Troppo poco per vincere

 Scritto da il 24 ottobre 2018 alle 10:29  Aggiungi commenti
Ott 242018
 

Sapevamo che il Monopoli è una squadra scorbutica che gioca bene la palla ma eravamo convinti che il Catania, conscio di questo, avrebbe fatto di meglio e di più.

I cinque gol subiti lo scorso anno gridavano vendetta ed anche quello che abbiamo subito per tutta l’estate, con un piede in b e l’altro nella serie inferiore.

Avrebbero voluto assistere ad altro spettacolo anche i 25 tifosi giunti da lontano, in una sera autunnale di giornata lavorativa e tutti coloro i quali incollati ai monitor speravano di vedere una formazione che lottava su ogni pallone alla ricerca del gol di vantaggio.

A fine partita solo un giocatore si è potuto ammirare, ma non aveva che la maglietta nera ed i guantoni: il portiere Pisseri.

In tre occasioni ha salvato la porta e quando era stato sorpreso dal tiro di Zampa, la traversa è corsa in suo aiuto graziando lui e noi dal vantaggio biancoverde.

Solo Angiulli ha cercato la via del gol con tiri dalla distanza ma troppo poco per poter impensierire Pissardo e la difesa avversaria.

Così come a Pagani, i cambi sono intervenuti in ritardo rispetto a quello che si vedeva in campo, con un Baraye ancora una volta in difficoltà da difensore sinistro e da quella parte, purtroppo, per lui agiva Mangni che lo ha  puntato più di una volta superandolo con facilità.

Il Catania si e’ schierato a specchio sugli avversari, con la difesa a tre affidata ad Aya, Esposito e Silvestri, ma sono gli esterni Calapai e Baraye a soffrire così come Lodi, Angiulli e Biagianti sempre in ritardo sugli avversari che parevano avere una marcia in più nei recuperi palla.

Sperduti in avanti i due nostri attaccanti ai quali sono arrivati pochi palloni giocabili e costretti ad infoltire il centrocampo in difficoltà.

Nel secondo tempo stesso copione sino a quando al minuto 68, sono arrivate le sostituzioni di Bucolo per Angiulli e di Ciancio per Baraye.

Il nuovo assetto tattico mostrava dei miglioramenti della squadra ma non quanto necessario per perforare la rete dei padroni di casa e l’entrata in campo di un appesantito Llama per un Marotta che comunque aveva lottato su ogni pallone, mostrava la volontà di condurre in porto la partita a reti inviolate.

Purtroppo il Monopoli, sconfitto a Castellammare, ha fatto emergere delle criticità in termini di manovra, energie fisiche  e di conclusioni a rete.

Certamente non facciamoci prendere da facili isterismi; il campionato è lungo e in quel campo dove non riusciamo più ad imporci da tempo un pareggio ci può stare ed i primi conti possiamo tirarli solo al termine della doppia sfida con  Catanzaro ed Juve Stabia e al termine del recupero di Matera stabilito per il 20/11,  guardandoci attorno e ponendo l’attenzione su quello che faranno le nostre dirette antagoniste Trapani, Juve Stabia, Casertana e Catanzaro.

Qualora, come sembra, sabato non giocheremo contro la Viterbese, la giornata di sosta forzata può servire al gruppo per riflettere su ciò che deve essere fatto per migliorare la performance di questa squadra che ieri ha sofferto più del dovuto contro una formazione che le previsioni indicano avviata verso i piani alti del girone ma non tra le aspiranti alla Serie B.

Sicuramente se alcune criticità continueranno a presentarsi, il Direttore vorrà e saprà intervenire nel mercato di riparazione di gennaio, perché nulla dovrà rimanere intentato per guadagnare la serie B diretta.

Ai microfoni nel dopo partita, mister Sottil ritiene che un pareggio e’ comunque un risultato positivo atteso anche gli impegni ravvicinati affrontati sinora.

Tuttavia ricordiamo che questa squadra è stata costruita per vincere il campionato e un atteggiamento così difensivo a Monopoli non ce lo aspettavamo. Ci stupisca Sottil, vogliamo tornare a vedere il Catania delle due partite di coppa e non certo quello timido e compassato di ieri sera.

  40 Commenti per “Troppo poco per vincere”

  1. Ip Address: 79.34.225.131

    Catania finora fortunato nei risultati perché il gioco ancora non si vede.
    Sottile impaurito sulle orme di Lucarelli: perché non fa giocare il veloce Manneh???

  2. Ip Address: 62.2.176.13

    Clamoroso al Tar, verso una Serie B nuovamente a 22 squadre. Con un’ordinanza che davvero farà discutere, il Tribunale amministrativo del Lazio questa mattina ha accolto le istanze cautelari presentate dalla Pro Vercelli e dal Novara, sospendendo l’efficacia di tutti i provvedimenti sul format della Serie B che i due club avevano impugnato.

    la decisione — Di fatto, in attesa che la questione sia discussa nel merito (udienza fissata a marzo 2019!), il collegio presieduto da Germana Panzironi rispedisce formalmente la questione alla Figc, sospendendo il pronunciamento del Tfn del primo ottobre, che si era dichiarato di fatto incompetente a giudicare la legittimità del provvedimento sulla B a 19 preso dal commissario Fabbricini il 13 agosto. Letta così, l’ordinanza del Tar farebbe pensare che ora la materia del contendere debba tornare al primo grado della giustizia federale. E che quindi sia ancora tutto in discussione. Possibile, ma poiché i giudici nel provvedimento di questa mattina sottolineano chiaramente che il commissario il 13 agosto è andato ben oltre i suoi poteri, si fa fatica a immaginare che il Tribunale federale, qualora tornasse a riunirsi, possa allontanarsi da questa indicazione. Ecco perché torna prepotentemente di attualità il ritorno della Serie B a 22 squadre.

    COSA LA FIGC — Tra l’altro, le riflessioni dei giudici amministrativi sono così profonde che Gabriele Gravina, dall’inizio di questa vicenda fortemente critico con la riduzione del format della B a 19 squadre, potrebbe anche decidere di prendere provvedimenti per riportare la B a 22 senza perdere ulteriore tempo in attesa di nuovi passaggi processuali. Certamente, il nuovo presidente federale non impugnerà l’ordinanza del Tar davanti al Consiglio di Stato. Ora la Lega B resta in attesa delle decisioni che la Figc vorrà adottare per ottenere la definitiva chiarezza sul tema. Filtra questo dalla Lega dopo aver appreso la notizia che Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Prima Ter) ha accolto l’istanza cautelare stabilendo che l’ex Commissario Figc Roberto Fabbricini non aveva i poteri di modificare l’organico del campionato della Serie B.

    QUALI RIPESCATE? — A questo punto, vanno stabilite quali delle cinque società ricorrenti dovranno risalire per riempire l’organico della B. Ci sono solo tre posti, due resteranno fuori. Il Tar questa mattina ha respinto anche l’istanza con cui la Ternana chiedeva la sospensione del provvedimento con cui, l’11 settembre scorso, il Collegio di garanzia del Coni dichiarava improcedibile il ricorso di umbri, Siena e Pro Vercelli contro la riammissione alla griglia dei ripescaggi di Novara e Catania. Ora che la materia del contendere è tornata d’attualità, Frattini potrebbe tornare a riunire il Collegio e stabilire le tre ripescate. Ma dovrà farlo in tempi brevissimi.

    Alessandro Catapa

  3. Ip Address: 62.2.176.13

    Cosa vuol dire? che andiamo dritti dritti in…………………BUNDESLIGA?

    Qui non si capisce più niente. la repubblica delle banane

  4. Ip Address: 62.2.176.13

    Dopo la decisione del Tar di tornare a una Serie B a 22 squadre, la Lega Pro ha comunicato di aver rinviato le partite in programma stasera delle squadre coinvolte: Pro Vercelli, Ternana, Siena e Novara. Le gare in oggetto sono recuperi della 1ª giornata: si tratta di Pontedera-Novara, Pro Piacenza-Robur Siena e Pro Vercelli-Piacenza del girone A e di Ternana-Rimini del girone B.

  5. Ip Address: 62.2.176.13

    La telenovela sulla compilazione dei calendari e sulla composizione del numero di squadre iscritte alla Serie B non ha fine. Il campionato è iniziato ormai da due mesi con solo 19 squadre a sfidarsi in campo, ma oggi è arrivata una nuova svolta. Il Tribunale Arbitrale Regionale, il TAR del Lazio ha accolto il ricorso della Ternana contro il cambio di formato da 22 a 19 squadre. Una scelta che ribalta l’attuale composizione del campionato e che, riguarda, perchè in adesione del ricorso approvato al club umbro, anche le società Siena, Novara e Pro Vercelli.

    14.15 COSA CAMBIA? – Secondo quanto appreso da Calciomercato.com la sentenza impone il ritorno ufficiale del format del campionato da 19 a 22 squadre con una problematica importante. Nella sentenza non è specificato il “come” questo cambiamento dovrà essere apportato. Di fatto la decisione del Tar porta indietro il format del torneo a prima del cambiamento imposto dall’allora Commissario Straordinario Roberto Fabbricini. Il neo presidente Gabriele Gravina si riunirà nelle prossime ore con gli avvocati e i legali della FIGC per individuare la stra più giusta da percorrere perchè le modalità di ripescaggio non dovranno portare a ulteriori problematiche ed eventuali ulteriori ricorsi. Gravina già in passato si era espresso negativamente sul cambiamento del formato: “Ho piena fiducia negli organi di giustizia. Seguendo le normative queste dicono che quel tipo di provvedimento non era assolutamente applicabile e non era neppure ipotizzabile”.

    14.00 UFFICIALE, RINVIATI I RECUPERI – La Lega Pro ha ufficializzato il rinvio dei recuperi previsti questa sera e che coinvolgono Ternana, Novara, Siena e Pro Vercelli

    13.15 SUMMIT D’URGENZA – E’ stato convocato per il pomeriggio di oggi un summit d’urgenza voluto dal neo presidente della FIGC Gabriele Gravina con gli avvocati della Federazione. I provvedimenti del Tar sono esecutivi, quindi il format della Serie B è adesso a 22 squadre: bisogna riportare tre società in Serie B. La situazione deve essere dunque definita poiché le società richiedenti sono 5 i posti sono 3.

    13.00 CHI GIUDICA? – La prima scelta che dovrà fare la FIGC sarà quella di decidere quale organo competente dovrà prendere la decisione sulle squadre da ripescare. La procedura potrà essere rimandata al Collegio di Garanzia del CONI, o al TAR del Lazio oppure ancora potrebbe essere la FIGC a decidere con un atto di autotutela.

    12.45 LA TERNANA NON VUOLE GIOCARE – Secondo quanto riportato da Sky Sport la Ternana, ma anche Pro Vercelli, Siena e Novara stanno valutando la possibilità di non scendere in campo quest’oggi perchè in serata sono previsti alcuni recuperi delle prime giornate del campionato di Serie C.

    12.30 IL COMUNICATO DEL TAR – “Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Prima Ter), Accoglie l’istanza cautelare e, per l’effetto, sospende i provvedimenti impugnati ai fini del riesame degli stessi nei sensi di cui in motivazione; Fissa per la discussione del merito l’udienza pubblica del 26 marzo 2019; Compensa le spese della presente fase. La presente ordinanza sarà eseguita dall’Amministrazione ed è depositata presso la segreteria del tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti. Così deciso in Roma nella camera di consiglio del giorno 23 ottobre 2018 con l’intervento dei magistrati: N. 11188/2018 REG.RIC. Germana Panzironi, Presidente Anna Maria Verlengia, Consigliere Francesca Petrucciani”.

    12.30 LE PAROLE DELL’AVVOCATO – Con un tweet pubblicato sul suo profilo ufficiale e con dichiarazioni riportare da Sky Sport l’avvocato della Ternana, Cesare Di Cintio, ha commentato positivamente la decisione del TAR: “È stata una battaglia lunga, faticosa, ma alla fine siamo riusciti ad ottenere ciò che inconfutabilmente le norme esplicano: l’annullamento dei provvedimenti del Comissario Straordinario relativi alla revisione del format. Ora vediamo cosa succederà con i ripescaggi, una cosa è certa: il format della prossima Serie B sarà a 22”.

    FORMAT #SERIEB, IL TAR CI HA DATO RAGIONE! I giudici si sono espressi sulla domanda cautelare e hanno sospeso la pronuncia del TFN evidenziando i profili d’illegittimità dei provvedimenti dell’allora Commissario #FIGC. Sono molto soddisfatto, è il segnale che ci aspettavamo
    — Avv. Cesare Di Cintio (@CesareDiCintio) 24 ottobre 2018

  6. Ip Address: 94.37.25.247

    Sono contento per questa nuova decisione del Tar solo ed esclusivamente perchè la denunzia presentata dal Catania alla procura di Roma nei confronti di Fabbricini a questo punto ha anche l’avallo di un tribunale amministrativo che trattasi di abuso di potere con tutte le conseguenze che ne derivano a livello personale.
    Per tutto il resto da notare che lo stesso Tar poteva arrivare alla stessa conclusione quando ancora era possibile parlare di ripescaggi reali perchè oggi diventano solo virtuali da fare valere solo per risarcimenti.
    Spero che Gravina risolverà la questione con 7 promozioni perchè non ci sono altre vie migliori.

  7. Ip Address: 94.37.25.247

    Non aspettatevi ripensamenti dalla lega B, a mio avviso ‘assemblea straordinaria di domani servirà per sostituire le 19 Pec allora inviate a Fabbricini con una delibera formale più idonea ma ribadendo la volontà di voler rimanere con il format 19. Servirà inoltre per dare mandato a Balata di ricorrere al consiglio di stato contro l’odierna sentenza del Tar e forse per ammettere l’Entella in serie B.
    Gravina non può fare miracoli ed i suoi nemici sono dentro la stessa Figc ed in particolare i legali che hanno difeso l’operato di Fabbricini fino ad ieri, come potranno consigliarlo ora ? fossi in lui starei molto attento e prima di fare un passo ci penserei 100 volte.

  8. Ip Address: 151.46.44.41

    Questa inattesa sentenza del Tar del Lazio mi induce ad una sola riflessione ! Al di là di quello che potrà succedere e il classico termometro che misura lo scandaloso comportamento di tutti coloro che dovevano valutare e giudicare ! Il caos che hanno creato e che ancora perdura ! Una vergogna ! Ed il povero Gravina che cosa deve fare adesso ? Una assurda situazione ! Squadre che non giocano nelle serie che a loro spettavano , squadre che non giocano perché aspettano di essere traslate in un altro girone ! Roba da non credere ! Da più che da terzo mondo ! Hai ragione ,Vincenzo sul fatto che lo stesso Gravina deve stare attento sulle mosse da fare ! Tutta gente per bene è quella che ci sta attorno !!! ,

  9. Ip Address: 82.58.146.154

    Buonasera a tutti.
    Non finiscono di stupirci!
    Il Tar del Lazio più di tutti.

  10. Ip Address: 176.200.205.244

    Che situazione! Per me faranno un compromesso nel senso l’entella in b e la viterbese in c ma nel girone b. Poi decideranno per la promozione in b il prox anno di sei squadre provenienti dalla c due per girone e senza play off per ritornare alla b a 22. Le ricorrenti avranno degli indennizzi economici e vissero tutti infelici e scontenti .
    Siamo seri! Come faranno le riammesse a recuperare tutte queste partite disputate? Assurdo anche perché ci potrebbe essere il ricorso al. Pnsiglio di stato della Serie B e quindi nulla ancora di certo

  11. Ip Address: 94.37.25.247

    Catanese il tuo pensiero sarebbe l’unica via d’uscita per porre fine a questa assurda vicenda. Con gli indennizzi le squadre a gennaio farebbero alcuni acquisti per diventare ancora più forti ed andrebbero in B.

  12. Ip Address: 62.2.176.13

    Io aspetterei a trarre delle conclusion! Questi ci sorprenderanno ancora………….

  13. Ip Address: 94.37.25.247

    Come preventivato l’assemblea straordinaria lega B da mandato a Balata di ricorrere al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar, pertanto con questa iniziativa tenta di ostacolare/rimandare eventuali iniziative in autotutela della Figc che si era già espressa che non avrebbe fatto ricorso. Penso che a questo punto dopo la testa di Uva cadrà quella di Balata perchè è vero che le leghe hanno la loro autonomia ma è anche vero che cmq sono sottostanti alla Figc. Gravina questo piccolo particolare non lo trascurerà che un subordinato mette in atto iniziative per contrastare il percorso della casa madre.

  14. Ip Address: 151.68.203.7

    2710782) CT46
    Località:
    voglio giustizia
    Thursday, 25 October 2018 16:00 Host: net-93-64-206-10.cust.vodafonedsl.it Permalink IP logged Mozilla/5.0 (Windows NT 6.1; Win64; x64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/69.0.3497.100 Safari/537.36
    L’Amministratore Delegato del Catania Pietro Lo Monaco viene contattato telefonicamente dalla redazione di Radio Sportiva per conoscere il suo punto di vista sulla vicenda ripescaggi:

    “Il commissariamento è stato devastante per il nostro calcio. Sono state bypassate le leggi, le riforme dei campionati vanno fatte seguendo le regole delle NOIF. Sono stati abrogati proprio due articoli delle NOIF. Ora un Tribunale ordinario sancisce la sconfitta del nostro calcio e, giustamente, che la B debba essere a 22 squadre. Sono le regole a stabilire chi, eventualmente, ha diritto a prendere parte ad un campionato o meno. Mi dispiace che sia arrivata tale decisione proprio adesso, dopo essere stati messi alla berlina dal mondo intero. Mi auguro che con la nuova presidenza si metta mano veramente al rifacimento del codice di giustizia sportiva e, soprattutto, un punto ricominciando come si deve”.

    “Posso garantire al 100% che esiste una graduatoria per il ripescaggio. La sentenza pro-Novara ha fatto sì che entrassero in ballo sia Catania che Novara. La classifica dei ripescaggi prevede al primo posto il Novara, secondo il Catania, terzo il Siena. Bisogna però stabilire se la sentenza sia vigente o meno. Il calcio italiano è mantenuto da televisioni e diritti televisivi ma è diretto alla gente, i tifosi sono stati calpestati per l’interesse di pochissimi. Non si è mai visto che una Lega decidesse da sola, forte dell’appoggio di chi evidentemente in questi anni ha sguazzato nel non-governo”.

    “Chi può quantificare l’entità esatta del risarcimento di un danno di tali proporzioni? Hanno giocato sulla dilazione dei tempi. Oggi come si fa a recuperare una decina di partite? Le squadre sarebbero mutilate. La Serie B dovrebbe fermarsi. E’ inconcepibile che davanti ad un’ordinanza vada avanti. La B è in totale confusione. Si sono in qualche modo ammazzati da soli senza nessun senso per 200mila euro in più. Soldi che comunque rischi di mangiarti subito, aumentando i rischi in un campionato a 19 squadre. Il format, ripeto, va cambiato nei tempi e nei modi giusti

  15. Ip Address: 94.37.25.247

    Scontro frontale tra Balata e Gravina, come era prevedibile quest’ultimo appena appresa la notizia che la lega B ha inoltrato ricorso al Consiglio di Stato ha convocato immediatamente il Consiglio Federale per martedì 30 ottobre. Ricordo che il Consiglio Federale è l’unico organo che ha facoltà di modificare i format ma sempre rispettando le regole dei regolamenti.
    Per quella data ci sarà la resa dei conti e probabilmente la testa dello stesso Balata.

  16. Ip Address: 79.49.93.137

    Ma c’e’ una gerarchia all’interno di questo/i palazzi/i? Se si dovrebbe essere nell’ordine il Coni, sottordinare tutte le federazioni, poi le singole leghe.
    Se così dovrebbe essere una lega non può decidere autonomamente ed andare contro “il superiore diretto “ la figc.
    Questa dovrebbe dare le direttive o meglio i regolamenti e le singole leghe si devono attenere .
    Questo in in paese normale , ma in Italia tra inciuci, bustarelle, poteri occulti e malaffare abbiamo visto che non sempre è così. Per fortuna che adesso alla figc ci sta uno regolarmente eletto e con le palle a differenza delle marionette del mese scorso

  17. Ip Address: 62.2.176.13

    La Lega Pro, a seguito delle ordinanze emesse il 23 ottobre scorso dal TAR Lazio I sezione ter, anche in considerazione della convocazione del Consiglio federale in data 30 ottobre 2018 nell’ambito del quale, tra i vari argomenti posti all’ordine del giorno, verranno affrontate le tematiche oggetto delle ordinanze emesse dal TAR, dopo la sospensione delle partite di ieri di Pro Vercelli, Ternana, Novara e Siena, ha disposto la sospensione delle gare delle società Catania, Novara, Pro Vercelli, Robur Siena, Ternana, Virtus Entella e Viterbese Castrense fino a data da determinarsi.

  18. Ip Address: 94.37.25.247

    Sulla carta la gerarchia c’è sempre stata però di fatto si decideva nei salotti o circoli romani.
    Il grosso problema di Gravina sarà quello di fare capire a questa gente che quell’andazzo da loro usato non è un diritto acquisito e che dovrà sparire definitivamente. Basta leggere quello che dice Cellino e Balata per capire che per loro la gerarchia e regole non esiste, anzi, senza pudore chiedono a Gravina di tutelare i diritti delle 19 squadre per mantenere quella scelta da loro voluta poggiata sull’arbitrio e connivenza della giustizia sportiva.
    Nessun tribunale in 3 mesi ha voluto decidere se Fabbricini aveva quel potere di cambiare le regole ed ora dopo la sentenza del Tar viene chiamato a decidere il Consiglio di Stato ed a decidere pare che sia solo un magistrato della quinta sezione.Tutto nelle mani di un solo magistrato, ultima trovata ?

  19. Ip Address: 62.2.176.13

    Se il Catania si iscrive al campionato di MALTA penso che sia meglio……………………. Almeno sappiamo quando gioca……………..

  20. Ip Address: 93.46.56.84

    Ma che cosa devo dire? Gli autori di questa vergogna hanno un nome e cognome eppure continuano a esercitare la loro professione ma cosa c’è da aspettarsi? Se non l’ennesima presa per i fondelli. Mettiamo il caso che ci riammettano in serie B bisognerebbe giocare tutti i giorni. Ha un senso? I bastardi hanno fatto tutto a regola d’arte o C o B c’è la siamo presi in quel posto c’è solo da sperare in un maxi risarcimento ma anche qui ci credo poco

  21. Ip Address: 94.37.25.247

    Ecco la giustificazione di Malagò che ovviamente prende le distanze sull’operato della Figc ma indirettamente giustifica i motivi perchè la lega B e Fabbricini si cono comportati in quel modo: le parole virgolettate sono state pronunciate da lui “scoprire dalla mattina alla sera che tre società della stessa categoria sono fallite è un fatto di per sé eccezionale: questa è tutta una problematica nata e ancora non definita nel mondo del calcio” Malagò/Balata/Fabbricini pensano veramente che quelle tre società sono fallite dalla sera alla mattina e che con 700 mila euro in più di introiti annuali potevano evitarlo ? perchè non dice che quelle tre società da parecchi anni non avevano già i requisiti patrimoniali per iscriversi ? nel caso del Cesena di queste 700 mila euro l’anno in più per evitare il fallimento ci volevano 100 campionati visto che l’importo del fallimento si aggira intorno ai 70 milioni di euro.
    In pratica il trio degli eroi volevano salvare e risolvere la sostenibilità dei conti economici delle 19 squadre di serie B con 700 mila euro in più l’anno ? se così fosse veramente significa che i conti economici della 19 squadre già sono in stato pre fallimentare e tante squadre non hanno i requisiti patrimoniali per partecipare al torneo di serie B.

  22. Ip Address: 94.37.25.247

    Sospese tutte le partite fino al 25 novembre delle squadre interessate al ripescaggio con la motivazione “in attesa di programmazione” , Decisione così netta e drastica che lascia presupporre che succederà qualcosa di straordinario per porre fine a tutto. Quale potrebbe essere per non lasciare più scorie di tutta questa triste vicenda ? provo ad indovinare !!!
    Tutte le squadre interessate in serie B ma per non penalizzarle si azzerano le partite giocate in lega B; rifacimento calendario prevedendo due gironi formati uno da 13 squadre ed uno da 12. Promozione in serie A sempre 3 (una diretta per ogni girone e l’altra dallo spareggio delle seconde arrivate. Retrocessioni sei squadre tre per ogni girone. Prossimo anno unico girone con 22 squadre. Cosa ne pensate ? per me potrebbe essere una soluzione accettabile.

  23. Ip Address: 79.49.93.137

    Vincenzo non male la tua proposta forse troppo intelligente per i soldoni del palaZo anche se dubito che le squadre di b sarebbero felici si azzerare tutto e ricominciare daccapo. C’e Da dire che chi e’ causa del suo mal pianga se stesso e il male lo hanno causato tutti i presidenti di b lasciandosi concincere da quei due

  24. Ip Address: 94.37.25.247

    Catanese a livello economico quei miseri 700 mila euro che le 19 squadre perderebbero verrebbero compensate dai risparmi delle trasferte mordi e fuggi tutte raggiungibili con una oretta di bus. A livello dei risultati acquisiti sicuramente alcune squadre non sarebbero d’accordo ma altre tipo Livorno, Cosenza, Carpi e Venezia magari farebbero salti di gioia.
    La B martedì al 90% sarà format 22 ma per le tre ripescate recuperare nove partite diventerebbe un suicidio, mi farebbe sicuramente piacere che ci fosse anche il Catania ma a quelle condizioni se potessi scegliere preferirei il risarcimento e giocare in C. Solo ripartendo da zero tutte le squadre accetterei volentieri la B e l’unico modo per conciliare tutto sarebbero due gironi magari rivisti per fare giocare più partite con il metodo play off e play out.
    Vedremo come andrà a finire !!!!

  25. Ip Address: 37.159.106.147

    Ciao ragazzi non succederà nulla diranno che si è sbagliato punto…il consiglio di stato dirà la stessa cosa del caso vibonese….troppo tardi x ripescare il catania credo abbia ragione ct a na entella in b e fine della commedia basta basta fozza catania

  26. Ip Address: 78.13.63.177

    Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso della lega B ed ha stoppato così la Figc fino al 15 novembre e fino a quella data il format rimane 19. A questo punto Il Consiglio Federale di martedì non avrebbe più senso perchè si troverebbe con un ordine del giorno incoerente con l’attuale situazione.
    Questo è un segnale che i pupari hanno mandato a Gravina che tradotto in soldoni significa ancora comandiamo noi e se ti interessa quella poltrona devi adeguarti al nostro sistema.
    Non vorrei trovarmi nella posizione di Gravina ma da come ne uscirà fuori da questa faccenda capiremo se gli interessa più la poltrona o la trasparenza.

  27. Ip Address: 151.34.14.99

    Buonpomeriggio a tutti ❤️💙 ennesimo rinvio sperando di giocare la prossima settimana, in qualche categoria ci dovranno sistema 🤣 molte volte mi chiedo se è normale ancora giocare nei campionati italiani? Ho meglio organizzarsi come scrive jamajama con i maltesi ?

  28. Ip Address: 151.19.27.179

    Cari amici ,ci tengo a suggerire a voi tutti di leggere nel sito mondo Catania un articolo scritto da Claudio Spagnolo ! Un articolo emblematico che condivido in pieno con l’ amico Filippo ! In pratica il giornalista tratta in modo singolare ,ma suggestivo e sopratutto attuale , con che cosa ragionano ,in questi tempi di caos ,questi così “ detti “ esperti del mondo del calcio ! Ha ragione ! Con il cervello ? Proprio no ! I marchingegni , i dietro front , le smentite , , i raggiri , presuppongono una mancanza assoluta di onestà ,di ragionevolezza , di sensibilità ,,mai io aggiungo anche di umanità ! Quella umanità che è proprio indispensabile , per capire ,e per avere i giusti sentimenti che questi uomini che dovrebbero essere di esempio a tutti,non hanno assolutamente ! Bravo Spagnolo !

  29. Ip Address: 2001:b07:645a:c57c:4998:b451:e552:54e3

    Bravo Armando, un abbraccio a te e tutti gli Amici del Sito

  30. Ip Address: 5.90.248.244

    Mar.30 il consiglio di stato ci rigettera il ricorso un regno pieno di boiardi prima repubblica vedi frattini…mastrocola..pensiamo al potenza e giochiamo lassù nessuno ci ama b 🌃

  31. Ip Address: 78.13.63.177

    Ho concluso il post numero 18 con la frase “Tutto nelle mani di un solo magistrato, ultima trovata ? ” mi suonava strano che Balata con spavalderia si mettesse contro la Figc quando tutto sembrava che si erano create le condizioni per chiudere questa vicenda. Evidentemente Balata e chi sta dietro di lui già conoscevano il nome del magistrato che da solo fosse capace di lasciare nel caos due campionati. Trattasi infatti dello stesso magistrato che per lo stesso argomento il 29 settembre aveva già rigettato un ricorso della Ternana quindi con un preconcetto già consolidato sull’argomento e molto creativo nel sfornare sentenze poggiate sullo stato di fatto trascurando i motivi che lo hanno creato. Persona ideale per fare arrivare nelle sue mani quel ricorso.

  32. Ip Address: 84.226.132.80

    Buongiorno a tutti

    E siamo al punto di tre mesi fa! Questa é l‘itali sia nel calcio che nella politica e anche in ogni momento del giorno.
    Quello che si dice al mattino non é più valido al pomeriggio.

    Lo dico io che la vedo da lontano e sento i commenti dei svizzeri, tedeschi etc.

  33. Ip Address: 78.13.63.177

    Fonte ANSA
    (ANSA) – ROMA, 27 OTT – Allo stabilimento balneare Village di Ostia, sequestrato e confiscato dal tribunale di Roma al clan Fasciani nel luglio 2012 e ora riaperto e in amministrazione controllata, è andata in scena, nell’ambito della decima edizione dell’International Social Commitment Award, la cerimonia di premiazione “Stelle al merito sociale 2018”. Tra i premiati anche il presidente della Lega B, Mauro Balata, per “la sua consapevole capacità, fondata su valori etici e innovativi, di perseguire obiettivi per strutturare il sistema del calcio professionistico basato su legalità, trasparenza, sostenibilità e condivisione”. Premio consegnato direttamente dalle mani del Procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho. “Noi ci siamo sempre – ha detto Balata – dove ci sono situazioni di natura sociale, dei valori da difendere noi ci siamo perché la Serie B è il calcio dei territori”

  34. Ip Address: 79.49.93.137

    A questo punto dell vicenda non posso che augurarmi che rimanga la b a 19, due promozioni ques’anno per girone e andiamoci a prendere la b sul campo. Andare adesso o peggio in Serie B tra un mese è soltanto assurdo e vorrebbe significare retrocessione sicura salvo miracoli

  35. Ip Address: 78.13.63.177

    Dopo aver appurato che la notizia Ansa riportata nel post 33 non fosse uno scherzo la riflessione diventa un atto dovuto per capire dove va spostata l’asticella che delimita il confine tra giusto/sbagliato. A quanto pare agli occhi di tante persone ed in particolare dai magistrati della giustizia sportiva e qualcuno di quella ordinaria sembra nel giusto la linea di Cellino, Malagò, Balata e Fabbricini, se così non fosse non avrebbe una logica quel premio consegnato dal Procuratore nazionale antimafia nelle mani di Balata e neanche la sentenza emessa ieri dal magistrato del Consiglio di Stato (giustizia ordinaria).
    Ma allora tutta la stampa sportiva, i magistrati del Tar, Gravina, Sibilla, associazioni arbitri/giocatori/allenatori, Frattini e lo stesso Malagò che ha ammesso che sono state seguite procedure discutibili, i legali delle società, i tifosi calpestati e lo stesso ministro Giorgetti sono tutti extra terrestri visionari e rincoglioniti ?
    Tento di spostare quell’asticella verso la direzione Fabbricini ma chissà perchè appena mi giro si rimette dove stava prima di averla spostata.. .

  36. Ip Address: 78.13.63.177

    Catanese già da qualche settimana tutti eravamo concordi di continuare a giocare in C perchè sarebbe un suicidio recuperare in B 9 o 10 partite. Detto questo però un conto è sentirsi dire signori avete le vostre ragioni ma allo stato attuale è impossibile modificare il campionato, altro discorso è che questi cercano di chiudere la faccenda non ammettendo l’errore che per loro significherebbe assoluzione dei responsabili e non risarcibilità del danno.

  37. Ip Address: 93.46.56.84

    Infatti caro Vincenzo visto che questi signori possono fare ciò che vogliono ora troveranno il sistema per non risarcire nessuno

  38. Ip Address: 84.226.132.80

    Vincenzo
    Credi veramente che quei „SIGNORI“ ammettono di aver sbagliato????

  39. Ip Address: 84.226.132.80

    Ups Gaetano mi ha preceduto😱😱

  40. Ip Address: 78.13.63.177

    Loro sicuramente non ammetteranno mai di aver sbagliato ma chi ritiene di aver subito danni per mancata giustizia ha il dovere morale ed economico andare fino in fondo e ribellarsi. Lasciare fare accettando tutto nel nome tanto siamo in Italia darà sempre più forza a questi signori. Prima o poi verrà il giorno anche per loro che andranno a sbattere o finire in galera. Nella vita c’è sempre un inizio ed una fine e vale per tutti e tutto.

 Lascia un commento

ATTENZIONE: I contenuti dei commenti rappresentano ESCLUSIVAMENTE il punto di vista dell'autore. Nei commenti e' vietato compiere o indurre a compiere qualsiasi tipo di reato, ed e' vietato Danneggiare, lesionare in alcun modo i diritti altrui. E che il commento non abbia contenuto razzista o sessista, non sia offensivo, calunnioso o diffamante. La Redazione si riserva il diritto di rimuovere i commenti che violino le precedenti regole a suo insindacabile giudizio. Gli IP sono registrati ed utilizzati in caso di controversie per intraprendere percorsi legali contro i molestatori.


(Richiesto)

(Richiesta. Non sarà pubblicata)

Question   Razz  Sad   Evil  Exclaim  Smile  Redface  Biggrin  Surprised  Eek   Confused   Cool  LOL   Mad   Twisted  Rolleyes   Wink  Idea  Arrow  Neutral  Cry   Mr. Green

su
giu