Un giovane tecnico per pianificare il futuro

 Scritto da il 2 giugno 2011 alle 21:40
Giu 022011
 

E’ ufficiale l’addio di Simeone alla panchina rossazzurra, l’anno prossimo il Cholo proseguirà la sua avventura altrove: buona fortuna a lui.

Bene o male si era capito che l’allenatore argentino non avrebbe continuato la sua avventura a Catania ma in verità un po’ tutti i tifosi speravano che alla fine si trovasse un accordo fra le parti; così non è stato e adesso si apre ufficialmente il toto-allenatore. Il quesito che si pone la maggioranza dei tifosi Catanesi è il seguente: avremo finalmente in panchina un mister che non duri lo spazio di sei mesi e che sia capace di iniziare un ciclo con il Catania?

Ormai da un po’ di anni, – cioè da quando Pasquale Marino lasciò la panchina, rossazzurra per misurarsi in altre latitudini -; il Catania non ha avuto una guida tecnica che durasse più di una stagione tranne Zenga, che, dopo avere salvato la squadra l’anno prima; il seguente, proseguì il suo rapporto con il Catania, per poi chiuderlo l’anno dopo, attirato dalle sirene palermitane.

Gli ultimi anni del Catania, sono stati caratterizzati dalle scelte sbagliate fatte in prima battuta dalla società riguardo a chi affidare la panchina rossazzurra. Si è sempre puntato – da parte della società -, su allenatori di un certo profilo: giovani rampanti da lanciare in un progetto a lunga scadenza; I risultati sono stati scadenti con le scelte iniziali: avvenne con Baldini – ma l’allenatore toscano era da un po’ di tempo fuori dal giro -, Atzori e Giampaolo. All’opposto, i risultati con gli allenatori subentranti: buoni; con i vari Zenga, Mihajlovic, Simeone. La particolarità tutta Catanese sta nel fatto ormai conclamato, che gli allenatori scelti in prima battuta, – per iniziare un ciclo – si sono sempre rivelati inadeguati alla piazza per la poca personalità dimostrata; ma non solo. Tutti loro avevano avuto una carriera da calciatori improntata su una linea di mediocrità assoluta vissuta ai margini del calcio che conta. A differenza dei primi; le scelte dei subentrati invece sono sempre state azzeccate. Tutti personaggi con un profilo caratteriale certamente diverso dalle prime scelte: Zenga, Mihajlovic e Simeone uomini di grande personalità, grandi motivatori; che a differenza degli esonerati avevano alle spalle carriere da calciatori di ottimo livello. La domanda viene spontanea: perche questi allenatori che a Catania avevano fatto così bene; hanno preferito proseguire la loro carriera altrove, abbandonando una piazza che era dalla loro parte? Sarà stato forse per questioni economiche? Sarà stato per incomprensioni caratteriali con l’AD? Sarà stato per un progetto non completamente condiviso?

Difficile dirlo; quel che è certo è che anche quest’anno il Catania cambierà allenatore. Tanti sono i nomi accostati al Catania negli ultimi tempi: si va da De Canio a Marcolin; da Torrente a Montella. Tra queste quattro ipotesi per la panchina rossazzurra, l’unico ad avere dalla sua l’esperienza che potrebbe fare al caso del Catania è Gigi De Canio allenatore di provata esperienza in serie A. Il quale oltretutto, ha fatto sapere che l’esperienza Catanese lo intrigherebbe tantissimo, vuoi per la solidità dimostrata dal Catania negli anni, vuoi perche con la Società rossazzurra ci sarebbe per lui la possibilità di avviare un progetto di crescita condiviso: Catania sarebbe per lui la piazza giusta per una definitiva consacrazione. Il problema rispetto a De Canio è il suo elevato ingaggio.

Dalla parte di Marcolin c’è l’esperienza vissuta a Catania come secondo di Mihajlovic; un ragazzo gradito alla piazza ma senza la necessaria esperienza da primo allenatore. Torrente viene da due promozioni al Gubbio ma dopo l’esperienza fatta con Atzori dubito che il Catania possa puntare su di lui: troppo rischioso affidare ancora la panchina a un esordiente nella massima serie.

Arriviamo quindi a Vincenzo Montella.

E’ lui l’allenatore che tra i tanti nomi sentiti in questi ultimi giorni, pare sia quello più vicino al Catania. Il suo profilo tecnico-caratteriale – che viene fuori guardando la storia personale di Montella – è quello giusto. E’ un giovane allenatore emergente con personalità da vendere; ha un passato da calciatore di ottimo livello e fa giocare prevalentemente le sue squadre con il modulo tanto caro al Catania cioè il 4-3-3: sarà lui l‘uomo che fa al caso del Catania?

Per come la vedo io; Montella potrebbe essere una scommessa vincente: e spiego il perche. Tutte le volte alle quali ho assistito a una sua intervista ho sempre avuto l’impressione di una persona molto sicura di se; un ragazzo che non dice mai una parola fuori posto; che dimostra di avere sempre il controllo totale della situazione nonostante la sua giovane età. Uno che ha avuto il coraggio di fare fuori Borriello e Menez nella Roma, e che non guarda in faccia nessuno tirando dritto per la propria strada.

Un solo dubbio mi assilla riguardo a Vincenzo: vista la grande personalità del nostro direttore, e viste le passate esperienze con allenatori di spiccata personalità; può essere quella di Montella una figura di allenatore che va bene per il progetto Catania?

Ovviamente spero di sì. Sono certo che alla fine sarà trovata la giusta soluzione da parte della società; perche questo è un problema che negli ultimi anni è stato una costante delle difficoltà vissute dal Catania. Adesso è arrivato il momento di non sbagliare più; sono sicuro che la società abbia già ponderato bene gli errori fatti in passato come sono sicuro che questi non saranno più ripetuti.

 

ERRARE UMANUM EST PERSEVERARE AUTEM DIABOLICUM …

 

 

 

  31 Commenti per “Un giovane tecnico per pianificare il futuro”

  1. Ip Address: 87.3.67.201

    Scommessa per scommessa preferisco de Canio

    spesso gioca con 4-3-2-1 e 3-5-2 passando dal 4-4-2, al 4-5-1

    speriamo bene

  2. Ip Address: 87.3.67.201

    Montella al Catania? Molto più che una semplice ipotesi, diciamo una vera e propria certezza. L’incontro con il Presidente rossazzurro Antonino Pulvirenti è andato decisamente a buon fine, un esito che ha cosi spalancato le porte di Torre del Grifo al più famoso “aeroplanino” del calcio nostrano. Ma come giocherà il nuovo Catania targato Montella? In attesa dell’ufficialità, prevista per massimo venerdì, inizia a prendere vita il nuovo progetto etneo, moduli e uomini da analizzare scrupolosamente, ecco il Catania 2011-2012.

    Cominciando dalla pura disamina tattica, il modulo che adotterà l’aeroplanino sarà il 4-2-3-1, il suo marchio di fabbrica, usato sia agli Allievi che alla prima squadra della Roma, uno schema di gioco che esalta ampiamente la manovra offensiva. L’ispirazione è senza dubbio giunta dal suo mentore e maestro Luciano Spalletti, colui che preferiva e preferisce visibilmente la manovra palla a terra, applicando la filosofia, sempre più remota, del “giocare a calcio” e non “a calci”.

    Ma quali saranno gli uomini etnei a trasformare in realtà lo schema “Montelliano”? Tra i pali Gillet si appresta a raccogliere l’eredità di Mariano Andjuar, ormai prossimo al trasferimento in Argentina. La linea di difesa a 4, farà perno sul centrale Spolli e sull’esterno sinistro Capuano. Qualche incertezza per il ruolo di esterno destro e dell’altro centrale, incertezze che verranno spazzate via nei prossimi giorni dagli acquisti durante la sessione estiva del calciomercato. In tal senso i nomi di Nego, Turan, Guillermo Burdisso e Galeano sono più che una veritiera ipotesi. A centrocampo i due mediani a far filtro saranno Biagianti e uno tra Lodi, Gazzi e Almiron, quest’ultimo vicinissimo ormai alla firma sul contratto etneo.

    Veniamo adesso ai 3 fantasisti, quelli che dovranno accendere la fantasia e la prolificità dell’unica punta. Gomez sulla destra è l’intoccabile, Catellani l’alternativa, rimangono due posti, quello di regista e di esterno alto di sinistra. Per il primo ruolo Montella avrebbe già dato il benestare alla riconferma di Ricchiuti che si giocherà le sue carte da titolare nel confronto con il “Pitu” Barrientos, desideroso di dimostrare finalmente il suo vero valore ai piedi dell’Etna. A sinistra si fa sempre più strada nelle ultime ore l’ipotesi Rosi, esterno tuttofare che Montella conosce molto bene per averlo allenato e fatto crescere a Roma. Potrebbe essere lui a giocarsi il posto con Christian Llama, quest’ultimo pronto ad essere una delle sorprese maggiori del parco giocatori etneo 2011-2012.

    Capitolo punta centrale, tanti i rumors, poche le certezze. Il centravanti titolare del nuovo Catania verrà estrapolato dalla solita, lunga lista, che comprende Bianchi del Torino, Pozzi della Sampdoria, Pavone del Betis e Kozak della Lazio. Difficile, ma non impossibile, l’inserimento nella lista di Facundo Ferreyra, visto che il “Chucky”, fortissimo attaccante titolare del Banfield, gradirebbe molto la destinazione catanese, in virtù dell’ancora forte presenza di argentini in rosa. Tanti nomi, tante ipotesi ma una sola concreta verità, l’aeroplanino ha scelto la destinazione, prossima fermata, Aeroporto di Fontanarossa, Catania.

    fonte:goal.com

  3. Ip Address: 79.49.158.63

    Catania, Lo Monaco a Sportitalia smentisce incontro con Montella poi fa nomi di giocatori sudamericani
    02.06.2011 22:18 di Ivan Bodyan

    L’ad del Catania, Pietro Lo Monaco, intervenuto a Sportitalia ha rilasciato alcune dichiarazioni su Montella, sul possibile allenatore del Catania, su Simeone, Martinuccio e altri giocatori.”Non ho avuto contatti con Montella, so soltanto che in questi giorni si trova a Catania – ha detto l’ad etneo -in vacanza. Sono rientrato ieri sera dal Sud America, e nei prossimi giorni discuteremo i possibili candidati per la panchina. Abbiamo alcuni incontri e poi decideremo la scelta del tecnico, come abbiamo sempre fatto. Conosciamo bene Marcolin, Torrente, De Canio e Di Carlo, ma per ora non abbiamo avuto contatti con nessuno. Abbiamo preso Simeone a gennaio perchè dovevamo dare una scossa al Catania, e l’allenatore argentino aveva quel qualcosa in piu’. Infine la squadra ha raggiunto la salvezza meritatamente. Martinuccio del Penarol? Non abbiamo fatto nessun offerta. In Uruguay ci sono giocatori interessanti come il 20enne del Penarol, Matias Mier, fortissimo esterno sinistro di centrocampo. Buono anche Facundo Piriz centrocmpista del Nacional e in Argentina Ricky Alvarez del Velez. Noi non possiamo prenderli”.

    Buonasera o buonanotte!!! 😉 😉 😉

    Non ci capisco piu’ una mazza!!! 😕 😕 😕

    Notte a tutti!!! 😉 😉 😉

  4. Ip Address: 79.3.47.30

    Buongiorno a tutti i tifosi catanesi di tutto il mondo!

    Sono rientrato in Emilia ieri sera, dopo aver trascorso qualche giorno nella mia splendida città! Peccato che ancora lascia a desiderare per la pulizia, nonostante l’invasione ormai continua di turisti! 😳

    In questi giorni trascorsi a Catania, ho avuto modo di trascorrere qualche ora con il mio amico fraterno Mario Leotta, con il quale, tra l’altro, mi sono seduto sotto il “Liotro” di piazza Duomo a chiaccherare e ad ascoltare i discorsi alcuni simpatici vecchietti, uno dei quali, presumo sull’orlo degli “ottanta” e forse il più simpatico di tutti, raccontava di aver avuto problemi con le autorità portuali che lo avevano sanzionato diverse volte, e che nonostante pensasse di aver risolto quei problemi si era reso conto che la “Capitaneria” era ritornata all’attacco, ma egli concludeva il suo discorso con questa frase: “”””a chi amaffàri…. cummattèmu!”””” Credetemi, parole del genere, dette da una persona con un’età media, non mi avrebbero affatto toccato, ma dette da un signore anziano, che ormai dovrebbe, data la sua età, stare rilassato e godersi la pensione, mi hanno fatto riflettere!

    Anche Maio ha assistito a questo episodio ed ha colto le mie perplessità!

    Comunque, torniamo al Catania: la disamina dell’articolo scritto da Mario non fa una piega! Personalmente posso dire che mi piacciono sia De Canio, sia Montella. Ma anche Marcolin non mi dispiacerebbe!!

    Comunque, vedrete che Lo Monaco ha già le idee chiare! :mrgreen:

    Abbracci rossazzurri a tutti.

  5. Ip Address: 212.195.241.127

    Buongiorno a tutti pari
    Ciao Mongibello , non è che il vecchietto aveva pescato di frodo? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:scherzo
    certo che Catania come dici tu è bellissima, peccato che ci siamo i catanesi!! 😐 😐 😐 😐

    Sono solo entrato per salutare e rinnovare la mia stima a Lo Monaco, ma minchia comu ie antipaticu!!! Si criri u patruni da firrera, ( non so se si dice cosi)

    Mariuzzu per me il nuovo allenatore sarà Sannino annunciato dopo gli spareggi, napulitanu comu a innu!! :mrgreen: :mrgreen:

  6. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno a tutti…..

    Anche Montella è napolitano 😯 😯

  7. Ip Address: 85.41.235.41

    Catania, la scelta dell’allenatore appare ristretta tra Montella e Torrente
    03.06.2011 11:40 di Stefano Sommariva

    Dopo il presunto incontro di ieri tra Lo Monaco e Vincenzo Montella, come riporta tuttomercatoweb.com è atteso per oggi quello tra lo stesso diesse degli etnei e Vincenzo Torrente, protagonista a Gubbio grazie alla splendida cavalcata che ha portato gli umbri in serie B.

    Appaiono quindi in ribasso le possibilità di vedere uno tra De Canio e Di Carlo sedere sulla panchina del Catania.

  8. Ip Address: 212.195.241.127

    E macari Torrente!! Gatta ci cova 🙄 🙄 🙄

  9. Ip Address: 151.54.57.103

    Buongiorno a tutti fratelli rossazzurri:”a cchiama ffari cummattemu!”… è il nostro destino caro Pippuzzu; poca sostanza nei nostri politicanti: “vulemu NINO PULVIRENTI Sindaco e PIETRO LO MONACO suo Vice; non pinsati ca putissuru sullìvari sta città martturiata e sbeffeggiata ri tutti?

    Un salutone rossazzurro a Joe e Vittorio…

    FOZZA CATANIA SQUATTRA E CITTA’!

    ____________ SEMPRI … ____________

  10. Ip Address: 85.41.235.41

    Un saluto a Catanista…..

    Scommesse, verifiche anche sulla Serie A
    L’inchiesta sul calcioscommesse si allarga e colpisce anche la massima serie. In una telefonata spunta il nome di Daniele De Rossi, giocatore della Roma…… ma dove andrà a finire questa inchiesta 😯 😯 😯

    Viva Catania, Viva Napoli, Viva il Regno delle Due Sicilie…….

  11. Ip Address: 85.41.235.41

    Roma, anche il Catania segue Martinuccio
    03.06.2011 13:31 di Pascal Desiato Fonte: tuttomercatoweb

    Nonostante le smentite dell’amministratore delegato del Catania, Pietro Lo Monaco, su Alejandro Martinuccio (23) accostato nelle scorse settimane anche alla Roma, ieri sera su Sportitalia, stamane il Corriere dello Sport insiste sul giovane attaccante del Penarol. Il quotidiano romano conferma l’interessamento su Martinuccio dove gli etnei potrebbero chiudere con un’offerta di 1,5 milioni di euro e strapparlo alla Dinamo Mosca e al Bologna, altra società intenzionata a scommettere sul sudamericano.

    1,5 è alla ns. portata……..

  12. Ip Address: 79.9.102.66

    Buon pomeriggio a tutti gli amici del sito,Mario,condivido la tua analisi su Montella,a priori,come ho già detto ieri,a me piace,nel caso in cui dovesse essere lui il giovane tecnico del Catania,mi piace propriro per tutte quelle caratteristiche che hai elencato nell’articolo,poi,sempre se dovesse essere lui l’allenatore del Catania, sarebbe il campo a dare il giudizio finale.Per gli altri nomi che circolano in questi giorni,Di Canio sarebbe una scelta di prima qualità,di provata esperienza e a me gradito.Ai vari allenatori “emergenti” Sannino,Torrente,Marcolin(che però lo vedrei bene a Catania,dopo qualche esperienza da primo allenatore in qualche panchina di serie “B”), la mia preferenza ricadrebbe sempre su Montella.Per quanto riguarda il quesito del perchè gli allenatori,compreso Marino,che hanno fatto bene a Catania poi vanno via,avevo già espresso il mio pensiero l’altro giorno dialogando con Vittorio.Sappiamo tutti ed è assodato che il direttore ha una personalità forte,però non penso che sia questo il motivo,cerco di esprimere il mio pensiero:
    se ben ricordate,al tecnico di Marsala fu proposto il rinnovo del contratto già a dicembre del primo campionato di serie “A” del Catania,le prime dichiarazioni di Marino furono che ci sarebbe stato tempo e che non c’era fretta,la stessa cosa gli fu proposta nel mese successivo,la risposta fu uguale(il Catania era quarto in classifica,è Marino aveva già avuto qualche sentore dall’Udinese),poi successero i fatti del 2 febbraio scombussolarono tutto l’ambiente catanese e per un pò non se ne è più parlato,il discorso si ripresentò ad aprile,però in quel periodo era già chiaro che le strade del Catania e del tecnico marsalese si sarebbero divisi,motivo? Ambizioni(che ci possono stare) diverse di Marino,pensate che centra la personalità di Lo Monaco?
    La storia di Baldini,penso che la conosciamo tutti,il problema delle sue dimissioni sono da ricercare dentro lo spogliatoio,il tecnico toscano aveva rotto i rapporti con alcuni dei giocatori più rappresentativi all’interno della squadra,anche quì penso che sia da escludere un coinvolgimento diretto del direttore.Passiamo a Zenga,signori miei,il sig. Walter,non fosse stato per il Catania,non avrebbe mai allenato in Italia,nessuno l’aveva mai preso in seria considerazione,pur avendo fatto discretamente in qualche campionato straniero,però in Italia aveva scarsa considerazione.Con il Catania,pur non entusiasmando nel gioco,ha fatto bene e invece di continuare la sua cresciata tecnica e d’immaggine,cosa fa? Si monta la testa e va a Palermo(per soldi e ambizioni),sbandierando ai quattro venti che avrebbe lottato per lo scudetto,anche se queste dichiarazioni potevano suonare come uno stimolo per i rosanero,almeno così disse in seguito,cioè quando i risultati gli davano torto e alla grande,anche quì pensate che centri il carattere di Lo Monaco?
    Andiamo a Mihajlovic,ottimo il suo score con la squadra rossazzurra in termini di risultati e di gioco,però anche lui non rimane,perchè? Perchè,a detta sua,non era possibile fare stabilire la sua numerosa famiglia in Sicilia e lui non se la sentiva di stare lontano dai suoi cari,pur portandosi nel cuore la sua bella esperienza catanese,anche lui ha rinunciato a proseguire la sua esperienza ai piedi dell’etna,centra qualcosa Lo Monaco?
    Veniamo all’ultima esperienza,quella di Simeone,quà è più difficile esprimere un mio pensiero,fino ad oggi non ci sono state dichiarazioni ufficiali da nessuno delle parti in causa,però ho anche detto l’altro giorno,che quando Simeone ha accettato l’incarico,sapeva di andare in una squadra che avrebbe lottato per la salvezza,e nell’anno successivo si doveva ripartire con questa base,però senza precludere obbittivi più ambiziosi,la società non ne ha fatto un mistero su questo.Perciò se è stato Simeone a rinunciare, perchè voleva certe garanzie(è stato scritto spesso in questo sito),sinceramente non comprendo quale garanzie avrebbe preteso,però come dicevo prima,non è detto che sia così,in seguito si saprà quale sia stata la causa della rescissione,perciò fino a questo momento Lo Monaco non centra. :mrgreen:
    Poi se aggiungiamo le varie smentite,o le conferme,non ne usciamo più,però almeno sappiamo come passare il tempo finchè non torna il calcio giocato.

  13. Ip Address: 79.9.102.66

    Giorgio,a chi dobbiamo credere???? 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯

    Catania, Lo Monaco: “Ho incontrato Montella. E ora…”
    03.06.2011 15.36 di Riccardo Mancini
    Fonte: Radio Manà Manà
    © foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS

    “Ho incontrato Montella , ora mi vedrò con altri due allenatori”. Appena il tempo di sbarcare in Italia dopo il consueto viaggio di aggiornamento in Argentina che per l’amministratore delegato del Catania Pietro Lo Monaco, è scattato il rush finale per la scelta del sostituto di Simeone. Il faccia al faccia con l’ex giallorosso è solo il primo atto di una serie di consultazioni che sveleranno la futura guida tecnica etnea: “In questo momento non è importante dire che tipo di impressione mi abbia lasciato Montella – ha spiegato il dirigente catanese ai microfoni di Radio Manà Manà – . Prima di partire per l’Argentina abbiamo stilato una lista di tecnici che riteniamo possano avere le qualità necessarie per guidare il Catania e Montella è uno di questi. Da qui a breve incontreremo gli altri candidati e decideremo”. Tra i nomi papabili altre a Torrente potrebbe esserci anche l’ex allenatore del Lecce Luigi De Canio. Nelle ultime stagioni la formazione etnea ha sempre privilegiato il 4-3-3 come schieramento di base: un inizio che avvalora la candidatura dell’ex tecnico del Lecce: “Continueremo a praticare quel modulo. De Canio lo conosco da anni, è un mister che seguiamo. Vediamo se sarà anche con lui uno dei prossimi incontri. Una cosa è certa – conclude Lo Monaco – , Entro una settimana decideremo il prossimo tecnico del Catania”.

  14. Ip Address: 188.11.53.85

    buona sera a tutti.

    Ma quannu finisci stu calciomercatu, sugnu già stancu di tutti sti vuci ca giranu su tiziu caiu e simproniu 8) 8) 8) 8) 8) 8) 8) 8) 8)

  15. Ip Address: 95.232.23.64

    Buonasera a tutti.

    Gente rossazzurra, io penso che il nostro dirigente Lo Monaco stia sondando il terreno un po’ quà e un po’ là, sia per avere la disponibilità di questi tecnici, che personalmente non mi dispiacciono, sia per avere contezza dei loro programmi, che speriamo siano a scadenza non breve! 😉

    Comunque, vedremo!

    Per quel che riguarda Martinuccio, ho letto un articolo sulla Sicilia che confermava l’interessamento del Catania su questo giocatore.

    Rosso come il fuoco, azzurro come il mare, l’amore per il Catania, non si può spiegare!!

  16. Ip Address: 79.9.102.66

    Giovanni Pulvirenti: ‘Allievi Nazionali pronti per la grande avventura’

    Appuntamento con la storia: per la prima volta, una formazione del settore giovanile rossazzurro sarà impegnata in una finale a otto in ambito nazionale, in provincia di Siena. Privilegio e responsabilità notevoli, per gli Allievi Nazionali guidati dal tecnico Giovanni Pulvirenti, preziosa fonte di equilibrio nel momento topico della stagione: “Siamo sereni e stiamo bene anche sotto l’aspetto atletico. Tutti i ragazzi sono regolarmente a disposizione, registriamo anche il rientro di Gatto dopo la squalifica. Volevamo a tutti i costi scrivere una pagina di storia del Calcio Catania e ci siamo riusciti ma certamente non siamo sazi. Un pronostico? Al di là della scaramanzia, non sarebbe credibile: la provenienza da altri gironi permette una conoscenza degli avversari generale, non approfondita. Sappiamo per certo che le nostre tre rivali nel raggruppamento, Empoli, Inter e Torino, hanno già conquistato lo scudetto giovanile e non soltanto in questa categoria. Per noi, quindi, esserci è già bellissimo. Contiamo poi, esaltando la compattezza, di poter fare bene e competere fino all’ultimo minuto dell’ultima partita per ottenere risultati importanti e crescere ancora, soprattutto. In questi giorni, gestiremo la preparazione ovviamente in chiave conservativa: pillole di allenamento per non sovraccaricare muscoli e testa, punteremo sulla qualità delle sedute e non più di tanto sulla quantità. Nel contesto di una competizione prevista per i giocatori del ’94, siamo orgogliosi di avere a disposizione una buona rappresentanza di ragazzi classe ’95: è la testimonianza di un successo collettivo del settore giovanile del Catania”. Sognare non nuoce.

    Il calendario del Catania nel girone 1 della Fase Finale a 8 del Campionato Nazionale Allievi

    Sabato 11 giugno, ore 16.30, Stadio “Goracci” di San Casciano dei Bagni (Siena): CATANIA-EMPOLI
    Domenica 12 giugno, ore 16.30, Stadio “Bonelli” di Montepulciano (Siena): TORINO-CATANIA
    Martedì 14 giugno, ore 16.30, Stadio “Mauro Nannotti” di Badesse (Siena): INTER-CATANIA

    Le prime classificate dei due gironi accederanno alla finalissima per l’assegnazione dello scudetto di categoria, in programma giovedì 16 giugno alle 16.30, allo stadio “Bonelli” di Montepulciano.

  17. Ip Address: 95.232.23.64

    Ah! Chiarezza! Ricambio i saluti!

    A proposito del simpatico vecchietto, ti confermo che è stato lui a dire che andava a pescare per tirare la carretta, senza autorizzazione! :mrgreen:

  18. Ip Address: 151.54.10.19

    buonasera a tutta la Rossazzurranza…

    Beppe; “cchi vvo’fari u caciu-miccatu ìe n’pasatempu… 😆 😆 😆

    Condivido la tua disamina sui tecnici al 100% caro Peppe; mi sorge però un dubbio atavico: “pensi ca ggià non si’nni pintenu?”

    … ahahahahahahahahahahahaha

  19. Ip Address: 88.64.179.96

    secondo il messaggero la partita catania -chievo e stata truccata
    e ti pareva che non aspettavano altro per darci addosso sti delinquenti mentre roma genoa oppure bologna -cesena sono state tutte partite giocate col coltello tra i denti ???ragà vivete in un bel paese ma così irremidiabilmente pieno di merda e finisco che e meglio
    salutamu

  20. Ip Address: 79.2.34.229

    Buongiorno a tutti.

    Quelli del messaggero scrivono queste “minchiate” per distogliere l’attenzione su partite veramente truccate, dove peraltro avranno pure scommesso parecchio. E’ un trucco ormai consueto! 😐

  21. Ip Address: 79.2.34.229

    Il messaggero di roma! Mah!

  22. Ip Address: 95.245.224.98

    Secondo una indiscrezione emersa in serata uno degli incontri di cui si è parlato ieri è Catania-Chievo del 16 gennaio scorso, finito 1 a 1. «Pirani ha confermato la passione delle scommesse ma ha negato di aver avvicinato giocatori per accomodare i risultati», è il primo commento del suo difensore, avvocato Alessandro Scaloni. Pirani è anche il medico che ha compilato la ricetta per l’acquisto del Minias, il farmaco che il portiere della Cremonese Marco Paoloni avrebbe poi versato nel tè dei suoi compagni di squadra per far loro perdere l’incontro con la Paganese. «Sì, ho fatto io quella ricetta – ha detto Pirani al giudice – ma mi era stata chiesta da Paoloni per sua moglie: ero in buona fede e ho usato persino la mia carta intestata». La ricetta del sonnifero, tuttavia, sembra essere l’ultimo dei grattacapi del dentista. «L’imputato ha parlato ben al di fuori dei capi di imputazione che gli vengono contestati», conferma ancora il pm Di Martino.

    Questo articolo e’ del “Corriere della Sera”.

    Salve raga’!!!
    Vi dico la verita’!!! Avevo il presentimento che ci mettevano anche la Nostra squadra nel calderone. C’e’ l’hanno messo!!! Ti pareva!!!
    IO penso che sia tutta una schifezza!!!

    Buona giornata a tutti!!! 😀 😀 😀

  23. Ip Address: 82.145.208.96

    Non ho parole !! Fratelli un grosso Saluto a Tutti pari , non so se devo cominciare a tremare o pregare che non sia così?!?

  24. Ip Address: 151.54.56.56

    Sono solo emerite cazzate … salute a tutti!

    Forza Catania!

  25. Ip Address: 79.9.18.172

    un saluto a tutti gli amici del sito.Mario,scusa il ritardo ma stò ritindeggiando casa 🙁 🙁 ,perciò immaggina il caos 😡 😡 .Comunque,tutti quegòi allenatori che hanno voluto cercare ambizioni maggiori di quelli che offriva la piazza di Catania,avranno sicuramente pensato,ma chi me l’ho ha fatto fare,ben ci stà :mrgreen: :mrgreen: .
    Per quanto riguarda quello che scrivono sui giornali sulla partita Chievo-Catania,dico solo che condivido in toto quello che ha scritto Lux,questo è un paese di mer……..dove vincono quasi sempre i furbetti del quartierino,guardate tutti i parlamentari che ci governano e, ci siamo dati la risposta.Pur amando la Sicilia,oggi sono pentito di non aver fatto una scelta di vita diversa,pur avendone l’occasione e anche ghiotta. 🙁 🙁

  26. Ip Address: 95.247.148.28

    buona sera a tutti.

    Dai e ridai, alla fine a rompere i co……. c’è sempre Roma, oggi con il suo quotidiano, siccome dagli atti nn risulta NULLA, il calcio Catania si deve tutelare contro sti str….. che parlano senza cognizione di causa.

  27. Ip Address: 212.195.241.127

    Salutamu a tutti per me giorni di fuoco nel lavoro è difficilmente leggo e commento, entro per salutare a tutti ed associarmi nel dire che miserabile gente, scrivono èè non sanno quello che scrivono, qualcuno parla di Chievo Catania, altri di Catania Chievo, che andassero tutti affanculo!!!!!
    pero’ a me frati Lux ricordo che in quanto a scommesse anche in Germania non scherzano, mi sembra pure che abbiano arrestato pure degli arbitri, lo stasso in Olanda e cosi via è se scavassero pure qui in Francia qualcosa uscirebbe 😐 😐 😐 😐 😐 😐 😐

  28. Ip Address: 88.64.179.96

    amico Chiarezza e vero in Germania non e tutto oro quello che luccica … peró credimi stiamo messi meglio in quanto ad onestà pubblica molto meglio e anche tu in francia non ti puoi lamentare
    in italia invece e diverso io sono sicuro che il catania non a fatto niente che gli possa essere minimamente addebitato … ma purtroppo in italia ormai esiste la politica del fango , e questo e quello che qualche figlio di zoccola sta usando contro di noi e vedi almeno questo schifo in germania ancora non esiste intendo il fango che viene buttato tramite giornali e tv solo per il piacere di destabilizare e mettere in cattiva luce qualcuno che si odia e così purtroppo in italia semplicemente così e nessuno ci può fare niente ma proprio nessuno e tra mille anni continuerà ad essere lo stesso e ancora e ancora
    salutamu

  29. Ip Address: 212.195.241.127

    Si Lux su questo hai perfettamente ragione!!!
    Uno degli sport preferiti in Italia è quello di gettare fango a mezzo stampa, video e si vede anche nelle trasmissioni tv, più fango si getta più ascolto si ha!!!! è triste ma è cosi!!

    Ciao Beppe , nella vita non è mai troppo tardi io ho cambiato all’età dove tutti vanno in pensione è sono rinato 😉 😉

  30. Ip Address: 95.238.23.144

    Catania, calciatori ai raggi X e con la quotazione di mercato
    05.06.2011 09:59 di Redazione ITA Sport Press

    Calciomercato è il termine che designa le operazioni di compravendita dei calciatori compiute dalle società di calcio. Le trattative ruotano attorno al possesso del “cartellino” ed in periodi predefiniti dell’anno, cioè del diritto di godere delle prestazioni sportive del giocatore interessato, a titolo di prestito, compartecipazione o cessione definitiva. La quotazione del cartellino varia a secondo del risultato della squadra, ma anche e soprattutto per il rendimento del calciatore durante il campionato. Esaminiamo le squadre di A cominciando dal Catania.
    Portieri
    Andujar (28): 37 presenze; media voto giornali 6; quotazione di mercato 1,5 mln di euro
    Campagnolo (33): 1 presenza; media voto giornali 6; quotazione di mercato 150 mila euro
    Kosicky (25): 0 presenze, quotazione di mercato 200 mila euro
    Difensori
    Alvarez (27): 23 presenze; media voto giornali 5,8; quotazione di mercato 1 mln di euro
    Augustyn (23) 6 presenze; media voto giornali 5,5; quotazione di mercato 300 mila euro
    Bellusci (22) 9 presenze; media voto giornali 5,6; quotazione di mercato 500 mila euro
    Capuano (30) 23 presenze; media voto giornali 5,91; quotazione di mercato 400 mila euro
    Marchese (27) 12 presenze; media voto giornali 5,68; quotazione di mercato 300 mila euro
    Potenza (27) 20 presenze; media voto giornali 5,63; quotazione di mercato 400 mila euro
    Silvestre (27) 36 presenze; media voto giornali 6,48; quotazione di mercato 6 mln di euro
    Spolli (26) 25 presenze; media voto giornali 6,31; quotazione di mercato 3 mln di euro
    Terlizzi (32) 12 presenze; media voto 5,64; quotazione di mercato 200 mila euro
    Centrocampisti
    Biagianti (27) 15 presenze; media voto giornali 6,17; quotazione di mercato 3,5 mln di euro
    Carboni (32) 28 presenze; media voto giornali 6,01; quotazione di mercato 200 mila euro
    Gomez (23) 36 presenze; media voto giornali 6,31; quotazione di mercato 4 mln di euro
    Izco (28) 18 presenze; media voto giornali 5,67; quotazione di mercato 400 mila euro
    Ledesma (27) 32 presenze; media voto giornali 5,66; quotazione di mercato 900 mila euro
    Llama (25) 15 presenze; media voto giornali 5,61; quotazione di mercato 1,2 mln di euro
    Lodi (27) 22 presenze; media voto giornali 6,28; quotazione di mercato 800 mila euro
    Martinho (23) 11 presenze; media voto giornali 5,98; quotazione di mercato 900 mila euro
    Pesce (29) 8 presenze; media voto giornali 5,57; quotazione di mercato 350 mila euro
    Ricchiuti (33) 31 presenze; media voto giornali 6,39; quotazione di mercato 400 mila euro
    Sciacca (22) 4 presenze; media voto giornali 6; quotazione di mercato 800 mila euro
    Schelotto (22) 17 presenze; media voto giornali 6,21; quotazione di mercato 2 mln
    Attaccanti
    Morimoto (23) 12 presenze; media voto giornali 5,79; quotazione di mercato 1,2 mln di euro
    Maxi Lopez (27) 35 presenze; media voto giornali 5,91; quotazione di mercato 3 mln di euro
    Bergessio (27) 13 presenze; media voto giornali 6,11; quotazione di mercato 2,5 mln di euro

    Buongiorno raga’!!!
    Considerazione pochissimo dei Nostri calciatori!!! 😐 😐 😐

    Qui Napoli e dintorni, piove managgia!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
    Niente bagno nella vasca di casa!!! 😕 😕
    Buona giornata a tutti!!! 😀 😀 😀

  31. Ip Address: 79.51.211.152

    buonasera amici catanisti complimenti mario x il tuo articolo ragazzi ancora non ce nulla di concreto calma e gesso si deve solo aspettare forza catania sempre 😀 😀

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu