Solo la Maglia

 Scritto da il 7 agosto 2012 alle 17:23
Ago 072012
 

Negli anni, ci siamo affezionati ad uno slogan che esprime compiutamente il nostro sentimento per le divise ufficiali da giuoco: “Amagliamiamola”, un’invenzione che sintetizza in una sola parola tre aspetti, amore, maglia ed amalgama.

L’amore è il presupposto per essere davvero “Catania”! Quell’amore che fa luccicare e sorridere gli occhi di chi lo sente sgorgare prepotentemente dall’anima, come fonte di vita e di passione.
La maglia è destinataria privilegiata dell’amore, secondo uno dei cori più belli dei nostri tifosi: un’alchimia ineguagliabile rende più forte chi la indossa, la nostra maglia è abito elegante e corazza al contempo. Con la nostra maglia e nella nostra maglia, il sudore diventa profumo, gli strappi delle trattenute ricami d’onore, i segni della contesa, siano quelli del verde dell’erba oppure quelli del marrone della terra e del fango, decori di virtù.
Il rosso della lava dell’Etna ed un azzurro storicamente talmente bello da poter essere associato indifferentemente al cielo o al nostro mare: ecco i colori di sempre, uno spettacolo cromatico che suscita emozioni inafferrabili, proprio come quel film che ti fa ridere o piangere sempre, nonostante non sia in prima visione e sia noto in tutte le battute, a memoria.
L’amalgama vince, semplicemente, perché è l’unione, a fare la forza.
Amagliamiamola, quindi, cosicché la nostra divisa ufficiale da giuoco divenga un gioiello di stoffa, il simbolo di un’identità forte, quella del club che non muore mai e che svetta quale eccellenza di Catania, città eccellente.
Uno sguardo ed un colpo di fulmine: il simbolo dell’Elefante è sul cuore, entrambi i colori fasciano il collo perché il rosso e l’azzurro da soli non innamorano, le strisce sono più strette. Perché? Omaggio alla tradizione e dettami della moda, certamente.
E poi, abbiamo sempre voluto ridurre le distanze: tra una striscia e l’altra, tra noi e voi, tra i sogni e la realtà… Vai, maglia, all’attacco!

Noi siamo IL CALCIO CATANIA.

fonte: calciocatania.it

  27 Commenti per “Solo la Maglia”

  1. Ip Address: 85.41.235.41

    Buon pomeriggio a tutti…..
    Onore alla ns. maglia 😀 😀 😀 😀 😀 😀
    Bella quella nel mezzo sembra IL BARCELONA mi piace…

    Forza Catania

  2. Ip Address: 79.13.101.146

    Buonasera a tutti,ciao Joe 😉 la prima maglia a me piace tantissimo,specialmente perchè,come dice il presidente,ci fa “tornare indietro” agli anni 70-80.anche la seconda e la terza non mi dispiacciono.Una buona serata a tutti.

  3. Ip Address: 79.23.45.229

    BUONGIORNO A TUTTI FRATELLI DELLA COSTA ROSSOAZZURRA LE NUOVE MAGLIE SONO BELLE ANZI BELLISSIME CIAO PEPPE58 GIORGIO JOE E TUTTO IL RESTO DELLA CUMACCA FORZA CATANIA 😉 😉

  4. Ip Address: 95.246.42.100

    Buongiorno a tutti.

    Si, questo ritorno alle maglie degli anni ’70 non è male! L’importante è che dentro ci batta un cuore rossazzurro! :mrgreen:

    Forza Catania! 8)

  5. Ip Address: 87.18.9.29

    Buongiorno raga’!!!
    Ciao Peppe58, Angelo e Mongibello!!! 😉 😉 😉
    E’ si quella a strisce strette ho visto giocare il Catania negli anni 70′ ed e’ sempre un piacere vederla.

    Buona giornata a tutti!!!

  6. Ip Address: 79.23.45.229

    inShare
    digg
    CATANIA – Completa l’elenco il Catania. Siena, Cagliari ed Udinese dovrebbero confermare la casacca vista la scorsa stagione, che hanno già sfoggiato in amichevole con vecchi e nuovi sponsor. Questa la panoramica delle nuove maglie che correranno in lungo ed in largo per i campi della serie A 2012/2013.

    Saranno dieci gli sponsor tecnici che si divideranno le maglie delle 20 squadre della serie A 2012/2013. La Kappa veste 5 club (Cagliari, Roma, Torino, Siena, Sampdoria), proponendosi come marchio più diffuso in serie A. La Errea ne veste 3 (Parma, Pescara, Atalanta), come la Macron (Napoli, Bologna, Lazio). La Nike che naturalmente è l’unico punto in comune tra due delle squadre italiane più blasonate (Juventu ed Inter), il Milan invece conferma Adidas. Due club per la Givova (Chievo e Catania), uno ciascuno per Joma (Fiorentina), Puma (Palermo), Lotto (Genoa) e Legea (Udinese).

    La serie A, consapevole o no, veste made in Italy (prodotto certo in tutto il resto del mondo). La Kappa (anno 1968) è un’azienda nata e cresciuta a Torino (iglobata nella Basic-Net che proprietaria anche del marchio Superga), la Errea (fondata nel 1988) ha sede in provincia di Parma, la Macron (fondata nel 1971) ha sede a Bologna, la Lotto (fondata nel 1973) ha sede in provincia di Treviso, mentre la Givova, nata dalla scissione della Legea (dei fratelli Acanfora), ha sede a Scafati, in provincia di Salerno, unica meridionale insieme alla stessa Legea, che ha sede a Pompei (Napoli). Straniera naturalmente la Nike, americana, come la Joma, spagnola (Toledo), e la Puma (tedesca) che con la sua data di fondazione, 1924, è la casa d’abbigliamento sportiva con più storia della serie A. 😀 😀 😀

  7. Ip Address: 79.23.45.229

    Catania

    Particolarità: La prima maglia prevede righe più strette rispetto alla sua ava, non ha il colletto e ricalca il modello anni 70. Invariata la terza, con banda diagonale reintrodotta dal Catania nel 2008 e sdoganata in tutta la serie A negli anni a seguire. La seconda presenta una croce a braccia rosse ed azzurre intersecanti sullo scudetto.FORZA CATANIA LA MIGLIORE 😆 😆 😆

  8. Ip Address: 79.23.45.229

    CATANIA NEWS
    CATANIA: oggi l’esordio al Massimino contro il Thun. Le probabili formazioni. Diretta scritta su Itasportpress dalle 20.15
    08.08.2012 08:45 di Andrea Carlino

    Stasera il Catania, per la prima volta dopo la chiusura dell’era Lo Monaco, si presenta al Massimino per la presentazione ufficiale davanti ai propri tifosi. Nuovo amministratore delegato (Sergio Gasparin), nuovo il direttore sportivo (Nicola Salerno, nuovo anche l’allenatore (Rolando Maran). Novità anche sul fronte maglie: si cambia dopo due anni (rimane lo stesso sponsor tecnico Givova) con strisce più strette per un ritorno al passato. In Coppa Italia saranno presentati i due sponsor che accompagneranno la stagione rossazzurra. Dopo la presentazione della squadra, i rossazzurri sfideranno il Thun, formazione svizzera che lo scorso anno ha eliminato il Palermo nei preliminari di Europa League. Maran dovrebbe riproporre lo stesso schieramento tattico della precedente partita contro la Reggina: 4-3-3 con Castro, al posto di Barrientos e Capuano titolare con Marchese in panchina. Sia il Pitu che il terzino siciliano sono alle prese con il rinnovo contrattuale che tarda ad arrivare. Mancherà Spolli che ieri in sala stampa ha detto: “Abbiamo qualità importanti e vogliamo svilupparle, il nostro obiettivo è arrivare nelle migliori condizioni alla prima giornata di campionato. Per riuscirvi, dobbiamo fare tutto ciò che chiede il mister, molto attento alla cura dei dettagli, in ogni fase di gioco. C’è tanta voglia di lavorare, in questo Catania: vogliamo diventare una squadra corta ed aggressiva. Sono fermo da dieci giorni a causa di una distorsione alla caviglia ma oggi torno a correre: proverò a recuperare ciò che ho perso, sul piano fisico, rispetto ai miei compagni”.

    Il Catania dovrà dimostrare maggior fluidità nella manovra, ma soprattutto una migliore incisività sotto porta dato che i dati delle ultime amichevoli (togliendo quelle con rappresentative dilettantistiche) sugli attaccanti, come abbiamo riportato ieri, sono impietosi: zero reti fatte.

    CATANIA-THUN

    CATANIA (4-3-3) Andujar; Alvarez, Legrottaglie, Bellusci, Capuano; Izco, Lodi, Almiron; Castro, Bergessio, Gomez. All. Maran.

    THUN (4-2-3-1) Faivre; Lüthi, Schindelholz, Ghezal, Reinmann; Bättig, Demiri; Ferreira, Zuffi, Schirinzi; Schneuwly. All. Challandes.

    ARBITRO: Andrea Gervasoni (Mantova)
    ASSISTENTI ARBITRALI: Alessandro Giallatini (Roma) e Alfonso Marrazzo (Tivoli).

    Dalle 20.15 la redazione di Itasportpress.it curerà il live direttamente dallo stadio Angelo Massimino. Al termine dell’incontro resoconto completo ed interviste dalla sala stampa.BUONA PARTITA A CHI LA PUO VEDERE 😉 😉 😉

  9. Ip Address: 79.23.45.229

    Raffaele Pucino, terzino destro classe ’91 del Varese, dopo una stagione in maglia biancorossa giocata a buon livello, interessa a Chievo e Catania. In pole c’è il club siciliano che da qualche mese ha messo gli occhi sul giocatore che piace al tecnico Maran che l’ha già allenato lo scorso anno a Varese. Pucino conferma in esclusiva ai microfoni di Itasportpress.it di essere nel mirino del Catania. “Il mio agente Giuseppe Bonetto mi ha confermato che la trattativa col club rossazzurro è concreta- spiega Pucino-. Sarebbe un sogno salire di categoria e giocare in un club importante come il Catania che da anni sta nel massimo campionato. Io poi sono di Caserta e mi piace sentire il calore del pubblico che ti spinge dalle curve. Ho iniziato al Napoli ma poi ho subito un grave incidente al perone che mi ha fatto cambiare aria. Sono andato a Empoli e poi tornato in Campania. Dopo l’Alessandria sono andato al Varese dove ho trovato la mia giusta dimensione e anche convinzione. Adesso l’interesse del Catania mi fa felice e spero che si concretizzi questa operazione di mercato”. Il ds etneo Nicola Salerno sta conducendo la trattativa e il giocatore dovrebbe sostituire Alessandro Potenza o Alvarez in caso di cessione di uno dei due. 😉 😉 😉

  10. Ip Address: 79.23.45.229

    Facundo Ferreyra, 21enne attaccante argentino del Banfield e della Nazionale argentina Under20, cercato negli ultimi giorni dal River Plate, avrebbe deciso di giocare la prossima stagione in Europa. Secondo i rumors che circolano in Sud America, “Chucky” sarebbe corteggiato da Catania e Siena. Le due società italiane starebbero seguendo da vicino le vicende di mercato legate al giovane talento. Gli etnei già nei giorni scorsi erano stati accostati al ragazzo. La valutazione di Ferreyra è di circa 4-5 milioni di euro. 😯 😯 😯

  11. Ip Address: 87.18.9.29

    Ciao Angelo!!! 😉 😉 😉
    Copia e incolla da legaseriea
    Tutti i trasferimenti
    • Acquisti
    Catania

    Data trasferimento Nome giocatore Tipo di trasferimento Squadra di provenienza
    02/08/2012 Mbida Bindzi Jean Definitivo Vicenza
    01/08/2012 Arcidiacono Salvatore Definitivo Messina
    22/07/2012 Provenzano Alessandro Cosenza
    20/07/2012 Castro Nahuel Iucas Definitivo Racing Club
    20/07/2012 Barisic Maks Temporaneo Koper
    06/07/2012 Frison Alberto Partecipazione Vicenza
    02/07/2012 Doukara Souleymane Definitivo Vibonese
    15/06/2012 Salifu Amidu Temporaneo Fiorentina

    8/8/2012

  12. Ip Address: 79.23.45.229

    20.20 Iniziata la presentazione della squadra

    20.16 Tra poco la presentazione della squadra rossazzurra. Finora poco spettatori presenti. Problemi nel pre-partita ai botteghini per la stampa dei biglietti.

    20.15 Gentili lettrici e lettori di Itasportpress.it benvenuti alla diretta scritta di Catania-Thun, esordio stagionale della squadra rossazzurra allo stadio “Angelo Massimino”. Una partita che serve a valutare lo stato di forma della compagine etnea a dieci giorni dall’esordio in Coppa Italia. Sarà la prima volta con le nuove maglie presentate ieri dalla Givova. Per i due nuovi sponsor si dovrà attendere la gara di Coppa, mentre per il nuovo sito occorrerà aspettare il 21 agosto.

  13. Ip Address: 79.23.45.229

    ORE 14.12 – Autore: Livio Giannotta

    Conosciuto dai tifosi rossoazzurri soprattutto per aver regalato un profondo dispiacere al Palermo l’anno scorso, il Football Club Thun, club svizzero fondato nel 1898 affronterà questa sera il Catania allo stadio Massimino. Squadra che ha partecipato alla passata edizione dell’Europa League, qualificandosi in Champions nella stagione 2005/2006, è una delle migliori compagini svizzere insieme a Basilea, Zurigo e Young Boys. A due passi da Berna il calcio non viene vissuto con lo stesso trasporto di una realtà come Catania, ma negli ultimi anni la società elvetica ha fatto avvicinare la gente al team biancorosso attraverso risultati lusinghieri e l’accrescimento della competitività. C’è maggiore interesse e attenzione da parte della tifoseria verso il Thun soprattutto dopo il ritorno nella massima divisione nazionale, avvenuto nel 2010. La formazione svizzera è allenata da Bernard Challandes, colui che qualche stagione addietro, alla guida dello Zurigo, espugnò San Siro contro il Milan in Champions. Predilige il 4-2-3-1 come sistema di gioco, non disdegnando il 4-1-3-2 e il 4-1-4-1.

    Compagine tatticamente ordinata, che fa della compattezza di squadra e del fraseggio le sue armi migliori, non spiccano calciatori di particolare talento poiché è il gruppo la vera forza dei ragazzi di Challandes. Ma se proprio dobbiamo avanzare qualche nome vi segnaliamo i terzini Benjamin Lüthi e Andreas Witter, con il primo avente ancora ampi margini di miglioramento. Persi tre calciatori importanti in sede di mercato come David Da Costa (portiere), Milaim Rama (punta) e Christian Schneuwly (centrocampista), Challandes fa grande affidamento all’esperienza, alla qualità e al dinamismo dell’esterno Nelson Ferreira. In mezzo al campo garantiscono solidità l’esperto Roland Battig e Muhamed Demiri, che fungono da filtro davanti alla difesa. Non sarà facile per il Catania scardinare l’attenta retroguardia elvetica. Il Thun ha già iniziato la nuova avventura in campionato disputando quattro partite frutto di 2 vittorie, 1 pareggio ed una sconfitta che brucia ancora: il derby con lo Young Boys perso 3-0. Pochi giorni fa è arrivato il riscatto, trafiggendo il Lucerna 2-1. Questa settimana è in programma la difficile sfida di campionato al cospetto del Basilea, ragion per cui non ci aspettiamo che il Thun affronti il Catania con spiccate motivazioni, ma avrà ugualmente l’intento di non sfigurare. (TuttoCalcioCatania.net)

  14. Ip Address: 79.23.45.229

    mannaggia non posso sapere come si stanno comportando i nostri ragazzi 😡 😡

  15. Ip Address: 79.23.45.229

    Passa in vantaggio la formazione degli svizzeri del Thun, che grazie alla rete di Zuffi al 12′ si porta sullo 0-1. Grave svarione difensivo per gli etnei, che comunque hanno finora controllato il match con le iniziative di Lodi e Almiron. 8) 8)

  16. Ip Address: 79.23.45.229

    catania thun etnei pericolosi ma non troppo 👿 👿

  17. Ip Address: 79.23.45.229

    condividi
    Quanto siamo giunti al 30′ del primo tempo è evidente un calo di prestazione da parte della squadra di Maran, che deve fare i conti con la condizione fisica no ottimale, rispetto agli svizzeri del Thun già giunti alla quarta giornata nel loro campionato. Tuttavia è doveroso sototlineare come i rossazzurri costruiscono tantissimo, nei primi minuti, in fase offensiva, mentre rimane quella difensiva la fase dove occcorre ancora qualche aggiustamento tattico. 😐 😐 😐

  18. Ip Address: 79.23.45.229

    Quando siamo giunti al 41′ arriva l’ennesima beffa per gli etnei. L’argentino Bergessio infatti colpisce per la seconda volta la traversa nel corso di questa prima frazione di gioco. Tutto accade sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto dal fantasista Barrientos. 😐 😐

  19. Ip Address: 87.18.9.29

    Raga’, sul sito ufficiale del Catania c’e’ il link per vedere la partita!!!

  20. Ip Address: 95.247.44.154

    Buonanotte a tutti!

    Perdere cò Tunn, in questo momento, non è un dramma. Mi preoccuperei s’avissimu a peddiri cò pisci spada! :mrgreen:

  21. Ip Address: 80.181.42.167

    Buongiorno a tutti,ha ragione Mongibello,la sconfitta con il Thun in questo periodo ci può stare.Una cosa mi lascia un pochino perplesso,quei piccoli e soliti errori che,nel risultato risultano determinanti,spero che Maran riesca a trovare le giuste soluzioni prima dell’inizio del campionato.
    Sul portiere,il mio pensiero non cambia,Andujar non è da Catania(i commenti sulla sua prestazione la dicono lunga),Doukara non lo lascerei partire,mentre non capisco come si possa ancora tenere gente come Capuano,booh…

    Buona impressione di Castro che,non avevo avuto modo di poter valutare nell’allenamento.Per il resto,penso che tutto sia nella norma,le altre squadre di serie “A”,in questo momento non stanno facendo niente di impressionante,vedi l’Atalanta che becca due pappine dalla Cremonese.

    Penso che a partire dalla coppa Italia si possa incominciare ad intravedere se il lavoro fatto da Maran e il suo staff possa produrre dei buoni risultati e comunque,il campionato,è tutt’altra cosa.Ciao a tutti,a presto. 😉

    Angelo,Giorgio,svegliaaaaaaa…. :mrgreen: :mrgreen:

  22. Ip Address: 31.190.44.177

    Concordo in toto con Peppe … a parte il caldo asfissiante e tagliagambe, abbiamo visto buone trame e qualche errore di troppo … la squadra è ancora in fase di preparazione, in coppa Italia potremo vedere un Catania più in palla di quello visto ieri sera.

    Un saluto a tutti, nessuno escluso …

    Forza Catania!

  23. Ip Address: 95.234.194.42

    Buongiorno raga’!!!
    Ciao Peppe58, Catanista60 e Kano!!! 😉 😉 😉
    Peppe sono arrivati i miei figli con i nipotino e sono un po’ occupato.
    Ieri sera ho visto un pezzo di partita , secondo tempo, il Thun si e’ chiuso a riccio e ripartiva. Il Catania giocava con molte palle lunghe.
    Secondo il mio modesto parere bisogna ancora aspettare ma in avanti ci vuole uno che la tiri dentro.
    Per il portiere il gol del Thun mi e’ parso un errore di Andujar ma anche della difesa.

    Buona giornata a tutti!!!

  24. Ip Address: 82.53.43.154

    Un caro saluto a tutti i tifoso del sito.
    Per quanto riguarda la maglia mi piace, ma concordo con Mongibello quando afferma “l’importante che ci sia dentro un cuore rossazzurro”.
    Per il resto, come ho scritto nell’articolo di poco fa, sono ancora un po’ perplesso.

  25. Ip Address: 80.181.42.167

    Buon pomeriggio a tutti,ciao Giorgio,goditi i tuoi figli e il nipotino che,sono più importanti di tutto il resto 😉

    Con un pò di serenità e senza allarmismi,vorrei fare qualche piccola considerazione,ma solo per distaccarmi dalla morsa del caldo che ci stà attanagliando inesorabilmente :mrgreen:

    Come gli altri anni,l’obiettivo iniziale rimane la salvezza e questo a prescindere da ogni cosa,o considerazione.Scendo nel dettaglio e mi faccio qualche domanda:

    perchè al momento non si è mai parlato di rinforzi in difesa? non per’altro,perchè non sappiamo se Marchese(sperando che rinnovi),possa ripetere lo stesso campionato dello scorso anno,così,come lo stesso Legrottaglie,cosa che io auguro ad entrambi,anzi,spero che superino le aspettative,anche perchè,non ci sono i ricambi all’altezza.
    Forse Bellusci,se ha raggiunto quella maturità che aspettiamo da tre anni(il suo passato campionato non è da buttare,ma potrebbe dare molto di più),ma insistere su Capuano e Potenza,le perplessità sono fisiologiche.

    Trovo stucchevole la telenovela del portiere,oltre ai limiti comprovati di Andujar,si capisce chiaramente che non è più gradito alla piazza e anche quando,il portiere argentino avesse tutte le migliori intenzioni,comprendo che non è facile dare il meglio dove non ci si sente apprezzati(per certi aspetti meritatamente).

    Troverei più coerente puntare su Terraciano e Frison,magari anche loro nella propria crescita farebbero qualche errore,però almeno si punta sui giovani.

    Il centrocampo,forse è il reparto che non evidenzia problemi di organico,per qualità e quantità.

    In attacco,farei delle operazioni che strategicamente potrebbero portare qualche vantaggio al Catania,oltre a cercare di piazzare i vari Catellani,Antenucci,e Morimoto,ormai stantii per la piazza di Catania,farei di tutto per cedere Gomez,eviterei la stessa telenovela di Lopez,si capisce chiaramente che il “papu” non vuole più stare a Catania e allora,via,cederlo senza pensarci due volte,indubbiamente,guadagnando ciò che è giusto e se proprio non ci sono le condizioni,meglio un discreto giocatore contento in campo e buon giocatore scontento in tribuna.stesso discorso per Barrientos.

    Ultima cosa,però,è solo per mettere un pò di pepe nella coda del diavolo.
    Nella conferenza stampa di Alvarez di qualche giorno fa,ho trovato ci fosse una nota stonata,quando il giocatore,ha evidenziato il lavoro di Maran con questa frase: ” il mister cura molto la fase difensiva”. per caso,a qualcuno di voi ricorda qualche altro allenatore??? spero sia solo una coincidenza :mrgreen:

    Con la rosa attuale,opterei per questa formazione:

    4-3-1-2

    Frison(Terraciano)

    Alvarez-Spolli(Bellusci)-Legrottaglie-Marchese

    Castro(Izco)-Lodi-Almiron

    Barrientos

    Bergessio-Doukara

    Oppure senza Barrientos,se non vuole restare:

    4-3-3:

    Frison(Terraciano)

    Alvarez-Spolli(Bellusci)-Legrottaglie-Marchese

    Izco-Lodi-Almiron

    Castro-Bergessio-Doukara.

    Questi sono i momenti migliori per sperimentare le nostre ipotetiche formazioni. :mrgreen:

    un saluto a tutti 😆

  26. Ip Address: 82.53.43.154

    Ciao Peppe, complimenti per il tuo intervento.
    Secondo la mia filosofia di calcio con la sola fase difensiva si può perdere 1-0 o pareggiare 0-0 oppure 1-1 e non si va da nessuna parte.
    A me piace tutt’altro tipo di calcio.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu