TUTTO IN DUE MINUTI

 Scritto da il 12 aprile 2012 alle 14:47
Apr 122012
 

Il calcio è strano, forse per questo è lo sport più seguito dell’intero pianeta ed anche il più affascinante.

La palla è rotonda, come dire: “Non si vince ai punti, bisogna buttarla dentro!” Accade tutto in pochi maledetti, minuti finali.

In quei pochi minuti di follia il Catania di un colpo riesce a giocarsi buona parte delle speranze di continuare a inseguire un sogno.

In pochi minuti, la squadra e l’allenatore perdono le certezze e mollano la presa, il Presidente in sala stampa ancora se la vuole giocare.

In pochi minuti, buona parte dei tifosi passa dall’euforia al catastrofismo più becero e cupo. Dall’esaltazione all’annientamento. Dall’essere una squadra di campioni a una di brocchi: quei pochi, maledetti, minuti finali …

Eppure il Catania, (fatti salvi gli ultimi minuti di follia), non aveva giocato male. Aveva mostrato il solito gioco palleggiato a centrocampo e non pareva soffrire troppo la voglia di vincere del Lecce.

Aveva giocato; e due, tre, quattro volte, era andata al tiro con Bergessio, Gomez e Barrientos. Il Lecce badava a non subire cercando il gol sulle ripartenze e un paio di volte con Muriel si faceva pericoloso cogliendo anche un palo su una respinta fortuita di un nostro difensore. Tutto andava verso una normale amministrazione della partita. Non si vedeva il sacro furore da parte di nessuna delle due squadre, ma il Catania tentava la via della rete con più convinzione rispetto alla squadra avversaria.

Andata in vantaggio alla ripresa delle ostilità la squadra continuava a macinare gioco, e il Lecce appariva in enorme difficoltà.  Si cercava il raddoppio per chiudere la partita ma Bellusci, solo davanti alla porta falliva miseramente il gol che probabilmente avrebbe mandato definitivamente al tappeto la squadra salentina.

Da quell’errore così marchiano cominciava un’altra partita.

Il Lecce capisce che deve assolutamente fare qualcosa per non perdere le speranze di dire addio alla serie A e diventa padrone del centrocampo aiutato dal Catania che rincula in maniera inaspettata. Non so quale oscuro motivo abbia portato la squadra a lasciare che il Lecce prendesse coraggio. Forse la squadra si sentiva troppo sicura o forse era troppo impaurita (non si sa bene da cosa), fatto sta che il Lecce si costruisce l’opportunità di pareggiare insperatamente grazie ad un rigore concesso molto benevolmente dal mediocre arbitro De marco.

Quando Di Michele fallisce clamorosamente la battuta a rete, tutti pensiamo che il peggio sia passato. Mancavano solo quindici minuti alla fine, in fondo, bastava semplicemente controllare la partita; ma proprio sul più bello, s’infortuna Bellusci. Montella lo sostituisce con LLama e il Catania passa alla difesa a tre.

Col senno di poi siamo tutti bravi, chi lo è a prescindere dice che Montella doveva fare entrare Capuano, chi ha fiducia nelle qualità del Mister (come me), afferma che la sostituzione ci poteva stare e che nessuno avrebbe mai potuto pensare che la squadra si suicidasse con i famosi due minuti di follia generale. Una bella mano al Lecce è stata data indubbiamente dal pessimo arbitro di ieri, ma non si può assolutamente negare che buona parte dell’impresa firmata dai salentini sia da attribuire ai demeriti di alcuni calciatori.

Prima Legrottaglie sbaglia ad attuare un fuorigioco a centrocampo che permette a Muriel di partire verso l’area indisturbato. Poi Carrizo, avendo avuto la percezione di subire un torto dall’arbitro, prima si fa ammonire per proteste e poi buttare fuori per un applauso rivolto all’arbitro; dico io: ma come si fa?

Rimaniamo in dieci, Lodi si mette in porta. Il Catania si butta scriteriatamente in attacco e in contropiede subiamo la beffa finale.

Accade così che nell’arco degli ultimi dieci minuti passiamo dall’euforia di un possibile quinto posto, (visti i risultati delle altre), all’ottavo.Con buona pace di tutti, e ancora adesso non riesco a metabolizzare la rabbia per quest’altra sconfitta inaspettata.

Mi riesce difficile pensare che tutto sia finito così, credere che la squadra adesso possa mollare definitivamente andando incontro a un finale di campionato diverso da quello che tutti noi auspicavamo.

A questo punto bisogna serrare le fila, buttare a mare il disfattismo cronico che da più parti ha preso il sopravvento e guardare alla prossima partita e a un finale di campionato che potrebbe ancora riservare sorprese. Sì, perché a differenza di molti, io penso che questa squadra abbia nelle sue corde la possibilità di cancellare queste due ultime disastrose sconfitte. Non dobbiamo dimenticare quanto di buono ha saputo costruire questo gruppo e quante soddisfazioni ci ha dato finora. Nelle difficoltà si vede il cuore del tifoso. Troppo semplice applaudire quando le cose vanno bene e criticare( in parte giustificatamente), quando le cose non vanno come volevamo.  Nei momenti di difficoltà si vede chi ha davvero a cuore le sorti di questa squadra, adesso è il momento di incoraggiare e stringersi intorno ai ragazzi.

La sfida contro il Cagliari si presenta difficile alla stregua delle ultime due, anzi, nella malaugurata ipotesi che stasera i sardi escano battuti dal confronto contro il Bologna, ci troveremo di fronte un’altra squadra che avrà un unico risultato da inseguire contro di noi: la vittoria. Se ai più, il sogno Europa sembra essere svanito nel nulla, la partita di Lunedì prossimo sarà il crocevia che ci dirà qual è la vera identità di questa squadra. Vincere a Cagliari cancellerebbe di colpo tutte le fobie venute alla massa e il sogno potrebbe ritornare a essere raggiungibile. In caso contrario mi sento di dovere dire grazie alla squadra per avermi fatto divertire quest’anno. I cinquanta punti sono la soglia che il Presidente ha fissato a inizio d’anno, traguardo ancora e a portata di mano. Non v’è dubbio che la speranza sia l’ultima a morire e anch’io, come il Presidente, non ho ancora perso le speranze di inseguire un sogno chiamato Europa.

A SOSTEGNO DI UNA FEDE: “FORZA CATANIA!”

 

  37 Commenti per “TUTTO IN DUE MINUTI”

  1. Ip Address: 85.41.235.41

    Mario, hai letto proprio il mio stato d’animo d’ieri, oggi e domani :mrgreen: :mrgreen:
    non ce la faccio più mi hanno buttato in un stato depressivo….
    ma perchè succede sempre con le squadre medio-piccole Chievo; Cagliari, Siena, Lecce….. mentre con le grande il Catania fa una partitona ❓ ❓ ❓
    MENTALITÀ DA SALVEZZA…..

  2. Ip Address: 79.33.105.174

    a Carrizo il portiere del Catania gli hanno dato 2 giornate di squalifica, non puo’ giocare lunedì kn il Cagliari e domenica 22 aprile kn l’ Atalanta, questa non ci voleva affato!

  3. Ip Address: 79.56.105.172

    Ciao Mario, sono troppo deluso, mi sono sfogato un po’ scrivendo il mio prossimo pezzo. Io, tu lo sai, non ho mai creduto nella possibilità europee del Catania, però ho sperato e sognato. Comunque, della gara di ieri ci sono alcine cose che non mi sono chiare e sono i quesiti che pongo nel mio prossimo articolo.

  4. Ip Address: 95.250.105.92

    Ciao a tutti
    nessun commento……………non ci sono…………sono in coma……………
    Spero di riprendermi presto.
    Un saluto a tutti.
    C i a o

  5. Ip Address: 79.56.105.172

    Alcune cose, non alcine, persino la tastiera è rimasta sconvolta dalla sconfitta di ieri.
    Avrei preferito che avesse segnato Muriel al 16′, quando ha colpito il palo, ma perdere in quella maniera proprio non riesco a digerirlo.
    Cosa mi tocca alla mia età: stanotte per la rabbia non sono riuscito a dormire!

  6. Ip Address: 88.66.3.121

    Be dove sono gli espertoni ?
    pensiamo a fare sti famosi 50 punti che è il massimo raggiungibile attualmente per questa squadra e poi se per la nuova stagione il carissimo signor Lo Monaco si decidesse di comprare due difensori che si meritassero di essere chiamati così e qualcuno capace di fare almeno 15 gol a campionato bè allora in questo caso mi mettero a sognare insieme a voi ma non prima
    certo mi si dirà ma che ti sarebbe costato sognare risposta Nevvi m’havissa custatu
    invece cosÌ leggermente distaccato mi sono risparmiato un pò di salute comprì mon ami avanti va Salutamu

  7. Ip Address: 79.51.179.12

    buonasera fratelli della costa rossazzurra dispiaciuto per come e avvenuta la sconfitta i 50 punti sono abordabili penso a un catania piu propositivo nelle prossime gare forza catania sempre 😉 😉

  8. Ip Address: 85.41.235.41

    Il Giudice Sportivo dott. Gianpaolo Tosel, assistito da Mario De Luca e dal Rappresentante dell’A.I.A. Eugenio Tenneriello, nel corso della riunione del 12 aprile 2012, ha assunto le decisioni qui di seguito riportate:Ammenda di € 2.000,00 : alla società per avere suoi sostenitori rivolto reiteratamente grida e cori ingiuriosi all’Arbitro.SQUALIFICA PER DUE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA ED AMMONIZIONE CARRIZO Juan Pablo: per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara (Seconda sanzione); per avere, all’atto dell’ammonizione, contestato la decisione arbitrale rivolgendo all’Arbitro un ironico applauso.AMMONIZIONE CON DIFFIDA (TERZA SANZIONE) SEYMOUR Felipe Ignacio

  9. Ip Address: 87.18.140.232

    Buonasera raga’!!!
    Buon articolo Mario!!! 😉 😉 😉

    Mio genero, leccese, si e’ divertito molto ieri sera!!! :mrgreen: 😐 😕

    Il Catania mi ha fato gioire e dati dolori ma dai tempi passati non mi ricordo una sconfitta cosi brutta.
    Come si dice sempre “il cavallo va giudicato all’arrivo”, aspettiamo a quanti punti arriviamo.
    Poi occhio al Lecce, che affrontera’ il Napoli ormai senza benzina, perche’ si sta’ alzando l’asticella dei punti per la salvezza.

    Sogni rossoazzurri a tutti e forza Catania!!!

  10. Ip Address: 2.193.187.139

    Gli arbitri stanno cominciando a fare quello per cui sono i correnti! sempre stati specialisti: i cornuti!!! Certo, anche i nostri ci si sono impegnati per complicare cose facili!
    Pazienza, siamo stati ridimensionati e adesso stiamo con i piedi per terra!
    Prof. se ti può consolare, neanche io ho dormito e pensavo e rivedevo continuamente le azioni della partita. Mi sento umiliato!!

  11. Ip Address: 2.33.131.230

    Un caloroso saluto a tutti,complimenti mario per l articolo come sempre io credo aldilà di tutto che in queste due partite ci sia stata anche una grossa dose di sfiga perchè sè andiamo ad analizzare le ultime due prestazioni a parte i primi dieci minuti di chievo e gli ultimi 5 contro il lecce la squadra ha fatto la sua solita prestazione grintosa e da grande corazzata quindi in base a quello che abbiamo visto nelle ultime dieci partite dove si è perso solo nelle ultime due io penso che può farci guardare con ottimismo le ultime sei,e non sarebbe difficile secondo me in base alla sfortuna che abbiamo trovato nelle ultime partite fare risultato in tutte le sei e sperare ancora.CIAO A TUTTI I TIFOSI DEL SITO E FORZA CATANIA.

  12. Ip Address: 86.214.239.176

    buongiorno a tutti pari
    Ciao mon ami Antonio, felice di rileggerti, io a l’Europa ci ho sempre creduto e ci credo ancora, anche per le note vicende extra sportive, vedi Lazio etc etc..ma come dicevo , mi fa paura, ed allora la partita contro il Lecce come le altre che verranno le vedro’ con animo sereno, cioè se vinciamo come sempre gioisco, ma se perdiamo, vedo il bicchiere sempre mezzo pieno, come dicevo in vari post precedenti, per l’Europa il Catania deve rifare più di mezza squadra, e Pulvirenti lo sa bene, iniziare a giocare ad Agosto preliminari etc etc, e poi? ora il cuore mi dice Europa la ragione 8° posto con la soddisfazione di vincere a Roma,
    Poi riguardo la panchina del Catania la sfortuna vuole e noi tifosi abbiamo la mente cortissima, che Biagianti è sempre infortunato Llama lo è stato per più di tre quarti di campionato,, Ledesma regalato per un pugno di dollari oramai titolare fisso nel Boca!!, idem Lopez e Alvarez che vale il doppio di Motta? e per finire il mistero Suazo?? ma contro il Lecce non poteva giocare? questi che ho nominato sono giocatori che potevano giocare tranquillamente anche da titolari, ma se uno vede sempre le cose a suo modo e nell’alto dei suoi misteri gioca col Catania!! noi non possiamo farci niente, logicamente parlo di Lo Monaco!! Occhio Presidente!!

  13. Ip Address: 87.16.33.229

    Buongiorno raga’!!!
    Qui Napoli e dintorni, cielo coperto con pioggerellina e temperatura freddina.
    Non ho comprato giornali e ne visti i filmati, dopo la partita, perche’ quando li prende il Catania mi sento trafitto da mille pugnali.
    Non ho visto la cavolata di Carrizzo e ne buttarci la croce addosso ma se vuole essere un portiere bravo e uomo intelligente non deve fare stronzate.

    Buona giornata a tutti e forza Catania!!!

  14. Ip Address: 188.11.154.27

    Buongiorno a tutti,Mario,la tua disamina,non solo non fa una grinza,ma mette in evidenza il solito facile costumismo di alcuni tifosi.
    Tante volte si dice che a salire sul carro dei vincitori,è più facile che scendere,ma è altrettando facile,se non di più,salire su quello dei presunti “allenatori e giudici”,elargento critiche a destra e a manca sulle più disparate valutazioni che trovano consenso fra di essi.

    Stiamo quì(e non solo) a ribadire le solite tiritere di chi c’era e adesso non c’è più,oppure doveva entrare quello e non quell’altro,è vero,tutta colpa di Lo Monaco se quando Ledesma a Catania dopo l’infortunio,riuscì a mala pena a fare due gare e dico due,appena decenti,è colpa di Lo Monaco,se Alvarez,alternava prestazioni da invidiare i migliori terzini della massima serie ad altre,che lasciavano l’amaro in bocca ed,è sempre colpa di Lo Monaco,se lo stesso Alvarez,ha voluto andare in Spagna,a tutti i costi.

    E’ colpa di Lo Monaco,se Andujar,faceva più minchiate(li sta facendo anche in argentina,tant’è che non lo vogliono riscattare) che parate,è colpa di Lo Monaco se Motta,quando è arrivato è stato osannato e adesso è diventato un brocco,è colpa di Lo Monaco.se Suazo,preso a parametro zero,non si è rivelato quello che ci si aspettava,è colpa di Lo Monaco anche,gli acquisti di Legrottaglie(da me non condiviso all’inizio) e di Almiron,rivelatisi due acquisti azzeccatissimi,il primo preso a parametro zero e il secondo in prestito gratuito.

    E’ colpa di Lo Monaco,se Carrizo,dopo otto parite non ha fatto rimpiangere,anzi,tutti i suoi colleghi passati prima di lui a difendere i pali del Catania e poi inper 5 minuti di follia,si perde la gara.E’ colpa di Lo Monaco,se non ha acquistato dei buoni difensori(dove sono tutti i sostenitori di Capuano) e degli attaccanti per portarci in Champions.E’ sempre colpa di Lo Monaco quando si perde,quando si vince,è merito di Pulvirenti,ma allora,perchè in tutti questi anni,Pulvirenti ha sprecato tutti questi soldi per pagare il direttore?
    Spero che Lo Monaco vada via da Catania,almeno,in futuro i tifosi del Catania potranno stare tranquilli e sperare nello scudetto.

    Caro Mario,hai ragione quando affermi:

    “In pochi minuti, buona parte dei tifosi passa dall’euforia al catastrofismo più becero e cupo. Dall’esaltazione all’annientamento. Dall’essere una squadra di campioni a una di brocchi: quei pochi, maledetti, minuti finali …”

    Comunque,il mio posto,non è indirizzato a nessuno in particolare,ma in generale,visto che leggo anche su altri siti sportivi.
    Dico solo,che non sono d’accordo con quei tifosi di cui Mario ha fatto mensione.

    Un saluto a tutti,in particolare a Mongibello,Angelo e Giorgio,un abbraccio a Mario.

  15. Ip Address: 188.11.154.27

    Pulvirenti non si fida dopo il doppio ko di fila e suona la ‘sveglia’: “Catania, rialzati! Raggiungere i 50 punti è ancora possibile”
    Il patron non ha dubbi: “Le sconfitte contro Chievo e Lecce frutto di errori individuali. L’Europa? Mi sa che qua bisogna ancora crescere un po’ tutti…”.
    13/apr/2012 11.12.00 di Claudio D’Amato

    La classifica sorride ancora, ma il doppio scivolone rimediato dal Catania in altrettante giornate proprio non è andato giù al presidente Antonino Pulvirenti. Il patron degli etnei, in esclusiva alla ‘Gazzetta dello Sport’, parla del momento poco felice della squadra dopo un’annata da sogno.

    “In realtà a condannarci, in queste due sconfitte, sono stati gli errori individuali che abbiamo pagato con quattro gol subiti – dice Pulvirenti – Peccato perché la squadra si è ben comportata tanto contro il Chievo quanto contro il Lecce, mercoledì avremmo meritato di vincere se non fosse stato per quell’assurdo sbandamento finale”.

    Un k.o, quello contro i salentini, maturato anche alla luce dell’espulsione di Carrizo: “Al giocatore verrà comminata una multa adeguata all’errore commesso”, ha assicurato il presidente che prova a rilanciare le ambizioni del suo Catania: “Possiamo ancora raggiungere e superare quota 50 punti che era il primo traguardo fissato ad inizio stagione”.

    Un traguardo, questo, che non garantirebbe l’approdo in Europa. Su questo tasto, Pulvirenti dice la sua in merito alle parole di Montella: “Lui sostiene che non valiamo il sesto posto? videntemente dobbiamo ancora crescere, tutti, non solo i giocatori. E quando dico tutti, non escludo nessuno”.

    Anche il presidente pensa che le due sconfitte siano frutto di errori individuali? forse,è ignorante come me…. :mrgreen:

  16. Ip Address: 88.49.102.71

    Buongiorno a tutti!! Belli e brutti!!
    PC fuori uso e tempo disponibile pari a zero; la mia assenza dal sito è riconducibile soltanto a questo, ovviamente sempre che qualcuno l’ abbia notata…. 😉
    Poche parole in pochi minuti rubacchiati al mio lavoro.
    Non mi abbatto più di tanto ma la sconfitta contro il Lecce mi ha deluso moltissimo perchè, a mio parere, rappresenta davvero l’addio al sogno europeo.
    Il Lecce è una squadra senza identità e dalla difesa che definire perforabile è un grazioso complimento per i pugliesi. Controllare Muriel sarebbe bastato per annullare ogni velleità dei nostri avversari.
    Caro Mario, la tua disamina non fa una grinza anche se la sconfitta è maturata in un contesto complessivo che va oltre i pochi minuti di follia; ma questo è il mio parere e, come sempre, non costituisce verità.
    Pazienza, sarà per la prossima volta, peccato ci credevo tanto….
    Nessuna sconfitta e nessuna amarezza potrà mai far venir meno il mio sostegno a squadra e società e ricercare adesso le responsabilità per il mancato raggiungimento dell’obiettivo europeo sarebbe davvero fuori luogo, almeno per me che sono stato uno dei più accaniti “predicatori delle nuove frontiere” e che per questo, comunque, non sento di dovermi rimproverare alcunchè.
    Senza rimpianti ed ancor più senza melodrammi.
    Ricominciamo da dove finiremo per provare a migliorarci ancora.
    Ciao a tutti ed a presto.

  17. Ip Address: 88.66.48.127

    Ciao Chiarezza
    un saluto a Mario e anche al resto del mondo
    vedi Vittorio io non mi avventuro in disamine di partite e cose del genere mi limito solo a constatare che ci sono delle lacune nella nostra squadra emm lo ripeto già da tre anni che ci mancano due difensori con le palle questa la mia opinione e poi me la prendo con Lomo ma senza eccedere e dandogli elogi per il grande lavoro da lui fin qui svolto e mi rendo conto che evidendemente con i mezzi a dispozione non poteva fare di piú la squadra ad ogni modo con la rosa attuale credo non puó dare di piú e veramente ero piuttosto sbalordito dal fatto di tutta sta voglia di europa che aveva colpito almeno il 90% della tifoseria booo si vede che uso un metro di giudizio chiamamolo strano solo che di solito i fatti poi alla fine mi confermano le mie impressioni e già da un po di tempo dopo di che se a qualcuno in questo sito non ci piace il discorso a me me ne può fregare di meno
    e tanto per specificare io tengo conto solo delle opinioni di Chiarezza e in parte di Catanista e pó restu aviti vogghia
    ma cio non di meno saluto tutti molto cordialmente
    non e ca uora pi tannigghia ri palluni m’hai acchiappari che cristiani
    assolutamente

  18. Ip Address: 79.56.105.172

    un buon pomeriggo a tutti i tifosi. Ancora non ho smaltito la rabbia.

  19. Ip Address: 87.16.33.229

    Salve raga’!!!
    Ciao Lux!!! 😉 😉 😉
    Vero quello che scrive Mario.
    Ho visto per la prima volta, come ogni anno il Catania a Napoli.
    Ho visto una squadra giocare pari grado a pallone con l’avversario, avevo scritto Izco e Marchese erano migliorati nel trattare il pallone con poche sbavature e gli altri tutti bravi, anche Barrientos ma e’ stato meno continuo.
    Ho visto molti tifosi rossoazzurri al S.Paolo, facendo lunghe ore di viaggio per assistere alla partita.
    Anche quando perdevamo per 2 a 0 la squadra giocava e noi li incoraggiavamo, al raggiungimento del pareggio c’e’ stata una gioia indescrivibile, via la stanchezza per le ore di viaggio e di attesa per la partita.
    Il vero sentimento e’ che ci abbiamo creduto nella bella prestazione del Catania.
    Quando la squadra gioca bene tutti siamo contenti e il tifoso riempie lo Stadio, ma se le cose vanno male lo Stadio sara’ vuoto.
    Adesso stiamo tutti un po’ giu’ visto i marchiani errori che fanno i nostri giocatori.
    Come dico sempre ci vogliono buoni giocatori ma anche intelligenti.
    Nelle ultime 6 partite ci saranno sentimenti contrastanti tra un tifoso e l’altro, io sto’ sempre sul lato sofferente della barricata, lo sono da anni.

    Io come te non ho scritto mai la parola Europa, perche’ mi fa’ un po’ paura visti i precedenti delle altre squadre, Chievo, in serie B, Samp lo stesso etc. etc..
    Non che non mi fa’ piacere giocarci ma ci vogliono piu’ risorse in uomini e nervi d’acciaio.
    Troppo bello giocarci ma ti succhia energie tantissime.
    Il Napoli e’ l’esempio, non avendo rincalzi adeguati dei “tre tenori” ed altri, gli manca la forza di reazione per l’esclusione dalla Champions League in Serie A.

    Buon pomeriggio a tutti!!!

  20. Ip Address: 94.164.177.25

    Buon pomeriggio a tutti.

    Ciao Marcello, la tua assenza si nota eccome … i due minuti di follia rappresentano la punta dell’iceberg, una vetta da scalare alla quale ancora forse il Catania non è preparato.
    Partendo da questo, mi aggancio al post di me frati “Lux” che dice che la squadra non è ancora pronta a questo traguardo.
    Caro Antonio, ti chiedi come mai a Catania ci sia questa voglia così sfrenata di arrivare in Europa da parte del 90% dei tifosi. Ti rispondo semplicemente che l’appetito vien mangiando e quando davanti a te mettono un piatto di pasta con la lenticchia e un filetto, se puoi fare una scelta sicuramente propenderai per il filetto. Bene! Proprio da questo nasce la voglia della maggioranza dei tifosi di arrivare in Europa, proprio per questo ti dico che finchè siamo in ballo allora ci tocca ballare.
    Poi, come dice Vittorio, sarò ugualmente felice se il Catania manterrà l’ottavo posto, un traguardo bellissimo da tagliare per Catania tutta.

    Un abbraccio e me frati Peppe58, Mongibello e Matteocifalotu…

    Forza Catania!

  21. Ip Address: 79.51.179.12

    buonasera fratelli della costa rossazzurra la sconfitta brucia ma e da dimenticare e come tanti fratelli del sito anche io non o chiuso occhio ma il catania deve andare avanti e pedalare un cordiale saluto a catanista60 peppe58 joe giorgio mongibello chiarezza prof e tutto il resto della compagnia forza catania sempre 😉 😉

  22. Ip Address: 86.214.239.176

    Ciao Angelo
    Quello che dice Giorgio è l’unica verità, anche se io ancora all’Europa ci spero……….ma la società? Pulvirenti sa bene a cosa va incontro, ma questo non vuol dire che abbia condizionato i giocatori o quant’altro, queste 2 sconfitte hanno solo una matrice, è li do ragione a Montella , MENTALITA’ , riguardo hai 2 centrali, per quest’anno non sono d’accordo con te, sia Spolli che Legrottaglie hanno fatto un signor campionato, senza dimenticare Bellusci , poi c’è stata l’eslosione di Marchese, i guai per me saranno il prossimo anno, mezza squadra da cambiare e ancora non si sa se Lo Monaco resta, se penso che qualcuno che butta battute ancora lo difende, tu insieme ai vecchi sapete le mie battaglie per Lo Monaco, ma ora per me col suo atteggiamento a gettato sulla sua persona un ombra che solo una chiarezza definitiva potrà cancellarla, perchè un fatto è quando parla male dei giocatori, un fatto è quando attacca i tifosi da salotto, un fatto è quando ridicolizza il suo PRESIDENTE , ma adesso sta toccando il nostro giocattolo preferito il Ns. amato Catania, perchè per uno che abbia fatto calcio a certi livelli, dove non esiste l’amore alla maglia, capisce che certi discorsi hanno un’influenza negativa sulla squadra, tu pensi che in Italia esista solo Lo Monaco? ebbene sono sicuro che come Lopez o Ledesma o Andujar o chiunque sia col bel campionato che quest’anno hanno fatto, già parecchi giocatori hanno la testa al calciomercato, per cambiare squadra!! che poi queste squadre si chiamano Genoa o Fiorentina per me resta un mistero, ma non tanto, vogliamo parlare d’ingaggi superiori o di vivibilità delle città?

  23. Ip Address: 87.16.33.229

    Salve raga’!!!
    Ciao Angelo!!! 😉 😉 😉
    Ciao Grande Marcello!!! 😉 😉 😉
    Certo che mi sono accorto che mancavi, infatti visto il perdurare della tua latitanza non avevo letto il tuo post N. 17.
    Il Pc e’ come la macchina, bisogna accarezzarlo, pulirlo cioe’ deframmentarlo, formattarlo in caso di lentezza perenne, darci un buon Antivirus e fargli una preghiera dicendogli di funzionare sempre.

    Non ne parliamo piu’ della scorsa partita, adesso ci attende il Cagliari, 38 punti, un’altra squadra da prendere con le molle vedi Ibarbo, devastante contro noi.

    Buona serata a tutti!!!

  24. Ip Address: 86.214.239.176

    Ciao Angelo lo stesso :mrgreen: :mrgreen: ma il mio post era in risposta ad Antonio anche se mi fà piacere salutarti!! :mrgreen: :mrgreen:

  25. Ip Address: 79.51.179.12

    nulla di fatto chiarezza avevo capito a chi era diretto il tuo post comunque grazie per il chiarimento chiarezza :mrgreen: :mrgreen:

  26. Ip Address: 88.66.48.127

    Chiarezza non mi lamento di come si sia comportata la difesa in generale quest’anno che per l’obiettivo salvezza e bastata e avanzata
    ma per quel qualcosa in più e no li non ci siamo
    a volte ho l’impressione che la squadra sia fatta apposta per certi obbbiettivi
    cioè lomo lascia volutamente delle lacune in squadra dai come si fa a non vedere la fragilità della difesa e questo gia da parecchi anni eppure l’indomabile loMonaco l’ha solo puntellata vedi con Legrottaglie e poi Motta ma cio non e sufficiente
    altro discorso sarebbe stato se per esempio avesse riscattato schelotto e preso uno più forte di marchese a quest’ora si che stavamo lottando altro che per europa liga
    ma per la champion ma purtroppo non e stato fatto e ora accontentiamoci di fare 50 punti e di finire in ogni caso davanti al palermo questo e il massimo a cui possiamo sperare poi l#anno che verrà si vedrà
    e ora smetto
    è visto che avete instaurato la moda dei saluti particolari
    Io saluto in modo particolare Chiarezza Catanista Giorgio Joe

    si e poi quelli brutti e belli e anche i simpatici e gli antipatici

  27. Ip Address: 79.56.105.172

    Un caro saluto a tutti i tifosi del sito. Ciao Marcello mi ero accorto della tua assenza, ma l’avevo immediatamente giustificata. Ciao Lux, io, al contrario di te, non tengo conto solo dell’opinione di Chiarezza e in parte di Catanista, tengo conto dell’opinione di tutti, anche della tua.
    Leggo tutti i post, a volte condivido le opinioni altre no, ma li leggo proprio tutti perchè quando si scrive qualcosa si ha il piacere che gli altri la leggono.

  28. Ip Address: 86.214.239.176

    Antonio per farti un’idea e poi logicamente tenerti se non convinto la tua, è necessario , li do’ ragione al Prof. certo poi se non è zuppa è panbagnato è un’altra cosa!! Mai ho inviato un saluto in particolare a qualcuno , se non per rispondergli direttamente, mi sembra anche se non lo critico da scolaretti canuti :mrgreen: :mrgreen:

    Ma veniamo all’Europa

    8-2=6 matematica spicciola!! :mrgreen: :mrgreen:

    Questa Europa non muore mai!! ma ripeto spero di si ma mi auguro di no!!

    n serie A sono coinvolte 11 squadre; molte società sono invischiate anche nelle categorie inferiori (da ciò che è emerso, la posizione più terribile è quella del Bari, con innumerevoli tesserati nella bufera e con l’ex-capitano Masiello nell’occhio del ciclone). Nella massima serie vacillano – in rigoroso ordine alfabetico, e non di responsabilità – Atalanta, Bologna, Cesena, Parma, Chievo, Genoa, Lazio, Lecce, Novara, Siena e Udinese. C’è, tra queste, chi lotta oggi per l’Europa, chi combatte per la permanenza in A: eppure tutti i loro sforzi potrebbero essere presto vanificati in base ai provvedimenti che nei loro confronti saranno assunti. Classifiche presumibilmente stravolte sia in questa stagione, sia in quella che comincerà in agosto: penalizzazioni varie a cui seguiranno ricorsi e inevitabili polemiche.

  29. Ip Address: 88.66.48.127

    Caro Professore ti posso assicurare che io i vostri post li leggo tutti dal primo all’ultimo poi alcuni li apprezzo di piú altri evidendemente meno ma ció non toglie che il mio rispetto va a tutti voi chiunque voi siate

    un saluto rossazzurro a te e a chiunque a il Catania nel cuore

  30. Ip Address: 79.51.179.12

    ciao lux quoto il tuo post n.30 al cento per cento forza catania sempre

  31. Ip Address: 79.56.105.172

    Un buon fine serata a tutti. Ho avuto modo di vedere la rete segnata da Suazo nella partita disputata dalla sua Nazionale. Io dico, tanto per il piacere di dare un senso al suo acquisto, non sarebbe opportuno fargli disputare almeno un paio di partite?
    A domani.

  32. Ip Address: 88.66.48.127

    ecco hai detto bene Professore questa di Suazo è un’altra di quelle cose strane che non riesco a capire
    ciao Angelo ti ringrazio
    buon fine settimana a tutti

  33. Ip Address: 87.16.33.229

    Buonasera raga’!!!
    Quando io scrive “ciao tizio o caio” e’ che vedo il suo post non lontano dalle ore o minuti che scrivo io, quindi mi viene spontaneo salutarlo.
    Non e’ per mancanza di rispetto verso gli altri.

    Negli anni scorsi ero solo negli Stadi dove giocava il Catania, Serie D-C-B, mi dovevo accomodare dove c’erano i tifosi avversari, perche’ i tifosi catanesi erano sempre seguiti dalla polizia e’ quindi con il mio napoletano potevano capire che era una provocazione.
    Adesso posso discutere con voi tramite il PC , leggere La Sicilia, trovare notizie sul Catania, andare allo Stadio con la Tessera del Tifoso ed entrare con la mia “gente” ad assistere alle partite del Catania.

    Raga’ vi posso dire che ho trovato la mia casa rossoazzurra che siete tutti voi anche se non ci conosciamo!!!

    Sogni rossoazzurri a tutti e forza Catania!!!

  34. Ip Address: 95.238.6.182

    Buongiorno raga’!!!
    Qui Napoli e dintorni, cielo parzialmente coperto e temperatura freddina.

    Buona giornata a tutti!!!

  35. Ip Address: 95.238.6.182

    Copia e incolla da La Sicilia

    Il Supertifoso

    «Ma cchi
    succiriu?
    Accattamu
    a… Suazo»

    GINO ASTORINA

    Immediatamente dopo il triplice
    fischio finale per cinque lunghi
    ed interminabili minuti, sono rimasto
    fermo, immobile in stato
    catatonico. Mi chiedevo: “Ma
    cchi succiuriu?”. Le invettive nei
    confronti dell’uomo nero mi
    hanno riportato alla normalità
    con battito irregolare, bocca
    asciutta e voce afona. Non mi va
    di seguire la strada di Mazzarri o
    Allegri, l’Arbitro De Marco ha applicato
    alla lettera il regolamento
    e da questo punto di vista è
    inattaccabile, l’unica colpa imputabile
    è quella di accettare di
    dirigere gli incontri che vedono
    schierato il Catania. Quando esce
    la designazione potrebbe con
    garbo e signorilità rifiutare con
    un: “No, grazie”, in modo da risparmiare
    a noi tifosi un attacco
    di bile ed alla sua dolce signora
    una fastidiosissima acufene (friscata
    d’aricchi). E dire che tutto
    sembrava andare per il verso giusto,
    squadra in palla, bel gioco e
    padronanza del campo. Anche se
    il primo tempo si chiude sullo
    zero a zero sugli spalti si aveva
    l’impressione che i pugliesi la
    salvezza la dovevano cercare lontano
    dal Massimino. I rossazzurri
    passano in vantaggio, si
    pensa a Cosmi ormai senza un filo
    di voce e con l’ultimo bulbo pilifero
    che l’abbandona. Addirittura
    quando Bellusci divora il raddoppio,
    perché quel gol non se l’è
    mangiato “si calau u palluni senza
    masticallu!”, gli argomenti
    trattati sugli spalti erano extracalcistici
    : “A proposito m’avissa
    mettiri a dieta”, ” a chi mi rici a
    mia, ’nda sti tri jonna di festa u
    fuculari ha statu addumatu ininterrottamente
    tipo fiaccola Olimpica”.
    Ci risvegliamo dal torpore
    quando increduli assistiamo all’assegnazione
    di un rigore contro
    gli etnei. Dalla paura alla gioia
    c’è stato solo il tempo del tiro a
    lato di Di Michele. Anche la sorte
    è dalla nostra parte e in ogni caso
    Carrizo aveva chiuso lo specchio.
    Eravamo sazi! E siccome i
    vecchi proverbi non sbagliano e
    mai come in questo caso “U saziu
    non criri o riunu”, vengo e mi
    spiego, il Lecce ha molta più voglia
    di rimanere aggrappato alla
    serie A più di quanta forse, ne
    abbiamo noi di farci qualche gita
    in Europa. Finisce così come sappiamo,
    ma nel calcio ci può stare,
    in fondo è solo una battuta d’arresto
    e per quest’anno l’obiettivo
    rimane il raggiungimento dei 50
    punti, e ci siamo dentro. A proposito
    di calciomercato arrivano
    notizie di un bravo attaccante
    Honduregno che proprio mercoledì
    ha segnato un gran bel gol
    con la sua nazionale, “bellu fussi
    si putissi jucari cco Catania”, mi
    pare si chiami…Suazo.

  36. Ip Address: 79.51.179.12

    buongiorno a tutti fratelli della costa rossazzurra ciao giorgio qui modena e dintorni temperatura fredda e cielo nuvoloso non o ancora capito il caso suazo mistero 😯 😯

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu