Se sei brutto ti tirano le pietre

 Scritto da il 19 settembre 2016 alle 10:19
Set 192016
 

pisseri

E’ di sassi e pietre Matera ne è piena e la squadra etnea gliene ha dato l’occasione. Sceso in campo morbido e lento il Catania si è  trovato di fronte un Matera in formazione top con Di Franco e Negro finalmente per loro in campo dal primo minuto, coperti in maniera egregia dal solito Mattera e Di Lorenzo e con i sempre pericolosi Infantino,  Iannini e Casoli a sfrecciare seguiti con affanno dai nostri che per almeno i primi 35 minuti non riescono a imbastire due passaggi di fila.

Troppo brutto questo Catania di stasera o troppo inferiore tecnicamente ed atleticamente rispetto ai baldi biancazzurri? Certo se questa di oggi doveva essere la partita termometro delle due squadre, dobbiamo sinceramente affermare che quella rossazzurra esprime un gioco lento ed impacciato per proporsi come candidata per i posti di vertice del girone. Piedini fatati ma, come quelli di Cenerentola, troppo adatti alle scarpette di cristallo anziché agli anfibi di Rambo. Anche contro lo Stabia prima, l’Andria e la Reggina  poi , abbiamo notato che il centrocampo non riesce ad essere propositivo ne’ compatto per aiutare i difensori nel momento del bisogno.  Fa male vedere il povero Russotto  schiacciato per tutto l’incontro nella pressa dei difensori avversari che,consci della sua imprevedibilità lo hanno chiuso alla perfezione triplicandolo addirittura in certi frangenti non consentendogli neppure una serpentina delle sue.

Se nel primo tempo siamo riusciti a rimanere indenni il merito lo si deve a due prodezze di Pisseri e alla buona sorte allorché un errore difensivo innescava Infantino sul quale Djordjevic non poteva che atterrarlo al limite dell’area (o forse dentro?) rischiando  rigore ed espulsione.

Passati indenni il primo tempo, la ripresa iniziava con lo stesso canovaccio della prima frazione con i nostri sempre in difficoltà e con Da Silva oramai in affanno e giustamente sostituito da Di Grazia che almeno metteva un po’ più di voglia e velocità del brasiliano. Ma non basta: il monologo continuava imperterrito e la difesa scricchiolava anche a causa dell’espulsione di Djordjevic per un secondo fallo di ammonizione commesso sul neo entrato Sartore. In dieci inevitabilmente il Catania ha cominciato ad abbassare il baricentro e le sostituzioni di Russotto  e  Paolucci per De Cecco e Anastasi hanno confermato le difficoltà della nostra squadra rispetto ad un Matera tutto volto a cercare il gol dei tre punti.

A cinque minuti dal novantesimo, un fallo di Pisseri lanciatosi sino al limite dell’area su Sartori veniva riconosciuto meritevole del calcio di rigore ma il capitano Infantino non faceva di meglio che calciare sul palo con Pisseri che comunque era sulla traiettoria. Nove minuti di passione considerati i quattro di recupero con calci d’angolo che venivano a ripetizione calciati in area come i sassi dalla fionda di Davide ma  fortunatamente disinnescati con affanno dai difensori etnei e dalle mani di Pisseri quando non arrivavano i centrali.

Dopo 4 minuti di recupero l’arbitro dichiarava finite le ostilità e ci troviamo un punto immeritato nel carniere che ci lascia ancora al freddo del -1 in classifica ma con dubbi atroci per quanto attiene il nostro collettivo reso oggi debole per non dire inguaribile davanti ad una formazione che giustamente merita la posizione che occupa in classifica. Troppo leggero, lento e prevedibile questo Catania per la attuale lega pro almeno non sufficientemente maturo per occupare le prime posizioni in classifica. Unica consolazione l’aver saputo lottare sino all’ultimo per questo pareggio strappato a Matera.

Adesso occorre ricaricare le batterie per cercare domenica prossima di vincere con  l’Akragas in casa, squadra alla portata dei rossazzurri e che è necessario battere per annullare la posizione portandoci a un +2 che darebbe morale affrontando poi lo sgusciante Fondi del rientrante Calderini.

Spero che mister Rigoli si inventi  qualcosa tatticamente rendendo la squadra più veloce e imprevedibile perché senza contromisure non credo che si  andrà lontano anche in questa stagione.

  30 Commenti per “Se sei brutto ti tirano le pietre”

  1. Ip Address: 62.18.143.64

    Buongiorno a tutti . Ottimo punto su un campo difficilissimo credo che il Matera sia la squadra da battere da considerare che il Catania è una squadra tutta nuova e piano piano sono convinto che uscirà fuori la qualità di questa squadra

  2. Ip Address: 62.18.143.64

    Da non sottovalutare che il palo di Matera porta bene

  3. Ip Address: 62.18.143.64

    😃

  4. Ip Address: 151.37.57.85

    Sono molto D’ accordo con quanto scrive la Redazione ! Se non si cambia e presto questo gioco ,lento ,prevedibile ,non si andrà molto lontano! Si dicevano le stesse cose l’ anno scorso,ma ,adesso la squadra è stata rifatta ,il bravo Lo Monaco si è dato da fare ! E ,allora che cosa è che non va? Comunque una cosa è certa la squadra è lenta . Manca quella velocità che ,unita ai valori tecnici ,che indubbiamente ,inostri giocatori hanno , fanno di una squadra ,,quella che può figurare al meglio in questa categoria ! A Matera siamo stati fortunati ma la fortuna ,qualche volta bisogna meritarsela,! Cari ,aspettiamo con ansia che la nostra squadra si scuota dalle pastoie della bassa classifica , rimonti ,e giochi,giochi meglio! Verranno così le vittorie ed i punti!

  5. Ip Address: 94.37.17.160

    Mah, io sono perplesso e la sensazione che ho è che, malgrado il ritorno di Lo Monaco, sia rimasto tutto uguale. Quello che continuo a vedere è lo stesso spettacolo dell’anno scorso: squadra svogliata e che non corre, gioco prevedibile e schemi inesistenti, allenatore che predica nel deserto, giocatori che senza una spiegazione credibile restano in panchina, partite finite in 10.
    A me sembra che il problema resti sempre l’atmosfera demotivante che la società, suo malgrado, trasmette ai giocatori. Si è sperato che Lo Monaco si prendesse carico di risplvere il problema tenendo lontana la squadra dai problemi societari, ma secondo me non ci sta riuscendo. Spero di sbagliarmi ma se non cambia società non cambia nulla.

  6. Ip Address: 79.32.139.96

    Penso che il problema sia di uomini . Tecnici i nostri ma, come confermato da Rigoli, i due brasiliani non conosvono ancora nemmeno la lingua e la lega pro e si stanno ambientando pur non essendo dei mostri ma dei buoni giocatori per la lega . Scoppa è’ Argentino che forse in serie A non sfigurerebbe in regia ma sui campi di patate della lega pro ha difficoltà a pressare e, come Biagianti, non ha nelle corde la velocità che servirebbe. Più bravo a far correre il pallone ma se dall’altra parte ci stanno difensori esperti e arcigni come ieri, i suoi lanci non arrivano agli avanti . Bene secondo me aver lasciato Calil fuori perché se pressato non fa una bella figura, peccato non aver da subito schierato Piscitella più forte fisicamente di Russotto che ieri ha sofferto parecchio. Più dei punti persi a Matera a me dispiace di quelli lasciato a Reggio. alla prox ci mancherà il terzino dx e questo sarà già un problema ma o con lui o senza di lui si dovrà vincere è sorto che il Massimino accompagni i nostri alla vittoria

  7. Ip Address: 79.33.165.124

    Certo il gioco della squadra lascia ancora a desiderare. Dobbiamo però continuare ad avere pazienza e fiducia. Sono già stati affrontati e risolti gran parte di quei problemi di cui noi conosciamo solo in parte l’entità. Buon pomeriggio a tutti

  8. Ip Address: 93.37.182.125

    Credo che la nostra squadra non si adatta al gioco della categoria. Noto che i giocatori delle altre squadre sono molto aggressivi e svelti nei passaggi! Vedi Matera. Siamo stati presi a pallonate col rischio di ritornare a casa bastonati! Notavo Negro che nonostante la sua stazza si è presentato diverse volte davanti Pisseri…e meno male che sbagliava. Penso che bisogna sveltire la manovra a centrocampo per fare filtro sulla difesa e mettere gli attaccanti nelle migliori condizioni per concludere a rete. Attendo con curiosità le prossime due partite interne nella speranza che Rigoli riesca a far quadrare il cerchio.

  9. Ip Address: 79.22.102.63

    Accontentiamoci un punto d’oro,ma cari amici non vedo gioco schemi e non mi piace che buttano la palla via,non rescono a fare tre passaggi di fila non vedo veloci incursioni sulle fascie,ovviamente sono imballati avranno fatto una preparazione per eslodere dopo? Aspettiamo i botti e non le botte.
    Tanti saluti a tutti gli amici e forza Catania 46 sempre ciao…

  10. Ip Address: 151.57.146.72

    niente da fare non si riesce a vincere fuori casa…e come se si presentano gli spettri di una maledizione che non si sfata piu……anzi si rischia di perdere ieri il palo a salvato il ct.
    squadra lenta e prevedibile sembra il copione della vecchia squadra.
    adesso vediamo se in casa si riesce a vincere tre partite di fila per uscire dell’empasse….della penalizzazione che pesa come una montagna…….lo monaco a presentato a parole sue una squadra di razza …atta ad uccidere il campionato e andare in b.
    fino ad oggi….sembra l’opposto…vedremo cosa a imbastito lo monaco…il tempo lo dira’..

  11. Ip Address: 93.37.184.254

    Se non fosse per la penalizzazione saremmo in zona play. Dunque ricominciamo da domenica. Io dopo Matera sono più tranquillo adesso abbiamo un po di c…. Fortuna. Ci vuole. Fa parte delprocesso di crescita. Domenica tutti allo stadio.

  12. Ip Address: 151.43.87.95

    Il fatto è, caro Paolo ,che quando si ha fortuna ,diciamo,che statisticamente,poi si sconta in altre partite! Intrecciamo le dita in maniera scaramantica! La squadra deve cominciare a giocare in modo tale che non ci debbono essere scuse e ne alibi. Il Catania è stato costruito con spirito di sacrificio e con l’ acume che ha ,da sempre ,contraddistinto l’esperto Lo Monaco. Comincio ad avere qualche dubbio su Rigoli e non ne faccio mistero! Con la squadra agrigentina ha fatto molto bene,ora avendo una compagine costruita per vincere, saprà dargli gli stimoli giusti? L’ interrogativo principale è adesso questo!

  13. Ip Address: 62.2.176.13

    Buongionro

    4 partite 6 punti 8° posto. La matematica dice che siamo una squadra mediocre (8° su 20 squadre). Vedremo dopo le prossime 4 partite! Io ci spero e ci credo. Dopo le prossime 4 partite vediamo che commenti ci tocca fare. (spero solo positivi!!!!!!!)

  14. Ip Address: 95.246.105.43

    Purtroppo cari amici è brutto non potersi esaltare per risultati e gioco della nostra squadra,cerco come detto tempo fà di essere positivo,aspettiamo come dice Jamajama le prossime 4 partite e poi vediamo se dobbiamo ridimensionare i nostri commenti speriamo di no.Caro Armando anch’io ho qualche dubbio su Rigoli poi penso che solo loro sanno i problemi muscolari,di forma o meno,societari ecc..ecc..certamente Lo Monaco è una garanzia ma quante grane ha risolto e deve risolvere ancora,mi viene da dire aspettiamo,ma noi tifosi siamo anche stanchi di aspettare,non è bello vedere foggia,lecce,juve stabia,matera ecc..con tanti punti e meno problemi e noi..?????..Comunque FORZA CATANIA 46 SEMPRE .Ciao a tutti

  15. Ip Address: 62.18.143.64

    Buongiorno a tutti , tutto vero i numeri spesso e volentieri dicono la verità , ma c’è da considerare che abbiamo tre trasferte su quattro partite con una da recuperare io comunque sono fiducioso per il proseguo del campionato

  16. Ip Address: 62.18.143.64

    o Monaco è fiducioso: “Ora comincia il bello”
    Tre punti nelle prime tre trasferte di campionato. Il Catania è imbattuto in questo campionato, ma non è ancora riuscito a conquistare una vittoria lontano dal “Massimino“.

    Adesso, però, si torna nello stadio di casa. Per l’amministratore delegato etneo Pietro Lo Monaco il campionato dei rossazzurri comincia proprio dalla partita di domenica contro l’Akragas.

    “Credo proprio che ora comincia il bello – ha detto Lo Monaco, intervistato dal quotidiano La Sicilia – la squadra ha mostrato le sue buone qualità (…) non abbiamo mai perso e la nostra difesa e la meno battuta insieme con il Foggia“.

    Lo Monaco è fiducioso: “Adesso comincia il nostro vero campionato perché giocando tre delle prossime quattro al “Massimino” potremo contare sull’apporto dei nostri tifosi“.

    Se Pisseri è una certezza (“Mi ha impressionato favorevolmente“) gli stranieri devono ancora ambientarsi: “Non conoscevano per niente il campionato di Lega Pro che è aspro e pesante, devono abituarsi“.

  17. Ip Address: 151.18.118.101

    Ho sempre creduto che l’ Amministratore delegato è stato l’ artecife della splendida cavalcata del Catania in serie A e con tale convinzione ho letto le parole che lui ha detto ! Pur con qualche dubbio ,credo sempre che lui è il più indicato nel fare pronostici! Sa tutto,dell’allenatore,dei giocatori, dello spogliatoio e quindi ho fiducia in lui! D’altra parte,cari amici, nella società che tutti noi amiamo ,ci è rimasto soltanto lui a cui affidare le nostre speranze ! Aspettiamo queste partite casalinghe( sperando che il Massimino sia affollato ) e dopo potremo avere le idee più chiare!

  18. Ip Address: 79.30.0.245

    Secondo me, il Catania non può fare a meno degli strappi di Di Grazia che deve essere schierato dall’inizio insieme a Russotto ed a tutti i giocatori che sono in grado di sprintare (Piscitella,Fornito,Di Cecco etc) naturalmente mantenendo Biagianti e Stoppa tra i titolari.
    In difesa non mi è chiara la posizione di Bergamelli,(forse non ha voluto rinnovare?? e Lo Mo come è giusto che sia ne impedisce l’utilizzo?.
    Comunque sono certo che il Catania si riprenderà a breve perchè la squadra è buona e non potrà che migliorare.
    Forza Catania.

  19. Ip Address: 62.18.143.64

    Condivido in pieno gli ultimi due commenti

  20. Ip Address: 79.32.139.96

    Si anche io penso che ci sia sotto qualcosa per Bergamelli. Non si può dalla coppa lega pro dire che ha postumi di un infortunio. Infortunio Subito quando? Quando stava in ferie a giocare al lido? Poi nessuno dice i tempi di recupero ogni settimana la stessa cosa sta in panchina a poltrire ma all’infortunio non ci credo più, adesso due partite da vincere assolutamente per rientrare almeno al centro classifica in attesa della definizione della cancellazione della penalizzazione da parte della Fifa. Previsto a fine ottobre il verdetto. Speriamo bene incrociamo le dita

  21. Ip Address: 62.18.123.52

    Buonasera a tutti. Il Catania abbraccia idealmente l’ex rossazzurro Pablo Álvarez e ne condivide il dolore
    Il Calcio Catania esprime sincero cordoglio per la prematura scomparsa di Anabel Balzano, moglie dell’ex rossazzurro Pablo Álvarez. Al calciatore, un forte abbraccio ideale e piena solidarietà nel dolore. L’Amministratore Delegato Pietro Lo Monaco, che volle Álvarez in Italia nell’ormai lontano 2008, dà voce al pensiero del Catania: “Il gravissimo lutto che ha colpito Álvarez ci intristisce profondamente. Pablo è un ragazzo generoso e coraggioso: in questo momento difficilissimo, possa trovare forza e conforto per sé e per le persone care”.

  22. Ip Address: 62.18.123.52

    Condoglianze a Pablo

  23. Ip Address: 62.18.123.52

    Buongiorno a tutti siamo già siamo a giovedì si avvicina la sfida casalinga con l’Agrakas

  24. Ip Address: 62.18.123.52

    Lo Monaco sulle ambizioni del Catania: “Per adesso obiettivo playoff, ma tutto è possibile”
    Una partenza difficile, con il -7 e il calendario non agevole che hanno ostacolato il cammino del Catania. L’amministratore delegato etneo Pietro Lo Monaco ha analizzato ai microfoni di Telecolor il momento della formazione rossazzurra, parlando anche degli obiettivi della squadra di Rigoli.

    “Il nostro campionato è fortemente influenzato da una penalizzazione imponente – ha detto Lo Monaco – che ammazzerebbe chiunque. A questo poi dobbiamo aggiungere l’episodio delle tre trasferte consecutive e il calendario, che è stato favorevole per le squadre di testa, mentre noi abbiamo affrontato due pretendenti alla vittoria finale come Juve Stabia e Matera“.

    • Leggi di più: Catania, Argurio: “Siamo imbattuti e abbiamo la miglior difesa. Certo, a Reggio…”

    “Nonostante tutto noi siamo ancora qui a giocarcela – ha continuato Lo Monaco -. La partenza è stata ad handicap ma la squadra è solida, ben strutturata. Mi auguro che il Catania possa ancora migliorare anzitutto per togliere il segno meno dalla classifica e poi per risalire step by step“.

    “L’obiettivo ora è il raggiungimento dei playoff, finire il campionato in una certa posizione di classifica per potersela poi giocare. Dico questo fermo restando che nella vita mai dire mai, tutto è possibile. Dobbiamo giocarcela partita dopo partita, senza porci alcun traguardo a breve scadenza“.

  25. Ip Address: 62.18.123.52

    ❤️💙

  26. Ip Address: 79.32.139.96

    Bella risposta del nostro Direttore alle insinuazioni del tecnico Di Napoli circa la presunta sudditanza degli arbitri quando dirigono il Catania. Finalmente abbiamo un dirigente che risponde pan per focaccia a tutti. Speriamo che i suoi attributi li passi ai calciatori. Vorrei anche ricordare a Di Napoli il rigore contro di noi fischiato a Matera senza timori alcuno e quello non assegnato a nostro favore ad Andria che grida ancora vendetta!

  27. Ip Address: 151.47.207.94

    Il tecnico Di Napoli , una stupidaggine più grossa di quella che ha detto non poteva tirarla fuori ! Sudditanza degli arbitri nei riguardi del Catania ? Sarebbe troppo lungo l’ elenco di episodi nei quali gli arbitri si sono dimostrati tutt’altro che sudditi ! E per essere buoni ci limitiamo a parlare di arbitri anche perché sarebbe stucchevole parlare ,sempre delle benevolenze nei nostri riguardi degli organi federali ! Fa bene Lo Monaco a farsi rispettare e far rispettare la società ! Ricordo ,nei tempi felici,come polemizzava bene con il così detto numero uno Mourino,e tante volte ,costringerlo a tacere!

  28. Ip Address: 94.161.131.249

    Bravo Armando , tra l’altro lo special one non è più nessuno

  29. Ip Address: 62.18.106.154

    Buongiorno a tutti CATANIA, campagna abbonamenti a quota 4.657
    23.09.2016 12.12 di Veronica Celi
    Martedì 27 settembre si concluderà la campagna abbonamenti del Catania. Al momento sono state sottoscritte 4.657 tessere per seguire i rossazzurri al “Massimino”.

  30. Ip Address: 2001:0b07:02ee:12bd:71ef:c1b0:5e8b:a7f0

    Caro Di Napoli se guardi bene tutti gli episodi la sudditanza c’è stata all’incontrario,certo che a certe gente bisognerebbe mettere la museruola

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu