Sensazioni di mercato

 Scritto da il 10 gennaio 2017 alle 09:10
Gen 102017
 

La prima decade del nuovo anno e’ trascorsa  senza botti e, per l’aria che tira, senza neppure la parvenza di fiaccole o quanto meno di lumini  che possano almeno allietare  gli occhi di noi tifosi che, come bambini, siamo sensibili a luci e colori utili ad illuminare, anche per un attimo, queste fredde serate e farci sognare. Forti dei proponimenti che si avvertivano a Torre del Grifo e che alcune testate giornalistiche facevano propri assicurando la loro fondatezza, ci aspettavamo che all’apertura del calciomercato invernale occorsa in data 03 gennaio, venissero con immediatezza depositati i contratti dei rinforzi già individuati e ritenuti necessari per rinforzare una rosa competitiva per la lega pro ma non completa per assicurare il tanto agognato salto di categoria quasi improponibile diretto, visto il distacco dalle 4 di testa ma possibile passando dai play off qualora si rinforzasse un apparato in quei punti nevralgici che il campo ha indicato.

A detta dei più innanzitutto il reparto avanzato avrebbe bisogno di un restyling mediante l’acquisizione di una prima punta forte fisicamente ma anche cinica, opportunista e navigata capace di sfruttare alla perfezione la moltitudine di palloni provenienti dalle fasce, sinora persi nel nulla generale o sono stati prede dei difensori avversari; poi occorrerebbe un terzino destro preso atto che sia Nava che Parisi sino ad oggi  non si sono dimostrati all’altezza del compito e , per finire, un uomo di regia che detti i tempi alla squadra e la faccia salire compattando i reparti.

Non si pretende che arrivino alle falde dell’Etna giocatori di prima fascia: siamo consapevoli di essere stati invischiati nelle sabbie mobili della lega pro nella quale, novello inferno dantesco, solo una formazione potrà sperare  di accedere al purgatorio della serie B, ma anche la lega pro, per quello che si e’ visto già in ventuno partite,  e’ riuscita a proporre individualità che farebbero veramente comodo alla causa rossazzurra ma tutto tace. Perché asserire che arriverà questo e quello per poi ritrovarsi al 10 del mese solo con tre certezze: il mancato arrivo di Lodi, il nuovo tradimento di  Marchese che sta dimostrando che  la scelta di Catania sarebbe stata per lui solo un ripiego in assenza di offerte allettanti dalla serie cadetta , il rientro di Piscitella alla Roma per il successivo prestito al Prato. Rientro questo condito dalla pepata dichiarazione  del giocatore che ha espresso il suo disappunto a chi lo ha accusato di scarso impegno ricordando il risicato minutaggio accumulato in stagione peraltro condito da un gol importante sul campo di Reggio.

Di arrivi per ora nemmeno l’ombra, solo chiacchiere di giornali buttate lì a riempire pagine inutili mentre potrebbero  essere sfruttate  per ricordare chi dobbiamo ringraziare per le umiliazioni che stiamo ancora subendo in una lega che pensavamo di aver abbandonato per sempre ed invece ci trova a sorpresa già dallo scorso anno e dalla quale si potrebbe venire fuori soltanto sotto l’egida di una proprietà che porti entusiasmo, passione, lungimiranza strategica, disponibilità finanziaria e progetto di medio termine, una proprietà che lavori accanto alla sua dirigenza e con  essa condivida gioie e sofferenza sportiva.

Invece ci troviamo ad avere un armatore al quale e’ rimasto solo un piccolo battello sopravvissuto ad una flotta, oramai incerottato e basculante al cui timone è stato posto un capitano esperto che da solo e senza aiuto alcuno deve guidare questa imbarcazione ma al tempo stesso scendere in stiva per tappare le falle, occuparsi degli stipendi dei marinai, parlare alla radio con la capitaneria , pagare i noli portuali e debiti vari mentre l’armatore stesso diventa irraggiungibile, assente e insensibile ai richiami. Richiami che dovrebbero essere raccolti con rispetto mettendo a disposizione quando serve per rimettere in sesto il battello arruolando marinai esperti per sostituire  quelli che hanno perso vigore ed il giusto entusiasmo e motivando coloro che si ritengono ancora validi per la traversata in acque ancora agitate. Anche l’ufficiale di rotta deve essere adeguato a questo compito perché sta a lui individuare le rotte migliori tenendo lontano da secche e scogli la barca che potrebbe arenare  o  venire distrutta.

Occorre evitare tale possibilità facendo magari mea culpa  e sollevandolo dall’incarico prima che i danni  diventino irreparabili e dare l’incarico ad altro ufficiale disposto ad affrontare questa avventura perché i viaggi non possono essere affrontati solo con la stessa  carta nautica e il bastimento deve essere messo in condizione di prevenire i venti e le altre avversità atmosferiche prima che si abbattino su quello scafo già compromesso.

Sono adesso dieci giorni che l’imbarcazione  riposa in porto prima del nuovo viaggio; i suoi marinai risultano ancora in franchigia ma di nuovi non se ne vedono e questo è un brutto segnale per chi ha sperato in un nuovi innesti nell’equipaggio carichi e motivati per affrontare la parte finale di questo viaggio. Senza nuovi elementi in quegli incarichi di cui si necessità e malgrado l’esperienza del capitano la barca non potrà andare lontano e sarebbe una delusione principalmente per coloro i quali da tre anni aspettano alla banchina gli squilli augurali delle sue sirene che annunciano la fine di un incubo, ma anche per il capitano che alla fine potrebbe essere indicato dall’armatore unico responsabile e questo non sarebbe eticamente corretto.

  26 Commenti per “Sensazioni di mercato”

  1. Ip Address: 79.4.15.37

    Buongiorno a tutti,
    Tocca avere pazienza, se non si vende no si acquista, noi abbiamo vere e proprie zavorre (Paolucci, Calil….) costano troppo anche come ingaggio, non vanno via manco regalati!!!! bisogna darli soldi per mandarli via.
    Secondo me solo con tre giocatori di ruolo il Catania spiccherebbe il volo verso i primi posti: 1 terzino. 1 regista e un attaccante, speriamo….

  2. Ip Address: 151.37.70.10

    Anche io penso che sarà difficile fare qualche operazione di mercato! Gli elementi che servirebbero al Catania ,sarebbero sempre in ordine di priorità il vero regista ,una vera punta ed un terzino ! Tutto è fermo però ! Non vedo ,proprio come si possa sbloccare la situazione ! I giorni passano e si corre il rischio di restare con un pugno di mosche in mano ,ovverosia che , all’ ultimo momento,ci si debba accontentare di qualche scartino che sarebbe del tutto inutile e non farebbe fare quel salto di qualità che tutti i tifosi aspettano! La proprietà è inamovibile ,i quattrini sono centellinati,e temo proprio che il campionato verrà ripreso con la stessa squadra e ,fatto ancor più sicuro,con il solito tecnico,che dovrebbe essere toccato dalla grazia di Dio ,per poter cambiare la propria mentalità ! Questa ultima evenienza ,davvero auspicabile ,però mi sembra poco realistica ! Speriamo in qualche miracolo in questi ultimi venti giorni ! Ai tifosi catanesi ,ormai ,sono rimasti solamente speranze di eventi soprannaturali !

  3. Ip Address: 62.2.176.13

    Lega Pro, il Catania riabbraccia Marchese: ora caccia a due “punte forti”
    09/01/2017 – 17:14 – di Giovanni Tomasello

    CATANIA – Finite le feste, si aspettano i sospirati rinforzi per il Catania. O meglio si cerca di completare quel processo di rinnovamento avviato quest’estate e che l’ad Lo Monaco non è riuscito a completare per ragioni non solo economiche ma anche di tempo.

    I rossazzurrri nella tarda serata tra giovedì e venerdì sono rientrati quasi tutti alla spicciolata a Torre del Grifo, escluso qualcuno rimasto bloccato per i ritardi aerei o dal ghiaccio e la neve che stanno imperversando sulle strade.

    Al rientro della squadra mancava inoltre anche lo stesso Pietro Lo Monaco che già sabato mattina aveva lasciato Catania. Un breve salto nella sua Torre Annunziata e poi si è rimesso subito al lavoro per risolvere una serie problematiche societarie del Catania. Già stamattina Lo Monaco era a Roma per risolvere un’altra delicata situazione finanziaria.

    Un Lo Monaco di poche parole, ma con tanta voglia di continuare la sua sfida in un campionato ancora aperto più che mai.«Ne ho lette tante in questi giorni, ma spero solo di trovare le pedine giuste, quelle che servono alla squadra. Ho le idee abbastanza chiare».

    Fin qui Lo Monaco ma nel frattempo qualcosa di nuovo c’è già: andato via Piscitella e quindi con un giocatore in meno in rosa anche la “lista over” si alleggerisce.

    Così il Catania riapre ufficialmente le porte a Giovanni Marchese, il terzino che come si sa era svincolato ed è il nuovo primo acquisto – anche se a dir il vero il suo è un ritorno fra l’altro gradito – dell’anno appena cominciato. Anche Lo Monaco ieri ha confermato la notizia: il difensore di innegabili doti tecniche ed esperto vapotenziare un reparto già competitivo.

    C’era poi la vicenda Bergamelli ma anche per lui i problemi sono praticamente risolti. Anche il difensore lombardo resterà a Catania e al ritorno di Lo Monaco firmerà il contratto.

    Dalla difesa al centrocampo dove per ripetere le parole di Lo Monaco: «Stiamo cercando qualcosina». Qualunque sarannno i movimenti del mercato, a nostro avviso nel girone di ritorno si punterà molto su Federico Scoppa, l’argentino che finora non ha reso sicuramente al meglio offrendo solo qualche bel flash in fase di regia.

    Per Lodi discorso difficile, per non dire già chiuso. L’ex rossazzurro deve prima mettersi d’accordo con l’Udinese rimasta fra l’altro sorpresa in negativo del rendimento del giocatore.

    L’attacco, vale a dire il reparto più complicato e che ha deluso di più nella prima parte del campionato. E dire che con 9 elementi in rosa, quello del Catania sembrava il settore offensivo tra i più forti in Lega Pro. La società rossazzurra ora ha le idee abbastanza chiare tanto che Lo Monaco seduto mentre sorseggia un caffè alla fine del pranzo domenicale ci dice via cellulare: «Resta solo Anastasi e probabilmente anche Russotto» e a questo punto ironia della sorte s’interrompe la conversazione.

    Fin troppo prevedibile che il Catania farà di tutto per vendere innanzitutto Calil e Paolucci sperando che entrambi abbassino pure le pretese perché finora nononostante il calore e il sostegno dei tifosi nei loro confronti, sono andati incontro a prestazioni incolori. Di Calil un giorno si dice che ci sono tante richieste ma il successivo viene smentito tutto e poi francamente a parte il girone d’andata di oltre un anno fa, il brasiliano ritenuto fra l’altro in maniera sbagliata perfino un centravanti, è apparso fuori fase. Per lui si era fatto avanti il Padova, poi il Pordenone, fantasioso invece il suo passaggio al Lecce.

    Paolucci quest’estate sembrava che dovesse assicurare una valanga di gol, ma strada facendo l’abbiamo visto spesso nascondersi dietro l’avversario. Dopo l’Andria, la Juve Stabia adesso c’è il Fondi interessato all’attaccante cresciuto nelle giovanili della Juve che però non vuole andare via da Catania. Lo Monaco ovviamente farà di tutto per trovare una soluzione per evitare che Paolucci resti fermo sino alla fine della stagione.

    Di Grazia? Al momento sembra intoccabile ma il mercato si chiude il 31 gennaio e per lui ci potrebbero essere delle sorprese in extremis.

    Sul fronte acquisti nel mirino del Catania ci sono per quanto riguarda l’attacco due giocatori di categoria superiore mentre sembra irta di ostacoli, se non addirittura impercorribile, la strada che dovesse portare a Pozzebon che alla fine resterà a Messina.

  4. Ip Address: 62.2.176.13

    Ragazzi chi tra Giovanni Tomasello e Pietro LoMonaco non dice la verita? Marchese non viene?

    Ragazzi aspettiamo che finisca questo MERCATO e dopo ci possiamo piangere adosso (spero di no)

    Saluti a tutti

  5. Ip Address: 87.11.190.38

    Salve ragazzi, il Venezia ha acquisito dalla salernitana Csccavallo e Eusepi. Vi ricordate? Due giocatori accostati al Catania col primo già dato sicuro in cambio di Calil . Fumo fumo fumo sinora niente habemus papa

  6. Ip Address: 2001:0b07:645a:c57c:9192:8071:d4d1:3594

    Complimenti a Raggio Libero per il suo commento. Dobbiamo avere (ancora) un pò di pazienza. Sono convinto che Lo Monaco troverà gli elementi giusti per migliorare la squadra. Buon pomeriggio a tutti

  7. Ip Address: 151.21.206.236

    Noi tifosi ormai siamo stanchi di essere presi in giro!!! Fino a oggi non si è concluso un bel niente di Niente!!! Pare chiara l’intenzione di non voler o non poter rafforzare la squadra ! Mentre le altre squadre si son già date da fare per rafforzare il loro organico il Catania sta alla finestra!

  8. Ip Address: 151.36.78.159

    tira una brutta aria …dal mercato di gennaio se non trova pedine adeguate lo monaco rischia un flop..pauroso…vero e che deve vendere..ma con i bidoni che ci troviamo gli altri sono furbi..e ci pensano duevolte prima di prendere un calil o un paolucci o un altro bidone in confezione salato come prezzo…speriamo che il direttore riesce a prendere qualcuno senno’ sono dolori ..ci aspetta una trasferta che sa odore di sconfitta..come e logico che sia da tre anni a questa parte..non va dimenticato mai che fuori casa il catania li prende..eccome.

  9. Ip Address: 151.82.34.81

    Cari amici,dopo avere letto i recenti commenti e nello scopo di stemperare questa atmosfera che sento cupa e avvilente i permetto di scrivere qualche osservazione ! Naturalmente,i motivi perché tutti voi ( compreso,certamente ,me ) siete in preda a depressione e tristezza sono chiari e comprensibili ! Tutto è fermo! Gli altri si muovono in questo mercato di riparazione ed il Catania,diciamo così,gioca alle belle statuine! Silenzio assoluto ,malgrado le belle promesse ed i buoni propositi! Però osservo che l ‘ unico tifoso che continua ad avere delle aspettative ( vorrei essere altrettanto io ) e’ il mio amico Filippo! Siamo di Catania entrambi, amiamo moltissimo la nostra squadra ,però abbiamo qualche diversità caratteriale! Io,a questo punto ,spero tanto,per affetto verso il Catania che il suo ” cauto ” ottimismo si possa trasformare in qualche cosa di reale e si possano realizzare quei rafforzamenti che tutti invochiamo e che Lo Monaco possa guadagnare la fiducia al cento per cento che il mio amico ,per primo ha per lui ! Naturalmente ringraziamo per quello che A.D.ha fatto e continua a fare ,ma aspettiamo ,non dico fiduciosi, ma con un po’ di pazienza!

  10. Ip Address: 31.189.61.222

    Finché ci sarà linfame in giro , il calcio Catania ed i suoi tifosi ……….’ ni putemu stuiari u mussu

  11. Ip Address: 2001:0b07:645a:c57c:11c6:220f:fc68:9e80

    Ciao Armando, un caloroso abbraccio e buona nottata a tu voi cari amici

  12. Ip Address: 2.238.18.189

    Purtroppo senza soldi non si canta messa é inutile mugugnare accontentiamoci di avere una squadra iscritta in un campionato secondo me basterebbe cambiare allenatore per risalire a me piacerebbe Cosmi

  13. Ip Address: 87.30.123.18

    Buongiorno a tutti ciao Gaetano , con quali soldi viene cosmi?

  14. Ip Address: 87.30.123.18

    Il problema del Catania non e solo l’allenatore ma è al monte ……….

  15. Ip Address: 151.38.120.54

    aleggia pesantemente…il fantasma di pulvirenti che non vuole vendere la societa’…..gia’..il padrone e sempre lui.
    detto questo senza un presidente che conta ,come tutte le societa’….non penso che lo monaco che fa sforzi a mai finire possa imbastire una signora squadra..senza soldi…al massimo potra’ prendere un paio di gente che daranno una mano per restare in serie c.tutto qui.signori.
    Lo a detto lui.la verita’ e questa e dobbiamo convivere..il motivo?
    fino a quando il sig pulvirenti il vero responsabile del disasto del catania non vendera’ la societa’ a prezzo stracciato, e non entra un vero presidente che investe in gente di qualita’. allora si potra’ forse vedere la serie B E FORSE LA SERIA A.

  16. Ip Address: 5.90.143.245

    E

  17. Ip Address: 5.90.143.245

    E la solita storia arriverà qualche scartina svincolata e poi marchese viene o non viene? Certe cose solo a catania altro che buon anno saluti a tutti

  18. Ip Address: 176.206.165.32

    Buongiorno a tutti ……… per il resto silenzio assoluto

  19. Ip Address: 5.90.166.225

    Non capisco questo tira e molla di marchese non ci scordiamo che ha quasi 35 anni e spero che non stia ai livelli di paolucci se no se ne stia ad allenarsi…..saluti

  20. Ip Address: 178.39.222.16

    Ancora stiamo qua a reclamare? Io credo che faremo i play of e dopo un paio di partite finiremo la il campionato. Prossimo anno senza punti di penalita si provera ad andare in serie B ovvero vincere il campionato. Adesso LoMonaco sistema se va bene i conti. Saluti a tutti.

  21. Ip Address: 2.157.188.169

    Si jamaiama per quest’anno ‘ stuiammuni u mussu’

  22. Ip Address: 5.168.210.26

    Concordo pienamente con le riflessioni di zu pinu. Tutti voi avete espresso giuste opinioni tutte condivisibili . Bello leggervi ragazzi è bello sarebbe scrivere di qualche acquisto. Basterebbero tre innesti per zittirci: una punta esperta , un regista ed un terzino destro. Ma muoviamoci: a fondi non potremmo neppure disporre di Di Cecco e Scoppa

  23. Ip Address: 151.34.88.13

    Caro CataneseaNapoli,il primo a desiderare di essere zittito vorrei essere io ,ma questo silenzio comincia ad essere assordante! Significa che purtroppo forse ci sarebbe la volontà di acquistare qualche cosa, ma mancano i quattrini! Siamo ,sempre alle solite ,ripeto quello che ha già scritto qualcheduno , con i fichi secchi non possono farsi le nozze ! Ha ragione Jamajama quando scrive che per quest’anno ci si deve accontentare di fare qualche partita dei play off per poi rimanere in lega Pro. Piuttosto speriamo,con la iella che ci troviamo, che il prossimo campionato si possa cominciare a zero penalità !

  24. Ip Address: 5.87.227.102

    Intanto dopo mesi e mesi è arrivata l’ufficialitàdi G Marchese………

  25. Ip Address: 37.169.174.7

    Finalmente una bella notizia 😛 😛

  26. Ip Address: 37.169.174.7

    Magari Lodi ci fa un pensierino. …..sarebbe miracoloso……ma chissà. …..che squadrone ne verrebbe fuori ! !!!!

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu