The end

 Scritto da il 3 Giugno 2019 alle 00:43  Aggiungi commenti
Giu 032019
 

Si dice che il buongiorno si vede dal mattino. Erano le 20,30 ma il detto è più che mai attuale. Un 4/3/3 senza Calapai stantuffo a destra forse acciaccato oppure epurato dopo la magra figura dell’andata e in quel settore sostituito da Aya che sicuramente i tacchetti glieli ha lasciati sulle gambe all’attaccante Tulli e con Esposito a fianco di Silvestri centrali e Baraye a difendere dal lato opposto.

A centrocampo fuori Biagianti più incontrista che velocista e dentro Llama accanto a Lodi e Rizzo con l’ordine di far girare la palla e servire i folletti Sarno e Manneh e Di Piazza punta avanzata con l’imperativo di scardinare la arcigna ma lenta difesa granata.

Questo nelle intenzioni…….perché tra il dire ed il fare c’è di mezzo il mare o meglio la qualità del complessivo avversario.

Un collettivo più amalgamato ed assortito quello granata, con i nostri a provare di sfruttare soltanto i lanci lunghi e le ripartenze! Tanto superiori i nostri avversari sul piano del gioco e del palleggio, con i nostri due attaccanti abbandonati al loro destino in avanti e surclassati dalla capacità nei recuperi degli avversari.

Tanto cuore in casa  rossazzurra ma quello solo non basta perché è la testa che spinge i piedi e questi devono lavorare per fare arrivare il pallone in fondo al sacco.

La partita, come prevedibile, si sblocca su palla da fermo grazie alla punizione galeotta calciata da Taugourdeau in maniera galeotta, lenta a scavalcare la barriera, con il pallone che cade a terra ad un metro da Pisseri e lo beffa ingenuamente.

Malgrado la veemenza, ben pochi palloni giungono in area granata, anzi è’proprio il Catania a rischiare di prendere il secondo gol su tiro di Toscano, ben parato stavolta da Pisseri.

Al minuto 41 occasione sul piede di Manneh dal limite ma il tiro si perde poco oltre la traversa.

Il primo tempo si chiude dopo due minuti di recupero per la gomitata volontaria di Scognamillo sul capo di Llama al sedicesimo, non vista dall’arbitro, che meritava anche il rosso.

La ripresa vede partire Calapai, Marotta e Biagianti al posto di Silvestri, Manneh  e  Rizzo ed il Catania cerca con tanto cuore e grinta di recuperare il gol ma sono pochi i pericoli che corre il Trapani e un’altra tegola si abbatte sui rossazzurri quando a gioco fermo si accende una mischia nella quale si lancia come un indemoniato Esposito che colpisce un avversario  e si becca il rosso diretto, stavolta assegnato, dall’arbitro che aveva sorvolato su quello di Scognamillo su Llama.

Sottil, a venticinque dalla fine, richiama Sarno e Di Piazza, impalpabili anche perché poco serviti, e getta nella mischia Brodic e Curiale. È proprio quest’ultimo, dopo pochi minuti, raccoglie un preciso cross di Brodic e di  testa insacca per il pareggio.

Il Trapani accusa il colpo e alcune sicurezze vengono meno: comincia a perdere tempo sfruttando falli laterali, sostituzioni, crampi e quant’altro,  innervosendo i nostri che, malgrado ridotti in 10, tengono il campo con autorevolezza e determinazione, sebbene ben contenuti dagli avversari.

Il nervosismo aumenta anche per le scelte arbitrali che spesso favoriscono i giocatori di casa e per il gol del vantaggio che non arriva, malgrado le iniziative di Brodic, Curiale e Llama.

In occasione di una ripartenza sulla fascia destra da parte del Trapani, Biagianti interviene su di un avversario in maniera interpretata dall’arbitro meritevole di giallo che diventa rosso essendo stato  il numero 27 già ammonito in precedenza.

Rimasto in nove, il Catania riesce ancora a trovare energie per cullare il sogno di un secondo gol ma il nervosismo tradisce Calapai che si avventa a strappare il pallone finito fuori campo e colpevolmente trattenuto da un giocatore della panchina granata ed esce anzitempo col rosso diretto a due minuti dal termine del tempo regolamentare.

Ridotto oramai in otto uomini, malgrado la volontà dei “reduci”, gli etnei non dispongono delle energie necessarie per segnare il gol del vantaggio e malgrado i sei minuti di recupero, escono sconfitti dal Provinciale, lasciando al Trapani la possibilità di approdare in serie B.

Altra stagione da dimenticare, altra annata gettata alle ortiche, con l’aggravante che in questa  salire era relativamente più facile del passato, sia  per la qualità delle avversarie che per le due promozioni in cadetteria dai play off.

Un fallimento stagionale, peggio e più indigesto di quello dello scorso anno, la cui colpa è da attribuire principalmente a chi ha costruito questa rosa ad agosto e che non ha saputo puntellarla a gennaio.

Non è questa la partita che dispiace di non aver vinto, sebbene rappresenta la punta di un iceberg di errori commessi,  ma quelle che fanno male sono le partite di campionato perse a Potenza, Siracusa, Reggio, Viterbo dentro e fuori, Francavilla, come il non gioco espresso per tutto il campionato e che anche nelle vittorie non è sembrato spumeggiante.

Analisi giustificata dal piazzamento al quarto posto che fa a pugni per quello che la città si aspettava e che merita, per entusiasmo dei tifosi, per il pedigree conquistato nel tempo, per bacino di popolazione e per le ferite che la proprietà ha inflitto quattro anni or sono.

Adesso rimane l’amaro in bocca per quello che doveva essere e non è stato, per le parole roboanti profferte dall’amministratore delegato ad inizio stagione, per quelle a difesa di una rosa incompiuta ed incompleta, per l’attacco verbale a coloro che hanno seguito questa squadra col cuore sostenendola sino all’ultimo secondo di questo ultimo play off e con numero di presenti stagionali che rappresentano un vanto per questa serie C che non ci appartiene ma nella quale dobbiamo convivere un altro anno e chissà quanti altri se non si è’ in grado di portare alle falde dell’Etna i giocatori giusti.

Ovvio che per prenderli occorre che si conoscano e ci siamo i soldi per farlo.

Due condizioni indispensabili per andare in B senza le quali inutile fare proclami per strappare abbonamenti: più serio prendere un direttore sportivo che sappia fare la squadra e una proprietà che voglia investire e programmare per il futuro.

  72 Commenti per “The end”

  1. Ip Address: 79.43.108.79

    Eppure oggi con tutti i suoi limiti il Catania poteva vincere se un pessimo arbitro non ci avesse messo lo zampino ( 3 espulsioni ed una punizione inesistente da cui è scaturito il goal granata)
    Cmq il Ct una squadra senza gioco per tutto il campionato, inferiore a molte squadre, nonostante le smargiassate da Capitano Fracassa del monaco tibetano che dovrebbe dimettersi dopo i fallimenti degli ultimi anni.

  2. Ip Address: 2a01:e0a:2:e540:790c:f5c5:5b0:299f

    ….se se ne va Lo Monaco…viene chi ???…Gestisce chiii?….Pulvirenti ?….. cosentino…..state pur certi che sparirebbe il calcio a Catania,

  3. Ip Address: 2a01:e0a:2:e540:790c:f5c5:5b0:299f

    ….se se ne va Lo Monaco…viene chi ???…Gestisce chiii?….Pulvirenti ?…..cosentino…..state pur certi che sparirebbe il calcio a Catania,

  4. Ip Address: 62.2.176.13

    Caro Vale il calcio a Catania é gia sparito da tanto tempo!!!!!!!!

    Si scrive sempre che la C non ci appartiene. Ma siamo in C da anni e non si sa come questo Catania possa riprendersi.

    Senza LoMo a Catania non si fa calcio? Ma in questi ultimi 4 anni cosa ha fatto LoMo? Vale non esiste solo LoMo. Le altre che salgono in B non hanno LoMo ma salgono in B.

    Adesso tutti in vacanza e il prossimo campionato; garantito da LoMo!!!!!! Si va in B

  5. Ip Address: 79.36.109.200

    Non discuto la competenza di lo Monaco come ragioniere e direttore dei conti ma di fare la squadra ha dimostrato di non saperla costruire. Si affidi dunque la conduzione del mercato a un direttore sportivo esperto che conosca i giocatori.
    Peccato non aver concluso la partita in undici grazie ad un arbitro inadeguato che ha voluto rispondere alle critiche mosse dal presidente del Potenza e di Italiano ha ha regalato la punizione del gol e non ha visto il fallo su Llama che meritava l’espulsione di Scognamillo.

  6. Ip Address: 151.36.177.3

    Buongiorno a tutti ❤️💙 e finalmente è arrivato il “rompete le righe” ieri l’arbitro ha fatto quello che ha voluto l’abbiamo visto tutti quanti roba da non credere, tra l’altro lui verrà promosso nella B e questo è il nostro calcio . Detto questo il Catania per l’ennesima volta si parla di stagione fallimentare grazie ad una società di tutto fare e sapientoni , mi auguro che il capotreno e il tibetano spariscano dal calcio Catania se no non vedremo più lustro

  7. Ip Address: 151.36.177.3

    Ecco le prime minchiate targate dal Tibetano CATANIA NEWS
    03 giugno 2019 – 11:12
    Catania tradisce i tifosi: questa è maledizione C. Intanto PLM prepara la nuova rivoluzione
    L’ad etneo cambierà giocatori e staff
    di Redazione ITASportPress

    Game over. Dopo una stagione deludente culminata con il quarto posto in campionato, il Catania dice addio al sogno Serie B. La finale era questa, ma il Catania non l’ha capito. Passare il turno con il Trapani avrebbe sicuramente spalancato le porte a un traguardo atteso dai tifosi e invece è stato messo il sigillo all’ennesima deludentissima stagione che certifica per il quarto anno consecutivo la bocciatura del progetto Lo Monaco. Dal Provinciale esce un Catania a pezzi che ha mostrato una squadra senza testa e caratterialmente fragile. Contro i granata infatti ha pesato la condizione mentale dell’undici di Sottil che ha chiuso in 8 con tre rossi per falli di reazione e non di gioco. Il tecnico non si può dire che non le abbia provate tutte con i cambi ma forse ha avuto il torto di non saper scegliere la formazione base dal 1’. Catania al Provinciale con una sola punta e con Aya esterno il quale non ha assicurato la spinta consueta sulle fasce. Troppi stravolgimenti di ruoli e giocatori in una semifinale decisiva. C’è chi con i cambi raddrizza le partite e chi non ci riesce. Sottil non ha evidentemente azzeccato le mosse. E così è arrivato l’ennesimo flop di questa amara stagione per i tifosi che si sentono traditi e non sopportano più di rimanere in questa categoria che tra l’altro la prossima stagione sarà ancora più difficile per la presenza di Avellino, Bari, Foggia e chissà anche la Salernitana. Lo Monaco ha deciso di avviare un’altra rivoluzione tecnica e tra qualche mese si ripartirà con una nuova squadra, un nuovo staff e quasi sicuramente un nuovo allenatore.

  8. Ip Address: 62.2.176.13

    Ciao Mexxican

    Niente di nuovo! Da quando siamo in serie C (5 anni) se non mi sbaglio é stato ogni anno cosi! Cambiano tutto; soltanto i CAPITRENI rimangono sempre quelli stessi.

    Vediamo se questa volta riescono a fare qualcosa di buono (che io non credo) ma come si dice!!

    LA SPERANZA E L’ULTIMA A MORIRE…………………………………………..

  9. Ip Address: 188.106.104.81

    L’avevo detto già contro il Potenza che i carusi sembravano un po’ troppo irascibili. I giocatori del Trapani lo hanno capito e con la compiacenza di un arbitro diciamo poco “attento”, li hanno provocati fin dall’inizio. I nostri, che sotto questo aspetto professionisti ancora non sono, hanno reagito nella maniera più stupida possibile e ci hanno lasciato le penne. Caro Esposito, non si può andare a dare un pugno in faccia a un giocatore avversario: è ovvio che anche se l’impatto fosse pari allo svolazzo di una farfalla, quello si getterà a terra moribondo contorcendosi fino a quando l’arbitro non ti avrà espulso. Vabbè, diciamo che perlomeno non hanno perso neanche a Trapani, i playoff quest’anno sono andati meglio dell’anno scorso, dove pure in classifica avevamo avuto un piazzamento migliore. Adesso non rimane che rimboccarsi le maniche e provare a risalire il prossimo anno. Come ogni anno ormai dal 2014 in poi…
    Ha ragione jamajama, le altre salgono e nuattri alliccamu a sadda. E chissà per quanto tempo ancora.
    Saluti a tutti

  10. Ip Address: 79.36.109.200

    Adesso parole parole parole. Ne sentiremo tante, tantissime da oggi stesso fino a quando inizierà la prox stagione. Inizieranno i paroloni per portare la gente ad abbonarsi ma non credo che stavolta i tifosi abboccheranno in massa.
    Adesso tra breve comincerà la campagna acquisti e vedremo chi la condurrà sperando che non sia il direttore che ha fallito miseramente in particolare a gennaio prendendo giocatori magari buoni ma che hanno avuto bisogno di cinque mesi per riprendersi fisicamente ed amalgamarsi con la squadra. molto male gli acquisti estivi per i quali errori adesso non andiamo in serie B .
    Errori che si sommano a quelli dello scorso anno e che impongono un deciso cambio nella strategia societaria in particolare in quella delle scelte tecniche.

  11. Ip Address: 37.227.50.112

    Non bisogna stravolgere nulla . Via i più incapaci, si tengono 3/4 veterani. E si prende solo in prestito giocatori 9/10 promettenti da tutte le categorie superiori . Si prende un signor allenatore e con 4/5 milioni si va in B. Non OCCORRE svenarsi per vincere. occorrono giocatori motivati. Ormai la C e un’altra B. Altrimenti coi nomi che poi non rendono e stra pagati falliamo definitivamente. Buona estate a tutti

  12. Ip Address: 37.159.111.122

    Tanta rabbia ma una cosa mi fa..schiumare il sig.plm non ha usato una parola dico una x i tifosi…tifosi impagabili non un ringraziamento a chi ha riempito uno stadio da serie a….ingrato non merita nulla….buone vacanze Carusi pensiamo ad altro ….meglio è…..

  13. Ip Address: 62.2.176.13

    Si è chiusa ieri sera, l’ennesima stagione amara per il Catania. A Trapani il club etneo è stato condannato anche dagli episodi e da un arbitraggio discutibile come sottolinea ai microfoni di Itasportpress.it, l’ad rossazzurro Pietro Lo Monaco che ha risposto ad alcune domande.

    Direttore solo l’arbitro è il responsabile dell’eliminazione del Catania?

    “Assolutamente sì. La partita di ieri è stata decisa dall’arbitro e vi elenco gli episodi che ci hanno condannati: punizione inesistente che ha portato poi al vantaggio del Trapani; fallo da espulsione di Scognamillo su Llama con una gomitata che ha spaccato la testa al nostro giocatore; espulsione di Esposito totalmente inventata perché non ha colpito nessuno; Biagianti ha semplicemente interrotto un’azione offensiva del Trapani con un intervento ai limiti ma senza sfiorare l’avversario; Calapai voleva il pallone per battere la rimessa laterale mentre un calciatore del Trapani che si trovava in panchina ha cercato di trattenere per più tempo la sfera. Poi nel complesso l’atmosfera di ieri è stata surreale. Atteggiamenti provocatori che con il calcio non hanno nulla a che fare. Ostruzionismo da parte di tutti i presenti in campo del Trapani”.

    La squadra ha avuto però un carattere fragile visto che le tre espulsioni sono arrivate per falli di reazione…

    “E’ stata una partita giocata sul piano dei nervi e con la tensione altissima. Era una partita da dentro o fuori e alla fine qualcuno è ingenuamente caduto nelle provocazioni. L’abbiamo affrontata col piglio giusto, ma purtroppo l’arbitro ci ha messo del suo. Non voglio fare del vittimismo, ma certamente chi ha diretto la partita del Provinciale, l’ha fortemente indirizzata. Usciamo per il secondo anno di fila senza aver perso una semifinale. A campi invertiti avremmo eliminato il Trapani quindi ha pesato il quarto posto in classifica”.

    La stagione si è chiusa con tanti passi avanti per il risanamento del club ma sul piano sportivo è il terzo suo assalto alla B mancato. Da dove si riparte?

    “Faremo una riunione con tutto lo staff e i calciatori nei prossimi giorni e solo dopo si potrà capire chi resta e chi parte. Sul piano sportivo abbiamo mancato l’obiettivo, ma abbiamo sempre lottato facendo un campionato di vertice. Sarà così la prossima stagione. Siamo una società viva e forte e con un settore giovanile importante. Un lavoro che per molti non sono punti in classifica ma per noi valgono come cinque vittorie consecutive”

    Lo dica con franchezza, Sottil resta?

    “Prima di pensare al tecnico, abbiamo scadenza importanti per scrivere la squadra al prossimo campionato, solo dopo valuteremo anche la situazione allenatore e tutto il resto. Non abbiamo fretta e certamente non è che adesso dobbiamo spaventarci per la presenza al prossimo campionato di Bari, Avellino e Foggia. Dove sta scritto che queste squadre che sono arrivate ora in C hanno più credenziali di noi? Faremo un campionato duro e ci riproveremo di nuovo ad andare in B”

    La colonna storica del Catania costituita da Lodi, Biagianti e Marchese è arrivata al capolinea?

    “Non lo so adesso, ci sarà da confrontarsi e discutere insieme. Le analisi vanno fatte presto, ma ogni decisione sarà presa per il bene della squadra e dell’atleta-bandiera”

    Per chiudere direttore, cosa c’è da salvare al termine di questa stagione amara?

    “E’ stato un anno disgraziatissimo visto come è iniziato. Eravamo in B ma poi sapete come è finita. Abbiamo cominciato a giocare in autunno quando la Juve Stabia era capolista con 15 punti. Ce ne sono capitate di cotte e di crude e non posso definirlo un campionato regolare. Un torneo certamente falsato dall’inizio alla fine e che si è chiuso nel peggiore dei modi. Essere eliminati dalla competizione come siamo usciti noi ieri, è la giusta conclusione di come è iniziata la stagione. Ma una cosa sicuramente è da salvare: l’affetto della gente. 22 mila mila tifosi contro il Trapani sono un numero importante. Ancora una volta hanno dimostrato di essere una tifoseria che ama la squadra. La cosa positiva è che finalmente la prossima stagione potranno seguirci anche in trasferta”

  14. Ip Address: 62.2.176.13

    giudicate voi. A me quasi tutto quello che dice non mi convince. Tanne questa

    Ma una cosa sicuramente è da salvare: l’affetto della gente. 22 mila mila tifosi contro il Trapani sono un numero importante. Ancora una volta hanno dimostrato di essere una tifoseria che ama la squadra. La cosa positiva è che finalmente la prossima stagione potranno seguirci anche in trasferta”

  15. Ip Address: 151.36.53.102

    Buon pomeriggio a tutti ❤️💙 si jamajama il nostro amatissimo tibetano ragiona così che prima i tifosi recavano solo danni, per poi all’improvviso magicamente i tifosi diventano straordinari ……… (i futuri clienti )

  16. Ip Address: 79.36.109.200

    buongirno a tutti. Apprendo che la proprietà si affiderà anche per la prossima stagione aPietro Lo Monaco che continuerà a fare tutto lui, Adesso il primo passo l’allenatore e si vocifera un possibile ritorno di Pasquale Marino che si e’ liberato dallo Spezia ma queste ancora chiacchiere da comari.
    sarebbe la scelta giusta? Conosce il girone C quest’anno ancora molto più difficile? Accetterà di scendere di categoria ? E’ disposto a non mettere parola sulla formazione della rosa? Io sono convinto che arriverà il solito allenatore aziendalista che da bravo soldatino accetterà totalmente i diktat del direttore. Per noi un film già visto.

  17. Ip Address: 151.36.34.150

    No catanese a Napoli ,io la vedo veramente dura con questi personaggi, sicuramente inizia il solito copione di tutte l’estate prima con vari risanamenti poi i contratti a lungo termine che ha sua volta non si può fare mercato . Mi sa che dobbiamo marcire per molti campionati in questa lega pro-vola

  18. Ip Address: 109.116.230.45

    E’ certo che la rosa era sballata ed è altrettanto vero che l’arbitro ha condizionato il risultato della partita a Trapani ma Sottil ha commesso tutti gli errori possibili e non sono io a dirlo ma lo dice lui stesso iniziando al Massimino la gara con tre mediani di rottura ed arrivare poi alla con una linea mediana formata da Lama e Lodi. Il Catania ha perso l’opportunità di superare il turno al Massimino, quella era una partita da vincere a tutti i costi e così come già avevo detto prima Lodi doveva essere impiegato insieme con Sarno sin dall’inizio e non quando la partita era già quasi compromessa. Con quella formazione Sottil ha regalato al Trapani il centrocampo per tutto il primo tempo e la cosa che mi fa più rabbia è che non ha ancora capito che Sarno come esterno non produce, gioca con se ed è facile neutralizzarlo ma messo dietro le due punte diventa devastante e difficile da marcare perchè può andare a dx o sx. Con Lodi e Sarno messi uno più indietro e l’altro più avanti credo che il Trapani non avrebbe fatto quel figurone e facilmente usciva dal Massimino con una sonora sconfitta e non con un pareggio fra l’altro ottenuto grazie a Lodi.
    Ho smesso di commentare perchè non ho digerito la miopia dimostrata dal tecnico che ho sempre difeso perchè con quella rosa da lui si pretendeva l’impossibile ma per una partita che si doveva vincere ad ogni costo ha dimostrato che non ha le idee molto chiare e che non conosce bene i giocatori che allena.

  19. Ip Address: 151.36.34.150

    🔴 I giocatori del Trapani mettono in mora la società!

    I calciatori professionisti attualmente tesserati per il Trapani Calcio S.r.l., per il tramite dell’AIC, intendono rappresentare quanto segue.

    “Nel corso degli ultimi due mesi, l’attuale proprietà ha più volte disatteso le promesse relative al regolare pagamento delle retribuzioni. In particolare, sia verbalmente che a mezzo stampa, l’attuale Amministratore ci ha illuso con molteplici rassicurazioni in merito, che, alla prova dei fatti, hanno trovato solo tristi smentite.

    L’apice delle smentite, purtroppo, si è raggiunto nella giornata di venerdì 31 maggio – termine, peraltro, indicatoci dall’attuale proprietà per il pagamento delle retribuzioni del mese di marzo e aprile 2019 – allorquando, non senza disappunto, abbiamo potuto verificare come solo un piccolo gruppo dei componenti della rosa abbia ricevuto lo stipendio di marzo, rimanendo impagato per tutti quello di aprile.

    A questo punto, stante l’insostenibilità della situazione, tramite l’Assocalciatori, la squadra tutta ha formalmente messo in mora la Società al pagamento delle retribuzioni dovute, nelle forme previste dall’art. 17 dell’Accordo Collettivo AIC – Lega Pro – FIGC.

    Si tratta di un atto necessario e finalizzato alla salvaguardia dei nostri diritti costituzionalmente garantiti, ma, soprattutto, per mettere alla prova, definitivamente, l’affidabilità o meno della Società.

    Ciò nonostante come ovvio che sia, il nostro impegno resterà inalterato, se non rafforzato (come già dimostrato contro il Catania), in quanto la nostra passione ci spinge ben oltre le vicende extra calcistiche. Lo dobbiamo a noi stessi, alle nostre famiglie, ai nostri meravigliosi tifosi e ad una città intera!
    Questa è la nostra favola…scriviamo tutti ASSIEME il lieto fine”.

  20. Ip Address: 91.252.119.81

    Uguale a Catania gente che se ne fotttte.

  21. Ip Address: 2a01:e0a:2:e540:f55e:58f2:ff49:adfc

    con questa notizia del trapani…. Mexxican…c’é ancora piu’ rammarico per cio’ che non é stato… …aggiungendo altro dolore e rimpianti ai tifosi del catania…….oggi ci saranno i play out….non so ancora contro chi gufare…..da un lato il mio odio verso Lotito mi indirizza verso una squadra…dall’altro il desiderio di non incontrarla in serie C l’anno prossimo……. 🙄

  22. Ip Address: 62.2.176.13

    Ciao Ragazzi

    Un Calabrese/Americano ha comprato la Fiorentina! Come mai gente del genere non viene e compra il CATANIA?

    Io da lontano mi domando ma un CATANESE coi soldi che prenda in mano il CATANIA non esiste? (purtroppo sono un morto di fame) Dopo mi rispondo se la Fiorentina é stata venduta a 170 Miliono di Euro per il CATANIA il gattto e la volpe chissà quandi soldoni vogliono………………

    prendiamola a scherzare …………….

    Ciao a tutti

  23. Ip Address: 151.38.169.157

    Buongiorno a tutti ❤️💙 si jamajama un certo Rocco Commisso , ho letto anch’io la notizia del cambio di proprietà in casa viola incuriosito perché si parla di lo monaco come AD della Fiorentina ( macari diu) . jamajama e spendili sti💰💰💰💰💰compralo tu il Catania 😄😄😄😁😂

  24. Ip Address: 62.2.176.13

    gia sono in contatto con Pulvirenti. Ma vuole che mi prenda anche LoMo e quello costa, ma costa tanto tanto :mrgreen: :mrgreen:

  25. Ip Address: 151.36.134.211

    Buongiorno a tutti ❤️💙 quindi pulvirenti venderebbe il pacchetto intero 😀

  26. Ip Address: 79.13.133.251

    Jamajama credo che il prezzo del Catania cash con Torre del Grifo non divisibile dia intorno i 65 mil di euro.
    Ritengo non esistano non solo catanesi ma anche nababbi che possano essere interessati ad una società di serie c a queste cifre.
    Che vuol dire? Che la società è invendibile.

  27. Ip Address: 79.13.133.251

    Ora stanno inondandoci di notizie afferenti il Toto allenatore da scienza e Grassedonia passando da Sottil che ha ancora un anno di contratto, al Ritorno di Lucarelli.
    Io penso che se prima non si svolge il consiglio di amministrazione del calcio Catania che dovrà decidere se riconfermare Lo Monaco il cui mandato scade il 30/06, nulla si può decidere dal punto di vista tecnico.
    Solo il nuovo c.d.a. ci dirà la nuova strategia della società sebbene penso che lo Monaco sarà riconfermato e con pieni Poteri .
    Speriamo si affidi ad un d.s. Esperto ma conoscendolo o e’ un aziendalista che fa il soldatino o saranno scintille

  28. Ip Address: 62.2.176.13

    il prezzo del Catania cash con Torre del Grifo non divisibile dia intorno i 65 mil di euro; e altri 65 li devo spendere per prendere LoMo

    credo che per pochi spiccioli non ci riesco 😳 😳 😳

    Prima Torre del Grifo era un fiore all’occhiello e oggi nessuno compra proprio per torre del grifo; siamo veramente incasinati con questo Catania

  29. Ip Address: 109.116.230.45

    Catanese hai scritto cose esatte, prima il cda e poi si vedrà. L’unica aggiunta per inquadrare bene la situazione è che se ci fosse un eventuale compratore (che non credo) non dovrebbe sganciare 65 milioni di cash. Quest’ultimo importo comprende l’ammontare di tutti i mutui e debiti dilazionati ancora a scadere che dovrebbero essere detratti con l’accollo. Pertanto il profilo dell’eventuale compratore non deve essere necessariamente uno sceicco ma di un imprenditore che opera nell’area ristoro, attività sportive e benessere o fondo immobiliare. Se le notizie di quest’ultimo anno fossero vere, cioè che TDG riesce a vivere di luce propria quindi capace di pagare anche il suo mutuo basterebbe una cifra molto molto molto inferiore ma ovviamente l’eventuale acquirente dovrebeb avere le spalle molto robuste per garantire che i debiti cmq verrebbero pagati.

  30. Ip Address: 2001:b07:5d2e:3854:b8aa:33ac:f612:1d4e

    Ormai dobbiamo rassegnarci se non cambia la proprietà la nostra dimensione è la lega pro con poche risorse non aspettiamoci una squadra forte se va via il tibetano non andiamo di sicuro in B e anche se resta come diceva Sarri non possiamo competere con squadre che vantano un fatturato superiore al nostro e sperare in un futuro compratore è pura utopia

  31. Ip Address: 62.2.176.13

    Il Palermo che ha salvato la B riparte da Marino: firmerà un contratto biennale. L’ex tecnico dello Spezia torna ad allenare in Sicilia dove aveva iniziato la carriera. Riportò il Catania in A dopo 22 anni

    L’ultima volta ci sono volute 22 anni per tornare in A. E questa volta?

    Gaetano credo che tu hai raggione la serie C é la nostra dimensione. E anche con un pubblico meraviglioso resteremo in questa serie. Non so se é solol un problema di soldi. Credo che sia anche un problema di competenza che manca.

    Dunqe speriamo che questa volta non ci mettiamo 22 anni……………………………

  32. Ip Address: 5.90.190.168

    Giornali di oggi Lucarelli al catania…piuttosto cambio squadra saluti ai tifosi ct

  33. Ip Address: 5.90.190.168

    Pasquale Marino non digerisce plm scelta scontata con un direttore così che vuoi concludere….siamo alle solite b giornata

  34. Ip Address: 151.36.63.167

    Buongiorno a tutti ❤️💙leggo da più parti vari nomi di allenatori che potrebbero sedere sulla nostra panchina credo su tutti quei nomi scritti nei vari siti o testate giornalistiche non verrà nessuno , perché il nostro Mario merola agisce con le sorprese ne prenderà uno a basso costo di prima esperienza che esegue gli ordini , intanto incominciamoci a preparare per un’altro campionato di vertice 😁😀😧😄😃😂😅🤣😊🤪😩😔😤🥵

  35. Ip Address: 79.13.133.251

    Oggi il toto allenatore propone Vivarini ex allenatore esonerato dall’Ascoli.
    Un allenatore al giorno toglie il medico di torno ma fa gonfiare l’affare fino a farlo scoppiare

  36. Ip Address: 79.13.133.251

    oggi alle 20,30 si doveva giocare a Piacenza. Si gioca ma non saremo noi quelli opposti alla squadra emiliana. Ringraziamo la Società per averci permesso di stare a casa nostra ed in famiglia questo sabato. A saperlo non andavo neppure a Potenza.

  37. Ip Address: 151.82.112.196

    Buongiorno e buona domenica a tutti ❤️💙

  38. Ip Address: 79.13.133.251

    Buona domenica a tutti. Ieri sera il primo atto tra Piacenza e Trapani valido per un posto in serie B.
    Che dire! Un tempo a testa pieno di tanta noia e rimpianti per noi.
    Nulla di che il Piacenza visto ieri che si poteva battere qualora avessimo superato lo scoglio Trapani.
    Anche ieri, come contro di noi, nel secondo tempo il Trapani crolla fisicamente e se non fossimo stati ridotti in dieci per il gesto scellerato di Esposito e per il secondo giallo assurdo sventolato a Biagianti che ci ha visto giocare il nove forse la spuntavamo.
    Il problema che questi play off non dovevamo disputarli e di questo Società e dirigenza se ne devono fare carico.
    Ora cosa cercano? Gli abbonamenti per la prox stagione a scatola chiusa?

  39. Ip Address: 109.116.230.45

    Catanese in data 16 maggio prima di andare a giocare a Potenza ho scritto “Anche io ho notato un eccesso di amperaggio usato per la ricarica delle batterie dei giocatori e rischiare di farsi espellere in modo stupido potrebbe creare danni incalcolabili” e purtroppo è accaduto quello che temevo. Esposito in quella occasione nonostante la sua esperienza non ha usato il cervello e concordo con te che il Piacenza non è una corazzata. Grandissima occasione persa nonostante la rosa sballata, Sottil al Massimino contro il Trapani ha sbagliato tutto ed ha sulla coscienza insieme all’arbitro a Trapani l’uscita dai play off.

  40. Ip Address: 151.34.214.231

    La verità è che noi siamo a casa a guardare sia il Trapani che il Piacenza , purtroppo i nostri supereroi hanno confermato i loro limiti . Era assolutamente nelle nostre possibilità dì poterli batterli ma si è fatto di tutto per non batterli non ci resta che meditare……………

  41. Ip Address: 5.90.127.196

    B notte Carusi vedrete che la px settimana sentiremo plm ….piangere non ci sono soldi x iscrizione….E così è giustificato l’arrivo di un allenatore…..scarso ancora b notte….sogniamo è meglio…

  42. Ip Address: 151.34.227.120

    Buongiorno a tutti ❤️💙 Ma qualcuno sa spiegarmi come mai ancora dura questo silenzio stampa da parte della società?

  43. Ip Address: 84.226.132.80

    Ciao Mexxican

    Meglio che stiano zitti! Tanto se parlano escono solo minghiate!!!!!!

  44. Ip Address: 109.116.230.45

    Mexxican eJamajama questo silenzio stavolta sembra giustificato perchè entro questo mese c’è fissata l’assemblea della società che dovrebbe rinnovare/modificare le cariche sociali. Pertanto significa che ancora non esistono certezze assolute chi eleggere ed appena avranno deciso probabilmente faranno una conferenza stampa prima della data fissata per l’assemblea che è decisamente troppo distante per iniziare ad impostare la prossima stagione.

  45. Ip Address: 151.34.229.93

    Assemblea? Di chi? Quali soci? Io ancora non riesco a capire chi è il proprietario del Catania pulvirenti? Che da più di cinque anni che non si vede ogni tanto una timida apparizione, poi c’è Franco il presidente chi l’ha visto mai? Infine c’è il tibetano quello che fa tutto lui tranne i goll

  46. Ip Address: 109.116.230.45

    Piaccia o no il Calcio Catania ha un proprietario che delega i suoi poteri di gestione ad un consiglio di amministrazione che necessariamente deve nominare ogniqualvolta il mandato va in scadenza. La figura di Lo Monaco fino ad ora è stata direttore generale nominato dal cda ed ha agito con tutte le deleghe necessarie sul piano sportivo ed amministrativo. Con questo tipo di impalcatura societaria, che non è solo quella del Calcio Catania, la visibilità della proprietà si riduce solo per rifornire finanziariamente la società, diversamente con una maggiore visibilità della proprietà o cda andrebbe in sovrapposizione con i poteri dati al Direttore generale ( Lo Monaco). Pertanto, fino a quando la proprietà non rinnova o modifica la struttura delle competenze nessuno rilascia dichiarazioni.

  47. Ip Address: 95.252.128.129

    le ultime dichiarazioni di Pietro Lo Monaco rilasciate il 09/06 : sono lontane dall’attendere le decisioni del consiglio di amministrazione. Ha dichiarato di non sentirsi sotto esame perché ha salvato il Catania dal fallimento e di essere esposto col club per un milione e duecento mila euro. Ha continuato che Argurio resta e che ci sarà una mini rivoluzione nella rosa anche se ancora non ha parlato con Sottil .
    Altro che remissivo !!!

  48. Ip Address: 109.116.230.45

    Lo Monaco rilasciando queste dichiarazioni significa che verrà riconfermato dalla proprietà. Il fatto che dichiara di non sentirsi sotto esame e che vanta un credito verso la società significa che ha messo in conto che questo poteva succedere per il fallimento sul piano sportivo che in gran parte è stato causato dalle sue scelte che lui non ammetterà mai. Se così stanno le cose dobbiamo solo sperare che gli errori commessi in passato servono da lezione.

  49. Ip Address: 95.252.128.129

    Apprendo solo ora che l’intervista rilasciata a itaspirtoress ieri da lo Monaco è stata categoricamente smentita dall’A.D.
    Infatti pensavo che era fuori luogo fare dichiarazioni prima della riunione del consiglio di amministrazione ma si sa che Lo Monaco è vulcanico

  50. Ip Address: 151.36.21.88

    Ho l’impressione che stiamo assistendo ad un’altra estate ricca di barzellette……….cercasi padrone

  51. Ip Address: 62.2.176.13

    Buongiorno a tutti

    purtroppo questo Catania é una barzelletta dai tempi di Cosentino. Anche se Cosentino é andato via questo Catania resta una barzelletta!

    Una società que vuole andare in B deve avere pronto gia il piano per salire. Se poi non si vuole salire, allora tutto il caos che fanno ogni anno é giustificato……………………..

    LoMo come sempre prima dice e dopo smentisce………………..

    Ma vediamo come questo anno la barzelletta finisce. Massimo a settembre/ottobre lo sapremo

  52. Ip Address: 79.26.198.152

    Ha detto….. non ha detto…..,, una cosa e’ Certa: la comunicazione del calcio Catania deve cambiare. Un addetto stampa che non si vede mai ai microfoni sostituito dal direttore che poi quando parla fa guai. Difficile credere che un virgolettato di itasportpress non sia veritiero: probabilmente è stato detto come confidenza ma poi pubblicato come intervista. Il calcio Catania e lo Monaco lo smentiscono categoricamente ovvio che poi ognuno farà le sue considerazioni, ma se quello che è stato scritto e’ Vero, è molto grave.
    Adesso le “buone notizie” con Il certo addio di Aya che probabilmente va a Pisa in serie B essendo in scadenza di contratto e quindi il Catania non guadagnerà nulla. Salernitana e Spezia a caccia di Manneh che sarà ceduto per trenta denari come accaduto per Bogdan. Ah a proposito! Intorno all’ex spilungone rossazzurro ora del Livorno, si è accesa un’asta con Sassuolo, Torino e anche Napoli e noi lo abbiamo ceduto per trenta denari. Grandi affari o meglio grandi svendite

  53. Ip Address: 62.2.176.13

    CTaNA

    vedi questo é il progetto del Catania………………..Purtroppo é evidente che non ci sanno fare!!

  54. Ip Address: 62.2.176.13

    CATANIA Il nodo allenatore verrà sciolto a fine mese. Prima il Catania deve rispettare le date imposte dalla Lega per l’iscrizione. Entro il 24 deve versare una somma superiore a 350 mila euro. Sembra non esserci impedimento alcuno, poi partirà la corsa al robusto rafforzamento dell’organico.

    Come riportato dal nostro giornale, versione cartacea, i nomi dei possibili allenatori sono già noti: Lucarelli (il ritorno viene considerato poco probabile), Grassadonia, Vivarini (ipotesi per il momento da scartare). I giocatori in partenza sono molti: Marotta (Como?), Curiale (Catanzaro?), Pisseri (Bari?), Aya (a scadenza, lo cercano Avellino e Reggina), Carriero (Avellino) e molti altri ancora.

    Sul fronte arrivi per ora solo ipotesi non supportate dalla scelta del nuovo allenatore: al Catania piacciono (e piacevano anche a gennaio) il centravanti Bianchimano, il portiere Iannarilli, l’attaccante esterno D’Ursi tanto per citarne alcuni.

    COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE

    Logico e dopo a metà luglio vanno a cercaro I migliori giocatori…………………….che sicuramente aspettano il Catania che li compra!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  55. Ip Address: 5.90.143.40

    Mi chiedo ma perché Aia deve partire x forza che politica è questa lo stesso passeri che x me rimane un grande calciatore scopriamo un bravo giocatore e poi ….via così non va politica di plm maldestra saluti ai tifosi ros.azz.rri

  56. Ip Address: 151.68.24.114

    Buon pomeriggio a tutti ❤️💙 si a quando pare AYA sarà un nuovo difensore del neo promosso Pisa , peccato perché era l’unico giocatore che ha giocato tutte le partite e che anche correva tra l’altro lo perdiamo a parametro zero complimenti alla società

  57. Ip Address: 62.2.176.13

    Dubbi, incertezze, equivoci a Torre del Grifo tra il patron Nino Pulvirenti e l’amministratore Pietro Lo Monaco non ce ne sono e non ce ne potrebbero mai essere in futuro. L‘esperto dirigente di Torre Annunziata da quanto trapela da Torre del Grifo, non è mai stato messo in discussione da Pulvirenti e mai avrebbe pensato di cacciarlo o declassarlo spogliandolo dai compiti di calciomercato. Lo Monaco a Itasportpress.it ha rilasciato una lunga dichiarazione a riguardo.

    DECIDO IO – “Mi hanno detto che qualcuno si è divertito a scrivere tante cose su di me in questi giorni, tipo: Pulvirenti ha dubbi su di me; non se la sente di mandarmi via e così via. Intanto non mi sono mai sentito sotto esame perchè io ho risollevato il Catania dalle ceneri e nessuno può decidere il mio futuro. Nel Calcio Catania l’unico che può decidere qualche cosa sono io. Non esiste nessun altro dirigente che può decidere su di me. Io sono esposto col Catania per un milione e duecento mila euro. Chi ha scritto e detto scemenze, lo ha fatto solo con un obiettivo: creare destabilizzazione all’interno della società”.

    PULVIRENTI – “Pulvirenti il giorno dopo la partita di Trapani è venuto a casa mia a supplicarmi di riprovarci il prossimo anno con un progetto ancora migliore sul piano tecnico. Da quando sono al Catania, tutte le decisioni le ho prese io e il patron Pulvirenti non ha mai aperto bocca perchè si fida ciecamente di me. Nel 2011 fui io a decidere di andare via per un motivo grave e Pulvirenti fece di tutto per trattenermi”.

    FIORENTINA – “Ho messo da parte offerte importanti perchè sono sicuro che se vado via, il Catania scomparirebbe il giorno dopo come si è già rischiato durante la mia assenza. Il Catania era fallito e se adesso è iscritto ad un campionato professionistico, è grazie al sottoscritto che ci ha messo soldi prelevandoli dal conto corrente personale. Fin quando ci sarò qui io, nessuno potrà decidere di cambiare lo staff. Ferrigno? Con me a Catania per lui non ci sarà posto, ha sbagliato e sa e sa di cosa parlo. Il ds Argurio confermo che resta al suo posto perchè è una persona per bene e molto competente. Squadra? Ci sarà una mini rivoluzione visto che qualcosa non ha funzionato in questa stagione. Sottil? Poi vediamo, ne devo parlare prima con lui”.

  58. Ip Address: 62.2.176.13

    Il Catania di fatto é di LoMo. come fa capire in questa intervista. dunque di cosa parliamo? Farà come ha fatto gli ultimi 4/5 anni. Guarderà di rientrare I soldi che ha messo di persona!

    Da oggi ho scoperto che non faccio il tifo per il Catania ma per il LoMo CT……………….

    Ragazzi qui altro che 22 anni per risollevarci……………..

  59. Ip Address: 5.90.143.40

    Mi chiedo fino a quando durerà il silenzio stampa….che ridicoli…

  60. Ip Address: 79.27.184.58

    Ragazzi, tifosi innamorati del Catania , anche se resta l’amaro in bocca, di un’altra annata scellerata, guardiamo il bicchiere mezzo pieno. Penso che la società C.Catania cosi com’è strutturata ha permesso la sopravvivenza a se stessa. La cosa che si evince in modo chiaro è che malgrado gli svorzi non si é ottenuta la sperata promozione. Malcontento generale è ovvio, almeno spero che i debiti siano finiti. Riproviamo insieme tutti Lo Mo è bravo nel suo mestiere, sta avendo difficoltà anche lui a far riemergere la squadra dalle paludi della C. Perché non è un gioco matematico o scienza esatta ci vuole anche un po’ di fattore k ( fortuna), che purtroppo non c’è stata. Uniamoci tutti e proprio tutti attorno alla società proponiamo collaborazione, diamo suggerimenti incoragiamo affinche si trovi un allenatore che abbia una bella visione di gioco si allestisce una bella squadra e si abbia un po’ di fattore K. Perché gol presi al 92- 94 minuto non si verifichino più. Tiri deviati che entrano sospinti dal vento, o pallori che passano in maniera millimetrica nella nostra porta, questo nuovo anno calcistico li cancelli definitivamente e anzi si rivesci la tendenza. Dei treni del gol o altre fangate simili non vengano mai più neanche immaginate a Catania. Quindi tutti collaboriamo uniamoci, anche se io che vivo fuori città in modo permanente devo fare elevensport a 30 €, facciamo tutti la nostra parte basta critiche incoragiamo. Sperando che con quel che abbiamo e formeremo, quest’anno torneremo in B e poi da lì chissà. Un abbraccio a Catania

  61. Ip Address: 79.27.184.58

    Ragazzi, tifosi innamorati del Catania , anche se resta l’amaro in bocca, di un’altra annata scellerata, guardiamo il bicchiere mezzo pieno. Penso che la società C.Catania cosi com’è strutturata ha permesso la sopravvivenza a se stessa. La cosa che si evince in modo chiaro è che malgrado gli sforzi non si é ottenuta la sperata promozione. Il malcontento generale è ovvio, almeno spero però che i debiti siano finiti. Riproviamo insieme tutti. Lo Mo è bravo nel suo mestiere, sta avendo difficoltà anche lui a far riemergere la squadra dalle paludi della C, perché non è un gioco matematico o scienza esatta ci vuole anche un po’ di fattore k ( fortuna), che purtroppo non c’è stata. Uniamoci tutti e proprio tutti attorno alla società proponiamo collaborazione, diamo suggerimenti incoragiamo affinche si trovi un allenatore che abbia una bella visione di gioco si allestisca una bella squadra e si abbia un po’ di fattore K. Perché gol presi al 92- 94 minuto non si verifichino più. Tiri deviati che entrano sospinti dal vento, o palloni che passano in maniera millimetrica e vanno nella nostra porta, il nuovo anno calcistico li cancelli definitivamente. Spero anzi si rovesci la tendenza. I treni del gol o altre fangate simili, purtroppo ancora ci si ripercuotono contro, spero che non vengano mai più neanche immaginate a Catania. Quindi tutti uniamoci, ognuno a suo modo. Io purtroppo che vivo fuori città in modo permanente devo fare ancora elevensport a 30/35€ e pazienza, facciamo tutti la nostra parte, basta critiche, incoragiamo. Sperando che con quel che abbiamo e formeremo, quest’anno torneremo in B e poi da lì chissà. Un abbraccio a Catania

  62. Ip Address: 109.116.230.45

    Andiamoci piano e cerchiamo di capire cosa potrebbe esserci dietro a quelle dichiarazioni che qualcuno ha pubblicato ed a quanto pare poi smentite dagli interessati. Intanto un punto certo è che il Catania vale molto di più della cifra che si legge in quell’intervista o confidenza e chi ha messo soldi di tasca propria è semplicemente un creditore nei confronti della società e l’unico diritto che ogni creditore ha è chiedere la restituzione del proprio credito e NULL’ALTRO. Pertanto ogni ipotesi per cercare di capire andrebbe inquadrata tenendo sempre presente questi due punti fermi che nessuno potrà mai cambiare. A mio avviso, parere molto personale e fantasioso, questa vicenda ha tutte le caratteristiche di un messaggio lanciato dal Direttore verso tutti coloro che potrebbero pensare che sarebbe il caso di limitare il suo raggio di azione. E’ innegabile che Lo Monaco ha fatto un grandissimo lavoro per salvare il Catania e nessuno mai potrà disconoscere questo suo merito ma è anche evidente che sul piano sportivo qualcosa non ha funzionato e non per demeriti degli allenatori o giocatori.
    Noi tifosi dobbiamo solo sperare che si faccia tesoro degli errori commessi e che al più presto si inizia a lavorare per la prossima stagione.

  63. Ip Address: 5.90.143.40

    Condivido Vincenzo andiamoci piano ad incenzare.plm ….ha fatto il suo dovere…resta il fatto che se sta la….viene pagato…ci mancherebbe resta il fatto che non capisco perché ancora silenzio stampa…mistero…

  64. Ip Address: 151.18.106.89

    Buon pomeriggio a tutti ❤️💙infatti questo silenzio incomincia a dare un po’ fastidio perché proprio e durante i playoff ? E il dopo? Non riesco a capire a che gioco stiamo giocando……. l’impressione che ho che passeremo un’altra estate dì sole chiacchiere, ho magari dietro questo strano silenzio ci sia un cambio di proprietà?🙏🏻🙏🏻🙏🏻

  65. Ip Address: 62.2.176.13

    Dopo 5 anni credo che mi sono abituato a queste chiacchiere a vuoto! parlano parlano parlano e intanto non hano un allenatore non hanno una squadra e non sanno dove vanno in ritiro.

    Se non é organizzazione e programmazione questa…………….

    Io non credo che quest’anno sarà diverso di quelli passati.

    Io personalmente non credo a niente di quello che dice LoMo! E uno che non fa sapere niente ai tifosi e quando non va bene esce la notizia che soldi non ci stanno. Prima però siamo la squadra da battere per andare in serie B dopo purtroppo hanno sbagliato tutti tranne lui!

    E che non ha dato questa intervista ci credo poco!

  66. Ip Address: 151.38.94.5

    Buona sera a tutti ❤️💙 È si jamajama hai centrato in pieno il pensiero di molti tifosi, domani assisteremo all’ennesima sceneggiata del “bla bla bla “ dove si sta preparando la corazzata per il doppio salto di categoria tuto questo grazie a lui che l’inventore del calcio………..

  67. Ip Address: 93.46.56.84

    Certo come al solito la colpa è sempre di chi nel bene o nel male lavora e come supponevo i vari balata e company avevano previsto anche questo ossia l’atteggiamento dei tifosi ossia se il Catania fosse andato in B festa e champagne nel caso avesse fallito tutti addosso alla società che seppur non esente da colpe ha comunque allestito o tentato di farlo una squadra per la B che a detta di tutti voi me compreso non avrebbe di certo sfigurato in serie B. Invece anziché fare una bella marcia di protesta tutte le squadre coinvolte contro il sistema, poiché hanno subito un grave danno cosa facciamo tutti quanti? Ma si prendiamocela con il vicino tutto il resto come previsto dai quei quattro delinquenti è finito nel dimenticatoio, voglio precisare prima che venga attaccato da tizio o Caio che anch’io sono scontento del lavoro svolto dalla società però non dimentichiamoci che a Catania si festeggiava in piazza la serie B calciatori compresi e l’unica squadra tra quelle coinvolte nel ripescaggio ad essere promossa è stata la Virtus Entella tutte le altre hanno fatto la fine del Catania

  68. Ip Address: 62.2.176.13

    Ciao Mexxican, Ciao Gaetano

    No Gaetano non vado contro LoMo a prescindere, vado contro il suo modo di fare, il suo modo di farci passare come asini e ignoranti! Se lui ogni anno garantisce la B e ogni anno fallisce, spiegami tu contro chi il tifoso deve recriminare. Le cose le fa lui! Come si prende gli applausi si deve prendere anche le bastonate!!!!!!!!!!!!

    E solo perché lavora per il Catania (e non a gratis) non é che devo pensare che sia un DIO!

    o spiegami tu chi in questi 4 anni ha fatto la squadra e scelto l’allenatore. Io non sono stato di sicuro :mrgreen: :mrgreen:

  69. Ip Address: 79.56.34.170

    Oggi attendo la conferenza che penso sia la solita uscita con frasi e battute scontate.
    Io penso che se il consiglio di amministrazione dovrà riunirsi prima del 30/6, questa uscita mi sembra prematura.
    In quella sede la Società dovrebbe o meno confermare alla guida del c. Catania il direttore come A.D . e solo dopo tale riconferma si dovrebbe parlare . Adesso mi pare prematuro a meno che…… la proprietà non sia Lo Monaco . Parere personale ma vedo tanta confusione

  70. Ip Address: 151.36.90.131

    Buon pomeriggio a tutti ❤️💙 ho appena finito di ascoltare la sceneggiata conferenza stampa del nostro mitico tibetano, solo un passaggio mi ha colpito che per 35 primavere siamo apposto 🍌🍌🍌🍌🍌🍌

  71. Ip Address: 109.116.77.15

    Mexxican non ho letto in nessun posto il discorso che per 35 primavere siamo apposto: Se fosse vera questa sua affermazione che la società è al sicuro per tutto questo tempo, quelli che si trovano nella fascia di età alta “come me” dovranno pregare tantissimo per avere la possibilità di verificare. Se riuscisse a garantire la vita per altri 35 anni anche ai tifosi matusa avrebbe il mio incondizionato e disinteressato appoggio totale. Penso che anche Armando e Filippo farebbero un pensierino in tal senso.

  72. Ip Address: 79.56.34.170

    Io ho capito che abbiamo 35 anni di debito che, come per il bilancio statale, lasceremo ai nostri figli e poi ai loro figli. Forse quella di Mexxican era una battuta

 Lascia un commento

ATTENZIONE: I contenuti dei commenti rappresentano ESCLUSIVAMENTE il punto di vista dell'autore. Nei commenti e' vietato compiere o indurre a compiere qualsiasi tipo di reato, ed e' vietato Danneggiare, lesionare in alcun modo i diritti altrui. E che il commento non abbia contenuto razzista o sessista, non sia offensivo, calunnioso o diffamante. La Redazione si riserva il diritto di rimuovere i commenti che violino le precedenti regole a suo insindacabile giudizio. Gli IP sono registrati ed utilizzati in caso di controversie per intraprendere percorsi legali contro i molestatori.


(Richiesto)

(Richiesta. Non sarà pubblicata)

Question   Razz  Sad   Evil  Exclaim  Smile  Redface  Biggrin  Surprised  Eek   Confused   Cool  LOL   Mad   Twisted  Rolleyes   Wink  Idea  Arrow  Neutral  Cry   Mr. Green

su
giu