Catania, Mihajlovic: “Resto a Catania ma un giorno andrò all’Inter”

 Scritto da il 8 maggio 2010 alle 14:11  Commenti disabilitati su Catania, Mihajlovic: “Resto a Catania ma un giorno andrò all’Inter”
Mag 082010
 

Sinisa Mihajlovic, tecnico del Catania, ha parlato oggi in conferenza stampa, alla vigilia della trasferta di Bologna. Clima disteso per il tecnico serbo che ha parlato del presente e del suo futuro. Queste le dichiarazioni raccolte da Itasportpress.it. “Dopo mesi di tensione e di ansia adesso siamo tutti sereni e felici di aver ottenuto quello che volevamo. Andiamo a Bologna senza la pressione della gara ma per giocare a pallone e divertirci e lo faremo come sempre da professionisti. Non regaleremo niente a nessuno perchè vogliamo centrare il record stagione di punti. Per la prima volta vi dico la formazione che giocherà domani: Andujar, Potenza, Silvestre, Spolli, Capuano, Carboni, Biagianti, Ledesma, Izco, Mascara e Lopez. Maxi è recuperato e anche se si è allenato poco in settimana sarà in campo. Morimoto? Ha fatto quattro gol nell’amichevole del giovedì ma con una formazione di Eccellenza. In queste due partite darò spazio a chi ha giocato meno ma questo non significa che giocheranno l’ultima se non dimostrano di essere all’altezza. Ledesma? Non ho avuto modo di vedere il giocatore di cui tutti parlano. In questi quattro mesi non mi ha dimostrato di meritare il posto in campo. Posso capire i problemi fisici, ma quelli passano e deve dimostrare il suo valore. A Bologna non devo togliermi nessun sassolino dalla scarpa. Posso solo ringraziare i dirigenti del Bologna per la possibilità che mi hanno dato di esordire in A – ha spiegato Mihajlovic – Il mio futuro? Resto a Catania. Ho un altro anno di contratto con questa società e sarò sempre grato perchè mi hanno dato la possibilità di rilanciarmi. Queste sono cose che tengo in considerazione, conosco bene il calcio e non ho bisogno di consigli per capire cosa è meglio per la mia carriera, quindi a meno di eventi eccezionali resto a Catania. Le voci sull’Inter? In settimana ne ho sentito parlare ma non c’è niente di concreto. Dico solo che prima o poi andrò all’Inter, non so quando ma ci andrò. Non c’è fretta e per adesso non parliamone. Se ho parlato di mercato con la società? Non abbiamo ancora affrontato l’argomento. Dovessero andar via Lopez, Martinez e Biagianti questa squadra s’indebolirebbe molto, poi bisogna sempre vedere chi arriverà. Il nostro obiettivo per il prossimo anno è quello di salvarsi in anticipo e mirare poi ad obiettivi importanti. Capitolo scommesse? Le scommesse non fanno bene al calcio, non voglio neppure parlarne. La querelle Roma-Inter-Lazio? A Roma la rivalità si vive così. Non è la prima volta che i tifosi della Lazio gioiscono quando la propria squadra mette in difficoltà la Roma. Ognuno è libero di tifare come vuole. L’Inter avrebbe vinto comunque con la Lazio. Il calcione di Totti? Totti non mi sta simpatico ma in campo io in passato ho combinato cose peggiori, per un campione non è bello, ma lo giustifico”.

“La società vuole l’Europa”

 Scritto da il 5 maggio 2010 alle 00:02  6 Commenti »
Mag 052010
 
Catania, Marcolin:  io e Sinisa vogliamo far parte di questo progetto”

Dario Marcolin, vice di Sinisa Mihajlovic sulla panchina del Catania, ha parlato del raggiungimento della salvezza dei rossazzurri e dei progetti per il futuro. “Domenica siamo riusciti a fermare pure la Juventus, devo dire che i bianconeri in questa stagione ci hanno portato fortuna visto che la nostra rincorsa per la salvezza è iniziata e si è conclusa con loro. Continua a leggere »

su
giu