Tornata l’angoscia

 Scritto da il 7 ottobre 2015 alle 21:08
Ott 072015
 

catania-cosenza
Cari Tifosi, di quegli occhi sommessi. È tornata l’angoscia che nessuna dolcezza di labbra dischiuse può lenire. Un immobile cielo s’accoglie freddamente,  in quegli occhi.
Siamo a pezzi,  lo so,  non si può pretendere di vincere tutte le partite, ma in casa si doveva fare bottino pieno, il Cosenza non ci ha mai impensierito, eravamo sempre all’attacco di quel portiere che ha parato l’imparabile, capita quando fai di tutto per vincere…. Ma la palla non vuole entrare.
E’ successo oggi al nostro Catania, i ragazzi hanno giocato benissimo ma non abbiamo vinto. Abbiamo perso 2 punti preziosi per la classifica e il morale.

Il muro eretto dal Cosenza blocca il Catania, sotto lo sguardo di oltre novemila spettatori, La pressione dei rossazzurri è costante con cross e giocate utili, ma Poco cinici al momento di concretizzare, manca quel guizzo finale per mettere la palla dentro quella porta stregata, la stanchezza si è fatta sentire.

Catania – Cosenza finisce 0-0 che lascia l’amaro in bocca, il Catania ha provato in tutti i modi, ma non era meglio mettere dentro anche Plasmati ????,  quella di oggi è stata un’occasione sprecata. un po’ l’imprecisione degli attaccanti, la seconda partita consecutiva senza gol segnati.

Forza Catania….

Pancaro: Il loro portiere ha fatto una prestazione super. L’unica cosa che non ha funzionato è stato il fatto che non abbiamo fatto goal. Abbiamo tenuto sempre il pallino del gioco, non abbiamo mai concesso al Cosenza la possibilià di ripartire. Io mi sono divertito a vedere la squadra giocare così. Volevamo regalare una vittoria ai tifosi che anche oggi ci hanno trascinato fino alla fine. Ferrario? Farà gli accertamenti e domani vedremo. Al suo posto sarebbe entrato Plasmati. Già prima che uscisse mi aveva segnalato che non stava bene. Agazzi? E’ un giocatore molto forte, ha fatto una grande partita e sono contento per lui. Turnover? E’ necessario dato che abbiamo giocato partite così ravvicinate. Con il tempo avremo un’altra fisionomia di squadra. Bastianoni? Normale alternanza con Liverani.

Nunzella: Insostituibile non c’è nessuno, ma sono contento della fiducia del mister. Accetterò volentieri però quando Pancaro mi manderà in panchina. Non mi sentivo molto bene, mi ero allenato anche poco, ma con il passare dei minuti mi sono sentito meglio. Vediamo domani quali saranno le decisioni del mister. Calil? E’ stato bravo il portiere. Se si continua così i goal arriveranno. C’è rammarico per la partita pareggiata, ma già da stasera pensiamo subito al match di domenica contro il Catanzaro. Pubblico? Arma in più, è banale dirlo, ma è così.

Garufo: Quando sono arrivato qui stavo bene, ma il fatto che si gioca ogni tre giorni non si riesce a lavorare bene con la squadra. Mi sono inserito piano piano, ma non è facile. Oggi nemmeno il caldo ci ha aiutato, ma sto per tornare alla forma migliore. Futuro? Il primo obiettivo è vincere contro il Catanzaro e andare a 5 punti. Un plauso a noi e ai tifosi. Concorrenza con Parisi? Ci sono sempre due giocatori per ruolo, soprattutto in una piazza importante come Catania. A me piace stare bene con il gruppo e non ho fatto nessuna fatica a stare con loro. Fare 11 punti in questi condizioni non era semplice. Il merito è anche del mister, della squadra, ma anche dei tifosi che ci sono stati vicini.

  25 Commenti per “Tornata l’angoscia”

  1. Ip Address: 95.252.133.252

    Buonasera raga’!

    Ciao Ben! 😉

    Anch’io ci sono rimasto male.
    Ho visto la partita e contando i tiri nella porta e fuori del Catania sono stati 10, mentre del Cosenza 2 o 3.
    Ci saranno sempre queste partite.Il punto e’ buonissimo per noi.

    Un’altra angoscia in queste ore ci minaccia

    Da pianetalecce.it

    Catania, rischia 13 punti di penalizzazione.

    Sulla base dei deferimenti a carico del Calcio Catania
    la Procura Federale potrebbe richiedere per il club
    etneo ulteriori TREDICI PUNTI di penalizzazione. Secondo
    tuttomercatoweb i siciliani rischierebbero infatti 3
    punti per fideiussione , ritenute fiscali e contributi, e 10
    per responsabilita’ oggettiva della societa’ a seguito del
    coinvolgimento dell’ex ds Delli Carri nella questione
    combine, che porto’ il Catania alla retrocessione dalla B
    alla Lega Pro.Attualmente i catanesi, gia’ penalizzati di 9
    punti, si trovano a quota 2 punti in classifica.

    Non so se c’e’ da credere o meno.

    Sogni rosso e azzurri a tutti!

  2. Ip Address: 95.252.133.252

    Postato mercoledi 7 Ottobre alle 22:32

  3. Ip Address: 95.252.133.252

    NEWS ARCHIVIO NEWS 2015

    OTTOBRE
    IN BREVE ROMA 07/10/2015

    CATANIA-BIS: DEFERITI DELLI CARRI, IMPELLIZZERI E LA SOCIETÀ ETNEA

    Esaminati gli atti di indagine posti in essere dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Catania ed espletata l’attività istruttoria in sede disciplinare, il Procuratore Federale ha deferito al Tribunale Federale Nazionale-Sezione Disciplinare Daniele Delli Carri, all’epoca dei fatti Direttore Sportivo della società Calcio Catania, nonché allenatore iscritto all’Albo del Settore Tecnico sospeso e iscritto nell’Elenco Speciale dei Direttori Sportivi, Giovanni Luca Impellizzeri all’epoca dei fatti allenatore iscritto all’Albo del Settore Tecnico e il Catania.
    Per consultare il testo integrale del deferimento clicca qui

  4. Ip Address: 82.59.109.141

    Buongiorno raga!

    Un’altra batosta sta per arrivare!
    Non so quante volte dobbiamo essere puniti. Vedi il caso giuve Moggi loro quante volte sono stati puniti? Con la retrocessione in Serie B e i punti di penalizzazione e basta.
    Perche’ noi dobbiamo essere puniti una seconda volta a parte i 3 punti della Covisoc che purtroppo quell’ebete di Pulvi ci a fatti avere con altri 10 punti? Non capisco.

    Buona giornata a tutti!

  5. Ip Address: 91.252.140.242

    ESCLUSIVA – Comitato propone murales con grandi protagonisti della storia del Catania all’esterno del ‘Massimino’. I dettagli
    08.10.2015 09:25 di Andrea Carlino
    articolo letto 784 volte

    Murales raffiguranti i più grandi protagonisti della storia del Catania sulle pareti esterne dello stadio (lato tribuna B). Questa è la proposta del comitato formato dagli autori del libro ‘Tutto il Catania minuto per minuto’, dalla redazione del programma radiofonico ‘Quelli del ’46’ e dal comitato ‘Geza Kertesz’. Già è stata avanzata richiesta al Comune di Catania che nei prossimi giorni dovrà dare risposta.

    In esclusiva ai microfoni di ItaSportPress.it, Emanuele Rizzo, rappresentante del comitato, presenta l’iniziativa: “Speriamo che l’amministrazione comunale ci ascolti e possa darci la possibilità di realizzare i murales che rientrano nell’ambito della promozione della cultura sportiva, della valorizzazione della memoria storica del territorio e della riqualificazione urbanistica di Catania. La nostra volontà è quella di rendere partecipe tutta la tifoseria, dal tifoso più acceso a quello che segue le vicende calcistiche in modo saltuario”.

    Il murale dovrà rappresentare circa 40 tra presidenti, giocatori e allenatori del Catania, ‘assicurandone non solo la valorizzazione dell’edificio pubblico, ma anche un significativo contributo alla salvaguardia della memoria storica (calcistica, ma non solo) della città’, si legge in una nota del comitato promotore.

    Predisposta una lista di circa 60 personaggi che hanno assunto un ruolo significativo nelle vicende del Catania in base a particolari valori sportivi e umani che essi hanno dimostrato. La lista è stata suddivisa per periodi storici e da essa verrà individuato un gruppo di 40 personaggi da rappresentare nel murale. La selezione verrà fatta tramite sondaggio pubblico e libero su piattaforma internet.

    I murales saranno affidati all’Accademica di Belle Arti di Catania. Si prevede la realizzazione del mezzobusto dei personaggi con nome, ruolo e periodo di militanza, nonchè un QR-code che indirizzerà ad un apposito sito internet dove sarà inserita una breve biografia e una breve galleria fotografica.

  6. Ip Address: 95.234.13.112

    Innanzitutto complimenti a Ben per il commento. Penso che Plasmati doveva entrare ma l’infortunio di Ferrario ha fatto decidere a Pancaro di cambiarlo con un difensore per lasciare immutata la difesa a 4. Magari un ardito Pancaro, visto che eravamo in attacco e il Cosenza aveva fatto uscire Raimondi per un centrocampista più difensivo, senza far entrare il temutissimo La Mantia, si poteva rischiare la difesa a tre schierando anche plasmati a fianco di Calil. Diciamo ad onor del vero che il Vosenza, come quasi tutte le altre al Massimino, scenderanno in campo per non perdere e approfittare delle ripartenza in velocità e palla alla evviva il parroco con la speranza di far prevenire i palloni alla punta avanzata. Qui Pancaro a mio parere deve inventarsi qualcosa per non rimanere impantanati in inutili pareggi. In casa si deve rischiare e anziché prendere un punto meglio rischiare i tre. Caro Giorgio che belle notizie ci hai portato. La casta vuole ancora lavarsi la faccia a spese del Catania. Ma dal punto di vista giuridico si può punire qualcuno due volte per lo stesso delitto? Che fosse implicato Delli Carri si sapeva dall’inizio e non è’ una novità di questi giorni, per cui a mio parere, se non si vuol commettere un errore giudiziario per non dire una imbecillità, la sentenza al Catania c’è stata. Forse qualcuno non pensava che i nostri gladiatori ci avrebbero messo solo tre partite per recuperare l’handicap. Un grazie alle curve per l’amore è il senso di appartenenza che hanno saputo dimostrate anche ieri. Peccato per il pareggio, ma col Catanzaro i tre punti dovranno essere un imperativo da raggiungere senza se e senza ma, specialmente per via del fuoco che la FIGC sta covando sotto le ceneri da cui risorgeremo, stia tranquilla.

  7. Ip Address: 91.252.76.72

    BARI-LECCE, il Tribunale riconosce ‘danno da passione sportiva’. Tifosi da risarcire
    08.10.2015 19:17 di Andrea Carlino

    “Danno da passione sportiva”. Questo è spiegato nella sentenza con cui il tribunale di Bari lo scorso 26 novembre ha condannato alcuni protagonisti della combine grazie alla quale il Lecce si aggiudicò per 2 a 0 il derby pugliese contro il Bari il 15 maggio del 2011. Il giudice monocratico Valeria Spagnoletti ha stabilito che i tifosi baresi hanno diritto a vedersi ripagati per l’inganno subito, quantificando anche la cifra della “passione sportiva rovinata”, 400 euro a testa, pari a dieci volte il costo medio del biglietti d’ingresso allo stadio di quella maledetta domenica. A breve partirà la causa civile per ottenere il risarcimento. Lo riporta il ‘Corriere della Sera’. E noi?

  8. Ip Address: 95.234.195.32

    Buonasera raga!

    Ciao Mexxican ………. (pulvirenti Vattene) e Catanese a Napoli! 😉

    Catanese a Napoli, “l’assassino ” del Catania e’ solo uno Pulvi! I suoi complici vanno punito severamente. Ma se un giorno spunta anche che dobbiamo pagare per l’A.D. “l’uomo di Miami” per responsabilita diretta della societa’ ma quante volte il Calcio Catania deve essere punito?
    Ma che giustizia del cavolo e’ quella sportiva e anche a scoppio ritardato!

    Meglio che la smetto di pensare.

    Sogni rosso e azzurri a tutti!

  9. Ip Address: 95.245.224.158

    Buongiorno raga’!

    Stamattina cielo grigio e la temperatura e’ un po freddina.

    Buna giornata a tutti!

  10. Ip Address: 95.250.105.41

    Ormai la punizione ci è stata data,quindi non credo e anche sarebbe assurdo solo pensare a ulteriore punizione.Forza Catania 46 e pensiamo solo a fare punti a vedere giocare il nostro Catania,saluti a tutti voi.

  11. Ip Address: 95.245.224.158

    Buonasera raga!

    venerdì 9 ottobre 2015

    Lega Pro, Comunicato Ufficiale 44/DIV: Casertana-Catania lunedì 19 ottobre alle 20.00
    Con il Comunicato Ufficiale numero 44/DIV, la Lega Italiana Calcio Professionistico ha disposto il posticipo della gara Casertana-Catania, valida per la settimana giornata del girone C del Campionato Lega Pro 2015/16, in programma lunedì 19 ottobre alle 20.00. La gara sarà trasmessa in diretta televisiva da Rai Sport.

  12. Ip Address: 95.245.224.158

    Salve raga!

    Catania, avv. Chiacchio: “Il deferimento per resp. oggettiva? Ci ha un po’ sorpresi, ma abbiamo ragioni validissime”

    By Redazione on 09/10/2015

    Il capitolo giustizia sportiva non si è ancora concluso per il Catania. Restano da dirimere le questioni relative a due deferimenti, quello avvenuto su segnalazione della CoViSoC, e quello per responsabilità oggettiva legato all’ex ds Daniele Delli Carri. Il club, nel mese scorso, aveva inoltre annunciato un ricorso al Collegio di Garanzia del Coni per ridurre i punti di penalizzazione comminati durante il processo sportivo.

    Per far luce sulla questione, l’avvocato Eduardo Chiacchio, legale del Catania, è intervenuto nel corso di “Sport Sicilia 12“.

    Primo argomento, il deferimento avvenuto su segnalazione CoViSoC: “Quello che rischia il Catania – ha dichiarato Chiacchio – si vedrà in sede dibattimentale. Certamente, ci difenderemo“.

    Si passa poi all’argomento più spinoso, quello del deferimento legato a Delli Carri “A dire la verità, il deferimento ha lasciato noi legali un po’ sorpresi – ha ammesso l’avvocato -, dovremo constatare quale sarà l’atteggiamento della Procura Federale. In ogni caso siamo pronti a difenderci, con ragioni difensive che ci sembrano validissime“.

    “Il Catania è stato giudicato per la vicenda in sè. Noi abbiamo le nostre tesi, supportate da tanti elementi che non sto qui a spiegare. Speriamo che la Procura chiarisca il suo atteggiamento in sede dibattimentale. Nel caso non lo facesse, noi difensori abbiamo i nostri teoremi. Ci auguriamo non ci siano altre sanzioni a carico del club“.

    Ultimo argomento, il ricorso al Collegio di Garanzia del Coni: “Non è stato ancora presentato, essendo ancora oggetto di approfondimento da parte della dirigenza e di noi legali. C’è ancora una settimana e stiamo valutando se proporlo, anche alla luce del deferimento di ieri“.

    Sogni rosso e azzurri a tutti!

  13. Ip Address: 95.245.224.158

    FIGC, la Corte Federale respinge ricorso su Lecce-Lazio e Lazio-Genoa. Si salva Ferrario.
    Una vittoria per noi contro Palazzi!

    Bye bye!

  14. Ip Address: 91.252.106.132

    Buonanotte a tutti

  15. Ip Address: 217.128.83.76

    Salve ragazzi

    Ma in questo paese una legge esiste? A me non pare. Da anni si sente di combine scommesse etcetera. Ogni squadra ha un trattamento diverso ogni giocatore ha quattro trattamenti diversi.

    Hanno ragione che all’estero ci guardano come se siamo su un altro pianeta!!

    Siamo veramente un paese ridicolo da nord a sud.

    Purtroppo siamo italiani e tiferemo sempre le nostre orogini FORZA CATANIA

  16. Ip Address: 95.252.89.224

    Buongiorno raga’!

    Stamattina giornata piovosa e freddina.

    Buona giornata a tutti!

    IMPOSSIBILE UNA NUOVA CONDANNA

    9 ott, 2015 Catania Channel 0
    impossibile_una_nuova_condanna
    Qualche giorno fa sono arrivati i deferimenti per Daniele Delli Carri e Gianluca Impellizzeri, protagonisti assoluti del “caso Catania”, che ha movimentato l’estate calcistica alle falde dell’Etna. Immediatamente si è iniziato ad ipotizzare una nuova condanna per il Catania, chiamato, a detta di qualcuno, a rispondere per responsabilità oggettiva. Addirittura alcuni “informatori” hanno iniziato a delineare i tratti di un’ulteriore penalizzazione che riporterebbe la squadra ad un valore in negativo in graduatoria. Fantasia. Tutta una questione di immaginazione poiché, in termini legali, le cose non funzionano così.

    L’ordinamento giuridico italiano, nella branca del diritto penale, adotta un principio denominato “ne bis in idem” (“non due volte per la stessa cosa”). Tale principio, proprio in ambito penale, è il fondamento del principio dell’assorbimento per cui, il concorso di due o più reati si esclude se la realizzazione del primo reato comporta automaticamente un secondo. In tal caso, quest’ultimo illecito, finisce con l’essere “assorbito” dal primo. In altri termini, un giudice non si può pronunciare più volte su un caso già giudicato.

    Questa è la spiegazione giuridica per cui il Catania, avendo già subito un processo dinnanzi alla Corte Federale ed essendo già stato emanato un provvedimento di condanna, non potrà essere nuovamente giudicato per responsabilità oggettiva nel corso del processo a Delli Carri, né tanto meno nel corso di quello mosso ad Impellizzeri. Il Catania ha pagato, anche più di quanto richiesto dal procuratore Palazzi, perciò la società non rischia ulteriori provvedimenti disciplinari, se non quello riferito al ritardo dei pagamenti Irpef della scorsa stagione. Congiuntamente a questa nuova possibile penalizzazione, si attende il ricorso alla Corte Federale per i 9 punti di penalizzazione inflitti: insomma, 2/3 punti in più o in meno, a seconda della definitiva decisione della Corte, non certamente una nuova ghigliottina sul collo di un Catania già flagellato e – stando a quanto visto sul campo – subito guarito.

    Giuseppe Mirabella

  17. Ip Address: 91.253.172.119

    Buongiorno a tutti , vero jamajama purtroppo vivo a Varese vicino al confine con la svizzera dove la realtà e totalmente diversa da quella nostra

  18. Ip Address: 95.252.89.224

    Ciao jamajama e Mexxican ………. (pulvirenti Vattene)!

    Sembra che la legge italiana “c’e'” eche abbia molti articoli…..e molti comma per definire una condanna.

    Buon pomeriggio a tutti!

  19. Ip Address: 95.252.89.224

    Buonasera raga!

    sabato 10 ottobre 2015

    Verso Catania-Catanzaro: 24 rossazzurri a disposizione di mister Pancaro
    Verso Catania-Catanzaro: 24 rossazzurri a disposizione di mister Pancaro
    Al termine della seduta di rifinitura, svolta nel pomeriggio a Torre del Grifo Village, l’allenatore del Catania Giuseppe Pancaro ha convocato 24 giocatori per la sfida al Catanzaro, in programma domani alle 15.00 allo stadio “Angelo Massimino”, gara valida per la sesta giornata del Campionato Lega Pro 2015/16, girone C. Rossazzurri in ritiro da stasera.

    Questi gli atleti a disposizione di mister Pancaro:

    Portieri
    Bastianoni, Ficara, Liverani.
    Difensori
    Bacchetti, Bastrini, Bergamelli, Garufo, Nunzella, Parisi, Pelagatti.
    Centrocampisti
    Agazzi, Castiglia, Lulli, Musacci, Russo, Russotto, Scarsella.
    Attaccanti
    Barisic, Calderini, Calil, Di Grazia, Falcone, Plasmati, Rossetti.

    Buona serata a tutti!

  20. Ip Address: 87.17.145.92

    Buonasera ragazzi, vigilia della partita contro il Catanzaro. Ci siamo quasi e i tre punti sono obbligatori. Avevo guardato in streaming domenica scorsa la partita tra le due calabresi di una mediocrità unica con un qualcosa in più del Cosenza e senza il rigore a favore siglato da Razziti il Cosenza avrebbe vinto. Tuttavia i rossoblu a Catania si sono trasformati in una difesa attenta con ripartenza veloci. Mi Sache l’effetto Massimino carica anche gli avversari. Mister Pancaro deve trovare le giuste contromisure perché penso che gli avversari in casa nostra giocheranno tutti come il Cosenza. Se non di segna si perdono due punti, come con il Cosenza. Occorre vincere per risalire e per farlo si deve tirare in porta assolutamente. Troveremo un Giampa’ l’ex Messina carico ma i 38 anni si faranno sentire. Hanno pure un ragazzetto bravino molto tecnico e veloce che sostituisce Giampa quando non c’è la fa più di nome Foresta ed in avanti a sx Taddei ci potrebbe impensierire se lasciamo spazi. Sicuramente Pancaro saprà cosa fare e la partita col Cosenza avrà insegnato qualcosa al Gruppo.

  21. Ip Address: 95.252.89.224

    Buonasera raga’!

    Ciao Catanese a Napoli! 😉

    Scrivi bene, bisogna sempre stare attenti alle loro ripartenze e sempre tenere la “coperta” lunga.

    Sogni rosso e azzurri a tutti!

  22. Ip Address: 95.252.88.9

    Buongiorno raga!

    Stamattina cielo nuvoloso con pioggerellina e la temperatura e’ freddina.

    Buona domenica a tutti e forza Cataniaaaaaaaaaaaaaa!

  23. Ip Address: 37.227.41.40

    Buongiorno e buona domenica a tutti

  24. Ip Address: 91.253.148.44

    LIVE CATANIA-CATANZARO in attesa delle formazioni ufficiali
    11.10.2015 14:04 di Andrea Carlino
    articolo letto 1647 volte

    Il Catania vuole riprendere il discorso con la vittoria interrotto dopo il successo casalingo contro l’Ischia. Dopo le quattro reti alla squadra campana, la squadra di Pancaro ha ottenuto due pareggi a reti inviolate. Contro il Catanzaro (ore 15) i rossazzurri devono vincere se vogliono abbandonare l’ultimo posto che stride con quanto visto fino ad adesso (11 punti in 5 gare e penalizzazione già un lontano ricordo). Arriva al ‘Massimino’ una squadra in crisi con due punti nelle prime cinque gare, ma vogliosa di mettersi alle spalle il periodo grigio già nella gara contro i rossazzurri. L’arbitro dell’incontro è Pierotti della sezione arbitrale di Legnano.

    CATANIA-CATANZARO

    CATANIA (4-3-3) 1 Bastianoni; 2 Parisi, 5 Pelagatti, 6 Bastrini, 3 Nunzella; 8 Scarsella, 4 Musacci, 10 Castiglia; 7 Calderini, 9 Calil, 11 Russotto. Allenatore: Pancaro. A disposizione: 12 Ficara, 15 Garufo, 14 Bacchetti, 20 Bergamelli; 16 Lulli, 13 Agazzi, 19 Russo; 17 Falcone, 21 Barisic, 22 Plasmati, 18 Rossetti, 23 Di Grazia.

    CATANZARO (3-5-1-1) 1 Scuffia; 2 Ricci, 5 Moi, 6 Priola; 7 Giampà, 11 Mancuso, 8 Agnello, 4 Maita, 3 Squillace; 10 Taddei; 9 Razzitti. Allenatore: D’Urso. A disposizione: 12 Grandi, 13 Orchi, 14 Sirigu, 15 Bernardi, 16 Fulco, 17 Selvatico, 18 Caruso, 19 Foresta, 20 Ingretolli, 21 Barillari, 22 Caselli.

    ARBITRO Pierotti della sezione A.I.A. di Legnano

    CRONACA DELLA GARA

  25. Ip Address: 151.31.3.48

    Catania batte Moi 4 a 1.
    Chi è Moi? il centrale del Catanzaro, l’unico che abbia cercato di resistere al Catania, se non c’era lui il punteggio era tennistico.
    Il Catanzaro è scarso, ma la nostra squadra si muove comunque bene, pressa gioca in velocità, cerca le azioni ma anche il tiro. Si impegnano e non vanno a passeggio. Bravi.
    Li avessimo avuti l’anno scorso questi ragazzi…..(e anche questo allenatore che non sarà un fenomeno, ma fa cose logiche e i cambi che faremmo tutti – e quindi sono quelli giusti)

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu