Silenzio : parla Lomonaco …

 Scritto da il 14 settembre 2010 alle 22:41
Set 142010
 

“Datemi un arbitro di sinistra”. All’ironia del premier Silvio Berlusconi, che dopo Cesena-Milan aveva criticato l’operato del direttore di gara con una battuta a sfondo politico, l’amministratore delegato del Catania, Pietro Lo Monaco, replica sullo stesso registro in vista dell’anticipo che sabato sera opporrà a San Siro gli etnei ai rossoneri. “Se il presidente del Consiglio – dice Lo Monaco – interviene per indirizzare la situazione, significa che non abbiamo speranze e possiamo pensare all’incontro del mercoledì successivo. Certamente il premier avrebbe potuto evitare un’uscita simile, anche se sono certo che non era sua intenzione condizionare nessuno. Sapete cosa vi dico? Ironia per ironia, a questo punto mi auguro di trovare sabato sera un arbitro di sinistra, che svolga il suo compito in maniera obiettiva”.

“Sia chiaro, comunque, che il Catania – precisa l’ad – ha sempre espresso massimo rispetto nei confronti della classe arbitrale e che contro il Parma non ha beneficiato di favori. Sarebbe bene stare calmi e tenere bassi i toni. Non so se Galliani abbia attaccato duramente Braschi, ma se l’ha fatto e non è stato deferito direi che non è una bella cosa”.

Dal Milan al Parma. Lo Monaco compie un passo indietro per respingere al mittente le critiche piovute addosso alla squadra in seguito alla stentata vittoria di domenica scorsa sugli emiliani : “Abbiamo battuto un avversario forte – ricorda – soffrendo, ma ogni risultato importante è frutto di sofferenza. Aver saputo stringere i denti di fronte all’offensiva del Parma é già di per sé una qualità. Andujar ha fatto alcuni interventi di rilievo, però sta lì per quello”.

“Non mi piace – continua il dirigente rossazzurro – un certo atteggiamento ipercritico. Lo scudetto del Catania resta la salvezza, il mantenimento della categoria. E la prossima inaugurazione del nuovo centro sportivo equivale per noi a una Champions League”. “Non si può mettere in discussione Giampaolo – aggiunge Lo Monaco – dopo due giornate. La squadra sta assimilando i nuovi schemi, serve un po’ di tempo per esprimersi al meglio. Quanto ai fischi per la sostituzione di Lopez, ricordo a tutti che l’allenatore ha il diritto di cambiare chi vuole. Maxi deve ancora raggiungere la migliore condizione e comunque conta solo il bene del Catania”.

Chiusura dedicata allo sciopero annunciato dai calciatori: “Non parlerei di sciopero – spiega Lo Monaco – perché è una parola troppo grande e chi la usa dovrebbe chiederne il vero significato agli operai di Termini Imerese. Paventare una tale iniziativa qualora le cose non andassero come dicono loro, è un atto di arroganza. I calciatori sono lavoratori dipendenti con stipendi da nababbi, è ora che le cose cambino”.

  33 Commenti per “Silenzio : parla Lomonaco …”

  1. Ip Address: 151.33.40.177

    Buonasera a tutta la rossazzurranza del mondo …

    Grondo Lomo condivido tutto al cento per cento tranne le dichiarazioni sugli obbiettivi del Catania.

    No caro pietro, il Catania deve scrollarsi di dosso l’etichetta di provincile, va be’ che certi atteggiamenti dei miei concittadini non sono condivisibili ( e sono provinciali) , tanto e’ vero che ci si lamenta sempre e comunque … atteggiamenti che non sono maturi e fanno passare la voglia di fare discorsi “impegnativi”. Ma mio caro AD, a Catania si dice : “cu iavi cchiu’ sali conza a minestra”, quello che voglio dire e’ semplice, miglioriamoci e diamo segnali di crescita a tutti, in special modo a chi non vuol capire che qui’ fare le cose “seriamente” e’ molto piu’ difficile che in altri posti.

    Vai avanti Pietro i veri tifosi sono con te!

    FORZA CATANIAAA!!!

  2. Ip Address: 79.0.57.42

    io non ho capito Lo Monaco dove vuole arrivare !!!!!!

    cosa vorrebbe dire ????? aspettavo questa sua conferenza stampa …..

    non ha parlato di Giampaolo dei giocatori di migliorare la qualità di gioco ….

    ambire ad una posizione più alta in classifica. …

    Petrus era meglio che ti stavi zitto…..

  3. Ip Address: 83.103.74.23

    Buongiorno a tutti.

    Catanista, Joe……. avete ragione, condivido pienamente!

  4. Ip Address: 94.246.126.165

    Buon giorno a tutti pari. Ciao mario e joe………. Joe ti devo contraddire perché u zu petru e intervenuto per difendere il suo amore più grande che è il Catania da critiche che non sono costruttive in questo periodo del campionato! Ha ragione quando dice che noi non siamo il barcellona e che gli obiettivi sono sempre gli stessi ,basandosi su una campagna abbonamenti scarsa rispetto l’anno scorso , la programmazione societaria non può essere di aspettative superiori rispetto lo scorso anno…………… Facciamo un paragone con il palermo ,loro con la campagna abbonamenti “superiore alla nostra” anno dopo anno sono riusciti a programmare i campionati successivi puntando all’europa! E la crisi ce pure li……………. Finché non cambierà la mentalità di molti tifosi a Catania purtroppo la società avrà sempre l’obiettivo della salvezza che per me e già tanto ma per molti e poco! Ci vuole più Amore per il nostro CATANIA ! Criticare sempre e anche quando si vince non serve a niente………..

  5. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno a tutti…..

    Matteo,

    io non voglio sentire più parlare dai dirigenti del Catania Calcio di obiettivo “salvezza” 👿 👿

    penso che è arrivato il tempo di ambire a qualcosa di diverso dopo il quinto anno in serie AAAA o non ??????

    mi piange il cuore quando vedo i meusa in europa e noi a lottare per salvarci….. basta quello che abbiamo subito e sofferto negli anni passati…..

  6. Ip Address: 85.41.235.41

    vorrei aggiungere se per qualcuno migliorare o alzare l’asticella sarebbe avere in classifica ogni anno un punticino in più…

    allora qui l’europa la vedranno i miei nipoti 😐 😐 😐

  7. Ip Address: 151.33.47.81

    Buongiorno a tutti.

    Ciao joe, Matteo, Mongibello …

    Joe,

    il discorso e’ molto semplice. Parlare di Giampaolo e del gioco della squadra o delle sostituzioni fatte nel corso di una gara o ancora dei calciatori utilizzati in campo dallo stesso dopo sole due giornate non mi sembra sia ne’ costruttivo ne’ giusto, sappiamo tutti benissimo che avendo una rosa molto competitiva ( e vi ho anche fatto vedere di quante soluzioni disponga il tecnico) e’ difficile trovare la quadratura del cerchio anche se per noi tifosi alcuni calciatori sono intoccabili per un tecnico nuovo potrebbe anche non essere cosi’. Vi ripeto, neanch’io sono molto soddisfatto delle due partite fin qui disputate dal Catania, ma riconosco che il mister e’ uno che lavora sodo e che alla lunga sapra’ farci divertire. In questo sono d’accordo con Lomonaco al cento per cento. Come condivido anche il discorso “centro sportivo” e ” programmazione” perche’ ha dimostrato con i fatti di sapere cosa fare.

    Non sono d’ accordo con lui, solo sugli obbiettivi salvezza. Ormai con la rosa che abbiamo e con la solidita’ acquisita dalla societa’ negli anni, e ancora, con il credito che il Catania ha guadagnato in Lega, parlare di obbiettivo salvezza mi sembra abbastanza riduttivo, ma, (e qui sono d’accordo con lui), se l’atteggiamento di ipercritica dei miei concittadini non cambia do’ ragione a Lomonaco e lo appoggio in toto quando dice che noi non siamo il Barcellona. Poi c’e’ il problema stadio che non permette acora di fare certi discorsi, e per finire il poco amore dimostrato dai miei concittadini che non vanno allo stadio. Poco piu’ di diecimila spettatori per una gara di serie A mi sembrano pochini anche se ad onor del vero i prezzi sono alti, si puo’ fare un sacrificio per la squadra del cuore, una pizza o qualche sigaretta in meno e i soldi si trovano.
    Le ragioni non stanno mai tutte da una parte, ma pretendere di avere la squadra che lotta per l’europa e non andare allo stadio e’ un controsenso, una cosa che non puo’ funzionare. Essere con il fucile puntato e aspettare che qualcuno sbagli per potere criticare ad oltranza o dire “io lo avevo detto ” non mi sembra un atteggiamento maturo.
    Questo discorso vale per la maggioranza dei “cosidetti tifosi”, non e’ certo rivolto a te o alle persone che hanno un po’ di sale in zucca. Ma io ho imparato una cosa importante nella mia vita : “pretendere di avere e’ facile, dare , e’ molto piu’ difficile!”
    Impariamo a godere di quello che abbiamo, cosi saremo pronti per avere di piu’.

    FORZA CATANIAAA!!!

  8. Ip Address: 94.246.127.87

    Joe purtroppo la programmazione per il futuro delle società per ambire a qualcosa di piu a bisogno di una componente che a Catania ogni anno si storce il naso che e la campagna abbonamenti , quello che i meusari anno fatto senza problemi già dal primo anno in serie A e guarda caso l’anno successivo lottava già per l’europa! Questo lo può fare pure il Catania perché non è inferiore ai rosella anzi e superiore anche a qualche blasonata , però questo concetto non vuole entrare in testa al catanese che se lo può permettere(e ce ne)che magari preferisce fare un finanziamento per un tv ultràmoderno che farsi l’abbonamento e poi sentirli lamentare! Così facendo siamo sempre al solito discorso ce gente che preferisce pagare 40€ per vedersi l’inter , milan o juve quando si sarebbe fatto l’abboanamento pagando molto di meno le stesse partite ! Facendo i calcoli le tre partite costano quasi la metà dell’ intero abbonamento, cosa conviene di più????? CRITICARE!………….. La fiducia la società la cerca anche in questa componente per creare i presupposti di un futuro di grande prospetto e fin’ora non credo che la società abbia deluso in promesse e fatti , anzi come tutti ricordiamo ci ha pure rimesso!! Non scordiamocelo questo!

  9. Ip Address: 212.195.241.127

    Buongiorno a tutti,
    Come sempre la verità sta nel mezzo, Il Monachese lo conosciamo tutti, bisogna leggere sempre tra le righe, pensate che si possa permettere di dire che quello che dice Pulvirenti sono minchiate? NO!!!! allora come sempre, loro sono d’accordo uno promette e l’altro dice………” Ho sbagliato a non vendere ed incassare 50 milioni” Io sono d’accordo con Lo Monaco, come del resto è d’accordo Pulvirenti, che quando parla d’Europa dice ” in 5 anni” ora se veramente qualcuno offrisse 18-20 ml per Lopez e 8 per Biagianti con la rosa del Catania io li venderei a colpo!!!!! sono d’accordo con Matteo , il ns. scudetto e la salvezza e la valorizzazione dei ns. giocatori!!!! i soldi di plusvalenza che ogni anno ottiene Lo Monaco ed i diritti televisivi, ci permettono di crescere a poco a poco, sparando che entro 2 anni possiamo fare lo stadio nuovo A NORMA!!! perché oggi come oggi anche andando in Europa forse dovremmo giocare a Palermo 😕 ve lo immaginate ?

  10. Ip Address: 151.33.47.81

    Appunto, caro Chiarezza …

    Diciamo che per quest’anno ci accontentiamo di quello che sostenevamo prima dell’inizio campionato cioe’ un piazzamento fra i primi dieci, poi tutto quello che viene di meglio, ben venga.

  11. Ip Address: 85.41.235.41

    ma come potete ancora dopo 5 anni parlare di salvezza ?????? con la rosa che ha il Catania a disposizione.

    ma nessun giocatore verrà a giocare con il Catania per lottare per la salvezza, ecco perchè si spiega il rifiuto di Souza e Sosa……

    è necessario rifondare la mentalità dei catanesi… e io non ci credo più! …
    per vedere se cambiano le cose, ma se (come prevedo) tutto rimarrà immutato pochissimi abbonamenti per una squadra nella massima serie allora Lo Monaco perchè non comprava UN GIOCATORE DI NOME non dico Messi ma almeno Menegazzo spendeva 6 milioni dai 44 ricavati “diritti tv + Martinez + rata Vargas” e aveva 20.000 di abbonati invece di avere 9190…..

    i tifosi vogliono un nome che li fa cadere dalla sedia 😀 😀 😀

    è un mio modesto parere……

  12. Ip Address: 212.195.241.127

    Ciao Joe come sempre tifosissimo 😉 , sfegatato
    A chi di noi non piacerebbe il giocatore che ci faccia saltare o cadere dalla sedia ?
    Ma t’immagini che Lo Monaco incominci a parlare pure lui d’Europa? Quando a comprato Lopez, io ero scettico ma subito dopo alcune partite mi sono ricreduto, Lopez non è forse un giocatore che ci farebbe saltare dalla sedia? SI!!!!! ma il buon Lo Monaco la comprato a 2 soldi come del resto Vargas e Martinez, Biagianti Llama Ledesma lo stesso Alvarez, Silvestre e Spolli Andujar, e sto parlando solo di questi, poi aggiungo Antenucci, Catellani e vedremo Barrientos e Gomez…….ma non mi rispondi per lo Stadio “FONDAMENTALE” per l’Europa dove giocheremmo a PALERMO? 🙄
    Vedi che se quest’anno faremo un campionato tranquillo valorizzando almeno 2 -3 giocatori in modo d’icassare 30 milioni, le cose cambieranno, ma promettere oggi quello che si potrebbe fare, da parte di Lo Monaco sarebbe sciocco, è lui anche se intimamente ci crede più di noi, fa bene a non fare e farci fare sogni impossibili e ripeto per ora!!! 😉

  13. Ip Address: 85.41.235.41

    Catania, Lo Monaco: “Costruire un nuovo stadio per Euro 2016”
    17.11.2009 17.10

    Da anni si discute a Catania di costruire un nuovo stadio più confortevole e lontano dal centro. Il Cibali purtroppo non ha in questo momento tutti i requisiti idonei ad ospitare un incontro di calcio importante ne tantomeno l’agibilità per le coppe europee. L’ad etneo Pietro Lo Monaco intervistato in esclusiva per il programma radiofonico “Tempi Supplementari”, in onda su Radio Tau ha parlato della problematica che investe anche le istituzioni.

    A Catania il nuovo stadio è un obiettivo perseguito da tempo, ma che –per un motivo od un altro- finora non è stato raggiunto. La candidatura italiana agli Europei 2016 potrebbe dare un’ulteriore spinta al vostro progetto?

    “Sicuramente, per noi è un esigenza basilare la realizzazione del nuovo stadio. Questa degli europei è un’occasione più unica che rara da sfruttare, ma soprattutto è l’occasione per dare un cambio di rotta deciso.
    Io non sono d’accordo con chi sostiene che lo spettacolo calcistico che si vede in Italia, sia inferiore rispetto a quello di altre nazioni; noi esprimiamo un calcio importante, ma quello che fa’ fatiscenza sono gli stadi.
    Attualmente gli stadi sono incompatibili con espressioni di buon gioco e limitano i momenti di aggregazione della gente. Le società, secondo me, anche per via di questo “vento a favore” proveniente anche dal governo, devono cogliere l’occasione per dare una sistemata generale agli stadi.
    Per quanto attiene noi, è un obiettivo che abbiamo, anche se in questo momento abbiamo dato una precedenza importante al centro sportivo del Catania Calcio: stiamo costruendo una cittadella sportiva –consegna 31 dicembre 2010- e ritengo che nel meridione sia una cosa unica; quindi al momento è questa la precedenza, però, la realizzazione di un nuovo stadio è un nostro obiettivo, anche perché il Massimino, pur essendo stato ristrutturato e messo in sicurezza, è uno stadio nel pieno centro della città e ritengo che non possa più ospitare incontri di un certo tipo”.

    Qual è il progetto che volete portare avanti riguardo al nuovo stadio? Qual è il vostro rapporto con le istituzioni locali?

    “Tutto passa attraverso un progetto di dismissione e riqualificazione dell’area del Massimino -di proprietà comunale- e la costruzione dello stadio in un’altra area della città. Stiamo discutendo con le istituzioni e il dialogo con quest’ultime è buono”

    Lei, intervenendo a suo tempo nel corso dello speciale di “Tempi Supplementari” dedicato alla “tessera del tifoso”, rivolgendosi al Ministro Maroni sottolineò come, rispetto alla realizzazione della tessera, fosse invece una priorità il rinnovamento e l’adeguamento degli impianti sportivi italiani, portando come esempio la realtà di Parma, dove la squadra gialloblù gioca in uno stadio concesso “in deroga” partita per partita. Considerata la proroga ottenuta dalle società di A e B relativamente all’emissione della tessera del tifoso e la grande attenzione che si sta invece riponendo sulla tematica degli impianti, possiamo dire che aveva anticipato l’evoluzione delle problematiche all’attenzione di FIGC e governo?

    “Anticipare non so, certamente il problema è stato centrato. Io mi rifaccio ad una riunione che abbiamo avuto col ministro Maroni, in cui ci è stata fatta un’analisi della situazione degli ultimi anni, per quanto riguarda gli incidenti: c’è stato un decremento e questo significa che gli sforzi fatti dalle società per la messa in sicurezza degli stadi, hanno avuto una loro valenza.
    Quindi, in nuovi stadi nuovi multifunzione, penso che la situazione possa ancora migliorare, dando vita, oltre che all’evento sportivo in se, anche alla nascita di un importante punto di aggregazione per la gente.”
    Catania, Lo Monaco: “Costruire un nuovo stadio per Euro 2016”
    17.11.2009 17.10 di Redazione ITA Sport Press per itasportpress.it articolo letto 848 volte
    Fonte: radio Tau

    Da anni si discute a Catania di costruire un nuovo stadio più confortevole e lontano dal centro. Il Cibali purtroppo non ha in questo momento tutti i requisiti idonei ad ospitare un incontro di calcio importante ne tantomeno l’agibilità per le coppe europee. L’ad etneo Pietro Lo Monaco intervistato in esclusiva per il programma radiofonico “Tempi Supplementari”, in onda su Radio Tau ha parlato della problematica che investe anche le istituzioni.

    A Catania il nuovo stadio è un obiettivo perseguito da tempo, ma che –per un motivo od un altro- finora non è stato raggiunto. La candidatura italiana agli Europei 2016 potrebbe dare un’ulteriore spinta al vostro progetto?

    “Sicuramente, per noi è un esigenza basilare la realizzazione del nuovo stadio. Questa degli europei è un’occasione più unica che rara da sfruttare, ma soprattutto è l’occasione per dare un cambio di rotta deciso.
    Io non sono d’accordo con chi sostiene che lo spettacolo calcistico che si vede in Italia, sia inferiore rispetto a quello di altre nazioni; noi esprimiamo un calcio importante, ma quello che fa’ fatiscenza sono gli stadi.
    Attualmente gli stadi sono incompatibili con espressioni di buon gioco e limitano i momenti di aggregazione della gente. Le società, secondo me, anche per via di questo “vento a favore” proveniente anche dal governo, devono cogliere l’occasione per dare una sistemata generale agli stadi.
    Per quanto attiene noi, è un obiettivo che abbiamo, anche se in questo momento abbiamo dato una precedenza importante al centro sportivo del Catania Calcio: stiamo costruendo una cittadella sportiva –consegna 31 dicembre 2010- e ritengo che nel meridione sia una cosa unica; quindi al momento è questa la precedenza, però, la realizzazione di un nuovo stadio è un nostro obiettivo, anche perché il Massimino, pur essendo stato ristrutturato e messo in sicurezza, è uno stadio nel pieno centro della città e ritengo che non possa più ospitare incontri di un certo tipo”.

    Qual è il progetto che volete portare avanti riguardo al nuovo stadio? Qual è il vostro rapporto con le istituzioni locali?

    “Tutto passa attraverso un progetto di dismissione e riqualificazione dell’area del Massimino -di proprietà comunale- e la costruzione dello stadio in un’altra area della città. Stiamo discutendo con le istituzioni e il dialogo con quest’ultime è buono”

    Lei, intervenendo a suo tempo nel corso dello speciale di “Tempi Supplementari” dedicato alla “tessera del tifoso”, rivolgendosi al Ministro Maroni sottolineò come, rispetto alla realizzazione della tessera, fosse invece una priorità il rinnovamento e l’adeguamento degli impianti sportivi italiani, portando come esempio la realtà di Parma, dove la squadra gialloblù gioca in uno stadio concesso “in deroga” partita per partita. Considerata la proroga ottenuta dalle società di A e B relativamente all’emissione della tessera del tifoso e la grande attenzione che si sta invece riponendo sulla tematica degli impianti, possiamo dire che aveva anticipato l’evoluzione delle problematiche all’attenzione di FIGC e governo?

    “Anticipare non so, certamente il problema è stato centrato. Io mi rifaccio ad una riunione che abbiamo avuto col ministro Maroni, in cui ci è stata fatta un’analisi della situazione degli ultimi anni, per quanto riguarda gli incidenti: c’è stato un decremento e questo significa che gli sforzi fatti dalle società per la messa in sicurezza degli stadi, hanno avuto una loro valenza.
    Quindi, in nuovi stadi nuovi multifunzione, penso che la situazione possa ancora migliorare, dando vita, oltre che all’evento sportivo in se, anche alla nascita di un importante punto di aggregazione per la gente.”

  14. Ip Address: 85.41.235.41

    Lo stadio nuovo a Catania sarà pronto nel 2050 se tutto andrà per il meglio 😡 😡

  15. Ip Address: 212.195.241.127

    🙁 🙁 🙁 🙁 🙁

    Joe per allora…..non sarà più un ns. problema!!!! 😉

  16. Ip Address: 151.33.40.174

    Ma dove e’ finito “ottimismo Joe ?”

    Il Catania da tempo lavora sullo stadio, dopo il centro sportivo metteranno concretamente mano a questo sogno, abbiate fiducia e che ca…

  17. Ip Address: 88.66.39.150

    Lo stadio nuovo si farà state tranquilli
    un caloroso saluto a tutti

    ps
    e non nel 2050
    non sono un mago ma io prevedo inizio lavori 2012-2013

  18. Ip Address: 85.41.235.41

    ma dove sono finiti gli ottimisti:

    DANESE
    FILIPPO 77
    CATANESE DEL NORD
    ANDRE

    vi mando un caloroso saluto a tutti…..

  19. Ip Address: 94.246.127.36

    Ciao mongibello ,chiarezza, lux ……….. Ma io vorrei vedere tutta sta gente che vuole subito l’europa se poi non si lamentano dei biglietti cari ,a iddi ci pari ca trasunu gratis! Sarà sempre a stissa ntifona……………… Qui invece di parrari e criticari u abbonamento sava fari , 20000 tessere vuol dire programmazione per l’europa ma sopratutto fiducia alla società!

  20. Ip Address: 85.41.235.41

    Serie A, le decisioni del Giudice Sportivo per la seconda giornata
    Il Giudice Sportivo, Gianpaolo Tosel, ha diramato il comunicato per le squalifiche e le ammende relative alla 2^a giornata di Serie A.

    C’era grande attesa per capire quale sarebbe stato il provvedimento preso nei confronti di Nicolas Burdisso dopo l’entrata killer ai danni di Daniele Conti, ma per l’argentino arrivano solamente due turni di squalifica. Di una giornata invece la squalifica per Alessandro Lucarelli in merito al rosso rimediato contro il Catania.

    Per le ammende, spiccano i 15.000 euro inflitti al Brescia, ed i 10.000 al Napoli, i primi per offese razziste, i secondi per problemi relativi a bengala nel proprio settore dei tifosi. Inoltre, sono stati corrisposte le multe di 2.000 euro al Cagliari e 1.000 al Palermo.

    Punito con un’ammenda di 2.000 euro il calciatore dell’Inter, Samuel Eto’o, reo di aver simulato in area di rigore.

    Nel caso degli allenatori, ammonito con ammenda di 5.000 euro Pasquale Marino del Parma e ammonito con diffida e ammenda di 5.000 euro l’a.d. gialloblù Pietro Leonardi.

  21. Ip Address: 94.246.127.36

    E sempre così per i giocatori della roma ce sempre la grazia! Minimo dovevano darne 5 di giornate , a provocato una lesione per fortuna non grave! Ma dove sta la giustizia sportiva?

  22. Ip Address: 85.41.235.41

    la giustizia sportiva si applica solo sulle squadre provinciale :mrgreen: :mrgreen:

  23. Ip Address: 85.41.235.41

    ————————————-QUESTA è UNA BELLA NOTIZIA———————————

    Catania, progressi per Llama

    Fonte: http://www.calciocatania.it

    Buone notizie dal report medico pubblicato sul sito ufficiale del Catania per l’esterno sinistro rossoazzurro Cristian Ezequiel Llama: l’argentino, seppur ancora non pronto all’impegno agonistico di sabato sera a San Siro contro il Milan, è rientrato in gruppo (insieme all’altro lungodegente Augustyn), e a breve potrà essere impiegato dal tecnico Giampaolo. Piscina e lavoro a bordo campo per il centrocampista Fabio Sciacca.

    ———————————-PER LA PRIMA VOLTA——————————————–

    report medico pubblicato sul sito ufficiale del Catania

  24. Ip Address: 83.103.74.23

    Joe, mi fai moriri……. ahahahahahahah!!! 😆 😆 😆

  25. Ip Address: 94.246.126.224

    Speriamo ca stasira u milan sura assai accussi sabatu su stanchi e ci facemu 2 puppetta! L’ultimo milan-Catania2-2 non me lo potrò scordare mai, in un bel ricordo , ero assieme a me frati Nicola a casa di me frati catanista, che giornata bella vero Mario………………

  26. Ip Address: 212.195.241.127

    Previsioni per fine settembre sulla classifica del Catania 10 punti.
    3 c’è li abbiamo pareggio a Milano e vittorie con Cesena e Bologna !!!!!!!!!!
    Cosi saremo tutti più contenti ok!!!!

  27. Ip Address: 94.246.126.224

    Speriamo chiarezza , le 2 partite in casa sono molto importanti e da vincere , anche se con il cesena la vedo dura! E una squadra molto veloce in attacco…….. Ma il fattore campo sicuro ci aiuterà ad uscire vincenti.

  28. Ip Address: 151.33.40.174

    Si Matteo, fu proprio una bella giornata …

  29. Ip Address: 85.41.235.41

    ragazzi dobbiamo vincere anche la partità con il lecce è molto importante fare punti con queste squadre…….

  30. Ip Address: 85.41.235.41

    Giovedì e venerdì allenamenti a porte chiuse

    Più di 90′ d’allenamento, in mattinata: dal riscaldamento tecnico alla minuziosa cura dei dettagli in fase di possesso palla, passando per un approfondimento atletico di notevole intensità. Proprio in considerazione dell’importanza e della qualità della sessione di lavoro, lo staff tecnico, dopo aver riunito il gruppo in sala video per completare l’analisi tattica, ha deciso di concedere mezza giornata di riposo agli atleti. Programma individuale per il solo Sciacca: il Catania che si accinge a sfidare il Milan sta bene. Giovedì pomeriggio e venerdì mattina, allenamenti a porte chiuse.

  31. Ip Address: 85.41.235.41

    Catania-Cesena, info biglietti

    Fonte: calciocatania.it

    Il Calcio Catania S.p.A. comunica che venerdì 17 settembre, alle ore 10.00, avrà inizio la prevendita dei biglietti validi per la gara Catania-Cesena in programma mercoledì 22 settembre, alle ore 20:45, presso lo Stadio A. Massimino di Catania.

    Contestualmente prenderà il via la vendita dei biglietti per i diversamente abili. Sarà possibile acquistare i tagliandi presso la Ricevitoria di Via Fava n° 69 presentando una fotocopia del certificato di invalidità (solo invalidità 100%), la fotocopia del documento d’identità del disabile e dell’accompagnatore.

    Comunichiamo inoltre che nella giornata di venerdì 17 settembre, dalle ore 10 alle 12, sarà possibile recarsi presso i botteghini di Piazza Spedini per il ritiro dei biglietti omaggio a favore degli under 14. Contestualmente al ritiro del biglietto dovrà essere rilasciata copia del documento di riconoscimento del minore, copia del documento dell’accompagnatore, copia dell’abbonamento o del biglietto di Tribuna B e dichiarazione di responsabilità da parte dell’adulto accompagnatore. Si precisa che i suddetti tagliandi saranno rilasciati per un numero limitato di 100 unità in ordine di presentazione ed esclusivamente per il settore Tribuna B.
    Ricordiamo inoltre che per tutti gli altri settori, Tribuna Elitè, Tribuna A, Curva Nord e Curva Sud è neccesario acquistare i tagliandi, presso le Ricevitorie Lottomatica autorizzate, anche per la categoria Under 14.

  32. Ip Address: 95.246.42.7

    Ciao Joe, Catanista, Chiarezza, Matteo, Lux …. insomma a tutti!

    Cari amici, insieme abiamo riflettuto, e non mi ricordo chi, ma qualcuno ha scritto che se nella partita vinta con il Parma avessimo avuto Atzori come allenatore l’avremmo persa 3 a 0!! 😳

    Ebbene, sono perfettamente d’accordo!! Adesso abbiamo il lato “B” di Giampaolo che ci aiuta, pertanto, se prima eravamo ottimisti (vedi io ci credo) 😯 , adesso dovremo esserlo ancora di più! 8)

  33. Ip Address: 95.246.42.7

    Dimenticavo! A proposito di cadere dalla sedia, me figghiu mi rissi ca ‘o fantacalcio s’accattàu a “Cristianu Ronaddo”, m…..ia, appena mù rìssi, sautài annal’aria e cascài dà sèggia! Mi rumpìi tuttu pàru!! 😆 8) 😀 😛 8) 😆 😀 😛

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu