Una pioggia di emozioni

 Scritto da il 15 gennaio 2012 alle 09:44
Gen 152012
 

Peccato, un vero peccato. Si vede che non era proprio destino.
Ci si è messo di mezzo Giove pluvio a frenare lo slancio del Catania.
Fradici e inzuppati, per la pioggia che si è abbattuta sul terreno di gioco del Massimino senza soluzione di continuità, i rossazzurri per tutto il primo tempo hanno messo sotto la Roma alla quale è andata proprio di lusso. Diciamo doppiamente di lusso.
Il primo motivo è racchiuso tutto nella prima metà di gara.
Credo che non si corra il rischio di essere accusati di eccessivo tifo affermando che il primo tempo poteva benissimo concludersi con il Catania in vantaggio per 4-1 e a quel punto per la Roma sarebbe stato quasi impossibile recuperare.
Il secondo motivo consiste nel fatto che nell’intervallo la pioggia, anziché diminuire, è aumentata di intensità e ha costretto l’arbitro Tagliavento all’inevitabile sospensione della gara.
Sulla stessa falsariga del primo tempo per la Roma non ci sarebbe stato senz’altro scampo e ben l’aveva capito l’allenatore dei capitolini Luis Enrique che si è continuamente sbracciato affinché l’arbitro interrompesse la gara.
Mentre agli spettatori saliva la febbre per l’attesa, e non solo per quella vista la serataccia da cani, le due squadre entravano in campo con qualche minuto di ritardo.
Pare che l’arbitro abbia costretto il portiere della Roma Stekelemburg a cambiare la maglietta perché era uguale a quella di Campagnolo.
Un minuto di silenzio in memoria delle persone tragicamente scomparse ieri in seguito all’incidente della Costa Concordia nei pressi dell’Isola del Giglio.
Montella presenta un Catania determinato e ben volitivo con Spolli, Potenza, Legrottaglie e Alvarez davanti a Campagnolo e un fitto centrocampo con Lodi, Almiron e Izco spesso supportati da Barrientos e Gomez, i quali hanno anche il compito di appoggiare in attacco Bergessio.
Roma subito aggressiva, ma la 6’ si capisce subito che Barrientos è in serata di grazia e Simplico è costretto a stenderlo meritandosi la giusta ammonizione. Poco dopo scivola Juan e De Rossi chiude alla grande su Bergessio.
Aumenta l’intensità di gioco del Catania, purtroppo aumenta anche l’intensità della pioggia, ma, per il momento, il fondo del terreno di gioco ci fa fare una bella figura con l’Italia calcistica.
Al 12’ Barrientos va vicino al gol su un perfetto cross di Gomez. Anche il Papu appare ispirato e Rosi deve fare molta fatica per contenerlo. Il ritmo della gara, nonostante il fondo scivoloso, rimane intenso. Al 23’ la Roma si salva con molta fortuna quando Kjaer respinge sulla linea un tiro a colpo sicuro di Bergessio. La meritata rete del Catania è nell’ aria e arriva un minuto dopo: punizione tagliata di Lodi sulla quale si avventa puntualissimo di testa Nicola Legrottaglie per la sua terza rete in maglia rossazzurra. Tre minuti dopo, però, si ripropone il problema che il Catania si sta trascinando da inizio torneo : l’errata posizione dei difensori sui calci da fermo. Dalla bandierina batte Totti, Potenza si perde De Rossi il quale entra di testa e ottiene per la Roma quel pareggio che fino a quel momento non appare scandaloso.
Però, da quel momento in poi il Catania colleziona almeno quattro clamorose palle gol che non si concretizzano proprio perché non è destino. Lasciamo perdere il tiro alto da buona posizione di Gomez al 31’ e lo stupendo assist di tacco dell’arbitro Tagliavento che innesca Bergessio, ma negli ultimi cinque minuti è una vera pioggia (scusate il termine) di emozioni,
Le tre occasioni più clamorose sono confezionate dal trio Gomez- Barrientos-Bergessio.
Al 42’ sembra proprio fatta quando Barrientos offre a Bergessio una stupenda palla, ma al momento del tiro Gonzalo subisce un miracoloso recupero di Kjaer. Passano appena due minuti e Gomez fa capire a Rosi che a fine gara dovrà per forza ricorrere all’ aspirina. L’azione del Papu è ubriacante ma il pallone, beffardo, si perde di un soffio a lato.
Allo stadio c’è la convinzione che il Catania realizzerà una grande impresa.
Al ritorno delle squadre in campo il terreno di gioco appare molto più pesante i calciatori fanno fatica a portare avanti la palla, ma è sempre il Catania a rendersi pericoloso sia all’ 8’ quando per un niente Barrientos non arriva di testa dopo una grande giocata di Bergessio, sia con lo stesso centravanti che al 15’ impegna Stekelemburg.
Luis Enrique sostituisce prima De Rossi e poi Totti e, temendo il peggio, invoca la sospensione della gara. Tagliavento scodella la palla al 17’ e poi decide di continuare, ma due minuti dopo manda le squadre negli spogliatoi.
I restanti 27’ minuti della gara più l’eventuale recupero saranno completati a data da destinarsi ed è un vero peccato.
Anche se il calcio a volte è imprevedibile, se non ci si fosse messa la pioggia di mezzo, il Catania visto stasera probabilmente avrebbe ottenuto una meritata vittoria.
Fra un mese le cose non si sa come andranno a finire.
L’unica cosa che mi chiedo è proprio necessario aspettare che arrivi la Roma per mettere in campo la giusta grinta?
Il Catania visto stasera durante il primo tempo al Bologna ne avrebbe fatti almeno tre.
Bisognerebbe far capire ai calciatori che in termini numerici i punti conquistati contro la Roma o contro il Palermo valgono alla stessa maniera di quelli che si possono conquistare contro un modesto Bologna o un modesto Chievo.
Certo, solo in termini numerici, poi c’è il prestigio e c’è più gusto fare uno sgarbo a “capitan futuro” sul quale i tifosi della Roma farebbero meglio a cambiare tempo verbale ribattezzandolo “capitan passato” .

  40 Commenti per “Una pioggia di emozioni”

  1. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno a tutti…..

    che bella partita ieri un bel Catania 😯 😯 😯 😯 mai visto giocare cosi!!!! grinta voglia di vincere.
    secondo me questo è il modulo giusto per la squadra 4-3-3 😀 😀 😀

    peccato, la pioggia ha rovinato tutto.

    bravi tutti adesso sotto con l’Udinese.

    ———————————————-FORZACATANIA——————————————

  2. Ip Address: 80.182.91.191

    chiarezza

    15-01-2012 alle 08:53
    Ip Address: 92.139.112.227 #

    BUONGIORNO A TUTTI PARI

    Ancora incazzato per il risultato di 1-1 ma felice del ns.Catania, vedete se anche ieri avessimo perduto, avrei dato 7 a Montella anzi dopo la dichiarazione di Pulvirenti ” Lopez oggi è stato in panchina per un problema fisico. Non so se in condizioni normali il mister avrebbe scelto lo stesso Bergessio, dovremmo chiederlo a Montella.” gli do 8 , perchè ha giocato ha viso aperto con coraggio e determinazione, BRAVO ma ora ti prego anche con le altre continua cosi!!!! i giocatori ? con quel campo hanno fatto vedere che le palle le hanno quadrate, BRAVI a tutti indistintamente!!

  3. Ip Address: 212.195.241.127

    Ciao Giorgio
    Grazie per aver ripostatato il mio post, quannu ci voli ci voli :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
    Vedo che alla fine , scusate l’immodestia, i fatti mi danno ragione, nei giocatori del Catania scorre il sangue del 4-3-3 u restu su chiacchieri e tabbaccheri i lignu.. Joeeee a priparasti a carrozza? :mrgreen: :mrgreen:

  4. Ip Address: 80.182.91.191

    Buongirono raga’!!!

    Qui Napoli e dintorni, cielo sereno e temperatura da brrrrrr!!!
    A Catania piove ancora?

    Mi sono permesso di fare il copia e incolla di “chiarezza” perche’ quello che ha scritto e’ la pura verita’!!! 😉 😉 😉

    Secondo me giocando con il 4-3-3 possiamo giocare alla grande.
    Abbiamo affrontato la Roma con tecnica e velocita’ cioe’ giocando a pallone.
    Poi in questo articolo, qui sotto, come diceva “chiarezza” i mediani non devono fare il tic e toc perche’ troppo lenti Almiron e Lodi, invece tenerli bassi e dare subito la palla ai velocisti ai velocisti per le ripartenze.

    Copia e incolla di un articolo de La Sicilia di Catania:

    MONTELLA: 7 – Una partita come le altre? Chissà. Di sicuro, gli farà piacere avere vinto il duello con Luis Enrique. Tiene bassi i tre in mediana e affida alla velocità e alla tecnica di Gomez e Barrientos le ripartenze che mettono in crisi i giallorossi.

    Buona giornata a tutti e forza Catania!!!

  5. Ip Address: 212.195.241.127

    Grazie Giorgio
    Ma non è che avevo scoperto l’acqua calda, molti tifosi la pensavano come me, in particolare in questo sito tutti quanti!!!! per questo ho chiamato sempre scienziato Montella, per me il 3-5-2 di Montella è il calcio del futuro ed il più spettacolare, ma solo se hai i giocatori adatti a farlo, ed il Catania ad oggi non c’è l’ha. Ripeto se viene Ilsinho e Llama torna quello di prima si potrebbe anche provare!! Ora spero che anche Montella lo abbia capito, speriamo perchè se penso alle partite dopo la vittoria con il Palermo 😐 😐

  6. Ip Address: 80.182.91.191

    Ciao chiarezza!!! 😉 😉 😉
    E’ un dovere far emergere quello che hai sempre pensato!!!
    Vedi io adesso cerco di capire questi “azzi” di moduli e tu con gli altri mi insegnate qualcosa che io primo non capivo. Sono giudizi soggettivi che vanno rispettati ma anche quelli degli altri.

    Buona domenica a tutti!!!

  7. Ip Address: 80.182.91.191

    BOCA
    “Jugar la Copa es lo más lindo que hay”

    Mirá lo que dijo Pablo Ledesma al llegar a Boca.

    Juan Szeinfeld
    Ledesma anduvo por el club, pasó la revisión médica con éxito y mientras se ilusiona con la Libertadores, Falcioni lo espera en Tandil entre hoy y mañana. Angelici viajará este sábado para almorzar con el DT y confirmarle que el martes también tendrá a Silva.

    Julio César Falcioni ya tiene abrochado a su primer refuerzo del 2012. Pablo Ledesma, uno que conoce bien de qué se trata vestir estos colores, anduvo por el club y se realizó la revisión médica, que pasó con éxito. En las próximas horas pondrá el gancho y viajará a Tandil.

    El volante, recién llegado del Catania, anduvo recorriendo los pasillos de Casa Amarilla y recordando viejos momentos. “Guardo los mejores recuerdos, me vuelvo a reecontrar con el hincha de Boca, con grandes amigos, y con una institución seria”, dijo Pablito, apenas aterrizó en Argentina. JC lo espera con los brazos abiertos en la pretemporada para sumarlo a los trabajos y al grupo.

    ¿Ilusionado con la Copa? “Claro, jugar la Libertadores es lo más lindo que hay. Ya el hecho de ponerte esta camiseta representa mucho”, comentó el mediocampista, un experimentado en el certamen internacional. Y dejó en claro que sabe que, de todos modos, tendrá que pelearla: “Acá hay que luchar como en todos lados, estoy acostumbrado a pelear por un lugar”.

    Daniel Angelici también viajará este sábado a la ciudad bonaerense. El presidente llegará cerca del mediodía para almorzar con el DT, mantenerlo informado de las novedades y confirmarle que tendrá también a Santiago Silva entre martes y miércoles. Por lo pronto, va el primero, Julio…

    TANDIL (ENVIADO ESPECIAL)

  8. Ip Address: 87.10.103.214

    Buongiorno a tutti,che gran bel Catania ieri sera,peccato per la pioggia.
    Spero che le dichiarazioni di Pulvirenti e Lo Monaco,”stiamo bene così”,per ciò che riguarda i portieri,siano dichiarazioni per sviare i “nemici”, :mrgreen: ,
    mi viene da piangere vedere ingassare un gol dall’area piccola e non paragonerei il gol di Legrottaglie con quello di De rossi,come ha detto Louis Henrique,rivedendeli tutti e due,in quello rossazzurro c’è un lavoro di gruppo(Spolli è stato fondamentale nel blocco),mentre quello romano,siglato per assenza di portiere. :mrgreen:

    Ieri sera,qual’è stato il sistema di gioco del Catania?
    4-3-3 iniziale? Oppure un 4-3-2-1 con Barrientos e gomez un pò più bassi di Bergessio ma pronti a supportarlo?
    Oppure un 4-5-1,quando il Catania non era in possesso palla,per passare ad un 4-1-2-3 nelle ripartenze con Lodi a presidiare d’avanti alla difesa e Almiron con Izco a ridosso dei tre delle meraviglie là d’avanti?

    Penso,che ha ragione Montella quando afferma,che i numeri sono fini a se stessi se non s’interpretano nel modo giusto i meccanismi del lavoro degli allenamenti e non si ha l’approccio e la mentalità giusta sempre,a prescindere dall’avversarsario.

    I moduli,o sistemi di gioco,come correttamente vengono definiti,hanno una valenza importante nell’economia di una squadra,perchè ti danno un’identità e una maggiore continuità in un progetto,però,nel calcio globale non puoi esimerti dall’essere flessibile.
    Certo,è vero,per alcuni meccanismi o cambiamenti devi anche avere gli uomini giusti,però,devi saperti adattare anche quando questi non li hai.
    Chi rimane fermo e radicato sulle proprie idee,non sempre fa molta strada,Giampaolo e Gasperini,sono gli ultimi esempi.

    Penso che Montella,stia facendo un buon lavoro,ha fatto degli errori e continuerà a farli,solo chi non fa niente non sbaglia mai,però ad oggi,io da tifoso sono soddisfatto,magari mi accontento di poco. :mrgreen:

    Infine,vorrei fare dei complimenti particolari,ad un giocatore,che ad oggi,mi ha smentito pienamente e sono contento per lui ma soprattutto per il Catania.

    In passato,ho etichettato Legrottaglie,come un giocatore molto limitato tecnicamente e non scevro di grandi baggianate tecniche durante le gare.
    Bene,quello che sta facendo a Catania,lo ritengo un lavoro di grande importanza e di una professionalità di grande rilevanza,oltre all’esperienza e alla personalità che sta cercando di trasmettere ai propri compagni,anche per lui vale il discorso, ‘ccù ‘mangia ‘fà ‘muddichi,cioè,anche lui può sbagliare.

    Ieri,oltre alla goduria nel vedere la classe di Barrientos,è stata grande la mia soddisfazione nel vedere Lodi e Almiron,disputare una grande gara,ho sempre sostenuto,che con un compagno che ha il compito di rastrellare in mezzo al campo,i due centrocampisti del Catania,sono un valore tecnico di invidiabile fattura.

    Ultima cosa e poi chiudo,oltre a tutti questi numeri,tatticismi e quant’altro,riguardando bene i volti dei nostri giocatori ieri sera fino all’interruzione di Tagliavento,paragonereste la stessa tensione agonstica e concentrazione visti nelle facce di Bologna????
    Penso proprio di no!!!!!!!

    Questa è la formazione che avevo postato il 13-01-2012 alle 19:57

    4-3-2-1
    Kosicki

    Bellusci-Legrottaglie-Spolli-Alvarez

    Delvecchio-Lodi-Almiron

    Barrientos-Gomez

    Bergessio.

    La differenza la fanno,Campagnolo al posto di Kosicki,Potenza al posto di Bellusci e Izco al posto di Delvecchio.

    Buon pranzo a tutti……. 😉 😉

  9. Ip Address: 87.16.98.203

    Buongiorno a tutti i tifosi. Cari amici sapete come la penso riguardo il portiere, nonostante ciò senza la maledetta sospensione il Catania avrebbe vinto lo stesso.

  10. Ip Address: 79.55.46.64

    buongiorno a tutti ieri il catania e stata la squadra che tutti vogliamo agressivita techinica e cuore detto questo vi saluto 😈 😈

  11. Ip Address: 80.182.91.191

    Ciao peppe58, Prof e angelo!!! 😉 😉 😉

    “peppe” su Legrottaglie anch’io ho sbagliato ritenendolo “vecchio” e mi sta meravigliando.
    Invece sulla partita per quando riguarda il duo Almiron e Lodi ci vuole quello che li protegge.
    Su altri siti non sono dolci i commenti su Lodi lo salvano solo sul lancio del pallone per il gol.
    Sul portiere “Prof” non ci metto lingua perche’ in questo sito ci sono gli specialisti come scrivono Andujar e’ troppo fermo in porta.

    “angelo” sarebbe bello vedere il Catania come ieri a Udine, aggressivo tecnico e cuore!!!
    Buon prosieguo di giornata!!! 😉 😉 😉

  12. Ip Address: 85.41.235.41

    Io non sono contento per la sospensione 😈 😈 😈
    non c’era Totti e De rossi va ben che non possono giocare….

    ma per 25 minuti era meglio finirla vincevamo noi…. adesso tocca aspettare.
    non mi piace…..

  13. Ip Address: 87.13.225.127

    ho visto giocare il n. 25 drl Novara 😉 😉 😉 😉 mi viene da ridere… dalla champions a lottare per la salvezza :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: auguri….

  14. Ip Address: 79.56.192.55

    Buonasera raga’!!!
    Ciao joe!!! 😉 😉 😉
    Le regole sono queste, certo che i Nostri giocatori devono entrare subito in partita, vero anche che non giochino il Pupone e De Rossi ma recupereranno gli infortunati. Noi invece recuperiamo Biagianti, Marchese, Capuano e fosse la volta buona Suazo.

    Sogni rossoazzurri a tutti!!!

  15. Ip Address: 87.16.98.203

    Buona serata a tutti gli amici tifosi. Giorgio noi non possiamo schierare né Marchese né Biagianti perchè per questa gara sono squalificati e stanno scontando la loro squalifica lo impone il regolamento. Figurati che De Rossi, ammonito e diffidato, la prossima non sarà squalificato ma la sanzione scatterà quando la partita sarà completata, tranne che non subisca un’ulteriore ammonizione prima.

  16. Ip Address: 87.16.98.203

    La vittoria del Cesena sul Novara era preventivabile quella del Lecce a Firenze no. Meno male che i romagnoli hanno iniziato il campionato con un allenatore geniale perchè il loro organico non è male, purtroppo per loro, nonostante questa vittoria, difficilmente riusciranno ad evitare la retrocessione.

  17. Ip Address: 87.16.98.203

    Buon derby a tutti. Io tifo solo per il nostro Catania, ma ho la sensazione che l’Inter non perderà. A domani.

  18. Ip Address: 79.56.192.55

    Salve Prof.!!! 😉 😉 😉
    Ha ragione, managgia!!!
    Ci rimane Suazo!!!

    Notte notte Prof.!!!

  19. Ip Address: 79.52.95.235

    non ci voleva la sospensione della partita di Catania Roma, con la pioggia si poteva giocare, il Catania ha giocato bene, meritava di vincere, la prossima partita si deve giocare dal secondo tempo della ripresa per 25 minuti + il recupero, cmq è vero che il Catania domenica prossima gioca alle 12:30 come tutte le altre squadre? nel mediavideo hanno detto questo!

  20. Ip Address: 87.13.247.204

    Buongiorno raga’!!!
    Qui Napoli e dintorni, cielo sereno e temperatura da brrrrrrrr!!!
    Ciao Mbarefabricatanese!!! 😉 😉 😉

    Udinese-Catania si gioca alle ore 15:00.

    Buona giornata a tutti!!!

  21. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno a tutti….

    State a vedere che ci rimane sul groppone 😉 😉 😉

    CATANIA, l’Estudiantes scarta l’ipotesi Andujar
    16.01.2012 09:30 di Antonino Bulla

    L’estremo difensore del Catania, Mariano Andujar, è stato accostato nei giorni scorsi dalla stampa argentina all’Estudiantes di La Plata, club in cui il portiere ha già militato vincendo campionato e Coppa Libertadores. L’ipotesi di un ritorno al ‘Pincha’ del giocatore rossazzurro è stata tuttavia scartata dal neo presidente dell’Estudiantes, Enrique Lombardi. “Andujar ci piaceva fino a poco tempo fa – ha affermato Lombardi – Lo considero ancora uno dei migliori portieri al mondo ma in quel ruolo siamo già ben coperti. Abbiamo Villar e altri tre portieri che possono dare il loro contributo alla nostra squadra”. Nei giorni scorsi la dirigenza del Catania aveva affermato che per Andujar ci sarebbe stata una possibile cessione in Argentina dopo essere stato proposto al Malaga. Dopo le dichiarazioni rilasciate da Lombardi le piste percorribile in Argentina per l’estremo difensore sono: Boca Juniors oppure Arsenal de Sarandì e Banfield che hanno necessità in questa sessione di mercato di trovare un portiere che possa sostituire gli ultratrentenni che attualmente difendono i pali delle rispettive squadre.

  22. Ip Address: 87.13.247.204

    Montella, rammarico a fine gara
    «Quelle occasioni gol sprecate…»

    «Manca qualcosa, la scelta nell’ultimo passaggio. Ma i ragazzi sono stati bravi»

    GIOVANNI FINOCCHIARO
    Non è la prima volta che Montella deve ricominciare
    a dirigere una partita sospesa. A
    Bologna, nella stagione scorsa, guidò la Roma
    per 16 minuti. Sempre la «Magica», nel suo
    destino. Ne dovrà affrontare 26 (più recupero),
    di minuti, questa volta e far segnare ai
    suoi un gol in più per legittimare quel che s’è
    visto in una sera di pioggia, azioni costruite,
    gol sprecati.
    Sarà diverso, Montella, preparare il confronto,
    anche sul piano della condizione
    atletica.
    «Effettivamente, resta il rammarico per i gol
    sprecati nella prima parte del confronto. Riprenderla
    dall’uno a uno mi fa rabbia, abbiamo
    disputato una grande partita, pressando
    alto quand’era il momento, aspettando gli
    avversari sui 60 metri. Avevamo preparato
    tutto in questo modo, dunque devo sottolineare
    che i ragazzi sono stati eccezionali».
    Qualcosa, però, in fase di finalizzazione
    manca palesemente.
    «Manca la scelta dell’ultimo passaggio, questo
    dato ci lascia un po’ interdetti. Dispiace
    non avere segnato di più. Avremmo potuto
    chiudere la partita nel primo tempo. Ma, ironizzando,
    dico che sono caratteristiche che ci
    contraddistinguono: insomma, per segnare
    un gol, dobbiamo penare tanto e dobbiamo
    migliorare molto, allo stesso tempo».
    Il sacrificio di Alvarez, schierato in difesa a sinistra,
    è servito e non s’è avvertita difficoltà
    alcuna.
    «Avevo chiesto a tutti di essere difensori,
    agendo stretti, perché questa scelta ci permetteva
    di essere più aggressivi a metà campo.
    Ripeto, l’abbiamo interpretata benissimo,
    questa gara».
    Nessuna sostituzione. Si aspettava la sospensione

    «Ho atteso per procedere ai cambi, perché
    temevo che la partita non potesse finire. Infatti,
    avrei sostituito Barrientos che, durante
    il confronto, si è rotto un dente. Ho rischiato,
    ma quanto meno avrò tutti i giocatori
    a disposizione, esclusi gli squalificati,
    Marchese e Biagianti, che rimarranno tali
    anche quando il match riprenderà per i minuti
    conclusivi».
    La difesa a quattro, dunque, ha funzionato.
    «La squadra, per l’occasione, era più coperta,
    ma non è una soluzione perenne, che si ripeterà
    sempre. Più coperti con i quattro dietro?
    Non la penso così».
    Bellusci fuori per una scelta tattica o per altro?
    «Scelta tecnica e nulla di più».
    In conferenza stampa, aveva descritto Delvecchio
    come un giocatore dal quale non si
    poteva prescindere. Ma, in questa serata di
    pioggia, era in panca.
    «Una scelta sofferta, confermo che Gennaro
    ha caratteristiche che altri non hanno, ma per
    il discorso di combinazioni tattiche, ho optato
    per Izco, perché permetteva un gioco diverso
    con i tre attaccanti che ho schierato
    contro la Roma. L’argentino mi sembrava più
    adatto a sviluppare alcuni schemi di gioco».
    Alla ripresa di questo match non troverà
    due avversari che aveva indicato come i più
    pericolosi.
    «De Rossi e Totti è meglio non averli contro.
    Sui calci da fermo Francesco è pericoloso,
    mentre De Rossi ha personalità e anche lui,
    sulle palle inattive, è abile. Al di là del mercato,
    la Roma ha, comunque, una rosa completa
    e sa come operare sostituzioni».
    Con De Rossi è stato protagonista di un siparietto.
    «Gli ho detto se domani si vuole allenare con
    me. Mi ha risposto che ci penserà».
    Eccoci al gol preso, Montella. Siamo alle solite.
    «Un nostro errore, che deriva da un malinteso
    in occasione del calcio da fermo. Siamo
    abili a sfruttarli in fase offensiva, dovremo
    migliorare in quella difensiva. Per l’occasione,
    dicevo, c’è stato un malinteso. Potenza è stato
    spinto e pensava che il portiere potesse
    uscire. Non ho rivisto l’immagine, ma l’errore
    individuale capita»

  23. Ip Address: 87.13.247.204

    Salve raga’!!!

    L’articolo che ho postato sopra e da La Siclia di Catania!!! 😉 😉 😉

    Bye bye!!!! 😀 😀 😀

  24. Ip Address: 87.16.98.203

    Una buona giornata a tutti gli amici tifosi. I risultati di ieri confermano quanto sia equilibrato il nostro campionato: La Juve fermata in casa dal Cagliari e la Fiorentina battuta in casa dal Lecce. L’anno scorso il declino della Sampdoria, poi sfociato in dramma,(sportivo si intende) comincio con una sconfitta interna contro una pericolante (Cesena). I liguri avevano venduto Pazzini e Cassano. La Fiorentina ha venduto Gilardino e il cambio dell’allenatore ha peggiorato le cose anzichè migliorarle.
    Devono stare attenti perchè la serie A è strana. Genova è una grande città, più popolata di Firenze, eppure sono finiti lo stesso in B.

  25. Ip Address: 87.16.98.203

    Ieri sera avrei voluto telefonare alla Rai per chiedere per quale oscuro motivo «Domenica Sprint» metteva in classifica il Parma prima del Catania relegando la nostra squadra nella parte destra della classifica. Differenza reti? Non di certo è migliore la nostra. Ordine alfabetico? Sicuramente no.
    Confronti diretti? Meno di meno abbiamo pareggiato 3-3 fuori casa. Partite disputate ? No, ne abbiamo disputata una in meno. Allora?
    Non mi resta che ricorrere al loro desiderio inconscio, che comunque non si realizzerà.

  26. Ip Address: 88.49.102.71

    Buongiorno a tutti, belli e brutti.
    Professore, anche le altre tv come la7 hanno fatto altrettanto, solo sky, chissà perchè, ci metteva tra Cagliari e Parma.
    C’è un recondito desiderio da parte dei media a provar godimento nel vederci sulla parte destra della graduatoria, anzi, nella parte più bassa di essa…. 🙄
    Poveri illusi…
    Credo che ormai ci si debba fare il callo e l’abitudine a digerire settimanalmente le tante discriminazioni perpetrate nei nostri confronti.
    Giusto per rincarare la dose, tutte le tv parlano dei 25 minuti da giocare al Massimino come della ghiotta opportunità che ha la Roma per approfittare dei passi falsi di Milan e Udinese; nessuno che ipotizzi minimamente il rischio di sconfitta che i giallorotti corrono….
    Generalmente in tanti condividono il progetto Udinese ma molti intimamente desidererebbero che ai primi quattro posti della graduatoria fossero sempre le solite quattro piuttosto che i friulani…..

  27. Ip Address: 92.135.71.221

    Buongiorno a tutti pari

    Ora puo’ essere ancora una bufala….ma vi ricordate quello che ho detta alcuni giorni fà? Lopez rifiuta il Fhulam e Lo Monaco si arrabbia? bene avevo detto anche che il Milan ha già l’accordo con Lopez 😐 😐

    Ciao Marcello e Prof.

    Incominciamo dal ns. sito a mettere il Catania davanti a tutti quelli che hanno 22 punti!! vero Joeeeee!! :mrgreen: :mrgreen:

    Milan, Maxi Lopez si riavvicina
    14:53 del 16 gennaio

    Nella scorsa settimana il calciomercato del Milan ha vissuto momenti altalenanti. L’amministratore delegato Galliani mercoledì sera è volato a Manchester per acquistare Carlitos Tevez e invece ha dovuto lasciare il tavolo delle trattative visto il no di Pato al trasferimento al Psg. Ieri c’è stata la sconfitta nel derby contro l’Inter con un Pato che ha deluso le aspettative e chissà che a Galliani non è venuta in mente la figura di Tevez. Adesso il Milan dovrà certamente acquistare un calciatore in attacco visto l’assenza di Cassano. Ci sono molti nomi in questi giorni che sono stati accostati al club di Via Turati, si tratta di Amauri della Juventus ma soprattutto di Maxi Lopez del Catania. Attenzione perchè il nome dell’argentino è davvero molto caldo in questo momento, Maxi Lopez è stato vicino al Milan qualche mese fa perchè scelto da Galliani per sostituire Cassano. Il giocatore aveva dato l’ok all’operazione e anche il Catania aveva approvato l’offerta del Milan di puntare su un trasferimento del giocatore con la formula del prestito con diritto di riscatto. Dopo il Milan ha voluto puntare fortemente su Tevez e Galliani ha liberato Maxi Lopez. Adesso le cose sono cambiate perchè l’Apache non dovrebbe arrivare più (condizionale obbligatorio in questi casi) per questo il Milan starebbe ripensando ancora a Maxi Lopez. L’attaccante argentino vuole rimanere in Italia per questo non ha accettato l’offerta del Fulham. Il Milan sta per ritornare sull’ex giocatore del Barcellona che a differenza di Tevez potrebbe giocare anche in Champions League. Maxi Lopez sarebbe un rinforzo importante per Allegri, il tecnico toscano potrebbe utilizzare il giocatore sia come prima punta che accanto a Ibrahimovic.

  28. Ip Address: 85.41.235.41

    Il Catania occupa al momento l’undicesimo posto a 22 punti (-5) con una partita in meno.
    quindi siamo nella parte destra della classifica…..

  29. Ip Address: 31.191.169.168

    Joe, ti sbagli! Il Catania non occupa l’undicesimo posto della classifica. Che fai ti accodi a quei giornalai delle testate nazionali che tanto hanno fatto in…bufalire il prof? … :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: o dobbiamo considerare già persa la partita di recupero con… l’Aroma? 8) 8) 8)

    Forza Catania!

  30. Ip Address: 188.11.93.197

    Buon pomeriggio a tutti,come dice Marcello,”belli e brutti” e io aggiungerei,”longhi e cutti” :mrgreen:
    Marcello,è vero,la maggior parte dei media,opinionisti e quant’altro,gradirebbero nei primi posti sempre le solite squadre,io ho l’abbonamento a sky e su sky sport24,parlano sempre delle solite ripetendo le stesse cose e quando la notizia non fa più notizia,ci vengono a raccontare quanti peti(scusate la trivialità) ha fatto in un giorno Pato, o Ibraimovic,o similari.
    Per quanto riguarda la posizione del Catania in classifica con le squadre a pari punti,di norma dovrebbe stare d’avanti chi è in vantaggio negli scontri diretti e in questo caso,giusta la posizione del nostro sito,però,tante volte,la rai,sky,mediaset e quotidiani sportivi nazionali,se ne fregano di questo e piazzano il Catania,quanto più lontano è possibile dalla zona sinistra della classifica.
    Anch’io ho sentito,che quasi tutti sperano in una(quasi scontata per loro) vittoria della Roma a Catania,evidenziando ad un possibile ritorno delle famose sette sorelle in serie “A”, come qualche anno addietro,solo con qualche protagonista diverso di allora.
    Spero che a Udine domenica prossima,ma soprattutto nei 25 minuti restanti contro i giallorossi,i ragazzi scendano in campo con la stessa determinazione e cattiveria agonistica viste sabato sera e poi,tireremo le somme.

  31. Ip Address: 188.11.93.197

    Ciao Mario,’a ‘unni ‘hà ‘statu?????????? 😉 😉 un abbraccio.

  32. Ip Address: 188.11.93.197

    Contaddizioni giornalistiche,l’Estudiantes e alcuni organi d’informazione sportiva,scartano l’ipotesi Andujar,20″ fà circa,su sky,danno Andujar in arrivo all’Estudiantes… 😯 😯 😯 😯

    A proposito,il Catania sembra interessato per la difesa dei pali,a Champagne,bene,apriamo un panettone e prolunghiamo le festività natalizie. :mrgreen: :mrgreen:

  33. Ip Address: 188.11.93.197

    Gol.Com. 16/gen/2012 17.16.00 di Filippo Cannizzo

    “El Pitu” è tornato. Per Barrientos un ritorno da protagonista dopo tanti infortuni…grazie a Montella.

    Pablo Barrientos sembra aver superato definitivamente il brutto infortunio al crociato. Con l’arrivo dell’aeroplanino Montella è decollato pure lui ai piedi dell’Etna.
    Il Catania si gode il ritorno di Pablo Barrientos. Il “Pitu”, il puffo, è tornato a scaldare il cuore dei tifosi etnei. In molti credevano che fosse un talento inespresso, adesso, con Montella in panchina, ha mostrato colpi di gran classe.

    Un calvario, iniziato nel 2009 con il grave infortunio al legamento crociato, che oggi sembra finito. Barrientos era arrivato ai piedi dell’Etna dal San Lorenzo per la cifra record di 4 milioni di euro, contratto di quattro anni. Per le tasche della società rossazzurra un prezzo elevato. Il fiuto di Pietro Lo Monaco, amministratore delegato etneo, però, non ha tradito.

    I primi anni a Catania sono stati i più difficili, il pubblico rumoreggia, arriva pure qualche critica sulla scelta, poco oculata, della società di prendere un giocatore considerato di “cristallo”. Da Atzori a Mihajlovic, da Giampaolo a Simeone, per il giovane argentino, pochissime presenze e molte critiche.

    Cosi la società decide di mandarlo in prestito in patria, all’Estudiantes, nel gennaio del 2011, dove Barrientos gioca con più continuità per un totale di 13 presenze ma senza segnare goal.

    Nell’estate scorsa, il ritorno a Catania. Stavolta sulla panchina etnea siede Montella. L’ex giallorosso crede nei colpi dell’argentino, affidandogli le chiavi del centrocampo. Il primo goal lo segna a Lecce, il 26 novembre, un gran tiro da fuori, che regala al Catania il primo successo esterno. Il resto è cronaca recente, sino all’ultima prestazione contro la Roma. Numeri e colpi che promettono bene per il prosieguo della stagione. Barrientos c’è.

  34. Ip Address: 31.191.169.168

    Ciao Peppe, riflettevo … 😆 😆 😆

  35. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Mario e Peppe e a tutti gli altri…..

    il Catania è undicesimo nella classifica (ovvio meno una partita da giocare)
    a pari punti con Cagliari e Parma

    Cagliari: decimo punti 22 diff. reti (-2)
    Catania: undicesimo punti 22 diff. reti (-5)
    Parma: dodicesimo punti 22 diff. reti (-8)

  36. Ip Address: 87.16.98.203

    Un caro saluto a tutti i tifosi del sito. Ciao Joe, Chiarezza, Catanista, Peppe e tutti gli altri. Joe, al limite, undicesimo ci può stare perchè il Cagliari ci precede per ordine alfabetico, confronti diretti e differenza reti, ma loro ci mettevano dopo il Parma. Joe dico al limite perchè al momento della sospensione il Catania stava pareggiando per 1-1 e in ogni caso ha una partita da recuperare. Per misurare “l’amore” che i cronisti hanno nei confronti della nostra squadra basta ascoltare i loro allucinanti commenti del tipo “Il rigore su Rosi era netto”. Io, se fossi stato l’arbitro, l’avrei ammonito per simulazione.

  37. Ip Address: 87.16.98.203

    I giornalisti del Nord chissà cosa darebbero per vedere il Catania in fondo lottare per la salvezza! Ricordo la scritta che campeggiava in una motoape diceva: Invidioso crepa. Dopo aver indovinato il pronostico del derby mi sbilancio ancora e ribadisco un pronostico che ai più può apparire scontato: Napoli-Bologna 3-0

  38. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Professore,
    Con il pareggio saremo al nono posto con 23 punti prima del Chievo. che ha un diff. reti (-6)
    quindi nella zona sinistra, ma noi la partita la vogliamo vincere 😈 😈
    era nostra in tutti i modi….

  39. Ip Address: 31.190.189.151

    Ciao Joe e prof.
    lassatili peddiri … dopo il recupero creperanno di invidia, se già non lo hanno fatto … ahahahahahaha

  40. Ip Address: 79.55.46.64

    buonasera a tutti ciao peppe ti stimo 😉 😉 😉

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu