Vittoria bagnata

 Scritto da il 19 dicembre 2016 alle 10:17
Dic 192016
 

Così come contro il Monopoli la squadra rossazzurra, in un campo reso quasi impraticabile dalla pioggia che dalla mattina imperversava in città senza che nessuno si curasse di proteggere il manto erboso o meglio quel poco di ciuffetti rimasti dopo la partita contro il Monopoli o andasse a recuperare quei teloni anche oggi indispensabili ma spariti tra l’indifferenza generale, il Catania ha dato prova di carattere e di compattezza.

Che sarebbe stata  partita da clava e non da fioretto si era capito da subito e l’innesto in difesa dal primo minuto di Di Cecco al posto di Parisi confermava l’atteggiamento della squadra che poteva avvalersi  anche di Biagianti dal primo minuto a fianco di Scoppa e Bucolo con Mazzarani e Russotto sulle fasce e Calil prima punta premiato per la sua fisicità e gli acciacchi dei colleghi di ruolo.  Quasi obbligata la formazione rossazzurra per via di alcuni infortuni e per la  squalifica di Gil per somma di ammonizioni.

Le pozze d’acqua hanno frenato sia la spinta in avanti dei cursori di fascia che le ripartenze veloci e la partita si e’ sviluppata sugli errori dei singoli dai quali poteva scaturire il guizzo vincente e, in uno di questi, proprio Mazzarani riusciva a piazzare il colpo giusto con un tiro imparabile alla destra  del portiere Ginestra.

Nel primo tempo ancora due legni colti dai rossazzurri il primo all’ottavo minuto su tiro di Russotto parato fortunosamente dal portiere e accompagnato sul suo palo e poi la traversa a Ginestra battuto centrata dallo stesso numero 10 che anche in questa palude ha dato prova di gagliardia fisica e tecnica sopraffina. Solo in due occasioni i falchetti sono apparsi pericolosi: nella prima una deviazione involontaria di un difensore rossazzurro permetteva al pallone di sfiorare il palo e nell’altra un maestoso Pisseri usciva a catapulta sull’attaccante campano chiudendogli con il petto  lo specchio di porta.

Dopo tre minuti di recupero la partita si consegnava alle statistiche ed il Catania conquistava altri tre punti che lo portano nuovamente in zona play off al settimo posto in comproprietà con la Fidelis Andria. Adesso giovedì il Catania sarà atteso a Castellammare di Stabia da quella Juve battuta in casa per 3-1 alla prima di campionato.  Certo quelle di allora erano squadre ancora in assestamento ma questa gara ci dirà se il complesso etneo è finalmente maturo per lottare in campi difficili con personalità e carattere.

Ci auguriamo di vedere un Catania attento e determinato e prendere punti in quello stadio garantirebbe il mantenimento della zona play off in attesa dell’ultima partita casalinga prima della lunga pausa durante la quale si parlerà più di nuovi innesti, possibili ritorni di calciatori che hanno scritto pagine importanti con la maglia rossazzurra e nuovi elementi che potrebbero farci compiere il salto di qualità che attendiamo.

Il campo ha dato i suoi verdetti e al giro di boa le due punte fiore all’occhiello della nostra squadra hanno deluso le attese e in quel ruolo importante e decisivo aspettiamo un goleador cinico, grintoso e fortunato che metta la palla in rete ripetutamente. Purtroppo la penalizzazione che si poteva e si doveva evitare difficilmente ci consentirà di arrivare al primo posto del girone e le sconfitte immeritate di Francavilla e Siracusa bruciano parecchio così come quella interna casalinga contro l’Akragas e i pareggi con Fondi, Reggina e Melfi. Senza contare i 16 legni colpiti in stagione, compresi i due contro la casertana alcuni dei quali pure decisivi.

La Juve Stabia ritorna  tra le mura amiche dopo il pareggio esterno conseguito a Taranto che fa pensare ad  un leggero calo di forma che non deve illudere più di tanto. La squadra, dopo le convincenti vittorie in casa col Cosenza di fine ottobre e in esterna a Catanzaro, ha trovato il pareggio sul campo della Casertana e la sconfitta casalinga con il Lecce seguita dal pareggio a Matera per 2-2 e dalle vittorie interne contro Francavilla e Akragas entrambe per 1-0, risultati questi che la vedono adesso relegata al terzo posto in classifica in comproprietà con il Foggia a 37 punti e a sole due lunghezze dalla vetta.  Sicuramente le api stabiesi scenderanno in campo per i tre punti in quanto il pareggio servirebbe poco e li potrebbe allontanare ancora dai posti di vertice atteso che il Foggia giocherà una difficile partita ad Andria mentre il Lecce e il Matera sicuramente non falliranno in casa, opposte a Monopoli e Taranto.

Lo Stabia e’ cosciente della sua forza d’urto forte delle 33 realizzazioni in campionato con un attacco di prim’ordine composto da Kanoute’, Ripa e Lisi, quest’ultimo a segno anche a Catania e fermo a quattro reti mentre Ripa, il capocannoniere, ne ha all’attivo sette. Sono tredici i giocatori stabiesi andati a rete in campionato a dimostrazione di un organico ampio e variegato che dispone anche di un centrocampo dai piedi buoni con alla regia quel Mastalli figlio dell’indimenticato nostro ex.  Sarà dura quindi per i nostri questo match infrasettimanale ma sono sicuro che i rossazzurri non faranno brutta figura e venderanno cara la pelle.

Ritengo che anche un pareggio strappato in terra stabiese non sarebbe da buttare via e ci porterebbe all’ultima interna contro l’Andria a giocarci le nostre carte migliori per affrontare la lunga pausa in attesa dei nuovi innesti già preannunciati nei ruoli dal direttore Lo Monaco.

  34 Commenti per “Vittoria bagnata”

  1. Ip Address: 79.4.15.37

    Buongiorno a tutti….
    Speriamo di festeggiare il Natale con una bella vittoria contro lo Stabia, sarebbe il massimo.
    Forza Catania….

  2. Ip Address: 151.34.83.218

    La pausa di fine anno giunge benedetta per diversi motivi ! Per tirare un po’ il fiato e sopratutto propizia per far arrivare quei due – tre giocatori ,annunciati dall’ A D per completare l’organico della squadra ! Sarebbero opportuni arrivi di punte vere,quelle capaci di dare vigore e nerbo all’ attacco ,ancora leggero e sprecone ! La Redazione ha tenuto i conti delle traverse e dei legni numerosi appannaggio dei rosso azzurri ! Qualche d’uno poteva andare in porta però indubbiamente il contributo dai nostri attaccanti è stato minore di quanto ci si aspettasse ! Serve come il pane un vero tiratore e sopratutto un giocatore valido nei calci piazzati! Come si rimpiange Lodi ! E se tornasse ? Certo anche qualche altro ex catanese,potrebbe far comodo! Siamo ,come sempre ,nelle mani di Lo Monaco ! Alla ripresa del campionato , sono sicuro , la squadra ripartirà rafforzata! Occorre fare un girone di ritorno alla grande, perché è fondamentale piazzarsi nelle migliori posizioni possibili nella griglia dei play- off !

  3. Ip Address: 51.179.39.201

    Partita dura giovedì con la speranza di portare punti in cascina . Del resto, una squadra di testa deve dimostrare di valere quei posti in classifica. Speriamo prevalga il giusto atteggiamento tattico e mentale e che qualche pedina di riprenda fisicamente. In difesa certo l’impiego di Gil e quindi difesa titolare . Chi la punta? Paolucci o ancora Calil?

  4. Ip Address: 151.68.7.194

    FUORI CASA e dura..in casa ce una metamorfosi..ma poi fuori dalle mura ce un inspiegabile retromarcia,……la tattica del pareggio non serve e poi il gol arriva perche’ si fanno schiacciare..bisogna attaccare come si fa in casa..e ora di finirla coi blocchi psicologici..i silenzi stampa….bisogna invertire questa tendenza..

  5. Ip Address: 79.56.217.236

    Ciao amici,speriamo bene la prossima partita è tosta,anche un pareggio sarebbe ottimo ricordiamo che la juve stabia è al terzo posto,comunque speriamo calcisticamente che facciano passare delle buone.
    Per quanto concerne la campagna di potenziamento lo monaco è una vecchia volpe, conosce la situazione societaria e quello che serve e chi deve piazzare altrove.Concordo con tutti voi sui teloni,ma meglio vincere sul fango del ex cibali che giocare bene o male e non portare trionfi.

  6. Ip Address: 62.18.153.101

    Buongiorno a tutti ❤️💙

  7. Ip Address: 151.35.87.241

    IMPORTANTE CHE IL SIRACUSA CON IL SUO ARROGANTE E IGNORANTE PRESIDENTE A PERSO 3-1 ..E SICCOME SONO TANTO FORTI DA PERDERE MISERAMENTE, LA LORO VITTORIA CONTRO IL CATANIA IN FORMATO VACANZA..NON FA testo MA DEVONO VENIRE A CATANIA QUESTI SIGNORI ALLORA RICEVERANNO UNA BELLA ACCOGLIENZA, COME MERITANO …SI DOVREBBERO VERGOGNARE PER I LORO COMPORTAMENTI ANTISPORTIVI CONTRO UNA SICILIANA COME LEI…E INVECE SICCOME L’ARROGANZA E L’ORGOGLIO SONO PRIMA DEL CROLLO..ASSISTEREMO AL SUO TRAMONTO.

  8. Ip Address: 62.18.153.101

    Giusto zu pinu

  9. Ip Address: 217.56.73.202

    Secondo me invece..non bisogna avere propositi di vendetta. …ma insegnare la regola della civilta’ e del rispetto tipica delle grandi squadre e delle migliori tifoserie. …….la superiorita ‘ si dimostra anche cosi’

  10. Ip Address: 158.148.209.100

    Scelgo Una via di mezzo tra Vale e Zu Pino. Accogliamoli con freddeza sportiva e trattandosi di una delle ultime partite della stagione, bello sarebbe mandarli in serie D proprio in quell’0ccasione

  11. Ip Address: 178.39.222.16

    Miiiii che gol! Mazzarani al solito la piscia da 5 metri…….

  12. Ip Address: 178.39.222.16

    Forza ragazzi

  13. Ip Address: 178.39.222.16

    Siamo un po lenti

  14. Ip Address: 178.39.222.16

    Gol in fotocopia…….

    Questa squadra fuori casa fa veramente cacare……

  15. Ip Address: 178.39.222.16

    Rigore

  16. Ip Address: 178.39.222.16

    3:0 dopo 39 minuti!!!!!!!

  17. Ip Address: 181.224.129.12

    Siamo messi bene, perdiamo 2 -0 e continuiamo a giocare con il baricentro basso invece di attaccare !!!!

  18. Ip Address: 178.39.222.16

    Che falli stupiti

  19. Ip Address: 178.39.222.16

    Un tiro in porta👎🏿

  20. Ip Address: 151.28.190.68

    La Juve Stabia mi sembra veramente superiore a noi, come tecnica dei singoli, organizzazione di gioco e velocistà.
    La difesa fortissima senza Bergamelli ha preso due gol centrali e un rigore balordo provocato da Bastrini.
    Forse ci poteva stare il rigore per noi sullo 0-1.
    Vorrei poi capire la funzione di Calil. Di pali per bandierine non ce n’erano già 4?

  21. Ip Address: 181.224.129.12

    si vedono le magagne senza attacco non si fanno gol

  22. Ip Address: 181.224.129.12

    Hai ragione Morra, vediamo adesso Rigoli come imposta il secondo tempo.

  23. Ip Address: 151.68.31.159

    Davvero un disastro ! Innanzi tutto abbiamo di fronte una signora squadra! E poi noi siamo mezza squadra ! Come imposta il secondo tempo ? Una domanda senza risposta! Già il passivo e’ pesante e non vorrei stare proprio nei panni di Rigoli !

  24. Ip Address: 151.28.190.68

    Che deve impostarer? Partita oramai andata. Che non si facessero cacciare accumulare ammonizioni piuttosto,
    Credo poi che l’inistenza su Calil riveli che vogliono vendere Di Grazia.
    Brutta cosa, primo perchè significa impoverci tecnicamente, secondo, perchè vuol dire che zio Pietro ha bisogno di soldi perchè zio Nino non ne ha.

  25. Ip Address: 178.39.222.16

    Gil sempre uguale i falli conseguenza rosso (meritato)

  26. Ip Address: 178.39.222.16

    4:0 incomincio a vergognarmi

  27. Ip Address: 151.28.190.68

    e 4. Vabbè stanno già in vacanza, pensiero al panettone: hanno preso due azioni in fotocopia con triangolazione veloce e indistrubata di quelli dello Stabia

  28. Ip Address: 178.39.222.16

    Penso che vado anche io in vacanza

  29. Ip Address: 178.39.222.16

    Ancora rosso. Che penosi…….

  30. Ip Address: 151.28.190.68

    Seocndo espulso. Che avevo detto? Cornuti, mazziati e squalificati. Rigoli è veramente un allenatore mediocre, è colpa sua se non riesce a far capire ai suoi giocatori che non possono prendere cartellini rossi sul 3 a zero!

  31. Ip Address: 178.39.222.16

    Meno male che sono in silenzio stampa!!!

  32. Ip Address: 178.39.222.16

    Morra io direi che é anche colpa dei giocatori

  33. Ip Address: 178.39.222.16

    Lucarelli allenatore del Messina, grande intervista!!

  34. Ip Address: 151.43.139.181

    Non ci sono parole! Meglio tacere!

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu