Un bruttissimo Catania

 Scritto da il 8 gennaio 2012 alle 18:38
Gen 082012
 

L’approccio alla gara, ecco, da più parti gli interventi dei tifosi parlavano di giusto approccio alla gara, di indubbia superiorità tecnica del Catania nei confronti del Bologna testimoniato dalla classifica e dalle prestazioni delle due squadre. Di non temere il Bologna perché la nostra rosa è più forte e di altri discorsi simili.

Dopo mezzo secolo che seguo il calcio so bene come posso andare certe partite e avevo ampiamente sottolineato che la differenza tecnica fra due squadre non sempre determina il risultato delle gare, ci vuole anche la “cattiveria agonistica” e la convinzione.

L’approccio mentale alla gara, dal punto di vista della volontà, forse non sarà stato sbagliato, ma la disposizione tattica senz’ altro sì.

Un Catania rinunciatario, fin troppo rinunciatario che in pratica si è consegnato a un modestissimo Bologna.

Montella, come già annunciato, sceglie Campagnolo in porta come sostituto dell’ormai ex Andujar e ripropone una difesa a tre, un folto centrocampo con Lodi in cabina di regia e con Max Lopez solo in attacco abbandonato a se stesso.

Prima della partita un minuto di raccoglimento per la morte dell’ex portiere del Bologna Sergio Buso. Il Bologna parte bene e al 2’ va vicino al gol con Pulzetti, Campagnolo si allunga bene facendo tirare un sospiro di sollievo a Montella.

Al 10’ Legrottaglie chiede bene Diamanti e poco dopo Izco opera una bella incursione ma conclude male. Il Bologna si spegne e il Catania dà l’impressione di poter controllare bene la gara e al 18’ va vicino alla rete con Barrientos, il quale calcia alto dopo un cross di Gomez e un bel velo di Max Lopez. I rossazzurri hanno il torto di non insistere e si adattano alla mediocrità dei padroni di casa che almeno ci mettono la buona volontà. A ravvivare l’incontro ci pensa l’assurdo Romeo che, in una partita sostanzialmente corretta, alla fine del primo tempo ha già ammonito Legrottaglie, Marchese, Izco e Alvarez e il bolognese Di Vaio per proteste.

Nella ripresa Montella toglie l’evanescente Gomez per Biagianti, il quale riuscirà nella difficile impresa di far peggio del Papu, optando per uno schieramento ancor più rinunciatario.

A sbloccare la partita è un panchinaro, Cherubin, entrato al 35’ del primo tempo al posto dell’infortunato e inamovibile Loria (quando si dice la fatalità).

Punizione tagliata del solito Diamanti, dormita generale della difesa e Cherubin di testa fa fare a Campagnolo la stessa fine che aveva fatto a Parma Andujar contro Modesto. Che colpa ne ha in questi casi il portiere? Il Catania reagisce subito ma produce solo confusione e nessuna chiara occasione da rete. Al 18’ entra Llama al posto dell’inguardabile Marchese (forse il peggiore in campo) e dieci minuti dopo Bergessio prende il posto di Barrientos, imbrigliato da un Bologna che bada al sodo e propone un gioco da serie inferiore.

Poco dopo il Catania resta in dieci per il doppio giallo appioppato a Biagianti dall’allucinante Romeo. Alla fine, con il doppio giallo al centrocampista etneo i cartellini saranno ben otto.

Forse in parità numerica non sarebbe cambiato nulla, e per il Catania non cambia nulla fino alla fine L’unico vero sussulto in chiusura di partita con Max Lopez che gira alto un cross di Bergessio. In pieno recupero Di Vaio mette al sicuro il risultato dopo una corta respinta di Campagnolo. Una brutta partita, un brutto Bologna che, però, vince meritatamente perché il Catania odierno è stato ancor più brutto, bruttissimo.

Gli emiliani raggiungono a quota 18 il Siena e staccano così di tre punti il terzetto di squadre che occupano la zona retrocessione dalla quale difficilmente usciranno.

Il Catania mantiene dieci punti di vantaggio sullo stesso terzetto, altri discorsi di classifica non mi va di farne perché non voglio rischiare di farmi mettere “la camicia di forza”.

Mettiamoci il cuore in pace, dimentichiamo in fretta Bologna e pensiamo a fare subito punti con la Roma, anche un punto per avvicinarci prima possibile a quota quaranta, poi si vedrà.

Nel prossimo turno è in programma Cesena-Novara “la danza degli scheletri” e se non finisse in pareggio una delle due potrebbe anche rialzare la testa.

Pensiamo a far punti e ad essere più concreti perché la nostra “rosa” è di prima qualità, ma dirlo agli altri senza poi dimostrarlo in campo non dà certo punti e il Catania visto oggi, al di là del risultato, è stato davvero brutto.

A Montella il compito di rinvigorire la squadra e di cercare nuove soluzioni.

Marchese era in diffida e sarà squalificato, potrebbe essere, finalmente, l’occasione giusta per trovare un vero esterno valido e non cambiarlo più.

Anche Biagianti sarà squalificato, i tifosi lo aspettano sempre affettuosamente ma, salvo rare eccezioni, per trovare il vero Biagianti, da due anni a questa parte, bisogna azionare la macchina della memoria.

Voltiamo pagina perché il Catania non può essere questo: troppo brutto per essere vero.

  54 Commenti per “Un bruttissimo Catania”

  1. Ip Address: 87.7.12.183

    posso aggiungere bruttissimo gioco è una partita da dimenticare, non si è salvato nessuno….

  2. Ip Address: 82.61.0.30

    Sciacca e Keko al Grosseto

    Il Calcio Catania S.p.A. comunica di aver ceduto i diritti alle prestazioni sportive dei calciatori Fabio Sciacca e Sergio Gontan Gallardo “Keko” alla società U.S. Grosseto. Entrambi i trasferimenti avvengono a titolo temporaneo con diritto di riscatto della meta’.

  3. Ip Address: 92.135.90.56

    Caro Tino

    Ora ti diranno tutti, bravo bella disamina, solo che quello che tu scrivi lo dico da mesi, quello che tu non vuoi scrivere o almeno lo dici in modo diplomatico cioè,

    “L’approccio mentale alla gara, dal punto di vista della volontà, forse non sarà stato sbagliato, ma la disposizione tattica senz’ altro sì.
    Un Catania rinunciatario, fin troppo rinunciatario che in pratica si è consegnato a un modestissimo Bologna”

    Ora io che con la diplomazia non centro niente, chiarisco bene il concetto e a scanso di equivoci lo dico nella nostra lingua :mrgreen: :mrgreen:

    U PISCI FETI RA TESTA,

    Montella ha avuto molte occasioni se fallisce con Roma e Udinese, e megghiu ca si ni stonna!! Vous avez compris 😯 😯

  4. Ip Address: 79.56.100.63

    Un caro saluto a tutti i tifosi etnei. Secondo me cedere Sciacca, anche se in prestito, è stato un errore gravissimo, il ragazzo ci serviva e non poco.

  5. Ip Address: 79.56.100.63

    Le vacanze sono finite, ma il Catania oggi non lo sapeva.

  6. Ip Address: 79.56.100.63

    Ciao chiarezza, il mio amico Tino ti dice che hai ragione, però non essere così drastico perchè la metà degli allenatori che ci sono in giro è peggio di Montella. Ricordiamoci di un certo Giamp…

  7. Ip Address: 92.135.90.56

    A proposito spero per lo scienziato che Spolli era infortunato, anche se trovo strano che fosse in panchina 😐 😐 😐

  8. Ip Address: 79.56.100.63

    Vincenzino Montella ha riconosciuto che quello di oggi è stato il peggiore Catania della stagione e speriamo resti tale, nel senso che nessun’altra prestazione sia così brutta come quella odierna. Un saluto a tutti. A domani.

  9. Ip Address: 92.135.90.56

    :mrgreen: :mrgreen: Ciao Professore tu non c’eri ma di Giampaolo dopo le prime due partite nel mio nick avevo scritto CHIAREZZA VIA GIAMPAOLO :mrgreen: :mrgreen: poi riguardo gli allenatori, il migliore è chi fa meno di tutti lo scienziato, i veri allenatori di oggi sono quelli che si fanno rispettare dal gruppo e che siano intelligenti, il ns. scienziato, prima si è inimicato Ledesma Alvarez Lopez e Ricchiuti poi via via molti altri …………da li questa spaccatura che oramai è evidente nel gruppo e poi per chi? Lanzafame Potenza Sciacca, poui come se niente fosse li getta nel cesso i vari Sciacca, Potenza Lanzafame scomparsi dalla circolazione e cosi via, poi si presenta serafico in sala stampa ( Parma) è dice i ragazzi non hanno avuto un bel approccio alla partita 😐 😐
    perchè non dice come al solito ho sbagliato la formazione, perchè visto che col Palermo avevo giocato col 4-3-2-1 è dominato letteralmente, IO SCIENZIATO DOVEVO CAMBIARE, se no che gusto c’è!!

  10. Ip Address: 87.13.130.150

    Concordo pienamente con chiarezza, Montella ha sbagliato formazione in pieno sta volta e non è più riuscito a riprendere il gioco, questo atteggiamento mi fa preocuppare 😈 😈 😈

  11. Ip Address: 87.13.130.150

    Abbiamo un altro caso a Catania Spolli INGAGGIO !!!!
    LoMo la sta combinando grossa con Ledesma e adesso Spolli

  12. Ip Address: 88.66.23.136

    la questione è si vuole crescere o ci si accontenda di una salvezza più o meno tranquilla lo Monaco si deve decidere una volta per tutte
    e per favore che la finisca di alimentare voci sui giocatori chi va chi viene e poi
    a chi proibisce questo e quest’altro
    ma insomma che la piantasse
    ha fatto una buona squadra e io gli dico bravo ma perchè sbagliamo sempre gli allenatori eee perché. Chiarezza io mi sono convinto di una cosa che tu hai già anticipato la formazione gliela fà il vate e questo per ovvi motivi di mercato ma porca miseria di fare ste figuracce sará stufo pure lui o no e allora vogliamo fare giocare sta squadra al meglio delle sue possibilità si o no vogliamo fare un campionato gagliardo si o no e che caxxo
    Forza Catania sempre e cmq

  13. Ip Address: 92.135.90.56

    Mi manca o come mi manca l’allenatore :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  14. Ip Address: 92.135.90.56

    I meusa sotto di noi perdono 1-0 solo che loro non parlano mai di retrocessione, MENTALITA

  15. Ip Address: 95.251.36.173

    Buonasera a tutti.

    Ero a Bologna e me ne sono tornato afflitto e pieno di preoccupazioni. ❓

    E’ chiaro che Montella abbia sbagliato la formazione. E’ anche chiaro che Lo Monaco sta creando non pochi problemi, per pochi spiccioli, con i giocatori. Se andiamo avanti di questo passo è bene che facciamo punti per salvarci al più presto possibile. A meno che, con il prossimo probabile acquisto, non “cascu da seggia”, come dice u zu’ Petru. ❓

    Se i ragazzi non hanno gli “occhi della tigre” è preoccupante.

    Ah, in questo momento i meusa perdono 3 a 0 e allo stadio c’è aria di contestazione. :mrgreen:

  16. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno a tutti….
    Ciao Pippo brutto spettacolo ieri vero!!!!!!

    Intanto incomincia come il solito la telenovela dei giocatori in arrivo 😀 😀 😀 😀

    ESCLUSIVA ITASPORTPRESS- Ilsinho, operazione contrattuale complicata ma il Catania ha un jolly
    09.01.2012 00:03 di Antonino Bulla

    Lavorano a maniche rimboccate i dirigenti del Catania per mettere a segno il colpo di mercato Ilsinho, esterno offensivo del Internacional di Porto Alegre. In queste ore Itasportpress.it, ha raccolto informazioni in Brasile sentendo dirigenti della società brasiliana. Il Catania ha già trovato l’accordo con il calciatore ma sta cercando di trovare l’intesa economica con l’Internacional e con la Traffic, gruppo che detiene parte dei diritti del cartellino dell’atleta. Per concludere l’operazione infatti gli etnei hanno bisogno di trovare l’accordo con entrambe le parti dal momento che Ilsinho ha un vincolo contrattuale con il club di Porto Alegre sino alla fine del 2012 e un contratto con la Traffic in scadenza a fine di questo mese. L’operazione per il Catania è facilitata dal fatto che nel contratto del giocatore esiste una clausola che gli permette di trasferirsi in una società europea ma è ostacolata dall’esigenza di fare cassa del “Colorado”, come viene chiamato in Brasile l’Internacional. Ilsinho inoltre deve ancora pagare una multa di 3,6 milioni di euro allo Shakhtar Donetsk, per aver lasciato nel 2010 il club ucraino con il contratto ancora in corso che prevedeva l’obbligo di estensione di un altro anno alla scadenza. L’esigenza da parte di Ilsinho di colmare il suo debito con gli ucraini e le esigenze economiche di Interncional e Traffic, potrebbero quindi frenare le intenzioni del Catania che tuttavia avrebbe garantito un investimento di circa 5-6 milioni di euro. Non è esclusa però l’ipotesi del prestito. La trattativa dunque potrebbe protrarsi a lungo così come potrebbe risolversi nell’immediatezza se gli etnei riuscissero a trovare una soluzione che accontenti tutti sborsando cifre importanti.

  17. Ip Address: 94.166.26.101

    Gli errori di impostazione tattica da parte del nostro giovane allenatore, e qualche interprete in evidente stato di sindrome da:” cosa devo fare oggi in campo” ; hanno portato ieri il Catania a disputare la peggiore partita del campionato.
    Così, una partita che sulla carta era ampiamente alla nostra portata, e nella quale la formazione da battere era il Catania, si è trasformata in un incubo della peggiore specie … Appare ormai evidente che Montella abbia la chiara intenzione di preferire il modulo a tre in difesa a dispetto delle evidenti lacune mostrate dalla rosa attuale del Catania: bene!
    Ho sempre sostenuto che il giovane trainer rossazzurro sia una persona intelligente e preparata e non voglio adesso rinnegare quanto da me scritto fino adesso. Non mi sfiora nemmeno l’idea di processarlo, ma, è evidente che qualche conto non mi torna più. Ad esempio: perchè non avendo il miglior Spolli da schierare, mi si tira fuori dal cilindro un Alvarez che tutto può fare tranne il centrale difensivo invece di fare giocare com’era logico Potenza che ha le caratteristiche per farlo? Qual’è stato l’imput che a portato Montella a fare una scelta così azzardata? A parte questo, per evitare equivoci e fare chiarezza su come la penso, il Catania ha bisogno necessariamente di un portiere, (questo è fior di dubbio). Così come ha bisogno di due esterni di centrocampo se si vuole insistere con questo modulo di gioco. Le prestazioni di Marchese e di Izco hanno chiaramente fatto capire che, con tutta la buona volonta di questo mondo, se il Catania vuole alzare l’asticella delle sue ambizioni ( e sono sicuro che sia così), i due esterni vanno cambiati. Non facciamoci prendere come al solito dalla smania del protagonismo da tastiera per affermare con fierezza (ma quale?), io lo avevo detto! Guardiamoci bene dall’essere sempre con il fucile spianato aspettando al bivio l’errore dell’allenatore o la brutta prestazione della squadra per dare avvio ai soliti “processi sommari”. Ieri si è perso e malamente, ma non facciamone un dramma e guardiamo avanti. Se due indizi fanno una prova, Montella è colpevole! Abbiamo avuto a che fare nel passato, con un allenatore che della testardagine faceva il suo credo, voglio solo sperare che Montella non ricalchi le sue orme e mi dimostri che ho ragione nell’affermare che con lui il Catania ha trovato l’allenatore con il quale iniziare un ciclo … detto questo, aspetto la prossima partita per decidere se incazzarmi definitivamente…

    A sostegno di una fede:”Forza Catania!”

  18. Ip Address: 92.135.90.56

    Non facciamoci prendere come al solito dalla smania del protagonismo da tastiera per affermare con fierezza (ma quale?), io lo avevo detto!

    Ciao Mario
    Visto che in questo sito solo io posso dire che lo aveva detto, ti rispondo anche che in passato quasi tutte le mie predizioni si sono avverate, ma poi e poi MAI ho detto lo avevo detto, manco con Giampaolo, dove sia tu che quasi tutti gli altri lo difendevate a spada tratta, salvo poi ricredervi, lo stesso dicasi con Atzori 😐 😐 ora la storia si ripete, questo signor Montella avi a testa chiù dura di n’acitanu, se poi dici che una partita possa capitare ok, ma il sig. scienziato di queste partite oramai ne ha fatto una regola, o ti sei dimenticato il colpo di genio di Milano Lanzafame, terzino ds? e tutte le altre,Novara, Chievo, Cagliari, Bologna e poi tante altre che non sto a citare, per tornare a ieri, tu dici che il Catania abbia bisogno di un portiere, noi già c’è lo abbiamo Andujar!! e poi Campagnolo che ieri non è andato affatto male, il sig Lo Monaco potrebbe per il bene del Catania aggiustare la situazione, cosa che Pulvirenti ha fatto con lui per una cosa molto ma molto più grave, ma tornando al modulo hai ragione se Montella vuole a gioco forza il 3-5-2 come il Napoli o l’Udinese ha bisogno di due esterni con le palle e non di Izco o Marchese, ma se prende Ilsinho a dx e Llama a sx le cose potrebbero cambiare, e poi eliminare quel centrocampo tartaruga che abbiamo, subiamo troppi ma troppi gol e credimi è facile dare sempre la colpa al portiere o alla difesa, nel Napoli o nell’Udinese anche, sia Cavani che Di Natale ritornano per difendere, senza contare che gli esterni come Maggio o Basta fanno anche gol è sono per la più parte del tempo in attacco……….per finire , il Catania di oggi non puo’ fare il 3-5-2 con quei giocatori ma il 4-3-3 vedi la partita col Palermo, e fortunatamente che abbiamo incontrato un’Inter in piena crisi ed il Napoli con la testa alla champion’s, negare questo non è correttamente giusto se si vuole bene il Catania a prescindere!! e poiu tu mi conosci abbastanza bene per capire che non sono quello che dice lo avevo detto!!! ma tante!!

  19. Ip Address: 2.159.97.202

    Ciao Vittorio, non te la prendere.
    Sai benissimo quanto io ti stimi e abbia rispetto e, per la tua persona ma, anche per l’opinione altrui… E’ vero, difendevo Giampaura ma solo per il rispetto verso la società e fino a quando non si è capito che era una “testadicupicchiettu” … come si dice a … Milano :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: riguardo a Montella, ho espresso già chiaramente quello che avevo da dire, e oltretutto tu sai benissimo che io non voglio a tutti i costi avere ragione quando faccio una affermazione che rimane sempre del tutto personale.
    Il beneficio del dubbio alla nostra età dobbiamo sempre concedercelo, e la verità assoluta non è di questo mondo. Quindi, posso sbagliarmi io nell’affermare che con l’attuale mister il Catania può aprire un ciclo e, allo stesso tempo la cosa si può dire di quello che pensi tu di Montella … quello che salta agli occhi di tutti è il grande bene che ci accomuna rispetto alla nostra amata squadra.
    Comunque, quando risalti delle affermazioni,( che ti toccano personalmente), guarda anche a quello che affermo alla fine del post dove dico:”aspetterò la prossima per decedere se incazzarmi definitivamente … questo secondo te cosa vuol dire?

  20. Ip Address: 2.159.97.202

    Riguardo al portiere, l’errore evidente fatto ieri è stato quello di rimanere impalato in porta invece di tentare l’uscita … era un calcio da fermo. Gli errori di posizionamento difensivi devono essere coperti dalla prontezza dell’estremo difensore (allora che ci sta a fare in porta?), ne convieni? Il grosso limite di Andujar è proprio questo, e Campagnolo da questo punto di vista non mi sembra tanto meglio del suo predecessore …

  21. Ip Address: 92.135.90.56

    A riciao Mario 😉 😉

    Sai era solo che io sono più fumantino di te e non mi lascio trasportare dalle chiacchere di giornali o quant’altro che difendono Montella solo per il suo passato da giocatore, poi vedo le partite con dei commentaristi stranieri non di parte, come i Francesi o gli spagnoli e credimi hanno sempre detto che il Catania è una bellissima incompiuta è visto le tante rimonte, non capiscono come mai non gioca cosi anche prima di andare in svantaggio, ma qui in Francia come in Spagna gli allenatori contano meno dei giocatori!! allora i vari Barrientos, Lopez, Ricchiuti Gomez Ledesma sarebbero titolari fissi in qualunque squadra

  22. Ip Address: 79.46.31.60

    Buongiorno raga’ e che buongiorno!!! 😕 🙁 😐

    Qui Napoli e dintorni, cielo parzialmente coperto con raggi di sole, temperatura fredda come quella nostra da tifosi rossoazzurri!!!

    Ciao Ben, Mario e Vittorio, (angelo dove sei?)!!! 😉 😉 😉

    Una brutta giornata di calcio per noi tifosi rossoazzurri!!! 😥 😥 😥
    Non mi spiego dopo il mini ritiro a Malta e detto dal Mister che erano stati 8 o 10 giorni intensi di allenamenti perdere contro il Bologna.
    Non sono uno stratega di moduli ma dove ha ragione Vittorio e che il Mister sbaglia nel mettere dei giocatori fuori posizione.
    Ilsinho, si complica molto visto l’esborso di soldi da cacciare, viene o no serve un’altro difensore centrale e ci metto anche un mediano di rottura.

    Buona giornata a tutti!!! 🙁 😐 😡

  23. Ip Address: 79.56.100.63

    Buongiorno a tutti i tifosi. Il Catania attuale ha avuto la fortuna di ingaggiare un calciatore serio e bravo come Legrottaglie, ma non può fare a meno anche di Spolli, a meno che non decida di prendere reti partita per partita.

  24. Ip Address: 79.56.100.63

    Cerchiamo di essere seri, Campagnolo non potrà mai rendere più di Andujar perchè non vale il portiere argentino, ieri non è stato responsabile della sconfitta, ma va rivisto alla prova.

  25. Ip Address: 92.135.90.56

    D’accordo su Andujar professore, nel mio post precedente dicevo a Mario abbiamo Andujar e Lo Monaco potrebbe ricucire lo strappo ….Pulvirenti con lui dopo la sua carognata lo ha fatto per amore del Catania, ma da più parti ho letto che Campagnolo ieri ha fatto male, non è vero assolutamente, ma a proposito della dirigenza sempre presente nelle interviste post partita, oggi non ne vedo alcuna, fossi ca stanu meditannu? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  26. Ip Address: 85.41.235.41

    Professore, ma secondo me Campagnolo ieri non ha giocato male all’inizio ha salvato un gol fatto, io gli darei più tempo per levarsi la ruggine mentale addosso e farlo abituare al ritmo partita.

  27. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Chiarezza, per me non abbiamo i giocatori adatti per il 3-5-2 ieri ho visto solo Lopez abbandonato in avanti da solo!!!!
    sull’azione del primo gol eravamo in 10 a difendere si continua a prendere gol su punizioni come i polli….

  28. Ip Address: 92.135.90.56

    Ciao Joe che ne dici che la dirigenza non parla e l’allenatore da sempre la colpa ai giocatori e mai dice , come ha fatto ieri Reja, hoi sbagliato? 😐 😐

  29. Ip Address: 79.46.31.60

    Vincenzo Montella: “La gara odierna è stata in assoluto la peggiore da quando alleno i rossoazzurri. Non ho visto proprio niente in relazione a quanto avevamo preparato ed in base alla nostra indole di sempre. Oggi ci è mancata proprio la concentrazione sin da quando abbiamo calcato il rettangolo di gioco. Naturalmente mi prendo anche la mia porzione di colpa, non essendo riuscito a trasmettere ai miei giocatori la grinta e convinzione necessarie per affrontare una partita del genere. Durante il match non riuscivo a credere ai miei occhi. Una squadra senza coraggio e personalità. Non sembrava neanche lontanamente la squadra vista sinora. Ciò vuol dire che dovremo lavorare parecchio e duramente per poter ritornare al meglio, senza mai crearci la minima forma di alibi come le vacanze appena terminate. Abbiamo sbagliato l’approccio, punto. Che ci serva da lezione per ripartire con quell’umiltà che questo pomeriggio ci è mancata. Deve sempre esserci da parte nostra la volontà di fare risultato ed uscire da qualunque campo coi punti in tasca. La successiva sfida casalinga in campionato contro la Roma? Non sono ancora entrato nel clima. Senz’altro non sarà una gara come tutte le altre. Sarà speciale e, in quanto tale, voglio vincerla. Dobbiamo migliorarci se vogliamo ambire a qualcosa di più importante di una tranquilla salvezza. Io penso che i miei calciatori non si facciano condizionare dall’attuale finestra di calciomercato, però è anche vero che la durata di un mese è eccessiva. Arrivavamo sempre secondi sul pallone perché i felsinei erano più grintosi e vogliosi di fare risultato. La condizione fisica non c’entra”.

  30. Ip Address: 79.46.31.60

    Pulvirenti: “Abbiamo fatto vacanze lunghe, …

  31. Ip Address: 79.46.31.60

    Caro Vittorio!!! 😉 😉 😉
    Il Presidente e’ presente!!!
    Il Mister pure si prende le sue colpa, ma come giustamente fai notare e che al centro quando perdiamo palla sono “azzi acidi”!!! 😐 😐 😐

    ironia Pulvirenti «Abbiamo fatto vacanze lunghe» (La Sicilia)

    “Il presidente sdrammatizza ma non troppo «Torniamo però in tempo per la Roma…»

    “C’è rimasto male, il presidente Nino Pulvirenti. E si vede. Si vede lontano un miglio. Lui era uno di quelli che sperava in un inizio d’anno col botto, invece il botto, questa volta, è stato quello provocato dal suo Catania in occasione di questa fragorosa caduta al suolo. Fragorosa non tanto per il risultato in sé, che non è scandaloso nelle dimensioni, quanto perché la sconfitta è arrivata contro un Bologna tutt’altro che trascendentale, per non dire assai modesto, e dopo una prestazione di quelle che vanno archiviate in tutta fretta e con un bel timbro su: «Da dimenticare!». «Mettiamola così – prova a scherzare Pulvirenti – facciamo finta che per noi la sosta non era ancora finita. A Bologna abbiamo allungato le nostre vacanze, speriamo di ritornare in tempo per la ripresa del campionato: sabato contro la Roma. Ilsinho? Ci siamo quasi e credo che a breve daremo l’annuncio: i giocatori che possono far crescere il tasso tecnico della squadra sono sempre ben accetti».

  32. Ip Address: 85.41.235.41

    Ammettere i propri errori è segno di maturità…e vuol dire che… 😯 😯 😯
    comunque le 2 punte possono giocare insieme Lopez + Bergessio come ai tempi di Diego Pablo Simeone

  33. Ip Address: 92.135.90.56

    Ciao Giorgio
    Montella se vai ha vedere l’intervista su cataniaunafede da la colpa sornionamente ai giocatori Alvarez e altri e nell’intervista che tu ai postato se la prende in minima parte, quandon le colpe sono solo sue per le sue scellerate formazioni, Alvarez centrale? e cosi via…………….
    Riguardo Pulvirenti è l’unico che nel Catania a testa e amore per la squadra, mentre Lo Monaco incomincia di nuovo a stufarmi con la sua prosopopea, si ha testa , ma non amore!! ed è suscettibile…….
    Sono contento che Pulvirenti l’abbia presa con filosofia ? sarà poi vero, e che poi annuncia l’arrivo di Elsinho :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  34. Ip Address: 92.135.90.56

    Dimendicavo, durante la partita non riusciva a credere ai suoi occhi 😐 😐 😐
    si ha ragione e lui stava con le mani in tasca a pensare come trasmettere la “GRINTA! ” ma mi faccia il piacere……. e con questp mio post smetto di parlare di Montella……fino alla prossima viglilia di match!!

  35. Ip Address: 92.135.90.56

    Incominciano i giornalai con destabilizzare il Catania per la partita contro la Roma 😈 😈 😈

    Catania, ag. Maxi Lopez: “Può interessare alla Roma”
    09.01.2012 14.22 di Andrea Losapio articolo letto 2476 volte
    © foto di Federico De Luca

    Se ne va o non se ne va. La telenovela tra il Catania e Maxi Lopez potrebbe non avere avuto come epilogo conclusivo lo scorso derby di Sicilia, quando le lacrime avevano rigato il viso dell’attaccante italoargentino. Il calciatore, a un passo dal Milan nelle scorse settimane – prima di virare definitivamente su Carlos Tevez -, potrebbe però interessare a un’altra grande, secondo quanto sostiene il suo procuratore Andrea D’Amico a ReteSport: “Per ora bisogna solo lavorare, non voglio dire niente ma Maxi Lopez è un giocatore forte e potrebbe interessare alla Roma”.

  36. Ip Address: 88.66.60.74

    Ben scritto Chiarezza inutile dire che sono d’accordo con te
    e aggiungo per farlo riflettere ed espiare le sue colpe gli farei ramazzare tutto il centro sportivo

  37. Ip Address: 94.164.204.157

    Quando parlo della mia squadra del cuore sono sempre serio; tanto serio che non mi permetto di offendere nessuno. Non ho bisogno di rivedere Campagnolo alla prova perchè conosco il calciatore in questione e mi ricordo anche delle poche prestazioni che ha fatto con la maglia del Catania: tutte incerte… se vogliamo dirla tutta anche sul secondo gol ha chiare responsabilità perchè respinge la palla verso il centro dell’area proprio come ha l’abitudine di fare il vecchio titolare. E non mi si venga a dire che era un tiro impossibile da parare perchè non è vero… e comunque è sempre una buona cosa non usare aggettivi quando si parla di altri tifosi a meno che non si abbia la presunzione di sapere tutto! Come ho già detto a Chiarezza non esiste la verità assoluta, esistono solo pareri personali, opinabili o meno, sono solo modi di vedere le cose, nessuno ha il dono della perfezione ne io, ne tu caro professore …

    Forza Catania!

  38. Ip Address: 79.56.100.63

    Ciao Catanista leggo adesso il tuo post, ma cosa ti fa pensare che io abbia il dono della perfezione? Mi sembra più che scontato che né tu, né io possediamo questo dono, e non lo possiedono nemmeno gli altri.
    Io ho scritto, proprio di recente parlando di un altro argomento, che chi pensa di non aver nulla da imparare non imparerà mai nulla.
    Ovviamente le idee sono tutte opinabili, a meno che non si parli di dati oggettivi e poi mi pare che le tue idee siano molto vicine alle mie. Ciao.

  39. Ip Address: 92.135.90.56

    Non è che la mia idea era cosi campata in aria ahaa Lo Monaco quato meno si poteva fare un tentativo, che forse ha fatto!!

    Di Marzio: “Palermo, c’è il via libera per Viviano”
    09.01.2012 19.20 di Raimondo De Magistris
    © foto di Daniele Buffa/Image Sport

    Tramite il suo blog ufficiale, il giornalista di Sky Sport e noto esperto di calciomercato Gianluca di Marzio ha fatto il punto sulla trattativa Emiliano Viviano-Palermo: “Viviano al Palermo s’ha da fare – si legge -. Ve ne parlo da una settimana, adesso la strada è spianata: Zamparini ha avuto il via libera sia da Moratti che da Preziosi, comproprietari del suo cartellino. L’affare si farà in prestito secco, il Palermo darà l’opportunità a Viviano di giocare con continuità fino al termine della stagione, per recuperare bene dall’infortunio al crociato. Il portiere è già d’accordo, quindi non ci sono più ostacoli ormai per definire un’operazione ormai in dirittura d’arrivo”.

  40. Ip Address: 92.135.90.56

    Qui i dati oggettivi sono ben evidenti, poi se nessuno li vede o li vuol vedere……………..cosi ci scorniamo tra di noi…………NOI E SOLO NOI INSIEME A PULVIRENTI E DICO SOLO PULVIRENTI, siamo l’anima del ns. CATANIA

    Ma Marcello si stufau? :mrgreen: :mrgreen:

  41. Ip Address: 79.56.100.63

    Per quanto riguarda Campagnolo voglio essere ancora più chiaro: da tempo non lo reputo all’altezza di disputare da titolare un campionato di serie A. Premetto che non ho nulla contro il ragazzo, che mi sembra un atleta serio e che la mia è soltanto un’opinione tecnica, condivisibile o non condivisibile. Semplicemente non loritengo più adatto a fare il titolare in serie A, alla stessa maniera di come non ritengo più adatto Antonioli del Cesena e qualche altro portiere. Per fortuna di Campagnolo io non sono né l’allenatore del Catania, né il direttore sportivo sono semplicemente un tifoso, con una lunghissima esperienza calcistica, ma solo un tifoso.

  42. Ip Address: 2.159.127.86

    Bene professore, accetto quello che dici … una buonaserata a te e a tutta la fratellanza rossazzurra!

  43. Ip Address: 79.56.100.63

    Per Catanista60 :adesso ho capito ancor meglio il tuo intervento. Il mio siamo seri non era riferito a te, dal momento che su Campagnolo la penso alla stessa maniera, ma, scherzosamente, ai dirigenti del Catania e a tutti i tifosi che ritengono di avere già in casa il sostituto di Andujar. Era un “mi faccia il piacere alla Totò”. Mi auguro di essere smentito da Campagnolo, ma anche se ieri non è stato il responsabile principale della sconfitta, non mi ha dato segnali di tranquillità perchè, non lo volevo dire per non calcare la mano, sulle due reti subite la penso proprio come te. Ciao a tutti, a domani.

  44. Ip Address: 92.135.90.56

    <ma allura m'anzuttati? :mrgreen:

    Per me il titolare fino a che è tesserato è Andujar, vedi De Rossi, Montolivo ed altri per citare i più famosi, ma Campagnolo ieri non ha nessuna colpa, ma solo quella squinternata difesa e un centrocampo alla tartaruga dove c'è il caos più assoluto!! se poi vogliamo parlare dell'espulsione di Biagianti, 1° doveva giocare dall'inizio per vedere la sua reazione se era impedito, Montella sa benissimo la condizione dei suoi, andava poi sostituito, riguardo l'espulsione? tutti avanti e palla a centro, squadra senza schemi!! poi ci sta il malinteso di Alvarez e Biagianti!! , Alvarez centrale? nel primo gol Cherubin arriva da dietro dove erano i centrocampisti? Il secondo gol Di Vaio entra tra due e tira, sfido chiunque a respingere lateralmente!:!!

  45. Ip Address: 95.74.15.70

    capisco che la grana portiere nn si risolve con campagnolo, ma nn venite a dire che ieri abbia sfigurato…. se ieri c’era mister saponetta ovvero andujar si perdeva 4 a zero; ieri campognolo ha fatto una discreta prestazione ha blindato la porta per tutto il primo tempo e vi ricordo che e’ uscito con reattivita’ per ben 2 volte fuori dall’aria per anticipare i giocatori del bologna che la difesa si perdeva, nel primo goal e’ del tutto incolpevole la difesa si e’ persa lo sconosciuto cherubin lasciandolo colpire con calma nel secondo e’ stato sfortunato nel rimpallo e divaio ha colpito con facilita’, ma comunque ieri si e’ perso nn per il portiere ma per la totale assenza dei giocatori salvo solo legrottaglie e campagnolo

  46. Ip Address: 2.38.156.191

    ……….eccomi…………………. 😯 😯
    week-end da paura, al lavoro anche sabato e domenica col solo intervallo dedicato alla partita ( sarebbe stato meglio lavorare………. 🙄 )
    Vittorio, ci sono!
    Ho letto di premura tutti i post e, come spesso accade di recente, sono sempre più in sintonia con chiarezza e Joe riguardo a Montella.
    Ennesima genialata del nostro mister. Difesa a 5 (non mi parlate di difesa a 3 perchè tanto non mi convinco) con Izco che avrà superato la metà campo credo due sole volte da buon terzino destro ormai risoluto; in effetti dalle sue parti pressavano incessantemente Cabrini e Roberto Carlos…..per fortuna che c’era anche Alvarez, se no erano guai maggiori…. 🙄
    Giochiamo un primo tempo senza infamia e senza lode ( e Lodi…) ma teniamo il campo come e meglio del Bologna, che non mi è sembrato tutto ‘sto squadrone.
    Ecco la scintilla di “genietto”: togliamo un attaccante, Gomez, magari s’inventa qualcosa nel secondo tempo, ed inseriamo un mediano incontrista davanti la difesa lasciando Lopez da solo contro i baluardi (scusate se sottolineo ma anche questa è ironia…) della difesa bolognese.
    Prestiamo il fianco al Bologna, non copriamo certamente di più del primo tempo e non riusciamo ad essere propositivi, la nostra offensiva disgraziatamente ha provveduto a spuntarla il nostro mister…. 👿
    Non intendo fare processi, non sono nessuno per emettere sentenze, ma, come dice Mario, siamo ormai tra la flebile soglia dell’incazzatura e del palese desiderio di desiderare altro.
    E’ vero, il Catania è all’ottavo posto; giudicatemi ingrato e poco solidale con il progetto dei nostri dirigenti, ma che volete non mi vergogno affatto ad ammettere di essere fra quelli che desidererebbero qualcosina in più ed il pensiero imperituro di non poter fare a meno di guardarmi sempre dietro sinceramente mi disturba e, si(!!), mi fa incazzare.

  47. Ip Address: 95.74.15.70

    e mascara dice si al novara, ma comunque resto fiducioso la societa’ sa cosa fare e credo che questa sessione di mercato sara’ la prima che come dice il direttore ci fara’ cadere dalla sedia

  48. Ip Address: 79.46.31.60

    Buonasera raga’!!!
    Ciao Marcello!!! 😉 😉 😉
    Benvenuto al nuovo tifoso rossoazzurro del sito flash ct (mica e Lux?)!!! 😉 😉 😉

    Vero raga’ di quello che scrivete, io per esempio non ci ho capito una mazza per come giochiamo in difesa e in mediana.
    I gol di testa di un giocatore avversario libero di segnare (sbagli di posizione?), li becchiamo sempre che si giochi in 3 o 5!!!
    Vero che sono incazzato nero per aver perso contro questo Bologna, ma adesso veramente mi preoccupano le prossime partite con la Roma e l’Udinese!!! 😐 🙁 😕
    Come la mettiamo?
    Dopo Malta ero fiducioso per la partita contro il Bologna perche’ rivendendo la partita contro il Torino i nostri li vedevo bene atleticamente e i torinesi manco un tiro in porta hanno fatto.
    Speriamo nell’orgoglio dei Nostri ragazzi se no son “azzi acidi”!!! 😕 😕 😕

    Sogni rossoazzurri a tutti!!!

    Comunque e ovunque sempre forza Catania!!! :mrgreen: 😀 😐

  49. Ip Address: 82.54.219.16

    Buonasera a tutti….
    Ciao Marcello, ieri solo 2 giocatori si sono salvati, Legrottaglie e Campagnolo.
    Il resto hanno prolungato le ferie dato il periodo 👿 👿 👿

    vero anche che dall’inizio del campionato che abbiamo un centrocampo formato tartaruga, rallentano l’azione, giochiamo centralmente poco efficace, il centrocampo trovava molte difficoltà ad aprire il gioco sulle fasce e a verticalizzare rapidamente nella zona centrale del campo….
    ripeto a dire che il 5-3-2 non è adatto ai ns. giocatori tocca tornare al 4-3-3
    spero ancora che il ns. buon Montella ha capito la lezione.

    concordo con flash ct che ci vuole un vero portiere che dia sicurezza, in attesa meglio provare Kosisky che secondo me è più affidabile.

  50. Ip Address: 217.201.107.204

    tranquillo G.47 da napoli nn sono ne lux ne altri ma solo flash ct con dna “macca liotru” comunque nn sono nuovo al sito era da parecchio tempo che nn scrivevo ma ti ringrazio lo stesso per il benvenuto, per il resto che dire, speriamo che sabato i ragazzi tornino a giocare e spero di vedere suazo

  51. Ip Address: 87.18.140.46

    Buongiorno raga’!!!
    Grazie flash ct!!! 😉 😉 😉
    Anche se napoletano sono “macca liotru” come te!!! 😀 😆 😛

    Qui Napoli e dintorni, cielo sereno con temperatura brrrrrrrrrrr!!!

    Spero anch’io come tutti che i Nostri ragazzi cacciano le solite palline contro la Roma!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    Buona giornata a tutti!!! 😉 😉 😉

  52. Ip Address: 87.18.140.46

    Il presidente sdrammatizza ma non troppo
    «Torniamo però in tempo per la Roma…»

    presidente
    Nino Pulvirenti. E si vede. Si vede
    lontano un miglio. Lui era uno di quelli
    che sperava in un inizio d’anno col
    botto, invece il botto, questa volta, è
    stato quello provocato dal suo Catania
    in occasione di questa fragorosa caduta
    al suolo. Fragorosa non tanto per il risultato
    in sé, che non è scandaloso nelle
    dimensioni, quanto perché la sconfitta
    è arrivata contro un Bologna tutt’altro
    che trascendentale, per non dire
    assai modesto, e dopo una prestazione
    di quelle che vanno archiviate in tutta
    fretta e con un bel timbro su: «Da dimenticare!».
    «Mettiamola così – prova a scherzare
    Pulvirenti – facciamo finta che per noi la
    sosta non era ancora finita. A Bologna
    abbiamo allungato le nostre vacanze,
    speriamo di ritornare in tempo per la
    ripresa del campionato: sabato contro
    la Roma».
    Una sintesi perfetta.
    «Perché, cos’altro si può dire dopo questa
    battuta d’arresto? Credo che si sia
    trattata della più brutta prestazione
    fornita dal Catania in questa stagione.
    Non per niente abbiamo perso due a
    zero e senza avere mai tirato in porta».
    Contro un Bologna, diciamolo pure,
    piuttosto giù di tono.
    «E questo è quello che mi fa rabbia. Abbiamo
    lasciato tre punti a un avversario
    ampiamente alla nostra portata. Per
    questo dico che il Catania è rimasto in
    ferie, che non c’era, perché se così non
    fosse stato, se in campo fosse scesa la
    squadra rossazzurra che conosciamo,
    beh, da Bologna saremmo tornati a casa
    con un semplice pareggio, ma, addirittura,
    con la vittoria».
    «Purtroppo – prosegue il presidente – il
    ritorno dalle feste è sempre un’incognita.
    Con questa lunga sosta si perde la
    continuità, l’abitudine a un certo tipo di
    lavoro, il ritmo…. Non vi nascondo che
    noi della dirigenza ci siamo accostati a
    questa trasferta fra molti interrogativi.
    C’era la paura che la squadra non rispondesse
    come aveva fatto in altre
    circostanze. Alla luce di quello che si è
    visto, beh, mi sembra evidente che i
    nostri timori si sono rivelati fondati».
    Cosa non ha funzionato, secondo lei?
    «Non ha funzionato nulla. In passato ci
    sono state delle gare segnate da alcuni
    errori dei singoli, ma stavolta, a parte
    qualche rarissima eccezione, tutti sono
    andati ben al di sotto delle loro possibilità.
    No, non ha funzionato nulla».
    Non è che questo Catania, come si
    era detto qualche tempo fa, quando
    affronta squadre non di primissimo
    livello lo fa con un po’ di puzza sotto
    il naso? Non è che si è imborghesito
    un po’: anche a Parma, a parte la reazione
    finale, si è rischiata una prestazione simile.
    No, questi discorsi non mi convincono.
    Io dico che nell’arco di un campionato
    ci può stare di sbagliare una, due, tre
    partite. A noi sta capitando adesso, ma
    credo che tutto ciò non debba avere
    necessariamente quella chiave di lettura.
    La sconfitta brucia, su questo non c’è
    discussione, ma non facciamone un
    dramma: prendiamola per quella che è
    e guardiamo avanti, ovvero alla sfida
    con la Roma».
    Pensa che si riuscirà a metabolizzare
    per tempo ogni boccone amaro ingoiato
    qui in Emilia?
    «Ne sono certo. Sabato avremo l’occasione
    giusta per rifarci, a patto che si vada
    in campo con l’umiltà che eravamo
    soliti dimostrare nella prima parte del
    campionato. La Roma è l’avversario
    ideale sotto questo punto di vista. Di
    meglio non ci poteva capitare. Arriveranno
    gli stimoli giusti e potremo svegliarci
    dal torpore».
    Di buono stavolta resta, nel complesso,
    la prestazione di Campagnolo«Uno dei pochi ad essersi salvato dal
    naufragio, ma non ha senso parlare dei
    singoli».
    Giusto chiedere, però, se alla luce di
    quel che si è visto in questa occasione
    cambieranno le vostre strategie di
    mercato.
    «”Questa non è una partita che si può
    prendere in considerazione: archiviamola
    e basta».
    Sì, ma intanto, sempre per continuare
    a parlare di mercato, avete appena ceduto
    al Grosseto sia Sciacca sia Keko.
    «Lo confermo. E non saranno gli unici
    movimenti in uscita. A breve dovrebbe
    toccare a Paglialunga, quindi, almeno
    così speriamo, ad Andujar e Ledesma».
    Non ci parla di Maxi Lopez.
    «Non è un mistero che è stato richiesto
    da alcune squadre straniere. Speriamo
    che questa vicenda si risolva presto.
    Per noi e per il ragazzo. Non è bello rimanere
    appeso a questo tourbillon di
    voci. Maxi si sta dimostrando bravo,
    perché nel complesso è riuscito ad isolarsi
    e a non farsi condizionare dalle voci
    di mercato, però il tormentone non lo
    aiuta di sicuro».
    Abbiamo parlato di chi parte, ma c’è
    pure chi sta per arrivare.
    «Qualcosa, se si presenterà l’occasione,
    la faremo. Non l’abbiamo mai nascosto
    ».
    A cominciare da Ilsinho?
    «A cominciare proprio da lui. Ci siamo
    quasi e credo che a breve daremo l’annuncio:
    i giocatori che possono far crescere
    il tasso tecnico della squadra sono
    sempre ben accetti».

  53. Ip Address: 87.6.107.245

    Buongiorno a tutti,come ho letto,la “disfatta”,perchè tale è stata,di Bologna,è stata ampiamente discussa da tutti voi,in linea di massima,concordo con il post N. 17 di Mario(che saluto),è evidente che per la maggior parte dei tifosi e della critica,sottolinei come Montella abbia fatto degli errori,e,concordo con questo pensiero,come non mi è piaciuto per niente,l’atteggiamento quasi remissivo,che mi ha fatto ricordare le prime due partite d’inizio campionato del Catania,dove ho criticato questo atteggiamento.

    Detto questo,a dispetto di chi pensa che l’allenatore rossazzurro abbia fatto solo errori,io penso che ha molti meriti della classifica attuale del Catania,abbastanza soddisfacente,meriti da condividere con i giocatori,anche quelli che a Bologna hanno fatto malissimo.
    Penso anche,che in questo momento,Montella,abbia qualche grana in più da “sorbire”,vedi i casi Ledesma,Andujar,e per ultimo Spolli,almeno così si dice.

    Poi,c’è sempre la questione Lopez,che di giorno in giorno,cambia squadra dove approdare in questo mercato ma tutto questo,non deve assolutamente essere un alibi per la brutta sconfitta di Bologna.anzi,prima della gara,avevo anche scritto le mie proccupazioni.

    Questo uno stralcio di ciò che avevo postato:
    “In questa settimana più che al mercato,ho cercato di spostare la mia attenzione sulla partita di Bologna,non perchè proibitiva,anzi,benissimo alla portata del Catania,ma perchè dopo le feste,può sempre spuntare qualche sorpresa negativa,perciò,sto cercando di capire come potrebbe essere l’approccio a questa gara da parte rossazzurra.Anche se resta difficile con tutte queste “chiacchiere”di mercato sui media,avere l’attenzione alla ripresa del campionato.”

    Bè,diciamo che le mie preoccupazioni si sono rivelate fondate,di chi è la colpa? Di tutti,allenatore,che non ha saputo tenere alta l’attenzione dei giocatori,oltre alla gestione della formazione,della società,che troppe chiacchere di mercato e gestione dei giocatori sui media,ma più di tutti,dei giocatori,che non sanno onorare la maglia che indossano,dei giocatori ci sarebbe da fare qualche distinguo sulla gara di Bologna,Legrottaglie e Bergessio,meritevoli di elogio,il resto,tutti da prendere a “calci”.

    Un ultima cosa sui portieri,ho sempre criticato Andujar per la sua poca umiltà,almeno questo è quello che io ho intravisto in questo giocatore e per i suoi limiti tecnici sulle uscite,ma non ho mai sostenuto la candidatura di Campagnolo,avrei preferito sbagliare con Kosicki,ancora giovane e da valorizzare.
    Ritengo la prestazione di Campagnolo da 5,per la parata iniziale e qualche uscita a limite dell’area ma lo ritengo responsabile a pari dei compagni,sul primo gol,ha fatto lo stesso errore di Andujar,non è uscito nell’area piccola.
    Sul secondo gol,non ha fatto altro,che rimettere il pallone sui piedi di Di Vaio,gli avrei dato 4.

    Comunque,penso che in questo momento,regni un pò di confusione nello spogliatoio,vuoi per il mercato,vuoi per quei casi di mancato rinnovo,sinceramente,non ho la presunzione di poter pensare quali possano essere le cause,però continuo ad avere grande fiducia nella società e in Montella.

  54. Ip Address: 87.18.140.46

    Salve raga’!!!
    Adesso leggo della partita di Bologna, dei filmati non ho visto un tubo!!! 🙁 😐 😥
    Copia e incolla da La Sicilia di Catania.

    «La gara peggiore
    da quando alleno
    questa squadra»

    «Pesanti e poco reattivi: sembrava che nessuno volesse prendersi le sue responsabilità»

    GIOVANNI FINOCCHIARO
    NOSTRO INVIATO
    BOLOGNA. Affonda i colpi, Montella. Nella
    sua semplicità dialettica, con il suo
    equilibrio di toni e di espressioni. La parole
    sono taglienti, ma reali. Nessuna
    esasperazione, ma il malcontento per
    aver ritrovato il suo Catania spento, mai
    in partita, emerge immediatamente.
    «Nessun dramma, ma non eravamo presenti,
    sul terreno di gioco. Non facciamo
    drammi, ma questa partita serva da lezione
    ».
    Come si spiega l’involuzione?
    «Può accadere, non deve. Ma il Bologna
    aveva più fame di punti rispetto a noi.
    Non ho visto un avversario che ci ha
    messi sotto, però il Catania ha disputato
    la peggiore partita da quando io l’alleno».
    Dal 18’ al 23’ avete tentato di sbloccare
    il risultato. L’altra occasione la ricordiamo
    al 90’ con Lopez.
    «E’ anche mancata la convinzione in fase
    di finalizzazione. E, aggiungo, per le
    punte era più difficile andare a segno.
    C’era poca partecipazione generale».
    Il 3-5-2 senza Spolli in campo è una scelta
    che ripeterebbe?
    «Non credo sia così importante fare riferimento
    al modulo tattico, quando poi ti
    accorgi che arrivi sempre secondo nell’azione.
    Non avevamo iniziativa, molte situazioni
    mi hanno fatto pensare a una
    defaillance totale, quasi sembrava che il
    singolo non volesse la palla. Troppo panettone
    mangiato… ».
    Ha influito la posizione comoda di classifica
    conquistata con sacrificio dal Catania?
    «Se pensavamo tutto questo, ci siamo
    svegliati nella maniera più brusca. Quando
    affronti un avversario e non metti
    sul tappeto le stesse caratteristiche positive,
    perdi presenza, lucidità e punti».
    Biagianti in campo per Gomez, con Barrientos
    più vicino alla porta: era un tentativo
    per rianimare la squadra in fase di
    possesso?
    «Ma non abbiamo mai fatto gioco. Io sono
    abituato a vedere e commentare ben
    altro. Avevo pensato di dare qualcosa in
    più alla squadra, ma nel secondo tempo
    abbiamo beccato subito gol su punizione
    ».
    Un gol evitabile oppure è stato bravo
    Diamanti a calibrare quella punizione?
    «In quel caso è stato lasciato solo un saltatore,
    un giocatore che aveva nelle corde
    un gesto come il colpo di testa. Un disattenzione,
    al pari delll’espulsione di
    Biagianti, frutto di un errore. Abbiamo
    regalato un fallo laterale su un contropiede
    ».
    Ci confessi che cosa l’ha irritata maggiormente?
    «Arrivare secondi sull’azione, non prendere
    le seconde palle. Non eravamo presenti
    o forse non volevamo prenderci la
    responsabilità delle azioni. Il Bologna è
    stato in ritiro per tre giorni, ha avuto più
    fame di punti».
    Una parola sull’esordio di Campagnolo.
    «Si sono dette molte cose anche a sproposito:
    Campagnolo in Serie A può giocare,
    ha un’esperienza notevole, prima di
    Bologna era stato protagonista di circa
    100 partite nella stessa categoria. Ha dimostrato
    sicurezza».
    Il ritorno di Biagianti è stato macchiato
    dall’espulsione.
    «Stava bene, che peccato. Contro la Roma
    non l’avremo».
    Prima presenza anche per Llama, dopo
    mille tribolazioni.
    «Non ha i 90 minuti nelle gambe, quando
    è entrato eravamo in dieci, ma si è sacrificato
    durante una partita che era già
    compromessa».
    Il prossimo avversario, sabato, sarà la
    Roma.
    «Io voglio vincere. Sempre, anche quando
    gioco con i miei fratelli».
    Non è una partita che la lascerà indifferente?
    «Al contrario, ma proprio per questo motivo,
    voglio vincere ancor di più. Non ho
    rancore nei confronti di un club che mi
    ha permesso di esordire in A come tecnico
    e che, a ruota, mi ha fatto apprezzare
    e chiamare dal Catania. Ma oggi vedo
    questa sfida ancora lontana, quando sarà
    il momento di affrontarla lo farò con un
    solo pensiero: portare a casa i tre punti».

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu