Vittoria non facile

 Scritto da il 31 gennaio 2016 alle 18:14
Gen 312016
 

catania-matera

Finisce 2-1 la partita del Massimino tra Catania e Matera reduce da ben undici risultati utili consecutivi. Un primo tempo da dimenticare giocato malissimo dai rossoazzurri con un Centrocampo lento e prevedibile, un Attacco sterile, praticamente sempre assediati nella nostra metà campo, siamo stati graziati dal Matera per avere mancato almeno due gol sicuri.

Nella ripresa, stessa musica con il Matera che mantiene la supremazia fino al 51′ quando si infortuna Plasmati, entra Scarsella e la partita cambia aspetto,  si inizia a intravedere una squadra  molto più tecnica e propositiva e meno chiusa,  proprio per non lasciare l’iniziativa esclusivamente agli avversari.
Al 54′ cross di Scarsella e gol di Calil, al 68′ Raddoppio del Catania con un  assist in profondità di Di Cecco e Falcone batte in uscita il portiere Bifulco.
Al 80′ arriva il gol del Matera con Infantino, il Matera si riversa nella nostra area alla ricerca del pareggio, ma il punteggio non cambia fino alla fine.

Il Catania in un momento cosi difficile riesce nella Prima vittoria del 2016 e a raggiunge quota 23 in classifica.

Calil:  Certamente posso dire che giocare esterno mi piace molto, ma alla squadra in questo momento manca un po’ di serenità e siamo macchinosi. Non stiamo facendo le cose fatte per bene per esprimere al meglio le nostre qualità, ma da centravanti posso dare il meglio di me. Segnare è sempre importante per un attaccante, nelle scorse partite ci sono andato vicino. In queste ultime tre partite siamo stati vicini alla vittoria, io credo molto in questa squadra dobbiamo essere più sereni. Tifosi? Devono capire che siamo dei ragazzi che hanno accettato questa sfida per i Catania, siamo giocatori umili, vogliamo uscire da questa situazioni ma abbiamo dei nostri limiti. A noi servirebbe il loro sostegno e pazienza non siamo dei fenomeni. Il nostro cammino lo decidiamo noi, vogliamo vincere ovunque, magari anche questo ci ha penalizzato, abbiamo le capacità di fare una serie di risultati positivi. In settimana abbiamo lavorato tranquillamente nonostante quello che è successo.

  51 Commenti per “Vittoria non facile”

  1. Ip Address: 151.38.82.112

    Carissimi amici,dopo aver visto la partita ,e dopo essermi messo in contatto con l’ amico Filippo ,che ,guarda caso, stava proprio a Catania, esprimo dei concetti condivisi.La cocciutaggine di Pancaro!La cosa assurda è ,che,se non si fosse infortunato Plasmati e se non fosse stato effettuato il cambio con esterno veloce il gioco sarebbe stato quello del primo tempo .Plasmati e Calil non possono giocare insieme ! Possibile che soltanto Pancaro non lo vede.? Calderoni ha creato gli spazi che Calil ,prima ,non aveva! Una partita dai due volti! Nel primo tempo si è visto una bel Matera,che poteva andare in vantaggio,meritatamente,nel secondo , si è svegliata la nostra squadra facendoci soffrire nel finale.Tre punti fondamentali,! Bene ,secondo me,Garufo,Di Cecco nel secondo tempo,Bergamelli? Forza così! Saluti ad Alberto,Filippo ,Giorgio ed a tutti gli altri commentatori

  2. Ip Address: 151.38.82.112

    Scusatemi,due correzioni. : un esterno veloce poi. Bergamelli,!

  3. Ip Address: 82.59.91.238

    Buonasera a tutti. Avanti, pigliamoci sti 3 punti che, per come si stava mettendo, sono benvenuti. Primo tempo orribile ma secondo in crescendo, coinciso con la forzata sostituzione di plasmati con Calderini. Quest’ultimo entrato subito in partita e in palla che diventa una spina nel fianco per i difensori biancazzurri. Adesso speriamo di vincere la partita più importante: quella del passaggio societario, senza il quale tutto è inutile .

  4. Ip Address: 95.246.109.184

    Sofferenza, fortuna, vittoria questa la partita di oggi. Manca ancora un centrocampo fluido con una guida stabile. Musacci e Agazzi assieme no. Scarsella lo farei giocare sempre. Forza ct

  5. Ip Address: 151.47.94.84

    Caro Catanese a Napoli,condivido pienamente con te il concetto fondamentale ,che in questo momento ,la cosa che importa di più ,è sistemare ,rapidamente, la Società ! Con l’ allontanamento definitivo del RESPONSABILE del disastro. Buona notte a tutti!

  6. Ip Address: 79.35.152.3

    Buonasera raga!

    Condivido la testardaggine, l’ostinazione e la cocciutaggine di Pancaro!
    Ci metto pure che non fa giocare Castiglia.

    Mi sa che aveva ragione il Presidente della Juve Stabia che adesso ride sotto i baffi e dicendo a noi tifosi del Catania avete preso “un mulo”!

    Non ho visto la partita e da poco ho visto la sintesi del filmato della Legas Pro.
    Siamo stati fortunati, quindi prendiamoci questi punti per regalarci un po’ di serenita’ ai giocatori (Calil ha parlato di ritrovare la tranquilita’) e a noi tifosi.

    Breve:

    UFFICIALE – Leto al Panathinaikos
    Giocherà nel Panathinaikos di Stramaccioni, dopo l’infortunio grave alla testa della passata stagione, quando giocava nel Lanus
    di Andrea Carlino, @acarlino85 31 gennaio 2016, 15:53

    Sogni rosso e azzurri a tutti!

  7. Ip Address: 94.160.203.9

    buonasera a tutti ,finalmente 3 punti ,poi per il resto aspettiamo il cambio della società

  8. Ip Address: 62.2.176.13

    Salve ragazzi

    Almeno Calil vede le cose come stanno! Questi ragazzi non sono dei fenomeni!

    Ma il cambio della società? Qualcuno lo vuole il Catania?

    Ho dei dubbi. Purtroppo.

    Saluti a tutti

  9. Ip Address: 87.7.152.122

    Buongiorno raga!

    Copia e incolla dal sito ufficiale del Calcio Catania.

    lunedì 1 febbraio 2016

    Andrea De Rossi all’Akragas, cessione a titolo temporaneo

    giovedì 28 gennaio 2016

    Alfonso Sessa all’Aversa Normanna: cessione a titolo temporaneo
    Francesco Felleca dall’Aversa Normanna al Catania, a titolo temporaneo con opzione per il riscatto.

    Buona giornata a tutti!

  10. Ip Address: 87.7.152.122

    copia e incolla da calcioct……com

    Dolce lucano

    • 01/02/2016 8:00

    Solo il carattere
    Per 55’ il peggior Catania stagionale, dominato da un Matera solo per puro caso non ancora in vantaggio (clamoroso l’errore di Infantino al 29’), contestato (apertamente, in specie Pancaro) e fischiato sonoramente a fine primo tempo. Poi, la robusta mano del fato che, alla buon’ora, prima “illumina” il tecnico più “coerente” della storia rossazzurra e poi gli dà una robusta mano in forma di “sfortuna” che si trasforma in fortuna. L’illuminazione, tardiva ma pur sempre provvida, è costituita dalla sostituzione Musacci-Calderini; la “fortunata” iella è rappresentata dall’infortunio di Plasmati che, miracolosamente, “aggiusta” definitivamente una squadra sconclusionata tatticamente, fino a quel momento in balia di un buon team “(buono”, ma come il Cosenza non ottimo), quasi incredulo di tanta “manna” piovuta dal cielo in un campo difficile come quello del “Massimino”. La vittoria che ne consegue, grazie alle reti di Calil (decima stagionale) e Falcone, risulta fondamentale per tante ragioni, non solo di classifica. Dopo gli ultimi accadimenti relativi alle vicende giudiziarie del proprietario del Catania, infatti. il pericolo di un tracollo psicologico c’era ed era corposo. Questi ragazzi, invece, hanno mostrato carattere e attributi, venendo fuori da un frangente assai difficoltoso, conquistando tre punti vitali in funzione di un progressivo allontanamento dalle zone “calde” della graduatoria. Tuttavia, la cruciale vittoria, che proietta il Catania a quota 23 punti, un po’ più lontano dalle paludi dei play-out, non deve far dimenticare due elementi essenziali:

    – La partita più importante si gioca fuori dal campo. L’attuale proprietà deve prendere atto dell’impossibilità di una prosecuzione al comando del sodalizio etneo nel medio-lungo periodo e, quindi, avviare un percorso efficace di cessione del club a soggetti credibili e interessati;
    – L’allenatore deve comprendere come la “coerenza” non debba per forza sfociare nell’autolesionistica cocciutaggine. Il 99% per cento dei tifosi e degli addetti ai lavori legge determinate sue scelte esattamente come era stata letta la scelta di far giocare Bastianoni al posto di Liverani. Piegarsi all’evidenza dei fatti è sintomo di forza, non di debolezza.

    Musacci-Agazzi e Calil esterno: perché?
    Le contestate scelte in questione sono sostanzialmente due: l’insistenza sul doppio regista e la riproposizione di Calil come esterno d’attacco nel 4-3-3. In merito alla prima, mi dispiace dirlo, siamo al livello di insistenza “B”, cioè “Bastianoni”. Non ha mai funzionato. Non funziona, innanzitutto perché si tratta di due giocatori simili, nessuno dei due in grado di interpretare al meglio il ruolo di mezzala; poi, perché Musacci sta deludendo su tutta la linea. Piedi da categoria superiore, mobilità da categorie inferiori… Troppo lento per il pressing feroce della Lega Pro. Tutto qui. Infatti, entrato il pur non scintillante Scarsella, giocatore dalle caratteristiche opposte, il 4-3-3 si è un tantino sistemato. Per quanto concerne la seconda, giocare con Calil defilato all’ala, a fare il vice-Russotto (e spesso il terzino), significa mortificarne le qualità e giocare in inferiorità numerica, malgrado la grande abnegazione dello stesso attaccante brasiliano. A quel punto, meglio giocare con un ragazzo di ruolo (Rossetti). Se, come ci si dice, Calderini (ma quando è entrato, stranamente, si è rivelato fra i più pimpanti sotto il profilo atletico, nonché decisivo nell’azione del gol che ha sbloccato il match) non fosse in grado di giocare dall’inizio, o cambi modulo o non metti Calil o non impieghi Plasmati. Tanto è vero che, una volta uscito Gianvito e sistemata la squadra con Scarsella in mezzo e Calil centravanti, il Catania ha cominciato a giocare meglio e ha vinto la partita, seppur in grande sofferenza per il gol di Infantino a una decina di minuti dalla fine (unico neo di una prova convincente di Bergamelli, il migliore dei suoi, e dei compagni di reparto). Anche lo stesso Di Cecco, fino a quel punto in difficoltà, ha cominciato a trovare più spazio, prova ne sia il grande assist a Falcone in occasione del secondo gol. Il 4-3-3, insomma, ha preso corpo in modo più logico, con le coppie di mezzali e terzini ben amalgamate e i due esterni d’attacco pronti a supportare Calil. Cosa mai avvenuta nel confusionario primo tempo, in cui a centrocampo non si beccava una palla e Plasmati giocava sostanzialmente isolato, a distanze siderali dal brasiliano e da Falcone. Un pastrocchio. Un pastrocchio generato da scelte contestate puntualmente rivelatesi perdenti, per l’ennesima volta, sul campo. Perché?

    Ultimo giorno di mercato per sistemare le lacune
    Il problema principale del Catania, a parte il vice-Nunzella (ancora viva la pista Pastore con il Trapani,) è a centrocampo. L’innesto di Di Cecco si è rivelato proficuo. È stato ufficializzato Bombagi, che può giocare mezzala o esterno d’attacco. Ma ci chiediamo perché Castiglia venga dato in partenza. Con il Matera non è stato convocato, sebbene abile e arruolabile, segnale che persistono dubbi sulla sua permanenza. Dubbi di carattere fisico o tattico? Mi permetto di dire che, rispetto per esempio a Musacci o allo stesso Scarsella, quando il mediano calabrese ha giocato è sembrato elemento maggiormente affidabile, adatto alla categoria e facilmente inseribile nel 4-3-3 d’ordinanza. In ogni caso, sembrerebbe che lui e Russo (vicino al Messina) siano i predestinati in uscita, come in attacco Barisic (sempre al Messina). E, proprio in attacco, qualcosa dovrebbe essere fatta. L’infortunio di Russotto e l’acciacco di Plasmati impongono l’innesto di un’ulteriore punta in grado di affiancare Calil, meglio se pronta per la categoria. Speriamo che si possa giungere a una definizione di un organico che faccia dormire sonni tranquilli a Pancaro e ai tifosi, in vista di un prossimo campionato da protagonisti.

    Continuità di vittorie
    Il successo ottenuto sul Matera darà il “la” a quel famoso filotto di vittorie da tempo agognato dalla tifoseria etnea? Lo sapremo già da sabato prossimo a Ischia. Si giocherà contro una compagine nettamente inferiore, non in un grande momento di forma e subito dopo un mercato si spera proficuo. Cioè, nelle condizioni “giuste” per poter fare bene. Che Pancaro risolva tutti i suoi dubbi e presenti una formazione logica fin dal primo minuto, soprattutto “mentalizzata” alla vittoria esterna. Ne abbiamo profondo bisogno. Let’s go, Liotru, let’s go!!!

  11. Ip Address: 87.7.152.122

    Copia e incolla da ca…..net

    Andujar perde la testa: pugni per tutti nel finale del derby di La Plata

    By Redazione on 01/02/2016

    L’ex portiere del Catania, Mariano Andujar, si è fatto notare in Argentina per un episodio tutt’altro che edificante.

    Il gigante sudamericano, che ha difeso la porta del Catania dal 2009 al 2014 (con una piccola parentesi di 6 mesi all’Estudiantes nel 2012), a settembre è tornato a difendere proprio la porta del club biancorosso.

    In nottata, però, non si è fatto notare per una bella parata o, al limite, per una “papera”. Piuttosto, al fischio finale, Andujar ha pensato bene di esibirsi in una vera e propria rissa da saloon, che a qualcuno ha ricordato il folle sfogo di Soviero in un Messina-Venezia di qualche anno fa.

    Il derby tra il suo Estudiantes ed il Gimnasia di La Plata è stato molto teso e Andujar, al fischio finale, ha pensato bene di gettarsi nel piccolo focolaio che s’era acceso dopo l’ennesimo intervento duro, colpendo con numerosi pugni diversi avversari e rischiando anche di farsi male quando, una volta caduto a terra, si è ritrovato colpito da calci alla testa.

    Nel finale, Andujar ha spiegato così il suo comportamento: “Hanno colpito un mio compagno e sono andato da una parte all’altra per colpire, ho reagito male. Ma è stata una vergogna!”.

    Andujar, per il quale probabilmente scatterà una lunga squalifica, si era già macchiato di un episodio simile nel finale di un derby pareggiato 1-1 contro il Palermo, quando – in quell’occasione – colpì con diversi pugni il centrocampista rosanero Barreto.

  12. Ip Address: 93.44.84.128

    Se io che di calcio ci capisco poco e da più settimane che scrivo che Calil è plasmati non possono giocare assieme, nel modo in cui lui li fa giocare , poi vedo che ci azzecco la cosa mi preoccupa è non poco. Tranne che non ha la forza di tenerne uno fuori, d’altronde dopo aver visto l’anno scorso che Quel bidone di Leto doveva giocare (per modo di dire) per forza, non mi meraviglio di più nulla.

  13. Ip Address: 151.18.16.175

    Purtroppo , caro Mangusta ,hai perfettamente ragione. Quello che tu scrivi è ,da tempo ,che viene condiviso da tutti esperti o no di calcio Però se, quello che è ovvio non viene condiviso dal tecnico , due sono le cose che dobbiamo dedurre : Che si è convinti di andare ,avanti risolutamente ,cocciutamente e che sono gli altri che non capiscono e non vedono nulla o che dopo che si è commessi l ‘ errore , si ricorri frettolosamente a porvi rimedio creandosi alibi di infortuni,terreno cattivo e via dicendo.Intanto i l Catania , così ,ha perso punti importanti e meno male che sono venuti quelli di ieri! Amici ,i tifosi etnei sono stanchi di sofferenze , di essere presi in giro e sarebbe ,davvero l ‘ ora di avere un po di tranquillità.Questa,innanzi tutto ,potrebbe incominciare ad arrivare dalla cessione societaria!

  14. Ip Address: 87.7.152.122

    Buon pomeriggio raga!

    L’ennesimo scandalo!

    SERIE A, ecco come funzionava lo scandaloso sistema-Preziosi
    Iniziano ad emergere i dettagli degli accordi tra Preziosi ed Infront, grazie ai quali gli indagati controllavano il mercato dei diritti tv della Serie A.
    di Emanuele Costa, @EmanueleCosta91 1 febbraio 2016, 7:44

    Alla fine, tutti i nodi vengono al pettine, persino in un Paese abituato a guardare dall’altra parte. Perché lo si sapeva da anni che Preziosi, Lotito e Galliani, nonostante i loro rispettivi club fossero relativamente in calo, riuscivano comunque ad aumentare esponenzialmente il loro controllo sul calcio italiano, dalla Serie A in giù. Eppure si era deciso di chiudere un occhio, aiutati anche dall’aumento dei ricavi sui diritti tv garantiti dal nuovo advisor, poi diventato anche produttore, Infront.
    Un attore non calcistico, che però stava diventando preponderante nelle stanze dei bottoni del massimo campionato italiano, nelle riunioni di Lega Calcio e dovunque, insomma, ci fosse da decidere qualcosa di importante. Il grande primo passo dell’inchiesta della Procura di Milano, infatti, riguarda le trattative che porteranno la Lega A ad assegnare i diritti tv 2015-2018, con un patrimonio praticamente immenso (quasi un miliardo di euro a stagione) da dividere tra le venti società del campionato. Gli attori in campo sono ovviamenteSky e Mediaset, mentre Infront (spalleggiata da Preziosi) è lì per fare da mediatore, ma si tratta di un mediatore di parte, perché tramite i contatti di Preziosi e Galliani con Berlusconi e Mediaset, l’asta viene ripetutamente modificata sia nel bando che nel risultato (emblematico il caso delle buste per il “pacchetto C”, ovvero le interviste post-partita, prima assegnate a Mediaset con un’offerta invalida, e poi ri-assegnate grazie ad Infront, in un turbinio di telefonate intercettate che svelano il ruolo di Preziosi e soprattutto di Marco Bogarelli, “gran capo” dell’advisor). Secondo il rapporto della Guardia di Finanza, però, il sistema non si è messo in atto solo per il pacchetto C, ma anche per tutti gli altri: «Atteso il suo ruolo di advisor, Infront dovrebbe agire garantendo assoluta equità, trasparenza e non discriminazione, garanzia che, dalla lettura delle intercettazioni, non è ravvisabile non solo per il pacchetto C ma anche per i pacchetti A, B, D, E».
    Ma per quale motivo Infront era così ansiosa di ingraziarsi la coppia Preziosi-Mediaset? Le parti avevano già avuto diversi “incroci”, a cominciare dall’estate scorsa, quando il Genoa di Preziosi era praticamente in bancarotta e rischiava una penalizzazione in classifica, non avendo i soldi per superare i controlli Covisoc e avendo già perso il treno (in molti lo ricorderanno) per ottenere la licenza Uefa. Il denaro necessario ai rossoblù del Grifone è 15 milioni, prontamente reperiti in Svizzera grazie ai buoni uffici di Bogarelli: Preziosi si sdebiterà poco dopo, offrendo in cambio, ai suoi benefattori, il 3% della Giochi Preziosi a un prezzo di favore, poi quotata alla Borsa di Hong Kong, quotazione di cui la nostra testata si occupò in tempi non sospetti. Un “regalo” apprezzato, visto come poi sono andate le cose, e probabilmente parte di un sistema ben più ampio creato per “drogare” i bilanci di numerose società di Serie A. E adesso? Adesso la giustizia farà il suo corso, mentre i giornalisti d’inchiesta aspettano solo la prossima occasione per essere tacciati di allarmismo e giustizialismo, mentre il sistema marcisce dalla testa.

  15. Ip Address: 87.7.152.122

    Sempre io!

    Scarsella firma un triennale con la Cremonese, Bombagi al Catania, Bacchetti al Monopoli

  16. Ip Address: 87.7.152.122

    Ancora io!

    CATANIA, Russo saluta su Facebook e attacca: “Aspettavo da anni questa occasione, via per scelta tecnica”
    Con un messaggio sul proprio profilo Facebook, Giuseppe Russo annuncia l’addio al Catania e il passaggio al Messina
    di Andrea Carlino, @acarlino85 1 febbraio 2016, 18:41 80 0 commenti

    Con un messaggio sul proprio profilo Facebook, Giuseppe Russo annuncia l’addio al Catania e il passaggio al Messina: “Avrei voluto fermare il tempo con questa maglia,in pochi sanno cosa significa indossarla forse per il troppo attaccamento non sono riuscito a dimostrare il mio vero valore !da anni aspettavo questa opportunità ma qualcuno umiliandomi mi ha mandato via dalla mia città e dalla squadra che ho sempre tifato solo per scelta tecnica… Ma quel ‘ qualcuno’ a mio avviso dovrebbe essere il primo a doversene andare ! Non devo giustificare la scelta che ho fatto perché sono un professionista e spero ti trovare a Messina (società) la famiglia che pensavo di trovare nel Catania!! !sempre e forza liotru

  17. Ip Address: 151.36.78.27

    Mi dispiace moltissimo per la forzata scelta di Russo! Un giocatore esemplare ,che ho sempre apprezzato per l’ attaccamento che ha sempre dimostrato per il Catania e per la relativa città . Credo ,proprio, che questo mio pensiero è condiviso dal’ amico Filippo! Ennesima prova negativa dei dirigenti della Società ! Buona notte ai tifosi!

  18. Ip Address: 87.7.152.122

    Buonasera raga!

    Secondo me stiamo senza soldini!

    La rosa si e’ ristretta! A meno che?

    ore 21.20

    Partenze
    Luca Lulli 1991 mediano al Savona definitivo
    Fabio Scarsella 1989 centrale alla Cremonese definitivo
    Giuseppe Russo 1983 centrocampista al Messina prestito
    Mattia Rossetti 1996 seconda punta alla Lupa Roma prestito
    Loris Bacchetti 1993 difensore centrale al Monopoli prestito
    Mark Barisic 1993 attaccante al Messina prestito
    Andrea De Rossi 1994 terzino dx all’Akragas prestito
    Alfonso Sessa 1996 centrale all’Aversa Normanna prestito
    Giuseppe Ficara 1995 portiere alla Maceratese prestito

    Arrivi
    Francesco Bombagi 1989 ala dx e sx dalla Juve Stabia definitivo
    Francesco Felleca 1998 esterno offensivo dall’Aversa Normanna prestito
    Florin Logofatu 1995 portiere dal Novara definitivo

  19. Ip Address: 87.7.152.122

    Bruno Petkovic 1994 attaccante rientra a Catania

  20. Ip Address: 87.7.152.122

    lunedì 1 febbraio 2016

    Risoluzione consensuale del contratto con Dragan Lovric. Non e’ piu’ un giocatore del Catania.

  21. Ip Address: 87.7.152.122

    Un nuovo attaccante in arrivo alla corte di Serse Cosmi. Trattasi di Bruno Petkovic, attaccante croato classe 1994 di proprietà del Catania ma attualmente in prestito all’Entella. Operazione definita, Petkovic in arrivo a Trapani.

  22. Ip Address: 151.43.32.12

    Caro Giorgio ,abbiamo le prove che siamo davvero squattrinati! Dobbiamo andare avanti con quel che abbiamo e che ci aiutiamo anche con le disgrazie altrui ( vedi i meno tre dell Akragas ) Che tristezza!

  23. Ip Address: 87.7.152.122

    ore 22:15
    Sempre Pitino intervenuto nella trasmissione sportiva ora in onda su Telecor: “Piermateri non rientrerà nella lista. Da Natale non abbiamo più sue notizie, adiremo per vie legali. Non ho più notizie neanche di Leto, ma è un discorso diverso per lui“

  24. Ip Address: 87.7.152.122

    Caro Armando come vedi siamo ridotti male!

    lunedì 1 febbraio 2016

    Risoluzione consensuale del contratto con Sebastiàn Eduardo Leto

  25. Ip Address: 87.18.67.23

    diretta sky
    Il Catania ha acquistato l’attaccante, classe 1987, Arturo Lupoli. Ma non è arrivato in tempo a depositare il contratto :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  26. Ip Address: 87.18.67.23

    Rettifica Sky:
    Il Catania è riuscito a depositare il contratto di Lupoli….

  27. Ip Address: 87.7.152.122

    22:58 Catania, depositato il contratto di Lupoli by Andrea Carlino
    Il Catania ha acquistato l’attaccante, classe 1987, Arturo Lupoli. Il contratto è stato depositato in Lega.

    Sembra anche:
    Secondo Sky Sport, il Catania avrebbe chiuso per il trequartista classe ’95 di proprietà della Fiorentina, Alex Gulin.

    Caro joe c’e’ scritto che e’ stato depositato il contratto di Lupoli e di Gulin

  28. Ip Address: 87.7.152.122

    lunedì 1 febbraio 2016

    L’attaccante Arturo Lupoli dal Pisa al Catania, a titolo temporaneo

  29. Ip Address: 87.7.152.122

    UFFICIALE – CATANIA, ecco Axel Gulin
    Il Pordenone Calcio comunica di aver trasferito l’attaccante Axel Gulin al Catania.
    di Andrea Carlino, @acarlino85 1 febbraio 2016, 23:35

  30. Ip Address: 87.7.152.122

    Quadro completo delle partenze e arrivi dei giocatori:

    Partenze

    Luca Lulli 1991 mediano al Savona definitivo

    Fabio Scarsella 1989 centrale alla Cremonese definitivo

    Giuseppe Russo 1983 centrocampista al Messina prestito

    Mattia Rossetti 1996 seconda punta alla Lupa Roma prestito

    Loris Bacchetti 1993 difensore centrale al Monopoli prestito

    Mark Barisic 1993 attaccante al Messina prestito

    Andrea De Rossi 1994 terzino dx all’Akragas prestito

    Alfonso Sessa 1996 centrale all’Aversa Normanna prestito

    Giuseppe Ficara 1995 portiere alla Maceratese prestito

    Dagran Lovric risoluzione consensuale del legame con il Catania.

    Bruno Petkovic 1994 al Trapani prestito

    Sebastian Eduardo Leto risoluzione consensuale del contratto

    Arrivi

    Francesco Bombagi 1989 ala dx e sx dalla Juve Stabia definitivo

    Francesco Felleca 1998 esterno offensivo dall’Aversa Normanna prestito

    Florin Logofatu 1995 portiere dal Novara definitivo

    Arturo Lupoli 1987 attaccante dal Pisa prestito

    Axel Gulin 1995 centrocampista dalla Fiorentina prestito

    Sogni rosso e azzurri a tutti!

  31. Ip Address: 95.235.140.8

    Che né dite ragazzi di questo mercato? Francamente io Russo l’avrei tenuto ma solo per l’attaccamento slla Maglia visto Che quando e’ entrato ha conclusion poco. Trovare giocatori disposti a Venire a Catania in questo momento Di confusione societaria non era facile e non lo e’ stato. Contemporanee del colpo lupoli Che e’ un attaccante esperto sebbene non Abbia signato tanti gol Nelle varie stagioni , speriamo Che si sblocchi Ed exploda a Catania. Ma il primo problema del Catania rimsne il cambio societario, indispensabile per non fallire. Una Serena notte a tutti . Castiglia, Ferrario, nunzella pelagatti sono rimasti e questo e’ Pari a nuovi acquisti

  32. Ip Address: 87.7.152.122

    Notte Catanese a Napoli! 😉

  33. Ip Address: 151.46.144.238

    L’arrivo di Lupoli ,forse è l’unica buona del mercato,a parte Di Cecco, In questo momento ,nel Catania c’è una situazione tale che ,secondo me ,assomiglia tanto ,ad una nave che affonda e che i topi scappano da tutte le parti Cercando scampo.Adesso, Pulvirenti deve fuggire per altri lidi.

  34. Ip Address: 79.22.108.131

    Sperando che i nuovi innesti non siano come plasmati cioè in precarie condizioni fisiche,reduci da infortuni importanti.
    Poi cari amici, penso che adesso serve avere sicurezza per il futuro che si chiama gestione società.
    Saluti a tutti avvilito ma non sconfitto buona giornata a tutti e forza Catania46…

  35. Ip Address: 79.56.155.58

    Buongiorno raga!

    Nuova rosa febbraio 2 Febbraio 2016

    PORTIERI:

    Liverani, 1989, Bastianoni,1991, LOGOFATU 1995

    DIFENSORI:

    Bastrini 1987, Nunzella 1992, Pelagatti 1989, Bergamelli 1987, Garufo 1987 Ferrario 1985,Parisi, 1995, Ramos 1996 (rientrato?)

    CENTROCAMPISTI:

    Castiglia 1988, Agazzi 1993, Musacci 1987, DI CECCO 1983, PESSINA 1997 BOMBAGI 1989. Piermarteri 1995 (introvabile)

    ATTACCANTI:

    Calil 1984, Plasmati 1983, Falcone 1992, Calderini 1988, Russotto 1988,
    LUPOLI 1987, GULIN 1995, FELLECA 1998

    Buona giornata a tutti!

  36. Ip Address: 79.56.155.58

    Ancora io raga!

    Partenze
    Luca Lulli 1991 mediano al Savona definitivo
    Fabio Scarsella 1989 centrale alla Cremonese definitivo
    Giuseppe Russo 1983 centrocampista al Messina prestito
    Mattia Rossetti 1996 seconda punta alla Lupa Roma prestito
    Loris Bacchetti 1993 difensore centrale al Monopoli prestito
    Mark Barisic 1993 attaccante al Messina prestito
    Andrea De Rossi 1994 terzino dx all’Akragas prestito
    Alfonso Sessa 1996 centrale all’Aversa Normanna prestito
    Giuseppe Ficara 1995 portiere alla Maceratese prestito
    Dagran Lovric difensore 1996 risoluzione consensuale del legame con il Catania.
    Bruno Petkovic attaccante 1994 al Trapani prestito
    Andrea Di Grazia 1996 aall’Akragas prestito
    Alessandro Rescigno difensore al Rieti prestito
    Fabian Monzon 1987 Universidad de Chile definitivo
    Sebastian Eduardo Leto risoluzione consensuale del contratto

    Arrivi
    Francesco Bombagi 1989 ala dx e sx dalla Juve Stabia definitivo
    Francesco Felleca 1998 esterno offensivo dall’Aversa Normanna prestito
    Florin Logofatu 1995 portiere dal Novara definitivo
    Arturo Lupoli 1987 attaccante dal Pisa prestito
    Axel Gulin 1995 centrocampista dalla Fiorentina prestito
    Domenico Di Cecco 1983 centrocampista dal Lanciano definitivo
    Matteo Pessina 1997 centrocampista Milan prestito

  37. Ip Address: 91.253.36.81

    Buongiorno a tutti ,sotto tono finita la sessione invernale del calcio mercato senza colpi ……. Segno che la società non esiste più

  38. Ip Address: 151.44.41.19

    Che cosa dire adesso? Forse,malgrado la testardaggine di Pancaro,ci dovremmo salvarci! Sarebbe già un miracolo perchè,credo, che nelle varie serie dei campionati di calcio italiani non esiste una squadra con dietro una Società completamente assente! Almeno,in altri momenti bui ,quando il Catania stava ,addirittura, in prima categoria dilettanti , vi erano altri dirigenti ! Valga per tutti il sempre rimpianto e immenso Massimino! Il tizio ,che sene deve andare via di corsa ,al compianto Presidente non sarebbe stato mai degno di pulirgli le scarpe! Scusatemi ,amici di questo mio sfogo ,ma i miei non più verdi anni mi hanno permesso di vivere quel periodo della storia del Catania Buona giornata a tutti!

  39. Ip Address: 62.2.176.13

    Ciao Ragazzi

    niente soldi!! era logica la cosa!!

    PULVIRENTI sei un male che non finisce più! Regala il Catania a qualcuno che lo vuole. A qualcuno che ha la voglia di non fare affondare il Catania.

    Ragazzi vi saluto

  40. Ip Address: 151.68.14.74

    Certo,l’arrivo di Arturo Lupoli ,forse sarà utile alla nostra squadra ! L’esperienza non ci manca ,anche se via via si è perso un po’ e non è mai esploso come si pensava.Esperienza fatta in Inghilterra ,all’ Arsenal, al Norwich e poi al ritorno in Italia , all’ Ascoli ,al Grosseto ,Varese,in serie B . Può darsi che l’aria nuova ,però un po’ depressa ,della città siciliana ,gli faccia bene ! Bisogna ,solo vedere in quale condizione fisica si trova . Buona serata!

  41. Ip Address: 79.4.15.37

    Buonasera a tutti…..
    La cosa primaria ed importante è il cambio societario, senza non ci sarà pace e tranquillità.
    Il Catania merita altri palcoscenici, non la seria C come ci ha ridotto questo imbroglione di Presidente….

  42. Ip Address: 79.56.155.58

    Buonasera raga!

    Abbiamo due giocatori per ruolo.

    Portieri
    Liverani (Bastianone)

    Terzini e centrali
    Nunzella (Ramos)
    Bergamelli (Bastrini)
    Pelagatti (Ferrario)
    Garufo (Parisi infortunato)

    Centrocampisti
    Di Cecco (Castiglia)
    Agazzi (Musacci)
    Bombagi (Pessina)

    Attaccanti
    Falcone (Gulin)
    Calil (Lupoli, Plasmati)
    Russotto(infortunato) (Calderini)

    Riserve:

    Portiere
    Logofatu

    Terzini
    Nessuno

    Centrocampista
    Piermarteri (scomparso)

    Attaccanti
    Falleca

    Totale 26 Giocatori della rosa del Catania

    Under 21 (nati dal 1994 in poi)
    Ne abbiamo 7

    Logofatu 1995
    Parisi 1995
    Ramos 1996
    Pessina 1997
    Piermarteri 1995 (scomparso)
    Felleca 1998
    Gulin 1995

    Lista degli Over ne sono 19.
    Come di regola in Lega Pro ne dovrebbero essere 24.
    Rispetto al calciomercato estivo mancano 5 giocatori Over

    Liverani
    Bastianoni
    Bastrini
    Nunzella
    Pelagatti
    Bergamelli
    Garufo
    Ferrario
    Castiglia
    Agazzi
    Musacci
    Di Cecco
    Bombagi
    Calil
    Plasmati
    Falcone
    Calderini
    Russotto
    Lupoli

    Buona serata a tutti!

  43. Ip Address: 151.57.77.12

    Caro Giorgio,credo di interpretare il pensiero di tutti i tifosi catanesi! Sei unico! Preziosissimo per il sito! Grazie per averci fatto toccare con mano il quadro esatto del parco giocatori del Catania.Si nota,purtroppo ,una notevole carenza per quanto riguarda la rosa dei terzini! Speriamo di non risentirne troppo! Comunque,per i tifosi etnei ,la giornata più bella sarà quando il Catania avrà un nuovo Presidente! Buona notte!

  44. Ip Address: 79.23.150.137

    Buona serata ragazzi anche rivolta a chi scrive raccontando dei suoi anni non più verdi. Tuttavia, il verde andato degli anni lo sostituiamo con sangue rosso e azzurro nelle vene. Altro che colori rosa, viola, bianchi , neri, e grigi , quelli si che sono già vecchi anche appena nati. Tornando a noi……che dire! Adesso, abbiamo due giocatori per ruolo, meno stipendi in attesa di quel cambio societario che auspico e ritengo indispensabile per rinvigorire gli appetiti e portare entusiasmo nell’ambiente. Un ultima annotazione sul divieto disposto dal prefetto di Napoli alla trasferta di Ischia per i tifosi etnei. Tutto in sordina, nessun uomo di stampa che approfitti dell’occasione per decretare l’utilità della tessera del tifoso e richiedere le motivazioni in base alle quali i tifosi ischitani, agrigentini, magari casertani e messinesi possono accedere al Massimino e per quelli rossazzurri non se ne parla mah, stranezze e misteri insoluti. Comunque un grazie a Giorgio per le news sempre puntuali .

  45. Ip Address: 94.162.99.237

    Ciao catanese a Napoli , questo significa che la nostra società non conta più nulla ……… Purtroppo

  46. Ip Address: 79.56.155.58

    Buonasera raga!

    Caro Armando grazie, e’ con piacere che pubblico le News con tutti gli annessi e connessi che interessano il Nostro Catania!

    Caro Catanese a Napoli e’ un dovere e grazie!

    Come abbiamo capito:
    Mamma! La Rosa del Catania si e’ ristretta!

    Sono cavoli amari, speriamo nel preparatore atletico

    Sogni rosso e azzurri a tutti!

  47. Ip Address: 79.53.44.180

    Da un mio commento di qualche settimana fa riporto le seguenti righe :

    “ Sono un fisico nato a Catania, specializzato in Informatica e tifoso del Calcio Catania.
    . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
    Per il bene del Catania PULVIRENTI DEVE CEDERNE LA PROPRIETÀ .
    . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
    In un prossimo commento tenterò di spiegare in termini semplici come mai l’importanza
    di questa questione va ben al di là del fatto calcistico. “

    Ebbene, ecco il tentativo di spiegazione :
    Qualche decennio fa, venne condotta da alcune Università americane una approfondita
    ricerca statistica sulla produzione del software, ritenuta come attività cruciale per il futuro.
    Lo scopo era la valutazione della predisposizione naturale delle varie nazioni a tale attività.
    Nella classifica che ne risultò, il primo posto era occupato dagli Indiani e il secondo posto
    dagli Italiani. Vista la mia lunga esperienza nel settore e una normale conoscenza della storia,
    posso dire che se la ricerca fosse stata fatta per regioni, la Sicilia (in particolare la sua
    costa orientale) sarebbe risultata di gran lunga al primo posto della classifica.

    Conclusioni: Data tale nostra immensa ricchezza, sarebbe delittuoso non sfruttarla e/o farla
    vanificare da un clima di CORRUZIONE, di qualsiasi tipo.

  48. Ip Address: 79.42.16.82

    Buongiorno raga!

    Ciao Alberto, in sintesi “Pulvirenti VATTENEEEEEEEE”!

    Buona giornata a tutti!

  49. Ip Address: 62.2.176.13

    Ciao Alberto

    Purtroppo io sono (molto) ignorante……..
    Non ho capito niente! Scusami ma non ho capito.
    Giorgio47 le tue parole le ho capite
    e le grido anche io

    Pulvirenti VATTENEEEEEEEE”!

    Vi saluto tutti con affetto

  50. Ip Address: 151.36.34.68

    Siamo d’ accordo,Alberto,Giorgio! Credo,e ne sono che il vero ,grosso problema sia,che il tizio,in questione ,sotto la pressione dell’indignazione della città ,se ne vorrebbe andar via ,ma,in verità non c’è nessuno che ha il coraggio di accollarsi il peso della gestione di una Società così dissestata ,avvilita.Per farla breve ,una grande utopia! C’è qualcuno che vuole spendere danaro e che ci vuole mettere la faccia per far ripartire da zero ilCatania.? Cari amici, questo ipotetico rilevatore ,sopratutto, deve partire da un presupposto principio : amare,quanto basta la nostra cara squadra!

  51. Ip Address: 151.36.34.68

    Mi correggo: credo,e ne sono convinto

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu