Terroni e Polentoni, a volte la vita…

 Scritto da il 14 febbraio 2013 alle 14:36
Feb 142013
 

Gomez-Atalanta

A volte, la vita,  riesce a smentire  etichette che gli uomini si mettono  addosso, gli  uni con gli altri, per creare una sorta di  distinzione tra abitanti di zone geografiche diverse, i cui pregi, difetti, costumi, modi di essere e di vivere sono in netto contrasto tra loro, per la appartenenza ad aree geografiche considerevolmente differenti e distanti. Nel nostro caso, un solo vocabolo per parte diventa esplicativo, delle aree oggetto delle nostre considerazioni:  “Terroni” e “Polentoni”.Le due aree geografiche,   appartengono alla   Nazione  italiana ma, i chilometri che le separano, da Nord a Sud ,sono considerevoli, tanto da accostare in modo rilevante i Nordisti Polentoni al resto delle Nazioni europee ed i  Sudisti  Terroni, all’area  dei Paesi africani.

Tra il Nord ed il Sud d’Italia, il freddo e il caldo, gli industriali e i contadini, il lavoro e la disoccupazione, l’indifferenza e l’invadenza, l’ordine sociale e l’arte di arrangiarsi, sono le peculiari caratteristiche che sono, molto spesso, tra le tante causa di “incompatibilità”  tra i residenti nelle due aree geografiche. Differenze che, a prima vista, nella maggior parte dei casi, potrebbero rappresentare un  ostacolano a  qualsiasi forma di “facile convivenza” e quindi di  collaborazione. Ma, come dicevamo nel nostro inciso, a volte la vita, smentisce le “etichette” ,e dalla collaborazione tra gli uomini, senza distinzione di area di provenienza, nascono  forme di “Progettualità Comune” che, per  antonomasia, potrebbero sembrare , quanto meno difficili da realizzare, ma i cui esiti danno luogo a risultati straordinari. Nord e Sud, Polentoni e Terroni, insieme, complementari gli uni agli altri,hanno fatto fiorire sul “manto verde di uno stadio” una creatura chiamata  Catania46 che tante soddisfazioni sta regalando ad una città ed al suo Interland.Un cauto crescendo di obiettivi sempre più ambiziosi da raggiungere, frutto anche di esperienze negative lasciate  tra le scorie di un recente passato che, in ogni caso, hanno rappresentato  il patrimonio di questa Società.

Pulvirenti e i  suoi fidi collaboratori, le strutture create e messe a disposizione degli operatori, un parco giocatori di considerevole valenza tecnica ed umana, una tifoseria “calorosa”, sempre presente, vigile ed attenta,in rappresentanza della Fazione dei “Terroni” ,hanno fatto “comunella” con due signori, le cui origine veneta è certificata dalla “in” e dalla “an” finali che si portano dietro  i loro cognomi , parliamo di Sergio Gasparin,  Mister Maran  staff compreso, in rappresentanza dei “Polentoni”,  ed “in comunione di intenti”, nei quali  è stato dato tanto spazio alla programmazione, alla organizzazione, alla  professionalità, vivendo il presente con l’occhio proiettato verso il futuro, stanno tracciando una strada che prima poteva sembrare dal fondo impraticabile e di direzione vietata, ma che nei fatti potrebbe, partita dopo partita,  spianarsi sempre di più e consentirne il passaggio di porzioni sempre maggiori nella direzione da tutti auspicata.

A nostro modesto avviso le affermazione del Presidente Pulvirenti , pronunciate al telefono della trasmissione “Corner” a cura della Televisione Telecolor , la dicono tutta circa le celate ambizioni del Catania. Ad una specifica domanda circa un eventuale premio Europa da destinare ai giocatori: “ Il premio Europa? Il credo che i giocatori del Catania pagherebbero loro per andarci. Non credo che  il premio economico sia l’incentivo giusto per stimolare una certa mentalità che abbiamo acquisito e che non vogliamo perdere. Possibile che a giugno facciamo una campagna di rafforzamento. Non è detto che molti andranno via, dato che non abbiamo esigenze di vendere. Certamente valuteremo le offerte che arriveranno ma, ma prima completiamo questo campionato e vediamo in che posizione lo chiuderemo.

E ancora…con Marchese, non abbiamo chiuso il dialogo. Non c’è nessuna preclusione finché non ci dirà di avere firmato per un’altra squadra. La Società si sta  comportando nel medesimo modo anche con gli altri giocatori in scadenza, come Legrottaglie e Ricchiuti. Vediamo cosa succede a giugno.

Le parole del portiere Andujar, confermano come vengono gestiti, in seno alla Società, i rapporti nell’ambito delle risorse umane: ”Devo dire che il merito della mia crescita e del mio rendimento è molto merito dell’allenatore… Devo dire che ho trovato un’altra Società rispetto a quella che avevo lasciato. Una Società che mi ha dato fiducia e che mi ha permesso di avere un’altra chance a Catania.

Sarebbe facile, in un momento felice per i risultati conseguiti, aggiungere tante altre considerazioni, ma queste le lascio agli amici innamorati dei colori Rossazzurri.

  28 Commenti per “Terroni e Polentoni, a volte la vita…”

  1. Ip Address: 95.239.52.97

    ciao saretto ottimo articolo saluto a tutti giorgio prof chiarezza peppe catanista mongibello lux joe salvatore grasso e tuttu u restu da cumacca :sciarpa: :sciarpa: :salve: :catania:

  2. Ip Address: 95.245.225.234

    Salve raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Buon commento Saretto!!! 😆 😆 😆
    Ciao Angelo!!! :ciao: :ciao: :ciao:
    Raga’, ho ascoltato Lodi sul sito ufficiale del Calcio Catania su questo link

    http://livestre.am/4l7Tz

    Lodi lo apprezzo come uomo e calciatore dopo quello che ha detto, e’ davvero diverso ascoltarlo che leggere sui giornali le sue dichiarazioni.

    Io mi son messo in testa, non da ora, che ogni giocatore ha diritto di cambiare squadra e guadagnare di piu’ perche’ la loro carriera e’ breve. Ma lasciatemi dire che Lodi, viste le sofferenze a Frosinone e nelle altre squadre, si e’ realizzato con il Catania e’ questo lo riconosce fino a dire se mi vendono e’ solo per il bene della societa’.

    Grande Lodi!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :catania:

  3. Ip Address: 95.239.52.97

    campionato

    Conferma difensiva per una vittoria sfumata
    Il pareggio a reti inviolate di Bergamo, utilissimo in funzione salvezza, ha lasciato un retrogusto amaro agli etnei di mister Maran. La squadra rossazzurra ha infatti controllato agevolmente l’incontro, rischiando di vincerlo senza alcun problema. Mentalità e identità ritornano in un certo senso a farsi vedere in trasferta con una certa continuità rispetto alla fase iniziale della stagione. Funziona la predisposizione tattica scelta da Maran che riesce a mettere in difficoltà gli avversari, i quali non trovando spazio per creare azioni pericolose tentano tiri dalla lunga distanza, preoccupando ben poco le fila rossazzurre. La squadra prende pochi rischi giocando con serenità e consapevolezza, rendendo la gara così tranquilla da non entusiasmare eccessivamente lo scenario circostante. Contro l’Atalanta di Colantuno esce il Catania tattico, quello che ragiona e si prende il tempo per decidere quale azione pericolosa potrebbe mettere ko il suo avversario. Se ad inizio campionato veniva messa un po’ in discussione la mancata personalità delle trasferte, come detto in precedenza, ad oggi invece la squadra etnea si riprende ciò che gli spetta. Merito probabilmente di un mister che sbaglia raramente la lettura delle gare, il Catania conferma le sue capacità mostrando quella superiorità messa in dubbio fuori casa.

    E’ vittoria sfumata si, poichè i rossazzurri non portano a casa quei tre punti che avrebbero accorciato le distanze da quota 40, ma resta comunque un pareggio positivo per la prestazione che gli uomini di Maran hanno saputo mettere in campo. Consci del fatto che nel calcio non basta solo gioco tattico, ma anche un pizzico di fortuna (vedi l’azione del passaggio di Bergessio per Castro che scivola senza arrivare sul pallone per pochi centimetri), la squadra rossazzurra ne esce comunque vittoriosa, poiché può sottolineare e tornare a prendersi quei meriti che in passato sono venuti meno per via della poca esperienza. Infatti, se a mancare contro l’Atalanta è stata la freddezza offensiva in diverse azioni, in retroguardia non sono mancate le presenze come quella di Bellusci in continua crescita, Giovanni Marchese e Nicolas Spolli che con autorità costruiscono una barriera difficile da superare. Due figure difensive quest’ultime che puntualmente fanno parlare di sé.

    Il ritorno di Marchese in primis, inaspettato un pò per molti (a soli 20 minuti di gioco Maran lo chiama in sostituzione dell’infortunato Capuano), ha garantito infatti alla squadra una maggiore chiusura della propria aria di rigore. Il difensore dei Delia raramente si fa trovare impreparato, e come un’ interrogazione con il voto riesce sempre a superarla da “secchione”. In tutte le sue gare ha costantemente dimostrato le sue qualità e la sua caparbietà di gioco. Pronto a scaraventare la sfera dall’altra parte dell’area, impone il suo ritmo e risponde bene in campo quando viene chiamato a farlo. Insieme all’argentino Spolli si confermano elementi fondamentali per la retroguardia etnea, che festeggia proprio di quest’ultimo le 100 presenze in serie A con la maglia del Catania.

    Nicolas Spolli, insieme a Legrottaglie (a Bergamo assente), è l’autentico leader difensivo rossazzurro, non solo per le sue capacità ma anche per la sua prestanza fisica, comanda a pieno titolo la difesa catanese. Con l’ argentino in campo è difficile passare, le sue giocate inventate al momento e i suoi interventi perspicaci conferiscono alla squadra quella sicurezza e quella tranquillità alle quali tutte aspirano. Ad oggi, il migliore quasi sempre. Nelle sue quattro stagioni tra le fila rossazzurre è riuscito a rappresentare una certezza in più ed una carta fondamentale del mazzo che soprattutto negli incontri futuri, quelli decisivi per il 😉 :sciarpa: :salve:

  4. Ip Address: 72.226.121.41

    Oggi e’ il giorno di San Valentino,giorno della festa degli innamorati e tutti noi abbiamo delle persone speciali nella nostra vita.A parte i nostri amori personali,noi tutti di questo sito abbiamo un amore comune,un amore che ci accompagnera’ fino alla fine dei nostri giorni,l’amore per il nostro CATANIA.Fatemelo dire quindi in inglese sia per dare un sapore esotico al contesto,sia per dimostrare che anche oltre oceano, noi ci cibiamo di CATANIA…HAPPY VALENTINE’S DAY CATANIA….Come tutti gli amori,non e’ stato un amore facile e noi tutti siamo stati capaci di restare con la nostra fede anche e sopratutto con le avversita’.Tutti noi non dimenticheremo i campionati interregionali ma da questi momenti difficili,ne siamo usciti piu’ forti di prima.Ora il nostro CATANIA e’ una realta’ e dobbiamo proseguire sempre cosi’ FORZA CATANIA……..

  5. Ip Address: 95.245.225.234

    Ciao Salvatore!!! :ciao: :ciao:

    HAPPY VALENTINE’S DAY CATANIA!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :catania: :catania: :catania:

  6. Ip Address: 95.239.52.97

    mi associo <a salvatore grasso catania ti amo :sciarpa: :sciarpa: :catania: :ciao:

  7. Ip Address: 88.66.20.255

    anche io mi associo amo il Catania e Catania
    da prima ancora che fossi messo al Mondo
    era scritto lassù nel firmamento 😆 😆 😆

  8. Ip Address: 95.239.52.97

    CATANIA, contro il Bologna si esulterà due volte perchè…
    14.02.2013 16:27 di Enrico Di Grazia Twitter: @@EnricoDiGrazia

    Il Catania, domenica prossima contro il Bologna, ha l’opportunità di chiudere virtualmente il discorso salvezza e puntare dichiaratamente a obiettivi più prestigiosi. I numeri parlano in favore degli uomini di Maran che in questo campionato, entrambe le volte che non sono andati in gol per due partite consevutive, si sono riscattati alla terza occasione realizzando due reti. Alla terza e quarta giornata, il Catania perse 2-0 a Firenze e pareggiò 0-0 in casa col Napoli, ma poi batté l’Atalanta 2-1. Alla decima giornata, gli etnei sfiorarono la vittoria al Friuli (Udinese-Catania 2-2) dopo aver perso contro Inter e Juventus rispettivamente per 2-0 e 1-0. E adesso, dopo che i rossazzurri sono rimasti all’asciutto contro Napoli e Atalanta, la regola della terza gara incombe sul Bologna (che tra l’altro detiene il record negativo di sconfitte in trasferta, ovvero 9), con i tifosi del Massimino che si aspettano un ritorno alla vittoria col botto. Il Catania, in casa, ha totalizzato 8 vittorie (solo una in meno rispetto a Juventus, Napoli e Lazio) realizzando 20 reti su 31 totali. Bergessio, che è il giocatore che tira di più nello specchio della porta, è capocannoniere a quota 7 gol (ma due gli sono stati annullati ingiustamente).

    Di seguito le statistiche più interessanti degli attaccanti del Catania.

    Gonzalo Bergessio

    Media voto 6,12
    Partite Giocate 20
    Minuti Giocati 1.618
    Titolare 20
    Subentrato 0
    Sostituito 7

    Gol 7
    Gol da dentro area 7
    Gol da fuori area 0
    Gol con il destro 4
    Gol con il sinistro 1
    Gol di testa 2
    % di realizzazione 17%

    Assist gol 4
    Occasioni create 20
    Tiri nello specchio 19
    Percentuale tiri nello specchio 45,2%
    % cross riusciti 8%
    Minuti per gol 231,1

    Alejandro Gomez

    Media voto 6,27
    Partite Giocate 22
    Minuti Giocati 1.817
    Titolare 21
    Subentrato 1
    Sostituito 12

    Gol 5
    Gol da dentro area 5
    Gol da fuori area 0
    Gol con il destro 2
    Gol con il sinistro 3
    Gol di testa 0
    % di realizzazione 17%

    Assist gol 6
    Occasioni create 38
    Tiri nello specchio 17
    Percentuale tiri nello specchio 56,7%
    % cross riusciti 21%
    Minuti per gol 363,4

    Pablo Barrientos

    Media voto 5,93
    Partite Giocate 22
    Minuti Giocati 1.714
    Titolare 21
    Subentrato 1
    Sostituito 7

    Gol 4
    Gol da dentro area 4
    Gol da fuori area 0
    Gol con il destro 1
    Gol con il sinistro 3
    Gol di testa 0
    % di realizzazione 15%

    Assist gol 2
    Occasioni create 24
    Tiri nello specchio 12
    Percentuale tiri nello specchio 46,2%
    % cross riusciti 15,4%
    Minuti per gol 428,5

    Lucas Castro

    Media voto 6,14
    Partite Giocate 23
    Minuti Giocati 1.175
    Titolare 9
    Subentrato 14
    Sostituito 2

    Gol 4
    Gol da dentro area 4
    Gol da fuori area 0
    Gol con il destro 3
    Gol con il sinistro 0
    Gol di testa 1
    % di realizzazione 16%

    Assist gol 3
    Occasioni create 19
    Tiri nello specchio 11
    Percentuale tiri nello specchio 44%
    % cross riusciti 13%
    Minuti per gol 293,8

    Souleymane Doukara

    Media voto 6,12
    Partite Giocate 9
    Minuti Giocati 241
    Titolare 1
    Subentrato 8
    Sostituito 1

    Gol 0
    Gol da dentro area 0
    Gol da fuori area 0
    Gol con il destro 0
    Gol con il sinistro 0
    Gol di testa 0
    % di realizzazione 0%

    Assist gol 0
    Occasioni create 4
    Tiri nello specchio 0
    Percentuale tiri nello specchio 0%
    % cross riusciti 0%
    Minuti per gol 0 :sciarpa: :sciarpa: :salve:

  9. Ip Address: 95.239.52.97

    lino85

    Conferenza stampa per Nicola Legrottaglie, centrale difensivo del Catania. Queste le sue parole: “Con l’Atalanta abbiamo fatto un buon punto, ma potevamo vincere. Guardando il campionato, potevamo fare di più rispetto ai 36 punti conquistati. Potevamo avere almeno 40-41 punti. Rientro? Si, mi allenerò in questa settimana. Non ho giocato contro l’Atalanta perché avevo fatto solo un allenamento il sabato pomeriggio e venivo da 10 giorni molto difficili per l’influenza. Europa League? Siamo a 36 punti e voglio arrivare a raggiungere un piazzamento per conquistare l’accesso all’Europa. Non bisogna mai appiattirsi. Lo scorso anno nelle ultime 10 partite non abbiamo fatto bene e siamo arrivati dodicesimi (il Chievo e il Parma sono arrivati prima di noi). Dobbiamo lottare per qualcosa d’importante. Bologna? Non sarà una partita semplice. La scorsa stagione abbiamo perso 6 punti con loro e quest’anno non ci hanno lasciato scampo all’andata (persa 4-0, ndc). Cercheremo di lavorare bene durante la settimana e cercare domenica di cogliere i punti deboli. Del Piero mi voleva in Australia? Mi farebbe piacere fare questa esperienza. Il contratto mi scade a giugno e per ora la società non mi ha fatto nessuna offerta. Il mio fisico regge e voglio fare un altro anno. Se mi dovessero proporre un altro anno sarò contento di rimanere. Il problema dell’età avanzata non credo valga perché l’esperienza in campo conta e non credo che bisogna fare i conti con la carta d’identità. Ho un rapporto bello con la società, tifoseria e città”. :salve: :ciao: :catania:

  10. Ip Address: 85.41.235.41

    Buonasera a tutti….
    Auguro un buon San Valentino a tutti e Forza Catania sempre 😀 😀

    Arrestato Massimo Cellino

    Un terremoto scuote lo stadio Is Arenas dalle fondamenta.

    Giovedì 14 febbraio, alle 8, sono stati arrestati il presidente del Cagliari calcio Massimo Cellino, il sindaco di Quartu Mauro Contini e l’assessore ai Lavori pubblici del Comune Stefano Lilliu.

    E’ la clamorosa svolta di un’inchiesta giudiziaria che aveva già portato in carcere due dirigenti del Comune e ai domiciliari l’impresario responsabile dei lavori allo stadio.

    L’arresto del presidente del Cagliari Calcio, Massimo Cellino, del sindaco di Quartu, Mauro Contini, e dell’assessore dei lavori pubblici dello stesso Comune Stefano Lilliu sono stati eseguiti dagli agenti del Corpo Forestale nell’abito dell’inchiesta sulla realizzazione dello stadio Is Arenas che a novembre portò all’arresto del dirigente del settore Lavori pubblici del Comune di Quartu, Pierpaolo Gessa, del dirigente del settore edilizia privata dello stesso Comune, Andrea Masala, e dell’impresario Antonio Grussu. I tre, attualmente agli arresti domiciliari, erano accusati di tentato peculato e falso per aver utilizzato il denaro destinato al piano integrato d’area per la realizzazione di parte del nuovo stadio a Quartu. La notizia dell’arresto è stata pubblicata per primo dal sito dell’Unione Sarda.

  11. Ip Address: 95.245.225.234

    Buonasera raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Ciao joe!!! :ciao: :ciao: :ciao:

    Sogni rosso e azzurro a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  12. Ip Address: 93.46.39.241

    Buona notte a tutti. Questa sera, in occasione di San Valentino, avrò il piacere di assistere al Film capolavoro “Colazione da Tiffany”. Un sincero augurio giunga a tutte le Valentina e Valentino e agli innamorati, siano essi Terroni o Polentoni. 😉 🙂 🙄

  13. Ip Address: 95.239.52.97

    buon giorno a tutti fratelli dal cuore :catania: Maran e Pioli: Tecnici contro
    Le statistiche e le curiosità dei precedenti tra Maran e Pioli. Tutti i precedenti tra i tecnici di Catania e Bologna. Pioli molto fortunato al Massimino. Le vittorie di Maran sul Bologna sono tre e tutte di fila.

  14. Ip Address: 95.239.52.97

    Pioli
    Stefano Pioli non perde contro il Catania dal Novembre 2006, quando al Massimino il suo Parma fu sconfitto per 2-0 dalle reti di Spinesi e Caserta. Primo anno di serie A del Catania.

    Catania vs Pioli
    Il Catania ha battuto Pioli quattro volte in totale, una sola volta in serie A, il resto tutte in partite di serie B, il Modena nel 2005 al Massimino, la Salernitana nel 2004 al Massimino ed all’Arechi.

    Pioli al Massimino
    Pioli ha espugnato il Massimino due volte in carriera, sulle panchine di Bologna, la scorsa stagione (2011/2012) e Modena, stagione 2004/05, entrambe le volte nel mese di Maggio ed entrambe le volte col punteggio di 0-1, maturato nel secondo tempo.

    Lontano
    L’ultimo risultato utile conseguito dal Catania contro Pioli risale al 16 Gennaio 2011, pareggio al Massimino. Il tecnico guidava il Chievo. A seguito di quel risultato, Giampaolo, tecnico del Catania, venne esonerato.

    Imbattuto
    Sulla panchina del Bologna, Pioli è imbattuto contro il Catania. Ha infilato tre successi consecutivi sui tre precedenti a registro.

    Febbraio
    Un solo precedente a Febbraio tra Pioli ed il Catania, il successo per 2-0 degli etnei sulla sua Salernitana nel torneo di serie B 2004/05. A rete andarono Mascara e Grieco, nel primi 5′ del secondo tempo.

    Panchina
    Pioli si è seduto sulla panchina ospite del Massimino a guida di Salernitana, Modena, Parma, Chievo e Bologna.

    Precedenti
    In totale sono 12 i precedenti tra Pioli ed il Catania. Il tecnico parmigiano ha vinto 7 volte, pareggiato, 4 volte è stato sconfitto, una volta la sfida è terminata in pareggio.

    Reti
    Sono 17 le reti fatte dalle squadre di Pioli al Catania, 12 quelle subite.

    Andata
    Rolando Maran ha subito contro il Bologna, nella gara d’andata, il più ingente passivo come allenatore di serie A.

    Ultime tre
    Il tecnico etneo ha perso le ultime tre sfide giocate contro il Bologna, le ultime due senza riuscire a segnare neppure una rete, subendone sei.

    Bologna
    In totale, su sei precedenti in campionato, contro il Bologna Maran ha vinto una gara, in casa, ne ha perse quattro, una in casa; pareggiata una, in casa.

    Casa
    Nel proprio stadio di casa Maran ha perso contro il Bologna solo da allenatore della Triestina l’ultimo precedente interno disputato. Terminò 1-3 al Nereo Rocco, nel Settembre del 2007, con doppietta di Adailton su rigore.

    Ottobre 2006
    L’unico successo di Maran contro il Bologna risale all’Ottobre del 2006, il suo Bari batte 2-0 i felsinei con reti nel secondo tempo di Santoruvo e Ganci. Fu quella l’unica sfida conclusa a rete inviolata contro il Bologna.

    Panchina
    Maran ha affrontato il Bologna sulle panchine di Catania, Triestina, Bari, Brescia. Il primo confronto nel 2005, al Rigamonti (BS), terminò 1-1.

    Reti
    Sono ben 13 le reti subite dalle squadre di Maran contro il Bologna, appena 5 quelle segnate.

    Otto
    Sono otto i precedenti tra Maran e Pioli, due vittorie per il tecnico dei bolognesi, 3 pareggi, 3 successi per il tecnico dei rossazzurri. Nessun precedente è finora occorso nel mese di Febbraio.

    Pioli
    Entrambe le vittorie colte da Pioli sono arrivate negli ultimi due incontri, entrambi disputati in casa, sulle panchine di Bologna e Sassuolo contro il Maran allenatore di Catania e Vicenza.

    Maran vs Pioli
    Maran non coglie un risultato utile contro Pioli dal 29 Agosto del 2009, pareggio al Menti di Vicenza per 1-1 contro il Sassuolo.

    Maran
    Le tre vittorie colte da Maran sono giunte tutte consecutive e tutte da allenatore della Triestina tra il Novembre del 2007 ed il Dicembre del 2008.

    Panchine contro
    Maran ha affrontato Pioli come tecnico di Brescia, Triestina, Vicenza, Bologna. Pioli ha affrontato il Catania come allenatore di Bologna, Sassuolo, Piacenza, Grosseto, Modena.

    Primo pari
    Il primo precedente tra Maran e Pioli si concluse in pareggio, al Rigamonti di Brescia nel 2005. Terminò 2-2 contro il Modena.

    Fatti, subite
    Le squadre di Maran ha subito 10 goal da quelle di Pioli, segnandone 12. L’ultima rete messa a segno da una squadra di Maran contro Pioli è arrivata su rigore.

    Commenti tutto il resto e 8) 😉 :sciarpa: :salve:

  15. Ip Address: 95.239.52.97

    MASCALUCIA (CT) – Il Catania ha sostenuto il suo ultimo allenamento pomeridiano della settimana che lo porterà alla sfida contro il Bologna. C’è un 4-0 da riscattare, quello dell’andata. I rossazzurri si caricano con 40′ di partitella, come sempre giocata a ritmo e morale alto. Decide Bergessio, buon segno. Nessuna novità circa i recuperi dei due infortunati, Capuano ed Izco restano indisponibile per l’appuntamento numero 25 del campionato. Venerdì seduta mattutina a porte chiuse. :sciarpa: :sciarpa: :salve:

  16. Ip Address: 95.239.52.97

    :catania: :catania:
    CAGLIARI – Tre punti in meno alla Roma di Andreazzoli. Sottratta la vittoria a tavolino contro il Cagliari. Il TAR ha ribaltato la sentenza degli organi di giustizia sportivi determinando che la gara si rigiochi. Ad Is Arenas? Intanto si resta in attesa che la Lega Calcio recepisce la sentenza del tribunale amministrativo, la Roma scivolerebbe così a a 31 punti in classifica , a -5 dal Catania. :sciarpa: :sciarpa: :salve:

  17. Ip Address: 87.17.18.144

    Buongiorno raga’!!! :salve: :salve: :salve:
    Qui Napoli e dintorni, cielo sereno con qualche nuvola e temperatura freddina.

    Buona giornata a tutti!!! :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  18. Ip Address: 93.46.42.124

    Un caro saluto ed un augurio di Buona Gioirnata :ciao: a tutti gli amici.

  19. Ip Address: 88.53.188.210

    Buongiorno a tutti gli amici :catania: :catania: ciao Giorgione :salve: :ciao: Saretto :salve: :ciao: :ciao:

    Saretto,bell’articolo 😉 😉 😆 😆

    Ciao Vittorio,su Almiron,tatticamente il tuo discorso è impeccabile,ma per mia concettura,il comportamento di quest’anno di Almiron,è quanto meno irritante,solo per questo da parte mia la sua esclusione diventa “pregiudizievole”,al contrario,un Almiron come quello dello scorso anno,sarebbe quasi “indispensabile”.

  20. Ip Address: 95.239.52.97

    CATANIA NEWS
    :sciarpa: :sciarpa: 14.02.2013 12:01 di Redazione ITA Sport Press Twitter: @ItaSportPress

    Prestigiose convocazioni internazionali per due calciatori della Primavera rossazzurra, ulteriori certificazioni dell’elevato livello di competitività raggiunto dal Settore Giovanile: il nome del difensore Erick Cabalceta figura nella lista presentata dal Direttore Tecnico del Costa Rica Under 20, Jafet Soto, per il torneo CONCACAF che si svolgerà in Messico dal 18 febbraio al 3 marzo; il centrocampista Paul Katsetis si aggregherà invece alla Grecia Under 17 per l’amichevole in programma mercoledì 27 febbraio, ad Atene, contro la selezione austriaca di categoria.

  21. Ip Address: 95.239.52.97

    Alexis Rolin, difensore del Catania, è uno degli acquisti più importanti della gestione Gasparin. Il centrale difensivo uruguaiano è arrivato nella società etnea con l’etichetta di nuovo Thiago Silva e in questi primi sei mesi ha sfruttato appieno le opportunità concessegli da mister Maran, non facendo rimpiangere le assenze di giocatori con tantissima esperienza come Legrottaglie e Spolli. Al momento, il campo conferisce pareri positivi alle prestazioni di Rolin e per lui si prospetta un futuro roseo con la maglia rossazzurra. Qualche giorno fa Rolin ha rilasciato un’intervista all’emittente radiofonica Pasion Tricolor parlando soprattutto della sua nuova esperienza a Catania.

    La realizzazione di un sogno: “La realtà è che non pensavo a questa età d’arrivare dove sono oggi. Ho vissuto tutto in così poco tempo ed adesso sono molto contento per tutto ciò”.

    Ricordi: “Mi ricordo sempre del Nacional, della gente, dello stadio “Parque Central”, del dover difendere la maglia del Nacional, perchè quando uno difende la maglia della squadra di cui è tifoso vive tutto il doppio, i classici vinti, i due campionati, sono tutti momenti molto belli della mia vita e la verità è che mi manca molto il calore della gente”.

    Il Catania: “I primi mesi sono stati più che mai d’ambientamento, cominciare a parlare la lingua, capire gli schemi che vuole il mister, dopo ho cominciato a giocare alcune partite. Tuttavia mi sto allenando come sempre e voglio accumulare il maggior minutaggio possibile perchè è un calcio diverso per me; voglio apprendere giorno dopo giorno. Per fortuna ho compagni molto esperti che hanno giocato per obiettivi importanti e la verità è che sono molto riconoscente alla vita ed ai miei famigliari per l’appoggio che mi danno”.

    Cosa gli manca: “Mi mancano molte cose. Certe notti sono durissime, però devo cercare di essere forte e di pensare che sto facendo ciò che mi piace. Mi manca molto il calore dei nostri costumi, perchè nonostante qui sia simile al Sudamerica non è lo stesso”. :catania: :sciarpa: 😉 :salve:

    La nuova vita: “La verità è che qui ho incontrato persone davvero squisite. Il giorno del mio compleanno ci siamo allenati fino a tardi e dopo i miei compagni mi hanno invitato a passarlo insieme e a prendere una pizza. Questo tipo di gesto uno lo valorizza di più se non sta nel suo paese e ciò mi da la forza per andare avanti”.

  22. Ip Address: 95.239.52.97

    buon pranzo a tutti e sempre forza :catania: :sciarpa: :salve:

  23. Ip Address: 93.46.25.98

    Bravo Rolin, quando si è giovani bisogna vivere intensamente l’oggi e migliorarsi per prepararsi il futuro. I sacrifici pagano sempre. Lontani dagli affetti più cari non è mai bello, però fare nuove esperienze fa parte dell’intensità della vita. Un caro saluto e…fatti valere perchè sei veramente bravo come giocatore e non sei da meno come uomo. :sciarpa:

  24. Ip Address: 72.226.121.41

    Dai dati che ho avuto modo di leggere,la tradizione non ci e’ favorevole nei confronti del Bologna e del suo allenatore Pioli.In ogni caso,questo e’ il momento per ribaltarle.Credo che ques’anno,almeno da quello che traspare,non si nota quel senso di appagamento che ci fu fatale alla fine della passata stagione.Indubbiamente,le motivazioni costituiscono l’elemento essenziale nella vita e in particolare nel calcio.Credo infatti che specie nella massima divisione,esiste un grande equilibrio e la differenza possono darle le motivazioni.Quest’anno il Catania nelle partite in casa e’ in credito con la fortuna solo con la Fiorentina e la Roma.nelle altre partite,invece la nostra squadra e’ stata un rullo compressore.Sono sicuro che anche domenica saremo all’altezza della situazione. FORZA CATANIA……….

  25. Ip Address: 95.239.52.97

    Undici: Castro per il riscatto, Gomez per la sveglia
    Una gara da giocare ed una da riscattare. In campo contro il Bologna Maran ritrova Marchese e Gomez, due elementi che mancarono nella gara d’andata, terminata 4-0 per i bolognesi. Senza Barrientos, dentro Castro, in mediana ritorno a tre per sostituire Izco. :sciarpa: :sciarpa: forza :catania: :salve:

  26. Ip Address: 95.239.52.97

    Nessuna novità per quanto riguarda il reparto avanzato. Confortati dalla prova fornita domenica, avremmo confermato a pieni voti Barrientos, ma l’indisponibilità improvvisa ci costringe ad attinger dalla panchina trovando il pur rincuorante Castro, che avrà così modo di riscattare la sua prima, deludente, gara da titolare, disputata proprio a Bologna. Là davanti ci aspettiamo la solita partita tutta cuore e grinta di Gonzalo Bergessio. Un discorso a parte merita Gomez, pedina insostituibile in casa ma spesso deludente in trasferta. E’ proprio la continuità a far difetto all’argentino visto che le sue qualità tecniche sono indiscutibili. :sciarpa: :sciarpa:

    Catania (4-3-3) Andujar 6, Alvarez 6.5, Spolli 7.5, Legrottaglie s.v., Marchese 6.5, Biagianti 6.5, Lodi 6, Almiron s.v., Castro 6, Bergessio 6.5, Gomez 6.

    A disposizone: Frison s.v., Terracciano s.v., Potenza s.v., Rolin s.v., Bellusci 7, Salifu s.v., Castro 6, Ricchiuti s.v., Doukara s.v. :catania: :salve:

  27. Ip Address: 2.2.103.212

    Buongiorno a tutti pari

    peccato per Barrientos 😐 😐 😐
    Ora qualcosa mi dice che il Catania a differenza di quello che dicevo ieri 4-3-3,
    con il 4-1-4-1 di Giampaoliniana memoria

    ———–Andujar-
    Alvarez–Legrottaglie-Spolli–Marchese
    ————–Lodi
    Castro–Biagianti–Salifu—Gomez
    ————-Bergessio

    Ho messo Salifu al posto di Almiron perché loro hanno un centrocampo a 4 molto muscolare e tecnico ma 2 uomini del valore indiscutibile Kone e Diamanti dietro una punta in piena forma ed in più velenoso , Gilardino!!

    Con Barrientos in campo loro si dovevano peroccupare di più!! Ora siamo noi che dobbiamo stare attenti :ciao: :ciao:

  28. Ip Address: 79.3.103.161

    Un caro saluto a tutti gli amici tifosi

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu