Tre punti indispensabili

 Scritto da il 6 novembre 2018 alle 09:31  Aggiungi commenti
Nov 062018
 

Mercoledì andremo a disputare il secondo incontro di recupero contro il Siracusa. La squadra aretusea viene dalla bella vittoria conseguita al De Simone per 3-1 contro la Cavese, seppur inficiata da due autogol degli ospiti, ma in precedenza aveva sconfitto fuori casa il Rende e quindi nelle ultime due partite ha conquistato sei dei suoi 9 punti, uno dei quali a coprire la penalità inflitta al Club di recente.

L’altra vittoria è stata conquistata in casa contro la Paganese e poi solo sconfitte ma sappiamo come contro il Catania, il Siracusa getti tutto quello che ha in campo per una sfida che per i biancazzurri ha il sapore di un derby mentre per tanti sostenitori del Catania solo un derby esiste: quello con il Palermo.

Ciò non toglie che, pur essendo una partita come tutte le altre, la sfida va vinta a tutti i costi in quanto un risultato differente, farebbe sicuramente salire sulla graticola il tecnico e tutta la rosa.

Sarà quindi un incontro tirato tra chi non vuol tornare a mani vuote a Siracusa, in primis il neo allenatore Pazienza, e chi è costretto a vincere a tutti i costi per dimostrare che la sconfitta imprevista subita a Potenza è da interpretare solo come un incidente di percorso che ha fatto affiorare tra i più molti dubbi sia sotto l’aspetto tattico che su quello fisico, ma anche caratteriale e di organico.

Si sarebbe potuto giocare più rilassati e potevano essere centellinate le risorse umane a disposizione di mister Sottil, ma le tre sberle del Viviani fanno ancora male e richiedono una risposta immediata con gli interpreti che il tecnico riterrà più in palla e desiderosi di riscatto per rimanere ai piani alti del girone, sebbene anche in caso di vittoria,  saremo ancora alle spalle di Stabia e Trapani.

Queste le squadre, a mio parere, insieme alla Casertana, che lotteranno sino alla fine della stagione per quel traguardo che a noi è sfuggito a giugno  per poco e che dobbiamo assolutamente tagliare  a tutti i costi.

Questa stagione nessun alibi: la serie B la dobbiamo conquistare sul campo, sappiamo che non sarà una passeggiata, ma questo l’obiettivo che la società si è posta e un’altra posizione in classifica equivarrà ad un fallimento stagionale.

Da quello che si e’ visto in queste giornate, non sembra il Catania quel rullo compressore che ci aspettavamo: le due partite di coppa ci hanno entusiasmato ed inebriato ma sappiamo che il campionato di serie c è  altra cosa.

Ce ne siamo accorti a tratti col Rende ma era il debutto contro una squadra più in condizione, a Pagani abbiamo rischiato di far pareggiare la squadra locale e a Monopoli abbiamo stentato nel gioco e nelle conclusioni. Col Trapani sappiamo com’è andata: si è vinto ma se il rigore calciato da Evacuo fosse finito alle spalle di Pisseri, la partita forse avrebbe avuto un altro esito.

Non può essere di certo questo il Catania che lotta per la Serie B e quindi una scossa va data da parte della società, anche perché qualche elemento non sembra aver mostrato quelle qualità che ci aspettiamo, oppure non è stato messo nelle condizioni migliori per dimostrarlo o, peggio, non è un elemento utile per gli schemi di questo Catania targato 2018/19.

Se alla settima giornata fotografiamo il rendimento del Catania dello scorso anno, notiamo che aveva 16 punti in classifica ottenuti con cinque vittorie, un pareggio e una sconfitta, aveva siglato dieci reti e subite soltanto due, la migliore difesa del girone.

Un dato che non deve preoccupare ma spingere a riflettere e ad interrogarsi, cercando di capire perché questa squadra becca parecchi gol. Possibile che la mancanza di Bogdan incida in tal maniera? Non credo che Tedeschi, Semenzato e Blondett siano più forti di Ciancio, Silvestri e Calamai ma sicuramente Bogdan è il giocatore che ci manca: forse ceduto con troppa leggerezza,  eh Direttore?

Comunque, adesso sino a dicembre la squadra è questa e ci deve dimostrare il suo valore.

Animo quindi, gettiamo in campo quella rabbia agonistica e quel gioco corale che dovrebbe caratterizzate le squadre di alta classifica. Che questa squadra dimostri il suo valore oppure la Società prenda i necessari provvedimenti.

A breve ci aspettano appuntamenti ravvicinati con due tra le squadre considerate dagli addetti ai lavori tra le formazioni più competitive: Catanzaro e Juve Stabia e dopo queste partite possiamo esprimere un giudizio complessivo più attendibile.

Per ora guadagniamo questi tre punti contro il Siracusa: non vogliamo pensare ad altro.

  13 Commenti per “Tre punti indispensabili”

  1. Ip Address: 2a01:e0a:2:e540:c4eb:bb6e:6dff:b607

    non martedi’ bensi’ domani sera cioe’ mercoledi’ 😛

  2. Ip Address: 151.36.222.182

    Buongiorno a tutti ❤️💙 concordo con quando scritto da raggio libero con questi giocatori dobbiamo affrontare il mese pesante di novembre e dicembre “chista ie a zita e chista namma a maritari “ poi se ne parlerà anche se devo essere sincero mi preoccupa di più la condizione atletica, staremo a vedere.

  3. Ip Address: 78.13.63.177

    D’accordo con la redazione che dobbiamo raccogliere a partire da domani più punti possibili fino al mercato di riparazione e che bisogna necessariamente rivedere qualcosa in difesa facendo arrivare difensori puri. Dal confronto con l’anno scorso alla settima giornata l’unico dato attendibile è gol subiti/gol fatti per il resto c’è da considerare che l’anno scorso le partite giocate fuori casa erano tre su sette mentre quest’anno sono cinque e solo questo dato fa una gran bella differenza. Altra considerazione è che abbiamo beccato cinque gol in queste ultime tre partite guarda caso quando Sottil ha voluto proporre uno schieramento fortemente sbilanciato in avanti dove non era assolutamente il caso di farlo.
    L’anno scorso ogniqualvolta che dovevamo giocare in casa un partita da vincere ad ogni costo abbiamo preso solo delusioni, spero che quel blocco psicologico quest’anno non esiste e di raccogliere sei punti tra Siracusa e Catanzaro, se così fosse il confronto con l’anno scorso alla nona giornata risulterebbe + un punto in classifica con una partita in meno giocata in casa..
    Speriamo bene !!!!!

  4. Ip Address: 37.159.111.3

    Daccordo con tutti mi chiedo plm cosa farà a gennaio è chiaro che servono 2 puntelli ……a proposito mi chiedo perché non si è cercato laccordo con di grazia….ma staremo a vedere fozza catania

  5. Ip Address: 93.48.247.89

    buonasera a tutti, a Catania la pressione dell’ambiente sulla squadra è forte, pertanto fuori dalle p…… i giocatori che non la reggono e si smarriscono in campo, possiamo farne a meno. A gennaio solo chi è utile alla causa direttore altrimenti sono chiacchiere perse.

  6. Ip Address: 77.136.204.17

    Lucarelli esonerato. ..ma va. …bastava tifare catania l’anno scorso per sapere come sarebbe andata a finire col livorno 😛

  7. Ip Address: 78.13.63.177

    Lucarelli esonerato ? per essere un buon allenatore non basta avere un passato di bravo calciatore ma necessitano altri requisiti che ha dimostrato di non averli . Mi dispiace per lui ma nell’arco di qualche decennio forse avrà modo di rifarsi.

  8. Ip Address: 62.2.176.13

    Vero dove é finito Di Grazia? E Barisic non si vede più e Manneh sembra un pesce quando gioca sempre tuffandosi sta…………

    Ragazzi dopo 4 mesi di allenamenti ancora non si vede un gioco anzi le prime partite un po di gioco si era visto. Spero che sia solo un momento. Ma qui non si sa mai. Si parte che siamo I più forti e dopo scopriamo che tanto forti non siamo…………..

    Mah chi capisce cosa. E non dite che siamo di un altra categoria…………. :mrgreen:

    Forza CT e acchiappiamo questi tre punti!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  9. Ip Address: 2.42.44.105

    Buon giorno, sono um tifoso del Palermo,ho letti Che la curva del Catania stara’ 10 minuto in silenzio in memoria delle vittime do casteldaccia.gesto umano e sensibile a prescindere la rivalita.i morto non hanno rivali.grazie

  10. Ip Address: 2.42.44.105

    Scusate alcuno errori grammaticali.ma il mio cell ha il sistema portoghese

  11. Ip Address: 151.34.206.46

    Ben detto Paolo
    Ottima disamina Raggio Libero.
    Nella gara con il Potenza ho visto correre 2 vecchietti come Lodi e Biagianti. …. gli altri passeggiavano in campo. Sottil deve incazzarsi per questi motivi.

  12. Ip Address: 5.90.125.13

    Lucarelli a…🏠 vergogna del calcio b 🌃 fozza catania….vincere e…basta

  13. Ip Address: 78.13.63.177

    Di buono solo i tre punti per il resto molto perplesso. Difesa tutta da rifondare e centrocampo da sistemare. Con questa media di gol che si beccano la promozione diventa difficile. Sottil dice che non si possono vincere tutte le partite 5 a 0 e questo è vero ma vale per le squadre che non subiscono tanti gol, con la difesa del Catania o si fanno almeno tre gol (ed a volte abbiamo visto che potrebbero non bastare) o rischi di perdere o pareggiare.
    Speriamo che in qualche modo si arrivi tra i primi posti fino al mercato di riparazione altrimenti non vedo come si possa salire in B.

 Lascia un commento

ATTENZIONE: I contenuti dei commenti rappresentano ESCLUSIVAMENTE il punto di vista dell'autore. Nei commenti e' vietato compiere o indurre a compiere qualsiasi tipo di reato, ed e' vietato Danneggiare, lesionare in alcun modo i diritti altrui. E che il commento non abbia contenuto razzista o sessista, non sia offensivo, calunnioso o diffamante. La Redazione si riserva il diritto di rimuovere i commenti che violino le precedenti regole a suo insindacabile giudizio. Gli IP sono registrati ed utilizzati in caso di controversie per intraprendere percorsi legali contro i molestatori.


(Richiesto)

(Richiesta. Non sarà pubblicata)

Question   Razz  Sad   Evil  Exclaim  Smile  Redface  Biggrin  Surprised  Eek   Confused   Cool  LOL   Mad   Twisted  Rolleyes   Wink  Idea  Arrow  Neutral  Cry   Mr. Green

su
giu