Vietato abbassare la guardia

 Scritto da il 19 gennaio 2012 alle 08:33
Gen 192012
 

«Abbassare la guardia» è una locuzione molto usata nel gergo sportivo, in particolar modo viene utilizzata durante gli incontri di pugilato o nella scherma. Con questa espressione si indicano coloro che, in maniera imprudente, si rilassano eccessivamente smettendo di preoccuparsi di qualcuno o di qualcosa.
In un momento così  delicato, come quello che sta attraversando l’Italia, nessuno di noi può permettersi il lusso di «abbassare la guardia». Lo sport, in fin dei conti rispetto ai problemi più gravi riveste un ruolo marginale, anche se serve a distrarci e ad alleviare le pene.
Nel pugilato, come nella vita, di solito, quando si abbassa la guardia, si prende un doloroso pugno in piena faccia.
L’ultimo turno di campionato, monco della mezz’ora scarsa (recupero incluso) del confronto fra Catania e Roma ha ribadito, qualora ce ne fosse bisogno, quanto può essere pericoloso, anche nello sport, per l’appunto, «Abbassare la guardia».
Il campionato, che soltanto dopo lo svolgimento del prossimo turno sarà al giro di boa, è tutt’altro che chiuso. Un conto sono le previsioni finali e i pronostici, un conto i risultati progressivi che maturano i quali, pur non stravolgendo le previsioni finali, di tanto in tanto, sovvertono i pronostici. La guardia l’avrà abbassata senz’altro la Fiorentina che, forse illusa dalla rotonda vittoria di Novara, ha affrontato il Lecce senza mettere in campo la giusta determinazione. Morale della favola: il Lecce, disastroso in casa dove ha conquistato solo un punto in otto gare, beneficiato di un calcio di rigore, per un inesistente fallo di Natali, ha espugnato il Franchi.
Pronostico ribaltato in pieno, ma previsione finale che non muta con i salentini che rimangono gli indiziati principali alla retrocessione. Le altre due sorprese della giornata sono venute dai mezzi passi falsi casalinghi di Juventus e Napoli.
La squadra di Conte, alla fine, potrebbe anche vincere il tricolore, ma l’incontro con i Sardi di Ballardini ha dimostrato che la loro classifica, più frutto della superiorità tecnica della squadra, è frutto dello spirito di sacrificio, dell’impegno e dell’abnegazione.
Nella classifica della Juventus c’è molto della grinta e della tenacia di Antonio Conte che, rispetto a Del Neri alle parole  e ai proclami preferisce i fatti.
Il pareggio del Napoli, invece è dovuto alle difficoltà oggettive che la squadra di Mazzarri trova in casa quando deve attaccare. Ieri sera se al 10’ Hamsik non avesse fallito una clamorosa palla gol la partita sarebbe finita 3 – 0 o di goleada perché il Napoli è micidiale nelle ripartenze, invece c’ è voluto un rigore di Cavani per portare a casa un punto. In ogni caso Conte e Mazzarri sono allenatori che difficilmente abbassano la guardia, vista la pericolosità che comporta la mancanza di concentrazione, soprattutto in un campionato equilibratissimo come quello italiano.
L’approccio giusto alla partita l’aveva mostrato sabato sera il Catania mettendo per lunghi tratti dell’incontro sotto la blasonata Roma.
A questo proposito bisognerebbe ricordare ai tanti strombazzanti commentatori sportivi che la partita è stata sospesa sul risultato di 1-1, un risultato che stava strettissimo al Catania, e che la Roma non stava certo vincendo per 4-1. A meno che loro non abbiano quelle doti divinatorie che io non posseggo, dal momento che continuano a parlare di possibile sorpasso della Roma nei confronti del Napoli e di ulteriore avvicinamento alla vetta.
Il diluvio ha bloccato a quota 22 il Catania e a quota 27 la Roma, ma in teoria le due squadre in classifica hanno un punto in più e se nel recupero dei minuti non giocati il risultato di parità si dovesse schiodare non è detto che siano loro ad avere ragione.
Pensi, piuttosto, la Roma a battere nell’anticipo il Cesena che dopo la prevedibile vittoria sul Novara ha rialzato la testa.
Il Catania chiude il girone d’andata sul campo dell’Udinese, la squadra dal miglior rendimento casalingo di tutta la serie A. Davanti al pubblico amico Di Natale e soci hanno conquistato otto vittorie su nove incontri dividendo la posta in palio solo con la Juventus, fra l’altro nell’unico incontro casalingo in cui non hanno segnato.
L’Udinese “normale” fuori casa (2 vittorie 4 pari e 3 sconfitte) in casa fa paura è inutile negarlo.
Il Catania, però, ha bisogno di punti e non deve avere paura di nessuno.
Una condotta di gara rinunciataria, basata soltanto a cercare di non prenderle, del resto, porterebbe a un’inevitabile sconfitta.
Nella classifica dei punti conquistati fuori dal terreno amico il Catania non è poi messo tanto male, in questo momento del campionato otto squadre hanno fatto nettamente peggio.
I rossazzurri hanno conquistato una vittoria e cinque pareggi, tornando a casa imbattuti in sei delle nove trasferte.
Insomma i ragazzi di Montella fuori casa non sono il Novara o il Palermo e si fanno rispettare.
L’Udinese non avrà a disposizione i calciatori impegnati nella Coppa d’Africa e la loro assenza, specie quella del difensore Benatia, nella trasferta di Genova si è fatta sentire.
Comunque, per portare a casa un risultato positivo, bisognerà giocare con “il coltello fra i denti” lottando su ogni pallone e non essere danneggiati dalla malasorte. Il Catania visto a Bologna non avrebbe scampo, il Catania di sabato, a prescindere dal risultato finale, non avrebbe nulla da farsi perdonare. Insomma, domenica più che mai è vietato abbassare la guardia.

  59 Commenti per “Vietato abbassare la guardia”

  1. Ip Address: 80.181.178.209

    BUongiorno raga’!!!
    Buon articolo Tino!!!
    Qui Napoli e dintorni, cielo sereno e temperatura da brrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr!!!!
    Come scrive Tino ogni partita bisogna metterci cuore, grinta e palline!!!
    Non specchiarsi ma restare umili perche’ tutte le squadre piccole ci mettono impegno e noi sappiamo qualcosa.

    Buona giornata a tutti e forza Catania!!!

  2. Ip Address: 79.55.46.64

    buongiono a tutti amici rossazzurri bella disamina tino e giusto che il catania deve giocare senza paura con tutti buona giornata 😈 😈

  3. Ip Address: 79.55.46.64

    mi sono mangiato una r :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  4. Ip Address: 80.181.178.209

    Ciao angelo!!! 😉 😉 😉
    Ci mangiamo tutti q

  5. Ip Address: 80.181.178.209

    Ripeto!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
    Ciao angelo!!! 😉 😉 😉
    Ci mangiamo tutti le vocali e le consonanti!!! 😐 🙁 :mrgreen:
    Nell’allenamento di ieri si nota nella formazione con maglia rossa la mancanza di Lodi, vuoi vedere che Mister Montella lo mette in panchina?
    Letto anche in altri siti Lodi perde molti contrasti in mediana.

    In maglia rossa: Campagnolo; Potenza, Bellusci, Spolli; Izco, Almiron, Biagianti, Barrientos, Llama; Bergessio, Catellani. In casacca gialla: Kosicky; Calapai, Legrottaglie, Paglialunga, Marchese; Delvecchio, Lodi, Ricchiuti; Gomez, Lopez, Suazo. Vittoria dei “rossi” per 3-1, Bergessio apre e chiude le marcature, in mezzo i gol di Barrientos e Delvecchio.

  6. Ip Address: 80.181.178.209

    Anche lui e’ andato!!!

    2012-01-18 20:05:00

    Mariano Andújar jugará 6 meses a préstamo en Estudiantes de La Plata

    Finalizó la reunión en Capital Federal entre Enrique Lombardi y Jorge Cyterzpiller en dónde se llegó a un acuerdo definitivo para que Mariano Andújar vuelva a ser el arquero del Pincha.

    Como adelantó Cielosports, el jugador se transformó en el primer refuerzo de Estudiantes de este mercado de pases a cambio de 100 mil dólares por el préstamo por 6 meses.

    El portero llegará al país el día viernes y se lo espera el sábado por el Contry Club para saludar a sus nuevos/viejos compañeros, mientras se desarrollen los amistosos frente a Sarmiento de Junín.

    A partir del próximo Lunes, Mariano Andújar se sumará a los otros 4 arqueros del plantel profesional para comenzar a trabajar bajo las órdenes de Sergio García.

  7. Ip Address: 2.12.180.39

    Buongiorno a tutti pari!!

    Aspetto con trepidazione il salto di qualità!! Udine è un buon banco di prova, si puo’ perdere nessuno lo nega, ma spero a tresta alta!! Tino è retorico dire che sono d’accordo sul Vietato abbassare la guardia!!

    Riguardo al mercato, aspetto inutile a questo punto fare supposizioni!!!

    Ad Andujar e Ledesma gli auguro grandi soddisfazioni in Argentina e nella coppa Libertadores Champion’s league sud americana, uno all’Estudiantes e l’altro al Boca juniors!! infine non è che siano andati al Benevento 🙄 🙄 nella graduatoria squadre sono molto prima del Catania!!

  8. Ip Address: 2.12.180.39

    ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓

    ESCLUSIVA TMW – Andujar: “Oggi parto per l’Argentina. Con il Catania…”
    19.01.2012 11.07 di Cristina Guerri articolo letto 4331 volte
    © foto di Federico Gaetano

    Le valigie sono pronte. Mariano Andujar oggi pomeriggio farà ritorno in Argentina, dove giocherà in prestito fino a giugno con la maglia dell’Estudiantes, club nel quale ha militato per tre stagioni. L’estremo difensore è intervenuto ai microfoni di Tuttomercatoweb.com prima di chiudere, almeno per questa stagione, la sua avventura nel calcio italiano.

    “Sono state dette tante cose in questo periodo sul mio allontanamento da Catania, ma solo io e la società sappiamo quello che è successo. Al termine di Parma-Catania (recupero della prima giornata di campionato, giocata il 21 dicembre, ndr), mi sono ritrovato a discutere vivacemente col direttore sportivo Lo Monaco. Se chiedevo la cessione? No, questo mai. Ho troppo rispetto per la società, i tifosi e la città che ha visto nascere mio figlio. Io e il direttore abbiamo due caratteri forti, ecco perché la situazione è diventata irreparabile. Al mio rientro dalle vacanze di Natale mi è stato comunicato l’esclusione dalla rosa. L’unica soluzione, dunque, era quella di andare via. Sono molto contento di tornare all’Estudiantes, lì ho tanti amici. Sarà per me uno stimolo giocare con quella maglia. Restare in Italia? Ho accettato subito l’Estudiantes, anche se sapevo che c’erano numerose squadre, italiane ed europee su di me. La mia paura era quella di restare fermo per sei mesi, all’Estudiantes so che giocherò. Il futuro? Mi aspettano sei mesi intensi, al mio ritorno a Catania si vedrà”.

  9. Ip Address: 2.12.180.39

    Si evitano per cortesia facili paragoni con Zenga, Catania è una città prolifera!! :mrgreen: :mrgreen:

  10. Ip Address: 80.181.178.209

    Ciao chiarezza!!! 😉 😉 😉
    A Catania con il sole e il mare c’e’ molta “tenerezza”!!!

    IL PERSONAGGIO. L’attaccante centrale honduregno, infortunatosi a Novara, adesso è di nuovo a pieno regime

    «Mi alleno a tempo pieno
    con il gruppo da due
    settimane, ho finito di…
    pressare lo staff medico.
    Devo ricambiare la fiducia
    della società che mi ha
    aspettato con pazienza. La
    Nazionale? Ho parlato con
    l’allenatore, so che mi
    aspetta, ma la priorità è
    tutta rossazzurra. Se faccio
    bene qui, se ne riparlerà.
    La mia posizione? Posso
    giocare da centrale o da
    esterno. Datemi uno
    spazio libero e mi metterò
    a correre come prima»

    Dopo 100 giorni riecco Suazo
    «Grazie, Catania: torno di corsa»
    «I tifosi mi hanno spinto all’ottimismo. Devo sdebitarmi anche con la società»

    GIOVANNI FINOCCHIARO
    NOSTRO INVIATO
    TORRE DELGRIFO. Serve uno scatto, meglio ancora una progressione
    alla Suazo, per recuperare il tempo perduto. Il Catania
    ricolloca tra i «disponibili» l’attaccante honduregno, infortunatosi
    nel corso della trasferta di Novara. Dalla sesta di andata
    a oggi è passata una vita. Oltre cento giorni. Davide ammette:
    «Un motivo c’è».
    Spieghiamolo.
    «Ho accusato uno strappo al bicipite della gamba destra».
    Adesso è guarito.
    «Sono contento, le vacanze forzate sono terminate».
    Quando tornerà in campo?
    «Sono a disposizione: da due settimane mi alleno al cento
    per cento con i compagni».
    Sull’infortunio di Novara ha influito il fatto che si giocasse su
    un campo in erba sintetica?
    «Può essere anche stato un fattore da ricondurre al campo.
    Dire se ha influito sul mio malanno? Io non ragione sulle ipotesi,
    ma sulla realtà».
    Fissiamo, dunque, i suoi obiettivi.
    «Ne ho tre, principalmente».
    Avanti con il primo.
    «Essere in grado di dare una mano alla squadra».
    Gli altri due?
    «Ricambiare l’affetto che società, tifosi, tutto lo staffmi hanno
    trasmesso. Quello che ho vissuto è stato il massimo della
    gratificazione. Ma anche restare in campo il più a lungo».
    Non ha fatto cenno al gol. Pensa al primo in rossazzurro?
    «Se dovessi raccontarvi quello che mi passa per la testa,
    quando penso al gol, staremmo qui a parlare per mesi. Ma,
    poi, voi lo sapete: noi attaccanti siamo scaramantici. Per ora
    non parlo».
    Lei, David, rientra in una fase della stagione in cui i campi sono
    più pesanti.
    «Clinicamente sono a posto, mi sono allenato bene. Ripeto,
    sono a completa disposizione. Come si dice dalle vostre
    parti? Tocco ferro».
    Il suo connazionale Alvarez ha detto che lei mai ha perso il
    sorriso, durante le cure.
    «Essere ottimisti aiuta a reagire. Sorridere fa sembrare meno
    grave l’infortunio».
    Nel Catania di oggi, Suazo si colloca facilmente?
    «Che posto potrei avere oggi? Una delle mie fortune è che
    con tanti giocatori che il Catania ha la fortuna di avere in organico,
    tutti possono girare, ruotare. Io posso fare l’esterno,
    la prima, la seconda punta. Questa squadra ha cambiato il
    modulo più volte: per me l’unica cosa che conta è lavorare».
    Sicuramente si troverà meglio in mezzo.
    «Rispondo così: il mio ruolo è in attacco. Sono veloce e sicuramente
    quando me lo permettono, mi butto negli spazi
    vuoti. Lì posso dare di più. Non sono soltanto un centrale.
    Nella mia carriera ho giocato in tutte le posizioni».
    Se dovesse andare via Lopez, lei sarebbe un sostituto naturale,
    anche se con caratteristiche diverse.
    «Se parte Maxi… Ma queste sono valutazioni da lasciare alla
    società. Tutto dipende da come andranno le cose, così come
    tutto dipende dagli avversari che affronti».
    Insistiamo sul suo ruolo: si trova meglio con il tridente o con
    il 3-5-2?
    «Anche quando giochiamo con una sola punta, noi attaccanti
    non siamo soli. Per esempio, “pitu” Barrientos e “papu” Gomez
    arrivano a ridosso dell’area e non resti solo. Se giochi con
    due attaccanti, resti comunque più vicino alla porta. Il sostegno
    dei compagni resta notevole».
    Si diceva, David, che lei ha cinque mesi per convincere il Catania
    a tenerlo.
    «Sono in grande debito con la società, perché ha creduto in
    me in avvio di stagione. Sono ancora più grato adesso che ho
    pochi mesi per dimostrare che posso essere utile. Ho anche
    un dovere verso i tifosi che mi dicono non “come stai”, ma
    “quando giochi”. Queste parole mi riempiono di gioia, mi
    hanno aiutato a reagire. Anche perché…»
    C’è dell’altro?
    «Sì, volevo sottolineare che dopo tre mesi di rottura… provocata
    allo staffmedico, dico basta. Ringrazio e mi preparo per
    giocare».
    Lei è un velocista di rara bravura. È tornato a sottoporsi ai test
    sui cento metri.
    «Per ora no. In passato ho fatto fermare il cronometro sotto
    gli 11 secondi».
    Qualche mese fa si è incontrato con l’allenatore della Nazionale.
    Obiettivo rientro?
    «La priorità è il Catania. Ho parlato con il ct honduregno, so
    che mi aspettano. Tutto dipenderà da come mi troverò qui».
    Udinese-Catania che partita sarà?
    «Stiamo facendo vedere qual che valiamo».
    Un giudizio su Di Natale.
    «Parlano i numeri, per lui».

  11. Ip Address: 87.10.103.195

    Buon pomeriggio a tutti,Tino,mi sembra,che abbassare la guardia possa essere sinonimo di Bologna-Catania :mrgreen: ,
    ho sempre avuto la convinzione,che senza il giusto approccio e concentrazione,non ci siano moduli,o sistemi di gioco che dir si voglia,che tengano,troppo facile dire che Montella lo ha spesso ripetuto(ma ne ero già convinto di mio).

    Per quanto riguarda la trasferta di Udine,partita abbastanza probante,io spero che i ragazzi,continuino a tenere alta la guardia,tanto per citare un passaggio del tuo ottimo articolo,per dare continuità alla buona prestazione vista contro la Roma.
    Vorrei anche,metterci dentro qualche statistica,se non sbaglio,quest’anno,non si è ancora verificata la partita sorpresa del campionato,quelle partite che anche agli occhi dei bookmakers,sono già scontate.
    Non voglio dire che il Catania a Udine parte già sconfitto,però,non ha certo i favori dei pronostici.

    Allora chissà,visto l’ottimo rendimento dell’Udinese al Friuli,che non possa essere la domanica della sorpresa e poi,lasciatemelo dire,alla squadra friulana mancano Asamoah e Benatià per la coppa d’Africa,assenze non indifferenti,per non citare Domizzi e Coda assenti per infortunio,se poi aggiungiamo,che le squadre di Guidolin,nei mesi tra gennaio e febbraio,accusano un periodo di flessione(quasi sempre si dice cisì per farsi coraggio :mrgreen: ),
    se a tutto questo,aggiungiamo un Catania attento e concentrato,bè,allora la speranza che possa essere la domenica della sorpresa,non è poi così remota. :mrgreen:

  12. Ip Address: 87.10.103.195

    Un saluto particolare ad Angelo,Mongibello e al sempre presente Giorgio.
    Un abbraccio a Mario Catanista60.

  13. Ip Address: 87.10.103.195

    ‘Inchia ‘mi ‘scuddai ‘ì ‘facciuzzi, ‘ccì ‘mettu ‘ora. 😉 😉 😆 😆 :mrgreen:

  14. Ip Address: 87.10.103.195

    Ho appena letto l’intervista di Andujar,ha ragione,la verità,la sanno solo lui e la società,noi possiamo solo farci un’idea di quello che vediamo esternamente.
    Ha affermato,che aveva richieste dall’Italia e dall’Europa,mi chiedo,come mai nessun organo d’informazione ne ha mai parlato,visto che a volte pur di dare una notizia se la inventano? E Lo Monaco,se ci fosse stata qualche richiesta adeguata,se la sarebbe lasciata scappare?
    Mi sbaglierò,ma anche in queste dichiarazioni ci vedo tanta presunzione.

    Sta andando a giocare all’Estudiantes,che non è il Catania,però,è in Argentina.L’Estudiantes in Europa,sarebbe ugualmente così titolata?
    Comunque,gli auguro di fare molto meglio di quanto non abbia fatto a Catania,può anche darsi,che l’Estudiante compri l’intero cartellino.

    Per quanto riguarda Ledesma,avevo molta stima di questo giocatore,mi dispiace per come sia finita la sua esperienza in rossazzurro,forse,non ci fosse stato quel maledetto infortunio,oggi,staremmo parlando di un altro giocatore,comunque,buona fortuna a tutti e due.

  15. Ip Address: 87.10.103.195

    La difesa a tre cambia il nostro calcio… da Mazzarri e Guidolin alle ‘new entry’, in A è rivoluzione tattica!
    Dopo quelli di Napoli e Udinese, altri sette tecnici mettono da parte i metodi ‘Sacchiani’ prediligendo uno stopper in più e gli esterni a tutta fascia. Scopriamo chi sono…

    19/gen/2012 16.38.00 di Claudio D’Amato
    La difesa a tre sta diventando consuetudine. Sono diversi gli allenatori in serie A che si sono ‘convertiti’, abbandonando i metodi ‘Sacchiani’ e prediligendo uno schieramento con uno stopper in più e gli esterni a tutta fascia. Il ‘Corriere dello Sport’, evidenzia come siano ben nove i tecnici che hanno scelto il cambio di modulo.
    Gli esempi più eclatanti, anche in rapporto ai risultati fin qui ottenuti, sono Mazzarri e Guidolin. Il livornese ha scelto la difesa a tre fin dai tempi dell’Acireale, a inizio carriera. Ovviamente, retroguardia che diventa camaleontica a seconda dello schieramento offensivo degli avversari: ad esempio, se si affrontano due ali e un centravanti, ecco abbassarsi uno dei due esterni di fascia in fase passiva.

    Discorso diverso per il tecnico dell’Udinese, che ammette di essersi convertito quasi ‘costretto’ dal club friulano nel lontano 1998: “Quando arrivai a Udine la prima volta, mi dissero: o giochi così o non ti prendiamo, vogliamo dare un seguito al lavoro di Zaccheroni. Accettai. Allora mi incuriosiva, ora me ne sono innamorato”. Tanto da esaltarne i pregi: “L’aspetto che mi ha convinto di più, e da subito – evidenzia Guidolin – non è stata tanto la voglia di essere più coperto centralmente, quanto la ricerca del possesso palla dei tre difensori, perché se lo fai bene, e riesci a far entrare uno dei tre nell’altra metà campo, metti sempre in difficoltà gli avversari”.

    Oggi un bel gruppo di allenatori difende a 3, seguendo una linea di flessibilità di cui ci parla, nell’articolo accanto, un maestro di tattica come Renzo Ulivieri. Nelle ultime giornate hanno giocato a 3 il Lecce di Cosmi, il Bologna di Pioli, la Fiorentina di Delio Rossi, il Catania di Montella, il Parma di Donadoni, il Genoa di Marino e il Novara di Tesser. Tranne Napoli e Udinese, tutte le altre (sono 7) hanno cambiato modulo rispetto a qualche tempo fa: prima difendevano a 4.

  16. Ip Address: 92.135.95.215

    e 5 😮 😮 😮 😮

    CATANIA, Llama: “Sto meglio e sono sereno, non ancora pronto per il 3-5-2”
    19.01.2012 16.15 di Manuela Puglisi per itasportpress.it articolo letto 134 volte

    Il centrocampista del Catania, Cristian Llama, è intervenuto in conferenza stampa a Torre del Grifo. Queste le dichiarazioni raccolte da Itasportpress.it: “Finalmente ho superato l’infortunio, ma ancora non ho recuperato la condizione fisica al 100%. Sono stato un po’ sfortunato, ho subito un’infortunio prima al ginocchio e poi alla caviglia, fisicamente mi sento meglio. Sono sereno perché i tifosi, la squadra e il mister mi aspettano. Con il mister non abbiamo ancora parlato di modulo e sulla mia eventuale posizione in campo. Mi adatto a qualsiasi sistema di gioco anche se non ho mai fatto il 3-5-2 e credo di non essere ancora in grado di affrontare una gara con questo modulo, soprattutto perché la mia condizione fisica non è delle migliori. Eventualmente mi adatterò. Con il 4-3-3 può essere più semplice. L’Udinese? Gli mancheranno due giocatori importanti come Asamoah e Benatia, ma non saranno da meno chi li sostituirà, dovremmo stare anche attenti a Di Natale, Pinzi e Floro Flores che sono dei buoni giocatori. La loro è un’ottima squadra e lo stanno dimostrando. Affrontare una squadra in forma come la loro per noi dovrà essere un motivo in più per fare bene. Con la cattiveria giusta possiamo ottenere un buon risultato.”

  17. Ip Address: 79.55.46.64

    buonasera amici rossazzurri ciao peppe 58 sono contento x suazo forza catania sempre 😈 😈

  18. Ip Address: 87.16.98.203

    Un caro saluto a tutti i tifosi del Catania. Approfitto di questi cinque minuti di tempo libero per dire che un Suazo a pieno regime sarebbe il più bell’acquisto del mercato di gennaio, purtroppo sono scettico.

  19. Ip Address: 79.55.46.64

    ciao professore a caval donato non guardare in bocca 😀 😀 😀

  20. Ip Address: 87.16.98.203

    Ben detto Angelo perchè l’età dei cavalli si vede proprio dalla dentatura, però non mi pare che Suazo non costi proprio nulla.

  21. Ip Address: 87.16.98.203

    Amici tifosi poco fa ho ascoltato il servizio sulle partite truccate. Carobbio ha confessato agli inquirenti di ever detto al “clan degli zingari” che non era possibile truccare la partita fra Novara e Siena del girone di ritorno perchè le due squadre si erano già messe d’accordo per pareggiare per 2-2 ( e così è finita) cose incredibili!

  22. Ip Address: 79.55.46.64

    a differeza di te che dici di essere un po scettico io penso che suazo ci dara delle belle sodisfazioni essendo un giocatore con una certa esperienza che servira bene alla causa del nostro amato catania sperando di non sbagliarmi questo e il mio modesto pensiero verso il giocatore forza catania sempre 😀 😀 😀

  23. Ip Address: 80.181.178.209

    Ciao Prof. e angelo!!! 😉 😉 😉
    “Prof.” sono d’accordo con “angelo” per quanto riguarda Suazo.
    Lo visto a Novara in TV dove sfortunatamente si infortuno’, spero che giochi come quella volta.

    Sogni rossoazzurri a tutti!!!

  24. Ip Address: 87.13.225.249

    Buonasera a tutti…..

    E TI PAREVA !!!!!!!

    ESCLUSIVA ITASPORTPRESS- Catania, Lo Monaco: “Ilsinho rischia di sfumare. Maxi Lopez? Ci sono tre possibilità…”
    19.01.2012 19:01 di Marco Platania

    A dodici giorni dalla chiusura del calciomercato, Itasportpress.it ha raggiunto in esclusiva l’amministratore delegato del Catania, Pietro Lo Monaco, per discutere delle trattative in entrata e in uscita del club rossoazzurro in una fase di grande fermento. Fra verità e qualche bugia, Lo Monaco ha svelato qualcosa di molto importante: l’affare-Ilsinho rischia di sfumare.

    Direttore, in questi giorni si è parlato di un interessamento per Ricchiuti di diverse squadre come Spezia e Ascoli, lei conferma che il centrocampista potrebbe essere ceduto?

    “Adrian Ricchiuti è un giocatore del Catania, un elemento importante, e non andrà via”.

    Corre qualche voce anche su Spolli: i brasiliani del Gremio hanno effettuato un sondaggio?

    “Gremio? Chi? Non so nemmeno cosa significhi questa parola, non conosco “Gremio (sorride ma la trattativa va avanti come anticipato da ITASPORTPRESS., ndc)”.

    La telenovela Lopez si arricchirà di nuove puntate? Il Milan è ancora in lizza?

    “E’ diventata persino stucchevole questa vicenda legata ai rossoneri, basta! Le possibilità che riguardano il futuro di Maxi Lopez sono tre ma io non ve ne svelo nemmeno una…”

    Potrebbero esserci novità su Ilsinho in settimana?

    “Devono esserci novità in settimana altrimenti salta tutto: siamo stanchi di aspettare che l’Internacional di Porto Alegre risolva i problemi di tesseramento legati al prestito col San Paolo. Per quanto ci riguarda abbiamo raggiunto tutti gli accordi del caso”.

    Può svelarci il futuro di David Lanzafame? Montella lo schiera di rado, potrebbe lasciare Catania?

    “Lanzafame è un giocatore del Catania e tale dovrebbe rimanere. Fino ad oggi non c’è pervenuta alcuna richiesta per il ragazzo ma se dovesse arrivare la prenderemmo in considerazione”.

    Un’ultima domanda sul progetto del nuovo stadio. E’ previsto un incontro con l’amministrazione comunale per pianificare i lavori?

    “Per il momento non abbiamo fissato alcun appuntamento. Alla chiusura del calciomercato valuteremo il da farsi”.

  25. Ip Address: 87.13.225.249

    Maxi Lopez: il Fulham ci riprova
    19.01.2012 19:00 di Salvatore Trovato

    Secondo quanto riportato dal Daily Mirror, il Fulham starebbe per riformulare l’offerta al Catania per Maxi Lopez. Dopo il primo rifiuto della società etnea (la proposta era di prestito gratuito con diritto di riscatto fissato a 8 milioni), il club inglese sarebbe disposto a pagare l’intero cartellino dell’argentino, sborsando 6.5 mln di sterline. Con la Fiorentina sempre più orientata su Amauri, dunque, e il Milan ancora incerto sul da farsi, per il Fulham la strada potrebbe adesso essere più agevole.

  26. Ip Address: 87.16.33.79

    Buongiorno raga’!!!

    Qui Napoli e dintorni, cielo grigio con pioggerella, temperatura un po’ da brrrrrrrrr!!!

    il Gremio si allontana da Spolli puntando su Rafael Toloi!!!

    Clamorosa notizia dal Brasile: l’Internacional su Barrientos e Maxi Moralez

    Queste squadre il Gremio e l’International vadano a cagare!!!

    Buona giornata a tutti!!!

  27. Ip Address: 87.16.33.79

    Ilsinho com um pé fora do Beira-Rio
    Até terça-feira, Ilsinho treinava com a perspectiva de recuperar espaço no elenco colorado e, quem sabe, ser titular em breve. Mas a quarta chegou com más notícias. Seu advogado ligou de São Paulo avisando que ele perdera um processo movido pelo Shakhtar Donetsk na Corte Arbitral do Esporte. E que ele tinha duas alternativas: ou voltava imediatamente à Ucrânia ou depositava 4 milhões de euros para o clube. Por isso, Ilsinho ficou de fora da partida contra o Novo Hamburgo.

    A notícia vem em uma péssima hora. Afinal, na próxima segunda-feira, o Inter tem de remeter à Conmebol a lista dos inscritos na Libertadores. D’Alessandro, que está negociando sua transferência para a China, deve ficar fora. Ilsinho, que poderia ser uma alternativa razoável para compor o meio-campo na ausência do argentino, já está fora.

    “Não podemos inscrevê-lo. Vamos tentar resolver a situação durante a semana que vem, mas é complicado”, admite o diretor de futebol, Cuca Lima. Procurei o jogador quando ele deixou o vestiário e dirigiu-se para o seu carro no pátio do Beira-Rio. “Você pode jogar? Tem condições legais de jogar pelo Inter”, perguntei. Ele titubebeou por alguns segundos e lascou: “Mais ou menos. Não, na verdade, não”. Só falou isto. Disse que se pronunciará quando o imbróglio estiver resolvido.

    Ilsinho tem contrato com o Inter até 31 de dezembro de 2012. O clube, porém, não gastou nada para contratá-lo, em agosto do ano passado. O vínculo deve ser rescindido na semana que vem. Ou assim que esgotarem-se as chances de um acordo com o Shakhtar Donetsk. O caso passa também pela Traffic, que colocou o jogador no Beira-Rio e, teoricamente, é dona dos direitos federativos.

  28. Ip Address: 87.16.33.79

    Traduzione da Portoghese in Italiano.

    Ilsinho con un piede fuori dal Beira-Rio
    Fino a Martedì, Ilsinho allenato con la prospettiva di recuperare spazio nel cast del Colorado e, forse, tenere al più presto. Ma il quarto è arrivato con una cattiva notizia. Il suo avvocato chiama St. Paul dicendo che aveva perso una causa intentata da Shakhtar Donetsk presso la Corte di Arbitrato per lo Sport. E aveva due alternative: o immediatamente restituiti al Ucraina o depositati 4 milioni per il club. Pertanto, Ilsinho ha saltato la partita contro l’Amburgo Nuovo.

    La notizia arriva in un brutto momento. Dopo tutto, Lunedi prossimo, l’Inter deve inviare alla lista dei CONMEBOL in Libertadores iscritti. D’Alessandro, che sta negoziando il suo trasferimento in Cina, dovrebbe essere fuori. Ilsinho, che potrebbe essere una valida alternativa per compensare il centrocampo, in assenza di Argentina, è già fuori.

    “Non possiamo credito. Cercheremo di risolvere la situazione durante la settimana, ma è complicato “, ammette il direttore del calcio, Cuca Lima. Ho provato il giocatore quando ha lasciato lo spogliatoio e si diresse verso la sua auto nel cortile della Beira-Rio. “Si può giocare? Le condizioni giuridiche per giocare nell’Inter “, ha chiesto. Lui titubebeou e scheggiato pochi secondi: “Più o meno. No, non proprio. “Basta dire questo. Ha detto che deciderà quando il pasticcio è stato risolto.

    Ilsinho ha un contratto con l’Inter fino al 31 dicembre 2012. Il club, tuttavia, non spendere nulla per ingaggiarlo nel mese di agosto dello scorso anno. Il legame deve essere terminato la prossima settimana. O almeno così esaurito le possibilità di un accordo con lo Shakhtar Donetsk. Il caso coinvolge anche il traffico, che ha messo il giocatore a Riverside e possiede teoricamente i diritti federativi.

  29. Ip Address: 87.16.33.79

    Postado por Fabricio Falkowski em 19 de janeiro de 2012 – Inter

    Data post sopra.

    Link:
    http://www.correiodopovo.com.br/blogs/cpfutebolclube/?p=2034

  30. Ip Address: 87.16.33.79

    BOCA
    El turno de Pablito

    Ledesma firmó su contrato.

    El volante retornó al club.
    Ledesma será presentando de manera oficial este viernes al mediodía, acompañado por Angelici y Falcioni. Es el segundo refuerzo del Xeneize para este semestre.

    Silva ya estaba. El Pelado arribó a tierras tandilenses para ponerse rápidamente a las órdenes de Julio Falcioni en los últimos días de pretemporada. Pero, faltaba el otro refuerzo. Sí, todos preguntaban por él. Finalmente, luego de una espera que se dilató un poco, Pablo Ledesma será presentado este viernes al mediodía en el Hotel Amiké, lugar en donde se hospeda el Xeneize.

    En la conferencia, el ex volante del Catania estará acompañado por el presidente Daniel Angelici y el DT Julio Falcioni. El turno de Pablito entonces…

  31. Ip Address: 87.16.98.203

    Un caro saluto a tutti i tifosi del Catania. Rispondo ad Angelo e Giorgio riguardo Suazo. Io sarei felicissimo di sbagliarmi e il fatto che in tanti credono in Suazo mi rincuora. Non mi sogno minimamente di mettere in dubbio le qualità tecniche di Suazo e in passato l’ho ritenuto un grande giocatore. Si tratta di un discorso un tantino complicato legato alle fasce muscolari che differiscono da atleta ad atleta e rispondono in maniera differente alle sollecitazioni e ai carichi di lavoro.
    Suazo non è più giovanissimo ed ha un certo tipo di muscolatura, l’incidente che gli è occorso a Novara non è casuale. Vi sieti chiesti perchè Pato si infortuna con tanta frequenza?

  32. Ip Address: 87.16.98.203

    Ancora su Suazo. Tuttavia, mi auguro che il giocatore, una volta pienamente recuperato, possa reggere per almeno 10-12 partite poichè il suo tipo di gioco, fatto di scatti improvvisi, lo porta a sollecitare enormemete i sui muscoli femorali e non solo femorali, e lo pone a concreto rischio di stiramenti.
    Arrivati a una certa età alcuni giocatori con determinate caratteristiche corrono rischi inevitabili, un esempio: Forlan dell’Inter.

  33. Ip Address: 79.36.98.133

    Buon pomeriggio a tutti.Come previsto!!!!!

    20-01-2012 Quote Udinese-Catania: Difficile che vincano gli etnei ma il pareggio…

    Dato per scontato,che il Catania non giocherà con il favore dei pronostici a Udine.
    I friulan in casai,finora,hanno raccolto molto,per le maggiori agenzie scommettitrici,l’Udinese,dovrebbe riuscire a confermare il trend positivo contro i rossoazzurri.
    Però,il Catania non viene dato del tutto per spacciato.Per le agenzie,sono poche le possibilità,che la squadra di Montella faccia bottino pieno,ma il pareggio è un risultato preso con sufficiente considerazione.
    Queste le principali quote delle agenzie di scommesse sportive:

    QUOTE UDINESE-CATANIA 1 X 2:

    BWIN 1.62, 3.50, 5.75

    BETCLIC 1.65, 3.40, 5.75

    SISAL 1.65, 3.45, 5.75

    BETTER 1.65, 3.50, 5.50

    EUROBET 1.60, 3.60, 5.85

    SNAI 1.63, 3.50, 5.75

  34. Ip Address: 88.66.49.240

    ciao Chiarezza non ti conosco personalmente
    ma ti considero un amico
    ho passato momenti di grande paura e devo passarne ancora
    ma la prima e andata e per questo scrivo oggi si e conclusa bene l’operazione di bypass
    a mia moglie domani potrò visitarla in intensiva e speriamo in una ripresa rapida dello stato di salute anche se temo che i tempi saranno lunghi
    ciao a tutti

  35. Ip Address: 2.12.178.202

    Ciao amico mio apprendo con tristezza i tuoi problemi, inutile dirti che ti sono vicino , spero che tutto ti vada bene , un abbraccio, Vittorio

  36. Ip Address: 85.41.235.41

    Ciao Antonio, tieni duro ti siamo tutti vicino…..

  37. Ip Address: 85.41.235.41

    Ma non stava comprando Frison 😯 😯 😯

    ESCLUSIVA ITASPORTPRESS- CATANIA, occhi sul portiere brasiliano Elinton
    20.01.2012 17:49 di Marco Platania

    Per il dopo-Andujar, oggi ufficialmente un nuovo giocatore dell’Estudiantes, il Catania avrebbe messo gli occhi sull’estremo difensore dell’Olympique Marsiglia, Elinton Andrade, brasiliano con passaporto portoghese. Secondo le informazioni raccolte in Francia da Itasportpress.it da voci molto autorevoli vicine al club, il portiere classe 1979 non avrebbe intenzione di prolungare il suo contratto con la società francese, in scadenza il prossimo giugno, e starebbe valutando l’ipotesi di tentare l’avventura in Italia. Sul giocatore, però, ci sarebbero anche Botafogo e Internacional di Porto Alegre. In passato Elinton ha indossato la casacca dell’Ascoli nella stagione 2005-2006 senza mai scendere in campo.

  38. Ip Address: 85.41.235.41

    CATANIA, siamo ad una svolta per Ilsinho che rescinderà con l’Internacional
    20.01.2012 17:17 di Antonino Bulla

    Novità in vista per il laterale brasiliano Ilsinho che attualmente gioca con l’Internacional di Porto Alegre e che piace al Catania. Secondo le ultime informazioni che arrivano dal Brasile, il giocatore rescinderà nelle prossime ore il suo contratto avendo perso la causa giudiziaria con lo Shakhtar Donetsk. Ilsinho infatti aveva lasciato nel 2010 il club ucraino nonostante un contratto in vigore che prevedeva l’obbligo di estensione di un altro anno alla scadenza. In questo modo Ilsinho è costretto a pagare una multa di circa 3,5 milioni di euro e a tornare al San Paolo che lo aveva tesserato nell’estate del 2010 per sostituire Cicinho. La conferma l’ha data anche il direttore sportivo dell’Internacional Cuca Lima: “Saremo costretti a rescindere il contratto di Ilsinho – ha spiegato Cuca – La Traffic è in contatto con noi e l’operazione sarà risolta a costo zero per noi. Il problema che coinvolge Ilsinho è esclusivamente con lo Shakhtar”. La rescissione del contratto con l’Internacional dovrebbe arrivare entro questo fine settimana dal momento che il club brasiliano nella giornata di lunedì diramerà la lista dei giocatori che prenderanno parte alla prossima Coppa Libertadores. Di fatto, gli ultimi sviluppi potrebbero portare a novità importanti in casa Catania. Ieri l’amministratore delegato etneo Pietro Lo Monaco ai nostri microfoni aveva lanciato un chiaro messaggio ai dirigenti dell’Internacional per risolvere in fretta i problemi burocratici che hanno fin qui ostacolato la trattativa. Saranno dunque decisive le prossime ore per capire se gli accordi raggiunti dal Catania in Brasile basteranno per il trasferimento di Ilsinho in maglia rossazzurra.

  39. Ip Address: 85.41.235.41

    Ogni campagna acquisti si trasforma in una stanchevole telenovela…..
    tutti gli anni è cosi, è ora da far basta. Gli altri si rafforzano e noi a guardare..

  40. Ip Address: 87.16.98.203

    Per Antonio. In bocca al lupo e non mollare, spero che tutto possa andare per il meglio. Un saluto affettuoso dalla nostra travagliata Italia (anche se per qualcuno la Sicilia è poca cosa) Forza Catania.

  41. Ip Address: 87.16.98.203

    Cari amici lo sciopero dei trasportatori ha creato a tutti delle gravi difficoltà, ma è uno sciopero giusto. Speriamo che il Catania domenica possa farci ritrovare il sorriso. Una buona serata a tutti.

  42. Ip Address: 82.57.97.181

    Buonasera raga’!!!
    Caro Antonio la vita e’ questa basta essere coraggiosi e non buttarsi moralmente a terra.
    Sappi che ci sono parecchie persone che vivono egregiamente con il bypass.
    Auguro una buona guarigione a tua moglie e sappi andare avanti con serenita’ nel prosieguo della tua vita.
    Giorgio

  43. Ip Address: 82.57.97.181

    Ciao Prof.!!! 😉 😉 😉

    Tramite la Sicilia di Catania al mattino mi leggo tutte le pene che state pagando!!! 😐 😐 😐
    Mi rendo conto che sembra solo un fatto locale mentre parlano le TV solo della Nave Concordia.
    Purtroppo la RAI e’ in mano ai deficienti e meno male che non la vedo da anni con mediamerd. Vi auguro di fare resistenza e anche che finisca presto.

    Vi auguro sogni rossoazzurri a tutti e forza Catania!!!

  44. Ip Address: 79.55.46.64

    buonasera a tutti amici rossazzurri x antonio auguroni di una pronta guarigione

  45. Ip Address: 79.55.46.64

    ciao professore ai detto bene che per qualcuno la sicilia e poca cosa purtroppo pensano ai fatti loro non o altro da aggiungere una buona serata

  46. Ip Address: 82.57.97.181

    LANCEPRESS!
    Publicada em 20/01/2012 às 13:14
    Porto Alegre (RS)

    Ilsinho viajará para a Ucrânia e pode rescindir com o Inter
    Jogador perdeu processo movido contra o Shakhtar Donetsk, no qual alegava atraso de salários

    Após perder o processo movido contra o Shakhtar Donetsk, no qual alegava salários atrasados, o apoiador Ilsinho foi intimado a retornar para a equipe ucraniana, o que pode provocar a rescisão do seu contrato com o Internacional.

    Segundo a assessoria de imprensa do clube gaúcho, o atleta deve embarcar no início da próxima semana para a Ucrânia, com o intuito de resolver sua situação junto ao Tribunal Arbitral do Esporte.

    Em 2010, Ilsinho moveu um processo contra o Shakhtar alegando cinco meses de salários em atraso e retornou para o Brasil. Durante este período, o jogador atuou no São Paulo antes de ser contratado pelo Inter.

  47. Ip Address: 82.57.97.181

    Link articolo post precedente:
    http://www.lancenet.com.br/internacional/

    Notte notte!!!

  48. Ip Address: 88.66.49.240

    grazie per gli incoraggiamenti
    si Giorgio lo so che c’è gente che vive egregiamente con i bypass non puoi sapere quanto mi sono informato sull’argomento spero che gli abbiano messo i tre bypass tutti arteriosi potrò parlare con i medici e vedere mia moglie solo domani alle 15
    un saluto a voi tutti e grazie ancora

  49. Ip Address: 85.41.235.41

    Buongiorno a tutti…..

    Sembra che Maxi Lopez entro sta settimana ci lascia diretto al Fulham…..

    Auguri Maxi 😉 😉 😉
    Con la sua vendita si sbloccherà il ns. mercato dei poveri.

  50. Ip Address: 87.6.110.112

    Buongiorno a tutti,i più sinceri auguri ad Antonio,spero che tutto si risolva per il meglio al più presto.

  51. Ip Address: 94.166.1.13

    Buongiorno a tutta la fratellanza rossazzurra..

    Lux, leggo solo ora di tua moglie, e inutile dirti quanto io ti sia vicino in questo momento così duro per te e la tua famiglia.
    Non mi resta che fare un grande in bocca al lupo alla tua signora… un abbraccione forte dal tuo amico Mario…

  52. Ip Address: 95.238.195.169

    Buongiorno raga’!!!
    Ciao joe e peppe58!!! 😉 😉 😉

    Qui Napoli e dintorni, cielo sereno e temperatura da brrrrrrrrrrrrrr!!!!

    Mariano e’ meglio che rimanga in Argentina, gli faccio gli auguri che possa rendere e che zio Petrus ci possa ricavare qualcosa e invece con Pablo Ledesma
    (che mi piaceva come giocatore) non c’e’ trippa per gatti!!!

    Copia e incolla da La Sicilia di Catania.

    Andujar si sgancia
    Presentazione a La Plata per l’ex portiere del Catania, ora in prestito all’Estudiantes: “Voglio restare qui. Liti in rossazzurro? Solo con Lo Monaco”

    LA PLATA (ARGENTINA) – “La mia intenzione è quella di restare qui, ma al momento è solo un prestito di sei mesi, a giugno vedremo cosa succederà”. Così Mariano Andujar nel corso della sua presentazione come nuovo portiere dell’Estudiantes di La Plata.

    “Non so se le porte del Catania sono chiuse, io ora penso solo all’Estudiantes – ha proseguito Andujar -. Lì ho avuto una lite con il direttore sportivo, non con il tecnico nè con nessun altro. È stata una discussione, tutto qui”.

    Andujar si riferisce a Pietro Lo Monaco, amministratore delegato del Catania, con il quale c’è stato un diverbio al Tardini in occasione della sfida tra il Parma e i rossazzurri prima della sosta natalizia.

    20/01/2012

  53. Ip Address: 79.13.101.56

    CATANIA, Montella: “Ecco cosa serve per mettere in difficoltà l’Udinese. Maxi Lopez? Non è sereno”
    21.01.2012 11:16 di Manuela Puglisi
    Il tecnico del Catania, Vincenzo Montella è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della trasferta di Udine di domani pomeriggio alle ore 15.00. Queste le dichiarazione del mister raccolte da Itasportpress: “La settimana è stata vissuta serenamente dal gruppo, analizzando ciò che è stato fatto fino ad oggi. Domani sarà una partita impegnativa e difficile. Non ha molta importanza il modulo come sempre. I limiti caratteriali sono venuti fuori in alcune gare,affrontiamo una grande squadra che in casa ha ottenuto ottimi risultati. Stiamo valutano le loro caratteristiche, hanno un attacco di qualità, hanno giocatori attenti in avanti e sulle fasce. Bisogna essere lucidi e organizzati nel difendersi e così lo stesso quando dobbiamo ripartire. Loro fanno cose oculate, hanno un allenatore che riesce molto bene ad insegnare il calcio, insomma è una squadra da prendere come esempio, riesce a far maturare giocatori che prima erano semi sconosciuti e valorizzarli. Non dimenticando che anche il Catania fa questo da sempre, la nostra società è cresciuta tanto. Biagianti al posto di Lodi? Biagianti ci garantisce più soluzioni, è un dubbio che mi porto dietro, sto valutando ciò che può essere la partita e le loro caratteristiche. Lodi sta facendo facendo bene, deciderò prima dell’inizio della gara. Spolli-Bellusci? Li reputo tutti titolari anche Legrottaglie. E’ da valutare chi attraversa un periodo di forma migliore. Maxi Lopez e il mercato? Non sta vivendo negli ultimi giorni momenti sereni. Bisogna pensare alla squadra e non ai sogni dei singoli, bisogna mettere da parte tutto ciò. Barrientos, Gomez e Begrgessio? Adesso stanno tutti bene, hanno fatto una grande partita di qualità con la Roma molto meno per le occasioni sprecate. Bergessio è un giocatore che non si risparmia mai anche in allenamento, con la Roma ha giocato benissmo è mancato solo il goal, non ha avuto solo la lucidità sotto porta. Suazo? Si allena con noi devo valutare anche se la tentazione di convocarlo è grande. Ha un forte ascendete sui compagni di squadra. Di Natale? La sua maturaizone è avvenuta tardi ma nonostante ciò ha ottenuto grandi risultati, si è ripreso tutto ciò che aveva lasciato per strada.”

  54. Ip Address: 95.238.195.169

    Verso Udinese-Catania: 22 convocati – Montella: ‘L’interpretazione conta più del modulo’

    Questi gli atleti a disposizione:
    Portieri –
    30 Campagnolo, 1 Kosicky, 29 Terracciano.
    Difensori –
    22 Alvarez, 14 Bellusci, 6 Legrottaglie, 12 Marchese, 2 Potenza, 3 Spolli.
    Centrocampisti –
    4 Almiron, 28 Barrientos, 27 Biagianti, 24 Delvecchio, 13 Izco, 16 Llama, 10 Lodi, 5 Paglialunga, 19 Ricchiuti.
    Attaccanti –
    18 Bergessio, 32 Catellani, 17 Gomez, 9 Suazo.

    Radiocronaca diretta di Udinese-Catania su Radio Sis, fm 95.6 e 106.8 per Catania e provincia.

  55. Ip Address: 95.238.195.169

    Salve raga’!!!
    Nei convocati non c’e’ Maxi!!!

  56. Ip Address: 95.238.195.169

    Raga’!!!
    Maxi andra’ al Fulham, il prestito per 1,6 e il riscatto per 8,5 MLN Euro!!!
    Ingaggio 1,4 MLN Euro!!!
    Buona fortuna a Maxi!!! Zio Petrus anche questa volta ci ha guadagnato!!!

  57. Ip Address: 2.12.178.202

    Ciao Giorgio
    Ed il Catania ? spero al definitivo rilancio di Catellani e Suazo, sempre che domani Bergessio non mi smentisca , me lo auguro di tutto cuore!!

  58. Ip Address: 85.41.235.41

    Buon pomeriggio a tutti…..

    MAXI LOPEZ GIOCHERA’ CON IL FULHAM
    La notizia riportata poco fa da ItaSportPress chiude la vicenda di mercato legata al futuro di Maxi Lopez: l’argentino avrebbe infatti accettato la proposta del Fulham senza aspettare eventuali mosse del Milan che lo stava seguendo. Il contratto che firmerà Maxi Lopez prevede un guadagno di quasi un milione e mezzo a stagione in Inghilterra. Al Catania andranno 1,6 milioni per il prestito oneroso e 8,5 milioni per il riscatto.

    Tanti auguri a Maxi…….

  59. Ip Address: 79.13.101.56

    GUIDOLIN,MONTELLA FARA’ MOLTA STRADA.

    Il responso della rifinitura ha detto che tutti i miei giocatori sono disponibili, speriamo che non succeda nulla tra oggi e domani. Il Catania somiglia molto al suo allenatore. ‘Vincenzino’ era molto pericoloso quando giocava, lui farà molta strada. È un allenatore che arriverà molto lontano, si è subito messo in discussione in una nuova dimensione, passando da calciatore ad allenatore in pochissimo, con molta facilità. Lo sento parlare molto bene, lo sento dire cose sensate, vedo la sua squadra giocare un calcio dinamico, aggressivo e anche fuori casa ha fatto delle buone prestazioni. E’ una squadra pericolosa come lo era lo stesso Vincenzo, dovremmo essere svegli ed in partita. Io l’ho conosciuto quando era giovanissimo ad Empoli, era un ragazzo a posto, tranquillo con tanta voglia di imparare. I valori li aveva già allora, lui è stato davvero un grande calciatore. Il Catania è una società che lavora molto bene, i risultati danno ragione al progetto. Ha a disposizione giocatori vivaci e di talento, fanno bene in tutti i modi, non solo in contropiede. È tutto il telaio, l’organico popolato da giocatori con diverse qualità. La gara persa in casa contro il Chievo l’abbiamo dimenticata immediatamente, abbiamo subito voltato pagina, nella vita e nello sport bisogna voltare pagina e guardare avanti. Bisogna poter controllare tutto, in 4 giorni abbiamo perso i Quarti di finale di Coppa Italia e la testa della classifica, noi abbiamo comunque altri obiettivi e cercheremo di portarli avanti. Che non ci sia ancora un titolo d’inverno è una cosa stupefacente. A me piace guardare le vecchie foto e cerco di sentire il profumo del passato e mi accorgo che in pochi hanno avuto la fortuna che stiamo vivendo noi adesso. La società sta facendo tutto il possibile per portare più gente nel nostro stadio. Spero che domani faccia bello come oggi. Varrebbe la pena di vivere questo momento, vorrei che tutti i tifosi lo cogliessero, ma io non faccio appelli e inviti: spero che tutti i nostri tifosi lo capiscano“.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu