo non riuscendo a ripararle allontanando pure i possibili acquirenti perché non si ritiene il prezzo adeguato, o per altre ragioni a noi ignote, comporta che prima o poi quella imbarcazione andrà a picco e, per dirla con un proverbio locale, poi il proprietario potrebbe perdere ” U scecco cui tutti i carrubi “. E se si perde lo scecco e i carrubi, anche una città intera va a fondo ed una tifoseria calda ed appassionata perché una società di calcio non è’ della proprietà che come i giocatori va e viene , ma è’ della città intera e della collettività dei suoi tifosi.

  22. Ip Address: 87.3.207.171

    Ottimo commento Catanese a Napoli. Un abbraccio e buona domenica a tutti

  23. Ip Address: 2.157.55.187

    Buonpomeriggio a e buona domenica a tutti

  24. Ip Address: 80.181.148.32

    buona domenica a tutti

  25. Ip Address: 5.168.235.62

    Buon lunedì a tutti tranne che al nostro incubo peggiore . Tutte le squadre si stanno attrezzando e noi siamo qui ad affrontare una nuova stagione senza un allenatore, senza un progetto senza tifosi. La frattura tra società e piazza è insanabile e senza tifosi non si potrà andare avanti ma dolo indietro. Continuano i silenzi , quei silenzi iniziati dopo le prime infauste partite di B , quei silenzi e quel mancato ascolto della piazza che chiedeva la messa alla porta dell’argentino . Ci sarà da divertirsi al momento della campagna abbonamenti : meglio non proporla, qualcuno salverebbe la faccia. Si rifiutano i dibattiti televisivi e ci rifugia dietro freddi comunicati stampa che anziché chiarire come stanno le cose riescono a esprimere dubbi, lacune ed incertezze che i tifosi dono stanchi di ascoltare. Perché non mettere la faccia e parlare attraverso un dibattito dal quale far uscire le reali motivazioni , il progetto, quello che spera di realizzare in termini sportivi la società? Paura di affrontare la stampa? Paura dei tifosi? Paura di dire la verità?

  26. Ip Address: 62.2.176.13

    Buongiorno a tutti

    Quasi Quasi mi viene da ridere………………
    Qui non si va da nessuna parte! PULVIRENTI non vuole vendere STOP!
    PULVIRENTI é il CATANIACALCIO dunque se ne vada a fare in C….

    Come avete detto giusto chi vivra vedra. Io del PULVIRENTECALCIO me ne frego altamente! Se avranno una squadra, guardero i risultati lunedi. Se non ne avranno chi se ne frega.

    Ragazzi miei e da quattro anni che diciamo sempre le stesse cose e quel farabutto fa sempre di testa sua. La squadra é la sua! Se la tenga forte. IO ho chiuso.

    Parliamo di cose più sensate. Avete visto NIBALI?…………..

    Saluti a tutti

  27. Ip Address: 151.19.87.3

    Quasi, quasi è vero Jamajama conviene parlare dell ‘ impresa del grande messinese ! Non è più l ‘ era dei ciclisti settentrionali,ora è quella dei meridionali con Vincenzo ed il sardo Fabio Aru.! Purtroppo per il nostro Catania,cari amici ,la vedo proprio nera Totale distacco tra tifoseria e società , silenzio completo , tutto fermo ! Come è mai possibile iniziare una nuova stagione così ? Naturalmente ,neanche a parlarne di abbonamenti e così le eventuali partite ( se ne avrà il coraggio e la sfrontataggine ) se le vedrà , da solo in tv il noto spudorato che tiene in ostaggio una intera città. Vedo ,cari tifosi, che ,piano ,piano vi state avvicinando al mio convincimento.Se ,e dico se dovessimo iniziare il nuovo campionato , lo dovremmo fare con quel signore e non si sa con quale squadra! Questo è decisamente il periodo più nero dell ‘intera storia del Catania !

  28. Ip Address: 79.45.59.64

    Cari amici quel Franco presidente neanche lui parla,nessuno silenzio tutto tace e noi a rosicchiarci,avete ragione meglio parlare di Nibali o del Trapani vedi come con un buon allenatore si va avanti e noi ?????
    Nessuna notizia dalla società fantasma,e brutto non poter commentare nulla,come ci ha ridotti il pulvi….
    Ogni giorno guardiamo cerchiamo di leggere di sapere ma cosa? nulla,saluti a tutti meglio una buona granita ciao a tutti.

  29. Ip Address: 93.37.184.254

    Non condivido per nulla i tifosi che abbandonano lo stadio. La squadra va seguita chiunque la dirige. Sono solo degli opportunisti quelli che quando le cose vanno bene darebbero la vita per la squadra … Poi davanti alle sconfitte se ne vanno nella torre d’avorio. No,non li sopporto. Io seguirò il Catania finché posso andando allo stadio. Sopra Pulvirenti si è scritto tutto e anche troppo. Se è lui il padrone che cosa si deve fare? Continuare così non serve a nulla. Se la alternativa è il sig. Bacco (o come cavolo si chiama) beh, preferisco Pulvirenti. Quale è stato l’erroredel presidente? Il potere. Sentirsi un dio, un berlusconi siciliano. Per il resto i suoi meriti sono indiscutibili. So che sono controtendenza, ma io nonposso mentire a me stesso. Con rispetto e deferenza per chi la pensa in modo diverso vi abbraccio tutti. Paolo.

  30. Ip Address: 93.34.85.132

    Paoloilcaldoct “Non condivido per nulla i tifosi che abbandonano lo stadio. La squadra va seguita chiunque la dirige.” Su questo punto sono d’accordissimo.

  31. Ip Address: 62.2.176.13

    paoloilcaldoct ed etneo di ct

    Avete ragione al 100 per cento. Ma noi non abbandoniamo la squadra. Noi abbandoniamo PULVIRENTI. Se lui sarebbe un TIFOSO del CATANIA andrebbe via. Ma lui non é un TIFOSO DEL CATANIA. Lui vuole SOLDI SOLDI SOLDI.

    Io mi rifiuto ad andarci dietro. Io ho un cervello e quello mi dice NO A PULVIRENTI. Mi dice basta con Pulvirenti. E inutile tifare, tanto questo non ha più soldi non riuscira mai più a portare il CATANIA dove dovrebbe stare. E tutti i soldi che gli portiamo andranno persi.

    Dunque BASTA PULVIRENTI!

    Saluti a tutti

    In Serie A

  32. Ip Address: 82.55.190.29

    Se Pulvirenti dovesse continuare a mantenere la proprietà del Calcio Catania, abbia il buon senso di essere chiaro una volta per tutte. Nella difficile e delicata situazione che si è venuta a creare, solo lui può tentare di riaprire un dialogo con la Tifoseria. Non sarà certamente facile – anzi – Non vedo come eventualmente possa continuare a gestire (direttamente o meno) la società senza il supporto della Tifoseria. Anch’io come Armando ho qualche anno sulle spalle e da Catanese penso di conoscere sufficientemente l’animo e la natura dei miei cari Concittadini. Di fronte ad un atteggiamento di Umiltà, i Tifosi (o almeno gran parte di essi), sarebbero disposti a perdonare tutto o quasi (non si può dimenticare anche quanto di buono ha fatto Pulvirenti per il Catania). Nella vita si può sbagliare, per ricominciare (e si può) bisogna riconoscere umilmente i nostri errori e farne tesoro. Un abbraccio a tutti

  33. Ip Address: 151.35.13.193

    Condivo pienamente il commento del mio amico Filippo. Non si può non disconoscere i meriti che ,in passato ,ha avuto Pulvirenti. Però ,negli ultimi anni,ha commesso degli errori,si è fatto prendere da mania di grandezza,ed è stato molto incosciente e leggero.Adesso ,e’ due volte colpevole . Primo,per i maldestri tentativi di illecito che hanno portato il Catania alla rovina. Secondo ,per la pervicacia con la quale vuole rimanere proprietario della società . A questo punto ,un suo passo indietro potrebbe,in parte,riscattare i mali procurati alla società . Sarebbe un atto di amore nei riguardi del Catania e dei suoi tifosi! Questo uomo,che,secondo il mio parere,è in totale confusione .sarebbe mai capace di dare alla Società ,( alla quale prima ha dato tanto) un ultimo segnale di affetto? Io non so rispondere a questo interrogativo,e penso che i fatti,fino ad oggi ,dimostrano che la risposta sarà negativa.

  34. Ip Address: 151.35.13.193

    Scusate Volevo scrivere. Condivido

  35. Ip Address: 80.181.43.146

    Ragazzi leggo ascolto cosa aggiungere niente, dobbiamo aspettare.

  36. Ip Address: 79.46.141.108

    Sono d’accordo con Armando. Per quello che ha fatto, per gli atteggiamenti che ha avuto, per dove ci ha portati con le sue scelte sbagliate, per i problemi finAnxiari e legali che sta attraversando per i quali non potrà garantire un futuro a questa squadra se non una stentata salvezza in lega pro, per aver creato una frattura con la tifoseria , per i suoi silenzi imposti anche ai suoi dipendenti già dalla stagione di B, perché si è’ dimostrato non preparato a poter gestire senza chi lo sappia fare una società calcistica , per tutti questi motivi e anche altri che tralascio per questioni di spazio e di tempo ma li conoscete anche voi , questo signore dovrebbe forse lui pagare qualcuno che si prenda il Catania .

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu