Un gatto di nome Illuso

 Scritto da il 28 dicembre 2011 alle 15:30
Dic 282011
 

 Stranezza degli esseri umani. Ci sono persone che lasciano tutta la loro cospicua eredità a cani irascibili o a gatti spelacchiati e altri che, pur non dotandoli di eredità, hanno la bizzosa idea di dotarli di nomi di battesimo piuttosto insoliti per gli animali.

Ricordo che quando ero bambino dalla strada dove abitavo transitava il venditore di carbone il quale, disperato, continuamente richiamava il suo stanco asino all’ordine: Aurelio!, Aurelio…

Il buon uomo, chissà perché, aveva chiamato il suo asino Aurelio.

La mia vicina di casa aveva chiamato la sua gattina Aurora e un tizio aveva dato al suo bellissimo bastardino il nome di Bernardo.

La cosa più strana, però, l’aveva fatta una persona che adesso non c’è più, aveva chiamato il suo gatto Illuso e a chi gli chiedeva il perché, con un’ingenua filosofia tutta sua, giustificava quello strano nome.

Vedi – diceva, –  lui è un illuso perché crede che il mondo sia il suo mondo e non sa che attorno a lui ci sono le donne, i soldi, i piaceri e tutte le altre cose che non potrà mai conoscere. Pertanto, non conoscendo la realtà, pensa che la realtà sia quella del suo mondo ed è un illuso.

Nessuno capiva quella spiegazione strana, ma il gatto, a sua insaputa, era diventato una celebrità.

In tutte le discussioni animate, ogni qual volta si dissentiva in maniera netta dall’interlocutore, si soleva dire: “Non è così, tu sei un illuso, illuso come il gatto di Franco A.”

Buon Natale e buon anno a tutti coloro che amano lo sport. Anche all’ex capitano dell’Atalanta Cristiano Doni e a Gervasoni e soci ? No, a loro no, loro non amano lo sport, amano altre cose.

Guarda qua –  mi diceva una persona a me vicina – ho rovinato le bollette perché ho sbagliato il Mouscron e il Pizzighettone !

Che? Aveva sbagliato a pronosticare una squadra del campionato belga, che nel 2009 si è ritirata smantellando l’organico, e una squadra minore allora in C 2.

Era una persona illusa, illusa come il gatto. Credeva che la semplice conoscenza statistica e delle classifiche dei relativi campionati fosse sufficiente a determinare un pronostico esatto.

Ma che ne sai tu del Pizzighettone, del suo stato di forma, di chi gioca, e se ci sono beghe interne all’organico? Soprattutto che ne sai se nei pressi sono passati Doni e Gervasoni?

Avevo giocato in quasi tutte le mie dieci bollette da 2 euro quell’Atalanta-Piacenza incriminata: 1 primo tempo e 1 finale, ma cosa ci ho messo del mio? Quel giorno, però, qualche altro mio pronostico si è rivelato sbagliato, o, evidentemente, non è coinciso con interessi superiori e non ho vinto. Vedendo a Domenica Sprint il filmato di Atalanta-Piacenza e il rigore causato da Gervasoni per prima cosa ho esclamato: “Ma questo come può giocare in serie B! Certi falli non li facevamo nemmeno all’oratorio. Questo non merita di giocare al calcio.”

E in effetti, non merita lui, non merita Doni e chissà quanti altri non meritano. Vergogna!

Chissà negli anni in quanti hanno profanato questo meraviglioso sport mettendo da parte onestà, lealtà e valori, alimentando l’esercito degli illusi. Illusi come il famoso gatto di Franco A.

Buone feste a tutti gli appassionati di sport, ma non a Doni e Gervasoni, loro non li meritano.

 

 

 

 

 

  101 Commenti per “Un gatto di nome Illuso”

  1. Ip Address: 94.165.94.0

    riporto dalla pagina precedente

    Un saluto a tutti i tifosi.
    Io non commento si può dire quasi più sul sito, ma quando fa un articolo mario devo per forza commentare. Ovviamente mi trovi d’accordo su tutto anche su montella, non ci poteva capitare di meglio come hai detto tu solamente in qualche partita ha sbagliato la formazione iniziale ma c è da dire che ha molte qualità ad esempio non si fissa con un modulo sa motivare i propri giocatori e principalmente gli ha saputo dare una mentalità vincente in trasferta, cosa che negli anni passati ancora non avevamo il piacere di vedere,mi auguro che continuiamo con questo andamento positivo sopratutto in trasferta,potrebbe rivelarsi questo trand il modo di fare il salto di qualità in classifica quest’anno buon anno a tutti…

  2. Ip Address: 79.43.106.98

    Buona sera al sito,ciao Antonello,concordo con il tuo post in toto,auguro anche a te un buon anno.X Mongibello,che saluto,volevi avere notizie per eventuali movimenti di mercato su Barrientos,oggi,ho incontrato un amico che è abbastanza vicino all’ entourage del Catania,mi diceva,che non esiste nessuna iniziativa in tal senso,Barrientos,al 99,99,resterà a Catania e dovrebbe essere sempre più protagonista nel girone di ritorno con la maglia rossazzurra.

    Nei vari siti sportivi,sto leggendo la fantomatica notizia(almeno per me),di un probabile ritorno di Mascara a Catania,spero vivamente che la cosa non venga presa in considerazione da parte della società e poi,il buon caltagironese,dovrebbe sapere che il Catania non gioca in Europa,perciò,mi sembra difficile che la cosa possa andare in porto,viste le sue grandi aspirazioni.Però,una speranza in essere per l’attaccante napoletano ancora c’è,il Cesena e il Novara,sembrerebbero interessate alle sue performance,la squadra emiliana e quella piemontese,con un buon girone di ritorno,forse gli possono garantire l’Europa a Mascara. 😯 😯 😯 😯

  3. Ip Address: 88.66.60.111

    Mascara di nuovo a Catania
    Dio ce ne scansi e libberi
    a proposito dell’articolo Doni a fatto la combine solo per troppo amore verso l’atalanta infatti dice lui che non si e messo manco una lira in saccoccia
    ua chistu non sulu iè truffaturi e macari minchiuni mha c’è munnu pessu

  4. Ip Address: 94.165.94.0

    Ciao Peppe 58, Buon anno anche a te. 😆 😆 😆

  5. Ip Address: 79.25.42.42

    Un caro saluto a tutti i tifosi del sito. Io personalmente ho conosciuto Franco A. e il suo famoso gatto e come tanti spero che il calcio possa rimanere unp sport pulito, ma visti gli avvenimenti recenti le speranze diminuiscono. Comunque, forza Catania. Per quanto riguarda Barrientos dovrebbe rimanere di sicuro al Catania, cederlo adesso non avrebbe alcun senso.

  6. Ip Address: 94.165.94.0

    Niente trucchi e niente mascara … 😉 😉 😉

    Forza Catania!

  7. Ip Address: 79.43.106.98

    GENOA, Preziosi: “Gilardino domani sarà nostro. Maxi Lopez alla Fiorentina”
    28.12.2011 18:15 di Redazione ITA Sport Press

    Enrico Preziosi, presidente del Genoa si trova a Dubai in vacanza ma ha voluto parlare di mercato ai microfoni di Sky. “C’è già l’accordo con Alberto Gilardino (attaccante della Fiorentina, ndc.) e credo che domani sarà ufficializzata questa operazione. Manca solo la firma delle due società ma è solo questione di ore. Gilardino ci è costato 8 milioni e il giocatore ha firmato un contratto di 1,6 mil di euro più bonus. E’ stata una trattativa lampo ma che è iniziata lo scorso mese di giugno visto che Gilardino voleva cambiare aria. Abbiamo colto questa opportunità visto che Amauri è saltato. Maxi Lopez addio? Certo sono sicuro che andrà a Firenze”

  8. Ip Address: 79.25.42.42

    Stravedevo per il calciatore Mascara e, da tifoso, la sua partenza l’ho mal digerita. Nella vita, però, ci vuol coerenza, se lui è andato via da Catania per giocare in Europa è inutile tornare, il Catania l’Europa non gliela può garantire, magari qualche volta ci arriverà, ma senza di lui. Morale della favola: Il Catania non può garantire l’Europa a Mascara e Mascara non può garantire al Catania la conquista dell’Europa. Si accontenti di giocare tre-quattro partite all’anno nel Napoli perchè è questo che ha voluto.

  9. Ip Address: 94.165.94.0

    Professore concordo al 100% con il tuo post …

    Un abbraccione a Peppe e Pippuzzu!

  10. Ip Address: 79.25.42.42

    Per Catanista. Grazie, anch’io trovo i tuoi post molto interessanti e quasi sempre li condivido. Un caro saluto, a domani.

  11. Ip Address: 80.182.91.48

    Buonasera raga’!!!
    Un benvenuto ai nuovi (del sito) tifosi rossoazzurri!!! 😉 😉 😉
    Abbiamo un’altro “tedesco” dopo lux, Antonio Deutschland!!! 😉 😉 😉

    Finalmente domani si riparte!!! 😀 😉 :mrgreen:
    Malta sole e mare !!! 8) 😀 🙂
    Ci sono stato da giovanotto, precisamente nel 1971 sotto il dominio degli inglesi, divenne Repubblica di Malta nel 1974.
    All’epoca gli abitanti erano inglesi e maltesi/italiani e adesso non so.
    Fu la prima volta che vidi una ragazza in minigonna!!! 😯 😯 😯 😯 8) 8) 8) 8)

    Sogni rossoazzurri a tutti e forza Catania!!!

  12. Ip Address: 87.1.65.62

    Buonasera a tutti…
    questi farabutti hanno rovinato lo sport più bello del mondo 😈 😈 😈
    Mascara è una minestra riscaldata, che come è noto non piace a nessuno ???

    manco a me, storia passata :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  13. Ip Address: 80.182.91.48

    Dalla Sicilia di Catania.

    Ricordate De Zerbi fantasia?
    «Vedo le partite del Catania»
    «Montella ha indovinato subito tutto: lo si capisce dai risultati e dal gioco»
    GIOVANNI FINOCCHIARO
    Il Catania visto da chi, adesso, vive all’estero. Ci chiama, dalla
    Romania, Roberto De Zerbi, uno degli eroi della promozione
    in Serie A dei rossazzurri. Il palmares della stagione
    2005-’06 è di primo livello: 34 presenze, 7 reti, 6 assist. Il
    pubblico lo ribattezzò Robertino Fantasia (potenza dei passaggi
    vincenti, ma anche delle punizioni a giro, che ingannavano
    i portieri, anche quelli più bravi ed esperi), ma l’anno
    dopo il numero 10 accettò la corte del Napoli e andò sotto
    il Vesuvio.
    «Dopo anni e anni posso spiegare. Non fu mia intenzione lasciare
    Catania e neanche la dirigenza avrebbe voluto».
    E, allora, che cosa accadde?
    «Una cosa banale, banalissima. Litigai con Pasquale Marino,
    che era ed è come un padre, per me. Ma quando litigano due
    persone legatissime, che cosa succede? Non ci si parla,
    neanche a tavola. Così, chiesi io di essere ceduto, ma mi pentii
    del gesto. Ormai ero al Napoli, non potevo tornare indietro.
    Il Catania giustamente fece i conti senza tenermi presente.
    Poi, ovvio, con il tecnico Pasquale Marino s’è aggiustato
    tutto in fretta. Ma, a quel tempo, sbagliai di grosso».
    Segue, sempre e comunque, il Catania?
    «In Romania sto benissimo, gioco nel Cluj dal 2010. Non mi
    perdo un solo incontro del campionato italiano. Certo, seguo
    il Catania e, con la costruzione del centro sportivo, la società
    ha tenuto fede al proprio programma di crescita non
    solo legata ai risultati».
    Un ricordo rossazzurro?
    «La festa per la promozione in Serie A. Lo stadio pieno già
    due ore prima del via. Arrivammo al Cibali e non c’era un solo
    posto vuoto. La lotta, l’emozione, l’esultanza. Un film che
    rivivo spesso nella mia testa».
    Perché, De Zerbi, oggi gioca in Romania?
    «A Napoli ho avuto poco spazio (33 incontri, 3 reti, ndr) perché
    mi sono anche infortunato. Dopo aver girovagato in B,
    al Cluj mi chiamò Mandorlini. Mi disse: stai qui fino a
    quando non sarai a posto fisicamente. Ma in Romania mi sono
    trovato subito bene e ho cominciato a ritrovare la forma
    fisica ideale».
    Risultato: scudetto e Coppa di Romania nella sua bacheca
    personale…
    «Niente male, vero?».
    Forse, neanche lei pensava di cominciare una collezione così
    importante.
    «Mi sono ambientato bene, al Cluj. Società organizzata,
    posti splendidi, persone affettuose, gentili. Siamo quasi al
    confine con l’Ungheria: qui storia, tradizioni e passione
    per lo sport si fondono. Io sono stato accolto in maniera eccezionale.
    In questa città la cultura è in continuo sviluppo:
    ci sono teatri, biblioteche di fama nazionale. Del resto, questa
    è la città più importante della Transilvania».
    E la risposta è stata altrettanto notevole: sette i gol segnati
    in campionato, l’esordio in Champions, il primo gol nella
    massima competizione europea per club…
    «Tutto è accaduto in fretta, da fine aprile 2010 a oggi. Ho giocato
    contro il Basilea, ho segnato al Brasov, su punizione.
    Sensazioni che non dimenticherò facilmente».
    Ha giocato anche contro la Roma.
    «Certo, sul campo nostro abbiamo pareggiato 1-1, e in quella
    partita di Champions sono partito da titolare».
    Ma in Italia non tornerà?
    «C’era qualche trattativa, ma qui mi hanno confermato a
    pieni voti».
    Si parlava del Verona di Mandorlini, lanciatissimo verso la
    A…
    «Ne ho sentito discutere in estate, alla fine della campagna
    rafforzamento. Ma tutto si è risolto in una bolla di sapone…
    Non lo so, il calcio italiano mi manca, ma al Cluj gioco la
    Champions, sono ben voluto…».
    Quanto dista Catania?
    «Per ora molto, ma vorrei assistere a una partita di Montella.
    Bravo allenatore, eh? Ha indovinato subito tutto quanto
    e lo si vede non solo dai risultati, ma anche dal gioco che la
    squadra riesce a esprimere».
    Della squadra rossazzurra promossa in Serie A non sono rimasti
    più giocatori.
    «No, è rimasto Marchese».
    Ed è l’unica eccezione.
    «L’unica, sì. Ma, ragazzi, in allenamento, se ti avvicinavi a lui,
    ti massacrava e stavi fuori per due settimane. Adesso è un
    altro giocatore: è maturato, vedo che spesso indossa la fascia
    di capitano, titolare fisso, fa i cross vincenti com’è capitato
    a Bergamo. Sono felice per lui, ma anche per Orazio
    Russo, che è rimasto in società come team manager».
    Buone vacanze, Roberto.
    «Godetevi questo gioiellino, la città lo merita, anche la dirigenza.
    Ci vediamo presto».
    Magari in Europa. Magari, con la partecipazione del Catania
    all’Europa League.

  14. Ip Address: 212.195.241.127

    Buongiorno a tutti pari!!

    Io come al solito mi distanzio dal coro!! :mrgreen: :mrgreen:

    Parlo di Mascara, con una piccola premessa!!

    Il 12 marzo 2010 diventa il miglior marcatore della storia del Catania in Serie A appaiando Adelmo Prenna a quota 29 reti, grazie ad un gol su rigore calciato a cucchiaio contro l’Inter per il parziale di 2-1 (partita finita con il punteggio di 3-1 per gli etnei).[8] Il 24 marzo, quindi, supera tale record realizzando il gol vittoria contro la Fiorentina. Chiude l’esperienza al Catania con 61 gol in 235 partite fra campionato e Coppa Italia.

    Ora io mi dico con quale coraggio si puo’ parlare male di lui!!!!!

    Ma veniamo al suo “TRADIMENTO” a Catania prendeva se non sbaglio sulle 600.000 € annui, riesce a far guadagnare al Catania 1.200.000, pari a due anni del suo stipendio 😉 😉 è a 30 anni va al Napoli guadagnando, mi sembra il doppio di quello che aveva a Catania!!! ed in più esordisce in Champion’s, ora mi chiedo in un affare dove sia il Catania che il giocatore hanno guadagnato dov’è il TRADIMENTO? Poi penso che anche questa volta Lo Monaco abbia fatto bene a cederlo, il Catania lo a sostituito degnamente!!

    Ora vorrei vedere ognuno di noi cosa avrebbe fatto al suo posto, io avrei fatto come lui!!

    A conferma che tutto è stato concordato tra società e giocatore, le dichiarazione del duo Pulvirenti-lo monaco, Mascara tornerà da noi come dirigente, come giusto riconoscimento alle sue perfomance catanesi!!!

    Al fatto che ritorni come giocatore io non ci credo!! ma se a parametro zero è uno stipendio adeguato , lo preferisco a qualcun’altro :mrgreen: :mrgreen:
    Come dirigente non lo vedo proprio 😐 😐
    ad ogni modo coerente con me stesso dico Grazie Mascara per quello che hai fatto a Catania!! Molti di quelli che ti criticano hanno gioito ad ognuno dei tuoi 61 gol!!

  15. Ip Address: 85.41.235.41

    Chiarezza, Ma Quanto è Buono Lei ….
    Ma come è umano lei…….!!!! …
    per me rimane un traditore, un Mercenario senza bandiera…..

  16. Ip Address: 95.232.25.78

    Buongiorno a tutti.

    Peppe grazie per avermi dato notizie su Barrientos (ero molto preoccupato!). :mrgreen:

    Mario, un saluto grosso come una casa! :mrgreen:

    Tino, giusta disamina per gli “illusi” che tradiscono lo sport. Non meritano neanche gli auguri, sono soltanto dei cialtroni. Tra l’altro, si potrebbe essere più morbidi con persone che tirano a campare fino alla fine del mese, ma non con quelli che hanno sempre avuto tutto dalla vita ed in modo abbondante! 👿

    Per quel che riguarda Mascara, non voglio nè giudicarlo nè giustificarlo. Ognuno fa delle scelte, scelte che nella vita di un calciatore possono essere condivise o meno, ma comunque scelte personali. Onestamente non lo considero un traditore, però un suo ritorno non lo gradirei per il semplice fatto che ormai non lo ritengo più un grande giocatore e poi per il fatto che andrebbe a destabilizzare l’assetto della squadra che ormai è consolidato e che sta dando i suoi frutti. Un mio parere personale: è meglio che stia là oppure vada in un’altra squadra.

    Faccio gli auguri a tutti voi ed ai nuovi arrivati in questo sito che, ripeto, è frequentato da persone perbene! Che il nuovo Anno porti tante cose buone!

  17. Ip Address: 212.195.241.127

    A proposito dell’armonia????????????????

    Catania, Spolli: “Desidero torrnare al Newell’s Old Boys”
    29.12.2011 12.28 di Cristina Guerri articolo letto 1218 volte

    © foto di Federico De Luca
    Intervistato da Estadio Tres, il difensore del Catania Nicolas Spolli ha parlato della possibilità di tornare a giocare in Argentina. “Col Catania ho un altro anno e mezzo di contratto e ho la possibilità di giocare sempre titolare. Oggi non credo ci siano club argentini che possano permettersi di comprare il mio cartellino. Desidero tornare a giocare per il Newell’s Old Boys, ma non voglio illudere nessuno”.

  18. Ip Address: 95.239.224.55

    Salve raga’!!!
    In questi giorni sono molto ma molto occupato!!! 😐 🙁 :mrgreen:

    Su Mascara dico la mia, e’ stato un grande giocatore del Catania che ci a fatto vivere momenti indimenticabili!!!
    Che poi abbia scelto una squadra ambiziosa come il Napoli (mica una squadretta) e che lui ci ha guadagnato e poi anche il Catania non vedo scandali.
    Se un uomo lavora in una azienda ed e’ maturo per un salto di qualita’ perche’ frenarlo?

    Buona giornata a tutti e forza Catania!!!

  19. Ip Address: 212.195.241.127

    ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓

    Inchiesta Premiopoli, deferiti cinque giocatori e dieci club
    28.12.2011 21.22 di Raimondo De Magistris articolo letto 2352 volte
    Il procuratore federale Stefano Palazzi ha deferito cinque giocatori, sette presidenti e dieci club alla Disciplinare per l’inchiesta ‘Premiopoli’, inchiesta nata per sospetti sull’attivita’ di intermediazione svolta da Fabrizio Ferrari (solo omonimo del più noto agente Fifa che intrattiene, in particolar modo, rapporti col mercato francese, ndr) in favore di societa’ dilettantistiche e professionistiche per il pagamento dei premi di preparazione e alla carriera. Tra i giocatori deferiti Simone Pesce e Francesco Millesi. Tra i club, per responsabilita’ oggettiva, Ascoli, Catania, Frosinone e Paganese.

  20. Ip Address: 95.251.36.134

    Scusate se sono ignorante ….ma cosa vuol dire pr
    emiopoli?

  21. Ip Address: 212.195.241.127

    BHOOOOOOOOOOOO non lo so, chiedevo a qualcuno, mi sembra che i procuratori, prendono soldi al nero???????? ma non lo so

  22. Ip Address: 212.195.241.127

    Premiopoli’, 10 club deferiti
    Anche Catania e Ascoli
    L’esito dell’inchiesta della procura federale per il pagamento dei premi di preparazione e alla carriera che le società devono pagare a chi forma i giocatori, e su cui erano emerse irregolarità

    Il Catania è tra le società deferiteROMA – Cinque giocatori, sette presidenti e dieci club deferiti alla Disciplinare dal procuratore federale Stefano Palazzi per la vicenda ‘Premiopoli’. E’ l’esito dell’inchiesta sull’attività di “intermediazione e consulenza svolta da Fabrizio Ferrari” in favore di società dilettantistiche e professionistiche per il pagamento dei premi di preparazione e alla carriera. Si tratta del premio che le società professionistiche devono pagare alle società che formano i giocatori tra i 12 e i 14 anni, e su cui erano emersi dubbi di irregolarità.

    Palazzi ha deferito, tutti per violazione dell’articolo 1 (lealtà e probità sportiva), oltre a Ferrari cinque calciatori tra cui Simone Pesce, al tempo dei fatti tesserato per l’Ascoli e ora al Novara; e Francesco Millesi, ai tempi del Catania e ora all’Avellino; per responsabilità oggettiva, tra gli altri, il Frosinone, l’Ascoli, la Paganese e il Catania

  23. Ip Address: 188.11.54.158

    Buona sera,Mongibello dovere 😉
    ricambio l’abbraccione a Mario 😆

    ESCLUSIVA ITASPORTPRESS- Mascara, l’agente: “Tornare a Catania? Ma se ha voluto il Napoli “A TUTTI I COSTI…”

    29.12.2011 17:12 di Redazione ITA Sport Press
    Ventuno presenze e quattro reti all’attivo. E’ questo lo score della punta del Napoli, Peppe Mascara dopo un anno di permenanza ai piedi del Vesuvio. Destò scalpore il suo addio da Catania lo scorso 31 gennaio 2011 e adesso, da quanto trapela in queste ore, l’attaccante potrebbe fare marcia indietro alla riapertura del calciomercato invernale. Mascara infatti ha trovato poco spazio in maglia azzurra e adesso per lui si parla di cessione. Novara, Cesena, Bologna e adesso anche il Catania potrebbero essere le soluzioni. Luca Puccinelli agente del calciatore siciliano intervenuto in esclusiva ai microfoni di Itasportpress.it per il momento mantiene un profilo basso. “Non ci sono novità al momento -spiega il procuratore- del resto il mercato è ancora chiuso. Il Catania? Non ne so nulla ma poi dico solo questo: Mascara è un giocatore del Napoli club che il mio assistito HA VOLUTO A TUTTI I COSTI di conseguenza perchè mettere in dubbio la sua permanenza in maglia azzurra?”.

  24. Ip Address: 95.239.224.55

    Buonasera raga’!!!
    Mancano nei convocati Andujar, Ledesma e Suazo.

    Il Catania a Malta, 27 rossazzurri convocati

    Concluso il primo allenamento dopo la lunga sosta, il Catania si trasferisce a Malta per una settimana di duro lavoro, finalizzato a perfezionare i necessari progressi di condizione in vista del primo impegno agonistico del 2012, in programma domenica 8 gennaio a Bologna. Rossazzurri all’estero da giovedì sera, 27 i calciatori convocati.

    A disposizione del tecnico Vincenzo Montella:

    Portieri
    30 Campagnolo, 1 Kosicky, 29 Terracciano

    Difensori
    22 Alvarez, 14 Bellusci, 33 Capuano, 6 Legrottaglie, 12 Marchese, 2 Potenza, 3 Spolli

    Centrocampisti
    4 Almiron, 28 Barrientos, 27 Biagianti, 24 Delvecchio, 13 Izco, 16 Llama, 10 Lodi, 5 Paglialunga, 19 Ricchiuti, 20 Sciacca

    Attaccanti
    18 Bergessio, 32 Catellani, 34 Donnarumma, 17 Gomez, 15 Keko, 7 Lanzafame, 11 Maxi Lopez

    Radiocronaca diretta delle amichevoli del Catania a Malta su Radio Sis, fm 95.6 e 106.8 per Catania e provincia

  25. Ip Address: 95.239.224.55

    Caro Max, sei stato preso per il c…o da “Adriano”!!!

    Galliani: “Lopez non ci interessa”
    L’ad del Milan: “Il Catania e il giocatore si sono comportati bene, ma non possiamo tenere in standby altre squadre e giocatori mentre aspettiamo Tevez”

    MILANO – Il Milan vuole solo Carlos Tevez, le altre piste non interessano, compresa quella di Maxi Lopez: parola di Adriano Galliani, il quale in collegamento telefonico dal Brasile con Milan Channel chiarisce che il club chiede solo un top-player: “La trattativa c’è e va avanti. Loro insistono sull’obbligo di riscatto, noi sul diritto”.

    Galliani entra nel merito della trattativa per Carlos Tevez e spiega come tutte le altre piste – compresa quella di Maxi Lopez – siano cadute: “Abbiamo mollato questa pista. Il Catania e il giocatore si sono comportati bene: non possiamo tenere in standby altre squadre e giocatori mentre aspettiamo Tevez”.

    “La trattativa c’è. Io credo e spero che Carlitos arrivi. Abbiamo mollato tutte le altre piste: se deve arrivare qualcuno deve arrivare un giocatore top. Abbiamo già tanti campioni, noi consideramo Carlitos un giocatore top. Lui continua a dire che accetta solo il Milan”.

    29/12/2011

  26. Ip Address: 79.25.42.42

    Un caro saluto a tutti i tifosi del Catania. Le speranze che Max Lopez rimanga al Catania sono quasi nulle. Se Suazo ritornasse a tutti gli effetti un calciatore, personalmente, non comprerei nessuno per sostituirlo, ma Suazo tornerà a giocare almeno due partite consecutive?
    Per quanto riguarda Mascara io non ho mai detto che è un traditore, semplicemente ho detto che sono rimasto molto deluso dalla sua partenza.
    Per quanto concerne un suo ritorno non mi pare che il Catania possa trovarne, attualmente, grande giovamento.

  27. Ip Address: 79.25.42.42

    Mascara è ancora un giocatore tecnicamente molto forte e di grande qualità, in grado di fare la differenza in molte squadre, ma secondo me, non ha saputo”gestire” il suo passaggio al Napoli.
    A Catania era una bandiera, avrebbe dovuto, magari, scrivere una lettera aperta a tutti i tifosi del Catania e dichiarare il suo amore per la maglia, invece, è andato via come uno qualunque e questo i tifosi non glielo hanno perdonato. Il suo rapporto con la maggior parte della tifoseria si è rotto, ecco perchè credo che il Catania non potrebbe trovarne un grosso vantaggio da un eventuale suo ritorno. A domani.

  28. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno a tutti…..
    Vorrei ricordarvi che quando il Mascara ci ha lasciato eravamo in un momento delicatissimo, messi male in classifica con problemi nello spogliatoio e con un rischio vero di retrocessione …..
    la nave stava affondando e un vero capitano non l’avrebbe mai abbandonata.

  29. Ip Address: 82.50.95.134

    Semra che andujar non rimanga a catania

  30. Ip Address: 94.165.211.40

    Buongiorno a tutta la fratellanza rossazzurra …

    Vittorio, Vittorio…
    Nessuno ha mai detto che Mascara sia un traditore, ne tantomeno qualcuno ha mai azzardato l’ipotesi che al suo posto non avrebbe fatto lo stesso; ma … così come fece un ex allenatore del Catania che prima dichiarava il suo amore per la città; che qui era nato il suo ultimo figlio e …bla, bla, bla … al suo primo allenamento nella sponda occidentale dell’isola preso da palermite acuta (come quell’altro che a Catania ha giocato tre anni), al grido dei tifosi: “chi non salta è catanese”, lui, dimostrando un’enorme faccia di bronzo … si mise a saltare …

    Non contesto la scelta professionale ma, il dimenticare che Catania lo amava come un suo figlio e lui lo ha dimenticato troppo in fretta … come il Professore, anch’io sono rimasto deluso dalla sua partenza.

    Riguardo a Maxi, sono del parere che sia meglio per tutti se lui va verso altri lidi, e ritornando al professore, concordo su Suazo …

    Forza Catania!

  31. Ip Address: 212.195.241.127

    Snto a più parti che Andujar non torna 😐 😐 😐
    Svelato il mistero :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: è stato invitato da Zanetti per una partita a scopo benefico :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
    Argentina Uruguay
    logicamente il Catania come sempre non da notizie 😐 😐

    Acá están los ganadores de entradas para ver el clásico solidario de este martes que organizan la Fundación Pupi y la Fundación Celeste. Jugarán Zanetti, Lugano, Abreu, Goycochea, Forlán, Redondo, Francescoli, Andujar, Demichelis, Banega, D’alessandro, entre otros.

    Mario coe dici che nessuno parla di tradimento……..se anche in questo sito si dice merda i lui……..logicamente non tutti…..ma come sempre, io ad ogni mio post, do le mie motivazioni, alle quali quando non conviene non mi si risponde,
    come per esempio x Mascara

  32. Ip Address: 79.35.152.53

    Un saluto a tutti!!!
    Giornata piovosa e piena di facende domestiche!!! 😐 😕 :mrgreen:

  33. Ip Address: 79.22.108.232

    Buon pomeriggio,ciao Angelo.

    LA GAZZETTA DELLO SPORT.IT Calcio Catania

    Rottura con Andujar, Campagnolo l’alternativa?
    Arrivato a destinazione a mezzanotte, il Catania stamane si allenerà prima del quadrangolare organizzato a Malta con Torino e due formazioni locali. In ritiro non sono arrivati in tre: il portiere Mariano Andujar, il centrocampista Pablo Ledesma, la punta David Suazo. In realtà i giocatori non figurano nella lista dei convocati, ma se per Ledesma si ipotizza una partenza imminente destinazione Boca Junior, se per Suazo si pensa a un possibile recupero da perfezionare in Sicilia, il mistero attorno ad Andujar è reale. Dall’Argentina rimbalzano le voci di una rottura tra società e giocatore, ma fino a stamane dai dirigenti rossazzurri non sono arrivate dichiarazioni ufficiali. Da indiscrezioni si apprende che il portiere dovrebbe rientrare oggi in Italia. Si aggregherà alla squadra o, com’è probabile, si prepara a una clamorosa partenza da Catania? In tarda mattinata, poi, la società, per bocca dell’amministratore delegato, Pietro Lo Monaco, ha confermato la rottura con il portiere argentino: “A Parma, Andujar, ha giocato la sua ultima partita”. A questo punto, la società potrebbe tornare sul mercato per sostituire il nazionale argentino, ma a Malta, Montella ha già tre specialisti in quel ruolo e li proverà: sono Campagnolo, Kosicky e Terracciano.

  34. Ip Address: 85.41.235.41

    Buonasera a tutti….
    Sembra anche a me 😯 😯 😯

    ESCLUSIVA ITASPORTPRESS- CATANIA, già deciso chi sostituirà Andujar
    30.12.2011 17:52 di Redazione ITA Sport Press

    Dopo la definitiva rottura con il portiere argentino Mariano Andujar, notizia anticipata in esclusiva da Itasportpress.it, il Catania riflette su chi sarà da gennaio l’erede dell’ex dell’Estudiantes che sembra ormai in procinto di tornare in patria. Non sarà una operazione facile per l’ad etneo Pietro Lo Monaco cedere Andujar visto che percepisce uno stipendio vicino agli 800 mila euro, impegno economico non alla portata di molti club sudamericani. Resta in piedi la pista greca con l’Olympiakos alla finestra. Nel frattempo in casa Catania si discute sul da farsi. In rosa ci sono tre portieri: l’esperto Andrea Campagnolo che però andrà via essendo in scadenza di contratto visto che la società di via Magenta ha escluso l’ipotesi prolungamento; il giovanissimo Pietro Terracciano che non è ancora pronto per un ruolo così delicato e galleggerà fra panchina e tribuna. Resta Thomas Kosicky. Ed ecco la novità emersa nelle ultime ore: Lo Monaco ha deciso che lo slovacco prenderà l’eredità di Andujar. La stima della società per questo elemento è incondizionata tant’è che gli è stato prolungato il contratto fino al 2014. Finora 6 presenze per l’estremo difensore classe 86′ dopo 4 stagioni in maglia rossazzurra.

  35. Ip Address: 85.41.235.41

    CATANIA, il trofeo “Portomaso Live” in diretta su Sportitalia
    30.12.2011 13:00 di Andrea Carlino

    Buona notizia per i tifosi del Catania che vogliono vedere la squadra rossazzurra impegnata nel quadrangolare “Portomaso Live” nell’ambito del ritiro invernale a Malta. Gli incontri saranno teletrasmessi da Sportitalia 1 (canale 60 del digitale terrestre e 225 canale Sky). L’emittente trasmetterà tutto l’evento in diretta a partire dalle 18.30 con le due semifinali a cui seguiranno le due finalissime.

    Il quadrangolare si gioca allo “Ya’Qali National Stadium” di Attard (Malta). Il regolamento prevede gare ad eliminazione diretta di 45 minuti ciascuna. In caso di parità calci di rigore per decretare la vincente.

    Questo il calendario del torneo:

    Ore 18.30, Semifinale 1: Hibernians vs Torino
    Ore 19.30, Semifinale 2: Qormi vs Catania
    Ore 20.30, Finale 3° e 4° posto
    Ore 21.30, Finale 1° e 2° posto

  36. Ip Address: 79.25.42.42

    Un caro saluto a tutti i tifosi del Catania. Confermo la rottura fra il Catania e Andujar e mi dispiace perchè, anche se non è il massimo, lo ritengo un giocatore valido. Per me l’attuale Campagnolo è assolutamente improponibile Proviamo con Kosicky sperando che il rimedio non sia peggiore del male, altrimenti c’è tempo fino al 31 gennaio per trovare una valida alternativa, ammesso che sia possibile.

  37. Ip Address: 79.25.42.42

    Joe, grazie per la notizia, mi collego subito.

  38. Ip Address: 79.35.152.53

    Buonasera raga’!!!
    Per la prima volta ho visto le partite del Catania su Sportitalia!!!
    Questo canale digitale prima non ce l’avevo e fortunatamente stasera mi e’ andato proprio a fagiuolo!!! 😀 😆 😛
    Ho visto le partite della Nostra squadra, grandi gol di Gomez e Max!!!
    Io dico bisogna avere dei giocatori di questi livelli che ha volte ci aiutano nei momenti non esaltanti delle partite.

    Sogni rossoazzurri a tutti e forza Catania!!!

    Dal giornale La Sicilia di Catania.
    Catania, magia Maxi
    Quadrangolare a Malta: Torino battuto in finale per 2-0 con prodezza di Lopez (foto Galtieri) e raddoppio di Izco. In semifinale altro 2-0 con l’Hibernians, reti di Gomez e Donnarumma

    Va al Catania la vittoria nel quadrangolare Portomasolive al National Stadium Ta’ Qali di Malta, sede del ritiro di fine anno dei rossazzurri. Sbarazzatisi in semifinale dei locali dell’Hibernians (2-0), gli etnei si ripetono nella finale per il primo posto contro il Torino.

    E’ Maxi Lopez, costantemente al centro dell’attenzione in questi giorni per gli intrecci di mercato legati alla sua probabile partenza, l’uomo in vetrina, grazie a una prodezza in area che decide la sfida con i granata e sembra rappresentare una cartolina d’addio per la tifoseria.

    Montella propone una formazione iniziale maggiormente rodata e vede il Catania crescere rispetto alla semifinale: 3-5-2 con Campagnolo in porta, Potenza, Legrottaglie e Bellusci in difesa, Izco, Delvecchio, Biagianti, Ricchiuti e Marchese a centrocampo, Catellani e Maxi Lopez in attacco.

    I rossazzurri giocano su ritmi più elevati, colpiscono un palo con una conclusione mancina di Catellani e passano poco dopo il quarto d’ora con una magia di Maxi Lopez, che si fa largo in mezzo a quattro uomini e insacca con un bel destro incrociato.

    Il Torino non riesce a rendersi pericoloso: Campagnolo resta a lungo inoperoso e vede i compagni sfiorare il raddoppio con un guizzo di Catellani, autore di una conclusione fuori bersaglio non di molto. Il 2-0 giunge al 42′ con Izco, che raccoglie un pallone ben lavorato dal nuovo entrato Keko, forse il più motivato di tutti gli etnei, e scarica un destro dal basso verso l’alto che finisce in rete.

    IN SEMIFINALE 2-0 ALL’HIBERNIANS – Opposti a un avversario più competitivo di quello impegnato nell’altra semifinale contro il Torino (vittorioso per 3-1 sui maltesi del Qormi per 3-1 con doppietta dell’ex rossazzurro Antenucci, che ha sbagliato pure un rigore) e costretti a disimpegnarsi su un terreno di gioco in condizioni approssimative, gli etnei non brillano, ma alla lunga distanza, grazie al contributo decisivo dei giocatori inseriti in corsa, s’impongono per 2-0 sull’Hibernians.

    Montella schiera una formazione inedita proponendo un 4-3-3 con Kosicky in porta, Alvarez, Potenza, Legrottaglie e Capuano in difesa, Sciacca, Paglialunga e Barrientos a centrocampo, Lanzafame, Bergessio e Keko in avanti. Non utilizzati Campagnolo, Spolli, Almiron e Llama, tutti sottopostisi a lavoro differenziato. I rossazzurri rischiano di andare sotto dopo appena tre minuti, quando uno spunto di Pisani per vie centrali si conclude con un destro a fil di palo. L’Hibernians ci riprova da lontano impegnando Kosicky, poi al 20′ arriva la prima occasione per gli etnei con Bergessio, che gira d’un soffio a lato un pallone servitogli da Lanzafame.

    Montella manda in campo prima Marchese e Bellusci, poi Biagianti, Donnarumma e Gomez e proprio quest’ultimo sblocca la gara (tempo unico da 45′) alla mezz’ora con un pregevole spunto individuale facendosi luce sulla sinistra in mezzo a tre avversari e trovando la rete con un preciso destro a giro. Un minuto e il Catania chiude la partita con un altro dei nuovi entrati: Keko, uno dei più desiderosi di mettersi in mostra, gestisce bene un pallone in profondità sull’uscita del portiere servendo al limite l’accorrente Donnarumma, il cui destro s’insacca sotto la traversa. Nel finale c’è spazio per il tris mancato da Lanzafame e per un buon intervento tra i pali, anche se a gioco fermo, del nuovo entrato Terracciano.

    30/12/2011

  39. Ip Address: 88.64.182.151

    Buongiorno a tutti e un Buon Anno a tutti
    Andujar se ne va ?? bene anzi benissimo a patto che si prenda finalmente un portiere degno di questo nome !! Chi ? scheiss egal wer deve solo fare il suo lavoro bene senza fare le cazziatone che fabricava Andujar perchè di cazzate ne ha fatte e quante ne ha fatte
    e lasciamo stare esperimenti con Campagnolo e Kocischi hanno già dimostrato di essere se possibile ancora più scarsi di anduhar

  40. Ip Address: 95.247.125.5

    Buongiorno raga’!!!

    Non ho capito una “mazza” su Andujar!!! 😐 😐 😐

    ****AUGURI DI BUON ANNO CHE SIA PROSPERO E CON BUONA SALUTE A TUTTI VOI E ALLE VOSTRE FAMIGLIE****

    BUONA GIORNATA A TUTTI E FORZA CATANIA!!!

  41. Ip Address: 212.195.241.127

    Buongiorno a tutti pari..

    Come sempre ci metto la faccia e serenamente esprimo la mia idea sul caso Andujar

    Se ho capito bene , ha litigato con Lo Monaco per motivi tecnici ❓ ❓ ❓
    qualcuno si è chiesto perchè? forse che si è rotto i coglioni di prendere una media impressionante di gol a partita ❓ ❓ ❓ forse che questa difesa a 5 senza un “Carboni” davanti è la causa di questi gol ❓ perchè parliamoci chiaro
    il Catania ha una difesa colabrodo 😐 😐 😐 con un centrocampo che si costruisce, ma non difende e da li i gol subiti………..a parte anche qualche papera di Andujar, a anche oltissie parate
    Detto questo auguro ad Andujar un radioso avvenire e arò il benvenuto a chiunque verrà a prendere il suo posto

    Caro Mario
    riguardo l’armonia ecco un’altra prova, spero che Lo Monaco, veda e provveda, fino ad ora solo i risultati tengono in piedi , una splendita casa, che però ha bisogno un pò di assestarsi :mrgreen: :mrgreen:

    Auguri a tutti pari :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  42. Ip Address: 95.247.125.5

    “La mia esclusione? Spero nulla di irreparabile”

    PDF Stampa E-mail

    Scritto da Redazione Sabato 31 Dicembre 2011 08:17

    = CATANIA – Parla Mariano Andujar, il portiere al centro dell’attenzione di questo fine 2011. Intervistato da una radio argentina, il numero 21 di Catania e Seleccion fa chiarezza su quanto accaduto negli ultimi giorni e sui possibili risvolti futuri: “Sono tornato in Sicilia con lo stesso aereo di Bergessio e Barrientos, in piena tranquillità. Solo che al momento delle convocazioni per il ritiro di Malta loro sono tornati in aeroporto, mentre io a casa mia. Inutile dire che non mi aspettavo che tutto ciò accadesse, né mi spiego il perché. Spero solo non sia nulla di grave, aspetto di parlare col presidente del Catania, col quale ancora non mi sono potuto confrontare.

    “Fino adesso avevo giocato tutte le partite del campionato, ed ho offerto buone prestazioni. Andar via da Catania? Se la società vorrà così, e così dovrà essere, allora che sia per un club di livello più alto. Il mercato non è ancora aperto e non ho avuto sentore di un’imminente cessione, nessuno della società mi ha mai manifestato questa eventualità.

    “Quest’anno il Catania ha un organico di alto livello. Dalla nostra ci sono tutti i numeri e le potenzialità per chiudere il torneo tra le prime dieci squadre.

  43. Ip Address: 79.25.42.42

    Un sereno anno nuovo a tutti i tifosi del Catania, a tutti i visitatori del sito(che sono sempre tifosi del Catania) e a tutti coloro che amano lo sport.

  44. Ip Address: 79.25.42.42

    Il Catania del triangolare, visto in TV mi è piaciuto, speriamo bene.
    Buon anno.

  45. Ip Address: 82.58.128.21

    Buongiorno amici colorati di rosso e di azzur
    come spesso accade ci fanno un ennesimo regalo di fine anno con gialli da bestseller. insomma il catania ci tiene sempre in ansia ed adrenalina a mille. noi tifosi non facciamo in tempo a prendere atto di una formazione che ci sebra quella ideale che subito ci fanno stare con il fiato sospeso. comunque sia speriamo che il nuovo anno ci risetvi sempre sorprese positive e soprattutto ci regali tanta serenita’ soprattutto dal punto di vista della salute e fsmiliare, ma anche un po’ dal punto di vista sportivo.
    auguri di buon anno a tutti voi, tifosi del catania, ovunque voi siate, sia in italia che all’ estero.
    forza catania!!

  46. Ip Address: 79.22.103.4

    Buongiorno,ciao Mongibello,professore,anche a me ieri è piacuito il Catania,soprattutto quello visto contro il Torino,certo,sono gare che hanno poca valenza,ma possono contribuire a valutare qualche giovane,non mi sono dispiaciuti sia Donnarumma,che keko.

    Mongibello,certo,ne avremmo fatto a meno della questione Andujar-Lo Monaco,però,sicuramente qualcosa di grave sarà successo.
    Per ciò che riguarda la situazione Andujar,ieri sera in collegamento da Malta su radio sportiva,Giovanni Finocchiaro ha dichiarato che Andujar non è in argentina,ma è rimasto a Catania dopo la mancata convocazione e il diverbio con Lo Monaco. Dichiarazioni del direttore,riportate stamattina,sempre come fonte radio sportiva,”qualcuno pensa che quì sia al Real Madrid”.

    A prescindere la mia opinione sulle doti tecniche del portiere argentino che possono essere variabili a dispetto delle prestazioni offerte e della soggettività di ognuno di noi,in passato,ho rimarcato in più occasioni,che,a mio avviso,il suo limite maggiore,fosse “l’arroganza e la mancanza di umiltà”,almeno in certe occasioni,ne sono testimoni,anche qualche conferenza stampa non digerita del tutto dai tifosi catanesi.

    Indubbiamente,io sto dalla parte della società,non mi dispiacerebbe provare la soluzione interna Kosicki,d’altronte,il mercato dura tutto il mese di gennaio,c’è sempre tempo per correre ai ripari.

  47. Ip Address: 79.22.103.4

    BUON ANNO A TUTTI.
    Un saluto particolare a Angelo da Modena,Mongibello,Giorgio,Joe e a Mario Catanista60.

  48. Ip Address: 82.58.128.21

    Buon pomeriggio a tutti.

    Ciao Peppe, grazie infinite per i saluti che ricambio affettuosamente! 😉

    Sono d’accordo con te per quel che riguarda la questione Andujar: sarà successo qualcosa di grave. Anche se, ho letto altrove, che Andujar c’è rimasto male, dice lui, non vedersi tra i partenti per Malta. Chissa! ❓

    Sono d’accordo anche su Kosicky come primo portiere. L’ho visto all’opera più d’una volta e mi sembra di sicuro affidamento. Certo può e deve migliorare.

    Rinnovo a tutti i più fervidi auguri di Buon Anno! 😉

  49. Ip Address: 95.247.125.5

    Maxi Lopez in ritiro
    sarà ceduto: 10 mln
    NOSTRO INVIATO
    LAVALLETTA(MALTA). Wolfsburg o Fulham? Fiorentina o Genoa?
    Maxi Lopez, ve lo garantiamo, è a Malta, in ritiro con il Catania.
    Abbiamo fatto colazione con lui e ci ha assicurato che, sino alla
    fine del ritiro, lui da qui non si muoverà. Lo ha confermato
    anche la società, convocandolo. A conferma che non ci saranno
    partenze improvvise, fino a prova contraria (nel calcio non
    si sa mai), un particolare che conta: qui Maxi ha portato anche
    la famiglia. C’è la moglie Wanda, ci sono i figli, c’è anche la tata
    che accudisce i pargoli di alcuni giocatori. Maxi non parla,
    per ora. Lo farà tra qualche giorno.
    Inutile chiedere, le risposte sono state
    già tutte quante date. Maxi è a disposizione
    del Catania. Che ha intenzioni
    di cederlo, tant’è vero che, fino a
    ieri, l’ad Pietro Lo Monaco era in Inghilterra
    per trattare la sua cessione,
    ma in precedenza ha parlato anche
    con il Milan, magari con la Fiorentina
    o il Genoa.
    Il Catania, ha confermato ieri Lo Monaco,
    dall’Inghilterra vuole cedere Lopez:
    «Merita una grande occasione,
    perché è forte, fortissimo. Un centravanti
    così non ce l’hanno tutti i grandi
    club. Noi il vento non lo possiamo
    fermare, ma devono crearsi le condizioni perché noi e lo stesso
    giocatore possiamo restare soddisfatti per l’operazione».
    Giusta osservazione: il Catania non può svendere, ma cederlo
    nella giusta maniera. In soldoni, servono almeno 10 milioni di
    euro. Maxi non fa una grinza. Lo abbiamo ritrovato rinfrancato,
    mai musone, sorridente sempre. Sarà la vicinanza della famiglia,
    sarà il Natale trascorso in Sicilia, saranno anche stati i
    sette giorni di pausa, il trasferimento a Malta che la società ha
    voluto fare, autorizzando i calciatori a portare i familiari. Insomma,
    il 2011 se ne va e con l’anno vecchio, magari, chiuderà
    la porta anche Maxi, il più grande attaccante della storia recente
    rossazzurra. Però, a Malta, Lopez c’è. Vive gli ultimi giorni con
    il gruppo, scherza con Bergessio, amico vero. Parla fitto fitto con
    Gonzalo, siede accanto a Llama. Il dott. Scudero, medico sociale
    sempre in prima fila e il tecnico Montella s’informano sul suo
    stato di forma. Maxi, in maniche corte anche quando piove e i
    compagni chiedono il giubbino. Nessun colpo di teatro, Lopez
    è fatto così, prendere o lasciare. Magari, sì, lascia. Ma portandosi
    dietro una scia di piacevoli ricordi e di applausi.
    G. FIN.

  50. Ip Address: 95.247.125.5

    La Valletta (Malta)
    A Parma , Mariano Andujar ha giocato la sua ultima partita con la maglia del
    Catania». All’alba, dall’Inghilterra, Pietro Lo Monaco
    non spiega, tuona. Non usa giri di parole,
    ma va dritto al punto. I toni non sono elevatissimi,
    ma carpiamo una palese delusione nel direttore
    degli etnei. Lo Monaco si aspettava la telefonata
    da Malta, dopo la non convocazione di Andujar,
    ma la telefonata di ieri non riguarda solo
    del portiere argentino. In ogni caso, mentre s’imbarca
    per raggiungere la squadra, nell’isoletta al
    centro del Mediterraneo, sede del ritiro rossazzurro,
    l’ad rossazzurro chiarisce, innanzitutto,
    ogni voce nata nella notte sull’ormai ex numero
    21. «Nessun infortunio, Andujar, non è a Malta
    per scelta societaria e tecnica».
    Per quale motivo si è arrivati alla rottura?
    «Noi siamo una piccola squadra, piccolissima».
    I risultati dicono il contrario: il Catania viene
    considerata, anche dai media nazionali, la sorpresa
    della stagione.
    «Evidentemente, questa situazione, a un portiere
    così grande, va stretta. Troppo stretta».
    Insomma, rottura ufficiale, totale.
    «Ripeto, contro il Parma, Andujar ha disputato
    l’ultima partita con la maglia del Catania».
    Nessun ripensamento?
    «Il nostro club porta avanti, con fierezza, il proprio
    progetto. Avevo detto a tutti i giocatori, fin
    dal primo giorno di lavoro, che la maglia rossazzurra
    avrebbe dovuto avere lo stesso valore di
    quella del Real Madrid. Anduar è troppo di livello
    superiore rispetto al nostro».
    Il giocatore è tornato a Catania.
    «Certo, ma non è stato convocato per il ritiro
    maltese».
    Adesso, Lo Monaco, che cosa succederà?
    «Speriamo si faccia avanti qualche club illustre,
    per dare sfogo alle ambizioni del giocatore».
    Il Catania, dunque, torna sul mercato anche per
    tesserare un nuovo portiere?
    «Ne abbiamo tre e sono tutti bravi».
    Altra assenza, quella di Suazo. Non era prevista.
    «Nessun problema. Non è ancora pronto per
    tornare in campo: si sta curando a dovere».
    Differente la storia di Ledesma.
    «Differente e altrettanto chiara: in Argentina, il
    Boca ha avanzato una richiesta, noi siamo disposti
    a svincolarlo per permettergli di giocare. Ma
    il giocatore sta creando problemi, non accetta il
    trasferimento».
    Sta, insomma, tirando la corda.
    «Chissà cosa pretende. Cado dalle nuvole».
    Impossibile, Lo Monaco, non chiederle di Maxi
    Lopez. Lei, fra l’altro, è di ritorno dall’Inghilterra.
    Non è stato un viaggio a caso.
    «Ci sono discorsi aperti con molti club, italiani e
    anche europei. Si, stiamo valutando alcune situazioni
    che potrebbero diventare importanti».
    Lo Monaco, da quel che è emerso, ha avuto colloqui
    non solo con il Fullham, ma anche con il
    Wolfsburg, che sembra avere superato le altre
    concorrenti, comprese Fiorentina e Genoa. Lo
    Monaco, infatti, avrebbe già approvato un piano
    di massima che porterebbe Maxi proprio in Inghilterra.
    Altri retroscena, ancora su Andujar. Il giocatore
    era atteso per ieri, in Italia. In realtà, il portiere è
    tornato a Catania proprio nella notte di giovedì,
    ma non ha raggiunto i compagni al gate 12 dell’aeroporto
    di Fontanarossa per imbarcarsi sul
    charter Windjet, che alle 22.30 ha portato i rossazzurri
    in ritiro. Andujar, invece, ha lasciato
    l’aerostazione catanese in auto per raggiungere
    la propria abitazione. Pare, ma questo particolare
    non trova conferme, men che meno in società
    (ne ha fatto cenno l’agenzia Itasportpress), che
    un primo strappo sia avvenuto dopo il 3-3 che il
    Catania ha conquistato a Parma, prima della
    pausa di Natale.
    Durante la pausa, il portiere è rientrato in Patria
    per le festività natalizie e tutto faceva pensare a
    un episodio destinato a passare sotto silenzio,
    perché concluso con una riconciliazione lampo.
    Invece, è accaduto tutto il contrario. Andujar,
    manco a dirlo, non rilascia dichiarazioni, ma bisognerà
    stabilire, nei prossimi giorni, se si allenerà
    a parte, oppure se romperà totalmente l’accordo
    con la società. Sembra un semplice dettaglio,
    perché la certezza esce dalla voce di Lo
    Monaco: fra Catania e Andujar è l’addio. Dove
    andrà? In Patria? Difficile, ma radiomercato parla
    di una sua possibile sistemazione in Grecia, all’Olimpiakos
    – squadra con la quale il Catania disputò
    un’amichevole la scorsa estate – o Panathinaikos.
    Maxi

  51. Ip Address: 82.145.211.0

    Auguri di un Buon 2012 a tutti PARI!!

  52. Ip Address: 87.1.153.64

    Buongiorno raga’!!! 😉 😉 😉
    Qui Napoli e dintorni, cielo sereno e temperatura freddina!!!
    Spero che abbiate passato una notte tranquilla e senza “botti”!!!
    Stanotte almeno nella mia zona ci sono stati fuochi artificiali in abbondanza!!!

    Spero che questo nuovo anno ci regali soddisfazioni familiari, lavorative e sportive.

    Buona giornata a tutti e forza sempre Catania!!!

  53. Ip Address: 92.139.213.18

    Buon anno a tutti pari 😀 😀 😀

    Inizio a scanso di equivoci inizio con la prima polemica vs Lo Monaco!!

    I PANNI SPORCHI SI LAVANO IN CASA!!

    Lui ha il vizio di ergersi a protagonista con le sue dichiarazioni al vetriolo, nessuno sa cosa sia successo a Parma, sicuramente ha ragione, ma sbandierarlo ai quattro venti non è la giusta strategia!!
    In primis deprezza il giocatore e le altre squadre ne possono approfittare, secondo dire che il Catania abbia già tre portieri mi sembra azzardato 😐 😐
    Andujar in Argentina ha parecchi estimatori perchè non approfittarne per uno scambio interessante con qualcuno? Compreso un Portiere? Poi se voleva lanciare un messaggio a qualche giocatore non è questo il sistema, i giocatori oggi sono assistiti da avvocati e maneger con le palle e credetemi tutti e dico tutti se ne fregano della maglia, solo noi tifosi siamo attaccati alla ns. squadra e queste continue storie ci stabilizzano.
    Ditemi che senso ha cedere oggi un Maxi Lopez che a poco a poco sta tornando al top? 10 milioni? se fa 12 gol nel girone di ritorno ne prende minimo 15, che senso ha deprezzare Andujar , il quale è costato una piccola fortuna lo stesso dicasi per Ledesma( mi sembra assurdo che rifiuti la rescissione del contratto a gennaio)!! a questo punto mi chiedo, cosa sta succedendo?
    Alla fine chiedo a Lo Monaco, il Catania quest’anno è già salvo, anche per demerito delle altre squadre e per le immancabili penalizzazioni del “Calcio scommesse, vedi Chievo, Lecce, Bologna Lazio etc etc….Perchè non tenrtare di fare un campionato ai vertici e per me vertici vuol dire, stabilmente nella parte sinistra della classifica, in modo di valorizzare parecchi giocatori e lanciare qualche giovane? Per me basta poco, un vero terzino, e un nuovo Carboni un poco più tecnico!!! :mrgreen: :mrgreen: e poi il recupero degli infortunati!!!

    Buon Anno a tutti

  54. Ip Address: 92.139.213.18

    Errata corrige :mrgreen: :mrgreen:

    Ci destabilizzano e qualche errore di battitura :mrgreen: :mrgreen:

  55. Ip Address: 87.1.153.64

    Ciao chiarezza!!! 😉 😉 😉
    Sono d’accordo con te, effettivamente zio Petrus a rotto!!! 😕 😐 :mrgreen:
    Vero che grazie a lui siamo quelli che siamo ma fare il dittatore (come disse Lorenzo il magnifico) e’ veramente troppo!!!

  56. Ip Address: 92.139.213.18

    Buon anno Giorgio :mrgreen: :mrgreen:

  57. Ip Address: 92.139.213.18

    A scanso di equivoci, io stimo tantissimo Lo Monaco ma ancora di più Pulvirenti, che per amore della squadra e della tasca 🙄 🙄 ricompose quella carognata di inizio anno dello stesso Lo Monaco, con spiccata umiltà e intelligenza :mrgreen: ❗ ❗ ❗
    Allora cito qualcuno più in alto di noi, “Non fare ad altri quello che non vorresti fatto a te” cosi mi sembra :mrgreen: :mrgreen:

  58. Ip Address: 88.66.56.192

    Chiarezza buon giorno ed Buon Anno
    Chiarezza fosse per me ti dovrebbero nominare
    manager ed direttore unico del catania
    le tue delucidazioni sono chiare e trasparenti come le acque dell’Alcantara

  59. Ip Address: 88.66.56.192

    Chiarezza Antonio Deutschland è Lux
    ho cambiato nik name col mio vero nome aggiungendo Germania in tedesco un saluto ed un augurio di buon 2012 tutti pari pari

  60. Ip Address: 87.1.153.64

    Salve raga’!!!
    Finalmente un mistero risolto!!! 😀 😐 :mrgreen:
    Antoni alias lux!!!
    Bricconcello di Antonio!!! 😉 😉 😉

    Stamattina ho ricevuto una telefonata dalla Germania precisamente da Kempten (Allgau) dai signori italiani per gli auguri di buon anno.

    Buon proseguimento di giornata!!!

  61. Ip Address: 92.135.92.164

    :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
    Un grandissimo 2012 anche per te Antonio, io voglio essere solo un tifoso del Catania, pero’ con molta “Chiarezza” :mrgreen: :mrgreen:

  62. Ip Address: 82.55.98.33

    Buona sera e buon anno,da pochi minuti è finita un’intervista al presidente Pulvirenti su Sky.
    A precisa domanda sulla situazione Andujar,ha risposto:

    “il ragazzo già da tempo mostrava insofferenza nel rimanere a Catania,già da tempo manifestava il desiderio di ambire a squadre più importanti,la nostra strategia è sempre la stessa,chi veste la maglia del Catania deve esserne onorato,altrimenti le strade si dividono”.
    In linea di massima queste sono le dichiarazioni del presidente.

  63. Ip Address: 80.180.165.43

    Buonasera a tutti…..
    Un augurone grande a tutti con un felice anno nuovo 😉 😉 😉

    Spero che che arrivi un buon portiere a Gennaio per rimpiazzare Andujar, perchè i 3 portieri citati da Lomo secondo me non sono pronti per la serie A….

  64. Ip Address: 95.236.5.154

    Buon Anno a tutti.

    Chiarezza, un abbraccio.
    Sono d’accordo con te per tutto quanto riguarda Lo Monaco, però quando lo stesso Pietro il Grande dice che tutti i giocatori, compreso Andujar, devono essere onorati di indossare la maglia del Catania allo stesso modo di indossare quella del Real Madrid, sono perfettamente d’accordo con lui.
    “Solo la maglia” “Solo la maglia” “Solo la maglia” “Solo la maglia” “Solo la maglia” “Solo la maglia” “Solo la maglia” “Solo la maglia” “Solo la maglia”.

    Sarò stato ripetitivo? :mrgreen:

  65. Ip Address: 95.236.5.154

    “Maxi? Milan fuori tempo massimo”

    Pulvirenti sulla cessione di Lopez: “Ci riteniamo liberi di trattare con altri. Le ipotesi più accreditate? La permanenza al Catania”

    ROMA – “Su Maxi Lopez staremo a vedere cosa succederà. Quel tipo di accordo con il Milan è finito, c’era un tempo massimo e non è stato fatto nulla. Nel mercato non si può mai dire, e c’è tutto gennaio ma noi al momento ci riteniamo liberi di trattare con altri il giocatore”.

    Il presidente del Catania Antonino Pulvirenti, intervistato da Sky Sport 24, fa capire che non è più così sicuro che il suo attaccante argentino possa vestirsi di rossonero.

    “Al momento le possibilità più accreditate per Maxi – dice ancora Pulvirenti – sono un trasferimento all’estero o che rimanga con noi. La squadra più vicina? Direi il Catania. :mrgreen: Noi di solito a gennaio facciamo poco sul mercato, preferiamo muoverci in estate. Faremo qualcosa, ma senza rivoluzionare la squadra”. :mrgreen:

    Poi una frase sulla rottura con il portiere Andujar: “Da tempo non era contento – rivela il presidente -: credeva che Catania non fosse una piazza all’altezza del suo valore. Noi vogliamo giocatori che siano convinti di giocare con la nostra maglia”.
    Copia incolla da “La Sicilia”

    e se resta a Catania?

  66. Ip Address: 88.66.56.192

    Aha il Catania non era alla sua altezza ma quarda un pò
    io dico che se al suo posto avevamo un portiere ” normale “credo che probabilmente ci trovavamo in una posizione di classifica forse a lui più congeniale ma evidentemente il segnor andujar vede solo le pagliuzze negli occhi degli altri e non si accorge della trave nel suo occhio

  67. Ip Address: 95.236.5.154

    CURCI, l’agente: “Catania piazza gradita”

    01.01.2012 13:24 di Redazione ITA Sport Press

    Potrebbe essere anche Gianluca Curci uno dei portieri che il Catania sta valutando per sostituire il partente Mariano Andujar. Federico Pastorello, agente dell’estremo difendore della Roma, ha parlato ai microfoni di Sky su questa ipotesi di mercato. “Catania è una piazza gradita per Gianluca. Dopo l’anno difficile con la Sampdoria adesso abbiamo deciso di valutare le offerte che arriveranno di comune accordo con la Roma. Il Catania non mi ha contattato ma sarebbe una buona chance per Curci”.

    A me piace anche Kosicky. L’ho visto all’opera, è molto alto e reattivo. Si, non mi dispiace!! 🙄

  68. Ip Address: 79.37.154.29

    Buongiorno raga’!!!
    Qui Napoli e dintorni, cielo coperto con pioggerella, temperatura umida e fredda!!!

    Inizia la settimana di passione con febbre alta per i nostri colori rossoazzurro!!!

    Buona giornata a tutti!!!

  69. Ip Address: 188.11.85.193

    Buongiorno al sito,ciao Angelo.

    CATANIA, Pulvirenti: “Andujar addio. Mascara potrà tornare. Milan, sei fuori tempo Maxi…”

    01.01.2012 19:33 di Redazione ITA Sport Press
    Capodanno di assoluto relax per il presidente del Catania, Antonino Pulvirenti che però ha avuto il tempo per una chiacchierata sul mercato rossazzurro ai microfoni di Sky Sport24. “Su Maxi Lopez staremo a vedere cosa succederà. Quel tipo di accordo col Milan è finito, c’era un tempo massimo e non è stato fatto nulla. Nel mercato non si può mai dire, e c’è tutto gennaio ma noi al momento ci riteniamo liberi di trattare il giocatore. Al momento le possibilità più accreditate sono un trasferimento all’estero o che rimanga con noi. La squadra più vicina? Direi il Catania. Noi di solito a gennaio facciamo poco sul mercato, preferiamo muoverci in estate. Faremo qualcosa, ma senza rivoluzionare la squadra”.

    Sulla rottura con Andujar: “Da tempo non era contento, credeva che Catania non fosse una piazza all’altezza del suo valore. Noi vogliamo giocatori che siano convinti di giocare con la nostra maglia”.

    Il Genoa su Lodi: “Sì, ma resterà con noi almeno fino a giugno. Si è integrato benissimo nel nuovo modulo dell’allenatore. E credo che anche lui sia felice di rimanere visto che sta facendo bene e può migliorare molto”.

    Improbabile, invece, un ritorno di Beppe Mascara: “Quando smette di giocare ha sempre una porta aperta nel nostro club. Lui già ne è a conoscenza”.

  70. Ip Address: 188.11.85.193

    01-01-2012 Malaga, Andujar non è la prima scelta

    In passato seguito dal Malaga, la società spagnola è stata nuovamente accostata a Mariano Andujar. Il portiere del Catania è sempre piaciuto, ma la dirigenza dello sceicco Al Thani non lo considera l’obiettivo prioritario, preferendogli l’estremo difensore attualmente in forza all’Espanyol, Idriss Carlos Kameni, classe 1984 che difende anche i pali della Nazionale camerunense. (TuttoCalcioCatania.com)

  71. Ip Address: 95.251.28.249

    Buon buon giorno amore a tutti i tifosi rosso e azzurri . qui in emilia giornata grigia e umida . si prospetta un poco di pioggia . saluti al sempre presente Giorgio e Pepe che alimenta con notizie questo sito. Antonio deutsche anche lux non era male! comunque saluti a tutti. Job che fine hai fatto ? Job e non job e.

  72. Ip Address: 188.11.85.193

    Ciao Mongibello 😉

    Oggi sta “impazzando” su tutti i media,la notizia che Lopez potrebbe andare al Palermo,nell’ottica gestionale societaria,ha ragione Lo Monaco a dire,”non escludo nulla”,visti anche i recenti passati(Caserta,Zenga,Silvestre).
    Se potessi dare un consiglio a Maxi,gli direi di riflettere a lungo su una probabile soluzione meusara,la maledizione incompe su tutti quelli che dalla maglia rossazzurra passano a quella di Hellò Kitty e a volte non solo.

    Caro Lopez,se proprio devi scegliere una squadra diversa da quella rossazzurra,ascolta il tuo agente,scegli una big e se dovessi trovarti obbligato tra due soluzioni,quella di rimanere a Catania,oppure andare al Palermo,bè,è evidente che la big,al momento non è quella rosanero. :mrgreen:

  73. Ip Address: 188.11.85.193

    Il vecchio anno è oramai alle spalle e il campionato di calcio è ancora fermo ai box per la sosta natalizia. Il Catania si trova a Malta, dove sta scaldando i motori per un ritorno dalla sosta in grande stile. Intanto i tifosi, orfani della loro passione, si lasciano andare in speranze e propositi per questo nuovo anno. Ecco le aspettative dei sostenitori etnei:

    ASPETTATIVE Dopo l’inizio scoppiettante della banda Montella, i sostenitori etnei si aspettano che i rossazzurri continuino con questo piglio pure nel 2012. Una salvezza tranquilla è quella che chiedono, magari contornata da qualche bella soddisfazione come lo è stata la vittoria nel derby col Palermo. Ottenere i record di punti e superando la soglia dello scorso anno, sarebbe un elemento importante di coesione tra la città e il nostro calcio: facendo piombare il Catania tra le belle realtà sportive che ci sono al momento in Italia. Non solo l’argomento salvezza è in voga in questo periodo, ma addirittura c’è come sempre chi pensa in grande. Con una media punti non da sottovalutare, il Catania continuando così potrebbe addirittura giocarsela per un posto in Europa. Argomento comunque prematuro e che lascia il tempo che trova dato che tecnico e società hanno ribadito che ancora non sono pronti per affrontare tutte le difficoltà che comporta una competizione del genere affiancata al sempre difficile campionato di Serie A. Quindi dei sogni che magari in futuro si potranno avverare, possibilmente con uno stadio nuovo già agibile e una rosa di giocatori ampia e più competitiva di quella odierna; nulla togliendo ai validi elementi che quest’anno compongono la squadra. A parte i sogni e le speranze, è giusto non gettare lo sguardo oltre la siepe ma pensare di partita in partita per evitare di perdersi dentro un qualcosa di astratto. Quindi sarebbe opportuno considerare la gara del rientro contro il Bologna, uno scontro “salvezza” che può regalare agli etnei qualche punto importante per il prosieguo del campionato. Non dobbiamo fare altro che aspettare, sperando che i sogni diventino realtà.

    MERCATO Come ogni anno, gennaio è la fiera dei sogni invernali. Ogni tifoso, da Nord a Sud, spera nell’acquisto del giocatore che possa esser punto di svolta per la propria squadra. Tanti i nomi che circolano in questo periodo e tante soprattutto le “bufale” che si mettono in giro. A Catania in periodo di calciomercato è lecito sognare ma rimanendo sempre coi piedi ancorati ben sul terreno. Dopo il tormentone Maxi Lopez di cui si è parlato tanto e che adesso sembra esser stato sedotto e abbandonato dal diavolo che veste rossonero, si è aggiunto il caso Andujar a scuotere il Natale dei sostenitori etnei. Sembra che il portiere rossazzurro abbia avuto un litigio col direttore Lo Monaco nel post partita a Parma e che sia sul piede di partenza. I malumori dell’argentino di certo non iniziano oggi. Infatti come tutti ben ricordano, quest’estate l’estremo difensore rossazzurro è stato più volte in procinto di lasciare Catania, solo che poi a causa dell’inadeguatezza delle offerte ricevute è stato costretto a restare in rosa. Più volte il giocatore argentino ha ribadito la volontà di andare a giocare in un grande club all’estero che lotti per vincere qualcosa. Le prestazioni altalenanti sfoderate quest’anno, forse sono frutto appunto di questa mancata voglia di restare a difendere i colori rossazzurri che in cuor suo sono ormai sbiaditi da tempo. Lasciarlo partire sarebbe una scelta giusta da parte del direttore Lo Monaco che vede come possibile rimpiazzo quel giovane tanto atteso dalla società è che è già in rosa: Tomáš Košický. Questione portiere a parte, in questo freddo mese di gennaio, il Catania pensa a sfoltire la rosa vendendo coloro che non hanno le caratteristiche per sposare il progetto Montella e dando in prestito qualche giovane a squadre di categoria inferiori. I tifosi come sempre sperano che il mercato di gennaio possa portare qualche giocatore utile alla causa rossazzurra, magari un tanto atteso difensore o un attaccante che possa sostituire adeguatamente il possibile partente Maxi Lopez: in queste ultime ore accostato al Palermo. Benvenuti tifosi, la fiera dei sogni è appena iniziata!

    GolSicilia.com

  74. Ip Address: 188.11.85.193

    11:00 del 02 gennaio

    Domani si apre ufficialmente la sessione invernale del calciomercato, che chiuderà alle ore 19 del 31 gennaio. Poi gli svincolati potranno essere ingaggiati fino al 31 marzo, mentre a partire dal primo febbraio i giocatori in scadenza di contratto saranno liberi di firmare con altri club in vista della prossima stagione. Ecco tutti i trasferimenti che riguardano le 20 squadre di Serie A.

    ATALANTA
    Acquisti:
    Cessioni:

    BOLOGNA
    Acquisti: Rubin (d, Parma).
    Cessioni:

    CAGLIARI
    Acquisti: Dessena (c, Sampdoria).
    Cessioni:

    CATANIA
    Acquisti:
    Cessioni:

    CESENA
    Acquisti:
    Cessioni:

    CHIEVO
    Acquisti:
    Cessioni:

    FIORENTINA
    Acquisti:
    Cessioni: Gilardino (a, Genoa)

    GENOA
    Acquisti: Gilardino (a, Fiorentina)
    Cessioni: Caracciolo (a, Novara)

    INTER
    Acquisti:
    Cessioni:

    JUVENTUS
    Acquisti: Borriello (a, Roma).
    Cessioni:

    LAZIO
    Acquisti:
    Cessioni:

    LECCE
    Acquisti:
    Cessioni: Legittimo (Sudtirol).

    MILAN
    Acquisti:
    Cessioni:

    NAPOLI
    Acquisti: Edu Vargas (a, Universidad de Cile).
    Cessioni:

    NOVARA
    Acquisti: Caracciolo (a, Genoa)
    Cessioni:

    PALERMO
    Acquisti: Vazquez (c, Belgrano); Mehmeti (a, Malmoe).
    Cessioni:

    PARMA
    Acquisti: Lofquist (c, Mjallby).
    Cessioni: Rubin (d, Bologna).

    ROMA
    Acquisti: Nico Lopez (a, Nacional Montevideo).
    Cessioni: Borriello (a, Juventus).

    SIENA
    Acquisti:
    Cessioni: Troianello (c, Sassuolo).

    UDINESE
    Acquisti: Fanchone (d, Sochaux), Fernandes (c, Leicester).
    Cessioni:

  75. Ip Address: 79.37.154.29

    Ciao raga!!!
    Ciao mongibello e peppe58!!!! 😉 😉 😉

    LO SCANDALO
    Calcioscommesse, da Mauri a Masiello
    ecco chi rischia nel processo sportivo
    Il procuratore federale Stefano Palazzi al lavoro, Atalanta e Lazio in ansia. Gervasoni sarà il teste chiave: da gennaio le sue rivelazioni saranno contestate ai giocatori. Forse a marzo le prime sentenze: per i club possibili penalizzazioni tra i 3 e gli 8 punti di GIULIANO FOSCHINI e MARCO MENSURATI
    Calcioscommesse, da Mauri a Masiello ecco chi rischia nel processo sportivo

    Carlo Gervasoni in procura
    PER PRIMA COSA le società. Già a marzo, se la giustizia sportiva dovesse mantenere fermi i criteri adottati questa estate nella prima tranche del processo (tre punti di penalità per la responsabilità oggettiva in relazione ad ogni illecito commesso da un tesserato, più un punto di penalità per l’aggravante del conseguimento del risultato, più un altro punto di penalità per l’aggravante della molteplicità degli episodi) Lazio, Atalanta, Lecce, Genoa, Novara e Chievo rischiano di vedere la propria classifica peggiorare pesantemente (Lazio e Atalanta tra i sei e gli otto punti, le altre a scendere).

    Poi, i calciatori, molti, alcuni anche importanti, che rischiano la carriera. Ecco i nomi di quelli più volte citati nelle carte cremonesi sui quali il procuratore federale Palazzi dovrà decidere cosa fare.

    MAURI
    Il calciatore della Lazio sul suo sito internet ha provato a rassicurare i propri tifosi. “Sono ultra sereno. È tutto assolutamente ok. Mi piacerebbe poter parlare al mondo, ma, come potete immaginare, non posso farlo per ovvie ragioni”. Tuttavia la sua situazione è piuttosto delicata. Chiamato in causa da Gervasoni, pentito considerato attendibile, Mauri è accusato di essere il “tramite” tra la squadra e gli zingari in due diverse partite (Lazio-Genoa 4-2 e Lecce-Lazio 2-4).

    MILANETTO
    Il giocatore del Padova, ex Genova è accusato di essere stato l’uomo di riferimento degli
    Zingari nella combine Lazio-Genoa. Insieme a lui, dice Gervasoni, erano d’accordo anche altri genoani.

    RICKLER
    Il difensore del Bologna è tirato in ballo per le sue prestazioni ai tempi del Piacenza e del Modena. Sarebbe stato lui a dire a Gervasoni che i giocatori del Modena avevano preso soldi dal Padova per non perdere contro il Mantova.

    LUCIANO E PELLISSIER
    I due giocatori del Chievo sarebbero gli uomini della squadra di Campedelli in contatto con i fratelli Cossato. Con loro c’era anche Italiano.

    BENASSI
    Sarebbe lui (e non Benussi come invece scritto nelle carte della procura) l’uomo che, secondo Gervasoni, avrebbe collaborato per “sistemare” Lecce-Lazio 2-4. “Nessuno – è la posizione del calciatore – deve permettersi di mettere in discussione la mia onestà. Io ho la coscienza a posto”. Insieme a lui, nel mirino anche Rosati.

    CORVIA
    Nonostante le smentite estive del giocatore e del suo manager, il centravanti del Lecce è indagato a Cremona con l’accusa di essere stato il gancio utilizzato da Paoloni per contattare la squadra salentina in occasione della gara con l’Inter. Il Lecce finisce poi anche al centro della presunta combine con la Lazio.

    FERRARIO
    E’ il difensore del Lecce avvicinato da Zamperini (uno degli arrestati) prima della gara con la Lazio del maggio scorso. Zamperini racconta di avergli proposto la combine, ma che Ferrario ha risposto “no grazie”. A differenza di Farina, però, non ha denunciato.

    ANDREA MASIELLO, PADELLI, BENTIVOGLIO, PARISI E ROSSI
    Sono i cinque calciatori che lo scorso anno giocavano con il Bari (ora Masiello è con l’Atalanta, Parisi a Torino, Rossi a Cesena, Bentivoglio alla Samp e Padelli con l’Udinese) che secondo il pentito Gervasoni avrebbero partecipato alla combine di Palermo-Bari 2-1. La partita doveva terminare con almeno 4 gol. Non accadde perché dopo un’uscita maldestra di Padelli, Miccoli sbagliò un rigore.

    DI VAIO
    Agli atti della procura sono finiti alcuni assegni pagati dal capitano del Bologna a un uomo dell’entourage di Signori. Gli investigatori sospettavano che si trattasse di pagamenti per scommesse (non è un reato, ma i tesserati non possono giocare) ma i protagonisti della vicenda hanno spiegato si trattava in realtà di utenze, essendo Di Vaio un inquilino dell’amico di Signori.

    RIGONI
    L’attaccante della Sampdoria, protagonista lo scorso anno della promozione del Novara, è stato tirato in ballo da Gervasoni perché presunto protagonista della combine in coppa Italia contro il Chievo per la quale gli zingari versarono 150mila euro.

    (02 gennaio 2012)

  76. Ip Address: 79.25.42.42

    Un caro saluto a tutti i tifosi del Catania. Spero che l’anno nuovo sia iniziato bene. Per quanto riguarda la nostra squadra sembra che non possa stare senza problemi. Archiviato ormai il caso Andujar, da qualche parte, si parla di nuovo portiere. Tutti, per carità, meno che Curci, perchè a mio avviso è difficile nell’intera serie A trovare un portiere più scarso.

  77. Ip Address: 79.25.42.42

    Ciao Giorgio 47, mentre postavo il mio intervento è arrivato il tuo.
    Ho letto con interesse quanto hai pubblicato, ma da troppo tempo sono “disgustato”. Spero che una volta per tutti possa essere fatta un po’ di pulizia, ma sono un pochino scettico. Un caro saluto.

  78. Ip Address: 79.25.42.42

    Una bella penalizzazione della Lazio non mi dispiacerebbe, chiedo scusa ai tifosi biancoazzurri, ma la loro squadra è sempre stata al centro di episodi poco chiari e più volte ha subito le (poco severe) penalizzazioni.
    Un anno, penalizzata di 9 punti in serie B proprio, per lo “scandalo del calcio scommesse del 1981, ha rischiato la serie C e (aiutata) si è salvata all’ultimissima giornata A agguantando un max spareggio. In “moggiopoli” è stata al centro delle vicende ed è stata penalizzata. Insomma, hanno il vizietto. Magari la maggior parte dei protagonisti saranno onesti, ma se qualcuno ha sbagliato è giusto che paghi e, stavolta, pesantamente.

  79. Ip Address: 79.37.154.29

    Salvo Professore!!! 😉 😉 😉
    Cerco sempre gli articoli che ci interessano, non per portare sfiga agli altri ma per informarci di tutto nell’ambito calcistico.

    Buon proseguimento di giornata a tutti!!!

  80. Ip Address: 79.37.154.29

    Acquista maglie club rivale, cacciato

    E’ successo a ex Catania Carboni,via da Banfield per colpa Lanus
    lunedì 02 gennaio 2012

    (ANSA) – BUENOS AIRES, 2 GEN – L’ex centrocampista del Catania Ezequiel Carboni non giochera’ piu’ nel Banfield. I suoi dirigenti gli hanno chiesto di rescindere il contratto dopo che Carboni e’ stato fotografato mentre faceva acquisti, in particolare maglie per i figli, nel negozio ufficiale del Lanus, club arci-rivale del Banfield. ”Ci siamo riuniti con la dirigenza ed il mio procuratore Jorge Czysterpiller – ha raccontato Carboni – e abbiamo capito che per me il clima al Banfield sarebbe diventato impossibile”.

  81. Ip Address: 85.41.235.41

    Buonasera a tutti….
    ho sentito che il ns. Maxi è stato richiesto dai meusa 😯 😯 😯
    io non ci credo….

    CATANIA, ag. Maxi Lopez: “No al Palermo. Pulvirenti chiude al Milan? Non è peccato dire bugie”
    02.01.2012 14:39 di Ivan Bodyan

    Andrea D’Amico, agente dell’attaccante del Catania Maxi Lopez, è intervenuto a Radio Sportiva per fare il punto della situazione sul giocatore argentino, ma non solo. Ecco le sue dichiarazioni: “E’ un mercato abbastanza virtuoso, che, però, lascia presagire molti spostamenti, anche se il presidente Preziosi per Gilardino non si è tirato indietro sul fronte della spesa. Oltre a Borriello poi si è mosso anche Caracciolo verso il Novara. E’ iniziato il giro delle punte.
    In questo momento c’è un forte interesse per Maxi Lopez da parte di due squadre estere (Wolfsburg e Fulham ndc.), ma non escluderei anche l’Italia. Non mi riferisco alle parole di Pulvirenti, ma quando si parla di mercato non è peccato dire bugie e spesso ciò che si dice non è il vero obiettivo. Maxi Lopez vuole proseguire il proprio cammino da campione. Non penso andrà a Palermo, o partirà per una grande o rimarrà a Catania. Se deve andar via, andrà via dalla Sicilia. Questo comunque non è il momento di fare previsioni, ma di lavorare e conceretizzare quelle che possono essere le prospettive di un mercato in continua evoluzione.
    Gattuso sta molto meglio, già da tempo si allena con la squadra e penso rientri presto. Rappresenta quindi un acquisto importante per il Milan e per il calcio italiano. Non vedo l’ora di vederlo in campo al più presto.
    Iaquinta ha ancora un anno e mezzo di contratto con la Juventus. L’importante è che si sia completamente ristabilito e sia a disposizione, poi saranno l´allenatore e la società a fare le loro scelte”.

  82. Ip Address: 79.35.152.94

    Buongiorno raga’!!!

    Qui Napoli e dintorni, cielo parzialmente coperto, temperatura freddina.

    Calciomercato a go go!!!

    Minchia quante chiacchiere!!!

    Buona giornata a tutti!!!

  83. Ip Address: 79.35.152.94

    Izco: «Catania mio
    voglio rimanere
    ancora imbattuto»

    GIOVANNI FINOCCHIARO
    NOSTRO INVIATO
    LA VALLETTA (MALTA). C’è poco da fare:
    gioca Izco e il Catania non perde. Sembravano
    coincidenze fortunate, ma strada
    facendo, nel clan rossazzurro, la convinzione
    che l’argentino porti bene è diventata
    realtà. Ora, magari prima o poi la
    squaedra perderà con l’esterno del centrocampo
    in mischia. Poco importa, i
    rossazzurri più che filare, volano… Abbiamo
    incontrato l’argentino più longevo
    in rossazzurro in esclusiva nel ritiro
    maltese.
    Izco, riesaminando le cifre, risulta ancora
    imbattuto.
    «Guardiamo avanti, io spero che il 2012
    sia generoso di successi per noi. Ma dobbiamo
    meritare le vittorie, a partite da
    quella di Bologna».
    Un 2012 di successi e di record. Specie
    per lei.
    «Sono a poche partite dal record di presenze
    in A di Vavassori: sarebbe un onore
    avvicinarmi o, addirittura, balzare in
    vetta».
    Ma ricorda ancora i giorni del suo esordio?
    «Sarà un momento che, mai e poi mai,
    cancellerò dalla mia mente. Espulso
    Baiocco in Roma-Catania 7-0, fui impiegato
    in Catania-Parma il 26 novembre
    2006. Vincemmo 2-0, per la prima volta
    giocavo una sfida da titolare».
    Non un semplice esordio…
    «Ho confezionato un assist per il 2-0 di
    Fabio Caserta».
    In panca c’era Pasquale Marino. Che,
    adesso, è rientrato in mischia.
    «Al Genoa farà bene. In rossazzurro c’è
    una firma, la sua, sulla promozione in
    Serie A del Catania. Mi ha fatto esordire
    in A, ho imparato tatticamente come si
    gioca in Italia. Gli devo molto. Comunque,
    ogni allenatore lascia un’impronta
    marcata».
    E, lei, Mariano, quante impronte ha tatuate?
    «Con Baldini ho disputato molte partite.
    Con Mihajlovic ho sostenuto sicuramente
    il mio miglior campionato. Zenga?
    Un altro tecnico che mi ha permesso di
    imparare il mestiere».
    Quando, all’inizio della stagione, si ipotizzano
    le formazioni tipo, lei resta sempre
    fuori. A fine stagione, a conti fatti,
    lei è uno dei sempre presenti. Perché gli
    addetti ai lavori non si fidano di lei?
    «C’è qualche pregiudizio, forse vengo
    spesso sottovalutato. Non mi sento un
    campione, ma un ragazzo che lavora
    sempre al massimo. Vero, ogni anno
    parto da zero, poi piano piano viene premiata
    la mia costanza in allenamento.
    Ogni tanto raccolgo i frutti del costante
    impegno».
    Il 3-5-2 sembra valorizzare al massimo
    le sue caratteristiche, tanto che Montella,
    quando lei è mancato per infortunio,
    l’ha giudicata una pedina importante
    per dare equilibrio agli schemi di
    gioco.
    «Avevo agito in questo ruolo pure in Argentina,
    ma anche agli ordini di Atzori e
    di Zenga. Mi sono trovato bene sia nella
    fase difensiva, che in quella offensiva».
    Il momento più bello del suo ciclo in
    rossazzurro?
    «Il primo gol in campionato, alla Juve.
    Una serata che ci ha cambiato la vita
    sportiva di quella stagione. Ma anche il
    primo gol italiano: capitò a Udine, in
    Coppa. Segnai a Marino che, amorevolmente,
    mi rimproverò».
    Esclusi gli attuali compagni di squadra,
    con chi – dei calciatori conosciuti – ha tenuto
    rapporti d’amicizia?
    «Mi sento sempre con Polito, oggi all’Atalanta,
    con Sardo e Martinez. Sento
    spesso anche Caserta e Bizzarri. Terlizzi
    è andato via da poco, al pari di Pesce».
    Il compagno di squadra, non più al Catania,
    più forte di sempre?
    «Sicuramente Manuel Vargas ha mostrato
    numeri da campione. Quando giocava
    qui, in rossazzurro, lo cercavano in
    molti, poi è andato a Firenze, piazza gloriosa.
    È stato anche capitano della sua
    nazionale, raggiungendo livelli importanti
    ».
    Ma lei accostato alla Roma? Una voce
    non controllata o, quando se ne parlò,
    un paio di anni fa, c’era qualcosa di vero?
    «Dico la verità: il mio procuratore non ha
    confermato notizie in tal senso. Ma se è
    uscita la notizia sui giornali, magari
    qualcosa di vero c’era. Ci ho riso su, non
    è che questa possibilità mai concreta
    abbia lasciato cattivi ricordi in me. Io
    sto bene a Catania».
    Cosa le ha dato Catania, fino a oggi?
    «Lavoro, amici, un’intesa con i compagni
    e con la città in cui vivo da oltre cinque
    anni. Qui ho tutto».
    Un giudizio su Montella.
    «È un giovane e ha numeri per imporsi e
    voglia di crescere».
    Vi date del «tu» o del «lei»?
    «Non ha importanza come ci si chiama:
    conta il rispetto che si ha per chi ti guida
    ».
    Le sue ambizioni per il 2012.
    «Perdere il meno possibile, arrivare al record
    di presenze in A con il Catania».
    Un altro gol non lo mette in conto?
    «Troppa grazia: se dovesse arrivare, che
    sia vincente».
    La sua passione extracalcistica.
    «Cinema e moda. Mi piacciono gli stilisti
    italiani»

  84. Ip Address: 95.251.10.253

    Torna di moda Stracqualursi

    News – Rassegna Stampa

    Buongiorno popolo di “catanisti”.

    Domenica sarò, insieme a due rossazzurri residenti nel bergamasco al Dall’Ara per sostenere la squadra. Il Club Angelo Massimino di S. Giovanni La Punta sta organizzando la trasferta, quindi potremmo essere più numerosi delle ultime trasferte. Speriamo!

    Copia incolla da Catanista.com
    Potrebbe tornare di moda il nome di Stracqualursi per il futuro mercato del Catania. Il tutto potrebbe essere nato dal contatto tra Lo Monaco e i dirigenti dell’Everton squadra in cui milita senza grandi fortuna l’attaccante argentino. Prestito con dirittto di riscatto questa sarebbe la formula del suo passaggio in rossazzurro per colmare la partenza di Maxi e per dare certezza di ricambi al reparto dato che Suazo ancora non consegna garanzie.

    Everton interessato anche a Maxi Lopez e il tutto potrebbe favorire la trattativa. Attendiamo

  85. Ip Address: 95.251.10.253

    Copia incolla da ITASPORTPRESS- CATANIA, ritorno di fiamma per Stefano Okaka

    La partenza quasi certa di Maxi Lopez e le incerte condizioni fisiche di David Suazo stanno obbligando la dirigenza del Catania a trovare un attaccante da affidare al tecnico Montella. Nelle ultime ore, secondo quanto appreso da Itasportpress.it, la società etnea ha fatto un sondaggio con la Roma per la punta Stefano Okaka (22) che non rientra più nei piani tecnici del mister Luis Enrique ed è stato inserito fra i partenti insieme a Cicinho e Pizarro. L’ad etneo Pietro Lo Monaco non ha mai nascosto la stima per questo giocatore che la scorsa estate poteva approdare in Sicilia essendo stato inserito nella operazione Silvestre quando il difensore argentino interessava al club capitolino. Ma l’inserimento del Palermo fece saltare i piani e l’operazione di mercato Roma-Catania saltò. Oggi però la situazione è ben diversa e la punta verrebbe a Catania in prestito con diritto di riscatto con la cifra ancora da definire essendo ancora un sondaggio e non una vera e concreta trattativa.

    Gente, quante novità! :mrgreen:
    Giorgio, qui in Emilia “malu tempu”. :mrgreen:

  86. Ip Address: 79.35.152.94

    Ciao mongibello!!! 😉 😉 😉
    Qui situazione meteo stazionaria, peccato per il “malu tempu” in Emilia, stamattina e’ partita mia figlia con il marito verso Modena.

    Forza Cataniaaaaaa!!!

  87. Ip Address: 79.25.42.42

    Un caro saluto a tutti i tifosi del Catania. Bravo Giorgio, ho gradito leggere l’intervista si Izco che ancora non conoscevo. Ho sempre stimato il ragazzo ed ero a conoscenza del record di presenze. Non sarà un campione ma quel gol a Torino contro la Juventus sarà ricordato per sempre.
    In quell’occasione anagrammai il suo cognome e venne fuori Zico.

  88. Ip Address: 79.35.152.94

    Catania, Bergessio è il dopo-Maxi
    Ma bisogna sostituire Andujar
    CATANIA, 3 gennaio 2012
    Montella, il cui gioco esalta centrocampisti che hanno familiarietà col gol come Lodi e Almiron, ha già la soluzione per sostituire il partente Lopez. Sul mercato si cercherà un portiere: intanto col Bologna gioca Campagnollo

    Il laboratorio delle stelle non ferma la produzione. In una città in crisi economica allarmante (2 mila aziende hanno chiuso negli ultimi 24 mesi) il calcio va in controtendenza. Il Catania, che aveva venduto a suon di milioni Vargas a Firenze, Silvestre a Palermo, Martinez a Torino, sta lanciando in orbita anche Lopez, richiestissimo in Italia (Fiorentina e Genoa), Inghilterra (Fullham), Germania (Wolsbourg). I dirigenti sono orientati a darlo via, base d’asta 10 milioni di euro. Il presidente Antonino Pulvirenti ammette: “Va via quasi certamente all’estero”.

    CHE SUCCEDE SENZA MAXI? — Come cambierà il Catania senza Lopez? In realtà per buona parte della stagione, Montella ha tenuto in panca Maxi, salvo rilanciarlo in Atalanta-Catania, rodaggio prederby con il Palermo, collocando al centro dell’attacco Gonzalo Bergessio, connazionale di Lopez, suo grande amico, centravanti di manovra più che cecchino d’area di rigore. E così si andrà avanti con il 3-5-2 che funziona, a meno che, la società non riesca ad agganciare un centravanti abile di testa (Stracqualursi?) per ricreare situazioni tattiche che hanno messo in luce la stella Maxi.

    GOL PER TUTTI — In ogni caso, la squadra rossazzurra resta una cooperativa del gol. Segnano non solo gli attaccanti (Gomez, Bergessio, Catellani, Barrientos). Segnano i difensori. Legrottaglie, che dopo i due gol in campionato ha dichiarato: “Sto vivendo una seconda giovinezza in un ambiente ideale: continuando così non smetterò di giocare a breve scadenza”. Marchese a segno una volta. Segnano soprattutto i centrocampisti che si inseriscono nelle azioni offensive. Lodi e Almiron, in due, hanno totalizzato un bottino niente male: 7 gol, 4 dei quali segnati da Lodi, re del mercato ma dichiarato incedibile dal Catania, al pari di un Barrientos che la dirigenza etnea ha atteso per ben tre anni, permettendogli un difficile, lento, ma adesso efficace recupero dopo una serie di infortuni che ne avevano anche messo in dubbio il ritorno sui campi di gioco. Semmai, sul mercato, i rossazzurri stanno muovendosi per cercare un portiere che possa sostituire Andujar, estromesso per motivi tecnici alla vigilia della partenza per Malta. Marchesin, Curci, Donnarumma sono i nomi che circolano in queste ora. Ma, in ogni caso, i rossazzurri, collocheranno Campagnolo – esperto vice dell’argentino ormai fuori causa – tra i pali nel match di domenica contro il Bologna.
    Giovanni Finocchiaro

  89. Ip Address: 79.25.42.42

    Su Suazo, purtroppo, non avevo dubbi. Ma, scusate, Okaka per Okaka non è meglio puntare tutto su Bergessio e sul rilanciato Catellani?

  90. Ip Address: 79.25.42.42

    Non me ne voglia Campagnolo, ma credo che domenica a Bologna difficilmente riuscirà a togliersi di dosso tanta ruggine. Per me questa è una scelta errata, ma sarei ben lieto di sbagliarmi.

  91. Ip Address: 85.41.235.41

    Buon pomeriggio a tutti…..

    Pippo, vorrei aggregarmi ma non posso, sarà a Cesena sicuro 😉 😉

    CATANIA, Lo Monaco: “Offerta Fulham per Lopez. No a Okaka. Andujar? Si considera da Real Madrid…”
    03.01.2012 16:44 di Redazione ITA Sport Press

    “C’è un’offerta del Fulham per Maxi Lopez, ma valutiamo possibili sviluppi in Italia. Fiorentina? Vediamo. Okaka? Non ci interessa”. A fare il punto della situazione sul mercato del Catania è l’amministratore delegato etneo Pietro Lo Monaco, contattato dalla redazione di Radio Manà Manà Sport: “Su Maxi Lopez ancora non ci sono sviluppi particolari, confermo il forte interesse dall’Inghilterra da parte del Fulham, è arrivata un’offerta, ora stiamo valutando – spiega Lo Monaco – . Attendiamo sviluppi anche dal mercato italiano: di certo il Milan è fuori, mentre per quanto riguarda la Fiorentina vediamo cosa accade. Per quanto riguarda possibili ritorni di fiamma della Lazio non credo proprio, non penso abbia bisogno di Maxi, la Lazio ormai ha un suo organico ben preciso, con Lotito ci siamo sentiti fino a ieri, il rapporto con lui è tale che se ci fossero state delle intenzioni da questo punto di vista le avrebbe manifestate chiaramente. Con la Lazio non penso che a gennaio effettueremo operazioni”. Il dirigente del club siciliano, poi, smentisce l’interesse per il romanista Okaka: “La voce che parla di un nostro interesse per lui non è vera”, al contrario della separazione ormai decisa con il portiere argentino Andujar: “Evidentemente si considera un giocatore da Real Madrid e Chelsea – tuona Lo Monaco – , e allora che vada a dimostrare il suo valore in questi club. Noi al Catania vogliamo gente motivata, abbiamo una grande opinioni di noi stessi e non intendiamo accettare queste situazioni. Altri portieri? Non stiamo cercando nulla, stiamo bene con coloro che sono già in rosa”, conclude Lo Monaco.

  92. Ip Address: 87.6.107.112

    Buon pomeriggio ai presenti 😉

    “MASCARA: “VADO A GIOCARE AL BENEVENTO””

    Altro che Catania…altro che Napoli…altro che Champions League. Il destino di Giuseppe Mascara potrebbe essere sempre legato alla Campania, ma in Prima Divisione. L’ex capitano rossazzurro potrebbe chiudere a Benevento la carriera calcistica. La moglie di Mascara è di Benevento, e pare stia spingendo per convincere il marito ad accettare l’offerta. A “Sanniosportnews“, il diretto interessato ha confermato le indiscrezioni: “Si, verrò a giocare a Benevento!“. Ieri la punta ha respinto la richiesta del Novara.

    Forse la maledizione continua????? ahahahah
    Se la notizia dovesse essere veritiera,che tristezza!!!!!! Chi troppo vuole,nulla stringe.

  93. Ip Address: 92.139.244.48

    Onore a Mascara, per tutte le gioie che mi ha dato, io non dimentico!!

  94. Ip Address: 95.251.10.72

    Ciao Joe, a Cesena allora! 😉

    Buonasera a tutti. Anch’io, come il Professore, non ho molta fiducia in Campagnolo (spero di sbagliarmi) e ripeto, ho visto qualche volta impegnato Kosicky e mi ha fatto un’ottima impressione. Speriamo di non subire pressioni psicologiche con un portiere che mi sembra così così! 😐

    Per il resto: Forza Catania!! :mrgreen:

  95. Ip Address: 88.66.8.128

    Salve Chiarezza se mi permetti onore a Mascara ok
    ma finire al Benevento dopo che in internet aveva fatto sapere che lui andava a giocare la Champion alla faccia dè miriusi Bhè mi pare abbia fatto una bella figura di me.da non ti sembra
    un saluto sincero a tutti voi

  96. Ip Address: 79.35.152.94

    Buonasera raga’!!!
    Piccoli problemi per il Catania in questi primi giorni del nuovo anno 2012.

    Zio Petrus si e’ lamentato dell’albergo dopo esserci stato dal 29 Dic. al 3 Gennaio, perche’ non l’ha fatto prima 😐 :mrgreen: 🙁

    Andujar dice che non e’ la verita quella che dichiarano il Presidente e zio Petrus!!!
    Manco ci capisco niente!!!

    Per Max c’e’ un forte interesse del Fulham, ma lo sapete che questa squadra e’ tredicesima nella Premier league?
    Che “azzo” ci va a fare Max in quella squadra?
    Mah!!!

    Sogni rossoazzurri a tutti e forza Catania!!!

  97. Ip Address: 88.66.8.128

    nmiriusi a volte spesso sbaglio a scrivere
    a dire il vero non mi ni futti nenti ma sai comè
    ogni tanto sento l`impellente bisogno di corregermi
    :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  98. Ip Address: 88.66.8.128

    Giorgio ma non hai capito
    bisogna fare cassa se l’incasso va bene il nostro direttore vi vende la qualunque cosa gli capiti a tiro poi se il fhulman e 13o 14o o ultimo in classifica al buon Lomi interessa poco
    lìmportante è la monetas con la quale però fa crescere la società piano piano senza fretta ma decisamente e convincemente

    e tra qualche ora ci proverò a fare sogni rossazzurri
    cmq se i miei sogni si tingessero dei numeri del lotto non sarebbe male anzi sarebbero preferibili :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  99. Ip Address: 79.35.152.94

    Ciao Antonio!!! 😉 😉 😉
    Vero che zio Petrus magnifica i suoi gioielli, vedi Silvestre l’anno scorso, vero anche i “piccioli” che prenderebbe ma dal Milan al Fulham ce ne passa per l’ambizione di Max!!!

    Notte notte Antonio!!!

  100. Ip Address: 92.139.244.48

    ciao Lux se Mascara va al Benevento mi fazzu monacu :mrgreen: :mrgreen:
    Lopez resta, almeno spero io darei Lodi per 8 milioni, ora o mai più, e con le dichiarazioni di Lo LMonaco mi sembra fattibbile, ha detto ” Lodi incedivbile e forte e me lo voglio godere” come con Lopez s’acchiappa tra Lodi e lopez 16-18 Ml ci potta in carrozza!!
    Buonanotte

  101. Ip Address: 79.3.142.58

    Buongiorno raga’!!!
    Qui Napoli e dintorni, cielo parzialmente coperto, temperatura freddina.
    Zio Petrus ha dichiarato che ci sara’ un importante acquisto, spero che sia un terzino centrale.

    Buona giornata a tutti!!!

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu