Verso Palermo – Catania

 Scritto da il 23 novembre 2012 alle 17:01
Nov 232012
 

Al termine di un’intensa seduta d’allenamento, svolta nel pomeriggio a porte chiuse a Torre del Grifo, il tecnico del Catania Rolando Maran ha convocato 22 giocatori. Rossazzurri in ritiro da stasera, in vista della sfida in programma domani alle 20.45 allo stadio “Renzo Barbera” contro l’U.S. Città di Palermo, gara valida per la quattordicesima giornata del girone d’andata del Campionato Serie A Tim 2012/13.

Questi gli atleti a disposizione:
Portieri –

21 Andujar, 1 Frison, 29 Terracciano.
Difensori –
22 Alvarez, 18 Augustyn, 14 Bellusci, 33 Capuano, 6 Legrottaglie, 12 Marchese, 5 Rolín, 3 Spolli.
Centrocampisti –
4 Almiron, 28 Barrientos, 19 Castro, 13 Izco, 10 Lodi, 16 Paglialunga, 24 Ricchiuti, 30 Salifu.
Attaccanti
35 Doukara, 17 Gomez, 15 Morimoto.

FORZACATANIA VINCI PER NOI…..

 

  8 Commenti per “Verso Palermo – Catania”

  1. Ip Address: 85.41.235.41

    Peccato che Bergessio non ce la fatta :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: speriamo che Doukara vede e inquadra la porta dei Meusa….

  2. Ip Address: 79.49.39.74

    buonasera a tutti fratelli dal cuore rosso e azzurro una buona serata alla redazione ciao joe grazie prof dovere sicuramente maran non andra per perdere ma per fare sua la partita forza catania sempreeeeeeeeeeeeeeeeeeeee 😉 😉

  3. Ip Address: 109.115.11.5

    Siamo certi che la difesa rossazzurra non tradirà.Speriamo che i centrocampisti, oltre che prodigarsi nell’azione di tamponamento, sappiano rilanciare. Penso che si Dukara che Morimoto, in azione di rimessa, potranno fare qualcosa di positivo. L’importante non lasciarsi aggredire sin dall’inizio, creare equilibrio a centro campo e poi…tanta pazienza e possesso palla.Saluti

  4. Ip Address: 79.49.39.74

    Chiavaro a GS.it: «Nel derby conterà l’aspetto mentale»

    «Il Catania è lo stesso per il secondo anno. Spero non ci siano incidenti»

    Siamo ormai alla vigilia del derby di domani sera tra Palermo e Catania e Golsicilia.it continua a dar voce agli addetti ai lavori per la partita più attesa della stagione per le due rappresentanti della Sicilia in serie A. Ai nostri microfoni è intervenuto Luigi Chiavaro, attuale ds del Misterbianco (Eccellenza, girone B) ma soprattutto detentore di un record tanto curioso quanto lusinghiero: è tuttora il catanese ad aver disputato il maggior numero di partite in campionato con il Catania, 134 gare dal 1974 al 1981.

    IL DERBY ALL’ESTERO – Tedesco “rosanero” vs spagnolo “rossazzurro”

    LE ALTRE ESCLUSIVE – Sonetti (ex Palermo e Catania) – Antonio Costa (Radio Sportiva, Calciomercato.com, Sestarete)

    STORIA – Il derby di Sicilia dal ritorno in A

    Il Derby di Sicilia all’estero: tedesco ‘palermitano’-spagnolo ‘catanese’ ()
    Anche in Germania e Spagna tiferanno per Palermo e Catania

    Palermo-Catania non è più soltanto il derby di Sicilia…

    Serie A

    Juventus32
    Inter28
    Fiorentina27
    Napoli27
    Lazio23
    Roma20
    Catania19
    Atalanta18
    Parma17
    Udinese16
    Cagliari16
    Milan15
    Torino14
    Sampdoria13
    Bologna11
    ChievoVerona11
    Palermo11
    Pescara11
    Siena10
    Genoa9

  5. Ip Address: 79.49.39.74

    «Il Catania è lo stesso per il secondo anno. Spero non ci siano incidenti»

    Siamo ormai alla vigilia del derby di domani sera tra Palermo e Catania e Golsicilia.it continua a dar voce agli addetti ai lavori per la partita più attesa della stagione per le due rappresentanti della Sicilia in serie A. Ai nostri microfoni è intervenuto Luigi Chiavaro, attuale ds del Misterbianco (Eccellenza, girone B) ma soprattutto detentore di un record tanto curioso quanto lusinghiero: è tuttora il catanese ad aver disputato il maggior numero di partite in campionato con il Catania, 134 gare dal 1974 al 1981.

    Innanzitutto le chiedo una battuta sul momento che sta attraversando il suo Misterbianco in campionato.

    «La squadra era partita molto bene, purtroppo abbiamo avuto una flessione nelle ultime quattro partite, ci può stare ma ora cercheremo di recuperare. L’obiettivo è quello di fare un campionato tranquillo».

    Come valuta al momento il Catania sul piano del gioco? Si aspettava questa situazione di classifica, con il sesto posto a 19 punti?

    «Il Catania alla fine non ha cambiato nulla, è rimasta l’inteleiatura dell’anno scorso. Considerando i giocatori che formano lo stesso gruppo per il secondo anno nonché l’esperienza e la maggior conoscenza tra i giocatori stessi mi aspettavo questa partenza».

    Quale partita prevede domani sera a Palermo, in un ambiente caldo e contro una squadra che deve uscire da una situazione di classifica deficitaria?

    «Indubbiamente il derby è sempre un derby, c’è sempre qualcosa di più che in altre partite. Spero che non succeda nulla di particolare sugli spalti, sul campo sarà una gara difficile per entrambe le squadre: il Palermo cercherà la vittoria a tutti i costi, il Catania può inseguire i tre punti affidandosi alle ripartenze».

    Secondo lei, quali giocatori e quali aspetti possono essere decisivi domani sera?

    «Io sono sempre stato dell’idea che nella squadra tutti possono fare qualcosa di importante e non solo un elemento, il singolo può poco o nulla se la squadra non gira. Quanto agli aspetti, dò primaria importanza a quello mentale: il Palermo si trova in una situazione difficile, con la piazza che rumoreggia e non è contenta, per cui una vittoria sarebbe importante per cominciare a tirarsene fuori».

    Lei è stato il giocatore catanese con il maggior numero di presenze in campionato con il Catania. Saprebbe dirci il suo più bel ricordo in assoluto con la maglia rossazzurra?

    «Sicuramente la promozione in serie B nel campionato ’79-’80, dopo tre stagioni in serie C in cui cercavamo il salto di categoria. Ricordo con piacere anche il momento dell’esordio in prima squadra».

    Si sente di fare un pronostico?

    «Il derby è sempre una partita particolare, può risolversi in una vittoria delle due squadre come può finire in pareggio. L’importante, come ho detto prima, è davvero che non succeda nulla sugli spalti e che tra le tifoserie di Palermo e Catania ci sia buonsenso, forti di una crescita mentale e di gruppo».

  6. Ip Address: 79.49.39.74

    MASCALUCIA (CT) – Di seguito la lista dei convocati di mister Maran per la sfida al Palermo. Non recuperano né Bergessio né Biagianti.

    Portieri: 21 Andujar, 1 Frison, 29 Terracciano.
    Difensori: 22 Alvarez, 18 Augustyn, 14 Bellusci, 33 Capuano, 6 Legrottaglie, 12 Marchese, 5 Rolín, 3 Spolli.
    Centrocampisti: 4 Almiron, 28 Barrientos, 19 Castro, 13 Izco, 10 Lodi, 16 Paglialunga, 24 Ricchiuti, 30 Salifu.
    Attaccanti: 35 Doukara, 17 Gomez, 15 Morimoto.

  7. Ip Address: 95.250.98.72

    Buona sera a tutti gli amici del sito,ciao Joe,Angelo e tutti quelli che verranno dopo 😆 😆

    Il lavoro(grazie a Dio ce l’ho) mi ha tenuto lontano dal sito,ogni tanto ho dato una sbirciatina agli articoli(complimenti agli articolisti) e ai vostri commenti che,danno sempre ampio margine di dialogo.

    Sarebbe complicato per me :mrgreen: andare a ritroso con i commenti e le notizie arretrate,solo su una cosa devo dire la mia,visto che,ho sempre apprezzato il suo lavoro fatto a Catania e in certi casi,condiviso certi suoi atteggiamenti, Su Lo Monaco che, sta mettendo in mostra tanta di quella bassezza,che,ha rovinando quelle opinioni positive di alcuni tifosi catanesi che avevano di lui,me compreso e non eravamo in pochi,chiudo questo mio pensiero sulle dichiarazioni di Lo Monaco con un’affermazione tutta catanese,” ‘u ‘pisciaru ‘vannia ‘chiddu ‘ccà ‘iavi “.

    Andiamo al derby,Joe,penso che domani sera,in attacco ci sarà Morimoto e non Doukarà,è una mia impressione che,seppur non mi è dispiaciuto,vista la giovane età dell’attaccante franco-senegalese,darei una chance al giapponese,chissa che non ci possa riservare qualche bella sorpresa.

    Comunque,ho una sola paura in questa partita,la mia paura è,il Catania stesso,per questo partire favoriti non mi piace,però,con questo Palermo attuale,le mie speranze sono vive :mrgreen:

  8. Ip Address: 95.250.98.72

    Rosario,scrivevamo in contemporanea,perciò,il “tutti quelli che verranno dopo”,era te compreso 😉

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu